You are on page 1of 2

28 Serie B R 20a giornata DOMENICA 20 GENNAIO 2019 LA GAZZETTA SPORTIVA

Troppo Brescia per Nesta: vetta a -2
1Torregrossa-Donnarumma, Perugia piegato e Corini in orbita. Il c.t. Mancini in tribuna per Tonali e Vido
1 2
PERUGIA 0 Antonello Menconi
PERUGIA
BRESCIA 2

C
on il colpo grosso al Curi
PRIMO TEMPO 0-1
MARCATORI Torregrossa al 5’
il Brescia mette il Paler-
p.t.; Donnarumma al 31’ s.t. mo nel mirino (la vetta è
ora a soli due punti) e confer-
PERUGIA (4-3-1-2) Gabriel 6,5; ma gli ultimi segnali di crescita
Mazzocchi 6, Gyomber 6, El Yamiq (cinque vittorie e due pareggi
4,5, Ngawa 5 (dal 1’ s.t. Felicioli nelle ultime sette gare) sul pia-
5,5); Kingsley 6, Bianco 6,
Dragomir 6 (dal 40’ s.t. Falzerano
no tecnico e soprattutto su
s.v.); Verre 6; Vido 5,5 (dal 30’ s.t. quello della solidità. Il Perugia
Han s.v.), Sadiq 5,5 ha lottato e ci ha pure creduto, 3
PANCHINA Leali, Perilli, ma ha pagato dazio sul piano
Mustacchio, Sgarbi, Bordin, dell’esperienza e anche per la
Ranocchia, Cremonesi, Falasco, scarsa incisività mostrata sotto
Kouan porta. Con Melchiorri infortu-
ALLENATORE Nesta 5
nato e con Han rientrato vener-
BRESCIA (4-3-1-2) Andrenacci dì sera dalla Coppa d’Asia, Ne-
6,5; Sabelli 6,5, Cistana 6,5, sta ha lanciato in avanti dal pri-
Romagnoli 6,5, Mateju 6,5; mo minuto l’ultimo arrivato
Dessena 7, Tonali 7 (dal 46’ s.t. Sadiq, ma il nigeriano della
Martinelli s.v.), Bisoli 7; Spalek 6,5; Roma (al rientro in Italia dopo
Torregrossa 7, Donnarumma 7
(dal 40’ s.t. Morosini s.v.) la sfortunata esperienza ai
PANCHINA Bastianello, Rangers) è apparso chiara-
Gastaldello, Curcio, Lancini, mente giù di tono e mai graf- ● 1 L’esultanza dei giocatori del Brescia ● 2 Ernesto Torregrossa, 26 anni, ha appena segnato l’1-0 ● 3 Il c.t. Roberto Mancini in tribuna LAPRESSE
Cortesi, Tremolada fiante.
ALLENATORE Corini 7 gol è stata ancora la squadra di K.O. Nella ripresa Nesta ha dra di Corini («un gol — ha
FLASH Così, al primo affondo il IL MIGLIORE Corini, bloccata da un grande scelto Felicioli per mettere una ammesso a fine gara il tecnico
ARBITRO Giua di Olbia 6
GUARDALINEE Borzomì 6- Brescia (senza Dall’Oglio e intervento dello stesso Gabriel toppa a sinistra e il Perugia è — che ci ha dato la consapevo-
Capone 6 Ndoj) è passato in vantaggio: sulla conclusione di Donna- andato subito vicino al gol con lezza di poter controllare la ga-
AMMONITI Dragomir (P), Torregrossa (alla settima rete rumma. Poi è stata la volta di Kinglesy, che ha mandato alto ra») e ha affossato le speranze
Dessena (B) per gioco scorretto, in campionato) si è fatto trova- Bisoli a provarci, ma con la pal- sull’intuizione di Verre: però del Perugia (che aveva chiuso
Tonali (B), per comportamento re pronto sotto porta nel riba- la finita di poco alta sulla tra- gli umbri si sono spenti alla di- il 2018 perdendo 4-0 con la
non regolamentare, Andrenacci dire in rete sulla respinta di Ga- versa. La squadra di Corini ha stanza. Con i fatti che hanno Cremonese e non perdeva in
(B) per proteste
NOTE paganti 2.172, incasso non
briel al colpo di testa di Desse- avuto costantemente la supre- confermato le sensazioni, è casa dallo scorso 25 settembre,
comunicato, abbonati 5.510, quota na, servito ottimamente da Bi- mazia a centrocampo, con Des- quindi arrivato il raddoppio 0-1 con il Carpi), anche se la
non comunicata. Tiri in porta 2-6. soli, al suo primo dei tanti sena già integrato al meglio del Brescia, grazie a un errato squadra di Nesta («quando
Tiri fuori 9-2. In fuorigioco 1-2. affondi di cui si è reso protago- nella manovra, seppur alla sua appoggio di El Yamiq, che ha prendi due gol su situazioni a
Angoli 6-3. Recuperi: p.t. 1’, s.t. 4’ nista. La reazione del Perugia
non è mancata ed è stata pure
7 prima con la nuova maglia e
Bisoli puntuale e ficcante a dar
permesso a Torregrossa di av-
viare un contropiede concluso
te favorevoli significa che devi
crescere, ma la prestazione del
immediata, ma, a fronte del- ● TONALI supporto a un Tonali (per lui con un diagonale da Donna- Perugia non è mancata») è ri-
l’intensità sul piano della ma- CENTROCAMPISTA BRESCIA c’era in tribuna il c.t. azzurro rumma, al suo quindicesimo masto in partita, sfiorando il
novra, si è rivelata sin troppo Passa per lui tutto il gioco Mancini, che ha dato un occhio gol in campionato (quinto nel- gol con Mazzocchi, al quale ha
evanescente in fase di finaliz- bresciano. Verve da 18enne anche al perugino Vido), sem- le ultime sei gare). Il raddop- risposto Andrenacci.
zazione. Tanto che a sfiorare il e personalità del veterano pre autoritario. pio ha dato sicurezza alla squa- © RIPRODUZIONE RISERVATA

NOPPERT, RIGORE PARATO PARI PIGRO

Furore Iemmello CARPI
FOGGIA
0
2
Muro Cittadella CROTONE
CITTADELLA
0
0

«Resto a Foggia» PRIMO TEMPO 0-1
MARCATORE Iemmello al 9’ p.t. e
al 38’ s.t.
Crotone grigio CROTONE (4-3-1-2) Cordaz 6;
Sampirisi 5,5, Vaisanen 5,5,
Marchizza 6, Martella 6; Molina

Carpi al tappeto e gol in letargo
5,5, Barberis 6, Zanellato 5,5;
CARPI (5-3-2) Colombi 6; Rohdén 5,5 (dal 29’ s.t. Benali 6);
Pachonik 6, Sabbione 5,5 (dal 40’ Firenze 5 (dal 23’ s.t. Kargbo 6),
s.t. Romairone s.v.), Suagher 5, Simy 5,5 PANCHINA Festa,
Poli 6, Pezzi 6; Jelenic 5,5, Vitale 5, Curado, Cuomo, Golemic, Valietti,
Di Noia 5 (dal 31’ s.t. Concas s.v.); Tripaldelli, Spolli, Nanni, Tripicchio,
la corsa sotto il settore degli ol- Marsura 5,5, Vano 6,5 (dal 23’ s.t. costruzione, è nella qualità. Un Spinelli ALLENATORE Stroppa 6
Davide Setti tre 1500 tifosi foggiani che Arrighini 6,5) PANCHINA Luigi Saporito paio di volte Simy ha avuto sul
CARPI (MODENA) hanno invaso Carpi. Serraiocco, Piscitelli, Buongiorno, CROTONE piede il pallone per mettere in CITTADELLA (4-3-1-2) Paleari 6;
Piscitella, Pasciuti, Saric, Mbaye, condizione Firenze e Rohdén Cancellotti 6, Camigliano 6 (dal 15’

R I
e Pietro ha scelto il mo- IL LATO B La sua doppietta ha Wilmots, Kresic ALL. Castori 5,5 l 2019 non regala niente di calciare in porta ma quei s.t. Drudi 6), Adorni 6, Ghiringhelli
mento più delicato della rianimato un Foggia che aveva a Crotone e Cittadella: suggerimenti non sono mai ar- 7; Proia 6 (dal 1’ s.t. Settembrini
FOGGIA (3-5-2) Noppert 7; 6), Iori 6, Branca 6; Siega 6; Diaw
stagione per rimettersi la vinto solo una delle precedenti Tonucci 5,5, Martinelli 6, Boldor 6; per loro solo un pareg- rivati a destinazione. Il Citta-
5,5 (dal 20’ s.t. Panico 5,5), Finotto
corona e riprendersi lo scettro 11 gare, ma non ha nascosto Zambelli 6, Gerbo 6 (39’ s.t. Deli gio e nemmeno tanto bello. della si è adattato alla mode- 5,5 PANCHINA L. Maniero I, Pasa,
del Foggia. Con due gol l’attac- tutte le lacune dei pugliesi, per s.v.), Agnelli 6,5, Ranieri 6 (13’ s.t. Due squadre che hanno di- stia della gara con Iori e Branca Schenetti, Malcore,
cante, dato in partenza a gen- larghi tratti dominati dal Car- Rubin 6), Galano 6 (19’ s.t. Busella- menticato il gusto della vit- che hanno eretto una barriera L. Maniero II, Bussaglia
naio, ha steso il Carpi e rilan- pi. E la squadra di Castori, che to 6); Mazzeo 5,5, Iemmello 7,5 toria (il Crotone in piena invalicabile in mediana dove le ALLENATORE Venturato 6
ciato la squadra di Padalino, avrebbe meritato almeno il pa- PANCHINA Bizzarri, Sarri, Greco, crisi a secco da 11 turni, i ve- idee di Barberis e compagni
Loiacono, Cicerelli, Chiaretti, ARBITRO Di Martino di Teramo
ora a -1 dagli emiliani al quar- ri, deve fare tanti mea culpa Ramè, Gori ALL. Padalino 6,5 neti da sei) ma si sa che per spesso si sono infrante. La pri-
t’ultimo posto. «Le vostre criti- per la quinta sconfitta casalin- vincere occorre fare gol, e ma vera palla gol la confeziona 5,5
ASSISTENTI La Gioia 5,5-Lanotte
che — ha spiegato polemica- ga, la seconda in uno scontro ARBITRO Pillitteri di Palermo 5 quindi tirare in porta. E in- il Crotone al 35’ con un tiro di 6
mente a fine gara Iemmello ri- diretto dopo quella col Livor- ASSISTENTI Tardino 5,5- vece alla fine si contano solo Firenze intercettato da Paleari, ESPULSI nessuno
volgendosi alla stampa — mi no. Nonostante un attacco de- Soricaro 6 una manciata di conclusioni con un rigore reclamato dai AMMONITI Diaw (Ci), Camigliano
gasano, spero che me ne fac- cimato fra sfortuna (Machach AMMONITI Poli (C), Tonucci (F), al bersaglio e poco lavoro rossoblù per contrasto tra Ca- (Ci), Panico (Ci) e Iori (Ci) per
Sabbione (C), Di Noia (C), Zambelli
ciate ancora. Io in partenza? in tribuna per un infortunio al- (F) e Suagher (C) per g. scorretto; per i portieri. La partita non migliano e Simy e con lo stesso gioco scorretto; Kargbo (Cr),
Qui solo io decido se restare, la caviglia, Arrighini in panchi- è di quelle che passeranno attaccante nigeriano che allo Settembrini (Ci) e Benali (Cr) per
Vano (C) e Iemmello (F) per c.n.r. comportamento non
nessun altro, nemmeno la so- na per la febbre) e scelte tecni- NOTE paganti 2.510, incasso di alla storia: il Crotone perde scadere ciabatta nelle mani di
