You are on page 1of 33

Scratch per una didattica che

sorprende, incuriosisce e stupisce.

Quest’opera é stata creata da Antonella Giametta
Rilasciata sotto licenza creative commons.
L’unico vincolo l’accreditamento della paternità dell’opera. Poi siete liberi di condividerla con
chi volete.

CREDITS​ Scratch è un progetto creato e gestito al MIT Media Lab, dal Lifelong Kindergarten
Group guidato da Mitchel Resnick. Vedi: http:// scratch.mit.edu/
Questo ebook non é legato in nessun modo al progetto ufficiale.

Questo ebook è stato creato da:

https://www.openbadges.it

Se doveste trovare errori segnalatemeli direttamente sul blog. Grazie e buon scratch a tutti
1

Prefazione

Questo ebook cerca di condividere una visione diversa della didattica. Una didattica che
mette al centro l’alunno. Che incuriosisce e cattura l’attenzione usando la tecnologia.
Insomma una didattica che cerca di unire lo sviluppo tecnologico al benessere psicologico
dell’alunno. Per un’educazione che non premia o giudica ma che usa la tecnologia per
creare un ambiente formativo inclusivo. Proporrei l’uso di scratch all'interno delle classi,
sperando in una didattica aperta alle novità e all’uso consapevole della tecnologia.

Per una conoscenza che rende gli studenti capaci di creare, collaborare ed interagire con i
propri compagni senza antagonismo né rivalità.
Ma condividendo ed aiutandosi l’un l’altro.

Che cos'è scratch?
Scratch è un'applicazione online creata dal mit lab, per introdurre i ragazzi nel mondo del
coding e dare la possibilità ai docenti di usarlo nella didattica.

È un’applicazione online disponibile a tutti ma che guarda con maggiore interesse ragazzi e
docenti. Anche perché risulta molto utile per progetti ludici e didattici.
Infatti Scratch consente di creare animazioni e giochi interattivi. Il servizio é disponibile al
seguente link:

https://scratch.mit.edu

Perché usarlo?
Perché le lezioni prendono vita. Diventando giochi educativi, che Incoraggiano gli studenti
ad uso consapevole della tecnologia. Questo metodo educativo svilupperà nei ragazzi
l’interdisciplinarietà e l’integrazione delle soft skill e delle skill tecniche.
Gli alunni saranno incoraggiati nel creare progetti collaborativi. Infatti gli strumenti dategli in
dotazione, gli consentiranno di interagire con altri coetanei. Per creare e realizzare
applicazioni e giochi. Insomma l'uso di questi applicativi tecnologici consentirà la
condivisione e la collaborazione fra ragazzi. Questo incoraggerà i ragazzi ad un uso
consapevole della tecnologia e renderà gli alunni aperti e più collaborativi. Stimolando la
collaborazione fra studenti e coetanei. Abbattendo le divergenze generazionali, fra
insegnanti e studenti, che collaboreranno per creare materiale didattico. Questo consentirà
la realizzazione di attività ludiche per studenti e create da studenti.

Ma prima di parlare delle attività formative, necessitiamo di parlare in linea generale di
scratch e del suo funzionamento.
2

Indice

● Cos'è scratch e componenti essenziali
● Blocchi scratch
● Esempi pratici uso scratch
● Creiamo il nostro sprite con scratch
● Come inserire gli stage, gli audio e i costumi
● Creare storytelling con scratch. Dialogo sprite
● Creare lezioni interattive in classe
● Link materiale scaricabile, progetti scratch sotto licenza creative commons

Informazioni scratch

Cos'è scratch e componenti essenziali.

Scratch è un software che consente la creazione di animazioni digitali usando una serie di
blocchi.
É un software di programmazione visuale.
Scratch viene usato nella didattica per creare gamificazione e rendere più vitali le lezioni in
classe.
Scratch è un’applicazione che anima la formazione e coinvolge gli alunni. Usandolo in
classe si possono realizzare lezioni che catturano l’attenzione. Trasformando le lezioni in
giochi interattivi. Giochi che stimolano la curiosità e che insegnano entusiasmando. Con
scratch possiamo realizzare giochi che parlano di storia, di geografia, di matematica ma che
non si limitano solo a quello.
Questo software non stimola solo le skill tecniche dei ragazzi ma anche le soft skill. Perché
stimola la collaborazione e la condivisione dei progetti. Se dovessimo usarlo, solo a livello
scolastico, scratch stimolerà nei ragazzi la curiosità e la voglia di provare nuovi strumenti.
Usando scratch, possiamo integrare nelle classi, una tecnologia che non crea persone
dipendenti ma consapevoli delle potenzialità del coding. Ecco, con scratch si possono creare
3

attività formative che possono divertire gli alunni. Integrando la tecnologia con la pedagogia
e il divertimento.
Questo ebook è stato creato con l’intenzione, di raccogliere le attività formative realizzate
con scratch. Attività che possono essere realizzate in classe oppure che possono dare nuovi
spunti per realizzare una didattica inclusiva od anche per semplice divertimento.

