10

CRONACA PIACENTINA
.IN SANT’ILARIO L’ASSEMBLEA REGIONALE DELL’ASSOCIAZIONE CIECHI .

Lunedì

Lunedì 1 maggio 2006

«Chiediamo più tutele per chi ha perso la vista in guerra»
PIACENZA - L’occasione per riaffermare l’esigenza di una politica di forte tutela di tutti coloro a cui l’ultimo conflitto mondiale portò via il bene prezioso della vista. È questo il significato assunto dall’assemblea regionale dell’associazione ciechi di guerra tenutasi ieri mattina all’auditorium di Sant’Ilario, alla presenza dei vertici emiliani e nazionali del sodalizio. Sono circa 150 gli aderenti in regione, dei quali 8 i piacentini, compreso il consigliere Carlo Rossi. La giornata dell’Aicg si è aperta assai presto, alle 8 con la messa nella basilica di San Francesco officiata dal vescovo Luciano Monari, è proseguita con il momento assembleare, a cui hanno portato il saluto, fra gli altri il vicesindaco Anna Maria Fellegara e l’assessore Giovanna Calciati, e si è chiusa alle 12 e 30 con la deposizione di una corona di fiori davanti al monumento ai caduti di piazza Cavalli. «La nostra associazione - ha ricordato il presidente regionale Alfonso Stefanelli è nata del 1979 ed è stata riconosciuta nel 1984 dall’allora presidente della Repubblica Sandro Pertini: siamo usciti dalle altre associazioni storiche dei mutilati e reduci di guerra e abbiamo avuto la presunzione fondata di costituirci in proprio con l’intento di difendere i diritti e le prerogative peculiari dei nostri associati. La legislazione di guerra è più che mai farraginosa e ci sarebbe bisogno di un testo unico in grado di portare chiarezza: con l’abolizione della leva obbligatoria e l’istituzione dell’esercito professionale siamo stati privati del diritto all’accompagnatore militare obbligatorio. Una scelta che ha messo in difficoltà molti non vedenti ora costretti a fare affidamento su di un familiare o su di un assistente, spesso non facile da reperire. In cambio la normativa ci ha concesso un assegno sostitutivo, ma il suo importo è insufficiente a garantire un adeguato aiuto: per molti di noi, afflitti da un’età sempre più avanzata, è così venuto meno uno strumento di autonomia e libertà. Il sottoscritto, che al tempo della guerra era un bambino rimasto ferito dallo scoppio di una bomba a mano, è uno dei più giovani rimasti: gli altri soci sono persone assai anziane che devono avere il diritto a un assegno più dignitoso». Ieri ha partecipato ai lavori dell’assemblea anche il presidente nazionale dell’Aicg, Italo Frioni. L’associazione in sede locale, nazionale e internazionale, propugna la pace quale bisogno profondo e diritto irrinunciabile dell’uomo vuoi come singolo vuoi come collettività, rifiutando ogni ideologia e rigettando ogni movimento che ricorra o semplicemente si appelli alla violenza e alla guerra per risolvere conflitti e controversie.

Un momento dell’assemblea di ieri in sant’Ilario [foto Cravedi]

La pedalata di solidarietà per il ciclista ungherese su una sedia a rotelle dopo una caduta alla sei giorni

