You are on page 1of 21

Video-messaggio di Gianfranco Fini.

Che dice e non dice
e poi corregge. La crisi si avvita, il linguaggio pure y(7HC0D7*KSTKKQ( +"!=!#!#!}
www.ilfattoquotidiano.it

UNA LUNGA UNA LUNGA
INCOMPRENSIONE INCOMPRENSIONE
Pasolini fra Destra e Sinistra Pasolini fra Destra e Sinistra

Venerdì 19 novembre 2010 – Anno 2 – n° 299 € 1,20 – Arretrati: € 2,00
Redazione: via Orazio n° 10 – 00193 Roma Spedizione abb. postale D.L. 353/03 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46)
tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 Art. 1 comma 1 Roma Aut. 114/2009

ARRAFFANO Indro ci manchi
di Marco Travaglio

L’
altra sera mi viene incontro una signora e mi

LE ULTIME POLTRONE
dice: “Mi capita di pensare sempre più spesso a
Indro Montanelli. A lei no?”. Anche a me, cara
signora. Penso a lui ogni volta che apro il
Pompiere della Sera e al posto dei suoi editoriali trovo
quelli di Panebianco, Ostellino, Galli della Loggia,
Battista e, al posto della sua “Stanza”, trovo la
Impazza il mercato delle vacche in Parlamento. L’asta per l’acquisto rubrichina paracula di Sergio Romano (ieri questo
ambasciatore da Ferrero Rocher assolveva Craxi e
di un deputato è schizzata fino a 2 milioni di euro Andreotti dalle loro responsabilità sul debito pubblico,
attribuendolo al destino cinico e baro). Penso a lui
Si offre pure Marco Pannella ma forse è solo una provocazione quando sento i campioni della “nuova destra” finiana
scoprire con modico ritardo chi è l’uomo, anzi
l’ometto che hanno servilmente servito per quasi
Nervi a fior di pelle alla Udi Luca Telese vent’anni. Penso a lui quando leggo il Giornale da lui
Camera tra la Mussolini fondato e faccio il confronto con quel che è diventato
e la Carfagna accusata “PER BERLUSCONI (da ieri Feltri raccoglie firme non contro i camorristi,
di tramare con FAREI LA ESCORT” ma contro Saviano). Penso a lui quando vedo il Tg1 e
sento dire che Minzolini è un giornalista. Penso a lui,
Bocchino. l signor Hood è tornato a sparare con le
Intanto il governo I
sue pistole, e il suo “canestro pieno di
parole”, cantato da Francesco De Gregori,
soprattutto, quando vedo all’opera questo
centrosinistra che il grande Indro fu costretto a votare
e sostenere, causa B., negli ultimi 7 anni della sua vita.
nomina a tutto spiano: ed eternato nella storia politica italiana da Non mi riferisco agli elettori, che anche ai tempi del
Vegas alla Consob, trent’anni di battaglie condotte con ogni Montanelli anticomunista lo leggevano, magari di
Catricalà all’Energia mezzo. pag. 2 z nascosto, apprezzando e invidiando la sua libertà
totale e la sua scrittura meravigliosa. Mi riferisco ai
partitocrati, intellettuali e artisti “organici” al seguito, i
Udi Roberta Zunini Udi Giorgio Meletti polli di batteria che han sempre cantato nel coro, i
giullari di corte che negli anni ‘70 bazzicavano le
PARENTOPOLI: SPARTIZIONE Botteghe Oscure perché l’aria tirava da quella parte,
NON SOLO BONDI D’AUTHORITY poi quando il vento cambiò diventarono craxiani e poi
berlusconiani o dalemiani (fa lo stesso, basta

Ignalzatotriplo salto carpiato telefonico realiz- ome nella Prima Repubblica. Il go-
dall’onorevole Repetti, compa- C verno vara le nomine dei cinque
di Bondi, nel tentativo di spacciare al membri dell’Authority per l’energia
conservare i lauti contratti con Mediaset, Mondadori,
Einaudi, Medusa, Endemol), e ora tifano per il governo
tecnico di unità nazionale per uscire dal
Fatto come buona e giusta l’assunzione elettrica e il gas, e la lista dei nomi berlusconismo senza vincitori né vinti, magari
del figlio Fabrizio al ministero della Cul- rivela in automatico il suk tra mag- regalando un bel salvacondotto a B., ma sì,
tura, bisogna aggiornare la lista delle ca- gioranza e opposizione che ha pre- chissenefrega se corrompeva giudici o prendeva i
tegorie familiari proficue. pag. 5 z ceduto le scelte. pag. 15 z soldi dalla mafia, pari e patta e un bacio sopra. Questi
signorini col culetto sempre al caldo non hanno mai
capito chi fosse Montanelli. Abituati a voltar gabbana
un giorno sì e l’altro pure, pensarono che l’avesse
RITORSIONI x Dopo “Vieni via con me” e la denuncia dei legami tra ‘ndrangheta e Lega
voltata anche lui nel ‘94, quando ruppe con B. per una

IL “GIORNALE” APRE LA CACCIA A SAVIANO
questione di principio (il conflitto d’interessi): infatti
gli diedero subito il benvenuto nel club, accreditando
la leggenda della sua conversione alla sinistra in articulo
mortis. Non lo sfiorava neppure l’idea che fosse rimasto
l’anarchico conservatore individualista di sempre,
Udi Lucia Annunziata Feltri raccoglie di Carlo Tecce refrattario a ogni conformismo, corte e coro. Lo stesso
PERCHÉ firme contro che, fascista, lasciò il fascismo nel 1937, all’apogeo del

INVITO MARONI l’autore SsulIlmontato con cinque pagine de
Giornale di famiglia, insultato
sito ufficiale del Pdl. Scrittore
regime, mentre tutti correvano a mettersi a vento, e
pagò la rottura con due anni di galera e una condanna
di “Gomorra”. a morte per mano nazifascista. Lo stesso che nel
e giornalista impegnato contro la
Ctrasarostro Direttore, domenica il mini-
Maroni sarà ospite della mia
missione In ½ ora, su Rai3. Non è
E su “Spazio
azzurro” parte
mafia. L’immagine di Roberto Sa-
viano riuniva destra e sinistra, poi
dopoguerra denunciò il conformismo
dell’antifascismo, quello che fece dire a Flaiano: “In
Italia esistono due fascismi: quello propriamente detto
una compensazione per il mancato il tam tam: Maroni protesta per il monologo
e l’antifascismo”. Lo stesso che, prima firma del
invito a Vieni via con me–vista l’incom- a Vieni via con me. E l’immagine di Corriere, abbandonò il suo giornale che virava a sinistra
parabile “stazza” dei due program- “Ringraziaci Saviano raddoppia: buono a sini- per fondare un Giornale controcorrente. Lo stesso che,
mi, sarebbe ben magra. pag. 22 z se respiri ancora” stra, cattivo a destra. pag. 6 z Roberto Saviano (FOTO LAPRESSE) quando B. divenne suo editore e si legò a Craxi, prese
a bombardare Craxi. Lo stesso che, quando il suo
editore entrò in politica, rifiutò di trasformare il
Antonio Ingroia RIFIUTI SPECIALE IRPINIA Giornale in quel che poi è diventato e, a 85 anni, fondò
Nel labirinto
ncalciopoli x Napoli esplode x Trent’anni dopo la Voce. Lo stesso che riconobbe sempre “un solo
degli dèi
Aria di restaurazione padrone: il lettore”. L’altra sera gli autori di Vieni via con

Storie
di mafia
alla Juventus
Moggi già perdonato
Tre bombe La scossa me han fatto leggere al povero Silvio Orlando una
listarella di cose incredibili fra cui questa: “Che quelli
di sinistra fossero entusiasti prima di Montanelli e poi
e di
antimafia
Minà pag. 19z
a Terzigno, devastante di Fini”. In realtà non c’è nulla di incredibile. Se a
sinistra molti simpatizzano per Fini è perché Fini
(come prima Bossi) sta buttando giù B., mentre la

CATTIVERIE ma la politica e il grande sinistra l’ha sempre tenuto su. E se a sinistra molti
simpatizzarono per Montanelli è perché ha detto, su

litiga ancora affare
Termina la lunga latitanza di B., cose che nessuno a sinistra ha mai osato dire. Non
Antonio Iovine, boss dei casalesi. perché fosse diventato di sinistra. Ma perché era
Era ricercato da lunedì sera rimasto un uomo libero. Una cosa che questa sinistra
www.spinoza.it Fierro, Iurillo pag. 9 z inserto pag. 11 - 12 - 13 - 14 z non riesce neppure a immaginare.
pagina 2 Venerdì 19 novembre 2010

Q L’
MERCATO PARLAMENTO MERCATO PARLAMENTO

uota 316. Sarebbe il massimo, fila e raggiungere la quota di 311, un di 161 senatori contro i 153 delle attesa si è cominciata a far sentire già da esclusione di colpi, con finiani e antifiniani del Pdl a l’intervento di Giovanni Bartoli che scrive: “Lo stile
Obiettivo 316: i voti per Berlusconi, riuscire a numero che darebbe una fiducia risicata opposizioni, finiani compresi. Ma anche qui, Sul sito di Generazione metà mattinata. Poi nel pomeriggio, prima menare fendenti. "Ma Fini si crede Bin Laden con questi berlusconiano ormai è in lui. Poverino, si riduce al
raggiungere anche alla Camera la ma che comunque consentirebbe di dipenderà dal tempo; tra malpancisti che il videomessaggio di Gianfranco Fini videomessaggi?", domanda provocatoriamente videomessaggio per raccattare consensi e cercar di
maggioranza assoluta, ma è ovvio che si proseguire. È da vedere, però, quale sarà pidiellini e finiani tormentati, sette “franchi venisse trasmesso, qualcuno si lamentava per Liberalconservatore, che dà voce all’‘opposizione’ che disperdere le perdite. Otto deputati e due senatori già
che il governo tratta solo di una chimera. Con la diventato, di qui a dicembre, il vero tiratori” potrebbero fare la differenza. E Italia va online l’impossibilità di collegarsi al sito di Futuro e Libertà. A arriva da destra e trova ospitalità nel forum. “No; non è di rientro nel Pdl. Altri deputati pronti a votare no alla
compravendita, condotta senza obiettivo del Cavaliere. Che al Senato, se cambiare inaspettatamente le carte in cose fatte, dopo la comunicazione di 5 minuti fatta dal Bin Laden - replica Fabio - è che non ha una sua tv. O sfiducia, cioè che vogliono mani libere. Chiudete pure
tentennamenti da Daniela Santanchè, i anche lì la compravendita non farà tavola. leader di Fli, nel forum di Generazione Italia, è partito il meglio, forse ne ha una in salotto, ma riceve solo, non baracca. Ormai è finito il sogno”. “Fini - ribatte Gino -
deve avere a Montecitorio berluscones contano di tenere strette le miracoli, potrà contare su una maggioranza S. N. la guerra tra tifoserie Pdl duello online tra le 'tifoserie”. Un rimpallo senza trasmette”. Molto critico nei confronti di Fini è ha tutta la mia fiducia”.

“PER B. SONO GLI AVVOCATI DEL CAIMANO:
oligarchico, noioso, di palazzo. Alla
chicchiera gossippara che nega le
ragioni della politica!”. Quindi po-
treste votare la fiducia? “Mi hai de-
luso. In questi termini non posso

VADE RETRO CONSULTA
continuare la conversazione, Ciao”.

PRONTO ANCHE
Clik (e due). Intanto il tam tam del
palazzo celebra tutti i nomi dei fu-
turisti che sono appesi al dubbio,
come nella fiduca scorsa fu per i li-
berldemcoratici della Melchiorre.
Ti dicono che stia dubitando Con-
Vogliono rinviare l’udienza sul legittimo impedimento
A FARE LA ESCORT”
solo. Si affanna in una smentita sulla
sua “sofferenza” Giorgio Conte:
“Ho le idee chiare sulle mie decisio-
ni. E sul percorso di Fli”. Avverte
Francesco Rutelli: “Temo si stia sca- di Antonella Mascali sieme all’avvocato dello Sta- legittimo che possa portare i naio, a crisi politica definita.
tenando un’indecorosa campagna to, la legge che ha permesso giudici al rinvio di settimane. E’ la linea della prudenza che
acquisti, quindi il risultato per il 14 li avvocati di Silvio Ber- finora di congelare i processi

G
Se lo facesse, fa notare qual- piace al Quirinale. Rispetto a
Parola di Pannella. E i Radicali dicembre sarà tutt'altro che sconta-
to”. E il ministro Sandro Bondi gioca
lusconi, il deputato
Niccolò Ghedini e il se-
milanesi del presidente del
Consiglio.
cuno vicino al Palazzo della
Consulta, sarebbe una scor-
ottobre 2009, quando è stato
bocciato il lodo Alfano, no-
con il pallottoliere. Se per esempio i natore Piero Longo, si Un rinvio che potrà essere al rettezza. E dunque o nel gior- nostante le pressioni della
“minacciano” la fiducia al governo Radicali non votassero l’asticela
scenderebbe a quota 312. I radicali
avviano a chiedere alla Corte
costituzionale un rinvio del-
massimo di un paio di giorni
e che non toglie dai possibili
no della verità per il governo
o il giorno dopo, la Corte do-
“P3”, ci sarà un nuovo com-
ponente. Il suo nome lo co-
infatti sono sei: Beltrandi, Bernardi- l’udienza del 14 dicembre guai giudiziari e pure grossi, vrà affrontare la discussione nosceremo oggi, all’esito del
di Luca Telese il gruppo dei “volenterosi”, all’inse- futuristi incolombati - Polidori, Ca- ni, Mecacci, Turco, Farina, la Co- sul legittimo impedimento il loro assistito eccellente. su una legge con il timer (sca- ballottaggio in Cassazione.
gna dell’anatema (poi rivelatosi tone, Massissa, Musso - che trabal- scioni e Zamparutti. E li hanno vo- “ad premier e ministri”. Voci de naturalmente nell’ottobre Prenderà il posto, ma solo co-
l signor Hood è tornato a spa- fondato) “Quello vuole inciuciare tati gli elettori del Pd. Allora arrivi interne al Pdl dicono che lo SE LA LEGGE dovesse es-

I
lano pensosi, mi si nota di più se vo- 2011) e che per i giudici dei me giudice, del presidente
rare con le sue pistole e il suo con Berlusconi”. E poi leggi il cate- to o se non voto? I posti del governo all’ultima telefonata, quella a Pan- faranno alla vigilia, il 13, con sere ritenuta incostituziona- processi Mills, Mediaset e Francesco Amirante a cui
“canestro pieno di parole”, naccio dell’agenzia: “Siamo aperti e del sottogoverno sono davvero nella. Che comincia benissimo: “Ma la motivazione della verifica le, come i “lodi” Schifani e Meditrade è incostituzionale succederà il 10 dicembre,
cantato da Francesco De al confronto con Bersani e Berlu- stati messi all’asta, ci sono cifre da che cazzo di domande fai?”. Quelle di governo in Parlamento Alfano, per Berlusconi si ria- rispetto agli articoli 3, sull’u- quasi certamente, il vice pre-
Gregori, ed eternato nella storia sconi”. Continui a restare incredu- capogiro che girano vorticasamen- Illustrazione di Doriano: che il vostro comunicato ispira: proprio nello stesso giorno e prono le porte del Tribunale guaglianza dei cittadini e sidente Ugo De Siervo.
politica italiana da trent’anni di lo, ma poi leggi ancora: “Per ora i sei te per tutta la giornata nei capan- Montecitorio diventa un suk “Non lo hai letto”. L’ho letto. “A sì? quindi con l’impossibilità di e si avvicinerebbe la sentenza 138, che regolamenta la re-
battaglie condotte con ogni parlamentari radicali non firmano nelli del Transatlantico: “Offrono Lo hai letto? Sei sicuro di averlo ca- presenziare alla discussione che teme di più: quella sulla visione costituzionale delle COME DA PREVISIO-
mezzo. Il signor Hood è tornato la mozione di sfiducia”. Finisci di anche 200 mila euro per chi cambia pito?”. Più o meno, dico. L’unica co- generale per difendere, as- corruzione del testimone Da- norme. La decisione di rivol- NE, a contendersi il posto di
a sparare con le sue pistole nel leggere l’agenzia e pensi che ci casacca”, ti ripetono i finiani di pri- sulla scena. Aveva proprio ragione scene!”. verlo?”. La serranda si abbassa: mo non solamente utile ma anche sa non chiara è se bluffate o fate sul vid Mills. Anche se dovesse gersi alla Corte verte in so- giudice, il penalista Giorgio
giorno in cui si dice che a Mon- mancava solo questo in un parla- ma mattina, mentre tu ti chiedi do- De Gregori, eppure correva il lon- E allora eccolo, il testo del comu- “Leggi il comunicato e non dare necessario un dialogo costruttivo serio. Allora per fortuna Pannella si esserci il governo tecnico, stanza su due punti: l’impos- Lattanzi e il civilista Mario
tecitorio si possono pagare due
milioni di euro per un solo voto,
mento che oscilla fra il dramma e la
farsa, con Daniela Santanchè che
ve finisca la realtà e dove cominci la
leggenda. A sera 200mila euro sono
tano anno 1975: “E che fosse un
bandito negare non si può. Però
nicato, le frasi incriminate: “Di-
venta sterile, caro presidente del
nulla per scontato”. E quindi po-
treste votare anche la fiducia… “E
sull’immediato e sulle prospettive.
Che si tratti di capi o vice-capi della
arrabbia. “Noi dialoghiamo con tut-
ti, è la nostra natura. Se hai capito
L’idea Berlusconi finirà di nuovo
sotto processo perché sareb-
sibilità per il giudice con la
nuova normativa di verificare
Morelli. Ieri Lattanzi ha avuto
125 voti mentre Morelli 78. Il
e ci sono quattro posti di sotto-
governo all’asta. Leggi il titolo
veste i panni della bounty killer a
caccia di finiani. Ci mancava solo
solo un buffetto: a qualcuno hanno
promesso affari, cariche ed emolu-
non era il solo/ e che fosse un ban-
dito, negare non si può”. Decidi di
Consiglio - dicono i radicali rivol-
gendosi al premier – evitare quel-
quindi ciao, click”. Eccolo, il co-
municato, come al solito scritto
maggioranza o dell’opposizione”. Il
dialogo anche con la maggioranza.
quel comunicato sai che io potrei
benissimo fare anche la escort di
di Ghedini e be solo un parlamentare. In-
vece una conferma della leg-
per un imputato premier o
ministro la legittimità del-
primo, curatore di codici pe-
nali e di procedura penale
del comunicato diffuso dalla
trincea di via di Torre Argentina,
questo in questi giorni di crepusco-
lo con Silvio Berlusconi che traccia
menti. Però la cosa che si staglia su
tutto è l’auto-promozione dei radi-
cercare Pannella dopo aver parlato
con Rita Bernardini, la sua pretoria-
lo che ti sta accadendo in questi
giorni per di più sempre più fre-
in pannellese puro: “Quando si ri-
conosce carattere e dignità di in-
Ovvero la possibilità di votare. Allo-
ra, prima di cercare Pannella, chia-
Berlusconi. Almeno sarebbe una
trasgressione al vostro conformi-
Longo: c’è ge lo salverebbe in due casi:
se resterà in sella a Palazzo
l’impedimento e l’indicazio-
ne della Consulta al Parla-
commentati, è della corrente
di sinistra di magistratura de-
e scopri che Marco Pannella ha il solco con la spada: “Avremo la fi- cali. Pannella si è messo di nuovo na di sempre, la militante-militon- quente”. A parole è un salvagen- terlocutore politico al più antico mo Emma Bonino. Subito alza il smo”. In fondo aveva ragione De Chigi o fino alla conclusione mento di dover approvare mocratica. Morelli è un auto-
preparato l’ennesimo colpo di ducia”, e “raggiungeremo quota sul mercato, a tenerci li appesi per ta” indefessa, la vestale del banchet- te, ovvio. Ma la Bernardini, quan- partito nato in Italia, e per unani- ponte levatoio: “E’ tutto nel comu- Gregori, già nel 1975, quando gui- la verifica della campagna elettorale e qualsiasi tipo di immunità so- revole civilista, vicino alla
scena: “Il premier apra un dialo- 316” (i voti necessari per ottenere il capire se si tratta di un bluff o di una to referendario: “C’è il comunicato. do è in battaglia con Marco ne- me riconoscimento responsabile nicato, è tutto sulle agenzie…”. Ma dava le sue note fra le pagine chiare l’insediamento dell’eventua- lo con modifiche della Car- corrente moderata di Unico-
go costruttivo con Radicali”. via libera) con una vittoria che vie- cosa vera, è più forte di lui. Deve E non tormentateci con le vostre gherebbe anche di essere viva: di grandi conquiste di diritti civili io voglio sentirlo da lei, domanda le pagine scure: “Il signor Hood era di governo, le nuovo premier. ta. st. Chiunque di loro andrà al-
Ti chiedi come sia possibile venti- ne promessa ad ogni costo, con l’o- essere l’istinto del saltimbanco domande in politichese. Non lo “Ma dove sarebbe scritto che noi nel nostro paese, che sia Bersani, secca, potreste votare davvero la fi- un galantuomo/, sempre ispirato Comunque la Corte è assolu- la Consulta, si porta dietro la
lare questa ipotesi, nel partito che norevole Angeli che viene strappa- mattatore - che in li si sublima in ar- avete forse letto? E’ inutile che pro- facciamo un accordo con il Cava- Berlusconi, Bossi o Di Pietro….”, ducia: Arriva l’invettiva stile Rosa dal sole/ con due pistole caricate a non potremo tamente decisa a tenere l’u- IL PRONUNCIAMEN- fama di giudice rigoroso. Ben
ha lapidato Daniele Capezzone per- to dalla solita Bounty-Daniela all’o- te - a impedirgli di restare in dispar- viate a scrivere il finale del film liere”. Allora vai in contropiede: leggi e resti con il fiato appeso in nel pugno: “Siete tutti uguali voi salve e un canestro pieno di paro- dienza il 14 o 15 dicembre, TO della Corte costituziona- distante dalla sub-cultura del-
ché aveva iniziato a cinguettare con diato nemico finiano, e altri quattro te: venderebbe l’anima per stare mentre si stanno girando le prime “Quindi non lo fate, posso scri- attesa del verbo: “….noi ritenia- giornalisti! Tutti tesi al cicaleggio le”. essere in aula perché non c’è alcun motivo le è probabile che sia a gen- le leggi ad personam.

“Puttani della politica” nella storia regolamento del Senato
equivale al voto contrario) e il
I CAMBIACASACCA Da Calearo, in fuga IL NEW YORK TIMES CITA “IL FATTO”

UN VOTO PER suo leader di riferimento,
Lamberto Dini, scandì un bel
“no”: oggi sono entrambi in dal Pd. Ad Angeli, andata e ritorno nel Pdl L’HOUDINI ITALIANO FORSE NON CE LA FA
Scrive ancora il
Nyt: “La scorsa

UN SEGGIO Parlamento per il Pdl. Stessa
legislatura, altra partita di gi-
ro è quella dei due leghisti
e esistesse un ufficio dedi- due deputati eletti nel Pd: Massimo Calearo e
Sparlamentari
cato ai cambi di casacca dei Bruno Cesario. Moderatissimi entrambi, han- “Q uesta volta l’Houdini
della politica italiana
potrebbe non farcela”. Questo il
quotidiano americano più
prestigioso nella crisi italiana “c’è
qualcosa di decisamente diverso”.
settimana,
Vittorio Feltri, da
lungo tempo

O UN MUTUO
passati a Forza Italia. Il se- in questa legisla- no dovuto gettare la spugna vista la deriva fedelissimo di
natore Albertino Gabana e il tura ci sarebbe stata la fila. In estremista del Pd: giusto un anno fa hanno titolo della corrispondenza da Ossia, è l’analisi del Nyt, anche
Silvio Berlusconi
deputato Marco Pottino, realtà per cambiare gruppo scritto la loro brava letterina e si sono accasati Rita Bernardini Giuseppe Consolo Roma del “New York Times” “gli ex fedelissimi, gli stessi che
usciti dal Carroccio per que- basta scrivere una lettera alla nel Misto. A gennaio, complice la stimolante e direttore del
dedicato agli ultimi sviluppi della non lo abbandonarono quando
di Marco Palombi stioni friulane, passarono al gruppo Misto Presidenza che poi annuncia presenza di altri transfughi democratici e di- “Giornale”
crisi di governo in Italia. perse il potere nel 2006 (ma che
votando qualche volta a favore del governo. la decisione in aula. Quelli pietristi, hanno deciso di dare vita ad un nuo- (quotidiano del fratello di
Se “nel corso degli anni il premier sentono la debolezza politica
uttani della politica”. Gianfranco Fini Importante era recuperare il primo che a che si fanno il mazzo, sem- Berlusconi), ha rilasciato
“P stigmatizzò così, era il 1999, il passag-
gio di Mastella e i quattro gatti cossighiani
Palazzo Madama faceva la differenza, ma i
due venivano via solo insieme: a fine 2007
mai, sono i traslocatori: in un
caso come la creazione di Fu-
vo sottogruppo parlamentare: la componen-
te del Misto “Alleanza per l’Italia”. Anche Ru-
telli, però, non si è rivelato all’altezza e il 29
Silvio Berlusconi ha stupito gli
italiani sfoderando poteri alla
come un cane fiuta la paura),
hanno visibilmente iniziato a un’intervista a un giornale rivale,
Houdini per evitare le trappole riposizionarsi per il prossimo in cui critica Berlusconi. “È stanco
con Massimo D’Alema. Il riferimento era ai Gabana e Potino si convertono al “berlusco- turo e Libertà, per dire, biso- settembre Calearo e Cesario hanno lasciato la e confuso, ha detto Feltri al ‘Fatto
“sette puttani” (come da editoriale d’epoca nismo” e adesso – trombati alle elezioni - gna individuare gli uffici per il componente e cominciato a flirtare col go- politiche più insidiose e poi si è capitolo, quando Mr Berlusconi
rimesso in piedi quando tutto era sarà difficilmente il 'leading man', Quotidiano’ ”. Così il “New York
de “Il Roma”, oggi edito da Italo Bocchino), hanno un bel contratto col gruppo del Pdl alla nuovo gruppo, arredarli, spo- verno.
ovvero quei monarchici che nel 1960 pas- Camera (120 mila euro l’anno) pur facendosi stare personale, linee telefo- contro di lui”, “questa volta” per il cioè il leader di riferimento”. Times” racconta l’Italia.
sarono con la Dc di Silvio Gava togliendo la vedere raramente a Roma. Altra classe Sergio niche e faldoni. Una faticac- I SUBENTRANTI. Deodato Scanderebe-
poltrona di sindaco di Napoli ad Achille Lauro. De Gregorio, che passò nello spazio d’un cia, ma d’altronde il parlamentare è eletto ch è un esponente dell’Udc piemontese: era il Giorgio Conte Emma Bonino
La compravendita, insomma, è antica come mattino da Italia dei Valori al centrodestra in “senza vincoli di mandato”, dice la Costitu- primo dei non eletti sinché Vietti non è stato
la politica italiana: lo stesso Mastella, per cambio della presidenza della commissione zione: va dove lo porta il cuore, il cervello o mandato al Csm. Era agosto e il nostro, che nel
dire, nel 2008 affossò Romano Prodi con un
discorso strappacuore in Senato e l’anno do-
po si beccò come ricompensa un seggio al-
l’Europarlamento per il Pdl. Quei mesi finali
Difesa e di aiuti al suo “Movimento italiani nel
mondo”.
Una vecchia abitudine di Silvio Berlusconi
questa, che in passato ha finanziato il partito
qualunque altro organo. Alcuni, peraltro,
non si limitano a spostarsi una volta: lo fanno
e lo rifanno, quasi mai trovando pace. Ecco
alcuni esempi.
frattempo aveva litigato con Casini, s’è iscrit-
to al gruppo del PdL. Tornato dalle ferie, però,
non ha sopportato il rimorso: ha scritto la sua
brava lettera ed è tornato coi centristi. Storia
Fini sotto pressione si affida a un video: “Responsabilità”
della scorsa legislatura, parlando di compra- della Mussolini, il Nuovo Psi di De Michelis, il simile, ma senza ritorni, per Maurizio Gras- VA AVANTI L’ASSE COL QUIRINALE. MA INTANTO BOSSI PARLA DI VOTO. E LA CARFAGNA E LA MUSSOLINI LITIGANO ALLA CAMERA
vendite, furono un fuoco pirotecnico: la Pro- Pri del buon Nucara, la Dc di Rotondi e fin la I BOOMERANG Sono i due deputati So- sano: subentrato al neogovernatore Cota, nel
cura di Napoli ci aprì persino un’inchiesta con Federazione dei Verdi Verdi (sic). In questa uad Sbai e Giuseppe Angeli: entrambi eletti frattempo era stato espulso dalla Lega per una di Sara Nicoli anticipate che aprirebbe scenari imprevedibili prio destinato a cadere nel vuoto. Perché i ber- delle elezioni. Che, dicono i suoi, Napolitano a
tanto di intercettazioni in cui il Cavaliere chie- legislatura lo stesso approccio lo ha tentato, nel PdL, entrambi a luglio avevano seguito truffa aggravata ai danni del comune di Ales- sul fronte della stabilità del sistema Italia. Da qui luscones sostengono che il “governo del fare” in quel punto non potrebbe negargli. Solo che al
deva a Saccà di far lavorare un’attricetta per- con meno fortuna, Riccardo Villari: eletto nel Gianfranco Fini e aderito a “Futuro e Libertà” esponsabilità. Come l’altro giorno Napolita- al 13 insomma – si legge in filigrana nelle parole
ché glielo aveva chiesto un senatore dell’U-
nione. Ai senatori dell’Unione Giovanni Ran-
Pd, fu per qualche tempo inamovibile pre-
sidente della Vigilanza Rai per conto della
per la grande affinità che li legava al leader.
L’onorevole di origini marocchine non ha pe-
sandria. È nel Misto e aspetta proposte.

LE TROTTOLE. Giorgio La Malfa e Paolo
Rsaggio
no, ieri Gianfranco Fini ha mandato un mes-
sempre più chiaro al Cavaliere: “In un mo-
di Fini – sarebbe più opportuno cominciare a ca-
ricarsi della soluzione di alcuni problemi del Pae-
realtà non abbia fatto nulla e sia in stallo. Se non
sarà possibile proseguire, la colpa poi sarà solo
del traditore Fini che “non ci ha dato tempo di
Quirinale l’hanno fatto trapelare con estrema
chiarezza; le proveremo tutte pur di non andare
alle urne. E, infatti, il capo dello Stato lo ha ri-
dazzo e Willer Bordon, si seppe allora, of- maggioranza e oggi veleggia accorto verso il rò resistito neanche due mesi con quei pe- Guzzanti sono entrambi assai agitati. Partiti mento così grave per l’Italia – ecco uno dei pas- se piuttosto che pensare a come salvare la pelle governare perché ha voluto staccare la spina”. petuto anche ieri: “L’Italia – ha detto Napolitano
frirono seggi, posti di sottogoverno e preben- Pdl. Per venire ai giorni nostri non possono ricolosi manettari di Italo Bocchino e Fabio nel PdL, una volta arrivati nel gruppo Misto saggi del messaggio video del leader Fli ai mili- nell’ipotesi di una bocciatura del legittimo im- Altro che responsabilità, dunque. Anche ieri, il – ha un innegabile bisogno di una prospettiva di
de varie. tacersi le grandi manovre di settembre: il Granata e, a fine settembre, è tornata a casa. hanno cominciato ad entrare e uscire da com- tanti – tutti devono affrontarlo all’insegna della pedimento da parte della Consulta. Evitando – Cavaliere ha ripetuto chiaro a Storace la solita medio e lungo termine”, auspicando che i nodi
Oggi, grazie all’inchiesta sulla P3, quello sce- dipietrista Antonio Razzi sostenne che gli Angeli invece, avendo una certa età, è più ri- ponenti dalle sigle impossibili. Sono in buona massima responsabilità”. In “primis” proprio lui, anche – di perdere tempo in una campagna ac- litania: “O mi danno la fiducia oppure si vota”. A da sciogliere vengano valutati “in spirito di con-
nario carnascialesco s’è arricchito di parti- emissari del Cavaliere gli offrirono di tutto flessivo e ci ha messo un mese e mezzo in più compagnia: Pri, Pli, Mpa, Iosud, tutte queste il Caimano, che ha “l’onere e l’onore di gover- quisti di deputati e senatori. Che sta aumentando parere di Fini, sarà anche importante quello che divisione e non con eccessi di contrapposizio-
colari. Per il diniano Giuseppe Scalera, ha per passare con loro: un seggio sicuro, un a capire che “quello che vedo non mi piace”. sigle si mischiano continuamente creando nare e deve onorare l’impegno preso attraverso la tensione nelle aule come ha dimostrato il pe- dirà Berlusconi in aula il 13 di dicembre. C’è in- ne”. L’asse Fini-Napolitano, dunque, tenta di te-
messo a verbale Arcangelo Martino davanti posto al governo e persino il pagamento di un Nuova lettera alla Presidenza e ritorno nel nuovi sottogruppi. Sarà per tutta questa con- un’agenda di governo”. Che, però, è cambiata sante scambio di battute tra la Mussolini e la Car- fatti il timore, diffuso tra le fila delle opposizioni, nere dritta la barra della crisi, ma dalle parti di
al pm Capaldo, l’ex assessore campano del mutuo da 150 mila euro. Evidentemente i PdL. fusione che Ricardo Antonio Merlo (Misto, negli ultimi due anni. C’è una crisi economica fagna, con la prima che ha urlato alla seconda che il Caimano vada in aula a chiedere non il rin- Palazzo Grazioli si ascolta tutta un’altra sinfonia.
Pdl Ernesto Sica parlò addirittura di finan- prezzi sono aumentati: questa settimana un poi Misto Liberaldemocratici-Maie) alla fine profonda in atto e portare il Paese alle urne solo “vergogna!” per il solo fatto di averla vista parlare novamento della fiducia, bensì il voto. E senza Come dice Bossi: “È meglio andare a votare, non
ziamenti diretti tramite un imprenditore ami- anonimo finiano ha confidato a “La Stampa” PENDENTI A DESTRA In lento ma co- s’è accasato all’Udc. perché non si è più “padroni” della maggioranza con il finiano Bocchino al quale è legata da antica dimettersi. L’ipotesi, insomma, è che faccia un si può andare avanti con numeri risicati, poi ci
co. In attesa di riscontri va ricordato che Ran- che a lui ne hanno offerti 500 mila. Ma nel stante avvicinamento al centrodestra sono m.pa. sarebbe, appunto, da irresponsabili. Dunque, Fi- amicizia, congetturando su risvolti complottardi discorso elettorale per costringere il Parlamento pensa il popolo a raddrizzare il governo!”. Per chi
dazzo e Bordon alla fine votarono la fiducia a frattempo l’asta è arrivata a 2 milioni di ni come Napolitano invoca, da parte di Berlusco- riguardanti la questione rifiuti a Napoli. tutto a sfiduciarlo in modo da consentirgli un pensa solo al potere personale, il senso dello Sta-
Prodi, Scalera invece si astenne (che per il euro. ni, aperture per allontanare la corsa verso le urne Nervosismo a parte, il messaggio di Fini pare pro- passaggio al Quirinale di pura formalità sulla via to è una parola vuota.
pagina 4 Venerdì 19 novembre 2010

I
MI MANDA PAPÀ

l 20 ottobre il direttore generale Infatti con la promozione delle proprietà colonne sonore, dai grandi eventi sportivi ai
Così viale Mazzini della Rai ha portato in Cda e fatto intellettuali e la commercializzazione dei documentari, dal cinema all’entertainment,
approvare la fusione di Rai Trade diritti del gruppo Rai, la Trade ha il compito di Rai Trade è il distributore esclusivo in Italia e
all’interno della “casa madre” Rai reperire risorse economiche, diverse da all’estero dei diritti su tutta la produzione
ha inglobato Corporate. quelle tradizionali del canone e della raccolta della Rai.
Rai Trade, quindi, non sarà più indipendente pubblicitaria, operando su molteplici mercati Il valore della produzione del 2009 è stato di
ma legata alla Rai. Per l’azienda di viale internazionali. 79 milioni di euro con un risultato netto di
il “piatto ghiotto” Mazzini Rai Trade è un piatto ghiotto. Dalle immagini dell’archivio fotografico, alle 2,4 milioni di euro.

