You are on page 1of 2

NOMEPAGINA: ENTILOCALI EL1IN NAZ XX 18/07/08 Autore: APALMIERI Data e Ora di stampa: 18/07/08 15.

01 Colore:

MODERNIZZAZIONE

Intranet, così il Veneto aggiorna la bacheca


di Dario Fonzo

Con lo sviluppo I vantaggi


L
e intranet stanno cam-
biando; del resto inter-
della nuova piattaforma net sta cambiando. La
rivoluzione del web 2.0 Minore circolazione di documenti cartacei
di comunicazione interna non poteva non interessa-
basata sulla Rete re questo importante e
spesso sotto-utilizzato
Diminuzione dell’uso della posta elettronica per lo scambio documentale

la Regione ha ottenuto strumento di comunicazio- Facilitazione nella comunicazione orizzontale via Instant Messenger
ne interna. Le nuove intra-
maggiore collaborazione net, quelle 2.0, si stanno Aumento del coinvolgimento e della collaborazione tra dipendenti e valorizzazione delle
trasformando da veicolo competenze individuali e di gruppo
tra i propri dipendenti, di presentazione di avvisi
Disponibilità dell’archivio documentale per il lavoro in mobilità
migliore condivisione a piattaforma per lo scam-
bio di comunicazioni e
delle informazioni, per la collaborazione e Possibilità di personalizzare aree omogenee di lavoro con contenuti e strumenti di terze
parti
l’innovazione; uno stru-
velocità nella gestione mento di comunicazione Possibilità di definire una tassonomia e un workflow per ogni procedimento amministrativo
dei procedimenti trasversale, dall’alto in
basso, dal basso in alto, e Semplicità nella gestione dei profili utente
e coinvolgimento dei orizzontale.
In pochi anni le tristi
funzionari nei processi “bacheche elettroniche” Ÿ Il web come piattaforma modalità di interazione
per pubblicare con la rete.
organizzativi. Le ragioni si stanno evolvendo in
piattaforme ricche di nuo- - La vera rivoluzione è
IL CASO VENETO
di un successo ve tecnologie come RSS, nella partecipazione atti-
va dei cittadini alla rete. Anche la Pubblica ammi-
wiki e blog. L’evoluzione
Milioni di persone non si nistrazione sta sempre più
in atto segue le direttrici
principali della filosofia limitano più a leggere il aprendosi a questi nuovi
2.0: web, ma partecipano in scenari e alcuni Enti stan-
Ÿ Il web come spazio colla- prima persona alla scrit- no realizzando piattafor-
borativo tura e al publishing. me intranet destinate a di-
- Insieme è meglio. Spes- Blog, wiki, social pendenti e collaboratori,
so i processi di lavoro networks e podcasting ispirate al web 2.0. L’idea
condivisi tra più persone consentono a ciascuno di di fondo è che in un mon-
raggiungono standard pubblicare ciò che vuole. do che cambia così veloce-
qualitativi più elevati. Di- Questo nuovo paradigma mente e che trasferisce
versi servizi web facilita- dell’informazione crea una quota sempre più con-
no l’approccio collabora- innovazione, ricombinan- sistente di attività sul
tivo. I social book- do le esigenze individua- web, anche gli enti pubbli-
marking come del.icio. li in processi di collabo- ci devono rapidamente fa-
us, permettono, ad esem- razione. miliarizzare con i servizi
pio, agli utenti di carica- La maniera stessa di frui- e le tecnologie più avanza-
re in maniera indipenden- zione è cambiata: RSS e te, e il modo migliore è
te e “taggare” gli indiriz- mash-up consentono di quello di adottarli nei pro-
zi preferiti e condivider- personalizzazione i pro- pri processi di lavoro quo-
li; cessi di navigazione e le tidiani.

XX LUGLIO 2008
NOMEPAGINA: ENTILOCALI EL1IN NAZ XXI 18/07/08 Autore: APALMIERI Data e Ora di stampa: 18/07/08 15.01 Colore

