P re z z a r i o d e l l e O p e re E d i l i

d e l l a P r o v i n c i a d i P o r d e n o n e

2 0 02

UNIONE ARTIGIANI E DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE
di Pordenone

ORDINE

DEGLI I NGEGNERI

della Provincia di Pordenone

ORDINE

DEGLI

ARCHITETTI

della Provincia di Pordenone

COORDINAMENTO PERMANENTE DEGLI ORDINI E DEI COLLEGI DELLE
PROFESSIONI TECNICHE

della Provincia di Pordenone

CONFARTIGIANATO COLLEGIO PERITI
della Provincia di Pordenone

COLLEGIO GEOMETRI
della Provincia di Pordenone

COLLEGIO COSTRUTTORI EDILI ED I MPRENDITORI COMPLEMENTARI
della Provincia di Pordenone

Prefazione

PREFAZIONE

La Camera di Commercio di Pordenone svolge un ruolo, oltre che di rappresentanza delle categorie economiche, anche di struttura a servizio del mondo produttivo locale, fornendo supporto pure ad esigenze specifiche di singoli comparti appartenenti al vivace panorama economico del Friuli occidentale. In questo filone di impegno, si inserisce la pubblicazione del presente prezzario delle opere edili, realizzato da un gruppo tecnico composto da associazioni di categoria e dal mondo delle professioni, con l’apporto anche di istituzioni pubbliche. Il volume, oltre ad essere una preziosa fonte di informazione sull’andamento del mercato, grazie alla raccolta e all’elaborazione dei dati, è anche un concreto strumento di lavoro per i tanti imprenditori e professionisti di un settore, quello dell’edilizia, importante per il nostro tessuto economico, strettamente correlato con la capacità della nostra provincia, attraverso pure la ricettività residenziale, di crescere e avere un maggior peso. La presente edizione del volume, inoltre, è consultabile anche via internet, accedendo al sito della Camera di Commercio (www.pn.camcom.it). L’utilizzo delle moderne tecnologie, la collaborazione tra associazioni, enti pubblici e ordini professionali e il sostegno dell’Ente camerale, sono quindi le migliori garanzie di un prodotto editoriale che non mancherà di incontrare il gradimento degli operatori economici. Il Presidente della Camera di Commercio Augusto Antonucci

3

.

Introduzione

INTRODUZIONE

La nuova edizione di questo volume che riporta la rilevazione dei prezzi medi di mercato delle costruzioni, conferma la fiducia che più parti hanno sempre avuto in questa pubblicazione. Il lavoro è stato condotto dal “gruppo tecnico” composto dai rappresentanti dell’A.S.S. n° 6 Friuli Occidentale di Pordenone, del Collegio Costruttori Edili ed Imprenditori Complementari della Provincia di Pordenone, dei Collegi dei Geometri e dei Periti, del Coordinamento Permanente degli Ordini e dei Collegi delle professioni tecniche della Provincia di Pordenone, degli Ordini degli Architetti e degli Ingegneri, dell’Unione Artigiani e delle Piccole e Medie Imprese di Pordenone - Confartigianato. Il volume vuole essere uno strumento accessibile e chiaro, ma anche una fonte di informazioni, ecco perché al suo interno sono riportati i prezzi in Euro, le modalità di misurazione, le analisi di alcuni prezzi, la modulistica relativa agli adempimenti necessari per l’apertura di un cantiere edile e le ultime novità per quanto riguarda la normativa antimafia. L’utilizzo e l’applicazione di questo prezzario è condizione essenziale per garantire la qualità dell’opera, riducendo in modo significativo le inadempienze in cantiere; questa garanzia può derivare da un sistema di controllo rigoroso da parte delle persone preposte, ma anche dall’inserimento nel computo metrico estimativo degli oneri della sicurezza previsti dalla norma. Consapevole di ciò, il “gruppo tecnico”, ha voluto predisporre un capitolo a parte relativo agli oneri della sicurezza, in modo che il professionista, il committente e l’imprenditore abbiano la consapevolezza di quanto possa incidere, in modo analitico, la sicurezza nella realizzazione di un’opera. Tutto ciò rappresenta un impegno che il comparto delle costruzioni ed i professionisti si sono assunti, per dare un’opportunità di crescita professionale per tutti gli interessati. Il “gruppo tecnico” sollecita quanti ricoprono ruoli significativi nel comparto dell’edilizia, affinché sostengano questa iniziativa facendola propria. Per una migliore e più capillare diffusione si è optato di inserire il prezzario nel sito della Camera di Commercio di Pordenone oltre alla consueta stampa del volume. Un cordiale augurio di buon lavoro! Il Gruppo Tecnico

5

.

Uso del prezzario

AVVERTENZE SULL'USO DEL PRESENTE PREZZARIO

Il presente prezzario nasce, per quanto attiene alla organizzazione del lavoro, come una revisione dei prezzari già pubblicati; infatti le voci di costo analizzate sono state suddivise in due capitoli principali, noleggi ed opere compiute, ed in diversi sottocapitoli accorpanti lavorazioni similari. Diversa è stata invece, per approccio metodologico, la definizione del singolo prezzo unitario; infatti in relazione alla introduzione da parte del D. Lgs 494/96 del concetto di “costo della sicurezza” e della sua necessaria evidenziazione nella costruzione del prezzo, volutamente, i prezzi esposti nel prezzario sono stati valutati al netto di questi costi. Ovvero i prezzi elencati non sono da considerarsi esaustivi ai fini della loro applicabilità ma, necessariamente, abbisognano, in funzione delle diverse situazioni a cui fanno riferimento, dell'integrazione relativa ai cosiddetti "costi della sicurezza" di cui a margine di ogni prezzo si dà ampia, ma non esauriente, elencazione. Quindi per esemplificare il percorso formativo di un prezzo, si possono individuare le seguenti operazioni elementari: • Ricercare, nell'ambito del capitolo relativo alle opere compiute, la voce di elenco che maggiormente approssima la lavorazione da analizzare. • Acquisire il prezzo esposto come prezzo unitario, non completo e quindi al netto dei costi della sicurezza. • Sulla base del contesto in cui la lavorazione si trova ad essere eseguita, addizionare il prezzo prima trovato degli oneri relativi alla sicurezza. Di tali oneri una prima elencazione si trova immediatamente dopo la voce di elenco prezzi. Gli oneri relativi alla sicurezza dovranno essere attribuiti al prezzo unitario proporzionalmente all'utilizzo delle opere provvisionali per la lavorazione esaminata e proporzionalmente alla durata della stessa. • Dalla somma delle due voci si ottiene il prezzo di applicazione. Si evidenzia comunque che i prezzi esposti in elenco sono da considerarsi come prezzi medi di mercato rispecchianti realtà di cantiere medio-piccole.

7

.

Capitolo

Noleggi

1

A) MANODOPERA
Per i lavori da eseguirsi in economia la mano d’opera verrà liquidata secondo i prezzi stabiliti dalle tariffe vigenti rilevabili dalle tabelle pubblicate dal Genio Civile di Pordenone per quanto riguarda sia il settore industriale che il settore artigianale, maggiorati per spese generali (15%) e per gli utili d’impresa (10%). A1) Operaio specializzato A2) Operaio qualificato A3) Operaio comune Il costo orario della manodopera relativo alle analisi dei prezzi inseriti nel prezzario fa riferimento alla tabella del Genio Civile di Pordenone n. 148 del 01 Giugno 2001

B) NOLEGGI
I prezzi dei noli si intendono comprensivi delle quote per spese generali (15%) e utile d’impresa (10%) ed inoltre si intendono compensate le spese di carico e scarico; Nei prezzi di noleggio dei ponteggi esterni od interni in ferro, oltre alle suddette spese, si intendono compensate anche quelle di montaggio all’inizio e smontaggio al termine del nolo; si esclude l’eventuale onere per l’occupazione del suolo. Per il nolo di automezzi e di macchinari, nel costo sono comprese tutte le forniture complementari (energia elettrica, carburante, lubrificante, ecc.) nonché le prestazioni dell’autista e del manovratore salvo che non sia diversamente stabilito nel prezzo relativo. B.1) MEZZI MECCANICI 1) Nolo di intonacatrice monofase completa di accessori escluso il personale di manovra: . . . . . . . . al giorno 2) Nolo di compressore con il motore elettrico o diesel, escluso il personale di manovra, comprensivo di un martello ed accessori; capacità fino a lt 2500 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al giorno 3) Nolo di motopompa o elettropompa per esaurimento di acque freatiche, completa di accessori e tubazioni, escluso il personale di manovra: a) pompa sommersa elettr. piccola . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al giorno b) pompa sommersa elettr. grande . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al giorno c) motopompa p.ta 70 mc/h . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al giorno d) motopompa p.ta 120 mc/h . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al giorno 4) Nolo di vibratore elettrico, con Convertitore, escluso il personale di manovra. . . . . . . . . . . . . . . . . al giorno 5) Nolo di vibratore ad azionamento pneumatico, escluso il personale di manovra ed il compressore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al giorno 6) Nolo di gru escluso il personale di manovra, il montaggio, lo smontaggio, le spese di carico e scarico e il trasporto al e dal cantiere all’inizio ed al termine del nolo: a) gru edili automontanti tipo “Cattaneo” a1)H/braccio m 14/15 port. sino a kg 500/1000 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mese a2)H/braccio m 18/20 port. sino a kg 700/1200 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mese a3)H/braccio m 18/26 port. sino a kg 750/2000 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mese b) gru edili a torre tradizionali tipo “Comedil” b1)H/braccio m 31/45 port. sino a kg 1000/3000 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mese c) gru edili “speciali” per centri storici c1)braccio m 23 port. sino a kg 600/1300 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mese 7) Nolo di gruppo elettrogeno da 15 KW A in 1500 giri, in piena efficienza, escluso il personale di manovra. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al giorno 8) Nolo a freddo di a) miniescavatore TB 14-t 1,4+ Bobcat . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al giorno b) miniescavatore TB 16-t 1,6 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al giorno c) maggiorazione alle voci a) e b) per uso martello idraulico. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al giorno d) minipala t 1,3 larg. cm 90 motore Hp 20 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al giorno e) minipala t 1,5 larg. cm 120 motore Hp 34 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al giorno 9) Nolo di automezzo, completo di carburante, lubrificante ed autista: a) autocarro portata fino a t 1.6 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . all’ora b) autocarro portata fino a t 5.5 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . all’ora c) autocarro portata fino a t 8.0 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . all’ora € €

85,21

59,39

€ € € € € €

33,57 51,65 64,56 90,38 23,24

12,91

€ 852,15 € 1.084,57 € 1.291,14 € 2.065,83 € 1.652,66 € € € € € € € € €

46,48

90,38 103,29 51,65 67,14 74,89

30,99 49,06 56,81

11

Prezzario delle opere edili

d) autocarro portata fino a t 8.0 con braccio gru . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . all’ora e) autocarro portata fino a t 12 con braccio gru . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . all’ora f) autocarro portata fino a t 14. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . all’ora g) autoarticolato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . all’ora 15) Nolo di betoniera ad azionamento elettrico: a) fino a lt 330 monofase . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al giorno 16) Nolo di argano elevatore ad azionamento elettrico fino a 200 kg: a) a bandiera. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al giorno 17) Costipatore meccanico diesel a piastra vibrante Batmatic fino a 170 kg . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al giorno B.2) ATTREZZATURE 1) Nolo di ponteggio di facciata con elementi prefabbricati completo in opera, misurato in proiezione verticale ( larghezza minima di ml 10.00) e compreso l’approntamento dei piani di lavoro secondo le norme antinfortunistiche: a) per il primo mese fino a m 10 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) per i mesi successivi fino a m 10. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) per il primo mese fino a m 19 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq d) per i mesi successivi fino a m 19. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq 2) Nolo di ponte interno, completo di puntelli o cavalletti e del piano di lavoro, in tavole di abete da mm 40, per locali di altezza fino a m 3.00: a) per la durata fino a 30 giorni (o frazione fino ai 30 giorni ) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) per la durata fino a 60 giorni (o frazione da 31 fino a 60 giorni). . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq 3) Nolo di materiale per ponteggio tubolare, compresi accessori d’uso (basette, rotelle, spinotti) consegnati a più d’opera; per la durata di un mese o frazione: a) per metro di tubo. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) giunto. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad c) spinotto/basetta . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Avvertenze: I prezzi sopraindicati per il noleggio delle attrezzature rimangono invariati anche se la richiesta temporale è inferiore ai periodi indicati.

€ € € € € € €

88,83 131,70 68,17 95,03

18,08

15,49 51,65

€ € € €

11,36 1,29 14,46 1,29

€ €

5,16 9,81

€ € €

0,77 1,29 1,55

12

Opere

compiute

Capitolo

2

C) OPERE EDILI COMPIUTE Disposizioni generali relative ai prezzi unitari: per norma generale resta stabilito che nei prezzi unitari dello elenco si intende sempre compresa e compensata ogni lavorazione e magistero, nonché spese generali (15%), utile dell’impresa (10%), con esclusione degli oneri della sicurezza, individuati in maniera indicativa, per lavorazioni standard, nei singoli articoli di elenco. C1) DEMOLIZIONI - RIMOZIONI - PUNTELLAZIONI - RIPARAZIONI Le voci comprendono lo sgombero e l’accatastamento dei materiali di risulta entro l’ambito del cantiere, o caricato sul camion secondo disposizioni. L’onere della discarica rimane a totale carico del committente. Il trasporto in discarica del materiale di risulta verrà compensato a parte. Nelle voci relative alle demolizioni e rimozioni si intende escluso l’onere delle puntellazioni, ponteggi esterni e gli interni oltre m 1.00 di altezza, noli di eventuali mezzi straordinari di sollevamento. 1) Demolizione completa di fabbricati isolati, con struttura in muratura portante lapidea o laterizia, fino al piano di spiccato, valutati a mc vuoto per pieno, eseguita con mezzi meccanici: a) con solai in legno . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc b) con solai in latero cemento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area MDO) Personale adibito alla sorveglianza MDO+NOL) Bagnatura dell’area per evitare la formazione della polvere SGN) Cartelli di segnalazione 2) Demolizione completa di fabbricati isolati, con esclusione della rimozione di manufatti in cemento amianto, con struttura in cemento armato e solai in latero cemento, valutati a mc vuoto per pieno, dal piano di spiccato, eseguita con mezzi meccanici: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area MDO) Personale adibito alla sorveglianza MDO+NOL) Bagnatura dell’area per evitare a formazione della polvere SGN) Cartelli di segnalazione DLM) Schermo di compartimentazione 3) Maggiorazione alle voci 1 e 2 per selezione del materiale di demolizione eseguita a mano per effettuare la raccolta differenziata del suindicato materiale da inviare in discarica. . . . . . . . . . . . al mc 4) Demolizione di muratura in elevazione di qualsiasi genere e spessore, escluso il conglomerato cementizio, esclusa la rimozione di condutture, anche di cemento amianto, ed apparecchiature di eventuali impianti, eseguita con qualsiasi mezzo: a) andante . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc b) in breccia e sezione obbligata . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc c) per sottomurazione fino a m 1.00 di profondità . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DPC) Puntellatura delle murature e solai ATT) Formazione di ponteggio MDO) Bagnatura della zona per evitare la formazione della polvere DLM) Delimitazione dell’area ATT) Canalizzazione per scarico materiali di risulta SGN) Cartelli di segnalazione 5) Demolizione di conglomerato cementizio semplice o armato (dim. minima mc 0.20): a) andante . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc b) in breccia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc c) sovrapprezzo ai commi a & b se cemento armato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DPC) Puntellatura delle murature e solai ATT) Formazione di ponteggio MDO) Bagnatura della zona per evitare a formazione della polvere ATT) Canalizzazione per scarico materiali di risulta € € € €

€ €

7,75 10,33

18,08

12,91

€ € €

61,97 154,94 206,58

123,95 284,05 131,70

15

Prezzario delle opere edili

DLM) Delimitazione dell’area SGN) Cartelli di segnalazione 6) Demolizione di murature a secco di qualsiasi tipo, eseguita con mezzi meccanici: . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area ATT) Formazione di ponteggio MDO) Bagnatura della zona per evitare la formazione della polvere ATT) Canalizzazione per scarico materiali di risulta SGN) Cartelli di segnalazione 7) Demolizione di tramezzi (tavolati) di qualunque forma e spessore, compresi intonaci ed eventuali rivestimenti, esclusa la rimozione di condutture ed apparecchiature di qualsiasi impianto: a) in mattoni forati ad una testa. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) in mattoni forati in foglio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) in mattoni pieni ad una testa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq d) in mattoni pieni in foglio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq e) in legno o arelle . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DPC) Puntellatura delle murature e solai MDO) Bagnatura dei locali per evitare a formazione della polvere DLM) Schermo protettivo contro le polveri ATT) Canalizzazione per scarico materiali di risulta SGN) Cartelli di segnalazione 8) Demolizione di intonaci su superfici verticali ed orizzontali, compresa la rimozione di parti smosse delle murature, la pulizia accurata con getto d’acqua di tutta la superficie muraria interessata alle necessarie opere di consolidamento, la rimozione di eventuali impianti compresi nello spessore dell’intonaco: a) interni per una altezza massima di metri tre. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) esterni, a qualunque altezza,. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile prefabbricato ATT) Scala a castello in tubo metallico MDO) Bagnatura dei locali per evitare la formazione della polvere DLM) Schermo protettivo contro le polveri ATT) Canalizzazione per scarico materiali di risulta SGN) Cartelli di segnalazione 9) Demolizione di pavimenti di qualsiasi tipo, in lastre di pietra, piastrelle tesserine, marmette in cemento e graniglia, lastre di marmo, in legno e p.v.c., escluso il sottofondo: a) andante esclusi i pavimenti in legno e in p.v.c. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) eseguito per il recupero dei materiali di pavimentazione non in legno su sottofondo in materiale sciolto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) come al punto a) ma in legno . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq d) come al punto b) ma in legno . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: MDO) Bagnatura dei locali per evitare la formazione della polvere DLM) Schermo protettivo contro le polveri ATT) Canalizzazione per scarico materiali di risulta SGN) Cartelli di segnalazione 10) Demolizione di sottofondi in calcestruzzo non armato di qualsiasi tipo eseguito con attrezzatura manuale: a) dello spessore fino a cm 10 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) dello spessore oltre cm 10 fino a cm 15 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) dello spessore oltre cm 15 fino a cm 20 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq € 51,67

€ € € € €

13,94 11,36 16,53 11,36 23,76

€ €

8,78 10,33

€ € € €

12,91 16,53 10,33 15,49

€ € €

15,49 19,63 28,41

16

Capitolo 2 - Opere compiute

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: MDO) Bagnatura dei locali per evitare a formazione della polvere DLM) Schermo protettivo contro le polveri ATT) Canalizzazione per scarico materiali di risulta SGN) Cartelli di segnalazione 11) Demolizioni di sottofondi in calcestruzzo armato di qualsiasi tipo, eseguito con mezzi meccanici a) dello spessore fino a 10 cm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) dello spessore oltre cm 10 fino a cm 15 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) dello spessore oltre cm 15 fino a cm 20 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: MDO) Bagnatura dei locali per evitare la formazione della polvere DLM) Schermo protettivo contro le polveri ATT) Canalizzazione per scarico materiali di risulta SGN) Cartelli di segnalazione DLM) Delimitazione dell’area MDO) Personale adibito alla sorveglianza 12) Demolizione di solai: a) con struttura portante in legno di qualsiasi luce ed interasse, escluso il distacco del soffitto. . . . . al mq b) di tipo misto in conglomerato cementizio armato e laterizio, escluso travi e cordoli in cemento armato, aventi i seguenti spessori: 1) fino a cm 25. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq 2) da cm 26 a cm 40 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: MDO) Bagnatura dei locali per evitare la formazione della polvere DLM) Schermo protettivo contro le polveri ATT) Canalizzazione per scarico materiali di risulta SGN) Cartelli di segnalazione DLM) Delimitazione dell’area MDO) Personale adibito alla sorveglianza DPC) Puntellatura delle murature e dei solai ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro o di arresto ATT) Formazione di ponteggio DPC) Reti di sicurezza DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Linea di ancoraggio per cinture di sicurezza 13) Demolizione di scale: a) con struttura in legno ed in ferro . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) con struttura in calcestruzzo semplice o leggermente armata . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m c) con struttura in c.a. o pietra . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: MDO) Bagnatura dei locali per evitare la formazione della polvere DLM) Schermo protettivo contro le polveri ATT) Canalizzazione per scarico materiali di risulta SGN) Cartelli di segnalazione DLM) Delimitazione dell’area DPC) Puntellatura delle murature, dei solai e delle scale ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro o di arresto ATT) Formazione di ponteggio DPC) Reti di sicurezza DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Linea di ancoraggio per cinture di sicurezza 14) Demolizione di rivestimenti di muratura sia interni che esterni, formati con mattoni da rivestimento di vario tipo, da Klinker, da piastrelle di qualsiasi qualità e dimensioni, da tesserine di gres ceramico o di vetro, lastre di marmo e simili. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq € € € € € €

€ € €

17,04 23,24 38,73

18,08

41,32 50,10

20,66 30,99 41,32

11,36

17

Prezzario delle opere edili

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: MDO) Bagnatura dei locali per evitare a formazione della polvere DLM) Schermo protettivo contro le polveri ATT) Canalizzazione per scarico materiali di risulta SGN) Cartelli di segnalazione DLM) Delimitazione dell’area ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro o di arresto ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile prefabbricato DPC) Parapetto provvisorio per aperture verso il vuoto 15) Demolizione completa di tetti con manto di tegole curve (coppi), marsigliesi piane, lastre o lamiere di qualsiasi tipo compreso il sottotegola, la orditura minuta, l’orditura grossa in legno, ferro, o tipo Varese e simili. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Formazione di ponteggio DPC) Reti di sicurezza DLM) Delimitazione dell’area DPC) Andatoie o passerelle da disporre su travature per camminamenti NOL) Nolo di autogrù con cestello MDO) Bagnatura dei locali per evitare la formazione della polvere SGN) Cartelli di segnalazione 16) Demolizione della piccola e media orditura (correntini, listelli, gattelli, tavolato, tavelle, pianelle, ecc.) ferramenta di sostegno ed ancoraggio, escluso il manto e la grossa orditura di copertura: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Formazione di ponteggio MDO) Bagnatura dei locali per evitare la formazione della polvere DPC) Reti di sicurezza DLM) Delimitazione dell’area NOL) Nolo di autogrù con cestello OPV) Estintore a polvere omologato SGN) Cartelli di segnalazione 17) Demolizione completa del solo manto di copertura: a) in laterizio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) eternit ( piano di bonifica ed opere provvisionali da computarsi a parte) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) in tegole canadesi, guaine, lamiere . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro, zona sottostante ATT) Formazione di ponteggio DPC) Andatoie o passerelle da disporre sulla copertura per camminamenti MDO) Bagnatura dei locali per evitare la formazione della polvere DPC) Reti di sicurezza DLM) Delimitazione dell’area NOL) Nolo di autogrù con cestello SGN) Cartelli di segnalazione 18) Demolizione di soffitti, compreso distacco delle arelle o della rete metallica o del tavolato e dell’armatura in legno, compresa la rimozione di chiodi e di qualunque organo di attacco. . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro, zona sottostante ATT) Formazione di ponteggio DPC) Andatoie o passerelle da disporre sulle travature per camminamenti MDO) Bagnatura dei locali per evitare la formazione della polvere DLM) Delimitazione dell’area NOL) Nolo di autogrù con cestello OPV) Estintore a polvere omologato SGN) Cartelli di segnalazione
18

24,27

11,36

€ € €

10,33 9,81 9,30

10,33

Capitolo 2 - Opere compiute

19) Demolizione di torrette per canne fumarie, in muratura di mattoni o pietrame del volume massimo di 0,50 mc. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio DPC) Andatoie o passerelle da disporre sulla copertura per camminamenti DLM) Delimitazione dell’area NOL) Nolo di autogrù con cestello SGN) Cartelli di segnalazione 20) Demolizione di fosse biologiche escluso lo svuotamento preliminare compreso lo sgombero ed il tiro in alto: a) del diametro di cm 100 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad b) oltre il diametro di cm 100 fino a cm 240 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DPC) Armatura delle pareti dello scavo DPC) Andatoie o passerelle da disporre sullo scavo per operare DLM Delimitazione dell’area MDO) Personale adibito alla sorveglianza SGN) Cartelli di segnalazione 21) Rimozione del solo manto di copertura con accatastamento del materiale di riutilizzo . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio DPC) Andatoie o passerelle da disporre sulla copertura per camminamenti DPC) Reti di sicurezza DLM) Delimitazione dell’area NOL) Nolo di autogrù con cestello SGN) Cartelli di segnalazione ATT) Linea di ancoraggio per cinture di sicurezza DPC) Parapetto provvisorio 22) Rimozione della grossa orditura di coperture in legno (terzere, puntoni, capriate, travi, ecc.) compresa la rimozione della ferramenta di sostegno ed ancoraggio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi: ATT) Formazione di ponteggio DPC) Andatoie o passerelle da disporre sulla copertura per camminamenti DPC) Reti di sicurezza DLM) Delimitazione dell’area NOL) Nolo di autogrù con cestello OPV) Estintore omologato SGN) Cartelli di segnalazione 23) Rimozione di grosse armature e strutture in ferro . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al kg Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi: ATT) Formazione di ponteggio NOL) Andatoie o passerelle da disporre sulla copertura per camminamenti DPC) Reti di sicurezza DLM) Delimitazione dell’area NOL) Nolo di autogrù con cestello OPV) Estintore omologato SGN) Cartelli di segnalazione 24) Rimozione di tavolati di qualunque spessore costituenti pavimenti, soffitti, sottopalchi e rivestimenti in legno. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi: ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro, zona sottostante MDO) Bagnatura dei locali per evitare la formazione della polvere DPC) Reti di sicurezza DLM) Delimitazione dell’area

77,47

€ €

206,58 309,87

12,91

10,85

0,62

6,71

19

Prezzario delle opere edili

OPV) Estintore omologato SGN) Cartelli di segnalazione 25) Rimozione di infissi interni od esterni in legno od in metallo di qualsiasi tipo: a) di superficie fino a mq 2 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad b) con recupero per il riutilizzo fino a mq 2 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad c) di superficie superiore a mq 2 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq d) con recupero per il riutilizzo superiore a mq 2. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto OPV) Estintore omologato SGN) Cartelli di segnalazione 26) Rimozione di opere in pietra da taglio naturale o artificiale: a) in lastre dello spessore fino a cm 6 e larghezza fino a cm 50 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) in lastre dello spessore fino a cm 6 e larghezza superiore a cm 50. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) in blocchi di qualsiasi forma e dimensione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi: ATT) Formazione di ponteggio DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DLM) Delimitazione dell’area SGN) Cartelli di segnalazione 27) Rimozione di ringhiere, cancelli, parapetti di ferro. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DLM) Delimitazione dell’area MDO) Personale adibito alla sorveglianza ATT) Linea di ancoraggio per cinture di sicurezza OPV) Estintore omologato SGN) Cartelli di segnalazione 28) Rimozione di tubi pluviali, gronde o simili, compresa anche ferramenta di sostegno ed ancoraggio. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi: ATT) Formazione di ponteggio DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DLM) Delimitazione dell’area MDO) Personale adibito alla sorveglianza NOL) Nolo di autogrù con cestello SGN) Cartelli di segnalazione 29) Rimozione di tubazioni di ferro di qualsiasi diametro e tipo, i relativi pezzi speciali ed i pezzi di ancoraggio: a) esterne alle murature. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano DPC) ATT) NOL) DLM) MDO) SGN) esclusi, indicativamente, gli oneri relativi: Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto Formazione di ponteggio Nolo di autogrù con cestello Delimitazione dell’area Personale adibito alla sorveglianza Cartelli di segnalazione € € 16,01 € € € € € € €

10,33 30,99 6,71 20,66

30,99 54,23 671,39

3,62

3,36

30) Rimozione di apparecchi sanitari di qualsiasi tipo (lavabi, vasi, bidets, vasche da bagno, piatti doccia, scaldabagni, lavelli, lavatoi, ecc.) compreso lo smontaggio delle rubinetterie, accessori di ogni tipo e smuratura degli ancoraggi. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad
20

25,82

Capitolo 2 - Opere compiute

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi: ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro o di arresto 31) Rimozione di zoccolini: a) in marmo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) in materie plastiche o legno. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m 32) Rimozione di radiatori a più elementi o a piastre, in ghisa o in acciaio, aventi un peso complessivo di kg 80/cad. comprese valvole e detentori, mensole di sostegno, placche coprigiunto e tutte le parti accessorie di ogni genere; si comprende la eventuale chiusura delle tubazioni con tubo filettato e l’accatastamento del materiale recuperabile: . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi: ATT) Elevatore a cavalletto MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi 33) Rimozione di persiane avvolgibili ad elementi agganciati compreso ogni onere esecutivo . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Linea per ancoraggio cinture sicurezza 34) Rimozione di serrande a rotolo ad elementi piatti e/o a maglie, compreso ogni onere esecutivo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DLM) Delimitazione dell’area ATT) Elevatore a cavalletto MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi ATT) Linea per ancoraggio cinture sicurezza 35) Rimozione di cassonetto coprirullo compreso ogni onere esecutivo. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi: ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Trabatello mobile 36) Tirantatura di fabbricati eseguita con tondini di acciaio o cavi in acciaio armonico compresa controspinta con materiale idoneo, legname o tralicci di ferro, con esclusione dei fori . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DLM) Delimitazione dell’area MDO) Personale adibito alla sorveglianza ATT) Linea per ancoraggio cinture sicurezza 37) Riparazioni di lesioni isolate in muratura di laterizio con il sistema di “cuci e scuci”, mediante ammorsatura di elementi nuovi, posti in opera con malta cementizia a) in tramezzi ad una testa (pieni o forati) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) in muratura piena da due teste o più . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc € € 9,30 € € 8,26 € €

2,58 1,29

30,99

12,91

9,30

€ €

30,99 413,17

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro.DLM) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Delimitazione dell’area 38) Riparazione di lesione isolata in muratura di qualsiasi genere con il seguente metodo: - togliere il vecchio intonaco mettendo a vivo la muratura per una striscia della larghezza di circa 60 cm; - allargare la lesione asportando anche le parti di muratura già smosse;

21

Prezzario delle opere edili

- pulire con getto d’acqua tutte le superfici, partendo dal basso e proseguendo a tratti; - applicare sulle due facce del muro elementi di rete elettrosaldata(diam. 5 mm maglia 10x10) fissandole alla muratura con chiodi e collegate tra loro anche attraverso la lesione con tondini di acciaio del diam. 6m/m nella misura di sei legature al metro quadrato; - bagnare abbondantemente le superfici: - riempire la lesione con un getto di calcestruzzo a granulometria fine, additivato con prodotti antiritiro; - previa bagnatura delle superfici, applicare uno strato di intonaco in malta cementizia dello spess. di 3 cm sulle due facce per tutta la fascia interessata dalla riparazione. La misura si intende fatta per una fascia di larghezza cm 60 e lunghezza pari a quella della fessurazione aumentata di cm.60 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Trabatello mobile DPC) Parapetto provvisorio per delimitare e aperture verso il vuoto DLM) Delimitazione dell’area 39) Riparazione di lesione isolata in muratura di qualsiasi genere con il metodo seguente: - asportazione dell’intonaco per una larghezza di m 1.00 - pulizia e lavaggio della zona lesionata - sigillatura della lesione con malta cementizia - perforazione della muratura (fori diam. 20 - 50 m/m) - iniezione di miscela cementizia previa armatura delle perforazioni con barre Fe B 44 diam. 12 m/m in numero di sei al mq - applicazione di rete metallica elettrosaldata diam. 5 m/m maglia 10x10 cm ben ancorata alla muratura su entrambe le facce del muro a mezzo di chiodatura e saldata alle barre passanti esecuzione di betoncino spruzzato dello spessore di non meno di 5 cm.. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro. ATT) Trabatello mobile DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DLM) Delimitazione dell’area 40) Riparazioni di lesioni diffuse in muratura di qualsiasi genere seguendo il seguente metodo: - togliere il vecchio intonaco mettendo a vivo la muratura - pulire accuratamente con getto d’acqua le fessure - stuccare le fessure con malta cementizia - applicare su entrambe le facce della parete una rete elettrosaldata (tondino diam. 5 m/m maglia cm 10x10) risvoltandola per almeno 50 cm in corrispondenza degli spigoli verticali. Le reti vanno fissate con chiodi alla muratura e collegate tra loro (anche attraverso le lesioni) con tondini di acciaio Fe B 44 con sei collegamenti per mq - previa bagnatura delle superfici, applicare su entrambe le facce un intonaco generale di malta cementizia (spess. cm 3) a) per superfici correnti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) per lesioni in corrispondenza di porte e finestre . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Trabatello mobile DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DLM) Delimitazione dell’area 41) Riparazioni di lesioni diffuse in murature di qualsiasi genere secondo il seguente metodo: - asportazione dell’intonaco - pulizia e lavaggio della parete a nudo sigillatura delle lesioni con malta cementizia - perforazione della muratura (fori diam. 20 - 50 m/m) - iniezione di miscela cementizia previa armatura delle perforazioni con barre diam. 12 m/m Fe B 44 in numero di sei al mq

77,47

118,79

€ €

61,97 77,47

22

Capitolo 2 - Opere compiute

- applicazione di rete metallica elettrosaldata diam. 5 m/m 10x10 cm ben ancorata alla muratura e risvoltata per 50 cm minimo sulle pareti laterali - esecuzione di betoncino spruzzato da 4 cm minimo. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Trabatello mobile DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DLM) Delimitazione dell’area 42) Riparazioni di lesioni d’angolo su murature di qualsiasi genere, non armate, secondo il seguente metodo: - togliere il vecchio intonaco mettendo a vivo la muratura - pulire accuratamente con getto d’acqua le fessure - applicare su entrambe le facce della parete una rete elettrosaldata ( tondino diam. 5 m/m maglia cm 10x10), risvoltandola per almeno 50 cm in corrispondenza degli spigoli verticali. Le reti vanno fissate con chiodi alla muratura e collegate tra loro (anche attraverso le lesioni) con tondini di acciaio FeB44 diam.10m/m, sei collegamenti per mq - previa bagnatura delle superfici, applicare su entrambe le facce un intonaco generale di malta cementizia, spess. cm 3. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Trabatello mobile DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DLM) Delimitazione dell’area 43) Riparazioni di lesioni d’angolo su murature di qualsiasi genere secondo il seguente metodo: - asportazione dell’intonaco lungo le lesioni e nelle zone da rivestire - allargamento e pulizia accurata, nonché lavaggio delle zone lesionate e messe a nudo - pulizia e lavaggio delle zone lesionate - sigillatura delle lesioni con malta cementizia - perforazione delle murature (diam. 40-50 m/m) - iniezione di miscela cementizia previa armatura delle perforazioni con barre FeB 44 diam. 12 m/m, in ragione di sei per mq, compresa altresì l’applicazione sulle pareti di rete metallica elettrosaldata diam.5 m/m maglia cm 10x10 della lunghezza di cm 100 per lato, ben ancorata alla muratura a mezzo di chiodatura e saldatura delle barre passanti ed esecuzione di betoncino spruzzato dello spessore minimo di cm 5 a) murature ammorsate ad L (cantonale) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) murature ammorsate a T (martello) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m c) murature ammorsate ad incrocio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m d) sovrapprezzo per impiego di calce naturale tipo “ Tassullo” nella confezione degli intonaci e iniezioni. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Trabatello mobile DPC) Parapetto provvisorio per delimitare e aperture verso il vuoto DLM) 0Delimitazione dell’area 44) Iniezioni di consolidamento delle murature in pietra anche a secco, mattoni e pietre qualsiasi altro tipo di murature e spessore, con iniezioni di miscela cementizia seguendo il seguente metodo, compreso ogni onere e modalità di esecuzione, con deduzione dei fori superiori a mq 2.00 - sigillatura delle lesioni delle murature con malta cementizia - fissaggio di condotti tubolari della lunghezza di almeno 15 cm e del diam 3/4” inseriti nei fori precedentemente praticati per mezzo di trapanazioni - iniezione di acqua su tutta la superficie interessata - iniezione di miscela cementizia fino alla fuoriuscita della miscela dalle aperture immediatamente adiacenti

111,04

77,47

€ € € €

113,62 118,79 134,28 12,91

23

Prezzario delle opere edili

- sigillatura dei fori praticati per iniettare la miscela cementizia a) per spessori di muratura fino a cm 60 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) per spessori fino a m 1.00 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) sovrapprezzo per l’impiego di calce naturale tipo “ Tassullo” o similare nella confezione dell’impasto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro. ATT) Trabatello mobile DPC) Parapetto provvisorio per delimitare e aperture verso il vuoto DLM) Delimitazione dell’area 45) Irrigidimento dei solai in legno mediante fornitura e posa in opera di tavole in legno di abete dello spess. di cm 4, chiodate con unioni a filo piano in direzione ortogonale al sottostante preesistente tavolato, compresa la formazione dell’eventuale necessario livellamento, la chiusura stretta dello stesso sulle murature perimetrali comprensiva dell’eventuale asportazione della striscia di intonaco e ripresa a finire dello stesso ed ogni altro onere per dare l’opera finita atta a ricevere la sovrastante pavimentazione. . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto OPV) Estintore omologato ATT) Linea di ancoraggio per cinture di sicurezza DPC) Rete di sicurezza 46) Irrigidimento di solai in legno mediante getto, su tavolato esistente, di uno strato di calcestruzzo dello spessore di cm 4 armato con rete elettrosaldata del diam. 5 maglia cm 10x10, fissato con chiodi o viti mordenti, penetranti nelle travi, collegato ad un cordolo perimetrale nella muratura, da pagarsi a parte. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DPC) Puntellatura delle murature e solai DPC) Parapetto provvisorio per delimitare e aperture verso il vuoto 47) Formazione di cordolo in calcestruzzo armato con l’aggiunta di additivi, ricavato nella muratura esistente di qualsiasi natura, per l’irrigidimento di solai in legno, compresa la formazione della traccia, le ammorsature armate a coda di rondine disposte alla distanza di circa m 3.00, e armate con diam. 14 più staffe diam. 8, della sezione media di cm. 15/20 di base e cm 30 di altezza, armato con 4 diam. 16 e staffe diam. 8 ogni 20 cm, compresi casseri, armatura metallica ed ogni altro onere. E’ compreso nel prezzo altresì l’eventuale onere della esecuzione della ripresa di intonaco sulle facce della muratura ove le ammorsature vengono attuate. Nel caso che le ammorsature attuate o previste siano in numero superiore al minimo fissato (1 ogni 3 m), queste saranno computate a parte valutandole con le voci di elenco relative all’apertura dei fori, al getto di cls armato per cordoli ed all’armatura metallica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DPC) Puntellatura delle murature e solai ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile DPC) Parapetto provvisorio per delimitare e aperture verso il vuoto OPV) Estintore omologato 48) Formazione di cordolo in calcestruzzo armato con l’aggiunta di additivi antiritiro, su muratura di qualsiasi natura, per solai in latero cemento di nuova costruzione, compresa la formazione della traccia, le ammorsature armate a coda di rondine passanti, disposte nella muratura stessa ad interasse di circa m 3.00 incassato nella muratura per cm 15/20, larghezza complessiva cm 40 minimo, altezza pari a quella del solaio, armato con 4 diam. 16 m/m, staffe diam. 8 a 20 cm comprese casseforme, armatura metallica ed ogni altro onere. E’ compreso altresì nel prezzo l’onere eventuale dell’esecuzione della ripresa d’intonaco sulle facce della muratura ove le ammorsature vengono attuate. Nel caso che le ammorsature attuate o previste siano in numero superiore al minimo fissato (uno ogni 3.00 m) queste saranno computate a parte valutandole con le voci in elenco relative all’apertura dei fori, al getto di calcestruzzo armato per cordoli ed alla armatura metallica.
24

€ € €

36,15 43,90 12,91

38,73

30,99

72,3

Capitolo 2 - Opere compiute

Se le ammorsature vengono corredate da piastre di ancoraggio con armatura suppletiva per formazione di chiodi di tirantatura, tale armatura supplettiva e le piastre verranno conteggiate a parte con i relativi articoli di elenco.. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DPC) Puntellatura delle murature e solai ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile ATT) Scala a castello DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 49) Esecuzione di solaio in laterizio e c.a. da inserire entro murature, escluso la demolizione del solaio in legno o di altro tipo preesistente, l’onere della formazione del cordolo perimetrale ammorsato nella muratura, l’armatura metallica portante e l’armatura di ripartizione. a) per una altezza totale di cm 20 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) per una altezza totale di cm 24 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DPC) Rete di sicurezza ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile ATT) Linea di ancoraggio per cinture di sicurezza DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 50) Tirantatura delle murature portanti, costituita da tondini in ferro non inferiori a diam. 16 m/m, completi di filettatura alle estremità, piastre di ancoraggio, pezzi speciali, bulloneria, secondo dettagli costruttivi della D.LL. esclusi i fori nella muratura, del diam. 25 m/m, tensionamento, sigillatura, riparazione delle parti smosse, ripresa degli intonaci, due mani di colore antiruggine sulle parti metalliche rimaste in vista, al solo kg di tirante . . . . . al kg Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DPC) Puntellatura delle murature e solai ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile ATT) Linea di ancoraggio per cinture di sicurezza 51) Cavi scorrevoli di precompressione in fili, trecce o trefoli di acciaio diam. 0.6 pollici, ad alto limite elastico, dati in opera compresa di eventuale guaina, la fornitura degli ancoraggi, delle piastre di ripartizione e ogni operazione di messa in tensione in due stadi successivi; la taratura e ritaratura fino alla tensione di progetto, l’iniezione nel cavo con lattice di cemento, e tutto quant’altro è necessario per un numero di cavi inferiore a 10; compresa la fornitura del ferro ed escluso il foro passante pagato a parte. a) per lunghezza del cavo fino a m 10 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) per lunghezza del cavo fino a m 20 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m c) per lunghezza del cavo fino a m 30 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a : DPC) Puntellatura delle murature e solai ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile ATT) Linea di ancoraggio per cinture di sicurezza 52) Formazione di traccia per posa dei tiranti in muratura di qualsiasi tipo, compresi nel prezzo della demolizione, la posa della guaina e riparazione delle parti smosse, con stuccatura. a) su muratura in mattoni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) su muratura in pietrame . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Trabatello mobile DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Linea di ancoraggio per cinture di sicurezza

77,47

€ €

56,81 61,97

5,94

€ € €

5,68 5,42 5,16

€ €

8,78 15,49

25

Prezzario delle opere edili

53) Taglio di strutture in c.a. con impiego di sega idraulica a disco diamantato, fissata al muro con idonei tasselli su apposite guide: il taglio a piano di sega presenterà una superficie regolare che non avrà bisogno di ulteriori interventi di rifinitura. Il disco è raffreddato con una quantità di acqua pari a circa 10 lt/min. Lo spessore massimo di taglio ottenibile è di cm 70. Si comprende: la forza motrice; si esclude: a)il carico ed il trasporto a discarica del materiale di risulta che viene considerato a terra. NB: I tagli inferiori al metro lineare sono conteggiati come un metro effettivo di taglio. a) taglio di muri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al cm/m b) taglio di travi o pilastri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al cm/m c) taglio di pannelli in cls prefab. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al cm/m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Elevatore a cavalletto DLM) Schermo mobile per protezione DPC) Puntellatura di solai, volte ed archi 54) Taglio di strutture in c.a., in mattoni, in roccia, in pietra di qualsiasi spessore; con impiego di macchina a filo diamantato fissata su binari. Si comprende: la forza motrice; si esclude: il carico ed il trasporto a discarica del materiale di risulta che viene considerato a terra. I tagli inferiori al metro lineare sono conteggiati come un metro effettivo di taglio. . . . . . . . . . . . . . al cm/m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Elevatore a cavalletto DLM) Schermo mobile di protezione 55) Taglio di pavimenti, massetti, solette in c.a., con impiego di sega munita di disco diamantato fissata su apposite guide con idonei tasselli e raffreddata ad acqua. Lo spessore di taglio massimo ottenibile è di cm 60. Si comprende: la forza motrice; si esclude: a) il carico ed il trasporto a discarica del materiale di risulta che viene considerato a terra. I tagli inferiori al metro lineare sono conteggiati come un metro effettivo di di taglio. . . . . . . . . . . . al cm/m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Elevatore a cavalletto DLM) Schermo mobile di protezione 56) Taglio di solaio in latero cemento, con impiego di sega munita di disco diamantato fissata su apposite guide con idonei tasselli e raffreddata ad acqua. Lo spessore di taglio massimo ottenibile è di cm 60. Nel prezzo si comprende: la forza motrice; si escludono: il carico ed il trasporto a discarica del materiale di risulta che viene considerato a terra. N.B. I tagli inferiori al metro lineare sono conteggiati come un metro effettivo di taglio. . . . . . . . . . . . al cm/m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro

€ € €

3,98 5,68 3,62

5,99

2,38

2,38

26

Capitolo 2 - Opere compiute

DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Elevatore a cavalletto DLM) Schermo mobile di protezione 57) Esecuzione di fori su strutture in c.a. mediante l’uso della carotatrice munita di utensili diamantati e raffreddata ad acqua; Nel prezzo si comprende: la forza motrice; si esclude: il carico ed il trasporto a discarica del materiale di risulta che viene considerato a terra. l diametro massimo ottenibile è pari a mm 500 per un diametro fino a: a) mm 60. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al cm b) mm 80. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al cm c) mm 100. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al cm d) mm 120. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al cm e) mm 150. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al cm f) mm 200. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al cm g) mm 250. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al cm h) mm 300. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al cm i) mm 400. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al cm l) mm 500. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al cm Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Trabatello mobile DPC) Parapetto provvisorio per delimitare e aperture verso il vuoto ATT) Elevatore a cavalletto DLM) Schermo mobile di protezione 58) Realizzazione di barriera impermeabilizzante contro l’umidità di risalita costituita da: a) taglio della muratura con mezzo meccanico (sega a catena) dello spessore di 14 mm; b) inserimento di lastra in laminato plastico vetroresina bisabbiata dello spessore medio di 2 mm; c) inserimento di zeppe di ancoraggio (n. 6-8/m) a pressione in materiale plastico munite di canala per iniezione di malta cementizia; d) sigillatura delle fessure laterali con malta cementizia premiscelata; e) posa tubi in p.v.c. diam. 10 mm ogni cm 60-70 all’interno della muratura; f) iniezione a pressione 4 o 6 bar di boiacca di cemento addizionato di antiritiro a saturazione completa del taglio. Nel prezzo si comprende : la forza motrice; si escludono: il carico ed il trasporto a discarica del materiale di risulta che viene considerato a terra. I tagli inferiori al metro lineare sono conteggiati come un metro effettivo di taglio. . . . . . . . . . . . . . al cm/m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Trabatello mobile DPC) Puntellatura delle murature ATT) Elevatore a cavalletto DLM) Schermo mobile di protezione 59) Revisione generale di coperture in tegole curve, mediante la rimozione ed il collocamento in opera di tutte le tegole e pezzi speciali e sostituzione di quelle rotte o mancanti,(esclusa la provvista delle tegole e pezzi speciali di ricambio che verranno pagati a parte con i relativi prezzi di fornitura), con tegole poste su sottostante tavellonato o tavolato, sigillate con malta cementizia per una fila ogni tre, nonché la fila di gronda, la fila di colmo, il colmo, i displuvi ed i bordi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio DLM) Delimitazione dell’area operativa NOL) Nolo di autogrù con cestello DPC) Andatoie o passerelle da disporre sulla copertura per camminamenti DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto SGN) Cartelli di segnalazione

€ € € € € € € € € €

2,07 2,38 2,79 3,10 3,77 4,80 5,84 6,87 8,68 9,61

1,60

28,41

27

Prezzario delle opere edili

60) Getto di calcestruzzo in classe di esposizione 1; classe di lavorabilità (slump) S4 e classe di resistenza alla compressione Rck 30, per la formazione di lastre armate di rinforzo alla struttura muraria in elevazione, gettato con l’ausilio di un cassero sulla superficie già preparata, con armatura di norma in acciaio tondo diam. 8 maglia 20x20 cm, collegato alla muratura preesistente con almeno 6 staffe diam. 12 al mq ancorate con miscela cementizia antiritiro alla muratura, esclusi casseri, compresi vibratura, ed ogni altro onere di modalità di esecuzione, compreso il ferro di armatura a) spessore fino a cm 15 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc b) spessore da cm 16 a cm 20 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Trabatello mobile DPC) Puntellatura delle murature ATT) Formazione di ponteggio ATT) Linea di ancoraggio per cinture di sicurezza 61) Cordolo di sottotetto eseguito in getto di calcestruzzo armato, in classe di esposizione 1; classe di lavorabilità (slump) S5; classe di resistenza Rck 30; esteso a tutto lo spessore della muratura, di altezza minima di cm 20, armato secondo gli elaborati progettuali; si escludono: i casseri, la demolizione della muratura esistente, il ferro di armatura e la puntellazione del solaio esistente . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile ATT) Scala a castello in tubo metallico DPC) Puntellatura dei solai ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro, zona sottostante DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Linea di ancoraggio per cinture di sicurezza 62) Sostituzione di architravi, piattabande di qualsiasi forma, dimensione e materiale (pietrame, mattoni, legno, ferro, c.a. ecc) si comprende: la demolizione, la posa dei teloni ed ogni altro provvedimento necessario per non arrecare danni ad opere non interessate al ripristino, la pulizia generale delle superfici interessate, la formazione della nuova architrave con getto di calcestruzzo in classe di esposizione 1; classe di lavorabilità S5 e resistenza alla compressione Rck 30; l’armo, disarmo e tutti gli oneri e modalità di esecuzione si esclude : il ferro di armatura da collocare secondo indicazioni della D.LL. e il ripristino degli intonaci . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile DPC) Puntellatura delle murature e solai ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro, zona sottostante DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 63) Ripresa di muratura di pietrame rozzamente squadrato anche in breccia, posto in opera con malta bastarda di calce e cemento, si comprende la pulitura delle connessioni con termini, ed ogni altro onere esecutivo. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro, zona interna DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 64) Formazione di nicchie eseguite a scalpello su muratura in pietrame, o mista a qualsiasi altezza, compresa la necessaria intaccatura per quanto occorre, allo scopo di assicurare alla piastra, comunque sagomata la sede di adeguato spessore e forma, la rasatura della superficie predisposta per l’appoggio uniforme della stessa con malta antiritiro tipo Emaco, nonché le eliminazione e l’allontanamento dei materiali di risulta a) per piastre di dim. circa cm 30x30 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad b) per piastre di dim. circa cm 60x60 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad

€ €

568,10 516,46

258,23

981,27

€ 1.136,21

€ €

61,97 103,29

28

Capitolo 2 - Opere compiute

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro, zona interna DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 65) Perforazione con attrezzatura a rotazione vidiata di muratura di pietrame o mista, precedentemente consolidata con iniezioni od altro per l’inserimento di barre ad aderenza migliorata, o di acciaio diwidag, o di trefoli in acciaio armonico, sia per cuciture, sia per legamenti murari, cinturazioni, tirantature occultate e/o iniezioni; a qualsiasi altezza e per qualsiasi direzione ed inclinazione della perforazione, compresa la eliminazione e l’allontanamento del materiale di risulta. Si esclude: l’installazione dell’attrezzatura da computarsi a parte. a) diam. m/m 35 e lunghezze da m 1.00 fino a m 2.00 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) diam. m/m 45 lunghezze fino a m 15.00 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m c) diam. m/m 55-65 e lunghezze fino a m 25.00 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro, zona interna ATT) Canalizzazione per scarico inerti ATT) Linea di ancoraggio per cinture di sicurezza DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DLM) Schermo mobile di protezione ATT) Elevatore a cavalletto 66) Perforazioni come la voce precedente ma in muratura di mattoni laterizi Si esclude: l’installazione dell’attrezzatura da computarsi a parte. a) diam. m/m 35 e lunghezze da m 1.00 fino a m 2.00 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) diam. m/m 45 lunghezze fino a m 15.00 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m c) diam. m/m 55-65 e lunghezze fino a m 25.00 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro, zona interna ATT) Canalizzazione per scarico inerti ATT) Linea di ancoraggio per cinture di sicurezza DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DLM) Schermo mobile di protezione ATT) Elevatore a cavalletto 67) Resina epossidica fornita ed iniettata pura per iniezioni. Detta resina, miscelata con i necessari componenti di reazione, dovrà possedere le seguenti caratteristiche meccaniche: a) resistenza a compressione non inferiore a 90 mmq b) resistenza a trazione non inferiore a 40 mmq. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al kg Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DLM) Schermo mobile di protezione ATT) Elevatore a cavalletto C.2 SCAVI E MOVIMENTI DI MATERIE INERTI Disposizioni generali relative ai prezzi unitari: per norma generale resta stabilito che nei prezzi unitari dello elenco si intende sempre compresa e compensata ogni lavorazione e magistero, nonché spese generali (15%), utile dell’impresa (10%), con esclusione degli oneri della sicurezza, individuati in maniera indicativa, per lavorazioni standard, nei singoli articoli di elenco. Nei prezzi si esclude il ritombamento e si comprende il deposito del materiale eccedente nell’ambito del cantiere. I prezzi stessi non comprendono gli oneri per il trasporto e lo smaltimento in discarica.

€ € €

41,32 92,96 123,95

€ € €

33,57 56,81 82,63

38,73

29

Prezzario delle opere edili

1) Trasporto in discarica, del materiale di risulta, escluso l’onere della discarica: a) entro un raggio di 10 Km - caricato con mezzi meccanici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc - caricato a mano . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc b) oltre il raggio di 10 Km fino a 30 Km - caricato con mezzi meccanici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc - caricato a mano . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area MDO) Personale adibito alla sorveglianza durante la movimentazione dei mezzi meccanici NOL+MDO) Bagnatura dell’area per evitare la formazione della polvere SGN) Segnaletica di sicurezza 2) Scavo di sbancamento in sezione aperta, con altezza minima di 50 cm in materie di qualsiasi consistenza; si esclude: la presenza d’acqua, la roccia e trovanti superiori a mc 0.500 si comprendono gli oneri per l’eventuale estirpazione delle ceppaie, con deposito del materiale di risulta nell’ambito del cantiere.. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente gli scavi DPC) Armatura delle pareti dello scavo MDO) Personale adibito alla sorveglianza durante la movimentazione dei mezzi meccanici NOL+MDO) Bagnatura dell’area per evitare la formazione della polvere SGN) Segnaletica di sicurezza 3) Scavo in sezione obbligata ampia fino alla profondità di m 4.00 sotto il piano di sbancamento, si escludono: eventuali trovanti superiori a mc. 0.500 e la presenza d’acqua; si comprende : il deposito del materiale di risulta nell’ambito del cantiere . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente gli scavi DPC) Armatura delle pareti dello scavo MDO) Personale adibito alla sorveglianza durante la movimentazione dei mezzi meccanici NOL+MDO) Bagnatura dell’area per evitare la formazione della polvere NOL) Motopompa con prevalenza sino a sei metri SGN) Segnaletica di sicurezza 4) Scavo di fondazione a sezione ristretta ed obbligata, spinto fino alla profondità di 2.00 m dal piano campagna o da quello di splateamento, di materie asciutte con il deposito del materiale di risulta nell’ambito del cantiere; si esclude la roccia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente gli scavi DPC) Armatura delle pareti dello scavo MDO) Personale adibito alla sorveglianza durante la movimentazione dei mezzi meccanici NOL) Motopompa con prevalenza sino a sei metri SGN) Segnaletica di sicurezza 5) Scavo eseguito con idonei mezzi meccanici all’interno dei fabbricati, in materie di qualsiasi natura e consistenza; si esclude: la roccia e la presenza di acqua; si comprende: il deposito del materiale di risulta nell’ambito del cantiere.. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente gli scavi DPC) Armatura delle pareti dello scavo MDO) Personale adibito alla sorveglianza durante la movimentazione dei mezzi meccanici NOL+MDO) Bagnatura dell’area per evitare la formazione della polvere DPC) Puntellatura delle murature e solai SGN) Segnaletica di sicurezza
30

€ € € €

6,71 56,81 9,81 61,97

5,16

6,71

10,33

46,48

Capitolo 2 - Opere compiute

6) Scavo a sezione obbligata e ristretta per sottomurazione, per scavi a pozzo e per scavi interni ai fabbricati eseguito a mano, spinto alla necessaria profondità, in materiale di qualsiasi natura e consistenza; si esclude: la roccia e la presenza di acqua, si comprende: il deposito del materiale di risulta nell’ambito del cantiere, a) Eseguito a mano. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente gli scavi DPC) Armatura delle pareti dello scavo MDO) Personale adibito alla sorveglianza durante la movimentazione dei mezzi DPC) Puntellatura delle murature e solai NOL) Gruppo elettrogeno per illuminazione ambientale NOL) Utilizzo di compressore di capacità adeguate per ventilazione ambientale NOL) Motopompa con prevalenza sino a sei metri 7) Scavo a mano, in materiale di qualsiasi natura e consistenza; si esclude: la roccia da mina, i trovanti e la presenza di acqua . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Protezione prospiciente gli scavi DPC) Armatura delle pareti dello scavo MDO) Personale adibito alla sorveglianza durante la movimentazione dei mezzi 8) Sovrapprezzo agli scavi degli articoli precedenti qualora eseguiti su roccia tenera o da piccone. a) eseguito con mezzi meccanici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc b) eseguito a mano (con piccone o demolitore) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc 9) Sovrapprezzo agli scavi degli articoli precedenti qualora eseguiti su roccia dura. a) con martello demolitore idraulico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc 10) Sovrapprezzo agli scavi degli articoli precedenti qualora eseguiti in presenza d’acqua. Si esclude: il nolo dei mezzi di aggottamento acqua. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc 11) Fornitura e posa in opera di materiale arido (tout venant) costipato meccanicamente, spessore minimo cm 20, per formazione del corpo stradale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area MDO) Personale adibito alla sorveglianza durante la movimentazione dei mezzi meccanici NOL+MDO) Bagnatura dell’area per evitare la formazione della polvere SGN) Segnaletica di sicurezza 12) Ritombamento degli scavi, eseguito con mezzi meccanici, con reimpiego di materiale giacente in cantiere; si comprendono gli oneri per il carico,trasporto, scarico, compattamento e livellamento del materiale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente gli scavi MDO) Personale adibito alla sorveglianza durante le fasi lavorative dei mezzi meccanici SGN) Segnaletica di sicurezza 13) Ritombamento degli scavi, eseguito con mezzi meccanico con materiale arido (tout venant) di cava e/o fiume, con gli oneri per carico, trasporto, scarico, compattamento a strati non superiori a cm 30 e livellamento a) materiale da cava. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc b) materiale da fiume. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente gli scavi MDO) Personale adibito alla sorveglianza durante la movimentazione dei mezzi meccanici SGN) Segnaletica di sicurezza

211,75

180,76

€ € € € €

25,82 154,94

41,32

4,65

25,82

6,20

€ €

18,08 20,66

31

Prezzario delle opere edili

C.3 CALCESTRUZZI - CASSERI Disposizioni generali relative ai prezzi unitari: per norma generale resta stabilito che nei prezzi unitari dello elenco si intende sempre compresa e compensata ogni lavorazione e magistero, nonché spese generali (15%), utile dell’impresa (10%), con esclusione degli oneri della sicurezza, individuati in maniera indicativa, per lavorazioni standard, nei singoli articoli di elenco. 1) Calcestruzzo in opera per lavori non strutturali non armati (sottofondazioni, riempimenti, magroni ecc.), gettato con o senza l’ausilio di casseri, questi contabilizzati a parte; classe di lavorabilità S3; classe di resistenza alla compressione: a) Rck 5 di cemento tipo Portland II/A-M o II/A-L32.5R . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc b) Rck 10 di cemento tipo Portland II/A-M o II/A-L32.5R . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc c) Rck 15 di cemento tipo Portland II/A-M o II/A-L32.5R. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc d) Rck 20 di cemento tipo Portland II/A-M o II/A-L32.5R . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc e) sovrapprezzo per impiego di pompa e per quantità non inferiori a mc 6.00 . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente gli scavi DPC) Armatura delle pareti dello scavo DPC) Copertura per i posti di lavoro fissi SGN) Segnaletica di sicurezza 2) Calcestruzzo in opera per fondazioni armate (plinti, travi rovesce, platee, diaframmi, pali, ecc.), situate in ambienti interni o esterni umidi con possibilità di gelo, per elementi a contatto con acqua e/o terreni aggressivi ( privi cioè di solfati) gettato con l’ausilio dei casseri ferro e casseri contabilizzati a parte; copriferro minimo 25 mm; cemento tipo Portland composito II/A-M oppure II/A-L 32.5 R classe di esposizione 2b impermeabilità (penetrazione media dell’acqua < 20 mm) classe di lavorabilità (slump) S4 classe di resistenza alla compressione: a) Rck 25. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc b) Rck 30. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc c) Rck 35. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc d) Rck 40. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc e) Rck 45. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc f) Rck 50 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospicente gli scavi DPC) Armatura delle pareti dello scavo DPC) Copertura per i posti di lavoro fissi SGN) Segnaletica di sicurezza 3) Calcestruzzo in opera per strutture in elevazione armate ( muri, pilastri pile, spalle di ponte), situate in ambienti interni o esterni umidi con possibilità di gelo; per elementi a contatto con acqua e/o terreni aggressivi( privi cioè di solfati) gettato con l’ausilio dei casseri; ferro e casseri contabilizzati a parte; copriferro minimo 25 mm; cemento tipo Portland composito II/A-M oppure II/A-L 32.5 R classe di esposizione 2b impermeabilità (penetrazione media dell’acqua < 20 mm) classe di lavorabilità (slump) S4 classe di resistenza alla compressione: a) Rck 25. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc b) Rck 30. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc c) Rck 35 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc d) Rck 40. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc e) Rck 45. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc f) Rck 50 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente gli scavi DPC) Armatura delle pareti dello scavo DPC) Copertura per i posti di lavoro fissi ATT) Formazione di ponteggio ATT) Scala a castello in tubo metallico

€ € € € €

92,96 95,54 100,71 103,29 21,69

€ € € € € €

111,04 114,65 118,79 123,95 131,70 149,77

€ € € € € €

119,82 123,95 128,08 131,18 136,34 141,51

32

Capitolo 2 - Opere compiute

DPC) ATT) DPC) DPC) DPC) DPC) NOL) DPC) SGN)

Puntellatura dei solai Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro Reti di sicurezza Andatoie o passerelle da disporre sui solai per camminare Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto Passerella pedonale per getti Autopiattaforma di lavoro Protezione sommità di ferri d’armatura Segnaletica di sicurezza

4) Calcestruzzo in opera per getti di gronde, pensiline, rampe di scale, balconi, pilastri e pareti con spessore compreso fra 8 e 15 cm; situate in ambienti interni o esterni umidi con possibilità di gelo; per elementi a contatto con acqua e/o terreni aggressivi( privi cioè di solfati); gettato con l’ausilio dei casseri; ferro e casseri contabilizzati a parte; copriferro minimo 25 mm; cemento tipo Portland composito II/A-M oppure II/A-L 32.5 R classe di esposizione 2b impermeabilità (penetrazione media dell’acqua < 20 mm) classe di lavorabilità (slump) S4 classe di resistenza alla compressione: a) Rck 25. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc b) Rck 30. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc c) Rck 35. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc d) Rck 40. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc e) Rck 45. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc f) Rck 50 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Copertura per i posti di lavoro fissi ATT) Formazione di ponteggio ATT) Scala a castello in tubo metallico DPC) Puntellatura delle opere con struttura metallica ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DPC) Passerella pedonale per getti NOL) Autopiattaforma di lavoro DPC) Protezione sommità di ferri d’armatura SGN) Segnaletica di sicurezza 5) Calcestruzzo in opera per fondazioni armate (plinti, travi rovesce, platee, diaframmi, pali, ecc.), situate in ambienti interni o esterni umidi ma non esposte al gelo, per elementi a contatto con acqua e/o terreni non aggressivi ( privi cioè di solfati); gettato con l’ausilio dei casseri; ferro e casseri contabilizzati a parte; copriferro minimo 20 mm; cemento tipo Portland composito II/A-M oppure II/A-L 32.5 R classe di esposizione 2a impermeabilità (penetrazione media dell’acqua < 20 mm) classe di lavorabilità (slump) S4 classe di resistenza alla compressione: a) Rck 30. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc b) Rck 35. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc c) Rck 40. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc d) Rck 45. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc e) Rck 50. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente gli scavi DPC) Armatura delle pareti dello scavo DPC) Copertura per i posti di lavoro fissi SGN) Segnaletica di sicurezza 6) Calcestruzzo in opera per strutture in elevazione armate ( muri pilastri pile, spalle di ponte), situate in ambienti interni o esterni umidi ,ma non esposti al gelo; per elementi a contatto con acqua e/o terreni non aggressivi ( privi cioè di solfati); gettato con l’ausilio dei casseri; ferro e casseri contabilizzati a parte; copriferro minimo 20 mm; cemento tipo Portland composito I/A-M oppure II/A-L 32.5 R classe di esposizione 2a impermeabilità (penetrazione media dell’acqua < 20 mm) classe di lavorabilità (slump) S4 classe di resistenza alla compressione:

€ € € € € €

136,86 140,48 144,61 149,77 160,10 167,85

€ € € € €

110,52 114,65 119,82 127,56 135,31

33

Prezzario delle opere edili

a) Rck 25. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc b) Rck 30. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc c) Rck 35. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc d) Rck 40. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc e) Rck 45. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc f) Rck 50 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente gli scavi DPC) Armatura delle pareti dello scavo DPC) Copertura per i posti di lavoro fissi ATT) Formazione di ponteggio ATT) Scala a castello in tubo metallico DPC) Puntellatura dei solai ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Reti di sicurezza DPC) Andatoie o passerelle da disporre sui solai per camminare DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DPC) Passerella pedonale per getti NOL) Autopiattaforma di lavoro DPC) Protezione sommità di ferri d’armatura SGN) Segnaletica di sicurezza 7) Calcestruzzo in opera per getti di gronde, pensiline, rampe di scale, balconi, pilastri e pareti con spessore compreso fra 8 e 15 cm; situate in ambienti interni o esterni umidi ma non esposti al gelo; per elementi a contatto con acqua e/o terreni non aggressivi ( privi cioè di solfati); gettato con l’ausilio dei casseri; ferro e casseri contabilizzati a parte: copriferro minimo 20 mm; cemento tipo Portland composito II/A-M oppure II/A-L 32.5 R classe di esposizione 2a impermeabilità (penetrazione media dell’acqua < 20 mm) classe di lavorabilità (slump) S4 classe di resistenza alla compressione: a) Rck 25. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc b) Rck 30. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc c) Rck 35. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc d) Rck 40. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc e) Rck 45. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc f) Rck 50 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Copertura per i posti di lavoro fissi ATT) Formazione di ponteggio ATT) Scala a castello in tubo metallico DPC) Puntellatura delle opere ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DPC) Passerella pedonale per getti NOL) Autopiattaforma di lavoro DPC) Protezione sommità di ferri d’armatura SGN) Segnaletica di sicurezza 8) Calcestruzzo in opera per strutture in elevazione armate (muri interni, pilastri interni, cordoli interni, solai intermedi), situate in ambiente secco, generalmente all’interno di abitazioni e/o uffici, non soggette a severe condizioni ambientali per tempi prolungati; gettato con l’ausilio dei casseri; ferro e casseri contabilizzati a parte; copriferro minimo 15 mm; cemento tipo Portland composito II/A-M oppure II/A-L 32.5 R classe di esposizione 1 rapporto acqua/cemento massimo 0,65 classe di lavorabilità (slump) S4 classe di resistenza alla compressione: a) Rck 25. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc b) Rck 30. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc c) Rck 35. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc d) Rck 40. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc e) Rck 45. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc f) Rck 50 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc

€ € € € € €

115,69 119,82 123,95 127,05 131,18 135,31

€ € € € € €

132,73 136,34 140,48 145,64 155,97 163,72

€ € € € € €

170,95 175,60 180,76 187,47 199,87 209,68

34

Capitolo 2 - Opere compiute

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Copertura per i posti di lavoro fissi ATT) Formazione di ponteggio ATT) Scala a castello in tubo metallico DPC) Puntellatura dei solai ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Reti di sicurezza DPC) Andatoie o passerelle da disporre sui solai per camminare DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DPC) Passerella pedonale per getti NOL) Autopiattaforma di lavoro DPC) Protezione sommità di ferri d’armatura SGN) Segnaletica di sicurezza 9) Casseforme per getti in calcestruzzo, con altezza netta dal piano di appoggio fino a m 3; si comprende il disarmo: a) per opere di fondazione (plinti, travi rovesce) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) per muratura retta di calcestruzzo in elevazione: 1) casseri di tavole o pannelli in legno multistrato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq 2) casseri di pannelloni in ferro e legno multistrato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) per travi, solette piene, piattabande . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq d) per rampe di scale, balconi, pareti sottili, gronde e travi in altezza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq e) per pilastri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq f) compenso per onere per faccia a vista, su prezzi precedenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Scala a castello in tubo metallico ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Passerella pedonale per getti NOL) Autopiattaforma di lavoro SGN) Segnaletica di sicurezza 10) Conglomerato cementizio in opera vibrato per getti di sottomurazione, semplici od armati, con impiego di additivi antiritiro, comprese casseforme di contenimento, la pulizia accurata della muratura esistente la esecuzione a campioni; si esclude il ferro di armatura; classe di lavorabilità S3; classe di resistenza alla compressione: Rck 20 di cemento tipo Portland II/A-M o II/A-L32.5R. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Rck 25 di cemento tipo Portland II/A-M o II/A-L32.5R. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Rck 30 di cemento tipo Portland II/A-M o II/A-L32.5R. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospicente lo scavo DPC) Armatura delle pareti dello scavo DPC) Copertura per i posti di lavoro fissi ATT) Formazione di ponteggio DPC) Puntellatura delle murature DPC) Passerella pedonale per getti DPC) Protezione sommità di ferri d’armatura SGN) Segnaletica di sicurezza 11) Calcestruzzo per fondazioni situate in ambienti interni od esterni, umidi con possibilità di gelo; si comprende la casseratura, la vibratura con aghi ad immersione, e quanto occorre per dare il getto in opera a perfetta regola d’arte. Escluso solamente il ferro d’armo, valutato in opera, secondo le dimensioni effettive; copriferro minimo 25 mm; cemento tipo Portland composito I/A-M oppure II/A-L 32.5 R classe di esposizione 2b impermeabilità (penetrazione media dell’acqua < 20 mm) classe di lavorabilità (slump) S4 classe di resistenza alla compressione: a) Rck 25. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc b) Rck 30. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc c) Rck 35. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc d) Rck 40. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc

€ € € € € € €

14,46 19,63 11,88 41,32 51,67 41,32 26,86

€ € €

464,81 475,14 490,63

€ € € €

165,78 172,50 176,63 181,79

35

Prezzario delle opere edili

e) Rck 45. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc f) Rck 50 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente gli scavi DPC) Armatura delle pareti dello scavo MDO) Personale adibito alla sorveglianza durante le fasi di getto del calcestruzzo con autobetoniera DPC) Copertura per i posti di lavoro fissi DPC) Protezione sommità di ferri d’armatura SGN) Segnaletica di sicurezza 12) Getto di calcestruzzo per muri in elevazione, dello spessore da cm. 21 a cm 30, situati in ambienti interni o esterni umidi con possibilità di gelo; sono compresi casseri di grande superficie, metallici o multistrati con l’onere per l’esecuzione delle superfici prive di nidi di ghiaia, la sigillatura dei fori dei distanziali, con esclusione del ferro d’armatura copriferro minimo 25 mm; cemento tipo Portland composito II/A-M oppure II/A-L 32.5 R classe di esposizione 2b impermeabilità (penetrazione media dell’acqua < 20 mm) classe di lavorabilità (slump) S4 classe di resistenza alla compressione: a) Rck 25. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc b) Rck 30. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc c) Rck 35. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc d) Rck 40. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc e) Rck 45. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc f) Rck 50 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente lo scavo DPC) Armatura delle pareti dello scavo DPC) Copertura per i posti di lavoro fissi ATT) Formazione di ponteggio ATT) Scala a castello in tubo metallico ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DPC) Passerella pedonale per getti NOL) Autopiattaforma di lavoro DPC) Protezione sommità di ferri d’armatura SGN) Segnaletica di sicurezza 13) Esecuzione di palo tipo “Radice” dei diametri medi resi precisati nella voce di elenco, per opere di sottofondazione, micropali, dreni ecc. eseguito in terreni di qualsiasi natura e consistenza, per mezzo di trivellazioni a rotazione o a rotopercussione, escluso l’onere dello attraversamento, nel primo tratto, di murature di fondazione di qualsiasi natura e consistenza, nonché dell’allontanamento dei materiali di risulta, il tutto a regola d’arte, esclusa la fornitura e posa della armatura metallica in barre ad aderenza migliorata fino ad un max. di 5 Kg/m e compreso altresì il getto di malta cementizia a ql.6 di cemento lungo il fusto del palo per una quantità pari al volume teorico del diametro medio reso. NB. Per quantità inferiori a m 200 - si deve applicare il compenso per l’impianto di cantiere. Per quantità uguali o superiori a m 200 a) del diam. m/m 100 fino a m/m 160 per lunghezze fino a m 20 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) del diam. oltre m/m 160 fino a m/m 220 e per lunghezze fino a m 25 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente gli scavi DPC) Armatura delle pareti dello scavo DPC) Copertura per i posti di lavoro fissi DPC) Formazione di ponteggi DPC) Puntellatura delle murature ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Passerella pedonale per getti NOL) Autopiattaforma di lavoro DPC) Protezione sommità di ferri d’armatura SGN) 1Segnaletica di sicurezza
36

€ €

189,54 197,29

€ € € € € €

214,85 218,98 223,11 226,21 231,37 236,54

€ €

82,63 113,62

Capitolo 2 - Opere compiute

14) Sovrapprezzo al palo “ Radice” per attraversamento in trivellazione di murature, trovanti rocciosi, calcestruzzi, scogliere e simili; al disotto della base di fondazione.. . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m 15) Malta cementizia dosata a ql 6.00 di cemento (tipo 425/mc) di sabbia vagliata, data in opera per le maggiori espansioni lungo il fusto dei pali “Radice” e per la formazione attraverso il tubo di armatura dei pali, di bulbi di ancoraggio e/o per agglomeramento del terreno. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc

38,73

361,52

16) Diaframmi continui in calcestruzzo armato a pannelli accostati ad andamento planimetrico lineare, od elementi isolati di fondazione, eseguiti in terreni sciolti non eccessivamente permeabili, gettati in opera in presenza di fanghi bentonitici, escluso il trasporto alle discariche autorizzate dei materiali di risulta e dei fanghi residui, compresa formazione dei cordoli di guida di dimensione normale (singola sez. m 0,25x0,80), la fornitura ed il getto di calcestruzzo con resistenza caratteristica cubica a gg 28 di maturazione Rck > = 250 Kg/cmq fino a 1,10 volte il volume teorico dello scavo, esclusi: la fornitura e posa in opera dell’armatura di acciaio, la formazione di accessi e piani di lavoro, la rettifica (scapitozzatura) della testa dei diaframmi, la regolarizzazione delle pareti a vista, l’uso di scalpello o benna - scalpello, per profondità fino a m 20 e per quantitativi superiori a mq 1000: a) spessore m/m 500 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq € 103,29 b) spessore m/m 600 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq € 117,24 c) spessore m/m 800. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq € 142,03 d) spessore m/m 1000 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq € 167,85 e) scavo a vuoto spessore m/m 500. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq € 38,73 f) scavo a vuoto spessore m/m 600 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq € 42,87 g) scavo a vuoto spessore m/m 800. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq € 48,55 h) scavo a vuoto spessore m/m 1000. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq € 55,78 i) sovrapprezzo per profondità m 20 a 30, su voci da a) a d) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .+ 8% l) sovrapprezzo per formazione di giunto tra i pannelli a mezzo di cassero profilato o similare, su voci da a) a d). . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . + 5% m) sovrapprezzo per uso di scalpello o benna-scalpello per attraversamento di strati di terreno consistente, trovanti, murature . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . a ora € 144,61 n) formazione di elementi di diaframma continuo od elementi isolati di fondazione a forma planimetrica composita aumento sui prezzi da a) ad h). . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . + 15% o) per quantitativi tra mq 500 e 1000 aumento su prezzi da a) ad h) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .+ 10% Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente gli scavi DPC) Armatura delle pareti dello scavo DPC) Copertura per i posti di lavoro fissi DPC) Formazione di ponteggi DPC) Puntellatura delle murature ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Passerella pedonale per getti NOL) Autopiattaforma di lavoro DPC) Protezione sommità di ferri d’armatura SGN) Segnaletica di sicurezza 17) Maggiorazione alle voci riguardanti il calcestruzzo, per quantità inferiori a mc 6.00 . . . . . . . . . . . . . . . al mc 18) Maggiorazione alle voci riguardanti il calcestruzzo, per lavorazione eseguita a faccia a vista . . . . . . . . al mc + 10% + 10%

C.4 FERRO PER CEMENTI ARMATI E OPERE DA FABBRO Disposizioni generali relative ai prezzi unitari: per norma generale resta stabilito che nei prezzi unitari dello elenco si intende sempre compresa e compensata ogni lavorazione e magistero, nonché spese generali (15%), utile dell’impresa (10%), con esclusione degli oneri della sicurezza, individuati in maniera indicativa, per lavorazioni standard, nei singoli articoli di elenco. 1) Fornitura e posa in opera di pannelli di rete elettrosaldata compresi sfridi ed ogni altro onere diametri vari compreso setto Uno-Due . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al kg Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DPC) Copertura per i posti di lavoro fissi ATT) Formazione di ponteggio
37

1,03

Prezzario delle opere edili

DPC) DLM) NOL) DPC) SGN)

Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto Delimitazione dell’area Autopiattaforma di lavoro Protezione sommità di ferri d’armatura Segnaletica di sicurezza €

2) Acciai per cementi armati in opera, compresa la lavorazione, lo sfrido e la legatura: acciaio tondo in barre ad aderenza migliorata Fe B 44 K . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al kg Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente gli scavi DPC) Armatura delle pareti dello scavo DPC) Copertura per i posti di lavoro fissi ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Scala a castello in tubo metallico DPC) Protezione sommità di ferri d’armatura SGN) Segnaletica di sicurezza 3) Ferro fucinato e lavorato per chiavarde, braghe, bulloni, staffe, tiranti, piastre, mensole e quant’altro di simile, con eventuali mani di antiruggine, in opera con ogni onere: . . . . . . . . . . . al kg Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente gli scavi DPC) Armatura delle pareti dello scavo DPC) Copertura per i posti di lavoro fissi ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Reti di sicurezza DPC) Andatoie o passerelle da disporre sulle strutture per camminare DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto NOL) Autopiattaforma di lavoro DPC) Protezione sommità di ferri d’armatura SGN) Segnaletica di sicurezza 4) Carpenteria metallica pesante in acciaio Fe 360 ottenuta con profilati di serie normale o composti per saldatura continua, in opera completi di piastre, tirafondi, fazzoletti, apparecchi di appoggio; data in opera con una mano di antiruggine.. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al kg Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente lo scavo DPC) Armatura delle pareti dello scavo DPC) Copertura per i posti di lavoro fissi ATT) Formazione di ponteggi DPC) Puntellatura dei profilati ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Reti di sicurezza DPC) Andatoie o passerelle da disporre sui travi per camminare DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto NOL) Autopiattaforma di lavoro DPC) Protezione sommità di ferri d’armatura ATT) Linea di ancoraggio cintura di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 5) Carpenteria metallica leggera composta con profilati a freddo, lamiere, realizzata secondo semplici disegni, con piastre, fazzoletti, bulloneria; data montata in opera con una mano di antiruggine. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al kg a) griglie elettrosaldate . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al kg

1,08

5,16

3,36

€ €

4,65 6,20

38

Capitolo 2 - Opere compiute

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente gli scavi DPC) Armatura delle pareti dello scavo DPC) Copertura per i posti di lavoro fissi ATT) Formazione di ponteggio DPC) Puntellatura dei profilati ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Reti di sicurezza DPC) Andatoie o passerelle da disporre sui profilati per camminare DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto NOL) Autopiattaforma di lavoro DPC) Protezione sommità di ferri d’armatura ATT) Linea di ancoraggio cintura di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 6) Maggior compenso per la zincatura a caldo della carpenteria metallica, secondo le norme vigenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al kg 7) Fornitura e posa in opera di piastre e profilati a C,L,I,T, doppio T, tipo IPE HE e similari, a sezione quadra e circolare fino 160 m/m di altezza, per rafforzamento ed irrigidimento di solai in legno, ancorati agli estremi con elementi metallici annegati in getto di calcestruzzo e collegati a quelle di legno per mezzo di cravatte, completi in opera con due mani di antiruggine, compreso ogni onere e modalità di esecuzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al kg Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Copertura per i posti di lavoro fissi ATT) Formazione di ponteggio DPC) Puntellatura dei profilati ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Reti di sicurezza DPC) Andatoie o passerelle da disporre sulle travi per camminare DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto NOL) Autopiattaforma di lavoro DPC) Protezione sommità di ferri d’armatura SGN) Segnaletica di sicurezza 8) Fornitura e posa in opera di tubi in acciaio di grosso spessore per armature di micropali, comprese le filettature necessarie per le giunzioni, la formazione degli eventuali opportuni fori valvolati (valvole escluse nel prezzo) per assicurare la esecuzione delle iniezioni a sezioni e pressioni controllate. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al kg Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente gli scavi DPC) Armatura delle pareti dello scavo DPC) Copertura per i posti di lavoro fissi ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro NOL) Autopiattaforma di lavoro DPC) Protezione sommità di ferri d’armatura SGN) Segnaletica di sicurezza 9) Maggior compenso per la verniciatura a due mani di antiruggine sia per la carpenteria metallica pesante che per quella leggera, secondo le norme vigenti. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al kg € €

0,67

5,16

1,81

0,46

C.5) RIEMPIMENTI - CALDANE - MASSETTI Disposizioni generali relative ai prezzi unitari: per norma generale resta stabilito che nei prezzi unitari dello elenco si intende sempre compresa e compensata ogni lavorazione e magistero, nonché spese generali (15%), utile dell’impresa (10%), con esclusione degli oneri della sicurezza, individuati in maniera indicativa, per lavorazioni standard, nei singoli articoli di elenco.

39

Prezzario delle opere edili

1) Taglio del pavimento in calcestruzzo con sega diamantata, compresa la sigillatura del giunto con profilo in plastica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m/cm Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Tavolato di legno per delimitare le aperture verso il vuoto ( pozzetti ecc.) DPC) Protezione sommità di ferri d’armatura SGN) Segnaletica di sicurezza 2) Fornitura in opera di sabbia e cemento per massetti non armati come base per piastrelle, parquet, pavimenti vinilici generalmente all’interno di abitazioni e/o uffici, non soggetti a severe condizioni ambientali; consistenza umida; cemento tipo Porland composito II/A-M oppure II/A-L 32.5R; dosaggio di cemento in volume 200 Kg/mc a) caldana per rialzi, pendenze, sottofondi, e lavori analoghi dello spessore medio 4 cm fratazzata in opera. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) massetto per pavimenti, tirato a staggia, compensata a parte la formazione dei giunti a grandi riquadri; spessore sino a 10 cm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) caldana, lisciata in superficie, per posa piastrelle, parchetti o similari; spessore sino a 3 cm. . . . . . al mq per ogni centimetro in più, con riferimento alle voci b) e c) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Tavolato di legno per delimitare le aperture verso il vuoto (pozzetti ecc.) DPC) Protezione sommità di ferri d’armatura SGN) Segnaletica di sicurezza 3) Riempimento per formazione di sottofondi di pavimento con ghiaione grosso di fiume o torrente, privo di sabbia o di altro materiale, compresi il costipamento e la sistemazione del piano: a) per grandi superfici con stesura meccanica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc b) per piccole superfici con stesura manuale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente lo scavo DPC) Armatura delle pareti dello scavo MDO) Personale adibito alla sorveglianza DPC) Protezione sommità di ferri d’armatura SGN) Segnaletica di sicurezza 4) Riempimento di vani contro fondazioni o muri perimetrali per formazione di drenaggi con ghiaia grossa e ciottolame, compresi la sistemazione dei materiali ed ogni altro onere e modalità di esecuzione per dare il lavoro finito . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente lo scavo MDO) Personale adibito alla sorveglianza DPC) Protezione sommità di ferri d’armatura SGN) Segnaletica di sicurezza 5) Fornitura in opera di calcestruzzo alleggerito, con aggregati leggeri polistirolici di diametro massimo 8 mm esclusi gli oneri degli eventuali casseri, per strati isolanti e coibenti non strutturali e non armati a prevalente sviluppo orizzontale (caldane ecc.), situati in ambiente secco o umido, generalmente all’interno di abitazioni e/o uffici, non soggette a severe condizioni ambientali; densità dell’impasto: 500 Kg/mc; a) fino a 5 cm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b)per ogni centimetro in più . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto SGN) Segnaletica di sicurezza

1,55

€ € € €

13,94 18,08 3,94 1,03

€ €

28,41 43,90

30,99

€ €

7,75 1,03

40

Capitolo 2 - Opere compiute

6) Regolarizzazione delle superfici con materiale autolivellante adeguato; spess. max 2 o 3 m/m . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto SGN) Segnaletica di sicurezza 7) Formazione di pavimento ventilato con elementi modulari in polipropilene riciclato tipo “IGLU”, ”Granchio” costituiti da calotta sferica che si conclude su quattro supporti; da posarsi a secco su sottofondo piano, costituente cassero a perdere atto a sostenere materiali e persone in fase di getto di completamento, per formare intercapedine di almeno 13 cm col piano su cui viene posato, finalizzato all’areazione completa del pavimento. Si comprende il getto del massetto in calcestruzzo, spessore cm 5, tirato a staggia, dosato a Kg 250/mc di impasto. Si esclude la rete elettrosaldata e l’eventuale sottofondo di appoggio. a) Pavimento aerato H= 27 cm e soletta superiore di 5 cm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) Pavimento aerato H= 40 cm e soletta superiore di 5 cm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) Pavimento aerato H= 45 cm e soletta superiore di 5 cm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a : DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DPC) Protezione sommità di ferri d’armatura SGN) Segnaletica di sicurezza C.6) ISOLANTI - IMPERMEABILIZZANTI

7,75

€ € €

36,15 41,32 46,48

Disposizioni generali relative ai prezzi unitari: per norma generale resta stabilito che nei prezzi unitari dello elenco si intende sempre compresa e compensata ogni lavorazione e magistero, nonché spese generali (15%), utile dell’impresa (10%), con esclusione degli oneri della sicurezza, individuati in maniera indicativa, per lavorazioni standard, nei singoli articoli di elenco. 1) Cartonfeltro bitumato e cilindrato in opera per isolamento di pavimenti, del peso di gr 500 al mq: per ogni strato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DPC) Protezione sommità di ferri d’armatura ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 2) Fornitura e posa in opera di telo in tessuto non tessuto spess. m/m 2 e peso gr 200, per la distribuzione dei carichi sulle superfici. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DPC) Protezione sommità di ferri d’armatura ATT) Argano manuale per sollevamento carichi MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 3) Formazione di strato coibente con pannelli di polistirolo espanso in opera completo di ogni onere, escluse le eventuali armature di sostegno: a) tipo medio per applicazioni a pavimento (densità kg/mc 20) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq/cm b) tipo pesante per applicazioni a pavimento (densità kg/mc 30) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq/cm c) tipo medio per applicazioni a parete (densità kg/mc 20) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq/cm d) tipo pesante per applicazioni a parete (densità kg/mc 30) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq/cm €

3,36

3,87

€ € € €

1,81 1,96 2,07 2,32

41

Prezzario delle opere edili

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile prefabbricato DPC) Protezione sommità di ferri d’armatura ATT) Argano manuale per sollevamento carichi MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 4) Formazione di strato coibente con pannelli in truciolare di legno legato con cemento magnesiaco, tipo CELRULT, in opera completo di ogni onere escluse eventuali armature di sostegno. a) per applicazione a pavimento, dello spessore di cm 2 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) per applicazione verticale a parete, compresa la legatura dei pannelli, spessore di cm 2 . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile prefabbricato DPC) Protezione sommità di ferri d’armatura ATT) Argano manuale per sollevamento carichi MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 5) Formazione di strati coibenti con lana di vetro a fibra lunga, in opera completi di ogni onere, escluse eventuali armature di sostegno. Per le pavimentazioni si intende l’isolamento risvoltato sulle pareti per l’intero spessore del pavimento sovrastante: a) pannello resinato rigido per pareti o pavimenti, spessore cm 1.5 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) materassini in rotoli per isolamento sottotetti non praticabili, cm 6 di spessore . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile prefabbricato ATT) Argano manuale per sollevamento carichi MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 6) Formazione di strato coibente con pannelli di poliuretano espanso, in opera completo di ogni onere escluse le eventuali armature di sostegno: a) per applicazioni a pavimento, densità kg/mc 35, spess. cm 3 con cartonfeltro . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) per applicazioni a parete, compresa la copertura dei giunti dei pannelli (densità kg/mc 30, spess. cm 3 con carta Kraft) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile prefabbricato DPC) Protezione sommità di ferri d’armatura ATT) Argano manuale per sollevamento carichi MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 7) Aggregato leggero per sottofondi, rialzi, livellamenti e lavori analoghi, composto da un impasto di polistirolo sfuso e cemento, pompato in opera con idoneo mezzo meccanico e livellato secondo spessori e quote di progetto. (min. spess. cm 5) tipo ISO 500 min. mc 6. . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto

€ €

10,07 10,85

€ €

6,46 4,39

€ €

7,23 7,75

126,53

42

Capitolo 2 - Opere compiute

DPC) Protezione sommità di ferri d’armatura ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 8) Posa in opera di rotoli di insonorizzazione da mm 4 in sfilacciature di gomma ossidata e impregnate con lattice speciale, tipo isolgomma per pavimenti, in opera con particolare cura per le sovrapposizioni fra telo e telo, lungo le pareti dovrà risbordare per un’altezza pari a quella dello spessore delle pavimentazioni.. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto OPV) Installazione di estintore portatile ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 9) Fornitura e posa in opera di rotoli insonorizzanti dello spessore di m/m 5 del tipo “Isolmant” per pavimenti, in opera con particolare cura per le sovrapposizioni fra telo e telo, lungo le pareti dovrà risbordare per una altezza pari a quella dello spessore delle pavimentazioni . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto OPV) Installazione di estintore portatile ATT) Argano manuale per sollevamento carichi MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 10) Fornitura e posa in opera di sistema elettrosmotico combinato specifico per umidità capillare tipo “ RAEM “ laterizio composto da una miscela di argille che impedisce la cristallizzazione,coadiuvato da una lega di componenti tra cui il rame. Può essere inserito in qualsiasi tipo di muratura esistente per 2/3 del suo spessore ad intervalli di circa 30/35 cm e ad una altezza dal piano di calpestio di 10/15 cm a) per murature dello spessore sino a 45-50 cm: una fila orizzontale b) per murature di spessore superiore:doppia fila intervallata . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area SGM) Segnaletica di sicurezza 11) Fornitura e posa in opera di intonaco Macroporoso traspirante per il Risanamento delle murature soggette ad Umidità di risalita capillare mediante: spazzolatura della superficie messa a nudo (trattamento a secco) ed eventuale idrolavaggio al fine di neutralizzare la presenza di concentrazioni di sali solfati e nitrati cristallizzati in superficie; fornitura e posa in opera di intonaco macroporoso mediante applicazione del 1°strato dello spessore di cm 1, avendo cura di non fratazzare per lasciare la superficie il più possibile ruvida e creare lo strato macroporoso; applicazione del 2° strato per creare lo strato macroporoso; finitura a civile da effettuarsi “fresco su fresco” (rasata di malta fine a calce o rasante compatibile non addizionati. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area SGM) Segnaletica di sicurezza 12) Fornitura e posa in opera di barriera chimica idrofobizzante per il risanamento delle murature soggette ad umidità di risalita capillare, mediante l’impiego del formulato specifico a base di silani bicomponenti in acqua mineralizzata, da eseguirsi inserendo appositi diffusori in tubopress di cellulosa pressata, in una serie di fori quasi passanti (diam. mm 22, aventi un interasse di cm 15; predisposti ad una altezza di cm 15 dalla quota del pavimento. La trasfusione nei diffusori, per gravità, verrà assicurata da pockets o sacche contenitrici precedentemente fissate e collegate ad essi, dotate di regolatore di flusso e contenenti formulati prescritti nelle quantità occorrenti; a) per spessori fino a cm 30. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq

5,68

5,94

38,73

72,30

129,11

43

Prezzario delle opere edili

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area SGM) Segnaletica di sicurezza 13) Fornitura e posa in opera di pannelli in polistirene estruso tipo “STYRODUR” a cellule chiuse densità 35 kg/mc a formazione di strato coibente, superfici verticali, inclinate e a pavimento; spessore 2 cm, posti in opera a giunti sfalsati e con particolare cura per le sovrapposizioni sugli spigoli. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq a) per ogni cm in più . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a : DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile prefabbricato ATT) Formazione di ponteggio ATT) Argano manuale per sollevamento carichi MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 14) Fornitura e posa in opera di lastre termoisolanti in polistirene espanso sinterizzato stampato a cellule chiuse; densità 35 Kg/mc per formazione di strato coibente su superfici orizzontali, verticali ed inclinate, spess. cm 3 con giunti a battente, delle dim. 120x60 m/m, posto in opera con particolare cura per le sovrapposizioni degli spigoli . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq a) per ogni cm in più . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile prefabbricato ATT) Formazione di ponteggio ATT) Argano manuale per sollevamento carichi MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 15) Coibentazione sotto impermeabilizzazione su solai piani di copertura con uno strato di pannelli in poliuretano, rivestiti su entrambi i lati con velo vetro politenato del peso di 70 gr/mq, con densità di kg 35/mc posati sulla barriera vapore (questa contabilizzata a parte). Posa a secco a) spess. cm 2 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) spess. cm 3 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) spess. cm 4 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq d) spess. cm 5 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq e) spess. cm 6 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a : DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Formazione di ponteggio ATT) Argano manuale per sollevamento carichi MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 16) Coibentazione sotto impermeabilizzazione su solai piani di copertura con uno strato di pannelli in poliuretano, rivestiti su entrambi i lati con velo vetro politenato, con densità di kg 35/mc posati sulla barriera vapore (questa contabilizzata a parte). Posa mediante incollaggio con mastice bituminoso al solvente, direttamente su solaio o su barriera vapore, precedentemente posata in completa aderenza al solaio stesso. a) spess. cm 2 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) spess. cm 3 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) spess. cm 4 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq

€ €

6,46 2,07

€ €

8,78 1,81

€ € € € €

9,30 11,10 13,43 16,27 18,59

€ € €

12,91 15,49 17,56

44

Capitolo 2 - Opere compiute

d) spess. cm 5 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq e) spess. cm 6 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Formazione di ponteggio ATT) Argano manuale per sollevamento carichi MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 17) Formazione di barriera al vapore su solai piani costituita da una membrana di bitume polimero plastometrica armata con feltro di vetro rinforzato da m/m 3 di spessore e del peso di kg 3/mq, attaccata a fiamma sui sormonti e al perimetro. a) per piccole dimensioni (fino a 50 mq) o ballatoi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) per grandi dimensioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) maggior onere per posa in completa aderenza al solaio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq d) maggior onere per posa su solai inclinati con pendenze normali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Formazione di ponteggio ATT) Argano manuale per sollevamento carichi MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi OPV) Installazione di estintore portatile ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 18) Fornitura e posa in opera di telo in polietilene, con giunti sormontati a secco, del peso di kg 0.2/mq . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Formazione di ponteggio ATT) Argano manuale per sollevamento carichi MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi OPV) Installazione di estintore portatile ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 19) Impermeabilizzazione controterra, costituita da doppia mano di asfalto a freddo ad acqua, in ragione di kg 0.8/mq, applicato a pennello, spazzolone. Si esclude la preparazione di guscie alpiede delle pareti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Armatura delle pareti dello scavo ATT) Formazione di ponteggio ATT) Argano manuale per sollevamento carichi MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 20) Impermeabilizzazione controterra, costituita da una membrana monostrato in bitume polimero elastoplastometrica, armata con un tessuto non tessuto in poliestere da filo continuo, attaccata a fiamma in completa aderenza alle pareti, rivestente anche l’estradosso di platea e di fondazione Si esclude la preparazione di guscie al piede delle pareti. a) membrana da m/m 3 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) membrana da m/m 4 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq

€ €

20,14 22,72

€ €

10,07 9,04 + 10% + 10%

2,32

8,01

€ €

11,36 11,88

45

Prezzario delle opere edili

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Armatura delle pareti dello scavo ATT) Formazione di ponteggio ATT) Argano manuale per sollevamento carichi MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi OPV) Installazione di estintore ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 21) Impermeabilizzazione di solai piani pavimentati o zavorrati realizzata mediante applicazione di una membrana monostrato in bitume polimero elastoplastometrica, armata con un tessuto non tessuto in poliestere da filo continuo, attaccata a fiamma sui sormonti e al perimetro - Per piccole dimensioni (fino a 50mq) o ballatoi a) spess. m/m 3. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) spess. m/m 4. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a : DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Formazione di ponteggio ATT) Argano manuale per sollevamento carichi MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi OPV) Installazione di estintore ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza 22) Impermeabilizzazione doppia di solai piani pavimentati o zavorrati costituita da una membrana in bitume polimero elastoplastometrica armata con un tessuto non tessuto in poliestere da filo continuo, attaccata a fiamma sui sormonti e al perimetro e da una membrana dello stesso tipo attaccata a fiamma in completa aderenza alla precedente - per piccole dimensioni (fino a 50 mq) o ballatoi a) spess. m/m 3+4 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq - per grandi dimensioni b) spess. m/m 3+4 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Formazione di ponteggio ATT) Argano manuale per sollevamento carichi MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi OPV) Installazione di estintore ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza 23) Impermeabilizzazione doppia di solai non pavimentati o zavorrati, costituita da una membrana in bitume polimero elastoplastometrica armata con un tessuto non tessuto in poliestere da filo continuo, dello spess. di m/m 3, attaccata a fiamma al solaio e da una membrana dello stesso tipo, del peso di kg 4.5/mq autoprotetta superficialmente da scaglie di ardesia colore naturale, attaccata a fiamma in completa aderenza alla precedente. - per piccole dimensioni(fino a 50 mq) o ballatoi a) spess. m/m 3 + kg 4.5 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq - per grandi dimensioni b) spess. m/m 3 + kg 4.5 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il verso il vuoto ATT) Formazione di ponteggio ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi OPV) Installazione di estintore ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza

€ €

13,43 13,94

€ €

23,24 20,66

€ €

24,53 21,17

46

Capitolo 2 - Opere compiute

24) Impermeabilizzazione della copertura piana realizzata con: barriera al vapore in guaina bituminosa armata con feltro in fibra di vetro e dello spess. di m/m 3 ; coibente (contabilizzato a parte); guaina prefabbricata bituminosa armata con fibre poliestere dello spessore di m/m 4; aeratori 1 ogni 50 mq In opera a perfetta regola d’arte, con l’onere dei risvolti fino ad una altezza di 20 cm. . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Formazione di ponteggio ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi OPV) Installazione di estintore ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza 25) Impermeabilizzazione doppia di solai carrabili o adibiti a parcheggio formata con membrane composite armate costituite da: a) strato superiore in bitume polimero elastoplastometrico con flessibilità di - 15°C b) non tessuto da filo continuo Spunbond poliestere impregnato con bitume elastomerico c) strato inferiore in bitume polimero elastomerico con flessibilità di 25°C dello spessore di m/m 4 cadauna, attaccata in completa aderenza tra loro ed al solaio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Formazione di ponteggio ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi OPV) Installazione di estintore ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 26) Impermeabilizzazione sottotegola o sottocoppo di solai inclinati in cls o tavolato aventi poca pendenza, con una membrana in bitume polimero plastometrica armata con un tessuto non tessuto in poliestere da filo continuo, autoprotetta da scaglie di ardesia minerale, colore naturale, attaccata a fiamma in completa aderenza al solaio e risvoltata sul perimetro o nelle grondaie. a) da kg 3.5. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) da kg 4.5 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Formazione di ponteggio NOL) Nolo di autopiattaforma ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi OPV) Installazione di estintore ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza 27) Fornitura e posa in opera di bocchettoni di scarico in E.P.D.M. raccordati al manto impermeabile diametro 100 m/m. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Formazione di ponteggio NOL) Nolo di autopiattaforma ATT) Trabatello mobile OPV) Installazione di estintore ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza 28) Fornitura e posa in opera di parafoglie per bocchettoni di scarico in E.P.D.M. avente diametro da 100 m/m a) in plastica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad b) zincato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad c) in rame . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad

20,14

25,82

€ €

10,33 11,10

18,08

€ € €

6,20 10,33 14,46
47

Prezzario delle opere edili

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Formazione di ponteggio NOL) Nolo di autopiattaforma ATT) Trabatello mobile ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza 29) Fornitura e posa in opera di esalatori in plastica per manti impermeabili bituminosi, in ragione di uno ogni 55/60 mq, compreso raccordo al manto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Formazione di ponteggio NOL) Nolo di autopiattaforma ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza 30) Fornitura e posa in opera di profilo in p.v.c. tipo IMPERTEC per giunti di dilatazione su coperture impermeabili di solai piani in cls, costituito da un unico corpo dotato di due ali rigate e di un bulbo centrale con triplice o duplice sicurezza, incollato mediante sfiammatura tra due strati di membrana bituminosa dei quali, il primo, in completa aderenza sul solaio, lateralmente al giunto. a) GDO 35/350 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) GDL 30/350 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Formazione di ponteggio NOL) Nolo di autopiattaforma OPV) Installazione di estintore ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza 31) Zavorra per coperture piane i ghiaietto rotondo di fiume pezzatura da 1.5 a 3 cm steso per strati da 8 cm. con l’onere di uno strato protettivo in tessuto non tessuto eseguito su tetti dell’altezza massima di m 7 dal piano di campagna. Per superfici inferiori a mq 100. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Formazione di ponteggio NOL) Nolo di autopiattaforma ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza 32) Fornitura e posa in opera di piastre in ghiaino lavato armate delle dimensioni di cm 40x40 o 50x50 poste su supporti in p.v.c. in modo da creare una ventilazione . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Formazione di ponteggio NOL) Nolo di autopiattaforma ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza C.7) MURATURE - CARTONGESSI - TRAMEZZE - VETROCEMENTO Disposizioni generali relative ai prezzi unitari: per norma generale resta stabilito che nei prezzi unitari dello elenco si intende sempre compresa e compensata ogni lavorazione e magistero, nonché spese generali (15%), utile dell’impresa (10%), con esclusione degli oneri della sicurezza, individuati in maniera indicativa, per lavorazioni standard, nei singoli articoli di elenco. 1) Muratura portante in elementi laterizi alleggeriti tipo “POROTON “, dello spessore superiore a cm 20; legati con malta bastarda; in opera compresi gli oneri per la formazione di mazzette, sguinci, sagomature in linea retta architravi e velette, con impiego di elementi laterizi alleggeriti, aventi le stesse caratteristiche isolanti dei blocchi principali. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc € €

38,73

€ €

43,90 38,22

12,39

25,31

196,25

48

Capitolo 2 - Opere compiute

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Formazione di ponteggio ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi SGN) Segnaletica di sicurezza 2) Muratura a due teste eseguita con blocchi modulari di laterizio forati in opera per spessori di due teste o superiori, compreso ogni onere e modalità esecutiva; legati con malta bastarda.. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DPC) Copertura posti di lavoro fissi ATT) Formazione di ponteggio ATT) Ponte su cavalletti per opere interne ATT) Elevatore manuale NOL) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi SGN) Segnaletica di sicurezza 3) Muratura a una testa (spess. cm 12) eseguita con elementi laterizi delle dimensioni di cm 12x12x25 legati con malta bastarda, compreso ogni onere e modalità esecutiva . . . . . . . . . . al mq a) a due teste dim. cm 12x12x25 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DPC) Copertura posti di lavoro fissi ATT) Formazione di ponteggio ATT) Ponte su cavalletti per opere interne ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi SGN) Segnaletica di sicurezza 4) Muratura facciavista con lecablocchi, o similari idrorepellenti grigi standard, legati con malta bastarda additivata con idrofughi e coloranti all’ossido di ferro nella quantità prescritta dal fabbricante, fughe rasate e stilate. I blocchi saranno selezionati in modo da presentare le facce e gli spigoli regolari, e saranno posti in opera con pezzi speciali, agganci alle strutture, architravi e mazzette, escluso eventuale ferro di armatura a) per spessori da 25 cm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) per spessori da 20 cm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) per spessori da 12 cm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq d) per spessore da 8 cm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DPC) Copertura posti di lavoro fissi ATT) Formazione di ponteggio ATT) Ponte su cavalletti per opere interne ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi SGN) Segnaletica di sicurezza 5) Muratura in blocchi di conglomerato cementizio unigranulare vibrocompresso, forato a due o tre fori, tipo prefabbricato eseguito a macchina e confezionato con impasto di cemento classe 325 convenientemente stagionato, legati fra loro con malta bastarda. Altezza netta dal piano di appoggio m 3.00. Nel prezzo è compreso ogni onere per la perfetta esecuzione di spallette. a) dello spessore di 12 cm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) dello spessore di 20 cm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc c) dello spessore di 25 cm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc € €

180,76

30,99 237,57

€ € € €

69,72 61,97 56,81 51,65

€ € €

25,82 165,27 154,94
49

Prezzario delle opere edili

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DPC) Copertura posti di lavoro fissi ATT) Formazione di ponteggio ATT) Ponte su cavalletti per opere interne ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi SGN) Segnaletica di sicurezza 6) Esecuzione di muratura in mattoni pieni comuni posti di testa, con malta bastarda, compresa l’esecuzione di spallette, ed ogni onere per dare il lavoro finito al grezzo: a) Per spessori di 12 cm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) Per spessori a 2 o più teste . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DPC) Copertura posti di lavoro fissi ATT) Formazione di ponteggio ATT) Ponte su cavalletti per opere interne ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi SGN) Segnaletica di sicurezza 7) Muratura in mattoni pieni comuni e malta bastarda per chiusura di fori in genere, per formazione di spallette sulle nuove aperture e per modifica fori e parziali rifacimenti.. . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DPC) Copertura posti di lavoro fissi ATT) Formazione di ponteggio ATT) Ponte su cavalletti per opere interne ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi SGN) Segnaletica di sicurezza 8) Fornitura e posa in opera di rivestimento isolante di pareti interne realizzato con Lastre in cartongesso standard a norma UNI 18180, dello spessore di mm 10 preaccoppiate con pannelli in polistirene espansa sinterizzato (polistirolo) dello spessore di mm 30 densità 15 kg/mc a norma UNI, applicato, alla parete esistente mediante gesso adesivo a tamponi e/o eventuali fissaggi meccanici. Compresa la stuccatura dei giunti e degli angoli in modo da ottenere una superficie finita pronta per la pittura. Le modalità per la messa in opera saranno conformi alle prescrizioni del produttore. Prezzo a mq per altezze fino a m 3. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile ATT) Ponte su cavalletti per opere interne ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi 9) Fornitura e posa in opera di rivestimento isolante di pareti interne realizzato con lastre in cartongesso standard a norma UNI 18180, dello spessore di mm 12.5 preaccoppiate con pannelli in lana di vetro dello spessore di mm 40 densità 115 kg/mc fissate alla parete esistente mediante gesso adesivo applicato a tamponi e/o eventuali fissaggi meccanici; compresa la stuccatura dei giunti e degli angoli in modo da ottenere una superficie finita pronta per la pittura. Le modalità per la messa in opera saranno conformi alle prescrizioni del produttore. Prezzo al mq per altezze fino a mt 3 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq €

€ €

46,48 335,70

480,30

26,34

29,95

50

Capitolo 2 - Opere compiute

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile ATT) Ponte su cavalletti per opere interne ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi 10) Fornitura e posa in opera di contropareti interne ad orditura metallica e rivestimento in lastre in cartongesso a norma UNI 18180, dello spessore totale di mm 90 circa. L’orditura metallica con profili in acciaio zincato spessore 0.6 mm a norma U.N.I. delle dimensioni di: guide a “U” mm 75x40; profili a “C” mm 74x50 posti ad interasse non superiore a cm 60. All’interno dell’orditura verrà inserito un materassino di lana minerale dello spessore di mm 50 con densità di kg/mc 50. Il rivestimento dell’orditura sarà realizzato con uno strato di lastre in cartongesso con barriera vapore dello spessore di mm 12.5 avvitate all’orditura metallica con viti autoperforanti fosfatate. La fornitura in opera sarà comprensiva della stuccatura dei giunti, degli angoli e delle teste delle viti in modo da ottenere una superficie finita pronta per la pittura. Le modalità per la messa in opera saranno conformi alle prescrizioni del produttore. . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile ATT) Ponte su cavalletti per opere interne ATT) Elevatore manuale MDO Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi 11) Fornitura e posa in opera di tramezzo REI 60 dello spessore di mm 105 costituito da lastre in gesso rivestito del tipo antincendio dello spessore di mm 15, una per paramento del divisorio, struttura metallica in lamiera d’acciaio zincato costituito da profili guida orizzontali a U e profili montanti a C verticali delle dimensioni di mm 75 e mm 0.6 di spessore; comunque come da certificato di resistenza al fuoco compatibile. Le guide saranno fissate a pavimento e a soffitto mediante tasselli metallici ed i montanti ad interasse di cm 60. Sono compresi stucchi e nastri di rinforzo per il trattamento dei giunti piani ad angolo, il tutto pronto per la tinteggiatura finale. Per pareti fino altezza mt 3 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile ATT) Ponte su cavalletti per opere interne ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi 12) Fornitura e posa in opera di tramezzo REI 120 dello spessore di mm 105 costituito da lastre in gesso rivestito del tipo antincendio dello spessore di m 15, una per paramento del divisorio, pannelli di lana di roccia dello spessore di mm 40 densità 50Kg/mc posti all’interno, struttura metallica in lamiera di acciaio zincato costituito da profili guida orizzontali a U e profili montanti a C verticali delle dimensioni di mm 75 e mm 0.6 di spessore; comunque come da certificato di resistenza al fuoco compatibile. Le guide saranno fissate a pavimento e a soffitto mediante tasselli metallici ed i montanti ad interasse di cm 60. Sono compresi stucchi e nastri di rinforzo per il trattamento dei giunti piani ad angolo, il tutto pronto per la tinteggiatura finale. Per pareti fino altezza mt 3 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq

35,64

36,67

44,42

51

Prezzario delle opere edili

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile ATT) Ponte su cavalletti per opere interne ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi 13) Fornitura e posa in opera di tramezzo dello spessore totale di mm 100 costituito da lastre in gesso rivestito del tipo idrorepellente dello spessore di mm 12.5 l’una, per paramento del divisorio, struttura metallica in lamiera d’acciaio zincato costituiti da profili guida orizzontali a U e profili montanti a C verticali delle dimensioni di mm 75 e mm 0.6 di spessore. Le guide saranno fissate a pavimento e soffitto mediante tasselli metallici ed i montanti ad interasse di cm 60. Per pareti fino altezza m 3 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile ATT) Ponte su cavalletti per opere interne ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi 14) ramezzi o tavolati dello spessore di cm 8 eseguiti con blocchi laterizi forati in opera legati con malta bastarda . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile ATT) Ponte su cavalletti per opere interne ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi 15) Tavolati per carterature dello spessore di cm 4 eseguiti con mattoni forati legati con malta bastarda in opera con ancoraggi, legature e con ogni altro onere.. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile ATT) Ponte su cavalletti per opere interne ATT) Formazione di ponteggio MDO) Personale coadiuvante per eventuale sollevamento dei carichi SGN) Segnaletica di sicurezza 16) Muratura facciavista eseguita con mattoni di laterizio pieni comuni per lavorazione semplice, tonalità mista, dimensioni cm 5.5x12x25, privi di inclusioni calcaree, di fessurazioni e scagliature. La muratura ad una testa va effettuata con mattoni unificati e malta bastarda, additivata con idrofugo nei corsi a contatto con il terreno; fuga di cm 1 circa; Deduzione di fori superiori a 3 mq, compresa la formazione di spalle ed architravi. . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile ATT) Ponte su cavalletti per opere interne ATT) Formazione di ponteggio SGN) Segnaletica di sicurezza 17) Maggiorazione alla voce precedente per l’impiego di mattoni “ tipo a mano”. . . . . . . . . . . . . . . . . al mq € 20,66 € €

38,22

21,69

23,24

92,96

52

Capitolo 2 - Opere compiute

18) Formazioni di superfici verticali in vetrocemento costituite da blocchi a doppia parete cm 19x19x8; colore bianco trasparente tipo comune, con nervature in malta di cemento bianco in opera compreso ogni onere per sigillature, distanziatori e quant’altro occorrente per dare il lavoro finito a regola d’arte; lavorazione con distanziatori in plastica a misura commerciale. Si esclude il ferro di armatura. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile ATT) Ponte su cavalletti per opere interne ATT) Formazione di ponteggio ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per eventuale sollevamento dei carichi SGN) Segnaletica di sicurezza 19) Formazione di muratura in pietra tradizionale sgrossata, legata con malta bastarda. Misurazione vuoto per pieno con esclusione dei fori superiori a mq 1 spess. cm 20 faccia a vista da un lato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) spess. cm 40 faccia a vista da ambo i lati. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) sovrapprezzo per formazione di spigoli. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area ATT) Ponte su cavalletti per opere interne ATT) Formazione di ponteggio ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per eventuale sollevamento dei carichi SGN) Segnaletica di sicurezza 20) Formazione di muratura di tamponamento con pannello metallico isolante ed autoportante, avente superfici micronervate, costituito da: a) supporto esterno in laminato Metcolor di acciaio, leggermente grecato per consentire l’alloggiamento del fissaggio, con rivestimento a base di zinco, spess. 6/10 di m/m, verniciato sistema Standard. b) isolante in schiuma poliuretanica dello spess. di m/m 40. c) supporto interno in laminato Metcolor di acciaio, con rivestimento a base di zinco, spess. 5/10 m/m sistema TOP 50 il tutto posto in opera con fissaggi a vista con viti zincotropicalizzate con testa in plastica. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile ATT) Ponte su cavalletti per opere interne ATT) Formazione di ponteggio ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per eventuale sollevamento dei carichi SGN)Segnaletica di sicurezza

309,87

€ € €

160,10 361,52 46,48

41,32

C.8) SOLAI E COPERTURE Disposizioni generali relative ai prezzi unitari: per norma generale resta stabilito che nei prezzi unitari dello elenco si intende sempre compresa e compensata ogni lavorazione e magistero, nonché spese generali (15%), utile dell’impresa (10%) con esclusione degli oneri della sicurezza, individuati in maniera indicativa, per lavorazioni standard, nei singoli articoli di elenco. 1) Solaio a struttura semplice in laterizio armato, con un interasse di cm 60 gettato in opera con sovrastante cappa in conglomerato cementizio da cm 5, completo in opera su strutture a giorno, luce altezza massima dal piano di calpestio m 3, escluso il ferro di armatura e compresi armo e disarmo: a) per una altezza totale di cm 21. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) per una altezza totale di cm 25 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) per una altezza totale di cm 29. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq

€ € €

46,48 54,23 64,56

53

Prezzario delle opere edili

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Copertura per i posti di lavoro fissi ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Reti di sicurezza DPC) Andatoie o passerelle da disporre sui solai per camminamenti DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DPC) Protezione sommità di ferri d’armatura ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 2) Solaio composto da lastre prefabbricate in calcestruzzo, armate con rete elettrosaldata del diam. 5 maglia 20x20, e tralicci in acciaio, allegerito con blocchi di polistirolo espanso, compresi i getti di completamento delle nervature e della soletta superiore con calcestruzzo Rck 30, in classe di esposizione 2b e Slump S4; compreso il traliccio e la rete di confezione, escluso il ferro per l’armatura da contabilizzarsi a parte a) per una altezza totale di cm 21. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) per una altezza totale di cm 24 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) per una altezza totale di cm 29. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DPC) Copertura per i posti di lavoro fissi ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Reti di sicurezza DPC) Andatoie o passerelle da disporre sui solai per camminamenti DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DPC) Protezione sommità di ferri d’armatura ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 3) Maggiorazione per il solaio dell’art. n.1 per esecuzione di struttura inclinata, fino alla pendenza massima del 30% ed una altezza di m 3.00 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq 4) Maggiorazione per il solaio dell’art. n. 2 per esecuzione di struttura inclinata, fino alla pendenza massima del 30% ed una altezza di m 3.00 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq 5) Fornitura e posa in opera di solaio prefabbricato a pannelli in latero-cemento, realizzato mediante accoppiamento di interposti in laterizio ed il successivo getto dei travetti laterali, interasse cm 55, posto su opere provvisionali ad interasse di cm 200 circa; rialzo in quota desiderata mediante pannelli preincollati in polistirolo e successivo getto in calcestruzzo Rck 300 S3 o secondo ordini impartiti dalla DD.LL., compreso il ferro d’armatura di base, escluso aggiuntivo e rete di ripartizione da contabilizzarsi a parte. H. totale cm 21. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq H. totale cm 25. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq H. totale cm 28. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq 6) Solaio di copertura in struttura di legno di abete, posato in opera con travi disgrossate poste all’interasse di m 0.60, con sovrastante tavolato in tavole di abete dello spessore nominale di m/m 25, intestate a filo piano ed a contatto, compresi ogni lavorazione e la chioderia occorrente, la protezione delle testate da murare con due mani di impregnante antitarlo e antimuffa. A) TRAVI USO TRIESTE a) per luci fino a m 4.00 sez. 13x16. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) per luci da m 4.01 a m 5.00 sez. 16x19. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) per luci da m 5.01 a m 6.50 sez. 19x21 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq B) TRAVI USO FIUME a) per luci fino a m 4.00 sez. 13x16 al. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . mq b) per luci da m 4.01 a m 5.00 sez. 16x19. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) per luci da m 5.01 a m 6.50 sez. 19x21 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq € €

€ € €

49,06 56,81 67,14

8,26

7,23

€ € €

50,10 56,81 67,14

€ € € € € €

41,32 49,06 61,97 51,65 61,97 72,30

54

Capitolo 2 - Opere compiute

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Reti di sicurezza DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DPC) Andatoie o passerelle da disporre sulla copertura per camminamenti OPV) Fornitura di estintore ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 7) Solaio in struttura di legno di abete, posto in opera con travi squadrate a quattro fili all’interasse di m 0.60, con sovrastante tavolato con tavole di abete dello spessore nominale di m/m 25, intestate a filo piano ed a contatto, compresi ogni lavorazione e la chioderia occorrente, la protezione delle testate da murare con due mani di impregnante antitarlo e antimuffa a) per luci fino a m 4.00 sez. 14x16. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) per luci da m 4.01 a m 5.00 sez. 16x18. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) per luci da m 5.01 a m 6.50 sez. 16x20. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Reti di sicurezza DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto OPV) Fornitura di estintore SGN) Segnaletica di sicurezza 8) Sovrapprezzo per il tavolato lavorate a perline battentate e piallate dello spessore di m/m 22 . . . . al mq 9) Orditura di tetto con legname di abete, di misura commerciale per puntoni, banchine, in opera esclusa la ferramenta: a) con grossa armatura squadrata . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc b) con grossa armatura tipo Trieste . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc c) capriate squadrate . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Reti di sicurezza DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi OPV) Fornitura di estintore ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 10) Struttura di copertura realizzata con travi lamellari appoggiate, per luci massimo di m 10/15 a sezione commerciale avente caratteristiche di qualità ed incollaggio secondo norme UNI. Orditura secondaria costituita da travi lamellari per luci massimo m 6/7 a spigolo arrotondato sagomate in testa a semplice disegno, poste ad interasse secondo elaborati, tavolato in perline di abete rifilate, intestate e maschiate aventi spessore di m/m 22 circa Il tutto impregnato sui quattro lati per il loro sviluppo, in opera compreso chioderia, ferramenta di ancoraggio ed ogni altro onere e magistero, escluso il cordolo perimetrale in calcestruzzo e lavorazioni particolari per abbaini, ecc. a) orditura secondaria posta in opera a due falde . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq € 82,63 b) orditura primaria posta in opera . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc € 1.187,85 c) sovrapprezzo per ogni falda in più . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . + 20% Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area ATT) Formazione di ponteggio € 7,75

€ € €

61,97 72,30 82,63

€ 877,98 € 619,75 € 1,291,14

55

Prezzario delle opere edili

ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Reti di sicurezza DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi OPV) Fornitura di estintore ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 11) Sovrapprezzo per fornitura di materiale in legno piallato: a) travi (su tre lati) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc b) tavole (su due lati) spess. m/m 25 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc c) lavorazione teste a disegno semplice . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad 12) Tavolato del sottotetto in opera con tavole di abete intestate e unite a filo piano ed a contatto, compresa la chioderia occorrente: a) con tavole di spessore di m/m 25 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) con tavole di spessore di m/m 40 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Reti di sicurezza DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto OPV) Fornitura di estintore ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 13) Esecuzione di copertura ventilata, sopra tavolato predisposto, nel seguente modo: Fornitura e posa di listelli in abete aventi sez. di cm 5x5 posti in senso longitudinale ad un interasse di cm 50 circa; fornitura e posa nello spazio tra i listelli di un pannello di polistirene estruso da cm 5, per l’isolamento termico; fornitura e posa in opera di listelli di abete aventi sezione di cm 5x5 posti nel verso contrapposto ai sottostanti a un interasse di cm 50 circa; fornitura e posa in opera nella parte superiore dei listelli di un tavolato in abete da cm. 2.5 per formare il letto di posa dei coppi. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Reti di sicurezza DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi OPV) Fornitura di estintore ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 14) Maggiorazione all’art. 13 per l’applicazione di una mano di impregnante antitarlo ed antimuffa . . . al mq 15) Maggiorazione all’art. 13 per l’esecuzione della copertura ventilata a tre o più falde . . . . . . . . . . al mq 16) Esecuzione di copertura ventilata, sopra tavolato predisposto, nel seguente modo: Fornitura e posa in opera di telo microforato in polietilene; fornitura e posa in opera di manufatto in polistirene espanso, fissato con tasselli al tavolato, sagomato a seconda del tipo di copertura (tegole, coppi ecc.) dello spessore di cm 6 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Reti di sicurezza DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto € € 5,16 7,75 € € €

61,97 67,14 10,33

€ €

21,69 30,99

43,90

23,24

56

Capitolo 2 - Opere compiute

ATT) MDO OPV) ATT) SGN)

Elevatore manuale Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi Fornitura di estintore Linea di ancoraggio cinture di sicurezza Segnaletica di sicurezza € 7,75

17) Maggiorazione all’art. 15 per la esecuzione della copertura ventilata a tre o più falde. . . . . . . . . al mq 18) Tetto nuovo completo a due falde, costituite da paretine leggere in laterizio da cm 8 per una altezza massima di m 2 con sovrastante tavellatura da cm 6, interasse 70/90, rasatura e sigillatura della stessa, e getto di cappa da cm 4; si esclude la rete elettrosaldata . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi OPV) Fornitura di estintore ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 19) Maggiorazione all’art. 18 per la esecuzione del tetto a tre o più falde: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq 20) Manto di copertura a due falde, compreso colmi, esclusi bordi e pezzi speciali, posto in opera con malta cementizia su sottostante tavellonato o tavolato o solaio in laterizio, da compensarsi a parte, con la sigillatura della prima fila di tegole presso la gronda, dell’ultima fila presso il colmo ed una fila ogni tre di quelle intermedie: a) con tegole curve . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) con tegole portoghesi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) con tegole tipo Wierer di cemento grigie . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: NOL) Nolo di autopiattaforma ATT) Formazione di ponteggio DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 21) Maggiorazione all’art. 19 per l’esecuzione di manto di copertura a 3 o più falde, compresa la formazione dei compluvi e displuvi: a) con tegole curve . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) con tegole portoghesi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) con tegole tipo Wierer di cemento grigie . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq 22) Copertura di tetti in lastre ondulate di fibrocemento con esclusione di amianto con fissaggio su preesistente struttura esclusi i colmi: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: NOL) Nolo di autopiattaforma ATT) Formazione di ponteggio DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DPC) Andatoie o passerelle da disporre sulla copertura per camminamenti ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi DPC) Reti di sicurezza ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 23) Fornitura e posa in opera di colmi in fibrocemento con esclusione di amianto a) colmi normali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al ml b) colmi shed . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al ml

46,48

7,75

€ € €

23,24 19,63 20,66

€ € € €

7,75 6,20 6,71

14,46

€ €

25,82 33,57
57

Prezzario delle opere edili

24) Manto di copertura con pannelli metallici isolanti autoportanti del tipo sandwich, costituiti da: a) laminati esterni Metcolor grecati di acciaio, con rivestimento a base di zinco, spess. 6/10 di m/m, verniciati sistema STANDARD. b) isolante in schiuma poliuretanica dello spess. di m/m 40 c) laminato interno Metcolor di acciaio, con rivestimento a base di zinco, spess. 5/10 m/m, verniciato sistema TOP 50. il tutto posto in opera con fissaggi costituiti da cappellotti in alluminio verniciato completi di guarnizioni incorporate vulcanizzate e viti zinco-tropicalizzate con testa in plastica. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: NOL) Nolo di autopiattaforma ATT) Formazione di ponteggio DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DPC) Andatoie o passerelle da disporre sulla copertura per camminamenti ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi OPV) Fornitura di estintore ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza DPC) Reti di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza 25) Colmi normali in lamiera preverniciata avente spess. 6/10 m/m fissati alla struttura mediante viti dotate di rondelle e guarnizioni di tenuta. a) superiori grecati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) superiori lisci . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: NOL) Nolo di autopiattaforma ATT) Formazione di ponteggio DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DPC) Andatoie o passerelle da disporre sulla copertura per camminamenti ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi OPV) Fornitura di estintore ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza DPC) Reti di sicurezza SGN) Segnaletica di sicurezza

41,32

€ €

30,99 28,41

C.9) CONTROSOFFITTI Disposizioni generali relative ai prezzi unitari: per norma generale resta stabilito che nei prezzi unitari dello elenco si intende sempre compresa e compensata ogni lavorazione e magistero, nonché spese generali (15%), utile dell’impresa (10%), con esclusione degli oneri della sicurezza, individuati in maniera indicativa, per lavorazioni standard, nei singoli articoli di elenco. 1) Fornitura e posa in opera di controsoffittatura piana interna ribassata realizzata con Lastre in cartongesso su orditura metallica doppia. L’orditura metallica sarà realizzata con profili in acciaio zincato spessore mm 0,6 a norma UNI delle dimensioni di: profili perimetrali a “U” mm 30x28 profili portanti a “C” mm 50x27 sia per l’orditura primaria fissata al solaio tramite un adeguato numero di ganci a molla regolabili e pendini, che per l’orditura secondaria ancorata alla primaria tramite appositi ganci. Il rivestimento dell’orditura sarà realizzato con uno strato di lastre dello spessore di mm 12.5 avvitate all’orditura con viti autoperforanti fosfatate. La fornitura in opera sarà compresa della stuccatura dei giunti, degli angoli e delle teste delle viti con stucco in modo da ottenere una superficie pronta per la finitura. Le modalità per la messa in opera saranno conformi alle prescrizioni del produttore. Prezzo al mq per altezze fino a m 3 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: NOL) Nolo di Autopiattaforma ATT) Formazione di ponteggio DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile prefabbricato DPC) Rete di sicurezza

31,50

58

Capitolo 2 - Opere compiute

ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi OPV) Fornitura di estintore portatile SGN) Segnaletica di sicurezza 2) Sovraprezzo per fornitura e posa in opera di lastra in cartongesso idrorepellente. . . . . . . . . . . . . . al mq 3) Fornitura e posa in opera di controsoffitto in cartongesso con caratteristiche di resistenza al fuoco REI 120 costituito da una struttura metallica di acciaio galvanizzato e tamponamento eseguito con lastra di gesso rivestito ignifuga dello spessore di mm 15, fissata con viti testa a croce, autoperforanti e fosfatate, rasata sui giunti con rete in fibra e stucco a base di gesso a perfetta regola d’arte, con inserimento di una striscia di lastra sempre di cartongesso posta all’interno, su tutta la lunghezza dei giunti testa-testa o comunque come da certificato di resistenza al fuoco compatibile . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: NOL) Nolo di Autopiattaforma ATT) Formazione di ponteggio DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile prefabbricato DPC) Rete di sicurezza ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi OPV) Fornitura di estintore portatile SGN) Segnaletica di sicurezza 4) Soffittatura piana in lamiera stirata tipo “Nervometal” o similare, su superfici di appoggio preventivamente livellate, compresi i raccordi ed ogni modalità di esecuzione inerente per darlo in opera finito a regola d’arte, escluso l’intonaco: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: NOL) Nolo di autopiattaforma ATT) Formazione di ponteggio DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile prefabbricato DPC) Rete di sicurezza ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi OPV) Fornitura di estintore portatile SGN) Segnaletica di sicurezza 5) Fornitura e posa in opera di controsoffittatura piana interna ispezionabile, realizzata con pannelli fibra minerale (tipo fessurato) classe 1 di reazione al fuoco di dimensioni 600x600x15 di colore bianco, su struttura metallica a vista. L’orditura sarà realizzata in lamiera d’acciaio zincata e verniciata, composta da profilo perimetrale ad L e profili a T da 24 mm, fissati al solaio con idonei tasselli, viti, pendini e ganci a molla regolabili. Prezzo al mq altezze fino a m 3 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: NOL) Nolo di autopiattaforma ATT) Formazione di ponteggio DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile prefabbricato DPC) Rete di sicurezza ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi OPV) Fornitura di estintore portatile SGN) Segnaletica di sicurezza € 3,10

41,83

20,66

29,44

59

Prezzario delle opere edili

6) Fornitura e posa in opera di controsoffittatura piana interna realizzata con pannelli fibra minerale di classe 1 di reazione al fuoco di dimensioni 600x600, di colore bianco, su struttura metallica nascosta. L’orditura metallica sarà realizzata in lamiera d’acciaio zincato e verniciato, composta da profilo perimetrale ad L e profili portanti a T da mm 15, fissati al solaio con idonei tasselli, viti, pendini e ganci a molla regolabili. L’orditura sarà irrigidita con appositi profili distanziatori in acciaio zincato posti ad interasse di mm 1200. Prezzo al mq. per altezze fino a m 3. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: NOL) Nolo di autopiattaforma ATT) Formazione di ponteggio DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile prefabbricato DPC) Rete di sicurezza ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi OPV) Fornitura di estintore portatile SGN) Segnaletica di sicurezza 7) Fornitura e posa di controsoffitto in doghe metalliche costituite da nastro di alluminio preverniciato bianco da mm 85 a passo aperto dello spessore di mm 0.5, le quali saranno agganciate ad una traversina portante in acciaio zincato dello spessore di mm 0.6 pendinatura a soffitto mediante pendini regolabili. Compreso profilo perimetrale ad “L” il tutto in opera a perfetta regola d’arte. Prezzo a mq per altezze fino a m 3. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: NOL) Nolo di autopiattaforma ATT) Formazione di ponteggio DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile prefabbricato DPC) Rete di sicurezza ATT) Elevatore manuale MDO) Personale coadiuvante per il sollevamento dei carichi OPV) Fornitura di estintore portatile SGN) Segnaletica di sicurezza 8) Sovraprezzo per la fornitura e posa in opera di pannello in lana di vetro imbustato dello spessore di mm 30 densità 14 kg/mc posato sopra le traversine portanti delle doghe. . . . . . . . . . al mq

38,73

32,02

5,06

C.10) OPERE DA LATTONIERE Disposizioni generali relative ai prezzi unitari: per norma generale resta stabilito che nei prezzi unitari dello elenco si intende sempre compresa e compensata ogni lavorazione e magistero, nonché spese generali (15%), utile dell’impresa (10%), con esclusione degli oneri della sicurezza, individuati in maniera indicativa, per lavorazioni standard, nei singoli articoli di elenco. 1) Fornitura e posa in opera di lastre, compresa la lavorazione: a) in lamiera zincata preverniciata . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al kg b) in rame . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al kg Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza 2) Fornitura e posa in opera di grondaie e tubi di scarico a sezione quadrata o tonda in lamiera preverniciata, spess. 6/10, compresa la ferramenta di fissaggio e sostegno: a) grondaia sviluppo cm 33 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) grondaia sviluppo cm 50 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m c) tubi di scarico diam. 8 o 10 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m d) tubi di scarico sez. cm 8x8 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m e) tubi di scarico sez. cm 10x10 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m € €