Com'è composto scratch?

Scratch è composto da due parti. Una parte dedicata alla programmazione e una alla
visualizzazione dell’animazione creata.

Questa è l'immagine che notiamo una volta entrati all’interno del sito ufficiale (le uniche
differenze sono la parola blocchi e lo sprite bottone. Sono elementi che ho aggiunto io).

A sinistra troviamo l'area dedicata alla programmazione.
4

Dove possiamo visionare i blocchi, divisi per funzioni e colori differenti. Ogni colore è
associato ad una diversa categoria. Tutti i blocchi di una stessa categoria hanno lo stesso
colore.

In alto, invece possiamo visionare il menu che consente la gestione dell’area di
programmazione. Il menu è composto da tre pulsanti: il primo é il pulsante che si riferisce al
codice, il secondo ai costumi e l’ultimo ai suoni. Il pulsante codice mostra i blocchi. Per
posizionare i blocchi nell’apposita area, necessitiamo di cliccarci sopra. Possiamo trascinarli
nell'area blocchi ed impilarli uno sotto l’altro.
Adesso, passiamo al pulsante costume che permette la gestione dei costumi tramite l'editor.
Per ultimo troviamo il pulsante suoni. Questo pulsante consente la gestione dei suoni.
Tramite questo editor possiamo inserire i suoni, le canzoni o la musica. Sia l'editor dei
costume e dei suoni contengono al loro interno un folto database.
5

A destra, invece troviamo ​l’area dedicata alla visualizzazione dell'animazione.​ Quest'area
mostra l’animazione creata in tempo reale. É molto utile per capire se abbiamo fatto qualche
errore nel impilare i blocchi, ecc..

Sotto quest'area troviamo un altro editor. Questo mini editor consente di ingrandire gli sprite,
di cambiare la loro posizione, di aggiungerli e di ricercarli.

Adesso affrontiamo un po più da vicino i blocchi e l’area di programmazione

L'area di programmazione​ è composta da blocchi. Per funzionare i blocchi devono essere
impilati. In modo da creare una sequenza che genererà l’animazione.
Infatti l’animazione, non è altro che una serie di azioni. Queste azioni vengono generate dai
blocchi che vengono utilizzati.
6

Giù, un esempio di sequenza che genera un animazione​.

In pratica questa sequenza mostrerà questa animazione:

Quando il gatto sarà toccato, il primo blocco azionerà la sequenza. Il gatto come prima
azione miagolerà, dirà il messaggio che comparirà sullo schermo dell’animazione “grande mi
hai trovato”. Poi verrà ritardata l’azione. Dopo l’attesa di un secondo si effettuerà il
passaggio allo sfondo successivo.

.
Mentre i blocchi nascondi e mostra, consentiranno al nostro sprite di apparire e nascondersi
fra i diversi stage. Nel nostro caso, il gatto apparirà sul primo stage e scomparirà sul
secondo.
Tutte le azioni generate dai blocchi sopra verranno effettuate dal gatto. Poiché i blocchi sono
presenti nella sua area codice.

Infatti, ogni sprite compirà solo le azioni, generate dai blocchi presenti nella sua area di
programmazione.

Se avessimo voluto fare compiere queste azioni ad altri sprite. Avremmo dovuto inserire
questi stessi blocchi nella sua area di programmazione.

Esempio​:
7

Vogliamo che sia il gatto che la ballerina svolgono le serie di azioni dell’immagine sopra.
Dobbiamo inserire questa serie di blocchi sia nell’area codice del g ​ atto​ che della b
​ allerina.​
Per capire di essere nell’area codice giusta, basta osservare l’icona sopra. Perché l’editor di
scratch ha inserito questa funzionalità al suo interno.
Infatti nell’area codice appare l’icona dello sprite selezionato. Questo é molto utile
soprattutto quando si gestiscono diversi sprite.

