You are on page 1of 36

Laurea in Scienze delle attività motorie e sportive

SEDE DI TORINO

Corso in
MEDICINA DELLO SPORT

Giuseppe Parodi
Servizio Pubblico di Medicina dello Sport/Centro di Esercizio-Terapia di Torino
A.S.L. TO1
gparodi@unito.it
Programma del corso
MERCOLEDI’ 16.03.2016 PRESENTAZIONE DEL CORSO. SCOPI E CAMPI D’AZIONE DELLA MEDICINA DELLO SPORT

MERCOLEDI’ 23.03.2016 LA PROMOZIONE DELL’ATTIVITA’ FISICA

MERCOLEDI’ 30.03.2016 LE FONTI ENERGETICHE DELL’ESERCIZIO FISICO. CLASSIFICAZIONE DISCIPLINE SPORTIVE

MERCOLEDI’ 06.04.2016 VALUTAZIONE DELLE DOTI DI EFFICIENZA FISICA

MERCOLEDI’ 13.04.2016 BENEFICI DELL’ESERCIZIO FISICO: SPORT E PATOLOGIE

MERCOLEDI’ 20.04.2016 LA PRESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO FISICO

NON C’E’ LEZIONE


MERCOLEDI’ 27.04.2016

MERCOLEDI’ 04.05.2016 EFFETTI NEGATIVI DELL’ESERCIZIO FISICO: PATOLOGIE E IDONEITA’

MERCOLEDI’ 11.05.2016 LA CERTIFICAZIONE MEDICO-SPORTIVA

MERCOLEDI’ 18.05.2016 DOPING

MERCOLEDI’ 25.05.2016 SPORT E TRAUMATOLOGIA

MERCOLEDI’ 01.06.2016 ASPETTI DELLO SPORT NEL BAMBINO, NELL’ANZIANO

MERCOLEDI’ 08.06.2016 ASPETTI DELLO SPORT NEL DISABILE, NELLA DONNA. RIPRESA DI ARGOMENTI.

G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1


Lezione del 16.03.2016

SCOPI E CAMPI D’AZIONE

DELLA MEDICINA DELLO SPORT

G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1


Medicina dello Sport: che cosa si intende?

La Medicina che assiste


l’atleta sul campo

La Medicina che si occupa


Il Medico Sociale degli atleti, dei campioni.

La Medicina che certifica


La Medicina che si occupa l’idoneità allo sport
degli infortuni degli atleti G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1
Medico dello Sport: che cosa si intende?

oppure …
Lo Sport al servizio della Medicina.

G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1


Medicina

da Medicus (da mederi= guarire, curare, risanare,

rimediare, aiutare)

Scienza che si occupa dello studio delle malattie.

Della loro prevenzione, diagnosi e terapia.


Zingarelli, 2001

G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1


Sport
(molte definizioni …)

L'insieme delle attività, individuali o collettive,


che impegnano e sviluppano
determinate capacità psico-motorie,
svolte anche a fini ricreativi o salutari.
Sabatini Coletti (corriere.it)

G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1


Sport
Il termine sport è l'abbreviazione della parola inglese disport che significa
divertimento ... deriva dalla parola antica francese desport che ha lo stesso
significato.
La parola francese antica desport deriva dal latino deportare, composizione della
parola «de», che significa allontanamento, e «portare», proprio del suo significato.
Quindi deportare significa portarsi lontano, e questo portarsi lontano stava a
significare uscire fuori porta dalle mura cittadine per svolgere attività fisiche.
Le parole desport e disport poi divenuto sport, come detto significano divertimento,
parola che deriva dal verbo latino divertere che significa allontanarsi, volgere
altrove.

Con il termine sport si indicano tutte le discipline fisiche, in tutte le sue forme e fini,
che c'erano da prima dell'uso della parola deportare ad oggi.

G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1


Sport
Il termine «sport», dal punto di vista biologico, può
essere interpretato come una manifestazione della
vita di relazione dell’uomo di tipo prevalentemente
muscolare – anche se coinvolge in ogni caso anche
gli apparati psico-sensoriali – con un livello di
prestazione nettamente più elevato di quello presente
nella comune vita socio-lavorativa.
V. Wyss, 1988

G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1


Sport
 Lo sport è un’attività motoria
(a escludere situazioni di giochi «statici»= scacchi, bridge..)
 E’ un’attività motoria assoggettata a determinate regole
che definiscono (dettagliano) le modalità di competizione
(a escludere le attività libere e improvvisate)
 Ed è un fatto istituzionale
(a escludere l’immensa coorte di giochi non riconosciuti dalle
Istituzioni). Pierre Parlebas, 1986
vedi anche «Giochi e sport», Torino, Edizioni Il Capitello, 1997

Per sport, in alcuni contesti, si intende un gioco


riconosciuto e retto da un’Istituzione (CONI,
Federazione, Ente, Ministero) e da essa codificato,
regolamentato, legittimato.
G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1
Sport
Qualsiasi forma di attività fisica che,
attraverso una partecipazione organizzata o non,
abbia per obiettivo l’espressione
o il miglioramento della condizione fisica e psichica,
lo sviluppo delle relazioni sociali o l’ottenimento
di risultati in competizioni di tutti i livelli.