4,65 7,23

€ € € € €

16,01 21,69 16,53 17,56 18,08

60

Capitolo 2 - Opere compiute

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile prefabbricato ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza 3) Fornitura e posa in opera di grondaie e tubi di scarico a sezione quadrata o tonda in rame spess. 6/10 compresa la ferramenta di fissaggio e sostegno, poste all’interno della grondaia a) grondaia sviluppo cm 50 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) grondaia sviluppo cm 60 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m c) grondaia sviluppo cm 67 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m d) grondaia sviluppo cm 75 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m c) tubi di scarico diam. 8 o 10 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m d) tubi di scarico sez. cm 8x8 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m e) tubi di scarico sez. cm 10x10. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile prefabbricato ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza 4) Fornitura e posa in opera di grondaie e tubi di scarico a sezione quadrata o tonda in alluminio ramato spess. 10/10, compresa la ferramenta di fissaggio e sostegno: a) grondaia sviluppo cm 50 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) grondaia sviluppo cm 60 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m c) grondaia sviluppo cm 70 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m d) grondaia sviluppo cm 80 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m e) tubi di scarico diam. 8 o 10 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m f) tubi di scarico sez. cm 8x8 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile prefabbricato ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza 5) Fornitura e posa in opera di grondaie e tubi di scarico a sezione quadrata o tonda in acciaio inox spess. 8/10, compresa la ferramenta di fissaggio e sostegno: a) grondaia sviluppo cm 50 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) grondaia sviluppo cm 60 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m c) grondaia sviluppo cm 70 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m d) grondaia sviluppo cm 80 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m c) tubi di scarico diam. 8 o 10 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m d) tubi di scarico sez. cm 8x8 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m e) tubi di scarico sez. cm 10x10. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile prefabbricato ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza 6) Fornitura e posa in opera di grondaie e tubi di scarico a sezione quadrata o tonda in acciaio inox spess. 6/10, compresa la ferramenta di fissaggio e sostegno: a) grondaia sviluppo cm 50 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) grondaia sviluppo cm 60 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m c) grondaia sviluppo cm 70 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m d) grondaia sviluppo cm 80 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m c) tubi di scarico diam. 8 o 10 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m d) tubi di scarico sez. cm 8x8 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m e) tubi di scarico sez. cm 10x10. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m

€ € € € € € €

32,02 38,22 42,87 47,00 23,24 22,72 24,27

€ € € € € €

27,37 32,02 38,22 41,83 20,14 30,47

€ € € € € € €

36,15 43,38 51,13 57,84 23,24 22,98 25,31

€ € € € € € €

27,37 32,54 38,22 43,90 21,69 21,17 22,72

61

Prezzario delle opere edili

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile prefabbricato ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza 7) Fornitura e posa in opera di converse, scossaline in lamiera zincata dello spess. 6/10, compresa la ferramenta di fissaggio a) sviluppo cm 33 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) sviluppo cm 60. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m c) sviluppo cm 100 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza 8) Fornitura e posa in opera di converse, scossaline in rame dello spess. 6/10, compresa la ferramenta di fissaggio a) sviluppo cm 33 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) sviluppo cm 60. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m c) sviluppo cm 100 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza 9) Fornitura e posa in opera di converse, scossaline in alluminio ramato dello spess. 6/10, compresa la ferramenta di fissaggio a) sviluppo cm 33 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) sviluppo cm 60. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m c) sviluppo cm 100 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza 10) Piombo in lastre posto in opera per converse di camini. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al kg Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza 11) Lucernaio in lamiera preverniciata con apertura a scatola della misura commerciale standard, completo di coperchio a vetro retinato: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Trabatello mobile prefabbricato ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza DPC) Reti di sicurezza 12) Terminali in ghisa per lo scarico delle acque meteoriche, completi di collari di fissaggio: a) diametro cm 8, altezza m 2.00 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad. b) diametro cm 10, altezza m 2.00 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad. Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Trabatello mobile prefabbricato € € € € 5,16

€ € €

16,01 21,96 40,80

€ € €

2,72 37,70 64,04

€ € €

17,56 32,02 54,23

103,29

48,55 61,97

62

Capitolo 2 - Opere compiute

13) Fornitura e posa in opera di canali in lamiera zincata spess. 8/10 rinforzati con waver (ondulazione di irrigidimento), flangiato con profilo zincato ed angoli zincati, assemblati con bulloni 8x20 e guarnizione adesiva 10x10 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al kg Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Trabatello mobile prefabbricato ATT Linea di ancoraggio cinture di sicurezza 14) Fornitura e posa in opera di canali in lamiera zincata spess. 10/10 rinforzati con waver (ondulazione di irrigidimento), flangiato con profilo zincato ed angoli zincati, assemblati con bulloni 8x20 e guarnizione adesiva 10x10 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al kg Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Trabatello mobile prefabbricato ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza 15) Fornitura e posa in opera di canali in lamiera zincata spess. 12/10 rinforzati con waver (ondulazione di irrigidimento), flangiato con profilo zincato ed angoli zincati, assemblati con bulloni 8x20 e guarnizione adesiva 10x10 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al kg Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Trabatello mobile prefabbricato ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza C. 11 MARMI - INTONACI

4,65

4,65

4,91

Disposizioni generali relative ai prezzi unitari: per norma generale resta stabilito che nei prezzi unitari dello elenco si intende sempre compresa e compensata ogni lavorazione e magistero, nonché spese generali (15%), utile dell’impresa (10%), con esclusione degli oneri della sicurezza, individuati in maniera indicativa, per lavorazioni standard, nei singoli articoli di elenco. 1) Fornitura e posa di scale rette interne e/o esterne,in lastre di marmo Trani o similare dello spessore di cm 3 per le pedate e cm 2 per le alzate, con le parti a vista levigate e lucidate compresi nel prezzo tagli, smussi; per a+p fino ad cm. 50 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al ml Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile prefabbricato 2) Davanzali prefabbricati in pietra Trani o Giallo D’Istria, larghezza massima cm 50 e spessore cm 5; levigata nelle facce viste con testa smussata, si comprende il gocciolatoio e paracqua; collocato in opera a perfetta regola d’arte, con l’onere della ripresa e sigillatura perimetrale con malta cementizia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq a) per posa di quanto sopra . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del pianocompleto di lavoro DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile prefabbricato 3) Fornitura e posa in opera di davanzali o soglie in granito sardo o similare dello spessore di cm 3, con le facce quanto sopra . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile prefabbricato €

98,13

€ €

160,10 61,97

61,97

63

Prezzario delle opere edili

4) Fornitura e posa in opera di copertina in pietra naturale a filo sega, (Pietra D’Istria, Bianco Asiago), retta per realizzare coperture di muriccioli e parapetti, spessore cm 4 il tutto a perfetta regola d’arte; si comprendono i gocciolatoi da ambo i lati . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile prefabbricato 5) Fornitura e posa in opera di paraspigoli in lamiera zincata: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Trabatello mobile prefabbricato 6) Intonaco per muri contro terra a tre strati dello spessore non inferiore a cm 2 formato da una prima spruzzatura in malta di cemento a q.li 4, successiva ripresa con malta di cemento ed aggiunta di idrofugo e terzo strato di boiacca di cemento tirata a dorso di cazzuola con superiore doppio strato di catrame a freddo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospicente gli scavi DPC) Armatura di pareti di scavo ATT) Formazione di ponteggio ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro 7) Intonaco tradizionale dato a tre strati su murature di nuova costruzione: - Rinzaffo in malta di cemento. - Strato grezzo in malta di calce. - Terzo strato in malta fina di calce lisciato a frattazzo fine. a) Per interni. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto b) Per esterni. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 8) Intonaco interno premiscelato composto da inerti leggeri e leganti sintetici, dato a mano o a macchina, su muratura di nuova costruzione, con mano di finitura dello stesso composto premiscelato. a) a base di gesso. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) a base di cemento, con finitura in malta fine. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 9) Fornitura e posa in opera di rete plastificata da agganciare alla muratura sottostante . . . . . . . . al mq

134,28

2,84

26,86

14,82

17,40

€ €

11,62 12,91

2,84

64

Capitolo 2 - Opere compiute

10) Maggiorazione all’art.7 per l’esecuzione degli intonaci su muratura di vecchia costruzione, per spessori fino ad un massimo di cm 4 a) per interni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) per esterni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq 11) Maggiorazione all’art. 8 per l’esecuzione di intonaci interni premiscelati su muratura di vecchia costruzione, per spessori fino ad un massimo di cm 4 a) a base di gesso . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) a base di cemento, con finitura in malta fine . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq 12) Intonaco esterno grezzo con stabilitura in granulato di mattone, di adeguata granulometria e calce spenta, in due o tre passate, per uno spess. medio di 2-3 cm con protezioni dagli eventi atmosferici pioggia e sole, mantenendo umida la superficie almeno per 2-3 ore per una buona carbonatazione a) superficie tirata a frattazzo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) sovrapprezzo per finitura al civile con eventuali terre colorate . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 13) Maggiorazione all’art. 12 per uno strato in due mani di malta bianca da eseguirsi sopra il cocciopesto, prima dell’eventuale intonaco a marmorino . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq 14) Maggiorazione all’art. 12 per strato a più mani e finiture composto da granulato di mattone macinato fine, calce spenta e sabbia, lisciato a lama di ferro e lucidatura a sapone . . . . . . . . . . . al mq 15) Intonaco a marmorino, posto in opera su sottofondo già preparato a base di cotto macinato e grassello di calce a due mani di malta bianca, eseguito con polvere di di marmo o pietra, sabbia, cocciopesto, calce spenta ed eventuali terre coloranti, la stesura a più strati (dal magro al grasso) eseguito con frattazzo di legno e tirato con la lama di ferro e lucidatura a sapone . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 16 Maggiorazione all’art.15 per: a) protezione delle superfici esterne con prodotto specifico Idrosil. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) finitura con cera per interni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq C. 12) SISTEMAZIONI ESTERNE

€ €

19,37 22,57

€ €

14,82 17,40

€ €

24,53 19,37

€ €

7,75

51,65

51,65

€ €

9,66 9,66

Disposizioni generali relative ai prezzi unitari: per norma generale resta stabilito che nei prezzi unitari dello elenco si intende sempre compresa e compensata ogni lavorazione e magistero, nonché spese generali (15%), utile dell’impresa (10%), con esclusione degli oneri della sicurezza, individuati in maniera indicativa, per lavorazioni standard, nei singoli articoli di elenco. 1) Fresatura della pavimentazione stradale, escluso l’impianto di cantiere, in conglomerato bituminoso, da effettuarsi con l’uso di apposita attrezzatura fino alla profondità di cm 3 . . . . . . al mq a) per ogni cm in più . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione area SGN) Segnaletica di sicurezza SGN) Illuminazione mobile MDO) Addetto alle varie sorveglianze 2) Preparazione del piano di posa per strati in conglomerato bituminoso, comprendente la correzione delle pendenze, eseguita con appositi mezzi meccanici, la eventuale stesa di vaglio di cava, da compensarsi a parte, compresa la rullatura con idonei mezzi vibranti . . . . . . . . al mq € €

1,81 0,52

2,58

65

Prezzario delle opere edili

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione area SGN) Segnaletica di sicurezza SGN) Illuminazione mobile MDO) Addetto alle varie sorveglianze OPV) Installazione di estintore portatile 3) Fornitura di stabilizzato di cava per la correzione delle pendenze, misurato su autocarro, compreso l’onere dello scarico a piè d’opera.. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mc Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione area SGN) Segnaletica di sicurezza SGN) Illuminazione mobile MDO) Addetto alle varie sorveglianze 4) Cordoli in conglomerato vibro compresso, posati su sottofondo di calcestruzzo incluso nel prezzo, compresi lo scavo e ogni altra prestazione: a) retti a vista con sezione 6/11 x 25. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al ml b) retti a vista con sezione 10/15 x 24 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al ml I pezzi speciali si computano: n. 1 = ml 1.00 Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione area SGN) Segnaletica di sicurezza SGN) Illuminazione mobile MDO) Addetto alle varie sorveglianze 5) Cordonata in pietra piasentina bocciardata o fiammata su due lati in lunghezze a correre; posati su sottofondo di calcestruzzo incluso nel prezzo, compresi lo scavo e ogni altra prestazione: a) retta a vista con sezione 15x25 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al ml b) retta a vista con sezione 15x20 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al ml c) in curva, raggio m 1 15x25 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al ml d) in curva, raggio m 1 15x20 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al ml Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione area SGN) Segnaletica di sicurezza SGN) Illuminazione mobile MDO) Addetto alle varie sorveglianze 6) Cordonata in pietra piasentina a piano di sega con smusso, in lunghezze a correre; posati su sottofondo di calcestruzzo incluso nel prezzo, compresi lo scavo e ogni altra prestazione: a) retta a vista con sezione 15x25 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al ml b) retta a vista con sezione 15x20 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al ml c) in curva, raggio m 1 15x25 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al ml d) in curva, raggio m 1 15x20 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al ml Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione area SGN) Segnaletica di sicurezza SGN) Illuminazione mobile MDO) Addetto alle varie sorveglianze 7) Messa in quota di chiusini e caditoie esistenti, su sedi stradali o passi carrai, compreso ogni onere: a) fino a 60x60 cm. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad b) da 60x60 a 100x100 cm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione area SGN) Segnaletica di sicurezza €

23,24

€ €

23,24 25,82

€ € € €

72,30 68,17 161,65 143,58

€ € € €

66,11 63,01 161,65 143,58

€ €

77,47 92,96

66

Capitolo 2 - Opere compiute

8) Pavimentazione in conglomerato bituminoso del tipo “BINDER” semiaperto, costituito da graniglia e pietrischetto confezionato a caldo con bitume di dosaggio non inferiore al 4% del peso degli inerti, steso a caldo con macchina vibrofinitrice compresi la compattazione del sottofondo, lo stendimento dell’ancoraggio con emulsione bituminosa, la compattazione con rullo; per quantità superiori a mq 200: a) spessore finito compattato di m/m 60 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) spessore finito compattato di m/m 80 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) spessore finito compattato di m/m 100 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione area SGN) Segnaletica di sicurezza SGN) Illuminazione mobile MDO) Addetto alle varie sorveglianze OPV) Installazione di estintore portatile 9) Strato superficiale di usura (tappeto), formato con conglomerato chiuso, confezionato con inerti di adeguata granulometria e bitume nella misura non inferiore al 5% del peso degli inerti, dato in opera a caldo con macchine vibrofinitrici, la fornitura e lo stendimento dell’emulsione bituminosa di ancoraggio, compresi ogni onere e magistero di preparazione e posa; spessore minimo cm 3. Per quantità superiori a mq 200 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione area SGN) Segnaletica di sicurezza SGN) Illuminazione mobile MDO) Addetto alle varie sorveglianze OPV) Installazione di estintore portatile 10) Pavimento in calcestruzzo dosato con kg 300 di cemento per mc di impasto, ben battuto e spianato, dello spessore complessivo di cm 15 con finitura al quarzo dosato a kg 4 al mq e formazione dei giunti con listelli in p.v.c.; dimensione max. dei riquadri m 6x6; si esclude il ferro d’armatura . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione area SGN) Segnaletica di sicurezza SGN) Illuminazione mobile DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 11) Fornitura e posa in opera di piastre di ghiaino lavato, quadrate poste in opera con malta di allettamento su sottofondo già predisposto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione area SGN) Segnaletica di sicurezza SGN) Illuminazione mobile DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Formazione di ponteggio 12) Pavimentazione in massetti di calcestruzzo autobloccanti, colori base, dello spessore di cm 7, posati sul letto di sabbia dello spessore di 10 cm circa, in opera con ogni onere necessario per dare l’opera finita a regola d’arte. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione area SGN) Segnaletica di sicurezza SGN) Illuminazione mobile DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 13) Maggiorazione all’art. 12 per fornitura e posa di tessuto non tessuto antiradice . . . . . . . . . . . . . . al mq 14) Pavimentazione in scaglie irregolari di porfido, posate su letto di malta di legante idraulico, alettata in puro cemento; i giunti saranno stilati a mano evidenziando la sagoma del pezzo posato; in opera con ogni onere necessario per dare l’opera finita a regola d’arte.. . . . . . . al mq

€ € €

7,75 9,81 11,36

5,68

23,24

28,41

30,99

3,36

54,23
67

Prezzario delle opere edili

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione area SGN) Segnaletica di sicurezza SGN) Illuminazione mobile DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 15) Pavimentazione in cubetti di porfido delle dimensioni cm. 6x8, a campi uniformi; posati su letto di sabbia dello spessore di 10 cm circa; in opera con ogni onere necessario per dare l’opera finita a regola d’arte. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione area SGN) Segnaletica di sicurezza SGN) Illuminazione mobile DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 16) Formazione di marciapiede in calcestruzzo, formato da uno strato di sottofondo costituito da ghiaione dello spessore di cm 20 circa, soprastante caldana in calcestruzzo dello spessore di cm 10, lisciato e rullato, escluso il profilo di testata in calcestruzzo, compreso lo scavo e i giunti di dilatazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione area SGN) Segnaletica di sicurezza SGN) Illuminazione mobile MDO) Addetto alle varie sorveglianze 17) Sistemazione in opera di terra vegetale vagliata, avente spessore di cm 20, per rilevati a verde aiuole, spazi esterni, particolarmente attrezzati, comprendenti la fornitura e la stesura a strati, ed i livellamenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione area SGN) Segnaletica di sicurezza SGN) Illuminazione mobile MDO) Addetto alle varie sorveglianze 18) Recinzione con paletti in acciaio zincato, dello spess. di m/m 30, ogni m 2 circa, di altezza massima di m 1.75 fissati al terreno od alla muratura con rete metallica zincata e plasticata, compresi tre fili tenditori dello stesso materiale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione area SGN) Segnaletica di sicurezza C 13) PAVIMENTI - RIVESTIMENTI - BATTISCOPA Disposizioni generali relative ai prezzi unitari: per norma generale resta stabilito che nei prezzi unitari dello elenco si intende sempre compresa e compensata ogni lavorazione e magistero, nonché spese generali (15%), utile dell’impresa (10%), con esclusione degli oneri della sicurezza, individuati in maniera indicativa, per lavorazioni standard, nei singoli articoli di elenco. 1) Fornitura e posa in opera di piastre quadrate ed armate in ghiaino lavato dim. 50x50 cm, poste su supporti in neoprene, questi ultimi compresi nel prezzo; si esclude eventuale massetto di sottofondo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione area SGN) Segnaletica di sicurezza DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Formazione di ponteggio 2) Fornitura e posa in opera di pavimenti in gres porcellanato del valore massimo di euro 15,50 da cm 30x30, compreso l’opportuno collante, le sigillature; posti parallelamente alle pareti con fuga; si esclude la formazione del sottofondo. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq
68

67,14

38,73

7,75

18,08

25,31

47,51

Capitolo 2 - Opere compiute

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 3) Fornitura e posa in opera di pavimenti in lastre di pietra piasentina per interni a piano di sega del valore massimo di euro 49,00 delle seguenti dimensioni: larghezza cm 30 lunghezza a correre spessore cm 1-2; compreso l’opportuno collante, le sigillature; poste in opera accostate e parallelamente alle pareti; si esclude la formazione del sottofondo . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 4) Rivestimenti di pareti verticali in ceramica smaltata, del valore max di euro 15,50 da cm 20x20,compreso opportuno collante, esclusa mano di fondo se intonaci premiscelati; posti a fuga unita e parallelamente alle pareti. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 5) Rivestimenti di pareti verticali in lastre di Pietra piasentina per interni, del valore max di euro 49,00, aventi le seguenti dimensioni; larghezza cm 30 lunghezza a correre e spessore cm. 1-2 da cm compreso opportuno collante, esclusa mano di fondo se intonaci premiscelati; posti a fuga unita e parallelamente alle pareti. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 6) Levigatura e lucidatura in opera, con esclusione della forza motrice, di pavimento eseguito su: marmo tirato a piombo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq graniti; pietra piasentina . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 7) Fornitura e posa in opera di pavimenti i lastre di pietra piasentina per esterni a piano di sega del valore massimo di euro secondo gli spessori, delle seguenti dimensioni: larghezza cm 30 lunghezza a correre; compreso l’opportuno collante, le sigillature; poste in opera accostate e parallelamente alle pareti; si esclude la formazione del sottofondo a) spessore cm.3 € 58,35 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) spessore cm.4 € 72,30 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) spessore cm.5 € 86,25 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq sovrapprezzo per lavorazione : d) fiammata . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq e) rotobocciardata (con 2 cordelline sui lati lunghi). . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq f) bocciardata con 4 cordelline . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 8) Fornitura e posa in opera di lamparquettes da mm. 10, di 1^ commerciale UNI B, su letto di colla con levigatura e verniciatura a tre mani, in rovere fiammato. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DLM) Installazione di schermo mobile 9) Pavimento in quadrotti lamellari da cm 10x10 in rovere, costituiti da doghette di sez.2x10 spess. mm 8, di 1^ commerciale UNI B, posti in opera incollati su sottofondo già predisposto, compreso lamatura e tre mani di vernice . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DLM) Installazione di schermo mobile € € €

100,71

41,32

111,04

22,72 28,92

€ € € € € €

112,59 130,66 149,77 22,21 22,21 46,48

51,65

43,90

69

Prezzario delle opere edili

10) Fornitura e posa in opera di battiscopa altezza cm 6/8 con l’onere dei tagli degli sfridi; si escludono scale e pezzi speciali: a) in marmo tipo Trani o similare . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) in ceramica. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m c) in legno ramino tinto. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 11) Maggiorazione all’art. 7 per posa di battiscopa su rampe di scale a) in marmo tipo Trani o similare . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) in ceramica. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m c) in legno ramino tinto. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m 12) Fornitura e posa in opera di guaina bicomponente cementizia con interposta una rete in fibra di vetro trattata con appretto antialcalino, per la impermeabilizzazione di balconi, terrazzi,piscine, ecc. applicata sia su calcestruzzo lisciato o massetto o in sovrapposizione su vecchie pavimentazioni in piasterelle o marmo; . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq C 14) TUBAZIONI - CANNE - POZZETTI - DEPURATORI

€ € €

19,63 18,59 3,87

€ € €

22,72 18,59 8,26

23,24

Disposizioni generali relative ai prezzi unitari: per norma generale resta stabilito che nei prezzi unitari dello elenco si intende sempre compresa e compensata ogni lavorazione e magistero, nonché spese generali (15%), utile dell’impresa (10%), con esclusione degli oneri della sicurezza, individuati in maniera indicativa, per lavorazioni standard, nei singoli articoli di elenco. 1) Fornitura e posa in opera di tubazioni in cemento su letto di sabbia, spessore medio cm. 10 compresa la sigillatura e la fasciatura delle stesse con malta cementizia. Si escludono lo scavo ed il ritombamento, ed eventuali massetti e rinfianchi da valutare a parte: a) del diametro interno di cm 15 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) del diametro interno di cm 20 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m c) del diametro interno di cm 30 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m d) del diametro interno di cm 40 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m e) del diametro interno di cm 50 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m f) del diametro interno di cm 60 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m g) del diametro interno di cm 80 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m h) del diametro interno di cm 100 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente scavo DPC) Armature di parete di scavo SGN) Segnaletica di sicurezza MDO) Addetto alle varie sorveglianze OPV) Installazione di estintore portatile NOL) Motopompa con prevalenza sino a m 6 2) Fornitura e posa in opera di tubi scarico per acque bianche o nere tipo “Geberit” con giunzioni saldate o con anelli di tenuta, esclusi i pezzi speciali . a) diametro esterno fino a cm 6.3 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) diametro esterno fino a cm 7.5 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m c) diametro esterno fino a cm 9.0 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m d) diametro esterno fino a cm 11.0 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m e) diametro esterno fino a cm 12.5 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m f) diametro esterno fino a cm 16.0 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente scavo DPC) Armature di parete di scavo SGN) Segnaletica di sicurezza OPV) Installazione di estintore portatile NOL) Motopompa con prevalenza sino a m 6

€ € € € € € € €

8,78 11,88 17,56 21,69 27,89 36,15 52,68 73,85

€ € € € € €

13,94 15,49 17,04 20,14 24,79 29,44

70

Capitolo 2 - Opere compiute

3) Fornitura e posa in opera di tubi scarico per acque bianche o nere serie 302 UNI, in p.v.c. rosso con giunzioni incollate o con anelli di tenuta, esclusi i pezzi speciali, lo scavo e il ritombamento, ed eventuali massetti e rinfianchi da valutare a parte: a) diametro 63 mm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) diametro 80 mm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m c) diametro 100 mm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m d) diametro 125 mm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m e) diametro 140 mm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m f) diametro 160 mm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m g) diametro 200 mm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente scavo DPC) Armature di parete di scavo SGN) Segnaletica di sicurezza OPV) Installazione di estintore portatile NOL) Motopompa con prevalenza sino a m 6 4) Fornitura e posa in opera di tubi in polietilene compatto all’interno e microfessurato per drenaggio, escluso lo scavo ed il ritombamento con ghiaione lavato a) diametro 100 mm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) diametro 125 mm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m c) diametro 140 mm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m d) diametro 160 mm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m e) diametro 200 mm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente scavo DPC) Armature di parete di scavo SGN) Segnaletica di sicurezza OPV) Installazione di estintore portatile NOL) Motopompa con prevalenza sino a m 6 5) Fornitura e posa in opera di tubazione corrugata passacavi a doppia parete per esterni, si esclude lo scavo, il ritombamento ed eventuali massetti e rinfianchi. a) diametro mm 50 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) diametro mm 63 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m c) diametro mm 80. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m d) diametro mm 100 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente scavo SGN) Segnaletica di sicurezza 6) Fornitura e posa in opera di pozzetti o prolunghe in cemento armato prefabbricati, esclusi chiusino o caditoia, misure interne, escluso lo scavo e il ritombamento: a) cm 30x30x35 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad b) cm 40x40x50 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad c) cm 50x50x55 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad d) cm 60x60x65 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad e) cm 80x80x90 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad f) cm 100x100x105. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente scavo DPC) Armature di parete di scavo SGN) Segnaletica di sicurezza DPC) Andatoie per camminamento NOL) Motopompa con prevalenza sino a m.6

€ € € € € € €

9,30 12,39 14,98 18,08 20,66 24,79 29,44

€ € € € €

6,20 7,75 8,78 10,33 2,91

€ € € €

5,16 6,20 7,75 8,26

€ € € € € €

32,02 36,15 43,90 72,30 201,42 250,48

71

Prezzario delle opere edili

7) Variazioni in altezza, relativamente ai pozzetti in cemento armato, con elementi prefabbricati e non, con esclusione di getto entro casseri; altezza fino a cm 10 o frazioni. a) cm 30x30x10 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad b) cm 40x40x10 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad c) cm 50x50x10 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad d) cm 60x60x10 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad e) cm 80x80x10 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad f) cm 100x100x10. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad. 8) Fornitura e posa in opera di chiusino o di caditoie in ghisa, tipo carrabile, di seconda fusione. . . . . . al kg Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione area SGN) Segnaletica di sicurezza ATT) Elevatore manuale MDO) Addetto alle varie sorveglianze 9) Fornitura e posa in opera di chiusini o di caditoie in ghisa lamellare perlitica a norme UNI EN 124 a) classe D400 (t 40) luce diam 60 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad b) classe C250 (t 25) luce 50x50 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad c) classe B125 (t 12.5) luce 40x40 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione area SGN) Segnaletica di sicurezza ATT) Elevatore manuale MDO) Addetto alle varie sorveglianze 10) Fornitura e posa in opera di chiusini e caditoie prefabbricati in cemento atti per i pozzetti di cui all’art. 6 a) cm 30x30 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad b) cm 40x40 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad c) cm 50x50 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad d) cm 60x60 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad e) cm 80x80 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad f) cm 100x100 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione area SGN) Segnaletica di sicurezza ATT) Elevatore manuale MDO) Addetto alle varie sorveglianze 11) Fornitura e posa in opera di canali grigliati prefabbricati costituita da una canaletta il cls delle dimensioni interne di cm 20x20 e da una griglia in maglia quadrata di acciaio zincato a caldo del tipo carrabile, compreso lo scavo, il magrone per il letto di posa, il successivo ritombamento e quanto altro necessario per dare il lavoro finito a regola d’arte. . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione area SGN) Segnaletica di sicurezza 12) Fornitura e posa in opera di condensagrassi per depurazione di acque bianche o saponose esclusi lo scavo, il ritombamento e il magrone di sottofondo a) diam. cm 80 altezza cm 100 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad b) diam. cm 100 altezza cm 100 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad c) diam. cm 150 altezza cm 100 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad d) diam. cm 200 altezza cm 100 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente scavo DPC) Armature di parete di scavo

€ € € € € € €

11,36 14,98 18,59 22,21 29,44 44,42 1,96

€ € €

154,94 118,79 77,47

€ € € € € €

12,91 15,49 20,66 28,92 48,55 56,29

103,29

€ € € €

129,11 154,94 232,41 309,87

72

Capitolo 2 - Opere compiute

SGN) Segnaletica di sicurezza DPC) Andatoie per camminamento NOL) Motopompa con prevalenza sino a m.6 13) Fornitura e posa in opera di anelli in calcestruzzo forati prefabbricati dell’altezza di cm 50 ciascuno per la formazione di pozzi perdenti, esclusi lo scavo ed il ritombamento: a) diametro cm 80 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad b) diametro cm 100 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad c) diametro cm 150 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad d) diametro cm 200 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente scavo DPC) Armature di parete di scavo SGN) Segnaletica di sicurezza DPC) Andatoie per camminamento NOL) Motopompa con prevalenza sino a m.6 14) Fornitura e posa in opera di chiusini in cemento armato, non carrabili, per pozzi perdenti: a) diametro cm 80 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad b) diametro cm 100 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad c) diametro cm 150 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad d) diametro cm 200 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione area SGN) Segnaletica di sicurezza ATT) Elevatore manuale MDO) Addetto alle varie sorveglianze 15) Fornitura e posa in opera di fosse biologiche in cemento armato a sezione circolare del tipo “IMHOFF”, si esclude scavo e ritombamento : a) diam. cm 100 altezza cm 150 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad b) diam. cm 150 altezza cm 200 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad c) diam. cm 200 altezza cm 200 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad d) dim. cm 300x200 alt. cm 255 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente scavo DPC) Armature di parete di scavo SGN) Segnaletica di sicurezza DPC) Andatoie per camminamento NOL) Motopompa con prevalenza sino a m.6 16) Fornitura e posa in opera di pozzetto per grondaie, completo di sifone e chiusino d’ispezione; dimensioni cm 15x35x35. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area SGN) Segnaletica di sicurezza 17) Formazione di impianto di fitodepurazione tipo “Oasi”, per 15 addetti, comprendente: a) scavo con mezzo meccanico del terreno per la formazione della vasca assorbente; b) fornitura e posa in opera di geomembrana in HDPE dello spessore di mm 2. Le saldature verranno realizzate con apposite macchine saldatrici, secondo il sistema a doppia pista. Esecuzione di collarini di collegamento con tubazioni in entrata/ uscita vasca rivestita; c) fornitura e posa di geotessile (tessuto non tessuto); d) fornitura e posa di collettore di distribuzione In p.v.c. diam. mm 100, tubazioni in PEAD PN 10 per eventuale pompaggio liquame; n. 2 raccordi tubi in entrata ed uscita nelle vasche, con saldatura ad estrusione dell’HDPE; fornitura e posa di due pozzetti in cls 50x50; e) Fornitura e stesa sabbia, ciottoli, ghiaino e terra; f) Piantumazione di piante selezionate sempreverdi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ad addetto € € € € €

€ € € €

30,99 46,48 68,17 92,96

34,09 43,38 92,96 111,55

€ 284,05 € 464,81 € 1.601,02 € 1.807,60

36,15

723,04

73

Prezzario delle opere edili

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area DLM) Protezione prospiciente scavo DPC) Armature di parete di scavo SGN) Segnaletica di sicurezza DPC) Andatoie per camminamento NOL) Motopompa con prevalenza sino a m 18) Fornitura e posa in opera di torrette di camino, rivestite in bimattoni e intonacate, esclusa la conversa, e la canna fumaria; si comprende il fumaiolo prefabbricato; altezza massima ml 1.00 a) per perimetro finito cm 240 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad b) per perimetro finito cm 300 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad c) per perimetro finito cm 360 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area SGN) Segnaletica di sicurezza ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello prefabbricato DPC) Andatoie per camminamento ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza 19) Fornitura e posa di canne fumarie in vibrocemento a sezione quadrata o rettangolare anche a più fori con elementi ad intercapedine: a) misure interne cm 15x15 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) misure interne cm 20x20. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m c) misure interne cm 20x30 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m d) misure interne cm 25x25. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m e) misure interne cm 25x30 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m f) misure interne cm 30x30 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m g) misure interne cm 30x40. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m h) misure interne cm 30x50. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area SGN) Segnaletica di sicurezza ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello prefabbricato DPC) Andatoie per camminamento DPC) Parapetto per delimitare le aperture verso il vuoto 20) Fornitura e posa in opera di comignoli in vibro cemento prefabbricati: a) misure interne cm 15x15 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad b) misure interne cm 20x20. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad c) misure interne cm 20x30 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad d) misure interne cm 25x25. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad e) misure interne cm 25x30 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad f) misure interne cm 30x30 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad g) misure interne cm 30x40. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad h) misure interne cm 30x50. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: SGN) Segnaletica di sicurezza ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello prefabbricato DPC) Andatoie per camminamento DPC) Parapetto per delimitare le aperture verso il vuoto ATT) Linea di ancoraggio cinture di sicurezza 21) Fornitura e posa in opera di comignolo prefabbricato in lamiera di rame spessore 8/10 mm a semplice disegno, con giunti rivettati, doppi gocciolatoi, rete in lamiera di rame microforata al fine di evitare l’ingresso di animali o insetti, fissato su struttura esistente, questa esclusa, compreso ogni onere e magistero per dare l’opera finita . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq € € € € € € € €

€ € €

361,52 413,17 464,81

€ € € € € € € €

23,76 29,44 40,80 40,80 42,35 47,00 54,23 74,37

70,75 83,67 108,46 108,46 108,46 117,24 124,98 159,07

12,14

74

Capitolo 2 - Opere compiute

22) Fornitura e posa in opera di canna fumaria prefabbricata, tipo Wierer, costituita da elementi in refrattario con giunti a bicchiere, sigillati con mastice antiacido, completi di isolamento a coppella in lana minerale, pezzi speciali (scarico condensa, portina di ispezione, allacciamento e manicotto inox)e rivestimento esterno in conglomerato alleggerito, sigillato con malta cementizia. E’ idonea a qualsiasi tipo di combustibile liquido, gassoso e solido diam. int. 12 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m diam. int. 14 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m diam. int. 16 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m diam. int. 18 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m diam. int. 20 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m diam. int. 25 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area SGN) Segnaletica di sicurezza ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello prefabbricato DPC) Andatoie per camminamento DPC) Parapetto per delimitare le aperture verso il vuoto 23) Fornitura e posa in opera di canna fumaria prefabbricata tipo Wierer costituita da elementi in ecoceramico con giunti a bicchiere sigillati con mastice antiacido. Completi di pezzi speciali (scarico condensa, portina di ispezione, allacciamento e manicotto inox) E’ idonea a qualsiasi tipo di combustibile liquido, gassoso e solido. diam. int. 08 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m diam int. 10 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m diam. int. 12 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m diam. int. 14 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m diam. int. 16 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m diam. int. 18 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m diam. int. 20 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m 24) Fornitura e posa in opera di canna fumaria, tipo Wierer, in acciaio inox AISI 316 L, doppia parete, con isolamento in lana minerale spess. 50 m/m, ad innesto rapido e chiusura a fascetta, completa di pezzi speciali (scarico condensa, portina di ispezione, allacciamento e terminale). E’ idonea a qualsiasi tipo di combustibile liquido, gassoso e solido diam. int. 113 m/m . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m diam. int. 130 m/m. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m diam. int. 150 m/m. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m diam. int. 180 m/m. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m diam. int. 200 m/m. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m diam. int. 250 m/m. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area SGN) Segnaletica di sicurezza ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello prefabbricato DPC) Andatoie per camminamento DPC) Parapetto per delimitare le aperture verso il vuoto 25) Fornitura e posa in opera di canna fumaria, tipo Wierer, in acciaio inox AISI 316 L, monoparete, ad innesto rapido e chiusura a fascetta, completa di pezzi speciali (scarico condensa, portina di ispezione, allacciamento e terminale). E’ idonea a qualsiasi tipo di combustibile liquido, gassoso e solido diam. int. 113 m/m . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m diam. int. 130 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m diam. int. 150 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m diam. int. 180 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m diam. int. 200 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m diam. int. 250 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m

€ € € € € €

98,13 103,29 108,46 118,79 134,28 175,60

€ € € € € € €

85,22 87,80 92,96 95,54 98,13 103,29 105,87

€ € € € € €

160,10 201,42 216,91 247,90 278,98 330,53

€ € € € € €

72,30 77,47 82,63 100,71 108,46 129,11

75

Prezzario delle opere edili

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area SGN) Segnaletica di sicurezza ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello prefabbricato DPC) Andatoie per camminamento DPC) Parapetto per delimitare le aperture verso il vuoto C. 15) ASSISTENZE MURARIE PER EDILIZIA CIVILE 1) Assistenza muraria,su fabbricati di nuova costruzione, per impianti di riscaldamento a radiatori, compresi scarico, immagazzinaggio, sollevamento entro l’ambito del cantiere e successivamente al luogo di installazione dei materiali, uso dei ponteggi esistenti, formazione di tracce, fori e sigillature per la posa delle mensole e derivazioni, protezioni isolanti e verniciatura delle tubazioni e radiatori: sul costo complessivo dell’impianto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .13% 2) Assistenza muraria,su fabbricati di nuova costruzione, per impianti idrosanitari, antincendio, gas, ventilazione secondaria. Formazione di tracce, fori e sigillature esclusa la posa in opera degli apparecchi: sul costo complessivo dell’impianto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .13% 3) Assistenza muraria, su fabbricati di nuova costruzione, per impianto elettrico - telefonico. Sigillatura di tracce e fori. sul costo complessivo dell’impianto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .13% C. 16) IMPIANTO IDROSANITARIO - RISCALDAMENTO Disposizioni generali relative ai prezzi unitari: per norma generale resta stabilito che nei prezzi unitari dello elenco si intende sempre compresa e compensata ogni lavorazione e magistero, nonché spese generali (15%), utile dell’impresa (10%), con esclusione degli oneri della sicurezza, individuati in maniera indicativa, per lavorazioni standard, nei singoli articoli di elenco. 1) Fornitura e posa in opera di tubazioni in acciaio zincato trafilato UNI 3124 complete in opera di tutti i pezzi di raccordo normali e speciali in ghisa malleabile zincata a bordi rinforzati, unita a vite e manicotto, compreso guarnizioni, materiali di consumo e sfrido di lavorazione.. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al kg Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area operativa DLM) Installazione di schermo ATT) Elevatore manuale SGN) Segnaletica di sicurezza 2) Fornitura e posa in opera di raccordo di scarico per collegamento apparecchi sanitari alla colonna principale Y 50 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area operativa DLM) Installazione di schermo ATT) Elevatore manuale SGN) Segnaletica di sicurezza 3) Fornitura e posa in opera di tubo in polietilene rigido per scarichi completo di pezzi speciali, saldature a specchio, staffe e materiali minuti a) diam. 50. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) diam. 63. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m c) diam. 75. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m d) diam. 90. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m e) diam. 110. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m f) diam. 125. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m €

6,20

54,74

€ € € € € €

13,94 14,46 18,08 23,76 27,37 34,60

76

Capitolo 2 - Opere compiute

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area operativa DLM) Installazione di schermo ATT) Elevatore manuale SGN) Segnaletica di sicurezza OPV) Fornitura di estintore portatile DPC) Armatura di parete di scavo SGN) Illuminazione mobile 4) Fornitura e posa in opera di vaso alla turca, tipo Novella Dolomite o similare, in grès porcellanato cm 55x65, a pavimento, completo di cassetta in PVC da lt 14, sifone, tubo cacciata incasso e accessori. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Elevatore manuale SGN) Segnaletica di sicurezza 5) Fornitura e posa in opera di vaso normale, tipo Novella Dolomite o similare, a cacciata in porcellana vetrificata, completo con sedile e cassetta, entrambi in p.v.c., da lt 10. . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Elevatore manuale SGN) Segnaletica di sicurezza 6) Fornitura e posa in opera di vaso per disabili in porcellana bianca, completo di sedile, cassetta di cacciata, viti di fissaggio ed accessori . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Elevatore manuale SGN) Segnaletica di sicurezza 7) Fornitura e posa in opera di orinatoio pensile, tipo Dolomite o similare, in fine fire-clay cm 77x43 completo di ottonerie, sifone con raccordo, rubinetto arresto a cappuccio e materiali minuti.. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Elevatore manuale SGN) Segnaletica di sicurezza 8) Fornitura e posa in opera di lavabo normale in porcellana vetrificata da cm. 62x48, tipo Novella Dolomite o similare, completo con gruppo miscela cromato con comando scarico, sifone con piletta, prese sotto lavabo, mensole e colonna. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Elevatore manuale SGN) Segnaletica di sicurezza 9) Fornitura e posa in opera di lavabo per disabili in porcellana vetrificata completo di mensole di supporto miscelatore monocomando a leva lunga, cannette di raccordo in ottone cromato, rosette, piletta di scarico, sifone ad esse, guarnizioni ed accessori. . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Elevatore manuale SGN) Segnaletica di sicurezza 10) Fornitura e posa in opera di bidet normale in porcellana vetrificata, tipo Novella Dolomite o similare, senza foro doccia completo con due rubinetti cromati, sifone 1” con piletta, prese a muro. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Elevatore manuale SGN) Segnaletica di sicurezza € €

387,34

369,27

679,14

242,73

315,04

574,56

315,04

77

Prezzario delle opere edili

11) Fornitura e posa in opera di vasca da bagno in acciaio porcellanato, spessore 18/10, rettangolare, da rivestire, cm 170x70, completa di gruppo esterno e doccia telefono, sifone a pavimento e scarico automatico. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Elevatore manuale SGN) Segnaletica di sicurezza 12) Fornitura e posa in opera di piatto doccia, completo di pilettone a griglia, sifone a pavimento; in grès porcellanato cm 80x80x8 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Elevatore manuale SGN) Segnaletica di sicurezza 13) Fornitura e posa in opera di corrimani e maniglioni per servizio disabili secondo D.P.R. 384, comprendenti corrimano perimetrale, corrimani verticali per wc, maniglione a porta. completi di accessori per il fissaggio. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: SGN) Segnaletica di sicurezza 14) Fornitura e posa in opera di scaldabagno elettrico ad accumulo, completo di rubinetto d’arresto da incasso ed accessori. a) da lt. 50 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad b) da lt. 80 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad c) da lt. 100 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Elevatore manuale SGN) Segnaletica di sicurezza 15) Fornitura e posa in opera di rubinetto d’arresto da incasso con maniglia cromata pesante diam. 1/2” . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad. 16) Fornitura e posa in opera di tubo polietilene a 10 atm alta densità posto su scavo, quest’ultimo escluso, completo di pezzi speciali e materiali di tenuta. a) da DN 25 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al ml b) da DN 32 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al ml c) da DN 40 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al ml d) da DN 63 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al ml e) da DN 75 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al ml f) da DN 90 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al ml Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area operativa DLM) Installazione di schermo ATT) Elevatore manuale SGN) Segnaletica di sicurezza OPV) Fornitura di estintore portatile DPC) Armatura di parete di scavo SGN) Illuminazione mobile NOL) Motopompa con prevalenza siano a m.6 17) Fornitura e posa in opera di tubazione nera in ferro in diametri assortiti compresi raccordi, curve di acciaio, materiali vari per guarnizioni e saldature per esecuzione di impianti (completo di mensole). . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al kg Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area operativa DLM) Installazione di schermo ATT) Elevatore manuale SGN) Segnaletica di sicurezza OPV) Fornitura di estintore portatile

309,87

273,72

872,81

€ € €

180,76 191,09 291,80

18,59

€ € € € € €

3,62 4,65 5,16 8,26 9,30 13,43

6,20

78

Capitolo 2 - Opere compiute

DPC) Armatura di parete di scavo SGN) Illuminazione mobile 18) Fornitura e posa in opera di tubo rame ricotto rivestito in rotoli del diametro 10-12-14/1 per impianti di riscaldamento. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al kg Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area operativa DLM) Installazione di schermo ATT) Elevatore manuale SGN) Segnaletica di sicurezza OPV) Fornitura di estintore portatile 19) Fornitura e posa in opera di valvole a sfera in bronzo a passaggio totale con leva di comando a) del diam. 1/2”. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad b) del diam. 3/4”. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad c) del diam. 1” . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad d) del diam. 1’/4 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad e) del diam. 1’/2 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad f) del diam. 2”. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad 20) Fornitura e posa in opera di caldaia murale stagna per interno a gas metano con scambiatore istantaneo per produzione acqua calda con controllo di fiamma a ionizzazione, completa di elettrocircolatore, vaso chiuso e gruppo di riempimento automatico; a)potenzialità kcal/h 17.000 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad b)potenzialità kcal/h 20.000 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area operativa DLM) Installazione di schermo ATT) Elevatore manuale OPV) Fornitura di estintore portatile 21) Fornitura e posa in opera di radiatori in ghisa escluse rubinetterie e bocchettoni nelle varie altezze correnti da mm 650 a 900, emissione termica normale secondo norme UNI 6514 a At 60°C; a) tipo a colonnine . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . alla Kcal/h b) tipo a piastra . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . alla Kcal/h Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area operativa DLM) Installazione di schermo ATT) Elevatore manuale OPV) Fornitura di estintore portatile 22) Fornitura e posa in opera di radiatori in acciaio 12/10 escluse rubinetterie e bocchettoni nelle varie altezze correnti da mm 650 a 900, emissione termica normale secondo norme UNI 6514 a At 60 C; a) tipo a piastra . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . alla Kcal/h b) tipo lamellare . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . alla Kcal/h c) tipo tubolare. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . alla Kcal/h Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area operativa DLM) Installazione di schermo ATT) Elevatore manuale OPV) Fornitura di estintore portatile 23) Fornitura e posa in opera di ventilconvettori (fan-coil) per installazione a parete comprendenti 1 o 2 ventilatori centrifughi, silenziosi, direttamente accoppiati a motore elettrico a 3 diverse velocità, filtro di aria rigenerabile, batteria di scambio in rame e alette in alluminio per alimentazione ad acqua calda o refrigerata, bacinella raccogli condensa, mobiletto metallico in lamiera verniciata con griglia di mandata ad alette fisse od orientabili. € € € € € € €

13,94

9,81 10,85 13,17 15,75 21,17 35,12

€ 1.394,43 € 1.601,02

€ €

0,19 0,14

€ € €

0,13 0,10 0,15

79

Prezzario delle opere edili

a) Tipo 2 mc/h 340 frig/h 1350 Kcal/h 3000. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad b) Tipo 3 mc/h 480 frig/h 1900 Kcal/h 4200. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad c) Tipo 4 mc/h 650 frig/h 2470 Kcal/h 5500 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad d) Tipo 6 mc/h 800 frig/h 3440 Kcal/h 7750. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area operativa DLM) Installazione di schermo ATT) Elevatore manuale OPV) Fornitura di estintore portatile 24) Fornitura e posa in opera di rivestimento isolante per tubazioni acqua calda, costituito da materassino in lana di roccia da mm 30 densità 60 kg/mc, cartone cannettato, spiralatura filo di ferro zincato rifinitura con lamina (Iso-genopak). a) percorsi diretti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) interno centrali termiche. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area operativa DLM) Installazione di schermo ATT) Elevatore manuale OPV) Fornitura di estintore portatile ATT) Trabatello mobile prefabbricato 25) Fornitura e posa in opera di rivestimento isolante idem come sopra con rifinitura con lamierino di alluminio. a) percorsi diretti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) interno centrali termiche. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area operativa DLM) Installazione di schermo ATT) Elevatore manuale OPV) Fornitura di estintore portatile ATT) Trabatello mobile prefabbricato 26) Fornitura e posa in opera di rivestimento isolante per tubi caldi e freddi eseguito con guaina sintetica a cellule chiuse; a) spessore 9 mm diam. 22 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) spessore 9 mm diam. 34 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m c) spessore 9 mm diam. 48 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m d) spessore 9 mm diam. 60 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m e) spessore 9 mm diam. 89 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m f) spessore 13 mm diam. 22 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m g) spessore 13 mm diam. 34 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m h) spessore 13 mm diam. 48 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m i) spessore 13 mm diam. 6 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m l) spessore 13 mm diam. 89 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m m)spessore 19 mm diam. 22 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m n) spessore 19 mm diam. 34 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m o) spessore 19 mm diam. 48 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m p) spessore 19 mm diam. 60 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m q) spessore 19 mm diam. 89 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area operativa DLM) Installazione di schermo ATT) Elevatore manuale OPV) Fornitura di estintore portatile ATT) Trabatello mobile prefabbricato

€ € € €

281,47 290,77 357,90 363,07

€ €

43,38 52,16

€ €

60,94 73,85

€ € € € € € € € € € € € € € €

2,58 3,10 3,87 5,68 8,01 3,10 3,36 4,39 6,20 8,78 3,87 4,65 5,94 7,75 10,85

80

Capitolo 2 - Opere compiute

C.17) PARETI MOBILI - SERRAMENTI METALLICI - LEGNO Disposizioni generali relative ai prezzi unitari: per norma generale resta stabilito che nei prezzi unitari dello elenco si intende sempre compresa e compensata ogni lavorazione e magistero, nonché spese generali (15%), utile dell’impresa (10%), con esclusione degli oneri della sicurezza, individuati in maniera indicativa, per lavorazioni standard, nei singoli articoli di elenco. 1) Fornitura e posa in opera di pareti mobili costituite da elementi modulari autoportanti così realizzate: a) struttura interna in profili di acciaio zincato sez. 67x30, montanti di sostegno e traversi di irrigidimento b) tamponamento delle pareti cieche con due pannelli di nobilitato, spess. mm 12, colore bianco, con intercapedine in pannelli di lana di vetro con spess. mm 60 c) tamponamento delle parti vetrate con doppi vetri float trasparenti da mm 4 distanziati da profilo estruso di alluminio con guarnizioni in gomma d) profili di bordatura e di tenuta delle specchiature in estruso di alluminio anodizzato naturale Spessore totale parete mm 93 Si esclude la fornitura e posa della porta che viene valutata a parte. a) parete cieca . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) parete vetrata (sottoluce cieco). . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Elevatore a cavalletto manuale ATT) Trabatello mobile prefabbricato ATT) Linea per ancoraggio cintura di sicurezza DLM) Delimitazione dell’area operativa DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto NOL) Nolo di autopiattaforma di lavoro SGN) Segnaletica di sicurezza OPV) Fornitura di estintore mobile 2) Fornitura e posa in opera di porta ad una anta apribile a bandiera da inserire nelle pareti mobili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Elevatore a cavalletto manuale ATT) Trabatello mobile prefabbricato DLM) Delimitazione dell’area operativa DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto OPV) Fornitura di estintore mobile 3) Maggiorazione all’art.1 lett. b) per pannello in truciolare rivestito con laminato plastico a) parete cieca . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq 4) Fornitura e posa in opera di serramenti realizzati in profili estrusi di alluminio, serie R50 Alcoa (lega 6060 UNI 9006/1), aventi sez. da mm 50, non a taglio termico. Previste guarnizioni in dutral a precamera centrale, flessibili su telaio e rigide sull’anta; accessori brevettati con corpo in lega di alluminio, perni in acciaio inox, boccole e particolari di scorrimento in poliammide rinforzato, con bloccaggio su canale esterno del profilo mediante grani filettati di contrasto. I profili saranno verniciati con trattamento di fosfocromatazione, sgrassaggio, asciugatura, verniciatura a 160 gradi a polveri elettrostatiche, colore RAL a scelta della D.LL. su cartella colori; vetricamera normale 4/12/4 trasparenti. Si comprende il controtelaio in acciaio zincato. Si escludono accessori particolari quali: chiudiporta aerei o a pavimento, maniglioni antipanico, serrature elettriche o di sicurezza, meccanismo di apertura anta ad anta ribalta. a) finestre (minimo mq 1.50) ad una o una anta . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) finestra a due ante. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) porta ad una anta a battente apribile verso l’interno . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq d) porta a due ante a battente apribile verso l’interno . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq € €

€ €

82,63 109,49

320,20

38,73

€ € € €

264,43 371,85 236,02 245,32

81

Prezzario delle opere edili

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Elevatore a cavalletto manuale ATT) Trabatello mobile prefabbricato ATT) Linea per ancoraggio cintura di sicurezza DLM) Delimitazione dell’area operativa DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto NOL) Nolo di autopiattaforma di lavoro SGN) Segnaletica di sicurezza OPV) Fornitura di estintore mobile 5) Fornitura e posa in opera di serramenti realizzati in profili estrusi di alluminio, serie R60 T.T.Alcoa (lega 6060 UNI 9006/1), aventi sez. da mm 50, a taglio termico. Previste guarnizioni in dutral a precamera centrale, flessibili su telaio e rigide sull’anta; accessori brevettati con corpo in lega di alluminio, perni in acciaio inox, boccole e particolari di scorrimento in poliammide rinforzato, con bloccaggio su canale esterno del profilo mediante grani filettati di contrasto. I profili saranno verniciati con trattamento di fosfocromatazione, sgrassaggio, asciugatura, verniciatura a 160 gradi a polveri elettrostatiche, colore RAL a scelta della D.LL. su cartella colori; vetricamera normale 4/12/4 trasparenti. Si comprende il controtelaio in acciaio zincato. Si escludono accessori particolari quali: chiudiporta aerei o a pavimento, maniglioni antipanico, serrature elettriche o di sicurezza, meccanismo di apertura anta ad anta ribalta. a) finestre (minimo mq 1.50) ad una o una anta . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) finestra a due ante. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) porta ad una anta a battente apribile verso l’interno . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq d) porta a due ante a battente apribile verso l’interno . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Elevatore a cavalletto manuale ATT) Trabatello mobile prefabbricato ATT) Linea per ancoraggio cintura di sicurezza DLM) Delimitazione dell’area operativa DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto NOL) Nolo di autopiattaforma di lavoro SGN) Segnaletica di sicurezza OPV) Fornitura di estintore mobile 6) Fornitura e posa in opera di porta tagliafuoco REI 120 con una anta tamburata in lamiera di acciaio spessore 9/10, isolamento interno e battuta perimetrale. Taglio a “Z” su quattro lati in lamiera d’acciaio dello spess. di 2.5 mm, compresa guarnizione termo espandente e riscontro tranciato. Dotata di targhetta inamovibile riportante i dati prescritti dalla normativa UNI 9723 dimensioni standard ad una anta a) fino a luce m 0.90x2.15 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad b) fino a luce m 1.20x2.15. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Elevatore a cavalletto manuale ATT) Trabatello mobile prefabbricato DLM) Delimitazione dell’area operativa DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto SGN) Segnaletica di sicurezza OPV) Fornitura di estintore mobile 7) Fornitura e posa in opera di portoni ad una anta scorrevole, realizzati con profilo di acciaio verniciato, con colori a scelta su cartella, con tamponamento in Monowal 1000 spessore mm 40, colore bianco ambo i lati. Si comprende la guida inferiore annegata nel calcestruzzo, la guida superiore, ruote, olive, maniglione di trascinamento, cariglione di chiusura, spazzolini di tenuta aria posizionati sul perimetro, copertina superiore di finitura. a) fino a mq 9.00 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) oltre mq 9.00 fino a mq 16.00 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq

€ € € €

332,60 464,81 299,55 316,07

€ €

387,34 666,23

€ €

290,25 167,85

82

Capitolo 2 - Opere compiute

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Formazione ponteggio ATT) Elevatore a cavalletto manuale ATT) Trabatello mobile prefabbricato DLM) Delimitazione dell’area operativa DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto NOL) Nolo di autopiattaforma di lavoro SGN) Segnaletica di sicurezza OPV) Fornitura di estintore mobile 8) Fornitura e posa in opera di portone a quattro ante a libro, realizzato con profilo estruso di alluminio, serie ALU-PAK, sezione m/m 65, verniciato con colori a scelta su cartella, con tamponamento in Monowal 1000 spessore mm 40, colore bianco ambo i lati. Si comprende la guida inferiore annegata nel calcestruzzo, la guida superiore, ruote, olive, maniglione di trascinamento, cariglione di chiusura, spazzolini di tenuta aria posizionati sul perimetro, copertina superiore di finitura. a) fino a mq 9.00 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) oltre mq 9.00 fino a mq 16.00 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Formazione ponteggio ATT) Elevatore a cavalletto manuale ATT) Trabatello mobile prefabbricato DLM) Delimitazione dell’area operativa DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto NOL) Nolo di autopiattaforma di lavoro SGN) Segnaletica di sicurezza OPV) Fornitura di estintore mobile 9) Fornitura e posa in opera di porte interne ad un’anta in legno costituite da imbotte impiallacciato, noce Tanganika, su muri fino a 11 cm, anta tamburata rivestita nelle due facce, contorno impiallacciato in essenza, coprifili, serratura Patent, maniglia tipoBica in alluminio. Movimento ad anta con 3 cerniere, dimensioni standard.. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad a) maggiorazione per ogni cm in più dello spessore della cassamatta. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al cm Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area operativa DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto OPV) Fornitura di estintore mobile 10) Fornitura e posa in opera di finestre vetrate apribili a anta in legno tipo ENBLOC pine impregnato dello spessore nominale di mm 55, completi di cerniere e ferramenta, vetro camera da mm 4+12+4, coprifili verniciati ad impregnante. (minimo mq 1.50) . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Formazione di ponteggio ATT) Elevatore a cavalletto manuale ATT) Trabatello mobile prefabbricato ATT) Linea per ancoraggio cintura di sicurezza DLM) Delimitazione dell’area operativa DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto OPV) Fornitura di estintore mobile 11) Fornitura e posa in opera di ante d’oscuro a perline in ENBLOC, impregnate, dello Spessore nominale di mm 40, completa di ferramenta di fissaggio e chiusura. (minimo mq 1.50). . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Formazione di ponteggio ATT) Elevatore a cavalletto manuale ATT) Trabatello mobile prefabbricato €

€ €

340,86 185,92

€ €

219,49 5,16

227,24

214,33

83

Prezzario delle opere edili

ATT) DLM) DPC) OPV)

Linea per ancoraggio cintura di sicurezza Delimitazione dell’area operativa Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto Fornitura di estintore mobile

12) Fornitura e posa in opera di cassematte in legno, fissate con arpioncini, dello spessore di cm 11, per porte e finestre di normale dimensione. a) porte . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) finestre . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Elevatore a cavalletto manuale ATT) Trabatello mobile prefabbricato ATT) Linea per ancoraggio cintura di sicurezza DLM) Delimitazione dell’area operativa DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 13) Fornitura e posa in opera di cassonetti coprirullo di avvolgibile con frontale mobile o sottocielo fisso a faccia in DOUGLAS; spess. mm 25 o in panforte . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione su cavalletti del pianocompleto di lavoro ATT) Formazione di ponteggio ATT) Elevatore a cavalletto manuale ATT) Trabatello mobile prefabbricato ATT) Linea per ancoraggio cintura di sicurezza DLM) Delimitazione dell’area operativa DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto OPV) Fornitura di estintore mobile 14) Fornitura e posa in opera di persiane avvolgibili in resine sintetiche, materia plastica p.v.c. resistenti ed idonee a sopportare normali sollecitazioni o condizioni climatiche avverse, con stecche da mm 13-14 di spessore, distanziabili e sovrapponibili fino a completa chiusura, autoaggancianti (stecche infilate) complete di accessori, peso complessivo medio Kg/mq 4,3 (minimo mq 2.00) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Formazione di ponteggio ATT) Elevatore a cavalletto manuale ATT) Trabatello mobile prefabbricato ATT) Linea per ancoraggio cintura di sicurezza DLM) Delimitazione dell’area operativa DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto OPV) Fornitura di estintore mobile 15) Fornitura e posa in opera di portoncino d’ingresso in legno douglass naturale con verniciatura impregnante, spessore nominale di mm 55; lavorato con perlinatura sulle due facce; telaio maestro pure in legno come sopra, applicato su mazzetta, mostre sulla faccia interna, tre cerniere in ottone, serratura di sicurezza a due mandate, mezza maniglia e pomolo di ottone; luce m 0.90x 2.25;. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Elevatore a cavalletto manuale DLM) Delimitazione dell’area operativa DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto OPV) Fornitura di estintore mobile 16) Fornitura e posa in opera di porta blindata di sicurezza, costituita da lamiere di acciaio, tamburata con isolamento acustico, telaio in acciaio, serratura di sicurezza laterale con cinque catenacci, catenaccio superiore, deviatore laterale inferiore doppio, occhio magico, rivestimento interno ed esterno in noce Tanganika; misure standard . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad

€ €

18,08 23,24

96,58

64,56

€ 1032,91

968,36

84

Capitolo 2 - Opere compiute

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione su cavalletti del piano completo di lavoro ATT) Elevatore a cavalletto manuale DLM) Delimitazione dell’area operativa DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto OPV) Fornitura di estintore mobile C. 18 IMPIANTO ELETTRICO Disposizioni generali relative ai prezzi unitari: per norma generale resta stabilito che nei prezzi unitari dello elenco si intende sempre compresa e compensata ogni lavorazione e magistero, nonché spese generali (15%), utile dell’impresa (10%), con esclusione degli oneri della sicurezza, individuati in maniera indicativa, per lavorazioni standard, nei singoli articoli di elenco. 1) Fornitura e posa in opera di cavi isolati per linee di alimentazione e distribuzione, con materiale non propagante la fiamma del tipo NO7V-K posati entro tubazioni predisposte o su canalette o passerelle: a) cavo da 1x1.5 mmq. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) cavo da 1x2.5 mmq. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m c) cavo da 1x4 mmq. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m d) cavo da 1x6 mmq. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m e) cavo da 1x16 mmq. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m f) cavo da 1x25 mmq. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m g) cavo da 1x50 mmq. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile DLM) Delimitazione dell’area operativa DPC) Protezioni linee elettriche NOL) Nolo di autopiattaforma di lavoro SGN) Segnaletica di sicurezza OPV) Fornitura di estintore mobile ATT) Linea per ancoraggio cintura di sicurezza 2) Fornitura e posa in opera di tubazioni isolate tipo RK 15 autoestinguente, a vista su strutture di qualsiasi natura, compresi i pezzi di forma speciale ottenuti per deformazione e della natura del tubo, i supporti di sostegno di qualsiasi genere, le opere per dare la continuità elettrica e la relativa messa a terra, i manicotti, le curve e guarnizioni: a) da 20 mm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) da 25 mm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m c) da 50 mm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile ATT) Linea per ancoraggio cintura di sicurezza DLM) Delimitazione dell’area operativa DPC) Protezioni linee elettriche NOL) Nolo di autopiattaforma di lavoro SGN) Segnaletica di sicurezza OPV) Fornitura di estintore mobile 3) Fornitura e posa in opera di canale in p.v.c. rigido, autoestinguente di colore grigio, per linee elettriche e telefoniche completo di pareti interne divisorie, traverse fermacavi, giunti, staffe, derivazioni: a) canale fino a 60x60 mm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) canale fino a 60x150 mm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Trabatello mobile NOL) Nolo di autopiattaforma di lavoro SGN) Segnaletica di sicurezza OPV) Fornitura di estintore mobile ATT) Linea per ancoraggio cintura di sicurezza
85

€ € € € € € €

0,72 0,77 0,93 1,03 1,50 1,81 3,87

€ € €

5,16 5,68 10,33

€ €

25,82 36,15

Prezzario delle opere edili

4) Fornitura e posa in opera di canale in p.v.c. rigido autoestinguente di colore grigio, per impianti del tipo a battiscopa completo di tutti gli accessori e pezzi speciali comprese opere murarie : a) canale da 20x64 mm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) scatola portafrutti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad c) scatola telefonica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad d) maggiorazione per i canali con colore diverso dal grigio. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: SGN) Segnaletica di sicurezza OPV) Fornitura di estintore mobile 5) Fornitura e posa in opera di tubazioni in p.v.c. flessibile ( del tipo spiralizzato KF15) posato entro tracce, entro strutture murarie, entro getti di cemento, a pavimento, o entro intercapedini, comprese scatole o cassette del tipo P.T. della Gewiss o equivalenti: a) diametro 16 mm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) diametro 20 mm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m c) diametro 25 mm. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m d) diametro 32 mm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m e) diametro 50 mm. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile NOL) Nolo di autopiattaforma di lavoro SGN) Segnaletica di sicurezza 6) Fornitura e posa in opera di tondino in acciaio, per impianto di messa a terra, zincato a fuoco del diametro di 80/10 posato entro scavi o getto di cemento comprese giunzioni e morsetti: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area operativa DPC) Protezioni linee elettriche DPC) Armatura di parete di scavo SGN) Segnaletica di sicurezza 7) Fornitura e posa in opera di puntazza, per impianto di messa a terra, a croce zincata a fuoco, lato cm 5, spessore mm 5, lunghezza m 1.5 compresi bulloni e morsetti:. . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area operativa SGN) Segnaletica di sicurezza 8) Fornitura e posa in opera, per impianto di messa a terra, di collegamento equipotenziale per bagni o docce, eseguito con conduttori HO/V-K da 6 mmq entro tubo di p.v.c. . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area operativa SGN) Segnaletica di sicurezza 9) Gruppo di 4 scaricatori di sovratensione, per impianto di messa a terra, installati entro il quadro generale: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area operativa SGN) Segnaletica di sicurezza 10) Ponticelli eseguiti in treccia di rame stagnato, per impianto di messa a terra, per scossaline o masse metalliche contigue esterne: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile

€ € € €

8,08 12,91 12,91 3,10

€ € € € €

2,07 2,32 2,58 3,10 4,13

2,07

30,99

19,37

438,99

19,37

86

Capitolo 2 - Opere compiute

NOL) Nolo di autopiattaforma di lavoro SGN) Segnaletica di sicurezza 11) Corda di rame nudo fino a 1x35 mmq, per impianto di messa a terra, posata entro tubazioni predisposte o entro cavo:. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area operativa SGN) Segnaletica di sicurezza 12) Corda in rame nudo come sopra ma da 50 mmq . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area operativa SGN) Segnaletica di sicurezza 13) Fornitura e posa in opera di punti di utilizzo realizzati esternamente, o sottointonaco od a pavimento od entro getti con tubo plastico, rigido o flessibile, del diametro minimo di mm 14 a partire dalle cassette di derivazione per una lunghezza massima di m 10, conduttori tipo NO/V-K di sezione minima 1.5 mmq con guaina dai colori codificati, scatole frutto rettangolari o del tipo circolare, frutti tipo Ave, Habitat, Magic Ticino, o equivalenti, compresi eventuali frutti volanti con relativa uscita; ogni frutto sarà dotato di conduttore di terra. Punti comandati da quadri saranno valutati come normali, senza maggiorazioni per il maggior sviluppo, senza diminuzione per la mancanza del frutto: a) punto luce interrotto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad b) punto luce deviato. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad c) punto luce invertito . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad d) invertitori aggiunti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad e) punto presa 2x10 A. c/t . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad f) punto presa 2x16 A. c/t . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad g) punto presa 2x16 A. c/t interrotto e protetto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad h) punto luce a relais, come al punto a), ma con comando diretto a 220 volt . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad i) pulsante fisso o volante su punto h) anche luminosi, compresa quota linee fino alla alimentazione. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad l) punto luce senza interruttore o centri aggiunti su punto luce. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad m) punto luce interrotto in esecuzione stagna. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad n) punto luce deviato in esecuzione stagna . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad o) punto luce a relais in esecuzione stagna . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad p) punto presa 2x10 A in esecuzione stagna. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad q) punto presa 2x16 A in esecuzione stagna . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad r) punto suoneria ingresso completo di pulsante con targhetta portanome e suoneria a 12 V . . . . . . cad s) punto suoneria allarme a strappo dai bagni, compreso suoneria e pulsante. . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad t) applicazione di prese 2x10 A all’uscita di punto luce. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad u) interruttore bipolare 2x15A con fusibili in scatole singole od aggiunta sui punti.. . . . . . . . . . . . . . cad v) punto luce stagno, completo di plafoniera tipo Tartaruga da 60 W. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad z) punto presa TV eseguito in derivazione dalla linea principale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad x) punto di alimentazione fan-coil eseguito con scatola esterna a 2 posti,compresi n. 1 portafusibile, n. 1 presa 2x10A+T compreso allacciamento dal fan-coil . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad y) variatori di intensità luminosa per lampade fino a 500 W. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad j) punto termostato ambiente (apparecchio escluso) completo di linea di alimentazione da centralina caldaietta. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad w) punto luce d’emergenza da incasso costituito da lampada autonoma portatile della OVA tipo Minirilux . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile NOL) Nolo di autopiattaforma di lavoro SGN) Segnaletica di sicurezza OPV) Fornitura di estintore mobile DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 14) Fornitura e posa in opera di punto telefonico (solo tubi vuoti diam. 16 o 20 mm esterno o sottointonaco) a partire dalla colonna montante, comprese cassette unificate SIP . . . . . . . . . . . cad € € 4,39 €

3,36

€ € € € € € € € € € € € € € € € € € € € € € € € €

37,18 58,88 74,37 19,37 3,57 35,64 77,47 58,36 33,57 24,79 38,73 54,74 58,10 40,80 42,61 77,47 75,40 35,12 58,10 43,90 51,65 61,46 29,18 34,60 96,32

23,24
87

Prezzario delle opere edili

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile SGN) Segnaletica di sicurezza 15) Fornitura e posa in opera di punti citofonici, antincendio, antifurto o diffusione sonora (solo tubi vuoti del diam. 16 o 20 mm) a partire dalla montante, comprese cassette di derivazione. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile SGN) Segnaletica di sicurezza 16) Centralino di protezione, di produzione Ave tipo Midipim o equivalente consistente in un contenitore con coperchio e cerniere con entro installati: a) n. 1 interruttore differenziale da 2x32A-30mA b) n. 3 interruttori unipolari con neutro da 2x10 20A c) n. 1 trasformatore per suoneria ingresso . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: DLM) Delimitazione dell’area operativa SGN) Segnaletica di sicurezza C. 19) RASATURE - PITTURE - CAPPOTTI Disposizioni generali relative ai prezzi unitari: per norma generale resta stabilito che nei prezzi unitari dello elenco si intende sempre compresa e compensata ogni lavorazione e magistero, nonché spese generali (15%), utile dell’impresa (10%), con esclusione degli oneri della sicurezza, individuati in maniera indicativa, per lavorazioni standard, nei singoli articoli di elenco. 1) Rasatura di superfici interne intonacate a civile, a due riprese incrociate di stucco e carteggiatura occorrente: a) con stucco emulsionato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) con stucco sintetico. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Trabatello mobile prefabbricato DPC) Parapetto provvisorio per delimitare Le aperture verso il vuoto 2) Sabbiatura a secco con sabbia silicea di superfici: a) su pietra naturale, cemento armato, marmo granito . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) su pietra tenera, intonaco, rivestimenti in cotto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) su legno . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Formazione di impalcato ATT) Trabatello mobile prefabbricato DLM) Delimitazione dell’area operativa DLM) Installazione di schermo mobile 3) Sabbiatura ad umido con sabbia silicea di superfici escluso protezioni e ponteggi: a) su pietra naturale, cemento armato, marmo, granito. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) su pietra tenera, intonaco, rivestimenti in cotto. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Formazione di impalcato ATT) Trabatello mobile prefabbricato DLM) Delimitazione dell’area operativa DLM) Installazione di schermo mobile € € € € €

23,24

193,67

€ €

7,49 11,36

14,20 18,59 11,36

32,03 28,41

88

Capitolo 2 - Opere compiute

4) Applicazione di uno strato di isolante inibente, su superfici prima di procedere alle pitturazioni o al rivestimento: a) acrilico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) al solvente . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Formazione di impalcato ATT) Trabatello mobile prefabbricato DLM) Delimitazione dell’area operativa DLM) Installazione di schermo mobile 5) Lavaggio di facciata con l’uso di idropulitrice alla pressione di 100 atm, con esclusione dei ponteggi a) con acqua calda . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) con acqua fredda . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) con acqua fredda ed additivo detergente . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Formazione di impalcato ATT) Trabatello mobile prefabbricato DLM) Delimitazione dell’area operativa DLM) Installazione di schermo mobile 6) Tinteggiatura di tinta a tempera in colore chiaro e corrente su superfici interne intonacate a civile o lisciate a gesso già preparate ed isolate: a) a due strati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) per uno strato in più . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Trabatello mobile prefabbricato DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 7) Tinteggiatura a 2 riprese in tinta chiara su superfici interne: a) con pittura traspirante. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) per uno strato in più . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Trabatello mobile prefabbricato DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 8) Pitturazione a due riprese in tinta unica chiara con pittura lavabile, su superfici interne intonacate a civile o lisciate a stucco, già preparate e isolate: a) con pittura a base di resine viniliche . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) con pittura a base di resine vinilacriliche o vinilversatiche . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) con pitture a base di resine acriliche. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq d) per uno strato in più . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Trabatello mobile prefabbricato DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 9) Applicazione di tinta a calce in unico colore corrente tenue, su superfici intonacate a civile a) imprimitura con latte di calce idoneamente diluito e uno strato di tinta a calce data a pennello: 1) superfici interne . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq 2) superfici esterne . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) per uno strato in più dato a pennello. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq

€ €

2,89 3,36

€ € €

3,36 2,58 3,36

€ €

2,58 1,29

€ €

3,62 1,81

€ € € €

4,91 4,91 4,91 2,58

€ € €

3,62 7,75 1,81

89

Prezzario delle opere edili

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Trabatello mobile prefabbricato DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 10) Pitturazione di superfici interne intonacate a civile o lisciate a stucco o a gesso, già preparate ed imprimate, con una mano di pittura di fondo e una mano di pittura a finire in tinta unica corrente chiara di tipo: a) a smalto sintetico satinato od opaco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) pitturazione in tinta chiara con smalto ad acqua inodoro lucido o satinato. . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Trabatello mobile prefabbricato DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 11) Applicazione di rivestimento policromo tipo alphatone a base di resine in emulsione per interni su superfici preventivamente preparate e isolate con mano di fondo acrilico e finitura a spruzzo con apparecchiatura idonea. Si esclude la rasatura e la preparazione del fondo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Trabatello mobile prefabbricato DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 12) Applicazione di mano consolidante a base di silicati su fondi predisposti. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile prefabbricato DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 13) Applicazione di due mani di pittura a base di silicati su fondi predisposti.. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile prefabbricato DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 14) Rivestimento ai silicati, alto spessore (tipo venezia) su fondi predisposti. a) m/m 1 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) m/m 1.5 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile prefabbricato DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto 15) Applicazione a due riprese con pittura al quarzo su superfici esterne intonacate a civile già preparate ed isolate. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq a) con pittura acrilica. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile prefabbricato DLM) Delimitazione dell’area operativa 16) Applicazione di rivestimento plastico continuo emulsionato, in tinte chiare, su superfici intonacate a civile, già preparate ed isolate. Acrilico per interni a) tipo bucciato medio, sino a mm 2. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq
90

€ €

10,59 14,20

16,27

3,36

9,04

€ €

12,91 18,08

€ €

9,55 0,58

12,91

Capitolo 2 - Opere compiute

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile prefabbricato DPC) Parapetto provvisorio per delimitare le aperture verso il vuoto DLM) Delimitazione dell’area operativa 17) Applicazione di rivestimento plastico continuo rustico, a base di resine sintetiche o acriliche con pigmenti e quarzi in tinte chiare correnti di cartella, su superfici intonacate al civile fine, già preparate ed isolate Graffiato Veneziano a) tipo fine sino a mm 1.2 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) tipo medio sino a mm 1.8 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) tipo grosso sino a mm 2.0 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile prefabbricato DLM) Delimitazione dell’area operativa 19) Rivestimento con prodotti ai silicati stile Encausto, applicato con spatola di acciaio a) effetto estetico in tinta unita . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) effetto estetico decorativo con sovrapposizione di tinta . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile prefabbricato DLM) Delimitazione dell’area operativa 20) Rasatura esterna eseguita con grassello di calce, su intonaco a civile fine atto a riceverla con tinte pastello . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile prefabbricato DLM Delimitazione dell’area operativa 21) Tinteggiatura esterna a due riprese con latte di calce, su intonaco a civile fine già predisposto, con tinte pastello . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile prefabbricato DLM) Delimitazione dell’area operativa 22) Stucco decorativo per interni eseguito con doppia rasatura di fondo e doppia spatolatura con stucco lucido a finire mediante una spatola avente larghezza a) cm 8 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) cm 4 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) cm 20 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile prefabbricato 25) Applicazione di idrorepellente siliconico; per ogni mano: a) a solvente . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Formazione di ponteggio
91

€ € €

15,49 17,82 19,11

€ €

19,88 24,27

24,79

7,75

€ € €

49,58 85,22 32,02

7,75

Prezzario delle opere edili

ATT) Trabatello mobile prefabbricato DLM) Delimitazione dell’area operativa 26) Tinteggiatura con pittura anticondensa e antimuffa previa asportazione della muffa esistente con idoneo materiale; una mano di impregnante atto a consolidare il fondo esistente e due mani a spessore di pittura anticondensa. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile prefabbricato 27) Carteggiatura su opere in legno per uniformare i fondi. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile prefabbricato 28) Verniciatura data a pennello su manufatti in legno per esterno con applicazione di fondo impregnante, e due mani di vernice a finire (esclusa carteggiatura) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile prefabbricato DLM) Delimitazione dell’area operativa 29) Trattamento su opere in legno nuovo piallato, con vernice impegnante antimuffa, antifungo trasparente o colorato; per ogni mano. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq a) su legno nuovo non piallato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) su legno vecchio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile prefabbricato 30) Verniciatura protettiva antiruggine ad una mano data a pennello su manufatti nuovi in ferro o metallo in buono stato di conservazione previa spazzolatura e spolveratura a) ossido di ferro sintetico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) minio sintetico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) cromato di zinco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq d) wash primer a due componenti (per lamiere zincate) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile prefabbricato DLM) Delimitazione dell’area operativa 31) Sgrassatura di superfici nuove ferrose e non ferrose con impiego di solvente. . . . . . . . . . . . . . . . . al mq Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile prefabbricato DLM) Delimitazione dell’area operativa 32) Verniciatura in tinta unica a due mani date a pennello su manufatti in ferro o metallo, già trattati con verniciatura protettiva antiruggine e non imbrattati: a) con smalto sintetico per esterno . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) con smalto oleosintetico per esterno . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq € 1,55 € € € € € 2,07

11,36

17,56

4,39 8,52 7,23

€ € € €

5,16 5,16 5,42 4,65

€ €

17,04 17,04

92

Capitolo 2 - Opere compiute

Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile prefabbricato DLM) Delimitazione dell’area operativa 33) Rivestimento termico a cappotto eseguito con pannelli isolanti di polistirene espanso battentato autoestinguente della densità di 20-25 kg/mc di dimensione di m 1.00x0.50 e con lo spessore di cm 4; con rete fibra di vetro trattata con appretto antialcalino con maglia di mm 4,50x4,50 e di peso non inferiore a 156 gr/mq. Al piano terra verrà stesa una doppia rete di rinforzo, per garantire la rigidità necessaria ad urti, colpi o danneggiamenti. La posa di detti pannelli avviene previa applicazione di idoneo collante e di tasselli in plastica o in nylon con gambo di 7/8 mm, testina 35 mm lunghezza variabile a seconda dello spessore del pannello in numero da un minimo di 4 ad un massimo di 6 per ogni mq. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq a) ogni cm di spessore in più o in meno varia il costo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq N.B.: Nel prezzo su esposto è escluso il rivestimento finale ed il ponteggio esterno. Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile prefabbricato DLM) Delimitazione dell’area operativa C. 20 IMPIANTO ELEVATORE Disposizioni generali relative ai prezzi unitari: per norma generale resta stabilito che nei prezzi unitari dello elenco si intende sempre compresa e compensata ogni lavorazione e magistero, nonché spese generali (15%), utile dell’impresa (10%), con esclusione degli oneri della sicurezza, individuati in maniera indicativa, per lavorazioni standard, nei singoli articoli di elenco. 1) Impianto elevatore oleodinamico ad azione diretta cat. A per handicappati, portata kg 630 persone n. 8, manovra universale a pulsante, velocità di esercizio m/sec 0.50; di rallentamento m/sec 0.10; fermate e servizi 2; corsa circa m 5.00; cabina e porte rivestite in laminato plastico; citofono, luce di emergenza in cabina e pulsanti a lettura Brille, illuminazione interna al neon; si comprende l’assistenza muraria. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad a) Sovrapprezzo per ogni fermata in più. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad Restano esclusi, indicativamente, gli oneri relativi a: ATT) Ponte su cavalletti ATT) Formazione di ponteggio ATT) Trabatello mobile prefabbricato ATT) Elevatore manuale DPC) Parapetto provvisorio del delimitare le aperture verso il vuoto

€ €

39,25 2,07

€ 17.301,31 € 1.291,14

93

Prezzario delle opere edili

D) ELENCO DEGLI ONERI TIPO DELLA SICUREZZA
D.1) ATTREZZATURA ATT.01) Ponteggio a telai prefabbricati compreso il trasporto, il montaggio e lo smontaggio secondo quanto previsto nella Autorizzazione Ministeriale. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq ATT.02) Sottoponte a sbalzo, fuori schema, costituito da tubolari metallici giuntati, fino ad uno sbalzo massimo di cm 120. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq ATT.03) Ponte su cavalletti usato per lavori da eseguirsi al suolo o all’interno degli edifici; costituito da piano di lavoro in tavole di legno dello spess. cm 5 con lunghezza adeguata, larghezza non inferiore a cm 90 ed altezza non superiore a m 2. Si comprende il montaggio e lo smontaggio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq ATT.04) Scala a castello in tubo metallico ( per getto pilastri), con piano di lavoro provvisto di parapetto, scala fissa di accesso, due ruote e maniglie per lo spostamento, altezza di lavoro fino a m 2.50 (utilizzo valutato a corpo per cantiere fino a mq 500 di fabbricato). . . . . . . . . . . . . a corpo ATT.05) Elevatore a cavalletto ad azionamento manuale fino a kg 200. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . giorno ATT.06) Trabatello mobile prefabbricato in tubolare metallico, completo di piano di lavoro, botola e scala di accesso, parapetto regolamentare e ogni altro elemento richiesto dalla normativa (utilizzo valutato a corpo per cantiere fino a mq 500 di fabbricato) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . a corpo ATT.07) Formazione di canalizzazione sporgente verso l’esterno per una estensione variabile tra m 1 e m 1.50, per scarico di materiali di risulta . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m ATT.08) Formazione di linea con cavetto in acciaio tra due postazioni fisse, per l’ancoraggio delle cinture di sicurezza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m ATT.09) Piano di deposito e o lavoro realizzato o in tavole di legno di sezione 30x5 cm, o in tavole di metallo con superficie antiscivolo; parapetto regolamentare; vano di passaggio carico, con cancelletto di chiusura; struttura costituita da profilati metallici giuntati controventati come da disegno esecutivo a firma del tecnico abilitato; cartello indicante la portata massima dello stesso. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq ATT.10) Trasformatore elettrico per la fornitura di corrente elettrica a tensione di sicurezza max 50 v per lavorazioni in ambienti umidi o in ambienti ristretti con presenza di grosse masse metalliche. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al giorno ATT.11) Marmitta per abbattimento fumi di scarico, emessi dai mezzi e/o macchine operatrici fino a HP 100, all’interno dei locali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . giorno ATT.12) Motopompa con prevalenza fino a m 6 per lavorazioni in presenza di acqua . . . . . . . . . . . . . . . . . giorno D.2) DELIMITAZIONI DLM.01) Delimitazione e protezione dell’area operativa, costituita da ferri tondi infissi nel terreno e da due correnti orizzontali di tavole di legno dello spess. di cm 2.5 e rete plastificata arancione; altezza minima m 1.80 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m DLM.02) Delimitazione dell’area di lavoro costituita da ferri tondi, con protezione data da fungo rosso, infissi nel terreno, nastro bicolore in plastica e cartello indicatore; altezza minima m 1.00 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m DLM.03) Delimitazione dell’area di lavoro tramite paletti alti cm 90 con base metallica di diametro mm 300 posti ad una distanza di un metro, e catena colore bianco/rosso . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m DLM.04) Delimitazione di area soggetta a rischio di esplosioni, incendi, posta a distanza di sicurezza, con nastro o fettuccia e segnalazione del pericolo con appropriati cartelli . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m DLM.05) Protezione percorso pedonale prospiciente lo scavo, costituito da parapetto regolarmente realizzato con montanti di legno infissi nel terreno, due tavole di legno come correnti orizzontali e tavola fermapiede. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m

€ €

11,36

25,82

5,16

€ €

154,94 15,49

€ € €

464,81

51,65

12,91

25,82

€ € €

51,65

129,11 103,29

7,75

€ € €

1,55

2,58

1,55

12,91

94

Capitolo 2 - Opere compiute

DLM.06) Fornitura ed installazione di schermo mobile per la protezione di zone in cui si effettuano lavori pericolosi, costituito da struttura metallica in tubo giunto, equipaggiato con tenda autoestinguente o pannello in lamiera; dimensioni circa m 1.30 di larghezza e m 1.90 di altezza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad DLM.07) Fornitura e installazione di schermo di compartimentazione contro la diffusione di fumi di catrame e bitume con protezione in tavolato di legno con struttura costituita da montanti e traversi (h. max. m 2) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq DLM.08) Fornitura ed installazione di cancello carrabile realizzato con tubo tipo ponteggio, a lavorazione saldata, rivestito con rete metallica o lamiera grecata con una ripresa antiruggine, in opera, compresi pilastri metallici di sostegno infissi in un getto di calcestruzzo; altezza m 2, peso circa 25 kg/mq . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m DLM.09) Fornitura ed installazione di portoncino per l’accesso pedonale con telaio metallico saldato, rivestito con rete metallica o lamiera grecata con una ripresa antiruggine, in opera, compreso controtelaio metallico; altezza m 2 e peso circa 25 kg/mq. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m D.3) DISPOSITIVI DI PROTEZIONE COLLETTIVA DPC.01) Puntellazione di strutture orizzontali, di qualsiasi tipo, con puntelli di acciaio, legname o misti, compreso banchine ed apparecchi di armo in genere, compreso armo e disarmo ed ogni altro onere, misurato a superficie puntellata. a) fino all’altezza di m 3. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) maggiorazione per strutture inclinate. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq c) maggiorazione alla voce a)e b) per ogni metro di altezza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq DPC.02) Puntellazione di strutture murarie verticali con elementi in acciaio, legname o misti, compreso banchine, apparecchi di disarmo in genere, sbadacchiature in senso longitudinale e trasversale, controventature, in direzione perpendicolare al muro servito, compreso armo e disarmo ed ogni altro onere. a) per una altezza massima di m 4, al m di muratura servita. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) maggiorazione alla voce a) per ogni m di altezza, fino a m 6, al m di muratura servita. . . . . al mq DPC.03) Formazione di sbadacchiature di fori di porte, finestre e simili, a doppia orditura, compresi oneri e sfridi per puntelli verticali, sbadacchi orizzontali e controventature a croce di S. Andrea, compreso armo, disarmo ed ogni onere per maestranze ed assistenza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq DPC.04) Armatura di parete di scavo di sbancamento o di fondazione a sezione ristretta e/o pozzo eseguita con: a) tavolame di abete di terza scelta, legname tondo e sfrido, chioderia e quanto altroo occorrente per l’armamento ed il disarmo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq b) casseri in acciaio di idonee dimensioni completi di ogni accessorio per dare l’opera finita . . . . . al mq c) palancole in acciaio, tipo LARSSEN, infisse con mezzi meccanici compreso ogni onere per dare l’opera finita . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq d) esecuzione di micropali sez.110:130 m/m con attrezzatura a rotazione; si esclude l’armatura interna; si comprende l’iniezione con boiacca di cemento ad alta pressione. . . . . . al m e) esecuzione di tiranti composti da n°4 trefoli da 0.6” di acciaio armonico, fino a 60 ton.; si comprende getto, iniezione di boiacca, fornitura e posa di piastre e boccole in acciaio, tesatura. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m f) maggiorazione alla voce a) per esecuzione dell’armatura all’interno del fabbricato . . . . . . . . . al m g) maggiorazione alla voce d) per esecuzione all’interno del fabbricato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m DPC.05) Protezione di pareti di scavo con telo impermeabile fissato con paletti metallici o in legno, legato ed eventualmente zavorrato in alto e in basso . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq DPC.07) Puntellatura semplice di volte ed archi fino ad una altezza di tre metri dal piano di calpestio con struttura in tubolari metallici e tavole di abete, compreso trasporto, montaggio, smontaggio e allontanamento. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq a) maggiorazione per formazione della puntellatura dai tre metri ai cinque metri . . . . . . . . . . . al mq DPC.11) Parapetto provvisorio, da montare lungo il perimetro di coperture piane o su solai intermedi o scale in costruzione, costituito da aste metalliche ancorate al supporto con blocco a morsa montate ad interasse di 180 cm, dotato di tavole fermapiede e di due correnti di legno, di cui quello superiore posto ad una altezza di cm 100 da piano da proteggere. Si comprende

180,76

51,65

154,94

154,94

€ € €

18,08 3,62 2,07

€ €

46,48 13,94

67,14

€ € € € € € € € 30,99 67,14

82,63 12,91

3,62

€ €

25,82 2,58

95

Prezzario delle opere edili

il montaggio e lo smontaggio eseguito con l’ausilio dei D.P.I. ( cinture di sicurezza). . . . . . . . . . . . al m a) con presenza di grondaie sporgenti. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m b) maggiorazione per il nolo a caldo dell’autopiattaforma . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . giorno DPC.12) Parapetto provvisorio, da montare lungo il perimetro di coperture inclinate costituito da aste metalliche ancorate al supporto con blocco a morsa montate ad interasse di 180 cm, dotato di tavole fermapiede e di due correnti di legno, di cui quello superiore posto ad una altezza di cm 100 da piano da proteggere. Si comprende il montaggio e lo smontaggio eseguito con l’ausilio dei D.P.I. ( cinture di sicurezza) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al mq a) maggiorazione per il nolo a caldo dell’autopiattaforma . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . giorno DPC.13) Parapetto provvisorio di aperture verso il vuoto costituito da aste metalliche ancorate al supporto con blocco a morsa, dotato di tavole fermapiede e di due correnti di legno, di cui quello superiore posto ad una altezza di cm 100 da piano da proteggere. Si comprende il montaggio e lo smontaggio eseguito con l’ausilio dei D.P.I. (cinture di sicurezza . . . . . . . . . . . . . al mq DPC.14) Tavolato di legno a protezione delle aperture sui solai, bocche di lupo, pozzetti, costituito da tavole da cm 5 di spessore, fissate su traversine di legno e relativo sistema di aggancio . . . . . . al mq DPC.15) Andatoie o passerelle costituite da tavole accostate, larghezza totale cm 60, unite da listelli trasversali chiodati, da disporre sulle coperture o travi quando si temono rotture localizzate . . . . al m

€ € €

10,85 15,49 413,17

€ €

18,08 413,17

€ € €

10,85

23,24

33,57

DPC.16) Rete di sicurezza per lavori di ristrutturazione o prefabbricazione, di dimensioni adeguate, in maglia di nylon o corda da cm 6 di lato, completa di fune perimetrale adeguata, ancorata con cavi metallici alle pareti o pilastri a mezzo cravatte metalliche. Si comprende il montaggio e lo smontaggio eseguito con l’ausilio dei D.P.I. ( cinture di sicurezza) . . . . . . . . . . . . . al mq a) maggiorazione per il nolo a caldo dell’autopiattaforma . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . giorno DPC.17)Passerella pedonale a sbalzo in profilo metallico, completa di parapetti, che si aggancia, secondo schema previsto dalla ditta costruttrice, ai casseri dei pannelloni in ferro e legno multistrato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m DPC.19) Protezione sommità di ferri di armatura con funghi in PVC . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad DPC.20) Protezione sommità di ferri di armatura con canalina in p.v.c. di sezione quadrata o circolare, per uno sviluppo complessivo di cm 20; o con tavole di legno da cm 2-3 di spessore legate ai ferri d’armatura . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m DPC.21) Copertura per posti di lavoro fissi costituita da struttura in travi di legno tondo o struttura in tubi e giunti e tavolato di legno dello spessore di cm 5 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . a corpo DPC.23) Segnalazioni delle linee elettriche esterne, mediante strutture di tavole su pali di sostegno in legno, per prevenire da eventuali urti derivanti dalla azione di macchine operatrici o da movimentazione di carichi sospesi a gru. Pali altezza fino a m.6; interasse fino a m 4 protezione fino ad altezza di m 1 circa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . al m D.4) IMPIANTI ELETTRICI IMP.01) Illuminazione di cantiere ottenuta tramite fari alogeni su cavalletti trasportabile da 500 W IP 65 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad IMP.02) Illuminazione di cantiere ottenuta tramite fari alogeni su cavalletti trasportabile da 1000 W IP 65 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad IMP.03) Formazione di rete di messa a terra costituita da dispersori a picchetto in profilato a croce in acciaio dim. 50x50x5 e conduttori di terra in corda di rame nuda mm 35 . . . . . . . . . . . . . . . . . al m IMP.04) Verifica dell’impianto elettrico e del rischio scariche atmosferiche di cantiere, da parte dell’elettricista . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad IMP.05) Lampada tipo a tartaruga collegata a linea esistente montata a parete o su ponteggio con lampadina fino a 60 W . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad

€ €

15,49 413,17

€ €

7,75 0,07

€ €

2,58

413,17

129,11

€ € € € €

33,57

61,97

6,71

25,82

10,33

96

Capitolo 2 - Opere compiute

D.5) LOGISTICA DI CANTIERE LOG.01) Fornitura e posa di elemento prefabbricato contenente un WC alla turca con vaschetta o doccia, collegamento fognario, idrico ed elettrico; si comprende la realizzazione di un basamento di appoggio e ancoraggio della struttura . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad D.6) NOLEGGI NOL.01) Utilizzo di autobotte con operatore comprensivo di consumi e ogni altro genere di funzionamento. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ora NOL.02) Utilizzo di gruppo elettrogeno per per fornitura di elettricità in cantieri non serviti della potenza inferiore a 25 Kw A . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . giorno NOL.03) Nolo di autopiattaforma di lavoro, escluso l’addetto alle manovre; altezza massima m 20. . . . . . . ora a) maggiorazione per nolo a caldo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . giorno NOL.04) Nolo di autogrù con cestello lavoro, compreso l’addetto alle manovre; altezza massima m 20 . . . . . . ora NOL.05) Nolo di compressore con motore elettrico o diesel, di capacità di lt. 3000, escluso carburante . . . . . . giorno D.7) SEGNALETICA E CARTELLONISTICA SGN.01) Cartelli di pericolo (avvertimento), e di divieto in alluminio, triangolare, rettangolare o quadrato posato a parete. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad SGN.05) Lampeggiatore crepuscolare a luce intermittente gialla IP 65 con uso di batterie ricaricabili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad SGN.06) Lampeggiatore crepuscolare a luce fissa rossa IP 65 con uso di batterie ricaricabil. . . . . . . . . . . . . cad SGN.07) Illuminazione mobile di recinzioni o barriere di segnali, con lampade anche ad intermittenza, alimentate a batteria con autonomia non inferiore a 16 ore di funzionamento continuo. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . giorno SGN.08) Semaforo autoalimentato con batteria a luce lampeggiante su palo, autonomia non inferiore a 16 ore. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . giorno SGN.09) Coppia di Semafori a tre luci e centralina di regolazione traffico, autoalimentati, con autonomia non inferiore a 16 ore, corredati di 100 m di cavo per posa mobile . . . . . . . . . . . . . . . giorno D.8) MANODOPERA MDO.01) Addetto alle varie sorveglianze e/o eventuali bagnature dei locali e/o aree per evitare la formazione di polvere . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ora MDO.02) Verifica delle condizioni delle attrezzature prima e durante le fasi di lavoro mediante controllo visivo. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ora MDO.03) Verifica delle condizioni dell’area di cantiere e delle attrezzature prima della ripresa dei lavori mediante controllo visivo in contradditorio con il responsabile di cantiere . . . . . . . . . . . ora D.9) OPERE VARIE OPV.01) Fornitura ed installazione di estintore portatile omologato: a) fino a kg 06 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad/mese OPV.02) Cassetta di pronto soccorso completa di tutte le attrezzature mediche e dei medicinali richiesti dalla normativa vigente. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . cad

774,69

€ € € € € €

77,47

92,96 61,97 258,23 77,47 113,62

€ € €

15,49

15,49 15,49

€ € €

77,47

7,75

12,91

€ € €

25,82

30,99

30,99

€ €

3,87

154,9

97

.

Metodi di misurazione e di valutazione dei lavori

Capitolo

3

.

E) METODI DI MISURAZIONE
E.1) DEMOLIZIONI RIMOZIONI PUNTELLAZIONI RIPARAZIONI 1) Le demolizioni dei fabbricati vengono valutate a mc vuoto per pieno misurando gli ingombri esterni planimetrici e l’altezza dal piano di spiccato alla quota media delle altezze degli spigoli non verticali del fabbricato. 2) Le demolizioni di murature saranno pagate a mc. di muratura effettiva demolita comprensiva degli intonaci e rivestimenti ed a qualsiasi altezza. Sarà fatta deduzione di tutti i fori superiori a mq 2.00 3) La demolizione dei tramezzi sarà misurata secondo la superficie effettiva dei tramezzi e delle parti di essi demolite, comprensive degli intonaci o rivestimenti. Sarà fatta deduzione di tutti i fori con superficie superiore a mq 2.50. 4) Gli intonaci demoliti a qualsiasi altezza saranno computati secondo la superficie reale, dedotti i vani superiori a mq 2.00 di superficie misurata in luce netta, valutando a parte la riquadratura di detti vani solo nel caso in cui si riferiscono a murature di spessore maggiore di cm 15 5) La demolizione dei solai sarà valutata a superficie, in base alle luci nette degli stessi. Saranno comprese nel prezzo delle demolizioni dei solai: a) se con struttura portante in ferro o in latero cemento, è compresa la demolizione completa del soffitto. b) se con struttura portante in legno compresa la demolizione del tavolato ed è esclusa la demolizione del soffitto su cannicciato o rete. 6) La demolizione della copertura verrà computata a mq, misurando geometricamente la superficie delle falde del tetto senza alcuna deduzione dei vani per fumaioli, lucernai, abbaini, ed altre parti sporgenti della copertura. 7) La demolizione dei pavimenti di qualunque genere verrà valutata per la superficie vista tra le pareti intonacate dell’ambiente. Nella misura non sarà perciò compresa l’incassatura dei pavimenti nell’intonaco. 8) La demolizione di scale di qualsiasi forma e tipo verrà valutata a metro lineare di gradino. 9) La rimozione della grossa orditura del tetto verrà computata a metro quadrato misurando geometricamente la superficie delle falde del tetto senza alcuna deduzione di fori. 10) La rimozione degli infissi esterni ed interni (finestre, porte, portiere e portoncini) verrà valutata a corpo per ciascun elemento avente superficie inferiore a mq 2.00; per superfici maggiori la valutazione si farà a misura. La superficie dei serramenti verrà valutata a luce netta, comprendendo però nel prezzo la rimozione della eventuale cassa, controcassa, dei coprigiunti e delle eventuali parti murate. 11) I prezzi, per la rimozione delle opere in pietra naturale od artificiale, eseguita a qualsiasi altezza, saranno applicati, a seconda dei casi, al volume, alla superficie o alla lunghezza della pietra da rimuovere, con misure determinate secondo le modalità seguenti: a) Lunghezza: determinata dalla massima lunghezza del pezzo, quando la larghezza è inferiore o uguale a cm 50 e lo spessore è inferiore o uguale a cm 6; b) Superficie: massimo rettangolo circoscrivibile al pezzo, quando lo spessore sia inferiore o uguale a cm 6 e la larghezza superiore a cm 50; c) Volume: massimo parallelepipedo circoscrivibile al pezzo, quando le misure superino quelle considerate nei casi a) e b). 12) La rimozione dei radiatori verrà valutata a corpo per ciascun elemento. Nel prezzo della rimozione saranno comprese tutte le parti accessorie (placche, coprigiunti, mensole, valvole, detentori) e l’eventuale chiusura delle tubazioni con apposito tappo. 13) La rimozione degli apparecchi sanitari verrà valutata a corpo, per ciascun elemento, qualsiasi tipo di apparecchio sanitario sia da rimuovere. Nel prezzo saranno comprese tutte le parti accessorie, le rubinetterie, le smurature degli ancoraggi e degli eventuali supporti murari. 14) La puntellazione delle strutture orizzontali sarà valutata in base alle luci nette delle stesse e per una altezza massima di m 3.00. Nel prezzo si comprende l’armo, il disarmo sia delle banchine che degli apparecchi di armo in genere 15) Le riparazioni delle murature si conteggiano al m o mq di muratura consolidata.

101

Prezzario delle opere edili

E.2) SCAVI MOVIMENTI DI MATERIE INERTI RIPORTI 1) La misurazione degli scavi di sbancamento è effettuata con il metodo delle sezioni ragguagliate. All’atto della consegna dei lavori, l’Appaltatore esegue, in contraddittorio con la Committente, il controllo delle quote effettive di terreno in base alle sezioni trasversali e la verifica delle distanze tra le sezioni stesse. Il volume degli scavi risulta generalmente dai disegni di progetto e corrisponde alla massima superficie della costruzione da eseguire ( misurata in pianta maggiorata degli spazi necessari per l’effettuazione in sicurezza delle lavorazioni di cantiere) moltiplicata per la relativa altezza di scavo. 2) Per lo scavo per la formazione del corpo stradale resta inteso che la sagoma di progetto delimitante le sezioni di scavo è quella del piano di sottofondo. 3) Gli scavi a sezione obbligata vengono computati per il volume risultante dal prodotto dell’area di base delle murature di fondazione,dei plinti, delle fondazioni continue, dei basamenti, delle fondazioni di macchine o di apparecchiature, ecc. ( e più precisamente dell’area di base del calcestruzzo magro e non dell’area della struttura in cemento armato )per la profondità di scavo misurata a partire dal piano di campagna o dallo scavo di sbancamento, maggiorata degli spazi necessari per l’effettuazione in sicurezza delle lavorazioni di cantiere. 4) Gli scavi in acqua sono compensati con il relativo sovrapprezzo il quale viene applicato alla quantità di materiale compatto scavato sotto il livello costante medio a cui si stabiliscono le acque nel periodo in cui gli scavi stessi vengono eseguiti. Tale livello è rilevato in contraddittorio tra la committente e l’Appaltatore. 5) Per gli scavi a sezione obbligata di fondazioni da eseguire con impiego di palancole, sbadacchiature o simili strutture, il volume di dette strutture viene incluso nel volume dello scavo. 6) Il computo dei volumi dei riporti deve essere effettuato con il metodo delle sezioni ragguagliate e deve avvenire al netto dei volumi delle opere di fondazione. All’atto della consegna dei lavori, l’Appaltatore deve eseguire in contraddittorio con la Committente il controllo delle quote effettive del terreno in base alle sezioni trasversali e la verifica delle distanze tra le sezioni stesse. Il volume dei riporti deve essere determinato in base a tali rilievi ed a quelli da effettuare ad opere finite od a parti di esse purché finite, con riferimento alle quote di progetto. 7) L’inghiaiamento viene valutato in base alla superficie, non deducendo quindi le superfici occupate da basamenti, camerette, cunicoli, pavimentazioni, ecc.E.3) FERRO PER CEMENTI ARMATI - OPERE DA FABBRO 1) Il peso dell’acciaio per l’armatura viene determinato mediante il peso teorico corrispondente ai vari diametri effettivamente prescritti, trascurando le quantità superiori alle prescrizioni, le legature e le sovrapposizioni per le giunzioni non previste e non necessarie. Il peso del ferro in ogni caso viene determinato con mezzi analitici ordinari, misurando cioè lo sviluppo lineare effettivo di ogni barra (seguendo le sagomature e le uncinature) e moltiplicandolo per il peso unitario stabilito nelle tabelle U.N.I vigenti. 2) Tutte le opere fabbrili saranno in genere valutate a peso ed i relativi prezzi verranno applicati al peso effettivo dei metalli stessi, a lavorazione completamente ultimata e determinato prima della loro posa in opera, con pesatura diretta fatta in contraddittorio ed a spese dell’appaltatore. Nei prezzi dei lavori in metallo è compreso ogni e qualunque compenso per le forniture ed accessori per la lavorazione, montaggio e posa in opera. Sono pure compresi e compensati: - la coloritura antiruggine. - il trasporto. E.4) CALCESTRUZZI CASSEFORME 1) Tutti i calcestruzzi, siano essi per fondazione o in elevazione, armati o no, vengono misurati a volume con metodi geometrici sulla base dei disegni esecutivi, dedotti i vani od i materiali di differente natura in essi compenetranti che devono essere pagati con altri prezzi di elenco. In ogni caso non si deducono i volumi del ferro di armatura ed i vani di volume minore od uguale a mc. 0,20 ciascuno, intendendosi con ciò compensato l’eventuale maggiore magistero richiesto. 2) Il massetto di sottofondazione(magrone) deve essere contabilizzato, in ogni caso, come sporgente dai bordi perimetrali della fondazione di cm 10 salvo diversa prescrizione rilevabile da disegni esecutivi o richiesta scritta della Committente, ciò anche qualora l’Appaltatore, per propria utilità al fine di facilitare la posa in opera delle casseforme e relative sbadacchiature, ritenesse di eseguirlo con sporgenza maggiore. 3) Le casseforme sono computate in base allo sviluppo delle facce interne a contatto col conglomerato cementizio. 4) I pali in calcestruzzo di consolidamento del terreno, tipo “Radice” vanno contabilizzati per il loro effettivo volume prima dell’eventuale scapitozzatura.

102

Capitolo 3 - Metodi di misurazione

5) I diaframmi in calcestruzzo di consolidamento del terreno, vanno contabilizzati per la loro effettiva superficie prima dell’eventuale scapitozzatura. E.5) RIEMPIMENTI CALDANE MASSETTI 1) I drenaggi in pietrame ed i sottofondi in ghiaia vengono valutati a volume, misurato dopo la sistemazione in opera. 2) I pavimenti, sia normali che ventilati, i sottofondi, i massetti, le caldane, vengono valutati in base alla loro superficie effettiva. Nella misurazione sono da detrarre le zone non pavimentate purché di superficie, ciascuna, superiore a mq 0,50. La lisciatura a frattazzo fino ed a cazzuola viene valutata in base alla sola superficie effettivamente trattata. E.6) ISOLAMENTI IMPERMEABILIZZAZIONE 1) Gli strati in lastre di agglomerato di trucioli di legno e cemento tipo Eraclit, poliuretano, polistirene espanso o estruso, e pannelli rigidi similari verranno valutati in base all’effettiva superficie eseguita, deducendo i vuoti di superficie maggiore di mq 1.00. Nel prezzo sono inclusi tutti gli accessori di fissaggio; sono invece escluse le eventuali orditure di sostegno. 2) Il manto isolante ed insonorizzante sarà valutato in base allo sviluppo effettivo della superficie rivestita senza tenere conto delle sovrapposizioni, deducendo tutti i vuoti di superficie maggiore a mq 1.00. 3) Gli strati in cartonfeltro bituminato e lana di vetro verranno valutati in base allo sviluppo effettivo della superficie eseguita senza tenere conto delle sovrapposizioni. 4) I manti impermeabilizzanti saranno valutati in base alla superficie effettivamente impermeabilizzata, senza conteggiare le sovrapposizioni per i giunti, e sviluppando ogni raccordo, deducendo tutti i vuoti di superficie superiore a mq 1.00. 5) I bocchettoni e gli sfiati verranno contabilizzati per il numero posto in opera. E.7) MURATURE CARTONGESSI TRAMEZZE VETROCEMENTO 1) Murature in genere. Le murature in genere dovranno essere misurate geometricamente in base al volume ed alla superficie, secondo la categoria, in base a misure prese sul vivo dei muri, esclusi quindi gli intonaci. Sarà fatta deduzione di tutti i vuoti di luce superiore a mq 2.00. La deduzione viene fatta togliendo il solo volume che si ottiene moltiplicando la luce netta dell’apertura in rustico per lo spessore del muro o la profondità dello sfondato. Sarà sempre detratto il volume corrispondente alla parte incastrata di pilastri, piattabande, di strutture diverse da pagarsi con altri prezzi di elenco, ad eccezione delle parti di laterizio delle immorsature dei tavolati che saranno considerate dello spessore tipo della muratura. 2) Tavolati I tavolati, in mattoni pieni, forati e vetrocemento, saranno valutati a superficie, misurandoli a rustico, vuoto per pieno, deducendo soltanto le aperture di superficie uguale o maggiore a 2.50 mq intendendo nel prezzo compensata la formazione di spalle, piattabande, ecc. La misurazione delle aperture sarà eseguita al rustico. 3) Murature a cassa vuota per chiusure perimetrali. Le murature a cassa vuota verranno misurate una volta sola in proiezione verticale con deduzione a rustico dei vani superiori a mq 2.00. 4) Sigillatura e stilatura dei giunti per paramenti a vista. Il prezzo stabilito per tale lavorazione viene applicato valutando la superficie effettiva, dedotti tutti i vuoti. 6) Pareti divisorie interne in lastre di cartongesso Le pareti in cartongesso di vario spessore, saranno valutate a superficie, vuoto per pieno, deducendo le aperture di superficie uguale o maggiore a mq 2.50 , intendendo nel prezzo la fornitura in opera della struttura in lamiera, il fissaggio e la rasatura dei giunti. 7) Pareti di tamponamento perimetrali esterne in pannelli metallici isolanti ed autoportanti in lamiera. Le pareti di tamponamento di vario spessore, saranno valutate a superficie, vuoto per pieno, deducendo le aperture di superfici maggiori a mq 4.00 , intendendo nel prezzo la fornitura in opera della struttura in lamiera ed il fissaggio. E.8) SOLAI 1) I solai in conglomerato cementizio armato, non misti a laterizi, saranno valutati in base al loro volume. 2) Tutti gli altri tipi verranno valutati in base alla superficie netta interna dei vani che ricoprono, qualunque sia la forma di questi, misurati secondo la luce libera del rustico delle murature o strutture principali di perimetro del locale sottostante, esclusa quindi la presa e l’appoggio sulle murature stesse. Il prezzo dei solai suddetti si applicherà anche a quelle posizioni in cui, per resistere a momenti negativi, il laterizio sia sostituito da conglomerato cementizio.
103

Prezzario delle opere edili

3) I solai in legno sono pagati a mq in base alle luci effettive. 4) I solai inclinati saranno misurati e contabilizzati per il loro effettivo sviluppo. 5) Le coperture in genere saranno computate a mq misurando geometricamente la superficie delle falde del tetto senza alcuna deduzione dei vani per i fumaioli, lucernai ed altre parti sporgenti dalla copertura. 6) I colmi in genere, vanno computati a m in base alle lunghezze effettive. E.9) CONTROSOFFITTI 1) I controsoffitti piani saranno misurati in base alla superficie della loro proiezione orizzontale. Nel prezzo dei controsoffitti in genere sono compresi e compensati tutte le armature, forniture, magisteri e mezzi d’opera per dare i lavori finiti. E.10) OPERE DA LATTONIERE 1) Converse, scossaline, colmi, ecc. in lamiera zincata, in rame e alluminio ramato, verranno valutati a metro lineare includendovi la ferramenta di fissaggio. 2) Le lastre in piombo verranno valutate in base al peso effettivo. 3) I terminali in ghisa verranno valutati a numero. 4) I pluviali e le grondaie in lamiera zincata preverniciata, in rame, in alluminio ramato ed in acciaio inox, verranno valutati a metro lineare sul massimo sviluppo includendovi cicogne, collarini e bocchettoni. 5) I lucernai in lamiera preverniciata saranno valutati a numero. 6) Le canalizzazioni in lamiera zincata rinforzata verranno valutate a peso, includendovi le guarnizioni e la ferramenta di fissaggio. E.11) INTONACI MARMI 1) I prezzi degli intonaci saranno applicati alla superficie intonacata compresa la formazione degli spigoli. 2) Nella fattura degli intonaci è compreso l’onere della ripresa, contro pavimenti, zoccolature, serramenti e rivestimenti. 3) Gli intonaci interni sui muri di spessore maggiore di cm 15 saranno computati a vuoto per pieno a compenso della riquadratura dei vani, degli aggetti e delle lesene alle pareti che non saranno perciò sviluppate. Tuttavia saranno detratti i vani con superficie maggiore a 4 mq valutando a parte la riquadratura di detti vani. 4) Gli intonaci interni su tramezzi in foglio o ad una testa saranno computati per la loro superficie effettiva e dovranno essere pertanto detratti i vuoti di superficie uguale o maggiore a mq 2.50 ed aggiunte le loro riquadrature. 5) Le opere in marmo o pietra naturale saranno valutate a superficie in base al rettangolo circoscrivibile. Le immorsature dei pezzi da incastrare nei muri dovranno avere le dimensioni prescritte dal progetto o stabilite dalla Committente; non verrà valutata alcuna eccedenza rispetto alle dimensioni stabilite. E.12) SISTEMAZIONI ESTERNE 1) Massicciate, strati di collegamento, manti di usura in conglomerato bituminoso. I conglomerati bituminosi verranno valutati in base alla superficie eseguita. 2) Pavimentazione marciapiedi. Pavimentazione in piastre di ghiaino lavato ed in massetti di calcestruzzo autobloccanti.La pavimentazione sarà pagata in base alla superficie effettivamente eseguita, con deduzione dei fori superiori a mq 1.00. 3) Cordoli in calcestruzzo. I cordoli verranno valutati per metro di effettivo sviluppo.Il prezzo comprende: scavi, sottofondo e rinfianchi in calcestruzzo, la posa in opera. I pezzi speciali, comprese le curve, si computano per una lunghezza minima di m 1.00. 4) Recinzione. La recinzione con rete metallica zincata e plastificata verrà misurata in base alla superficie effettivamente misurabile.

104

Capitolo 3 - Metodi di misurazione

E.13) PAVIMENTI RIVESTIMENTI BATTISCOPA 1) I pavimenti di qualunque genere, saranno valutati per la superficie vista tra le pareti intonacate dell’ambiente. Nella misurazione non sarà perciò compresa l’incassatura dei pavimenti nell’intonaco. 2) I rivestimenti verranno valutati per la superficie effettiva purché su sagoma prevalentemente regolare. 3) Gli zoccolini verranno valutati per metro di effettivo sviluppo visto. E.14) TUBAZIONI CANNE POZZETTI DEPURATORI 1) La valutazione dei tubi in plastica sarà effettuata misurando la lunghezza effettiva posta in opera sull’asse della tubazione senza tenere conto né delle parti destinate a compenetrarsi né degli sfridi e detraendo la lunghezza dei pezzi speciali. I pezzi speciali in plastica verranno computati secondo i seguenti coefficienti intermedi di valutazione a metro di tubo del corrispondente diametro: a) tubo da m 0,25 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .m 0,37 b) tubo da m 0,50 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .m 0,60 c) curva semplice ed a squadra, conica diritta o rovescia, doppio manicotto, parallelo e sghembo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .m 1,00 d) giunto semplice ed a squadra, ispezione retta . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .m 1,40 e) curva con piede o con ispezione, sifone da pozzetto stradale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .m 1,50 f) esalatore, fumaiolo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .m 1,60 g) giunto semplice con ispezione, giunto doppio, a scagno, a croce, in piano, a braccio curvo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .m 2,40 h) giunto doppio con ispezione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .m 3,00 i) sifone tipo Torino, Milano, Firenze . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .m 3,50 l) tappo e serratappo con anello di giunzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .m 0,70 Le riduzioni saranno valutate come 1 m di tubo del diametro pi- piccolo. Nel prezzo delle tubazioni interrate sono esclusi gli scavi, i rinterri il sottofondo in sabbia i rinfianchi che saranno computati a parte. Le tubazioni in cemento, verranno valutate a metro lineare misurando la lunghezza effettiva posta in opera sull’asse della tubazione senza tenere conto né degli sfridi, né delle parti destinate a compenetrarsi. La lunghezza effettiva nei tratti di tubazione correnti fra due camerette verrà considerata a partire dal filo interno delle pareti delle camerette stesse, qualora la tubazione non sporga entro di esse, nel qualcaso si computerà anche il tratto sporgente. 2) Nel prezzo delle fosse biologiche sono inclusi: fornitura, posa e collegamenti alle condotte di afflusso e deflusso; si esclude lo scavo ed il reinterro. 3) Pozzetti prefabbricati in calcestruzzo. Il pozzetto prefabbricato viene computato a numero. Nel prezzo sono inclusi, il sottofondo, la posa in opera, il collegamento alle condotte di afflusso e deflusso. Nel prezzo del chiusino è inclusa la posa in opera. 4) Le canne fumarie di vario genere vanno computate a metro lineare. 5) I comignoli, le torrette, gli zoccoli, le ispezioni, e le piastre di chiusura dei vari tipi di camini vanno computate a numero. 6) I canali grigliati per la raccolta delle acque meteoriche vanno computati a metro lineare considerando la lunghezza visiva, senza considerare le parti nascoste dalle pavimentazioni. E.15) SERRAMENTI METALLICI LEGNO 1) La fornitura e posa in opera dei serramenti sia in profilato metallico che in legno verrà valutata a mq in base al vano occupato dal serramento, compresi i coprifili. Per la posa dei serramenti con superficie inferiore a mq 1,50 la superficie verrà ragguagliata a tale valore che viene fissato come minimo di misurazione. 2) Le persiane avvolgibili verranno valutate in luce netta maggiorando l’altezza di cm 20 e la larghezza di cm 5, se le guide saranno incassate. Per la posa delle persiane con superficie inferiore a mq 2.00, la superficie verrà ragguagliata a tale valore che viene fissato come minimo di misurazione. 3) Gli infissi come finestre, vetrate, coprirulli e simili, si misureranno da una sola faccia sul perimetro esterno dei telai, compresi i coprifili. 4) Le porte interne in legno o metallo vengono computate a numero. 5) Le pareti mobili costituite da elementi modulari autoportanti verranno valutate geometricamente in base alla superficie effettiva. Sarà fatta deduzione dei fori a tutta altezza di luce superiore a mq 2,50.
105

Prezzario delle opere edili

6) Le cassematte in legno dello spessore di cm 11 vanno valutate a metro lineare per la sua lunghezza effettiva. 7) I portoncini d’ingresso e le porte di sicurezza vanno computate a numero. E.16) RASATURE PITTURE CAPPOTTI 1) Le tinteggiature esterne ed interne di pareti e soffitti saranno misurate con le stesse modalità sancite per gli intonaci. 2) La verniciatura dei serramenti per finestra e porta completamente a vetri, se eseguita sulle due facciate, sarà valutata misurando per una sola volta la loro luce netta da davanzale a cielino e da spalla a spalla. 3) Per i serramenti per porta con pannello inferiore cieco, se verniciati sulle due facciate, la valutazione avverrà moltiplicando per 1,5 la loro luce netta da soglia a cielino e da spalla a spalla. 4) Per i serramenti per porta completamente ciechi, se verniciati sulle due facciate, la valutazione avverrà moltiplicando per 2 la loro luce netta da soglia a cielino e da spalla a spalla. 5) Per i serramenti per porte cieche, con stipiti e coprifili, se verniciati sulle due facciate, la valutazione avverrà moltiplicando per due la superficie determinata dalla misura da soglia a filo esterno dei coprifili laterali, in proiezione su piano verticale senza tenere conto di sagome, risalti o risvolti. 6) Per le persiane comuni si computerà, per ogni facciata, 1,5 volte la luce netta dell’infisso, comprendendo con ciò la verniciatura del telaio. 7) Per le persiane avvolgibili si computerà, per ogni facciata 1,5 volte la luce netta dell’infisso, comprendendo con ciò anche la coloritura del telaio ed apparecchio a sporgere nonché delle parti non in vista. 8) Per i radiatori sarà considerata 3 volte la superficie della proiezione della facciata maggiore di ogni elemento. 9) Per le griglie di ventilazione, si computerà per ogni facciata, 1,5 volte la luce netta dell’elemento misurata sui fili esterni del telaio, in proiezione su piano verticale. 10) Per le inferriate, cancelli, parapetti in ferro, si computerà per ogni facciata, 0,75 volte la superficie netta, misurata in proiezione su piano verticale. 11) Per i cancelli con zoccolo in lamiera la valutazione avverrà, per ogni facciata, misurando 1,5 volte, la superficie netta dello zoccolo e 0,75 volte la superficie netta della rimanente parte, misurata in proiezione su piano verticale. 12) Per reti metalliche con maglia inferiore a cm 2 di lato e per lamiera striata, sarà computata 1 volta la superficie di ogni facciata, comprendente telaio, piantane ecc. 13) Per la verniciatura di profilati per carpenterie metalliche valgono i seguenti coefficienti di valutazione: a) profilati con sezione di perimetro inferiore od uguale a cm 10 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5 m b) profilati con sezione di perimetro superiore a cm 10 e fino a cm 20; . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4 m c) profilati con sezione di perimetro superiore a cm 20 e fino a cm 28; . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3 m d) profilati con sezione di perimetro superiore a cm 28 e fino a cm 36; . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2 m e) profilati con sezione di perimetro superiore a cm 36 valutazione a sviluppo effettivo. Nella misurazione non si dedurranno le parti combacianti a compenso delle bullonerie e dei chiodi. 14) Per la verniciatura di tubazioni valgono i seguenti coefficienti di valutazione: a) tubazioni con diametro inferiore od uguale ad 1”; 3m =1mq b) tubazioni con diametro superiore ad 1”e fino a 2”;2m =1mq c) tubazioni con diametro superiore a 2” e fino a 3”;1.5=1mq d) tubazioni con diametro superiore a 3” e fino a 4”;1m =1mq e) tubazioni con diametro superiore a 4”; valutazione in base allo sviluppo effettivo. Nella valutazione non viene tenuto conto di staffe, sostegni, collarini, ecc. la cui verniciatura si intende compresa negli sviluppi di cui sopra. 15) Il rivestimento esterno a cappotto viene valutato vuoto per pieno a compenso della riquadratura dei vani e delle lesene che perciò non verranno valutate. Tuttavia saranno detratti i vani con superficie maggiore a mq 4,00, valutando a parte le riquadrature di detti vani. = = = = 1 mq 1 mq 1 mq 1 mq

106

Schede

di analisi dei prezzi

Allegato

1

.

Allegato 1 - Analisi Prezzi

C 14 b :
u.m.: mc A
cod.

Demolizione di muratura in elevazione di qualsiasi genere e spessore, escluso il conglomerato cementizio, esclusa la rimozione di condutture, anche di cemento amianto ed apparecchiature di eventuali impianti eseguita con qualsiasi mezzo b) in breccia e sezione obbligata

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

tavolame in abete dello spessore di cm 2,5

mc

1,00

0,020

3,94

sommano materiali

incidenza sul tot.

3,2%

3,94

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

compressore da litri 2500 compreso di martello canala per smaltimento cassone per lo smaltimento
sommano noli interni ed esterni

ora ac ora
incidenza sul tot.

1,00 1,00 1,00

2,500 0,012 2,500
17,1%

€ € €

14,85 3,10 3,23
21,17

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio qualificato operaio comune

ora ora

1,00 1,00

2,500 2,400

€ €

52,40 46,22

sommano manodopera

incidenza sul tot.

79,7%

98,62

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ 123,73 € 18,56 € 14,23 € 156,51

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5

Arrotondamenti

-1,58

PREZZO FINALE

€ 154,94

109

Prezzario delle opere edili

C 17 e :
u.m.: mq A
cod.

Demolizione di tramezzi (tavolati) di qualunque forma e spessore, compresi intonaci ed eventuali rivestimenti, esclusa la rimozione di condutture ed apparecchiature di qualsiasi impianto e) in legno o arelle

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

tavolame in abete dello spessore di cm 2,5

mc

1,00

0,010

1,97

sommano materiali

incidenza sul tot.

10,3%

1,97

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

attrezzatura minuta da cantiere

mq

1,00

1,000

1,03

sommano noli interni ed esterni

incidenza sul tot.

5,4%

1,03

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio qualificato operaio comune

ora ora

1,00 1,00

0,400 0,400

€ €

8,38 7,70

sommano subappalti

incidenza sul tot.

84,3%

16,09

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ € € €

19,09 2,86 2,20 24,15

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5
110

Arrotondamenti

-0,39

PREZZO FINALE

23,76

Allegato 1 - Analisi Prezzi

C 1 12 b 1 :
u.m.: mq A
cod.

Demolizione di solai : b) di tipo misto in conglomerato cementizio armato e laterizio, escluso travi e cordoli in cemento armato, aventi i seguenti spessori : fino a cm 25

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano materiali

incidenza sul tot.

74,1%

71,04

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

compressore da litri 2500 compreso di martello pala caricatrice autocarro
sommano noli interni ed esterni

ora ora ora
incidenza sul tot.

1,00 1,00 1,00

1,200 0,020 0,020
26,8%

€ € €

7,13 0,72 0,88
8,73

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio qualificato operaio qualificato

ora ora

1,00 1,00

0,600 0,500

€ €

13,36 10,48

sommano manodopera

incidenza sul tot.

73,2%

23,84

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ € € €

32,57 4,89 3,75 41,20

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5

Arrotondamenti

0,11

PREZZO FINALE

41,32

111

Prezzario delle opere edili

C 1 17a :
u.m.: mq A
cod.

Demolizione completa del solo manto di copertura : a) in laterizio

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

materiale minuto di cantiere

mq

1,00

1,000

0,52

sommano materiali

incidenza sul tot.

6,3%

0,52

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

cassone per lo smaltimento gru edile da cantiere a caldo

ora ora

1,00 1,00

0,150 0,075

€ €

0,19 0,39

sommano noli interni ed esterni

incidenza sul tot.

7,1%

0,58

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio qualificato operaio qualificato

ora ora

1,00 2,00

0,150 0,090

€ €

3,34 3,77

sommano manodopera

incidenza sul tot.

86,6%

7,11

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ € € €

8,21 1,23 0,94 10,39

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5
112

Arrotondamenti

-0,06

PREZZO FINALE

10,33

Allegato 1 - Analisi Prezzi

C 1 48 :
u.m.: mq A
cod.

Irrigidimento di solai in legno mediante getto, su tavolato esistente, di uno strato di calcestruzzo dello spessore di cm 4 armato con rete elettrosaldata del diametro di mm 5 maglia cm 10x10, fissato con chiodi penetranti nelle travi, collegato ad un cordolo perimetrale nella muratura, da pagarsi a parte

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

calcestruzzo RcK 300 rete elettrosaldata viti o chiodi

mc kg cad

1,00 1,00 1,00

0,040 6,000 6,000

2,69 2,48 2,17

sommano materiali

incidenza sul tot.

30,2%

7,33

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

pompa per calcestruzzo gru edile da cantiere

mc ora

1,00 1,00

0,040 0,020

€ €

0,62 0,15

sommano noli interni ed esterni

incidenza sul tot.

3,2%

0,77

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio qualificato operaio comune

ora ora

1,00 1,00

0,450 0,350

€ €

9,43 6,74

sommano manodopera

incidenza sul tot.

66,6%

16,17

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ € € €

24,28 3,64 2,79 30,71

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5

Arrotondamenti

0,27

PREZZO FINALE

30,99

113

Prezzario delle opere edili

C 1 51 a :
u.m.: mq A
cod.

Esecuzione di solaio in laterizio e c.a. da inserire entro le murature, esclusa la demolizione del solaio in legno o di altro tipo preesistente, l'onere della formazione del cordolo perimetrale ammorsato nella muratura, l'armatura metallica portante e l'armatura di ripartizione a) per una altezza totale di cm 20

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

solaio in laterizio calcestruzzo RcK 300 materiale minuto per casseraggio

mq mc ac

1,00 1,00 1,00

1,000 0,085 1,000

€ € €

9,81 5,71 1,03

sommano materiali

incidenza sul tot.

37,0%

16,55

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

pompa per calcestruzzo gru edile da cantiere attrezzatura minuta di cantiere
sommano noli interni ed esterni

mc ora ora
incidenza sul tot.

1,00 1,00 1,00

0,085 0,100 0,150
7,2%

€ € €

0,88 0,77 1,55
3,20

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio qualificato operaio qualificato

ora ora

2,00 3,00

0,250 0,220

€ €

11,14 13,83

sommano manodopera

incidenza sul tot.

55,8%

24,97

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ € € €

44,72 6,71 5,14 56,58

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5
114

Arrotondamenti

0,23

PREZZO FINALE

56,81

Allegato 1 - Analisi Prezzi

C 1 61 :
u.m.: mq A
cod.

Revisione generale di coperture in tegole curve, mediante la rimozione ed il collocamento in opera di tutte le tegole ed i pezzi speciali e sostituzione di quelle rotte o mancanti, (esclusa la porvvigione delle tegole e dei pezzi di ricambio) con tegole poste su sottostante tavellonato o tavolato, sigillate con malta cementizia per una fila ogni tre, nonchè la fila di gronda , la fila di colmo, il colmo, i displuvi ed i bordi

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

malta cementizia bastarda

mc

1,00

0,010

0,62

sommano materiali

incidenza sul tot.

2,8%

0,62

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

gru edile da cantiere

ora

1,00

0,020

0,10

sommano noli interni ed esterni

incidenza sul tot.

0,5%

0,10

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio qualificato operaio qualificato

ora ora

1,00 2,00

0,500 0,250

€ €

11,14 10,48

sommano manodopera

incidenza sul tot.

96,8%

21,62

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ € € €

22,34 3,35 2,57 28,26

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5

Arrotondamenti

0,15

PREZZO FINALE

28,41

115

Prezzario delle opere edili

C 24 :
u.m.: mc A
cod.

Calcestruzzo in opera per strutture in elevazione armate (muri, pilastri, pile, spalle di ponte) situate in ambienti interni o esterni unidi con possibilità di gelo per elementi a contatto con acqua e/o terreni agressivi; gettate con l'ausilio di casseri; ferro e casseri contabilizzati a parte; con copriferro minimo di mm 25 con cemento tipo Portland composito II/A-M oppure II/A-L 32,5 R classe di esposizione 2b impermeabilità classe di lavorabilità S4 classe di resistenza alla compressione RcK 25

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

materiale minuto per tracciamento

mc

1,00

1,000

0,26

sommano materiali

incidenza sul tot.

3,1%

0,26

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

escavatore autocarro

ora ora

1,00 1,00

0,072 0,072

€ €

3,35 3,16

sommano noli interni ed esterni

incidenza sul tot.

78,6%

6,51

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio qualificato

ora

1,00

0,072

1,51

sommano manodopera

incidenza sul tot.

18,2%

1,51

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ € € €

8,27 1,24 0,95 10,47

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5
116

Arrotondamenti

-0,14

PREZZO FINALE

10,33

Allegato 1 - Analisi Prezzi

C 25 :
u.m.: mc A
cod.

Scavo eseguito con idonei mezzi meccanici all'interno di fabbricati, in materie di qualsiasi natura e consistenza; si esclude la roccia e la presenza di acqua; si comprende il deposito del materiale di risulta nell'ambitoi di cantiere

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

materiale minuto per tracciamento

mc

1,00

1,000

0,52

sommano materiali

incidenza sul tot.

1,4%

0,52

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

miniescavatore minipala autocarro nastro trasportatore
sommano noli interni ed esterni

ora ora ora ora
incidenza sul tot.

1,00 1,00 1,00 1,00

0,180 0,180 0,180 0,180
67,5%

€ € € €

7,44 6,51 7,90 2,79
24,63

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio comune

ora

1,00

0,540

11,32

sommano manodopera

incidenza sul tot.

31,0%

11,32

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ € € €

36,47 5,47 4,19 46,13

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5

Arrotondamenti

0,35

PREZZO FINALE

46,48

117

Prezzario delle opere edili

C 26 a :
u.m.: mc A
cod.

Scavo a sezione obbligata e ristretta per sottomurazione, per scavi a pozzo e per scavi interni ai fabbricati eseguito a mano, spinto alla necessaria profondità, in materiale di qualsiasi natura e consistenza con esclusione della roccia e la presenza d'acqua si comprende il deposito di materiale nell'ambito di cantiere a) eseguito a mano

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

materiale minuto per tracciamento

mc

1,00

1,000

0,52

sommano materiali

incidenza sul tot.

0,3%

0,52

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

pompa su autobetoniera piccola attrezzatura di cantiere (vibratore)

mc mc

1,00 1,00

1,050 1,050

€ €

16,27 0,54

sommano noli interni ed esterni

incidenza sul tot.

17,5%

16,81

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio qualificato operaio comune

ora ora

1,00 1,00

5,000 3,300

€ 104,80 € 63,55

sommano manodopera

incidenza sul tot.

99,7%

169,35

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ 168,87 € 25,33 € 19,42 € 213,61

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5
118

Arrotondamenti

-1,87

PREZZO FINALE

€ 211,75

Allegato 1 - Analisi Prezzi

C 32 a :
u.m.: mc A
cod.

