PARMIARE CON...

Installare pannelli solari per la produ­
zione di acqua calda sanitaria e per il ri­
scaldamento comporta già un notevole
risparmio energetico, che però può essere
ulteriormente incrementato. Come? Sce­
gliendo soluzioni efficienti, economiche
e di rapida installazione, che coniugano
comfort e riduzione dei consumi. Infatti,
riscaldamento (60%) e acqua calda (24%)
rappresentano 1'84% dei consumi di
energia di un'abitazione. Si pensi, però,
che abbassando la temperatura ambiente
di un solo grado si risparmia circa il 10%
di energia. Una gestione più efficiente e
rispettosa dell' ambiente contribuirà quindi
a preservare le risorse naturali e a miglio­
rare la qualità della vita, mentre le bollette
saranno più "leggere".
CENfRALINE CLIMATICHE
OTERMOREGOLAZIONE MULTIZONA?
Tra i sistemi più avanzati, segnaliamo le
centraline climatiche che permettono di
gestire e controllare, comodamente dal sa­
lotto, tutti gli impianti: riscaldamento, pro­
duzione di acqua calda e solare per ridurre
in automatico gli interventi della caldaia
a integrazione del sistema solare termico.
Una valida soluzione per gestire con fles­
sibilità il riscaldamento invernale e l'even­
SOLARE :. w :>iL
tuale climatizzazione estiva, è la termo­
regolazione multizona che permette di
raggiungere il 30% di risparmio energeti­
co. Indicata soprattutto per appartamenti,
ville e villette, piccolo terziario, offre sem­
pre la temperatura ideale nelle zone o nei
diversi ambienti di casa. Il funzionamento
è semplice: la gestione multizona rileva la
temperatura in ogni ambiente tramite son­
de locali che, attraverso una centrale, agi­
scono sulle valvole di intercettazione degli
elementi (caloriferi, fan coil, pavimenti
radianti).
QUALI VANTAGGI?
Le centraline offrono il vantaggio che
tramite un solo apparecchio si gestisce la
temperatura di più zone climatiche, oltre
alla possibilità di escludere gli ambienti
inutilizzati. Inoltre, vi sono modelli da in­
stallare con o senza cablaggio.
In alternativa, si possono predisporre cro­
notermostati in ogni zona che si desidera
controllare. Questi dispositivi, che combi­
nano le funzioni di un orologio a quelle
di un termostato, permettono di program­
mare la temperatura più adatta nelle varie
ore della giornata e della settimana. Quelli
digitali, più attuali, si comportano come
piccole centrali e possono offrire anche
diverse funzioni 'intelligenti' aggiuntive:
gestiorie da remoto già integrata nell'ap­
parecchio o da attuare con il collegamento
a un attivatore telefonico, programmi per­
sonalizzabili, anticipo automatico dell'ac­
censione per ottenere la temperatura desi­
derata all'orario prescelto, e altro ancora.
Differenziando la temperatura nei vari
locali, per esempio quella del soggiorno
e della camera da letto, e secondo il mo­
mento della giornata in cui la si occupa
(giorno, notte), si ottiene un risparmio
energetico ed economico consistente ri­
spetto ai consumi tradizionali. Se il sole
riscalda naturalmente alcune zone della
casa, la termoregolazione ristabilisce la
giusta temperatura. Al benessere di una
climatizzazione più sana si unisce il van­
taggio di un risparmio che ripaga l'im­
pianto in pochi anni. Niente più sprechi
d'energia, poiché si può anche spegnere
la climatizzazione negli ambienti che non
sono utilizzati. Semplice la gestione dei
comandi, tramite display touch screen
o tasti di navigazione che visualizzano
menu a icone del tutto simili a quelli dei
telefoni cellulari.
Le caldaie a condensazione sono le più
innovative ed ecologiche attualmente di­
sponibili, poiché grazie all'impiego di
questa tecnologia riescono ad ottenere
rendimenti molto elevati . Scendiamo nel
dettaglio, vediamo bene di cosa si tratta: la
tecnologia della condensazione consente
il recupero del calore latente presente nel
vapore dei fumi che si sprigiona durante
la combustione del gas che, nei model­
li tradizionali , viene disperso nella can­
na fumaria. Per condensare il vapore dei
fumi, le caldaie a condensazione sfrutta­
no la temperatura dell'acqua di ritorno
dall'impianto termico, più fredda rispetto
alla temperatura dell'acqua di mandata.
I fumi, prima di essere espulsi all'ester­
no, vengono fatti passare in uno speciale
scambiatore - condensatore che permette
di sottrarre, tramite condensazione, il ca­
lore latente del vapore acqueo all'acqua
del circuito. In questo modo la tempera­
tura dei fumi in uscita è piuttosto bassa, in
genere 40-S0°C.
I VANTAGGI: CONSUIVII RIDOTTI
E BASSE EMISSIONI
Le caldaie che utilizzano la tecnologia
della condensazione sono modelli che
permettono di risparmiare, poiché consu­
mano meno gas, inoltre hanno rendimen­
ti molto elevati, fino a un massimo del
109% circa. Le caldaie tradizionali hanno
invece rendimenti che si aggirano intorno
al 90-93% circa.
