You are on page 1of 14

La volonta’ di Dio.

Riflessioni di Paolo Conti
Clicca il pulsante rosso
se non vuoi proseguire,
nello schermo per andare
avanti.
leggiamo
insieme.
perche’ non esiste piu’
il vero amore...?

Perche’ l’umanita’ si
sta
autodistruggendo..?
Perche’ mettiamo in
Perche’ il male nel discussione l’operato di
mondo e’ in costante Dio!
aumento..?
Perche’ non
ascoltiamo piu’ la sua
parola!

Lui ci ha insegnato
come vivere la nostra
Siamo noi che non
vita, e continua a
facciamo la sua
rammentarcelo.
volonta’ e non lo
sentiamo piu’.
Ascoltiamo ora uno dei
tanti “messaggi” che Dio
ci trasmette, leggendo
insieme un brano tratto
dall’opera
“La Genesi Biblica”
fra scienza e fede “ Un messaggio che ci
riporta agli albori
di Guido Landolina. dell’Umanita’..ma rimane
ancor piu’ valido anche
per i nostri tempi
L’ambientazione e’ quella Essi avevano inoltre
del Paradiso Terrestre. Un avuto in dono
luogo ed un tempo in cui i soprattutto
due progenitori, Adamo ed la ‘Grazia’ - una sorta di
Eva avevano avuto tutto da stato di ‘amicizia’ con
Dio: ‘re’ di una terra teste Dio con il quale essi
creata, lussureggiante ed comunicavano nei
incontaminata, dominio su ‘silenzi della sera’ cioe’
tutte le creature, salute e nei momenti di pace
bellezza fisica perfetta, spirituale -ed infine
intelligenza al massimo uno spirito destinato
livello. a vivere immortale nel
Futuro Paradiso celeste.
Eva pero’ non ubbidisce,
non accetta la ‘misura’
posta da Dio e – volendo
Dio aveva loro posto una
ancora di piu’ – cede alla
sola limitazione, una sola, tentazione instillata nella
mente
ai due che gia’ avevano dal ‘Serpente’ satanico
avuto tutto: il divieto di perche’ ella ambisce
cogliere i frutti dell’Albero ad ‘impossessarsi’
anche del segreto della
della scienza del Bene e del piena ‘Conoscenza’ per
Male. essere in tutto simile a Dio,
Ribellandosi cosi alla divina
Volonta’.
Da questo atto, libero e Nel brano
superbo, sono derivate immediatamente
tutte le successive seguente, e’ dunque la
‘lacrime’ dell’Umanita’... ‘Voce’ di Dio – che ci
parla attraverso la
grande scrittrice mistica
moderna Maria
Valtorta – a spiegare la
ragione di quella
limitazione:
• Voce:
• < ...La misura data da Dio é sempre giusta.
• Chi vuole più di quanto Dio gli ha dato, é concupiscente,
imprudente, irriverente.
• Offende l'amore.
• Chi prende abusivamente é un ladro e un violento.
Offende l'amore.
• Chi vuol agire indipendentemente da ogni ossequio alla
Legge soprannaturale e naturale é un ribelle.
• Offende l'amore.
• Davanti al comando divino i Progenitori dovevano
ubbidire, senza porsi dei perché che sono sempre il
naufragio dell'amore, della fede, della speranza.
• Quando Dio ordina, o agisce, si deve obbedire e fare la
sua volontà, senza chiedere perché ordina o agisce in
quel dato modo. Ogni sua azione é buona, anche se non
sembra tale alla creatura limitata nel suo sapere...>
‘ La Genesi Biblica fra scienza
e Fede’ e’ una trilogia sui sei
giorni della creazione e nel cap Lo scrittore Guido
24 del Landolina sta dedicando
terzo volume viene anche la sua vita alla diffusione
chiarito il vero significato della parola di Dio per
Dell’Albero della Conoscenza del tutti noi.
Bene e del male,, la reale natura
del misterioso ‘frutto, colto da
Ascoltiamolo, lui stesso
e’ un convertito che-
Eva, come pure il senso ancor
come tanti-viveva nel
piu’ profondo di quella
limitazione data da Dio ai due ‘mondo’, essendo del
Progenitori. mondo, lontano da Dio.
Le sue numerose
opere sono tutte
leggibili e
scaricabili
collegandosi al
suo sito internet
Che vi verra’
indicato alla fine.
Intanto leggiamo
il capitolo intero
da dove lo stralcio
che avete letto e’
stato tratto.
grazie per avermi
ascoltato.
Paolo Conti

Cliccare due volte
sulla casella gialla
Tratto da 'La Genesi biblica fra scienza e Fede', di Guido Landolina -
Vol. III - Ed. Segno, 2006
(L'intero volume - oggi disponibile in versione editoriale Segno e tempora-
neamente presente sul sito internet dell'autore: www.ilcatecumeno.net limita-
tamente ad alcuni capitoli iniziali - sarà interamente e liberamente scaricabile
dal sito a partire dal settembre 2007)

CAP. 24

L'ALBERO DELLA CONOSCENZA DEL BENE

a destra per
E DEL MALE E L'ALBERO DELLA VITA DEL
GIARDINO TERRESTRE: IL LORO
REALE SIGNIFICATO

24.1 Pregi e limiti dei testi coordinati delle decrittazioni
di F. Crombette.

Segretario: F.Crombette - nel suo precedente intervento -
è ritornato, e lo dico con rispetto, su quello che pare essere un
suo 'pensiero fisso', quello dell'Albero della Vita, inteso quale

leggere il cap.24.
sedativo degli effetti afrodisiaci prodotti dai frutti dell'albero
della Conoscenza del Bene e del Male.
Senza voler nulla togliere a quella che io considero come
la straordinaria importanza della sua Opera, intesa nel senso
più ampio indipendentemente dal suo lavoro sulla Genesi,
non mi stancherò mai di ripetere che le traduzioni di F.
Crombette non sono traduzioni dall'ebraico e non sono nep-
pure traduzioni della lingua copta.
Le sue sono decrittazioni di singole radici monosillabiche
copte individuate nell'ebraico antico, coordinando le quali
egli ricava un testo di una certa coerenza.
Quindi - lo ripeto per estrema chiarezza - non siamo nem-
meno di fronte ad una esegesi di carattere religioso.
Le opere di Guido
Landolina sono
scaricabilil liberamente
dal suo sito internet:
www.ilcatecumeno.net

Oppure pigiando il
pulsante a destra.