Commissione Europea «Libro bianco sullo sport», 2007

G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1


Sport
La definizione di sport può essere considerata
sotto vari punti di vista.
Quando si parla di sport, è importante
comprendere sotto quale di punto di vista ne parla
l’interlocutore.
… e non sarebbe male intendersi a priori circa
l’ambito nel quale si intende parlare di sport.

G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1


Medicina dello Sport

La Medicina dello Sport è la Scienza medica

applicata alla pratica dello sport.

G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1


La storia della Medicina applicata allo Sport

Erodico - V secolo a.C.


Ippocrate - 460-377 a.C
Asclepiade - 128-56 a.C
A.C. Celso - I secolo a.C.
C. Galeno - 131-201 d.C.
G. Mercuriale - 1530-1610

G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1


La storia della Medicina applicata allo Sport

G. Thibault - 1574-1630? ca.

A. Borelli - 1608-1697

B. Ramazzini - 1633-1714

R. Dover - 1575 (1582)-1652

A. Flint - 1836-1915

G. Filangeri - 1752-1788

Nel 1851 il Municipio di Torino rende obbligatoria


la ginnastica nelle Scuole elementari superiori
G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1
La Storia della Medicina applicata allo Sport
Pierre de Fredi Baron de Coubertin. 1863-1937
Rinnovatore dei Giochi Olimpici.
Accresce la marcata impronta educativa dello Sport.
Sostenitore di uno sport che potesse influire
sulle qualità intellettuali e morali della persona,
sul carattere e la coscienza dell’individuo.

Nel ‘900 nascono le società scientifiche per studi applicati


allo sport: in Svizzera (Commissione medico-sportiva per
gli esercizi fisici), Germania (Federazione Medica
Tedesca), Francia (Società Francese di Medicina
dell’Educazione fisica e degli Sport) ed infine in Italia, dove
il CONI nel 1929 fonda la Federazione Italiana dei Medici
degli Sportivi, da cui nascerà l’odierna FMSI.

G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1


Federazione Medico Sportiva Italiana
vedi www.fmsi.it Storia - Funzioni e compiti
La storia della FMSI - Costituzione:
Le origini della Federazione Medico Sportiva Italiana vanno rintracciate nell'opera di Ugo Cassinis,
direttore nel 1925 del primo laboratorio di fisiologia applicata allo sport, presso la Scuola Militare della
Farnesina. Nell'ottobre 1929 Cassinis, nominato membro dell'Associazione Medica di Cultura Fisica
fondata da Giacinto Viola, si adoperò perché venisse approvata l'obbligatorietà di una visita per gli
atleti-agonisti da parte di medici specializzati. Nel novembre di quello stesso 1929 il CONI accolse la
raccomandazione istituendo la Federazione Italiana Medici degli Sportivi (FIMS). Il primo corso per
medici dello sport si svolse a Roma il 15 dicembre 1929; nel gennaio 1930 venne creato a Roma il
Rifugio Sanitario Sportivo per la cura "degli infortunati per cause sportive". Il 24 febbraio 1930 il CONI
approvò il primo statuto della Federazione. Tra l'ottobre 1941 e il 1945 la FIMS venne trasformata in
servizio medico del CONI. Il 1° novembre 1945 il Commissario del CONI ricostituì l'organismo in
Federazione Medico Sportiva Italiana (FMSI).
Denominazione:
Federazione Italiana Medici degli Sportivi (FIMS) dal 1929 al 1940;
Federazione Medico Sportiva Italiana (FMSI) dal 1945.

