You are on page 1of 5

SABATO 16 FEBBRAIO 2019 LA GAZZETTA DELLO SPORT 27

24a GIORNATA

L’ANTICIPO LE ULTIME LA SFIDA L’INTERVISTA


TREMOLADA BENEVENTO, BIDAOUI-LEE, L’ETERNO IORI
GELA IL BARBERA SOS INSIGNE. DUELLO CON LE ALI. «MINI CITTADELLA,
E DONNARUMMA PERUGIA, SI CAMBIA SPEZIA-VERONA MAXI SOGNI.
RESTA A GUARDARE MBAKOGU: FORFEIT È UN VOLO SULLA A SMETTO QUANDO...»
Pagina 28 Pagine 30 e 31 Pagina 31 Pagina 29
il Punto

Un pallonetto la Classifica
alle incertezze SQUADRE PT
G
PARTITE
V N P
RETI
F S

La A abita qui BRESCIA


PALERMO
43
42
23
23
11
11
10
9
2
3
50
35
31
19
BENEVENTO 36 21 10 6 5 32 22
LECCE 35 21 9 8 4 34 26
DI ANDREA FANÌ PESCARA 35 22 9 8 5 31 29
SPEZIA 34 22 9 7 6 33 25

P
oi arriva Tremolada e VERONA 33 22 8 9 5 33 26
butti dalla finestra tutti i CITTADELLA 30 22 7 9 6 23 21
ragionamenti. Il gol PERUGIA 29 21 8 5 8 29 30
(voluto o meno) del Brescia SALERNITANA 28 22 7 7 8 24 28
CREMONESE 27 22 6 9 7 22 20
nel recupero lascia al torneo
VENEZIA 26 22 6 8 8 21 25
delle certezze: a) il Brescia ASCOLI 25 20 6 7 7 20 25
andrà in A perché è COSENZA 24 22 5 9 8 18 27
addirittura più forte LIVORNO 20 21 4 8 9 20 26
nell’inconscio di quanto certe FOGGIA 20 22 6 8 8 29 34
sue partite mostrino, ha la CROTONE 19 22 4 7 11 21 31
capacità di raddrizzare ogni CARPI 18 22 4 6 12 21 40
stortura, persino l’assenza PADOVA 17 22 3 8 11 22 33
dell’attaccante candidato a SERIE A PLAYOFF PLAYOUT RETROCESSIONI
battere il record di Toni in un
campionato (Donnarumma a
21 gol, ­9 dal campione del
mondo); b) il Palermo ha il
diritto di avere solidità
societaria, soprattutto per
rispetto del fiume di gente IL PROGRAMMA
che ieri ha consentito al
IERI
Barbera di stracciare il record PALERMO-BRESCIA 1-1
di presenze allo stadio in OGGI
questa B; c) alla fine di questo BENEVENTO-CITTADELLA ORE 15
turno, se anche solo una CARPI-PERUGIA
PADOVA-FOGGIA
piccola parte dei pronostici ASCOLI-SALERNITANA ORE 18
sarà rispettata — ok, più o DOMANI
meno una chimera visto COSENZA-CREMONESE ORE 15
l’andazzo a suon di sorprese A sinistra Massimo Coda, 30 anni, attaccante del Benevento; a destra Samuel Di Carmine, 30 anni, attaccante del Verona LAPRESSE LECCE-LIVORNO
SPEZIA-VERONA ORE 21
finora — la classifica sarà

BRESCIA È LA LEGGE
LUNEDÌ 18 FEBBRAIO
ancora più corta. Due squadre CROTONE-PESCARA ORE 21
più di tutte le altre hanno il RIPOSA: VENEZIA
dovere, l’obbligo tecnico, di
approfittare del pareggio tra
Palermo e Brescia: la prima è MARCATORI

CHI SI RIBELLA?
il Benevento, che nel 21 RETI: Donnarumma (Brescia, 5)
pomeriggio aspetta un 13 RETI: Mancuso (Pescara, 2)
10 RETI: Coda (Benevento, 5)
Cittadella reduce da una fase 9 RETI: Torregrossa (Brescia, 1)
grigia (da applausi il 8 RETI: Palombi (Lecce), Pazzini (Verona,
Venturato in stile G.B. Vico: 3)
«Esame difficile? È 7 RETI: Mancosu (Lecce, 1), Nestorovski
(Palermo, 1), Verre (1), Vido (Perugia, 3)
un’opportunità»). La seconda
è il Verona: se Grosso perde a Ancora un gol nel recupero: Corini pareggia a Palermo e resta al comando 6 RETI: Tutino (Cosenza), La Mantia
(Lecce), Diamanti (Livorno, 3), Okereke
La Spezia saluta. Ma se vince
e la squadra si scalda...
Al Barbera è record: mai in 22mila per una partita di questo campionato (Spezia, 1), Di Mariano (Venezia, 1)

© RIPRODUZIONE RISERVATA Ma l’1­1 diventa un assist per chi insegue: Verona al bivio senza ritorno
28 SABATO 16 FEBBRAIO 2019 LA GAZZETTA DELLO SPORT

SerieB LA PARTITA

Un Barbera gelato
Tremolada beffa
3

i 22mila di Palermo
Corini resta primo
1Nestorovski illude la squadra di Stellone
Nel recupero il cross velenoso che vale il pari
1 2
PALERMO 1
BRESCIA 1
PRIMO TEMPO 0-0
MARCATORI Nestorovski (P) al
34’, Tremolada (B) al 47’ s.t.