Area codice ballerina​:

Basta inserire qui il codice sopra. Ed anche la ballerina svolgerà le azioni che svolge il gatto.
Se invece vogliamo che la ballerina svolga diverse azioni nella nostra animazioni. Possiamo
scegliere altri blocchi che le consentiranno di svolgere altre azioni.

Area codice gatto:

E cosí via...

Come mai gli sprite possono eseguire differenti azioni?
Per rendere l’animazione più coinvolgente.
Ogni sprite ha un apposita area di programmazione, dove possono essere posizionati i loro
blocchi. Inseriti i suoni e cambiati gli abiti.
Infatti ogni sprite, svolgerà le azioni che saranno contenuti dentro la propria area di
programmazione.

Gli sprite possono interagire con gli altri sprite ma le loro azioni saranno gestite dai
blocchi della loro area.

Un esempio che vedremo più avanti: l’animazione che mostra il dialogo fra due sprite.
In questa animazione vedremo due sprite che interagiranno fra loro ma che svolgeranno
azioni differenti​.

Ricordate:
I blocchi per funzionare dovranno essere impilati, uno sotto l’altro.
8

Perché la sequenza di blocchi usati, creerà l’animazione o le azioni che lo sprite eseguirà,
solo se i blocchi comunicano fra loro. Infatti ogni blocco attiverà un’azione. Che una volta
terminata attiverà l’azione del blocco successivo.

Come si distinguono i blocchi?
I blocchi si dividono in diverse categorie.
Ogni categoria svolge una funzione specifica e possiede un colore diverso che lo identifica.

Blu - Blocchi movimento
I blocchi movimento consentono allo sprite di muoversi o posizionarsi in una specifica
posizione.

In questo caso specifico, questo blocco consente al nostro sprite di compiere 10 passi:

Viola scuro- Blocco aspetto
I blocchi aspetto sono blocchi che modificano l'aspetto dei nostri personaggi.
Consentono ai nostri sprite di dialogare, di cambiare costume oppure lo sfondo.

Questo blocco nello specifico, consente il passaggio allo sfondo uno.

Per alternare gli sfondi. Necessitiamo di inserire più sfondi all’interno dell’editor di scratch.
Per inserire gli sfondi, bisogna cliccare sul pannello che mostra la dicitura stage.
Il pannello si trova sotto l’area animazione a destra. Una volta inseriti gli stage.

Possiamo alternarli, usando il blocco passa allo sfondo.

Fucsia- Blocchi suono
Poi seguono i blocchi suono, che consentono l’introduzione di effetti sonori nelle animazioni
create. A volte gli sprite già presentano suoni al loro interno. Ma l’editor di scratch consente
di inserire suoni, tramite l’importazione oppure la registrazione di un messaggio vocale.

Uno dei blocchi suono maggiormenti usati:

<riproduzione del suono>
9

Questo blocco riprodurrà i suoni inseriti nella galleria suoni dello sprite specifico.

Gialli/ sabbia - Blocchi situazioni
Seguono i blocchi situazioni. Questi blocchi si attivano dopo che un evento si manifesta. Il
più comune di tutti è il blocco bandiera, che si azionerà una volta cliccato sulla bandierina.

Questo blocco aziona l’animazione.

Arancione pallido tendente giallo - Blocchi controllo
Seguono i blocchi controllo, che consentono la gestione degli eventi. Gli eventi possono
essere ripetuti diverse volte oppure ritardati.
I blocchi controllo maggiormente usati sono: il blocco ​aspetta​ oppure il blocco ​per sempre.

Azzurro - Blocchi sensori
Seguono i blocchi sensori. Questi blocchi vengono usati per le azioni percettive. Sono di
colore azzurrino.
Uno dei blocchi sensore maggiormente usato, è quando uno sprite ​sta toccando un altro
sprite​.

Alcuni di questi blocchi hanno una forma particolare.
infatti come potete vedere dall’immagine.
Il blocco sensore è inserito all’interno di un altro blocco.

Verde -Blocchi operatori
Seguono i ​blocchi operatori​, che permettono di verificare una condizione oppure effettuare
calcoli matematici. Sono di colore verde. Anche questi blocchi possiedono una forma
particolare. ​Necessitano di altri blocchi per essere usati.

Quando verificano una condizione sono inseriti all'interno dei blocchi controllo. Diciamo che
aiutano i blocchi controllo nel verificare la condizione.
Ma la funzione di verifica vera e propria, penso sia dovuta ai blocchi controllo..

