You are on page 1of 8

PERIODICO DI CULTURA NEO-ILLUMINISTA

NUMERO 30 GIUGNO 2019 (ANNO XIII N.2)


w w w.c iv i l t a l a ica.it
Alessandro Chiometti

SON QUESTIONI CHE INTERESSANO


A POCHI
Sedicimila. Più o meno. Perché l’amore e il riconoscimento giu-
Sedicimila persone in poco più di due ridico di questo non è scontato.
anni dall’entrata in vigore della legge Perché non esisteva discriminazione in
Cirinnà hanno sottoscritto la loro unio- quanto neanche agli eterosessuali è consen-
ne civile davanti ad un pubblico funzio- tito sposare un omosessuale.[1]
nario. Sedicimila persone ovvero otto- Perché è abominio, lo dice la Sacra Bib-
mila coppie. bia versione CEI nel libro dove viene
PROPRIETARIO ED EDITORE E i “soliti” continuano a dire che sono fissato anche il prezzo per la vendita di
Associazione Culturale Civiltà Laica, pochi. tua figlia come schiava. [2]
Via Carrara, 6 - 05100 Terni
e-mail: redazione@civiltalaica.it Probabilmente bisognerebbe dare il Perché è contro la legge naturale, la
via ad un’indagine medico-psichiatrica legge di quella natura che mostra l’o-
DIRETTORE RESPONSABILE specifica per capire di che male soffre mosessualità come caratteristica pre-
Marco Vulcano chi ha tanto a cuore i diritti di qualche sente in ogni specie animale studiata.
COMITATO DI REDAZIONE
cellula (gli embrioni) ma sfotte con (Mentre l’omofobia è presente solo nel-
noncuranza e totale assenza di empatia la razza umana).
Stefania Paolucci, Alessandro Gentiletti,
Alessandro Petrucci, Silvia Menecali, la discriminazione in cui sono state te- Perché come dicevano in prima serata
Federico Piccirillo, Francesco Saverio Paoletti,​ nute almeno sedicimila persone fino a in diretta tv dal loro convegno, quelli
Marcello Ricci, Massimiliano Agostini, due anni fa nel suo paese. come loro che difendono la vita non gli
Alessandro Chiometti, Valentina della Bella​,
Massimilano Brasile Discriminazione sancita in ogni ambito permettono di fare i convegni e non li
legislativo europeo con numerose sen- fanno parlare in tv.
Stampato per l’Ass. Cult. Civiltà Laica tenze che condannavano l’Italia per la Sinceramente di fronte allo show che
da IRIS G.T.F.C. srl Narni Scalo (TR) discriminazione delle coppie omoses- abbiamo visto in quei giorni del WCF di
Autorizzazione del Tribunale di Terni suali. Verona c’è poco da commentare. Anzi
n. 03/07 dell/8 Marzo 2007
Ora che alla legge Cirinnà manchi alme- vi invitiamo a reperire ed ascoltare le
no il pezzo fondamentale della stepchild loro interviste e le loro dichiarazioni
GRAFICA adoption (adozione del figlio del par- sul web e in modo da capire che mondo
Katapulta Design di Agnieszka Goclowska
tner) per avere il minimo (davvero il hanno in mente costoro e quanto quel
http://katapultadesign.eu
minimo) dei diritti per dire che sia una mondo sia incopatibile con la democra-
legge civile lo sappiamo. Ma di certo è zia.
stato un primo passo verso l’orizzonte Ma noi, certi che il mondo vada comun-
di una piena eguaglianza di diritti per que avanti, dedichiamo a costoro gli
le coppie omosessuali nel nostro paese. inevitabili versi che pur datati nel 1966
Ottomila coppie e sedicimila persone. restano sempre attuali. Preoccupante-
E quindi sedicimila famiglie di origine. mente attuali .
Madri, padri fratelli e sorelle che non Vecchia piccola borghesia per piccina che
IMMAGINE IN COPERTINA
Katapulta Design ne potevano più di vedere i loro cari tu sia/ non so dire se fai più rabbia, pena,
trattati come esseri inferiori perché di schifo o malinconia/ Sei contenta se un la-
certe cose nel nostro paese non s’ha da dro muore, se si arresta una puttana/ se la
parlare. parrocchia del Sacro Cuore acquista una
Stando alle dichiarazioni rilasciate da- nuova campana/ […] E la domenica, vestita
gli esponenti del sedicente “movimen- a festa, con i capifamiglia in testa, ti raduni
to per la vita “e dei suoi referenti politi- nelle tue chiese, in ogni città, in ogni pae-
ci in quel fantastico evento umoristico se./ Presti ascolto all’omelia rinunciando
che è stato il World Congress Family all’osteria/ così grigia così per bene porti
di Verona, questa legge va cancellata a spasso le tue catene. […] Godi quando gli
e ripristinata la situazione precedente anormali sono trattati da criminali/ chiu-
per tante ragioni “logiche” e “laiche” deresti in manicomio tutti gli zingari e gli
dicono loro. intellettuali/ ami ordine e
Perché certe cose le fai a casa tua.
Perché i desideri non sono diritti.
disciplina, adori la tua po-
lizia/ tranne quando deve
indagare su un bilancio fal-
3 pagina
Ilaria Alleva