Trecento in bici per aiutare Peter
Il“serpentone”di due ruote si è snodato in città e provincia
IN BREVE
DIVIETO DI CIRCOLAZIONE IN VIA EMMANUELI Il servizio ambiente e viabilità del Comune di Piacenza rende noto che nel tratto di via Emmanueli, compreso tra le intersezioni stradali formate con via Arrigoni e via Casella, dal 2 maggio 2006 al termine dell’anno scolastico in corso, dalle ore 8.15 alle ore 8.35 e dalle ore 16.15 alle ore 16.45 di tutti i giorni, escluso il sabato e i giorni festivi, è istituito il divieto di circolazione. Da tale divieto sono esclusi i velocipedi, i veicoli adibiti al trasporto dei portatori di handicap, scuolabus, veicoli delle forze armate e di polizia, veicoli dei vigili del fuoco e mezzi di soccorso ed emergenza in genere. Nel tratto interessato dal divieto di circolazione di cui sopra, saranno poste delle transenne come previsto dal vigente codice della strada e relativo regolamento. “COME VINCERE IL DOLORE” MERCOLEDÌ AL CARROCCIO Mercoledì 3 maggio, alle ore 21, presso la sala rossa di Palazzo Buzzetti Anguissola, sede del Circolo culturale “Il Carroccio”, via Mazzini 30, Fabrizio Micheli, dell’ospedale di Piacenza, parlerà sul tema: “Come vincere il dolore”. Moderatore Sandro Ballerini. L’ingresso è libero. CROCE BIANCA, I NOMI DELLA LISTA DI CONTINUITÀ Quelli che seguono sono tutti i nomi dei candidati compresi nella lista “...nella continuità” per la guida della pubblica assistenza Croce Bianca di Piacenza: Gianmarco Baldini, Rino Buratti, Rozana Curcija, Antonio Decca, Maria Valentina Fermi, Giusepep Guasconi, Silvia Peveri e Jessica Rolla. GERBIDO, ASSEMBLEA SULLA VIABILITÀ Domani alle 21 nell’ex scuola elementare di Gerbido gli assessori ai lavori pubblici Ignazio Brambati e alla viabilità e ambiente Pierangelo Carbone e Marco Angelo Bertoncini, presidente della circoscrizione 4 incontreranno i cittadini di Gerbido per parlare di viabilità e problematiche relative alle aree degli sfasciacarrozze.
PIACENZA - Il cielo imbronciato e la minaccia della pioggia non hanno scoraggiato gli appassionati delle due ruote, chiamati ieri all’appello dalla decima edizione della pedalata stracittadina “Una corsa per la vita“ e del cicloraduno “Pedalando per Peter”, entrambe organizzati dall’Udace (Unione cicloamatori) e da Confartigianato, con il patrocinio del Comune di Piacenza. Ne è uscita una bella mattinata di «Si sono iscritti in duecento per dare vita a un’ottima corsa sulle nostre colline - ha aggiunto Claudio Santi - e soltanto a Rezzanello è caduta un po’ di pioggia». L’itinerario prevedeva il transito a Gossolengo, Casaliggio, Sarturano, Castano, Agazzano, Rezzanello, Momeliano, Statto, con l’arrivo a Piacenza, al parco della Galleana. Qui si è tenuta la premiazione alla presenza dell’assessore allo Sport Francesco Cacciatore, e di Lidia Garolfi della Libera associazione artigiani, sponsor del trofeo. Il primo premio per il gruppo più numeroso è andato alla Carrozzeria Dp, seguita dalla Libera Artigiani, dal “Pedale biancorosso” e dal gruppo “Tizzoni”. Più contenuto, un centinaio circa, il numero dei partecipanti alla pedalata stracittadina, ma ugualmente soddisfacente. «Nonostante il tempo natura, sport e beneficenza, che ha visto la partecipazione complessiva di quasi 300 persone: l’intero ricavato delle quote di iscrizione alle due corse amatoriali è stato devoluto all’associazione “Forza Peter”, nata per sostenere il ciclista ungherese Peter Barkoczi, costretto sulla sedia a rotelle, a seguito dell’incidente occorso durante gli ultimi campionati europei su pista. Decisamente soddisfatto per la riuscita delle due iniziative, il presidente dell’Udace, Marco Cotti, che precisa come il denaro raccolto a fini benefici verrà consegnato in occasione della presentazione della “Sei giorni delle Rose”, nelle mani del suo patron Claudio Santi, presente alla manifestazione di ieri. «Il cicloraduno di solidarietà sulle strade della provincia, lungo in totale 62 chilometri - ha spiegato - ha riscosso un grande successo».
Alcuni momenti della pedalata di solidarietà che si è snodata nella giornata di ieri lungo le strade di città e provincia per aiutare il ciclista ungherese rimasto su una sedia a rotelle [foto Cravedi]

incerto - ha affermato Cotti ci siamo avvicinati ai cento iscritti e la corsa nelle vie cittadine si è conclusa con una festa al parco della Galleana, grazie all’associazione dei panificatori piacentini che ha offerto un ricco buffet a base di pizzette, focacce e dolci».

La biciclettata si è snodata lungo un tragitto intermente cittadino: dal parco della Galleana, via Manfredi, via cella, via della Giovanna, l’argine del Po, via Camposanto vecchio, via Maculani, piazzale Milano, via Cavour, piazza Cavalli per fare rientro al parco

della Galleana. Al ristoro conclusivo, tenutosi vicino alla baita, hanno partecipato il presidente dei panificatori piacentini Aldo Di Furia, e Alfio Gherardi. «Ancora una volta - conclude Cotti - siamo a riusciti a dare un senso diverso alla nostra manifestazione

ciclistica: promuoviamo le corse per incentivare soprattutto l’uso della bici in città come antidoto all’inquinamento dovuto al traffico. A questo si aggiunge il fine benefico e di solidarietà». Lo scorso anno il ricavato pedalata era stato devoluto all’Uni-

cef, mentre due anni fa fu aiutato il bambino piacentino William Lombardo. Per il 2006 i cicloamatori hanno indirizzato la loro generosità a un ragazzo che voleva fare dello sport sulle due ruote il proprio futuro. Ma. Fe.

Il rettore Lorenzo Ornaghi nella giornata dedicata all’ateneo Al centro della giornata la Costituzione e il 60° del voto alle donne

«L’università Cattolica è laboratorio Primo Maggio, corteo e concerto di ricerca, cultura e educazione» In piazza Cavalli parla il segretario regionale della Uil
PIACENZA - Una giornata per l’Università Cattolica all’insegna dell’amore per la cultura e per la verità, come ispirato dal recente messaggio del pontefice Benedetto XVI. Si è celebrata ieri, nella sede accademica piacentina, l’ottantaduesima giornata universitaria dell’ateneo fondato da padre Agostino Gemelli. La riflessione sul significato dell’istituzione universitaria e sull’ascolto dei bisogni e dei mutamenti della società ha preso le mosse dalla messa officiata alle ore 9 e 30 nella cappella della sede di Piacenza. Alla funzione sono stati invitati gli studenti del collegio S. Isidoro e tutti coloro che fanno parte della comunità universitaria. Subito dopo nella sala convegni, alla presenza dei vertici della sede locale e del direttore Libero Ranelli, sono stati proiettati alcuni filmati dedicati a momenti significativi della storia dell’ateneo. Nel suo messaggio, il rettore Lorenzo Ornaghi ha ricordato lo spunto tematico di quest’anno: «Nell’inaugurare l’anno accademico, Benedetto XVI ci ha ricordato che l’esperienza universitaria costituisce un’“avventura entusiasmante”». E, parlando ai docenti e agli studenti delle 14 facoltà presenti nelle cinque sedi di MIlano, Piacenza-Cremona, Brescia, Campobasso e Roma, ha esortato l’Università Cattolica «a continuare a essere un grande laboratorio di ricerca scientifica, di cultura ed educazione. Il sentirci protagonisti di questa entusiasmante avventura - ha aggiunto - ac-

.LA CONSEGNA A BOLOGNA .

Sei nuove stelle del lavoro da oggi nella nostra città
PIACENZA - Da oggi la nostra città avrà sei nuove stelle del lavoro. Sono: Giovanni Cammi, Giuseppe Carolfi, Giorgio Cravedi, Danilo Franzini, Adriano Modenesi e Ermes Paraboschi. Oggi verranno insigniti della Stella al merito del lavoro al teatro Comunale di Bologna. L’onorificenza viene concessa direttamente dal Presidente della Repubblica a chi negli anni ha saputo distinguersi per particolari doti espresse nell’ambito della propria carriera professionale. Per i maestri del lavoro piacentini, oggi sarà una giornata intensa di emozioni nel capoluogo emiliano che raggiungeranno per ricevere l’ambito riconoscimento. A guidare la rappresentanza pronta a ricevere la stella argentata a cinque punte, nata negli anni ’30 in seno all’ordine cavalleresco istituito da Vittorio Emanuele III, ci sarà il console provinciale della federazione dei Maestri del lavoro Aldo Tagliaferri.

PIACENZA - Un gruppo di partecipanti alla giornata [foto Carioni]

cresce il senso di responsabilità di noi tutti che insegniamo, studiamo e lavoriamo nell’ateneo. È una responsabilità che in occasione della Giornata universitaria si rafforza e si rinnova, perché si avverte il legame con la Chiesa e la società italiana». Le celebrazioni proseguiranno venerdì 12 maggio alle 18 con l’inaugurazione della mostra “Città d’arte” nella piazzetta della facoltà di Economia. ma.fe

PIACENZA - Diritti, lavoro e musica: si conferma anche quest’anno la ricetta variegata dei sindacati per le celebrazioni del Primo Maggio. Le segreterie di Cgil, Cisl e Uil stamattina saranno insieme in piazza per festeggiare la giornata nazionale dei lavoratori, che si accompagna al 60esimo anniversario del voto femminile. Il tradizionale corteo sfilerà lungo corso Vittorio Emanuele riunirà tutti i partecipanti alla cerimonia conclusiva in piazza Cavalli, con l’orazione ufficiale del segretario regionale della Uil Dennis Merloni. Stasera, sempre in piazza Cavalli, è in programma uno spettacolo di canti popolari. Le cerimonie si aprono alle ore 8,30, con la deposizione di una corona al monumento dei Caduti sul lavoro (via Caduti sul lavoro, 27). Alle 9 e 30 per tutti i partecipanti il ritrovo è a piazzale Genova, da dove si formerà il corteo diretto in piazza Cavalli. Qui, alle 10 e 30, Dennis Merloni, a nome delle tre organizzazioni sindacali, terrà l’orazione ufficiale. Alle ore 21, in piazza Cavalli, è in programma lo spettacolo con il gruppo Libero Ensemble, che concluderà la manifestazione organizzata dal sindacato. «Questa edizione della ricorrenza del Primo Maggio - hanno spiegato i sindacati - porrà al centro dell’attenzione i temi classici di lavoro e sviluppo, oltre a due argomenti di rilevante importanza come il 60esimo anniversario del voto alle donne e la Costituzione». Ma. Fe.

Nassiriya, fiaccole accese sul Facsal
PIACENZA - Fiaccole accese stasera dalle 20 e 30 in piazzale Genova, alla fine del Faxall per i soldati italiani uccisi a Nassiriya. La manifestazione è promossa da Azione Giovani, Forza Italia, Giovani Padani ed Udc Giovani. «Sarà una manifestazione pacifica - spiega una nota degli organizzatori -, senza bandiere di partito, slogan o simboli; aperta a tutti i cittadini, ancora una volta per dire “no” alla violenza estremista». «La fiaccolata - prosegue la nota - intende portare la solidarietà dei cittadini all’Arma dei carabinieri, che ancora una volta paga un tributo altissimo in termini di vite umane, per il tramite del comandante provinciale dei carabinieri, Il comandante provinciale colonnello Giovanni Dragotta, accoglierà una delegazione all’ingresso del comando. Invitiamo ancora una volta la cittadinanza intera, con le autorità civili e le personalità politiche a partecipare per rendere onore al capitano Nicola Ciardelli, al maresciallo capo Franco Lattanzio e al maresciallo capo Carlo De Trizio».

Scontro sull’A1, due feriti Stasera manifestazione per ricordare i tre carabinieri caduti Code di un paio di chilometri
.VISITA AL COMANDO PROVINCIALE .
PONTENURE - (pm) Tamponamento tra due auto ieri mattina alle 8,30 sull’Autosole. Lo scontro è stato violento e le vetture sono rimaste bloccate sulla prima e la terza corsia della carreggiata Sud, quella che porta in direzione di Bologna. Per questo si sono formate code e rallentamenti. All’ospedale una coppia tedesca, che viaggiava su una Opel Astra. A tamponarla una Mercedes, guidata da un uomo di Lodi. Accartocciate le due macchine. La donna straniera che viaggiava sull’Opel è rimasta bloccata nell’abitacolo. È stata estratta dal personale del 118 e dai vigili del fuoco arrivati dalla caserma di Piacenza. Caricata su un’ambulanza, è stata trasportata all’ospedale di Fiorenzuola. Il marito l’ha poi raggiunta grazie a un un secondo mezzo di soccorso. Nessuno dei due è in pericolo di vita. Durante le operazioni dei sanitari e dei pompieri la carreggiata è rimasta chiusa. Per questo si sono formate code che hanno raggiunto la lunghezza di un paio di chilometri.