regolamentare
cietà. E da Foggia non vado che (Mokulu in tribuna perché 30.805,70 euro; abbonati 903, Nalini dopo 20 minuti (per Paleari un sinistro che avrebbe NOTE paganti 1.815, incasso di
via». E’ stato il sabato della sua pronto a essere ceduto), il 5- quota di 6.585,02 euro. Tiri in lui solito problema al ginoc- meritato migliore fortuna. 4.075 euro; abbonati 4.164, quota
rinascita. Iemmello, che prima 3-2 degli emiliani ha costretto porta 4-6 (con un palo), Tiri fuori chio) che costringe Stroppa di 30.067 euro. Tiri in porta 3-1.
6-1. In fuorigioco 5-2. Angoli 3-4.
di ieri aveva segnato 2 gol in 8 il Foggia sulla difensiva. Prota- Recuperi: p.t. 1’, s.t. 4’
a rimescolare l’attacco e con CAMBI VANI Dopo il riposo Tiri fuori 1-1. In fuorigioco 2-3.
gare, ha concretizzato le uni- gonisti negli episodi negativi poche alternative dopo le Venturato lascia Proia negli Angoli 8-4. Recuperi: p.t. 3’, s.t. 4’
che due occasioni che il Foggia sono stati i due nuovi arrivati partenze di Budimir e Sto- spogliatoi per un vivacissimo
ha creato. E’ stato abile dopo 9’ Marsura e Vitale. L’ex venezia- ian. Settembrini, anche troppo vi-
a leggere l’errore di Suagher, no, schierato in attacco al fian- IL MIGLIORE sto che si becca un giallo per IL MIGLIORE
presentarsi davanti a Colombi co di Vano (prima da titolare in POCA QUALITÀ L’ultimo ar- troppa foga e rischia anche
e batterlo dopo aver raccolto il B) ha sparato su Noppert la co- rivo in casa rossoblù, Spolli, qualcosa in più. Stroppa tenta
tap in sul suo stesso tiro respin- moda palla dell’1-1 prima del è in panchina non ancora la carta dell’esordiente Kargbo
to dal palo. E poi ha chiuso i riposo; l’ex spallino, dopo un pronto ma per Foggia è cer- (classe ’99 tornato dal prestito
conti a 7’ dalla fine, raccoglien- bel primo tempo in regia, si è ta la sua presenza. Anche al Roccella in D) e del redivivo
do il cross al bacio di Zambelli fatto parare il rigore dell’1-1 Venturato cambia molto ri- Benali nel finale. L’attaccante
e infilandosi fra le maglie (fallo di Zambelli su Arrighini, spetto alla vigilia preferen- africano va vicinissimo al gol
(piuttosto larghe) di Pachonik col difensore già ammonito do Proia a Settembrini e Sie- decisivo ma è Ghiringhelli, a
e Sabbione. Le due differenti che non è stato espulso) ses- ga per Schenetti in regia. La portiere battuto, che gli nega la
esultanze sono le fotografie santa secondi prima del 2-0 gara non decolla, anche in gioia del primo centro in B al-
migliori del suo momento deli-
cato: polemica la prima, col di-
foggiano, momento di transi-
zione che ha finito per decide-
7,5 un primo tempo nel quale il
Crotone appare più brillan-
l’esordio tenendo ben ancorato
il risultato sullo 0-0, non certo
7
to sulla bocca per zittire i criti- re la gara. ● IEMMELLO te. Ma l’handicap attuale bello e avaro di emozioni. ● GHIRINGHELLI
ci, appassionata la seconda con © RIPRODUZIONE RISERVATA ATTACCANTE FOGGIA dei calabresi, oltre che nella © RIPRODUZIONE RISERVATA DIFENSORE CITTADELLA
Serie B R 20a giornata DOMENICA 20 GENNAIO 2019 LA GAZZETTA SPORTIVA 29