SOLO UNA STORIA D’AMORE


UN FANTASY PROGRESSISTA
a vivere una sessualità libera dal pregiudizio,
così come non hanno problemi quelli che gli
stanno intorno, i quali, sebbene vivano la di-
scriminazione razziale, non danno alcun giu-
dizio sulla relazione di Nathan e Gabriel. Ed è
proprio questo il punto: non si parla affatto di
relazione omosessuale, la parola omosessuale
non è mai nemmeno menzionata; semplice-
mente si parla di una relazione. Sally Green
induce il lettore ad assumere un punto di vista
che dovrebbe diventare acquisito nel quotidia-
no: non pone l’accento sul fatto che la storia
d’amore racconti un amore omosessuale, non
si tratta di essere innamorati di un uomo o di
una donna; racconta invece la storia di due
persone innamorate. Semplicemente due per-
sone. Ed è una storia d’amore a tutti gli effetti,
È passato qualche anno ormai dall’uscita dell’ultimo volu- con i dubbi e i turbamenti tipici, con i drammi e le tenerezze
me della saga fantasy Half Life (composta da Half Bad, Half che fanno parte di qualsiasi relazione, ma viene normalizza-
Wild e Half Lost), dell’autrice inglese Sally Green. Se in In- ta, interiorizzata con una naturalezza che purtroppo ancora
ghilterra i libri hanno spopolato, in Italia sono molto diffi- non ci appartiene. L’autrice rompe il tabù senza nemmeno
cili da trovare, ma la cosa non sorprende: l’autrice fa una presentarlo come tale, ma anzi, assume una posizione che
critica feroce della società e degli orrori del razzismo - e lo dovrebbe essere quella dell’intera società nel 2019: consi-
fa in maniera piuttosto esplicita, parlando di Incanti Bianchi derare l’amore omosessuale come qualsiasi altro, non più o
e Incanti Neri, dove i primi dominano sui secondi con una meno importante, non più o meno discusso, ma un rapporto
crudeltà aspra e mai edulcorata - ma affronta un altro tema, che ormai è universalmente accettato in quanto considera
quello dell’omosessualità, con una prospettiva progressista le persone che lo compongono come tali e non per il loro
che non è ancora universalmente acquisita (e che purtroppo orientamento sessuale in un senso o nell’altro.
sembra ben lontana dall’esserlo).
E invece la realtà è ancora molto frammentaria sull’argo-
Sebbene il protagonista, Nathan Byrn, figlio di un Incanto mento, si deve ancora combattere per i diritti degli omoses-
Bianco e un Incanto Nero, si ritrovi a sperimentare la tri- suali, ci si arroga ancora il diritto di giudicarli in nome di
ste condizione di chi appartiene a due mondi ma non è ac- una morale o di una religione dettata dalle nostre idee, non
cettato da nessuno dei due, ciò che gli viene risparmiato è universalmente valida; è paradossale che in un mondo sem-
il disagio della discriminazione sessuale: se inizialmente pre più guidato dall’odio si debba lottare per lasciare che le
è innamorato della ragazza con cui è cresciuto, il grande persone si amino. Spero che un giorno si potranno leggere
amore della sua vita si rivelerà essere il suo migliore amico, più storie d’amore con l’occhio arguto di Sally Green, senza
Gabriel. Nathan vive questo rapporto con una serenità che pregiudizio e senza che la cosa ci sorprenda. 
purtroppo nel mondo reale è spesso messa in difficoltà dalla
società circostante. Il protagonista non ha alcun problema

