You are on page 1of 5

SABATO 19 GENNAIO 2019 LA GAZZETTA DELLO SPORT 33

#

20a GIORNATA

L’ANTICIPO LE ULTIME LA SFIDA L’INTERVISTA
PRIMA SORPRESA: NEL PERUGIA PROF PAZZINI, NINKOVIC:
LAMPO CASASOLA, DEBUTTA SADIQ. 100 CON L’HELLAS. «IERI PARTIZAN,
LA SALERNITANA CREMONESE, MA A PADOVA OGGI ASCOLI.
GELA IL BARBERA TUTTO SU CERAVOLO È ESAME BONAZZOLI VITA DA LEONE»
Pagina 34 Pagine 36 e 37 Pagina 37 Pagina 35
il Punto

Verità e bugie LA CLASSIFICA
in questa B SQUADRE PT
G
PARTITE
V N P
RETI
F S

alla rovescia PALERMO
BRESCIA
37
32
19
18
10
8
7 2 32
8 2 35
15
24
PESCARA 32 18 9 5 4 29 23
VERONA 30 18 8 6 4 29 19
DI ANDREA FANÌ LECCE 30 18 8 6 4 30 23
BENEVENTO 29 18 8 5 5 27 21

N
ell’universo parallelo e SALERNITANA 27 19 7 6 6 23 25
rovesciato chiamato B SPEZIA 26 18 7 5 6 25 20
bisogna guardare le CITTADELLA 26 18 6 8 4 20 17
cose da diverse angolazioni in PERUGIA 26 18 7 5 6 25 26
ASCOLI 24 18 6 6 6 20 22
contemporanea: trattasi di
CREMONESE 22 18 5 7 6 20 18
universo senza verità né VENEZIA 21 18 5 6 7 17 19
bugie, dove la realtà assume COSENZA 19 18 4 7 7 14 23
forme liquide e cambia ogni CARPI 17 18 4 5 9 18 31
momento (diciamo di partita LIVORNO 15 18 3 6 9 17 25
in partita, per semplicità). In FOGGIA (-8) 13 18 5 6 7 26 31
questo universo siamo andati CROTONE 13 18 3 4 11 17 29
in letargo — leggi pausa PADOVA 12 18 2 6 10 18 31
invernale — con il Palermo SERIE A PLAYOFF PLAYOUT RETROCESSIONI
incoronato re dell’andata e ci
siamo destati sotto una
pioggia di meteoriti impazziti
e colorati di granata, che a
forza di incursioni a tutta
velocità hanno bucato le pareti
corazzate della prima in IL PROGRAMMA
classifica. Nell’universo Serie
B il mondo si rovescia come 20ª GIORNATA
IERI
una clessidra, e così il mercato PALERMO-SALERNITANA 1-2
ci restituisce un Padova e una OGGI
Cremonese dal look rifatto: CARPI-FOGGIA ORE 15
domani vedremo se le rughe CROTONE-CITTADELLA
LECCE-BENEVENTO
(specie quelle biancorosse) PERUGIA-BRESCIA ORE 18
sono state coperte e tirate al DOMANI
meglio contro due bellezze Il momento in cui il pallone scagliato dall’argentino Tiago Casasola, 23 anni, si infila nella porta del Palermo: la Salernitana passa LAPRESSE COSENZA-ASCOLI ORE 15
naturali come Verona e PADOVA-VERONA

ZUPPA INGLESE
PESCARA-CREMONESE ORE 21
Pescara. Nell’universo LUNEDÌ
parallelo in cui navighiamo SPEZIA-VENEZIA ORE 21
disorientati oggi potremmo RIPOSA: LIVORNO
trovare il Brescia — che
all’inizio di questa storia MARCATORI

CON AMARO
sembrava condannato a una 14 RETI: Donnarumma (Brescia, 2)
stagione anonima — a due 12 RETI: Mancuso (Pescara, 1)
punti dalla prima. Perugia 8 RETI: Coda (Benevento, 4), Pazzini
permettendo... E, ormai (Verona, 3)
smarriti, non ricordiamo più 7 RETI: Vido (Perugia, 3)
6 RETI: Torregrossa (Brescia), La Mantia,
chi tra Lecce e Benevento
Palombi (Lecce), Diamanti (Livorno, 3),
sognava la A o lottava per la
salvezza. In questa B votata Gregucci sgambetta il Palermo capolista targato Inghilterra: Nestorovski (Palermo, 1), Verre (Perugia)
5 RETI: Finotto (Cittadella), Tutino
alla relatività che si diverte a
stravolgere valori e pronostici.
le inseguitrici ringraziano. Oggi il Brescia può andare a -2, (Cosenza), Mancosu (Lecce, 1), Bonazzoli
(Padova, 2), Bocalon (Salernitana),
© RIPRODUZIONE RISERVATA domenica da brividi col derby veneto e la nuova Cremonese che va a Pescara Okereke (Spezia), Di Mariano (Venezia)
34 Speciale R 20a giornata SABATO 19 GENNAIO 2019 LA GAZZETTA DELLO SPORT

SerieB
#

LA PARTITA

Rosanero shocking
Palermo stop
3

Colpo grosso
della Salernitana
1Capolista avanti con Jajalo, poi rimonta granata
Anderson fa pari, nel recupero il blitz di Casasola
1 2
PALERMO 1
SALERNITANA 2
PRIMO TEMPO 1-1
MARCATORI Jajalo (P) al 17’,
A. Anderson (S) al 41’ p.t.;
Casasola (S) al 48’ s.t.

