You are on page 1of 10

IsaXmove

Short term
Gestione Fidelity
CardVisualizzazione Provvigioni

Versione n° 1 Data: 18/10/2010

Doc. di riferimento:

Autore: Lorenzo Renzi


Progetto: isaXmove
Approvato da:

Pag. 1 di 10
Indice

Scopo....................................................................................................................................................3
Gestione Costi VeicoloFidelity Card................................................................................................4
Gestione Preventivo/Prenotazione/Pratica.......................................................................................5

Pag. 2 di 10
Scopo

La Fidelity Card Movers viene rilasciata a tutti Clienti e consente una notevole
velocizzazione nell’espletamento delle pratiche per la consegna del veicolo, in quanto
contiene tutti i dati necessari per la redazione del Contratto di Noleggio, e consente inoltre
la partecipazione automatica a delle speciali promozioni tariffarie e programmi dedicati che
la società di noleggio riserva esclusivamente ai suoi più fedeli Clienti.

La fidelity card sarà caratterizzata dalle seguenti informazioni:


• Cliente associato
• Utilizzatore Associato
• Tariffa Associata

Questi 3 attributi, una volta configurati, sono bloccanti in fase di


preventivi/prenotazione/pratica, cioè una volta fornita durante la prenotazione non sarà
possibile selezionare valori differenti da quelli configurati sulla card.

La gestione della Fidelity card è gestita dal centro nazionale attraverso un’apposita
maschera.

IsaXmove prevede una completa copertura funzionale e di database riguardante la


produzione, la gestione della fidelity card.

Pag. 3 di 10
Gestione Costi VeicoloFidelity Card

La gestione della Fidelity Card sarà demandata ad una sezione autonoma dell’applicativo
direttamente richiamabile dal Menu.

Tale sezione dell’applicativo sarà visibile per le utenze aventi i seguenti ruoli:

• ????
• ????


Tramite questa sezione sarà possibile:

• Visualizzare tutte le fidelity card registrate al sistema.


• Inserire una nuova card da associare ad un cliente, tramite processo di wizard.
• Aggiornare le fidelity card registrate a sistema.

Le informazioni associabili alla fidelity card saranno:

1. Cliente di riferimento ( Obbligatorio)


2. Utilizzatore di Riferimento (opzionale)
3. Tariffa Nazionale (Opzionale)
4. Tariffa Locale ( Opzionale)

La tariffa associata è sempre selezionabile in fase di preventivo, anche se la tariffa non è


valida.

n.b.

La tariffa Locale sarà utilizzata nel preventivo solo se si effettuerà una prenotazione in una
delle stazioni legate alla tariffa locale.

Pag. 4 di 10
Gestione Preventivo/Prenotazione/Pratica

Il controllo di gestione del business del renting deve mirare ad alcune dati aggregati
complessivi ed a dati granulari specifici del business.

Dati aggregati sono relativi essenzialmente a:


Business di riferimento: lungo o breve termine
Servizi
Tipo di fatturazione
Date di spesa-ricavo
Date di competenza

Dati di dettaglio sono:


Veicolo
Cliente-Utilizzatore
Fornitore

Business di riferimento: lungo o breve termine


Gli eventi che generano voci di costo-ricavo possono essere dovuti sia a contratti di
noleggio a lungo termine che a breve.
Sarà sempre possibile risalire al business di riferimento sia attraverso il servizio collegato
alla voce sia attraverso il tipo di fatturazione
Servizi
I servizi rappresentano la sorgente della voce di costo o ricavo.
È un dato obbligatorio.
Si considerano tutti i servizi interni definiti in isax e attivi.

Tipo di fatturazione
Vengono presentati all’utente tutti i tipi di fatturazione cliente e fornitore che possono dar
luogo ad una voce di ricavo o costo.
È un dato obbligatorio

Date di spesa-ricavo
Per ogni registrazione l’utente potrà specificare la data di creazione di tale costo o ricavo.