LE PAGELLE
Lecce, Mancosu puntuale
PIÙ LECCE In campo, tra i gial­
lorossi di casa, c’è non solo Ta­
di G.CAL. chtsidis, all’esordio, ma anche
Lucioni, il grande ex, stoppato
dalla società presieduta da

Coda salva il Benevento
Sticchi Damiani ormai sulla
strada verso Sassuolo. Bucchi
resta sullo spartito 3­5­2, affi­
dando a Insigne e Coda la mis­
sione offensiva. Con una par­

LECCE 6,5 1All’andata la squadra di Bucchi aveva recuperato 3 gol, stavolta 1 tenza perentoria, il Lecce co­
struisce nitide palle­gol, sven­

Contro l’ex compagno Liverani è sempre spettacolo, ma è solo pari
tate dal portiere Montipò con
IL MIGLIORE eccezionali respinte su La
FILIPPO Mantia e Scavone. Il Beneven­
FALCO
to resiste e prende coraggio;
7,5 manca il bersaglio con Coda,
LECCE 1 che poi si vede negare la gioia
Si diverte a far ammattire gli del gol da uno spettacolare in­
avversari, con dribbling e finte
illumina il gioco: e spiana a Mancosu
BENEVENTO 1 tervento di Vigorito.
la strada per il gol. PRIMO TEMPO 0-0
MARCATORI Mancosu (L) al 17’,
I SOLITI NOTI La sfida propo­
Coda (B) al 26’ s.t. ne musica d’autore, quando si
VIGORITO 7 Sullo 0-0 salva il
risultato con un intervento strepitoso
mette a «cantare» Filippo Fal­
per respingere il tiro di Coda. LECCE (4-3-1-2) Vigorito; co, genietto imprevedibile, che
FIAMOZZI 6 Attende Improta e, Fiamozzi, Lucioni, Bovo, Calderoni; salta gli avversari come birilli
soprattutto nella ripresa, tenta Petriccione, Tachtsidis (dal 31’ s.t. («è di categoria superiore: se
Haye), Scavone; Mancosu (dal 46’
qualche avanzata.
s.t. Pettinari); Falco, La Mantia (dal
solo trovasse continuità...», è il
LUCIONI 5,5 Tosto in marcatura, messaggio di Liverani). Ma,
detta anche un bel lancio per La 39’ s.t. Palombi)
Mantia. Ma sbaglia l’intervento su PANCHINA Bleve, Lepore, Venuti, come nel match d’andata,
Insigne e dà il là al pareggio di Coda. Cosenza, Riccardi, Marino, aprono e chiudono i soliti noti.
BOVO 6 Gioca sempre d’anticipo, Meccariello, Arrigoni, Tabanelli Nella ripresa, al 17’, Mancosu,
però sbaglia qualcosa in costruzione. ALLENATORE Liverani che realizzò il provvisorio 0­1,
CALDERONI 5,5 Guarda a vista s’illumina di immenso, scam­
Letizia. Non è preciso nei cross. BENEVENTO (3-5-2) Montipò;
Volta, Antei, Di Chiara; Letizia, biando proprio con Falco (en­
PETRICCIONE 6 Anche da mezzala, trambi ex) e infilando di preci­
risulta il più prezioso interditore. Tello, Del Pinto (dal 23’ s.t.
TACHTSIDIS 5,5 All’esordio, è Marco Mancosu (a sinistra) e Massimo Coda, entrambi di 30 anni ed entrambi a segno LAPRESSE Buonaiuto), Bandinelli, Improta; sione Montipò. Il Benevento ha
imballato. Gioca a un tocco e subito in Insigne (dal 43’ s.t. Ricci), Coda la forza tipica della grande
verticale, ma l’andamento è lento. gante duetto tra Falco e Man­ zialità: non mi è piaciuta la sua (dal 36’ s.t. Asencio) squadra, non reagisce di pan­
HAYE 6 Entra col piglio giusto, è Giuseppe Calvi cosu, tornato al gol (numero 6, prova, ha fallito una buona oc­ PANCHINA Gori, Zagari, Tuia, cia, allunga le «molle» Letizia e
vivace e intraprendente. Costa, Gyamfi, Goddard,
LECCE come La Mantia e Palombi) do­ casione. Stavo per sostituirlo, Cuccurullo, Sanogo, Armenteros Improta e ha la fortuna di ag­
SCAVONE 6,5 Sfiora il suo terzo gol po quasi tre mesi. I giallorossi poi ha fatto centro», così Buc­ guantare subito il pari: al 26’,
ALLENATORE Bucchi