PALERMO (4-3-3) Brignoli;


Rispoli, Bellusci, Rajkovic,
Aleesami; Murawski, Jajalo (dal
37’ s.t. Chochev), Haas (dal 48’ s.t.
● 1 La gioia di Ilija Nestorovski, 28 anni, al primo centro nel 2019: è arrivato a quota 7 in campionato
Moreo); Falletti (dal 31’ s.t.
Nestorovski), Puscas, Trajkovski ● 2 La curva del Palermo si è stretta intorno alla squadra. Ieri è comparso lo striscione «Uniti compatti
PANCHINA Pomini, Alastra, Palermo combatti» ● 3 Luca Tremolada, 27, si toglie la maglia per festeggiare il gol del pareggio GETTY
Accardi, Ingegneri, Salvi,
avrebbe meritato. Tra paganti Fiordilino, Szyminski, Mazzotta, ritato, perché il Palermo ha at- assenze di Curcio e Mateju),
Nicola Binda
INVIATO A PALERMO
e abbonati erano in 22.329 su-
gli spalti (record stagionale per
la B dopo i 13.622 di Beneven-
Pirrello
ALLENATORE Stellone
taccato con continuità ma an- sembrava una serata stregata.
che senza la dovuta lucidità, Ma almeno la difesa stava con-
con i tre attaccanti che svaria- fezionando un pareggio im-
clic
È
BRESCIA (4-3-1-2) Alfonso;
l’anno del Brescia, stavol- to-Salernitana), segno di un Sabelli, Cistana (dal 40’ s.t. vano e si incrociavano per non portante. Centrocampo e at- FESTA AL BOTTEGHINO
ta è ufficiale. Perché non amore ritrovato grazie all’im- Tremolada), Romagnoli, Martella dare riferimenti, arrivando di tacco no: niente ampiezza, È RECORD ASSOLUTO
è stata l’ormai solita pre- pegno e alle dichiarazioni del- (dal 12’ p.t. Gastaldello); Bisoli, rado però dalle parti di Alfon- niente ripartenze, nessuna IN QUESTO TORNEO
stazione brillante e sfrontata a la squadra, ma anche per l’an- Tonali, Ndoj; Spalek; Morosini (dal so. I tiri fuori di Trajkovski e verticalizzazione e nessun tiro
certificare il suo ruolo di capo- nunciata uscita di scena del- 38’ s.t. Rodriguez), Torregrossa Haas nel primo tempo, poi nel- degno di nota. Il gol di Nesto- ● PALERMO (f.v.) Dal deserto
PANCHINA Andrenacci,
lista, bensì un colpo di fortuna l’odiato Zamparini. Tuttavia, Martinelli, Donnarumma, Lancini, la ripresa la traversa di Falletti rovski ha fatto saltare i piani nell’ultima gara con il Foggia
arrivato in extremis. E la dea sul fronte societario, la giorna- Dessena da posizione im- dell’applaudito al pienone con il Brescia. Il
bendata non bacia chiunque, ta (molto convulsa) non ha re- ALLENATORE Corini possibile, sono ex Corini e solo Barbera fa registrare non
ma solo chi è predestinato. Sta- galato l’attesa fumata bianca st ate le sole GLI SCENARI allora il Brescia solo il suo record di presenze
volta si è palesata nelle vesti di per gli stipendi da pagare entro ARBITRO Sacchi di Macerata emozioni, mal- Donnarumma s’è buttato in stagionale, ma anche quello
Tremolada, mossa disperata di lunedì, anzi: il gruppo paler- ESPULSI nessuno grado la spinta e avanti facendo assoluto in questa B. Con
l’ardore. Poi il resta in panchina
AMMONITI Torregrossa (B),
Corini per rimettere in piedi mitano che si era interessato Falletti (P), Rispoli (P), Ndoj (B), vedere che è la 22.329 spettatori per il big
una partita che sembrava or- ha annunciato il fallimento Sabelli (B) per gioco scorretto; gol e quindi il pa- per un problema capolista. Subito match è stato polverizzato il
mai perduta. E se il Brescia non della trattativa, comunque il Tremolada (B) per reggio. Maledet- muscolare dopo il gol, Mo- precedente primato di 13.622
ha chiuso per la prima volta in neo presidente Rino Foschi comportamento non ti venerdì: siamo rosini da due spettatori di Benevento-
questa stagione una gara senza prosegue fiducioso nella sua regolamentare a 5 pareggi e una Si defila la cordata passi ha ciccato Salernitana. E pensare che
segnare, è stato solo perché il opera di salvataggio. Ma il NOTE paganti 20.119, incasso non sconfitta, senza la palla del pari, nell’ultimo turno in casa si
vittorie, in que- locale interessata
comunicato; abbonati 2.210, quota
cross del trequartista ha sca- pubblico c’è e ha trascinato il non comunicata. Tiri in porta 3
Rodriguez si è li- erano presentati solo in 4.617.
valcato Brignoli e s’è infilato in Palermo per tutta la gara, rega- (con una traversa)-1. Tiri fuori 4-1. sta stagione. al Palermo, fumata berato bene ma Lo sfogo di Bellusci
rete, suonando come una cla- lando una cornice spettacolare In fuorigioco 0-1. Angoli 5-3. nera per gli stipendi ha sparato a lato, sull’incertezza societaria e la
morosa beffa per il Palermo. fino alla beffa finale. L’esplo- Recuperi: p.t. 2’, s.t. 5’ BRESCIA ESUL- fino a quando vittoria a Perugia hanno
sione di gioia è arrivata per il TA Con Donnarumma in pan- nel recupero c’è stato il cross scaldato i tifosi rosanero.
PALERMO DA INCUBO No, non gol di Nestorovski, al rientro china solo per fare numero sbagliato (ma vincente) di Tre- L’addio degli inglesi che
è decisamente un momento fe- dopo il lungo stop (dall’8 di- (Cellino ci tiene a essere in molada. E’ stato il gol numero hanno lasciato il club nelle
lice per il Palermo. Che proprio cembre) e a segno 3’ dopo il 19...) causa un problema mu- 50 del miglior attacco della Se- mani di Foschi e della De
nella serata in cui ha ritrovato suo ingresso: su un corner si è scolare e con Martella fuori do- rie B: un gol che passerà alla Angeli ha dato la definitiva
il suo pubblico non è riuscito a bevuto Gastaldello e ha girato po 11’ per uno stiramento (di- storia. impennata ai botteghini.
portare a casa una vittoria che bene in rete di testa. Un gol me- fesa inventata causa anche le © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE PAGELLE di N.BIN.
cattive mette la museruola a cross sbagliato: miracoloso.
Torregrossa. IL MIGLIORE ROMAGNOLI 6,5 Fatica contro IL MIGLIORE
ALEESAMI 5 Sciagurato, perché non ILIJA Puscas, ma solo lontano dalla porta: ERNESTO
fa seguire alla spinta continua la in area non gli fa vedere palla.
dovuta lucidità. 7 NESTOROVSKI MARTELLA s.v. Esce per uno 6,5 TORREGROSSA
MURAWSKI 6,5 Molto prezioso sia Debutto del 2019 dopo stiramento alla coscia destra dopo Non in condizioni brillanti e subito
nel recuperare palloni che nel buttarsi l’infortunio, entra e stende 11’. ammonito, lotta come un leone
PALERMO 6,5 negli spazi aperti da Falletti.
JAJALO 5,5 Tutti i palloni passano da
lui, ma è tornato il giocatore lento e
con una pallonata Gastaldello,
poi lo brucia di testa segnando BRESCIA 6 GASTALDELLO 6 Fino all’ingresso
di Nestorovski è impeccabile, poi se
lo perde sul gol.
resistendo alle botte
e sacrificandosi molto: senza
il gol del momentaneo vantaggio: Donnarumma accanto però
macchinoso della passata stagione, BISOLI 6 Ha a che fare con un
MURAWSKI PREZIOSO sbagliando spesso i tempi delle
il suo recupero è fondamentale.
SABELLI SE LA CAVA brutto cliente (Haas), cerca i soliti
non arriva in zona gol.