PALERMO (4-3-2-1) Brignoli;
Rispoli, Szyminski, Rajkovic (dal 4’
s.t. Pirrello), Accardi (dal 40’ s.t.
● 1 Il tiro di Jajalo che in apertura di gara porta in vantaggio il Palermo: la strada sembra in discesa...
Salvi); Haas (dal 15’ s.t. Puscas),
Jajalo, Chochev; Falletti, ● 2 L’esultanza di André Anderson per il pari della Salernitana in chiusura di primo tempo ● 3 La gioia
Trajkovski; Moreo di Tiago Casasola dopo il sinistro vincente che ha permesso ai granata di ribaltare la sfida GETTY/LAPRESSE
PANCHINA Avogadri, Pomini,
mo, che forse non s’è reso con­ Embalo, Ingegneri, Fiordilino,
Murawski
dalla barriera su punizione dal La Salernitana ha soffocato la Moviola
Nicola Binda to che le vacanze sono finite. O limite. Sembrava una gara in ogni manovra del Palermo, per
INVIATO A PALERMO forse il buon avvio di gara l’ave­ ALLENATORE Stellone la verità pure molto impreciso.
discesa, Rispoli ha fallito il 2­0
va illuso. Chissà. In uno stadio dopo un’entusiasmante galop­ Un’organizzazione perfetta

D
SALERNITANA (3-4-2-1) Micai;
ov’eravamo rimasti? Ah più vuoto del solito, ma con Perticone, Migliorini, Gigliotti; pata di 60 metri e altre volte inquella di Gregucci, che non si è
sì, 30 gennaio, Palermo messaggi d’affetto dalla curva Pucino, Akpa Akpro (dal 28’ s.t. area è mancata solo la stoccata limitato a difendere conti­
che vince una gara sof­ («per amore, solo per amore», Minala), Di Tacchio, Vitale; vincente. Pura illusione. Dopo nuando ad avere in mano il
ferta a Cittadella e puntella il «il mio destino è starti vicino») D. Anderson (dal 35’ s.t. Casasola), 40’ è calato il sipario. pallino del gioco. Tanto è vero
A. Anderson; Jallow (dal 40’ s.t.
Jajalo-gol ok
suo trono in classifica. Il ritor­ verso la squadra, è stata con­ che le palle gol nel finale sono
Djuric)
no in campo dopo la sosta è sta­ fermata la tradizione che vuole PANCHINA Vannucchi, Russo, RIBALTONE SALERNITANA E’ state tutte ospiti (a parte un

Pirrello,
to invece traumatico. Prima i rosanero soccombere nella Mantovani, Vuletich, Rosina, stato Akpa Ak­ contropiede mal
sconfitta per Stellone, serie uti­ prima gara dell’anno. Il Paler­ Bocalon, Orlando, Mazzarani pro a suonare la sfruttato da Ri­
LO SVILUPPO
giallo giusto
le che si ferma a 13 gare (con mo di solito soffre le squadre ALLENATORE Gregucci carica. Con una spoli): prima
29 punti). «Oh my God» avran­ chiuse e si esalta con chi lo at­ bella incursione Centrocampo Jallow ha sfiora­
no detto i nuovi proprietari in­ tacca, per questo ha aspettato ARBITRO Dionisi di L’Aquila sulla destra ha to la traversa,
servito un assist siciliano assente,
ESPULSI nessuno
glesi, di fronte alla caduta e so­ la Salernitana, che all’inizio è AMMONITI Migliorini (S), Jajalo poi Migliorini di
prattutto davanti alla prova de­ caduta nella trappola lascian­ (P), Chochev (P) e Di Tacchio (S) d’oro per Jajalo, dopo l’1-0 rosanero testa su angolo ● Regolare l’1-0 di Jajalo: al
ludente della squadra. Merito do campo alla capolista. Il gol è per gioco scorretto; Pirrello (P) la cui girata è con sufficienza ha visto il pallo­ momento del tiro del rosanero,
comunque di una Salernitana venuto su calcio da fermo, ma per comportamento non stata respinta da ne respinto sulla Djavan Anderson tiene in
pimpante e molto ben organiz­ le occasioni per raddoppiare regolamentare Szyminski. E’ Gregucci ha saputo linea da Puscas, posizione regolare i giocatori
zata da Gregucci, partita male sono maturate proprio nelle NOTE Paganti 4.464, incasso non stato il preludio quindi nel recu­ del Palermo all’interno dell’area.
al gol, arrivato 1’ risistemare l’assetto pero Trajkovski
comunicato; abbonati 2.210, quota
e andata sotto, ma poi capace praterie lasciate dalla squadra non comunicata. Tiri in porta 4-4.
All’8’ del secondo tempo il
di rimettersi in piedi e di anda­ di Gregucci. Che però piano Tiri fuori 2-5. In fuorigioco 3-2. dopo grazie ad Playoff alla portata, ha perso l’enne­ Palermo va vicino al 2-1 ma
re a vincere con merito, anche piano s’è aggiustata e ha ribal­ Angoli 5-3. Recuperi: p.t. 0’, s.t. 6’ André Ander­ oggi arriva Memolla simo pallone, il l’azione sarebbe viziata da un
se in pieno recupero. Se arriva tato i padroni di casa, insuffi­ son, bravo a sca­ gladiatore Di fallo di Moreo: il giocatore ruba
qualche rinforzo (oggi arriva cienti soprattutto in mezzo al raventare in gol (con deviazio­ Tacchio ha fatto partire un con­ palla a Perticone alzando troppo
Memolla dall’Hajduk Spalato), campo, dove stavolta Jajalo ha ne di Rispoli) un pallone rin­ tropiede con palla a destra per la gamba (l’arbitro Dionisi aveva
è squadra che ai playoff ci può toppato e Chochev non è per­ viato male dalla difesa dopo in­ Casasola, che ha infilato Bri­ lasciato giocare). Giallo a
pensare eccome. venuto. Di buono per Jajalo c’è cursione di Vitale. All’ora di gnoli gelando ancor di più il Pirrello: decisione ok, commette
stato solo il gol, con un piatto gioco il Palermo è passato al 4­ Barbera. E riaprendo il cam­ fallo e poi scaglia la palla
POCO PALERMO Troppo brutto sinistro dopo cross da destra di 2­4 con Puscas accanto a Mo­ pionato. addosso all’avversario a gioco
per essere vero questo Paler­ Haas dopo una palla smorzata reo, ma poco è cambiato, anzi. © RIPRODUZIONE RISERVATA fermo.