LO STRANO “SACRIFICIO” DI RAI TRADE
E LA POLTRONA AL FIGLIO DEL GIUDICE
Utili costanti, ma finisce in Rai Corporate: valzer di nomine
di Malcom Pagani comodo un’altra antica cono- Bergamini, da sempre una De Siervo padre si sarebbe
scenza dell’universo Rai. L’ex protetta del premier. speso per assicurarsi che al fi-
atturava quasi 70 milioni amministratore delegato di Il clima a Rai Trade è quello glio - l’altro è alla Protezione

F di euro l'anno e promuo-
veva le proprietà intel-
lettuali della Rai com-
mercializzandone i diritti in
tutta Europa.
Rai Trade si chiama Carlo Nar-
dello.
I successi degli ultimi anni so-
no anche attribuibili alla sua
gestione, ma curiosamente,
che è. Incertezza, abbandono,
scoramento.
Nell’incubo personale i ruoli
tendono a ribaltarsi e a Nar-
dello tocca persino accompa-
civile - fosse garantita la mas-
sima carica alla direzione
commerciale. Voci e illazioni
tutte da dimostrare, messe in
giro ad arte dai nemici in un
Era Rai Trade, nacque nel Nardello, invece di opporsi al- gnare De Siervo, il suo ex di- momento delicato.
1987 e a fine anno, sarà solo la fusione, non proferisce ver- pendente trasformato in ca-
un ricordo. Una fusione im- bo e agevola il passaggio della po, con il padre giudice a Ve- UNA TOLDA importante,
provvisa, senza ragioni appa- sua creatura. Dietro il mistero nezia, per la Mostra del cine- quella di De Siervo jr. Tutto ciò
renti, avvenuta nel cuore del- brilla la promessa, ancora non ma. La foto in pagina docu- accade mentre balla alla Con-
l'estate. mantenuta, di far diventare menta le soste congiunte al- sulta la valutazione di costitu-
Tre paginette di motivazioni (dopo la fusione) il medesimo l’Hotel Quattro Fontane, il zionalità del legittimo impedi-
laconiche datate 29 luglio in Nardello capo del personale al quartier generale della Rai al mento. Una partita vitale per il
cui l'epitaffio decreta la fine posto di Maurizio Flussi. Lido. berlusconismo, in cui il singo-
dell'esperienza addebitando La permanenza a Rai Trade a Qui verità e ipotesi si confon- lo voto è dirimente e capace di
a Rai Trade: “La mancata rea- Nardello sta stretta e l’obiet- dono. spostare la bilancia in un sen-
lizzazione di partnership in- tivo dichiarato è rientrare a Le stesse fonti ipotizzano che so o nell’altro. De Siervo entrò
dustriali, obiettivo che fu tra Viale Mazzini dalla porta prin- alla Corte costituzionale come
le ragioni all'origine della cipale. giudice, in quota centrosini-
scelta di dotarsi di una entità
legale autonoma, hanno in- Da sinistra seduti Ugo De Siervo e Carlo Nardello. Luigi De Siervo, in piedi con la camicia bianca
Quando non vede realizzarsi il
desiderio, Nardello ha un’illu-
Direttore da stra, nel 2002. Una lunga car-
riera che prende il via nel
dotto la Rai a sottoporre a
un'attenta revisione l'utilità tore della Direzione Sviluppo direzione commerciale.
minazione. Teme di essere sta-
to usato e si agita, ma i giochi
luglio è Luigi De 1965, con una laurea con lode
in diritto costituzionale. Dal
della scelta all'epoca compiu-
ta”. Strano, perché negli ul-
e coordinamento commercia-
le: Stefania Cinque, ora furi-
Grande amico di Cesare Pre-
viti e in ottimi rapporti con il
sembrano fatti. Fonti qualifica-
te di Rai Trade sostengono che
Siervo, il padre è 1970 al 1974 è al Comitato re-
gionale di controllo della Re-
timi anni, durante l'ammini- bonda e in causa con la Rai. suo capo, il direttore generale Nardello e De Siervo in realtà gione Toscana, dal 1986 al
strazione dell'ex capo del per- Sopra De Siervo, figlio di Ugo, Mauro Masi, Comanducci si assomiglino molto. Azienda- alla Consulta che 1993 al Consiglio superiore
sonale Di Russo, la progres- giudice della Corte costituzio- avrebbe avallato la partita sen- listi, ambiziosi, accentratori, della Pubblica amministrazio-
sione degli utili era stata con- nale dal 2002, tramava il re- za battere ciglio. Mentre De non indifferenti all’era Masi e dovrà valutare ne, dal 1997 al 2001 all’auto-
tinua e costante, il nome Rai gista dell’operazione. L’identi- Siervo sale, altri scendono, de- all’influenza di Berlusconi sul- rità garante per la protezione
portato in giro per il mondo kit è quello del vice direttore pauperando carriere. le vicende Rai. Nardello infatti il legittimo dei dati personali. Negli ultimi
che tra diritti sportivi e mu- generale della Rai Gianfranco Oltre a Stefania Cinque, sul era stato il diretto responsabi- anni, cuore e ragione si sareb-
sicali (nel solco del marchio Comanducci con delega alla carro dei perdenti stanzia in- le al marketing di Deborah impedimento bero spostati a destra.
Fonit Cetra) aveva ereditato e
proseguito il lavoro della Sa-
cis . (Una struttura editoriale POSTI DA RICERCATORE Un blog svela i vincitori
di vendite estere, scomparsa
dopo la fusione tra la stessa
Sacis, Eri e Fonit Cetra).
Tutto finito perché la casa ma-
dre (la Rai) decide di incor-
Concorsi universitari pilotati: ecco le prove
porare la controllata e di an- di Caterina Perniconi ricercatore”. Creato “quasi vincitore lo meriti o meno.
netterla alla direzione com- per scherzo, senza pensare Sinceramente non pensavo
merciale. Contestualmente, arriere pilotate. Posti as- di diventare famoso” da An- che quest’iniziativa sarebbe
nel silenzio (proteste solo dal-
l'Idv) prende il via il ren-
CQuando
segnati. Nepotismo.
si parla di Univer-
drea, un giovane studioso di
matematica che ha trasferi-
diventata così famosa, ma ora
l’ho presa molto sul serio per
dèz-vous delle nomine. Rai sità queste sono le parole to il suo cervello all’estero dimostrare quanto sono pre-
Trade viene fusa in Rai Cor- più ricorrenti. Ma a parte ma sogna di tornare nel no- vedibili e che la valutazione
porate e diventa una struttura casi eclatanti e perseguiti stro paese, il blog è diven- dei titoli non ha alcuna in-
della direzione commerciale. legalmente non era facile di- tato un fenomeno indovi- fluenza sui risultati”.
mostrare il meccanismo ri- nando oltre 100 pronostici A dimostrazione di quest’ul-
SULLA POLTRONA di di- petitivo che caratterizza i e con altri 600 in attesa dei tima tesi, Andrea denuncia
rettore da luglio, siede Luigi concorsi universitari in tut- risultati. E diventando il ca- tre casi emblematici: uno av-
De Siervo, 42 anni, preceden- ti gli atenei d’Italia. pofila di molte altre inizia- venuto a Milano, uno a Roma
te occupazione in Rai Trade, A smascherare la prassi dif- tive simili. e uno in Calabria. I tre vinci-
alla commercializzazione dei fusa, la vittoria dei candidati tori, infatti, al momento del
canali tematici. Per quella pro- interni e la facilità di “indo- Prima era bando (e forse anche dopo)
mozione, da sette anni, aspet- vinare” il vincitore, c’è riu- un passatempo non possedevano il dottora-
tava come Godot il vicediret- scito il blog “Pronostica il to di ricerca. Il primo, a Mi-
lano, presentava solo due
“QUANDO stavo all’Uni- pubblicazioni, in collabora-
versità in Italia ero riuscito a zione col membro interno contratti. “Bisognerebbe so da più persone. Come di-
NO LIMITS La Lega: prevedere i vincitori di molti
concorsi – racconta Andrea –
della Commissione. Il secon-
do, a Roma, sfoggiava 4 pub-
bloccare gli scatti stipendiali
dei professori anche in base
re, l’inghippo c’è ed è chiaro
a tutti. E Andrea è sicuro che
in realtà fare i pronostici è un blicazioni mentre i concor- al rendimento delle persone lo dimostreranno ancora me-
legge marziale per i ladri passatempo informale molto
diffuso, sia che il presunto
renti arrivavano fino a 29, e
del terzo non è nemmeno
che hanno assunto – conclu-
de Andrea – solo così po-
glio i vincitori dei prossimi
600 concorsi già pronostica-

CIeri,ipoti
sono ladri che si trasformano magicamente in ni-
di Mubarak e altri che “andrebbero fucilati”.
possibile risalire alla sua pro-
duzione scientifica.
tremmo ottenere dei risulta-
ti”.
ti sul blog.
Per ora sono stati pubblicati
in una dichiarazione choc a un’emittente locale, il
presidente della provincia di Treviso, Leonardo Mu-
Chiunque “Non solo non viene premia-
to il merito – dice Andrea –
solo i risultati di 36 concorsi,
ma nei prossimi giorni saran-
Un problema
raro, ha parlato di “legge marziale” per i tre serbi fer-
mati dalla polizia con refurtiva rubata nelle case al-
può lasciare ma è anche inutile cambiare
le regole perché comunque
di tutto il paese no svelati tutti gli altri, che Il
Fatto Quotidiano ha visto in an-
luvionate del trevigiano.
L’esponente leghista, all’attonito conduttore, ha riba-
sul sito vengono aggirate”. La solu-
zione, per il creatore del PER ORA gli unici risultati
teprima. Per ora sono state ri-
spettate le previsioni di 15
dito il concetto: “Sì, in questi casi sono per la pena di blog, sarebbe quella “di far che Andrea ha ottenuto sono concorsi banditi a La Sapien-
morte. In altri luoghi, in circostanze di analoga gravità, le sue previsioni pagare le conseguenze delle quelli dei concorsi. Chiun- za di Roma, 12 all’Università
si applica la legge marziale. Io dico: si potrebbe fare assunzioni a chi le ha prese in que può inserire sul blog i di Milano, 4 a Pavia, 4 a Par-
anche qui”. e riportare carico”. Un sistema svizzero, suoi pronostici e dimostrare ma, 4 a Napoli, 3 a Catania.
Dimenticando di dire che i tre sciacalli, durante i furti, quindi, con step continui di com’è andata dopo aver visto Un cancro che attraversa tut-
non hanno ammazzato nessuno. gli esiti valutazione e blocco dei fi- l’esito delle prove. Su circa ta la Penisola e che qualcuno
nanziamenti per chi non rag- 160 concorsi sono stati 114 i ha finalmente deciso di de-
delle selezioni giunge i livelli previsti nei pronostici indovinati, e spes- nunciare.
Venerdì 19 novembre 2010 pagina 5

L
MI MANDA PAPÀ

e proteste dei lavoratori del mondo del dell’industria cinematografica italiana. Una folla E così è stato. Due giorni prima della manifestazione
Lo spettacolo cinema per i tagli del Fus, sono iniziate nel composta da registi, produttori, sceneggiatori, attori, sul tappeto rosso che aveva incuriosito anche le
chiuso del teatro Eliseo lo scorso 26 direttori della fotografia, montatori, fonici, costumisti, attrici di Hollywood come Keira Knight ed Eva
ottobre. I tagli previsti per il 2011 sui fondi destinati cineoperatori, doppiatori, che, insieme ai sindacati Mendes, alla casa del cinema di Roma registi, attori,
ancora in corteo dopo alla Cultura e allo Spettacolo in Italia hanno fatto (Agis, Anica e Apt), aveva minacciato di boicottare il sceneggiatori, montatori e tutti coloro che
esplodere la rabbia, che covava da tempo nel mondo Festival Internazionale del Cinema di Roma lavorano nel dietro le quinte della produzione
della celluloide. Al teatro Eliseo erano presenti oltre occupando il “red carpet” dell'Auditorium il giorno cinematografica, avevano dato vita a una trenta ore
un mese di mobilitazioni 800 addetti ai lavori, riuniti per salvare le sorti dell’inaugurazione, prevista per giovedì 28 ottobre. per la sopravvivenza del cinema italiano.

IL CINEMA
PROCESSA
BONDI
La protesta dei lavoratori in piazza
e nell’arena di Annozero Sopra, i manifestanti
in piazza Montecitorio (FOTO ANSA)
di Federico Pontiggia tenzione della stampa o, meglio, immagini, parrebbe una Palom- A sinistra, il ministro dei Beni
di certa stampa: “Quando ho let- bella rossa cardinalizia): insom- culturali Sandro Bondi ad Annozero
li occhi verdi di Riccardo to il Fatto Quotidiano, ho apprezza-

G
ma, l’audiovisivo nostrano fa fi-
Scamarcio irrompono nel- to la grande creatività nelle rispo- nalmente notizia, ma è al bivio, ché sui libri non tornerà solo il
l’arena di Annozero. Alle ste dell’onorevole Repetti: pen- complice la Fontana di Trevi della buon Indaco, la deputata Pd Emi-
sue spalle Fontana di Trevi savo fosse una commedia all’ita- diretta con Santoro: Fellini o Ros- lia De Biasi chiede conto a Bondi
e moltissimi volti noti del grande liana, che dietro ci fosse la penna sellini, Dolce Vita o Italia Anno delle “ragioni che portano all’in-
schermo. “Il nostro settore gene- affilata di Age e Scarpelli. Ne avrei Zero? È ancora Rulli a fugare i terruzione della convenzione con
ra ricchezza, dà lavoro a 250 mila anche goduto, se tutto non fosse dubbi: “Il clima sta cambiando, il Centro sperimentale di cinema-
persone” spiega il noto attore, “la così triste”, commenta uno che sono ottimista: siamo riusciti a tografia visto che il personale Eti si
ricchezza che produce rispetto di sceneggiature se ne intende, comunicare che il nostro non è è sempre occupato di teatro”, ma
all’investimento del governo è Stefano Rulli. E rivendica al mo- un settore residuale, ma fonda- con l’anno nuovo dovrebbe traslo-
grandissimo. Allora vorrei chie- vimento il primato nel richiedere mentale. care dalle parti di Visconti e De Si-
dere al ministro Sandro Bondi le dimissioni di Bondi: “Lo abbia- ca. Un disegno arguto e malvagio?
perché non c’è una politica cul- mo fatto quattro volte, e sempre DALL’OCCUPAZIONE del Non drammatizziamo, per Sorren-
turale e non vengono rinnovati per lo stesso motivo: mancanza red carpet della Festa di Roma a tino si tratta semplicemente di
gli sgravi fiscali per chi investe di competenze, altro che gover- questa sera, sentiamo forte l’ap- “miopia sulle potenzialità econo-
nel cinema?”. In America, spiega- no del fare. E pensare che il resto poggio della gente”. Ma, ovvia- miche dell’audiovisivo e di deficit
no i lavoratori, ci sono addirittura dell’Europa concorda: il cinema mente, non basta: lunedì 22 lo di intelligenza: la costruzione del-
22 agevolazioni. è un settore strategico, economi- spettacolo tricolore chiuderà i la sudditanza la richiederebbe,
“Accetto le critiche ma voglio ri- Sul banco anche il lavoro al mi- nistero. É la seconda volta in po- camente e nella costruzione di battenti, perché “nei fatti il Fus – questo governo non ce l’ha”.
cordare che sono impegnato nel nistero, ma dipendente dal Cen- chi giorni: prima il crollo a Pom- un’identità comune. Solo il valen- lamenta Emilio Miceli,
rinnovare le norme impostate da tro Sperimentale di Cinematogra- pei, ora il nepotismo”. te economista Tremonti non se segretario generale
Francesco Rutelli. Ho subito ca-
pito che era un provvedimento
fia, del figlio della sua compagna,
Manuela Repetti. Dopo la notizia SIGARO IN MANO, capelli
ne accorge, impegnato com’è a
tagliare alla cieca? Strano, Berlu-
Slc/Cgil – è tagliato del
36,6%, e sarà per il
Sorrentino:
giusto. Vorremmo anche reinte-
grare il Fondo unico per lo spet-
data dal Fatto Quotidiano, ieri Pd e
IdV hanno chiesto chiarimenti e
spruzzati di pioggia e occhio vi-
gile, il regista de Il Divo staziona di
sconi potrebbe insegnarli più di
qualcosa al riguardo”. Mentre
2011 di 288 milioni di
euro”. Non solo, men-
“Così si è ricordato
tacolo ai livelli dell’anno scorso, invocato le dimissioni del mini- fronte a Montecitorio, dove il mo- RaiCinema festeggia il suo decen- tre a Piazza S. Croce in
ma ci sono pochi soldi e i tagli so- stro per l’incarico affidato a Fa- vimento “Tutti a casa” si è riunito nale e fa la festa a 01 Distribution, Gerusalemme la pro- di essere ministro
no in tutti i ministeri”. Insomma, brizio Indaco. prima di Annozero: “Una cassa di che verrà ridotta a divisione inter- messa di infelicità ri-
è colpa di Tremonti. E questa non Paolo Sorrentino non ha dubbi: risonanza: la tv si è accorta del ci- na, scopriamo Moretti dare lezio- guarda tutti gli interi- Per Pompei
è stata l’unica accusa dalla quale il “Almeno così Bondi si è ricorda- nema, ed era ora”. ni di pallavolo agli alti prelati nel nali in scadenza di con-
ministro si è dovuto difendere. to di essere il titolare di un mi- Più consolidata, viceversa, l’at- suo Habemus Papam (dalle prime tratto a fine anno, per- e il nepotismo”

“Tengo famiglia”, la parentopoli dilagante
NON SOLO REPETTI. SONO MOLTI I CASI IN CUI VENGONO SISTEMATI GLI EREDI, I COMPAGNI E GLI AMICI
di Roberta Zunini ministeriali. Nell’attesa vanno sem- particolare del sindaco. Ieri, attra- zato del ministro del Turismo Mi-
pre bene padri e suoceri con ca- verso un comunicato stampa, il chela Vittoria Brambilla ha tro-

Dvoleopo il triplo salto carpiato te-
lefonico realizzato dall’onore-
Manuela Repetti, compagna
riche pubbliche di vario genere. È
di ieri la notizia che Franco Pan-
zironi ha assunto all’Ama, l’azien-
Campidoglio ha sottolineato che
Dario Panzironi si è dimesso da
questo incarico il 9 novembre
vato un buona occupazione all’Au-
tomobile Club italiana, l’ente che
gestisce il Gran Premio di Monza e
del ministro della Cultura Sandro da capitolina di raccolta dei rifiuti, scorso e solo successivamente, il un ingente patrimonio immobilia-
Bondi, nel tentativo di spacciare al il marito della figlia, Armando 15 ne ha assunto un altro, come re. Eros Maggioni, imprenditore e
Fatto Quotidiano come cosa buona e Appetito. A smascherare la “saga quadro, presso Eur Spa. Insomma da anni compagno della ministra
giusta l’assunzione del figlio Fabri- dei Panzironi” - come è già stata il giovane Dario non ha un doppio dalle chiome rosse e dalla scalata
zio Indaco presso il ministero di- definita - è stato il consigliere del incarico, come aveva denunciato rapida, fu nominato nel Cda del-
retto dal proprio compagno, biso- Pd, Athos De Luca. “Panzironi, non De Luca. Resta il fatto che non sem- l’Aci, non appena la fidanzata-mi-
gna aggiornare la lista delle cate- appena eletto amministratore de- bra avere problemi a trovare un’oc- nistro commissariò l’ente nel feb-
gorie familiari proficue. È la volta legato dell’Ama – ha spiegato De cupazione: via un lavoro l’altro. Si- braio scorso. Il ministro però fu ge-
dunque di “patrignopoli”. Sandro Luca - si è subito dato da fare per curamente avrà lasciato il prece- nerosa e si ricordò anche dei pa-
Bondi, patrigno in pectore di Fa- sistemare in azienda il genero”. De dente incarico da 64 mila euro l’an- renti degli altri. Per esempio di Ge-
brizio Indaco non può non sapere Luca ha sottolineato che il dottor no, per uno stipendio migliore. ronimo La Russa, primogenito
che il figlio della compagna lavora Panzironi è da tempo uomo del sin- Non è male per un ventiquattren- del ministro della Difesa e di Mas-
alla direzione generale del cinema. daco Alemanno, almeno da quan- ne. (Se le cose dovessero andargli simo Ermolli, rampollo di Bruno,
Ma a quanto pare non è un pro- do l’attuale primo cittadino era mi- male però potrà sempre chiedere lobbista e finanziere di lungo cor- Saghe familiari
blema, né di opportunità né di al- nistro dell'Agricoltura. E a testimo- un prestito al padre che guadagna so, da sempre grande amico di Sil- Il ministro del Turismo, Michela Vittoria
tro. Anzi. Secondo la signora Re- niare questa vicinanza è l’assunzio- bene grazie al suo doppio incarico: vio Berlusconi. A Ermolli junior, la Brambilla e l’amministratore delegato
petti, deputata del Pdl, non si trat- ne, avvenuta nel 2008 del figlio del- oltre allo “stipendio” di ammini- Brambilla affidò la carica di com- dell’Ama, Franco Panzeroni (FOTO LA PRESSE)
terebbe di favoritismo, bensì di as- l’Ad di Ama, il ventiquattrenne Da- stratore delegato, Franco Panziro- missario. Del resto il ministro del
segnazione debita di lavoro a un rio Panzironi, presso la segreteria ni arrotonda a 545 mila euro annui turismo, come ha recentemente ri- nistero. Come dimenticare la ge-
giovane che, nell’attesa di laurearsi con la presidenza della velato il Fatto Quotidiano, ama essere nerosità del neo pensionato Gui-
in ritardo, “deve pur guadagnare Multiservizi). Un’altra circondata anche in ambito profes- do Bertolaso. La sua Protezione
qualcosa”. E non sarà certo un pro-
blema se il giovane Indaco stia stu-
Non appena insediato strada per ovviare alla
disoccupazione però
sionale dagli affetti più cari, come
Giorgio Medail suo mentore ai
civile è stata un’isola felice dove la
parola concorso pubblico era igno-
diando da anni Architettura e non
Storia del cinema. Per tutti coloro
l’amministratore delegato potrebbe essere quella
trovarsi la fidanzata
tempi dei “misteri della notte” – la
trasmissione che facevano assieme
ta. In compenso erano noti i padri,
le madri e gli zii di molti di coloro
che invece, pur essendo già lau- giusta. Come aveva rac- vent’anni fa per i canali berlusco- che furono assunti e ancora lavo-
reati, non hanno ancora trovato la- dell’Ama a Roma contato Il Fatto Quotidia- niani – e Dede Cavalleri, per anni rano. Numerosi i figli di magistrati,
voro da nessuna parte, conviene no nel luglio scorso e potente capo delle produzioni Me- generali, nipoti di cardinali. Sotto
mettersi l’animo in pace o convin- ha assunto il genero ribadito a settembre da diaset. Ad entrambi, Michela Vit- la gestione Bertolaso il numero dei
cere i genitori a lasciare i partner e Report in una lunga in- toria ha assegnato incarichi diri- lavoratori passò dai 320 del 2004
cercarsene di nuovi, con cariche Il figlio lavora col sindaco chiesta filmata, il fidan- genziali all’interno del proprio mi- agli 800 di oggi.
pagina 6 Venerdì 19 novembre 2010

M
LINCIAGGI

agenta, Cerro Maggiore, edicola dedica un’inchiesta alla scalata della alcuni paesi... abbiamo la possibilità di
L’Espresso: Cassano d’Adda, Pioltello, ’ndrangheta nel Nord. Nulla di penalmente candidare qualcuno noi?”. Galati è un
Sesto San Giovanni, rilevante, perché finora i giudici non vi parlamentare calabrese del Pdl. Ma
Calabiago, Cassano Primo. “Bei collegi” hanno riscontrato ipotesi di reato. Ma i l’operazione gravita “sulla moglie del Galati”,
“La ‘ndrangheta, la Lega dicono gli uomini delle ‘ndrine. Obiettivo nomi che emergono sono di primo piano. che come scrivono gli investigatori, “si
elezioni provinciali a Milano. Un boccone da Un maresciallo delle Fiamme Gialle identifica nell’onorevole Carolina Lussana,
non perdere per infiltrare propri uomini intercettato dice: “Ieri sera mi sono visto nata a Bergamo, eletta nelle liste della Lega
e i piani per le liste” nelle amministrazioni. L’espresso oggi in con Pino Galati... rimangono dei candidati in Nord”.

SAVIANO, L’UNTORE
PDL SCATENATO
Raccolta firme contro lo scrittore
E il web azzurro si riempie di insulti
di Carlo Tecce messo di tirare il fiato, il grazie
non esiste...”. Un navigatore fa il
montato con cinque pagine napoletano, firma “Saviano uom’

S de Il Giornale di famiglia, in-
sultato sul sito ufficiale del
Pdl. Scrittore e giornalista
impegnato contro la mafia. L’im-
magine di Roberto Saviano riuni-
di cart’”. Possiamo tradurre:
“Guappo ‘e cartone” (bullo).
Scrive: “Ma come fa Saviano a es-
sere un idolo solo per avere scrit-
to un libro che ci ha sputtanato in
va destra e sinistra, poi il ministro tutto il mondo? La sinistra non ha
Roberto Maroni e il governo pro- nulla di meglio come icona?”. Fa-
testano (eufemismo) per il mo- bius festeggia a suo modo la cat-
nologo a Vieni via con me: Expo, tura di ’o ninno: “Iovine l’hanno ar- Fango La prima pagina
‘ndrangheta, Lega Nord. E così restato. Bravo Maroni. Quando de Il Giornale di ieri,
l'immagine di Saviano raddop- arrestano Saviano&C?”. Andrei- con la raccolta firme contro Saviano Roberto Saviano. In basso, il rettore del Politecnico di Torino, Francesco Profumo (FOTO LAPRESSE)
pia: buono a sinistra, cattivo a de- na commenta l'intervista del mi-
stra. Decine di offese su “Spazio nistro dell'Interno a Matrix: - gli fa eco un altro - il primo mette ribaltano il profilo di Saviano: “Il lo?”. La Federazione nazionale migoni. “Non dimentichiamoci
azzurro”, il forum dei militanti “Troppo signore Maroni nei con- i boss nei romanzi e si fa ricco e suo sogno: i leghisti sono assas- della stampa critica Il Giornale: che oggi la regione più mafiosa è
del Pdl osservato dai curatori, al- fronti di Saviano, predicatore da quelli godono, Maroni li mette in sini. In un articolo pubblicato “Le posizioni diverse dei giornali la Lombardia”, dice il governato-
meno a leggere il titolo: “Sinistra salotti pseudo intellettuali. È il galera. Domanda: chi è più uti- (del 2003) per un progetto cul- sono sempre una ricchezza, ma re pugliese. E il presidente lom-
tolleranza: il meglio dei messaggi grosso difetto della dx, non ren- le?”. Il Giornale ha pochi dubbi, turale milanese”. Lavoro d’archi- inquietano le campagne contro bardo replica: “Vendola deve
moderati”. Un assaggio: “Respira dere la pariglia”. Frequente il pa- lancia una raccolta di firme con- vio. Anche per il passato a Casal le persone, specie se – dice il se- vergognarsi e dovrebbe ritirare
Saviano, tutto è finito bene. Ma- ragone ministro-scrittore, un tro Saviano: “Che dà del mafioso di Principe: “Dalle accuse di sco- gretario, Franco Siddi – queste ri- questo insulto. La Lombardia è la
gari ringrazia il ministro Maroni duello mediatico: “C’è un’abissa- al Nord”. “Ecco cosa pensa dav- piazzare alle amicizie imbaraz- schiano di non essere comprese regione più attaccata dalla mafia,
che con la sua politica ti ha per- le differenza tra Saviano e Maroni vero lo scrittore dei leghisti: ‘Raz- zanti: tutti i ko del pugile scrit- da tutti come competizione di dalla ‘ndrangheta, dalla camorra
zisti e assassini’”. Non mancano i tore”. L’appendice spetta a Vitto- idee, ma come posizioni che ali- e dalla Sacra corona unita. Tutte
dettagli. Come aderire? “Fax, rio Sgarbi: “Racconta la sua visita mentano la divaricazione cultu- realtà che Vendola conosce me-
Contro-campagna di Articolo 21 mail, sms. Indicare con chiarezza
nome e cognomi”. Vittorio Feltri
ai rifugi dei mafiosi, conserva un
atteggiamento drammatico ma
rale e sociale dal Paese”. Articolo
21 e il presidente Idv Antonio Di
glio di me e meglio di qualunque
cittadino lombardo”. Nella carti-
e Idv: 11mila firme a sostegno fa una sintesi dell’intervento di
Saviano su Raitre: “Bla bla bla.
non parla di mafia, non la denun-
cia. Parla d’altro. Dov’è il suo co-
Pietro chiedono firme in favore
di Saviano. Ne raccolgono 11 mi-
na geografica, il sottosegretario
Carlo Giovanardi aggiunge l’Emi-
Chi parla?”. La petizione è tra- raggio? Dov’è la sua minaccia alla la in poche ore. Baruffa a distanza lia Romagna: “Perché questi per-
Protesta anche l’Fnsi puntata di articoli e articoli che mafia che lo insegue per uccider- tra Nichi Vendola e Roberto For- sonaggi non la citano mai?”.