BRIGNOLI VA IN TILT giocate. (Chochev s.v.)


HAAS 6,5 Motorino instancabile, fa NDOJ CONTIENE BENE inserimenti ma stavolta non è
efficace.
QUANTI ERRORI JAJALO un duro duello con Bisoli e ci prova da
fuori senza fortuna. (Moreo s.v.) L’ALLENATORE QUANTITÀ PER TONALI TONALI 5,5 Sferzato da Cellino, non
brilla in fase di costruzione ma L’ALLENATORE
BRIGNOLI 5,5 Una serata da FALLETTI 6 Vivace e propositivo, ma ROBERTO ALFONSO 6 Rischia la frittata per almeno aiuta molto dietro. EUGENIO
spettatore, a parte un paio di uscite, quando si avvicina all’area perde di un controllo di piede NDOJ 6 Ha fatto prestazioni
poi si fa uccellare da Tremolada e va lucidità e non combina nulla di buono. 6 STELLONE approssimativo, per il resto fa il suo. migliori, stavolta cerca solo di 6 CORINI
in tilt. PUSCAS 6 Già 3 gol in carriera al La squadra è molto motivata, SABELLI 6 Parte a destra, poi si contenere l’avversario e lo fa bene. Stavolta non vince (come nelle
RISPOLI 6,5 Atteso ex, spinge con Brescia, stavolta trova in Romagnoli ma è parsa priva di soluzioni deve arrangiare a sinistra e in SPALEK 5 Non sfrutta gli spazi che precedenti due occasioni) contro
rabbia senza però trovare l’assist un osso duro e malgrado l’impegno offensive. L’idea di far incrociare qualche modo se la cava. gli aprono gli attaccanti, non regala il Palermo, ma trova un pari
vincente. non trova la rete. molto i tre attaccanti è buona, CISTANA 6 Lui invece deve andare giocate di rilievo, è avulso dal match. fortunoso che vale oro. Gli resta
BELLUSCI 6,5 Un vero leader, magari TRAJKOVSKI 5,5 Non incide sulla però non ha dato i risultati a destra dopo l’uscita di Martella e MOROSINI 5 Novità della serata al l’applauso del Barbera prima
non lucido e preciso, ma determinante partita come potrebbe, nemmeno sperati. si limita a coprire, con diligenza. posto di Donnarumma, si divora della partita, e non è poco.
a caricare squadra e stadio. stavolta fa vedere chi è a parte un bel TREMOLADA 6,5 Mossa della il gol del pareggio.
RAJKOVIC 6,5 Con le buone e le tiro da fuori. disperazione, salva il Brescia con un (Rodriguez s.v.).

GLI ARBITRI 5,5


SACCHI Usa subito il cartellino con Torregrossa facendo vedere chi è, ma poi si perde con qualche decisione
poco convincente, pur non incidendo sull’esito della partita.
MASTRODONATO 6,5
C. ROSSI 6
SABATO 16 FEBBRAIO 2019 LA GAZZETTA DELLO SPORT 29

SerieB L’INTERVISTA
TU 1 2 3
R
PE C
O
U

N..
A T

Manuel Iori

I
● 1 La famiglia Iori: la moglie
Barbara, il figlio Gabriele e
Manuel ● 2 L’esultanza del
capitano: quest’anno ha segnato
3 gol ● 3 Iori con la maglia
del Milan INSTAGRAM-LAPRESSE

O Alpinista dei sogni


uomini diversi incontrati in

L'IDENTIKIT
due fasi diverse della mia car­
riera. Anche la filosofia è cam­
biata: prima si puntava solo al­
NATO A VARESE
la salvezza, poi è cambiato

«La A resta lassù


IL 12 MARZO 1982
ALTEZZA 182 CM PESO 72 KG l’obiettivo. Ma mi piace ricor­
dare anche Ventura che ho avu­