LE PAGELLE di NI.BI.
subito un pericoloso contropiede, poi PUCINO 7 Accardi non spinge e così
s’innervosisce e sbaglia tanto. IL MIGLIORE lui può salire spesso diventando il IL MIGLIORE
ACCARDI 5 Debutto stagionale con PRZEMYSLAW padrone della fascia. ANDRÈ
un bel colpo di tacco al primo pallone, AKPA AKPRO 7 Ottima prova in fase
ma non si esalta, anzi: troppo timido e 6,5 SZYMINSKI di costruzione, meno in fase di 7 ANDERSON
bloccato. (Salvi s.v.) Regge quasi da solo la difesa con copertura ma comunque utile. Esce Prezioso in copertura, fastidioso
HAAS 5,5 Sembrava il meno peggio una prova ordinata, cercando di per una tremenda botta a una caviglia. nella metà campo avversaria.
PALERMO 5 in mezzo, ma Stellone lo leva dopo
un’ora.
PUSCAS 5,5 Spicca per un
chiudere gli spazi che si aprono
per il poco filtro del SALERNITANA 7 MINALA 6 Debutta dopo il terzo
approdo a Salerno in carriera ed è
troppo irruento.
Rispetto al suo omonimo è più
preciso e soprattutto firma il
centrocampo. pareggio, ma anche nella ripresa
salvataggio sulla linea: palle buone DI TACCHIO 7 Tanta sostanza in
SZYMINSKI TIENE per fare gol nessuna. MURO PERTICONE mezzo, alzando un muro che via via si
regala giocate importanti.

JAJALO POLEMICO JAJALO 5 Ok il gol, ma non è lucido e
ispirato, anzi: è troppo polemico. AKPA VA K.O. fa invalicabile.
VITALE 6,5 Fatica a contenere Rispoli,
TRAJKOVSKI SPENTO CHOCHEV 5 Solo giocate orizzontali e
banali: stavolta non timbra la IL TECNICO SI RIVEDE MINALA ma quando sale con il suo sinistro
regala qualche pallone interessante. IL TECNICO
BRIGNOLI 6 Un’uscita sulla trequarti Salernitana come aveva fatto 2 volte. ROBERTO MICAI 6,5 Torna a Palermo, dove ha D. ANDERSON 6 Fa da raccordo tra ANGELO
molto disivolta è l’impegno più serio FALLETTI 5,5 Qualche accelerata giocato nella Primavera, e conferma la centrocampo e attacco ma sbaglia
della serata: incolpevole sui gol. importante per poi spegnersi alla 5 STELLONE sua maturità. molti palloni. 7 GREGUCCI
RISPOLI 6 È di Cava de’ Tirreni, distanza. Di solito soffre le squadre che si PERTICONE 7 L’affidabilità non si CASASOLA 7 Radio mercato lo dà in E bravo Gregucci, maestro
quindi era come un derby e lo onora, TRAJKOVSKI 5 Meno ispirato di chiudono, ma stavolta la discute, dalla sua parte non si passa: il partenza e per questo resta in nell’organizzazione del gioco
ma nel finale spreca una grande Falletti: non si capisce come faccia un Salernitana gioca e lo imbriglia. suo recupero è fondamentale. panchina, ma entra molto bene e malgrado attori non di
occasione. giocatore così a non fare la Ci prova passando al 4-2-4, ma la MIGLIORINI 7 Un gigante, con le firma il gol vittoria. primissimo piano. Chiude tutte le
RAJKOVIC 6 K.o. in avvio di ripresa differenza. mossa è inutile, il centrocampo buone e le cattive, sempre efficace. JALLOW 6,5 Un po’ troppo isolato, fonti di gioco del Palermo e alla
per un guaio muscolare: grave MOREO 5,5 Serata storta anche per non è stato all’altezza. GIGLIOTTI 6,5 Non molto pulito e a ma si sacrifica parecchio: giustificato fine vince con merito. Applausi.
perdita. lui, schierato al centro per fare la boa volte fuori posizione, ma arcigno e lo sforzo del club che lo vuole
PIRRELLO 5 Entra a freddo e sventa ma soffocato dalla difesa. sicuro. riscattare dal Chievo. (Djuric s.v.)

GLI ARBITRI 6
DIONISI Non commette errori gravi, per carità, ma è spesso lontano dall’azione e gli manca un po’ di personalità
nelle fasi più calde. Lo aiutano bene gli assistenti.
IMPERIALE 6,5
PAGLIARDINI 6,5
Speciale R 20a giornata SABATO 19 GENNAIO 2019 LA GAZZETTA DELLO SPORT 35

SerieB
#

L’INTERVISTA
TU 1 2 3
R
PE CO
U

N..
A T

.