Pag. 5 di 10
Date di competenza
Per ogni registrazione l’utente deve specificare il periodo di riferimento della voce di costo
o ricavo
È un dato obbligatorio
Veicolo
Il veicolo è identificato in modo univoco dall’id veicolo di sistema. L’utente è obbligato, in
fase di registrazione, a selezionare il veicolo (tramite una lista delle targhe presenti nel
sistema) per il quale si vuole inserire una voce di costo-ricavo
Cliente-Utilizzatore
Il Cliente o l’utilizzatore identifica il soggetto che origina la registrazione di una voce di
ricavo.
Fornitore
Il fornitore identifica il soggetto che origina la registrazione di una voce di costo.

Struttura Dati
Per gestire i requisiti anzidetti si prevede la creazione dei seguenti oggetti:
Tavola T_COST_REVENUE
Name Type nullable Defau Comments
lt
COST_REVENUE NUMBER Sequence di sistema, generato da
_UK SEQ_COST_REVENUE_UK
VEHICLE_ID NUMBER(6) Identificativo del veicolo
RENT_ID NUMBER(6) Codice Società
INVOICING_TYPE VARCHAR2( Tipo Fatturazione
3)
SERVICE_CODE VARCHAR2( Codice Servizio
10)
AMOUNT NUMBER Imponibile della voce di costo-ricavo
CURRENCY_COD VARCHAR2( 'EUR' Codice valuta
E 4)
MONTH_REFERE DATE Data inizio competenza
NCE_FROM
MONTH_REFERE DATE Data fine competenza
NCE_TO
DATE_INS DATE SYSD Data inserimento
ATE
USER_INS VARCHAR2( USER Utente che inserisce
30)

Pag. 6 di 10
INVOICE_ID NUMBER Y Numerazione interna della fattura.
Generato dalla sequence
SEQ_INVOICE_ID
PROTOCOL_COD VARCHAR2( Y Numero di protocollo della fattura
E 30)
PROTOCOL_DAT DATE Y Data Protocolo Fattura
E
REFERENCE_ID NUMBER(6) Y Codice di riferimento: Cliente,
Utilizzatore, Fornitore
REFERENCE_TY VARCHAR2( Y Tipo del riferimento: C=Cliente,
PE 1) F=Fornitore, U=Utilizzatore
REMARK VARCHAR2( Y Eventuali note dell'utente
1000)
In fase d’inserimento di:
- Nuovo Preventivo
- Nuova Prenotazione
- Nuova PraticaSequence SEQ_COST_REVENUE_UK
Come primary key della tavola T_COST_REVENUE si adotta un unico attributo alimentato da
sequence di sistema.
La sequence è così denominata SEQ_COST_REVENUE_UK.

Popolamento Dati mediante specifica funzionalità

Fatturazione Canoni Rental


Per un veicolo dato in noleggio a lungo termine è prevista la fatturazione dei canoni rental. Per
questo tipo di voce di ricavo sul servizio denominato “FORNITURA VEICOLO” si prevede
un’alimentazione della tavola suddetta tramite trigger di database all’atto della protocollazione della
fattura o nota di credito.

Fatturazione Accessorie
Al momento della stesura di questa analisi, le fatture accessorie possono essere:
addebiti per gestione multe;
addebiti tramite fatturazione manuale.

Anche per queste fatture, all’atto della protocollazione, è possibile predisporre un’alimentazione
della tavola suddetta.

Fatturazione Noleggio a Breve


In fase di chiusura del noleggio oppure alla scadenza del 30°giorno di noleggio è prevista

Pag. 7 di 10
l’emissione di fattura a cliente. Anche per queste fatture, all’atto della protocollazione, è possibile
predisporre un’alimentazione della tavola suddetta.

