You are on page 1of 1

Di Paesi&Città

FATTI • PROBLEMI • PERSONE

ENERGIA ELETTRICA E GAS IL MERCATO “LIBERO” PROMETTE RISPARMI, MA C’È ANCORA CONFUSIONE TRA I CONSUMATORI

Occhio ai “dettagli” degli sconti
La materia prima costa meno, ma crescono altre voci di spesa
■ Dal 1° luglio 2007 per i clienti che includono anche la fornitura volte viene recuperato dal vendito- to sia per gas che per l’energia cietà del libero mercato, con tutte
domestici dell’energia elettrica e di energia elettrica; negli ultimi re maggiorando altre componenti elettrica non esiste un solo merca- le conseguenze del caso.
già dal 1° gennaio 2003 per il gas tempi addirittura alcune catene di di spesa, sicché difficilmente il ri- to, ma di fatto due: il cosiddetto La situazione del resto è in conti-
naturale sono scattate in Italia, co- supermercati hanno iniziato a sparmio effettivo riuscirà ad anda- mercato libero, dove il prezzo è nua evoluzione: da tempo la com-
me nel resto dell’Unione Europea, vendere energia elettrica, così co- re oltre il 10 per cento. Consultan- deciso dai produttori in concor- missione europea mira a rendere
le liberalizzazioni dei mercati. Che me da poco avevano iniziato con do, ad esempio, il sito internet di renza fra loro, e un mercato vinco- ancora più concorrenziale il mer-
cosa significa? Molto semplice- gli abbonamenti dei telefonini, uno dei più grossi fornitori privati lato, il cosiddetto “servizio di mag- cato, attraverso la separazione del-
mente che adesso il consumatore magari offrendo ai clienti di “rica- in Italia, risulta che – a fronte di gior tutela”, dove prezzi e tariffe le reti di trasporto dai soggetti che
può scegliere da chi comprare ricare” la propria uno sconto del 20 sono fissate trimestralmente producono e distribuiscono elettri-
energia, valutando le offerte dei di- bolletta con i punti per cento per la dall’Autorità per l’energia elettrica cità e gas; inoltre, per tutelare atti-
versi operatori. acquistati facendo componente del- e il gas, l’ente governativo incari- vamente gli interessi dei consuma-
Quello delle liberalizzazioni nei la spesa. Ma è dav- l’energia – per una cato di vigilare sul mercato. Tutti i tori ha redatto una carta europea
principali mercati dell’energia è vero così conve- bolletta elettrica bi- nuovi operatori operano nel mer- dei consumatori di energia, che
un percorso che nasce diretta- niente gettarsi nel mestrale media di cato libero, mentre nel mercato prevede alcuni fondamentali dirit-
mente dall’Europa, con l’approva- libero mercato nel 100 euro il minor vincolato dominano ancora l’Enel ti e alla quale gli operatori del set-
zione delle direttive 54 e 55 del tentativo di rispar- costo è di circa 69 e le ex municipalizzate. In secon- tore sono stati invitati ad aderire.
2003: l’obiettivo, e la speranza, è miare? euro all’anno. Cer- do luogo bisogna considerare che, L’elenco degli operatori è sul sito
che la concorrenza serva come La confusione a to, si tratta comun- anche se si passa a un nuovo for- dell’Autorità per l’energia elettrica
sempre ad abbassare i costi, al volte è tanta. Si no- que di un rispar- nitore, almeno per ora la distribu- e il gas (www.autorita.energia.
contempo migliorando la qualità ta, innanzitutto, mio, tanto più se si zione, cioè il controllo sulle reti, it), che contiene anche informa-
del servizio. E in effetti negli ultimi che generalmente calcola che il pas- rimane saldamente in mano agli zioni utili per conoscere il merca-
tempi su giornali, televisioni e in- tutti gli sconti of- saggio a un opera- ex monopolisti. Questo vuol dire, to oltre a una sezione specifica-
ternet è tutto un proliferare di of- ferti non riguardano il totale dei tore privato, sia nel campo del- ad esempio, che saranno ancora mente dedicata ai piccoli consu-
ferte che promettono risparmi fan- costi della bolletta, bensì soltanto l’energia elettrica che in quello del loro a leggere i contatori e a ripa- matori. Per informazioni: numero
tastici, addirittura nell’ordine del quello dell’energia, che nominal- gas metano, è normalmente gra- rare i guasti; ma significa anche verde 800-166654, oppure
20 per cento. I grandi produttori mente incide per il 65 per cento tuito, e non comporta interruzioni che, visto che questi operatori info@au-energia.it L’Autorità pre-
di energia elettrica hanno iniziato per l’elettricità e per poco più del del servizio. continuano a vendere gas ed ener- cisa che non possono essere forni-
a offrire il gas ai loro utenti, i di- 40 per il gas. Non è tutto, perché il Ci sono però almeno altri due gia, essi continuano di fatto a esse- ti consigli su specifiche offerte.
stributori di gas lanciano pacchetti minor costo della materia prima a punti su cui riflettere. Innanzitut- re i diretti concorrenti delle so- pagina di Daniele Mont D’Arpizio