Nikola Ninkovic

N
● 1 Ninkovic 17enne con la fascia
da capitano nel Partizan
Belgrado ● 2 Ninkovic tra Laxalt
e Izzo esulta dopo il gol in
Genoa-Milan 3-0 del 25-10-2016
● 3 Con le cuffie oggi all’Ascoli

I Pupillo di Jovetic,
mercato di gennaio, in una

L'IDENTIKIT squadra che aveva dei meccani-
smi collaudati da anni. La diffi-
coltà con la lingua fece il resto».
NATO A BOGATIC (SERBIA)

tormento di Juric
IL 19 DICEMBRE 1994
RUOLO TREQUARTISTA Anche il ritorno al Genoa fu con-
traddistinto dai problemi con

N
ALTEZZA 182 CM PESO 69 KG
l’italiano.
Ninkovic è cresciuto nel vivaio
«Un giorno in allenamento non
del Partizan Belgrado, dove ha
avevo capito come fare un eser-

«Ma con l’Ascoli
debuttato 16enne nei turni
cizio che mi aveva chiesto Ju-
preliminari di Champions contro
ric. E lui sbottò: “Non è possibi-
lo Skendija. Al Partizan,
le, sei qui da sei mesi e non hai
giovanissimo, ha vinto tre
ancora imparato l’italiano?”.
campionati serbi. Nel febbraio

K
Se consideriamo che già avevo

vado al massimo»
2016 è passato al Chievo e poi, in
saltato il ritiro estivo a Neustift
estate, al Genoa, dove ha giocato
per la pubalgia, il mio destino
nel 2016-17. Nel 2017-18 ha vinto
sembrava segnato. Invece do-
la B con l’Empoli (20 gare, 4 reti).
po, piano piano, ha cambiato
Da agosto 2018 è all’Ascoli.
un po’ il giudizio su di me».

1«Con Jo-Jo sono cresciuto nel Partizan Belgrado Tanto da farla esordire da titola-

O
re in Serie A contro il Milan, nel-

Il mister al Genoa mi rimproverava per l’italiano...»
la vittoria per 3-0 dell’ottobre
2016 a Marassi.
«Un gol di testa in tuffo: non lo
dimenticherò mai. In porta
vanili migliori del mondo». c’era Donnarumma. Il destino
Matteo Pierelli ci mise lo zampino: io fin da

L’
Tra l’altro a Jovetic ha tolto an- piccolo, oltre al Partizan, tifavo

V
esordio in Cham- che un record di precocità... Milan».
pions ancora mino- «Sì, nel 2012, quando avevo 17
renne, tre campiona- anni, sono diventato il più gio- In Serbia lei è considerato una
ti vinti con il suo Par- vane capitano della storia del testa calda. Merito di una lunga
tizan Belgrado, il gol Partizan e del campionato ser- squalifica che gli ha rifilato la fe-
al Milan alla prima da titolare bo, superando di pochi giorni derazione serba dopo una rissa
in Serie A, nell’ottobre 2016.
Nikola Ninkovic a inizio carrie-
proprio Stevan».
SEGNATEVI all’Europeo Under 19.
«Sono passati tanti anni, era
IL NOME DI

I
ra ha bruciato le tappe, poi an- I derby con la Stella Rossa sono l’estate 2012, ma quell’episodio
che a causa di una serie di in-
fortuni la sua scalata ha perso
stati delle autentiche battaglie.
«L’atmosfera è incredibile, dif-
QUESTO RAGAZZO, di certo non mi ha favorito: non
ho praticamente più giocato in
vigore. E così si è ritrovato in ficile da descrivere. A Belgrado NIKOLA NINKOVIC nessuna nazionale».
Serie B: la scorsa stagione a i tifosi delle due squadre vivono
Empoli, dove ha conquistato la per quell’appuntamento. Io tifo STEVAN JOVETIC Il suo soprannome è Dzigi: cosa
promozione, in questa ad Asco- Partizan fin da bambino, come QUANDO ERA ALL’INTER significa?
li, dove da trequartista sta fa- mio papà: sono arrivato in so- «Niente. Me l’hanno dato alcu-

C
cendo la diffe- cietà a 7 anni e vi ni miei amici da bambino e me
renza. lascio immagi- lo sono portato sempre dietro.
RICORDI nare come senti- In Italia mi chiamano tutti
Ninkovic, su di lei «A 17 anni sono vo quella parti- Ninko, in Serbia se uno mi chia-
in tanti hanno ta». ma Ninko neanche mi giro: per
speso belle pa- diventato il capitano tutti sono Dzigi».
role. Ma le pro- più giovane nella Anche l’esordio
messe, per storia del Partizan» nel preliminare Ad Ascoli ha scelto l’11 di maglia:
ora, non sono di Champions (lu- perché?
state rispettate «Indimenticabile il
fino in fondo.
glio 2011) a 16 an-
ni ha lasciato il
SEI QUI DA SEI «E’ il mio numero preferito,
quello che avevo al Partizan. Se
«I problemi fisici gol di testa in tuffo segno. MESI E NON HAI posso scegliere prendo quello.
non mi hanno a Donnarumma in
dato tregua. Ma Genoa-Milan 2016»
«Quando mi
hanno detto di
ANCORA IMPARATO Lo scorso anno a Empoli era oc-
cupato e giocavo con il 27».
ad Ascoli ora sto entrare in campo L’ITALIANO?
bene e giocando con continuità ero teso, è normale. Poi quando Ha portato fortuna...
metterò in mostra il meglio del- ho cominciato a giocare tutto è IVAN JURIC A NINKOVIC «Abbiamo dominato il campio-
le mie qualità». passato. Ricordo purtroppo APPENA ARRIVATO AL GENOA nato. Io ho saltato la parte fina-
che il turno successivo uscim- le di stagione per la pubalgia.
Jovetic, quando era all’Inter, mo contro il Genk che aveva in Ma conservo comunque un ot-
disse: «Per il futuro segnatevi squadra Kevin De Bruyne». timo ricordo: giocavamo bene
il nome di un ragazzo del Par- e il gruppo era molto affiatato.
tizan: la mezza punta Ninko- Per il Partizan l’amore è sconfi- In più ho conosciuto Vivarini
vic». nato: nel 2016 rifiutò il trasferi- (esonerato durante la stagione
«Io e Jo-Jo ci conosciamo mento al Napoli perché in quel e sostituito da Andreazzoli
da tanti anni, anche lui è caso la società serba, in difficol- n.d.r.) che la scorsa estate mi
arrivato giovanissimo a tà economica, non avrebbe in- ha portato ad Ascoli. Spero di
Belgrado: quello del Parti- cassato nulla dalla sua cessione ripagare la fiducia».
zan è uno dei settori gio- (sarebbe andato via a parame-
A EMPOLI HO © RIPRODUZIONE RISERVATA