limentare./[…] Perché non è scontato il rico-

2 da p.
noscimento giuridico dell’amore/ chi lo fa per
più di due ore, chi lo fa in maniera strana / Di
disgrazie puoi averne tante, per esempio una
[1] L’indimenticabile Michele Spina su “L’intellettuale Dissidente” a
Ottobre 2015.
[2] Levitico 18:22 per l’omosessualità abominevole, Esodo 21:7 per le
figlia artista / oppure un figlio commerciante modalità di vendita dlele figlie come schiave.
o, peggio ancora, comunista./Vecchia piccola borghesia, vec-
chia gente di casa mia, per piccina che tu sia, il vento un gior- [3] Claudio Lolli, Borghesia. Nei concerti più recenti il cantautore
no (forse) ti spazzerà via.[3]  (scomparso nel 2018) aggiungeva al suo testo la parola “forse” alla strofa
finale non avendo più l’ottimismo dei suoi sedici anni, età in cui compose
la canzone.

Civiltà Laica Numero 30 3


Silvia Menecali

Esiste la libertà di discriminare?

Il World Congress of Families (29-31 marzo 2019, Verona) ha ta dalla mia, ma io non capisco proprio dove risieda la logica di
di recente chiamato a raccolta tutti coloro che non voglio- queste affermazioni, quindi ho espresso la mia opinione.
no proprio saperne di riconoscere all’umanità il diritto di Quindi tu volevi semplicemente far notare che le cosid-
scegliere come e con chi formare una famiglia, in barba al dette “famiglie arcobaleno” nulla tolgono all’idea di fa-
principio per cui uomini e donne possono determinarsi li- miglia tradizionale.
beramente in uno Stato che garantisca loro il diritto di farlo. Esattamente. Peraltro, dato che fu proprio l’assessore Cecconi a
Tra gli interventi a sostegno di questa smaccata intolleran- chiedere la mia amicizia su Facebook, ho pensato di poter tran-
za alla diversità spicca quello di Giorgia Meloni, Presiden- quillamente fare quello che faccio con le persone con cui mi in-
te del Partito Fratelli d’Italia, la quale, dopo aver sostenuto terfaccio sui social: confrontarmi. Ma l’assessore ha risposto che
che la libertà di non unirsi in matrimonio e procreare al di le mie erano “balle”, per poi partecipare a una serie di commenti
fuori di esso comporta la piena responsabilità di non rice- di basso profilo e omofobi, con battute ed emoticon sia da parte
vere il sostegno dello Stato, perché «ogni capriccio non può sua che di una sua sostenitrice. Mi sono sentito davvero bulliz-
diventare un diritto» (dunque per lei l’autodeterminazione zato. Sinceramente, non immaginavo che potesse accadere una
è un capriccio), ha affermato convinta che oggi sono sotto simile cosa.
attacco l’identità nazionale, religiosa, di genere e familiare, Quei commenti offensivi, di cui il nostro sito ha pubbli-
perché «ognuno di noi ha un codice genetico unico ed irri- cato un estratto, sono stati anche oggetto di una interro-