S
consecutivo con un colpo di testa. Dà
equilibrio tra difesa e attacco. fogliando le pagine della di casa subiscono un’altra ri­ chi sferza il suo goleador, arri­ Lucioni sbaglia in anticipo su
MANCOSU 7 Ritrova non solo la rete partita, Cristian Bucchi monta dal Benevento – capace vato a quota 9 reti. «Con Cri­ ARBITRO Serra di Torino Insigne, che serve Coda, im­
(numero 6 per lui) ma anche il ruolo incarta il pareggio, sod­ di recuperare da svantaggio stian siamo stati compagni di ESPULSI Liverani, allenatore placabile. Sull’1­1, Bucchi s’il­
di protagonista. (Pettinari s.v.) disfatto per la prestazione del solo tre volte in questo campio­ squadra, posso scherzarci su Lecce, al 49’ s.t. per proteste lude di poter addirittura osare
LA MANTIA 5,5 Fa a sportellate, si AMMONITI Volta (B), Del Pinto
Benevento ma non nasconde nato ­, come nella giornata — fa notare Liverani, espulso (B) e Fiamozzi (L) per gioco di più: Asencio, però, fa l’egoi­
sfianca, però non incide in zona tiro, di aver sperato nel colpaccio al d‘esordio col clamoroso ribal­ per proteste nel recupero — Il sta e ignora Insigne. In chiusu­
pur avendo due buone occasioni. scorretto, Tello (B) e Mancosu (L)
(Palombi s.v.) Via del Mare (dove i sanniti tone dallo 0­3 al 3­3. Già deter­ Lecce è stato quasi sempre nel­ per comportamento non ra, su incornata di Antei devia­
ALL. LIVERANI 6,5 Nel primo tempo mai hanno vinto in 12 incontri, minante nella sfida d’andata la metà campo avversaria ed è regolamentare ta da Calderoni con un braccio,
il Lecce meriterebbe di più. Libera la incassando 8 sconfitte). Propo­ (firmò l’ultima marcatura), è stato punito sull’unico, sfortu­ NOTE paganti 3.124, incasso invano il Benevento invoca il
fantasia di Falco, da godere in coppia ne un’altra chiave di lettura Fa­ ancora Massimo Coda a fran­ nato errore commesso. Coda 48.424 euro; abbonati 6.994, rigore. Esce un altro pareggio
con Mancosu: manca la stoccata di La quota 51.518 euro. Tiri in porta 5-4
bio Liverani, che esalta la pro­ tumare il sogno della forma­ giù di tono? Allora, dico che se (con una traversa). Tiri fuori 7-4.
tra i vecchi compagni Liverani
Mantia. va del Lecce, già pericoloso in zione salentina. «Sì, ha segna­ La Mantia avesse reso al 20 per (che mantiene il punto di van­
In fuorigioco 0-1. Angoli 6-3.
avvio di partita e capace di por­ to, però Coda si è espresso al cento, saremmo andati sul Recuperi: p.t. 1’, s.t. 4’ taggio) e Bucchi.
tarsi in vantaggio con un’ele­ 20 per cento delle sue poten­ 3­0...». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE ALTRE - OGGI VERONA E PESCARA, TUTTE LE GARE IN DIRETTA SU DAZN CLASSIFICA
BENEVENTO 6 COSENZA (3-5-2) PADOVA (3-4-1-2) PESCARA (4-3-3) SPEZIA (4-3-3)
SQUADRE PT
G
PARTITE
V N P
RETI
F S