2 2
tro zero) mentre il Genoa versò
500mila euro. AVUTO VIVARINI,
«A Napoli avrei anche guada-
gnato di più, ma in quella squa-
CHE POI MI HA
dra non avrei mai trovato spa- VOLUTO A ASCOLI...
zio: erano molto forti e io avevo
bisogno di giocare». NIKOLA NINKOVIC
SUL SUO ATTUALE ALLENATORE
● I gol di Ninkovic finora, in Il Genoa poi la prestò al Chievo. ● I gol di Ninkovic in 18
16 presenze con l’Ascoli Sei mesi da dimenticare: una presenze in Serie A (17 nel
nell’attuale Serie B. Li ha presenza e solo sette minuti gio- Genoa e una nel Chievo). Li ha
segnati contro Salernitana cati. segnati in maglia rossoblù
e Benevento «Arrivai l’ultimo giorno del contro Milan e Palermo
36 Speciale R 20a giornata

SerieB
#

COSÌ IN CAMPO
occhio a... CARPI (5-3-2) CROTONE (4-3-3)
FOGGIA (3-5-2) CITTADELLA (4-3-1-2)
OGGI ore 15 ARBITRO Pillitteri di OGGI ore 15 ARBITRO Di Martino di
Palermo PREZZI 14-50 euro TV Dazn Teramo PREZZI 10-50 euro TV Dazn

Dessena in B per non restarci 22
COLOMBI
1
CORDAZ

«Brescia deve tornare in alto...»
25 34 13 6 5 31 23 19 26
PACHONIK KRESIC POLI BUONGIORNO PEZZI SAMPIRISI VAISANEN MARCHIZZA MARTELLA

4 8 20 6 18 20
SABBIONE VITALE JELENIC ROHDÉN BARBERIS MOLINA

DI GIAN PAOLO LAFFRANCHI 11 18 7 25 9
MARSURA ARRIGHINI FIRENZE SIMY NALINI

19 9 30 32

D
FINOTTO DIAW
ue destini che si Coly, si è ricostruito uno». Dessena ha detto sì al MAZZEO IEMMELLO
13
7
uniscono. Il Brescia e un’affidabilità a tempo di Brescia «perché il presidente 23 SCHENETTI
RUBIN ZAMBELLI
Daniele Dessena: un record e adesso vuole Cellino con una sua telefonata 10 4 25 23 4 8
DELI AGNELLI GERBO BRANCA IORI SETTEMBRINI
cerchio che si chiude, una completare l’opera compiendo mi ha fatto capire che questa è
porta che si apre. L’ex un’impresa con la maglia del la scelta giusta. Le premesse 3 14 5 24 5 18 29
RANIERI MARTINELLI TONUCCI
capitano del Cagliari riparte Brescia. Dessena, titolare già per fare bene ci sono tutte». GHIRINGHELLI ADORNI DRUDI CANCELLOTTI
12 1
dalla B, salutando la A che oggi a Perugia, non vuole Con individualità che fanno la NOPPERT PALEARI
aveva a lungo dimostrato di riparlare di quell’episodio differenza come Tonali e
ANDATA 2-4 ANDATA 0-3
meritare sul campo, per tanto sfortunato: «Mi sono Donnarumma («Mio figlio PANCHINA 35 Piscitelli, 2 Suagher, PANCHINA 22 Festa, 12 Figliuzzi, 8 Spolli,
tornare protagonista proprio ripreso alla grande, guardo Tommaso, 8 anni, mi ha già 7 Concas, 24 Mbaye, 10 Piscitella, 5 Golemic, 2 Curado, 27 Valietti,
nella squadra contro la quale avanti. A Cagliari ho fatto 8 chiesto la sua maglia»). Il 19 Pasciuti, 21 Saric, 32 Di Noia, 13 Tripaldelli, 10 Benali, 21 Zanellato,
27 Machach, 33 Wilmots, 15 Vano, 14 Tripicchio, 32 Spinelli, 17 Kargbo
ha subìto l’infortunio più anni di A su 9». Ora vuole mercato è aperto, ma Dessena 9 Mokulu ALLENATORE Castori ALLENATORE Stroppa SQUALIFICATI
grave della carriera, il 28 tornare in A e sa come si fa: (primo acquisto di gennaio) è SQUALIFICATI nessuno nessuno DIFFIDATI Benali, Molina
novembre 2015, Brescia­ «Nel Cagliari siamo sempre già contento del Brescia: «Una DIFFIDATI Di Noia, Jelenic INDISPONIBILI Crociata
INDISPONIBILI Frascatore
Cagliari 4­0. La sconfitta però stati amici e l’unione si riflette grande squadra. Possiamo Daniele PANCHINA 22 L. Maniero I, 13 Camigliano,
era niente rispetto alla frattura sul campo. Dopo aver firmato toglierci grandi soddisfazioni. Dessena, PANCHINA 1 Bizzarri, 12 Sarri, 6 Loiacono, 20 Pasa, 28 Bussaglia, 11 Siega,
di tibia e perone dovuta a un il contratto ho chiesto a Lo dobbiamo alla società e alla 31 anni, al 27 Boldor, 7 Greco, 18 Galano, 29 Ramè, 25 L. Maniero II, 21 Proia, 10 Malcore,
30 Busellato, 17 Cicerelli, 20 Chiaretti, 17 Panico ALLENATORE Venturato
intervento di Coly. Dessena ha Gastaldello, che era stato con città che da anni aspetta di Brescia dopo 32 Gori ALLENATORE Padalino SQUALIFICATI Benedetti DIFFIDATI
reagito come un vero uomo di me alla Samp, di farmi ritornare in alto». 7 anni di fila SQUALIFICATI Kragl DIFFIDATI Ranieri Branca, Iori INDISPONIBILI Rizzo, Frare,
sport: perdonato all’istante conoscere i compagni uno a © RIPRODUZIONE RISERVATA al Cagliari INDISPONIBILI Camporese Scappini, Strizzolo