Ecco un esempio- interazioni blocco controllo + blocco sensore e blocco operatore.
Utile nel verificare una condizione.
10

Arancione intenso- Variabili
Poi per ultime abbiamo le variabili. Usate quando necessitiamo che un dato vari nel tempo.
Usato sia nei quiz che per giochi a punti.

blocchi scratch animazione

I blocchi sono importanti e servono per creare l’animazione, ma altrettanto importanti sono
gli sprite. Gli sprite sono i personaggi di scratch.
Gli sprite in pratica, altro non sono che immagini in formato svg e png. Possono essere
inseriti, modificati tramite l’editor messo a disposizione da scratch. Inoltre scratch, mette a
disposizione dell’utente un folto database.
Dove poter attingere ad una grande selezione di sprite. Dove l’utente potrà scegliere, lo
sprite che più gli piace.

Nel link sotto, potete visionare l’animazione che mostra gli sprite, il database sprite e l’editor
dove poterli modificare.
https://scratch.mit.edu/projects/280147317/

Ogni sprite può contenere suoni, costumi da poter alternare.

Questo consentirà di creare giochi dinamici.

Adesso non ci resta che

Creare il nostro sprite per realizzare un gioco o
animazione.
Gli sprite non sono altro che personaggi, che si muovono all’interno dello stage tramite l'uso
dei blocchi.

Ma come realizzare uno sprite?
Con scratch diventa facile, creare il proprio sprite per dare vita ad un'animazione. Genitori,
fratelli, insegnanti possono aiutare i bambini, nella creazione del proprio personaggio su
scratch.
Scratch mette a disposizione già un folto database di personaggi. Ma l’utente può scegliere
se crearne uno nuovo (disegnandolo) oppure aggiungerlo dall’apposito menu. Io opterei per
aggiungere un’immagine sotto pubblico dominio, visto le mie scarse doti grafiche (lol).
Per aggiungere lo sprite, bisogna procedere in questo modo: cliccare sul pulsante a forma di
gatto che si trova sotto l'area animazione. Cliccandoci sopra si aprirà il menu.
11

Una volta aperto il menu, si potrà procedere con l’inserimento dell’immagine.

Per inserire l'immagine, basterà cliccare sul primo pulsante in alto ( in questo caso di colore
verde) ed importare l’immagine. Le immagini che vengono prese in considerazione, sono le
png e svg. Sempre usando questo pannello, potete scegliere il nome, cambiare la
dimensione dello sprite o posizionarlo in determinate x e y.

Come inserire altri costumi allo stesso sprite?
Per inserire altri costumi allo sprite, potete selezionare nell’area programmazione il pulsante
costumi.

Cliccando sul pulsante costumi, potete inserire altri costumi, che potranno essere alternati
usando il blocco aspetto.

<passa al costume>

Una volta creato il proprio sprite. Potete dedicarvi alla scelta dell’azione e del dialogo, che il
nostro personaggio dovrà effettuare.( La fase di progettazione dei dialoghi può avvenire
anche prima. Però penso sia importante mostrare scratch ai ragazzi anticipatamente). Fate
voi la scelta che ritenete più consona.

In questa fase, proporrei al bambino di prendere un quaderno e scegliere quali dialoghi e
personaggi dovranno essere presenti sulla scena.
Soprattutto le prime volte, proporrei al bambino di fare interagire due sprite. Per consentire
al bambino di prendere confidenza con scratch, senza scoraggiarlo. Inoltre i dialoghi
potrebbero richiamare i discorsi, che fa con il compagnetto in classe. In modo da sollecitare
un’esperienza positiva che gli consentirà di riproporre in futuro altri progetti in autonomia.
12

Uno stage che utilizzerei in questo caso, potrebbe essere quello fumettistico oppure quello
scolastico stile quadernone.
Per selezionare lo sfondo che fa per voi. Potete usare gli sfondi disponibili sul database di
scratch oppure scaricarli dal sito pixabay.
Quest’ultimo propone immagini sotto licenza aperta. Vi consiglio sempre di leggere le
licenze prima di usare le immagini per i vostri progetti.

Ecco qualche esempio di sfondi:

Usando questo tipo di sfondo, si possono organizzare dialoghi ed interazioni fra diversi
sprite per riga. ( come se fossero le strisce di un fumetto digitale)
Vi consiglio di modificare lo stage. Magari togliendo qualche riga, per consentire agli sprite di
poter dialogare e non confondersi con le righe dello stage. Perché se volessimo creare
un’animazione che mostra un dialogo fra sprite. Dovremmo usare i blocchi dire e quest’ultimi
mostreranno, sullo schermo il messaggio inserito al loro interno.
13

Se invece volete usare scratch in progetti scolastici oppure per organizzare le lezioni. Potete
creare una animazione della vostra classe su scratch. Oppure organizzare un animazione
che propone la lezione. Una possibile animazione potrebbe svolgersi in questo modo:

Il personaggio principale sarà il docente che proporrà la spiegazione della lezione su
scratch.

La lezione inizierà, una volta cliccata la bandierina.
Ed il nostro personaggio inizierà la spiegazione.

Ecco un esempio di gioco che è possibile proporre in classe…
14

Spiegazione animazione:
In questa animazione il nostro personaggio cambierà posizione e dirà i capoluoghi delle
regioni.

L’animazione é osservabile al seguente link:

https://scratch.mit.edu/projects/279676054/

I blocchi che ho usato in questa animazione sono:
● i blocchi movimento
● i blocchi text to speech
● i blocchi wait.
Per muoversi lo sprite necessità di variare la propria posizione. Modificando le coordinate x
e y.

<vai a x > < vai a y>

Una volta raggiunta la posizione ideale, parlerà usando i blocchi text to speech.
Il blocco text to speech trasforma il testo in audio.
Il blocco text to speech non si trova sulla pagina iniziale dell’editor.
Per apparire assieme agli altri blocchi, dovrà essere selezionato dal pannellino delle
estensioni.
Per selezionarlo, basterà cliccare sull’icona che si trova sotto gli altri blocchi. Il pulsante delle
estensioni è di colore blu e si trova subito dopo il blocco i “miei blocchi”.
15

Cliccandoci sopra si aprirà la pagina dei blocchi speciali. Da li potete selezionare i blocchi
text to speech. Una volta cliccato sul tasto text to speech, verrete reindirizzati di nuovo sulla
pagina iniziale del vostro progetto. Con l’unica differenza.
Da questo momento in poi, potete usare i blocchi text to speech.

Ora torniamo ai blocchi normali e nello specifico ai blocchi movimento. Questi blocchi ci
consentono di creare dinamicità nell’animazione. Inoltre nell’animazione sopra, assumono
un ruolo importante perché mi consentono di gestire la posizione dello sprite.

Infatti questa animazione, ruota attorno al cambiamento di posizione del nostro sprite. Che
avviene grazie alla modifica delle sue coordinate sullo stage.

Ma per conoscere l’ambiente dove si muove il nostro sprite. Abbiamo bisogno di continuare
con la lettura dell’ebook.

Qual è l’ambiente dove si muove lo sprite?
Lo sprite si muove all’interno dello stage. Quest’ultimo è un piano cartesiano con ascisse ed
ordinate. Con il punto di origine posizionato nella parte centrale.

In pratica, lo stage è suddiviso in quattro quadranti:
il primo quadrante con x negative e y positive, il secondo con x e y positive, il terzo con x
positive e negative e nel quarto con x che y negative.
Lo sprite per muoversi necessità di usare i blocchi movimento.
Usando i blocchi movimento,possiamo cambiare la posizione facendolo andare, in una
specifica x o y.
< ​vai a x​ > o < ​vai a y​ >

Oppure fargli compiere dei passi, che consentiranno al nostro sprite di camminare.
16

<​fai 10 passi​>

Insomma lo stage diventa lo scenario, dove i nostri sprite interagiranno.

Se volete potete visionare i file pdf al ​seguente link​, che mostrano alcuni esempi.

Come inserire gli stage, gli audio, i costumi
Su scratch ogni sprite presenta un proprio repertorio di accessori connessi al proprio
personaggio. Per accessori intendo: costumi, audio, ecc.. Insomma tutti gli strumenti che
consentono la personalizzazione del nostro sprite.

<Uno degli aspetti più belli di scratch è la semplicità del suo editor e la varietà delle
animazioni che si possono creare>

Una volta scelto lo sprite, possiamo personalizzarlo usando il menu dell’area di
programmazione.

Cliccando sul tasto codice possiamo inserire i blocchi che genereranno le azioni.