Calcestruzzo in opera per strutture in elevazione armate (muri, pilastri, pile, spalle di ponte) situate in ambienti interni o esterni unidi con possibilità di gelo per elementi a contatto con acqua e/o terreni agressivi; gettate con l'ausilio di casseri; ferro e casseri contabilizzati a parte; con copriferro minimo di mm 25 con cemento tipo Portland composito II/A-M oppure II/A-L 32,5 R classe di esposizione 2b impermeabilità classe di lavorabilità S4 classe di resistenza alla compressione RcK 25

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

calcestruzzo RcK 25

mc

1,00

1,050

71,04

sommano materiali

incidenza sul tot.

75,3%

71,04

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

pompa su autobetoniera piccola attrezzatura di cantiere (vibratore)

mc mc

1,00 1,00

1,050 1,050

€ €

16,27 0,54

sommano noli interni ed esterni

incidenza sul tot.

17,8%

16,81

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio specializzato operaio qualificato

ora ora

1,00 1,00

0,150 0,150

€ €

3,34 3,14

sommano manodopera

incidenza sul tot.

8,4%

8,03

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ 94,33 € 14,15 € 10,85 € 119,33

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5

Arrotondamenti

0,49

PREZZO FINALE

€ 119,82

119

Prezzario delle opere edili

C 33 a :
u.m.: mc A
cod.

Calcestruzzo in opera per strutture in elevazione armate (muri, pilastri, pile, spalle di ponte) situate in ambienti interni o esterni unidi con possibilità di gelo per elementi a contatto con acqua e/o terreni agressivi; gettate con l'ausilio di casseri; ferro e casseri contabilizzati a parte; con copriferro minimo di mm 25 con cemento tipo Portland composito II/A-M oppure II/A-L 32,5 R classe di esposizione 2b impermeabilità classe di lavorabilità S4 classe di resistenza alla compressione RcK 25

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

calcestruzzo RcK 25

mc

1,00

1,050

71,04

sommano materiali

incidenza sul tot.

74,1%

71,04

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

pompa su autobetoniera piccola attrezzatura di cantiere (vibratore)

mc mc

1,00 1,00

1,050 1,050

€ €

16,27 0,54

sommano noli interni ed esterni

incidenza sul tot.

17,5%

16,81

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio specializzato operaio qualificato operaio comune
sommano manodopera

ora ora ora
incidenza sul tot.

1,00 1,00 1,00

0,150 0,150 0,080
8,4%

€ € €

3,34 3,14 1,54
8,03

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ 95,87 € 14,38 € 11,03 € 121,28

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5
120

Arrotondamenti

-1,46

PREZZO FINALE

€ 119,82

Allegato 1 - Analisi Prezzi

C 34 a :
u.m.: mc A
cod.

Calcestruzzo in opera per getti di gronde, pensiline, rampe di scale, balconi, pilastri e pareti, con spessore compreso tra 8 e 15 cm situate in ambienti interni o esterni unidi con possibilità di gelo per elementi a contatto con acqua e/o terreni agressivi; gettate con l'ausilio di casseri; ferro e casseri contabilizzati a parte; con copriferro minimo di mm 25 con cemento tipo Portland composito II/A-M oppure II/A-L 32,5 R classe di esposizione 2b impermeabilità classe di lavorabilità S4 classe di resistenza alla compressione RcK 25

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

calcestruzzo RcK 25

mc

1,00

1,050

71,04

sommano materiali

incidenza sul tot.

71,5%

71,04

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

pompa su autobetoniera piccola attrezzatura di cantiere (vibratore)

mc mc

1,00 1,00

1,050 1,050

€ €

16,27 0,54

sommano noli interni ed esterni

incidenza sul tot.

16,9%

16,81

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio specializzato operaio qualificato operaio comune
sommano manodopera

ora ora ora
incidenza sul tot.

1,00 1,00 1,00

0,200 0,200 0,150
11,6%

€ € €

4,45 4,19 2,89
11,53

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ 99,38 € 14,91 € 11,43 € 125,72

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5

Arrotondamenti

0,81

PREZZO FINALE

€ 126,53

121

Prezzario delle opere edili

C 39 c :
u.m.: mq A
cod.

Casseforme per getti in calcestruzzo con altezza netta dal piano di appoggio fino a m 3; si comprende il disarmo: c) per travi, solette piene, piattabande

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

tavole in abete morali in abete chioderia disarmante

mc mc kg litri

1,00 1,00 1,00 1,00

0,004 0,0002 0,200 0,300

€ € € €

0,83 0,05 0,26 0,62

sommano materiali

incidenza sul tot.

5,3%

1,75

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

macchine di cantiere attrezzature di cantiere

ora ora

1,00 1,00

0,250 0,100

€ €

3,23 1,03

sommano noli interni ed esterni

incidenza sul tot.

12,8%

4,26

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio qualificato operaio qualificato operaio comune
sommano manodopera

ora ora ora
incidenza sul tot.

1,00 1,00 1,00

0,450 0,450 0,450
82,0%

€ € €

10,02 8,65 8,65
27,33

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ € € €

33,34 5,00 3,83 42,18

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5
122

Arrotondamenti

-0,86

PREZZO FINALE

41,32

Allegato 1 - Analisi Prezzi

C 39 d :
u.m.: mq A
cod.

Casseforme per getti in calcestruzzo con altezza netta dal piano di appoggio fino a m 3; si comprende il disarmo: d) per rampe di scale, balconi, pareti sottili, gronde e travi in altezza al mq

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

tavole in abete morali in abete chioderia disarmante

mc mc kg litri

1,00 1,00 1,00 1,00

0,009 0,001 0,200 0,300

€ € € €

1,86 0,23 0,26 0,62

sommano materiali

incidenza sul tot.

7,3%

2,97

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

macchine di cantiere

ora

1,00

0,500

6,46

sommano noli interni ed esterni

incidenza sul tot.

15,8%

6,46

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio qualificato operaio comune

ora ora

1,00 1,00

0,850 0,650

€ €

18,93 12,50

sommano manodopera

incidenza sul tot.

76,9%

31,43

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ € € €

40,86 6,13 4,70 51,68

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5

Arrotondamenti

-0,04

PREZZO FINALE

51,65

123

Prezzario delle opere edili

C 3 13 a :
u.m.: mq A
cod.

Esecuzione di pali tipo "Radice" dei diametri medi resi precisati nella voce di elenco, per opere di sottofondazione, micropali, dreni ecc. Eseguito in terreni di qualsiasi natura e consistenza, per mezzo di trivellazioni a rotazione o a rotopercussione, escluso l'onere dell'attraversamento, nel primo tratto, di murature di fondazione di qualsiasi natura e consistenza, nonchè dell'allontanamento dei materiali di risulta, il tutto a regola d'arte esclusa la fornitura e posa dell'armatura metallica fino ad un max di 5 kg/m e compreso altresì il getto di malta cementizia a qli 6 di cemento lungo il fusto del palo per una quantità pari al volume teoricoo del diametro medio reso. a) per diametri da 100 a 160 mm

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

malta cementizia

mc

1,00

0,020

7,27

sommano materiali

incidenza sul tot.

10,8%

7,27

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

sonda per micropali KW 95

ora

1,00

0,670

25,95

sommano noli interni ed esterni

incidenza sul tot.

38,6%

25,95

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio qualificato operaio comune

ora ora

1,00 1,00

0,750 0,900

€ €

16,70 17,31

sommano manodopera

incidenza sul tot.

50,6%

34,01

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ € € €

67,23 10,08 7,73 85,05

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5
124

Arrotondamenti

-2,41

PREZZO FINALE

82,63

Allegato 1 - Analisi Prezzi

C 3 13 b :
u.m.: mq A
cod.

Esecuzione di pali tipo "Radice" dei diametri medi resi precisati nella voce di elenco, per opere di sottofondazione, micropali, dreni ecc. Eseguito in terreni di qualsiasi natura e consistenza, per mezzo di trivellazioni a rotazione o a rotopercussione, escluso l'onere dell'attraversamento, nel primo tratto, di murature di fondazione di qualsiasi natura e consistenza, nonchè dell'allontanamento dei materiali di risulta, il tutto a regola d'arte esclusa la fornitura e posa dell'armatura metallica fino ad un max di 5 kg/m e compreso altresì il getto di malta cementizia a qli 6 di cemento lungo il fusto del palo per una quantità pari al volume teoricoo del diametro medio reso. b) per diametri da 160 a 220 mm

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

malta cementizia

mc

1,00

0,038

13,74

sommano materiali

incidenza sul tot.

15,1%

13,74

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

sonda per micropali KW 95

ora

1,00

0,850

39,51

sommano noli interni ed esterni

incidenza sul tot.

43,3%

39,51

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio qualificato operaio comune

ora ora

1,00 1,00

0,800 1,050

€ €

17,82 20,19

sommano manodopera

incidenza sul tot.

41,6%

38,01

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ 91,26 € 13,69 € 10,49 € 115,44

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5

Arrotondamenti

-1,82

PREZZO FINALE

€ 113,62

125

Prezzario delle opere edili

C 42 :
u.m.: mc A
cod.

Acciai per cementi armati in opera, compresa la lavorazione, lo sfrido e la legatura :in acciao tondo in barre ad aderenza migliorata FeB44K al kg

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

acciaio in barre FeB44K filo ricotto

kg kg

1,00 1,00

1,150 0,010

€ €

0,48 0,01

sommano materiali

incidenza sul tot.

57,0%

0,48

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

gru edile da cantiere

ora

1,00

0,005

0,05

sommano noli interni ed esterni

incidenza sul tot.

6,5%

0,05

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

trasporto in cantiere sagomatura posa in opera
sommano subappalti

kg kg kg
incidenza sul tot.

1,00 1,00 1,00

1,000 1,000 1,000
36,5%

€ € €

0,03 0,10 0,18
0,31

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano manodopera

incidenza sul tot.

8,4%

8,03

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ € € €

0,85 0,13 0,10 1,07

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5
126

Arrotondamenti

0,01

PREZZO FINALE

1,08

Allegato 1 - Analisi Prezzi

C 59 a :
u.m.: mq A
cod.

Formazione di pavimento ventilato con elementi modulari in polipropilene riciclato tipo "IGLU", "Granchio" costituiti da calotta sferica che si conclude su quattro supporti; da posarsi a secco su sottofondo piano, costituente cassero a perdere, atto a sostenere materiali e persone in fase di getto di completamento, per formare intercapedine di almenno cm 13 col piano su cui viene posato, finalizzato all'areazione completa del pavimento. Si comprende il getto del massetto in cls, spessore cm 5 tirato a staggia dosato a kg 250 di cemento si esclude la rete elettrosaldata a) pav. areato H cm 27 e soletta cm

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

fornitura di elementi "iglu" calcestruzzo RcK 250

mq mc

1,00 1,00

1,010 0,130

€ €

7,04 8,73

sommano materiali

incidenza sul tot.

55,3%

15,77

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

pompa per calcestruzzo gru edile da cantiere attrezzatura minuta di cantiere autocarro
sommano noli interni ed esterni

mc ora ora ora
incidenza sul tot.

1,00 1,00 1,00 1,00

0,130 0,010 0,100 0,005
12,9%

€ € € €

1,34 0,05 2,07 0,22
3,68

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio qualificato operaio qualificato

ora ora

1,00 1,00

0,220 0,200

€ €

4,90 4,19

sommano manodopera

incidenza sul tot.

31,9%

9,09

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ € € €

28,54 4,28 3,28 36,11

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5

Arrotondamenti

0,05

PREZZO FINALE

36,15

127

Prezzario delle opere edili

C 5 19 :
u.m.: mq A
cod.

Impermeabilizzazione controterra, costituita da doppia mano di sfalto a freddo al solvente mescolato a mastice bituminoso al solvemnte, in ragione di kg 0,8 al mq applicato a pennello, spazzolone, spruzzo. Si esclude la preparazione di guscie al piede delle pareti, ed eventuali ponteggi aventi altezza superiore ai ml 2

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

asfalto a freddo a base acqua materiale minuto di consumo

kg mq

0,80 1,00

1,010 1,000

€ €

1,34 0,26

sommano materiali

incidenza sul tot.

24,8%

1,59

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

pompa su autobetoniera piccola attrezzatura di cantiere (vibratore)

mc mc

1,00 1,00

1,050 1,050

€ €

16,27 0,54

sommano noli interni ed esterni

incidenza sul tot.

17,5%

16,81

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio qualificato

ora

1,00

0,230

4,82

sommano manodopera

incidenza sul tot.

75,2%

4,82

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ € € €

6,41 0,96 0,74 8,11

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5
128

Arrotondamenti

0,11

PREZZO FINALE

8,01

Allegato 1 - Analisi Prezzi

C 71 :
u.m.: mc A
cod.

Muratura portante in elementi laterizi alleggeriti tipo POROTON dello spessore superiore a cm 20; legati con malta bastarda; in opera compresi gli oneri per la formazione di mazzette, sguinci, sagomature in linea retta architravi e velette, con impiego di elementi laterizi alleggeriti, aventi le stesse caratteristiche isolanti dei blocchi principali.

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

mattoni tipo POROTON da cm 20 x 20 x 25 malta cementizia bastarda

cad mc

88,00 1,00

1,080 0,250

€ €

66,26 15,49

sommano materiali

incidenza sul tot.

52,3%

81,76

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

gru edile da cantiere attrezzatura minuta di cantiere

ora ora

1,00 1,00

0,500 0,100

€ €

2,58 2,07

sommano noli interni ed esterni

incidenza sul tot.

3,0%

4,65

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio specializzato operaio qualificato

ora ora

1,00 1,00

2,100 1,100

€ €

46,77 23,06

sommano manodopera

incidenza sul tot.

44,7%

69,83

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ 156,23 € 23,43 € 17,97 € 197,63

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5

Arrotondamenti

-1,38

PREZZO FINALE

€ 196,25

129

Prezzario delle opere edili

C 73 :
u.m.: mc A
cod.

Muratura ad una testa (spessore cm 12) eseguita con elementi laterizi delle dimensioni di cm 12x12x25 legati con malta bastarda, compreso ogni onere e modalità esecutiva : a) a due teste dim 12x12x25

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

bimattoni da cm 12 x 12 x 25 malta cementizia bastarda

cad mc

220,00 1,00

1,080 0,310

€ €

63,20 19,21

sommano materiali

incidenza sul tot.

43,9%

82,41

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

gru edile da cantiere attrezzatura minuta di cantiere

ora ora

1,00 1,00

0,500 0,100

€ €

2,58 2,07

sommano noli interni ed esterni

incidenza sul tot.

2,5%

4,65

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio specializzato operaio qualificato

ora ora

1,00 1,00

3,100 1,500

€ €

69,04 31,44

sommano manodopera

incidenza sul tot.

53,6%

100,48

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ 187,54 € 28,13 € 21,57 € 237,23

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5
130

Arrotondamenti

0,34

PREZZO FINALE

€ 237,57

Allegato 1 - Analisi Prezzi

C 74 a :
u.m.: mq A
cod.

Muratura facciavista con lecablocchi o similari idrorepellenti grigi standard, legati con malta bastarda additivata con idrofughi e coloranti all'ossido di ferro nella quantità prescritta dal fabbricante, fughe rasate e stilate. Saranno posti in opera con pezzi speciali, agganci alle strutture, architravi e mazzette, escluso eventuale ferro d'armatura a) per spessori da cm 25

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

lecablocco da cm 25 x 50 x 20 malta cementizia bastarda

cad mc

10,00 1,00

1,080 0,045

€ €

20,92 2,79

sommano materiali

incidenza sul tot.

42,8%

23,71

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

gru edile da cantiere attrezzatura minuta di cantiere

ora ora

1,00 1,00

0,150 0,025

€ €

0,77 0,52

sommano noli interni ed esterni

incidenza sul tot.

2,3%

1,29

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio specializzato operaio qualificato

ora ora

1,00 1,00

0,800 0,600

€ €

7,82 12,58

sommano manodopera

incidenza sul tot.

54,9%

30,39

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ € € €

55,39 8,31 6,37 70,07

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5

Arrotondamenti

-0,35

PREZZO FINALE

69,72

131

Prezzario delle opere edili

C 7 12 :
u.m.: mq A
cod.

Posa in opera di tramezzo REI 120 dello spessore di mm 105 costituito da lastre in gesso rivestito del tipo antincendio dello spessore di mm 15, una per paramento del divisorio, pannelli di lana di roccia dello spessore di mm 40 densità 50 kg/mc posti all'interno, struttura metallica in lamiera di acciaio nzincato costituito da profili guida orizzontali ad U e profili montanti a C verticali delle dimensioni di mm 75 e mm 0,6 di spessore;comunque come da certificato di resistenza al fuoco comp'atibile. Sono compresi stucchi e nastri di rinforzo per il trattamento dei giunti piani ad angolo, il tutto pronto per la tinteggiatura finale per pareti ino ad altezza di ml 3,00

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

lastra antincendio mm 15 montanti 74*50 guide 75*40 tasselli 6*40 viti autoperforanti da 35 banda adesiva stucco e fugatura ignifuga lana di roccia sp 40 densità 50 kg/mc
sommano materiali

mq ml ml cad cad ml kg mq
incidenza sul tot.

1,10 1,10 1,10 1,10 1,10 1,10 1,10 1,10

2,000 1,800 0,800 2,000 30,000 3,400 0,700 1,000
50,5%

€ € € € € € € €

9,66 2,25 0,86 0,12 0,44 0,28 0,80 3,41
17,82

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

autocarro per il trasporto attrezzatura minuta di cantiere

ora ora

1,00 1,00

0,008 0,025

€ €

0,35 0,26

sommano noli interni ed esterni

incidenza sul tot.

1,7%

0,61

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio specializzato operaio qualificato

ora ora

1,00 1,00

0,390 0,390

€ €

8,69 8,17

sommano manodopera

incidenza sul tot.

47,8%

16,86

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ € € €

35,29 5,29 4,06 44,65

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5
132

Arrotondamenti

-0,23

PREZZO FINALE

44,42

Allegato 1 - Analisi Prezzi

C 81 a :
u.m.: mq A
cod.

Solaio a struttura semplice in laterizio armato, con interasse di cm 60 gettato in opera con sovrastante cappa in conglomerato cementizio da cm 5 completo in opera su strutture a giorno, luce altezzqa massima dal piano di calpestio m 3, escluso il ferro d'armatura e compresi armo e disarmo a) per una altezza totale di cm 21

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

travetti bausta pignatte in laterizio calcestruzzo RcK 300 per cappa e nervature legname per cassero minuterie

ml n mc mc ac

1,00 1,00 1,00 1,00 1,00

1,667 6,667 0,090 0,005 1,000

€ € € € €

3,23 6,37 6,04 1,01 1,03

sommano materiali

incidenza sul tot.

48,6%

17,68

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

gru edile da cantiere per il sollevamento puntelli per cassero pompa per calcestruzzo
sommano noli interni ed esterni

ora n. mc
incidenza sul tot.

1,00 1,10 1,00

0,022 0,010 0,090
3,7%

€ € €

0,11 0,85 0,37
1,34

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio specializzato l'armo, la posa ed il getto operaio qualificato l'armo, la posa ed il getto

ore ore

1,00 1,00

0,450 0,350

€ €

10,02 7,34

sommano manodopera

incidenza sul tot.

47,7%

17,36

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ € € €

36,38 5,46 4,18 46,02

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5

Arrotondamenti

0,46

PREZZO FINALE

46,48

133

Prezzario delle opere edili

C 82 a :
u.m.: mq A
cod.

Solaio composto da lastre prefabbricate in calcestruzzo, armate con rete elettrosaldata del diam. 5 maglia 20x20, e tralicci in acciaio, allegerito con blocchi di polistirolo espanso, compresi i getti di completamento delle nervature e della soletta superiore con calcestruzzo Rck 30, in classe di esposizione 2b e Slump S4; compreso il traliccio e la rete di confezione, escluso il ferro per l'armatura da contabilizzarsi a parte a) per una altezza totale di cm 20

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

lastre predalles armate con rete ed allegerite con polist calcestruzzo RcK 300 per cappa e nervature legname per cassero minuterie

mq mc mc ac

1,00 1,00 0,01 1,00

1,000 0,055 0,600 1,000

€ € € €

28,00 4,26 0,62 1,03

sommano materiali

incidenza sul tot.

85,8%

33,92

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

gru edile da cantiere per il sollevamento puntelli per cassero pompa per calcestruzzo
sommano noli interni ed esterni

ora n. mc
incidenza sul tot.

1,00 1,10 1,00

0,100 0,010 0,055
4,0%

€ € €

0,52 0,85 0,23
1,60

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio l'armo, la posa ed il getto

ore

1,00

0,180

4,01

sommano manodopera

incidenza sul tot.

10,1%

4,01

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ € € €

39,52 5,93 4,54 49,99

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5
134

Arrotondamenti

-0,93

PREZZO FINALE

49,06

Allegato 1 - Analisi Prezzi

C 85 A b :
u.m.: mq A
cod.

Solaio di copertura in struttura di legno di abete, posato in opera con travi disgrossate poste all'interasse di ml 0,60 con sovrastante tavolato di tavole di abete dello spessore nominale di m/m 25, intestate a filo piano ed a contatto, compresa ogni lavorazione e la chioderia occorrente, la protezione delle testate da murare con due mani di impregnante antitarlo ed antimuffa A) b) Travi uso TRIESTE per luci da 4,01 a 5,00 metri

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

travi in abete uso trieste tavole in abete da mm 25 chioderie

mc mc kg

1,00 1,00 1,00

0,045 0,027 0,130

€ € €

9,06 12,09 0,12

sommano materiali

incidenza sul tot.

54,9%

21,28

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

gru edile da cantiere per il sollevamento attrezzatura minuta da cantiere

ora mq

1,00 1,00

0,020 1,000

€ €

0,10 0,10

sommano noli interni ed esterni

incidenza sul tot.

0,5%

0,21

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio specializzato operaio qualificato

ore ore

1,00 1,00

0,400 0,400

€ €

8,91 8,38

sommano manodopera

incidenza sul tot.

44,6%

17,29

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ € € €

38,78 5,82 4,46 49,05

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5

Arrotondamenti

0,01

PREZZO FINALE

49,06

135

Prezzario delle opere edili

C 86 b :
u.m.: mq A
cod.

Solaio di copertura in struttura di legno di abete, posato in opera con travi squadrate poste all'interasse di ml 0,60 con sovrastante tavolato di tavole di abete dello spessore nominale di m/m 25, intestate a filo piano ed a contatto, compresa ogni lavorazione e la chioderia occorrente, la protezione delle testate da murare con due mani di impregnante antitarlo ed antimuffa A) b) Travi uso TRIESTE per luci da 4,01 a 5,00 metri

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

travi in abete uso trieste tavole in abete da mm 25 chioderie

mc mc kg

1,00 1,00 1,00

0,060 0,027 0,130

€ € €

26,34 12,09 0,12

sommano materiali

incidenza sul tot.

66,2%

38,55

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

gru edile da cantiere per il sollevamento attrezzatura minuta da cantiere

ora mq

1,00 1,00

0,020 1,000

€ €

0,10 0,10

sommano noli interni ed esterni

incidenza sul tot.

66,2%

38,55

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio specializzato operaio qualificato

ore ore

1,00 1,00

0,450 0,450

€ €

10,02 9,43

sommano manodopera

incidenza sul tot.

33,4%

19,45

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ € € €

58,21 8,73 6,69 73,64

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5
136

Arrotondamenti

-1,34

PREZZO FINALE

72,30

Allegato 1 - Analisi Prezzi

C 8 12 :
u.m.: mq A
cod.

Copertura ventilata sopra tavolato predisposto nel seguente modo : fornitura e posa di listelli in abete eventi sezione di cm 5x5 posti in senso longtitudinale ad un interasse di circa cm 50; fornitura e posa nello spazio tra i listelli di un pannello in polistirerne estruso da cm 5 per l'isolamento termico; fornitura e posa di listelli di abete aventi sezione di cm 5x5 posti nel verso contrapposto ai sottostanti ad un interasse di cm 50 circa; fornitura e posa nella parte superiore dei listelli di un tavolato in abete da cm 2,5 per formazione di letto di posa dei coppi.

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

morali in abete da cm 5*5 tavole in abete da mm 25 chioderie pannelli di polistirene estruso da cm 5

mc mc kg mq

1,00 1,00 1,00 1,00

0,010 0,027 0,120 0,950

€ € € €

9,30 12,09 0,11 6,28

sommano materiali

incidenza sul tot.

80,6%

27,78

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

gru edile da cantiere per il sollevamento attrezzatura minuta da cantiere

ora mq

1,00 1,00

0,020 1,000

€ €

0,10 0,10

sommano noli interni ed esterni

incidenza sul tot.

0,6%

0,21

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio specializzato operaio qualificato

ore ore

1,00 1,00

0,150 0,150

€ €

3,34 3,14

sommano manodopera

incidenza sul tot.

18,8%

6,48

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ € € €

34,47 5,17 3,96 43,61

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5

Arrotondamenti

0,29

PREZZO FINALE

43,90

137

Prezzario delle opere edili

C 8 17 :
u.m.: mq A
cod.

Tetto nuovo completo a due falde, costituite da paretine leggere in laterizio da cm 8 per una altezza massima di ml 2,00 con sovrastante tavellatura da cm 6, interasse cm 70-90, rasatura e sigillatura della stessa, getto di cappa da cm 4; si esclude la rete elettrosaldata

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

mattoni forati da cm 8*25*50 tavelloni da cm 6 sabbia e cemento malta bastarda

n mq mc mc

14,00 1,00 1,00 1,00

1,050 1,050 0,040 0,050

€ € € €

7,21 5,69 2,79 3,36

sommano materiali

incidenza sul tot.

51,3%

19,05

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

gru edile da cantiere per il sollevamento attrezzatura minuta da cantiere

ora mq

1,00 1,00

0,300 1,000

€ €

1,55 0,26

sommano noli interni ed esterni

incidenza sul tot.

4,9%

1,81

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio specializzato operaio qualificato

ore ore

1,00 1,00

0,400 0,350

8,91 7,34

sommano manodopera

incidenza sul tot.

43,8%

16,24

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ € € €

37,10 5,57 4,27 46,94

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5
138

Arrotondamenti

-0,46

PREZZO FINALE

46,48

Allegato 1 - Analisi Prezzi

C 11 7 :
u.m.: mq A
cod.

Intonaco tradizionale dato a tre strati su murature di nuova costruzione costituito da rinzaffo in malta di cemento, strato grezzo in malta di calce, terzo strato in malta fine di calce lisciato a frattazzo fine a) per interni

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

malta per intonaco paraspigoli materiale minuto

mq ml mq

1,00 1,00 1,00

1,100 0,100 1,000

€ € €

2,56 0,13 0,26

sommano materiali

incidenza sul tot.

24,9%

2,94

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

macchine da cantiere (betoniera, pompa e gru )

ora

1,00

0,250

3,23

sommano noli interni ed esterni

incidenza sul tot.

27,3%

3,23

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio specializzato operaio comune

ora ora

1,00 1,00

0,150 0,120

€ €

3,34 2,31

sommano manodopera

incidenza sul tot.

47,8%

5,65

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ € € €

11,81 1,77 1,36 14,96

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5

Arrotondamenti

-0,13

PREZZO FINALE

14,82

139

Prezzario delle opere edili

C 11 8 a :
u.m.: mq A
cod.

Intonaco interno premiscelato composto da inerti leggeri e leganti sintetici, dato a mano o a macchina, su muratura di nuova costruzione, con mano di finitura dello stesso composto premiscelato b) a base di cemento con finitura a malta fine

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

malta per intonaco paraspigoli materiale minuto

mq ml mq

1,00 1,00 1,00

1,100 0,100 1,000

€ € €

1,70 0,13 0,26

sommano materiali

incidenza sul tot.

20,6%

2,09

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

macchine da cantiere (betoniera, pompa e gru )

ora

1,00

0,250

3,23

sommano noli interni ed esterni

incidenza sul tot.

31,8%

3,23

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio specializzato operaio comune

ora ora

1,00 1,00

0,130 0,100

€ €

2,90 1,93

sommano manodopera

incidenza sul tot.

47,5%

4,82

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ € € €

10,14 1,52 1,17 12,83

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5
140

Arrotondamenti

0,08

PREZZO FINALE

12,91

Allegato 1 - Analisi Prezzi

C 12 5 a :
u.m.: ml A
cod.

Cordonata in pietra piasentina bocciardata o fiammata su due lati in lunghezza corrente posati su sottofondo di calcestruzzo incluso nel prezzo, compresi lo scavo e ogni altra prestazione a) retta a vista con sezione 15x25

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

cordonata in petra piasentina cm 15*25 calcestruzzo per posa e rinfianchi Rck 25

ml mc

1,00 1,00

1,050 0,150

€ €

24,40 10,07

sommano materiali

incidenza sul tot.

61,2%

34,47

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

escavatore attrezzatura minuta di cantiere

ora ora

1,00 1,00

0,200 1,000

€ €

9,30 1,03

sommano noli interni ed esterni

incidenza sul tot.

18,3%

10,33

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio specializzato operaio comune

ora ora

1,00 1,00

0,300 0,250

€ €

6,68 4,81

sommano manodopera

incidenza sul tot.

20,4%

11,50

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ € € €

56,30 8,44 6,47 71,22

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5

Arrotondamenti

1,09

PREZZO FINALE

72,30

141

Prezzario delle opere edili

C 12 14 :
u.m.: mq A
cod.

Formazione di marciapiede in calcestruzzo, formato da uno strato di sottofondo costituito da ghiaione dello spessore di cm 20 circa, soprastante caldana in calcestruzzo dello spessore di cm 10 rullato e lisciato escluso il profilo di testata in calcestruzzo, compreso lo scavo ed i giunti di dilatazione

Materiali
descrizione u.m. quantità inc. costo

sottofondo in ghiaione calcestruzzo Rck 25 ferro d'armatura

mc mc kg

1,00 1,00 1,00

0,340 0,112 3,000

€ € €

5,27 7,52 1,24

sommano materiali

incidenza sul tot.

44,7%

14,03

B
cod.

Noli interni ed esterni
descrizione u.m. quantità inc. costo

escavatore attrezzatura minuta di cantiere

ora ora

1,00 1,00

0,050 1,000

€ €

2,32 1,03

sommano noli interni ed esterni

incidenza sul tot.

10,7%

3,36

C
cod.

Subappalti
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano subappalti

incidenza sul tot.

0,0%

-

D
cod.

Manodopera
descrizione u.m. quantità inc. costo

operaio specializzato operaio comune

ora ora

1,00 1,00

0,500 0,150

€ €

11,14 2,89

sommano manodopera

incidenza sul tot.

44,7%

14,02

E1 E2 E3

Sommano costi (con esclusione oneri della sicurezza) spese generali utile d'impresa Prezzo di applicaz.(con esclusione oneri della sicurezza)

incidenza 15,00% incidenza 10,00%

di E1 di E1+ E2

€ € € €

31,41 4,71 3,61 39,73

OS
cod.

Oneri della sicurezza
descrizione u.m. quantità inc. costo

sommano oneri della sicurezza

-

E4 E5
142

Arrotondamenti

-1,00

PREZZO FINALE

38,73

Regole e documentazione

Allegato

2

.

DOCUMENTAZIONE DA PREDISPORRE E TENERE IN CANTIERE PRIMA DI INIZIARE UN’OPERA EDILE
1) Verbale di consegna dei punti fissi con dichiarazione di inizio lavori 2) Denuncia di nuovo lavoro all’INAIL 3) Comunicazione dell’impresa appaltatrice di assunzioni di nuovo lavoro pubblico (mod. 01) 4) Richiesta di autorizzazione per l’installazione della gru (mod. 02) 5) Denuncia di avvenuta installazione della gru (marcata CE) per la prima volta, da inviare all’ISPELS competente, corredata da fotocopia di dichiarazione di conformità dell’apparecchio stesso e di una marca da bollo da € 10,33 (mod. 03) 6) Richiesta di deroga al rumore esterno in base al D.P.C.M. 1°marzo 1991 (mod. 04) 7) Valutazione del rischio di esposizione al rumore per i lavoratori (mod. 05) 8) Richiesta di visita periodica annuale dell’apparecchio di sollevamento all’A.S.S. competente per territorio (mod. 06) 9) Richiesta di occupazione di suolo pubblico (ove richiesto) (mod.07) 10) Predisporre il Piano Operativo di sicurezza (mod. 08) 11) Predisporre il disegno esecutivo del ponteggio secondo lo sviluppo del fabbricato 12) Predisporre il coordinamento scritto tra l’impresa appaltatrice e i subappaltatori 13) Far predisporre i calcoli ed i disegni esecutivi per tutte le opere provvisionali montate fuori degli schemi previsti dall’autorizzazione ministeriale 14) Richiesta di segnalazione di cavidotti o tubazioni sotterranee agli enti competenti (mod. 09) 15) Predisporre il Programma delle demolizioni quando esistono lavori a rischio e/o importanti 16) Predisporre un elenco dei telefoni utili da applicare nella baracca del cantiere 17) Predisporre un programma di verifica dei ponteggi metallici (mod. 10) 18) Predisporre dichiarazione indicante: a) tipo di contratto collettivo applicato ai dipendenti b) rispetto degli obblighi assicurativi e previdenziali c) organico medio annuo con estremi di INPS - INAIL - Cassa Edile - EBIART ( vedi voce relativa POS mod. 08) 19) Richiesta di accesso, con gli automezzi, a particolari zone del territorio comunale ( mod. 11) (compresa eventuale messa a terra gru e ponteggi), dichiarazione di conformità: vale come omologazione - deve essere trasmessa entro 30 giorni a ISPEL e A.S.S. competenti per territorio. DOCUMENTAZIONE DA TENERE IN CANTIERE 20) Concessione, autorizzazione edilizia 21) Denuncia delle opere strutturali in cemento armato e/o metalliche 22) Libretti autorizzativi e di istruzione: a) apparecchi di sollevamento > 200 kg b) pulsantiera radiocomandata b) ponteggi metallici c) punte di sostegno dei solai e/o linde d) parapetti metallici di protezione e) forche f) impianto di betonaggio g) betoniera h) sega circolare i) sega taglia foratine taglia piega ferri quadri elettrici generali e di derivazione

145

Prezzario delle opere edili

23) Copia della convenzione con le P.T. relativa alla pulsantiera radiocomandata 24) Copia del libretto matricola degli operai 25) Copia del registro infortuni aggiornato 26) Libretto delle presenze giornaliere degli operai 27) Copia della dichiarazione di conformità per impianti elettrici di cantiere (mod. 12) 28) Copia della notifica preliminare 29) Copia del piano di sicurezza e di coordinamento 30) Copia del fascicolo tecnico di manutenzione dell’opera 31) Copia del certificato della Camera di Commercio proprio e delle imprese subappaltatrici 32) Schede di sicurezza dei prodotti e sostanze pericolose utilizzate REGOLE DA OSSERVARE IN CANTIERE 33) Esporre il cartello all’esterno del cantiere con indicati i dati del committente, dell’impresa , il numero di concessione ed anche i nominativi dei coordinatori ( ove necessario) ecc. 34) Installare la segnaletica antinfortunistica all’esterno del cantiere 35) Installare la segnaletica antinfortunistica nei luoghi appropriati all’interno del cantiere 36) Esporre la tabella con indicato l’orario di lavoro 37) Contattare il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, almeno dieci giorni prima dell’inizio dei cantieri, ed avvisarlo che il P.S.C. ed il P.O.S. sono a disposizione 38) Consegnare il P.O.S. al coordinatore per l’esecuzione o al committente prima dell’inizio dei lavori 39) Consegnare copia del P.S.C. alle imprese subappaltatrici e ai lavoratori autonomi 40) Consultare il Rappresentante dei lavoratori sul P.S.C. 41) Verifiche periodiche degli : a) apparecchi di sollevamento b) ponteggi metallici c) ganci - catene - funi 42) Indicare nei quadri elettrici i circuiti ai quali si riferiscono gli organi di comando 43) Controllare che i conduttori elettrici flessibili impiegati per le derivazioni provvisorie siano in idonee allo specifico luogo ove saranno utilizzati e dotati delle sigle corrispondenti. 44) Verificare che il personale lavorativo abbia a disposizione i propri D.P.I. 45) Predisporre in cantiere idonee cinture di sicurezza 46) Predisporre un locale igienico o soluzioni alternative in base alle difficoltà del cantiere 47) Dotarsi di una cassetta di primo soccorso 48) Dotarsi di un mezzo di estinzione secondo quanto previsto dal P.S.C.

N.B.: E’ opportuno portare a conoscenza degli interessati che il mancato rispetto di molte delle regole suindicate, possono avere delle pesanti ripercussioni sia a livello penale che amministrativo sull’operato dell’imprenditore e dell’impresa.

146

Allegato 2 - Regole e documentazione

Modello 1

COMUNICAZIONI DELL’IMPRESA APPALTATRICE DI ASSUNZIONI DI NUOVO LAVORO PUBBLICO
Spett.le INPS Sede di ____________________________________
(sede dell’azienda)

Spett.le INPS Sede di ____________________________________
(luogo del cantiere)

Spett.le INPS Sede di ____________________________________
(sede dell’azienda)

Spett.le INPS Sede di ____________________________________
(luogo del cantiere)

Spett.le CASSA EDILE DI MUTUALITÀ ED ASSISTENZA Sede di ____________________________________
(sede dell’azienda)

Spett.le CASSA EDILE DI MUTUALITA’ ED ASSISTENZA Sede di ____________________________________
(luogo del cantiere)

Spett.le AMMINISTRAZIONE APPALTANTE Sede di ____________________________________
(sede dell’azienda)

147

Prezzario delle opere edili

APPALTO PER L’ESECUZIONE DEI LAVORI DI ____________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________
(Comunicazione ex art. 18, comma 7, L. 55/90)

Il sottoscritto ______________________________________________________________________________________________ in qualità di titolare o legale rappresentante della ditta ______________________________________________________________ con sede in Comune di ________________________________________________________________________________________ Via ______________________________________________________ n° ______________________________________________ C.F. P.IVA __________________________________________________________________________________________________ con posizioni assicurative: INPS INAIIL CASSA EDILE n° ____________________________________ n° ____________________________________ n° ____________________________________ COMUNICA ai sensi e per gli effetti dell’art. 18 L. 55/90 e dell’art. 9 del DPCM 55/91, di aver ricevuto in affidamento da __________________________________________________________________________________________________________
(indicare la denominazione e la sede dell’Ente committente)

l’esecuzione dei seguenti lavori: • Opere appaltate ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________
(indicare la definizione dei lavori quale risulta dagli atti di gara o dal contratto di appalto, se già stipulato)

da eseguirsi nel comune di ________________________________________________________________________________ in Via ______________________________________________ n° ______________________________________________ • Ammontare dell’appalto € ______________________________ • Data presunta di inizio lavori ____________________________ • Durata contrattualmente prevista per i lavori ________________________________________________________________ L’impresa operando fuori provincia fa presente che ha del personale in trasferta per un numero presumibile di operai provenienti dalla circoscrizione territoriale di __________________________________ e iscritto alla Cassa Edile competente per tale circoscrizione. Per la durata dei suddetti lavori i contributi e gli accantonamenti verso la Cassa Edile relativi al personale in trasferta saranno effettuati alla Cassa Edile della provincia di ______________________________ Si fa riserva di ulteriori comunicazioni in riferimento alla normativa prevista dal contratto collettivo nazionale di lavoro. La sottoscritta impresa dichiara inoltre di occupare nella circoscrizione di competenza di codesta Cassa Edile un numero complessivo di ______________ operai. Cordiali saluti.

__________________ ,lì ________________ Firma ________________________________

148

Allegato 2 - Regole e documentazione

Modello 2 ILL.MO SIG. SINDACO DEL COMUNE DI __________________________________________________________________________ RISCHIESTA DI AUTORIZZAZIONE PER L’INSTALLAZIONE DI UNA GRU Il sottoscritto ______________________________________________________________________________________________ in qualità di titolare o legale rappresentante della ditta ______________________________________________________________ con sede in Comune di ______________________________________________________________________________________ Via ______________________________________________________ n° ______________________________________________ C.F. P.IVA __________________________________________________________________________________________________ premesso di aver appaltato da __________________________________________________________________________________ l’esecuzione dei lavori di ______________________________________________________________________________________ siti in Via ________________________________________________ n° ______________________________________________ nel Comune di ______________________________________________________________________________________________ in dipendenza (se esiste) della concessione edilizia n° __________________________ del __________________________________ su un’area catastalmente distinta al foglio n° ______________________________________________________________________ Mappale n° ________________________________________________________________________________________________ CHIEDE alla S.V. l’autorizzazione per l’installazione di una gru del tipo ____________________________ avente le seguenti caratteristiche: a) Sbraccio m ____________________________________________________________________________________________ b) Altezza ______________________________________________________________________________________________ c) Portata kg ____________________________________________________________________________________________ A tal fine si allega: 1) Duplice copia della planimetria con indicata la posizione della gru 2) Marca da bollo per la risposta In attesa di un cortese cenno di riscontro, si porgono cordiali saluti.

__________________ ,lì ________________ Timbro e firma ________________________________

149

Prezzario delle opere edili

Modello 3 I.S.P.E.S.L. Dipartimento di Udine Viale Ungheria, n° 32 33100 UDINE COMUNICAZIONE La sottoscritta impresa ________________________________________________________________________________________ con sede in ______________________________________________ Prov. ____________________________________________ Via ______________________________________________________ n° ______________________________________________ P.Iva n° __________________________________________________ fa presente che sul cantiere sito in via __________________________ Comune di ____________________________ Prov. ______ è installato il seguente apparecchio di sollevamento: N° ________________ gru a torre del tipo a rotazione alta bassa mod. ____________________________________________________ avente un’altezza di m. ______________________________ uno sbraccio di m.__________________________________________ ed una portata di kg ________________________________ per la quale si richiede l’omologazione ai sensi dell’art. 11, comma 3, del DPR 459/96. Allo scopo allega copia della dichiarazione di conformità dell’apparecchio in oggetto e una marca da bollo di € 10,33. In attesa di un cortese cenno di riscontro, ci è gradita l’occasione di porgere cordiali saluti.

__________________ ,lì ________________ Timbro e firma ________________________________

150

Allegato 2 - Regole e documentazione

Modello 4 DOMANDA PER IL RILASCIO DELL’AUTORIZZAZIONE ALL’INSTALLAZIONE DI CANTIERI EDILI TEMPORANEI, IN LUOGO PUBBLICO O APERTO AL PUBBLICO, QUALORA COMPORTINO L’UTILIZZO DI IMPIANTI RUMOROSI ILL.MO SIGNOR SINDACO ______________________________________________________________________________________ DEL COMUNE DI ____________________________________________________________________________________________ Il sottoscritto ______________________________________________________________________________________________ nato a __________________________________________________ prov. ______________________ il __________________ residente a ________________________________________________________________________________________________ Via________________________________________________________________________________________________________ Codice fiscale ______________________________________________________________________________________________ in qualità di titolare (legale rappresentante) della ditta ______________________________________________________________ avente sede nel Comune di __________________________________ prov. ____________________________________________ in via ____________________________________________________ inscritta alla C.C.I.A.A. n° ____________________________ di ______________________________________________________ P. IVA n° __________________________________________ CHIEDE Autorizzazione ad installare un cantiere edile in via ________________________________________________________________ loc. ______________________________________________________________________________________________________ nel Vostro comprensorio Comunale dove verranno utilizzati i seguenti

a) macchinari: ______________________________________________________________________________________________ Tipo____________________________________________________________________________________________________ Caratteristiche __________________________________________________________________________________________ Livello do rumorosità ______________________________________________________________________________________ b) attrezzature:______________________________________________________________________________________________ Tipo____________________________________________________________________________________________________ Caratteristiche __________________________________________________________________________________________ Livello di rumorosità ______________________________________________________________________________________ Detti macchinari ed attrezzature verranno utilizzati nei seguenti orari di lavoro: Estivo: Invernale: 8.00 - 12.00 8.00 - 12.00 15.00 - 18.00 13.30 - 16.30

e nei seguenti giorni: __________________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________________ Distinti saluti

data ____________________ Timbro e firma ________________________________

151

Prezzario delle opere edili

Modello 5

VALUTAZIONE DEL RISCHIO RUMORE
(Ex Art. 40 - D.L.vo 277 del 15 agosto 1991) Il sottoscritto ______________________________________________________________________________________________ in qualità di titolare o legale rappresentante della ditta ______________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________________ con sede in Comune di ________________________________________________________________________________________ Via________________________________________________________________________________________________________ C.F. P.IVA __________________________________________________________________________________________________ Tel. ______________________________________________________________________________________________________ in dipendenza di contratto di appalto per la : ______________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________________ nonché in qualità di responsabile del cantiere sito in Comune di ______________________________________________________ Via ______________________________________________________n°________________________________________________ Fa presente che: a) il responsabile per la sicurezza è stato designato il sig.: ________________________________________________________ b) si è provveduto alla stima della esposizione personale al rischio rumore al quale sono esposti, durante le fasi lavorative, gli addetti in cantiere. La valutazione è stata eseguita in data ________________________ consultando i lavoratori. Si sono tenute in considerazione le caratteristiche proprie delle attività lavorative di costruzione, discutendo sui loro tempi di esposizione ed arrivando alla stima di valutazione sulla scorta di dati desunti dal C.P.T. ñ Torino in osservanza a quanto indicato nell'allegato 6 del D.L.vo 277/91.

152

Allegato 2 - Regole e documentazione

GRUPPO OMOGENEO

ATTIVITA’ LAVORATIVE Demol. solai e cop. in legno Demolizione di murature normale Demolizione getti in c.a. Scarico merci Trasporto materiali autocarro Scavi a mano Scavi con mezzi meccanici Casserature in ferro Casserature in legno Lavorazione ferro Posa armature Getti con pompa Getti senza pompa Formazione cls o malta Mont. e smont. ponteggi Cost. pareti perim. e divisorie Posa solai ñ copertura Form. strutt. e solai in legno Intonacatura senza pompa Intonacatura con pompa Collegamenti fognari Assist. e tracce impianti man. Traccia impianti con demolitore Uso utensili meccanici (sega circolare)

% LAVORATIVE 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

LEQ/(/10Dba) 85,3 85,4 101,4 84,9 77,6 78,2 88,1 86,5 86,3 78,8 75,2 83,2 78,0 80,1 77,6 78,4 76,0 77,2 74,6 88,6 82,9 86,5 96,3 94,2 0 76,5

FISIOLOGICO Impianto di cantiere Livello personale Esposizione per gruppo omogeneo

153

Prezzario delle opere edili

ELNCO LAVORATORI

LIVELLO ESPOSIZIONE PERSONALE dB . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . dB . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . dB . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . dB . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . dB . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . dB . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . dB . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . dB . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

FIRMA

........................... ........................... ........................... ........................... ........................... ........................... ........................... ...........................

........................... ........................... ........................... ........................... ........................... ........................... ........................... ...........................

MISURE ADOTTATE In relazione ai risultati dei livelli di esposizione personale si adotta le seguenti misure: a) a tutti i lavoratori viene illustrato e consegnato il fascicolo contenente le informazioni di cui all’art. 42 del D. L.vo 277/91. b) in cantiere saranno tenuti un congruo numero di mezzi di protezione individuale dell'udito, a disposizione di chi desidera farne uso anche per livelli inferiori a quelli per i quali la legge ne stabilisce l'obbligo. c) gli interventi di durata limitata con utensili meccanici, se necessari, saranno attuati con il minor numero di addetti, dotati di mezzi di protezione dell'udito. d) i lavoratori la cui esposizione é compresa tra: 1) 80 e 85 dBA saranno sottoposti a visita medica solo su loro richiesta e previo parere del medico competente. 2) 85 e 90 dBA saranno sottoposti a visita medica ogni due anni o conforme parere del medico competente. 3) Superiore ai 90 dBA saranno sottoposti a visita medica ogni anno o conforme parere del medico competente.

__________________ ,lì ________________ Timbro e firma ________________________________

154

Allegato 2 - Regole e documentazione

NOTE Il D.L.vo 277/91 stabilisce delle fasce di rischio in funzione del livello di esposizione personale giornaliero o settimanale espresso in dBA. Il datore di lavoro, dopo aver provveduto a fare la suindicata valutazione, deve adottare le seguenti ,misure di tutela: 1) FASCIA DA 85 A 85 dBa Informazione e formaizone dei lavoratori su: a) rischi per l'udito a causa del rumore b) misure adottate in generale per ridurre il rumore c) le misure di protezione dei lavoratori d) mezzi individuali di protezione e loro uso e) risultati della valutazione Visite mediche qualora i lavoratori ne facciano richiesta ed il medico ne confermi l'opportunità. 2) FASCIA DA 85 A 90 dBa Informazione dei lavoratori su: come al punto 1) a); b); c); d); e). Visite mediche a1) preventive prima di assumere il lavoratore b1) periodiche, con periodicità non superiore a 2 anni Fornire i mezzi individuali di protezione adatti al singolo lavoratore e raccomandare la loro messa in uso. Fornire ai lavoratori un'adeguata informazione su: a2) l’uso corretto dei mezzi di protezione dell'udito b2) l’uso corretto dei macchinari al fine di ridurre al minimo possibile i rumori c2) l’uso corretto di un nuovo macchinario al fine di ridurre il rumore (questa informazione è a carico del costruttore). 3) FASCIA SUPERIORE A 90 dBA Informazione e formazione dei lavoratori su: come al punto 1) a); b); c); d); e). Visite mediche: a3) preventive, prima di assumere il lavoratore b3) periodiche, con periodicità non superiore all'anno. Obbligo per il datore di lavoro di fornire i mezzi individuali di protezione; Obbligo per i lavoratori di utilizzarli; Fornire ai lavoratori un'adeguata informazione su: come al punto 2) a2); b2); c2). Esporre segnaletica appropriata, perimetrare i luoghi più a rischio e limitarne l'accesso per quanto possibile. Tenuta registrazione dove risulti: a) i risultati della valutazione; b) l’elenco dei lavoratori esposti al rischio; c) cartelle sanitarie In qualsiasi caso il datore di lavoro deve ridurre al minimo in base a conoscenze acquisite e al progresso tecnico, i rischi derivanti dal rumore anche con diversa organizzazione del lavoro sempre se concretamente attuabile. Se nonostante questo l'esposizione risultasse ancora superiore ai 90 dBA il datore di lavoro comunica all'ASS competente per territorio entro 30 giorni dalla valutazione le misure tecniche e organizzative adottate per ridurre il rumore.

155

Prezzario delle opere edili

INFORMAZIONE E FORMAZIONE DEI LAVORATORI SUI RISCHI DA ESPOSIZIONE AL RUMORE
Ai sensi e per gli effetti dell'articolo 42 del D.L. 277 del 15 agosto 1991, nelle attività che comportano un valore dell'esposizione quotidiana personale di un lavoratore al rumore superiore ad 80 dB (A), il datore di lavoro provvede a che i lavoratori, ovvero i loro rappresentanti, vengano informati su: A) RISCHI DERIVANTI ALL'UDITO DALL'ESPOSIZIONE AL RUMORE. B) MISURE ADOTTATE IN APPLICAZIONE AL D.L. 277 DEL 15/08/1991. C) MISURE DI PROTEZIONE CUI I LAVORATORI DEBBONO CONFORMARSI. D)FUNZIONE DEI MEZZI INDIVIDUALI DI PROTEZIONE. E) SIGNIFICATO E RUOLO DEL CONTROLLO SANITARIO. F) RISULTATI DELLA VALUTAZIONE DEL RISCHIO. A) RISCHI DERIVANTI ALL'UDITO DALL'ESPOSIZIONE AL RUMORE. La sordità da rumore costituisce la malattia professionale con frequenza più elevata. l'esposizione a fonti rumorose di sufficiente intensità, per un numero sufficiente di occasioni o per una sufficiente durata, è in grado di provocare sia danni alle strutture dell'orecchio interno con perdita di vario grado della funzione uditiva sia su altri organi ed apparati. Il rumore si propaga per vibrazioni meccaniche, per scarico aria, per via solida, per via aerea. Le caratteristiche che definiscono il tipo e l'eventuale pericolosità di un rumore sono la frequenza (Hz) e l'intensità (dB). A livello uditivo, la pressione dell'onda sonora può determinare un'eccessiva stimolazione delle strutture nervose dell'orecchio, con conseguente progressiva riduzione della capacità uditiva (ipoacusia) che può degenerare sino alla sordità. Un soggetto esposto, per un certo tempo in ambiente di lavoro, a rumori elevati può presentare inizialmente un innalzamento temporaneo della soglia uditiva, che può durare da pochi minuti a qualche ora. Se tale esposizione si protrae ulteriormente nel tempo, può subentrare un danno cellulare dovuto alla sovrastimolazione cronica; in questo caso il soggetto può presentare un innalzamento permanente della soglia uditiva (ipoacusia) che è direttamente proporzionale all'intensità ed alla durata dell’esposizione. Oltre alla perdita di parte della capacità uditiva, all'interno dell'apparato uditivo possono prodursi fischi e ronzii, che interferiscono negativamente sulle funzioni lavorative, con diminuzione della concentrazione, e sullo stato psicofisico del soggetto esposto a rumore. B) MISURE ADOTTATE IN APPLICAZIONE AL D.L. 277 DEL 15/08/1991 Il datore di lavoro riduce al minimo, in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, i rischi derivanti dall’esposizione al rumore, indipendentemente dal livello di esposizione, mediante le seguenti disposizioni concretamente attuabili: • misure tecniche, con interventi e manutenzioni più frequenti da effettuarsi nei macchinari esistenti, privilegiando gli interventi alla fonte. Il datore di lavoro privilegia all’atto dell'acquisto di nuovi utensili, macchine, apparecchiature, quelli che producono, nelle normali condizioni di funzionamento, il più basso livello di rumore; • misure organizzative, limitando al minimo il numero di lavoratori esposti al rischio e delimitando le aree ad elevata rumorosità con segnaletica appropriata;

156

Allegato 2 - Regole e documentazione

• misure procedurali, con controlli sanitari periodici dei lavoratori con esposizione personale quotidiana al rumore superiore a 85 dB (A), e mettendo loro a disposizione mezzi individuali di protezione, con l'obbligo dell'utilizzo degli stessi se l'esposizione personale quotidiana supera i 90 dB (A). Va anche ricordato che per agevolare l’attività di prevenzione che l'azienda sta attuando è necessaria la collaborazione di tutto il personale affinché vengano eliminati i rumori inutili. C) MISURE DI PROTEZIONE CUI I LAVORATORI DEBBONO CONFORMARSI. Il datore di lavoro fornisce i mezzi individuali di protezione dell'udito a tutti i lavoratori, la cui esposizione quotidiana personale può verosimilmente superare gli 85 dB (A), adatti al singolo lavoratore ed alle sue condizioni di lavoro e scelti, previa consultazione dei lavoratori interessati. I lavoratori, la cui esposizione quotidiana personale supera i 90 dB (A), devono impiegare i mezzi di protezione individuale senza rimuovere i dispositivi di sicurezza, di segnalazione o compiere operazioni non di loro competenza che possano compromettere la sicurezza e la protezione. I lavoratori devono informare il datore di lavoro, dirigenti e preposti, di eventuali situazioni di pericolo o deficienza dei dispositivi. I lavoratori devono altresì osservare le disposizioni e le istruzioni impartite dal datore di lavoro, dirigenti e preposti. Il decreto prevede ammende da € 155 a € 1033 per l’inosservanza, da parte dei lavoratori, delle misure di protezione predisposte dal datore di lavoro. D) FUNZIONE DEI MEZZI INDIVIDUALI DI PROTEZIONE. I mezzi individuali di protezione svolgono la funzione di ridurre l'intensità del livello di rumore a cui il lavoratore è esposto per il tempo d'impiego dello stesso. Il campo d'azione dei mezzi individuali di protezione é ampio e dipende dal tipo degli stessi. Mediamente si possono avere riduzioni da 12 a 42 dB (A) impiegando: • Cuffie complete o da applicare agli elmetti; • Inserti auricolari monouso (in fibre minerali, polimeri espansi) o riutilizzabili (gomma in silicone); • Inserti con archetto; • Cuffie insieme ad inserti che presentano il massimo grado di protezione. E) SIGNIFICATO E RUOLO DEL CONTROLLO SANITARIO Debbono essere esposti a controllo sanitario preventivo e periodico tutti i lavoratori la cui esposizione personale quotidiana superi gli 85 dB (A). Al di sotto di tale soglia, i lavoratori esposti a rischio, ossia, quelli con esposizione tra gli 80 e gli 85 dB (A), sono sottoposti a controllo sanitario qualora ne facciano richiesta. Il controllo sanitario permette di accettare, tramite l’esame della funzione uditiva, l'assenza di controindicazioni al lavoro specifico svolto. Le visite hanno una frequenza non superiore a 2 anni, e si riduce ad 1 anno nel caso di dose personale giornaliera superiore a 90 dB (A); la frequenza é sempre, comunque, stabilita dal medico competente. Il datore di lavoro, in conformità al parere del medico competente, adotta misure preventive e protettive nel caso di recupero audiologico del singolo lavoratore. F) RISULTATI DELLA VALUTAZIONE DEL RISCHIO I risultati della valutazione del rischio e della successiva misura a calcolo dell'esposizione quotidiana personale e settimanale del lavoratore, così come oggi visti e commentati insieme con i lavoratori, sono a disposizione degli stessi.

157

Prezzario delle opere edili

FORMAZIONE DEI LAVORATORI SUI MEZZI INDIVIDUALI DI PROTEZIONE DAL RUMORE Ai sensi e per gli effetti dell’articolo 42, comma 2, del D.L. 277 del 15 agosto 1991, nelle attività che comportano un valore dell’esposizione quotidiana personale di un lavoratore al rumore superiore a 85 dB (A), il datore di lavoro provvede a che i lavoratori ricevano, altresì, un’adeguata formazione su: A) L’USO CORRETTO DEI MEZZI INDIVIDUALI DI PROTEZIONE DELL’UDITO. B) L’USO CORRETTO, AI FINI DELLA RIDUZIONE AL MINIMO DEI RISCHI PER L’UDITO, DEGLI UTENSILI, MACCHINE, APPARECCHIATURE CHE, UTILIZZATI IN MODO CONTINUATIVO, PRODUCONO UN’ESPOSIZIONE QUOTIDIANA PERSONALE DI UN LAVORATORE AL RUMORE PARI O SUPERIORE A 85 dB (A). A) L’USO CORRETTO DEI MEZZI INDIVIDUALI DI PROTEZIONE DELL’UDITO. L’uso corretto dei mezzi individuali di protezione dell’udito va impartito attenendosi scrupolosamente alle istruzioni fornite dal costruttore. I mezzi di protezione devono essere impiegati per l’intero periodo di tempo in cui si manifesta un’esposizione a livelli di rumore elevati (obbligatorio per esposizioni personali superiori a 90 dB (A). Le cuffie non presentano particolari problemi di applicazione; invece, per applicare gli inserti bisogna sollevare il padiglione auricolare per facilitare l’inserimento che avrà movimento avvitante. Gli inserti monouso devono essere gettati dopo ogni ciclo lavorativo, invece, gli inserti riutilizzabili devono essere lavati con acqua calda e sapone neutro, come le fodere d’espanso delle cuffie. Le cuffie e gli inserti danneggiati vanno immediatamente sostituiti. B) L’USO CORRETTO, AI FINI DELLA RIDUZIONE AL MINIMO DEI RISCHI PER L’UDITO, DEGLI UTENSILI, MACCHINE, APPARECCHIATURE CHE, UTILIZZATI IN MODO CONTINUATIVO, PRODUCONO UN’ESPOSIZIONE QUOTIDIANA PERSONALE DI UN LAVORATORE AL RUMORE PARI O SUPERIORE A 85 dB (A). I macchinari, gli utensili e le apparecchiature rumorose, devono essere impiegate con modalità impartite dal datore di lavoro, dirigenti o preposti per il solo tempo necessario al loro utilizzo. Pertanto, dovranno essere spenti quando il loro impiego non è necessario (motori a scoppio, vibratori, muletti, ecc.). Nel caso di aumento della rumorosità dovuto al cattivo funzionamento dei macchinari, dovrà essere avvertito il preposto per ridurre tale fenomeno mediante apposita manutenzione.

158

Allegato 2 - Regole e documentazione

Modello 6 Spett.le Azienda n° 6 Friuli Occidentale Via della Vecchia Ceramica, 1 33170 PORDENONE COMUNICAZIONI La sottoscritta impresa con sede in ______________________________________________Prov. ____________________________________________ Via ____________________________________________________n°________________________________________________ P.Iva n° __________________________________________________ fa presente che sul cantiere sito in via____________________________Comune di ________________________________________ Prov. ____________________________________________________ è installato il seguente apparecchio di sollevamento: N° ________________gru a torre del tipo a rotazione alta bassa mod. ______________avente un’altezza di m. __________________uno sbraccio di m. __________________________________ ed una portata di Kg per la quale: • si richiede verifica periodica • la verifica periodica è già stata richiesta per il corrente anno in data ______________________________________________ (vedi R.R. n° __________________________________________) • la gru in oggetto è già stata verificata per il corrente anno in data (vedi R.R. n° __________________________________________) In attesa di cortese cenno di riscontro ci è gradita l’occasione di porgere cordiali saluti. ______________________________________________ ______________________________________libretto n° ________________________________________

__________________ ,lì ________________

159

Prezzario delle opere edili

Modello 7 ILL.MO SIG. SINDACO DEL COMUNE DI __________________________________________________________________________ ILL.MO SIG. PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI______________________________________________________________________ SPETT.LE COMPARTIMENTO A.N.A.S. DI____________________________________________________________________________ RICHIESTA DI OCCUPAZIONE TEMPORANEA DI SUOLO PUBBLICO Il sottoscritto ______________________________________________________________________________________________ in qualità di titolare o legale rappresentante della ditta Via ____________________________________________________________ con sede in Comune di ________________________________________________________________________________________ ____________________________________________________ n° ______________________________________________ C.F. P.IVA ________________________________________________ premesso di aver appaltato da __________________________________________________________________________________ l’esecuzione dei lavori di ______________________________________________________________________________________ siti in Via ________________________________________________ n° ______________________________________________ nel Comune di ____________________________________________ in dipendenza (se esiste) della concessione edilizia n° ______________ del ______________________________________________ Considerato che per l’esecuzione dei medesimi si rende necessario occupare una porzione di suolo pubblico come meglio evidenziato nell’allegata planimetria CHIEDE alla S.V. (a codesto Ente) l’autorizzazione ad occupare l’area di cui sopra sita in via ________________________________________ (strada statale n° ____ e al Km progressivo ____________________) per una superficie di mq ____________________________________ come ubicato di planimetria. Il periodo operativo è il seguente: dal ____________ al____________ A tal titolo si allega: 1) Duplice copia della planimetria 2) La ricevuta del versamento o della cauzione fidejussoria da intestarsi a seconda della competenza: a) All’Amm. Provinciale di ______________________________sul c.c.p. n° __________________________ Servizio Tesoreria b) All’Amministrazione comunale di ________________________________________________________________________ c) Al Compartimento ANAS di ____________________________________________________________________________ 3) Marche da bollo per risposta. In attesa di un cortese cenno di riscontro, si porgono cordiali saluti.