DOPO LE PRIMARIE DI MILANO
RAI Masi fa i conti
in tasca a Minzolini PROFUMO DI CENTRO. A TORINO IL PD SPERA NEL RETTORE
Lnellaeservizi
spese di trasferta di Augusto Minzolini e i
del Tg1 sulla Royal Caribbean sono
mani di Andrea Sassano, collaboratore di
soprattutto i centristi, dal
momento che il suo nome
era stato indicato anche da
dato come candidato più pro-
babile (e girerebbe un son-
daggio interno che lo dareb-
rutti – non mi risulta che Fas-
sino abbia deciso di molla-
re”.
Mauro Masi e alto dirigente Rai. Sassano ha Udc e Api e non è un mistero be vincente al primo turno)
ricevuto mandato dal direttore generale in che il Rettore raccolga anche alla successione di Sergio IN NETTO ribasso le quota-
Consiglio di amministrazione: dovrà conteg- i favori dell’area torinese di Chiamparino. Secondo l’An- zioni degli outsider, tra cui
giare le fatture presentate dal direttorissimo e Futuro e Libertà. Torino, sa ieri mattina l’ex segretario l’ex presidente del Consiglio
verificarne le motivazione. Poi c’è il capitolo dunque, laboratorio per nuo- dei Ds avrebbe avuto un’acce- regionale Davide Gariglio
pubblicità occulta: viale Mazzini ha commis- vi scenari politici? sa discussione nel cortile di (area Margherita) e l’assesso-
sionato a Vidierre, società esperta del settore, Ne è sicuro Gianni Vernetti, Montecitorio con Bersani e re comunale all’Ambiente Ro-
un controllo sulle apparizione al Tg1 dei rap- leader dei rutelliani in Pie- D’Alema proprio sulla desi- berto Tricarico. Qualcosa di
presentanti di Royal. Entro un mese al mas- monte: “Profumo è la perso- gnazione di Profumo, defini- nuovo – e forse un nome – po-
simo, Sassano consegnerà la relazione a Masi: na giusta ma ci vuole una ta “un grave errore”. Una lite trebbe spuntare nei prossimi
l'ex squalo della Stampa rischia una sanzione, nuova coalizione. Diciamo che Fassino smentisce cate- giorni dal gruppo che sta na-
una restituzione dei soldi, una sospensione e no a una coalizione che im- goricamente: “È un’invenzio- scendo intorno all’assessore
nei casi più gravi il licenziamento. Non si fer- barchi tutti, sì a una fondata ne – sbotta al telefono – abbia- al Bilancio (ex Pdci) Giangui-
ma la polemica su Vieni via con me. Ieri Masi ha di Stefano Caselli su due gambe: Pd e Terzo Po- mo parlato d’altro, della crisi do Passoni, una “wikipedia
incontrato Paolo Ruffini, direttore di Raitre, lo”. Alberto Goffi, segretario politica. Fin dal primo mo- per la sinistra torinese”, che
insiste per la presenza in studio di Roberto nche a Torino il Pd punta regionale dell’Udc, mette ad- coinvolge alcuni giovani con-
Maroni, non accetta la soluzione del video of-
ferta dallo stesso Ruffini. Il ministro dell'In-
Ati, evidentemente,
al centro. Non sono basta-
18 anni di
dirittura in discussione le pri-
marie: “Spero che il Pd non si
mento in cui è stata avanzata a
Francesco Profumo la candi-
datura a sindaco ho espresso
siglieri comunali come Luca
Cassano (capogruppo di ri-
terno continua il suo giro televisivo: dopo Ma- governo di centrosinistra avventuri nelle primarie che apprezzamento e sostegno, fondazione Comunista), Mar-
trix, ecco Porta a Porta, l'Ultima Parola e In Mez- (nel 2005 Sergio Chiampari- hanno fallito a Milano e che incoraggiandolo in più occa- co Grimaldi (SeL) e l’indipen-
z'ora. L’ultima questione aperta in viale Maz- no superò addirittura il 65% possono precludere l’allar- sioni, ancora in queste ore, ad dente Francesco Salinas: “Bi-
zini arriva dalla commissione di Vigilanza. Il dei consensi e della sua mag- gamento a una coalizione accogliere la proposta. Ho sogna riportare a sinistra il di-
presidente Sergio Zavoli aspettava l'intero gioranza oggi fa parte, accan- più ampia di quello che è lo sempre lavorato per unire e battito sul futuro della città –
Consiglio di amministrazione, ma la maggio- to a Pd, Idv e Moderati, anche schieramento tradizionale non per dividere, la mia storia dichiara Salinas – fare nomi a
ranza ha disertato: “Tutte le lettere che mi so- Sinistra e Libertà) per neutra- del centrosinistra”. Ma sul- politica lo dimostra”. scatola chiusa non serve a
no arrivate dai cinque consiglieri di maggio- lizzare i contraccolpi delle l’argomento il leader regio- A sinistra crescono i malumo- nessuno”. Altri invece, Rifon-
ranza sono scritte in maniera tale da sembrare primarie di Milano e i possi- nale del Pd Gianfranco Mor- ri. Qualora la scelta di Profu- dazione Comunista in testa,
un’unica risposta e precisano solo di non po- bili, nuovi scenari politici na- gando è categorico: “Le pri- mo fosse ufficializzata, è faci- sosterrebbero volentieri la
ter prendere parte all’audizione. C'è una le- zionali. Il candidato sindaco marie si faranno, questo è le prevedere che non man- candidatura di Giorgio Airau-
sione del diritto – aggiunge Zavoli – perché noi del Partito democratico, do- fuori discussione. Quanto a cherà un Pisapia torinese. do, segretario regionale della
non siamo nella condizione di lavorare”. Poi po il vertice romano di mer- Profumo nulla è ancora deci- Monica Cerutti, segretario re- Fiom, il quale però sembra
una alla volta arrivano le precisazione dei con- coledì tra il segretario Bersa- so, ma di sicuro da parte no- gionale di Sinistra e Libertà, aver declinato l’invito.
sigliere del Pdl, Lega Nord e del “tecnico” An- ni e i rappresentanti locali stra c’è un interesse concre- dichiara di non avere “nessu- Nemmeno a destra, intanto,
gelo Maria Petroni. L’Idv con Nello Formisano del partito, sarà quasi sicura- to”. na preclusione” nei confronti c’è ancora un nome sicuro. Il
chiede di “comunicare l’accaduto” ai presi- mente il rettore del Politec- del rettore del Politecnico, più gettonato, per ora, è il gio-
denti di Camera e Senato. Martedì prossimo nico Francesco Profumo. Il SE il rettore del “Poli” accet- ma lascia intendere che entro vane assessore regionale alla
toccherà al dg Masi. car.tec . diretto interessato non ha an- terà l’investitura, sembra cer- breve SeL farà il suo nome per Cultura Michele Coppola, ma
cora sciolto la riserva ma a sa- ta l’uscita di scena di Piero la corsa a Palazzo di Città: la partita, anche lì, è ancora
lutarlo con entusiasmo sono Fassino, fino a pochi giorni fa “Comunque – prosegue Ce- tutta da giocare.
Venerdì 19 novembre 2010 pagina 7

O
SPROFONDO SUD

tto giornalisti senza difesa. Sono di benzina nel giardino, la testa mozzata di un Ma abbiamo scelto la Calabria perché qui,
Scrivere in Calabria, quelli a cui abbiamo dedicato la pesce sull’uscio di casa, buste di proiettili che scrivere, è un mestiere più difficile che
prima pagina del 21 ottobre. Otto arrivano per posta. I loro nomi sono Lucio altrove: non esistono pagine locali dei
cronisti che ogni giorno raccontano la Musolino, 27 anni, Antonio Sisca, 64 anni, quotidiani nazionali. E quelli a tiratura
i cronisti coraggio Calabria delle cosche e dei politici collusi. Antonino Monteleone, 25 anni, Ferdinando regionale sono finanziati da gruppi
Prima vengono “blanditi”, poi “consigliati”, Piccolo, 23 anni, Peppe Baldessarro, 43 anni, imprenditoriali che hanno variegati interessi,
infine arrivano le minacce: telefonate nel Agostino Pantano, 37 anni, Angela Corica, 26 molti dei quali dipendenti dalle scelte della
che nessuno difende cuore della notte, macchine bruciate, bottiglie anni, Pietro Comito, 31 anni. Non sono i soli. politica.

“NON CI SERVONO EROI”
Rosaria Capacchione, giornalista sotto scorta
Tra le minacce dei Casalesi e voglia di normalità
di Sandra Amurri ne alla vita degli esseri umani. quei soldi.
Chissà quanto ti condiziona la Come vorresti essere descrit-
n tempi di protagonismo scorta... ta?

I sfrenato, di corpi femminili
sbandierati, intervistare una
donna, una collega, come
Rosaria Capacchione rincuora.
Giornalista de Il Mattino di Napo-
Mi rompe eccome. Se non ho vo-
glia di parlare al mattino, come
mi capita spesso, sono costretta
quanto meno a dire ‘buongior-
no’. Se devo andare a comperare
Come ero fino a tre anni fa: una
sconosciuta. Io sono una antite-
levisiva, a casa non ho la tv.
Quando mi invitano il più delle
volte rispondo no. Le parole
li, Rosaria, autrice de L'Oro della un paio di mutande sono costret- scritte sono il mio mondo, mi ci
Camorra, di minacce ne ha rice- ta a condividerlo. Insomma una muovo meglio.
vute a pacchi. Anche durante bella rottura. Ma è il prezzo del Essere donne e fare questo
Spartacus, il maxi-processo alla gioco, a quanto pare. mestiere è più duro?
criminalità organizzata campa- Sei nell’elenco di Newsweek Ho cominciato quando non lo
na, dai boss Francesco Bidognet- delle donne che rompono gli era. Oggi per le ragazze è più
ti e Antonio Iovine, arrestato l’al- stereotipi dell’Italia berlusco- complicato. Mi raccontano che
tro ieri. Ma solo da tre anni vive niana. Non mi dire che ti la- le aziende prima di assumere ti
scortata. Non a caso, è accaduto scia indifferente. chiedono se hai intenzione di
dopo l’uscita di Gomorra di Savia- No, mi fa ridere. Vuol dire che sposarti, di avere figli. Quando
no: solo allora si sono accorti che siamo rovinati. Non vorrei appa- avevo io 20 anni era inammissi-
anche lei rischiava la vita a causa rire retorica, ma qui non c’è bi- bile. E se accadeva seguiva di si-
delle sue inchieste. Tanti i premi sogno di eroine ma di gente nor- curo uno sciopero.
ricevuti, da quello intitolato a El- male. Un eroe è
sa Morante per l’impegno civile, sempre un buon
a Paolo Borsellino, a Enzo Biagi.
Ma lei è rimasta una giornalista Rosaria Capacchione nella redazione de Il Mattino (FOTO OLYCOM) In basso l’identikit di Michele Zagaria (FOTO ANSA)
alibi: dispensa
dal fare il proprio
Gomorra un’invenzione?
che fa solo il suo dovere. Candi-
data come indipendente nel Pd la, l’arresto di un boss non è un Sciascia ha scritto cose vere? Il E chi se ne importa. Io mica sono
dovere, è un po’
come i santi.
Basta che se ne parli
ha portato a casa 75 mila prefe- fatto personale, appunto, dicia- nome del capitano Bellodi era una persona di spettacolo, io so- Cosa desideri?
renze, ma non il seggio al Parla- mo che quando vanno al loro po- vero? No. Ma nessuno si è messo no una giornalista. Vincere il Supere- Nessuno si è mai messo
mento europeo perché, come sto, in carcere, tornano ad essere a fare le pulci a Sciascia. Saviano Ognuno di noi fa i conti con la nalotto. Non
spiega, è stata lasciata sola dagli esseri umani e finisce il mio inte- ha scritto un libro e grazie al suo paura in modo diverso. Cos’è avrei problemi a a fare le pulci
esponenti locali del partito. resse di cronista. Ho la sensazio- libro è passato un messaggio tal- per te vivere minacciata? sapere come
Rosaria, partiamo dall’arre- ne di aver umilmente contribuito mente forte da squarciare la cor- Non è una ossessione, appartie- spendere tutti alla Piovra o a Sciascia
sto di Antonio Iovine, a casa a rimettere le cose a posto. tina di silenzio. Ti dico di più. Le
sua. Tu sei stata minacciata Dopo le affermazioni di Sa- minacce io le avevo avute molto
dal cugino e da sua moglie viano a Vieni via con me si è mes- prima di Gomorra: se ho la scorta
mentre presentavi il libro sul
boss Setola. Che ne pensi?
sa in moto la macchina del
fango. Saviano è uno che co-
è perché mi è stata data sull’onda
di Saviano. Vedi io preferisco re- SIDERNO Sequestrato centro
Che se non l’avessero preso a ca- pia, che inventa o è uno che stare ancorata ai fatti. Fino a 5 an-
sa sua sarebbe stata una notizia:
avrebbe voluto dire che non po-
ha fatto conoscere al mondo i
casalesi?
ni fa nessuno sapeva chi fossero i
casalesi ora, come dici tu, in tut-
commerciale della ‘ndrangheta
teva più contare sulle dovute pro- Non mi piacciono le polemiche, to il mondo sanno che non è una
tezione nella sua terra. Ora resta-
no fuori due personaggi chiave:
non servono. Mi chiedo, quante
persone si sono commosse per
banda di paese ma un’organizza-
zione criminale pari a Cosa No-
Edellaradellailcosca
più grande centro commerciale
Locride, ed era di proprietà
Commisso. I Portici, ieri
commerciale.
All'interno della struttura si trovava
una lavanderia – intestata a “u mastro”
Michele Zagaria, il boss impren- la morte del commissario Catta- stra. Questo è accaduto dopo Sa- mattina è finito sotto sequestro, insie- Giuseppe Commisso, indicato dagli in-
ditore della calcestruzzo e Mario ni della Piovra? Tantissime. Era viano. Punto. me a beni per un valore di oltre 200 vestigatori come il capo della cosca –
Caterino condannato a 4 ergasto- una storia vera? No, ma era pos- Temi di finire anche tu nella milioni di euro. che, secondo le intercettazioni am-
li. Personalmente non penso nul- sibile ed era raccontata bene. macchina del fango? L'operazione Crimine – condotta dalla bientali, era utilizzata per le riunioni in
Squadra mobile di Reggio Calabria, cui si decidevano le strategie del grup-
dallo Sco e dal Commissariato di Si- po criminale e venivano attribuite le
Zagaria, l’ultima primula rossa derno – porta a casa un risultato im-
portante nella lotta alla 'ndrangheta,
dopo gli arresti che, nel luglio scorso,
cariche al suo interno.
Le intercettazioni nella lavanderia so-
no state utilizzate anche nelle indagini
tra omicidi, fughe e finanza hanno visto finire in manette più di
300 persone tra Calabria e Lombardia.
che hanno portato all’operazione con-
tro le cosche Cordì e Cataldo da cui è
Tra i beni sequestrati ci sono appar- emerso un accordo tra i due gruppi
di Antonio Massari ninno. tamenti, terreni, denaro in contante e criminali dopo una faida lunga 40 an-
numerose attività, tra cui il centro ni.
ra il “capo” è lui: Michele Zagaria. In realtà, lo QUESTIONE DI SANGUE, rispetto, paren-
Odettoera già prima dell’arresto di Antonio Iovine,
o’ ninno, con il quale i rapporti s’erano raf-
tele: Nicola Schiavone era il figlio del boss più
temuto e rispettato, un reggente di stirpe, oltre
freddati già da tempo. Il carisma di Zagaria, al- che di carattere. Arrestato anche lui, a giugno di
l’interno della federazione dei “casalesi”, è sem- quest’anno. Potere e responsabilità: la federazio- incontrarlo, erano costretti a cambiare più volte la guerra con Antonio Bardellino, Zagaria era già
pre stato maggiore degli altri, ma adesso che gli ne dei casalesi esiste ancora e, nell’attesa che i auto, con i finestrini coperti da un telo, per non un camorrista di livello, tanto da riuscire a rita-
altri vertici sono stati decapitati – prima di Io- vertici delle singole famiglie si riequilibrino, a Za- rendere riconoscibili i suoi covi. Non ha mogli, gliarsi un ruolo indipendente, nel clan, attraver-
vine è stato arrestato Nicola Schiavone, figlio di garia non tocca soltanto comandare, ma anche non ha figli, non ufficialmente almeno, e questo so l’alleanza con Salvatore Beneduce e il narco-
Francesco, detto Sandokan, mentre l’ala dei Bi- provvedere agli stipendi degli affiliati, alle esi- rende ancora più difficile penetrare la rete di traffico con il Sudamerica, grazie ai contatti che il
dognetti è alle corde da anni – ogni decisione genze delle famiglie, alle parcelle per assistere i complicità che protegge la sua fuga sin dal 1995. suo socio aveva ereditato proprio da Bardellino.
passa da lui, 52enne, latitante da 15 anni. Non è carcerati. I soldi non gli mancano: i suoi interessi, Divenne latitante per una manciata di giorni: ar- È Zagaria ad ammazzare Vincenzo de Falco, omi-
detto che l’arresto di Iovine gli crei dei proble- soprattutto nel settore edilizio, spaziano dalla restato – per la seconda volta – nell’ottobre 1993, cidio eccellente, che scatena la faida, alla quale
mi. Anzi. Ora ha le mani più libere e già da anni, Campania all’Emilia Romagna, tanto che, nelle fu scarcerato a novembre del 1995, soltanto un non partecipa, però, proprio perché arrestato. E
peraltro, Iovine non era più l’interlocutore d’un indagini degli scorsi anni, s’è scoperto che riu- mese prima del blitz che poi portò al maxi-pro- la fuga dal blitz di Spartacus gli consente un be-
tempo. Aveva condiviso più responsabilità con sciva a influire persino sulla Italcementi. Il suo cesso Spartacus. Il blitz fu realizzato il 5 dicem- neficio inverso: resta tra i pochi uomini liberi, nel
Nicola Schiavone, negli ultimi anni, che con o’ clan ha imposto il monopolio nella filiera del tra- bre 1995: ma in quei pochi giorni, dopo la sua clan dei casalesi, il che accresce il suo potere e,
sporto del latte, nel caser- scarcerazione, Zagaria divenne irreperibile. Fi- con il successo della latitanza, anche il prestigio
tano, tanto che i suoi affi- no a oggi. Se quegli arresti fossero avvenuti qual- e l’ascesa al comando. Nel 1993 viene arrestato
È lui il “capo”, lo era già liati imponevano il pizzo
alla Parmalat. Ma soprat-
che settimana prima, per l’accusa di omicidio,
che gli è costata l’ergastolo, avrebbe dovuto ri-
Francesco Bidognetti detto Cicciotto e’ mezzanot-
te, nel 1998 viene arrestato Sandokan e quindi,
prima dell’arresto tutto: è riuscito a restare
invisibile fino a oggi.
spondere mentre era già agli arresti domiciliari. E
ora racconteremmo un’altra storia.
negli anni successivi, i veri capi restano soltanto
due: lui e Iovine. La mente più raffinata, la ca-
Riservato, si circonda di morra più imprenditoriale e lungimirante, sotto
di Iovine. E adesso persone discrete, non MA IL CARCERE è sempre stato fondamen- l’aspetto finanziario, è però quella di Zagaria
ama comparire e farsi no- tale, nella costruzione del suo potere, perché gli che, con il passare del tempo, tende sempre più a
ha ancor più le mani tare. Un pentito ha rac- ha consentito, per esempio, quando fu arrestato sganciarsi, a governare in proprio, fino a restare,
contato che persino i più nel 1991, di sfuggire a una sanguinosa faida in- oggi, il “capo dei capi”. E l’arresto di Iovine po-
libere per “governare” alti in grado dei clan, per terna ai casalesi. Tre anni prima, quando scoppiò trebbe averne rafforzato il potere e il prestigio.
Venerdì 19 novembre 2010 pagina 9

ITALIA SPROFONDA

NAPOLI “SCOPPIA” MA LA POLITICA La trattativa
dc
Amato: “Pesanti
TROVA IL TEMPO DI LITIGARE
Tonnellate di rifiuti per strada, emergenza peggiore del 2008
insistenze”
per il 41 bis
Castelli a Fitto: non vogliamo la monnezza dei napoletani come Saviano di Giuseppe Lo Bianco

e revoche dei decreti del
LSecondigliano
41 bis nelle carceri di
e
Poggioreale? Vi furono
“pressanti insistenze” del
ministero dell'Interno. Le
altre revoche di 140 decreti
decise il 15 maggio ’93,
all’indomani dell’attentato a
Maurizio Costanzo? “Non ne
ho ricordo”. La trattativa
Stato-mafia? “Non ne ho mai
sentito parlare”. Davanti ai
pm di Palermo Nino Di
Matteo e Antonio Ingroia,
l’ex direttore delle carceri
Nicolò Amato pesca nella
sua memoria per scandire le
tappe di quella che i pm di
Palermo e i colleghi di
Napoli continua a riempirsi di rifiuti. Ieri il Consiglio dei ministri ha stanziato 150 milioni di euro (FOTO ANSA) Firenze che indagarono sette
anni fa considerano
di Enrico Fierro bombe a mano “perfettamente Roberto Castelli. gioranza. Lo stesso Consiglio dei minale. “Sono qui per dire no alla l’oggetto del patto: il 41 bis.
funzionanti” in prossimità della C’è aria di elezioni e ognuno ministri di ieri, che si è concluso provincializzazione della raccol- Amato è ritenuto un teste
uemilaottocento tonnel- discarica. con un decreto che affronta par- ta dei rifiuti, non è una soluzione importante, non solo per il

D
pensa ai propri collegi elettorali.
late di monnezza ammor- “Dopo due anni in cui abbiamo zialmente l’emergenza, è stato il per l’emergenza, né per sottrar- ruolo istituzionale
bano Napoli, dove pure la E LA POLITICA si dilania, an- speso centinaia di milioni (circa teatro di uno scontro tra Lega e re il controllo della gestione del ricoperto, ma per le nuove
Madonna e il bambinello che quando annuncia soluzioni 600 milioni solo per bruciare i ri- Pdl e tra governo e opposizione. ciclo dei rifiuti alla criminalità or- rivelazioni di Massimo
dei presepi di San Gregorio Ar- per impedire che Napoli e la fiuti in Germania) e aperto disca- Il governo ha deciso di cancella- ganizzata”. No alle Province, no Ciancimino, che ai
meno hanno la mascherina per Campania sprofondino nel disa- riche e termovalorizzatori ri- re dall’elenco le discariche di An- a Gigino Cesaro, presidente for- magistrati ha detto che l’ex
difendersi dai miasmi. Con Ter- stro ambientale. Mentre il mini- schiamo di precipitare di nuovo dretta (Avellino), Serre (Salerno) temente “in odore” e parlamen- direttore delle carceri, una
zigno che rischia di esplodere di stro dei Rapporti con le Regioni, nel passato. Sappiamo qual è il e Cava Vitiello, lo sversatoio da 7 tare, esattamente come Edmon- volta tornato ad indossare la
nuovo come nelle settimane Raffaele Fitto, alla fine di una lun- vero retropensiero della società milioni di tonnellate di rifiuti a do Cirielli, deputato, presidente toga forense, venne
passate. È emergenza rifiuti in ga riunione del Consiglio dei mi- napoletana: noi produciamo ri- Terzigno, ha anche stanziato 150 della Provincia di Salerno e pre- segnalato come difensore al
Campania come nel 2008, forse nistri, chiedeva solidarietà alle fiuti, ma altri se li devono accol- milioni di euro alla Regione Cam- sidente della commissione Dife- padre, din Vito, dal generale
peggio. “A Terzigno si prepara altre regioni, “troviamo un ac- lare”. Castelli è senza freni, attac- pania, ma la guerra è scoppiata sa della Camera. Proprio l’ince- Mario Mori. “All’epoca,
una notte molto calda”, dice in cordo per smaltire i rifiuti della ca il Pdl che in Campania gover- sui due termovalorizzatori da co- neritore di Salerno è il terreno di (siamo a giugno del ‘93, ndr)
serata il questore Santi Giuffré. Campania, un mese almeno, il na la Regione e quattro province struire a Napoli e a Salerno. battaglia fra Pdl e Pd. – ha detto Ciancimino jr –
La cava Sari è stata riaperta, ri- tempo necessario per uscire dal- su cinque, parla di incapacità de- Il governo spinge perché le com- mio padre era in carcere e il
prendono gli sversamenti. La l’emergenza”, arrivava in tempo gli amministratori locali “passati petenze passino alle Province, il LA PROVINCIA di Cirielli lo nome del legale da nominare
tensione è alle stelle, soprattut- reale il no secco della Lega. “La e presenti” e non dimentica nep- Pd è contrario, se ne occupino i scorso 2 novembre ha pubblica- lo fece Mori a me e
to dopo il ritrovamento di tre proposta è irricevibile”, firmato pure l’odio della Lega per un “na- Comuni. Per questo Pierluigi to il bando di gara (un appalto a all’avvocato Ghiron”.
poletano” eccellente, lo scritto- Bersani in mattinata ha fatto base d’asta di 260 milioni per
re Roberto Saviano. quello che il ministro Maroni ha 300 mila tonnellate), il Comune ostituto al vertice del
giudicato “un atto irrituale”. A di De Luca ha replicato dura- SAmato
Dap nel giugno del ‘93
GRU di Brescia “I RIFIUTI puzzano? Non c'è
problema, li mandiamo a quei
sorpresa ha salito le scale di Pa-
lazzo Chigi dove era riunito il
mente annunciando che l’area
dove dovrà sorgere la struttura
è stato sentito ieri
mattina sul contenuto
somari del nord. Che ormai non Consiglio dei ministri. Lì ha in- cambierà destinazione, da indu- dell’interrogatorio reso da
Espulsi due egiziani sono soltanto somari ma anche,
secondo il verbo del napoleta-
contrato il responsabile del Vi- striale a commerciale. “Perché –
ha spiegato i sindaco-sceriffo di
Mori al pm fiorentino della
Dna Gabriele Chelazzi e sul
immo è stato deportato”: sul sito dell’associazio- nus maximus, pure mafiosi”. Salerno – senza di noi non si fa documento con cui, a
“M ne “Diritti per tutti” non si usano mezzi termini.
Ieri dall’aeroporto di Malpensa sono partiti due degli
L’ordine del partito del Nord tra-
smesso da Castelli è netto e chia-
Bersani niente. Qui rischiamo che altri
portino rifiuti speciali”. Come è
marzo del 1993, suggerì al
ministro della Giustizia
immigrati che avevano sostenuto la protesta sulla gru di
Brescia. Reimpatriati, destinazione Egitto. Lo aveva an-
ro e riguarda anche i due presi-
denti di Regione del Veneto,
è salito a finita? Che il presidente della Re-
gione, Caldoro (Pdl), diventa
dell’epoca la revoca del
carcere duro per i mafiosi.
nunciato ad un quotidiano egiziano il vice ministro Zaia, e del Piemonte, Cota: nep- Palazzo Chigi commissario straordinario an- L’ex capo del Dap ha
degli Esteri del Cairo, secondo cui i due sarebbero stati pure un sacchetto di monnezza che per la realizzazione degli in- ricordato ai magistrati che il
riconosciuti come i capi della protesta culminata il 30 made in Napoli deve varcare il per dire no alle ceneritori. Quindi sembrerebbe suo documento fu
ottobre con la decisione di sei lavoratori immigrati di Gargliano. Sull’emergenza rifiu- che nessuno dei due contenden- preceduto da una riunione
salire su una gru contro il mancato rilascio del per- ti a Napoli si sta giocando una competenze ti abbia vinto. No, perché nelle del Comitato per l’Ordine e
messo di soggiorno e per chiedere di accedere alla brutta partita politica. pieghe del decreto c’è una frase, la Sicurezza pubblica, al
sanatoria. Ieri a Malpensa un presidio del comitato La crisi del 2008, con le tonnel- alle Province Caldoro è commissario, ma “fat- Viminale, il 12 febbraio, in
immigrati Milano sotto gli uffici della Egypt Air. Tutto si late di rifiuti per strada, i roghi e te salve le procedure già in esse- cui furono espresse, in
è svolto senza incidenti. gli scontri, sommerse Bassolino Maroni: “Atto re”. Vale a dire che a Salerno si particolare dall’allora capo
e il centrosinistra, quella di oggi inizierà dall’appalto deciso dalla della polizia Vincenzo
serve a regolare conti nella mag- irrituale” Provincia. Parisi, pesanti riserve sulla
eccessiva durezza del 41
bis. Le sollecitazioni non
La calda notte di Terzigno Immagine d’archivio dei precedenti
scontri di Terzigno tra i cittadini
e le forze dell’ordine (FOTO ANSA)
avrebbero che confermato
un convincimento
dell’allora capo del Dap sul
Tornano i Tir e anche le bombe carcere duro, da lui ritenuto
uno strumento eccezionale
e necessariamente
di Vincenzo Iurillo La serata, intanto, è iniziata Terzigno stanno per tornare ca- all’estero. Durante l’era Basso- temporaneo. Amato,
con il ritrovamento di tre bom- mionette e poliziotti in tenuta lino partiva stipata nei treni in dunque, ha sostenuto che
ull’eterna emergenza rifiuti be a mano nei pressi della Sari, nessun legame ci fu tra la
Sdi piazza.
torna l’incubo degli scontri
La miccia si è accesa
nascoste in una busta di plasti-
ca ai margini di una strada e
antisommossa per scortare il ri-
torno degli autocompattatori, a
Napoli si rischia di rimanere
Germania.

STAVOLTA dovrebbe viaggia-
presunta trattativa tra Stato
e mafia, e il suo documento.
con l’avviso di garanzia al sin- non lontane da un punto di in- stritolati nella monnezza. Im- re in nave, verso la Spagna. Co- La prossima settimana i pm
daco di Terzigno Mimì Auric- contro dei comitati antidiscari- pressionanti i cumuli di sac- me rivelato dal quotidiano Il Mat- di Palermo sentiranno l’ex
chio. La Procura di Nola lo in- ca. “Sono state fatte brillare – chetti neri abbandonati sui tino, si lavora a un accordo tra la Guardasigilli Giovanni
daga per interruzione di pub- dice il questore – avevano una marciapiedi, ben 2800 tonnel- Provincia di Napoli, la A2A (l’im- Conso che, a novembre del
blico servizio per aver chiuso grande potenzialità di attacco late nel solo capoluogo. Muc- presa che gestisce l’inceneritore 1993, revocò il carcere
la discarica Sari. I magistrati nei nostri confronti. L’avviso di chi enormi nel centro storico, di Acerra) e un’impresa andalu- duro a 140 boss. L’11
contestano le conclusioni del- garanzia al sindaco forse vuole come non se ne vedevano dal sa. Obiettivo: conferire in Spa- novembre, davanti
l’ordinanza che mettono in re- sottolineare che quell’ordi- gennaio 2008. Montagne di im- creta che in Campania non c’è gna 20.000 tonnellate di frazio- all’Antimafia, l’ex ministro
lazione la discarica con l’inqui- nanza non era opportuna. E mondizia anche davanti Villa bisogno di discariche, con qua- ne umida al mese al prezzo poco ha rivendicato l’autonomia
namento delle falde acquifere. penso che a questo punto sia Rosebery, la residenza napole- le credibilità il ministro Fitto modico di 140 euro a tonnellata, di quella decisione
Sventolano recentissime anali- veramente pretestuoso conti- tana del Capo dello Stato. E’ il convoca la conferenza Sta- comprensivo del trasporto. Co- sostenendo di averla
si di Arpac e Asl in contrasto nuare a dire no alla discarica”. caos. E l’affannosa corsa ai ri- to-Regioni per chiedere agli al- sto totale mensile: 2 milioni e adottata “in solitudine”
con le valutazioni dei consu- medi potrebbe produrre toppe tri Governatori le loro discari- 800.000 euro. E così gli stir, libe- nell’intenzione di poter
lenti del Comune. Sta quindi E AURICCHIO è pronto al peggiori del buco. che per aiutare i napoletani?” rati dall’umido che li ingolfa contribuire a far cessare la
per essere riaperto lo sversa- dietrofront: “A me sta a cuore la C’è il manager della società del Quindi non c’è da meravigliarsi bloccandoli, dovrebbero torna- stagione delle stragi di
toio in uso ai 18 comuni del ve- salute dei cittadini, se la Procu- settore rifiuti che sotto garanzia se Puglia, Emilia e le regioni del re a tritovagliare a pieno regime. mafia inaugurata con
suviano. E il questore Santi ra dice che non ci sono rischi, di anonimato, regala la seguen- Nord dicono no ai rifiuti cam- Ma appare difficile chiudere l’in- l’eccidio di Capaci. E nel
Giuffré ieri diceva di aspettarsi non ho motivo di mantenere in te riflessione: “Nel giorno in pani. Così si torna a giocare la tesa entro poche settimane. calendario di pm sono
una “notte calda”. vigore il provvedimento”. E se a cui il governo Berlusconi de- carta dei viaggi della monnezza Mentre bisogna fare presto. previsti altri interrogatori.
pagina 10 Venerdì 19 novembre 2010

ECONOMIA

IL RISO SCOTTI ALL’ASSALTO
DEI SOLDI PUBBLICI DELL’ENERGIA
Solo gli arresti hanno bloccato una truffa decennale
di Vittorio Malagutti 2009 il Gse, cioè il Gestore Gse, che allora si chiamava Gr-
Milano dei servizi elettrici, a con- tn, risale al 2002. Da allora, se-
trollo statale, ha indebita- condo quanto risulta al Fatto
ossibile che un ente di mente versato almeno 21 quotidiano, il gruppo alimen-