G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1


Compiti e finalità della F.M.S.I.
 Assicura l’assistenza medico-sanitaria indispensabile alla organizzazione
sportiva ed agli atleti;
 Provvede alla divulgazione delle conoscenze medico-sportive nel mondo
dello sport;
 Assicura il controllo antidoping, anche per mezzo di propri Laboratori,
nell’ambito delle Leggi nazionali e regionali e si attiene, per quanto riguarda
la disciplina antidoping, al corrispondente Regolamento della WADA.
 Promuove e incentiva studi e ricerche scientifiche nel campo della medicina
applicata all'esercizio fisico ed agli sport anche in relazione alle condizioni
igienico-ambientali, nel campo delle tecniche antidoping e in ogni altro
campo attinente la promozione della salute attraverso lo sport agonistico,
non agonistico, lo sport per tutti, lo sport per i disabili.
 Tutela la salute degli atleti, d’intesa con il C.O.N.I., le Federazioni Sportive
Nazionali, le Discipline Sportive Associate e le altre organizzazioni sportive
nazionali riconosciute, nell’ambito delle Leggi nazionali e regionali, anche al
fine di garantire un omogeneo e regolare supporto al corretto svolgimento
delle gare, delle competizioni e dei campionati;
G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1
Compiti e finalità della F.M.S.I.
 Esercita funzioni di prevenzione, di consulenza, di controllo medico, nonché
di valutazione funzionale per gli atleti delle Federazioni Sportive Nazionali,
delle Discipline Sportive Associate, delle organizzazioni sportive riconosciute
e di chiunque ne faccia richiesta;
 Si impegna nella prevenzione e nella repressione dell’uso di sostanze o di
metodi che alterano le naturali prestazioni fisiche degli atleti in
collaborazione con il C.O.N.I., le Federazioni Sportive Nazionali e le
Discipline Sportive Associate e nell’ambito delle Leggi nazionali e regionali;
 Garantisce che i medici sportivi operanti nell’ambito dello sport, tesserati
della F.M.S.I., rendano le proprie prestazioni con uniformità di
comportamento, nell’ambito di tutta l’organizzazione sportiva nazionale.
 Si impegna nell'educazione sanitaria della popolazione sportiva e nell'attività
di propaganda per la formazione di una coscienza sportiva, quale fattore di
miglioramento fisico e morale della gioventù;

G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1


Compiti e finalità della F.M.S.I.
 Si impegna nello studio e nell'attuazione di ogni altra iniziativa utile ai fini
della propaganda olimpica;
 Provvede alla formazione continua dei medici specialisti in Medicina dello
Sport e degli operatori sanitari medici e non medici operanti comunque
nell’ambito dello sport, nel rispetto delle norme di legge che regolano
l’Educazione Continua in Medicina (E.C.M.), predisponendo appositi
strumenti per la verifica della qualità sulle attività svolte.
 Opera anche in collegamento e in collaborazione con le organizzazioni
scientifiche nazionali e internazionali operanti nel campo della Medicina
dello Sport, nonché con Enti o istituzioni pubbliche o private operanti nel
settore della salute.
 Partecipa alla elaborazione di linee guida in collaborazione con l’Agenzia
per i Servizi Sanitari Regionali, la Federazione Italiana Società Mediche e
con ogni altro soggetto avente titolo.
 Pubblica materiale divulgativo scientifico medico-sportivo, educativo e
tecnico per la diffusione della cultura dello sport, dell’educazione e della
promozione della salute attraverso lo sport.
G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1
La Medicina dello Sport
Fisiologo italiano (Châtillon, Aosta, 1901 - Milano 1983); prof.
univ. dal 1934, ha insegnato fisiologia umana a Milano. Socio
nazionale dei Lincei (1953). Si è occupato di problemi di
biochimica e di fisiologia; importanti gli studî sulla fisiologia
dell'apparato muscolare e sulla funzionalità respiratoria.
L'importanza delle ricerche intraprese e la precisione della
metodica seguita gli hanno valso l'attenzione delle più note
società scientifiche d'Europa e d'America.

Rodolfo Margaria,
fisiologo dell’esercizio fisico, fonda
la prima Scuola di Specializzazione
in Medicina dello Sport
a Milano nel 1957
G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1
Medicina dello Sport (1)

La Medicina dello Sport è la Scienza medica

applicata alla pratica dello sport e, per meglio dire,

dell’esercizio fisico.

G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1


Scopi e campi d’azione
della Medicina dello Sport
Da «Medicina dello Sport» di C.G.Gribaudo e G.P. Ganzit, 1988
Introduzione di Vittorio Wyss

1) Stabilire i livelli normali di efficienza fisica


dell’uomo ed indagare i livelli del singolo
soggetto.
2) Stabilire le metodiche e le tecniche da
seguire per migliorare questi livelli di
efficienza fisica ed applicarle al singolo
individuo, dosandole opportunamente.
(in modo da sollecitare positivamente i vari apparati, da
non arrecare danni. Dal normale cittadino all’atleta di élite)
G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1
Scopi e campi d’azione
della Medicina dello Sport
Da «Medicina dello Sport» di C.G.Gribaudo e G.P. Ganzit, 1988
Introduzione di Vittorio Wyss

3) Escludere eventuali patologie che possono


compromettere l’integrità fisica del soggetto
in rapporto alla pratica dello sport.
E stabilire i limiti entro cui soggetti portatori
di determinate patologie o handicap
possano svolgere attività fisica senza
averne danno o addirittura determinando
un miglioramento del loro livello di vita
G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1
Scopi e campi d’azione
della Medicina dello Sport
Da «Medicina dello Sport» di C.G.Gribaudo e G.P. Ganzit, 1988
Introduzione di Vittorio Wyss

4) Curare le patologie derivanti dalla pratica


sportiva.