__________________ ,lì ________________

160

Allegato 2 - Regole e documentazione

Modello 8

PIANO OPERATIVO DI SICUREZZA PER L'EDILIZIA
ai sensi dell’art. 9 del D. LGS. 494/96, modificato dal D. LGS. 528/99 e dall’art. 31 della L. 109/94

IMPRESA: __________________________________________________________________________________________

CANTIERE: __________________________________________________________________________________________

161

Prezzario delle opere edili

INDICE 1) Notizie di carattere generale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 159 2) Descrizione dei lavori . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 162 3) Elenco attrezzature e macchinari . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 163 4) Imprese subappaltatrici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 165 5) Identificazione dei possibili pericoli . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 166 6) La documentazione di sicurezza del cantiere . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 167 7) Analisi dell'attività lavorativa: A) Infrastrutture . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 169 B) Impianti/ Reti di cantiere . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 169 C) Presenza in cantiere di più squadre diverse di lavoratori . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 172 D) Elettricità . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 173 E) Rumore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 174 F) Vibrazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 174 G) Agenti biologici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 174 H) Agenti chimici e polveri, esposizione a temperature elevate . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 174 I) Movimentazione dei carichi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 175 L) Incendio - Esplosione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 176 M) Demolizioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 176 N) Scavi e movimento terra . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 177 O) Lavori in sotterraneo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 178 P) Fondazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 178 Q) Strutture in cemento armato e murature portanti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 178 R) Tramezzi, intonaci, impianti e finiture . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 179 S) Lavori all'interno della struttura in costruzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 180 T) Coperture . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 180 U) Lavori sopra solai o coperture non portanti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 181 8) Dispositivi di protezione individuale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 182 9) Integrazioni al P.O.S. per situazioni particolari . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 183 10) Scheda di controllo cantiere . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 184 11) Coordinamento ai sensi dell'art. 7 del D. L. 626/94 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 185 12) Contratto di appalto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 190 14) Contratto di subappalto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 194 13) Linee guida per un corretto rapporto fra committenza - coordinatori - impresa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .pag. 197

162

Allegato 2 - Regole e documentazione

NOTIZIE DI CARATTERE GENERALE Committente: Sig. ______________________________________________________________________________________________________ via________________________________________________________________________________________________________ Comune __________________________________________________________________________________________________ Tel.______________________________________________________Fax ______________________________________________ Cantiere: (indirizzo) Via________________________________________________________________________________________________________ Comune __________________________________________________________________________________________________ Tel.______________________________________________________Fax ______________________________________________ Natura e descrizione dell’opera: __________________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________________ Azienda: __________________________________________________________________________________________________ Sede sociale Partita I.V.A. ________________________________________________________________________________________________ Iscrizione alla Camera di Commercio ____________________________________________________________________________ via________________________________________________________________________________________________________ Comune __________________________________________________________________________________________________ Tel.______________________________________________________Fax ______________________________________________ Rappresentante legale Titolare

Sig. ______________________________________________________________________________________________________ via________________________________________________________________________________________________________ Comune __________________________________________________________________________________________________ Tel.______________________________________________________Fax ______________________________________________ Direttore Tecnico di cantiere: Sig. ______________________________________________________________________________________________________ via________________________________________________________________________________________________________ Comune __________________________________________________________________________________________________ Tel.______________________________________________________Fax ______________________________________________

163

Prezzario delle opere edili

Tipo di contratto applicato ai dipendenti: artigianato industria Estremi di iscrizione agli Enti Assicurativi I.N.P.S I.N.A.I.L Cassa Edile n° ____________________________________ n° ____________________________________ n° ____________________________________ (se iscritto)

Attività svolta dall’impresa: Realizzazione di costruzioni civili, industriali e ristrutturazioni. Organico medio annuo: n° lavoratori operai: n° soci: n° collaboratori fam ______________________________________ ______________________________________ ______________________________________ n° lavoratori impiegati:______________________________________

NOME

QUALIFICA

Pos INPS

Pos INAIL

Cassa Edile

164

Allegato 2 - Regole e documentazione

Responsabile del servizio di prevenzione e protezione Sig. ______________________________________________________________________________________________________ via________________________________________________________________________________________________________ Comune __________________________________________________________________________________________________ Tel.______________________________________________________ Fax ______________________________________________ In assenza del responsabile del servizio tale compito sarà delegato al sig. Sig. ______________________________________________________________________________________________________ via________________________________________________________________________________________________________ Comune __________________________________________________________________________________________________ Tel.______________________________________________________ Fax ______________________________________________ Medico competente: Dott. ______________________________________________________________________________________________________ via________________________________________________________________________________________________________ Comune __________________________________________________________________________________________________ Tel. ____________________________________________________ Fax ______________________________________________ interno territoriale

Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza:

Sig. ______________________________________________________________________________________________________ via________________________________________________________________________________________________________ Comune __________________________________________________________________________________________________ Tel.______________________________________________________ Fax ______________________________________________ • Per lo svolgimento dei compiti sotto indicati è stato individuato il seguente personale: Prevenzione incendi: Sig. ______________________________________________________________________________________________________ via________________________________________________________________________________________________________ Comune __________________________________________________________________________________________________ Tel.______________________________________________________ Fax ______________________________________________ Evacuazione: Sig. ______________________________________________________________________________________________________ via________________________________________________________________________________________________________ Comune __________________________________________________________________________________________________ Tel.______________________________________________________ Fax ______________________________________________ __________________________________________________________________________________________________________ Pronto soccorso: Sig. ______________________________________________________________________________________________________ via________________________________________________________________________________________________________ Comune __________________________________________________________________________________________________ Tel.______________________________________________________ Fax ______________________________________________

165

Prezzario delle opere edili

DESCRIZIONE DEI LAVORI L’impresa nel presente cantiere svolgerà le seguenti attività: (barrare le voci che interessano) 01) impianto di cantiere che comprende: recinzione dell’area, segnaletica, trasporto e scarico di macchinari, attrezzature e materiali, collegamenti impianti/reti di cantiere, collegamenti macchinari; 02) demolizioni strutturali (ristrutturazioni, manutenzioni straordinarie, ecc.) 03) scavi di splateamento e di sbancamento, a sezione obbligata ampia e/o ristretta; 04) formazione e posa di armature in ferro; 05) getti di calcestruzzo (strutture verticali ed orizzontali);06) murature portanti; 07) realizzazione reti fognarie; 08) realizzazione tamponamenti e tramezzature in laterizio; 09) posa coibentazioni; 10) realizzazione struttura di copertura e posa manto; 11) realizzazione ponteggi esterni; 12) realizzazione opere di finitura interne (posa davanzali, cassematte, scarichi idrosanitari, ecc.); 13) realizzazione di opere di sistemazione esterna (marciapiedi, recinzioni, fognature, ecc.); 14) spianto di cantiere (scollegamenti vari, caricamento e trasporto di macchinari, attrezzature e materiali). 15) altro da specificare:

166

Allegato 2 - Regole e documentazione

In cantiere per la realizzazione delle opere si utilizzeranno: MACCHINE • Gru a rotazione: Bassa Alta • Montacarichi (argano) • Piegaferri • Betoniera • Sega circolare • Impianto di betonaggio: Automatico Semiautomatico • Pulitrice di pannelli • Compressori • Dumper • Carrelli elevatori • Escavatori gommati • Terna • Mini escavatori gommati • Idropulitrici • Vibratori: Elettrico ad aria • Flessibile • Trapani a percussione • Demolitori elettrici • Saldatrici elettriche (monofase) • Intonacatrici • Fioretto • Carotatrice • Nastri trasportatori • Pompe di sollevamento liquidi • Motoseghe e seghe a nastro • Piallatrici elettriche • Cesoie: elettriche ad aria compressa • Gruppi elettrogeni • Clipper elettrica taglia forati taglia piastrelle • Furgoni • Camion • Camion con gru SI EVENTUALE NOLO NOTE
(presenza di libretto d’istruzioni e/o marcatura CE)

167

Prezzario delle opere edili

ATTREZZATURE MANUALI • Piegaferri manuale • Trancia manuale • Cestoni • Forche (solo per scarico a terra) • Ganci, catene e funi • Carrucole • Pistole sparachiodi ATTREZZATURE E MATERIALI • Fari • Cavi • Quadro elettrico generale • Quadri elettrici di derivazione • Scale di vario tipo • Ponteggi • Cavalletti • Casseforme in legno • Casseforme in metallo (morsetti) • Puntelli in ferro • Bancali e tavolame vario

SI NOTE

SI NOTE

N.B.: Le attrezzature manuali “classiche”, di uso comune, se adoperate secondo l’uso consolidato dal tempo, dalla pratica comune ed usando gli appropriati D.P.I., non comportano particolari pericoli, né conseguenti rischi.

168

Allegato 2 - Regole e documentazione

IMPRESE DI CUI SI PREVEDE L’INTERVENTO NELL’ESECUZIONE DELL’OPERA

OPERE rimozione di manufatti in cemento-amianto

DITTA INCARICATA

scavi

montaggio di ponteggi

demolizioni

opere da lattoniere

impermeabilizzazioni

idraulica

elettrica

intonacatori

pavimentisti, piastrllisti

pavimentisti, palchettisti

opere in legno copertura

serramentisti

falegnami

pittori

opere a verde

asfaltature

opere specialistiche edili

169

Prezzario delle opere edili

IDENTIFICAZIONE DEI POSSIBILI PERICOLI
Barrare se il pericolo è presente A INFRASTRUTTURE 1) AREE DI STOCCAGGIO 2) BARACCHE DI CANTIERE B IMPIANTI/RETI DI CANTIERE 1) IMPIANTO ELETTRICO DI CANTIERE 2) IMPIANTO DI SOLLEVAMENTO 3) PONTEGGI 4) IMPIANTO DI BETONAGGIO 5) BETONIERA MOBILE O CON RAGGIO RASCHIANTE 6) FORNITURA DI C.L.S. CON AUTOBETONIERA C PRESENZA IN CANTIERE DI PIÙ SQUADRE DIVERSE DI LAVORATORI D ELETTRICITÀ E RUMORE F VIBRAZIONI G AGENTI BIOLOGICI H AGENTI CHIMICI E POLVERI, ESPOSIZIONE A TEMPERATURE ELEVATE I MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI L INCENDIO ED ESPLOSIONE M DEMOLIZIONI N SCAVI, MOVIMENTO TERRA 1) SPLATEAMENTO E SBANCAMENTO A MANO 2) SPLATEAMENTO E SBANCAMENTO CON MEZZI MECCANICI 3) SPLATEAMENTO E SBANCAMENTO IN TRINCEA O LAVORI IN SOTTERRANEO O IN LUOGHI SOTTOPOSTI RISTRETTI P FONDAZIONI Q STRUTTURE IN C.A., MURATURE PORTANTI, LAVORI IN ELEVAZIONE R TRAMEZZI, INTONACI, FINITURE S LAVORI ALL’INTERNO DELLA STRUTTURA IN COSTRUZIONE T LAVORI SULLE COPERTURE U LAVORI SOPRA SOLAI O COPERTURE NON PORTANTI N.B.: Le operazioni di individuazione ed analisi dei pericoli di ogni singola voce, con le conseguenti misure di prevenzione e protezione definite, avverranno coinvolgendo e facendo partecipare attivamente gli addetti interessati (consultazione) attraverso colloqui e discussioni. SI

170

Allegato 2 - Regole e documentazione

1. LA DOCUMENTAZIONE DI SICUREZZA DEL CANTIERE
Legenda: in fase di redazione del POS (prima dell’inizio dei lavori), barrare se la documentazione dev’essere prodotta o meno. Dopo l’inizio dei lavori inserire la data nel riscontro non appena pronta la documentazione. PONTEGGI DESCRIZIONE DOCUMENTO Copia del Libretto del ponteggio (autorizzazione ministeriale all'uso dei ponteggi e copia della relazione tecnica del fabbricante - artt. 30 e 32 D.M. 164/56 e Circ. Min. Lav. 226/74); Disegno esecutivo del ponteggio (art. 33 D.P.R. 164/56); Copia del progetto comprendente i calcoli eseguiti in base alle istruzioni approvate nell'autorizzazione ministeriale ed i disegni esecutivi, firmati da tecnico abilitato, per i ponteggi metallici di altezza superiore a 20 mt Copia del progetto comprendente i calcoli ed i disegni esecutivi, firmato da tecnico abilitato, per tutte le opere provvisionali, costituite da elementi metallici, o di notevole importanza e complessità in rapporto alle loro dimensioni ed ai sovraccarichi (art. 32 D.P.R. 164/56): fuori schema, reti e/o cartelloni pubblicitari di grandi dimensioni; Verifiche e manutenzioni periodiche previste dal D.Lgs. 359/99 su apposito documento APPARECCHI DI SOLLEVAMENTO DESCRIZIONE DOCUMENTO Libretti degli apparecchi di sollevamento di portata superiore ai 200 kg (art. 194 D.P.R. 547/55 e art. 8 D.M. 12/09/59); Verifiche periodiche degli elementi degli apparecchi di sollevamento (art. 194 D.P.R. 547/55 - art. 8 D.M. 12/09/59 - D.Lvo 359/99); Copia della richiesta all'I.S.P.E.S.L. di prima omologazione di sicurezza degli apparecchi di sollevamento (art. 194 D.P.R. 547/55, artt. 8-14 D.M. 12/09/59, rif. D.P.R. 619/80; Copia della richiesta di verifica all’A.S.S. in seguito al trasferimento degli apparecchi di sollevamento (art. 194 D.P.R. 547/55 e art. 16 D.M. 12/09/59); Libretto istruzioni tecniche della pulsantiera radiocomandata (verifica della corrispondenza fra il numero di matricola I.S.P.E.S.L. sulla pulsantiera radiocomandata e sul trasmettitore); Copia della convenzione con le PP.TT. relativa alla pulsantiera radiocomandata; IMPIANTI: ELETTRICO e MESSA A TERRA DESCRIZIONE DOCUMENTO Copia della denuncia vidimata dall'I.S.P.E.S.L. dell'impianto di messa a terra, modello B (art 328 D.P.R. 547/55 e art. 3 D.M. 12/09/1959); Copia della verifica dell'impianto di messa a terra effettuata prima della messa in esercizio (art. 328 D.P.R. 547/55 e art. 11 D.M. 12/09/1959); e conseguente copia della dichiarazione di conformità degli impianti elettrici di cantiere redatta dall'impresa installatrice, controfirmata dal titolare della stessa e recante il relativo numero di partita I.V.A. e di iscrizione alla Camera di Commercio I.A.A. (artt. 9 e 12, legge 46/90); SI NO Riscontro in data SI NO Riscontro in data SI NO Riscontro in data

171

Prezzario delle opere edili

IMPIANTI: PROTEZIONE CONTRO LE SCARICHE ATMOSFERICHE DESCRIZIONE DOCUMENTO Copia della denuncia vidimata dall'I.S.P.E.S.L. dell'impianto di messa a terra, modello A (art 328 D.P.R. 547/55 e art. 3 D.M. 12/09/1959 - D.Lvo 359/99); Copia del calcolo di autoprotezione ovvero sulla base del calcolo tabellato dall’ISPELS VALUTAZIONE DEI RISCHI DESCRIZIONE DOCUMENTO Copia della valutazione del rischio rumore (art. 40, comma 6, Decr. Leg. 277/91; Integrazioni e modifiche al piano di sicurezza e coordinamento Copia del piano di demolizione (art. 72 D.P.R. 164/56.) Copia del piano antinfortunistico per il montaggio degli elementi prefabbricati (art.22 C.M.L. 13/82) LAVORI IN VICINANZA DI LINEE ELETTRICHE DESCRIZIONE DOCUMENTO Copia della segnalazione all'esercente le linee elettriche, di esecuzione di lavori a distanza inferiore a 5 metri dalle suddette linee (art. 11 D.P.R. 164/56); Verifica presso gli enti competenti e/o esercenti le linee elettriche, delle distanze fra le linee stesse e i mezzi operanti nel cantiere, le strutture da realizzare, ecc.; ALTRI DOCUMENTI DESCRIZIONE DOCUMENTO Copia del piano di lavoro di rimozione dell'amianto redatto dal datore di lavoro ed inviato all'organo di vigilanza, prima dell'inizio dei lavori di demolizione o di rimozione dell'amianto, prevedendo le misure necessarie per garantire la sicurezza e protezione dei lavoratori, dei terzi e dell'ambiente, con le adeguate misure per la raccolta e lo smaltimento dei materiali (art. 34 Decr. Leg. 277/91); Copia del registro infortuni qualora il cantiere abbia sede al di fuori della provincia di appartenenza della ditta (art. 4 comma 5 lett. O del D. Lgs. 626/94); Copia del libretto matricola degli operai; Copia del libretto delle presenze giornaliere degli operai; Esposizione della tabella dell'orario lavorativo di cantiere; Copia della notifica preliminare (art. 11 D.Lgs 494/96) Copia del Piano di sicurezza e coordinamento (art 12 del D. Lgs. 494/96) Copia delle istruzioni operative e relativi disegni illustrativi per il montaggio degli elementi prefabbricati (art. 21 C.M.L. 13/82). Documentazione relativa al coordinamento fra imprese (art. 7 del D. Lgs. 626/94) VEDI ALLEGATI Schede di sicurezza dei prodotti e sostanze pericolose utilizzate (D. Lgs. 52/97 e successive modificazioni ed integrazioni ) etichettate con simboli di pericolo (tossico nocivi, ecc.) SI NO Riscontro in data SI NO Riscontro in data SI NO Riscontro in data SI NO Riscontro in data

172

Allegato 2 - Regole e documentazione

ANALISI DELL’ATTIVITÀ LAVORATIVA IN FUNZIONE DEI POSSIBILI PERICOLI E DEI CONSEGUENTI RISCHI CRITERI DELLA VALUTAZIONE
La valutazione viene effettuata esaminando le attività nelle quali verranno impiegate le maestranze, con l’individuazione delle situazioni di pericolo, sulla scorta di quanto indicato dal Piano di Sicurezza e Coordinamento, dall’esperienza del datore di lavoro, dalla storia aziendale e da studi di settore riconosciuti, avendo consultato il Rappresentante dei Lavoratori ove individuato. La stima (valutazione) del rischio associato ad ogni singolo pericolo é stata individuata con tre classi, facendo riferimento alla frequenza e alla gravità dei possibili infortuni e malattie professionali: BASSO MEDIO ALTO

NOTA: EVENTUALI ITEGRAZIONI DEL P.O.S. SONO RIPORTATEA FINE CAPITOLO Le fasi lavorative di un cantiere finalizzato alla realizzazione di opere civili e industriali e di ristrutturazioni, comporta fasi lavorative sempre collegate all’uso di attrezzature e macchine tipiche di tali lavorazioni: pertanto, l’analisi e valutazione dei rischi é quella relativa all’uso di tali macchine o ai singoli pericoli.

A) INFRASTRUTTURE
1) AREE SI STOCCAGGIO Hanno lo scopo di deposito e ricovero dei materiali e delle attrezzature necessari al lavoro (sacchi di cemento, macchinari ecc.). I pericoli potranno derivare da: movimentazione manuale dei carichi, eventuali carrelli elevatori. dalla possibile presenza ed attività di più persone in ambienti ristretti (con lo spostamento, carico e scarico di materiali, macchine, attrezzature). Per i rischi derivanti dalla movimentazione manuale dei carichi si rinvia al paragrafo specifico più avanti riportato. Per il secondo tipo di rischi si attuerà la dovuta informazione verso, il personale, tenendo comunque presente che sempre, in questi casi, l’esperienza, il buon senso e la collaborazione sono determinanti per evitarli. Valutazione del rischio BASSO MEDIO ALTO

2) BARACCHE DI CANTIERE Le baracche di cantiere potranno essere adibite a spogliatoi, mense, uffici di cantiere, magazzini, ricoveri attrezzi, servizi igienici, ecc. I pericoli potranno derivare da: loro installazione, contatti accidentali elettrici indiretti (se di metallo), loro uso. Per evitare i rischi relativi alla loro installazione, si osserveranno le norme relative al sollevamento dei carichi. Le baracche di cantiere, se strutture metalliche, potranno essere esposte al rischio di essere poste sotto tensione (impianto elettrico, ecc.), anche accidentalmente, e quindi dovranno essere messe a terra con tutte le altre masse metalliche, in modo da garantire l’equipotenzialità tra di loro. Le vie di transito, la disposizione delle baracche e lo stoccaggio dei materiali saranno realizzati in modo tale da non favorire situazioni pericolose in conformità a quanto previsto dal P. di S. e di C.. come da P. di S. e di C. come da planimetria allegata. Valutazione del rischio BASSO MEDIO ALTO

B) IMPIANTI/RETI DI CANTIERE
Gli impianti necessari in questo cantiere, sono essenzialmente i seguenti: 1) impianto elettrico di cantiere, 2) impianto di sollevamento; 3) ponteggi; 4) impianto di betonaggio, betoniera; 5) Calcestruzzo preconfezionato; 6) __________________________________________________ 7) __________________________________________________ 1. IMPIANTO ELETTRICO DI CANTIERE La fornitura della corrente elettrica avverrà tramite quadro e i pericoli possono derivare da contatti accidentali con parti in tensione e/o dall'uso improprio dello stesso.

173

Prezzario delle opere edili

Sarà verificata, l'installazione del quadro secondo la normativa vigente, la manutenzione dei componenti e del materiale, che sono costruiti a regola d'arte ed adatti al luogo di installazione, L'esecuzione delle verifiche previste dalla normativa e dalle disposizioni di legge, il corretto utilizzo e l'informazione dei lavoratori. Gli impianti sono realizzati, mantenuti e riparati da ditte e/o persone qualificate. La dichiarazione di conformità degli impianti, la richiesta di omologazione dell’impianto di terra e dei dispositivi contro le scariche atmosferiche sono conservate in cantiere La dichiarazione di conformità sarà: tenuta a disposizione delle ditte subappaltatrici; Valutazione del rischio BASSO MEDIO ALTO

2. IMPIANTO DI SOLLEVAMENTO I pericoli presenti nella movimentazione dei carichi con mezzi meccanici potranno derivare da: - errate manovre; - sganciamento del carico; - imperfetto posizionamento degli stabilizzatori e/o della piattaforma di stazionamento; - non perfetta funzionalità della gru; - sovraccarico. Le misure di prevenzione e protezione da attuare, in questi casi, saranno: • verifica dei fermi dei ganci di sollevamento; • verifica della corrispondenza fra carico e portata massima del gancio stesso; • verifica dello stato delle funi per il sollevamento; • verifica dell'orizzontalità attraverso la bolla dello stesso; • verifica della consistenza del terreno ove poggeranno gli stabilizzatori, in base alle caratteristiche della gru;periodica manutenzione della gru; • non superamento del carico massimo ammissibile; • verifica dell'idoneità dei percorsi di sorvolo dei carichi. Valutazione del rischio 3. PONTEGGI tubi e giunti elementi prefabbricati I ponteggi avranno le seguenti caratteristiche di sicurezza. - Verranno allestiti a regola d'arte secondo le indicazioni del costruttore, con materiale autorizzato, e conservati in efficienza per l’intera durata del lavoro; - sono muniti dell’autorizzazione ministeriale; - verranno impiegati, senza documentazioni aggiuntive all’autorizzazione ministeriale, per le situazioni previste dall’autorizzazione stessa e per le quali la stabilità della struttura è assicurata, vale a dire strutture: • alte fino a m 20 dal piano di appoggio delle basette all’estradosso del piano di lavoro più alto; • conformi agli schemi - tipo riportati nella autorizzazione; • comprendenti un numero complessivo di impalcati non superiore a quello previsto negli schemi - tipo; - gli ancoraggi saranno conformi a quelli previsti nell’autorizzazione e in ragione di almeno uno ogni mq 22; - il sovraccarico complessivo non sarà superiore a quello considerato nella verifica di stabilità; - i collegamenti tra parti diverse del ponteggio saranno bloccati mediante l’attivazione dei parapetti; Nota: i ponteggi che non rispondono anche ad una soltanto delle precedenti condizioni non garantiscono il livello di sicurezza presupposto nella autorizzazione ministeriale e devono pertanto essere giustificati da una documentazione di calcolo e da un disegno esecutivo aggiuntivi redatti da un ingegnere o architetto iscritto all’albo professionale; - nel caso di ponteggio misto - unione di prefabbricato e tubi e giunti - se la cosa non è esplicitamente prevista dalla autorizzazione ministeriale sarà predisposta la necessaria documentazione di calcolo aggiuntiva; - Nel caso di installazione sul ponteggio di tabelloni pubblicitari, teloni e reti sarà predisposta la necessaria documentazione di calcolo aggiuntiva; - gli schemi - tipo e il disegno esecutivo saranno vistati dal responsabile di cantiere; - tutti gli elementi metallici costituenti il ponteggio avranno un carico di sicurezza non inferiore a quello indicato nella autorizzazione ministeriale; - tutti gli elementi metallici del ponteggio portano impressi, a rilievo o ad incisione, il nome o il marchio del fabbricante; - il ponteggio, verrà realizzato nei lavori eseguiti ad un’altezza superiore ai due metri; - in relazione ai luoghi ed allo spazio disponibile verrà utilizzato il tipo di ponteggio che meglio si adatta; - il montaggio e lo smontaggio verranno eseguiti da personale pratico ed idoneo, dotato di dispositivi di protezione individuale (D.P.I.), rispettando quanto indicato nella autorizzazione ministeriale e sotto la diretta sorveglianza di un preposto ai lavori;
174

BASSO

MEDIO

ALTO

Allegato 2 - Regole e documentazione

- il ponteggio avrà un piano di appoggio solido e di adeguata resistenza, mezzi di collegamento efficaci, ancoraggi sufficienti, possedere una piena stabilità; - le distanze, disposizioni e reciproche relazioni fra le componenti il ponteggio rispetteranno le indicazioni del costruttore che compaiono sulla autorizzazione ministeriale; - gli impalcati: • tavole di legno • tavole metalliche • misto verranno messi in opera secondo quanto indicato nella autorizzazione ministeriale e in modo completo; - si procederà ad un controllo più accurato se eventualmente si prenderà in carico un cantiere già avviato, con il ponteggio già installato o in fase di completamento; - sopra i ponti di servizio è vietato qualsiasi deposito, salvo quello temporaneo dei materiali e degli attrezzi in uso, la cui presenza non intralcerà i movimenti e le manovre necessarie per l’andamento del lavoro ed il cui peso sarà sempre inferiore a quello previsto dal grado di resistenza del ponteggio; - gli impalcati e i ponti di servizio avranno un sottoponte di sicurezza, costruito come il ponte, a distanza non superiore a m 2,50; - l’impalcato del ponteggio verrà corredato di una chiara indicazione sulla portata di carico massimo ammissibile, così come previsto dal libretto ministeriale; - il ponteggio metallico, se necessario, verrà protetto contro le scariche atmosferiche mediante apposite calate e spandenti a terra; - oltre ai ponteggi, anche le altre opere provvisionali costituite da elementi metallici o di notevole importanza e complessità in rapporto alle dimensioni ed ai sovraccarichi verranno erette in base ad un progetto comprendente calcolo e disegno esecutivo; - verrà conservato in buone condizioni di manutenzione, la protezione contro gli agenti nocivi esterni sarà mantenuto efficace e che il marchio del costruttore sarà rintracciabile e decifrabile; - verrà appurata la stabilità e integrità ad intervalli periodici, dopo violente perturbazioni atmosferiche o prolungata interruzione della attività; - si accederà ai vari piani del ponteggio in modo comodo e sicuro. Se avviene, come d’uso, tramite scale portatili, queste saranno sicure e vincolate, non in prosecuzione una dell’altra, sporgenti di almeno un metro dal piano di arrivo, protette se poste verso la parte esterna del ponteggio; - non si salirà o scenderà lungo gli elementi del ponteggio; - sarà vietato correre o saltare sugli intavolati del ponteggio; - sarà vietato gettare dall’alto materiali di qualsiasi genere o elementi metallici del ponteggio; - si dovrà abbandonare il ponteggio in presenza di un forte vento; Valutazione del rischio 4. IMPIANTO DI BETONAGGIO: Per la produzione del calcestruzzo si potrà prevedere: - betoniera a bicchiere inclinabile ad alimentazione manuale - impianto di betonaggio con raggio raschiante. I pericoli nelle fasi di confezionamento del calcestruzzo potranno derivare da: - sollevamento manuale di carichi; - elettrocuzione dovuta a non conformità della parte elettrica; - contatti con organi di trasmissione (ingranaggi scoperti)/trascinamenti; - ribaltamento della macchina; - rumore; - caduta di materiale dall’alto; - dermatiti da contatto; - produzione di polvere; Le misure di prevenzione e protezione da attuare in questi casi saranno: PRIMA DELL’USO: - verificare la presenza ed efficienza delle protezioni (alla tazza, alla corona, agli organi di trasmissione, agli organi di manovra, la compartimentazione dell’area di utilizzo del raggio raschiante); - verificare l’efficienza dei dispositivi di arresto di emergenza; - verificare la presenza e la consistenza della protezione sovrastante il posto di manovra (tettoia), ove presente l’operatore; - verificare l’integrità dei collegamenti elettrici e di messa a terra per la parte visibile ed il corretto funzionamento degli interruttori e dispositivi elettrici di alimentazione e manovra; - verificare che il basamento del silos corrisponda a quanto previsto dal libretto di montaggio; - verificare che la scaletta (protetta da gabbia metallica dall'altezza di mt 2,50) sia in buone condizioni di manutenzione. DURANTE L’USO: - è vietato togliere o manomettere le protezioni e aprire lo sportello d’accesso agli organi di azionamento; - è vietato eseguire operazioni di manutenzione, riparazione, pulizia sugli organi in movimento; BASSO MEDIO ALTO

175

Prezzario delle opere edili

- le operazioni di carico non devono comportare la movimentazione di carichi troppo pesanti e/o in condizioni disagiate; - durante l’eventuale carico manuale col badile, tenere quest’ultimo lontano dalla bocca del bicchiere e non introdurlo mai; - durante lo scarico non verrà usato il badile per aiutare la discesa della malta, con la macchina in moto; - l’operatore non deve allontanarsi a betoniera in moto - l’operatore deve indossare gli opportuni D.P.I. DOPO L’USO: - assicurarsi di aver tolto tensione ai singoli comandi ed all’interruttore generale di alimentazione al quadro; - lasciare sempre la macchina in perfetta efficienza, curandone la pulizia alla fine dell’uso e l’eventuale lubrificazione; - ricontrollare la presenza e l’efficienza di tutti i dispositivi di protezione. Valutazione del rischio 5. CALCESTRUZZO PRECONFEZIONATO Fornitura con autobetoniera I pericoli nelle fasi di getto del calcestruzzo con autobetoniera, potranno derivare da: - urti, colpi, impatti, compressioni; - cesoiamento, stritolamento; - allergeni; - caduta materiale dall’alto; - caduta dall’alto; - scivolamenti, cadute a livello; - incendio; - spostamenti incontrollati con la "proboscide" dell'autobetoniera; - spostamenti repentini del canale di convogliamento; Le misure di prevenzione e protezione da attuare in questi casi sono: PRIMA DELL’USO: - garantire la visibilità del posto di guida - controllare che i percorsi in cantiere siano adeguati per la stabilità del mezzo DURANTE L’USO: - segnalare l’operatività del mezzo col girofaro giallo in area di cantiere - adeguare la velocità ai limiti stabiliti in cantiere e transitare a passo d’uomo in prossimità dei posti di lavoro - richiedere l’aiuto di personale a terra per eseguire le manovre in spazi ristretti o quando la visibilità è incompleta - non transitare o stazionare in prossimità del bordo degli scavi - durante gli spostamenti e lo scarico tenere fermo il canale - tenersi a distanza di sicurezza durante le manovre di avvicinamento ed allontanamento della benna e della pompa; - tenersi a distanza di sicurezza durante le manovre di retromarcia dell'autobetoniera; Valutazione del rischio BASSO MEDIO ALTO BASSO MEDIO ALTO

C) PRESENZA IN CANTIERE DI PIÙ SQUADRE DIVERSE DI LAVORATORI
Facendo seguito a quanto previsto dall'art. 7 del decr. leg.vo 626/94, il decr. leg.vo 494/96 impone in maniera più pressante il coordinamento tra l’appaltatore e le imprese subappaltatrici e con i lavoratori autonomi per gli interventi di protezione e prevenzione dai rischi a cui sono esposti i lavoratori In particolare, nel caso in cui le lavorazioni dell'impresa appaltatrice avvengano contemporaneamente con quelle di altre lavorazioni specialistiche (impiantisti, ecc.), possono verificarsi due casi frequenti di pericolo: 1) compresenza in cantiere di più squadre diverse di lavoratori, con la necessità talvolta di interfacciarsi (usare gli stessi mezzi, le stesse attrezzature, gli stessi impianti di cantiere, ecc.); 2) l'impresa specializzata lavora in un ambiente predisposto da altri, con mezzi ed impianti talvolta non propri. Nel primo caso i rischi, a seconda delle lavorazioni e delle squadre presenti in cantiere, saranno i più disparati, e verranno esaminati prima dell'inizio dei lavori, attraverso l'informazione e l'eventuale formazione degli addetti presenti. Anche nel secondo caso i rischi saranno diversi, ma facilmente individuabili ed analizzabili dopo una ricognizione dell'ambiente cantiere e dei mezzi, delle attrezzature e degli impianti in dotazione al cantiere stesso. - La dichiarazione di conformità dell'impianto elettrico, l'autorizzazione ministeriale per i ponteggi, ecc. saranno fornite e poste a disposizione delle imprese subappaltatrici che si susseguiranno in cantiere per il completamento dell'opera. - I subappaltatori che per motivi legati all’esecuzione delle lavorazioni, dovessero rimuovere temporaneamente e/o apportare

176

Allegato 2 - Regole e documentazione

modifiche che possano compromettere la sicurezza delle attrezzature, dovranno mettere in atto misure sostitutive da concordarsi con gli addetti aventi titolo e/o obbligo (coordinatori alla sicurezza, impresa principale, ecc..). - I lavoratori autonomi saranno soggetti a quanto previsto dall’art.7 del D. Lgs.494/96 e successive modifiche ed integrazioni (uso dei D.P.I. - utilizzo di attrezzature di lavoro conformi alla normativa – rispetto dei contenuti del P. di S. C. e del POS) - Le imprese subappaltatrici predisporranno il loro POS, rendendolo disponibile in cantiere prima dell'inizio dei lavori che li riguardano. - Prima dell'avvio delle lavorazioni date in subappalto si convocherà una riunione con gli stessi subappaltatori, in cui si programmeranno gli interventi di prevenzione e protezione in relazione alle specifiche attività e ai relativi rischi connessi. - Il coordinamento e la reciproca informazione saranno opportunamente documentati. Nota: per il coordinamento tra le varie imprese saranno utilizzati gli stampati allegati Valutazione del rischio BASSO MEDIO ALTO

D) ELETTRICITÀ
1. QUADRO ELETTRICO Tutte le attività nelle quali verranno utilizzati, o siano comunque attivi, impianti per la produzione o distribuzione dell’energia elettrica, a qualunque scopo destinata, sarà necessario, PRIMA DELL’ATTIVITÀ: - verificare sul P. di S. e di C. che non esistano elementi della rete di distribuzione dell’energia elettrica che possano costituire pericolo per le lavorazioni e viceversa. Se del caso, si prenderanno immediati contatti con l’Ente esercente la rete al fine di individuare e applicare le misure di sicurezza necessarie (es. segnalazioni, delimitazioni, sbarramenti ecc.) prima dell’inizio delle lavorazioni - prima dell’utilizzo sarà necessario effettuare una verifica visiva e strumentale delle condizioni di idoneità delle diverse parti degli impianti e dei singoli dispositivi di sicurezza DURANTE L’ATTIVITÀ: - in caso di anomalia il personale non espressamente addetto non deve intervenire su impianti o parti di impianto sotto tensione ,segnalandola al responsabile del cantiere: - il personale non dovrà compiere, di propria iniziativa, riparazioni o sostituzioni di parti di impianto elettrico; - i conduttori elettrici saranno disposti con cura, evitando che intralcino i passaggi, che corrano per terra o che possano comunque essere danneggiati; - prima di impiegare conduttori elettrici per allacciamenti di macchine od utensili sarà verificata sempre l’integrità degli isolamenti - prima di effettuare l’allacciamento sarà verificato che gli interruttori di manovra della apparecchiatura e quello posto a monte della presa siano “aperti” (macchina ferma e tolta tensione alla presa); - se la macchina o l’utensile, allacciati e messi in moto, non funzionano o provocano l’intervento di una protezione elettrica (valvola, interruttore magnetotermico o differenziale) l’addetto informerà immediatamente il responsabile del cantiere senza cercare di risolvere il problema autonomamente. I pericoli presenti nel cantiere usando attrezzature ed utensili funzionanti con energia elettrica possono essere i contatti accidentali diretti ed indiretti, con i conseguenti rischi di folgorazione e ustioni. Per evitare tali rischi: - le installazioni elettriche (prese, spine, ecc.) avranno un grado di protezione pari o superiore a IP 55; - i cavi elettrici di collegamento saranno di tipologia idonea, e verranno periodicamente controllati per verificarne l’integrità; - gli impianti elettrici saranno realizzati secondo la normativa vigente (legge 46/90, norme CEI, ecc..) di cui verrà rilasciata dichiarazione di conformità; - le lavorazioni che verranno eseguite in presenza d’acqua (ad es. scantinati, ecc..), devono venire svolte con tensione elettrica di sicurezza (max 50 V verso terra); - le strutture metalliche esposte al rischio di essere poste sotto tensione, anche accidentalmente, saranno collegate elettricamente con tutte le altre in modo da garantire l’equipotenzialità tra di loro; - in sede di coordinamento verranno individuate le procedure per la gestione contemporanea dell’impianto elettrico tra più squadre, privilegiando l'utilizzo di sottoquadri elettrici autoprotetti. Valutazione del rischio BASSO MEDIO ALTO

2. GENERATORE ELETTRICO (IN CASI PARTICOLARI E D’EMERGENZA) I pericoli potranno derivare da contatti accidentali con parti surriscaldate o in tensione e dal rumore prodotto. - Le misure di sicurezza relative ai contatti accidentali con parti surriscaldate o in tensione consistono nell’appropriata informazione ai lavoratori, nell’uso corretto dei D.P.I. (guanti) e nella periodica manutenzione della macchina. - Il generatore dovrà venire collegato a una presa di terra se previsto dal manuale d’uso ed istruzioni. Valutazione del rischio BASSO MEDIO ALTO

177

Prezzario delle opere edili

E) RUMORE
La valutazione del rischio rumore secondo il D. Legislativo 277/91, è allegata al presente P.O.S. Valutazione del rischio BASSO MEDIO ALTO

F) VIBRAZIONI
Per le attività nelle quali è previsto l’impiego di utensili ad asse vibrante o ad aria compressa (es. martelli perforatori, vibratori per c.a., flex, etc.) o dove l’operatore permanga in contatto con una fonte di vibrazioni (es. casseforme vibranti, macchine operatrici, etc.)sarà necessario che: - gli utensili e le attrezzature vibranti da impiegare siano scelte tra quelle meno dannose per l’operatore; le stesse saranno dotate di tutte le soluzioni tecniche più efficaci per la protezione dei lavoratori (es. manici antivibrazioni, dispositivi di smorzamento, etc.) e saranno mantenute in stato di perfetta efficienza; - tutti i lavoratori verranno adeguatamente informati e formati sulle corrette modalità di esecuzione delle attività. Se necessario sarà analizzata l’opportunità di istituire una rotazione tra gli addetti; Valutazione del rischio BASSO MEDIO ALTO

G) AGENTI BIOLOGICI
Nella fase di: - collegamento fognario; - asportazione vecchi sadi o pozzi neri; - pulizie di canalette a cielo aperto; - spurgo pozzi neri; - presenza di insetti (zecche, api, ecc.); vi può essere il pericolo di venire a contatto con agenti biologici, con i conseguenti rischi di malattie infettive. Prima dei lavori, per evitare tali rischi, si provvederà all'adeguata informazione degli addetti, dotandoli degli adeguati Dispositivi di Protezione Individuale (D.P.I.). Valutazione del rischio BASSO MEDIO ALTO

H) AGENTI CHIMICI E POLVERI, ESPOSIZIONE A TEMPERATURE ELEVATE
In cantiere si adotteranno le misure di tutela di volta in volta indicate dalle schede dei dati di sicurezza dei vari prodotti usati (aggrappanti, cementi, calce, resine, siliconi, oli disarmanti, additivi per calcestruzzo, impregnanti, colle varie, idrocarburi policiclici aromatici negli asfalti e nelle guaine, ecc.) e l’utilizzo di D.P.I. adeguati. - Per le polveri derivanti dal taglio di manufatti in laterizio o cls, gli addetti adopereranno gli adeguati D.P.I.; - Per le fibre derivanti dalla rimozione dei manufatti in cemento amianto, gli addetti adopereranno gli adeguati D.P.I. come previsto nel piano di bonifica autorizzato dall' A.S.S. competente per territorio; - Per le temperature elevate durante le opere di impermeabilizzazione e di asfaltatura si utilizzeranno i D.P.I. Prodotti potenzialmente pericolosi originati da una reazione chimica voluta e controllata dall’uomo. PRIMA DELL’ATTIVITÀ: - tutte le lavorazioni saranno precedute da una valutazione tesa ad evitare l’impiego di sostanze chimiche nocive e a sostituire ciò che è nocivo con ciò che non lo è o lo è meno; - prima dell’impiego della specifica sostanza, verrà controllata l’etichettatura e le istruzioni per l’uso, al fine di applicare le misure di sicurezza più opportune così come riportato nelle schede di sicurezza (il significato dei simboli, le frasi di rischio ed i consigli di prudenza), informandone il personale addetto alla lavorazione; - la quantità dell’agente chimico da impiegare sarà ridotta al minimo richiesto dalla lavorazione; - tutti i lavoratori addetti o comunque presenti saranno adeguatamente informati e formati sulle modalità di deposito e di impiego delle sostanze, sui rischi per la salute connessi, sulle attività di prevenzione da porre in essere e sulle procedure anche di pronto soccorso da adottare in caso di emergenza. DURANTE L’ATTIVITÀ: - è fatto assoluto divieto di fumare, mangiare o bere sul posto di lavoro; - sarà indossato l’equipaggiamento idoneo (guanti, calzature, maschere per la protezione delle vie respiratorie, tute etc.) da adottarsi in funzione degli specifici agenti chimici presenti come da istruzioni riportate nelle schede di sicurezza.

178

Allegato 2 - Regole e documentazione

DOPO L’ATTIVITÀ: - tutti gli esposti seguiranno una scrupolosa igiene personale a seconda dei preparati utilizzati come richiesto dalle schede di sicurezza degli stessi e dalle note informative dei D.P.I.; - deve essere prestata una particolare attenzione alle modalità di smaltimento degli eventuali residui della lavorazione (es. contenitori usati). Valutazione del rischio BASSO MEDIO ALTO

I) MOVIMENTAZIONE DEI CARICHI
Per quanto concerne la movimentazione dei carichi in cantiere, possiamo soffermarci sulle seguenti tipologie di carichi da movimentare: - sollevamento e spostamento materiali (sacchi di cemento, pacchi di malta, pacchi di piastrelle, ecc.); - carico e scarico di attrezzature (compressore, betoniera, pannelli per getti, elementi per ponteggi ecc. - materiali provenienti dalle demolizioni; - sollevamento e spostamento di manufatti (tubi, pozzetti in cls., cordonate, travi in legno della copertura, ecc.) - altro materiale ingombrante. 1. MANUALE - ove possibile saranno ordinate confezioni che non superino il peso consigliato di 30 kg. - il personale addetto sarà sottoposto a sorveglianza sanitaria tramite visite presso il medico competente dell'azienda; - il personale verrà previamente informato sul peso e sul baricentro del carico e sul tipo di movimentazione da adottare; - i bancali con i sacchi saranno posizionati ad una distanza ravvicinata al luogo delle lavorazioni; - i bancali saranno situati ad un'altezza di sicurezza o in buona posizione che permetta una agevole operatività, contenendo pertanto al minimo gli sforzi; - l'eventuale tragitto da percorrere nella movimentazione manuale dei carichi non presenterà rischi d'inciampo e scivolamento, né dovrà superare dislivelli eccessivi; - l'eventuale luogo di stoccaggio del materiale avrà sufficiente spazio libero per un'agevole e corretta movimentazione manuale dei carichi; - i carichi saranno posizionati su superfici ed appoggi stabili che non ne permetteranno l'eventuale ribaltamento; - le attrezzature saranno posizionate ad una distanza ravvicinata al luogo di destinazione in maniera da permettere una agevole operatività, contenendo pertanto al minimo degli sforzi; - saranno usati eventualmente mezzi meccanici in aiuto (paranchi, carrucole, ecc.) per diminuire al massimo i pesi ed i conseguenti rischi; - saranno usati eventualmente mezzi di trasporto in aiuto per diminuire al massimo i rischi di lesioni al lavoratore derivanti da urti causati dagli ingombri (struttura esterna e consistenza). Nel caso non possa essere evitata la movimentazione manuale dei carichi in nessun modo, le lavorazioni saranno organizzate in modo che detta movimentazione sia quanto più possibile sicura e “sana”, fornendo in merito adeguate informazioni. Valutazione del rischio BASSO MEDIO E' possibile evitare la movimentazione manuale dei carichi con l'utilizzo di macchine e/o gru, gru su camion, ecc. 2. MECCANICA I pericoli presenti nella movimentazione dei carichi con mezzi meccanici possono derivare da: - errate manovre; - sganciamento del carico; - imperfetto posizionamento degli stabilizzatori e/o della piattaforma di stazionamento; - non perfetta funzionalità della gru; - sovraccarico. Le misure di prevenzione e protezione da attuare, in questi casi, sono: - informazione ed eventuale formazione dell'operatore; - verifica dei fermi dei ganci di sollevamento; - verifica della corrispondenza fra carico e portata massima del gancio stesso; - verifica dello stato delle funi per il sollevamento; - verifica dell'orizzontalità attraverso la bolla dello stesso; - verifica della consistenza del terreno ove poggeranno gli stabilizzatori; - periodica manutenzione della gru; - non superamento del carico massimo ammissibile; - verifica dell'idoneità dei percorsi. Valutazione del rischio BASSO MEDIO ALTO ALTO

179

Prezzario delle opere edili

L) INCENDIO - ESPLOSIONE
Per le attività che richiedono l’impiego di fiamme libere o di altre sorgenti di ignizione (attrezzature o sostanze ad elevate temperature, produzione di scintille), tra cui: - taglio termico - saldature - impermeabilizzazioni a caldo - lavori di asfaltatura in genere sarà necessario: PRIMA DELL’ATTIVITÀ: - Effettuare, in fase di pianificazione del cantiere, una analisi del rischio di incendio; - Individuare le quantità di prodotti infiammabili, le modalità di stoccaggio e le possibili cause di accensione; - Attenersi a quanto indicato dal P. di S. e di C. se previsto, e rispettare il piano generale di prevenzione al fine di rendere minimo il rischio di incendio; - Controllare le istruzioni dei prodotti infiammabili così come riportato nelle schede di sicurezza, informandone il personale addetto alle lavorazioni; - Delimitare chiaramente gli ambienti nei quali esiste il rischio di incendio o di esplosione identificandoli e corredandoli di idonea segnaletica (es.: divieto di fumare e di usare fiamme libere); - Informare, formare e addestrare tutto il personale presente, gli addetti alla lavorazione e gli incaricati dell’attuazione delle misure di prevenzione incendi, di evacuazione e di pronto soccorso sulla esistenza dell’area a rischio e sulle norme di comportamento da adottare; sulle corrette modalità di svolgimento dell’attività e sulle misure di pronto intervento da attivare in caso di necessità. DURANTE L’ATTIVITÀ: - Effettuare la scelta delle attrezzature, elettriche, meccaniche o comunque capaci di costituire una fonte di ignizione in maniera da risultare compatibile con l’ambiente nel quale si opera. Le stesse saranno correttamente impiegate e mantenute in conformità alle indicazioni del fabbricante; - allontanare e/o separare e/o proteggere necessariamente le strutture, i materiali e le sostanze infiammabili poste nelle vicinanze delle lavorazioni dove è previsto l’impiego di fiamme libere o di altre sorgenti di ignizione; - Tenere a portata di mano mezzi di estinzione adeguati alla classe di rischio e al tipo di incendio, in base alle schede di sicurezza (secchiello di sabbia, estintore a polvere, ecc.); - Indossare da parte di tutti gli addetti i DPI idonei alla lavorazione (calzature di sicurezza con suola termica, guanti, indumenti protettivi, maschera per la protezione del volto, ecc.); - Attuare in tutti i luoghi di lavoro le misure necessarie affinché l’aria dell'ambiente contenga almeno il 20% di ossigeno. Eventuali emergenze: In caso di emergenza il cantiere verrà evacuato; per ogni postazione di lavoro sarà necessario individuare una “via di fuga”, da mantenere sgombra da ostacoli o impedimenti, che il personale potrà utilizzare per la normale circolazione ed in caso di emergenza. Nel caso di lavorazioni in edifici su più scale è opportuno organizzare il lavoro in modo che una scala (anche esterna) rimanga comunque percorribile in caso di necessità Valutazione del rischio BASSO MEDIO ALTO

M)

DEMOLIZIONI

Tali operazioni verranno eseguite con martello pneumatico, con elettrodemolitore e con attrezzatura manuale (piccone, mazza, mazzetta e scalpello): I pericoli presenti sono: - cedimento della struttura; - rottura improvvisa di pezzi di muro; - utilizzo di attrezzature elettriche non conformi; - cadute dall'alto - rumori; - polveri; - vibrazioni. In caso di demolizioni estese e/o complesse, il Piano di demolizione ai sensi dell’art. 72 del 164/56 verrà allegato al presente P.O.S.; in ogni caso: - si verificherà preventivamente che le demolizioni non vadano ad indebolire le strutture esistenti e non pregiudichino la stabilità di quelle portanti; - si informeranno l'operatore e gli addetti sulla consistenza del manufatto e delle varie fasi lavorative; - si delimiterà e segnalerà l'area di lavoro; nella zona sottostante i lavori di demolizione verrà vietata la sosta ed il transito di uomini e/o automezzi. Durante opere di demolizione su solai e sulla copertura non ci saranno lavoratori su piani sovrapposti
180

Allegato 2 - Regole e documentazione

- non si permetterà il passaggio di nessuna persona nei pressi, durante le operazioni di demolizione; - si dovrà verificare che non ci siano reti tecnologiche, che possano interessare la demolizione o che siano state disattivate; - saranno convocate le imprese interessate alla fase di demolizione per coordinare le misure di prevenzione e protezione; - gli addetti useranno i Dispositivi di Protezione Individuale (DP.I.). - le strutture da demolire ed i materiali di risulta verranno irrorati con acqua per ridurre il sollevamento della polvere. - durante i lavori di demolizione i materiali di risulta verranno convogliati a terra attraverso il canale di scarico. - per i lavori di demolizione saranno osservate le ore di silenzio imposte dai regolamenti locali o richiesto espressa deroga. Valutazione del rischio BASSO MEDIO ALTO

N) SCAVI E MOVIMENTO TERRA
I pericoli presenti negli scavi, profondi oltre 1.50 ml. sono gli smottamenti e i franamenti delle pareti, con rischi di schiacciamento o sotterramento degli addetti. Per evitare tali rischi, in base alla natura del terreno ed alle condizioni atmosferiche, si provvederà all'applicazione delle misure di prevenzione. - Tutte le attività di scavo comporteranno la verifica preventiva da parte di un responsabile, della consistenza del terreno, o l'acquisizione documenta da una eventuale relazione geologica; - I mezzi d'opera (camion, dumper, ecc.) non sosteranno nei pressi del ciglio dello scavo, e sempre con il motore spento (per evitare vibrazioni pericolose); - Il deposito di materiale presso il ciglio dello scavo può comportare il pericolo di franamenti, pertanto non si costituiranno tali depositi o, se necessario, saranno rinforzate le pareti dello scavo; - Verranno utilizzati i D.P.I.; A mano - negli scavi a mano le pareti devono avere una inclinazione tale da impedire franamenti; - quando la parete del fronte di attacco supera metri 1,50 si eviterà lo scalzamento manuale della base in quanto può provocare il franamento della parete; in tali casi si procederà dall’alto verso il basso con sistema a gradini; Con mezzi meccanici - le persone non dovranno sostare o transitare o comunque essere presenti nel campo di azione dell’escavatore, né alla base o sul ciglio del fronte di attacco; - le persone non devono accedere al ciglio superiore del fronte di scavo: la zona pericolosa sarà delimitata con barriere mobili o segnalata con opportuni cartelli; - il ciglio superiore deve essere pulito e spianato; - le pareti saranno controllate per eliminare le irregolarità ed evitare eventuali distacchi di blocchi (disgaggio); - prima di accedere alla base della parete di scavo ci si accerterà del completamento dei lavori, armature comprese, quando previste; - si deve sempre fare uso del casco di protezione; - a scavo ultimato le barriere mobili sul ciglio superiore saranno sostituite con regolari parapetti atti ad impedire la caduta di persone e cose a fondo scavo; - i mezzi meccanici non dovranno mai avvicinarsi al ciglio dello scavo; - non devono essere effettuati depositi, anche se momentanei, in prossimità del ciglio dello scavo; - arretrare convenientemente i parapetti al fine di evitare sia i depositi che il transito dei mezzi meccanici. Trincee - il pericolo è dovuto alla ristrettezza della sezione di scavo, per cui anche una piccola frana o distacco di un blocco possono provocare gravi infortuni. Perciò, quando lo scavo supererà i metri 1,50 di profondità, le pareti verticali delle trincee devono essere convenientemente armate; - le pareti inclinate avranno pendenza di sicurezza; - le pareti inclinate con sbadacchi orizzontali poiché i puntelli ed i traversi possono slittare verso l’alto, per effetto della spinta del terreno; - l’attraversamento delle trincee e degli scavi in genere dovrà essere realizzato mediante passerelle larghe almeno cm 60 se destinate al passaggio pedonale ed almeno cm 120 se destinate al trasporto di materiale, munite sui due lati di parapetto con fasce fermapiedi; Eventuali emergenze: In caso di franamenti delle pareti sarà necessario attuare le adeguate procedure che comprendono: l’evacuazione dei lavoratori dallo scavo, la definizione della zona di influenza della frana, l’intervento eventuale delle squadre di soccorso interne e/o esterne, la programmazione degli interventi tecnici necessari per rimettere in sicurezza lo scavo; In caso di allagamento dello scavo dovuto a circostanze naturali o allo straripamento di corsi d’acqua limitrofi o da infiltrazioni di condutture in pressione sarà necessario attuare le procedure di emergenza che comprendono: l’evacuazione dei lavoratori dallo scavo, la delimitazione dell’area “a rischio” anche di smottamenti conseguenti, l’intervento eventuale delle squadre di soccorso esterne e/o interne, l’attivazione immediata di idonei sistemi di deflusso delle acque. La ripresa dei lavori dovrà essere condizionata da una valutazione delle superfici di scavo e dalla messa in atto di procedure o sistemi protettivi per garantirne la stabilità. Valutazione del rischio BASSO MEDIO ALTO

181

Prezzario delle opere edili

O) LAVORI IN SOTTERRANEO
I pericoli presenti nelle lavorazioni in sotterraneo durante l’applicazione di colle, mastici, intonaci impermeabilizzanti, vernici, gas, o in fognatura, ecc., sono l’irrespirabilità dell’aria, con il conseguente rischio d’asfissia o intossicazione. - Per evitare tali rischi gli addetti saranno provvisti di adeguati apparecchi respiratori e muniti di cinture di sicurezza, collegate a una fune di salvataggio verso l’esterno, con personale addetto alla sorveglianza e uso di adeguati D.P.I. . Valutazione del rischio BASSO MEDIO ALTO

P) FONDAZIONI
I pericoli presenti nelle fondazioni sono eventuali franamenti delle pareti con rischi di schiacciamento o sotterramento degli addetti. Per evitare tali rischi: - Si verificherà la scarpata di scavo prima di iniziare i lavori di fondazione in prossimità della medesima e si pulirà il bordo superiore dello scavo; - Si useranno scale a mano legate e che superino di almeno m. 1 il piano superiore di arrivo per l’accesso al fondo scavo; - per gli attraversamenti degli scavi aperti si utilizzeranno passerelle provviste da ambo i lati di normali parapetti; - non si depositerà materiale che ostacoli la normale circolazione; - si dovrà fare attenzione agli ostacoli fissi pericolosi. Uno di questi è rappresentato dai ferri di ripresa del cemento armato emergenti dal piano di lavoro; Eventuali emergenze: In caso di franamenti delle pareti è necessario attuare le procedure di emergenza che comprendono: l’evacuazione dei lavoratori dallo scavo, la definizione della zona di influenza della frana, l’intervento eventuale delle squadre di soccorso interne e/o esterne, la programmazione degli interventi tecnici necessari per rimettere in sicurezza lo scavo. Valutazione del rischio BASSO MEDIO ALTO

Q) STRUTTURE IN CEMENTO ARMATO E MURATURE PORTANTI
I pericoli presenti nella predisposizione della struttura in cemento armato e/o di muratura sono collassi delle carpenterie, cadute dall'alto con rischi di fratture, lesioni varie e morte. Per evitare tali rischi: - per le operazioni di getto dei pilastri si dovranno utilizzare appositi trabatelli, provvisti di regolare parapetto e che offrano garanzie di stabilità; - sarà vietato arrampicarsi lungo i casseri e sostare con i piedi sulle “cravatte” o su tavole disposte fra i tiranti, per eseguire le operazioni di getto; - nei punti non protetti dai ponteggi esterni si dovrà approntare passerelle di circolazione e parapetti; - le passerelle e i parapetti potranno anche essere realizzati assieme con le casseforme (ad esempio: per le travi orizzontali); - dove non si può fare a meno di passare sui forati dei solai (pignatte), occorre si dovrà disporre di almeno un paio di tavole affiancate; - le armature dovranno essere posizionate seguendo scrupolosamente gli schemi, curando la verticalità dei puntelli, il loro ordine, la ripartizione del carico al piede, il fissaggio degli elementi fra loro, la corretta registrazione; - non appena completate le casseforme, prima delle operazioni di preparazione del solaio (posa forati dei solai, posa del ferro) e del getto, si dovrà provvedere a proteggere con regolari parapetti i margini aperti dei solai stessi, a meno che non siano già predisposti i ponteggi al piano; - maturato il getto, l’asportazione dei puntelli e delle casseforme sarà effettuato gradatamente; - si vieterà di utilizzare scale a mano improvvisate in cantiere, con tavole chiodate sui montanti, - le scale che presenteranno pioli rotti od altre anomalie non devono essere utilizzate; - le scale a mano in ferro saranno ammesse, purché integre e provviste di dispositivi antisdrucciolevoli; - le scale a mano dovranno sporgere di almeno un metro oltre il piano di arrivo; - le scale a mano, durante l’uso, dovranno essere fissate in modo da evitare pericolosi sbandamenti o oscillazioni accentuate, oppure essere tenute al piede da altra persona; - sarà impedito che tavole e pezzi di legno cadano sui posti di passaggio, mediante sbarramenti od altri opportuni accorgimenti; - durante il disarmo è obbligatorio l’uso del casco da parte degli addetti; - la zona di disarmo dovrà essere convenientemente sbarrata al fine di evitare l’accesso ai non addetti alle operazioni; - particolare cura dovrà essere posta nella pulizia del solaio dopo il disarmo; le tavole devono essere pulite dai chiodi e le “mascelle” raccolte in appositi gabbioni; - il disarmo è la fase ove maggiore è il rischio di puntura i piedi, quindi dovranno essere utilizzate le calzature di sicurezza; - le aperture lasciate nei solai per scopi diversi saranno protette al momento stesso del disarmo al fine di evitare la caduta di persone attraverso le medesime;

182

Allegato 2 - Regole e documentazione

- le rampe scale dovranno essere protette con parapetti fin dalla fase di armatura; i parapetti saranno poi rifatti subito dopo il disarmo e mantenuti fino alla posa in opera delle ringhiere; - coloro che opereranno a terra o comunque ad un livello inferiore al piano di carpenteria sono esposti al rischio di caduta di materiale dall’alto. E' necessario fare sempre uso di casco per la protezione del capo; - le zone di transito e di accesso dovranno essere delimitate e protette con robusti impalcati (parasassi); - durante le operazioni di disarmo dei solai nessun operaio dovrà accedere nella zona ove tale disarmo è in corso; - in tale zona di operazioni non si dovrà accedere fino a quando non sono terminate le operazioni di pulizia e riordino, al fine di evitare di inciampare nel materiale, di ferirsi con chiodi, etc.; Eventuali emergenze: Durante la fase di getto del calcestruzzo o durante il disarmo delle carpenterie è indispensabile la presenza di un preposto con specifica competenza in materia al fine di valutare prontamente la presenza di eventuali sintomi di crolli o cedimenti repentini delle strutture e di disporre i conseguenti interventi di rinforzo delle armature provvisorie o l’evacuazione immediata delle zona pericolosa. Valutazione del rischio BASSO MEDIO ALTO

R) TRAMEZZI, INTONACI, IMPIANTI E FINITURE
I pericoli presenti nella formazione di pareti divisorie interne, di intonaci sia interni che esterni, di impianti e di finiture varie sono: cadute dall'alto con rischi di fratture e lesioni varie; compresenza di più squadre di lavoratori. Per evitare tali rischi: - si dovrà verificare l’integrità degli impalcati e dei parapetti dei ponteggi prima di ogni inizio di attività sui medesimi. Per molte cause potrebbero essere stati danneggiati o manomessi (ad esempio durante il disarmo delle strutture, per eseguire la messa a piombo, ecc.); - si dovrà evitare di rimuovere le tavole dei ponteggi esterni anche se, in quel punto, i lavori sono stati completati; qualunque manomissione può costituire un pericolo perché la stessa situazione lo diventa per i vostri compagni di lavoro che non ne sono informati; - si dovrà evitare di utilizzare tavole dei ponteggi esterni, rimuovendole dai medesimi, per costruire i ponti su cavalletti; - quando per esigenze di lavoro alcune opere provvisionali devono essere manomesse o rimosse, appena ultimate quelle lavorazioni sarà indispensabile ripristinare le protezioni, comunque sempre prima di abbandonare quel luogo di lavoro; - si dovranno evitare i depositi di laterizi sui ponteggi esterni; quelli consentiti, necessari per l’andamento del lavoro, non dovranno eccedere in altezza la tavola fermapiedi; - eventuali depositi momentanei dovranno comunque consentire la agevole esecuzione delle manovre e dei movimenti necessari per lo svolgimento del lavoro; - non si dovrà sovraccaricare i ponti di servizio per lo scarico dei materiali. Il materiale scaricato dovrà essere ritirato al più presto sui solai, comunque sempre prima di effettuare un nuovo carico; - si dovranno tenere sgombri gli impalcati dei ponteggi e le zone di passaggio da materiali ed attrezzature non più in uso; - si dovrà eseguire la pulizia dei posti di lavoro e di passaggio, accumulando il materiale di risulta per poterlo calare a terra convenientemente raccolto o imbragato; - non si dovrà gettare materiale dall’alto; - per la realizzazione delle murature, degli intonaci e delle finiture esterne, qualora non siano sufficienti i ponti al piano dei solai, sarà necessario costruire dei ponti intermedi (mezze pontate), poiché non è consentito utilizzare i ponti su cavalletti sui ponteggi esterni; - i ponti intermedi dovranno essere costruiti con i medesimi criteri adottati per i ponti al piano dei solai, con intavolati e parapetti regolari; - all’interno della costruzione saranno utilizzati ponti su cavalletti. La loro costruzione dovrà risultare sempre appropriata anche quando, per l’esecuzione di lavori di finitura, il loro utilizzo è limitato nel tempo (lavoro di breve durata); - i tavoloni da m 4 di lunghezza dovranno poggiare sempre su tre cavalletti e completare il piano di lavoro, ben accostati fra loro, fissati ai cavalletti e con la parte a sbalzo non eccedente i cm 20; Nota: I trabatelli (ponti su ruote) spesso vengono impiegati nei lavori di finitura. Pertanto è necessario ricordare che, anche se la durata dei lavori è limitata a pochi minuti, bisogna rispettare le regole di sicurezza ed in particolare: - l’altezza del trabattello dovrà essere quella prevista dal fabbricante, senza l’impiego di sovrastrutture; - le ruote dovranno essere bloccate; - l’impalcato dovrà essere completo e fissato agli appoggi; - i parapetti dovranno essere di altezza regolare (almeno m. 1), presenti sui quattro lati e completi di tavole fermapiedi; - per l’accesso alle “mezze pontate”, ai ponti su cavalletti, ai trabatelli, si dovrà utilizzare regolari scale a mano, non quelle confezionate in cantiere; - le scale a mano dovranno avere altezza tale da superare di almeno m. 1 il piano di arrivo, essere provviste di dispositivi antisdrucciolevoli, essere legate o fissate in modo da non ribaltarsi e, quando sono disposte verso la parte esterna del ponteggio, dovranno essere provviste di protezione (parapetto);

183

Prezzario delle opere edili

Eventuali emergenze: In caso di emergenza il cantiere verrà evacuato; per ogni postazione di lavoro sarà necessario individuare una “via di fuga”, da mantenere sgombra da ostacoli o impedimenti, che il personale potrà utilizzare per la normale circolazione ed in caso di emergenza. Nel caso di lavorazioni in edifici su più scale è opportuno organizzare il lavoro in modo che una scala (anche esterna) rimanga comunque percorribile in caso di necessità Valutazione del rischio BASSO MEDIO ALTO

S) LAVORI ALL'INTERNO DELLA STRUTTURA IN COSTRUZIONE
I pericoli presenti nell'esecuzione dei lavori all'interno della struttura in costruzione sono le cadute nel vuoto con rischi di fratture, lesioni varie e morte. Per evitare tali rischi: - le scale a gradini saranno dotate di regolare parapetto con arresto al piede quando il dislivello supera i 90 centimetri; - le aperture lasciate nei solai saranno circondate da normale parapetto; - le aperture lasciate nei solai dovranno essere coperte da tavolato solidamente fissato e di resistenza non inferiore a quello dei piani di calpestio dei ponti di lavoro; - le aperture lasciate nei muri prospicienti il vuoto o vani verranno chiuse con parapetto normale con arresto al piede quando il dislivello supera i 90 centimetri; - verrà impedito l'accesso alla struttura in costruzione bloccando le vie di accesso; - le aperture che sono usate per il passaggio di materiale avranno un lato del parapetto costituito da una barriera mobile non asportabile, aperto per il tempo strettamente necessario al lavoro; Valutazione del rischio BASSO MEDIO ALTO

T) COPERTURE
I pericoli presenti lavorando in altezza sono le cadute dall'alto, con i conseguenti rischi di fratture, lesioni varie e morte. Per evitare tali rischi: - il perimetro esterno della copertura dovrà essere sempre protetto con ponteggio al piano o con regolare parapetto al cornicione; - per l’esecuzione di lavori di completamento o di manutenzione, qualora le opere provvisionali siano già state rimosse, sarà necessario operare con molta cautela utilizzando un idoneo sistema anticaduta personale, la cui fine di trattenuta risulti vincolata a supporti che offrano le dovute garanzie; - per lavori di manutenzione di un certo rilievo, anche su coperture piane, sarà indispensabile allestire idonee protezioni perimetrali; - sia in fase di costruzione che durante la manutenzione, si diffiderà dei manti di copertura non poggianti su solai continui; - per manti di copertura costituiti da elementi piccoli (tegole in cotto od in cemento) potrà essere sufficiente utilizzare andatoie (almeno due tavole) per ripartire il carico sull’orditura sottostante, con listelli chiodati trasversalmente, per evitare di scivolare lungo le falde in pendenza; - le eventuali aperture lasciate nelle coperture per la creazione di lucernari devono essere protette con barriere perimetrali o coperte con tavoloni; - durante l’esecuzione di opere di manutenzione i lucernari, la cui conformazione non sia tale da offrire garanzie contro la possibilità di caduta accidentale, dovranno essere protetti come sopra indicato. Eventuali emergenze: In caso di emergenza il cantiere verrà evacuato. Per ogni postazione di lavoro sarà necessario individuare una “via di fuga”, da mantenere sgombra da ostacoli o impedimenti, che il personale potrà utilizzare per la normale circolazione e in caso di emergenza. Nel caso di lavorazioni in edifici su più scale è opportuno organizzare il lavoro in modo che una scala (anche esterna) rimanga comunque percorribile in caso di necessità In caso di lavorazioni che richiedono l’impiego di fiamme libere si dovrà tenere a portata di mano un estintore. Valutazione del rischio BASSO MEDIO ALTO

184

Allegato 2 - Regole e documentazione

U) LAVORI SOPRA SOLAI O COPERTURE NON PORTANTI
I pericoli presenti lavorando in altezza sono le cadute dall'alto, con i conseguenti rischi di fratture, lesioni varie e morte. Per evitare tali rischi: - durante i lavori sopra a coperture non portanti verranno usati idonei sistemi anticaduta; - durante i lavori sopra a coperture non portanti verranno predisposti impalcati di sostegno; - durante i lavori sopra a coperture non portanti verranno predisposti idonei camminamenti; - durante i lavori sopra a coperture non portanti gli utensili inutilizzati verranno tenuti attaccati ad apposite cinture; - durante i lavori sopra a coperture non portanti verrà vietato l'accesso al solaio sottostante. Valutazione del rischio BASSO MEDIO ALTO

185

Prezzario delle opere edili

DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE
L’elenco dei dispositivi di protezione individuale (D.P.I.) messi a disposizione di ogni singolo lavoratore, nel presente cantiere, sono i seguenti: DPI Casco di protezione Copricapo Cuffia otoprotettrice Tappi auricolari Occhiali protettivi a mascherina Schermo facciale per saldatura Protezione vie respiratorie fumi di saldatura Mascherina antipolvere Mascherina con valvola di espirazione Guanti Scarpe alte Scarpe basse Stivali al ginocchio in PVC Cinture di sicurezza (**) Tute in Tyvek complete di cappuccio e sovrascarpe Vestiario da lavoro ad alta visibilità estivo Vestiario da lavoro ad alta visibilità invernale Vestiario da lavoro (*) Impermeabile (*) EN 352-1 EN 352-2 EN 166 B - 169 antiappannanti EN 166.4 - 169 EN 149 FF P2 (S) EN 149 FFP1 EN 149 FFP3(S) EN 374 rischi chimici – EN 388 rischi meccanici EN 375 51 EN 375 51 EN 345 SBP EN 361 Tipo 4/5/6 UNI-EN 468 prEN 465 EN 471 EN 471- EN 342- EN 343 EN 463 - 464 - 510 EN 340 Tipo EN 397 Durata media Triennale Ad usura Triennale Monouso Triennale Ad usura Monouso Monouso In base notifica Ad usura Annuale Annuale Triennale Quinquennale Monouso Ad usura Ad usura Ad usura Ad usura Si

(*) Tali indumenti non sono considerati D.P.I. dal D.Lgs. 626/94, e come tali, non richiedono la documentazione di cui al D.Lgs. 475/92 e successive modificazioni ed integrazioni. (**) Vedi istruzioni operative e di verifica su libretto. PROGRAMMA DI INFORMAZIONE E FORMAZIONE ED ADDESTRAMENTO Le varie informazioni necessarie saranno fatte pervenire ai lavoratori prima dell’inizio dei lavori (cartelli informativi, riunioni, opuscoli, ecc.). Addestramento per i D.P.I. di III categoria.