<Questo argomento dei blocchi è già stato affrontato nei capitoli precedenti>

Se invece vogliamo personalizzare l’aspetto del nostro sprite. Abbiamo bisogno di cliccare
sul tasto costume. Cliccandoci sopra si aprirà l'editor che consentirà la gestione dei costumi.
17

Questo Editor consente di aggiungere testo, di colorare lo sprite, di aggiungere costumi,
ecc…
Come potete notare lo sfondo dello sprite è trasparente.
Gli sprite presentano lo sfondo trasparente, perché questo gli permette di adattarsi a
qualsiasi stage.
Visto che gli sprite si muovono all’interno dello stage.
Se lo sfondo dello sprite dovesse essere di colore bianco. Si adatterebbe solo allo sfondo
iniziale. Se dovessimo cambiare sfondo e sceglierne uno colorato. Lo sprite mostrerebbe lo
sfondo bianco, andando a coprire altri sprite.

Gli sprite possono essere personalizzati anche dal punto di vista dei suoni.
Per aggiungere suoni possiamo selezionare l’ultimo pulsante del menu dell’area di
programmazione.
Cliccando sul pulsante suoni si aprirà l’editor che vedete giù:
18

Con questo editor possiamo aggiungere suoni, oppure modificarli. I file che vengono
accettati come compatibili sono mp3. Ogni sprite può contenere diversi suoni. Quello che
vedete sulla screen è l’audio di default.

Oltre ai costumi ed suoni possiamo cambiare ambiente

Come cambiare sfondo dell’animazione?
Su scratch possiamo modificare ed aggiungere anche gli sfondi. Questo consente di
cambiare ambiente e di modificare lo scenario della nostra animazione.
Per aggiungere gli stage bisogna cliccare sul pannello sotto l’area della visualizzazione
dell’animazione. < che si trova a destra>
19

Da questo pannello si possono aggiungere e ricercare stage dentro il database.
Il primo pulsante in alto consente di importare gli sfondi. Selezionando il secondo pulsante,
si azionerà uno sfondo a caso.
Il terzo pulsante permette di crearne un nuovo sfondo.
Se doveste cliccare su quest’ultimo pulsante, sarete reindirizzati su una finestra dell'area di
programmazione. Quest'area vi consentirà di creare il vostro stage, usando gli strumenti
dell’editor.
Ora torniamo di nuovo al menu che vedete in foto.
L’ultimo pulsante vi consentirà di attingere al database degli sfondi. Una volta cliccatoci su,
vi indirizzerà ad una pagina dove potete scegliere fra tanti sfondi. Così da poter scegliere il
vostro sfondo ideale.

Esempi pratici uso scratch.
Esempio gatto movimento:
Il nostro gatto necessita di sgranchirsi le gambe. Vuole percorrere 100 passi avanti e poi
tornare indietro per sempre. Partendo da una posizione iniziale.
Questa sequenza consentirà al nostro gatto di compiere 100 passi avanti ed indietro.
20

Grazie al primo blocco movimento, il gatto partirà da una x e y prestabilite. Poi ripeterà
l’azione, fai 100 passi in avanti ed indietro per sempre.
I blocchi arancioni: ​per sempre​ ed ​attendi​ sono blocchi controllo. Questi blocchi sono molto
utili per gestire gli eventi.

Gli sprite oltre a muoversi, cambiano spesso vestito o sfondo.
Per rendere le animazioni più interattive.
I blocchi che permettono di modificare il proprio costume o sfondo sono i blocchi aspetto.

Esempio- gatto che vuole cambiare costume​.
Il gatto di default presenta due costumi. Quindi risulta facile cambiare abito. La sequenza
che consente il passaggio é la seguente:

Il blocco viola consente il passaggio al costume uno. Per cambiarlo nuovamente
necessitiamo di inserire lo stesso blocco specificando il costume 2.
Se dovessimo metterli uno sotto l’altro, abbiamo bisogno di inserire il wait che consente
l’attesa. Altrimenti il passaggio fra il primo costume e il secondo non verrebbe mostrato.

Esempio 3 - Clicco sul gatto e cambia colore.
Se volessimo azionare un evento una volta cliccato lo sprite. Possiamo usare questo blocco:

<quando si clicca questo sprite>
21

che consente di azionare i blocchi successivi.
Una volta che l’utente cliccherà sullo sprite si attiverà l’azione. Questo blocco è un blocco
situazione. Si attiva quando si manifesta un evento. Appartiene alla stessa categoria del
blocco bandiera.

Cosa succede una volta cliccato sullo sprite?
Quando il tasto cambia musica(sprite) verrà cliccato, cambierà colore e modificherà la
variabile cambia musica.

Esempio 4- Sommare due numeri:

Questo esempio consente di sommare due numeri. La somma avviene perché inseriamo
dentro il blocco dire, il blocco operatore +.