R
RUOLO CENTROCAMPISTA
to a Torino. Aveva idee di gioco
Cresciuto nelle giovanili del particolari, affascinanti».
Milan, inizia la carriera a Varese.

e voglio prenderla
Poi Borgosesia tra i Dilettanti e E se da luglio iniziasse la nuova
quindi solo professionismo con professione di allenatore, a chi
Legnano, Meda, Carpenedolo, si accosterebbe?
Cittadella. La Serie A arriva nel «In Serie A si vedono concetti e

I
2009 con il Chievo. Una stagione idee che mi piacciono nella

E dopo allenerò»
e quindi ancora B con Livorno, Sampdoria di Giampaolo e nel
Torino, Cesena e Padova. Nel Sassuolo di De Zerbi. Certo,
2014 la Lega Pro con il Pisa, per diventare allenatore devi
l’anno dopo con il Cittadella prima smettere di “essere” cal­
per riportarlo in B. ciatore. Questo passaggio è il
più complicato, lo insegna an­

1IlsimbolodelCittadella:«L’ultimapartediscalata che un maestro come Velasco».

èsemprelapiùdura.Ba19?Fuorichinonhaimezzi»
Uno dei suoi motti è: “Come se
non ci fosse un domani”: per-
ché?
«È nato 4 anni fa, quando sono
Stiamo lavorando sui nostri er­ tornato a Cittadella. La mia fi­
Matteo Brega rori serenamente, senza ansia. losofia era ed è semplice: lavo­

L’
In questi momenti non bisogna riamo ogni giorno al massimo,
eccellenza della re­ nascondersi, ma guardarsi in non attendiamo una seconda
golarità. L’elogio del­ faccia». opportunità. E questa filosofia
la perseveranza. Ma­ si è allargata al gruppo. Zero
nuel Iori è ciò che Il Cittadella è sempre in area calcoli, nessuna tabella. Non
serve. Un uomo, un playoff anche se da quelle parti sono mai esistite tabelle dentro
marito, un padre, un capitano, il traffico è pesante... lo spogliatoio».
un regista, un rigorista, un «Il campionato a 19 squadre
amico. Tutto insieme, tutto ciò non ti concede margini di erro­
VENTURA AVEVA Il sogno meraviglioso resta la
che non risulta dai vocabolari. re. Sarebbe stato meglio avere IDEE DI CALCIO Serie A?
Le partite da professionista so­ un torneo a 20 perché il turno
no oltre 500, i ricordi infiniti e i di riposo è fastidioso. A noi al­
AFFASCINANTI: TRA «Certo, anche se l’ultima parte
della scalata di una montagna
sogni ancora incompleti. Il Cit­ l’andata è capitato dopo la so­ I MIEI MAESTRI rimane la più difficile».
tadella prende spunto anche (e sta del campionato per le na­
ancora) da Manuel che il 12 zionali. Siamo rimasti fermi MANUEL IORI Le chiedono spesso la maglia a
marzo compirà 37 anni. Oggi a due settimane. Credo che chi SU VENTURA fine partita?
Benevento non ci sarà per un non è in grado di reggere il si­ «Giocando da tanti anni, mi so­
problema accu­ stema non do­ no fatto tanti amici (sorride,
sato nella serata vrebbe iscriversi. ndr). L’ultimo è stato Zanellato
di ieri, ma spinge LE PAROLE Meglio avere del Crotone».
comunque i suoi, «La forza di questo meno squadre».
da capitano ve­ Esiste l’amicizia vera nel calcio?
ro. club è che le Chi regge benis- «Poche amicizie vere, ma esi­
promesse qui simo il sistema è stono. Con Pascali per esem­
Cosa ci dobbia- si mantengono» il Cittadella della pio».
mo aspettare? famiglia Gabrielli
«Una partita che «Sono un lettore
a noi deve servi­
e del direttore
Marchetti.
NON ERO PRONTO Lei è cresciuto nel Milan, ma poi
in carriera nessun top club:
re per azzerare il ampio: ho appena «La tradizione PER IL MILAN: rimpianti?
periodo negati­ finito un libro su
vo. Dovremo marketing e sport»
della famiglia
nata sotto la
USCIRE DAL VIVAIO «Nessuno perché a quell’epoca
non ero pronto. L’uscita dal vi­
giocare con la spinta di Angelo È STATO UN BENE vaio rossonero mi ha dato più
mente libera e dimenticare che continua e si rafforza. Hanno forza. Ho fatto fatica, ma mi so­
abbiamo vinto solo una volta dato e continuano a dare tan­ IL CENTROCAMPISTA no tolto belle soddisfazioni».
nelle ultime 9 gare». tissimo alla città e soprattutto E LE SUE RADICI
proseguono con l’ambizione. Le piace leggere?
Ecco appunto: come mai? Loro sono la solidità fatta per­ «Molto, recentemente ho finito
«Il momento di flessione è fi­ sona. E poi sul piano sportivo ci un libro su marketing e crea­
siologico, per tutti. Noi in parti­ pensa Marchetti a costruire zione di società. Parla delle
colare siamo una squadra che squadre competitive. Qui pro­ ambizioni in ambito lavorativo
deve giocare bene per fare pun­ mettono e mantengono». applicate allo sport».
ti. Difficilmente vedrete un Cit­
tadella che si prende punti im­ Una curiosità: ha programmato Essere capitano e rigorista del-
meritati. Abbiamo bisogno del­ l’addio al calcio? la squadra cosa significa?
la prestazione e la conseguen­ Ride. «No no, ma non mi trasci­ «È un onore e un piacere».
za sarà un risultato positivo. nerò per il campo. Ascolterò
SMETTERE? ORA © RIPRODUZIONE RISERVATA