LECCE (4-3-1-2) PERUGIA (4-3-1-2) COSENZA (3-5-2) PADOVA (3-4-1-2) PESCARA (4-3-3) SPEZIA (4-3-3)
BENEVENTO (3-5-2) BRESCIA (4-3-1-2) ASCOLI (4-3-1-2) VERONA (4-3-3) CREMONESE (4-4-2) VENEZIA (4-3-3)
OGGI ore 15 ARBITRO Serra di Torino OGGI ore 18 ARBITRO Giua di Olbia DOMANI ore 15 ARBITRO Abbattista DOMANI ore 15 ARBITRO Nasca DOMANI ore 21 ARBITRO Guccini di LUNEDÌ ore 21 ARBITRO Volpi
PREZZI 17-60 euro TV Dazn PREZZI 14-60 euro TV Dazn di Molfetta PREZZI 13-40 euro TV Dazn di Bari PREZZI 10-40 euro TV Dazn Albano L. PREZZI 12-80 euro TV Dazn di Arezzo PREZZI 1-40 euro TV Dazn
22 22 33 1 1 1
VIGORITO GABRIEL PERINA MINELLI FIORILLO LAMANNA
10 31 25 27 7 32 4 25 5 3 18 36 3 5 14 6 5 3 24 19 13 3
LEPORE BOVO LUCIONI CALDERONI MAZZOCCHI GYOMBER EL YAMIQ FALASCO IDDA DERMAKU LEGITTIMO ANDELKOVIC CHERUBIN TREVISAN BALZANO SCOGNAMIGLIO GRAVILLON DEL GROSSO VIGNALI TERZI CAPRADOSSI AUGELLO

4 7 30 14 8 24 21 6 7 17 15 7 32 8 16 10 16 8 6
PETRICCIONE TACHTSIDIS SCAVONE KINGSLEY BIANCO DRAGOMIR 2 BRUCCINI PALMIERO MUNGO 11 MORGANELLA BROH PULZETTI LONGHI MEMUSHAJ BRUGMAN MACHIN BARTOLOMEI RICCI MORA
CORSI D’ORAZIO 38
8 5
25 19 CLEMENZA 19 7 26 11 21 26
19 MANCOSU 20 10 VERRE 19 9 27
TUTINO MANIERO MARRAS MANCUSO ANTONUCCI GYASI OKEREKE BIDAOUI
LA MANTIA FALCO VIDO SADIQ MBAKOGU BONAZZOLI
19 9 9 11 39 21
21 11 7 7 30 20 32 23
INSIGNE CODA DONNARUMMA TORREGROSSA NGOMBO BERETTA
7 11 LARIBI PAZZINI MATOS PICCOLO CARRETTA DI MARIANO VRIONI LOMBARDI
16 3 SPALEK NINKOVIC
IMPROTA LETIZIA 8 15 4 27 14 7 15
20 14 8
25 4 8 27 4 25 17 5 30 ZACCAGNI COLOMBATTO GUSTAFSON CASTROVILLI SODDIMO ARINI EMMERS PINATO BENTIVOGLIO ZENNARO
BANDINELLI DEL PINTO TELLO DESSENA TONALI BISOLI CAVION TROIANO FRATTESI
7 5 14 3 18 15 2 2 14 23 37 15 6 27 5 17 26 3 14 26 6 13 3
DI CHIARA ANTEI VOLTA MATEJU ROMAGNOLI CISTANA SABELLI VALENTINI PADELLA BROSCO LAVERONE BALKOVEC MARRONE DAWIDOWICZ FARAONI MIGLIORE TERRANOVA DOS SANTOS MOGOS GAROFALO DOMIZZI MODOLO BRUSCAGIN
12 22 12 1 1 12
MONTIPO’ ANDRENACCI BACCI SILVESTRI RAVAGLIA VICARIO
ANDATA 3-3 ANDATA 1-1 ANDATA 1-1 ANDATA 1-1 ANDATA 1-1 ANDATA 0-1
PANCHINA 1 Bleve, 5 Cosenza, 15 Marino, PANCHINA 1 Leali, 12 Perilli, 13 Sgarbi, PANCHINA 22 Saracco, 1 Cerofolini, PANCHINA 22 Merelli, 12 Favaro, PANCHINA 12 Kastrati, 31 Ciofani, PANCHINA 22 Manfredini, 33 Barone,
24 Venuti, 16 Meccariello, 28 Fiamozzi, 15 Ngawa, 21 Cremonesi, 3 Felicioli, 4 Capela, 29 Pascali, 15 Schetino, 6 Ceccaroni, 33 Salviato, 23 Cappelletti, 23 Perrotta, 18 Bettella, 25 Crecco, 4 Crivello, 5 Giani, 23 De Col, 15 Crimi,
6 Arrigoni, 13 Haye, 23 Tabanelli, 28 Kouan, 26 Falzerano, 16 Ranocchia, 24 Garritano, 32 Baez, 16 Baclet, 9 Perez 14 Zambataro, 25 Belingheri, 8 Calvano, 28 Melegoni, 30 Kanoutè, 11 Capone, 18 De Francesco, 25 Maggiore, 7 Pierini,
14 Palombi, 17 Pettinari, 18 Dubickas 18 Bordin, 9 Mustacchio, 27 Han ALLENATORE Braglia SQUALIFICATI 18 Mazzocco, 11 Lollo, 21 Marcandella, 29 Del Sole, 9 Monachello 9 Galabinov, 10 Mastinu, 34 Da Cruz
ALLENATORE Liverani SQUALIFICATI ALLENATORE Nesta nessuno DIFFIDATI Garritano, Palmiero 28 Capello ALL. Bisoli SQUALIFICATI ALLENATORE Pillon SQUALIFICATI ALLENATORE Marino SQUALIFICATI
nessuno DIFFIDATI Scavone, Petriccione, SQUALIFICATI nessuno DIFFIDATI INDISPONIBILI Trovato nessuno DIFF. nessuno INDISP. Madonna, nessuno DIFFIDATI Del Grosso, nessuno DIFFIDATI Crimi, Ricci
Palombi INDISPONIBILI nessuno Gyomber INDISPONILI Melchiorri Mandorlini, Ravanelli, Serena, Capelli Memushaj INDISPONIBILI Campagnaro INDISPONIBILI nessuno
PANCHINA 1 Lanni, 22 Perucchini,
PANCHINA 22 Gori, 32 Zagari, 13 Tuia, PANCHINA 12 Bastianello, 5 Gastaldello, 40 Scevola, 35 Perpepaj, 20 Kupisz, PANCHINA 12 L. Ferrari, 26 Berardi, PANCHINA 16 Agazzi, 12 Volpe, PANCHINA 1 Facchin, 22 Lezzerini,
15 Costa, 18 Gyamfi, 21 Goddard, 19 Lancini, 16 Curcio, 8 Martinelli, 16 Casarini, 15 Quaranta, 29 Clerici, 24 Kumbulla, 29 Almici, 30 Bianchetti, 2 Rondanini, 24 Del Fabro, 23 Caracciolo, 5 Coppolaro, 25 Cernuto, 27 Zampano,
24 Cuccurullo, 31 Sanogo, 17 Buonaiuto, 32 Tremolada, 21 Cortesi, 23 Morosini 31 De Angelis, 7 Baldini, 10 Rosseti, 33 Empereur, 4 Henderson, 10 Di Carmine, 33 Renzetti, 34 Boultam, 11 Croce, 8 Suciu, 11 St Clair, 18 Segre, 21 Schiavone,
27 Ricci, 29 Asencio, 33 Armenteros ALLENATORE Corini 8 Carpani ALLENATORE Vivarini 28 Tupta ALLENATORE Grosso 32 Montalto, 21 Strefezza ALLENATORE 24 Rossi, 28 Citro, 29 Litteri
ALLENATORE Bucchi SQUALIFICATI SQUALIFICATI nessuno SQUALIFICATI Addae, Ganz DIFFIDATI SQUALIFICATI nessuno DIFFIDATI Rastelli SQUALIFICATI nessuno ALLENATORE Zenga SQUALIFICATI
Billong DIFFIDATI Di Chiara DIFFIDATI Torregrossa Ardemagni, Laverone INDISPONIBILI nessuno INDISPONIBILI Tozzo, Eguelfi, DIFFIDATI Dos Santos INDISPONIBILI nessuno DIFFIDATI Di Mariano
INDISPONIBILI Viola, Maggio INDISPONIBILI Alfonso, Dall’Oglio, Ndoj Coly, Ardemagni, D’Elia, Valeau, Zebli Crescenzi, Danzi, Ragusa, Cisse Perrulli, Paulinho, Castagnetti, Radunovic INDISPONIBILI nessuno