MODERNIZZAZIONE

Un progetto estremamen-
te interessante è la Intra-
L’open source
net realizzata dalla Regio-
ne Veneto, una della mag-
giori Regioni italiane per P er le Pubbliche amministrazioni, specie
quelle di medie e piccole dimensioni,
può essere utile valutare la possibilità di
un ambito riservato.
Google Apps permette quindi di gestire una
Internet parallela, il cui accesso è limitato
numero di abitanti e capa-
creare una Intranet 2.0 con applicativi solo alle persone registrate dall’amministra-
cità economica e produtti-
open source (termine inglese che significa tore di sistema. Grazie alle applicazioni
va, con oltre 3.500 i dipen- sorgente aperto; secondo Wikipedia indica disponibili, si possono creare wiki-pagine,
denti dislocati su 70 sedi in particolare un software rilasciato con un gestire documentazione, gestire attività e
territoriali. tipo di licenza per la quale il codice sorgen- scadenze dei collaboratori, importare wid-
La nuova Rete intranet re- te è lasciato alla disponibilità di eventuali get di ogni tipo, gestire blog e personaliz-
gionale risponde alla ne- sviluppatori, in modo che con la collabora- zare i layout, tutto senza conoscere una
cessità di maggiore colla- zione (in genere libera e spontanea) il pro- riga di codice. Google, lo ricordiamo, è un
borazione interna, condi- dotto finale possa raggiungere una com- motore di ricerca per Internet che non si
visione delle informazio- plessità maggiore di quanto potrebbe otte- limita a catalogare il World Wide Web,
ni, velocità nella gestione nere un singolo gruppo di programmazio- ma si occupa anche di immagini, foto, new-
dei procedimenti e coin- ne. L'open source ha ovviamente tratto gran- sgroup, notizie, mappe, video, oltre a man-
volgimento del dipenden- de beneficio da Internet., con il notevole tenere una copia cache di tutte le pagine
te pubblico nei processi vantaggio di non doversi sobbarcare i costi che conosce. Con un indice che comprende
organizzativi. di sviluppo e di progettazione. più di otto miliardi di pagine Web, è ricono-
«La precedente versione Un esempio molto efficiente è Google Ap- sciuto come il più grande e affidabile tra i
di intranet regionale - rac- ps: un ambiente riservato a organizzazioni motori di ricerca, occupandosi attraverso il
conta Gianluigi Cogo del- già in possesso di dominio Web personaliz- suo sito di oltre il 70% di tutte le ricerche
zato che, registrandosi al servizio, possono effettuate su internet.
la Direzione Sistema e re-
utilizzare alcuni servizi Web di Google in (Link: http://www.google.com/a/)
sponsabile delle architet-
ture web innovative - era
una “clonazione” di tecno-
zione interna. Il portale è BENEFICI EVIDENTI ra, con la nuova intranet
logie per Internet all’inter-
stato quindi arricchito I benefici derivati dalla re- invece è protetta poiché
no di una rete locale. con strumenti di comuni- alizzazione di una intra- avviene a livello centra-
C’era la Bacheca, un ser- cazione integrata ed è sta- le».
net di nuova generazione
ver Web e i contenuti ve- to possibile sviluppare La nuova intranet ha rin-
sono molteplici. «Prima
nivano pubblicati manual- mash-up di applicazioni forzato anche la comuni-
si lavorava su fogli di car-
mente attraverso strumen- di nuova generazione, tipi- cazione orizzontale. A di-
ta oppure si intasava
ti di authoring da un servi- che del Web 2.0. l’email per fare circolare sposizione dei dipendenti
zio centralizzato. L’ag- Tra le prime iniziative la documentazione», spie- ci sono calendari condivi-
giornamento era lento: la sperimentate sulla Intra- ga Bruno Salomoni, diri- si, strumenti di instant
visibilità dei contenuti, la net, c’è stato un sondag- gente della Direzione Si- messaging e per l’applica-
tassonomia e le evidenze gio, promosso dalle Rap- stema Informativo della tion sharing e programmi
utili a ciascun gruppo di presentanze sindacali uni- Regione Veneto. «Questa per inoltrare posta e avvi-
lavoro erano poco svilup- tarie e comune a tutte le dinamica non è sparita, si. I dipendenti con re-
pate». Direzioni, volto a rilevare ma è stata fortemente ridi- sponsabilità più elevate
La scelta tecnologica è ri- il clima sul tema dei per- mensionata. È aumentata possono generare anche
caduta su prodotti della fa- corsi di carriera e sul con- inoltre la partecipazione workflow per l’approva-
miglia Microsoft, in gra- trollo delle presenze. Nel- alla creazione di documen- zione di richieste, autoriz-
do di integrarsi totalmen- la piattaforma, poi, sono ti: l’impegno verso attivi- zazioni e documenti, men-
te con gli applicativi di stati integrati anche com- tà di gruppo è oggi supe- tre i lavoratori che opera-
office automation già in ponenti di terze parti: il riore. A livello di unità no in mobilità mobile sul
uso negli uffici regionali. caso più significativo ri- organizzative si è innesca- territorio possono usufrui-
L’insieme di queste tecno- guarda l’uso di Moodle, to una sorta di processo di re di tutti i servizi grazie
logie ha consentito di of- piattaforma di e-learning emulazione delle pratiche a un accesso via VPN che
frire ai dipendenti un’area attraverso la quale la Re- migliori. Inoltre, non esi- consente la consultazione
di lavoro per lo scambio gione eroga corsi su come ste più il problema della della intranet in modalità
di informazioni e docu- usare al meglio la rete in- condivisione dei file: pri- remota. (link: www.regio-
menti e per la comunica- tranet. ma era locale e poco sicu- ne.veneto.it) l

LUGLIO 2008 XXI