7 21
corpo e mente. Credo che mi
renderò conto di essere un ele­ NO. PERÒ NON MI
mento estraneo rispetto a chi
mi circonda. Comunque am­
TRASCINERÒ
metto che inizio a pensare al PER IL CAMPO
dopo, magari farò l’allenato­
re». IL 37ENNE
E IL PROSSIMO FUTURO
● Le stagioni di Iori a Cittadella Quali allenatori sono stati più in- ● I rigori segnati in carriera
suddivise in due fasi: cisivi nella sua carriera? sui 26 calciati. Iori ne ha
prima dal 2006 al 2009 tra C1 «Foscarini e Venturato anche sbagliati solo cinque:
e B e poi dal 2015 a quella perché con loro ho disputato 4 con la maglia del Cittadella
attuale tra Lega Pro e Serie B. gran parte delle partite. Due e uno con quella del Padova.
30

SerieB COSÌ IN CAMPO


occhio a... BENEVENTO (3-5-2) CARPI (4-3-3)
CITTADELLA (4-3-1-2) PERUGIA (4-3-1-2)
OGGI ore 15 ARBITRO Di Paolo di OGGI ore 15 ARBITRO Maggioni
Avezzano PREZZI 15-120 euro TV Dazn di Lecco PREZZI 14-50 euro TV Dazn

L’anticonformista del gol Stefano


Pettinari,
27 anni,
12
MONTIPÒ
35
PISCITELLI

Pettinari vuol dire Crotone


14 5 35 25 4 34 13
un gol finora VOLTA ANTEI CALDIROLA PACHONIK SABBIONE KRESIC POLI
con il Crotone 3 34 16 31 8 20
LAPRESSE LETIZIA 4 CRISETIG 25 IMPROTA COULIBALY VITALE JELENIC
DEL PINTO BANDINELLI
7 9 27
DI NICOLÒ SCHIRA 9 27 CONCAS CISSE ROLANDO
CODA RICCI

17 9 27 11

S
tefano Pettinari bandiera giallorossa. A 18 Livorno, torna a PANICO 7 MONCINI HAN 5 MELCHIORRI
preferisce Pitagora a anni Ranieri lo fa debuttare in Crotone. Pettinari SCHENETTI VERRE
Cartesio. Per questo ha A e in Europa League, Conte però è un 23 20 8 24 8 26
scelto di tornare a Crotone. poi lo chiama a Siena. Inizia anticonformista. Usa BRANCA PASA SETTEMBRINI DRAGOMIR BIANCO FALZERANO

Ciao Lecce, per seguire le un giro d’Italia fatto di (pochi) poco i social, è ateo 3 13 15 24 3 21 32 7
BENEDETTI CAMIGLIANO FRARE GHIRINGHELLI FELICIOLI CREMONESI GYOMBER MAZZOCCHI
ragioni del cuore. Una scelta alti e (tanti) bassi. Sprazzi di nonostante una zia
1 22
d’amore in tutti i sensi, visto classe a Crotone dove con suora, rimpiange l’aver PALEARI GABRIEL
che in Calabria ha conosciuto Bernardeschi trascina i abbandonato gli studi a 16
ANDATA 1-0 ANDATA 1-0
la moglie Ilaria e messo su calabresi ai playoff. Quindi 5 anni per inseguire un PANCHINA 22 Gori, 32 Zagari, 11 Maggio, PANCHINA 1 Serraiocco, 12 Sambo,
famiglia. E se il buongiorno si maglie in 3 stagioni prima pallone e al cliché calciatore 13 Tuia, 18 Gyamfi, 8 Tello, 10 Viola, 3 Marcjanik, 6 Buongiorno, 23 Barnofsky,
vede dal mattino, la decisione della svolta Zeman nell’estate uguale bella vita ha opposto 36 Vokic, 17 Buonaiuto, 19 Insigne, 10 Piscitella, 19 Pasciuti, 21 Saric,
29 Asencio, 33 Armenteros ALLENATORE 16 Romairone, 11 Marsura, 17 Mustacchio,
appare azzeccata: chiedere al 2017. Pettinari capisce quanto famiglia e figli (Mattia 5 anni Bucchi SQUALIFICATI nessuno 18 Arrighini ALLENATORE Castori
Verona, visto che il suo primo siano importanti allenamenti e e Martina 2 anni e mezzo). Il DIFFIDATI Di Chiara, Volta INDISP. SQUALIFICATI Pezzi DIFFIDATI Sabbione,
centro ha fatto traballare la alimentazione: rinuncia ai destino, però, è beffardo e Di Chiara, Costa, Puggioni Suagher, Jelenic INDISPONIBILI Vano,
Wilmots, Colombi, Di Noia, Rizzo, Suagher
panchina di Grosso. A 26 anni dolci (Zeman lo faceva pesare lunedì sfiderà il Pescara. Zero PANCHINA 22 L. Maniero I, 18 Drudi,
per Stefano è ora di sfondare. tutti i giorni) e segna 13 gol. spazio ai sentimenti: deve 6 Parodi, 29 Cancellotti, 28 Bussaglia, PANCHINA 1 Bizzarri, 12 Perilli, 13 Sgarbi,
Il talento c’è fin dalle giovanili In estate passa al Lecce, ma gli segnare per salvare il Crotone. 21 Proia, 11 Siega, 25 L. Maniero II, 2 Rosi, 28 Kouan, 16 Ranocchia, 23 Moscati
32 Diaw ALLENATORE Venturato 14 Kingsley, 20 Carraro, 18 Bordin,
della Roma, dove a lanciarlo infortuni lo frenano. Così a Su questo sia Pitagora che SQUALIFICATI Adorni DIFFIDATI Frare, 19 Sadiq, 10 Vido ALLENATORE Nesta
fu Stramaccioni e Bruno Conti gennaio, nonostante il Cartesio sarebbero d’accordo. Camigliano INDISPONIBILI Rizzo, SQUALIFICATI nessuno DIFFIDATI
gli pronosticava un futuro da corteggiamento di Venezia e © RIPRODUZIONE RISERVATA Scappini, Iori, Finotto Bianco, Verre INDISP. Falasco, El Yamiq