CONVEGNO NAZIONALE

ASTE - LEGALI - CONCORSI APPALTI - SENTENZE
ISTITUTO DI VENDITE GIUDIZIARIE
VIA ROMA 62/A - TEL/FAX 0523/385653 - PIACENZA
b.03.05.06

Azione Cattolica: dirigenti a Verona
Folta presenza piacentina al Convegno nazionale delle presidenze diocesane dell’Azione cattolica in corso a Verona. “DI-segni di speranza: l’Azione Cattolica nel cammino della chiesa” è il tema dell’edizione 2006 a cui partecipano l’assistente diocesano unitario don Paolo Camminati e il presidente Pier Paolo Triani. Per l’Azione cattolica ragazzi sono presenti Ilaria Massera e Paolo Zacconi, responsabili diocesani, Giovanna Rabboni e Laura Bisotti dell’equipe diocesana e l’assistente don Giuseppe Lusignani. Per il settore giovani Stefano Magistrali e Andrea Tanzi, vicepresidenti diocesani, con Alessia Lambri, Maria Chiara Bisotti e Luca Gobbi, collaboratori del centro diocesano giovani. Per il settore adulti sono a Verona Elena Camminati Groppi, vicepresidente dell’Azione cattolica di Piacenza, con Laura Sartori e Chiara Conti dell’equipe adulti.

&

Il cordoglio del Cpe all’Arma
Una delegazione del “Centro Popolare Europeo” e del movimento giovanile ha fatto visita ai vertici provinciali dell’Arma per esprimere il profondo cordoglio del movimento per i drammatici fatti di Nassiriya in cui hanno perso la vita tre valorosi carabinieri italiani. La delegazione era guidata da Piero Sasso, maresciallo dei carabinieri ed esponente del direttivo del Cpe.

ASTE A LIBERA OFFERTA DEL 4/5/2006 ORE 16.30 PRESSO LA SEDE DELL’ISTITUTO VIA ROMA 62/A • Fallimento Video-Star n. 35/05 Tribunale di Piacenza n. 2100 cassette VHS sigillate, n. 5676 cassette VHS da noleggio con custodia e senza, n. 404 CD, n. 168 DVD, n. 84 musicassette, n. 182 giochi per PC, n. 183 videogiochi, n. 13 software, arredi negozio, valore di stima Euro 9.868,00. • Fall. 27/03 - tavolo fratino, poltrona, armadio, divano, plotter laser marca Stilus color 1520 • 860/05 - motoretta Malaguti, credenza, tavolo con sei sedie, Tv colore ITT. • 61/06 - Auto Fiat Marca targa AR 084 ZH fabb. 1997, bici Schimano, divano. • 73/06 - n. 8 capi abbigliamento uomo. • 838/05 - n. 14 capi abbigliamento donna. • 72/06 - n. 250 capi abbigliamento donna. • 1185/05 - n. 6 capi abbigliamento donna. VISIONE DEI LOTTI TUTTI I GIORNI FERIALI - INGRESSO LIBERO ASTE A LIBERA OFFERTA DEL 4/5/2006 NEI LUOGHI DI CUSTODIA Esec. 1080/05 - rimorchio agricolo monoasse tipo FZ 60. Esec. 699/02 - 102/03 - 420/03: trattore agricolo Massej targa PC 37118, aratro mod. FV 297, seminatrice Monosex, botte diserbo, compressore, flessibile e trapano. Esec. 821/05 - tornio Ucimu, trapano radiale Ucimu, trapano-fresa Serramac. Esec. 1192/05 - poltrona odontotecnica marca Dea con struttura operativa. Esec. 463/05-993/05: Cinque cambi per autogrù ZF (nuovi) Per località e orario delle vendite nei luoghi di custodia contattare la direzione dell’Istituto il giorno antecedente a quello di vendita - tel/fax 0523/385653. ASTA A PREZZO DI STIMA DELL’11/5/2006 ORE 16.30 PRESSO LA SEDE DELL’ISTITUTO VIA ROMA 62/A Esec. 1008/05 - cucina componibile ad angolo in laminato bianco/giallo con cappa aspirante, lavastoviglie, forno e piano cottura quattro fuochi Ariston, cameretta laminato bianco con due letti a castello, scrittoio e libreria, armadi con ante e cassetti, tavolo fratino con sei sedie, angoliera in stile, armadio con comò, due comodini e letto matrimoniale, n. 40 dipinti e stampe autori e soggetti diversi. VISIONE DEI LOTTI TUTTI I GIORNI FERIALI - INGRESSO LIBERO