petibile e questo, piaccia o no, ha del sacro. E noi lo difende- gazione comunale presentata dal consigliere Gentiletti e
remo, insieme a Dio, patria e famiglia, che fanno tanto schifo sostenuta dai consiglieri di minoranza Filipponi, Angelet-
a qualcuno». ti e Simonetti, alla quale l’assessore Cecconi ha risposto il
Parole che non potevano restare inosservate, tant’è che an- 9 maggio scorso.
che l’assessore alle politiche sociali del Comune di Terni, All’inizio l’interrogazione mi ha sorpreso, poiché per me era
Marco Celestino Cecconi, ha voluto comunicare la sua par- una cosa nuova. Mi è stato anche chiesto se potevo essere ci-
tecipazione al Congresso proprio attraverso la condivisione tato e sono stato d’accordo, l’ho sentita come un’occasione per
sulla sua pagina Facebook del video di quell’intervento. affrontare questa tematica per me e chiunque altro/a, dando
Andrea Pastore, 30 anni, che quell’intervento lo aveva già visibilità all’accaduto.
ascoltato, ha sentito di dover intervenire e Civiltà Laica gli Nell’interrogazione Gentiletti ha chiesto spiegazioni sul-
ha chiesto il motivo. la mancata firma, da parte del Comune di Terni, del Pro-
tocollo Regionale contro l’Omofobia che prevede, tra le altre
Perché hai ritenuto di intervenire in una discussione pub- misure, la promozione di una formazione adeguata ed integra-
blica proprio rispetto a quel video? ta rivolta al personale della scuola, a studenti e famiglie, agli
Io sono gay, e l’intervento di Giorgia Meloni, mi riguarda in pri- operatori e alle operatrici dei servizi sociali e sanitari e delle
ma persona. Ho voluto aprire una riflessione sul fatto che io non forze dell’ordine, nonché il sostegno e la valorizzazione delle
sono un nemico della famiglia tradizionale, ma chiedo di affian- capacità di autoaffermazione e sicurezza di sé delle persone e
care ad essa un altro modello di famiglia che rappresenta anche degli studenti. Cecconi ha risposto che il Comune di Terni non
me, la mia libertà in quanto persona omosessuale. Sono queste le è l’unico a non aver firmato il protocollo, che si è ritenuto non
libertà che vengono attaccate, poiché viste nemiche del model- corretto parlare di sessualità nelle scuole e che il concetto di
lo tradizionale di famiglia. Io ho semplicemente chiesto perché famiglia a cui si ispira la Giunta è quello da lui esposto, aggiun-
se Cecconi e il suo partito sostengono un modello di famiglia, gendo che quella di essere gay è una mia “scelta”. Quando sono
dovrebbero poi imporlo a tutti e tutte negandone altri. Giorgia andato il Consiglio Comunale per ascoltare quanto avesse da
Meloni ha parlato di una “battaglia” per difendere la famiglia dire in merito l’Assessore mi sono anche imbattuto nella signo-
tradizionale, come se la sua idea di famiglia possa essere distrut- ra che mi insultava sul profilo Facebook di Cecconi, la quale mi