PADOVA (3-4-2-1) ASCOLI (4-3-2-1) COSENZA (4-3-3) LECCE (4-3-1-2) SPEZIA (4-3-3) CROTONE (3-5-2)
FOGGIA (4-3-2-1) SALERNITANA (3-4-1-2) CREMONESE (4-4-2) LIVORNO (3-4-2-1) VERONA (4-3-3) PESCARA (4-3-3)
OGGI ore 15 ARBITRO Piscopo di OGGI ore 18 ARBITRO Minelli di DOMANI ore 15 ARBITRO Baroni DOMANI ore 15 ARBITRO Massimi DOMANI ore 21 ARBITRO Pezzuto LUNEDÌ ore 21 ARBITRO Rapuano
Imperia PREZZI 12-40 euro TV Dazn Varese PREZZI 14-38 euro TV Dazn di Firenze PREZZI 13-40 euro TV Dazn di Termoli PREZZI 14-55 euro TV Dazn di Lecce PREZZI 1-40 euro TV Dazn di Rimini PREZZI 10-50 euro TV Dazn
1 22 33 22 1 1
MINELLI MILINKOVIC PERINA VIGORITO LAMANNA CORDAZ
36 3 5 37 23 14 6 2 3 5 18 24 16 15 27 23 8 5
24 20 4 3
ANDELKOVIC CHERUBIN TREVISAN LAVERONE BROSCO PADELLA D’ELIA CORSI DERMAKU IDDA LEGITTIMO VENUTI MECCARIELLO MARINO CALDERONI VAISANEN SPOLLI GOLEMIC
VIGNALI LIGI CRIVELLO AUGELLO
17 8 7 32 19 5 17 4 7 13
21 6 16 18 10 20
MORGANELLA CALVANO PULZETTI LONGHI ADDAE TROIANO CAVION PETRICCIONE TACHTSIDIS HAYE 16 8 6
BRUCCINI PALMIERO SCIAUDONE BARBERIS BENALI MOLINA
20 BARTOLOMEI RICCI MORA 31 16
28 21 11 20 SAMPIRISI MILIC
10 9 32 FALCO
CAPELLO 27 MARCANDELLA NINKOVIC 9 CICIRETTI 19 14 21 9 26 11 29
EMBALO LITTERI BAEZ
BONAZZOLI GANZ LA MANTIA PALOMBI OKEREKE GALABINOV BIDAOUI MACHACH PETTINARI