ROBERTO NARDO DI ADICONSUM: «PONDERARE I MOTIVI DEL CAMBIO»
CONSIGLI UTILI PER SCEGLIERE

◆ Un buon modo per accostarsi alla scelta è innanzitutto
conoscere i propri consumi e le proprie esigenze; È capitato a...
Risparmio a tutti i costi? ◆ il primo risparmio consiste sempre nell’utilizzo razionale ed
equilibrato delle risorse (ad esempio con il corretto isolamento
degli infissi, evitando gli sprechi ecc.);
■ A inizio 2008 C. è passato al libero mercato
dell’energia elettrica. Trent’anni, amante
■ Un po’ dappertutto si vedono po’ lo stesso meccanismo che si ◆ sembrerà banale, ma leggere attentamente le offerte e di computer e tecnologie e per nulla
pubblicità che promettono ri- sta verificando con gli operatori soprattutto i contratti è imprescindibile per una scelta sprovveduto, come tanti era stato attratto
sparmi sulla bolletta della luce delle linee telefoniche fisse, an- ponderata; dalle offerte su giornali e tv. Il sogno di
del gas. Ma si tratta di occasioni che se nel caso dell’energia non ◆ il venditore è sempre tenuto a presentare al potenziale risparmiare qualcosa è finito con il recapito
davvero così convenienti? «Pas- abbiamo finora assistito a casi di acquirente una scheda confronto prezzi per le forniture di della prima bolletta: troppo alta e non
sare al libero mercato oggi è interruzione del servizio». energia elettrica – che dovrebbe calcolare il risparmio effettivo c’era il dettaglio dei consumi. C. è presto
possibile, ma non ancora troppo C’è poi anche il problema di a cui si va incontro – oppure, nel caso del gas, una nota tornato al vecchio gestore. D. gestisce una
conveniente – spiega Roberto come questi prodotti vengo- informativa dell’Autorità con elencate una serie di informazioni piccola impresa familiare e ha scontato un
Nardo, responsabile di Adicon- no proposti. utili all’acquirente; classico caso di doppia fatturazione: dopo
sum Padova – Gli sconti del re- «Spesso le pubblicità generano ◆ ricordare che si può sempre recedere senza spese dal essere passato nel settembre 2006 a un
sto riguardano solo il costo del- nei consumatori aspettative che contratto fino a 10 giorni lavorativi dopo la firma, a meno che nuovo fornitore di energia elettrica (per le
l’energia, quindi per non sono giustifi- non sia stato concluso negli uffici commerciali del venditore; imprese questo era già possibile prima del
le famiglie i rispar- cate alla luce dei ◆ anche chi è passato al mercato libero, sia nell’energia 2007) per un po’ si è visto recapitare le
mi sono bassi, quasi fatti. In alcuni casi elettrica che nel gas, può in ogni momento e senza spese bollette da entrambi i fornitori, tutti e due
irrisori. La speran- poi lo sconto è su- tornare a contratti di fornitura alle condizioni fissate appartenenti al mercato libero. La vecchia
za piuttosto è che la bordinato al rag- dall’Autorità; compagnia ha riconosciuto quasi subito il
concorrenza inne- giungimento di ◆ scegliere un nuovo fornitore di gas o di elettricità problema. D. si è visto restituire i soldi
schi una discesa dei una certa quota di generalmente non comporta spese, a condizione che lo stesso pagati ingiustamente solo a fine 2008, due
prezzi: questo però, consumo: se que- cliente non abbia già cambiato nei dodici mesi precedenti; anni dopo il verificarsi del problema.
se è vero, sta avve- sta non viene rag- ◆ se è aperto un contenzioso è sconsigliabile cambiare Dal 2003 l’Enel ha sostituito a livello
nendo in maniera giunta, di fatto fornitore: meglio prima risolvere il problema: si potrebbe, ad nazionale tutti i contatori, quindi di fatto
estremamente len- l’utente si trova esempio, perdere il diritto alla rateizzazione per una maxi- per parecchio tempo ha quasi
ta. Quelli che si ve- addirittura a paga- bolletta, oppure potrebbe essere più difficile recuperare dei completamente interrotto le letture. Un
dono per ora sono principal- re di più. La conclusione dei soldi versati ingiustamente. problema generale, ma che ha toccato
mente gli sconquassi del siste- contratti inoltre viene appaltata anche i nuovi gestori che di fatto sono