P Stato paghi per anni
milioni e milioni di eu-
ro a una grande azien-
da privata senza che questa
ne abbia diritto? Peggio, che
milioni di euro nelle casse
dell’azienda di Pavia famosa
per le sue martellanti cam-
pagne di spot con il tormen-
tone del “dottor Scotti”. I fi-
tare guidato da Angelo Dario
Scotti ha ricevuto oltre 60 mi-
lioni di euro come finanzia-
mento pubblico Cip6. Secon-
do le accuse dei magistrati, pe-
questi contributi pubblici nanziamenti pubblici sono rò, almeno un terzo di quei
siano ottenuti in cambio di stati erogati sulla base della soldi sono stati incassati dall’a-
un’attività potenzialmente legge cosiddetta Cip6 del zienda senza averne diritto.
dannosa per l’ambiente e la 1992. Motivo? Semplice, con l’andar
salute pubblica? E che, an- del tempo la lolla, cioè il rifiu-
cora, l’ente in questione non Quel tesoro to biologico e autorizzato, è
si accorga di nulla prenden- della lolla stato sostituito da spazzatura
do per buoni vecchi docu- ben diversa, che in alcuni casi
menti senza verificare diret- conteneva sostanze tossiche
tamente come stanno le co- FUNZIONA COSÌ: l’azien- in misura ben superiore ai li-
se? Ebbene sì, nel mondo fa- da produce energia da fonti miti fissati dalle autorizzazioni
tato dell’energia made in Ita- definite rinnovabili o assimila- rilasciate alla Scotti dalla pro-
ly tutto questo è accaduto te e lo Stato compra pagando vincia di Pavia e dalla regione
davvero. Lo sostiene la Pro- un prezzo maggiorato. Ebbe- Lombardia.
cura della Repubblica di Pa- ne, dieci anni fa la Scotti ha co- A un certo punto, secondo i
via che due giorni fa ha chiu- struito un inceneritore per calcoli dei tecnici del Corpo Lo storico testimonial del riso Gerry Scotti forse questa volta non basterà a salvare l’immagine (FOTO ANSA)
so la prima parte di un’in- produrre elettricità brucian- Forestale, l’inceneritore ha fi-
chiesta giudiziaria che ha do lo scarto di lavorazione del nito per essere alimentato da la. Insomma, addio fonti rin- lare, tra l’altro, sul rispetto di ratori respingono le conclu-
portato all’arresto di sette riso, cioè la lolla, che rientra una miscela composta per il novabili (e assimilate). Quindi regole e autorizzazioni da par- sioni degli ispettori del Gse.
persone tra cui 3 top mana- nella categoria delle fonti assi- 70 per cento da plastiche, un lo Stato non avrebbe dovuto te delle aziende che ricevono i Niente da fare. “Si dichiara
ger della Riso Scotti. Secon- milate a quelle rinnovabili. La altro 20 per cento di legnami e pagare, dicono adesso i magi- soldi del Cip6? Risposta: il Gse conclusa l’attività di verifica e
do l’accusa, tra il 2005 e il prima convenzione con il solo per il 10 per cento da lol- strati. Anche perchè (rifiuti a in pratica non si è mosso fino sopralluogo con esito negati-
parte) l’azienda pavese non al 14 maggio del 2009, quindi vo”, si legge nelle carte ufficia-
avrebbe rispettato una serie di quasi sette anni dopo la prima li. Fermi tutti, allora. L’ente
vincoli tecnici a suo tempo convenzione siglata con la so- pubblico blocca l’incenerito-
PUBBLICITÀ pagina 27, mentre La Stampa prescritti dal gestore della re- cietà di Pavia. Quel giorno una re e chiede all’azienda la resti-
dedica alla vicenda una ventina di te. Da qui l’accusa di truffa allo squadra di tecnici ha bussato tuzione del maltolto, cioè
L’AMNESIA DEI righe in basso a pagina 21. Stato formulata nei confronti alla porta della Scotti energia quei 21 milioni di incentivi in-
GIORNALI SUL Insomma, nessun clamore: una di tre manager arrestati mer- per quella che viene definita debitamente incassati. E inve-
storia minima con spazi minimi. coledì, tra cui il presidente una “verifica ispettiva”. ce no. Passano sette mesi e il
DOTTOR SCOTTI Eppure non si contano gli articoli della Scotti energia, Giorgio Gse fa marcia indietro. Con
D ottor Scotti? E chi lo conosce?
Un’ inchiesta della
magistratura sul traffico di rifiuti
che hanno raccontato la crescita a
gran velocità del’azienda pavese.
L’ultimo della serie, del 5 luglio
Radice.
Così, se verranno confermate
le accuse, l’azienda pavese po-
La denuncia (inutile)
degli ispettori
una comunicazione datata 10
dicembre 2009 l’esito della
verifica ispettiva viene ribalta-
colpisce l’immagine di una delle scorso, pubblicato da Repubblica trebbe essere costretta a resti- to. Da negativo diventa positi-
più note aziende alimentari con un titolo che è tutto un tuire gli incentivi pubblici in- GLI INVIATI del Gse non vo. Non è dato sapere per qua-
italiane, un marchio conosciuto programma: “Scotti dai chicchi ai cassati indebitamente. Tutto possono fare a meno di rileva- le motivo i controllori abbia-
da milioni di telespettatori se non bit: il riso punta al Web”. Niente questo grazie all’intervento re che l’inceneritore viene ali- no cambiato idea tra maggio e
altro per le martellanti campagne rifiuti, quindi. Anche se, bilanci della magistratura. E che cosa mentato con una miscela di ri- dicembre.
di spot, e la grande stampa alla mano, è proprio la monnezza, ha fatto nel frattempo il Gse, fiuti diversa dalla semplice lol- Sta di fatto che i contributi
nazionale come ti cucina la bruciata nell’inceneritore e ovvero l’ente chiamato a vigi- la. Non solo. Anche le caratte- pubblici vengono confermati.
notizia? I giornali più diffusi del trasformata in energia, a garantire ristiche dell’impianto, come Adesso però i magistrati sono
Paese scoprono all’unisono che lo buona parte dei profitti del emerge dalla verifica tecnica, convinti che quei soldi sono il
spazio è poco, la giornata è densa gruppo Scotti. Ma, si sa, qualche Gli ispettori non corrispondono a quelle frutta di una gigantesca truffa
di notizie importanti e quindi ai volta i rifiuti non fanno notizia. fissate al momento della pri- ai danni dello Stato. Sarà il pro-
guai della Riso Scotti si può Soprattutto quando sono associati
dedicare al massimo un articoletto a un’inchiesta giudiziaria che alza del Gestore ma convenzione del 2002, poi
modificata, ma solo in piccola
cesso a stabilire se la procura
ha ragione. Nel frattempo pe-
di poche righe. Ed ecco, allora, il velo su traffici che mettono a
che il Corriere della Sera confina rischio la salute pubblica. Quando elettrico parte, nel 2004. L’impianto
differisce “in maniera sostan-
rò la Scotti energia è riuscita a
portare a termine l’ennesimo
la vicenda in 12 righe a pagine 25 poi l’azienda coinvolta investe ziale”, recita testualmente il trionfale bilancio della sua sto-
(pezzo più ampio solo nelle ogni anno molti milioni in avevano rapporto ispettivo. Riassu- ria. Il 2009 si è chiuso con 2,3
pagine locali) e la Repubblica pubblicità, allora è proprio il caso mendo: i rifiuti sono fuori nor- milioni di utili su 12,7 milioni
spiega tutto in 14 righe a pagine di non sprecare spazio. Giù il bocciato gli ma. E anche l’inceneritore. di ricavi. Quasi 20 euro di pro-
21, Il Sole 24 Ore invece parla di sipario, il dottor Scotti esce di I dirigenti della Scotti ovvia- fitti ogni 100 di incassi. Un ri-
Scotti solo nelle notizie brevi di scena. impianti ma mente protestano. Nel corso sultato eccezionale. Grazie al-
di numerosi incontri il presi- la monnezza. E ai soldi di Sta-
furono ignorati dente Radice e i suoi collabo- to.

L’agricoltura chiede aiuto, dal governo solo spiccioli
DAL MINISTRO GALAN GRANDI PROMESSE E POCHI SOLDI AL CONVEGNO DEL FAI A BOLOGNA
di Chiara Paolin nerentola dell’economia italiana in re- e montana. Lasciando che pascoli e gli dell’università di Kassel: diagram- de agricole sono troppe, bisogna con-
Bologna gina d’incassi. “Sos agricoltura” era il colture si trasformino in bosco non si mi, Co2, produzioni insufficienti a sfa- centrare e consorziare. Mica possiamo
titolo del congresso organizzato ieri a ottiene un bell'effetto naturale. Al mare la popolazione mondiale in cre- produrre tutti lardo di Colonnata”. An-
are agricoltura oggi è una missione Bologna da Fai, Wwf e Associazione contrario. L’abbandono del territorio
Fda del
quasi impossibile. E anche la vicen-
riso Scotti lo dimostra: senza po-
agricoltura biodinamica proprio per
spiegare che paesaggio, arte e cultura
genera instabilità idrogeologica, frane
e un chiaro peggioramento estetico".
scita esponenziale. Ma quando è toc-
cato a Galan, si è tornati alle vecchie
questioni italiche: “Tra Cipe e Consi-
che Granata fa la sua lode regionalista:
“Finalmente in Sicilia abbiamo vino di
alta qualità, e i 37 vitigni locali sono tor-
litiche adeguate, senza aiuti (e con- sono l'unico patrimonio capace di E quindi? Servono soldi, investimenti. glio dei ministri oggi sono riuscito a fa- nati a essere una risorsa. Questa è cul-
trolli) sistematici, il ricorso ad altri reggere - potenzialmente - le sfide del Giulia Maria Crespi, presidente ono- re per l’agricoltura quello che non era tura che si mangia, caro Tremonti”.
mezzi, leciti o meno, diventa una ten- mercato globale. Tutto ciò nonostan- raria del Fai, s’infervora: “Com’è pos- stato fatto in due anni” ha esordito. Pla-
tazione spesso irresistibile. Lo sanno te dati difficili. Nel giro di pochi anni le sibile che questi politici non capisca- tea cauta, i dettagli raccontano più mo- E CHE SI FINANZIA col soldo pub-
bene quelli che se ne occupano tutti aziende agricole italiane si sono ridot- no l’importanza dele campagne italia- destamente di nuovi aiuti statali: 117 blico, perché il discorso torna inesora-
giorni cercando di trasformare la ce- te del 27 per cento facendo passare il ne? Ormai tutti fanno tutto ovunque, milioni per il settore irriguo e della bo- bile al Consiglio dei ministri e tutti vo-
loro Pil dal 2,5 all'1,6 per cen- se non salvaguardiamo in pieno la no- nifica nel Sud, più altri 100 milioni sud- gliono sapere l’ultima puntata sulle quo-
to, mentre la redditività del la- stra specificità chi verrà più a visitar- divisi tra gli aiuti ai produttori di zuc- te latte. Galan dondola la testa, poi sbot-
Nel giro di pochi anni voro agricolo è calata del 26
per cento. Ma c’è dell’altro.
ci?”. chero (64), la filiera ovicaprina (4), alla
pesca (15) e al biologico (7), il resto a
ta: “Sentite. Mi sono trovato lì Calderoli,
Bossi, il figlio di Bossi e Tremonti. Mi fan-
il numero di aziende Spiega Mauro Agnoletti,
esperto di paesaggio rurale:
IN REALTÀ i politici, ieri, non sono
mancati. In prima fila il ministro del-
nuovi sistemi di controllo del compar-
to. Inoltre, la rimodulazione del finan-
no: ‘Ma siamo sicuri che in Europa non
hanno sbagliato neanche una sanzione?
"La gente è convinta che il pro- l’Agricoltura Giancarlo Galan. Dietro ziamento alle imprese agricole tramite Non puoi tornar lì e chiedere se fanno
agricole è crollato del 27 blema sia l'urbanizzazione di lui Fabio Granata, Fli. In piedi, ritar- la Cassa Depositi e Prestiti. “Ma non so- uno strappo?’. Non so più che dire. Per
che mangia il verde. In parte è datario ma con sorriso angelico, Fran- no aiuti di Stato – ammonisce Galan – è 116 allevatori che non vogliono pagar la
per cento, il peso sul Pil vero, ma il dramma vero è l'ab- cesco Rutelli. Tutti e tre diligentemen- finita l’epoca del ministero bancomat, multa dobbiamo beccarci una sanzione
bandono massiccio delle cam- te riuniti mentre parlava (in inglese) il d’ora in poi solo piani davvero strate- milionaria. Una follia, ma abbiamo ri-
dal 2,5 all’1,6 per cento pagne, specie in area collinare serissimo professore svizzero Urs Nig- gici. E comunque due milioni di azien- mandato il discorso di una settimana”.
Venerdì 19 novembre 2010 pagina 11

23 novembre 1980 La prima pagina de “Il Mattino”
19,32: scossa devastante di Napoli di martedì 25 novembre 1980
Sotto, il presidente della Repubblica,
Sandro Pertini
Poi il grande affare sui luoghi della catastrofe

della ricostruzione a cura di Giampiero Calapà e Enrico Fierro

TREMILA MORTI
di Antonio Padellaro sportivo sta per atterrare l’eli-
cottero di Sandro Pertini. Il va-

D
sto e solenne seguito presiden-
ziale sale per il corso del paese.
Chi è ancora vivo sta aspettando
medici, infermieri e vigili del
fuoco per tirare fuori la gente da
sotto le macerie. Vede invece

Irpinia, cronaca
sfilare scorte e alamari. Volano
insulti. Un sasso sfiora la testa di
un dignitario. Il Presidente che
è lì per portare una parola di
conforto, per testimoniare la
presenza dello Stato vede che le
cose si mettono male. Il corteo

di un disastro italiano
fa dietrofront e quasi di corsa
omenica 23 novembre 1980. raggiunge l’elicottero che si alza
Redazione romana del Corriere in volo verso le più sicure retro-
della Sera in piazza Montecito- vie. Queste le mie prime ore del
rio. Un pomeriggio pigro con terremoto dell’Irpinia. Un rac-
noi redattori di turno a sbircia- conto che proseguirà per setti-
re dalle finestre lo shopping fe- mane tra le rovine, per poi tra-
stivo di via del Corso. L’istante sferirsi a Roma dove per anni
sarà fissato alle 19 e 32. Il capo-
redattore Roberto Martinelli,
straordinario cronista giudizia-
rio, fissa nella sua stanza il lam-
“Trovati un’auto
padario di pessimo gusto che
ha preso a dondolare come un
e parti”, così il mio
pendolo fuori controllo. “Il ter-
remoto”, grida e prima ancora
capo mi spinse
che le agenzie comincino a bat-
tere la notizia mi spinge fisica- fuori dopo il primo
mente fuori dalla porta: “Che
cazzo stai a fare trovati una mac- lancio dell’Ansa
china e parti”. Per dove lo saprò
qualche minuto dopo quando Poi le macerie
con gli occhi fissi sulla telescri-
vente dell’Ansa appare il primo e i fischi a Pertini
flash sulla “forte scossa di ter-
remoto con epicentro al confi-
ne tra Campania e Basilicata”. non si placherà la polemica sul-
Dubito che per il Corriere man- l’uso truffaldino e spesso dis-
darmi in avanscoperta nelle zo- sennato delle enormi risorse
ne della catastrofe irpina sia sta- stanziate per la ricostruzione.
ta la scelta giusta potendo con-
tare su un esercito di grandi in- LA TRAGICA giornata di Se-
viati (che infatti dal giorno do- nerchia ebbe tuttavia un’appen-
po sarebbero stati schierati sul dice sgradevole. L’indomani, in-
campo, onusti di gloria, come fatti, le cronache di noi inviati
la guardia di Napoleone ad Au- sul posto registrarono fedel-
sterlitz). Ma so perfettamente mente l’accaduto. “Fischiato
che è toccato a me perché il ca- Pertini”, titolò il Corriere della Se-
so ha voluto che quella dome- ra senza girarci intorno. La sera
nica fossi lì ad annoiarmi in re- stessa, discorso a reti unificate
dazione e perché sono saltato del capo dello Stato che si rivol-
subito sulla “mia” di macchina ge a un paese sconvolto dal nu-
divorato da una fame che ti mero enorme di morti e feriti e
prende alla gola (quel misto di dalla mostruosa inefficienza
ambizione, presunzione, vani- della macchina dei soccorsi.
tà, incoscienza, libidine chia- Pertini agita la pipa furibondo:
mata giornalismo) senza nep- “Hanno scritto, nevvero, che le
pure uno spazzolino. Inseguito bravi genti irpine mi hanno fi-
dai latrati di un capo come non schiato. È falso perché mi hanno
ne ho mai più conosciuti. invece accolto con tanti applau-
si e tutto il loro calore”. L’appel-
CON A BORDO altri tre col- lo televisivo ebbe ascolti altissi-
leghi, felici e disperati, arrivia- mi e della contestazione al Pre-
mo ad Avellino che è notte. La sidente Buono nessuno osò più
prefettura è un accampamento. parlare. Anche sul Corriere non
I cellulari sono di là da venire e se ne fece più cenno.
impossessarsi di un telefono di Potrà sembrare ingeneroso e
bachelite, anche a costo di fare a forse anche assurdo che con la
botte, è più importante di ciò classe politica che ci ritroviamo
che detti ai dimafonisti di Mila- io abbia tirato fuori dal cassetto
no, straordinari correttori di pe- un ricordo così poco encomia-
riodi strampalati. Ripartiamo al- stico di un Presidente di cui gli
l’alba e riusciamo a inerpicarci Italiani sentono acuta e incol-
fino a Senerchia, uno dei tanti mabile la nostalgia. Alla luce so-
presepi che sul crinale dell’Ap- prattutto di certe indecenti pas-
pennino giacciono accartoccia- serelle tra le macerie de L’Aqui-
ti come sotto l’urto di una tem- la. Pertini merita certamente di
pesta atomica. Soccorsi zero. riposare nel Pantheon degli eroi
Solo un silenzio tombale rotto per le sue vastissime beneme-
dalle grida dei sepolti vivi e dai renze. Coraggioso. Onesto. Au-
lamenti di chi piange i morti. torevole, Simpatico, Popolaris-
Poi, dappertutto, quell’odore simo. Ma Buono Pertini proprio
dolciastro. Un frastuono di pale non lo è stato. Soprattutto con i
e di vento: a valle, sul campo giornalisti irriverenti.
pagina 12 Venerdì 19 novembre 2010

SPECIALE IRPINIA SPECIALE IRPINIA

Domenica sera Le tendopoli Un crimine
sulle note di Casadei per chi ha perso tutto di Stato
Sono le 19,32 del 23 novembre Nel maggio del 1981 viene Nella foto, alcune persone osservano
1980, Avellino ascolta alla radio approvata la legge 219: prima un edificio completamente distrutto,
i “lisci” romagnoli: un boato grande truffa ai danni dei mentre un prete prega in una
sovrasta la musica di Raul Casadei. terremotati. I Comuni da strada. Oggi, trent’anni dopo,
Nella foto, il recupero di una ricostruire sono fissati a 360, ma nessuno si occupa più di un dolore
vittima tra le macerie. Gli edifici tutti, sindaci, deputati di collegio, che, spenti i fari dello scandalo,
crollati alla fine saranno 600 mila, vogliono il “loro terremoto”. Così permane come sofferenza silenziosa.
un intero pezzo d’Italia crollato su l’area del danno si estende presto a Mentre i giovani vanno via,
se stesso inghiotte le vite dei suoi 600 Comuni terremotati, anche scappano dal “vuoto” per andare
abitanti. Dal Nord partono i paesi in riva al mare che le nel “vuoto” che c’è altrove: la
volontari, gli “angeli” dei soccorsi macerie le hanno viste solo in tv nuova emigrazione d’Italia

UN BOATO, 90 SECONDI QUEL SISMA, LA FORTUNA
Gli uomini del soccorso
trasportano una bara
tra le strade d’Irpinia.
Una delle 2.914 vittime
del 23 novembre
di trent’anni fa (FOTO OLYCOM)

DI TERRORE DI UNA CLASSE POLITICA
Sintesi perfetta del modello clientelare Dc
E 30 ANNI DI SCANDALO di Franco Arminio*
Avellino
cento persone in un paese di ot-
tomila abitanti, queste persone
lasciavano un vuoto minore ri-
ospedali costruiti non per dare
servizi alla gente, ma per forag-
giare la macchina del consenso.
prendersi quasi un terzo dei sol-
di che lo Stato stanziava per da-
re la casa ai cittadini. Si è trattato
Dalle macerie del terremoto i dà un certo fastidio il

M
spetto a quello che io oggi de- Una macchina che nella sua cie- di una truffa legalizzata a cui
ronzio assolutorio in- finisco un esodo: l’esodo di cen- ca volontà di perpetrarsi non ha hanno partecipato migliaia di
torno al trentennale del to persone dallo stesso paese ri- colto e non coglie i mutamenti persone.
a quelle di una ricostruzione infinita terremoto. Per rendere
giustizia a quel che accadde nel
dotto ormai a quattromila abi-
tanti.
di questa provincia. Mutamenti
che l’hanno trasformata in un
Fa pena vedere tanti anziani in
case di quarantacinque metri di-
1980 andrebbe innanzitutto ri- Una volta si andava via da paesi piccolo inferno antropologico, stribuiti su tre piani, dove è un
di Enrico Fierro dini, povera gente. Succede co- Becchi Collidà), la “Repubblica za di Nicola Mancino, le altre nel cordato che fu un crimine di poveri, pieni di miseria, ma si dove le miserie dell’occidente problema anche far scendere la
Avellino me nella Firenze dell’alluvione, del terremoto” (Fausto Ibba, l’U- collegio di Carmelo Conte, fede- Stato. In questi giorni assistere- andava via da una comunità in s’incrociano con le miserie del- bara. Spesso si tratta di donne
1966, l’Italia dalle mille parlate si nità) arriva a contare quasi sette lissimo di Craxi. Si costruiscono mo a una serie di commemora- cui si sognava di tornare. Ades- l’Italietta del Cavaliere e con la coi figli emigrati e il marito al ci-
domenica, Radio Alfa di ritrova unita. E sarà l’ultima volta. zioni in cui più che parlare di

È
milioni di abitanti-beneficiari. Se- 200 chilometri di strade che arri- so si va via dal vuoto per andare mai risolta questione meridio- mitero. Nessuno si occupa più
Avellino trasmette i “lisci” I volontari scavano tra le mace- condo l’ultima rilevazione della vano a costare fino a 20 miliardi a quei morti si dirà che le case ri- a stare definitivamente nel vuo- nale. di questo dolore ora che sono
del romagnolo Casadei. So- rie, soccorrono i vivi e seppelli- Corte dei Conti, datata 2008, chilometro. costruite non sono poi tanto to che c’è altrove. La ricostru- spenti i fari dello scandalo. C’è
no le sette di sera e a Bal- scono i morti. Ma non piacciono quel terremoto è costato già 32 brutte e che l’esperimento del- zione post-terremoto vista da OGGI VIVERE in Irpinia è una sofferenza silenziosa, quo-
vano le vecchie con lo scialle ne- alla politica. Il cratere è dominio miliardi, 363 milioni 593 mila Grande affare le industrie in montagna co- Nord è stata il lievito per un raz- un’esperienza molto dolorosa. tidiana, che il sistema mediatico
ro sono in chiesa per la benedi- dei signori della Dc, in Irpinia Ci- 779 euro, una cifra enorme nella per il Nord munque ha garantito molti po- zismo mai veramente sopito. Vi- Si vive in paesi sparpagliati nel non vuole e non sa attraversare.
zione serale. Qualcuna porta per riaco De Mita, Giuseppe Garga- quale “non sono comprese le ul- sti di lavoro (senza ricordare sta da Sud, è stato il pretesto per paesaggio, piccole città col bu- Fa notizia il mostro di Avetrana,
mano i nipotini. È il 23 novem- ni, Salverino De Vito e Nicola teriori somme messe a disposi- che ogni posto è costato un mi- accelerare la rottamazione della co al centro. Il progetto demo- ma non l’anziano depresso nato
bre del 1980, trentadue minuti Mancino, nelle terre della Basili- zione dalle regioni e dalle ammi- NEL NAPOLETANO si proget- liardo e duecento milioni delle civiltà contadina. E adesso, do- cristiano era tutto concepito in una strada con dieci case e
dopo le sette della sera, la musica cata Emilio Colombo, a Napoli nistrazioni locali”. Nella ricostru- tano raccordi e viadotti: i 10 chi- vecchie lire). La classe dirigen- po aver esportato persone e im- non sulla ricostruzione dei pae- cento persone e che adesso si
di Radio Alfa viene sovrastata da Antonio Gava. Quei giovani, zione c’è tutto. lometri dell’Asse Mediano costa- te di allora usò il terremoto per portato mattoni, l’Irpinia è una si, ma sull’accontentare i singoli ritrova a vivere in un luogo in
un boato. Un rumore sordo e in- qualche professore, gli operai ve- Un piano da 15 mila miliardi di lire no 28 miliardi a chilometro (prez- continuare a fare la sola cosa terra senza speranza, ancora av- cittadini. Bisogna riconoscere cui ci sono cento case e dieci
terminabile che rimarrà miraco- nuti dalle fabbriche del Nord por- per 20 mila nuovi alloggi nelle pe- zi anni Novanta), 35 miliardi un che aveva sempre fatto: distri- vinta, ma allo stesso tempo sof- che proprio per questo atteg- persone. Ci vorrebbero politi-
losamente impresso sui i nastri tano scompiglio, nelle tendopoli riferie dell’area metropolitana na- chilometro della Circumvallazio- ne giovanile è al 52,8% e i suicidi, prefabbricati pesanti scendono in nello scandalo, quello dei magi- costruttori napoletani, e da Ciriaco buire denaro pubblico per as- focata da una classe politica che giamento le classi dirigenti di al- che d’avanguardia per riportare
dei registratori. Al primo “tuo- parlano con la gente, smuovono poletana, voluto soprattutto dal ne Lago Patria. Imbrogli? No, “sor- secondo un rapporto della Cisl, campo grandi imprese del Nord, strati-collaudatori: procuratori, De Mita, per la parte che riguardava sicurarsi consenso elettorale, non riesce a immaginare il futu- lora hanno goduto di un diffuso nuovi residenti nei paesi e inve-
no” le vecchie nella chiesa di Bal- coscienze e organizzano prote- Pci che governa la città, e il grande prese geologiche”, si giustifiche- sono in aumento, 15 solo nei pri- come quella dei fratelli Volani, il presidenti di tribunali e corti d’ap- l’indagine sulla “Banca Popolare del- facendo leva sul miraggio di ro. Una sorta di terra di nessu- consenso. Tutti a dare la caccia ce abbiamo una vecchia classe
vano si guardano atterrite. Non ste. Gli inviati dei giornali nazio- business della industrializzazione ranno i tecnici. Un grande affare, mi mesi del 2010. Uno ogni 18 faccendiere Francesco Pazienza e pello che incassano fino a 100 mi- l’Irpinia”. La Banca della Dc. “Tutti i una vita più dignitosa. Quel no, nella quale diventa normale al contributo. Adesso quella sta- dirigente, fatta di cadaveri che
faranno in tempo a sentire il se- nali descrivono con crudezza la delle zone colpite. La grande illu- soprattutto per le grandi imprese giorni. il boss Raffaele Cutolo. Qualcuno lioni di lire a collaudo. Gli stessi ri- parlamentari della zona appartenenti modello è andato in crisi per- concepire l’installazione di una gione è finita, la stagione che ha non si lasciano inumare.
condo boato. Moriranno tutte. realtà, le classi dirigenti locali so- sione coltivata dai ras della Demo- di costruzione del Nord: sui 144 Ha arricchito tanti il dopo-terremo- parla di tangenti destinate alla Dc e sultati della Commissione d’in- all’Olimpo nazionale del partito sono ché la Lega ha fatto chiudere i mega-discarica o chiudere consentito ai progettisti di *scrittore
23 novembre di trent’anni fa, ore crazia cristiana. Si promettono ot- consorzi che lavorano alla rico- to, “le imprese del Nord , i tecnici al senatore Nicola Mancino che chiesta presieduta da Oscar Luigi azionisti di questa banca”, denunciò rubinetti della spesa e perché
19,32, il terremoto che schiac- tomila posti di lavoro per venti struzione solo 75 hanno radici che hanno preso dal 25 al 35%, qual- reagisce sdegnato con una lettera Scalfaro (“uno sgarbo alla Dc”, Ma- in Commissione il parlamentare co- non si poteva andare avanti a
ciò città e paesi dell’Irpinia, del
Salernitano e della Basilicata con
Quando aree industriali (8 nell’Avellinese,
4 nel Salernitano; otto in Basilica-
campane o lucane. L’industrializ-
zazione, con i suoi contributi che
cosa come 12 mila miliardi di lire. E
al secondo posto metto i politici:
alla procura di Avellino. Dopo anni
l’inchiesta finisce in una bolla di sa-
stella), sono presto dimenticati. munista Michele D’Ambrosio, scom-
parso recentemente, l’unico vero op-
costruire case all’infinito. Tutti a dare TANGENTI
scosse tra il settimo e il nono gra-
do della Scala Mercalli. Tremila
Mastella ta). Non c’è programmazione, né
selezione degli investimenti, ogni
coprono fino al 100% dell’investi-
mento, è un business per grandi
hanno preso mediamente il 10%, al-
tri 5 miliardi. Poi vengono i camor-
pone, come tutte le indagini sul
dopo terremoto. Nel 2002 si chiu-
Il sistema positore del “demitismo”. Come è fi-
nita? Le grandi imprese del Nord han-
ADESSO davanti agli occhi ab-
biamo una provincia desolata
la caccia 32 MILIARDI DI LIRE
Pomicino-De Mita
morti, 9 mila feriti, 300 mila sen-
zatetto, 600 mila edifici accar-
attaccò potente targato Dc e Psi vuole il
“suo” polo industriale. E così na-
gruppi (Ferrero, Tanzi, Zuegg) e
per speculatori e avventurieri (si
risti”: Rocco Caporale, un sociologo
americano studiò a lungo i flussi fi-
de l’ultimo grande processo, si pa-
la di 32 miliardi (lire) di tangenti,
no ripreso il loro posto pronte ad altri
affari e lavori (la ricostruzione de L’A-
che ha tutti i problemi delle pro-
vince meridionali e in più si por-
al contributo SECONDO L’ULTIMO PROCESSO
tocciati. ‘O terremoto, che cancel- sce un’area a Nusco, collegio di sono costruite fabbriche di bar- nanziari della ricostruzione. sotto accusa sono potenti della po- IN PARLAMENTO la Democra- quila, il G8), i politici sono sempre lì. ta addosso un indelebile senso
lava case e metteva a nudo l’ine- Pertini: De Mita, una a pochi chilometri, a che in montagna). “Le famiglie camorriste – scrive litica come Paolo Cirino Pomici- zia cristiana si astenne non condivi- Ciriaco De Mita è padrone dell’Udc in di colpa per aver sciupato per continuare UN SOLO CONDANNATO
sistenza dello Stato, le satrapie Morra De Sanctis, paese di Peppi- Per capire come è finita basta farsi nel 1993 la Commissione antima- no, Giulio Di Donato, costruttori e dendo le “valutazioni” della relazione Campania, suo nipote Giuseppe è vi- un’occasione irripetibile. Non
politiche che dominavano quel “Non faccia no Gargani, un’altra tra Lacedonia un giro per le zone del cratere tra fia –diventano delle vere e proprie faccendieri. La prescrizione salva finale. “Fui odiato per quella inchiesta cepresidente della Giunta regionale; fa molta notizia nei dibattiti te- a godere ANTONIO FANTINI
pezzo di Sud, la fragilità di pove- e Bisaccia, collegio di Salverino Irpinia e Basilicata: quelle aree ora holdingdi imprese produttive capa- tutti. In nome del popolo italiano e gli odi tuttora resistono”, confessò Clemente Mastella è pronto a diven- levisivi, ma il Sud è tornato più
re economie. Crollano le case il capo della De Vito, senatore e poi ministro sono vuote, dei posti di lavoro ci di controllare l’economia del- non c’è giustizia per i tremila morti anni dopo Scalfaro. Odiato da Pomi- tare sindaco di Napoli, Cirino Pomi- che mai terra di emigrazione. di un diffuso EX GOVERNATORE (DC, OGGI UDEUR)
dei centri storici, si piega il “mo- per il Mezzogiorno, una a San promessi ne resistono poche mi- l’intera regione”. Quando ad Avel- del terremoto. Perché in Campa- cino, del quale era stato messo a nudo cino detta ancora linee e strategie po- C’è una differenza: se una volta
derno” ospedale di Sant’Angelo opposizione” Mango del Calore, area di influen- gliaia. In Irpinia la disoccupazio- lino si decide di costruire mille nia in quegli anni c’è uno scandalo il sistema di relazioni con il gotha dei litiche. andavano via in un anno due- consenso
dei Lombardi, si sbriciolano i pa- VITTIME
lazzi di cemento disarmato. I
2.914 MORTI
morti e i vivi resteranno sotto le
macerie per giorni interi. “Morti
da emarginati, da antichi clande-
stini della storia”, dirà Domeni-
co Rea.
no sotto accusa. “I paesi-presepe
– scrive Leonardo Sciascia su Il
Mattino – votano, sono collegi
elettorali: da mantenere così co-
me sono, reticoli clientelari tra i
aCosì furono costra
auiti i nuovi bronx di Napoli 9 MILA FERITI E 300 MILA SFOLLATI
DANNI
più sicuri”. E vede lontano, lo
Il Presidente scrittore siciliano. Perché sep- di Vincenzo Iurillo del post-terremoto affidato ai compito della ricostruzione si 219 vennero realizzate alcune popolare”, affermano in uno stu- sogni più efficacemente dell’Isti- Ventimila 600 MILA EDIFICI
pelliti i morti, data una baracca ai Napoli commissari di governo – il sin- esauriva con gli alloggi, dimen- attrezzature “che in diversi casi dio Nazario Malandrino e Giu- tuzione con tutto il portato an-
tra le macerie
vivi, si pensa alla ricostruzione. daco di Napoli Maurizio Valenzi ticando servizi pubblici, trasporti, non vengono ultimate ed asse- liano. Secondo i due professio- tropologico del Sistema (camor- alloggi DISTRUTTI
ice l’archistar Vezio De Lucia e i presidenti della giunta regio- infrastrutture, presidi delle forze gnate in tempi utili, essendo la- nisti la 219 ha configurato Pon- ristico, ndr) descritto da Saviano
SANDRO PERTINI visita il cra-
tere ed è sconvolto: “Non vi sono
Maggio ‘81: approvata la legge
219, subito scatta la prima gran-
de truffa a danno dei terremotati.
Ddegliche per una breve stagione
anni ’90 provò a riformare
nale della Campania – ha pro-
dotto in tutta la cintura napo-
dell’ordine. Risultato finale: quar-
tieri che scoraggiano in partenza
sciate quindi al vandalismo tep-
pistico di ladri di componenti per
ticelli “come il classico quartiere
dormitorio, un non-luogo dall’i-
in Gomorra: un microcosmo chiu-
so che si riproduce da sé, si ri-
sorti SPESA RISCOSTRUZIONE
stati soccorsi immediati. Ancora
dalle macerie si levano gemiti,
I Comuni da ricostruire nelle pri-
me stime sono 360, ma tutti, sin-
l’urbanistica partenopea insie-
me alla prima giunta di Antonio
letana quartieri-ghetto, fabbri-
cati fatiscenti, piccoli bronx?
ogni tipo di investimento. Eppure
nella famigerata Scampia, la più
l’edilizia e alle bande giovanili”. A
Ponticelli, periferia est di Napoli,
dentità”. conosce da sé, si autorizza da
sé”. Lo stesso microcosmo ricrea- nella cintura PIÙ DI 32 MILIARDI DI EURO
grida di disperazione dei vivi”.
Clemente Mastella, allora porta-
daci, deputati di collegio, voglio-
no il “loro terremoto”. Ci sono
Bassolino: “Il degrado di certi
quartieri non dipende dalle leggi LE RISPOSTE possono esse-
grande piazza di spaccio di dro-
ga a cielo aperto d’Europa, le ca-
che con Barra e San Giovanni a
Teduccio, “Il Triangolo della Mor-
GLI ANNI del post-terremo-
to, scrivono, “monumentalizzan-
tosi, in tinte altrettanto fosche,
nel Quadrilatero delle Carceri di metropolitana, PER LA CORTE DEI CONTI (DATO 2008)
voce della Dc, lo attacca: “Non soldi da spartire, provvidenze, che hanno ispirato la loro co- re diverse e in concorso. A co- se della 219 sono tra le migliori di te”, il quadro si complica. Questo do la casa popolare, hanno pro- Torre Annunziata, uno dei cla-
faccia il capo dell’opposizione”. occasioni, l’area del danno si al- struzione, ma dall’incuria e dalla minciare dalla fretta di ricostrui- quel quartiere: blocchi bassi di quartiere è cresciuto di oltre 20 dotto i demo-mostri: le aberra- morosi insuccessi della 219 nel veri ghetti STRADE MILIARDARIE
Ma il Presidente partigiano è
amato dagli italiani che raccolgo-
larga fino ad arrivare a 600 Comu-
ni terremotati. Piccoli centri e
mancata manutenzione”. Sarà
anche vero, ma l’affermazione
re con il solo scopo di dividersi
una torta di finanziamenti sem-
edifici di 3 o 4 piani costruiti con
accuratezza. “Ma privi di spazi
mila abitanti, per lo più stipati
nelle case comunali gestite dalla
zioni della democrazia. Dove la
sostituzione di una batteria di ga-
napoletano, tra edifici ancora pe-
ricolanti e una ricostruzione e degrado A NAPOLI UN CHILOMETRO
no la sua indignazione e in cen-
tinaia partono verso quel Sud mai
grandi città, Napoli e Salerno,
paesi in riva al mare che le mace-
non scioglie il nodo della que-
stione: perché la legge 219 del
pre più ampia. Passando per l’in-
competenza e la superficialità
collettivi attrezzati” si legge nel
rapporto-Nehom a firma di Gio-
Romeo Immobiliare. Ovvero “di-
stese di cemento, palazzoni pre-
binetti, o la riparazione di un so-
laio che perde, valga merito e
sommaria e incompletata. In
compenso, il quartiere è diven- AL COSTO DI 35 MILIARDI DI LIRE
impresso sulle cartoline sole e rie le hanno viste in tv. Nasce “l’e- 1981, il piano straordinario di dei progettisti. E delle ammini- vanni Laino e Daniela De Leo. fabbricati con pareti in carton- fiducia al capopopolo di turno, tato la roccaforte del clan camor-
mare. Paesi di montagna, conta- conomia della catastrofe” (Ada fabbricazione di 20 mila alloggi strazioni comunali per le quali il Che ricordano che coi fondi della gesso, obbrobri dell’architettura che è capace di intercettare i bi- ristico dei Gionta.
pagina 14 Venerdì 19 novembre 2010

