Richiesta collaborazione Progetto Giocabulando La cooperativa sociale la bula, attiva a Parma dal 1980 nel campo della formazione

e integrazione sociale per giovani disabili, ha attivato un nuovo progetto, “Giocabulando”, che andiamo ora a presentare.

La GENESI del PROGETTO
Giocabulando nasce per dare un volto accogliente al Parco adiacente a la bula perché, già punto di riferimento per famiglie e gruppi adolescenti, diventi sempre di più luogo di integrazione. Infatti in questo momento storico crediamo che le famiglie abbiano grande bisogno di non essere lasciate sole, nella cura dei figli, nelle relazioni e in particolare nelle situazioni di maggior fragilità e disagio. La prima idea del progetto è del 2008, con la richiesta al Comune di Parma di sostituire i giochi del Parco adiacente a la bula (installati da la bula negli anni ’80), ormai fatiscenti. Questo Parco pubblico è sempre stato molto importante per la cooperativa, in quanto luogo di integrazione sociale naturale e spontanea fra i ragazzi disabili in percorso educativo a la bula e le famiglie che lo hanno sempre affollato, anche utilizzando gli spazi de la bula per le feste di compleanno dei propri bimbi. Per questo motivo era interesse della cooperativa mantenerlo accogliente e curato, perché potesse mantenere le caratteristiche che lo hanno sempre contraddistinto come luogo d’incontro. Dopo un primo no da parte del Comune, la bula non si è scoraggiata e si è attivata trovando altre risorse per poter proseguire con l’idea di rinnovamento del Parco. Una volta reperite le risorse, quando sembrava possibile iniziare con la progettazione più dettagliata, la decisione del Comune di Parma di costruire a la bula una nuova mensa e cucina proprio nell’area verde ha rimandato il progetto di riqualificazione del Parco. Nel frattempo la bula ha incontrato l’Associazione di Promozione Sociale “Pianeta Verde”, esperta nella realizzazione di giochi in legno per interni ed esterni, e ha pensato di collaborare per poter costruire insieme i giochi per il Parco coinvolgendo i ragazzi disabili che attualmente sono in percorso educativo nella falegnameria della cooperativa.

IL PROGETTO in SINTESI
GiocaBULAndo non è solo un progetto per allestire nuovi giochi nel parco, è la proposta che la bula fa di stare insieme, per un anno, famiglie e ragazzi delle scuole del quartiere e della città e i tanti bambini che abitano questo territorio mettendo in comune idee, creatività, voglia di fare per costruire qualcosa di utile, di bello, che resti per l’uso di tutti. Il progetto prevede la ideazione e realizzazione, in modo partecipato, dei giochi che andranno ad arredare il nuovo parco che sorgerà a fianco della sede de la bula al termine del cantiere per i lavori di costruzione della nuova sala mensa. Insieme all’Associazione Pianeta Verde, verranno attivati laboratori con diverse realtà del quartiere e della città (in particolare scuole e parrocchie) nei quali verranno ideati, progettati, realizzati, impiantati e analizzati i nuovi giochi per il parco, attraverso un percorso partecipato che vedrà protagonisti i ragazzi disabili che frequentano la bula insieme a chi si vorrà coinvolgere nelle diverse fasi del progetto. Il progetto vede il sostegno di: Istituto Comprensivo Albertelli-Newton, Agenzia Disabili, Agenzia per la famiglia, Assessorato Verde Pubblico del Comune di Parma. GiocaBULAndo con la sua progettazione partecipata è un percorso innovativo. Confidiamo che mettendo insieme le competenze che la bula ha maturato nel tempo e quelle che Pianeta Verde possiede, unite a tutte le competenze di chi si coinvolgerà nel progetto insieme a noi, il risultato sarà all’altezza delle

la bula cooperativa sociale ONLUS - formazione e integrazione per giovani disabili Strada Quarta 23 – 43123 Parma - Telefono e Fax 0521/483393 www.labula.it – C.F. 00733100341