1Corini perde Alfonso: in porta Andrenacci 1Campo impraticabile, respinto il nuovo ricorso
Il Perugia lancia Sadiq, Han in panchina del Cosenza: confermata la vittoria al Verona (3-0)
Benevento, Bucchi esclude Puggioni Pescara, Balzano in dubbio, Bettella convocato
SABATO 19 GENNAIO 2019 LA GAZZETTA DELLO SPORT 37

SerieB
#

LA SFIDA

fBONAZZOLI VS. PAZZINI TOCCHI PER ZONA
Il colore è più intenso nelle zone in cui
TOCCHI PER ZONA
Il colore è più intenso nelle zone in cui
MERCATO

PADOVA-VERONA
ci sono stati più tocchi di palla ci sono stati più tocchi di palla
ATTACCO ATTACCO
Cremonese:
Rondanini ok,
I gol sono una Fede
1 2 11 13 9 35 31 18 20 2 4 5 8 4 3 1
2 4 12 12 26 23 17 14 1 4 2 17 11 5 2
4 7 44 18 29 15 8 1 1 2 5 15 11 9 12 8 e Ceravolo...
1 6 7 16 31 40 20 12 2 6 6 7 4 6
Paulinho torna

Pazzo a quota 100?
6 17 17 41 35 16 10 1 1 2 3 1 5 3
3 4 24 24 38 38 25 29 1 2 1 4 2 al Livorno?
GOL GOL

Altro che pensione 5

2 su rigore
% REALIZZATIVA
8

3 su rigore
% REALIZZATIVA

1Confronto fra generazioni di attaccanti nel derby
12% 38%

Bonazzoli arma salvezza, Pazzini eterno goleador
Fabio Ceravolo, 31 anni
PRECISIONE PRECISIONE
Palermo), il capitano ha firma- Verona. Il suo girone d’andata è
Matteo Fontana to una tripletta al Cittadella per stato all’insegna delle porte gi- 50% 71% Nicolò Schira
Andrea Moretto poi siglare il provvisorio 1-0 per revoli che l’hanno fatto entrare

L
l’Hellas nella corrida di Foggia. e uscire a cadenze alternate, a Cremonese si candida al