Fatturazione da Fornitore per interventi di manutenzione, gomme, carrozzeria


Al momento della stesura di questa analisi, non è prevista la registrazione di movimenti passivi nel
sistema isaxmove. Quindi, le voci di costo potranno essere gestite tramite data-entry dell’utente
sulla tabella suddetta.
L’utente dovrà specificare il tipo di servizio e tipo di fatturazione a cui fa riferimento l’importo che
andrà ad inserire. Si lascia libertà all’utente di riportare anche i dati della fattura di riferimento,
selezionando il fornitore dall’anagrafica fornitori.

Fatturazione da Fornitore per servizi assicurativi, bollo e carta carburante


Occorre prevedere un inserimento automatico nella tavola suddetta in seguito alla registrazione di
movimenti passivi relativi a:
tassa di possesso-bollo;
rischio Rc;
rischio Incendio e Furto;
rischio Kasko;
rischio Pai;
flusso fornitore servizio di carta carburante

Menu per la Gestione Costi Veicolo

Occorre prevedere una voce di menu in Area Amministrativa denominata “Gestione Costi Veicolo”
L’accesso deve essere previsto per i ruoli amministrativi sia del long che short

Form per la Gestione Costi Veicolo

Occorre prevedere una maschera a cui si accede dal menu suddetto.


Tale maschera deve essere basetable sulla tavola T_COST_REVENUE, in join con:
anagrafica veicolo per mostrare la targa;
anagrafica tipo di fatturazione per la descrizione;
anagrafica servizi per la descrizione;

Si prevede di raggruppare la maschera per ogni veicolo tra voci di costo e voci di ricavo.
Ordinare per:

Pag. 8 di 10
veicolo crescente;
data inserimento decrescente, in modo da visualizzare per primi gli inserimenti più recenti.

è permesso l’inserimento di record;


non è permesso l’eliminazione di record;
è permesso l’aggiornamento di record per i soli attributi nulli;
l’inserimento del veicolo avviene tramite lista valori su tutti i veicoli dell’affiliato a cui appartiene
l’utente che accede alla maschera [gestione affiliato]
la voce di costo-ricavo viene inserita tramite lista valori sulla tabella t_invoicing_service [che
identifica il tipo di fatturazione e i relativi servizi (1-N) ad essa associati]. In questo modo si
garantisce una corretta classificazione di costi e ricavi sul veicolo;
l’importo è un imponibile; non c’è segno, il valore è positivo o negativo in funzione del tipo di
fatturazione selezionato;
l’inserimento del periodo di riferimento deve garantire congruità per data inizio minore o eguale
alla data fine; la data fine non può essere maggiore dell’ultimo giorno del mese corrente (trattandosi
di voci di costo-ricavo a consuntivo, non possono essere inseriti periodi futuri);
si lascia facoltà all’utente di inserire il documento di riferimento (fattura, nota di credito, ricevuta
fiscale, altro).
Nel caso di ricavo, il soggetto di riferimento può essere il cliente (lista valori su anagrafica cliente)
o l’utilizzatore (lista valori su anagrafica utilizzatore). La distinzione cliente-utilizzatore è garantita
da un flag che attiverà una lov piuttosto che l’altra.
Nel caso di Costo, il soggetto di riferimento è il fornitore (lista valori su anagrafica fornitore).
Nota: in funzione del tipo di fatturazione selezionato, è noto se si sta inserendo una voce di costo o
di ricavo, per cui il flag dovrà permettere la selezione del fornitore (costo) o cliente-utilizzatore
(ricavo)

NOTA: concordare se conviene escludere dall’inserimento manuale:


canoni rental del noleggio long
le fatture cliente del noleggio short
le fatture cliente per la gestione multe

Sarà data la possibilità di inserire un numero di fidelity card.

In automatico il sistema assocerà alla “pratica”


• Il cliente
• Eventuale Utilizzatore associato
• Eventuale Tariffa associata.

Pag. 9 di 10
Qualora la tariffa associata non sia coerente con i parametri della pratica immessa, il
sistema impedir à il proseguimento e segnalerà l’errore.

Pag. 10 di 10