PALERMO 37 19 10 7 2 32 15
IL MIGLIORE ASCOLI (4-3-1-2) VERONA (4-3-3) CREMONESE (4-4-2) VENEZIA (4-3-3) BRESCIA 35 19 9 8 2 37 24
LORENZO
MONTIPÒ OGGI ore 15 ARBITRO Abbattista OGGI ore 15 ARBITRO Nasca di Bari OGGI ore 21 ARBITRO Guccini DOMANI ore 21 ARBITRO Volpi PESCARA 32 18 9 5 4 29 23
di Molfetta PREZZI 13-40 euro PREZZI 10-40 euro di Albano Laziale PREZZI 12-80 euro di Arezzo PREZZI 1-40 euro LECCE 31 19 8 7 4 31 24
7 VERONA 30 18 8 6 4 29 19
33 1 1 1
PERINA MINELLI FIORILLO LAMANNA BENEVENTO 30 19 8 6 5 28 22
Nei primi 17 minuti compie due parate CITTADELLA 27 19 6 9 4 20 17
5 3 18 36 3 5 14 5 6 3 24 19 13 3
eccezionali, su La Mantia e Scavone: BALZANO GRAVILLON SCOGNAMIGLIO DEL GROSSO VIGNALI TERZI CAPRADOSSI AUGELLO SALERNITANA 27 19 7 6 6 23 25
ancor prima del sigillo di Coda, il IDDA DERMAKU LEGITTIMO ANDELKOVIC CHERUBIN TREVISAN
SPEZIA 26 18 7 5 6 25 20
pareggio porta anche la sua firma. 17 15 7 32
2 21 6 7 11 8 16 10 16 8 6 PERUGIA 26 19 7 5 7 25 28
CORSI BRUCCINI PALMIERO MUNGO D’ORAZIO MORGANELLA BROH PULZETTI LONGHI MEMUSHAJ BRUGMAN MACHIN BARTOLOMEI RICCI MORA
ASCOLI 24 18 6 6 6 20 22
VOLTA 6 Fa valere la sua stazza e 11
chiude qualche crepa. 25 19 9 LOLLO 32 19 7 26 11 21 26 CREMONESE 22 18 5 7 6 20 18
ANTEI 5,5 Non dà sicurezza e anche TUTINO MANIERO MBAKOGU BONAZZOLI MARRAS MANCUSO ANTONUCCI GYASI OKEREKE BIDAOUI VENEZIA 21 18 5 6 7 17 19
lui è infilato da Falco-Mancosu sul 39 21 21 11 7 7 30 20 32 23
COSENZA 19 18 4 7 7 14 23
gol. NGOMBO 11 BERETTA LARIBI PAZZINI MATOS PICCOLO CARRETTA DI MARIANO VRIONI LOMBARDI CARPI 17 19 4 5 10 18 33
DI CHIARA 5 Balla la… samba NINKOVIC FOGGIA (-8) 16 19 6 6 7 28 31
quando incrocia Falco. Si vede che è 20 14 8 8 15 4 27
17 5 30 14 7 15 LIVORNO 15 18 3 6 9 17 25
adattato da centrale. ZACCAGNI COLOMBATTO GUSTAFSON CASTROVILLI SODDIMO ARINI EMMERS
CAVION TROIANO FRATTESI PINATO BENTIVOGLIO ZENNARO CROTONE 14 19 3 5 11 17 29
LETIZIA 6,5 Spinta costante sulla
destra e argine efficace su Calderoni. 2 14 23 37 15 6 27 5 17 26 3 14 26 6 13 3 PADOVA 12 18 2 6 10 18 31
TELLO 6 Animato da sacro furore, fa VALENTINI PADELLA BROSCO LAVERONE BALKOVEC MARRONE DAWIDOWICZ FARAONI MIGLIORE TERRANOVA DOS SANTOS MOGOS GAROFALO DOMIZZI MODOLO BRUSCAGIN
filtro e riparte, rischiando ben oltre SERIE A PLAYOFF PLAYOUT RETROCESSIONI
1 1 1 12
l’ammonizione. LANNI SILVESTRI RAVAGLIA VICARIO
DEL PINTO 5,5 Aspetta, sin troppo, ANDATA 1-1 ANDATA 1-1 ANDATA 1-1 ANDATA 0-1 IL PROGRAMMA
Mancosu e non brilla in avvio COSENZA PADOVA PESCARA SPEZIA
d’azione. PANCHINA 22 Saracco, 1 Cerofolini, PANCHINA 22 Merelli, 12 Favaro, PANCHINA 12 Kastrati, 2 Campagnaro, PANCHINA 22 Manfredini, 33 Barone, CARPI-FOGGIA 0-2
COSENZA-ASCOLI OGGI ORE 15
BUONAIUTO 6 Appena entrato, 29 Pascali, 15 Schetino, 24 Garritano, 6 Ceccaroni, 23 Cappelletti, 14 Zambataro, 18 Bettella, 23 Perrotta, 31 Ciofani, 4 Crivello, 5 Giani, 23 De Col, 15 Crimi,
CROTONE-CITTADELLA 0-0
arriva il pareggio. Porta dinamismo e 32 Baez, 16 Baclet, 9 Perez 25 Belingheri, 8 Calvano, 18 Mazzocco, 25 Crecco, 28 Melegoni, 30 Kanoutè, 18 De Francesco, 20 Bastoni, 7 Pierini, LECCE-BENEVENTO 1-1
