You are on page 1of 23

Prima parte

:

Ipertensione
Arteriosa:
Cosa è?
Dr. Paolo Verdecchia
Fondazione Umbra Cuore e Ipertensione-ONLUS
Struttura Complessa di Cardiologia
Ospedale R. Silvestrini
Perugia
Mortalità nel Mondo nell’anno 2000:
Quali sono le cause più importanti?

Paesi in via di sviluppo
Paesi industrializzati

0 1 2 3 4 5 6 7 8
Mortalità attribuibile (milioni di decessi)
Ezzati M et al. The Lancet 2002;360:1347-60
A partire dai 115/75 mmHg, più alta è la pressione
arteriosa, più alta è la mortalità per infarto miocardico
Analisi di 61 studi, con 1 milione di individui e 120 000 decessi
Pressione sistolica Pressione diastolica
Età Eta
(anni) (anni)
256 256
80-89 80-89
128 128
70-79 70-79
64 60-69 64
60-69
Mortalità per 32 50-59 32 50-59

cardiopatia 16 40-49 16 40-49

ischemica 8 8

4 4

2 2

1 1

0 0
120 140 160 180 70 80 90 100 110
Pressione sistolica (mmHg) Presione diastolica (mmHg)

Lancet 2002; 360:1903-13
1) Pressione arteriosa
misurata nello studio
del medico, o in
ospedale.
2) Pressione arteriosa
auto-misurata dal
paziente a domicilio.
2) Pressione arteriosa
‘ambulatoriale’ nelle
24 ore.
A letto A letto
July 4, 2006 Goal!
World Soccer Championship Cup
Final: Italy – France
h 11:30 p.m. Last penalty

h 11:30 p.m.
Prima parte:

Ipertensione
Arteriosa:
Come curarla?
Dr. Paolo Verdecchia
Fondazione Umbra Cuore e Ipertensione-ONLUS
Struttura Complessa di Cardiologia
Ospedale R. Silvestrini
Perugia
A quali valori
di pressione arteriosa
dobbiamo iniziare
a prescrivere
Farmaci
antiipertensivi?
Modificazione Raccomandazione Riduzione pressione
sistolica (mmHg)
Riduzione peso Mantenere indice di massa corporea a 20- 5-20 (10 Kg)
corporeo 25 Kg/m2 e circonferenza addome <94 cm
(maschi) and < 80 cm (femmine)
Dieta DASH Dieta ricca di frutta e vegetali, e povera di 8-14
grassi
Riduzine apporto Ridurre l’apporto di sale a meno di 5 2-8
di sale grammi per giorno

Attività fisica Camminare o correre per almeno 30 minuti 4-9
al giorno nella maggior parte dei giorni

Moderare il Non più di 2 bicchieri di vino per giorno 2-4
consumo di alcool (maschi) o di 1 bicchiere di vino per
giorno (femmine)
American Heart Association 2017 European Society of Cardiology 2018

> 140/90 mmHg > 140/90 mmHg
Sempre Sempre

130-140/80-90 mmHg 130-140/80-90 mmHg
Precedente infarto miocardico Precedente infarto miocardico
Precedente ictus cerebrale Precedente ictus cerebrale
Cardiopatia ischemica cronica Cardiopatia ischemica cronica
Scompenso cardiaco Scompenso cardiaco
Diabete, età>65 anni Fibrillazione atriale

Hypertension 2017 Eur Heart J 2018
ACEi or
ARB
CCB or
Diur

ACEi or
CCB ARB

Diur

ACEi or
CCB ARB

Diur

Spirinolactone or
-blocker or
-blocker

2018 ESC/ESH guidelines. Available from: http://www.eshonline.org/esh-annual-meeting/.
A quali livelli di pressione
arteriosa dobbiamo
ritenerci ‘soddisfatti’ del
trattamento ?

Che ci dicono le
linee-guida?
AHA/ACC 2018 ESH/ESC 2018
< 130/80 mmHg 65 anni non ancora
compiuti:
120-139 mmHg
65 anni compiuti:
130-139 mmHg

Hypertension 2017 Eur Heart J 2018
Cosa è la ‘Curva J’ ?

“Il rischio di infarto miocardico,
ictus cerebrale o altre gravi
complicanze è minimo ad un dato
livello di pressione (esempio:
pressione ‘minima’ 80-85 mmHg),
ma aumenta non solo per valori
più alti ma anche per valori più
bassi”. Cruickshank J. The J-curve in Hypertension. Curr Cardiol Rep 2003;5:441-52
Nel corso degli ultimi anni, abbiamo
imparato che l’aumento della
mortalità nei pazienti con pressione
arteriosa più bassa non è dovuto
alla riduzione pressoria ‘terapeutica’
indotta dal trattamento, ma da
malattie intercorrenti (neoplasie,
scompenso cardiaco, etc) che
contemporaneamente riducono la
pressione e aumentano la mortalità.
La pressione arteriosa
va ridotta al livello più
basso ben tollerato dal
paziente, con enormi
benefici in termini di
riduzione del rischio di
ictus cerebrale.
Cosa è
l’ipertensione
‘mascherata’ ?
Dr. Paolo Verdecchia
Ospedale di Assisi
UOC di Medicina
Via Valentin Müller, 1
06081 - Assisi PG
L’ipertensione mascherata è una
condizione in cui il soggetto ha una
pressione normale mentre il medico lo
sta visitando, ma anche troppo alta al di
fuori dell’ambulatorio del medico (cioè
nella ‘vita reale’).
Cause: fumo di sigaretta, elevato stress
psichico (familiare, lavorativo) o fisico,
sindrome apnee notturne, scarsa
tolleranza all’esercizio fisico, etc...
Quanto è frequente l’ipertensione ‘mascherata’ ?
Studio in 7826 soggetti in 11 Nazioni diverse

Su 100 soggetti
con pressione 7.5%
29.2%
‘ottimale’, solo il
7,5% ha ipertensione
mascherata
Su 100 soggetti con
pressione ‘normale’, Soggetti ‘normotesi’ Soggetti ‘normotesi’
con pressione clinica con pressione clinica
ben il 29%) ha < 120/80 mmHg 120-139/80-89 mmHg
(n=2639) (n=3076)
ipertensione
mascherata

Brguljan J et al (IDACO group):
Am J Hypertens 2014;27:956-64
Caso clinico:
Uomo di 57 anni
Visita cardiologica eseguita a seguito di dispnea e dolori
toracici per sforzi lievi/moderati, e annebbiamento visivo
Obesità: Peso Kg 102, Altezza cm 168, IMC 36,1 m/kg 2
Fumatore: 15 sigarette/die
Intensa attività lavorativa (commerciante)
Esami ematochimici: non reperti di rilievo
I pazienti con ipertensione
mascherata andrebbero
trattati cercando di
normalizzare i valori pressori
misurati al di fuori
dell’ambulatorio del medico,
non di quelli, normali,
misurati in ambulatorio.