SPECIALE IRPINIA

POTENZA rifugiati sotto la porta di BALVANO adeguatamente! Tornò per aver perso tutto e la
ingresso ed è stata la nostra indietro. E per questo ebbe solidarietà del resto
Vent’anni salvezza: dietro di noi il
pavimento collassava,
Siamo vicini salva la vita. Rimase nella
cornice della porta
d’Italia (a Balvano nessuno
ha dimenticato i trentini).
per riavere davanti a noi vedevamo le
scale che andavano in agli amici d’ingresso: esattamente
dove lo trovarono i vigili
Quante volte sentendo
parlare di ricostruzione a
la casa frantumi e l’androne che si
riempiva di macerie dei de L’Aquila del fuoco ore dopo. Di
quella casa alle pendici del
L’Aquila penso alla
trentennale ricostruzione
piani superiori. Ricordo castello rimase in piedi dell’Irpinia, agli sciacalli e

C aro Direttore, avevo 5
anni. Stavo cenando a
casa dei miei nonni con
che mia nonna ha pregato
tutto il tempo affinché il
Signore prendesse lei e
L a leggenda familiare
narra che mia nonna
Angela corse giù per le
solo la cornice di legno di
quella porta. La porta e
mio nonno. Nient’altro.
agli altri “animali”.
Angela Bovino, Balvano

mia sorella e mia nonna. risparmiasse la vita a me e scale con la sorella e la Oggi ho 39 anni, sono una
All’inizio mia sorella mia sorella. Ricordo le fortunata, perché dopo un nipote incinta, mentre ex terremotata (si diceva
pensava che fossi io a prime notti passate in anno ci hanno assegnato mio nonno Carmine così: ti chiamavano ilfattoquotidiano.it
muoverle la sedia e si macchina nel parcheggio l’alloggio popolare nel cercava di starle dietro. Lui “terremotato”), lavoro per Da oggi sul sito web del
lamentava. La casa dei miei degli autobus. Poi qualche quale i miei genitori perse le pantofole. Mio un servizio informazioni Fatto Quotidiano saranno
nonni era al primo piano giorno in campagna e vivono tuttora. Ci sono nonno - la “guardia” come che “aiuta” gli abruzzesi a
di un vecchio palazzo a una diversi mesi in montagna, invece voluti 20 anni per ancora lo chiama mia zia orientarsi nel dopo sisma. pubblicate le versioni
ventina di metri dal duomo in albergo. Tutto sommato ricostruire la casa dei miei Lina - non poteva scappare E li sento fratelli. Molte integrali di queste e altre
di Potenza. Ci siamo la mia famiglia è stata nonni. Rocco Brandi, Potenza non vestito cose sono uguali: il dolore testimonianze dei lettori

FIGLI DEL SISMA

A scuola
tra amianto
e cartone
di Carlo Tecce va resistito al terremoto. Non l’aveva-
Castelfranci (Avellino) no buttata giù per i contributi. Nem-
meno un’eventuale frode allo Stato
i dicevano che c’era la luna aveva calmato gli eredi. La ricostruzio-

A sinistra, le macerie d’Irpinia. A destra, amici-nemici: Ciriaco De Mita e Gerardo Bianco all’alba dell’Ulivo, 1996 (FOTO ANSA)
M rossa, stormi di rondini im-
pazzite, un’afa che sembra-
va estate. Quel giorno non
ne già durava da anni, e mai per noi si
sarebbe arrestata (o mai avrebbero
arrestato chi la ostacolava). Le case

“Non abbiamo fallito del tutto
c’ero, il 23 novembre 1980. Ma anche popolari venivano su con lentezza, la
se sono nato nell’85, l’ho sempre vis- gente era abituata a dormire nell’a-
suto. Vedevo, sopportavo, e non capi- mianto, ignara di condividere il sonno
vo. Non capivo perché abitassimo in con il carnefice. Per qualche metro in
sette in un appartamento con due più di terrazzo e una lira in meno di
stanze da letto, perché mia nonna do- canone, si attendeva volentieri due,

l’Irpinia è migliorata” vesse aprire e chiudere un armadio e
stendersi dentro per la notte, perché
le mie sorelle e mio fratello avessero
studiato due anni in Toscana, perché
quel campanile che si vedeva dalla fi-
nestra, appena ristrutturato, avesse
tre, quattro anni. La casa, popolare o
fuori sito che fosse, doveva avere il ga-
rage: lì andava l’automobile, il simbolo
degli ex poveracci, che nell’Ottanta
avrebbero firmato cambiali per la luce
elettrica pubblica, e adesso si conten-
GERARDO BIANCO: LUCI E OMBRE DELLA DC un piano in meno, il tetto slavato dalla
pioggia e l’intonaco cadente. Non ca-
dono il barbecue più figo.

pivo perché la mia scuola fosse di car- Il paese riflette un’assenza, l’anima
tone. La mia scuola materna, elemen- che non c’è più. Via i comignoli che sbuf-
di Giampiero Calapà to case, ma ha spento gli animi. tenere presente che i modelli mocristiano. Perché nonostan- tare, media. Non mi lamentavo. C’era favano attorno al campanile, ai piedi
Dal punto di vista materiale, del- mentali sono sempre perfetti, te i mariuoli, i corrotti, i Pomi- chi stava peggio, e di chi sta peggio, mi della farmacia, sopra la scuole, attorno
erardo Bianco quel 23 no- le cose fatte, non si può trarre purtroppo la realtà è ben più cino, la Dc era un grande partito diceva nonna che dormiva in branda ai simboli che di un gruppo di famiglie

G vembre 1980 partì in auto
nella notte da Roma, insie-
me a Biagio Agnes. Il gior-
no dopo era tra le macerie con il
presidente Pertini. Bianco era il
un bilancio negativo. Parlo per
l’Irpinia, diversa in meglio ri-
spetto a Napoli. Voglio ricorda-
re che fino a quel momento, in
Irpinia non c’era nessuna idea di
complicata. Ricordo che io nel-
la Dc ero in minoranza. Potrei
cavarmela dicendo: se la sono
vista loro. Invece mi prendo an-
che io la mia parte di luci e om-
con una caratteristica fonda-
mentale: la democrazia.
Chi era, chi è, Ciriaco De Mi-
ta?
Con lui la polemica dura da al-
da vent’anni, “devi ricordarti quando
ti senti in vena di lagne”.

La nostra casa gialla che tende
all’arancio, sopra la chiesa che aveva
fanno una comunità. Chi sta a valle, chi
sta a monte, chi sta in centro. E non s’in-
contrano mai. Perché la piazza è un lar-
go immenso, e inutile. Il terremoto ave-
va picchiato forte, aveva morso il tes-
capogruppo della Democrazia sviluppo industriale. bre: sono stato, sono e sarò de- meno 40 anni. Uomo di grandi perso le campane, era angusta, otto- suto sociale, aveva creato mostri: im-
cristiana, il più importante par- Hanno costruito fabbriche di idee, ma ha amato troppo il po- centesca, alta e stretta. Alessandro
tito di governo, alla Camera. Og- barche in montagna... tere. Mi considerava un “con- che giocava a pallone con me, proprio
gi, dopo trent’anni, non più de-
putato dal 2008, rifiuta l’idea di
A Morra De Sanctis sì. Altrove
una fabbrica di biciclette se è
“Ciriaco servatore trinariciuto”, poi lui è
passato con Berlusconi. Io sono
davanti alla chiesa, abitava in un pre-
fabbricato di amianto con i genitori, il
Come
uno scandalo nazionale sull’a-
zione di quella classe dirigente:
per questo. Certo, sono stati
commessi errori, sono state fa-
De Mita? Uomo sempre rimasto nel centro-sini-
stra (anche se quel trattino è lun-
fratello maggiore e la sorella minore.
Due file sotto il cubo di Alessandro, c’e-
nella via Gluck
“La ricostruzione? Il nostro vero
fallimento non è quello materia-
vorite aziende del Nord, da do-
ve sono arrivati imprenditori
di grandi idee, go da qui a Norimberga). Spero
sempre si ravveda, perché la sua
ra Vincenzo, più su c’era Nicola. De-
cine di cubi, uguali: ingresso con cu-
di Celentano
le, si è fatto il possibile. Ma non falliti. Gli sperperi ci sono stati, storia racconta altro. Voleva cina a vista, due stanze da letto, bagno
siamo riusciti a costruire insie- però contemporaneamente è ma vinto convincere me, padre fondato- con doccia. Erano divisi in villaggi, un là dove c’era
me una coscienza civile. Questo successo anche altro. C’è stato re dell’Ulivo, a entrare nel Pd. paese sventrato che si sfarina in vil-
sì, pesa anche sul mio passato”. sviluppo vero. Penso agli agritu- da un demone: Poi ha finito per vincere il suo laggi: Vadantico a sud, Sant’Eustachio una fattoria,
Eppure, onorevole Bianco, è rismo, ai fondi per l’enologia, di- demone di sempre: l’amore per a nord. Anch’io avevo il mio prefab-
accertato un giro di tangenti venuta fiore all’occhiello di l’amore il potere. Proprio per questo bricato, tra la piazza centrale e casa adesso ricambi
pari a 32 miliardi di vecchie quelle zone. E iniziative indu- non escludo che adesso si rav- mia: era di legno, l’avevano donato i
lire. E secondo la Corte dei striali riuscite non sono manca- per il potere” veda. veneti, i misericordiosi veneti. Bello, motori e lavatrici
conti, relazione del 2008, so- te, come la Ferrero a Sant’Ange- era bello. Confortevole pure. Ci pren-
no stati spesi in trent’anni lo dei Lombardi. devo lezioni di chitarra classica, e l’a- prenditori edili con il piglio del lombardo
più di 32 miliardi. Ammetterà che c’era un si- custica era buona: cassa armonica, al- senza scrupoli, contadini con la mania
La Corte dei conti dovrebbe va- stema di potere della Demo- troché. Il pavimento era un po’ rial- del terzo bagno. Una follia. Come nella
lutare se il patrimonio ricostrui- crazia cristiana? De Mita, zato, e pavimento proprio non era: via Gluck di Celentano là dove c’era una
to è di tanto inferiore ai soldi Mancino, Pomicino. Sistema era un pellicola marrone incisa a ret- fattoria, adesso ci sono fabbriche di
spesi. E badate bene, io non fui costruito sull’uso della spesa tangoli che imitava le mattonelle di ce- cioccolato, ricambi di motori e lavatrici. I
indulgente: criticai aspramente pubblica: sente di averne fat- ramica, uno strato di plastica per co- ragazzi che studiavano per diventare
gli sprechi, anche in aula. Il dato to parte? O di averlo contra- prire un asse di legno. Qual migliore ragioniere o geometra, che sapevano
vero, rispetto all’Irpinia, è che stato? rifugio per i topi? I topi di campagna, miscelare il vino e raccogliere le olive,
prima del terremoto c’erano ca- Parliamo di un sistema cliente- corpulenti e agili al contempo. venivano spediti in plotoni alle industrie:
se di pietra calce e paglia. Poi so- lare di tipo particolare. Appog- Mi piaceva la Coca cola, in un bar la un milione di lire al mese, sabato e do-
no sorte anche brutture archi- gio alle amministrazioni locali, vendevano a 500 lire al bicchiere. Ac- menica liberi però. Un paese rurale di
tettoniche, ma la vita abitativa è ai sindaci, che si legavano ai di- canto c’era il municipio, all’ingresso un tremila abitanti, che parlava poco e ma-
cambiata molto, senza dubbio rigenti nazionali e trovavano biliardino a cento lire. Piccoli residui di le l’italiano e smerciava egregio vino e
in meglio. punti di riferimento. Metodi di- un passato che mi avevano racconta- ancor più olio extravergine, veniva tra-
Non crede, invece, che le scutibili? Sì. Anche di progres- to, e non avevo vissuto, almeno in pre- sformato dalla politica – e da chi con la
condizioni dell’Irpinia, della so, però. Ricordate la lezione di sa diretta. Non era lontano da casa, politica imbandiva la tavola – in una pe-
Basilicata e di parte di Napo- Fiorentino Sullo, padre costi- dovevo infilare una stradina pavesata riferia del Nord: provincia di Brescia o di
li, rappresentino un fallimen- tuente? Esercizi clientelari di con mattoni, sampietrini, marmo sca- Rovigo, non più di Avellino. O come si
to per la classe politica della potere, in cambio di fedeltà po- dente. Erano tre curve, spezzate da diceva: provincia di Nusco, paese di Ci-
sua generazione? litica, per compiere grandi tra- un rettilineo. Alla prima c’era una casa riaco De Mita. Da bambino conoscevo
No, non mi sentirei di dirlo. Il sformazioni utili al Paese. Dopo che puzzava di antico, aveva l’odore e due entità, due forme quasi trascenden-
fallimento vero è stato quello di trent’anni, è vero, ci sono anco- il sapore di un oggetto vetusto da mu- tali: il terremoto, che significa tempo-
non aver costruito insieme una ra, anche in Irpinia, sacche di ir- seo. Sembrava implosa, era abbando- raneo; Ciriaco De Mita, che significa
coscienza civile. Il denaro ha da- risolto, di risolto male: bisogna nata dagli anni Settanta, eppure ave- eterno.
Venerdì 19 novembre 2010 pagina 15

ECONOMIA

AUTORITÀ ENERGIA Sciopero
dc
Tregua tra
LARGHE INTESE Fiom e Cgil
di Salvatore Cannavò

CON SPARTIZIONE
i fronte alle ultime
Drischimosse della Fiat, ai
di abbandono
dell'Italia, all'ipotesi di
realizzare delle “new.co”
nei vari stabilimenti, la
Fiom rilancia. Lo fa con
Catricalà presidente, Pdl Lega e Pd l'assemblea dei delegati del
gruppo - compresi i settori
non automobilistici -
si dividono le altre quattro poltrone Il trasversale Antonio Catricalà, dall’Antitrust passa all’Autorità dell’energia (FOTO EMBLEMA)
riunita ieri alla presenza
non solo del segretario
Fiom, Maurizio Landini, ma
di Giorgio Meletti protesta dall’incarico di re-
sponsabile per l’Energia del
l’Antitrust Catricalà sarebbe
scaduto nella primavera 2012.
Per protesta energia dell’Arel, il centro studi
che fa capo a Enrico Letta. Evi-
anche del segretario
generale della Cgil,
ome nella prima repub- partito. Il nuovo presidente Finirà il mandato dell’Authori- il deputato dente la competenza, evidente Susanna Camusso. E il

C blica. Il consiglio dei mi-
nistri vara le nomine dei
cinque membri dell’Au-
thority per l’energia elettrica e
il gas, e la lista dei nomi rivela in
dell’Authority energia sarà An-
tonio Catricalà, attuale capo
dell’Antirust. Catricalà, 58 an-
ni, era in corsa per la guida del-
la Consob. Dopo la designazio-
ty energia a 65 anni, incassa
quindi una buona prospettiva
di carriera. Catricalà è uomo
che gode di stima bipartisan,
forte di un’immagine costruita
Francesco
Testa si
anche la provenienza politica: è
targato area ex Margherita del
Pd.
E’ targata invece ex Ds, cioè ri-
conducibile direttamente al se-
primo effetto delle
iniziative di Sergio
Marchionne è stato
proprio il
ricompattamento, per lo
automatico il suk tra maggio- ne di Giuseppe Vegas, il gover- in lunghi anni da funzionario gretario Pier Luigi Bersani, Va- meno momentaneo,
ranza e opposizione che ha pre- no lo ha in un certo senso risar- statale in buoni rapporti sia con dimette da leria Termini, ordinario di dirit- metalmeccanici e
ceduto la scelte. cito garantendogli i sette anni i governi di centrodestra che to tributario all’Università di confederazione. Entrambe
La bomba esplode in casa Pd. di mandato nel nuovo incarico, con quelli di centrosinistra. responsabile Roma Tre. E’ questa nomina che d'accordo nel proclamare
Appena letti i nomi il deputato che frutta una stipendio vicino ha provocato le rabbiose dimis- una giornata di
Federico Testa si dimette per ai 500 mila euro all’anno. Al- UN SUK STILE anni Ottanta Energia del Pd sioni di Testa dall’incarico di mobilitazione a gennaio,
si è invece verificato sulle altre partito. La Termini, moglie del con ore di sciopero ancora
quattro poltrone. La maggio- noto tributarista nonché parla- da stabilire, in tutti gli
ranza deve per forza scendere a sta sulla P3. Carbone figlio è at- mentare Ds Salvatore Biasco, è stabilimenti del gruppo.
SLOT machine patti con l’opposizione. Il mec-
canismo di nomina prevede in-
tualmente capo del servizio le-
gislativo del ministro della Sem-
andata in cattedra un anno fa, e
la sua vittoria al concorso è stata
D'accordo anche nel
richiedere un tavolo
fatti un parere vincolante del plificazione normativa Roberto oggetto di una dura polemica negoziale al governo, che
Boom a rischio mafia Parlamento con voto favorevole
di due terzi nelle commissioni
Calderoli, dopo essere stato vi-
ce segretario generale a palazzo
sulle colonne del Sole 24 Ore, ol-
tre che del Fatto Quotidiano.
ha risposto picche, e su un
piano di rivendicazione

Btantioom della raccolta dei giochi, delle slot machine in
particolare e – tra queste – grande avvio per le debut-
videolottery. A ottobre la raccolta complessiva di 5
competenti di Camera e Senato.
Finora, per esempio nel caso
dei due membri in scadenza, il
Chigi. Non si conoscono sue
competenze particolari nel
campo dell’energia. Ma da tem-
E’ di ardua comprensione il con-
tributo di una tributarista alla
gestione delle complesse parti-
che prevede il no alla
riduzione delle pause, il no
alla collocazione della
miliardi e 573 milioni di euro è stata spinta soprattutto presidente Alessandro Ortis e il po il suo nome è sempre stato in te che aspettano la nuova Au- mensa a fine turno. In
dalle slot machine: gli italiani hanno infilato monetine per commissario Tullio Fanelli, ave- prima linea in tutti i totonomi- thority: per esempio la antica assemblea è anche arrivata
2 miliardi e 830 milioni di euro nelle voraci macchinette va funzionato la scelta di perso- ne. E’ invece un esperto del ra- questione della separazione la notizia dallo
sparse per i bar e per le sale scommesse. nalità universalmente apprez- mo Guido Bortoni, l’altro pre- della rete di distribuzione del stabilimento di Termoli del
La novità sono le videolotterie che possono erogare fino a zate. scelto dalla maggioranza. Ha già gas dalla proprietà dell’Eni. Il divieto della mensa per le
500 mila euro con il jackpot nazionale, contro i 100 euro avuto incarichi all’Authority, ed dato tecnico-politico è che in donne in che si trovano
delle vecchie slot. Al primo mese di funzionamento spe- QUESTA VOLTA si è scelta la è attualmente capo del diparti- ogni caso la maggioranza non nella fase dell'allattamento.
rimentale rilevato dai Monopoli di Stato hanno totalizzato strada della spartizione. Due al- mento energia del ministero può dire niente sulla scelta della Parere favorevole a sistemi
116 milioni di euro di raccolta. Il presidente dell’Antima- la maggioranza e due all’oppo- dello Sviluppo economico. An- professoressa Termini per gli di flessibilità oraria ma
fia Giuseppe Pisanu avverte dell’ “allarmante continuità e sizione. La maggioranza ha de- che i due designati del Pd sono stessi motivi per cui il Pd voterà senza deroghe e su un
contiguità tra gioco lecito e illecito, entrambi utilizzati signato Luigi Carbone, figlio di di diversa caratura. Alberto a favore di Luigi Carbone figlio “importo di solidarietà” di
dalle mafie per infiltrarsi nella società e nell'economia”. Vincenzo, ex presidente della Biancardi è direttore generale di Vincenzo. Una mano lava l’al- 1.000 euro, da
Corte di Cassazione, il cui nome della Cassa conguaglio del set- tra e tutt’e due si stringono per corrispondere a luglio,
è finito nelle carte dell’inchie- tore elettrico e responsabile siglare le larghe intese. come riconoscimento dei
costi della crisi e
comprensivo di quel

Enel, Eni e Poste: il risiko è cominciato premio di produttività che
nel 2010 la Fiat non ha
voluto erogare.

CON LA NOMINA DI VEGAS ALLA CONSOB SI È MESSO IN MOTO IL RIASSETTO DEL POTERE ECONOMICO ltre al piano settoriale, è

di Gianmaria Pica ranza di due terzi) delle com- e a Emma Marcegaglia) e che farsi da parte. In un’in- zione interna non vedesse la
Odelsulla politica industriale
gruppo automobilistico
missioni parlamentari com- del giudice della Corte di giu- tervista a Repubblica, si è det- luce, si potrebbe optare per che le posizioni di Cgil e
on la decisione del Consi- petenti. Così ieri, da Palazzo stizia Ue Giuseppe Tizza- to disponibile a partecipare manager esterni. In questo Fiom si sono ritrovate unite
C glio dei ministri di indiriz-
zare il viceministro all’Eco-
Chigi, hanno fatto sapere
che l’attuale presidente del-
no, fortemente sostenuto da
Berlusconi e dal sottosegre-
al ricambio dei vertici della
società, dove è presidente e
caso Paolo Scaroni, oggi
numero uno dell’Eni in sca-
nell'obiettivo di
capovolgere gli argomenti
nomia, Giuseppe Vegas, al- l’Antitrust, Antonio Catri- tario Gianni Letta anche il amministratore delegato. Ie- denza, sarebbe il più papabi- di Marchionne. Se per l'ad
la presidenza Consob, si è calà sarà il nuovo presiden- direttore generale della Rai ri un articolo del Corriere della le come ad, mentre per la Fiat in Italia non si fanno
aperta la partita delle nomi- te. Mauro Masi. Per ora l’auo- Sera, con cui è stato fatto il presidenza potrebbe arriva- utili perché la produttività
ne da decidere in extremis Ora che Catricalà cambia rità sarà retta dal consigliere punto delle grandi inchieste re da Telecom Franco Ber- è bassa e i lavoratori non
prima delle elezioni: dalle poltrona si apre un’altra, con la maggiore anzianità di su appalti e politica, è stato nabè (pure lui in scadenza), sono "governabili", Fiom e
Authority indipendenti (in complicatissima, partita: servizio, cioè Antonio Pila- correlato con una foto in pri- oppure il capo delle Poste Cgil puntano il dito contro
primis l’Autorità di vigilanza quella per la presidenza An- ti. Lo stallo politico potreb- mo piano di Guarguaglini Massimo Sarmi. Ma pare le scelte strategiche
per l’energia elettrica e il titrust. Infatti, il garante del- be rendere la sua presidenza (che non risulta tra gli inda- che Sarmi preferirebbe la ri- dell'azienda torinese. La
gas, Aeeg) alle grandi società l’Autorità che tutela la con- pro tempore molto lunga, gati): è il simbolo della fase di conferma per portare Poste scelta di ritirarsi negli Usa,
partecipate dallo Stato (Eni, correnza e il mercato viene forse anche permanente. fragilità del manager. Chi alla quotazione in Borsa. pensano alla Fiom, è in
Enel, Finmeccanica, Poste e nominato d’intesa dai presi- Tra marzo e maggio scadono prenderà il suo posto? Molto L’amministratore delegato realtà frutto di una
Terna). denti di Camera e Senato. Al- anche i vertici delle grandi probabilmente gli attuali po- di Terna Flavio Cattaneo, difficoltà di fondo della Fiat
Il governo guidato da Silvio lo stato attuale sembra im- società semi-pubbliche. Og- teri di Guarguaglini verreb- soltanto a precisa domanda, che nei tre anni di crisi alle
Berlusconi ha davanti quat- possibile trovare la conver- gi la posizione di Pier Fran- bero scorporati: lui rimar- risponde che non gli interes- nostre spalle ha smesso di
tro mesi in cui può ridisegna- genza tra Gianfranco Fini e cesco Guarguaglini, il nu- rebbe come presidente men- sano incarichi in altre socie- progettare nuovi modelli
re la mappa del potere eco- Renato Schifani su una per- mero uno dell’azienda di Fin- tre per la posizione di ad si tà. Ma circola anche il suo no- puntando solo al
nomico in Italia. Intanto, ie- sona da indirizzare all’Anti- meccanica, è molto debole. sta pensando a una soluzio- me per la poltrona di Guar- ridimensionamento del
ri, insieme a Vegas, è stato trust. I nomi che si fanno so- Alla guida di Finmeccanica ne interna: il direttore gene- guaglini: l’ex direttore gene- costo del lavoro. Ne è
nominato anche un commis- no quelli del segretario gene- dal 2002 e con il mandato in rale Giorgio Zappa, oppure rale della Rai ha ottimi rap- prova il fatto che del piano
sario Paolo Troiano – con- rale della Farnesina Giam- scadenza nell’aprile 2011, il condirettore generale porti con Tremonti e la Lega. da 20 miliardi non si
sigliere di Stato, vicino all’O- piero Massolo (vicino a Fini Guarguaglini potrebbe an- Alessandro Pansa. Se la solu- Al posto di Cattaneo in Terna conosce finora nulla.
pus Dei – come commissario potrebbe arrivare, Antitrust Fiom e Cgil cercano di
Consob ed è stato avviato an- Giuseppe Vegas e Pier Francesco Guarguaglini (FOTO ANSA) permettendo, Mauro Masi. buttare la palla nel campo
che l’iter per la nomina dei
componenti dell'autorità
Prima Per lui, si sta pensando an-
che alla presidenza di Enel in
dell'avversario chiedendo
il tavolo negoziale al
per l'energia. All'Aeeg, dal
2004, sono rimasti solo in
delle elezioni sostituzione di Piero Gnu-
di, mentre Fulvio Conti – ad
governo, dal quale si
pretendono risposte sulla
due: il presidente, Alessan-
dro Ortis, e un commissa-
l’esecutivo della società di Enel – se non
venisse confermato per un
mobilità ma anche
garanzie sui reali obiettivi
rio, Tullio Fanelli. Entrambi terzo mandato potrebbe ar- industriali della Fiat,
scadono il prossimo 15 di- può riscrivere rivare alla guida del Cane a soprattutto con i dettagli
cembre. L’Aeeg ha un siste- sei zampe al posto di Scaro- stabilimento per
ma di nomina bipartisan: il la mappa ni. E il posto di Conti in Enel stabilimento. Tavolo che,
ministro dello Sviluppo eco- da chi sarà ricoperto? C’è ovviamente, Marchionne
nomico indica i candidati del potere sempre l’ipotesi Cattaneo, non vuole e che il ministro
che poi dovranno ricevere il se non approda prima a Fin- Maurizio Sacconi quindi
parere favorevole (a maggio- economico meccanica. non concede.
pagina 16 Venerdì 19 novembre 2010

ESTERI

LA CINA IN PIAZZA
sto mercato illegale oltre
10.000 giovani rapite, tra cui
1.100 straniere provenienti dal
Vietnam, dalla Cambogia, dal
Laos e dalla Mongolia. Una ma-
dre di Datong, nella provincia

CONTRO I SEQUESTRI
di Shanxi, ha perso la figlia
Wang Min nel 1997 e da allora
non ha masi smesso di cercarla.
“Quando è scomparsa mia fi-
glia aveva appena otto anni. Og-
gi ne ha 21”, dice la madre con

DEI BAMBINI
la voce rotta dall’emozione.
“Subito dopo la sua scomparsa
mi sono rivolta alla polizia, ma
non potendo fornire alcuna
prova del rapimento, la polizia
non e’ stata in grado di darmi
alcun aiuto pratico. La sola cosa
I genitori denunciano: “Pagano che posso fare e’ continuare a
cercarla in tutti i posti in cui mi
viene segnalata la sua presen-
6 mila euro i maschi, 500 le femmine” za”. “Ho un altro figlio, ma con-
tinuo a sentire moltissimo la
mancanza di Wang Min. Proba-
di Clifford Coonan minucce, invece, vengono av- me a causa della presenza degli bilmente se mi passasse accan-
Pechino viate alla prostituzione o date in agenti di polizia e molti se ne to per strada non la riconosce-
moglie nelle zone rurali più po- tornano a casa non appena le rei nemmeno, ma non abban-
ono arrivati da tutta la Ci- forze dell’ordine intervengono donero’ mai la speranza di ritro-