4 Civiltà Laica Numero 30


ha strattonato per un braccio portandomi verso l’uscita, ac- Mostri una grande pacatezza di fronte all’atteggiamento
compagnata dal figlio. La signora pretendeva addirittura delle di Cecconi nonostante proprio simili comportamenti ab-
scuse da me e il figlio mi ha minacciato che sarebbe passato biano pesantemente condizionato la tua vita.
alle mani. Una situazione paradossale che si è conclusa con la Ho deciso di non nascondermi alla mia famiglia quando ho pro-
signora che andando via mi ha gridato “oltre che gay, sei anche vato l’emozione di baciare un ragazzo, casualmente ad una fe-
maleducato!”. sta, e dopo aver baciato una ragazza. Nel confronto diretto ho
Questi due ultimi particolari, ovvero la minaccia e la frase avuto la possibilità di entrare in contatto con le mie emozioni
pronunciata dalla signora all’interno di una sede istitu- e ho scelto di non privarmene più. Poi ho avuto una relazione
zionale, esemplificano bene lo sdoganamento di una cul- con un ragazzo e ho deciso di non mentire più alla mia famiglia,
tura violenta ed omofoba. Proprio Alessandro Gentiletti proprio per il grande valore che ho sempre dato ai rapporti fa-
ha affermato che i rappresentanti pubblici hanno una miliari. Mi sono dichiarato, prima con mia sorella, dopo alcuni
grande responsabilità nell’uso delle parole perché posso- mesi con i miei. Mi sono sentito sollevato, mi sono tolto una
no fare la differenza nella vita delle persone. In che modo grande macigno. Ma non è stato subito facile.
le parole hanno fatto la differenza nella tua vita? Qualcuno ti ha mai proposto di curarti dall’omosessuali-
Io ho scelto molto tempo fa di non lasciare che l’ignoranza e i tà?
pregiudizi altrui condizionassero la mia vita, perché per tanta Si, mio padre. È stata una reazione spontanea. Ma io ho avuto
parte della mia vita ho rinunciato ad essere me. Se fosse esisti- la costanza di parlare con lui, perché ho capito che la stessa in-
to un protocollo contro l’omofobia sicuramente avrei vissuto formazione che era mancata a me, a maggior ragione era man-
con molta più serenità il fatto di essere gay e sarei cresciuto in cata a lui, che mi chiedeva di provare a risolvere il problema.
un contesto scolastico, sociale e familiare nel quale non avrei Io gli ho spiegato che non c’era qualcosa che io potessi o do-
dovuto nascondermi per paura di ferire, o di essere ferito, o vessi risolvere, perché ero io. Il nostro dialogo ha aiutato mio
peggio bullizzato. padre a costruire una sensibilità ed una consapevolezza che ci
Quando ho iniziato a fare i conti con i miei desideri, con la mia ha avvicinati. Mia madre ha avuto paura, è stata assalita dalla
sessualità, con il fatto che ero attratto dai ragazzi e non dalle preoccupazione di avere un figlio gay in una società come la
ragazze, ho provato dolore nell’accettarmi, non tanto per me nostra, la stessa paura che avevo avuto io. Poi si è scusata con
stesso: il problema era legato al mondo fuori da me. Sentivo me perché anche lei aveva associato la mia omosessualità alla
parlare delle persone omosessuali come pervertite, contro na- sua impossibilità di diventare nonna, ed aveva perso di vista il
tura, sbagliate. Gli aggettivi riferiti alla mia sessualità erano fatto di essere prima di tutto madre. Tanto che ora è molto più
utilizzati per offendere la virilità degli uomini. Tutto questo attivista di me, frequenta Agedo, mi ha accompagnato ai Pride
riguardava me in prima persona. ed è venuta a ballare con me in una discoteca gay, osservando