9 30 19 9 7 10 7 9
IEMMELLO JALLOW CALAIÒ GIANNETTI 23 10 16 MANCUSO MONACHELLO
11 18 28 STRIZZOLO PICCOLO 28 23 19
DI GAUDIO DI CARMINE LEE
KRAGL GALANO A. ANDERSON SALZANO DIAMANTI MARRAS
21 15 18 27
25 7 30 3 14 17 15 STREFEZZA SODDIMO CASTAGNETTI EMMERS 5 7 8 20 20 14 4 25 16 8
GERBO GRECO BUSELLATO LOPEZ DI TACCHIO MINALA CASASOLA EGUELFI VALIANI LUCI KUPISZ ZACCAGNI COLOMBATTO HENDERSON CRECCO BRUGMAN MEMUSHAJ
17 26 23 14
28 14 2 6 13 25 29 6 26 21 3 6 30 5 31 6 5 14
MIGLIORE TERRANOVA CARACCIOLO MOGOS
INGROSSO MARTINELLI BILLONG LOIACONO GIGLIOTTI MIGLIORINI PERTICONE GASBARRO BOGDAN GONNELLI L. VITALE MARRONE BIANCHETTI FARAONI CIOFANI SCOGNAMIGLIO GRAVILLON BALZANO
16 12 1 22 1 1
LEALI MICAI RAVAGLIA MAZZONI SILVESTRI FIORILLO
ANDATA 1-2 ANDATA 1-1 ANDATA 0-2 ANDATA 3-0 ANDATA 1-2 ANDATA 1-2
PANCHINA 12 Favaro, 37 Gavagnin, PANCHINA 12 Bacci, 40 Scevola, PANCHINA 22 Saracco, 27 Bittante, PANCHINA 1 Bleve, 32 Milli, 2 Riccardi, PANCHINA 22 Manfredini, 33 Barone, PANCHINA 22 Festa, 2 Curado, 3 Cuomo,
6 Ceccaroni, 23 Cappelletti, 14 Zambataro, 30 Frattesi, 2 Valentini, 3 Rubin, 8 Iniguez, 4 Capela, 26 Hristov, 15 Schetino, 7 Mungo, 3 Di Matteo, 5 Cosenza 28 Fiamozzi, 23 De Col, 19 Terzi, 15 Crimi, 25 Maggiore, 19 Marchizza, 27 Valietti, 13 Tripaldelli,
25 Belingheri, 15 Broh, 38 Clemenza, 28 Andreoni, 15 Quaranta, 7 Baldini, 24 Garritano ALLENATORE Braglia 6 Arrigoni, 8 Mancosu, 21 Felici, 18 De Francesco, 29 Acampora, 7 Pierini, 15 Gomelt, 21 Zanellato, 7 Firenze, 25 Simy,
10 Baraye, 19 Moro SQUALIFICATI Merelli 10 Rosseti, 21 Beretta, 18 Chajia SQUALIFICATI D’Orazio, Tutino 23 Tabanelli, 9 Tumminello, 18 Saraniti 10 Mastinu, 11 Gyasi, 34 Da Cruz 17 Kargbo, 33 Mraz
DIFFIDATI nessuno INDISPONIBILI ALL. Vivarini SQUALIFICATI nessuno DIFFIDATI Garritano, Mungo, Palmiero ALLENATORE Liverani SQUALIFICATI ALLENATORE Marino SQUALIFICATI ALLENATORE Stroppa
Madonna, Mandorlini, Ravanelli, Serena, DIFFIDATI Ardemagni INDISPONIBILI INDISPONIBILI Maniero, Trovato Lucioni DIFFIDATI Scavone, Petriccione, nessuno DIFFIDATI Crimi, Capradossi, SQUALIFICATI Rohdén DIFFIDATI Molina
Capelli, Lollo, Barisic, Mazzocco, Mbakogu Lanni, Ardemagni, Casarini, Ngombo Palombi INDISPONIBILI Bovo, Scavone Bartolomei INDISPONIBILI Capradossi INDISPONIBILI Nalini, Tripicchio
PANCHINA 16 Agazzi, 12 Volpe,
PANCHINA 22 Noppert, 12 Sarri, PANCHINA 1 Vannucchi, 5 Mantovani, 24 Del Fabro, 2 Rondanini, 33 Renzetti, PANCHINA 38 Zima, 12 Crosta, 29 Rocca, PANCHINA 12 L. Ferrari, 26 Berardi, PANCHINA 12 Kastrati, 18 Bettella,
27 Boldor, 15 Ngawa, 13 Zambelli, 21 Schiavi, 4 Bernardini, 20 Memolla, 42 Mbaye, 34 Boultam, 11 Croce, 13 Fazzi, 42 Boben, 9 Gori, 17 Porcino, 15 Balkovec, 27 Dawidowicz, 29 Almici, 23 Perrotta, 25 Crecco, 20 Bruno,
23 Marcucci, 4 Agnelli, 17 Cicerelli, 10 Deli, 2 Pucino, 6 Odjer, 32 Mazzarani, 30 Carretta, 10 Longo 37 Canessa, 31 Raicevic, 24 Dumitru, 33 Empereur, 8 Gustafson, 21 Laribi, 30 Kanoutè, 11 Capone, 13 Bellini,
33 Matarese, 20 Chiaretti, 19 Mazzeo 7 D.Anderson, 10 Rosina, 27 Orlando, ALLENATORE Rastelli 11 Murilo, 16 Soumaoro ALLENATORE 25 Danzi, 11 Pazzini, 28 Tupta ALLENATORE 26 Antonucci, 29 Del Sole, 36 Sottil
ALLENATORE Padalino SQUALIFICATI 11 Djuric ALL. Gregucci SQUALIFICATI SQUALIFICATI Arini DIFFIDATI Dos Breda SQUALIFICATI Agazzi, Di Gennaro Grosso SQUALIFICATI Matos DIFFIDATI ALLENATORE Pillon SQUALIFICATI
Ranieri DIFFIDATI Martinelli, Tonucci nessuno DIFFIDATI Akpa Akpro, Jallow Santos, Boultam INDISPONIBILI Dos DIFFIDATI nessuno INDISPONIBILI Lee INDISPONIBILI Tozzo, Kumbulla, nessuno DIFFIDATI Balzano, Memushaj
INDISPONIBILI Camporese, Tonucci INDISP. Di Gennaro, Akpa Akpro Santos, Castrovilli, Montalto, Radunovic Dainelli, Albertazzi, Marie Sainte Crescenzi, Danzi, Munari, Ragusa, Matos INDISPONIBILI Del Grosso, Elizalde

1Calaiò al debutto da titolare nella Salernitana 1Benevento in ansia per l’influenza di Insigne
Il Foggia a Padova senza Ranieri Il Padova non rischia: Mbakogu resta a casa
Lecce: Mancosu parte dalla panchina La Cremonese senza Arini a Cosenza
SABATO 16 FEBBRAIO 2019 LA GAZZETTA DELLO SPORT 31

SerieB LA SFIDA

fSPEZIA-VERONA ATTACCO
TOCCHI PER ZONA
ATTACCO
TOCCHI PER ZONA SULL’ALTALENA

BIDAOUI VS. LEE 1


15 36 50 35 70 74 44 51
5 15 14 17 16 44 41 46
4 13 17 33 25 57 12 11
1 8 21 18 13 25 21 8
4
3 Nesta scuote
il Perugia:
Due ali per volare
1 1 2 5 3 14 10 10 3 9 5 10 9 23 4 4

«Credo alla A»
2 1 1 6 2 8 5 16 3 5
2 1 2 1 1 2 9 4 1
1 1 2 10 5 7
Falzerano

Sprint e creatività PRESENZE PRESENZE

11
e Felicioli ok

per planare sulla A


15
MINUTI GIOCATI MINUTI GIOCATI

1Il belga dello Spezia ha imparato a graffiare, GOL


(2 di destro, 1 di sinistro)
GOL
(di destro)

il coreano di Verona è reduce dalla Coppa d’Asia


3 1 Alessandro Nesta, 42 LAPRESSE

co la porta», ha raccontato Totò dei due è abbastanza simile co­


Guglielmo Longhi Di Natale, collaboratore di Ma­ me numero di passaggi positivi media a partita media ruolo media a partita media ruolo Antonello Menconi
rino e allenatore degli attac­ e palloni recuperati. Bidaoui ne PERUGIA

A
ll’andata uno era in cam­ canti, sottolineando i grandi perde qualcuno in più, ma tira CROSS CROSS