(Mentre alcuni traumatismi sono comuni a


quelli della normale attività, altri sono specifici
del singolo sport, per cui è necessario conoscere
tecnica e gesti relativi a quello sport)

G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1


Scopi e campi d’azione
della Medicina dello Sport
Da «Medicina dello Sport» di C.G.Gribaudo e G.P. Ganzit, 1988
Introduzione di Vittorio Wyss

5) Curare per mezzo dell’esercizio fisico

Questo si è dimostrato importante ai fini del trattamento


preventivo e terapeutico di molte patologie croniche
denominate esercizio-sensibili. (se ne parlerà in
apposita lezione)
G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1
La Medicina dello Sport
«Medicina dello Sport» di C.G.Gribaudo e G.P. Ganzit
Introduzione di Vittorio Wyss

Il considerare solamente l’atleta di elevata capacità può


risultare una dannosa limitazione della portata
scientifica applicativa e sociale della disciplina (di
Medicina dello Sport), una limitazione ispirata più al
concetto di sport che al suo reale significato biologico.
E’ come se tutto l’automobilismo fosse
ridotto alla sola Formula 1.

G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1


La Medicina dello Sport (2)
Applicazione dell'arte e della scienza medica,
dal punto di vista preventivo e terapeutico,
alla pratica dello sport e delle attività fisiche
al fine di sfruttare le possibilità che offre lo
sport per migliorare e mantenere lo stato di
salute ed evitare eventuali danni.
Consiglio d'Europa

G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1


Le attività di Medicina dello Sport si
sviluppano nel territorio attraverso:

Servizi pubblici di Medicina dello Sport

Singoli specialisti in Medicina dello Sport

Centri privati di Medicina dello Sport

Centri/Istituti di Medicina dello Sport - FMSI

G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1


Medicina dello Sport
ATLETA
♦ Miglioramento della prestazione
♦ Tutela della salute
♦ Prevenzione e recupero degli infortuni

POPOLAZIONE GENERALE
♦ Tutela della salute
♦ Promozione dell’attività fisica
♦ Prevenzione primaria

AFFETTI DA PATOLOGIE CRONICHE


♦ Prescrizione e somministrazione
dell’esercizio fisico (Esercizio-Terapia)
♦ Prevenzione secondaria
G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1
Riflessioni
- Drammatico aumento di patologie croniche non
infettive dipendenti dallo stile di vita non virtuoso;
- Patologie sotto-diagnosticate per mancanza di una
vera «medicina dello stile di vita»;
- I praticanti attività sportiva adeguata secondo FMSI
e ACSM sono una frazione dei praticanti totali;
- Popolazione anziana in forte e costante aumento;
- Drammatico aumento dell’obesità infantile.

G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1


Evoluzione del medico dello sport
Sempre più importante una figura di medico dello
sport:
- con competenze pluri-disciplinari;

- con conoscenze rilevanti per la promozione del


benessere, dedito a ricoprire il ruolo di promotore
ed educatore per l’esercizio fisico e la salute;
- impegnato nel lavoro in équipe;
- operante in collaborazione con Specialisti di
patologie croniche esercizio-sensibili, con il Medico
di Medicina Generale e con il Laureato in Scienze
Motorie.
G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1
Scopi e campi d’azione
della Medicina dello Sport

6) Promuovere l’attività fisica / l’esercizio fisico


come stile di vita salutare, a cominciare dal
favorire l’avviamento allo sport dei soggetti
in età evolutiva e così via fino all’età adulta.

G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1


Documento del Gruppo tecnico della
Commissione Stato-Regioni (marzo 2013)
«Il nuovo ruolo della Medicina dello Sport»

♦ Tutela sanitaria delle attività sportive

♦ Prescrizione e somministrazione dell’esercizio fisico


quale prevenzione e terapia di patologie croniche

♦ Promozione dell’attività motoria nella popolazione


generale

♦ Prevenzione doping

G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1


Una serie di
azioni
attualmente
non così
semplici …

Per vari
motivi …

G. Parodi – S.S. Medicina dello Sport / Centro di Esercizio-Terapia ASL TO1


Grazie per l’attenzione