__________________ ,lì ________________ L’Impresa ________________________________

per accettazione e presa visione __________________ ,lì ________________ Il coordinatore per la sicurezza ________________________________

186

Allegato 2 - Regole e documentazione

INTEGRAZIONI AL P.O.S. PER SITUAZIONI PARTICOLARI
La valutazione del rischio, riportata nel presente P.O.S., evidenzia la necessità di integrare il documento con elementi aggiuntivi per una corretta gestione del cantiere e dei rischi ad esso connessi. Attività non comprese nel P.O.S. ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ Identificazione di rischi specifici ed aggiuntivi propri del cantiere: ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ Misure di prevenzione adottate: ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ Modalità operative particolari per la gestione del cantiere: ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________

__________________ ,lì ________________ L’Impresa ________________________________

187

Prezzario delle opere edili

IMPRESA __________________________________________________________________________________________________ COMUNE DI ________________________________________________________________________________________________ OPERA ____________________________________________________________________________________________________

SCHEDA DI CONTROLLO CANTIERE
VERIFICHE DI SICUREZZA DEI PONTEGGI METALLICI FISSI DI CUI ALL’ART. 30 DEL D.P.R. 164/56 ALLEGATO XIV D.Lgs 626/94 (integrato con D.Lgs 359/99) Attrezzature da sottoporre a verifica VERIFICA SEMPLIFICATA AI SENSI DELLA CIRCOLARE Ministero del lavoro e Previdenza Sociale n. 46/2000 Compilata da: ____________________________________________ data della verifica __________________________________ Ponteggio Marca: __________________________________________ Mod.:____________________ Presenza libretto SI Precedente utilizzo, cantiere sito in:____________________________ nuovo utilizzo, cantiere sito in: NO ______________________

Data ultima verifica:__________________________________________________________________________________________ 1. VERIFICHE DEGLI ELEMENTI DI PONTEGGIO PRIMA DI OGNI MONTAGGIO Telaio Montante Traverso SI NO nei limiti eccessivo funzionale non funzionale nei limiti eccessivo Impalcati prefabbricati Tubi e giunti SI NO nei limiti eccessivo funzionale non funzionale nei limiti eccessivo

Tipo di verifica

Correnti e diagonali

Basette regolabili

Basette fisse

Controllo marchio Controllo stato di corrosione Grado di ruggine Controllo componenti Controlli dimensionali ( verticalità orizzontalità linearità ) elementi Controllo attacchi

SI

NO nei limiti eccessivo funzionale non funzionale nei limiti eccessivo

SI

NO nei limiti eccessivo funzionale non funzionale nei limiti eccessivo

SI

NO nei limiti eccessivo funzionale non funzionale nei limiti eccessivo

accettabili non accettabili accettabili non accettabili

accettabili non accettabili accettabili non accettabili

accettabili non accettabili accettabili non accettabili

accettabili non accettabili accettabili non accettabili

accettabili non accettabili accettabili non accettabili

Controllo efficienza

2. VERIFICHE DURANTE L’USO DEI PONTEGGI METALLICI FISSI

Verifica Effettuata conforme

TIPO DI VERIFICA

Disegno esecutivo conforme allo schema tipo, firmato e presente in cantiere con il libretto Progetto se ponteggio superiore a 20 m, presenza di tabelloni, teli, graticci o non conforme a schema tipo Presenza distacco massimo di cm 20 tra bordo interno dell’impalcato del ponteggio e l’opera servita Verificata efficienza dell’elemento parassi, capace di intercettare la caduta di materiale dall’alto Verificata efficienza serraggio dei giunti, collegamenti e ancoraggi secondo libretto Verificato mantenimento della verticalità dei montanti, ad esempio con l’utilizzo del filo a piombo Verificata efficienza delle controventature di pianta e facciata Verificato corretto mantenimento in opera dell’impalcato Verificato mantenimento in opera dei sistemi di fissaggio tavole fermapiede
188

Allegato 2 - Regole e documentazione

Coordinamento ai sensi dell'Art. 7 del D.L. 626/94
Impresa Appaltatrice ________________________________________________________ Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione: ____________________________________________________________ Rappresentante dei Lavoratori alla Sicurezza: ____________________________________________________________________ Capo cantiere: ______________________________________________________________________________________________ Sede delle riunioni di coordinamento per gli interventi di prevenzione e protezione: ____________________________________ __________________________________________________________________________________________________________ Cantiere: __________________________________________________________________________________________________ Impresa subappaltatrice: ______________________________________________________________________________________ Opere: ____________________________________________________________________________________________________ ____________________________________________________________________________________________________ ____________________________________________________________________________________________________ - Le lavorazioni svolte dalla Impresa appaltatrice sono quelle del POS allegato; - Il cantiere è dotato di servizi igienici e spogliatoi; - Le lavorazioni oggetto del presente subappalto non interferiscono con reti tecnologiche esistenti (rete fognaria, distribuzione acqua, elettricità, telefono, gas metano, ecc.); - I presidi sanitari sono presenti nel locale spogliatoio (cassetta di pronto soccorso); - Il capo cantiere o suo collaboratore è dotato di apparecchio cellulare per le comunicazioni esterne; - Numero di addetti operanti nella zona dei lavori: ____________ ; - Lista delle attrezzature della Impresa appaltatrice messe a disposizione con l'eventualità dell'uso promiscuo;

189

Prezzario delle opere edili

AFFIDAMENTO E GESTIONE:
ATTREZZATURE MECCANICHE

TIPO DI SICUREZZA Ponteggio

CARATTERISTICHE

Quadro elettrico cantiere

Macchine operatrici

Apparecchi di sollevamento

Betoniera

Utensili elettrici portatili

Sega tagliamattoni

Ponte su ruote

Sega circolare

Piegaferri

Tranciapiegaferri

190

Allegato 2 - Regole e documentazione

All'atto della consegna il Sig. ______________________________ in qualità di responsabile delle attività di cantiere della ditta subappaltatrice suindicata dichiara di: 1. aver preso visione che le attrezzature e le macchine prese in consegna sono rispondenti ai requisiti di sicurezza previsti dalle norme di prevenzione; 2. essere stato informato dei rischi e dei sistemi di prevenzione relativi all'utilizzo della macchinare e delle attrezzature consegnate; si impegna a: 3. far utilizzare le attrezzature e le macchine prese in consegna esclusivamente a proprio personale idoneo, tecnicamente capace, informato e formato specificatamente; 4. informare i propri operatori sui rischi e le misure preventive nell'uso delle macchine e sul divieto di vanificare le funzioni dei dispositivi di sicurezza delle macchine e delle attrezzature; 5. mantenere in buone condizioni le attrezzature e macchine prese in consegna. Lavoratori della Impresa appaltatrice che collaborano con la Ditta Subappaltatrice all'esecuzione dei lavorartori; ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ Le aree di stoccaggio dei materiali della Ditta Subappaltatrice, verranno definite in cantiere sulla base della disponibilità degli spazi nel momento in cui è previsto l’arrivo della stessa; indicare quali aree già previste in planimetria: __________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________ INFORMAZIONI SPECIFICHE A. linee elettriche aeree con conduttori non protetti meccanicamente, per le quali i lavori debbono essere svolti ad una distanza superiore ai 5 metri; zona del cantiere in cui sono presenti ____________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________ non sono presenti B. Le imprese subappaltatrici possono installare quadri elettrici di derivazione per eventuali allacciamenti partendo direttamente dal quadro elettrico di cantiere con cavi e quadri elettrici di derivazione propri, evitando i passaggi a terra dei cavi; Zone per le quali devono essere adottate sistemi e misure di protezione particolari: non sono presenti indicare quali: C. Indicazione dei punti interessati alla movimentazione e deposito di carichi pesanti: non sono presenti indicare quali: ______________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________

191

Prezzario delle opere edili

D. Macchine o impianti per i quali devono essere adottati sistemi e misure di protezione particolari: non sono presenti indicare quali: E. Elenco di prodotti e materiali pericolosi che possono essere presenti in cantiere: non sono presenti indicare quali __________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________ F. Punti del cantiere ove è possibile l'esposizione per i lavoratori del Subappaltatore, ad agenti fisici, chimici o biologici: non sono presenti indicare quali: __________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________ G. Tipologia dei solai, delle coperture o dei soppalchi ove la ditta subappaltatrice deve eseguire i lavori: i solai sono in cls prefabbricato con portata minima di 250 kg/mq i ponteggi tubolari di facciata, consento un carico sui piani d’appoggio e sugli anditi di passaggio di 250 kg/mq indicare quali: __________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________ H. Accessi previsti da utilizzare per raggiungere le posizioni di lavoro in quota: le scale interne in calcestruzzo le scale metalliche dei ponteggi esterni indicare quali: I. Sistemi di sicurezza da utilizzarsi in quota, privilegiando i dispositivo di protezione collettiva: ponteggio tubolare di facciata parapetti a protezione dei vani scala e degli spazi di lavoro prospicienti il vuoto. indicare quali: __________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________ L. I subappaltatori che per motivi legati all’esecuzione delle lavorazioni, dovessero manomettere e/o apportare modifiche che possano compromettere la sicurezza delle attrezzature, dovranno predisporre opportune segnalazioni, avvisare gli altri lavoratori presenti nel cantiere, ed impedire l’accesso alle stesse. indicare quali: __________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________

192

Allegato 2 - Regole e documentazione

M. Rischio di esplosione o incendio: indicare quali: __________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________ il cantiere ha in dotazione n° ___ estintore/i a polvere/ CO2 ; posizionati nella baracca di cantiere e __________________ __________________________________________________________________________________________________ nel cantiere non sono presenti sostanze o zone a particolare rischio d’incendio

Letto e sottoscritto

Data ________________________

Impresa appaltatrice ______________________

Impresa subappaltatrice ________________________

193

Prezzario delle opere edili

CONTRATTO DI APPALTO
Tra il sig. __________________________________________________________________ (in appresso denominato committente) titolare legale rappresentante della ditta __________________________________________________________________________________________________ con sede a ________________________________________________ in via ____________________________________________ P. Iva e Il sig. ____________________________________________________ (in appresso denominato impresa) titolare legale rappresentante della ditta __________________________________________________________________________________________________ con sede a ________________________________________________ in via ____________________________________________ P. Iva ____________________________________________________ Codice Fiscale______________________________________ Intestataria delle seguenti posizioni: C.C.I.A.A. I.N.P.S. I.N.A.I.L.. CASSA EDILE di ______________________________________ n° ______________________________________________ di ______________________________________ n° ______________________________________________ di ______________________________________ n° ______________________________________________ di ______________________________________ n° ______________________________________________ __________________________________________________ Codice Fiscale______________________________________

si stipula e conviene quanto segue 1) il committente affida all’impresa appaltatrice che accetta, l’appalto dei lavori di ____________________________________ __________________________________________________________________________________________________________ siti nel comune di __________________________________________ in Via ____________________________________________ secondo il computo metrico estimativo e l'eventuale progetto architettonico, redatto da __________________________________ che le parti dichiarano di ben conoscere sia sotto l’aspetto tecnico che normativo. Detti documenti, sottoscritti e datati, verranno allegati al contratto e del quale formeranno parte integrante e sostanziale. 2) L'opera commissionata viene conferita espressamente a misura, sulla base dei prezzi unitari contenuti nel computo metrico estimativo al netto di IVA ai sensi di legge. 3) L’importo finale dei lavori deriverà dalla contabilità finale redatta in contraddittorio ed accettata dall’impresa appaltatrice. Per contabilizzare eventuali opere, ordinate dal committente, di misura, forma o costruzione diversa da quelle riportate nel computo metrico, si concorderanno preventivamente nuovi prezzi. Questi si intendono già comprensivi del ribasso o aumento d'asta. L’importo dei lavori è indicativo e deriva da quantità di preventivo. In sede di esecuzione le opere potranno avere una variazione o un aumento fino alla concorrenza di un quinto dell'importo contrattuale senza che l'impresa possa chiedere alcuna variazione di prezzi. Oltre tale limite l'impresa può recedere dal contratto fatto salvo il diritto al pagamento dei lavori eseguiti. Nel caso di aumento dei lavori si dovrà stabilire un nuovo termine per l'ultimazione dei medesimi. I pagamenti delle opere eseguite saranno effettuati ogni ______ giorni, in base a stati di avanzamento, ogni qualvolta raggiungeranno l'importo minimo di € ________________________ al netto degli acconti già versati; la contabilizzazione verrà redatta in base alle misurazioni eseguite in contraddittorio ed in applicazione dei prezzi unitari. Fatto salvo il diritto di procedere a verifiche in corso d'opera ai sensi dell'art. 1662 del Codice Civile, il Committente effettuerà la verifica finale dei lavori eseguiti, entro ______ giorni dalla loro ultimazione, e, subito dopo, comunicherà all'impresa, in forma scritta, l'elenco degli eventuali vizi o manchevolezze da eliminare entro ______ giorni. La mancata comunicazione scritta da parte del Committente in ordine a vizi ovvero a manchevolezze dell'opera, entro il termine di ______ giorni dalla visita, costituisce collaudo favorevole dei lavori eseguiti.

194

Allegato 2 - Regole e documentazione

Non oltre ______ giorni dalla data di compimento del collaudo o comunque dalla data in cui il collaudo avrebbe dovuto essere compiuto, il Committente procederà al pagamento del saldo. In caso di ritardato pagamento degli acconti, della rata di saldo, sulle trattenute e su qualsiasi altro credito maturato a favore dell'impresa, il Committente è obbligato a corrispondere degli interessi al tasso annuo del ______ % . Qualora tale ritardo superi i 60 giorni, l'impresa ha inoltre facoltà, previa diffida a mezzo lettera raccomandata, di sospendere i lavori, ovvero di richiedere la risoluzione del contratto, mediante applicazione dell'art. 1456 e seguenti del C.C., fatto salvo in ogni caso il risarcimento dei danni. 4) L’impresa appaltatrice è tenuta ad eseguire in proprio le opere ed i lavori compresi nel presente contratto, che non può essere ceduto a pena di nullità salvo accordi scritti intercorsi con il committente. 5) I lavori di cui al presente contratto avranno inizio il__________ e saranno ultimati entro il ____________________________ In caso di tardiva consegna dell'area o dell'immobile da parte del committente o per cause non imputabili all'impresa, quest'ultima ha diritto ad un compenso di € ________________________________ per i maggiori oneri dipendenti dal ritardo. Per ogni giorno di ritardo nella consegna delle opere rispetto al termine stabilito dal presente contratto ovvero al nuovo maggior termine eventualmente concordato tra le parti e semprechè il ritardo sia imputabile all'impresa, verrà applicata nei suoi confronti, una penalità di €______________________________________________ 7) L’impresa appaltatrice dichiara altresì di avere preso conoscenza dello stato dei luoghi ove devono essere eseguiti i lavori e di averne valutato i riflessi ai fini dell’esecuzione degli stessi. 8) Nel caso di inadempienze contrattuali il Committente avrà diritto di rivalersi sugli importi di dovuti all’Impresa appaltatrice. 9) L’impresa dichiara di disporre dei mezzi e dell'organizzazione necessaria per eseguire le operazioni oggetto dell'appalto, assumendo pertanto la gestione a proprio rischio. Tutte le macchine, attrezzature, strumenti e mezzi di protezione di cui la ditta farà uso dovranno essere conformi alle norme di sicurezza vigenti in materia di antinfortunistica. 10) Il committente inoltre dovrà effettuare in cantiere, prima dell'inizio dei lavori, le necessarie verifiche sulle posizioni assicurative e previdenziali denunciate; 11) L’impresa __________________________________________ dichiara fin da ora che durante la propria attività lavorativa rispetterà tutte le disposizioni di legge esistenti in materia di sicurezza sul lavoro (prevenzione infortuni, igiene del lavoro, medicina del lavoro, dispositivi personali di protezione, sicurezza alle attrezzature) e che si atterrà scrupolosamente a procedure di comportamento, se previste, ed alle indicazioni specifiche dovute a situazioni temporanee e contingenti fornite dal committente sui rischi esistenti, osservando scrupolosamente quanto previsto dall’eventuale Piano di Sicurezza e Coordinamento redatto dal Coordinatore all Sicurezza ai sensi del D.Lgs.494/96. Si allega al presente contratto il Piano di Sicurezza e Coordinamento, contenente le informazioni sui pericoli e sulle misure preventive esistenti nel cantiere presso cui l'impresa è chiamata ad operare; per contro questa si impegna a fornire al committente, prima dell'inizio dei lavori, il Piano Operativo di Sicurezza con la descrizione dei pericoli inerenti la propria attività lavorativa e derivanti da eventuali interferenze delle lavorazioni di altre imprese. Detta consegna avverrà nel corso di un apposito incontro successivo alla stipula del contratto e comunque antecedente l'inizio dei lavori, che sarà formalizzato da specifico verbale con il quale verranno accettati espressamente, mediante sottoscrizione, la previsione dei rischi e il programma dei lavori. L'impresa si impegna a divulgare le informazioni fornite di cui al punto precedente in maniera completa ed appropriata ai propri dipendenti. In assenza di P.S.e C. e a fronte di eventuali interferenze lavorative, il Committente e l’Impresa si impegnano inoltre a coordinare ( art.7 del D.Lvo 626/94) gli interventi di protezione e prevenzione dai rischi in comune cui sono esposti i lavoratori. L’impresa si impegna a seguire le indicazioni fornite di cui al punto precedente in maniera completa ed appropriata, osservando inoltre le indicazioni operative date in sede di esecuzione dei lavori ai fini della sicurezza.. L’impresa si impegna a partecipare inoltre alle eventuali riunioni periodiche convocate dal coordinatore per l'esecuzione ogni qualvolta questi lo ritenga necessario al fine di prevenire potenziali rischi sia per l'interferenza di più squadre presenti in cantiere che per l'esecuzione di alcune lavorazioni pericolose.

195

Prezzario delle opere edili

Per ogni riunione verrà predisposto apposito verbale debitamente sottoscritto dai partecipanti. In caso di inadempienze riscontrate, lo stesso potrà sospendere le lavorazioni che venissero eseguite in difformità alle norme di sicurezza. In caso di reiterate violazioni a dette norme, i lavori oggetto dell’appalto verranno sospesi fino alla rimozione di tutti i fattori ostativi all’esecuzione in sicurezza degli stessi, applicando la penale del ______ % dell’importo contrattuale. Qualora l’impresa non ottemperasse sollecitamente alle prescrizioni impartite dal responsabile di cantiere si procederà alla risoluzione del contratto. 12) Saranno di competenza dell’impresa: La fornitura e il montaggio di tutti i mezzi di prevenzione antinfortunistica di competenza, in conformità alle vigenti leggi. La copertura dei rischi, tutti comunque connessi alla esecuzione dei lavori del presente contratto. La pulizia delle aree all’ultimazione dei lavori di competenza dell’impresa appaltatrice. L’intervento gratuito per sostituire materiali difettosi o per eliminare inconvenienti che si verificassero fino al termine del collaudo amministrativo, anche su segnalazione scritta della Direzione dei Lavori. La fornitura delle prove sui materiali, rilasciate da Laboratori Autorizzati La fornitura dei materiali necessari all’esecuzione del presente contratto, compreso il trasporto in loco e la loro movimentazione. La fornitura dei campioni, delle schede tecniche e quant’altro necessario all’impresa per ottenere l’accettazione dei materiali dalla D.L.L. La fornitura di tutte le attrezzature necessarie alla esecuzione dei lavori ed il materiale di consumo vario. I rilievi in cantiere delle misure necessarie all’esecuzione dei lavori in oggetto. La redazione della contabilità delle quantità che verranno rilevate in contraddittorio con l’incaricato del committente. L'applicazione, nei confronti dei dipendenti del contratto collettivo nazionale di lavoro del comparto di appartenenza in vigore e gli accordi integrativi provinciali. Assicurare ai propri dipendenti il trattamento economico e normativo in vigore e di provvedere all'assicurazione dei lavoratori contro gli infortuni e alle previdenze sociali. Far pervenire al committente prima dell'inizio dei lavori, la documentazione di avvenuta denunzia agli Enti previdenziali, assicurativi ed antinfortunistici. Far pervenire al committente il Piano Operativo di Sicurezza Coordinare in base all'art. 7 del dec. leg.vo 626/94 con le imprese subappaltatrici o con i lavoratori autonomi gli interventi di protezione e prevenzione dai rischi a cui sono esposti i lavoratori, informandosi reciprocamente anche al fine di eliminare i rischi dovuti alle interferenze tra i lavori delle diverse imprese coinvolte nell'esecuzione dell'opera complessiva. Saranno di competenza del committente : a) la stesura del contratto e le relative ed eventuali imposte di bollo e di registro. b) l'imposta sul valore aggiunto sui corrispettivi d'appalto. c) ogni altra tassa, imposta o diritto consequenziali al contratto e sopravvenienti. d) l'eventuale progetto esecutivo; e) l'eventuale concessione edilizia - autorizzazione - DIA; f) le pratiche di carattere tecnico - amministrativo g) la dotazione delle utenze definitive di energia elettrica, acqua potabile. h) l'eventuale disponibilità di un magazzino per deposito attrezzature e materiali. i) gli oneri riguardanti le eventuali competenze professionali. 13) Quanto sopra non esclude le responsabilità per vizi occulti od altri vizi, previsti dalla Legge ai sensi degli art. 1667 e 1669 del Codice Civile, le opere di cui trattasi si intenderanno compiute e consegnate all’atto del favorevole collaudo definitivo effettuato dalla committenza. 14) Per le modalità di misurazione si farà riferimento al preziario delle opere edili edito dalla Camera di Commercio di Pordenone.

196

Allegato 2 - Regole e documentazione

15) Qualunque contestazione o vertenza che dovesse insorgere fra le parti sull'interpretazione, esecuzione e risoluzione del presente contratto e non composta amichevolmente, dovrà essere risolta con giudizio arbitrale. Il collegio arbitrale giudicante sarà costituito a richiesta di una delle parti e la domanda dovrà essere inoltrata con lettera raccomandata. Il collegio sarà composto di tre arbitri, dei quali due nominati da ciascuna delle parti; il terzo arbitro, al quale verranno attribuite le funzioni di Presidente, verrà nominato di comune accordo dai primi due ed in caso di mancato accordo dal Presidente della Camera di Commercio della provincia dove si sono eseguiti i lavori. Il Collegio arbitrale emetterà giudizio inappellabile senza formalità di procedura e secondo equità, quale amichevole compositore. 16) Fanno parte del presente contratto gli elaborati grafici esecutivi sia strutturali che architettonici, il computo metrico comprendente l’elenco prezzi, l’eventuale Piano di Sicurezza e Coordinamento. 17) Il presente atto verrà registrato in caso di controversie.

Letto e sottoscritto

Data ________________________

Impresa appaltatrice ______________________

Impresa subappaltatrice ________________________

197

Prezzario delle opere edili

CONTRATTO DI SUBAPPALTO
Tra il Sig.________________________________________________________________________ in appresso denominato impresa) titolare legale rappresentante della ditta ______________________________________________ , con sede a ______________________________________ ____________________________________ in via ____________________________________________________ P. Iva ____________________________________________________ Codice Fiscale e il Sig. ____________________________________________________________________(in appresso denominato subappaltatore) titolare legale rappresentante della ditta ________________________________________________ , esercente l'attività di ______________________________ con sede a ________________________________________________ in via ____________________________________________ P. Iva ____________________________________________________ Intestataria delle seguenti posizioni: C.C.I.A.A. I.N.P.S. I.N.A.I.L.. CASSA EDILE EBIART Premesso che, come da contratto stipulato in data ________________________ l'impresa ha ricevuto in appalto l'esecuzione dei lavoro di ______________________________ da eseguirsi nel cantiere sito nel comune di ______________________________________ in Via n. ________________________ con espressa autorizzazione a concedere in subappalto l'esecuzione di opere o particolari lavori ad aziende specializzate, considerato che il Committente Sig. ____________________________________ qualità di proprietario dell'immobile oggetto dei presente appalto rientra nel campo d'applicazione del Decreto Legislativo 494/96 e successive modifiche ed integrazione ha nominato: Responsabile dei lavori (se previsto) Sig. __________________________________________________ nato a __________________ il ______________________ Residente a ____________________________________________ in Via____________________ n ______________________ Coordinatore alla progettazione Sig. __________________________________________________ nato a __________________ il ______________________ Residente a ____________________________________________ in Via____________________ n. ______________________ Coordinatore dei lavori Sig. __________________________________________________ nato a __________________ il ______________________ Residente a ____________________________________________ in Via____________________ n. ______________________ che il Responsabile dei Servizio di Prevenzione e Protezione della ditta appaltatrice è il Sig. ______________________________ di ______________________________________ n° ______________________________________________ di ______________________________________ n° ______________________________________________ di ______________________________________ n° ______________________________________________ di ______________________________________ n° ______________________________________________ di ______________________________________ n° ______________________________________________

che il Responsabile dei Servizio di Prevenzione e Protezione della ditta subappaltatrice è il Sig. ______________________________

198

Allegato 2 - Regole e documentazione

stipulano e convengono quanto in appresso specificato: 1) L'impresa appaltatrice affida al subappaltatore che accetta, l’appalto dei lavori di ____________________________________ siti nel comune di __________________________________________ in Via ____________________________________________ secondo il computo metrico estimativo e l'eventuale progetto architettonico, redatto da ____________________________________ che le parti dichiarano di ben conoscere sia sotto l’aspetto tecnico che normativo. Detti documenti, sottoscritti e datati, verranno allegati al contratto e del quale formeranno parte integrante e sostanziale. CONDIZIONI GENERALI DEL PRESENTE CONTRATTO 1) I lavori dovranno essere eseguiti rispettando scrupolosamente il progetto di esecuzione. 2) L'impresa appaltatrice Fornirà Non fornirà il materiale occorrente per l'esecuzione dei lavoro oggetto dei presente contratto; 3) Il corrispettivo dei presente contratto è concordato nelle seguente modalità: 4) L'impresa subappaltatrice resta vincolata al lavoro che verrà eseguito con le garanzie stabilite dal presente contratto e, per quanto non specificato, dalle norme legali dei Capitolato Generale dei LL.PP.; 5) L'impresa subappaltatrice è obbligata ad applicare nei confronti dei lavoratori, occupati nei lavori in oggetto, condizioni normative e retributive previste dai contratti di lavoro in vigore; 6) I lavori avranno inizio il ________________________________ per terminare entro il ______________________________ salvo casi di forza maggiore non dipendenti dalla volontà dell'impresa subappaltatrice, in caso contrario per ritardata ultimazione dei lavori verrà applicata una penale giornaliera pari a €. ____________ 7) L'impresa subappaltatrice non potrà usare macchinari o attrezzature dell'impresa appaltatrice, bensì dovrà impiegare nell'esecuzione dell'opera propri macchinari e attrezzi, salvo diversi accordi. 8) La ditta subappaltatrice non potrà affidare ad altri, neppure in parte, i lavori oggetto dei presente contratto; 9) La ditta subappaltatrice dovrà osservare le norme regolamentari e legislative relative alle assicurazioni obbligatorie degli operai ed eventuali altre assicurazioni che dovranno essere stipulate durante il corso dei lavori; 10) Alla ditta subappaltatrice è stato consegnato dalla ditta appaltatrice il Piano di Sicurezza e di Coordinamento e la stessa dichiara di averne preso conoscenza. 11) La ditta subappaltatrice invierà prima di iniziare i lavori il proprio Piano Operativo di Sicurezza al Coordinatore per l'esecuzione dei lavori. 12) La ditta subappaltatrice, almeno 10 giorni prima di iniziare i lavori, metterà a disposizione del Rappresentante dei Lavoratori per la sicurezza (se presente) il Piano di Sicurezza e di Coordinamento ed il proprio Piano Operativo di Sicurezza al Coordinatore per l'esecuzione dei lavori.

199

Prezzario delle opere edili

13) La ditta subappaltatrice dichiara di aver adottato nell'esecuzione dei lavori tutte le misure necessarie a garantire la vita e l'incolumità degli operai e delle persone addette, e di aver ottemperato a quanto previsto dal D.Lvo 626/94 e successive modifiche ed integrazioni. L'impresa appaltatrice verificata l'idoneità tecnica professionale dell'impresa subappaltatrice ha fornito alla stessa adeguate informazioni sui rischi specifici esistenti nel cantiere nonché sulle misure di prevenzione e di emergenza adottate. 14) L'impresa appaltatrice: a) Coopererà insieme all'impresa subappaltatrice all'attuazione delle misure di prevenzione e protezione dei rischi nel lavoro inerenti all'attività lavorativa oggetto dell'appalto, b) Coordinerà gli interventi di protezione e prevenzione dei rischi a cui sono esposti i lavoratori promuovendo l'informazione reciproca al fine di eliminare i rischi dovuti ad eventuali interferenze tra i lavori delle varie imprese coinvolte nell'esecuzione dell'opera oggetto dell'appalto. L'obbligo di promuovere la cooperazione e il coordinamento di cui sopra non si estende ai rischi specifici dell'impresa subappaltatrice. 15) L'impresa appaltatrice ha diritto a controllare lo svolgimento dei lavori e di verificare a proprie spese lo stato dei lavori e l'opera compiuta. Se l'impresa appaltatrice tralascia di procedere alla verifica senza giusti motivi, l'opera si considera accettata. 16) Per quanto non previsto dal presente contratto le parti fanno riferimento alle norme sul Capitolato Generale delle Opere Pubbliche dello Stato approvato con D.P.R. 16/7/1962 n.1 063, ed ai disposti dei vigente C.C. che si accettano integralmente.

Letto e sottoscritto

Data ________________________

Impresa appaltatrice ______________________

Impresa subappaltatrice ________________________

200

Allegato 2 - Regole e documentazione

LINEE GUIDA PER UN CORRETTO RAPPORTO FRA COMMITTENZA - COORDINATORE - IMPRESA
IN APPLICAZIONE DEI DECRETI LEGISLATIVI 494/96 e 528/99

I d.lgs.vi 494/96 e 528/99 si applicano nei cantieri in cui si prevede l’intervento di più imprese e/o lavoratori autonomi anche non contemporaneamente e rispettivamente:. 1) nei cantieri in cui si preveda un utilizzo di mano d’opera pari o superiore a 200 giornate/uomo 2) neIi cantieri in cui la mano d’opera da impiegare non superi le 200 giornate/uomo, ma in cui siano presenti i rischi particolari di cui all’allegato II del D. Lgs. 494/96.

201

Prezzario delle opere edili

1. OBBLIGHI DEL COMMITTENTE 2. OBBLIGHI DEI COORDINATORI 3. OBBLIGHI DELL'IMPRESA OBBLIGHI DEL COMMITTENTE NEL CANTIERE CON < 200 Uomini / Giorni > 200 Uomini / Giorni o in presenza di rischi particolari 1.1 Eventuale progetto, capitolato, ecc. 1.2 Stabilire la durata dei lavori nelle varie fasi (Programma lavori). 1.3 Comunicazione del nominativo del coordinatore per la progettazione . 1.4 Fa redigere il Piano di Sicurezza e di coordinamento (P.S.C.) 1.5 Consegna del P.S.C. all'impresa appaltatrice. 1.6 Firma contestuale del contratto di appalto. 1.6 Firma contestuale del contratto di appalto. 1.7 Designazione del coordinatore per l'esecuzione. 1.8 Invio della Notifica preliminare agli organi di vigilanza territorialmente competenti: ASS e Direzione Provinciale del Lavoro (Ispettorato del lavoro). 1.8 Invio della Notifica preliminare agli organi di vigilanza territorialmente competenti: ASS e Direzione Provinciale del Lavoro (Ispettorato del lavoro). 1.9 Comunicazione all'impresa del nominativo del

1.1 progetto, capitolato, ecc. 1.2 Stabilire la durata dei lavori nelle varie fasi (Programma lavori).

coordinatore per l'esecuzione. 1.10 Richiesta all'impresa esecutrice del certificato della Camera di Commercio. 1.10 Richiesta all'impresa esecutrice del certificato della Camera di Commercio. 1.11 Richiesta all'impresa esecutrice di una dichiarazione indicante il tipo di contratto collettivo applicato ai lavoratori dipendenti. 1.12 Richiesta all'impresa esecutrice di una dichiarazione in merito al rispetto degli obblighi assicurativi e previdenziali previsti dalle leggi e dai contratti 1.13 Richiesta all'impresa esecutrice e ai lavoratori autonomi di una dichiarazione dell'organico medio annuo, distinto per qualifica con estremi di INPS, INAIL, Cassa Edile o EBIART. 1.11 Richiesta all'impresa esecutrice di una dichiarazione indicante il tipo di contratto collettivo applicato ai lavoratori dipendenti. 1.12 Richiesta all'impresa esecutrice di una dichiarazione in merito al rispetto degli obblighi assicurativi e previdenziali previsti dalle leggi e dai contratti 1.13 Richiesta all'impresa esecutrice e ai lavoratori autonomi di una dichiarazione dell'organico medio annuo, distinto per qualifica con estremi di INPS, INAIL, Cassa Edile o EBIART

202

Allegato 2 - Regole e documentazione

OBBLIGHI DEI COORDINATORI NEL CANTIERE CON < 200 Uomini / Giorni > 200 Uomini / Giorni o in presenza di rischi particolari Il coordinatore per la progettazione deve: 2.1 Redigere il Piano di Sicurezza e di coordinamento. 2.2 Redigere il Fascicolo Tecnico Il coordinatore per l'esecuzione deve: 2.3 Assicurare tramite il coordinamento l'applicazione del piano di sicurezza di coordinamento (P.S.C.). 2.4 Verificare l'idoneità del Piano Operativo di Sicurezza predisposto dall'impresa appaltatrice. 2.5 Adeguare il piano di sicurezza e di coordinamento ed il fascicolo tecnico in funzione delle modifiche dei lavori. 2.6 Assicurare la cooperazione ed il coordinamento delle varie attività. 2.7 Proporre al committente la sospensione dei lavori nel caso di gravi inosservanze delle norme di sicurezza. 2.8 Sospendere le lavorazioni in caso di pericolo grave ed imminente 2.9 Obbligare i lavoratori autonomi ad adeguarsi a quanto disposto dal piano di sicurezza e di coordinamento. 2.10 Verificare e controllare l'applicazione delle disposizioni contenute nel P.S.C. 2.11 Verificare che l'impresa adegui il proprio POS in caso di significative modifiche 2.12 Verificare tramite il coordinamento l'attuazione di quanto previsto negli accordi tra le parti sociali, finalizzato al miglioramento della sicurezza. 2.13 Dare comunicazione alla A.S.S. competente nel caso in cui il committente non adotti provvedimenti in merito alle segnalazioni di inadempienza dell'impresa. 2.14 Redigere il PSC ed il fascicolo tecnico nel caso in cui, dopo l'affidamento dei lavori ad unica impresa, l'esecuzione sia affidata a una o più imprese.

203

Prezzario delle opere edili

OBBLIGHI DELL’IMPRESA NEL CANTIERE CON < 200 Uomini / Giorni > 200 Uomini / Giorni o in presenza di rischi particolari 3.1 Indicare i nominativi dei coordinatori sul cartello di cantiere. 3.2 Affiggere in cantiere, in maniera visibile la copia della notifica preliminare. 3.2 Affiggere in cantiere, in maniera visibile la copia della notifica preliminare. 3.3 Può proporre, senza oneri aggiuntivi, eventuali proposte di integrazioni - modifiche del piano di sicurezza e coordinamento, comunque sempre verificate ed accettate dal coordinatore per l'esecuzione. 3.4 Redigere il piano operativo di sicurezza (P.O.S.). 3.5 Consegnare il POS al committente prima della stipula del contratto. 3.6 Redigere la valutazione del rischio rumore. 3.4 Redigere il piano operativo di sicurezza (P.O.S.) 3.5 Consegnare il POS al coordinatore per l'esecuzione prima dell'inizio dei lavori. 3.6 Redigere la valutazione del rischio rumore. 3.7 Mettere a disposizione copia del piano di sicurezza e di coordinamento ed il POS per il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, almeno 10 giorni prima dell'inizio dei lavori. 3.8 Obbligo di consultazione con i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza (RLS) sui piani di sicurezza e di coordinamento. 3.9 Consegnare copia del PSC alle imprese subappaltatrici e ai lavoratori autonomi. 3.10 Obbligo di consultazione con i Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza e di coordinamento anche nel caso di significative modifiche. 3.11 Adottare prescrizioni specifiche per i posti di lavoro nei cantieri (vedi allegato 4 del D. Lvo 494/96) 3.12 Curare: a) le condizioni di rimozione dei materiali; b) che lo stoccaggio e l'evacuazione dei detriti e delle macerie avvenga in modo corretto. 3.10 Obbligo di consultazione con i Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza (RLS) sui piani di sicurezza e coordinamento anche nel caso di significative modifiche. 3.11 Adottare prescrizioni specifiche per i posti di lavoro nei cantieri (vedi allegato 4 del D. Lvo 494/96) 3.12 Curare: c) le condizioni di rimozione dei materiali; d) che lo stoccaggio e l'evacuazione dei detriti e delle macerie avvenga in modo corretto.

204

Allegato 2 - Regole e documentazione

3.13 Osservare le misure generali di tutela di cui all'art. 3 del D. Lvo 626/94 3.14 Curare: a) il mantenimento del cantiere in condizioni ordinate e di soddisfacente salubrità; b) la scelta dell'ubicazione di posti di lavoro tenendo conto delle condizioni di accesso a tali posti definendo vie o zone di spostamento o di circolazione, c) le condizioni di movimentazione dei vari materiali d) la manutenzione, il controllo prima dell'entrata in servizio e il controllo periodico degli impianti e dei dispositivi al fine di eliminare i difetti che possono pregiudicare la sicurezza e la salute dei lavoratori; e) la delimitazione e l'allestimento delle zone di stoccaggio e di deposito dei vari materiali, in particolare quando si tratta di materie e di sostanze pericolose; f) l'adeguamento in funzione dell'evoluzione del cantiere, della durata effettiva da attribuire ai vari tipi o fasi di lavoro; g) la cooperazione con i lavoratori autonomi; h)le interazioni con le attività che avvengono sul luogo, all'interno o in prossimità del cantiere.

3.13 Osservare le misure generali di tutela di cui all'art. 3 del D. Lvo 626/94 3.14 Curare: a) il mantenimento del cantiere in condizioni ordinate e di soddisfacente salubrità; b) la scelta dell'ubicazione di posti di lavoro tenendo conto delle condizioni di accesso a tali posti definendo vie o zone di spostamento o di circolazione, c) le condizioni di movimentazione dei vari materiali d) la manutenzione, il controllo prima dell'entrata in servizio e il controllo periodico degli impianti e dei dispositivi al fine di eliminare i difetti che possono pregiudicare la sicurezza e la salute dei lavoratori; e) la delimitazione e l'allestimento delle zone di stoccaggio e di deposito dei vari materiali, in particolare quando si tratta di materie e di sostanze pericolose; f) l'adeguamento in funzione dell'evoluzione del cantiere, della durata effettiva da attribuire ai vari tipi o fasi di lavoro; g) la cooperazione con i lavoratori autonomi; h)le interazioni con le attività che avvengono sul luogo, all'interno o in prossimità del cantiere.

205

Prezzario delle opere edili

Modello 9 Spett.le TELECOM Via dei Bonomo, 2 34126 TRIESTE Spett.le ENEL L.go San Giorgio, 2 33170 PORDENONE Spett.le ITALGAS Via delle Grazie, 5 33170 PORDENONE Spett.le Comune di ____________________________ Servizio Acquedotto _____________________ Spett.le Comune di ____________________________ Servizio Tutela Acque____________________ RICHIESTA DI SEGNALAZIONE UBICAZIONE CAVIDOTTI E TUBAZIONI Il sottoscritto ______________________________________________________________________________________________ in qualità di titolare o legale rappresentante della ditta ______________________________________________________________ con sede in Comune di ________________________________________________________________________________________ Via ______________________________________________________ n° ______________________________________________ C.F. P.IVA __________________________________________________________________________________________________ premesso di aver appaltato da __________________________________________________________________________________ líesecuzione dei lavori di ______________________________________________________________________________________ siti in Via ________________________________________________ n° ______________________________________________ nel Comune di ______________________________________________________________________________________________ in dipendenza (se esiste) della concessione edilizia n° ______________ del ______________________________________________ CHIEDE all’Ente in indirizzo che cortesemente provveda ad inviare il personale appositamente incaricato al fine di segnalare sul posto le zone interessate da cavidotti o tubazioni di propria competenza. Per informazioni contattare il Sig. ____________________________ tel. ______________________________________________ Si allega a tal fine: a) una copia della planimetria dell’area interessata. In attesa di un cortese cenno di riscontro, si porgono cordiali saluti.

__________________ ,lì ________________ Timbro e firma ________________________________
206

Allegato 2 - Regole e documentazione

Modello 10 IIMPRESA ________________________________________________________________________________________________

COMUNE DI ________________________________________________________________________________________________ OPERA ____________________________________________________________________________________________________

SCHEDA DI CONTROLLO CANTIERE
VERIFICHE DI SICUREZZA DEI PONTEGGI METALLICI FISSI DI CUI ALL’ART. 30 DEL D.P.R. 164/56 ALLEGATO XIV D. Lgs. 626/94 (integrato con D. Lgs. 359/99) Attrezzature da sottoporre a verifica VERIFICA SEMPLIFICATA AI SENSI DELLA CIRCOLARE Ministero del lavoro e Previdenza Sociale n. 46/2000 Compilata da: ____________________________________________ data della verifica __________________________________ Ponteggio Marca: __________________________________________ Mod.:____________________ Presenza libretto SI Precedente utilizzo, cantiere sito in:____________________________ nuovo utilizzo, cantiere sito in: NO ______________________

Data ultima verifica:__________________________________________________________________________________________ 1. VERIFICHE DEGLI ELEMENTI DI PONTEGGIO PRIMA DI OGNI MONTAGGIO Telaio Montante Traverso SI NO nei limiti eccessivo funzionale non funzionale nei limiti eccessivo Impalcati prefabbricati Tubi e giunti SI NO nei limiti eccessivo funzionale non funzionale nei limiti eccessivo

Tipo di verifica

Correnti e diagonali

Basette regolabili

Basette fisse

Controllo marchio Controllo stato di corrosione Grado di ruggine Controllo componenti Controlli dimensionali ( verticalità orizzontalità linearità ) elementi Controllo attacchi

SI

NO nei limiti eccessivo funzionale non funzionale nei limiti eccessivo

SI

NO nei limiti eccessivo funzionale non funzionale nei limiti eccessivo

SI

NO nei limiti eccessivo funzionale non funzionale nei limiti eccessivo

accettabili non accettabili accettabili non accettabili

accettabili non accettabili accettabili non accettabili

accettabili non accettabili accettabili non accettabili

accettabili non accettabili accettabili non accettabili

accettabili non accettabili accettabili non accettabili

Controllo efficienza

2. VERIFICHE DURANTE L’USO DEI PONTEGGI METALLICI FISSI Verifica Effettuata conforme TIPO DI VERIFICA

Disegno esecutivo conforme allo schema tipo, firmato e presente in cantiere con il libretto Progetto se ponteggio superiore a 20 m, presenza di tabelloni, teli, graticci o non conforme a schema tipo Presenza distacco massimo di cm 20 tra bordo interno dell’impalcato del ponteggio e l’opera servita Verificata efficienza dell’elemento parassi, capace di intercettare la caduta di materiale dall’alto Verificata efficienza serraggio dei giunti, collegamenti e ancoraggi secondo libretto Verificato mantenimento della verticalità dei montanti, ad esempio con l’utilizzo del filo a piombo Verificata efficienza delle controventature di pianta e facciata Verificato corretto mantenimento in opera dell’impalcato Verificato mantenimento in opera dei sistemi di fissaggio tavole fermapiede

207

Prezzario delle opere edili

Modello 11 ILL.MO SIG. SINDACO DEL COMUNE DI __________________________________________________________________________ RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE ALLA CIRCOLAZIONE DI AUTOMEZZI in Via____________________________________________________ Città ____________________________________________ Il sottoscritto ______________________________________________________________________________________________ in qualità di titolare o legale rappresentante della ditta ______________________________________________________________ con sede in Comune di ________________________________________________________________________________________ Via ______________________________________________________ n° ______________________________________________ C.F. P.IVA __________________________________________________________________________________________________ premesso di aver appaltato da __________________________________________________________________________________ l’esecuzione dei lavori di ______________________________________________________________________________________ siti in Via ________________________________________________ n° ______________________________________________ nel Comune di ______________________________________________________________________________________________ in dipendenza (se esiste) della concessione edilizia n° ______________ del ______________________________________________ Considerato che per l’esecuzione dei medesimi si rende necessario accedere al cantiere transitando attraverso le seguenti vie __________________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________________ CHIEDE Alla S.V. l’autorizzazione ad accedere e circolare con i seguenti automezzi per i percorsi sopraindicati. 1) Autocarro ______________________________________________ targa ____________________________________________ 2) Autocarro ______________________________________________ targa ____________________________________________ Si fa presente che detti automezzi hanno portata: a) inferiore a 35 q.li b) superiore a 35 q.li Il periodo operativo è il seguente: dal ______________________________________________________ al ______________________________________________ Si allega a tal fine: a) n° ______ marche da bollo da € ______ per quante sono le autorizzazioni richieste b) la fotocopia della carta di circolazione degli automezzi interessati. In attesa di un cortese cenno di riscontro, si porgono cordiali saluti.

__________________ ,lì ________________ Timbro e firma ________________________________

208

Allegato 2 - Regole e documentazione

Modello 12

DICHIARAZIONE DI CONFORMITA’
(artt. 9 e 12 della legge n° 46 del 5 marzo 1990) Il sottoscritto ____________________________________________ titolare o legale rappresentante dell’impresa (ragione sociale) ________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________________ operante nel settore __________________________________________________________________________________________ con sede in via ____________________________________________ n° ______________________________________________ comune __________________________________________________ prov. ____________________________________________ telefono__________________________________________________ P.IVA ____________________________________________ • iscritta nel registro delle Ditte (R.D. 20/9/34 n° 2011) della Camera C.I.A.A. di ________________________________________ • iscritta all’albo provinciale delle imprese artigiane (legge 8/8/1985 n° 443) di ________________________________________ ____________________________________________________ n° ______________________________________________ esecutrice di: ____________________________________________________________________________________________ • impianto elettrico di cantiere comprendente: • quadro generale • linee di alimentazione derivate • impianto generale di messa a terra • ______________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________(altro) commissionato da ________________________________________ installato nel cantiere edile sito nel comune di________________________________ Prov. ________________________________ Via ______________________________________________________ n° ______________________________________________ DICHIARA ai sensi degli artt. 9 e 12 della legge 46/90, sotto la propria personale responsabilità che l’impianto è stato realizzato in modo conforme alla regola dell’arte secondo quanto previsto dall’art. 7 della Legge 46/1990, avendo in particolare: • installato componenti e materiali costruiti a regola d’arte e adatti al luogo di installazione. • di aver rispettato gli elaboratori grafici (se obbligatori) • controllato l’impianto ai fini della sicurezza e della funzionalità con esito positivo, avendo eseguito le verifiche richieste dalle norme e dalle disposizioni di legge. DECLINA ogni responsabilità per sinistri a persone o a cose derivanti da manomissione dell’impianto da parte di terzi ovvero per carenze di manutenzione o riparazione. Allegati obbligatori: • relazione con tipologia dei materiali utilizzati • schema dell’impianto realizzato • copia del certificato di riconoscimento dei requisiti tecnico professionali • ______________________________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________________________________(altro) Data ________________________ Impresa appaltatrice (timbro e firma) ______________________ Impresa subappaltatrice (timbro e firma) ________________________
209

.

Normativa

antimafia

Allegato

3

.

Allegato 3 - Normativa antimafia

LA NORMATIVA ANTIMAFIA NEGLI APPALTI PUBBLICI. RIEPILOGO DEGLI ADEMPIMENTI E MODULISTICA SINTESI DELLA DISCIPLINA IN MATERIA DI SUBAPPALTO DI LAVORI PUBBLICI A) Premessa
L’istituto del subappalto di lavori pubblici trova attualmente regolamentazione in norme di fonte e rango diversi, tra le quali assumono principalmente rilievo: • l’art. 21 della l. 13 settembre 1982, n. 646 (che attribuisce valenza penale alla condotta di chi affidi in subappalto o cottimo1 in tutto o in parte opere riguardanti la pubblica amministrazione, senza la preventiva autorizzazione del committente); • l’art. 18 della l. 19 marzo 1990, n. 55, così come da ultimo modificato dall’art. 9, c. 65 e ss., della legge 18 novembre 1998, n. 415 (che stabilisce procedure e condizioni ai fini del rilascio della autorizzazione da parte del committente); • gli articoli 72-74 del D.P.R. 21 dicembre 1999, n. 554 che, pur non involgendo direttamente tale istituto, contribuiscono a definirne la disciplina; • l’art 141 del D.P.R. n. 554/99 che chiarisce alcuni specifici profili non compiutamente precisati dal menzionato art. 18 della l. n. 55/90. In via di larga sintesi, e prima di analizzare nel dettaglio i contenuti delle suindicate disposizioni, l’assetto normativo delineato dal legislatore può essere, nei suoi profili essenziali, così riassunto. Il committente è tenuto ad indicare (nel bando di gara ovvero nella lettera di invito): I) la categoria prevalente: è tale quella di importo superiore rispetto alle altre categorie di specializzazione che compongono l’opera (art. 73, c. 1 del D.P.R. n. 554/99); II) le categorie di cui si compone l’opera di importo superiore al dieci per cento dell’ammontare complessivo dell’intervento ovvero, in termini assoluti, di importo superiore a centocinquantamila euro (art. 73, cc. 2 e 3 del D.P.R. n. 554/99); queste categorie sono, a scelta del concorrente, subappaltabili, affidabili a cottimo oppure scorporabili2; III) le ulteriori categorie, relative a tutte le altre lavorazioni previste in progetto, indipendentemente dal relativo ammontare (l’indicazione di tali ulteriori lavorazioni con il relativo importo rileverebbe, in linea di principio, ai soli fini della disciplina in tema di subappalto, senza assumere alcun rilievo ai fini della qualificazione del concorrente)3. Inoltre: IV) in linea di principio, tutte le lavorazioni di cui si compone l’opera sono subappaltabili o affidabili in cottimo, previa autorizzazione del committente4; V) le lavorazioni riconducibili alla categoria prevalente sono subappaltabili entro il limite del trenta per cento del relativo importo; VI) è esclusa, in linea di principio, la possibilità, per il subappaltatore, di ricorrere a sua volta al subappalto (cd. “divieto di subappalto a cascata”).

1

Il cottimo derivato si configura come un contratto caratterizzato dall’impiego prevalente di mano d’opera ed al quale, rispetto al subappalto, è estraneo “l’elemento di impresa”. Ai fini della disciplina di cui trattasi, la distinzione tra tali tipologie contrattuali non riveste alcun rilievo, essendo in tutto equiparate.

2

Debbono essere, inoltre, indicate nel bando di gara (ove di importo superiore al dieci per cento ovvero a centocinquantamila euro) le parti di cui si compone l’intervento, “eseguibili mediante affidamenti di subcontratti aventi ad oggetto attività ovunque espletate che richiedono l’impiego di manodopera, quali le forniture con posa in opera e i noli a caldo, nel caso in cui siano riconducibili ad una delle categorie di cui all’all. A del d.P.R. n. 34/00” e ricorrano le condizioni di cui all’art. 18, c. 12 della l. n. 55/90 e s.m e dell’art. 141, c. 5, del d.P.R. n. 554/99 (Autorità di Vigilanza per i lavori pubblici, det. 12 ottobre 2000, n. 48).

3

L’indicazione delle lavorazioni di cui al punto iii), anche se d’importo inferiore al dieci per cento dell’ammontare complessivo dell’appalto ovvero, in termini assoluti, a centocinquantamila Euro, sembra trovare, tuttora, presupposto nell’art. 18, c. 3, della l. n. 55/90 e s.m.. Vedasi anche Autorità per la vigilanza sui lavori pubblici (nota illustrativa ai bandi tipo) che ammette l’indicazione nel bando di gara anche delle lavorazioni di importo pari o inferiore al dieci per cento dell’importo complessivo dell’appalto ovvero a centocinquantamila €, precisando che queste lavorazioni sono soltanto subappaltabili (e non scorporabili); di diverso avviso, invece, è il Ministero dei LL.PP. (circolare 1° marzo 2000, n. 182/400/93), secondo cui il menzionato c. 3 dell’art. 18 dovrebbe, in parte qua, ritenersi implicitamente abrogato dalla disciplina sopravvenuta rispetto alla quale si porrebbe in termini di incompatibilità. Secondo il Ministero, le categorie di importo inferiore ai limiti stabiliti (dieci per cento del valore dell’appalto o, comunque, centocinquantamila €) non dovrebbero essere indicate nel bando, salvo che non si tratti di lavorazioni per le quali non sia necessaria una specifica qualificazione resa indispensabile da altre norme specifiche: è il caso, ad esempio, della legge 5 marzo 1990, n. 46 (in materia di impianti elettrici) e del d. lgs. 5 febbraio 1997, n. 22. La tesi ministeriale non ha mancato di suscitare perplessità: su un piano sistematico, occorre, infatti, tenere conto del fatto che tra la normativa sopravvenuta che avrebbe un effetto abrogante sul menzionato art. 18 e quest’ultimo non vi è una coincidenza sotto il profilo della materia oggetto di disciplina (le norme di cui agli artt. 73 e ss. del d.P.R. n. 554/99 introducono, infatti, alcune indicazioni volte ad indirizzare l’attività della stazione appaltante ai fini della selezione del concorrente, mentre l’art. 18 riguarda essenzialmente la regolamentazione dell’istituto del subappalto). La questione assume una significativa consistenza su un piano pratico; l’indicazione nel bando di gara - diversamente da quanto suggerito dal Ministero - anche delle lavorazioni, di importo inferiore al dieci per cento ovvero a centocinquantamila euro, consentirebbe all’aggiudicatario di procedere al subappalto di dette di lavorazioni, senza incidere sui contenuti massimi di subappaltabilità della categoria prevalente [contra, il Ministero dei ll.pp., circ. 22 giugno 2000, nella quale è affermato che “l’appaltatore ha la facoltà di subappaltare il trenta per cento delle lavorazioni della categoria prevalente, fermo restando che su tale limite incidono anche le lavorazioni non indicate separatamente nel bando in quanto di valore inferiore ai limiti fissati dal menzionato art. 30 del regolamento” n. 34 (n.d.r.: ora dall’art. 73 del d.P.R n. 554/99)].

4 Fatte salve alcune specifiche ipotesi per le quali sussistono espresse preclusioni normative: è il caso delle lavorazioni relative a strutture, impianti e opere speciali (indicate all’art. 72 c. 4 del d.P.R. n. 554/99), qualora ciascuna di tali opere superi in valore il 15% dell’importo totale dei lavori (art. 13, c. 7 della legge 11 febbraio 1994, n. 109 e s.m.).

213

Prezzario delle opere edili

B) L’esecuzione del contratto e il ricorso al subappalto
Le disposizioni contenute nel D.P.R. n. 554/99 (artt. 72 - 74) e nel D.P.R. 25 gennaio 2000, n. 34 (all. A) in tema di requisiti di idoneità del concorrente ai fini della partecipazione alla gara configurano, quanto al subappalto, tre distinte ipotesi normative: una prima (v. par. 2.1.), in cui il ricorso all’istituto del subappalto assume carattere meramente facoltativo (ed è da ricondurre essenzialmente a valutazioni di carattere organizzatorio dell’appaltatore, il quale, per quanto in condizione di procedere direttamente all’esecuzione della totalità dei lavori oggetto di affidamento, ritiene, comunque, opportuno coinvolgere altre imprese in qualità di subcontraenti); una seconda (v. par. 2.2.), in cui il ricorso al subappalto si configura come un vero e proprio obbligo, non essendo l’appaltatore in condizione di eseguire le lavorazioni diverse dalla categoria prevalente (ed indicate nel bando di gara in quanto di importo superiore al dieci per cento dell’importo dei lavori o in termini assoluti a centocinquantamila euro); una terza (v. par. 2.3.), in cui il ricorso al subappalto, per le lavorazioni diverse dalla prevalente, è, invece, vietato: è il caso delle opere cd. superspecializzate (elencate nell’art. 72, c. 4 del D.P.R. n. 554/99), qualora ciascuna di esse superi il quindici per cento dell’importo totale dei lavori da eseguire (art. 13, c. 7, l. n. 109/94 e s.m.). B.1. La facoltà di ricorrere al subappalto Per principio generale (art. 74, c. 2, del D.P.R. 554/99), le imprese appaltatrici, in possesso della qualificazione nella categoria indicata come prevalente nel bando di gara, sono in condizione di eseguire tutte le lavorazioni di cui si compone l’opera o il lavoro, ivi comprese quelle diverse dalla categoria prevalente ed indicate nel bando di gara in quanto superiori al dieci per cento dell’importo contrattuale ovvero a centocinquantamila euro; e ciò anche nell’ipotesi in cui dette imprese non siano in possesso, per queste ultime lavorazioni, di specifica qualificazione secondo quanto stabilito dalla disciplina in materia. La scelta di ricorrere o meno al subappalto o al cottimo, pertanto, costituisce, nell’ipotesi in questione, una mera facoltà dell’appaltatore (in tal caso, il subaffidamento deve essere effettuato, esclusivamente, a favore di imprese in possesso dei requisiti di idoneità stabiliti dalla disciplina vigente). Questa ipotesi ricorre nel caso in cui le lavorazioni indicate nel bando di gara, in quanto di importo superiore al dieci per cento ovvero centocinquantamila euro, non rientrino tra quelle indicate all’all. A al D.P.R. n. 34/00 come a qualificazione obbligatoria [nonché nel caso in cui non operi alcuna disciplina speciale che imponga, per l’esecuzione di specifiche tipologie di lavorazioni, particolari requisiti (è il caso, ad esempio, della l. 5 marzo 1990, n. 46, che impone la titolarità della speciale abilitazione da parte della C.C.I.A.A., per la realizzazione di impianti elettrici)]. B.2. L’obbligo di ricorrere al subappalto Una prima deroga al suesposto principio ricorre in tutte le ipotesi in cui le lavorazioni diverse dalla prevalente ed indicate nel bando di gara, in quanto di importo superiore al dieci per cento ovvero a centocinquantamila euro, siano riconducibili alle c.d. categorie di opere generali (O.G.) indicate all’all. A al D.P.R. n. 34/00, ovvero alle c.d. categorie di opere specialistiche (O.S.) configurate dal D.P.R. n. 34/00 a qualificazione obbligatoria5. Dette lavorazioni non possono essere eseguite direttamente dalle imprese - che si siano qualificate (per l’intero importo dei lavori) nella sola categoria prevalente - ove le stesse siano prive delle relative adeguate qualificazioni. In altri termini, nell’ipotesi in cui il concorrente qualificato, in via esclusiva, nella categoria prevalente sia privo della necessaria qualifica nelle altre categorie6 indicate nel bando, opera un obbligo ex lege di ricorso al subappalto7.

5

Le categorie OS a qualificazione obbligatoria, ai sensi dell’all. A del d.P.R. n. 34/2000 sono: OS 2 (Superfici decorate beni mobili di interesse storico e artistico); OS 3 (Impianti idrico-sanitario, cucine, lavanderie); OS 4 (Impianti elettromeccanici trasportatori); OS 5 (Impianti pneumatici e antiintrusione); OS 9 (Impianti per la segnaletica luminosa e la sicurezza del traffico); OS 10 (Segnaletica stradale non luminosa); OS 11 (Apparecchiature strutturali speciali); OS 13 (Strutture prefabbricate in cemento armato); OS 14 (Impianti di smaltimento e recupero rifiuti); OS 15 (Pulizia di acque marine, lacustri, fluviali); OS 16 (Impianti per centrali produzione energia elettrica); OS 17 (Linee telefoniche ed impianti di telefonia); OS 18 (Componenti strutturali in acciaio o metallo); OS 19 (Impianti di reti di telecomunicazione e di trasmissione dati); OS 20 (Rilevamenti topografici); OS 21 (Opere strutturali speciali); OS 22 (Impianti di potabilizzazione e depurazione); OS 24 (Verde e arredo urbano); OS 25 (Scavi archeologici); OS 27 (Impianti per la trazione elettrica); OS 28 (impianti termici di condizionamento); OS 29 (Armamento ferroviario); OS 30 (Impianti interni elettrici, telefonici, radiotelefonici e televisivi); OS 31 (Impianti per la mobilità sospesa); OS 33 (Coperture speciali). In senso opposto rispetto all’interpretazione riportata nel testo e sostenuta dall’Autorità nella nota illustrativa ai bandi tipo, si veda T.A.R. Calabria, sez. Reggio Calabria, 8 marzo 2001, n. 212, secondo cui le lavorazioni diverse dalla prevalente, per la cui esecuzione è obbligatoria la specifica qualificazione, sarebbero soltanto quelle indicate all’art. 74, c. 2 del d.P.R. n. 554/99 (cfr. successiva nota 8) e non già quelle indicate all’all. A del d.P.R. n. 34/00. A giudizio del T.A.R., la disciplina dettata dal d.P.R. n. 554/99 in materia di qualificazione delle imprese, infatti, dovrebbe considerarsi prevalente sulle disposizioni del d.P.R. n. 34/00: i) in base al criterio cronologico della successione nel tempo delle norme, che agirebbe, nel caso, a favore del d.P.R. n. 554/99 il quale, pur se adottato in data anteriore al d.P.R. n. 34/00, è entrato in vigore successivamente a quest’ultimo; ii) in quanto le norme di cui al d.P.R. n. 554/99 costituirebbero l’unica disciplina compiuta e sistematicamente coerente espressa dall’ordinamento sulla specifica problematica della qualificazione.

6

Di valore superiore al dieci dell’importo dell’appalto ovvero centocinquantamila €. Analogo obbligo opera, come si è detto, nel caso di lavorazioni (seppure di importo inferiore al dieci per cento ovvero a centocinquantamila euro) per le quali norme speciali impongono una specifica qualificazione (l. n. 46/90).

7

214

Allegato 3 - Normativa antimafia

B.3. Il divieto di ricorrere al subappalto Altra ipotesi derogatoria rispetto al principio generale (sub. 2.1.) è quella in cui nell’oggetto dell’appalto rientrino (oltre ai lavori prevalenti) opere per le quali sono necessari anche lavori o componenti di notevole contenuto tecnologico o di rilevante complessità tecnica (quali strutture, impianti o opere speciali) e ciascuna di tali opere superi il quindici per cento dell’importo totale dei lavori. Per dette tipologie di interventi, la cui elencazione è contenuta nel c. 4 dell’art. 72 del D.P.R. n. 554/998, qualora superino il predetto limite quantitativo, è espressamente preclusa la possibilità per l’appaltatore di ricorrere al subappalto (art. 13, c. 7, l. n. 109/94). Tali opere, non potendo essere subappaltate, debbono essere eseguite in via esclusiva dai soggetti affidatari; ne deriva l’ulteriore conseguenza (esplicitata dal menzionato c. 7 dell’art. 13) che i soggetti interessati all’affidamento, che siano privi di specifica qualificazione per dette lavorazioni, sono tenuti, ai fini della partecipazione alla gara, a costituire associazioni di tipo verticale. Il menzionato divieto di ricorso al subappalto deve ritenersi configurabile nella sola ipotesi in cui le parti di cui si compone l’opera o il lavoro (appartenenti a categorie diverse dalla prevalente nonché caratterizzate da notevole contenuto tecnologico o da rilevante complessità tecnica) siano tutte singolarmente considerate di importo superiore al quindici per cento dell’importo complessivo dei lavori (così il Ministero dei LL.PP., circolare 1° marzo 2000, n. 182/400/93; Autorità per la vigilanza sui LL.PP., nota illustrativa ai bandi di gara). Questa interpretazione muove dall’analisi testuale dell’art. 13, c. 7, che fa espresso riferimento (ai fini dell’operatività del divieto in questione) “a ciascuna di tali lavorazioni”; la norma in questione, dunque, sembra imporre, in presenza di più lavorazioni riconducibili nel novero di quelle indicate all’art. 72, c. 4 del D.P.R. 554/99, la necessità che gli importi, singolarmente considerati, di ciascuna delle lavorazioni medesime siano superiori al quindici per cento dell’importo complessivo dell’intervento. In sostanza, il divieto di subappalto ed il conseguente obbligo di costituire un’associazione di tipo verticale (sempre che evidentemente il concorrente non sia qualificato per le specifiche lavorazioni) deve ipotizzarsi qualora, ad esempio, oltre alla prevalente, faccia parte dell’opera una sola lavorazione tra quelle cui fa riferimento l’art. 72, c. 4 di importo superiore al quindici per cento del totale; mentre, sempre a titolo esemplificativo, analogo vincolo alla costituzione di una associazione di tipo verticale non sussisterebbe (e, in tal caso, sarebbe pienamente legittimo il ricorso all’istituto del subappalto) qualora l’opera sia composta, oltre che dalla categoria prevalente, anche da tre delle suddette lavorazioni, due delle quali singolarmente considerate di valore superiore al quindici per cento e l’altra di valore pari o inferiore a detto limite.