B
po, l’altro stava in pan­ miglioramenti fatti negli ultimi più spesso in porta e da fuori. 1,13 0,55 rucia ancora il tonfo con
china. Uno segnava an­ mesi. Simili anche i compiti nel 4­3­3 0,82 0,82 il Palermo. Come pure
che se il suo gol sarebbe servito di Marino e Grosso, la differen­ non è stata dimenticata
soltanto ad alimentare le illu­ OCCASIONE Bidaoui ha gioca­ za (e non è poco) la fa lo stato DRIBBLING RIUSCITI DRIBBLING RIUSCITI la sconfitta dell’andata al Curi
sioni, l’altro guardava. Soufia­ to e segnato più di Lee (3 gol a di forma dello Spezia che è de­ 1,73 0,82 con il Carpi. Per questo Ales­
ne Bidaoui, belga­marocchino 1): i suoi movimenti sulla sini­ cisamente più alto di quello del sandro Nesta chiede al suo Pe­
dello Spezia e Lee Seung­Woo, stra sono imprevedibili, può Verona. Va considerato anche 0,59 0,59 rugia di «non accettare mai la
sudcoreano del Verona: s’in­ saltare l’uomo per provare il ti­ l’aspetto psicologico: l’Hellas VERTICALIZZAZIONI VERTICALIZZAZIONI
sconfitta» e di «giocare con la
croceranno sulla fascia domani ro col destro, il piede preferito non vince dal 27 dicembre, è rabbia e con la voglia di fare
sera e avranno poco tempo per o anche tentare nel mirino dei ti­ 4,47 7,09 quel pezzettino in più che è ne­
parlarsi anche se Lee mastica l’assist. Pure il fosi e forse gioca­ 3,77 3,77 cessario per ottenere sul cam­
italiano, spagnolo e catalano. sudcoreano gio­ LA CRESCITA re lontano dal po ciò che si deve meritare». Il
All’andata, finita 2­1 in rimon­ ca con i piedi in­ Di Natale ha limato Bentegodi po­ Soufiane tecnico degli umbri fa la conta
ta per l’Hellas, le loro squadre vertiti, è un man­ trebbe essere an­ Bidaoui, 28 dei punti conquistati ed è con­
stavano vivendo momenti di­ cino sulla destra i difetti di Bidaoui che un van­ anni LAPRESSE vinto che «per strada ne sono
versi rispetto a oggi: la gente e fa della velocità Dopo il torneo taggio. Per stati lasciati diversi. Non è più
del Bentegodi pensava che la l’arma migliore: continentale, Lee Bidaoui le l’ora di dire che si gioca bene
promozione diretta in A sareb­ l’esperienza in avrà più carica: cose sono ma poi si perdono le partite. A
be stata un traguardo possibile, coppa d’Asia, e Grosso ci crede diventate Carpi voglio vincere, anche se
la contestazione e il malumore poi, è stato un di­ molto più lo so che sarà una gara diffici­
erano nascosti come la polvere screto valore ag­ semplici: lui lissima e fastidiosa, visto il mo­
sotto il tappeto e sarebbero giunto. Ma ora viene il difficile: è stato il protagonista con do come giocano loro e per co­
esplosi un mese e mezzo più l’infortunio di Matos è un’op­ una doppietta del pirotecnico me giochiamo noi». Tra tutte le
tardi. Lo Spezia aveva avuto un portunità da non sciupare per 4­4 di Brescia mentre lo Spezia squadre di questa B secondo
inizio altalenante: due vittorie Lee. Che, come il rivale, drib­ è in serie positiva da 9 partite Nesta «solo il Brescia è superio­
(una proprio col Brescia) e due blomane lo è sempre stato, sin (4 vittorie e 5 pareggi), ha vin­ re a tutti. Contro di noi — am­
sconfitte. E Bidaoui aveva gio­ dai tempi del Barcellona che lo to bene a Cittadella con un gol mette — ha dato una grande
cato dall’inizio soltanto una ha acquistato nel 2011 per tes­ del redivivo Galabinov e anche dimostrazione di forza, ma per
volta, contro il Cittadella. Non serarlo solo 5 anni dopo per in casa contro il Venezia avreb­ il resto le differenze tra l’una e
aveva ancora fatto il salto di questioni burocratiche imposte be meritato i tre punti. «Non l’altra sono minime».
qualità. Sulla pagella della Gaz­ dalla Fifa e venderlo al Verona siamo obbligati a vincere, pen­
zetta non era andato oltre il 6. nel 2017. Lee ha sempre detto siamo a divertirci», ha detto in MODIFICHE La voglia di Serie
Giudizio: «Due fiammate, il che il suo obiettivo è, un gior­ settimana il d.g. Angelozzi. A a Perugia è rimasta intatta e
gol, poi basta: merita la suffi­ no, tornare al Barcellona, che Dobbiamo crederci? più di tutti ci crede lo stesso
cienza». «All’inizio vedeva po­ ha tenuto un diritto di recom­ © RIPRODUZIONE RISERVATA Nesta, che si ritiene «presun­

12 9
pra fino al termine della stagio­ tuoso per avere la convinzione
ne. Troppo ambizioso? Forse, di poter vincere sempre». Al
in ogni caso il ragazzo ha dimo­ «Cabassi» è pronto anche a
strato di avere idee chiare. E sa cambiare l’assetto della squa­
che la partita del Picco potreb­ dra, partendo dalla difesa
be essere la svolta del suo cam­ (dentro Felicioli «ma con Rosi
pionato visto che Matos starà ancora indietro dopo otto
fuori a lungo. Grosso, sempre mesi di inattività»), passan­
● I tiri nello specchio effettuati più a rischio, chiederà anche a ● I falli subiti da Lee in questo do per l’impiego di Falzera­
da Bidaoui in questa stagione. Il lui di raddrizzare la squadra in campionato. Il sudcoreano, no a centrocampo e rilan­
marocchino ha una percentuale un momento problematico. che ha infilato 11 presenze Seung-woo ciando il coreano Han in at­
realizzativa elevatissima visto finora, mediamente ne subisce Lee, 21 anni tacco al fianco di Melchiorri.
che con quelli ha segnato 3 gol MORALE ALTO Il rendimento 0,82 a partita. LIVERANI © RIPRODUZIONE RISERVATA