I
l bucaniere che ha girato i Ora i gol fatti nel campionato in ma il Pazzo c’è, eccome. E, ruolo di regina del merca-
sette mari facendo gol a corso sono 8, a una media di quanto a porte girevoli, anche to inventale. Dopo i colpi
secchiate, un Francis Drake uno ogni 66’ in campo. Il totale Bonazzoli se ne intende. Caracciolo, Soddimo e Strizzo-
dell’area di rigore, da una par- con il Verona ha toccato quota OCCASIONI CREATE OCCASIONI CREATE lo i grigiorossi chiudono per
te. Dall’altra, il giovane fusto 42 in tutte le competizioni. Le DIESEL Una partenza lenta, Rondanini (Brescia). E non fi-
che attende la consacrazione, presenze in gialloblù sono 99, a un’accelerazione rabbiosa, 15 3 nisce qui: nel mirino Gori (Fro-
un pirata dei Caraibi cresciuto a Padova il Pazzo farà 100. Fabio condita dalle cinque reti tra ot- sinone) e Ceravolo (Parma),
pallone e Pinetina. Entrambi Grosso non si è nascosto, par- tobre e dicembre: è stato un per quest’ultimo pronto un in-
predestinati, Giampaolo Pazzi- lando di lui: «Non c’è nemmeno diesel, Bonazzoli, e il ritorno FALLI SUBITI FALLI SUBITI gaggio da 700mila euro a sta-
ni e Federico Bonazzoli. Il pri- bisogno di de- che parte dall’in- gione. A proposito di punte: il
mo ha confermato in carriera le scrivere le sue crocio di domani 54 19 Lecce lavora al colpo Pucciarel-
attese che c’erano su di lui qualità. Nelle ul- IL DUELLO con il Verona è il li (in forza al Chievo, ma di
quando era il micidiale bomber time partite è Il talento ex Inter terreno di coltu- Federico proprietà Empoli): c’è il sì del
delle giovanili dell’Atalanta, e stato protagoni- ra per far lievita- Bonazzoli, giocatore e si attende via libera
ora continua a segnare con sta di grandissi- trova Mbakogu re un talento cer- 21 anni dei club, inoltre i giallorossi
scientifica regolarità nel Vero- me prestazioni». come spalla ideale. to, all’interno di hanno detto no all’offerta di
na. Bonazzoli è accreditato di Una carezza al Il gialloblù fa cifra un Padova che è due milioni del Sassuolo per il
un formidabile potenziale, l’In- centravanti, in tonda di presenze stato ribaltato centrale Lucioni. Passi avanti
ter è stata la sua madrina e a Pa- vista del derby. con l’Hellas dal mercato. A dell’Ascoli per De Luca (Entel-
dova ha l’opportunità di fare un Pazzini trascina- trarne giova- la, era al Cluj), il Padova ha
balzo in avanti come finalizza- tore dell’Hellas, mento potrebbe chiesto Litteri al Venezia, men-
tore puro. Il derby è un duello quindi, sulla linea, e pure me- essere, ancor di più, proprio lui, tre il Crotone insiste per Mraz
generazionale tra due attac- glio, di quel che avvenne nel che fin qua si è sdoppiato nei (Empoli).
canti che, all’anagrafe, sono se- campionato 2016-2017, quello compiti di faticatore d’attacco
parati da tredici anni di età, ma che vide il Verona conquistare e di stoccatore designato. L’in- ALTRI AFFARI Grandi manovre
che parlano l’identica lingua: la promozione. Sembra che ab- gaggio di Jerry Mbakogu, cor- in casa Livorno: in arrivo Mon-
quella delle punte di finissima bia nel cassetto l’elisir della lun- ridore potente, pare la mossa cini (Spal) e Sottil (Fiorenti-
stoffa. ga vita calcistica. L’eterno ra- giusta per consentire a Bo- na), inoltre Spinelli pensa al
gazzo, ringalluzzito dal gran fi- nazzoli di guardare più spes- clamoroso ritorno di Paulinho
TRASCINATORE Il 2018 si è nale d’anno, si scalda. In quat- so la porta, percorrendo qual- (Cremonese), mentre Gonnelli
chiuso tra scintille e fuochi tro stagioni (meglio, tre e che chilometro in meno, cosa può andare alla Dinamo Buca-
d’artificio per Pazzini. Tornato mezza…) con l’Hellas, ha attra- che gli varrebbe una maggiore rest. Tentativo del Perugia per
titolare dopo quattro turni tra- versato tutti gli stati d’animo. lucidità in chiave offensiva. La Stulac, ma il Parma dice no. Pe-
scorsi in panchina (eccezion La prima, solcata in senso nega- prima riprova sarà con l’Hellas. sca in Bulgaria il Cosenza: in
fatta per 5’ da subentrato con il tivo dagli infortuni, mentre la © RIPRODUZIONE RISERVATA arrivo il difensore Hristov dal-

1,2 1,7
squadra, che pure era stata co- lo Slavia Sofia. Le mani della
struita con precise ambizioni, Salernitana sul terzino manci-
sprofondava in B. La seconda è no Memolla (Hajduk Spalato).
quella che l’ha elevato a simbo- Idea Pasquato (Legia Varsavia)
lo per la tifoseria, con i 23 gol per il Pescara che pensa a Car-
realizzati e la Serie A riconqui- retta (Cremonese) e si assicura
stata. Poi, ecco la frattura nei per l’estate il giovane Zappa
rapporti con Fabio Pecchia e Fi- nell’ambito della cessione di
● La media tiri nello specchio di lippo Fusco, allenatore e d.s. ● La media tiri nello specchio Gravillon all’Inter (resta però
Federico Bonazzoli, alla prima con cui dall’idillio si passò alla per Giampaolo Pazzini, al in Abruzzo fino a giugno). Infi-
stagione nel Padova. Ha guerra fredda. Sei mesi in Spa- Verona dal 2015. Il gialloblù Giampaolo ne Venezia vicino a Senesi (Ol-
collezionato 7 presenze gna, al Levante, in prestito, e ha giocato 25 volte con la Pazzini, bia).
(2 gol) nell’Under 21 dopo ancora l’Hellas, ancora il Nazionale azzurra (4 reti) 34 anni © RIPRODUZIONE RISERVATA