Ecco la sequenza dei blocchi usati:

I blocchi verdi sono blocchi operatori e sono inseriti all’interno del blocco dire. Questi blocchi
non possono essere usati da soli. Necessitano di altri blocchi dove essere inseriti. (​per via
della forma​).

Esempio 5 - Dialogo personaggi
Il nostro gatto potrà parlare tramite il blocco dire.
Usando questo blocco possiamo creare dialoghi od interazioni fra sprite.
22

Il blocco dire mostrerà il messaggio sullo schermo.
Stile vignetta..

Attività Dialogo fra sprite: per creare fumetti
digitali, storie e dialoghi.
Lo storytelling è una delle novità antiche riproposte dalla diffusione della tecnologia. Lo
storytelling con internet ha cambiato scenario, diventando interattivo e digitale.
Il potenziale di questo strumento è davvero enorme. Lo storytelling consente di comunicare
e coinvolgere tante persone in pochissimi istanti. Ma il punto che lo rende uno strumento
ludico è la sua semplicità.
Infatti lo storytelling ha suscitato molto interesse anche a livello didattico, formativo e ludico.
Spesso lo storytelling dal punto di vista didattico viene riproposto agli studenti con scratch.
Scratch diventa un ottimo strumento da utilizzare per la creazione di animazioni in classe.
Grazie all’uso degli sprite e degli sfondi, scratch consente di creare storie, storytelling e
fumetti digitali.
Diventa facile creare scene, che si alternano e che possono incuriosire gli alunni.

Come creare storytelling?
Grazie alle interazioni fra sprite.
Gli sprite comunicano fra loro, usando il blocco dire.
In questo link è disponibile l’animazione che mostra i diversi blocchi dire.
https://scratch.mit.edu/projects/278209300/

Per creare un dialogo fra due sprite. Consiglio di usare il blocco dire che consente la
gestione del tempo.

Questo permette la visualizzazione del messaggio prolungato. Per realizzare un dialogo fra
sprite, necessitiamo anche dei blocchi wait, che alternati creeranno l’attesa per gestire il
dialogo.
Questo accade perché i blocchi wait consentono di ritardare un evento.

Dopo aver scelto i blocchi, necessitiamo anche di scegliere la storia da narrare.
23

Ma prima di tutto, bisogna definire quanti sprite interagiranno ed i tempi della storia da
proporre.
Una volta fatto ciò, necessitiamo di scegliere gli sfondi da usare.

L’animazione parte dal blocco bandiera​:
Per creare un dialogo o qualsiasi altra animazione necessitiamo del blocco bandiera. Questo
blocco aziona l’animazione, una volta cliccata la bandierina. Questo blocco è un blocco a
cappello,
chiamato così per via della sua forma, che permette il suo uso solo se posizionato per primo.
Poi seguirà il blocco dire, quello con la gestione del tempo e il blocco wait.
Si dovrà scegliere anche quale sprite parlerà per primo. Il primo sprite che parlerà per
primo, partirà subito dopo il blocco bandiera. Il secondo sprite dovrà aspettare dei sec prima
di parlare per dare la possibilità al primo sprite di terminare. Il ritardo del secondo sprite,
verrà gestito tramite l’uso del blocco wait.

Ecco un esempio pratico:
-sprite 1: Saluta sprite 2
-sprite 2: Risponde

I blocchi che useremo saranno questi:
Blocco bandiera
Blocco dire
Blocco wait

Il primo sprite che parla sarà il gatto e il secondo la giocatrice.
24

La giocatrice risponderà in questa maniera:

Insomma i blocchi dire necessitano dei blocchi wait per creare il dialogo fra sprite.
Qui potete trovare i file scaricabili in ​formato pdf​.

Questa è una possibilità di dialogo fra sprite.
Il dialogo fra sprite può avvenire anche senza usare il blocco wait. Sostituendolo con il
blocco invia messaggio.

I messaggi si possono diversificare per creare dialoghi mirati.

Qui di seguito qualche esempio di un dialogo creato usando i blocchi ​invia messaggi a
tutti​.

Il ragazzo invia il messaggio uno alla ragazza ed aspetta il messaggio due per risponderle.
25

La ragazza risponde ricevendo il messaggio uno ed inviando a sua volta il messaggio 2.
26

Se desiderate potete scaricare i file pdf al ​seguente link.