S
vere del Paese. La scelta politica
na in segno di protesta, della Cina di limitare la crescita per disperdere i dimostranti. Le Bambini cinesi che chiedono l’elemosina (FOTO LAPRESSE) varla”, aggiunge. Il figlio di Li Ni
sotto lo sguardo vigile del- demografica inducendo le cop- autorità hanno affrontato il e’ scomparso a Xian nel feb-
la polizia, innalzando car- pie a non avere più di un figlio, problema lo scorso aprile con gli maschi è comune nella Cina Quando si sposano, le donne braio del 2009. “Moltissimi ge-
telloni rudimentali con le foto ha portato a un notevole squi- un’operazione in grande stile rurale e le donne spesso ricor- entrano a far parte della fami- nitori hanno cercato i propri fi-
dei loro figli scomparsi. L’inso- librio numerico tra i due sessi che ha portato alla scoperta di rono all’aborto se aspettano glia del marito e quindi non me- gli in tutte le province della Ci-
lita manifestazione di genitori tanto che ora ci sono molte me- quasi 2.400 organizzazioni cri- una femmina anche perché le raviglia il detto cinese: “Alleva- na dando fondo a tutti i loro ri-
nel centro di Pechino è la spia no ragazze che ragazzi. Secon- minali e all’arresto di circa 16 severe leggi in materia di piani- re una figlia è come annaffiare il sparmi”, dice Li Ni. “Sono fer-
di un crescente malessere e ha do le informazioni fornite dalle mila persone. ficazione familiare impedisco- giardino di un altro”. mamente intenzionata a ritro-
lo scopo di sollecitare le auto- organizzazioni umanitarie, i no di avere più di un figlio o al vare mio figlio e continuerò a
rità a un maggior impegno in- bambini vengono venduti an- MA IL RAPPORTO del massimo due. Ma questa prefe- I RAGAZZI, invece, quando cercarlo con qualunque mez-
vestigativo per fare luce su un che per 6 mila euro mentre il 2010 sul traffico dei minori a renza per i figli maschi ha cau- diventano uomini possono col- zo. Non mi importa né quanto
fenomeno terribile: la scom- prezzo per le bambine è infe- cura del Dipartimento di Stato sato uno squilibrio numerico tivare i campi oppure andare a ci vorrà né quante sofferenze
parsa e la vendita di decine di riore ai 500 euro. Alcune fini- Usa sostiene che, malgrado al- tra i due sessi che può avere lavorare in città. Lo squilibrio dovrò affrontare”.
migliaia di bambini ogni an- scono per lavorare nelle forna- cune iniziative degne di nota, il conseguenze catastrofiche nel numerico tra i due sessi ha crea- “I rapitori dei nostri figli, ne so-
no. ci dove si fabbricano mattoni, governo cinese non ha fatto Paese più popoloso del mondo. to una situazione di estremo di- no convinta, sono degli esseri
altre sono costrette all’accatto- quanto avrebbe dovuto per eli- In alcune regioni ci sono 130 sagio per gli scapoli cinesi che a umani e hanno sentimenti co-
“MIA MOGLIE e io non pos- naggio nelle grandi città della minare la piaga del traffico di uomini per ogni 100 donne volte hanno difficoltà a trovare me voi e me. So di un rapitore
siamo starcene a casa con le ma- costa orientale. Di tanto in tan- bambini e che continuano ad mentre tale rapporto nei Paesi moglie e per risolvere il proble- che essendo venuto a sapere
ni in mano in attesa della poli- to scoppia uno scandalo quan- arrivare segnalazioni di bambi- industrializzati e’ mediamente ma sono entrate in gioco le or- dagli organi di informazione
zia. Non possiamo fare a meno do si viene a sapere che molti ni di entrambi i sessi costretti a di 107 a 100. ganizzazioni criminali. È au- quanto dolore stava causando
di continuare a cercare. Più si bambini rapiti vengono vendu- prostituirsi. La Cina non forni- mentato in ma- ai genitori del bambino che ave-
aspetta, minori sono le proba- ti agli orfanotrofi che control- sce dati ma, stando a quanto ri- niera esponen- va sequestrato, alla fine ha de-
bilità di ritrovare tuo figlio”, di-
ce il padre di uno dei ragazzi,
lano il mercato delle adozioni
all’estero. I genitori che prote-
ferito da un documentario rea-
lizzato per una emittente tele-
Le ragazzine rapite ziale il traffico di
ragazze vendute
ciso di restituirlo alla sua fami-
glia”, aggiunge Li Ni. “Forse un
Liu Jungjun, scomparso que-
st’anno.
stano a Pechino, che ormai co-
stituiscono una vera e propria
visiva britannica, ogni anno in
Cina vengono rapiti per la stra-
vengono vendute come come mogli o co-
me prostitute e
giorno anche mio figlio mi ver-
rà restituito allo stesso modo.
Molti dei bambini di sesso ma- rete di genitori disperati, si so- da circa 70 mila bambini. In un dallo scorso me- Io fino a quel giorno continue-
schile che scompaiono in Cina no incontrati grazie a un sito Paese nel quale la rete di assi- prostitute, accattone se di aprile, se- rò a lottare per riabbracciar-
vengono venduti a coppie ste- web chiamato “Baby Come Ho- stenza garantita dal welfare de- condo dati forni- lo”.
rili che si rivolgono alle organiz- me” sul quale sono elencati ol- ve ancora essere costruita, un o mogli nelle zone rurali ti dalla polizia ci- *(c) The Independent
zazioni criminali per avere il so- tre 2 mila bambini scomparsi. figlio è fonte di sicurezza in età nese, sono state Traduzione di
spirato erede maschio. Le fem- Alcuni temono di dire il loro no- avanzata. La preferenza per i fi- più povere del Paese immesse su que- Carlo Antonio Biscotto

Immigrazione e figli segreti:
le difficoltà del super censimento
di Simone Pieranni nuta responsabile dello squilibrio tra i sessi
(nel 2020, secondo l’Accademia delle scien-
’incremento dell’immigrazione e le nasci- ze di Pechino, ci saranno 24 milioni di uo-
L te non registrate, quelle dovute alle eva- mini in età riproduttiva che non potranno
sioni della legge sul figlio unico: ecco i prin- trovare una partner), degli aborti forzati e
cipali ostacoli trovati nell’affrontare lo sto- di altri abusi commessi dalle autorità locali
rico censimento della popolazione cinese, per rispettare le “quote” che vengono loro
che si è svolto dal primo al 10 novembre. Ad assegnate. “Le multe”, ha detto Feng, “saran-
avvertire della difficoltà era stato durante no più lievi di quelle previste e potranno es-
una conferenza stampa a Pechino Feng Nai- sere rateizzate”. E non sono state chieste in-
lin, uno dei responsabili del censimento. Sei formazioni sul reddito. Per realizzare il cen-
milioni di persone hanno raccolto i dati in simento hanno collaborato venti “diparti-
31 province, 330 città, 2800 contee, 4 mi- menti” del governo, tra cui il ministero del-
la township (una via di mezzo tra un villag- la Pubblica sicurezza e quello delle Finanze.
gio ed un piccolo centro urbano) e 680 mila Feng ha precisato che il flusso delle infor-
villaggi su un territorio che va dai picchi del- mazioni è però “unidirezionale”: dagli uffici
le montagne più alte del mondo del Tibet, ai governativi al censimento e non nella dire-
deserti del Taklamakan e della Mongolia fino zione opposta. L’Ufficio statistiche – che ha
alle metropoli di nuova industrializzazione incontrato difficoltà impreviste nel recluta-
che si affacciano sul mar della Cina. La spesa re i sei milioni di raccoglitori dei dati – ha
dovrebbe ammontare almeno a otto mi- spiegato che “le società private non voglio-
liardi di yuan (circa 800 milioni di euro), no privarsi dei loro impiegati e anche quelle
forniti dal governo centrale e da quelli pro- pubbliche hanno un personale molto ridot-
vinciali. Ma la difficoltà principale è stata l’o- to”. Il problema è stato risolto ricorrendo a
stilità di buona parte dei cittadini che è ri- personale reclutato sul posto. Per la prima
sultata evidente già nel corso delle rilevazio- volta sono stati registrati i cittadini delle Spe-
ni parziali che l’Ufficio del- ciali regioni amministrati-
le statistiche ha effettuato Un manifesto invita i cinesi a ve di Hong Kong e Macao,
nei mesi scorsi. Secondo il collaborare al censimento (F L P ) quelli di Taiwan e gli stra-
OTO A RESSE

quotidiano China Daily “la nieri che risiedono in Ci-
gente vuole evitare di paga- na. I lavoratori immigrati
re le pesanti multe” previ- vengono censiti “nel luogo
ste per chi ha violato la leg- nel quale si trovano” al mo-
ge sul figlio unico, forse la mento della rilevazione,
più impopolare della Cina. sulla base del loro “hukou”
Nailin e l’organizzazione o permesso di residenza.
hanno però fatto “il possi- Questo censimento è sta-
bile per convincere la gen- to il sesto nella Repubblica
te a collaborare”, assicu- Popolare di Cina. Gli altri
randola che i dati resi noti hanno avuto luogo nel
per il censimento non ver- 1953, ‘64, ‘82, ‘90 e nel
ranno trasmessi agli uffici 2000. In quest’ultimo, la
responsabili delle imposte popolazione della Cina è ri-
e del rispetto della legge sultata essere di 1,26 mi-
sul figlio unico, che è rite- liardi di persone.
Venerdì 19 novembre 2010 pagina 17

ESTERI

N
HA STUPRATO DUE DONNE HACKERAGGIO
I cinesi spiano
il Pentagono via web

O CERCANO DI INCASTRARLO? I l traffico via Internet
di molti siti di agenzie
governative americane,
comprese alcune del
Pentagono, nell’aprile
scorso fu “sequestrato”
Mandato d’arresto per Assange, inventore di Wikileaks da server cinesi per
circa 18 minuti. Lo
denuncia un rapporto
di Federico Mello terpol. Assange, che non dor- ti sul cambiamento climatico); versione del suo avvocato in- presentato al Congresso
me mai due notti nello stesso nè a destra, con la denuncia di glese – il mio cliente si è offerto dall’americana
hi è Julian Assange? Un letto, ieri mattina era a Londra tutte i “danni collaterali” nelle a più riprese di essere interro- “Us-China Economic

C alfiere della libera infor-
mazione ora vittima del-
la “macchina del fango”
internazionale? O un perso-
naggio oscuro, criticato dai
ma, come prevedibile, ha fatto
perdere le sue tracce. Sono an-
ni ormai che si sposta senza so-
sta tra Europa, Stati Uniti, Cana-
da e Australia (dov’è nato), ora
ultime guerre ingaggiate dal-
l’Occidente.

La difesa: “Misura
sproporzionata”
gato ma tutte le offerte sono
state categoricamente respin-
te”.
Wikileaks attraversa un periodo
difficile. Lo scorso ottobre dal
and Security Review
Commission”.

suoi stessi collaboratori e vio- probabilmente diventerà un sito partì un appello su Twitter
lento al punto da stuprare fantasma. Per lui non è una no- per un’incursione informatica
due donne? Si è riaperto ieri il vità: i suoi genitori erano tito- AL MANDATO di cattura per (“Siamo sotto attacco”). A fine
dossier della procura svedese lari di una compagnia teatrale stupro, Assange fa rispondere settembre, Daniel Schmitt, il
contro il fondatore di Wikilea- itinerante e Julian da ragazzo ha il suo consigliere Mark Ste- portavoce tedesco dell’orga-
ks, il sito diventato noto tutto frequentato 37 scuole diverse phens: “La misura è esagerata e nizzazione, ha lasciato tutti i
il mondo per la pubblicazio- introiettando dalla sua famiglia sproporzionata”. Parla anche suoi incarichi in polemica con
ne di documenti top-secret. una forte ostilità nei confronti tramite il suo avvocato: ammet- il fondatore: “Assange reagisce
di qualsiasi autorità. Poi, come te di aver conosciuto le due a ogni mia critica accusandomi
Odiato tanti ragazzi della sua genera- donne che lo accusano, esclu- di disobbedienza e slealtà”. Cri- Julian Assange, Wikileaks (FOTO ANSA) AFGHANISTAN
dal Pentagono zione, nel retrobottega di un de in modo categorico di aver tica anche da Birgitta Jonsdot-
negozio di elettrodomestici in- fatto “sesso non consensuale” tir, parlamentare islandese au- tratore e la sua visibilità si è tra- 2010, l’anno
contra il suo primo pc. È il con loro, e non aggiunge altro: trice insieme a Wikileaks della sformata in un danno per il sito. più cruento
LE ACCUSE, già diventate 1987, ha 16 anni e impara a scri- “Sono fatti privati”. Smentisce legge che punta a fare dell’I- Lo stupro, però, è un’altra cosa.
pubbliche lo scorso primo set-
tembre, sono di “stupro, mole-
stie e coercizione” ai danni di
vere programmi in Dos su
Commodore 64. Diventa un
hacker: rendere pubblico il la-
anche di aver rifiutato un inter-
rogatorio: “Nonostante il suo
diritto a non rispondere – la
slanda “L’isola felice della liber-
tà di stampa”. Per la parlamen-
tare Assange è troppo accen-
All’hacker paladino della veri-
tà, ora tocca l’onore di dimo-
strare chi è veramente.
I n Afghanistan
l’opposizione
armata “ha il controllo
una donna di 25 anni e di una di o una presenza
35. Il tribunale di Stoccolma ha significativa su oltre la
emesso un mandato d’arresto
internazionale (in contuma-
Per il Tribunale Fughe impossibili
metà del territorio”, e
in assenza di scelte
cia) nei confronti del 39enne
australiano che di recente ha
di Stoccolma Mr B, agonia con data
adeguate, sono i civili
che ancora una volta
reso pubblici 400 mila docu- l’uomo che avranno la peggio. Lo
menti riservati sulla guerra in
Iraq e altri 77 mila su quella in
Stavolta non ne verrà fuori sostiene alla vigilia del
Vertice Nato di Lisbona
Afghanistan. Lui ha sempre re- imbarazza un gruppo di 29
spinto le accuse e ritiene di es- VI RICORDATE Harry Houdini?, il mago all'opposizione, come fa Tana de Zulueta organizzazioni di tutto
sere vittima di una campagna i militari Usa delle fughe impossibili che riusciva a sul Guardian («la sinistra italiana non il mondo, fra cui le
di discredito per i troppi piedi liberarsi da ogni catena e che, nella realtà riesce a sfruttare al meglio il declino di italiane Afghana e
che ha pestato in giro a comin- ha violentato cinematografica, morì imprigionato in Berlusconi»); e c'è chi guarda al sodo, Intersos. Tutte le
ciare dal Pentagono e dai servi- una sorta di gabbia sul fondo dell'Hudson cioè ai soldi, come fa il Ft: in un pezzo agenzie impegnate in
zi segreti Usa che, già da quanto due donne dopo avere fallito l'ultima sfida (in realtà, non specificatamente dedicato all'Italia: Afghanistan
pubblico online il video Colla- morì a 52 anni di peritonite a casa sua, «i governi bloccati sono buone notizie sottolineano che il 2010
teral Murder su un massacro di qualcuno sostiene avvelenato) Bene, per per i titoli».(e quelli ballerini, di è l’anno più cruento
civili a Baghdad, avevano pro- to oscuro di governi e multina- il NYT, Mr B è l'Houdini della politica conseguenza, sono cattive notizie). Nello per i civili nell’ultimo
messo di fargliela pagare. zionali diventa l’obiettivo di italiana, che questa volta «potrebbe non stesso filone, Les Echos definisce decennio e che i rischi
“Abbiamo chiesto l’arresto di una vita. In pochi anni, prepa- farcela» a scappare dalla trappola dove «degradati» i conti pubblici italiani -e fin lì aumenteranno se la
Assange” si legge in un comu- rato e incontrollabile, realizza s'è ficcato, o lo hanno cacciato. La tesi è nulla di nuovo-, mentre Abc, un po' Nato non agirà subito.
nicato del procuratore svedese un’infrastruttura web che per- condivisa da El Pais, che parla, a catastroficamente, dà già per spacciate
Marianne Ny “perché voglia- mette a chiunque di pubblicare proposito di Berlusconi di «agonia con Spagna e Italia «i salvataggi impossibili» DETENUTO A GUANTANAMO
mo interrogarlo, e sino a oggi documenti in forma anonima. data», il 14 dicembre, mentre la Bbc e il (ma come, e la Grecia?, l'Irlanda?, il
non ci siamo riusciti”. Il procu- Fa centro non guardando nè a NouvelObs sono già proiettati sul dopo, Portogallo? Mi sono perso qualche Assolto da 285
ratore precisa che l’hac- sinistra (pubblica uno scambio verso «le elezioni anticipate». Vedremo... passaggio). accuse su 286
ker-giornalista sarà ricercato di mail tra due scienziati che in- Nell'attesa, c'è chi guarda Giampiero Gramaglia
anche all’estero attraverso l’In- dica una manipolazione dei da-
I l tanzaniano Ahmed
Khalfan Ghailani,
primo detenuto di
URNE E SPOT Guantanamo ad
affrontato un processo
civile, è stato assolto
REGIONALI, IN CATALOGNA ARRIVANO GLI ORGASMI ELETTORALI dalla Corte federale di
New York da 285 dei
286 capi d’accusa a suo
PRIMA SCENA. Giovane elettri- gemito di fondo, a giustificare il ti- l’attrice porno Maria Lapiedra nel carico. Ghailani rischia
ce entra al seggio, vogliosa – lo si tolo che fin dall’inizio compare sul- disperato tentativo di risollevare le ugualmente l’ergastolo
capisce già dal suo sguardo – di lo schermo: “Video porno di Mon- proprie quotazioni. per l’accusa di aver
esperienze forti, intense. Preleva la tserrat Nebrera”. Lei, bionda ex par- In questo clima di dilagante ecci- cospirato per
scheda sulla quale è stampato il sim- lamentare del Partito Popolare all’e- tazione sessuale, c’è spazio anche distruggere beni di
bolo del partito dei suoi sogni, Psc sordio con una nuova formazione, per la “discesa in campo” della proprietà degli Stati
(è la sigla catalana del Partito so- Alternativa de Govern, si presenta sguaiata trans Carmen de Mairena, Uniti e la sentenza
cialista). La introduce nella busta avvolta in un asciugamano bianco nota anche come la “regina del Bar- arriverà il 25 gennaio.
bianca prima di avviarsi verso il ta- per fugare subito ogni dubbio: “Se rio Chino” di Barcellona.
volo dove l’attendono presidente e volessimo montare uno scandalo AL QAEDA
scrutatori. La tensione sessuale cre- per uscire sui mezzi di comunica- PARRUCCA ROSSA, debor-
sce. La ragazza palpa la busta, se la zione”, dice, “mi sarei tolta questo dante di silicone – dai seni, che è Prime minacce
rigira tra le mani, mentre il suo cor- asciugamano. Ma, in politica, non solita mostrare alla Spagna intera in lingua ebraica
po sembra essere percorso da vam- tutto vale”. nelle frequenti apparizioni televisi-
di Alessandro Oppes
Madrid
pate di calore: apre il pull-over e lo
fa scivolare lentamente sulle spalle,
scioglie la lunga chioma nera e fi-
SARÀ ANCHE VERO, ma è un
fatto che – mai come in questa cam-
ve, alle labbra spropositate – eccola
lanciare il suo inverosimile pro-
gramma nel quale si propone di
P er la prima volta un
gruppo armato
jihadista, che fa parte
della rete di al-Qaeda,
Ititolcome
voto come piacere, le elezioni
orgasmo. Quando il dibat-
politico langue, i partiti cata-
nalmente è davanti all’urna. Inutile
spiegare il significato di quella fes-
sura, anche perché il gesto è ine-
pagna – la scelta di puntare su pe-
santi ammiccamenti e proposte
provocatorie è diventata una malat-
riempire la Catalogna di “scopatoi
pubblici”, luoghi dove la gente pos-
sa fare sesso in libertà, e con la pro-
ha diffuso sul web un
messaggio di minacce
lani ricorrono a languide candidate quivocabile: prima di lasciar cadere tia contagiosa. Il giovane leader del posta che i deputati si possano pre- in lingua ebraica. Il
e scene provocanti per attirare i vo- la busta sul fondo, l’elettrice in ca- movimento anti-nazionalista Ciuta- sentare in Parlamento nudi almeno gruppo “Esercito
tanti alle urne. Piazze vuote e You- lore simula senza alcun pudore l’at- dans, Albert Rivera, che quattro an- una volta l’anno. dell’Islam” si rivolge a
tube in fermento a una settimana to sessuale, su e giù con la scheda, ni fa – appena 27enne – entrò per la La politica, insomma, ridotta a una Israele a cui indirizza le
dalle regionali che – secondo tutti i dentro e fuori. Poi, finalmente, prima volta nel Parlament tappez- burla, tanto che persino il serioso sue minacce perchè lo
pronostici – dovrebbero restituire quando il dovere elettorale è com- zando l’intera regione di poster in Partito popolare non sembra voler accusa di aver ucciso la
ai nazionalisti di Convergencia i piuto, si lascia andare a un incon- cui appariva nudo, questa volta tor- essere da meno. Nei giorni scorsi ha scorsa settimana il suo
Unió il governo della Generalitat di tenibile gemito. “Votare è un pia- na alla carica vestito. Ma, nel ma- lanciato un videogioco in cui la lea- leader, Mohammed
Barcellona, che avevano perso otto cere”, è la scritta che compare in nifesto elettorale, è circondato da der regionale Alicia Sánchez Cama- Nimnim, e di aver
anni fa. sovraimpressione. una folla entusiasta di sostenitori cho spara all’impazzata sugli immi- assassinato due giorni
E’ la via sessuale alla raccolta del nudi. E un altro esordiente della po- granti illegali. fa in un raid aereo
consenso la vera novità di una cam- SECONDA SCENA. Suite di un litica catalana, l’ex presidente del Scherzo di pessimo gusto che non è eseguito a Gaza altri
pagna elettorale considerata fino a hotel di lusso. Scarpe con i tacchi a Barcellona Joan Laporta, fondatore piaciuto a nessuno: il Pp è dovuto due suoi militanti, i
pochi giorni fa, con giudizio pres- spillo, abiti femminili sparsi qua e di un partito ultra-indipendentista subito correre ai ripari, spiegando fratelli Islam e Jihad
sochè unanime, noiosa e poco sti- là, biancheria intima sulla moquette finora accreditato di scarsi consen- che si è trattato di un “errore in- Yassin. Il messaggio
molante. e su un divano. Il tutto con un forte si, Solidarietat Catalana, si affida al- formatico”. audio dura 29 secondi.
pagina 18 Venerdì 19 novembre 2010

SECONDOTEMPO
SPETTACOLI,SPORT,IDEE
in & out

SATIR A
Esce oggi il libro
Balotelli Ranieri Petrov Anderson
del disegnatore Nei cori che
mi rivolgono
Mi hanno
dato del
Alonso è solo
un
A causa di
Pamela il Gf

VAURO: SÌ, SONO
c’è più ‘bollito’ ma maleducato indiano va
stupidità avevo e il suo gesto in onda
che razzismo ragione io lo conferma dopo le 23

UN FARABUTTO
Vauro torna in libreria con un
libro di scritti satirici
mo. “Pensiamo prima agli ita-
liani, non agli extracomunita-
ne vado”.
“Ma quale parola? Il mio è il
accompagnati da una selezione ri” irruppe di nuovo la voce na- Verbo”.
delle migliori vignette di sale. Stavolta il Giudice alzò Per nulla intimidita, la voce na-
Annozero e preceduti da una uno dei suoi folti sopraccigli sale proseguì imperterrita:
prefazione di Michele Santoro. bianchi in segno di fastidio. Poi “Ma va’ là, ma va’ là, ma va’
“Farabutto. Dichiarazioni proseguì. là...”. Sembrava non volerla più
d'amore molesto” sarà “Abib, Ang Li, Antonelli...”. smettere con quella litania.
presentato stasera alle 18 alla Chi veniva assolto con formula “Basta, io sono Dio”.
libreria Feltrinelli di piazza piena, chi si beccava un po’ di “Una toga rossa, ecco quello
Colonna 31/35: con l’autore purgatorio, chi scivolava al- che sei, toga rossa, toga
intervengono Barbara Alberti e l’inferno. rossa, toga rossa...”.
Curzio Maltese. Qui di seguito, “Ora passiamo alla B”, procla- Fu a quel punto che l’usciere
il capitolo “Giudizi universali”. mò il Supremo. Non lo avesse grigio si avvicinò al Giudice e
mai fatto. La voce nasale insor- gli sussurrò qualcosa all’orec-
di Vauro Senesi se ancora, e con maggior im- chio.
peto: “Lo sapevo. Quella con- “Come?!” esclamò il Supremo.

N
tro il mio cliente è una perse- “È l’avvocato Ghedini? E non
cuzione”. poteva dirmelo prima?”.
“Non interrompa” tuonò il Alzò una mano e lanciò una
Giudice Divino, che comincia- saetta che incenerì la voce na-
va ad averne le scatole piene. sale nel bel mezzo di un ma va’
“Non mi interrompa lei, ha là.
parlato anche troppo, adesso Poi riprese l’appello. “Barr y,
tocca a me. Santoro, faccia il Benjamyn... Berlusconi”.
suo dovere di conduttore e gli “Il Presidente non è potuto ve-
tolga la parola, altrimenti me nire, ha un legittimo impedi-
mento” un’altra voce lo inter-
ruppe di nuovo. “E poi gode di
Scritti immunità. E poi è protetto dal-
lo scudo per le alte cariche del-
iente squilli di trombe dorate,
niente fulmini e saette.
e una selezione lo Stato. E poi...”.
“Si può sapere lei chi è?” lo
Soltanto il trillo di una campa-
nella, come quella che a scuola
di vignette bloccò il Supremo. “Sono An-
gelino Alfano”.
annuncia la fine della ricrea- “Alfano? Ma la A l’ho già giudi-
zione. Però così forte che si di “Annozero”: cata. Come mai è ancora
sentì in tutto il mondo. Poi dal qui?”. “Io vengo alla L perché il
cielo scese una nuvoletta gri- antidoto mio nome per intero è Lodoal- Farabutto. Dichiarazioni
gia, e sulla nuvoletta grigia un fano” precisò supponente la d’amore molesto
ometto altrettanto grigio, un al “peggio voce. Vauro Senesi
po’ per l’uniforme da usciere “Ora ho capito” rispose Dio, e Piemme
che indossava, un po’ per l’e- che avanza” alzò la mano... pagg. 154 | 15 euro
spressione dimessa e annoiata
che aveva dipinta sul volto.
“Signore e signori” disse con la scrittorincittà
sua vocetta stridula “comincia
il Giudizio Universale”.
Non degnò di uno sguardo l’u-
manità che sotto di lui lo fissa-
va a testa in su e proseguì: “En-
Cuneo: idoli, parole e molti autori
tra la corte”. uest’anno, ad aprire la dodicesima edizione costume, di moda, di vero e di falso. E, soprat-
Tunica bianca, barba bianca.
La corte era proprio lui, il Giu-
Qteraria
di Scrittorincittà – l’ormai nota rassegna let-
che si sta svolgendo a Cuneo fino al 21
tutto, come sempre, di letteratura, di scrittori,
di libri e di lettori. Dato che è evidentemente
gli storici David Bidussa, Alberto Cavaglion,
Marco Revelli e Frediano Sessi, Gian Carlo Ca-
selli e la nostra pericolante Costituzione, gli
dice Supremo. Non si perse in novembre – è stata Michela Murgia, la giovane impossibile elencare qui tutti gli incontri (ma scrittori Antonio Pennacchi, Diego De Silva, An-
preamboli e, sedutosi sullo scrittrice che ha recentemente vinto – meri- basta andare sul sito www.scrittorincitta.it per drea Bajani, Domenico Starnone o Tim Parks, i
scranno, esordì risoluto: “Co- tatamente, molto meritatamente –, con il suo avere ogni informazione), ci limiteremo a dare giornalisti (ma non solo) Massimo Gramellini,
minciamo”. “Accabadora”, il Campiello. E a chiudere la ma- qualche consiglio per gli incontri. Giovanna Zucconi, Federico Taddia, Piero Dor-
Il vocione era tonante. “E per nifestazione sarà invece il più famoso – e pre- fles e Bruno Gambarotta, il vicepresidente del
non far torto a nessuno, proce- parato – critico d’arte nazionale, Philippe Da- ALLORA ecco alcuni protagonisti della ras- Pd Ivan Scalfarotto e i diritti elementari degli
deremo in ordine alfabetico”. verio, impegnato a cercare nientemeno che segna: il magistrato-scrittore Giancarlo De Ca- individui, i disegni di Guido Scarabottolo e di
La folla era sterminata e ammu- “L’ago nel pagliaio”. Tra questi due appunta- taldo, Riccardo Icona e Giulio Cavalli, Gordiano Alessandro Sanna, Paolo Guzzanti e il suo nuovo
tolita. Non tutta però, ché una menti ben 130 incontri con oltre 100 ospiti, Lupi con un video inedito della blogger cubana – attualissimo – libro, Errico Buonanno e le men-
voce nasale si levò immediata- impegnati a disquisire sul tema proposto dagli – cui non è stato dato il permesso di venire in zogne della storia, Marco Belpoliti e il “suo” Pa-
mente da un angolo: “Non la organizzatori: Idoli. Idoli come passioni, ma Italia – Yoani Sánchez, le scrittrici Valeria Par- solini… Giorni densissimi di incontri, confronti
facciamo tanto lunga. Se pro- anche come ossessioni. Idolo può essere un rella e Maria Barbal con le loro storie d’amore, il e dibattiti per tutti i gusti in questa manifesta-
prio ci deve essere un proces- oggetto, oppure una persona. Idoli in carne e linguista Gian Luigi Beccaria, Paolo Crepet alle zione che chiude simbolicamente l’annata dei
so, che sia breve”. ossa e idoli inventati. Idoli appena nati e idoli prese con “l’infelicità”, la neo presidente di sempre più necessari e seguiti festival letterari
Nessuno se lo filò. “Abdul” ini- crollati. Si parlerà di potere e d’arte, di comu- Emergency Cecilia Strada, Barbara Alberti, i gior- italiani.
ziò l’appello il Giudice Supre- nicazione e di politica, d’amore e di sesso, di nalisti sportivi Oliviero Beha e Darwin Pastorin, (red)
Venerdì 19 novembre 2010 pagina 19

SECONDO TEMPO

CARTELLINO ROSSO

IL RITORNO DI LUCKY LUCIANO
La nuova dirigenza della Juventus riabilita Moggi
e su Calciopoli soffia il vento della restaurazione
di Gianni Minà dario, spiegare ad alcuni azioni- può anche rifugiarsi dietro certi Agricola emessa dalla Corte
sti della società, non disposti ad toni, ma chi fa il mestiere del d'appello di Torino nel 2005.
ndrea Agnelli, giovane accettare la punizione e il nuovo giornalista deve avere etica, an-