Cosa ha positivamente influenzato la tua esperienza? come ciò che parte della società definisce perversione sia inve-
ce assolutamente naturale. Ha potuto riflettere sul fatto che
Crescendo ho iniziato ad informarmi, ma ci ho messo un po’: dai non sempre si possono vivere le relazioni come tutte le persone
16 ai 19 anni è stato tutto molto complicato. Immagina cosa vo-
etero, e sull’ingiustizia di doverlo fare in luoghi “protetti”.
glia dire avere i problemi sentimentali che tutti e tutte hanno,
ma non poterne parlare, non poter trovare confronto e conforto Ti è mai successo che qualcuno manifestasse fastidio per
nelle persone a cui vuoi bene, negli amici. Per me è stato impor- questo?
tante iniziare a studiare a Roma, dove ho conosciuto il Gay Pri- Si, una volta un uomo si è avvicinato mentre mi baciavo con un
de e le associazioni LGBTQ, contesti in cui finalmente ho potuto ragazzo, e ci ha chiesto di smettere o andare da un’altra parte
condividere un vissuto e crescere, informarmi, avendo la possi- perché a lui dava fastidio. Io ho pensato “ma se gli da fastidio,
bilità di parlare di famiglie arcobaleno. perché non se ne va lui?”. Questo è l’atteggiamento che mi fa
rabbia, lo stesso dell’assessore Cecconi e della signora che lo ha
L’Assessore Cecconi chiama la tua “una scelta”, cosa pensi spalleggiato nei commenti sui social: queste persone si sentono
di questo? in diritto di condizionare la mia vita in base ai loro pregiudizi.
Io sono me stesso, come tutti e tutte, con i miei desideri, la mia
Cosa c’è dietro questo atteggiamento per te?
natura. Una scelta l’ho fatta però: ho scelto di non soffrire più.
Perché per me questa quotidiana autocensura costituiva un do- L’ignoranza e l’idea che questi atteggiamenti siano leciti per
lore insopportabile. Sono arrivato a meditare il suicidio più di motivi religiosi o politici. In tutto questo, l’assessore Cecconi,
una volta, a causa dei comportamenti e delle stesse parole che grande sostenitore dei valori tradizionali, non mi ha neanche
non ci si dovrebbe aspettare da un rappresentante delle istitu- chiesto scusa, gesto semplicissimo e doveroso verso un cittadi-
zioni. Queste cose mi fanno rabbia perché purtoppo molte per- no che manifesta disagio per il suo comportamento. Nonostan-
sone invece portano a termine il pensiero suicidario e questa te le imbarazzanti posizioni istituzionali, vedo però che c’è una
è una realtà con cui deve fare i conti chi definisce le persone società civile in movimento, genitori responsabili che scelgo-
LGBTQ “contro natura” e nemiche di un ordine che loro dan- no di mostrare ai figli una realtà priva di pregiudizi, la volontà
no per inviolabile. Ci sono ancora molte persone, magari ancora di non indietreggiare di fronte a quella “guerra” alla diversità
minorenni o poco più che maggiorenni, che trovano difficoltà a che, tra i tanti, Giorgia Meloni dice di voler fare. Io continuerò
dichiarare il proprio orientamento sessuale, quindi trovo il ruo- a combattere attraverso il confronto, con assertività, facendo
lo educativo delle istituzioni di centrale importanza. L’atteggia- valere la mia libertà di essere me stesso e vivere la mia vita pre-
mento manifestato dall’Assessore legittima l’omofobia. tendendo il pieno riconoscimento dei miei diritti. E continuerò
Per quanto sostenga che il suo profilo è personale, lui è un perso- a raccontare la mia storia, perché altre persone possano sce-
naggio pubblico, e come tale dovrebbe comportarsi. gliere come me di non soffrire a causa dell’ignoranza.