ma, con decine di persone che a compagnie di venditori privati: andati avanti per anni con fatture di
arrivano da noi con bollette ina-
spettatamente molto alte».
Cosa non ha funzionato fino-
il meccanismo delle provvigioni
a volte ha spinto qualche agente
a sottostimare i consumi del-
Elettricità: un bonus acconto; fatte le letture, agli utenti sono
arrivati grossi conguagli. In questi casi è
possibile chiedere la rateizzazione, ma
ra nelle liberalizzazioni?
«Uno dei problemi fondamentali
è la proprietà delle reti, rimaste
l’utente, per convincerlo a con-
cludere, altre volte a sovrasti-
marli, per ricevere una percen-
per gli utenti domestici anche le rate possono essere alte.
La stessa problematica si è verificata anche
nel mercato del gas. Molte persone si
in capo ai vecchi monopolisti: tuale maggiore. In tutti e due ca- ■ Per tutti i consumi domesti- apparecchiature elettromedicali erano premunite di comunicare
gli operatori del mercato libero si si rischia prima o poi di avere ci di energia elettrica, sia per necessarie per il mantenimento l’autolettura, proprio per cautelarsi dal
dell’energia elettrica o del gas in bolletta una bruttissima sor- quelli del regime di maggior tu- in vita. L’entità del bonus dipen- pericolo di un maxi-conguaglio, ma di
quindi non possono, ad esem- presa. C’è stato anche qualche tela che per quelli appartenenti de dal numero dei componenti questo le imprese non avevano tenuto
pio, accedere ai contatori, ma caso in cui l’utente ha firmato, al mercato libero, è stato da po- del nucleo familiare, e va chie- conto. C’è stato anche il caso contrario:
devono chiedere ogni volta il oltre ai documenti per la luce co istituito un nuo- sto entro il 31 marzo quello di consumi sovrastimati, che poi
permesso all’Enel o alle ex mu- elettrica o il gas, anche altro che vo contributo; al bo- per ottenere anche hanno dato luogo a un conguaglio
nicipalizzate, né è possibile l’au- non c’entrava nulla, come con- nus potranno acce- un finanziamento negativo; il problema in questo caso è di
tolettura: questo ha portato tal- tratti di telefonia o di assicura- dere, secondo quan- retroattivo al 2008, dimostrare che i propri consumi sono stati
volta a situazioni in cui la lettu- zione; anche per questo come to stabilito dal go- altrimenti varrà per minori: spesso bisogna insistere con i
ra è stata fatta con lassi di tem- Adiconsum abbiamo chiesto a verno, tutti gli inte- il solo 2009. La do- fornitori, magari fotografando il
po molto lunghi, anche 2-3 anni, più riprese che per il mercato statari di una forni- manda va presenta- contatore. Problemi anche per chi è
il che può anche significare l’ar- dell’energia si costituisca un al- tura nell’abitazione ta ai comuni; i mo- rimasto con con i vecchi operatori:
rivo di conguagli molto sostan- bo apposito di agenti, che non di residenza con po- duli sono reperibili nell’agosto 2007 E. si è visto recapitare una
ziosi. Il fatto che l’ex monopoli- possano operare anche in altri tenza impegnata fi- nei comuni o sul sito fattura di quasi 13 mila euro per una
sta mantenga la proprietà delle settori». no a 3 kilowatt, che www.autorita.ener- normale utenza domestica. Il contatore era
reti significa inoltre che, in caso Che consiglio si sente di dare abbiano l’Isee inferiore o uguale gia.it stato sostituito senza acquisire la lettura di
di guasto o di un qualunque al- ai consumatori? a 7.500 euro. Hanno inoltre di- È attualmente allo studio anche chiusura. Anche in questo caso il gestore
tro problema, avrà tutto l’inte- «Essere cauti, leggere tutto, pon- ritto al bonus sociale tutti i un bonus che in futuro dovrà ri- ha riconosciuto il problema, ma la
resse a tutelare prima di tutto i derare bene e soprattutto non clienti elettrici presso i quali vi- guardare, con meccanismi so- questione si è comunque trascinata fino
suoi clienti, e solo dopo anche farsi prendere dalla frenesia del ve un soggetto affetto da grave stanzialmente simili, anche alle alla fine del 2008.
quelli dei suoi concorrenti. È un risparmio a tutti i costi». malattia, costretto a utilizzare forniture di gas naturale.