A presidente di belle speran-
ze della Juventus, ha an-
nunciato una battaglia per
tentare di recuperare gli scudet-
ti del 2005 e del 2006, tolti al suo
destino della squadra, che “non
c'era proprio nulla da fare” e che
“sarebbe potuto andare anche
peggio”.
Ma quello che una parte dei tifosi
che se in questo periodo non è di
moda. Perché non si può dimen-
ticare il processo per abuso di
farmaci con la triste sfilata, da-
vanti al giudice Casalbore, di tan-
I DUE SI SALVARONO solo
perché risultarono scaduti i ter-
mini di prescrizione. E non è me-
no singolare l'ingaggio di due
“santoni” delle metodologie più
club dalla Federcalcio per ac- non accetta e che Andrea Agnelli ti giovani calciatori bianconeri, inquietanti per aumentare il ren-
certato (fino a prova contraria) sembra avallare, non è solo la poco più che ventenni, ma che dimento di un atleta, come il ca-
uso improprio degli arbitri e dei cancellazione di due scudetti non ricordavano nulla? Non a ca- talano Laich e l'olandese Kraaije-
guardalinee, in combutta con il quanto il fatto che uno di questi so la Corte di Cassazione, riguar- nhof, comparsi un'estate del '98
Milan che però, ingiustamente, sia stato assegnato all'Inter dal do al reato di frode sportiva, an- al ritiro della Juventus e poi, do-
se la cavò solo con un po' di pun- commissario Guido Rossi (scel- nullò nel 2007 l'assoluzione di po che qualcuno segnalò la loro
ti di penalizzazione. E questo to dal Coni per condurre la Fe- Giraudo e del medico sociale bizzarra presenza, liquidati con
nonostante il provato coinvolgi- derazione in quella pericolosa un assegno di cinquanta milioni
mento del trattore Leandro procella). Ora la diatriba non me- di lire. La Juve era la società con
Meani, dirigente ufficiale del
Milan addetto agli arbitri, nel
riterebbe più attenzione di tante
storie contraddittorie della no-
AI tempi del più censo, più organizzazione,
con l'allenatore più bravo (Lip-
condizionamento dei guardiali-
nee scelti per le partite dei ros-
stra società se da mesi, ormai,
nella maggior parte dei mezzi di
Torino, il pi) e i giocatori più dotati.
Non aveva, insomma, bisogno di
soneri.
La Juventus invece, fu retroces-
informazione, che si occupano
quotidianamente di calcio, non
dirigente nulla.
Perché è scivolata in questo ma-
sa in Serie B, campionato dal si percepisse latente, in un'Italia re di ambiguità in una logica che
quale è riemersa immediata- già tanto amorale, una nostalgia pagava le pretendeva la vittoria ad ogni co-
mente, riguadagnando con una per Moggi e i suoi metodi. sto?
nuova dirigenza credibilità e ri- escort agli Nell'epoca in cui la Lega preten-
spetto. La mente del condizio- UN ATTEGGIAMENTO col- de un calcio solo prono ai soldi,
namento dei direttori di gara pevolmente dimentico che per arbitri per sarebbe augurabile che i media
era, secondo la giustizia sporti- la giustizia sportiva, dove i ten- se lo chiedessero, invece di ave-
va che ha tolto alla Juventus que- tativi di delinquere pesano spes- ammorbidirli re imbarazzanti nostalgie.
gli scudetti, Luciano Moggi, ex so più della riuscita o meno del Luciano Moggi (FOTO EMBLEMA)
vice capostazione di Civitavec- misfatto messo in atto, la Juven-
chia diventato nel tempo il Ri- tus della “triade” (Giraudo, Mog- completo) commetteva lo stes- guardante Giraudo, c'è già riu-
chelieu del patetico calcio italia-
no.
gi e Bettega) aveva subdolamen-
te violato le leggi più elementari
so reato di chi, come Moggi, non
solo teneva sotto schiaffo, anche
scito), ma il contesto squallido
rimane e spiega l'attuale pochez- PORCEDDA in fuga
Questa tesi ha trovato d'accor- non solo dello sport ma della giu- a nome del Milan, tutte le strut- za del nostro football presuntuo-
do anche la giustizia ordinaria
che, infatti, sta processando
stizia civile, con un'arroganza
palese e offensiva (basta rifarsi
ture del nostro football, ma let-
teralmente dettava nei particola-
so ed avido. È miserrimo avallare
capziosamente la tesi, molto
Bologna nei guai
Moggi al Tribunale di Napoli.
Andrea Agnelli, però, ha già fat-
to presente che la sua idea su
alla famosa distribuzione delle
schede telefoniche svizzere agli
arbitri corrotti).
ri ai due sciagurati responsabili
delle scelte, Bergamo e Pairetto
le griglie di designazione degli
berlusconiana, di un complotto
del quale sarebbero complici da
Guido Rossi al Procuratore fede-
Pdallaaura e delirio a Bologna, dove il neopresidente
della squadra rossoblù, Porcedda sarebbe in fuga
società. Dopo aver promesso il pagamento de-
Moggi è diversa dai convinci- Senza contare, inoltre, che la giu- arbitri e dei guardialinee. rale Palazzi, dal colonnello dei gli stipendi arretrati e dell’Irpef, la fidejussione a
menti dei pubblici ministeri di stizia ordinaria aveva già con- Non è proibito parlare al telefo- Carabinieri Auricchio, che ha garanzia delle stesse operazioni non è stata accet-
Napoli e ha affermato di stimare dannato a tre anni, per truffa e no o raccomandarsi, come face- svolto l'indagine su Calciopoli, tata. Il Bologna rischia una penalizzazione di tre
Lucianone. frode sportiva, l'amministratore va Facchetti, semmai è poco ele- ai Pubblici Ministeri di Napoli, punti (In serie B, nei guai anche l’Ascoli). Porcedda
delegato della Juventus di allora gante. E' proibito, invece, nello Beatrice e Narducci, quest'ulti- si difende denunciando la banca, mentre gli ex azio-
UN ATTEGGIAMENTO me- Antonio Giraudo, che aveva scel- sport e nella vita, imporre, ricat- mo non per caso pubblica accu- nisti di maggioranza Renzo e Francesca Menarini
no cauto di quello di suo papà, to il patteggiamento. I paladini tare, mettere in piedi meccani- sa anche nel processo dove è sta- (ora al 20%),attaccano: “Abbiamo avuto zero. Sia sui
Umberto che, alla Juventus, si av- di Moggi, così come nel 2006 fa- smi perversi, insomma condizio- ta richiesta l'autorizzazione a capitali, sia per il subentro delle fidejussioni. Pote-
valse della collaborazione del cevano finta di ignorare le logi- nare aggressivamente le regole procedere per Nicola Cosenti- vamo denunciare Porcedda per inadempienza, non
più spericolato manager del cal- che della giustizia sportiva, ora che fanno convivere un mondo. no, sottosegretario all'econo- lo facemmo. Non lo faremo neanche ora, per il bene
cio professionistico italiano sen- cercano di avallare l'interpreta- Io non so se i Pm di Napoli riu- mia, accusato di trescare con la della città. Ma è chiaro che una soluzione può ar-
za insignirlo subito di cariche uf- zione secondo la quale chi par- sciranno a provare l'associazio- camorra. Un processo che la P3, rivare solo dall'ingresso di nuovi proprietari”.
ficiali ma scritturandolo solo lava con i due designatori degli ne per delinquere (anche se il recentemente smascherata, ha
quando fu sanata da una prescri- arbitrari (cioè il calcio italiano al GUP, su giudizio abbreviato ri- tentato di bloccare. Un tifoso
zione l'accusa di incitamento al-
la prostituzione sulla quale Mog-
gi era scivolato quando lavorava
per il Torino e aveva ingaggiato
LIBROINGOCCE
IBROIN
IBROIN
NGOC di Giorgio Dell’Arti
Tra i villaggi e i
alcune simpatiche escor t per gli
arbitri che dovevano dirigere le
partite di Coppa Uefa dei grana-
ta. Andrea Agnelli evidentemen-
paesi messi a
ferro a fuoco
dai nordisti alla
NELLA CITTÀ DEL TRONO
conquista del
te è convinto che nel processo Sud.«Gli
sportivo di quella malefica estate oltraggi subiti città, percepita come segno del- duzione di metalli, coltivazione ceva dispensasse fertilità e do-
del 2006, la Juve non fu difesa a la volontà divina d’annientamen- di cereali, ulivo e vite e controllo Tre I tre protagonisti della co- minasse gli abissi.
dovere anche se la linea che ac- to. dell’approvvigionamento di le- municazione nella cultura eblai-
cettò la retrocessione in Serie B gno, argento e rame. In questo ta: dèi, sovrani, sudditi. Gli dèi Ishkhara Nel pantheon eblai-
fu scelta, dopo aver consultato le Trono Ebla, sessanta chilome- Cinquanta Igrish-Khalab, Ir- modo la città del trono divenne potevano accettare o respinge- ta dopo Kura c’era Ishkhara, dea
carte e aver ascoltato le registra- tri a sud di Aleppo, nella Siria set- kab-Damu e Ish’ar-Damu, i tre centro politico ed economico re quanto i re riferivano, pre- della fertilità e dell’amore, pro-
zioni, dall'avvocato Zaccone, ju- tentrionale, definita “città del sovrani di Ebla, nel complesso del III secolo a.C. miando o punendo le loro azio- tettrice della regalità, signora
ventino doc e indiscutibile prin- trono” nel Poema della Libera- regnarono per una cinquantina ni. degli scorpioni. Altre divinità:
cipe del foro di Torino. zione, una decina di canti in hur- d’anni. Il primo per più di cinque, Cedro Nelle valli di Nilo, Tigri Adda, Rashap, Saza, Ishtar,
Non a caso, nell'Assemblea dei rito scritti nel XIV secolo a.C. il secondo per meno di dieci, il ed Eufrate, prive di alberi dal fu- Rapi ‘runa Il primogenito e la Ashtabil, Gamish, Shamash, Agu
soci bianconeri qualche mese terzo per più di trenta, forse 36. sto lungo e resistente, Ebla man- primogenita del re erano i re- ecc.
dopo, toccò proprio a Boniperti, Ebla Il nome di Ebla, sparito dava legno di cedro. sponsabili del rito funebre del
campione e presidente leggen- con l’età del Bronzo e ricompar- Scrittura La scrittura cunei- padre. Il sovrano morto entrava Scomparsa Nei primi secoli
so alla fine dell’Ottocento, dopo forme, inventata nella seconda Contabilità Messaggeri e a far parte dei rapi ‘runa, gli an- dell’età del Ferro il nome stesso
trenta secoli, in copie d’iscrizio- metà del IV millenio a.C. nella mercanti, inseriti nel libro paga tenati divinizzati che protegge- di Ebla era già stato dimenticato.
Con una logica ni della dinastia di Akkad. L’im-
magine della città è stata rico-
Bassa Mesopotamia, adottata
per la prima volta in modo dif-
del Re. Il personale femminile
del Palazzo, le “donne del Re”,
vano la comunità. Secondo antiche fonti aramai-
che la regione di Ebla si chiama-
berlusconiana struita negli ultimi anni grazie a
scavi cominciati nel 1964 e an-
fuso ad Ebla. erano oggetto di contabilità se-
parata.
Aldilà Credenze mesopota-
miche e babilonesi raccontava-
va, ormai, La’ash.

gli avvocati cora in corso. Affari Ebla faceva affari con
l’Egitto e gestiva il commercio Donne Le “donne del Re” si di-
no che dopo il funerale il re ga-
loppasse nel deserto come un
Onorare Ad Assur, capitale
dell’Assiria, parecchi decenni
Distruzioni Nell’arco della dei lapislazzuli. In cambio riceve- videvano in “donne del Re” e toro selvaggio. Il deserto allude- dopo la distruzione della città
dell’ex dg hanno sua storia, quasi mille anni, Ebla va profumi ed essenze che viag- “giovani donne del Re”. Le pri- va alla regione desolata dell’Al- del trono si onorava ancora
fu distrutta tre volte: nel 2300 giavano in coppe di diorite e ala- me avevano diritto a razioni più dilà, prefigurazione degli Inferi. Ishtar Elbaitu, la Ishtar di Ebla.
una tesi: tutti a.C., nel 2000 a.C. e, definitiva- bastro. elevate delle seconde. Alcune
mente, nel 1600 a.C. passavano dal secondo al primo Kura Il dio Kura era il capo del Notizie tratte da: Ebla. La
colpevoli, nessun Cereali Altre attività su cui si gruppo non si sa in virtù di quali Pantheon eblaita nell’età degli città del trono di Paolo Mat-
Volontà La distruzione della reggeva l’economia eblaita: pro- qualità. Archivi (III millennio a.C.). Si di- thiae, Einaudi, 34 euro.
colpevole
pagina 20 Venerdì 19 novembre 2010 Venerdì 19 novembre 2010 pagina 21

SECONDO TEMPO SECONDO TEMPO

IL PEGGIO DELLA DIRETTA

TG PAPI

“Avvenire” ma
TELE COMANDO + te di incenso e saliva sui bravi
ministri, i segugi infallibili, i
cerchi che si stringono, le
mafie terrorizzate. Non c’è
rimedio a queste orge di adu-
lazione? Iovine, siamo certi,
di Luigi Galella

onne verticali e “grandi orizzontali”. Chi
Dlocuzione,
si nasconderà mai dietro questa curiosa
nella originale versione francese,
“Grandes Horizontales”? Non i binari delle
Donne
orizzontali
coni, a interrogarsi su Silvio Berlusconi - “È
davvero un uomo solo?” - le sue donne (“Va
via Gianni Letta, arrivano quindici mignot-
te”, come chiosa Zucconi) e il suo narcisi-
MONDO
ANCHE “INCEPTION BERLUSCONI”

La classifica
WEB
di Federico Mello

è CARTONI ANIMATI SU FACEBOOK
SPOPOLA UN’INIZIATIVA “INFANTILE”
Se ne saranno accorti molti utenti
è TELEFONARE E NAVIGARE SUL TRENO
ORA SI PUÒ: SI COMINCIA IL 12 DICEMBRE
Dopo anni di annunci, sembra che ora ci siamo davvero. Sui
treni Frecciarossa si potrà finalmente navigare su Internet e
telefonare senza più problemi. Ferrovie dello Stato e gli
operatori telefonici – con Telecom Italia capocommessa –
hanno investito circa 50 milioni di euro per migliorare i servizi
di telefonia a bordo. Dal 12 dicembre sulla linea
Torino-Milano-Roma-Napoli sarà possibile navigare in
mobilità sia utilizzando smartphone e chiavette
Usb collegate su rete 3G, sia attraverso il sistema
wi-fi di treno. La connessione solo per il primo
mese avrà un costo simbolico di 1 centesimo, poi
sarà a pagamento. Da settembre 2011 il servizio
feedback$
Commenti al post
su ilFattoQuotidiano.it:
“Gli uomini di B. sparano
su Saviano”
di Elena Rosselli

è LA VERITÀ, cari padani e
cari italiani, è che la mafia ha in
mano l’economia di tutto il
paese. In questo momento di
gravissima crisi economica,
sono gli unici, grazie ai loro

a giorni alterni
finirà come Sabrina in tutti i
talk show o in un prossimo
libro di Bruno Vespa: “Da
Berlusconi a Iovine. I pizzini
che hanno fatto la storia”.
ferrovie, come suggeriva ingannevole e un
po’ comica una delle quattro possibili rispo-
ste (“Chi vuol esser milionario”, Canale 5,
mercoledì, 18.45), ma proprio loro, le signo-
re di Parigi, magnanime cortigiane d’Otto-
smo. A ricordare fra l’altro, la Gamberale,
per analogia non dichiarata, quella pulsione
invincibile per la quale anche da morto, co-
me racconta Ovidio, “Narciso continuava a
contemplarsi nell’acqua dello Stige”.
di YouTube Facebook: sul social network in migliaia
stanno cambiando la loro immagine di
profilo con l’immagine di un personaggio dei
cartoni animati. Tutto è nato da un evento
Facebook: “Per la Giornata internazionale
arriverà anche sul Freccia Argento
(Napoli-Roma-Venezia e Napoli-Roma-Verona).
traffici, ad avere i soldi, soldi
che devono per forza investire,
per ripulirli.
Giulia

per l’Infanzia del 20 novembre – scrivono gli GRILLO DOCET
di Paolo Ojetti (non è vero, stiamo scherzan-
do). Se Avvenire attacca Sa- T g3
Forse dieci minuti di po-
cento.
Fra coloro che giacevano orizzontali per pa-
pi e capi di Stato, ritroviamo la celebre con-
Ma a proposito di Berlusconi e donne oriz-
zontali, si ricorderà che nel 2008 una poli-
tica barricadera si appellava alle italiane con
EItaliacco di seguito i primi cinque
video più visti su YouTube
questa settimana.
È la sequenza di un “tocco di
spalla” del calciatore Cristiano
Ronaldo.
animatori – cambia la foto del tuo profilo di
Facebook con quella di un eroe dei cartoni
I MORTI DI CACCIA
Ai morti sul lavoro o
è SECONDO me la realtà è
diversa: al nord da fastidio
probabilmente sentirsi tirati in
g1 viano, notiziona. Quando Av- litica pura, più collegamento tessa di Castiglione, “che aveva vent’anni le seguenti parole: “Non date il voto a Silvio 1) Rihanna, What’s My Na- -- Segnaliamo di seguito i video animati della tua infanzia. Lo scopo? Per “assassinati sul lavoro” e causa come mafiosi, anche
T Se a caccia di malavitosi,
le forze dell’ordine metteran-
venire attaccava Berlusconi e
le sue escort, si parlava solo
con Casini, sono troppi. So-
prattutto quando non ci so-
quando intratteneva Napoleone III per ren-
derlo malleabile alla causa italiana”, come
Berlusconi, perché Silvio Berlusconi ci vede
solo orizzontali, non ci vede mai verticali”.
me?
L’ultima hit della cantante delle
“più graditi” dagli utenti italia-
ni.
vedere su Facebook un’invasione di ricordi
d’infanzia”. L’idea è piaciuta. Tra gioco e
ai morti in carcere o
“assassinati in carcere” va
perchè al nord c’è ancora forse
la convinzione che lo stato
no lo stesso impegno che il di Boffo: chissà perché. no notizie certe. Per esem- racconta “Giulia e le altre” un bell’affresco di Non un’irriducibile femminista d’altri tem- Barbados è prima in classifica. 1) Inception Berlusconi nostalgia. aggiunta la categoria, possa far molto per far
Tg1 mette nel propagandare pio, si continua a parlare di eroine del Risorgimento, invero più verticali pi, ma una signora abituata a frequentare i Ha raccolto 12.684845 visualiz- È una breve clip dei registi Gian- ormai folta, dei morti di rispettare la legalità, c’è lo
la cattura del “Ninno”, allora g2 mercato delle vacche: allora che orizzontali, con la regia di Claudia salotti buoni della tv e della società. La Sa- zazioni. carlo Fontana e Giuseppe Stasi: caccia o “assassinati in sdegno perchè al nord che se
siamo tranquilli: in poche
ore non resterà sul territorio
T Immaginiamo che Sco-
tland Yard arresti un boss del-
bisognerebbe avere il corag-
gio di cercare i pendolari, di
Mencarelli (Rai Storia, venerdì, 13.30).
Sicuramente verticale, verticalissima nell’in-
rah Palin “de noantri”, bella ed elegante.
Proprio lei, Daniela Santanchè, la Santade-
2) “Down On Me” – Keenan
Cahill with 50 Cent
un’ironica rivisitazione del film
Inception in chiave italiana. Lo
campagna”. L’ultimo è un cercatore di funghi di 47 anni,
che lascia una moglie e due figli di 8 e di 10 anni. Era un
ne dica c’è molto meno nero
che al sud la Lombardia è la
né un camorrista, né un ma- la malavita cinese, russa, fare come le Iene e placcare gegno brillante, nella pulizia formale del chè di Dagospia, agguerrita “killer” dei ne- Keenan Cahill è un ragazzo di scopo dei protagonisti è quello infermiere, si chiamava Giampaolo Piomboni. Si trovava locomotiva d’italia e sentirsi
fioso o un ‘ndranghetista. An- scozzese. Cosa farebbe la quei parlamentari squallido- pensiero, è la scrittrice Chiara Gamberale mici di Berlusconi, – come si descrive a Luca 15 anni diventato notissimo su di “installare un’idea nel cervel- dietro a un cespuglio. Il cacciatore lo ha scambiato per tirati in ballo come mafiosi da
che ieri è stato un festival, il Bbc? Darebbe la notizia con ni che ridono come ebeti an- (“Le luci nelle case degli altri”, Mondadori, Telese, “che quando spara guarda sempre in YouTube per le sue performan- lo di Berlusconi: dimettersi”. una lepre: “Ero convinto che lì ci fosse l'animale e ho fastidio, questo non vuol dire
Maronino d’Oro: sono stati un briciolo di compiacimen- che alla domanda: come si l’ultimo suo romanzo), che ogni mattina ci faccia le persone” - per il quale premier, evi- ce di lip-sync (fa finta di cantare 2) Lavaggi mediatici del cer- sparato. Poi ho sentito un grido”. Giampaolo è stato che il problema non esiste ma
catturati “6754 mafiosi” e dei to, farebbe dire due cose al chiama Garibaldi? Fra Bossi intrattiene in “Io, dentemente, ha oggi modificato la posizione in sincrono su pezzi pop). Tan- vello colpito al petto nella sua ultima domenica in una semplicemente che non è
30 nemici pubblici numeri ministro competente e stop. che vorrebbe elezioni subi- Chiara e l’oscuro” - originaria. ta la fama raggiunta che il rap- La nuova puntata dell’internet passeggiata nei boschi intorno ad Arezzo. In una percepito e per questo ancor
uno, a spasso ne restano solo Immaginiamo che la Sureté to, Berlusconi che è sicuro La scrittrice Chiara “smembrata” in Te- Esilarante, infine, per completare in bellezza per 50Cent l’ha scelto per rea- show del vlogger “Daniele Doe- stagione di caccia, oltre al massacro di centinaia di piu pericoloso.
due, Matteo Messina De- francese metta le mani su un della fiducia e Bersani che Gamberale martedì era ospite sta, Cuore e Corpo - la carrellata di donne, è la “Donna Assun- lizzare insieme questo video vi- sn’t Matter” migliaia di animali, vengono abbattuti 50 esseri umani e Stufo
naro e Michele Zagaria. Bè, capo della malavita marsi- culla il sogno di un governo di Otto e mezzo su La7 in un dialogo serrato ta”, di “Parla con me” (Rai 3, mercoledì, rale. 7.191952 views. 3) Vivi, Sopravvivi e Goditi feriti un’ottantina. La guerra è qui, non in Afghanistan o
se vivono come Iovine, basta gliese o parigina, o norman- transeunte, ecco che spunta che mette a nudo le 23.15), che vanta amori antichi, che risal- 3) Jessie J, Do It Like A Dude YouTube in Iraq. Un artigliere a Kabul è più al sicuro di chi fa una è SE PRIMA avevano
bussare a casa o da qualche na. France 1 o 2 darebbero la il famoso Nucara, repubbli- coscienze degli “psi- gono al 500, al 400 e addirittura a Ramsete, e Altro video musicale: Jessie J L’ultimo video della truccatrice passeggiata in campagna. Questa strage deve finire. toccato il fondo adesso lo
amico d’infanzia e il gioco è notizia, manderebbero una cano all’insaputa di Mazzini. coascoltatori di Ra- che ha una certa “Daniela” a servizio, che canta il suo nuovo singolo. professionista Makeupdeli- stanno scavando. Per il Nord
fatto. Di politica si parla po- troupe sulla Costa Azzurra (o Nucara ridacchia, ammicca: dio2”, programma emette un rabbioso brontolio, proprio come 2.205204 views. ght2009 star su YouTube. prendere coscienza di avere la
co, ma c’è Bondi. Può darsi a Deauville), bene, ben fatto. “Eh, eh, il giorno della fidu- fra i più originali e in- un cane, quando le mostra un pollo spellato 4) Cyanide & Happiness - Ted 4) Roberto Saviano: la ’N- mafia sotto casa è solo un bene
che i finiani non lo sfiducino, Stop. E da noi? No, da noi non cia vedremo quanti saranno teressanti degli ulti- e imbustato, che indossa gli occhialetti della Bear drangheta al Nord che può evitare quello che è
astenendosi. Questo atto pie- si finisce più, Jovine passa e gli assenti, gli ammalati, bi- mi anni. Martedì era stessa foggia di quelli di Fini. È un cartone: il personaggio Non poteva mancare, tra i video successo al Sud un secolo fa.
toso viene spacciato per “un ripassa sorridendo, Alfano e sognerà vedere quanti si sa- ospite di Lilli Gru- Un’occhialuta faccia da pollo, contro la qua- Ted Bear insegna “a sopravvive- più graditi degli utenti, il mono- Anche io voglio metterci la
segnale distensivo”. Su Masi Maroni non la smettono più ranno ricoverati, eh, eh”. Ma- ber (“8 ½”, La 7, le la ringhiosa domestica di Donna Assunta si re”. 1.425636 views. logo di Saviano a Vieni via con me. firma. Amo l’Italia e voglio che
che controlla le spese pazze di congratularsi, tutte le reti gari ha ragione, ma che pe- 20.30), con Bruno avventa famelica, non sappiamo se in oriz- 5) Cristiano Ronaldo su Conta 236.019 visualizzazioni. Inception Berlusconi; la cantante cambi, migliori, da Nord a Sud,
di Minzolini, ampio servizio televisive spargono tonnella- na. Vespa e Vittorio Zuc- zontale o in verticale, riducendola a brani. espaldinha f.mello@ilfattoquotidiano.it Rihanna; 50 Cent con la giovane da Sud a Nord: dateci la
YouTube star; la pagina Fb possibilità di dire che Saviano
dell’iniziativa pro-cartoni non è solo, che non è l’unico a
dire che la mafia esiste anche al
LA TV DI OGGI I FILM
SC1= Cinema 1
LO SPORT
SP1=Sport 1 DAGOSPIA
Nord.
DeusExMachina
SCF=Cinema Family
SCH=Cinema Hits SP2=Sport 2
SCMa=Cinema Mania
SCM=Cinema Max
SP3=Sport 3
LADY GAGA è È PARTITA la macchina del
A SANREMO fango contro Saviano. Non ho
16.05 Termination Point SCM 17.30 Calcio, Serie A 2009/2010
1) Ci voleva Saviano per parole per descrivere questo
16.10 La 25a Ora SCMa 18a giornata ritorno Inter -
scoprire che i clan calabresi si stanno schifo. Solidarietà A Roberto
11.05 ATTUALITÀ Occhio 14.00 ATTUALITÀ Pome- 14.00 NOTIZIARIO TG 19.03 ATTUALITÀ Meridia- 13.00 NOTIZIARIO TG5 - 13.50 CARTONI ANIMATI 11.30 NOTIZIARIO TG4 - 11.30 TELEFILM Ultime dal 16.15 2012 SC1 Chievo (Sintesi) SP1
mangiando la Lombardia? No. Bastava Saviano.
alla spesa riggio sul Due Regione - TG3 - Meteo 3 na - Visto da Nord Meteo 5 I Simpson Meteo - Vie d’Italia noti- cielo "Grandi speranze" 17.10 Torno a vivere da solo SCH 18.00 Basket, Serie A maschile
12.00 VARIETÀ La prova 16.10 TELEFILM La signora 14.50 RUBRICA TGR Leo- 19.13 RUBRICA Meridia- 13.40 SOAP Beautiful 14.20 TELEFILM My name zie sul traffico 12.30 ATTUALITÀ Life
andare sul sito di Giulio Cavalli, attore, Franco78
17.40 Ca$h SCM 2010/2011 5a giornata Bennet per sapere tutto: giuliocavalli.net [e sul suo
del cuoco in giallo nardo na/Decoder 14.05 REALITY SHOW is Earl 12.00 TELEFILM Wolff - Un 13.30 NOTIZIARIO TG La7 17.40 Vincere insieme SCF Cantù - Montepaschi Siena
13.30 NOTIZIARIO TG1 17.00 TELEFILM Numb3rs 15.00 NOTIZIARIO TG3 19.27 NOTIZIARIO Agrime- Grande Fratello - Pillole 14.50 SIT COM Camera poliziotto a Berlino 13.55 FILM Mussolini ulti- blog sul ilfattoquotidiano.it, ndr] e per è MI FANNO una grossa
18.30 La ragazza del mio (Sintesi) SP2 scoprire che, a Milano (non a Reggio Calabria), il suo pena (oltre che ribrezzo)
14.00 NOTIZIARIO TG1 17.45 NOTIZIARIO TG2 Flash L.I.S. teo 14.10 SOAP CentoVetrine Cafè 12.55 TELEFILM Un detec- mo atto
migliore amico SCMa 18.30 Calcio, Liga 2010/2011 spettacolo teatrale sulla ndrangheta in Lombardia , “A coloro i quali dicono che
Economia - TG1 Focus Flash L.I.S. - Meteo 2 15.05 TELEFILM La strada 19.30 NOTIZIARIO TG3 14.45 TALK SHOW Uomini 15.30 SIT COM Camera tive in corsia 16.00 DOCUMENTARIO
14.10 ATTUALITÀ Bontà 17.50 NOTIZIARIO SPORTI- per Avonlea (REPLICA) e Donne Cafè Ristretto 13.50 REAL TV Sessione Atlantide - Storie di uomi- 19.10 The Millionaire SCH 11a giornata Atletico Madrid - cento passi dal Duomo”, può andare in scena solo con Saviano ha soltanto scritto un
loro VO Rai TG Sport 15.50 NOTIZIARIO TG3 GT 20.00 RUBRICA Il caffé - 16.15 REALITY Amici 15.40 CARTONI ANIMATI pomeridiana: il tribunale ni e di mondi 19.10 Nine months SCF Osasuna (Replica) SP3 i carabinieri del Ros a evitare che qualcuno lo faccia libro su fatti risaputi e su
14.40 ATTUALITÀ Se... a 18.15 NOTIZIARIO TG2 Ragazzi Altre voci (REPLICA) 16.55 ATTUALITÀ Pome- 16.40 TELEFILM Il mondo di Forum 18.00 TELEFILM Adventure 19.15 Ti stramo SC1 20.30 Golf, Senior Tour 2010 secco in scena. Il tutto nel silenzio più assordante di persone che in tali fatti sono
casa di Paola 18.45 REALITY SHOW 16.00 DOCUMENTARIO 20.30 ATTUALITÀ Inchiesta riggio Cinque di Patty 15.35 SOAP OPERA Sentieri Inc. "Il viaggio di Ulisse" 19.25 Warbirds SCM Sicilian Open. Ep. 1 SP3 Prefetto, Questore, Procuratore della Repubblica e coinvolte. A questa povera
16.35 ATTUALITÀ TG Par- Extra Factor Cose dell’altro Geo 20.57 NOTIZIARIO Agrime- 18.50 GIOCO Chi vuol 17.35 TELEFILM Ugly Betty 15.55 FILM Il Capitano di 19.00 TELEFILM The 21.00 He got game SCMa 20.45 Calcio, Serie B 2010/2011 dell’opposizione ( PD in testa). gente, un invito: visto che
lamento 19.35 TELEFILM Squadra 17.40 DOCUMENTARIO teo essere milionario 18.30 NOTIZIARIO Studio Castiglia District "Wasteland" 21.00 Operazione Valchiria SCM Anticipo 16a giornata Vicenza - 2) Da 150 mila a 200 mila euro di compenso, la stessa Saviano ha scritto e scrive di
16.45 NOTIZIARIO TG1 - Speciale Cobra 11 Geo & Geo 21.00 NOTIZIARIO News 20.00 NOTIZIARIO TG5 - Aperto - Meteo 18.55 NOTIZIARIO TG4 - 20.00 NOTIZIARIO TG La7 21.00 Boog & Elliot 2 SCF Padova (Diretta) SP1 cifra che intascò lo scorso anno il calciatore avvenimenti conosciuti da tutti,
Che tempo fa 20.30 NOTIZIARIO TG2 - 19.00 NOTIZIARIO TG3 - lunghe da 24 Meteo 5 19.00 NOTIZIARIO SPORTI- Meteo 20.30 ATTUALITÀ Otto e 21.00 Il Messaggero SC1 21.00 Golf, PGA European Tour della Sampdoria Antonio Cassano per salire perchè non scrivete anche voi
17.00 EVENTO 53° Zecchi- 20.30 TG Regione - Meteo 21.27 PREVISIONI DEL TEM- 20.30 VARIETÀ Striscia la VO Studio Sport 19.35 SOAP OPERA Tempe- mezzo
no d’oro 21.05 TELEFILM N.C.I.S.: 20.00 VARIETÀ Blob
21.15 True Lies SCH 2010 UBS Hong Kong Open: 2a sul palco dell’Ariston. Secondo quanto anticipa qualche lettera di denuncia ai
PO Meteo Notizia - La voce dell’im- 19.30 CARTONI ANIMATI sta d’amore 21.10 ATTUALITÀ Le inva-
18.50 GIOCO L’eredità Los Angeles "Martiri" 20.10 TELEFILM Seconde 21.30 ATTUALITÀ Tempi provvidenza I Simpson 20.30 TELEFILM Walker sioni barbariche "Ospiti:
22.20 Cheerleader Scandal SCF giornata (Replica) SP3 Panorama sul numero in uscita domani, venerdì quotidiani (tanto per iniziare a
(1000MA PUNTATA) 21.50 TELEFILM Criminal chance dispari supplementari 21.10 REALITY SHOW Io 19.55 TELEFILM Big Bang Texas Ranger Maria Luisa Busi, Antonio 22.50 La dura verità SC1 22.45 Basket, NBA 2010/2011 19 novembre, di tanto si starebbe prendere pratica con la lingua
20.00 NOTIZIARIO TG1 Minds "La rete dell'ingan- 20.35 SOAP OPERA Un 22.30 NOTIZIARIO News Canto Theory 21.10 ATTUALITÀ Quarto Pennacchi e Andrea 23.10 San Valentino di sangue SCM Milwaukee Bucks - Los Angeles “accontentando” per un’ospitata al prossimo italiana) su fatti di malaffare di
20.30 GIOCO Soliti ignoti no" posto al sole lunghe da 24 0.00 VARIETÀ Chiambret- 20.30 GIOCO Trasformat Grado Bocelli" (DIRETTA) 23.25 Malcolm X SCMa Lakers (Replica) SP2 Festival di Sanremo la superstar italoamericana cui siete a conoscenza?
21.10 VARIETÀ I migliori 22.40 TELEFILM Persone 21.05 FILM K-19 22.57 PREVISIONI DEL TEM- ti Night - Solo per numeri 21.10 FILM Mi fido di te 23.25 RUBRICA I bellissimi 0.15 NOTIZIARIO TG La7 23.45 Appaloosa SCH 23.00 Calcio, Serie B 2010/2011 Lady Gaga. Il budget destinato ai personaggi di Una
anni sconosciute "Tentazioni" 23.15 VARIETÀ Parla con PO Meteo uno 23.25 ULTIMO EPISODIO SIT di R4 0.25 ATTUALITÀ Prossima 0.00 A prima vista SCF Anticipo 16a giornata Vicenza - richiamo, in questa edizione del festival, si aggira
0.05 ATTUALITÀ TV7 23.30 NOTIZIARIO TG2 me 23.00 RUBRICA Il punto 1.30 NOTIZIARIO TG5 COM All Stars 23.30 FILM Formula per un Fermata 0.40 A perfect getaway SC1 Padova (Replica) SP3 sul milione e mezzo di euro e, sussurrano fonti Rai, è ECCO cos’é la macchina
1.05 RUBRICA L’Appun- 23.45 ATTUALITÀ L’ultima 0.00 ATTUALITÀ TG3 23.27 PREVISIONI DEL TEM- Notte - Meteo 5 Notte 0.00 ATTUALITÀ Studio delitto 0.45 ATTUALITÀ La 25a 0.55 Kaw - L’attacco dei Corvi 0.45 Calcio, Major League Soc- la trattativa con la cantante newyorkese è chiusa del fango! Se c’era un minimo
tamento parola Linea notte PO Meteo 2.00 VARIETÀ Striscia la Aperto Live 1.30 NOTIZIARIO TG4 ora - Il cinema espanso all’80 per cento. dubbio spero che gli
Imperiali SCM cer 2010 Los Angeles Galaxy -
1.35 NOTIZIARIO TG1 1.15 ATTUALITÀ TG Par- 1.00 RUBRICA Appunta- 23.30 NOTIZIARIO News Notizia - La voce dell’im- 1.40 RUBRICA SPORTIVA Night News 2.45 ATTUALITÀ Otto e 3) Pare che uno dei principali sostenitori di Giuliano sprovveduti abbiano capito la
1.45 Imago Mortis SCH FC Dallas (Replica) SP3
Notte - TG1 Focus lamento mento al cinema brevi provvidenza (REPLICA) Poker1mania 1.55 FILM Morti di salute mezzo (REPLICA) Pisapia a narrazione di Saviano. Col
sindaco di è COM’È LA TUA CONNESSIONE? “Giornale” di oggi e i suoi titoli
Milano sia NUOVO SOFTWARE CREATO DAL POLITO sappiamo con certezza chi
TRAME DEI FILM PROGRAMMIDA NON PERDERE RADIO l’editorialista
economico di spicco
di Repubblica
Quando dobbiamo scegliere una linea Adsl
da installare a casa, veniamo sommersi da
offerte di ogni tipo e promesse di velocità
manovra la machina stessa!
Marxello
è ARRIVA AMAZON IN ITALIA?
/ Mi fido di te  Parla con me  Tv7 A “Invito personale” Roberto MARTEDÌ ANNUNCIO A MILANO
Peppino Turani, 69
anni, laureato alla
di connessione mirabolanti. Poi, però,
capita che la “prova su strada” offra risultati
è IL “NORD” viene
attaccato dalla mafia, Saviano lo
Francesco ha perso il lavoro e ormai da Nella puntata di questa sera di “Parla Alla ricerca di appartamenti per stu-
un mese vaga alla ricerca di un impie- con me”a sedersi sul divano rosso insie- denti fuori sede, tra affitti alle stelle, Cacciapaglia e Franco Battiato Per ora i giornalisti hanno ricevuto solo
una convocazione: “Sei invitato a
Bocconi e diversi da quelli promessi. Per fare dichiara in modo limpido, la
go. In famiglia nessuno sa nulla: saluta- me a Serena Dandini, sarà l’attore bassa qualità e contratti irregolari. Un Radio 1 musica presenta Invito personale con Roberto all’Università di Pavia. chiarezza a proposito, il Nexa, “Center for Dia conferma. La risposta
partecipare ad un evento riservato allo
ta la moglie e uscito di casa con gli abi- Luca Argentero, nelle sale cinematogra- fenomeno che riguarda seicentomila Cacciapaglia e in diretta da Milo (Ct): Franco Battiato. Internet & Society” del Politecnico di sensata è prenderne atto e fare
Spazio Theca di Milano il 23 novembre
ti eleganti da manager di una multina- fiche la prossima settimana con il film ragazzi ogni anno e che conta il 50 per Un incontro musicale che annulla le distanze. Per la Torino prova a fare un po’ di luce “In attesa in modo che il problema si
“La donna della mia vita”. cento dei contratti in nero. E poi, in alle 11.00. Diego Piacentini, Senior Vice
zionale, Francesco gira l’angolo e tira prima volta alla radio un concerto insieme senza essere che gli Internet Service Provider diventino risolva. Ignorarlo perché chi lo
Ritornano inoltre Antonio Scurati con duemila anni di storia della Chiesa, sol- President International di Amazon,
fuori dalla borsa la tuta da benzinaio. nello stesso luogo. Franco Battiato ed il maestro Rober- in generale più trasparenti, per loro dichiara sta “antipatico” non
Alessandro è invece un piccolo truffato- una delle sue “Lettere dal Nord” e tanto 3000 sono stati gli uomini chia- sarà felice di condividere con te alcune interessanti novità 
/ Il Messaggero / Formula per un delitto  Live to Cacciapaglia in trio con Gianpiero Dionigi alla po- iniziativa o per interventi regolatori aiuta.
re stufo dei suoi raggiri: vorrebbe cam- Andrea Rivera con le sue interviste mati al ruolo cardinalizio. Infine le sull’azienda”. Amazon è il gigante Usa dell’e-commerce:
La famiglia Campbell si trasferisce in Richard Haywood e Justin Pendleton, “Ufo: X-Files d’Italia”è un lungo viag- stazione elettronica e Alexander Zyumbrovskiy al vio- dall’alto”. All’indirizzo http://nexa.polito.it/, Luca Barbato
biar vita e ricominciare con un lavoro citofoniche. La musica sarà quella del polemiche sulla revoca del carcere duro nato nel 1995 come libreria digitale (suo anche l’eReader
una dimora vittoriana del Connecticut. due studenti californiani annoiati, deci- gio nel mondo degli oggetti non identi- loncello. Nel mondo di oggi la dimensione spaziale si fa è ora disponibile Neubot, un programma
onesto, ma gli strozzini lo incalzano. gruppo dei Nobraino. per i boss negli anni delle stragi. Kindle) si è poi allargato al mercato dei Dvd, Cd, software,
Ben presto scoprono che la loro bella dono di “movimentare”un po’ la quoti- ficati, con un’esclusiva realizzata da sempre più trasparente ,fino ad annullarsi. Battiato opensource “leggero e poco invasivo” che è DISPIACE davvero tanto
Italia 1 21,10 Rai 3 23,15 Rai 1 0,05 videogiochi, prodotti elettronici, abbigliamento, e a
casa nasconde un passato decisamente dianità uccidendo una ragazza. La scel- “Live”, le cui telecamere sono entrate canterà, collegato da Milo, i brani “Michael” e “Lux” in utenti interessati possono installare sul ed è davvero mortificante
un’ampia gamma di prodotti. Il sito d’informazione ilPost.it
meno piacevole.Tra quelle mura, infatti, ta è fatta assolutamente a caso. Niente nella sede di Roma dell’Aeronautica latino accompagnato da Roberto Cacciapaglia al piano- proprio computer per verificare lo stato leggere simili parole pubblicate
un tempo vi era una camera mortuaria Militare, incaricata di studiare le segna- forte in studio a Roma. Inoltre Roberto Cacciapaglia
dà lo sbarco in Italia per sicuro: “Amazon apre il sito italiano
movente, delitto perfetto. E invece no. della loro connessione. Le informazioni da un quotidiano nazionale,
e, fatto ancor più inquietante, il figlio Le indagini vengono affidate a una lazioni che arrivano dai cittadini e che eseguirà in trio brani da Ten Directions, Quarto Tempo la settimana prossima – scriveva ieri online –. Un vero e
raccolte dai vari Neubot installati dagli che infangano chiunque cerchi
del proprietario, Jonah, dotato della tosta detective che mette sotto pressio- vengono raccolte dai Carabinieri.“Live” e Canone degli Spazi, la trilogia realizzata con la Royal proprio sito italiano di e-commerce, alla stregua degli altri
utenti, spiegano inoltre da Nexa, sono ogni giorno di mettere in luce
facoltà di chiaroveggenza, si prestava ne i due giovani, che iniziano a vacillare indaga nei loro archivi e mostra i Philarmonic Orchestra. La serata sarà condotta da già presenti in decine di paesi nel mondo”.
inviate ad un server centrale, anonimizzate, quelle che sono delle realtà di
quale messaggero demoniaco fornendo e a contraddirsi. La verità alla fine sal- report degli avvistamenti rilevati, ma Simonetta Zauli e Barbara Condorelli con la regia di e messe a disposizione di tutti. Garantiti questo paese, a discapito della
agli spiriti un “portale”... terà fuori? anche video mai visti e studiati. Angelo Calì, responsabile Gianmaurizio Foderaro anche aggiornamenti e nuove release del propria incolumità.
Sky Cinema 1 21,00 Rete 4 23,30 Italia 1 0,00 Radiouno 21,00 software. Michele
pagina 22 Venerdì 19 novembre 2010