aspettative. E se il risultato sarà piacevole per tutti potrebbe essere replicabile nei tanti angoli verdi del quartiere e della città… Particolare attenzione sarà dedicata alla raccolta della documentazione. Al termine del Progetto è prevista una piccola pubblicazione che raccolga l’esperienza che è stata fatta. In particolare verranno realizzati 4 giochi (in allegato alcune immagini), tutti ideati la scorsa estate durante laboratori e pomeriggi di gioco con bambini e famiglie che normalmente frequentano il parco: - Un mostro mangia palloni (vd immagine1) - Un tartascivolo (immagine 2) - Una casa sull’albero con rampa attrezzata ed accessibile anche alle persone in carrozzina (immagine 3) - Uno spazio “Raccontatoio/Raccontafiabe”: uno spazio attrezzato per il racconto (spazio raccolto, ceppi in legno…)

la bula cooperativa sociale ONLUS - formazione e integrazione per giovani disabili Strada Quarta 23 – 43123 Parma - Telefono e Fax 0521/483393 www.labula.it – C.F. 00733100341

QUALCHE DETTAGLIO in PIU’ Il Progetto, nella sua complessità, vede una parte “fissa” e strutturata e una parte più “variabile e aperta” che stiamo valutando e rimodulando man mano che incontriamo i diversi interlocutori. Per esempio,  con la scuola media Newton abbiamo in programma laboratori mattutini di progettazione dei giochi, costruzione modellini e, se si riuscirà, anche un laboratorio pomeridiano di partecipazione alla costruzione dei giochi.  Con l'istituto agrario Bocchialini, stiamo ragionando su qualcosa di più tecnico e di loro competenza specifica, come la riprogettazione (misure,scelta piante, numero piante) di una siepe che andrà riposizionata, la supervisione e assistenza (in chiave educativa e applicativa di quanto studiato) alla potatura dell'albero sul quale andrebbe la casetta. Inoltre stiamo ragionando (ma questo richiederebbe tempi più lunghi) sul loro coinvolgimento nell’allestimento di un percorso olfattivo per non vedenti: (ricerca bibliografica, visita almeno 2 parchi con percorsi simili, progettazione)  Con il Liceo Porta, avremo 3 tipologie di attività: - Una settimana di tirocinio di una studentessa di classe 5a dedicata al Progetto - Un’attività con una classe prima che nel programma sta affrontando il tema della fiaba e la pedagogia della fiaba e potrà trovare un’applicazione pratica nel raccontare fiabe a bambini di scuole elementari o d’infanzia presso lo spazio racconta-fiabe che verrà costruito nel parco - Un’attività più di studio e di analisi “a posteriori” del percorso che è stato fatto per la costruzione del parco. Di questo si occuperà una classe 3a all’inizio del prossimo anno scolastico.  Con il Liceo SanVitale stiamo ancora definendo il campo d’azione fra diverse proposte, a seconda di interesse, disponibilità, dell’incrocio con i programmi che gli insegnanti stanno affrontando con le loro classi. Gli elementi che per ora sono emersi sono i seguenti:

la bula cooperativa sociale ONLUS - formazione e integrazione per giovani disabili Strada Quarta 23 – 43123 Parma - Telefono e Fax 0521/483393 www.labula.it – C.F. 00733100341

-

Il Gioco, La Pedagogia del gioco (magari entrando nello specifico con l’analisi dei giochi che saranno costruiti), il gioco come strumento di integrazione. Area verde (ricostruzione della storia dell’area verde, pedagogia/sociologia di un parco, un parco come luogo d’integrazione sociale) La Fiaba, il racconto Analisi del percorso partecipato: perché una cooperativa sociale si mette a progettare un parco… Altro da ideare insieme…

Le modalità, così come i temi, sono da concordare insieme a chi di mano in mano si aggrega al progetto. La disponibilità de la bula è ampia (Tirocinii, visite alla cooperativa e al parco, attività in aula, attivazione laboratori specifici) e c’è la disponibilità di un educatore che seguirà ogni fase del progetto che potrebbe accompagnare anche l’attività delle classi e dei gruppi.

la bula cooperativa sociale ONLUS - formazione e integrazione per giovani disabili Strada Quarta 23 – 43123 Parma - Telefono e Fax 0521/483393 www.labula.it – C.F. 00733100341