Scratch in classe per creare la lezione.
Scratch può essere usato in classe per creare una didattica che include strumenti audio
visivi ed animazioni nella formazione.
Creare un’animazione con scratch presenta diversi aspetti positivi, sia per il docente che per
l’alunno.
Infatti il suo uso, consente di poter gestire in modo interattivo la didattica, oltre ad ottimizzare
l’uso del tempo in classe. Scegliendo di includere scratch nella didattica, il docente
risparmierà molto tempo e potrà dedicarsi nel mettere in pratica la teoria appresa dai
ragazzi. Insomma scratch può trasformare la didattica in una classe capovolta.

Il docente dovrà perdere molto tempo nella prima fase iniziale ma in un secondo momento,
avrà tanto tempo a disposizione per dedicarsi ad approfondimenti, laboratori utili nel creare
una competenza nei ragazzi. Inoltre le animazioni
create potranno essere riusate negli anni successivi da altre classi, bimbi e ragazzi.
27

Questo consentirà al docente di proporre lo studio degli argomenti che tratterà il giorno
seguente. Ed il mattino a scuola dedicarsi nel proporre attività che stimolano l’esperienza
diretta.
Passiamo adesso alla realizzazione dell’animazione.

Con scratch possiamo creare un'animazione per le tabelline. Per consentire ai bambini di
visionare l’animazione per imparare o ripassare le tabelline.

Ecco l’esempio disponibile sulla piattaforma di scratch.

L’animazione prevede che selezionando un numero cambi lo sfondo. Quest’ultimo mostrerà
la tabellina del numero selezionato ed si azionerà una voce che ripeterà la tabellina.
I numeri 1, 2,3,4,5 sono sprite. Una volta cliccati azioneranno il passaggio dello stage. Ogni
numero ha un suo stage associato.

I blocchi che ho usato sono i seguenti:
28

Questo é il codice del numero uno. Il codice dei numeri seguenti, cambia solo nel contenuto
da inserire dentro il blocco text to speech e
I blocchi nascondi e mostra associati allo stage.
Ogni sprite può essere mostrato in stage diversi oppure nascosto. Questo consente di poterli
fare interagire con sfondi differenti.

Poi vorrei continuare proponendo una lezione di biologia usando scratch.
Io vorrei proporvi una lezione che ho già creato sul mio canale scratch. La fotosintesi.

Ecco le screen dell’animazione​:
29

Questa animazione consente ai ragazzi di cliccare sulla lezione e poi ascoltare la lezione.
Se necessitano possono inoltre mettersi alla prova effettuando un quiz. In questa maniera, i
ragazzi potranno studiare divertendosi.

Il codice usato non é tanto complesso.
Sia il quiz, il cloroplasto e la formula chimica sono degli sprite. Quando vengono cliccati
cambiano costume e iniziano la lezione con i blocchi text to speech.

Questa è la serie di blocchi che ho usato per creare la lezione.
30

Quali blocchi ho usato?
I blocchi passa al costume … consente di modificare costume. Mentre i blocchi text to
speech vengono usati per attivare la narrazione della lezione.

Questa invece è la sequenza dei blocchi usati per la creazione del quiz. Questa serie di
blocchi sono inseriti all’interno dello sprite quiz.
31

In questa sequenza possiamo osservare, il blocco passa allo sfondo 2. Una volta effettuato il
passaggio. Si azioneranno le domande da porre all’utente .
Quest'ultime verranno verificate con il blocco if.
Se la domanda dovesse essere corretta verrà aggiunto un punto all'utente. La gestione dei
punti avviene tramite la modifica della variabile punti.
Una volta aggiunto il punto, apparirà il messaggio “risposta corretta” sullo schermo. E poi si
passerà alla domanda successiva..

Spero che vi sia piaciuto..
Buona didattica inclusiva.. Sotto per chi fosse interessato inserirò materiale scaricabile sotto
licenza creative commons.
Chi vuole può contattarmi per creare un’animazione, creare un giochini con rilascio
openbadges o per qualsiasi altro motivo.

Link materiale scaricabile sotto licenza creative
commons
Link materiale Blocchi aspetto
Link materiale Blocchi suono
Creare calcolatrice con blocchi
Creare quiz con scratch
32

Geografia​ con scratch
Passaggio sfondo

Canale scratch con animazioni
https://scratch.mit.edu/users/Openbadges-ita/

Scribd:
https://www.scribd.com/document/397211861/Qualche-esempio-scratch-e-raccolta
https://www.scribd.com/document/397214398/Scratch-dialogo-fra-sprite-e-cambio-costume