SECONDO TEMPO

giustamente
PIAZZA GRANDE É di Bruno Tinti

QUANTO PESA
IL VATICANO
Stato-mafia, patti chiari U na parte del lavoro che faccio adesso consiste
nell’andare in giro per partecipare a dibattiti
organizzati da associazioni culturali, librerie e,
qualche volta, da partiti.
di Nicola Tranfaglia La settimana scorsa sono andato a Trieste, in una
libreria fantastica: grandissima, piena di libri insoliti, con
iappaiono per un mo-

R
un bar fornito di cose buonissime e di vini superlativi. Tra
mento sulla scena il pubblico c’era un cittadino americano che parlava un
personaggi politici ottimo italiano e che, non so per quali ragioni, era molto
che molti avevano di-
interessato ai fatti nostri. In particolare aveva un’ottima
menticato, o che stavano
per entrare nel passato, ma competenza giudiziaria e, siccome io avevo messo a
che avevano ricoperto ruoli confronto il nostro sistema con quello statunitense,
decisivi in quel rapido tra- concludendo che il nostro era comunque assai migliore,
monto del sistema politico mi ha mosso alcune significative obiezioni, molto
italiano che portò uomini tecniche. La gente ha partecipato molto, il che in fondo
come Amato e Ciampi a pre- mi ha stupito: ma guarda che fame di informazioni, ho
siedere governi di transizio- pensato.
ne prima della clamorosa di- Dove la cosa si è fatta interessante è quando questo
scesa in campo di Silvio Ber- signore ha spiegato che, secondo lui, il nostro problema
lusconi. sta nel fatto che siamo cattolici e, in particolare, che in
Italia c’è il Vaticano, il Papa, una gerarchia ecclesiastica
ED ECCO il ministro della molto attiva politicamente etc. etc. Ha continuato
Giustizia Giovanni Conso, dicendo che noi abbiamo tante leggi, la maggior parte
un austero professore di inutili (ho condiviso entusiasticamente), perché è nella
Procedura penale dell’Uni-
nostra formazione culturale quella di farci guidare
versità di Torino, chiamato a
fare il Guardasigilli da Amato dall’esterno, da leggi o persone che ci dicano cosa è
e poi da Ciampi per poco L’arresto di Totò Riina, il 15 gennaio 1993 (FOTO ANSA) giusto e cosa è sbagliato. Mentre nei Paesi anglosassoni,
più di un anno, dal febbraio che sono a maggioranza protestante, le leggi sono in
del ’93 all’aprile 1994, ricor- Ormai è evidente: e trovare un accomodamen- numero infinitamente minore, i processi si basano su
dare a distanza di diciassette to fruttuoso in grado di far precedenti decisioni da cui ci si discosta solo in casi
anni che era stato proprio la trattativa ha vincere la nuova tattica di eccezionali e le regole etero imposte (insomma i casi in
lui a decidere di non rinno- Provenzano e il perpetuarsi cui si dice al cittadino cosa fare e cosa non fare) sono
vare l’articolo 41-bis per il avuto un momento degli affari legati alla politica pochissime. E questo perché, ha concluso, i protestanti
carcere duro ai mafiosi infor- decisivo che abbiamo visto negli ul- hanno una cultura diversa, un codice etico e civico di cui
mando l’ex direttore degli timi vent’anni, con una par- si considerano depositari e responsabili; e le cui
Affari penali Liliana Ferraro, nel passaggio ticolare accentuazione da violazioni costituiscono un’incoerenza verso se stessi,
succeduta in quell’incarico quando Silvio Berlusconi ha non una trasgressione a comandamenti esterni.
a Giovanni Falcone, ucciso dialogante di Bernardo Pro- dal vecchio sistema conquistato il potere e ha ga- La cosa mi è piaciuta molto e ho cercato di spiegare che
da Cosa Nostra venzano. rantito per molto tempo il
il 23 maggio 1992. E subito Ma, come ha notato il sena- repubblicano silenzio o quasi, dei mezzi di
proprio questo sostanziava la differenza fondamentale
tra il nostro codice di procedura penale e quello
dopo l’ex ministro della Giu- tore Li Gotti della commis- all’instaurarsi comunicazione, a comincia-
stizia del governo Amato, sione Giustizia, nel 1992 re dai canali televisivi, per americano: noi abbiamo la sentenza, dove il giudice
spiega quali leggi ha seguito, come le ha interpretate e
Claudio Martelli (costretto nessuno poteva parlare, co- del populismo non disturbare i manovrato-
dunque perché ha preso quella decisione. Negli Usa
di colpo a dimettersi il 10 me fanno oggi Mancino e ri.
febbraio 1993 perché inda- Amato, di una divisione dei autoritario hanno il verdetto, cioè la decisione tout court: ti
gato in relazione al conto mafiosi tra oltranzisti e dia- È ORMAI chiaro, grazie al- condanno, ti assolvo; ma la giuria non spiega quali ne
Protezione), smentisce e ri- loganti sicché appare chiaro guidato da B. le testimonianze, pur reti- sono stati i motivi. In effetti, la giuria è il popolo; e il
corda che l’ex direttore del che un primo accordo era centi e imbarazzate dei po- popolo, etico - diciamo così - per natura e non per
Servizio Penitenziario Nico- stato raggiunto dopo la mor- litici di quegli anni, che la obbedienza, non ha bisogno di spiegare.

LA STECCA di INDROl
lò Amato, che rivendica an- te di Falcone e di Borsellino, trattativa in piedi dagli inizi La cosa più divertente per
cora oggi di aver fatto con tra settori determinanti del- della Repubblica con le as- lo sconcerto che ha
Giovanni Falcone il decreto lo Stato e del governo in ca- sociazioni mafiose, di cui provocato è arrivata alla
sul 41-bis, era stato sempre rica e Cosa Nostra, cedendo “L’uso dei ‘pentiti’ è una Cosa Nostra era in quegli an- fine. Il mio amico (a
contrario a quella misura de- alla richiesta pressante dei drammatica necessità, ni la capofila (oggi, di sicu- questo punto così lo
tentiva e, dunque, non po- mafiosi di allentare il carce- ro, è la Ndrangheta calabre- consideravo) ha detto: “Il
teva essere d’accordo con il re duro deciso in un primo non un vezzo, e neppure se e internazionale a detene-
una scorciatoia. Anche a problema vostro è la
giudice palermitano su quel momento dal governo Ama- re il comando nell’esercito
decreto. to. me quei personaggi non dei mafiosi che controlla confessione. Voi vi
È da qui che bisogna partire piacciono. Ma non posso una parte così rilevante nel comportate male ma poi
IN QUESTO alternarsi di ora nell’inchiesta che i giu- negarne l’utilità nostro paese, in Lombardia avete il vostro mediatore
ammissioni e di smentite dici di Caltanissetta stanno (sempreché le loro come in Piemonte, nel Lazio privato con Dio. Andate
l’ex vicepresidente del Con- conducendo ancora su quel- come in Campania, Calabria da lui, gli raccontate
dichiarazioni vengano
siglio Superiore della Magi- le trattative che hanno carat- e Sicilia) ha avuto un mo- tutto e vi dichiarate
vagliate attentamente, e
stratura e a lungo presidente terizzato non la fine delle mento decisivo nel passag- pentiti. E lui vi perdona e
dei deputati democristiani trattative tra Stato e mafia, non accettate in blocco). gio dal vecchio sistema po- vi dice: va e non peccare
alla Camera, Nicola Manci- che non è mai avvenuta do- L’Italia non è l’unico Paese litico repubblicano all’in- più. Non aggiunge, ma è
no, ha dichiarato di recente po il 1943, ma il tentativo a ad aver raggiunto queste staurarsi del populismo au- implicito, però se pecchi
alla commissione Antimafia quanto pare riuscito, di dolenti conclusioni. Pensi toritario guidato da Silvio torna qui che
presieduta da Pisanu che nel giungere a una nuova coa- agli Stati Uniti e alla Fbi: Berlusconi. l’aggiustiamo. Da noi, se
1992 si parlava delle due ali bitazione tra la Repubblica nel campo dei E questa consapevolezza, uno si comporta male il
contrapposte di Cosa No- italiana e l’associazione ma- ‘pentiti di mafia’, che trasforma a poco a poco problema è serio. Che fa,
stra, l’ala militarista di Totò fiosa siciliana. la cronaca di quegli anni in
sono loro i nostri si autoassolve?”.
Riina (che sarebbe stato ar- Obiettivo importante per in- episodi storici, pesa sulla
restato nel gennaio 1993 per terrompere l’offensiva stra- maestri”. politica di oggi malgrado il Mi è piaciuta molto.
volontà di una parte della gista di Cosa Nostra, i nuovi Corriere della Sera, tentativo di molti di non te- Chissà che ne pensano i
10 ottobre 1996 miei 25 lettori?
mafia, a quanto pare) e l’ala progetti di attacco allo Stato nerne conto.

Lucia Annunziata,
Perché do la parola dopo le polemiche
su “Vieni via con
in quanto servizio pubblico,
offrire sintesi più avanzate di
lettura – distruggere vecchi
schemi ma anche indicare

a Maroni me”, domenica
ospita il ministro
nuovi che se ne formano.

QUESTO è tanto più vero
quando emergono persone
come Saviano che per la loro
di Lucia Annunziata la tv, mi sembra giusto espri- interessante e, soprattutto, ca e leguleia della obiettività dell’Interno: stessa freschezza – e il suo
mere con chiarezza e prima importante per tutti noi. Mi della informazione. È questio- successo ne è la prova – sono
aro direttore, domenica di domenica, la mia opinione bisogna fornire

C
mancherà, come a tutti, non ne di contenuti, è questione fuori già degli schemi tradizio-
il ministro Maroni sarà sulla polemica Saviano-Maro- aver ascoltato due delle più di giornalismo, se questo è il al pubblico tutti nali.
ospite della mia trasmis- ni. rilevanti voci del paese discu- permanente sforzo di fornire Purtroppo, tra i molti danni
sione In ½ ora, su Rai3. tere e approfondire, scontrar- tutti gli elementi per cogliere gli elementi che anni di acerba lotta po-
Non è una compensazione AMMIRO supremamente si e magari scornarsi, ma in scenari complessi. Ed è anche litica intorno alla Rai conti-
per il mancato invito a Vieni Saviano e credo abbia fatto be- ogni caso delineare insieme questione di servizio pubbli- per cogliere nuano a procurare, c’è l’im-
via con me – vista l’incompa- nissimo: quello che ha detto per noi le nuove frontiere del- co. La Rai ha non solo il di- poverimento dell’azienda a
rabile “stazza” dei due pro- sulla Lega non era uno scan- la legalità nel nostro paese. ritto, ma il dovere, proprio in scenari complessi una restrizione editoriale che
grammi, sarebbe ben magra. dalo e andava detto. Penso an- Non è questione di par con- quanto servizio pubblico, di porta poi a solo due opzioni:
Tuttavia, per correttezza nei che che invitare il ministro a dicio. Legge orribile, frutto rompere ogni schema di ser- essere o servi o distruttori. E
confronti di tutti, a comincia- Vieni via con me sarebbe stato avvelenato della paura dei vilismo nei confronti del po- se la prima scelta è vile, nem-
re da chi legge e da chi guarda non solo giusto ma proficuo, controllori, visione burocrati- tere. Ma deve anche, proprio meno la seconda è vincente.
Venerdì 19 novembre 2010 pagina 23

SECONDO TEMPO

MAIL BOX
LA VIGNETTA

Mia madre, 36 anni fa
in Piazza della Loggia
Trentasei anni fa, il 28 maggio
Furio Colombo

7 A DOMANDA RISPONDO
1974, in Piazza della Loggia a
Brescia è scoppiata una bom- MIRACOLO
ba, una strage durante una ma-
nifestazione contro il terrori-
smo neofascista che ha pro-
A MILANO
vocato 8 morti e 94 feriti. Mia aro Colombo, può spiegarmi iscrivono. Se vi fosse qualcosa di
mamma aveva 20 anni. Piove-
va. Chi conosce Brescia sa che
C lei cosa sta succedendo a
Milano? Si fanno le primarie per
inaccettabile o indecoroso dovrebbe essere
fermato qui. Immaginiamo, con un esempio
in fondo a Piazza Loggia ini- scegliere il candidato sindaco. Vince assurdo, che si presenti per concorrere nelle
ziano i portici, gli stessi che il candidato non ufficiale del Pd e i primarie Pd un tale di nome Delfo Zorzi.
ora il sabato si riempiono di vertici di quel partito si dimettono. Sarebbe immediatamente e pubblicamente
gente abbronzata e con le Delle due una: o si fanno le respinto. Quanto ai candidati accettati sarà
scarpe a punta. Quando mia primarie perché sono un metodo del tutto naturale che vi siano antipatie e
mamma mi racconta di quanto democratico per scegliere i simpatie nel gruppo dirigente del partito. Da
fosse vicina a quel maledetto candidati e si accettano i risultati ciò che ricordo di molte primarie americane
cestino, degli ombrelli che per oppure non si fanno. Sono io che mi sono rimaste in mente molte situazioni di
quanto esili la ripararono dal- sto semplificando troppo? questo genere. Clinton, per esempio, non
l’orrore e di quanto ha corso Monica era affatto il prediletto del Partito
lungo tutti i portici con cen- democratico quando ha cominciato a
tinaia di persone terrorizzate CI SONO tutte le ragioni di provare emergere dal niente in una successione di è cresciuto raggiungendo il
mi vengono i brividi. Lei non si disorientamento e stupore per lo strano primarie. Veniva dal Sud, veniva da un L’abbonato 118 per cento del Pil, mentre
ricorda di aver corso, non si esito che le primarie hanno avuto tra la piccolo Stato, non aveva fatto la guerra in la crescita del Paese è rimasta
ricorda di aver percorso pro- dirigenza del Pd di Milano. Una volta Vietnam o il servizio militare, che era ancora del giorno bassissima intorno a uno scar-
babilmente chilometri corren- proposta una gara e accettate le obbligatorio. Non era il beniamino dei so 1 per cento. Anche nel
do disperatamente, fuggendo partecipazioni, appare naturale e ovvio media. Erano cose che si dicevano, si 2011 si prevede una crescita di
col cuore in gola, letteralmen- accettare i risultati. Me è del tutto anormale sapevano, si scrivevano ma il partito le GABRIELE DEGLI ESPOSTI circa 1 per cento del Pil, o an-
te volando trasportata dalle che uno dei candidati accettati per avrebbe negate con cordiali risposte nel che inferiore. Con questi dati
grida.Io scrivo perché una del- concorrere risulti inaccettabile, in caso di politichese locale. E quando Clinton ha “Mia madre, Ennove si evince che siamo in una fase
le poche persone “autorizza- vittoria, al punto di provocare colpa e continuato a vincere, il partito lo ha adottato Colombarini, 85 anni, si di stagnazione economica,
te” a dimenticare è lei e chi era dimissioni. L’insieme dei fatti, che coinvolge come fosse stato da sempre il figlio interessa molto di senza crescita, gravata dall’au-
con lei quel giorno di 36 anni evidentemente molte persone, non solo i prediletto. Le primarie o così o niente. Perciò politica e si tiene sempre mento del debito pubblico. In-
fa. protagonisti dimissionari ma anche una anche chi ha dato un voto a Boeri o ha aggiornata ma non vece di ingannare gli italiani, il
Fabio Dondelli opinione pubblica umiliata e offesa che sperato nella saggezza costituzionale di sopporta Berlusconi. Un ministro Tremonti dovrebbe
bisogna placare col sacrificio del prendersi la Onida, adesso è impegnato a sostenere giorno le ho portato il spiegare che il prossimo anno
Rifiuti, responsabilità ed espiare la colpa, crea un Pisapia per sindaco di Milano. Lo chiede la Fatto Quotidiano, che io che ci attende sarà un periodo
intrico di fatti psicologici e umani molto più dignità di un partito. Lo chiede anche solo acquisto tutti i giorni e le di “lacrime e sangue”. Non è
zero rimborsi complicati dell’aspetto politico. Comunque si un ricordo fugace della Moratti, che ha reso è piaciuto molto. In forse meglio avvertire i citta-
Il “fenomeno” Tremonti ha montino i pezzi, l’oggetto che ti trovi in un servizio alle Pari opportunità, mostrando particolare le piacciono il dini invece di descrivere una
colpito ancora. Purtroppo, mano alla fine è senza senso. Infatti, prima che anche le donne sono capaci del peggio, direttore Antonio situazione irreale? Conoscen-
come previsto, una circolare viene la regola (sempre “primarie” per dal cinismo all’opportunismo ai cedimenti su Padellaro e il vice Marco do la situazione si può reagire
del Dipartimento delle Finan- scegliere fra più candidati) che distingue in tutto, se richiesti dall’alto. Lo chiede una Travaglio. Allora le ho e prepararsi al peggio.
ze (n. 3 del 2010) nega defi- modo interessante e originale il Pd in un città come Milano che, come esempio vale regalato Cristiano Martorella
nitivamente il diritto al rim- universo partitico con poca democrazia moltissimo per il resto del Paese. un
borso dell’IVA pagata sulla interna (fanno eccezione solo i Radicali, che abbonamento. La compravendita
Tarsu (Tassa Rifiuti), in contra- mettono sempre tutto continuamente in Furio Colombo - Il Fatto Quotidiano Tanti
sto con la sentenza della Cor- discussione). Poi viene l’applicazione della 00193 Roma, via Orazio n. 10 saluti da dei deputati
te Costituzionale del luglio regola: i candidati si annunciano e si lettere@ilfattoquotidiano.it Modena”. Da oggi fino al 14 dicembre
2009. Questa circolare pastic- assisteremo al “mercato della
ciata parla di Tia 1 (Tariffa Igie- Raccontati fiducia”! La venditrice più ag-
ne Ambientale) vecchia e di e manda guerrita? Sembra proprio Da-
Tia 2 nuova, ma serve sostan- una foto a: niela Santanchè. Ed è logico,
IL FATTO di ieri19 novembre 1958
zialmente per aggirare la sen- logica dovrebbe essere la abbonatodelgiorno@ perché se casca questo gover-
ilfattoquotidiano.it
tenza della Corte Costituzio- Corte dei Conti. Quante Or- no non credo che trovi altri
nale, che prevedeva il rimbor- Spogliare Hitler di quell’alone di grandezza ed “eroismo” nelle Muti ci sono ogni giorno ingaggi. Quale sarà l’argomen-
so dell’IVA pagata sulla Tarsu, che l’immaginazione popolare spesso attribuisce ai grandi in Italia e quanti miliardi ogni to convincente per far votare
perché non dovuta. A chi si criminali politici, trasferire la Berlino nera degli anni ’30 giorno vengono sperperati da la fiducia ai transfughi ? Sicu-
era rivolto allo sportello del- nel Bronx di Chicago, trasformare il Fuhrer in un gangster funzionari del fisco impegnati rie ma, a crisi aperta sarebbe ramente la fedeltà al pre-
l’utente/consumatore gestito protettore del trust dei cavolfiori. Questa la travolgente a correre dietro ai fantasmi. È invece l’ora di misurare la feb- mier… Come no! Continuia-
dall’Associazione Volontari idea di Brecht per “La resistibile ascesa di Arturo Ui”, ora di darci un taglio e iniziare bre in tutto il paese per il lea- mo a credere alle favole che ci
Attivi, avevo consigliato di a fare pulizia in quegli uffici. der del centrosinistra da con- raccontano.
surreale e feroce parabola sul capo del nazismo,
aspettare e di non spendere Una volta i nazisti giustiziava- trapporre a Berlusconi. Francesco Degni
composta dallo scrittore durante il suo esilio in Finlandia.
soldi inutilmente per un’azio- no 10 italiani per ogni tedesco Giovan Sergio Benedetti Capannori
Fantoccio parodistico e “alias” satirico di Hitler, Arturo Ui,
ne probabilmente inutile, per- ucciso, perché non licenziamo
piccolo mafioso in lotta con altri boss per il racket della
ché ancora una volta questo
verdura, conscio dell’importanza dell’immagine al punto
3 dipendenti del ministero Conti in tasca
governo del “prendere” ci delle Finanze per ogni accer-
avrebbe fregati. Per adesso ho da affidarsi a un vecchio guitto per imparare a muoversi e tamento andato male? all’Italia IL FATTO QUOTIDIANO
avuto ragione, ma, se ci saran- a parlare in pubblico, è il tragicomico protagonista della Mario Moreggi Facciamo un po’ di conti. Il de- via Orazio n. 10 - 00193 Roma
no ulteriori sviluppi, vi terrò scalata alla conquista di Chicago, ottenuta attraverso bito pubblico italiano nel 2010 lettere@ilfattoquotidiano.it
informati. l’uso spregiudicato della corruzione. Smaliziata farsa Il termometro
Livio Costa storica, a metà tra il grotesque e il burlesque, la storia di
Arturo Ui è una vera irruzione nel mondo delle ribalderie delle primarie
Direttore responsabile
Ornella Muti senza frontiere, un’invenzione teatrale giocata sul filo del
motto bakuniano “una risata vi seppellirà”. Andata in
Se segna febbre, la tentazione
Antonio Padellaro
di gettare il termometro può
e gli errori del fisco scena allo Staatstheatre di Stoccarda il 19 novembre ’58, essere naturale, ma poco ra- Vicedirettore Marco Travaglio
Ornella Muti ha vinto la sua che Brecht, morto due anni prima, non riuscirà a vedere. zionale e poco salutare, sareb-
battaglia contro l’Agenzia del- Giovanna Gabrielli be meglio capire dove e quan- Caporedattori Nuccio Ciconte e Vitantonio Lopez
le Entrate, nulla è dovuto di do abbiamo trascurato la sa- Progetto grafico Paolo Residori
tutta quella fortuna che le è lute, per non ricaderci. E se c’è Redazione
stata contestata dal fisco. Da Romana Rivelli. C'è da pagare l’attrice oltre alle perdite di febbre a Milano come ce n’era 00193 Roma , Via Orazio n°10
buon contribuente, attento ai nell'ordine: le spese di giudizio tempo che per una persona stata in Puglia, può anche darsi tel. +39 06 32818.1, fax +39 06 32818.230
troppi sprechi di denaro pub- (gli avvocati dell’attrice sicura- che guadagna un po’ di più di che covi un po’ in tutto il pae- e-mail: segreteria@ilfattoquotidiano.it
sito: www.ilfattoquotidiano.it
blico che pare non finiscano mente non avranno lavorato 1000 euro al mese diventano se, proprio per questo le pri-
mai, soprattutto desideroso di gratis e le spese legali solita- rilevanti. La logica suggerireb- marie, cioè il termometro, so- Editoriale il Fatto S.p.A.
sapere che fine fanno i soldi mente le paga chi perde la cau- be che a pagare sia il funzio- no indispensabili e conviene Sede legale: 00193 Roma , Via Orazio n°10
che puntualmente mi vengono sa), il tempo sperso dai fun- nario di turno che ha deciso di anzi estenderle per prepararci Presidente e Amministratore delegato
asportati, ho il sacrosanto di- zionari dell’Agenzia dell’En- andare a impelagarsi in una alle elezioni più importanti, le Giorgio Poidomani
ritto di sapere chi pagherà il trate, il danni di immagine che causa persa in partenza, in politiche. Serpeggia nel Pd la Consiglio di Amministrazione
conto della signora Francesca questa vicenda ha causato al- questo caso a impersonare la tentazione di gettare le prima- Luca D’Aprile, Lorenzo Fazio, Cinzia Monteverdi, Antonio Padellaro
Centri stampa: Litosud, 00156 Roma, via Carlo Pesenti n°130,
20060 Milano, Pessano con Bornago , via Aldo Moro n°4;
Centro Stampa Unione Sarda S. p. A., 09034 Elmas (Ca), via Omodeo;
Abbonamenti Società Tipografica Siciliana S. p. A., 95030 Catania, strada 5ª n°35
Queste sono le forme di abbonamento • Abbonamento postale semestrale (Italia) Modalità di pagamento di pagamento, nome cognome, indirizzo, Concessionaria per la pubblicità per l’Italia e per l'estero:
previste per il Fatto Quotidiano. Prezzo 120,00 € • 4 giorni telefono e tipo di abbonamento scelto.
Poster Pubblicità & Pubbliche Relazioni S.r.l.,
Il giornale sarà in edicola 6 numeri Prezzo 170,00 € • 6 giorni • Pagamento direttamente online Sede legale e Direzione commerciale: Via Angelo Bargoni n°8, 00153 Roma
• Bonifico bancario intestato a:
alla settimana (da martedì alla domenica). Editoriale Il Fatto S.p.A., con carta di credito e PayPal. tel. + 39 06 68896911, fax. + 39 06 58179764, email: poster@poster-pr.it
• Modalità Coupon *
Per qualsiasi altra informazione in merito
Prezzo 320,00 € • annuale BCC Banca di Credito Cooperativo Distribuzione Italia:m-dis Distribuzione Media S.p.A.,
• Abbonamento postale annuale (Italia) può rivolgersi all'ufficio abbonati ai numeri
Prezzo 180,00 € • semestrale Ag. 105 Via Sardegna Roma
+39 02 66506795 - +39 02 66505026 -
Sede: Via Cazzaniga n°1, 20132 Milano
Prezzo 200,00 € • 4 giorni Iban IT 94J0832703239000000001739 tel. + 39 02 25821, fax. + 39 02 25825203, email: info@m-dis.it
Prezzo 290,00 € • 6 giorni • Abbonamento online PDF annuale +39 02 66506541 o all'indirizzo mail
Prezzo130,00 € • Versamento su conto corrente postale: abbonamenti@ilfattoquotidiano.it Resp.le del trattamento dei dati (d. Les. 196/2003): Antonio Padellaro
E' possibile pagare l'abbonamento annuale 97092209 intestato a Editoriale Il Fatto Chiusura in redazione ore 22.00
postale ordinario anche con soluzione Per sottoscrivere il tuo abbonamento, S.p.A. - Via Orazio n° 10, 00193 Roma * attenzione accertarsi prima che Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione al numero 18599
rateale: 1ª rata alla sottoscrizione, compila il modulo sul sito Dopo aver fatto il versamento inviare un la zona sia raggiunta dalla distribuzione de
2ª rata entro il quinto mese. www.ilfattoquotidiano.it fax al numero 02.66.505.712, con ricevuta Il Fatto Quotidiano