Civiltà Laica Numero 30 5


Paola Samaritani

L’arte di essere sè

“Una variante del comportamento umano”, così il 17 Maggio l ‘amore tra persone dello stesso sesso e spiegavano come
1990 l’OMS definì l’omosessualità , togliendola definitiva- tali pratiche fossero ritenute “normali”. Ben presto la libertà
mente dall’elenco delle malattie mentali. sessuale greca coinvolse anche il mondo romano e questo lo
Tra gli anni ’70 e ’80 l’omosessualità era annoverata tra i “di- dimostrano Cicerone, Marziale, Giovenale che nei loro scrit-
sturbi mentali non psicotici”, questa teoria, ancora lontana ti ci lasciano la testimonianza di matrimoni gay e rapporti
dal superamento dell’idea di patologia, venne superata alla omosessuali.
fine degli anni ’80 , quando si giunse al pensiero odierno che Per vedere con i vostri occhi che, quello che scrivo, è vero
ritiene l’omosessualità una variante del comportamento basta farsi un giro a Pompei , dove sono stati ritrovati af-
umano. freschi e sculture con temi espliciti di abbracci e rapporti
Che i tempi siano cambiati ne è dimostrazione anche la no- sessuali tra uomini. Un esempio fra tutti sono i ritrovamenti
mina di Milovan Farronato come curatore del padiglione fatti nelle Casa del Criptoportico dove si vedono due uomini
italiano all’interno della Biennale di Venezia 2019. Nessun che si abbracciano teneramente.
giudizio, nessuna polemica ma che lui abbia scelto di essere Altro esempio esemplificativo è La “coppa Warren”, realiz-
se stesso non c’è alcuna ombra di dubbio. E nonostante la zata in argento tra il 5 e il 15 D.C., rappresenta l’apice dell’i-
gaffe: “ lei, pardon, lui” dell’assessore regionale dell’istru- conografia erotica omosessuale dell’antica Roma. Sui lati di
zione (ma anche delle pari opportunità) del Veneto Elena questa coppa vengono rappresentate due scene che addirit-
Donazzan, dimostri ancora quanta strada c’è da fare nel non tura per noi, abituati a you porn, sarebbero ritenute “osè”.
sogghignare di fronte alle scelte sessuali di ognuno di noi, La prima rappresenta un uomo che pratica sesso anale con
credo che non ci sia nulla di male nell’essere se stessi e nel un altro. Sull’altro lato invece un uomo viene rappresentato
voler essere valutati per le proprie capacità umane e intel- mentre consuma l’atto sessuale con un giovinetto .
lettuali.
Queste e molte altre testimonianze dimostrano come non ci
Ma facciamo un passo indietro e cerchiamo di capire come fosse nessun pregiudizio nei confronti dell’amore omoses-
il mondo dell’arte e alcuni artisti abbiano affrontato il tema suale.
dell’omosessualità nei vari periodi storici.
Tutto prende una piega diversa con la diffusione dei valori
Nell’antichità greco-romano non faceva nessuno scandalo cristiani in tutto il mondo. Il cristianesimo vede l’omoses-
scegliere come partner una persona dello stesso sesso, anzi sualità come una deviazione del comportamento umano,
alle volte era considerato quasi un rito di passaggio. Questi un peccato che impedirebbe agli uomini che lo praticano
fenomeni, testimoniati da molte raffigurazioni, erano con- di entrare nelle “simpatie” di Dio. Cosi per molto tempo, e
sueti ed erano basati su connessioni mentali e culturali con per alcuni aspetti anche oggi, quella religione che predica il
la persona, non c’era nessuna perversione. perdono, la comprensione, l’inclusione in tutte le sue forme
Erodoto, Platone e molti altri hanno esplorato nei loro scritti ha impedito a molti uomini di accettarsi per come sono e di