C) La procedura di autorizzazione
Ai sensi dell’art. 18 della l. n. 55/90, l’autorizzazione al subappalto o al cottimo è subordinata ad una duplice categoria di requisiti: una prima, di ordine oggettivo, concernente sia i limiti quantitativi entro cui è consentito il ricorso al subappalto sia la cd. “programmazione” del subappalto (vale a dire: la indicazione delle parti dell’opera che si intendono affidare a terzi); una seconda, di ordine soggettivo, concernente i requisiti di idoneità, anche sotto il profilo morale, del subappaltatore. Più in particolare, la procedura autorizzatoria può essere sintetizzata nei termini che seguono: I) l’appaltatore deve avere indicato, all’atto dell’offerta, le parti dell’opera che intende subappaltare (o affidare in cottimo); nell’ipotesi di varianti in corso d’opera, le parti delle opere che si intendono subappaltare debbono essere indicate dall’affidatario, in occasione della sottoscrizione dell’atto di sottomissione; in esito, alle modifiche introdotte dall’art. 9, c. 65 della l. n. 415, non è più necessaria l’indicazione, all’atto dell’offerta, anche dei nominativi dei potenziali subappaltatori. Opinione tradizionale, condivisa in larga parte da dottrina e giurisprudenza, è quella secondo cui l’omessa indicazione, all’atto dell’offerta, della volontà di avvalersi del subappalto, non varrebbe ad inficiarne la validità; detta omissione produrrebbe l’unico effetto di rendere inammissibile il subappalto, con conseguente obbligo, per il soggetto risultato affidatario, di procedere, in proprio, all’esecuzione dei lavori9. Tale impostazione merita di essere valutata con particolare attenzione alla stregua della nuova disciplina che – escludendo espressamente la possibilità per l’appaltatore di eseguire alcune lavorazioni (O.G., ovvero O.S. a qualificazione obbligatoria) qualora privo della relativa specifica qualificazione - impone a quest’ultimo l’obbligo di ricorrere a terzi (v. par. 2.2.). In tale ipotesi, l’eventuale mancata indicazione della volontà di ricorrere al subappalto (rischia di) rileva(re), non soltanto sotto il profilo della impossibilità per il soggetto aggiudicatario di ricorrere a terzi per l’esecuzione di quota parte dei lavori, ma soprattutto sotto quello della concreta capacità dello stesso ad eseguire effettivamente i lavori (l’appaltatore, da un lato, non risulterebbe qualificato per eseguire direttamente dette lavorazioni; dall’altro, si sarebbe precluso la possibilità di avvalersi di soggetti terzi); per tale motivo, ove ricorrano le dette circostanze, la mancata esplicitazione della volontà di ricorrere al subappalto, potrebbe legittimare il soggetto appaltante a disporre l’esclusione del concorrente dalla gara.

8

Ai sensi dell’art. 72, c. 4 del d.P.R. n. 554, "si considerano strutture, impianti e opere speciali, le seguenti opere specializzate se di importo superiore a quelli indicati all’articolo 73, comma 3: a) il restauro, la manutenzione di superfici decorate di beni architettonici, il restauro di beni mobili, di interesse storico, artistico ed archeologico; b) l’installazione, la gestione e la manutenzione ordinaria di impianti idrosanitari, del gas, antincendio, di termoregolazione, di cucina e di lavanderia; c) l’installazione, la gestione e la manutenzione di impianti trasportatori, ascensori, scale mobili, di sollevamento e di trasporto; d) l’installazione, gestione e manutenzione di impianti pneumatici, di impianti antintrusione; e) l’installazione, la gestione e la manutenzione di impianti elettrici, telefonici, radiotelefonici, televisivi e simili; f) i rilevamenti topografici speciali e le esplorazioni del sottosuolo con mezzi speciali; g) le fondazioni speciali, i consolidamenti di terreni, i pozzi; h) la bonifica ambientale di materiali tossici e nocivi; i) i dispositivi strutturali, i giunti di dilatazione, e gli apparecchi di appoggio, i ritegni antisismici; l) la fornitura e posa in opera di strutture e di elementi prefabbricati prodotti industrialmente; m) l’armamento ferroviario; n) gli impianti per la trazione elettrica; o) gli impianti di trattamento rifiuti; p) gli impianti di potabilizzazione".

9

In giurisprudenza, tra gli altri, Tar Sicilia, 31 maggio 1997, n. 887, in TAR, 1997, I, 2837; Tar Sardegna, 28 maggio 1992, n. 305, ivi, 1992, I, 2363.

215

Prezzario delle opere edili

II) l’istanza di autorizzazione al subappalto deve contenere l’indicazione dei lavori che si intendono subaffidare a terzi e del soggetto al quale si intende ricorrere. Detta istanza deve essere corredata: 1) dallo schema del contratto di subappalto, ovvero copia del contratto già sottoscritto dalle parti (in tale ultimo caso, l’efficacia del contratto è sospensivamente condizionata al previo rilascio dell’autorizzazione); 2) dal certificato della C.C.I.A.A., con l’indicazione dei direttori tecnici, con apposita dicitura antimafia ai sensi dell’art. 9 del d. lgs. 3 giugno 1998, n. 252 (per i soli subappalti di importo superiore a 154.937 euro)10; 3) dalla documentazione attestante il possesso, da parte del subappaltatore, di tutti requisiti generali e speciali previsti dalla disciplina vigente per la partecipazione alla gara relativa a lavori di importo pari a quelli oggetto del subaffidamento11; 4) dalla dichiarazione del potenziale subappaltatore ai sensi dell’art. 1 del d.P.C.M. 11 maggio 1991, n. 187; 5) dalla dichiarazione dell’appaltatore circa la sussistenza o meno di eventuali forme di controllo o collegamento, ai sensi dell’art. 2359 cod. civ., con l’impresa affidataria del subappalto o del cottimo (nel caso in cui l’appaltatore sia una figura plurisoggettiva (riunioni temporanee; consorzi; g.e.i.e.) analoga dichiarazione deve essere resa da ciascun componente)12; 6) e, nel caso in cui l’attività di progettazione dei lavori sia stata svolta da soggetti esterni al committente, dalla dichiarazione, da parte del potenziale subappaltatore, circa l’inesistenza delle cause di incompatibilità stabilite dall’art. 17, c. 9 della l. n. 109/9413; III) dal ricevimento dell’istanza di cui al punto ii) decorre il termine di trenta giorni, entro il quale il soggetto appaltante deve procedere all’autorizzazione ovvero al diniego della stessa. Decorso il termine di trenta giorni, l’autorizzazione si intende, comunque, concessa (c.d. silenzio assenso); il termine suddetto può essere prorogato una sola volta (e per non più di trenta giorni) ove ricorrano comprovate ragioni (art. 18, c. 9, l. n. 55/90). IV) costituisce opinione sostanzialmente unanime quella secondo cui l’autorizzazione non può essere rigettata qualora siano rispettate le condizioni stabilite dalla disciplina vigente; V) adempimento autonomo è quello del deposito del contratto di subappalto presso la stazione appaltante (una volta che lo stesso sia stato stipulato); il deposito deve avvenire almeno venti giorni prima dell’inizio dell’esecuzione dei lavori oggetto del subappalto; si tratta un una previsione che intende assicurare al committente un ulteriore spatium deliberandi ai fini della verifica dei contenuti del contratto stipulato, durante il quale è precluso al subappaltatore l’effettivo inizio delle lavorazioni affidategli. Qualora, tuttavia, a corredo dell’istanza di autorizzazione al subappalto, in luogo dello schema dello stesso, come previsto sub II, sia presentato anche il contratto in originale già sottoscritto dalle parti, il predetto termine di venti giorni (intercorrente tra la data del deposito del contratto e l’effettivo inizio dei lavori) deve intendersi sussunto in quello più ampio (di trenta ovvero, in caso di proroga, di sessanta giorni) previsto per il rilascio dell’autorizzazione. VI) il committente non può, in alcun caso, rilasciare l’autorizzazione al subappalto “in sanatoria”, vale a dire successivamente all’effettivo inizio dei lavori da parte del subappaltatore.

D. Il subappalto a cascata
L’art. 18, c. 10 della l. n. 55/90 ha introdotto il principio generale in base al quale deve escludersi che l’esecuzione delle opere o dei lavori affidati in subappalto possa formare oggetto di ulteriore subappalto o cottimo. In deroga al suddetto principio generale, il c. 12 del citato art. 18 (così come modificato dal c. 71 dell’art. 9 della l. n. 415/98) ha ammesso la possibilità, per il subappaltatore, di avvalersi di imprese di propria fiducia (per le quali non sussista alcuna preclusione ai sensi della legge 31 maggio 1965, n. 575 e s.m.), per la fornitura con posa in opera di impianti e di strutture speciali, la cui concreta individuazione è stata demandata al regolamento attuativo. In attuazione di tale delega, l’art. 141 del D.P.R. n. 554/99 ha precisato che il subappaltatore possa a sua volta subappaltare la posa in opera di strutture e di impianti e opere speciali indicate nell’art. 72 c. 4, lett. c), d) ed l) (vale a dire, rispettivamente, la installazione di impianti trasportatori, ascensori, scale mobili, di sollevamento e di trasporto, di impianti pneumatici ed antiintrusione, nonché la fornitura e posa in opera di strutture e di elementi prefabbricati prodotti industrialmente14 ).

10

Non deve sussistere, nei confronti dell’affidatario del subappalto, alcuna delle cause di divieto, sospensione o decadenza previste dall’art. 10 della l. 31 maggio 1965, n. 575 e s.m., né, tantomeno, l’esistenza di tentativi di infiltrazione mafiosa ex art. 4 d. lgs. 4 agosto 1994, n. 490.

11

Ai sensi di quanto disposto dal d.P.R. n. 34/00. La ratio di tale norma è quella di rendere noti al committente eventuali rapporti intercorrenti tra appaltatore e subappaltatore (senza che dalla loro eventuale esistenza possano discendere elementi ostativi al rilascio dell’autorizzazione); va, peraltro, evidenziato che tale dichiarazione, non costituendo un presupposto per l’autorizzazione potrebbe essere effettuata anche in un momento successivo. In ordine al momento della presentazione di tale dichiarazione, vedasi ora l’art. 141, c. 3 del d.P.R. n. 554/99.

12

13

Il subappaltatore deve dichiarare che non intercorrono rapporti di controllo o collegamento ex art. 2359 cod. civ. con l’affidatario dell’incarico di progettazione relativo ai medesimi lavori.

14

Va, per completezza, evidenziato come l’art. 72 c. 4, nella parte richiamata dall’art.141, faccia riferimento non soltanto alle attività di installazione ma anche alla manutenzione ed alla gestione degli impianti indicati nel testo. Sembra, in ogni caso, da prediligere, in quanto maggiormente coerente con le indicazioni della norma di delega, una soluzione interpretativa che limiti la deroga al divieto di subappalto a cascata, in via esclusiva, alle attività di posa in opera e montaggio.

216

Allegato 3 - Normativa antimafia

E. Contratti similari al subappalto e disciplina applicabile
La regolamentazione che il legislatore ha introdotto in materia di subappalto è stata tradizionalmente estesa anche a fattispecie negoziali che, benché non qualificabili come tali, presentavano specifiche caratteristiche tali da suggerire, nell’ottica di prevenire il rischio di infiltrazioni di forme di delinquenza di tipo mafioso, di estendere anche ad esse le medesime cautele procedurali previste per il subappalto. Premesso che, secondo l’impostazione civilistica, costituisce subappalto di lavori pubblici, indipendentemente dal relativo importo, ogni contratto con cui l’appaltatore affidi ad un terzo l’esecuzione di parte dell’opera da lui assunta (ed avente contenuto economico analogo al contratto originario, del quale ripete la causa) occorre individuare, ai fini che in questa sede rilevano, quali siano i cd. contratti similari (i quali, pur essendo concettualmente diversi dal subappalto, sono a questo equiparati ai fini della disciplina applicabile). In virtù delle modifiche introdotte al c. 12 dell’art. 18 della l. n. 55/90 (dall’art. 9, c. 71 della l. n. 415/98), sono assimilate al subappalto le fattispecie negoziali aventi ad oggetto attività ovunque espletate che presuppongono l’impiego di manodopera (quali, ad esempio, noli a caldo e forniture con posa in opera): I) in cui l’incidenza della manodopera e del personale (espletata nel cantiere al quale si riferisce l’appalto; v. art. 141, c. 5 del D.P.R. n. 554/99) sia superiore al cinquanta per cento dell’importo del contratto principale; e II) il cui importo sia superiore al due per cento dell’importo del contratto principale ovvero superiore, in cifra assoluta, a centomila euro, indipendentemente dall’incidenza percentuale sull’appalto principale. Ne consegue che tutti i subcontratti che presentano le evidenziate caratteristiche sono equiparati al subappalto e, quindi, assoggettati, sul piano procedurale (indicazione in sede di offerta; richiesta di autorizzazione, ecc.) e (ove applicabile) anche sostanziale15, al medesimo regime normativo previsto per quest’ultimo. Per tutti i subcontratti stipulati ai fini dell’esecuzione dell’appalto (e che non costituiscano, pertanto, subappalto ovvero non siano ad esso equiparabili), il comma 12 dell’art. 18 ha previsto l’obbligo, in capo all’appaltatore, di comunicare, comunque, al committente il nome del subcontraente, l’importo del contratto, l’oggetto del lavoro, servizio o fornitura affidati.

F. La disciplina dei rapporti tra appaltatore e subappaltatore
Il c. 4 dell’art. 18 della l. n. 55/90 stabilisce l’obbligo per l’impresa aggiudicataria di applicare, per i lavori e le opere affidati in subappalto, gli stessi prezzi unitari risultanti dall’aggiudicazione, con ribasso non superiore al venti per cento; è stato, dunque, fissato, a tutela del subcontraente, un limite legale al quale il contenuto economico del subappalto deve essere vincolato. Nell’ipotesi di pattuizione in contrasto con la predetta disposizione, si deve ritenere operi l’art. 1339 cod. civ., con l’automatica inserzione del prezzo stabilito “ex lege”, in sostituzione delle clausole difformi fissate dalle parti. Sotto altro profilo (art. 18 c. 7), l’appaltatore è responsabile in solido dell’osservanza da parte dei subappaltatori (nei confronti dei loro dipendenti per le prestazioni rese nell’ambito del subappalto) del trattamento economico e normativo stabilito dai contratti collettivi nazionale e territoriale in vigore per il settore e l’area territoriale in cui si svolgono i lavori. Per il tramite delle imprese appaltatrici, il subappaltatore trasmette al committente: I) prima dell’inizio dei lavori, la documentazione di avvenuta denuncia agli enti previdenziali, inclusa la Cassa Edile, assicurativi ed antinfortunistici (comunque, prima dell’inizio dei lavori, il subappaltatore deve presentare il Piano operativo della sicurezza (POS) ai sensi della vigente disciplina in materia); II) periodicamente, copia dei versamenti contributivi, previdenziali, assicurativi, nonché di quelli dovuti agli organismi paritetici previsti dalla contrattazione collettiva. In merito alle modalità di pagamento del subappaltatore, è opportuno richiamare il contenuto del c. 3 bis dell’art. 18 della l. n. 55/90: questa disposizione – introdotta dal c. 1 dell’art. 34 del d. lgs. 19 dicembre 1991, n. 406 – prevedeva che il bando di gara dovesse indicare l’intendimento del committente di procedere al pagamento diretto del subappaltatore; ovvero, in alternativa, l’obbligo per soggetti aggiudicatari di trasmettere, entro venti giorni dalla data di ciascun pagamento effettuato nei loro confronti, copia delle fatture quietanzate relative ai pagamenti da essi aggiudicatari, via via corrisposti al subappaltatore con l’indicazione delle ritenute di garanzia effettuate. La circostanza che l’art. 34 del d.lgs. n. 406 sia tra le disposizioni oggetto di espressa abrogazione ad opera dell’art. 231 (lett. v) del D.P.R. n. 554, sembrerebbe autorizzare una conclusione nel senso della caducazione del menzionato c. 3 bis dell’art. 18. Peraltro, a ben guardare, sembrano sussistere elementi tali da autorizzare anche una conclusione di diverso tenore, ove si consideri che l’abrogazione della normativa antimafia (anche nelle materie per le quali il regolamento riveste valenza delegificante) è espressamente esclusa dal c. 4 dell’art. 3 della legge n. 109/94. In sostanza, se, da un lato, la menzionata norma di delega ha demandato al regolamento la puntuale individuazione delle norme da considerarsi abrogate alla data di entrata in vigore del regolamento medesimo; dall’altro, ha inteso delimitare tale compito, sancendo la inviolabilità delle “norme della legislazione antimafia”. Pertanto, nell’ottica di prediligere, tra le possibili interpretazioni di una norma, quella che ne faccia salva la legittimità, sembrerebbe potersi escludere che l’art. 231 del D.P.R. n. 554/99 possa dispiegare, in forza dell’abrogazione dell’art. 34 del d. lgs. n. 406/91, un qualche effetto (parzialmente) abrogativo anche sull’art. 18 della l. n. 55/90 (ponendosi così in termini di dubbia compatibilità con la norma di delega); mentre, coerentemente con le finalità di razionalizzazione dell’assetto normativo alle quali il menzionato art. 231 è diretto, sembra plausibile una conclusione nel senso di ritenere l’abrogazione dell’art. 34 del d. lgs. n. 406/91 non riferibile alle disposizioni che sono andate a confluire nel corpus dell’art. 18 della l. n. 55/90, ma limitata al solo c. 6 del medesimo art. 34 che, originariamente, ne regolava l’entrata in vigore ed, oramai, privo di ogni valenza sul piano pratico.

15

Nell’ipotesi di contratto di nolo a caldo, ad esempio, non potranno essere richiesti al subcontraente i requisiti di idoneità previsti per il subappaltatore ai sensi del d. P.R. n. 34/2000.

217

Prezzario delle opere edili

H. Subappalto non autorizzato: le conseguenze penali e civili
Ai sensi dell’art. 21, c. 1, l. n. 646/82, la condotta di chiunque, avendo in appalto opere riguardanti la pubblica amministrazione, conceda, anche di fatto, in subappalto o a cottimo, in tutto o in parte, le opere stesse, senza l’autorizzazione dell’amministrazione committente, integra il reato di subappalto non autorizzato. Le pene stabilite sono (v. art. 2 d.l. 29 aprile 1995, n. 139 convertito con modificazioni nella l. 28 giugno 1995, n. 246) : I) l’arresto da sei mesi ad un anno e l’ammenda non inferiore ad un terzo del valore dell’opera concessa in subappalto e non superiore ad un terzo del valore complessivo dell’opera ricevuta in appalto; II) per il subappaltatore e per l’affidatario del cottimo, la pena detentiva dell’arresto da 6 mesi ad un anno e l’ammenda pari ad un terzo del valore dell’opera ricevuta in subappalto. Il reato in questione può essere commesso solo da chi riveste la qualità di contraente del contratto di subappalto e non invece dalla stazione appaltante16. Su un piano civilistico, l’esecuzione dei lavori in subappalto, senza la preventiva autorizzazione, legittima la stazione appaltante a richiedere la risoluzione del contratto base di appalto. Altra questione è quella relativa alla applicabilità delle sanzioni penali a fattispecie contrattuali diverse dal subappalto e dal cottimo (ma ad esse equiparabili ai sensi del comma 12 dell’art. 18). La giurisprudenza sembrerebbe avere aderito alla soluzione di maggior rigore, ritenendo l’art. 21 applicabile alla totalità dei subcontratti che, ai fini autorizzatori, sono equiparabili al subappalto17.

16

Così da ultimo, Cass. Pen., 24 ottobre 1997, n. 11984, Cass. Pen. 1999, 639. Peraltro, ai fini della configurabilità del reato stabilito dall’art. 21, non sembra necessario che il rapporto principale sia qualificabile come contratto di appalto in senso tecnico: così Sez. I Cass. Pen. 1993, 1545, che ha affermato tale principio con riferimento ad una fattispecie in cui il corrispettivo dell’opera non consisteva nel pagamento di un prezzo, ma nel trasferimento della proprietà dei suoli edificatori.

17

Vedasi, tra le altre, Cass. Pen.,13 giugno 1997, n. 6923.

218

Allegato 3 - Normativa antimafia

1) RICHIESTA DI INVITO A PARTECIPARE ALLA GARA
Non è previsto alcun adempimento connesso alla normativa antimafia.

2) PARTECIPAZIONE ALLA GARA
2/a Indicazione da effettuare in sede di offerta circa i futuri subappalti o cottimi. (Art. 18 L. 55/90, art. 34 L. 109/94 e successive modificazioni ed integrazioni, da ultimo art. 9, commi 65 e 66, L. 415/98) L’impresa deve indicare all’atto dell’offerta le opere che intende subappaltare o concedere in cottimo. (Ai sensi del comma 12 dell’art. 18 della L. 55/90 l’offerta deve anche indicare i contratti considerati similari al subappalto (fornitura e posa in opera e noleggio a caldo). Quelli cioè che, oltre alla fornitura di materiale o di mezzi, richiedono anche l’impiego di manodopera, se singolarmente di importo superiore al 2% dell’importo dei lavori affidati, o di importo superiore a 200.000 euro, e qualora l’incidenza del costo della manodopera, ovvero del personale nei noleggi a caldo, sia superiore al 50% dell’importo del contratto da affidare). Tale indicazione risulta pertanto presupposto necessario per poter ottenere in corso d’opera l’autorizzazione al subappalto o al cottimo. Il fac-simile n. 1 riporta lo schema di dichiarazione da allegare alla documentazione inerente al partecipazione alla gara. 2/b Piani di Sicurezza (Art. 31, L. 109/94, D.Lgs. 494/96 modificato ed integrato dal D.Lgs. 528/99) Obbligo del committente o del responsabile dei lavori di mettere a disposizione di tutti i concorrenti il piano di sicurezza e di coordinamento e l’eventuale piano generale di sicurezza. Il piano, facente parte integrante del contratto d’appalto, deve evidenziare gli oneri relativi alla sicurezza i quali, ai sensi dell’art. 31 della L. 109/94, vanno indicati anche nel bando di gara e non sono assoggettabili a ribasso d’asta. Qualora non vengano raggiunte le soglie (art. 3, comma 3, del D.Lgs. 494/96) per la redazione a carico del Committente del piano di sicurezza, permane l’obbligo a carico dell’appaltatore della predisposizione del piano di cui all’art. 18, comma 8, della L. 55/90.

3) STIPULA DEL CONTRATTO
3/a Certificazione antimafia (D.P.R. 252/98, DM 27.05.1998) Il D.P.R. 252/98 rappresenta il regolamento che ha attuato la “delegificazione” e semplificazione della certificazione antimafia per quanto espressamente previsto all’art. 20, 8° c. ed all’All. 1, n. 86 della L. 59/97 (c.d. “Bassanini 1”); all’art. 7, 1° c., lett. s) ed all’art. 17, 94° c. della L. 127/97 (c.d. “Bassanini 2”). Sostanzialmente, il D.P.R. 252/98 ha recepito integralmente i contenuti dell’abrogato D.M. Interno n. 486/97 e del disegno di legge (mai tradotto in legge a causa della contemporanea adozione delle Leggi Bassanini) Flick-Napolitano, introducendo, nel contempo, uno snellimento operativo. In estrema sintesi, il quadro risultante dopo l’emanazione del citato D.P.R. 252/98 in tema di certificazione antimafia è il seguente: 1° per la stipula dei contratti d’appalto: • contratti fino a 154.940 euro: non è richiesta alcuna certificazione antimafia; • contratti compresi tra 154.940 euro ed il controvalore in euro di 5.000.000 di DSP relativi a lavori dichiarati urgenti o per contratti concernenti rinnovi, è prevista l’autodichiarazione del contraente (vedi fac-simile n. 3); • contratti compresi tra 154.940 euro ed il controvalore in euro di 5.000.000 di DSP per lavori non dichiarati urgenti, il committente è tenuto a verificare la “non mafiosità” del contraente servendosi dei canali informativi telematici (certificato C.C.I.A.A. con nulla-osta antimafia) o, qualora non attivati, mediante richiesta scritta alla Prefettura (richiesta di “comunicazioni”); • contratti pari o superiori al controvalore in euro di 5.000.000 di DSP, l’ente appaltante deve richiedere le “informazioni” alla Prefettura. 2° autorizzazione di contratti di subappalto: • per importi fino a 154.940 euro, non è richiesta alcuna verifica né certificazione; • per importi superiori a 154.940 euro (vedi fac-simile n. 4), indipendentemente dalla dichiarazione di “urgenza”, devono essere richieste le “informazioni” alla Prefettura, con una precisazione: in presenza di lavori “urgenti” si può procedere subito dopo l’inoltro della richiesta di “informazione”. Se poi l’”informazione” è positiva, la stazione appaltante ha la facoltà (ma non l’obbligo) di revocare l’autorizzazione al subaffidamento, fatto salvo il pagamento del valore delle opere già eseguite ed il rimborso delle spese sostenute per l’esecuzione del rimanente, nei limiti delle utilità conseguite. La certificazione antimafia, oltre che per i direttori tecnici, deve essere acquisita: • per l’impresa individuale: l’imprenditore; • per la s.n.c.: tutti i soci; • per la s.a.s.: tutti i soci accomandatari; • per la s.p.a. e la s.r.l. (anche consortili), le società cooperative ed i loro consorzi ed i consorzi con attività esterna: il legale

219

Prezzario delle opere edili

rappresentante ed i membri del consiglio di amministrazione. Per i consorzi e le società consortili viene verificata anche la posizione dei soci o consorziati con una partecipazione superiore al 10% e quella dei soci e consorziati per conto dei quali le società consortili ed i consorzi operano in modo esclusivo nei confronti della pubblica amministrazione; • per i consorzi senza attività esterna: il legale rappresentante e gli imprenditori e/o le società consorziate; • per le società estere con sede secondaria nel territorio dello Stato: coloro che le rappresentano stabilmente. 3/B Comunicazione circa la composizione azionaria (Art. 1 D.P.C.M. 187 dell’11.5.1991) Le società per azioni, in accomandita per azioni, a responsabilità limitata, le società cooperative per azioni o a responsabilità limitata, le società consortili per azioni o a responsabilità limitata aggiudicatarie di opere pubbliche, ivi comprese le concessionarie e le subappaltatrici, devono comunicare (vedi fac-simile n. 5) all’amministrazione committente o concedente, prima della stipula del contratto o della convenzione, la propria composizione societaria, l’esistenza di diritti reali di godimento o di garanzia sulle azioni “con diritto di voto” sulla base delle risultanze del libro dei soci, delle comunicazioni ricevute e di qualsiasi altro dato a propria disposizione, nonché l’indicazione dei soggetti muniti di procura irrevocabile che abbiano esercitato il diritto di voto nelle assemblee societarie nell’ultimo anno o che ne abbiano comunque diritto. Qualora il soggetto aggiudicatario, concessionario o subappaltatore sia un consorzio, esso è tenuto a comunicare i dati riferiti alle singole società consorziate che comunque partecipino alla progettazione ed all’esecuzione dell’opera. Le imprese ed i consorzi sono tenuti alla conservazione, per cinque anni, delle copie delle note di trasmissione e dei relativi dati. 3/c Compilazione del modello GAP (Art. 1 L. 726/1982, Circolari Ministero Interni: 558/GA 10/S.2 del 28.01.1983, 558/c/A/9/11) Per gli appalti di importo superiore a 73.384 euro, sussiste l’obbligo per l’appaltatore di compilare il modello GAP (vedi fac-simile n. 6) predisposto dall’Alto Commissario per il coordinamento della lotta alla delinquenza mafiosa. Il modello deve essere compilato nella sola parte inerente i dati dell’imprese aggiudicataria.

4) INIZIO DI LAVORI
4/a Denuncia di inizio lavori (Art. 18, comma 7, L. 55/90) La documentazione di avvenuta denuncia agli enti previdenziali – inclusa la Cassa Edile – assicurativi ed antinfortunistici deve essere presentata prima dell’inizio dei lavori e comunque entro trenta giorni dalla data del verbale di consegna. Si tratta cioè di trasmettere all’ente committente la copia della comunicazione dell’inizio dei lavori usualmente già predisposta per ogni cantiere nei confronti dell’INAIL, nonché di quelle all’uopo predisposte nei confronti dell’INPS e della Cassa Edile indicando l’oggetto dell’appalto e l’ubicazione del cantiere. Tali denunce devono essere presentate tramite l’appaltatore anche da parte del subappaltatore. 4/b Sicurezza (Art. 18, comma 8, L. 55/90; D.Lgs. 494/96; D.Lgs. 528/99; art. 31, L. 109/94 modificata dalla L. 415/98) • Art. 18, 8° c., L. 55/1990: art. 31, c. 1°-bis, L. 109/94 (come modificata ed integrata, da ultimo, dalla L. 415/98); parere C. Stato dd. 11.7.1998: qualora si rientri al di sotto delle soglie indicate dall’art. 3, 3° c., D.Lgs. 494/96 (come modificato dal D.Lgs. 528/99), deve essere predisposto, a cura dell’appaltatore, il piano di sicurezza di cui all’art. 18, 8° c. della L. 55/90, ora definito come piano di sicurezza “sostitutivo” del piano di sicurezza di cui al D.Lgs. 494/96. Il committente dovrà ricevere tale piano, per quanto ora disposto dall’art. 31-bis, L. 109/94, entro 30 giorni dall’aggiudicazione e comunque prima della consegna dei lavori e metterlo a disposizione dell’A.S.L. competente; • Art. 31, c. 1°-bis, L. 109/94 (come modificata ed integrata, da ultimo, dalla L. 415/98): sempre entro 30 giorni dall’aggiudicazione, e comunque prima della consegna dei lavori, l’appaltatore o il concessionario redige e consegna alla stazione appaltante un piano di sicurezza “operativo” da considerarsi come piano complementare di dettaglio del piano di sicurezza.

5) ADEMPIMENTI IN CORSO LAVORI
5/a Trasmissione copia dei versamenti contributivi (Art. 18, comma 7, L. 55/90) L’appaltatore e, suo tramite, le imprese subappaltatrici trasmettono periodicamente all’Amministrazione o ente committente copia dei versamenti contributivi, previdenziali, assicurativi, nonché di quelli dovuti agli organismi paritetici previsti dalla contrattazione collettiva.

220

Allegato 3 - Normativa antimafia

5/b Comunicazione circa la variazione della composizione societaria (Art. 2, D.P.C.M. 187 dell’11.05.1991) Qualora in corso d’opera l’imprese esecutrice dei lavori, costituita sotto forma di società di capitali, abbia subito variazioni nella composizione societaria di entità superiore al 2% rispetto alla comunicazione fornita per la stipula del contratto o di subappalto, tali variazioni dovranno essere comunicate all’Amministrazione appaltante.

6) SUBAPPALTI
(Art. 18, L. 55/90; D.P.C.M. 55 del 10.01.1991 e successive modifiche ed integrazioni) 6/a Richiesta di autorizzazione al subappalto L’affidamento in subappalto o in cottimo di qualsiasi parte dei lavori pubblici compresi nell’appalto è consentito qualora sussistano le seguenti condizioni: 1) che i concorrenti all’atto dell’offerta o l’affidatario, nel caso di varianti in corso d’opera, all’atto dell’affidamento, abbiano indicato i lavori o le parti di opere che intendono subappaltare o concedere in cottimo 2) che l’appaltatore provveda al deposito del contratto di subappalto presso la stazione appaltante almeno venti giorni prima della data di effettivo inizio dell’esecuzione delle relative lavorazioni; 3) che al momento del deposito del contratto di subappalto presso la stazione appaltante l’appaltatore trasmetta altresì la certificazione attestante il possesso da parte del subappaltatore dei requisiti di cui al numero 4) del presente comma; 4) che l’affidatario del subappalto o del cottimo sia in possesso dell’attestazione SOA per categorie e classifiche di importi corrispondenti ai lavori da realizzare in subappalto o in cottimo, ovvero sia in possesso dei corrispondenti requisiti previsti dalla vigente normativa in materia di qualificazione delle imprese di cui all’art. 28 del D.P.R. 34/2000, salvo i casi in cui, secondo la legislazione vigente, è sufficiente per eseguire i lavori pubblici l’iscrizione alla camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura; 5) che non sussista, nel confronti dell’affidatario del subappalto o del cottimo, alcuno dei divieti previsti dall’articolo 10 della legge 31 maggio 1965, n. 575 e successive modificazioni. Alla richiesta di autorizzazione al subappalto, oltre al nulla osta antimafia di cui al precedente punto 5, dovrà essere allegata la dichiarazione di cui al fac-simile n. 2 inerente le eventuali forme di controllo o di collegamento e la dichiarazione di possesso dei requisiti di qualificazione di cui al D.P.R. 34/2000, oppure, a seconda dei casi, il certificato di iscrizione alla Camera di Commercio. 6/b Dichiarazione inerente la sussistenza o meno di eventuali forme di controllo tra la ditta appaltatrice e la subappaltatrice.(D.P .C.M. 187/91) Allegata alla richiesta di autorizzazione al subappalto o cottimo, deve essere presentata una dichiarazione circa la sussistenza o meno di eventuali forme di controllo o di collegamento tra l’impresa appaltatrice e la ditta subappaltatrice. Tale dichiarazione può essere redatta secondo il fac-simile n. 2. 6/c Cartelli di cantiere Nei cartelli esposti all’esterno del cantiere devono essere indicati anche i nominativi di tutte le imprese subappaltatrici, nonché i relativi dati di iscrizione all’Albo Nazionale Costruttori (ora attestazione SOA D.P.R. 34/2000). A tal fine il Ministero dei lavori pubblici ha emanato a circolare 1/6/1990 n. 1729/UL con la quale viene predisposto uno schema di cartello indicativo di cantiere (vedi fac-simile n. 7). La tabella di dimensioni non inferiori a m. 1,00 (larghezza) per m. 2,00 (altezza), dovrà essere collocata in sito ben visibile, indicato dal direttore ei lavori, entro cinque giorni dalla consegna dei lavori stessi. Per le opere con rilevante sviluppo dimensionale, il direttore dei lavori dovrà altresì provvedere affinché venga installato un numero di tabelle adeguato alla estensione del cantiere. 6/d Previsione di bando circa il pagamento diretto al subappaltatore o la trasmissione di copia delle fatture Nel bando di gara l’Amministrazione o ente appaltante deve indicare che provvederà a corrispondere direttamente al subappaltatore o al cottimista l’importo dei lavori dagli stessi eseguiti o, in alternativa, che è fatto obbligo ai soggetti aggiudicatari di trasmettere, entro venti giorni dalla data di ciascun pagamento effettuato nei loro confronti, copia delle fatture quietanzate relative ai pagamenti da essi aggiudicatari via via corrisposti al subappaltatore o cottimista, con l’indicazione delle ritenute di garanzia effettuate. Nel caso di pagamento diretto, i soggetti aggiudicatari comunicano all’Amministrazione o Ente appaltante la parte dei lavori eseguiti dal subappaltatore o dal cottimista, con la specificazione del relativo importo e con proposta motivata di pagamento (comma 3-bis, art. 18, L. 55/90 e successive modificazioni ed integrazioni). 6/e Prezzi previsti dal contratto di subappalto (Art. 18, comma 4, L. 55/90) L’impresa aggiudicataria deve praticare, per i lavori e per le opere affidate in subappalto, gli stessi prezzi unitari risultanti dall’aggiudicazione, con ribasso non superiore al 20%.

221

Prezzario delle opere edili

7) NOLI A CALDO – CONTRATTI DI FORNITURA CON POSA IN OPERA
(Art. 18, comma 12, L. 55/90 e successive modificazioni ed integrazioni) Ai fini della normativa antimafia e relativi adempimenti, i noli a caldo (ovvero i noli di macchinari con l’operaio addetto alla manovra) ed i contratti di fornitura e posa in opera sono equiparati ai subappalti qualora rientrino nelle ipotesi indicate al precedente punto 2/a; in caso contrario, il relativo contratto non è soggetto agli adempimenti previsti per i subappalti. E’ comunque consigliabile la verifica dei requisiti di “non mafiosità” (a seconda dei casi dimostrata con il nulla-osta antimafia riportato nel certificato C.C.I.A.A. o con la “autodichiarazione”), come pure risulta obbligatoria un’apposita segnalazione al committente con la quale si comunica l’intendimento di procedere alla fornitura con posa in opera.

8) NOLI A FREDDO
Ai fini della normativa antimafia e relativi adempimenti, i noli a freddo (ovvero i noli di macchinari senza l’operaio addetto al loro funzionamento) non sono equiparati ai subappalti. Non sono pertanto oggetto di autorizzazione preventiva, né sono vincolati ad alcuna formalità.

9) COTTIMO FIDUCIARIO O DI MOVIMENTO TERRA
Il ricorso all’esecuzione di opere tramite lo strumento del cottimo, così come disciplinato dalle norme per gli appalti pubblici, è vincolato dalle medesime disposizioni antimafia previste per gli appalti pubblici. Si rammenta che lo strumento del cottimo, normalmente non utilizzato dagli enti pubblici, sebbene ancora previsto dalla normativa, non deve essere confuso con la fattispecie individuata dall’art. 13 del contratto di lavoro del settore edile, che disciplina le condizioni cui l’azienda deve attenersi nel caso in cui affidi ai propri dipendenti lavorazioni a cottimo individuale o collettivo. Le fattispecie di cottimo previste dalla normativa sui lavori pubblici, e perciò dalle norme antimafia, sono quelle del cottimo fiduciario (art. 144 D.P.R. 554/99), ove l’ufficio pubblico stipula apposita convenzione con persona idonea di fiducia sia per l’esecuzione di un lavoro, sia per somministrazioni.

222

Allegato 3 - Normativa antimafia

Fac-simile 1

DICHIARAZIONE ALLEGATA ALL’OFFERTA CIRCA I FUTURI SUBAPPALTI
Il sottoscritto ____________________________________________________________________________________________ nato a ________________________________________________ il ______________________________________________ , nella sua qualità di legale rappresentante dell’Impresa __________________________________________________________ , con sede in ____________________________________________ via ______________________________________________ ai sensi dell’articolo 18, comma 3°, n. 1) della L. 55/90, come modificato dall’art. 9, c. 65° e c. 66° della L. 415/98, in merito alla gara d’appalto del ___ / ___ / ___ per l’aggiudicazione dei lavori __________________________________________________ fa presente che intende subappaltare o concedere in cottimo le seguenti opere1 rientranti nei limiti previsti dal 3° comma dell’art. 18 citato: ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ In fede.

________________ ,lì ________________ Timbro dell’impresa o società e Firma del legale rappresentante ________________________________

1

Si rammenta l’opportunità di indicare specificamente le quote di lavori delle varie categorie di cui al bando o capitolato.
223

Prezzario delle opere edili

Fac-simile 2

DICHIARAZIONE CIRCA LA SUSSISTENZA O MENO DI EVENTUALI FORME DI CONTROLLO O COLLEGAMENTO TRA LA DITTA APPALTATRICE E LA SUBAPPALTATRICE
Spett.le Amministrazione ____________________________ ____________________________

Oggetto: Lavori di ________________________________________________________________________________________

Il sottoscritto ____________________________________________________________________________________________ nato a ________________________________________________ il ______________________________________________ , nella sua qualità di legale rappresentante dell’Impresa __________________________________________________________ , con sede in ____________________________________________ via ______________________________________________ appaltatrice dei lavori di __________________________________________________________________________________ in relazione alla richiesta di autorizzazione a stipulare contratto di subappalto con la ditta ______________________________________________________________________________________________________ con sede in ____________________________________________ via ____________________________________________ , ai sensi dell’art. 18 della L. 55/90, come modificata ed integrata, DICHIARA1 che tra le aziende sopra citate (non) sussistono forme di controllo o di collegamento a norma dell’art. 2359 del codice civile.

________________ ,lì ________________ Timbro dell’impresa o società e Firma del legale rappresentante ________________________________

1

N.B.: il legislatore non vieta l’eventuale controllo o collegamento ma vuole semplicemente che, ove sussista, questo venga dichiarato dall’appaltatore.

224

Allegato 3 - Normativa antimafia

Fac-simile 3

DICHIARAZIONE AI SENSI DELL’ART. 5, 1° C., D.P.R. 3 GIUGNO 1998, N. 252
Il sottoscritto ____________________________________________________________________________________________ nato a ________________________________________________ il ______________________________________________ , residente in ____________________________________________ via ____________________________________________ , nella sua qualità di________________________________________________________________________________________ (titolare dell’impresa individuale/socio della società in nome collettivo/socio accomandatario della società in accomandita semplice/amministratore o legale rappresentante o componente del consiglio di amministrazione della società di capitali o della società cooperativa) dell’impresa/società/consorzio/ecc. __________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ con sede in __________________________________________ via ______________________________________________, numero di iscrizione nel registro delle imprese (ed eventuali altri dati C.C.I.A.A.) ______________________________________ DICHIARA in conformità a quanto previsto dall’art. 5, l° c., D.P.R. 3 giugno 1998, n. 252, che non sussistono, nei propri confronti e nei confronti della società sopra citata, le cause di divieto, decadenza o sospensione di cui all’art. 10 della L. 31 maggio 1965, n. 575.

________________ ,lì ________________ Il dichiarante ________________________________

225

Prezzario delle opere edili

Fac-simile 4

MODELLO DI RICHIESTA DELLE INFORMAZIONI ANTIMAFIA - all. 1
(allegato alla circolare del Ministero dell’Interno del 18.12.1998)

Prot. n. ______________________

Data ____________________________

ALLA PREFETTURA DI ____________________________________ (sigla provincia______) e per conoscenza A: __________________________________________________1 (sigla provincia______)

OGGETTO: Richiesta di informazioni antimafia, ai sensi del D.Lgs 7 agosto 1994, n. 490 e del D.P.R. 3 giugno 1998, n. 252. Denominazione dell’impresa, società, A.T.I. o consorzio interessati: __________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ sede: via/piazza __________________________________________________________________________________________ C.A.P.________________________ Città ____________________________________________ Prov.____________________ Si allega (alternativamente, contrassegnando la parte corrispondente): certificato di iscrizione nel registro delle imprese presso la Camera di commercio __________________________ ,dichiarazione sostitutiva o integrativa del certificato camerale ____________________________________________ .

Oggetto del: contratto subcontratto concessione di O.P. o concessione di agev. fin.2 ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________3 Valore presunto in euro ____________________________________________________________________________________ ovvero: valore pari o superiore agli importi di cui all’art. 10 del D.P.R. 252/98 ________________________________________ Il dichiarante ________________________________

All’Amministrazione interessata, nel caso di richiesta presentata direttamente dai soggetti privati interessati. Specificare contrassegnando il quadrato corrispondente. 3 È sufficiente indicare la normativa di riferimento. 4 Timbro e firma in caratteri leggibili, precisando la qualità del firmatario ed esibendo, nel caso, la delega e copia della stessa per gli atti della Prefettura.
1 2

226

Allegato 3 - Normativa antimafia

Fac-simile 5 (Da utilizzarsi solo nel caso di società di capitali; non se impresa individuale)

COMUNICAZIONE CIRCA LA COMPOSIZIONE AZIONARIA DELLA SOCIETÀ IN BASE AL DPCM 187/91
Spett.le Amministrazione ____________________________ ____________________________ Oggetto: Lavori di ________________________________________________________________________________________ Comunicazione ai sensi del DPCM 11 maggio 1991, n. 187. In ottemperanza a quanto disposto dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 11 maggio 1991, n. 187, la scrivente società, sulla base delle risultanze del libro dei soci e degli ulteriori dati a propria disposizione DICHIARA - che la composizione societaria è la seguente: TITOLARE1 ____________________________ ____________________________ ____________________________ N° AZIONI o QUOTE ______________________________ ______________________________ ______________________________ % DEL CAPITALE SOCIALE ______________________________ ______________________________ ______________________________

- che, con riguardo alle azioni “con diritto di voto” o alle quote, sussistono i seguenti diritti reali di godimento e/o di garanzia OPPURE - che non sussistono diritti reali di godimento e/o di garanzia sulle azioni “con diritto di voto” o sulle quote - che i soggetti muniti di procura irrevocabile che hanno esercitato il voto nelle assemblee societarie nell’ultimo anno, o che ne hanno comunque diritto, sono: ____________________________________________________________________________ OPPURE - che non vi sono soggetti muniti di procura irrevocabile che hanno esercitato il voto nelle assemblee societarie nell’ultimo anno o che, comunque, ne hanno diritto - che, a seguito di verifica, non risultano sussistere partecipazioni al capitale della scrivente società detenute in via fiduciaria.

Timbro e firma ________________________________

2

Per le persone fisiche indicare: a) cognome e nome b) luogo e data di nascita c) residenza d) codice fiscale

Per le società indicare: a) denominazione b) dati di iscrizione al Reg.imprese e dati C.C.I.A.A. c) sede legale d) partita IVA
227

Prezzario delle opere edili

Fac-simile 6

MODELLO G.A.P.
(Art.2 legge del 12.10.1982 n. 726 e legge del 30.12.1991 n. 410)

|_|_|_|_|_|_|
Ufficio Segnalante*

|_|_|_|_|_|
Nr. Ordine Appalto*

|_|_|
Lotto/Stralcio*

|_|_|_|_|
Anno*

ENTE APPALTANTE

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Partita IVA*

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Ragione Sociale*

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Comune* APPALTO Oggetto*:

|_|_|
Prov.*

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_| |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_| |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_| |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|

Località:

Tipo Gara*

Appalto Concorso Gara Interna

Asta Pubblica Gara ufficiosa

Concessione Licitazione privata

Cottimo Fiduciario Trattativa privata Tipo Divisa*: Lira Altro Euro

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|,|_|_| |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|,|_|_|
Importo a base d’asta* Importo di aggiudicazione*

|_|_|_|_|_|_|
Nr.Repertorio

|_|_ |/ |_|_| / |_|_|_|_|
Data Stipula

|_|_| / |_|_| / |_|_|_|_|
Data Inizio Lavori

|_|_| / |_|_| / |_|_|_|_|
Data Fine Lavori

|_|_|_|_|
Nr.Imprese invitate

|_|_|_|_|
Nr.Imprese partecipanti ALTRI ELEMENTI DEL CONTRATTO

|_|_| / |_|_| / |_|_|_|_|
Data firma Impresa Aggiudicataria*

|_|_|
Sigla Provincia Prefettura*

|_|_| / |_|_| / |_|_|_|_|
Data firma Ente Appaltante*

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Nr. Protocollo*

|_|_| / |_|_| / |_|_|_|_|
Data Protocollo*

|_|_|
Nr. Fogli del presente modulo*

N.B. 1. Il modulo dovrà essere compilato in stampatello e con penna nera o blu. 2. * Le scritte contrassegnate dall’asterisco sono obbligatorie.
228

Allegato 3 - Normativa antimafia

MODELLO G.A.P.
(Art.2 legge del 12.10.1982 n. 726 e legge del 30.12.1991 n. 410)

|_|_|_|_|_|
Nr. Ordine Appalto*

|_|_|
Lotto/Stralcio* IMPRESA AGGIUDICATARIA

|_|_|_|_|
Anno*

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Partita IVA*

Nr.*|_|_|

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Ragione Sociale*

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Luogo* (Immettere il Comune italiano o lo Stato estero dove ha sede l’impresa) Sede Legale*

|_|_|
Prov*

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_| Cap/Zip: |_|_|_|_|_|_|_|_| |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_| Codice Attività*: |_|_|_|_|_| Tipo d’Impresa*: Singola Consorzio Raggr. Temporaneo Imprese |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|,|_|_| |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|,|_|_| Tipo Divisa(*): Lira Euro
Volume Affari Capitale Sociale

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_| , |_|_|
Importo Parziale d’Asta CARICA SOCIALE

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Tipo carica* Cognome(*)

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Codice Fiscale*

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_| |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Nome* Luogo di Nascita* (Immettere il Comune italiano o lo Stato estero di nascita)

|_|
Sesso* Prov.*

|_|_| / |_|_| / |_|_|_|_|
Data di Nascita*

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_| |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Luogo di Residenza* (Immettere il Comune italiano o lo Stato estero di residenza) Prov.*

|_|_| |_|_| |_|_|_|_|_|_|_|_|
CAP/ZIP:

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Indirizzo*

N.B. 1. Il modulo dovrà essere compilato in stampatello e con penna nera o blu. 2. * Le scritte contrassegnate dall’asterisco sono obbligatorie.

229

Prezzario delle opere edili

MODELLO G.A.P.
(Art.2 legge del 12.10.1982 n. 726 e legge del 30.12.1991 n. 410)

|_|_|_|_|_|
Nr. Ordine Appalto*

|_|_|
Lotto/Stralcio* IMPRESA AGGIUDICATARIA CARICA SOCIALE Nr.

|_|_|_|_|
Anno*

|_|_|

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Tipo carica* Cognome(*)

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Codice Fiscale*

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_| |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Nome* Luogo di Nascita* (Immettere il Comune italiano o lo Stato estero di nascita)

|_|
Sesso*

|_|_| / |_|_| / |_|_|_|_|
Data di Nascita*

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_| |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Luogo di Residenza* (Immettere il Comune italiano o lo Stato estero di residenza)

|_|_|
Prov.*

|_|_|
Prov.*

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Indirizzo* CARICA SOCIALE

|_|_|_|_|_|_|_|_|
CAP/ZIP:

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Tipo carica* Cognome(*)

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Codice Fiscale*

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_| |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Nome* Luogo di Nascita* (Immettere il Comune italiano o lo Stato estero di nascita)

|_|
Sesso*

|_|_| / |_|_| / |_|_|_|_|
Data di Nascita*

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_| |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Luogo di Residenza* (Immettere il Comune italiano o lo Stato estero di residenza)

|_|_|
Prov.*

|_|_|
Prov.*

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Indirizzo*

|_|_|_|_|_|_|_|_|
CAP/ZIP:

N.B. 1. Il modulo dovrà essere compilato in stampatello e con penna nera o blu. 2. * Le scritte contrassegnate dall’asterisco sono obbligatorie.

230

Allegato 3 - Normativa antimafia

MODELLO G.A.P.
(Art.2 legge del 12.10.1982 n. 726 e legge del 30.12.1991 n. 410)

|_|_|_|_|_|
Nr. Ordine Appalto*

|_|_|
Lotto/Stralcio* IMPRESA PARTECIPANTE

|_|_|_|_|
Anno*

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Partita IVA*

Nr.*|_|_|

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Ragione Sociale*

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Luogo* (Immettere il Comune italiano o lo Stato estero dove ha sede l’impresa) Sede Legale*

|_|_|
Prov*

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_| Cap/Zip: |_|_|_|_|_|_|_|_| |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_| Codice Attività*: |_|_|_|_|_| Tipo d’Impresa*: Singola Consorzio Raggr. Temporaneo Imprese |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|,|_|_| |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|,|_|_| Tipo Divisa(*): Lira Euro
Volume Affari Capitale Sociale IMPRESA PARTECIPANTE

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Partita IVA*

Nr.*|_|_|

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Ragione Sociale*

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Luogo* (Immettere il Comune italiano o lo Stato estero dove ha sede l’impresa) Sede Legale*

|_|_|
Prov*

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_| Cap/Zip: |_|_|_|_|_|_|_|_| |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_| Codice Attività*: |_|_|_|_|_| Tipo d’Impresa*: Singola Consorzio Raggr. Temporaneo Imprese |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|,|_|_| |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|,|_|_| Tipo Divisa(*): Lira Euro
Volume Affari Capitale Sociale

N.B. 1. Il modulo dovrà essere compilato in stampatello e con penna nera o blu. 2. * Le scritte contrassegnate dall’asterisco sono obbligatorie.
231

Prezzario delle opere edili

MODELLO G.A.P.
(Art.2 legge del 12.10.1982 n. 726 e legge del 30.12.1991 n. 410)

|_|_|_|_|_|
Nr. Ordine Appalto*

|_|_|
Lotto/Stralcio* IMPRESA APPALTATRICE

|_|_|_|_|
Anno*

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Partita IVA*

Nr.*|_|_|

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Ragione Sociale* SUBAPPALTO Oggetto*

Importo: Estremi:

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_| |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_| |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_| |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_| , |_|_| |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_| |_|_| |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_| |_|_|
MPRESA SUBAPPALTATRICE

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Partita IVA*

Nr.*|_|_|

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Ragione Sociale*

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Luogo* (Immettere il Comune italiano o lo Stato estero dove ha sede l’impresa) Sede Legale*

|_|_|
Prov*

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_| Cap/Zip: |_|_|_|_|_|_|_|_| |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_| |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|,|_|_| |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|,|_|_| Tipo Divisa(*): Lira Euro
Capitale Sociale Sigla Provincia Prefettura* |_|_|

Volume Affari Codice Attività*: |_|_|_|_|_|

|_|_| / |_|_| / |_|_|_|_| |_|_| / |_|_| / |_|_|_|_|
Data Firma Impresa Subapp.* Data Firma Impresa appaltatrice*

|_|_| / |_|_| / |_|_|_|_|
Data Firma Ente Appaltante*

|_|_| / |_|_| / |_|_|_|_|
Data Firma Prefettura*

N.B. 1. Il modulo dovrà essere compilato in stampatello e con penna nera o blu. 2. * Le scritte contrassegnate dall’asterisco sono obbligatorie.
232

Allegato 3 - Normativa antimafia

MODELLO G.A.P.
(Art.2 legge del 12.10.1982 n. 726 e legge del 30.12.1991 n. 410)

|_|_|_|_|_|
Nr. Ordine Appalto*

|_|_|
Lotto/Stralcio* IMPRESA SUBAPPALTATRICE CARICA SOCIALE Nr.

|_|_|_|_|
Anno*

|_|_|

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Tipo carica* Cognome(*)

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Codice Fiscale*

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_| |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Nome* Luogo di Nascita* (Immettere il Comune italiano o lo Stato estero di nascita)

|_|
Sesso*

|_|_| / |_|_| / |_|_|_|_|
Data di Nascita*

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_| |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Luogo di Residenza* (Immettere il Comune italiano o lo Stato estero di residenza)

|_|_|
Prov.*

|_|_|
Prov.*

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Indirizzo* CARICA SOCIALE

|_|_|_|_|_|_|_|_|
CAP/ZIP:

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Tipo carica* Cognome(*)

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Codice Fiscale*

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_| |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Nome* Luogo di Nascita* (Immettere il Comune italiano o lo Stato estero di nascita)

|_|
Sesso*

|_|_| / |_|_| / |_|_|_|_|
Data di Nascita*

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_| |_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Luogo di Residenza* (Immettere il Comune italiano o lo Stato estero di residenza)

|_|_|
Prov.*

|_|_|
Prov.*

|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Indirizzo*

|_|_|_|_|_|_|_|_|
CAP/ZIP:

N.B. 1. Il modulo dovrà essere compilato in stampatello e con penna nera o blu. 2. * Le scritte contrassegnate dall’asterisco sono obbligatorie.

233

Prezzario delle opere edili

NOTE PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO CARTACEO G.A.P.
Informazioni di testata Ufficio Segnalante: tale campo sarà riservato alla Prefettura, che troverà il proprio codice identificativo preimpostato. Nr. ordine Appalto inserire il campo per intero completando con 0 (Ad es. per Nr. ordine appalto P23 inserire 00P23). Lotto/Stralcio indica il lotto contrattuale della Gara d’Appalto (immettere 00 per gara con unico lotto). Altri elementi del contratto La Sigla Provincia Prefettura, il Num. Protocollo e la Data Protocollo sono campi riservati alla Prefettura. Impresa Aggiudicataria È l’Impresa che si è aggiudicata la Gara d’Appalto: • se si è presentata singolarmente, inserire i dati relativi all’Impresa stessa; indicare “Singola” come Tipo Impresa; l’Importo parziale d’asta deve essere uguale all’Importo di aggiudicazione; • se è un Consorzio, inserire solo i dati relativi al Consorzio e non inserire i dati relativi alle singole Imprese che costituiscono il Consorzio; come Tipo Impresa indicare “Consorzio”; l’Importo parziale d’asta deve essere uguale all’Importo di aggiudicazione; • se è un Raggruppamento Temporaneo di Imprese, inserire i dati relativi a ciascuna Impresa del Raggruppamento; come Tipo Impresa indicare “Raggr. Temporaneo Imprese”, l’Importo parziale d’asta deve essere quello relativo a ciascuna Impresa. Stato/Comune indicare lo Stato per le imprese che hanno sede all’estero e il Comune per le imprese che hanno sede in Italia. CAP/ZIP se il luogo è in territorio italiano identifica il codice di avviamento postale del luogo; se il luogo è in territorio estero identifica lo Zip-code. Codice Attività deve essere conforme ai valori della Classificazione delle Attività economiche anno 1991 edito dall’I.S.T.A.T.. Tipo Impresa: se l’Impresa si è presentata singolarmente, indicare ‘Singola’ se l’Impresa è un Consorzio, indicare “Consorzio” se l’Impresa fa parte di un Raggruppamento Temporaneo di Imprese, indicare “Raggr. Temporaneo Imprese” Importo parziale d’asta se il Tipo Impresa è ‘Singola’ o ‘Consorzio’ deve essere uguale all’Importo di aggiudicazione, altrimenti indica l’importo d’asta con cui si è presentata l’Impresa. Carica Sociale Tipo Carica identifica la descrizione della Carica Sociale della Persona Fisica (Le Cariche Sociali attualmente considerate sono: Consigliere, Presidente, Socio, Titolare, Legale Rappresentante, Amministratore Delegato, Procuratore Legale, Altre Cariche Sociali). Luogo Nascita indicare lo Stato per i nati all’estero e il Comune per i nati in Italia. Luogo Residenza indicare lo Stato per i residenti all’estero e il Comune per i residenti in Italia. CAP/ZIP se il luogo è in territorio italiano identifica il codice di avviamento postale del luogo, se il luogo è in territorio estero identifica lo Zip-code. Impresa Partecipante È un’Impresa che ha partecipato alla Gara d’Appalto, ma non è aggiudicataria: • se si è presentata singolarmente, inserire i dati relativi all’Impresa stessa; indicare “Singola” come Tipo Impresa; • se è un Consorzio, inserire solo i dati relativi al Consorzio e non inserire i dati relativi alle singole Imprese che costituiscono il Consorzio; come Tipo Impresa indicare “Consorzio”; • se è un Raggruppamento Temporaneo di Imprese, inserire i dati relativi a ciascuna Impresa del Raggruppamento; come Tipo Impresa indicare ‘Raggr. Temporaneo Imprese’. Stato/Comune indicare lo Stato per le imprese che hanno sede all’estero e il Comune per le imprese che hanno sede in Italia. CAP/ZIP se il luogo è in territorio italiano identifica il codice di avviamento postale del luogo; se il luogo è in territorio estero identifica lo Zip-code. Codice Attività deve essere conforme ai valori dell’Anagrafe Tributaria. Tipo Impresa: se l’Impresa si è presentata singolarmente, indicare “Singola” se l’Impresa è un Consorzio, indicare ‘Consorzio’ se l’Impresa fa parte di un Raggruppamento Temporaneo di Imprese, indicare “Raggr. Temporaneo Imprese”. Per la gestione dei dati riportati sul precedente modello dati, si ricorda che il sistema provvederà a riconoscere i dati “vecchi” attraverso l’esame dell’anno gara, per GAP precedenti all’1/1/2000 saranno obbligatorie solo la Partita Iva, Ragione Sociale e Sede Legale. Subappalto Estremi indica gli estremi dell’autorizzazione al subappalto. Impresa Subappaltatrice Stato/Comune indicare lo Stato per le imprese che hanno sede all’estero e il Comune per le imprese che hanno sede in Italia. CAP/ZIP se il luogo è in territorio italiano identifica il codice di avviamento postale del luogo; se il luogo è in territorio estero identifica lo Zip-code. Codice Attività deve essere conforme ai valori dell’Anagrafe Tributaria.

234

Allegato 3 - Normativa antimafia

Fac-simile 7

SCHEMA DI CARTELLO DI CANTIERE
Amministrazione centrale __________________________________________________________________________________ Ufficio competente ______________________________________________________________________________________ Titolo generale dell’opera __________________________________________________________________________________ Immagini e/o grafici illustrativi dell’opera (quando tecnicamente possibile); Titolo del lavoro in appalto ________________________________________________________________________________ Immagini e/o grafici illustrativi dell’opera in appalto (quando tecnicamente possibile); Estremi della legge o del piano ______________________________________________________________________________ Concessionario dell’opera __________________________________________________________________________________ Impresa/e esecutrice/i (compresi i dati di qualificazione per categorie ed importi oppure di iscrizione alla C.C.I.A.A) __________ ______________________________________________________________________________________________________ Importo complessivo dei lavori ______________________________________________________________________________ Data di consegna dei lavori ________________________________________________________________________________ Data contrattuale di ultimazione dei lavori ____________________________________________________________________ Progettista ______________________________________________________________________________________________ Assistente tecnico ________________________________________________________________________________________ Direttore del cantiere Direttore dei lavori ____________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________ ____________________________________________________________ ________________________________________________________ ______________

Ingegnere capo __________________________________________________________________________________________ Coordinatore per la progettazione ex D.Lgs. 494/96 Coordinatore per l’esecuzione dei lavori ex D.Lgs. 494/96

Subaffidatario/i (compresi i dati di qualificazione per categorie ed importi oppure di iscrizione alla C.C.I.A.A.)

Spazio per aggiornamento dei dati o per comunicazioni al pubblico: ________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________________________

Nota: Ulteriori informazioni sull’opera possono essere assunte presso l’Ufficio competente (specificare per esteso anche con l’indirizzo della sede).

235

Indice

INDICE
PREFAZIONE INTRODUZIONE AVVERTENZE SULL’USO DEL PRESENTE PREZZARIO Capitolo 1°: NOLEGGI A) B) B.1) B.2) MANO D'OPERA NOLEGGI MEZZI MECCANICI ATTREZZATURE pag. pag. pag. pag. 11 11 11 12 pag. pag. pag. 3 5 7

Capitolo 2° : OPERE COMPIUTE C ) OPERE EDILI COMPIUTE C.1) DEMOLIZIONI-RIMOZIONI-PUNTELLAZIONI C.2) SCAVI E MOVIMENTI DI MATERIE INERTI C.3) CALCESTRUZZI E CASSERI C.4) FERRO PER CEMENTI ARMATI E OPERE DA FABBRO C.5) RIEMPIMENTI-CALDANE-MASSETTI C.6) ISOLANTI-IMPERMEABILIZZANTI C.7) MURATURE-CARTONGESSO-TRAMEZZE-VETROCEMENTO C.8) SOLAI E COPERTURE C.9) CONTROSOFFITTI C.10) OPERE DA LATTONIERE C.11) MARMI ED INTONACI C.12) SISTEMAZIONI ESTERNE C.13) SOTTOFONDI-PAVIMENTI-RIVESTIMENTI-BATTISCOPA C.14) TUBAZIONI-CANNE-POZZETTI-DEPURATORI C.15) ASSISTENZE MURARIE C.16) IMPIANTO IDROSANITARIO-RISCALDAMENTO C.17) SERRAMENTI METALLICI-LEGNO C.18) IMPIANTO ELETTRICO C.19) RASATURE-PITTURE-CAPPOTTI C.20) IMPIANTO ELEVATORE D ) ELENCO DEGLI ONERI TIPO DELLA SICUREZZA D.1) ATTREZZATURA D.2) DELIMITAZIONI D.3) DISPOSITIVI DI PROTEZIONE COLLETTIVA D.4) IMPIANTI ELETTRICI D.5) LOGISTICA DI CANTIERE D.6) NOLEGGI D.7) SEGNALETICA E CARTELLONISTICA Capitolo 3° : METODI DI MISURAZIONE E DI VALUTAZIONE DEI LAVORI E ) METODI DI MISURAZIONE E.1) DEMOLIZIONI-RIMOZIONI-PUNTELLAZIONI E.2) SCAVI E MOVIMENTI DI MATERIE INERTI E.3) CALCESTRUZZI E CASSERI E.4) FERRO PER CEMENTI ARMATI E OPERE DA FABBRO E.5) RIEMPIMENTI-CALDANE-MASSETTI E.6) ISOLANTI-IMPERMEABILIZZANTI E.7) MURATURE-CARTONGESSO-TRAMEZZE-VETROCEMENTO E.8) SOLAI E COPERTURE E.9) CONTROSOFFITTI E.10) OPERE DA LATTONIERE E.11) MARMI ED INTONACI E.12) SISTEMAZIONI ESTERNE E.13) SOTTOFONDI-PAVIMENTI-RIVESTIMENTI-BATTISCOPA E.14) TUBAZIONI-CANNE-POZZETTI-DEPURATORI E.15) SERRAMENTI METALLICI-LEGNO E.16) RASATURE-PITTURE-CAPPOTTI pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. 15 15 29 32 37 39 41 48 53 58 60 63 65 68 70 76 76 81 85 88 93 94 94 95 96 97 97 97

pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag.. pag. pag. pag. pag. pag.

101 102 102 102 103 103 103 103 104 104 104 104 105 105 105 106

237

Indice allegati

INDICE ALLEGATI
ALLEGATO 1: Schede di analisi dei prezzi pag. 107

ALLEGATO 2: Regole da osservare e documentazione da predisporre e tenere in cantiere quando si inizia un’opera Modello 1: Comunicazione dell'impresa appaltatrice di assunzioni di nuovo lavoro pubblico Modello 2: Richiesta di autorizzazione per l'installazione della gru Modello 3: Denuncia di avvenuta installazione, per la prima volta, della gru (CE) Modello 4: Domanda per il rilascio dell’autorizzazione all’installazione di cantieri edili temporanei, in luogo pubblico o aperto al pubblico, qualora comportino l’utilizzo d’impianti rumorosi Modello 5: Valutazione del rischio rumore Modello 6: Comunicazioni installazione apparecchio sollevamento Modello 7: Richiesta di occupazione temporanea di suolo pubblico Modello 8: Schema piano operativo di sicurezza per un’opera edile Modello 9: Richiesta di segnalazione ubicazione cavidotti e tubazioni Modello 10: Scheda di verifica dei ponteggi metallici. Modello 11: Richiesta di autorizzazione alla circolazione di automezzi Modello 12: Dichiarazione di conformità impianto elettrico

pag. pag. pag. pag.

145 147 149 150

pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag.

151 152 159 160 161 206 207 208 209

ALLEGATO 3: La normativa antimafia negli appalti pubblici. 1) Richiesta di invito a partecipare alla gara 2) Partecipazione alla gara 3) Stipula del contratto 4) Inizio di lavori 5) Adempimenti in corso lavori 6) Subappalti 7) Noli a caldo 8) Noli a freddo 9) Cottimo fiduciario MODULISTICA (fac-simile 1) Dichiarazione allegata all'offerta circa i futuri subappalti (fac-simile 2) Dichiarazione di sussistenza o meno di forme di controllo o collegamento tra la ditta appaltatrice e la subappaltatrice (fac-simile 3) Dichiarazione art. 5 del D.P.R. 252/98 (fac-simile 4) Richiesta informazioni antimafia (fac-simile 5) Comunicazione della composizione azionaria della società in base al DPCM 187/91 (fac-simile 6) Modello GAP (fac-simile 7) Schema di cartello di cantiere

pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag.

213 219 219 219 220 220 221 222 222 222

pag. pag. pag. pag. pag. pag. pag.

223 224 225 226 227 228 235

239

Stampa SA.GE.PRINT SpA/PN

2002

Azienda Speciale Camera di Commercio I.A.A. 33170 Pordenone Corso Vittorio Emanuele, 56 Tel. 0434.21964 Fax 0434.522652 E-mail: centro@info.pn.camcom.it www.pn.camcom.it

Prezzario

delle Opere Edili della Provincia di Pordenone

Prezzario delle Opere Edili della Provincia di Pordenone