imprevedibilità. ALLENATORE Braglia 38 Clemenza, 21 Marcandella, 28 Capello 9 Monachello, 11 Capone, 29 Del Sole 9 Galabinov, 10 Mastinu, 34 Da Cruz PADOVA-VERONA OGGI ORE 15
SQUALIFICATI nessuno ALLENATORE Bisoli SQUALIFICATI ALLENATORE Pillon SQUALIFICATI ALLENATORE Marino PALERMO-SALERNITANA 1-2
BANDINELLI 6 Per mezz’ora, è DIFFIDATI Garritano, Palmiero nessuno DIFFIDATI nessuno nessuno DIFFIDATI Del Grosso, SQUALIFICATI nessuno
l’unico a tentare la conclusione. PERUGIA-BRESCIA 0-2
INDISPONIBILI Capela, Trovato INDISPONIBILI Madonna, Mandorlini, Memushaj INDISPONIBILI nessuno DIFFIDATI Crimi, Ricci PESCARA-CREMONESE OGGI ORE 21
IMPROTA 6 In avvio è bloccato, Ravanelli, Serena, Capelli, Salviato INDISPONIBILI nessuno SPEZIA-VENEZIA DOMANI ORE 21
quasi da terzino puro. Poi cresce, ASCOLI CREMONESE
provando qualche incursione. PANCHINA 12 Bacci, 40 Scevola, VERONA PANCHINA 12 Volpe, 2 Rondanini, VENEZIA PROSSIMO TURNO
INSIGNE 6 Un moto perpetuo, 20 Kupisz, 16 Casarini, 15 Quaranta, PANCHINA 12 L. Ferrari, 26 Berardi, 24 Del Fabro, 23 Caracciolo, 33 Renzetti, PANCHINA 1 Facchin, 22 Lezzerini,
cambia sempre posizione. Lesto a 7 Baldini, 10 Rosseti, 8 Carpani, 43 Sarli 3 Eguelfi, 24 Kumbulla, 29 Almici, 34 Boultam, 37 Poledri, 38 Radaelli, 5 Coppolaro, 25 Cernuto, 27 Zampano, 21ª GIORNATA
ALLENATORE Vivarini 30 Bianchetti, 33 Empereur, 4 Henderson, 32 Montalto, 21 Strefezza 8 Suciu, 11 St Clair, 18 Segre, 21 Schiavone, VENERDÌ 25 GENNAIO
sfruttare l’errore di Lucioni e FOGGIA-CROTONE ORE 21
SQUALIFICATI Addae, Ganz 10 Di Carmine, 19 Cisse, 28 Tupta ALLENATORE Rastelli 24 Rossi, 28 Citro, 29 Litteri
imbeccare Coda (Ricci s.v.). DIFFIDATI Ardemagni, Laverone ALLENATORE Grosso SQUALIFICATI nessuno ALLENATORE Zenga SABATO 26 GENNAIO
CODA 6,5 Bucchi boccia la sua INDISPONIBILI Coly, Ardemagni, D’Elia, SQUALIFICATI nessuno DIFFIDATI Dos Santos SQUALIFICATI nessuno ASCOLI-PERUGIA ORE 15
prestazione. Eppure, lui fa tremare Valeau, Zebli DIFFIDATI nessuno INDISPONIBILI Perrulli, Paulinho, DIFFIDATI Di Mariano CITTADELLA-CARPI
Vigorito nel primo tempo (e spreca INDISPONIBILI Tozzo, Crescenzi, Danzi, Castagnetti, Croce, Agazzi, Radunovic INDISPONIBILI nessuno CREMONESE-PALERMO
una chance) e non perdona nella Ragusa SALERNITANA-LECCE ORE 18
ripresa (Asencio s.v.). DOMENICA 27 GENNAIO
LIVORNO-PESCARA ORE 15
ALL. BUCCHI 6 La squadra barcolla VENEZIA-PADOVA
per 20 minuti, poi prende le misure e BRESCIA-SPEZIA ORE 21
punge. In svantaggio, mantiene LUNEDÌ 28 GENNAIO
equilibrio, agguanta il pareggio e si VERONA-COSENZA ORE 21
spinge anche oltre. RIPOSA: BENEVENTO

GLI ARBITRI MARCATORI
15 RETI: Donnarumma (Brescia, 2)
12 RETI: Mancuso (Pescara, 1)
SERRA Nel primo tempo 9 RETI: Coda (Benevento, 4)
5,5 potrebbe ammonire di più. 8 RETI: Pazzini (Verona, 3)
Dovrebbe concedere almeno 7 RETI: Torregrossa (Brescia), Vido
un angolo al Benevento, che (Perugia, 3)
6 RETI: La Mantia, Mancosu (1), Palombi
invoca pure il rigore.
(Lecce), Diamanti (Livorno, 3),
PAGNOTTA 6 – BACCINI 5,5 Nikola Ninkovic, 24 anni Davide Faraoni, 27 anni Leonardo Mancuso, 26 anni David Okereke, 21 anni Nestorovski (Palermo, 1), Verre (Perugia)