6 Civiltà Laica Numero 30


sentirsi parte di una comunità. fossero aperte le porte di una gabbia da troppi anni chiusa,
Piano piano questa idea di omosessualità, intesa come qual- è come se l’ostentazione di se stessi fosse una necessità im-
cosa di deviato rispetto alla “normalità”, ha preso piede non prescindibile. L’omosessualità comincia ad essere decrimi-
solo tra i credenti ma un po’ in tutti, diventando un valore nalizzata.
condiviso in moltissime tipologie di società. Sono periodi di grandi eccessi, di sperimentazione, sono
Nei secoli l’arte ha continuato ad affrontare tale tema e lo ha anni in cui il tormento interiore trova sfogo in un’ostenta-
fatto in modo diverso, a volte esaltandola e ostentandola e zione del sé assoluta senza barriere, senza filtri.
alle volte mettendo in luce il travaglio di chi la vive. Negli anni ’80 Il mondo omosessuale si comincia a far sen-
Uno degli artisti più interessanti della seconda metà del No- tire in modo netto e chiaro come dimostrano le opere dello
vecento è sicuramente Francis Bacon street-artist Keith Haring. Haring nelle sue opere grida al
mondo intero di essere gay e comincia ad affrontare, senza
Nato a Dublino da genitori inglesi, Bacon dichiara fin da gio-
mezzi termini, la pericolosità dell’AIDS. Sono esemplari le
vane la sua omosessualità e il suo amore per gli abiti fem-
sue opere “ Safe Sex” e “Ignorance –fear”, dove i suoi tipici
minili, ed è per questo che verrà ripudiato dalla famiglia
omini stilizzati inneggiano ad un sesso libero e consapevole.
all’età di 16 anni. Così giovane inizia a viaggiare per l ‘Euro-
pa, Londra, Berlino, Parigi, Da quanto emerge da questo
New York sono solo alcune breve excursus potremmo
delle sue tappe principali. pensare che l’argomento omo-
E’ in una di queste città sessualità sia, ormai, comple-
che conosce l’arte di Picas- tamente libero da pregiudizi
so e ne rimane folgorato sia nell’arte che nella società.
a tal punto da decidere di E invece non direi proprio. Nel
intraprendere la carriera mondo dell’arte ancora creano
artistica. scandalo le opere di nudo ma-
schile di Bruce La Bruce o le
La sua vita sarà costellata
stanze di Lovett –Codagnone
di eccessi, e si consumerà
dove lo stereotipo gay, fatto di
tra alcool, gioco d’azzardo
trasgressione e malizia, la fa da
e forti passioni amorose.
padrone. Nelle loro opere c’è
Questo suo modo così pas- un’esasperazione del mondo
sionale, tormentato e a gay, troviamo foto di atti ses-
tratti folle di approcciare suali espliciti, frustini, tacchi
la vita sarà rispecchiato to- a spillo che nell’immaginario
talmente dal suo modo di collettivo costituisce l’idea del
fare arte, arte e vita in lui mondo gay. Ma tutto ciò nella
si fondono in un connubio vita reale diventa assurdo, non
che mostra la desolazione esistono gay che passano gior-
esistenziale e al contempo nate in tacchi a spillo e frusti-
la catarsi. Un’arte fatta di ni, non esistono gay che non
figure deformate, di volti si scontrano con le difficoltà
desolati, di carni esposte quotidiane come noi. Ed ecco,
come carcasse di animali all’improvviso opere che sem-
e urla, quasi ancestrali, di brano solo l’esaltazione dell’e-
uomini che sembrano im- stetica gay possono essere interpretate anche come una sot-
prigionati nella tela. Sesso, erotismo, amore e travaglio inte- tile critica a degli stereotipi odierni.
riore saranno le tematiche che emergeranno dai suoi dipinti.
Siamo partiti dal mondo greco-romano e siamo arrivati a
Il suo tormento sessuale e amoroso emerge chiaro in ope- parlare dei giorni nostri. Ora la domanda viene spontanea:”
re come il trittico di George Dyer (1963), dove il volto del in un secolo in cui si parla tanto di libertà, di apertura menta-
suo amante viene completamente deformato e sembra quasi le come elemento essenziale per essere “giudicati per bene”
esplodere in faccia allo spettatore. chi riesce a comprendere ed emozionarsi senza pregiudizi
Negli anni saranno più di 40 i ritratti che avranno come sog- di fronte a un’opera d’arte che grida il pensiero di colui che
getto il suo amato e in tutti si vede questa volontà del pitto- l’ha creata?” 
re di smembrare la figura umana quasi a voler andare più a
fondo, per indagare quel tormento interiore che, se da un
lato è insito in tutti noi, dall’altro è ciò che noi riversiamo
sull’altra persona. Immagini: Fotografo:
Francis Bacon - Three Studies for Figures at Centralasian
Il modo di vedere la sessualità cambia inesorabilmente con
the Base of a Crucifixion (1944) flickr.com
l’avvento negli anni ’70 della rivoluzione sessuale. Con la li- Francis Bacon - Triptych, Left Panel (1981)
bertà sessuale e con la conquista di alcuni diritti è come se si

Civiltà Laica Numero 30 7


Un sonetto da lontano
Alla fine sei giunto da lontano,
mi hai rapito e mi hai preso per mano,
all’inizio ti ho seguito pian piano
ma mi son fatto prendere la mano.

A volte mi sono sentito strano,


ma davvero non c’è niente di strano:
io lo so che il nostro è un amore sano.
E non mi importa se gli altri parlano

sparlano, giudicano o guardano:


voglio solo che mi porti lontano.
E mentre i tuoi occhi suonano il piano

vieni qui e siediti sul divano;


baciami forte e prendimi per mano:
dimmi che m’ami, ma dimmelo piano...

Michael Crisantemi,”Dimmi che m’ami ma dimmelo piano”


Octopus Edizioni, 2015