• Altro vantaggio è una bassissima emis­
sione di particelle inquinanti, infatti, in
genere le caldaie a condensazione sono in
classe 5 secondo le norme europee UNI
EN 483 e 677, dove 5 è il valore migliore.
• Le minime emissioni di ossido di azoto
(NOx) e monossido di carbonio (CO) sono
La soluzione più tradizionale consiste
nell'abbinamento della caldaia con l'impianto a
radiatori, peròla caldaia acondensazione è
particolarmente efficace in abbinamento con un
impianto apavimento radiante. Questo perchéla
temperatura dell'acqua che circola nell'impianto a
pavimento è molto bassa, in media 30-35°C, e la
bassa temperatura di ritorno dell'acqua permette
ai fumidi raffreddarsi molto, fino acondensare in
modo cospicuo.
Per aumentare ancora di più il risparmio e il
rispetto dell'ambiente, la caldaia si può abbinare
aun sistema solare termico. Diversi modelli di
Caldaie presenti sul mercato sono dotate di una
seri edi dispositivi per l'integrazione, oppure è
possibile aggiungerli.
Diversi sono j dispositivi di alto contenuto
tecnologico che permettono di nsparmlare,
aumentare l'efficienza ela sicurezza.
Vediamo i PiÙ Importanti.
l'accensione elettronica a ionizzazione
di fiamma mette in funzione la caldaia QuandO
la SCintilla prodotta dalla centralina elettronica del
generatore accende la fiamma. In questo modo
c'èla fiamma pilota sempre accesa, con minore
consumo energetico, Inoltre un elettrodo, all'interno
della fiamma, blocca la fuoriuscita del gas nel caso
In CUI qUesta dovesse spegnersi per cattiva
combustione.
La modulazione di potenza è data da un
sistema elettrOniCo. cheadatta la portata del gas
In base al reale fabbisogno di potenza richiesto
dall'impianto, owero da quanto calore o ___________________
merito anche del bruciatore premiscelato,
in cui la combustione è controllata: infatti,
al gas viene aggiunga l'aria in basse quan­
tità, strettamente necessarie, in modo da
non averne in eccesso e non produrre fumi
tossici.
CHE COSA SONO I MODELLI
COMBINATI?
Le caldaie a condensazione possono essere
utili per il solo riscaldamento oppure esse­
re di tipo combinato. In questo caso oltre a
riscaldare, la caldaia permette di disporre
di acqua calda di tipo sanitario, utile per
l' igiene personale, dei cibi e della casa.
Una caldaia di tipo combinato può esse­
re di tipo istantaneo o con accumulo, in
relazione al modo in cui viene prodotta
acqua calda.
• Con la caldaia istantanea l'acqua calda
è disponibile in modo rapido, poiché ini­
zia a scaldarsi all'apertura del rubinetto,
quindi è necessario aspettare prima che si
scaldi con tempi di attesa variabili, anche
in base alla distanza tra caldaia e punto di
richiesta.
_
--====
calda si desidera. La potenza massima della caldata
deve essere adeguata alle dimensioni eaUa
cubatura dell'abitazione; 35 kW è il limite di legge
per l'uso domestico.
Il controllo di fiamma a ionizzazione consta
di un elettrodo, posto all'interno della "amma, ctie
blocca la fuoriUSCita del gas nel caso In cui questa
.dovesse mancare a causa della cattiva combushM.I>
odi scarsa pulizia.
Il sistema di autodiagnosi segnala eventuali
guasti eanomalie, prevenendo gli incide,*e
riducendo j tempi di intervento tecnico, Consiste
In segnaR o spie luminose che si accendono
cruscotto dei c{)mandi, oppur-e in codiCI di errore
che si visualizzanosul display,
• La caldaia ad accumulo ha un bol1iro­
re all'interno, isolato tennicamente. che
contiene una riserva d' acqua calda sempre
pronta all'utilizzo, quindi appena sen'e
l'acqua calda, questa è subi to disponibile_
È utile soprattutto nel caso :..n cui si voglia­
no avere due prelievi d' acqua simulrane:' ,
oppure se si dispone di una vasca idro­
massaggio o cabina doccia multifunzJOne_
Più è grande l'accumulo d' acC!ua e ;roag­
giori saranno le dimensioni deUa calèaia..
Alcune caldaie sono dota:e di
accumulo da 3-6 litri, che )Of?e!".5z-e _ TL-.
richiesta di acqua calda imm"..: I.:rè2. e
erogano con produzione bLar.c.ar"i
MURALI O A BASAMENTO
Le caldaie murali si instzUa::::o
e, spesso, hanno dimensioni
contenute che permettono di colloc..:.rl c
anche all'interno dei pensili deHa
na. I modelli a basamento accolgm.':(l
la struttura anche un bollitore che ba .;:a­
pacità di circa 80 - 200 litri. Il
vantaggio è l'abbondante produzione
acqua calda sanitaria, mentre lo svam,é;g­
gio è dato dal maggiore ingombro rispno
a una caldaia murale.
Oltre ai tradizi onai
bollitori a serpemillo
che scaldano 13c­
qua con la res isrer: ­
za, sono disponiblli
modelli a stratifica­
zione, che consento­
no di avere l'acqua
immediatamente
calda, poiché viene
preriscaldata in uno
scambiato re di calo­
re supplementare che
permette il prelievo
istantaneo di acqua
calda.
..;

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful