You are on page 1of 1

La leggenda dello Spaventapasseri

C'era una volta uno spaventapasseri solitario.

Lo spaventapasseri stava lavorando in un campo di grano ogni giorno e sembrava verso il cielo
e osservò i corvi con le piume viola volare attraverso i cieli, ma i corvi stavano arrivando.

Anche lo Spaventapasseri cercato di dare loro cibo, ma hanno rifiutato e lui non sapeva perché.

Una notte, dal cielo cade sui piedi spaventapasseri Corvo, Corvo aveva fame ed era cieco.

Spaventapasseri raccolse e ha deciso di prendersi cura di lui.

Dopo alcuni giorni il corvo cieco migliorata, e prima di lasciare lo Spaventapasseri chiesto perché
gli uccelli e spaventapasseri non potevano essere amici?

Il corvo risposto che era perché gli spaventapasseri erano creature del male.
e il suo compito era quello di spaventare gli uccelli.

Spaventapasseri e corvo conversavano, lo Spaventapasseri gli ha detto quello che era e


conoscendo il corvo fuggì, lasciandolo solo di nuovo.

Lo spaventapasseri era triste e andò al contadino e gli ha chiesto di cambiare il suo ufficio per
avere amici, il contadino terrorizzato corse a dire ai suoi vicini che la sua spaventapasseri aveva
la vita ed era il diavolo.

Allora tutta la gente del paese è andato a bruciare, lo Spaventapasseri, dopo che attraversa la
campagna, si chiuse in un vecchio mulino dove è stato raggiunto.

Il corvo cieco sapeva quello che stava succedendo e ha detto agli altri corvi, che lo
Spaventapasseri aveva fatto per lui, sono stati toccati e voleva aiutarlo, ma era troppo tardi
perché gli abitanti del villaggio avevano bruciato il mulino con spaventapasseri all'interno.

All'alba, tutti i corvi, che erano rimasti, guardato come le ceneri volavano nel vento.

Gli uccelli volavano insieme con le ceneri disperdendoli, e così lo spaventapasseri mai essere di
nuovo sola.

E in memoria della sua morte, si dice che i corvi hanno deciso di vestirsi a lutto ed è per questo
che oggi tutti i corvi sono neri.

Fin.