You are on page 1of 2

FAQ

580

info@ctenergia.it newsletter@tiemme.com

DOMANDA:
Come proporzionare una pompa di ricircolo per appartamenti?

RISPOSTA:
Necessitiamo di fare una distinzione tra piccoli Fig. 1
appartamenti con riscaldamento autonomo ed
appartamenti all’interno di edifici condominiali.

Nella distribuzione autonoma, considerata la


brevità della distribuzione, il ricircolo non viene
realizzato. (Fig. 1)
Si dimostra invece utile per unità abitative
particolarmente estese. (Fig. 2)

ll ricircolo ha la funzione di far arrivare nel più


breve tempo possibile l'acqua calda sanitaria ad ogni richiesta.

CLIMAV 6000

Art. 0670R

Art.3033 Art. 4738


Cassetta SANIBOX
Se dovete fare la doccia o lavarvi la faccia e aprite il rubinetto dell'acqua calda e dovete buttare
Fig. 2 10

Il ricircolo si abbina sempre ad un accumulo. Il ricircolo si collega con la colonna di mandata per
essere successivamente immesso in prossimità della parte superiore boiler.
Per il calcolo del ricircolo ACS dovremmo rifarci alla norma UNI 9182.
Per un calcolo di verifica, si procede a semplificare la modalità di calcolo per due linee distinte:
A - distribuzione lineare della tubazione di ricircolo (es. Fig. 2);
B - distribuzione per colonne (Fig. 3).

Procedura A
Distribuzione tipo per un residenziale considerando lunghezza della tubazione l = 25 m, portata per
metro sviluppo tubazione Qm = 6 L/h, velocità V= 0,4 m/s, abbiamo:

portata della pompa di ricircolo Q = Qm x l = 6 x 25 = 150 L/h


diametro interno tubazione d = 2√Q /(2,826 x V) = 2√(6 x 25)/(2,826 x 0,4) = 11,5 mm (1/2”) (16x2)
prevalenza Δp = 30 mm/m x 25 m = 750 mmH2O
La pompa per il residenziale: (Grundfos UP CONFORT AUTODADAPT, non di fornitura Tiemme)
potenzialità pari a 5 - 8,5 W; massima silenziosità;
impostazione temperatura di circolazione;
comprende un termostato a contatto a basso
differenziale; apprende e memorizza i consumi
abituali dell'abitazione.
Se i consumi cambiano, ad esempio nel periodo
delle vacanze, e la pompa non rileva
dei consumi dopo 24 ore, entra automatica-
mente in modalità vacanza. Al ritorno degli
inquilini, la pompa riprende lo schema di consumo
in vigore prima della pausa. In questo modo,
l'acqua calda è sempre disponibile quando serve. termostato a contatto
Una volta alla settimana, la caldaia dell'impianto aumenta significativamente la temperatura
dell'acqua. Il sensore della pompa riconosce l'aumento della temperatura e consente la
circolazione dell'acqua calda per 15 minuti così da disinfettare l'impianto in tempi prestabiliti.
Per garantire una prevenzione ancora più efficace della crescita batterica, l'impianto viene
risciacquato automaticamente se la pompa rimane in stand-by per 8 ore.

PROCEDURA B
Stabilito che i diametri delle tubazioni: colonne e collettore di base della distribuzione del sanitario
siano già state dimensionate.
Per il ricircolo si consideri, per praticità, una tubazione di diametro 20x2 multistrato (oppure 1/2”)
per le colonne con una portata massima Q = 300 L/h per ogni colonna. Condizione che determina
una perdita di carico max di 30 mm/m.
La portata complessiva della pompa equivale a 300 x n° colonne = 300 x 3 = 900 L/h (Fig. 3)
Avremo il diametro delle tubazioni del collettore di ricircolo (di = 2√Q /(2,826 x V)) crescente verso
il boiler con i seguenti valori: (valori dei Δp rilevati dai diagrammi delle tubazioni multistrato)

di = 2√300 /(2,826 x 1) = 10,3 mm (20x2); Δp = 30 mm/m x (20 m + 13 m) = 990 mm


di = 2√600 /(2,826 x 1) = 14,6 mm (26x3); Δp = 35 mm/m x 11 m = 385 mm
2
di = √900 /(2,826 x 1) = 17,9 mm (26x3); Δp = 70 mm/m x 8 m = 560 mm

Totale Δp = 1.935 mm.


Art. 6500C03P

Per un funzionamenti continuo si consideri V = 1 m/s

per un funzionamento continuo si consideri V = 1 m/s

Fig. 3

Q = 600 L/h di = 26x3 Q =Q300= L/h


300di =L/h
20x2 di
=20x2
Q = 900 L/h di = 26x3 Art. 6535G
Fig.3