You are on page 1of 1

R

#

MARTEDÌ 26 APRILE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

SERIE BWIN L’INTERVISTA
LA SCHEDA

O
LILLO FOTI 61 ANNI PRESIDENTE REGGINA

Foti
«La mia Reggina fra tanti giovani e l’obiettivo A»
Il patron festeggia i 25 anni in amaranto «Il nostro messaggio al Sud che cresce»
MARCO IARIA
5 RIPRODUZIONE RISERVATA

partire a piccoli passi riaprendo un ciclo e dando fiducia ai "figli" del Sant’Agata».
Già, il centro sportivo Sant’Agata, costruito laddove c’era una discarica.

GLI ALTRI DIRIGENTI LONGEVI

y

CLASSIFICA
SQUADRE PT G PARTITE V N P RETI F S

Nell’86 rilevò con una cordata il club fallito
Pasquale «Lillo» Foti è nato a Reggio Calabria il 3 febbraio 1950. Imprenditore nel settore dell’abbigliamento, fece parte della cordata locale che rilevò la Reggina dal fallimento nel 1986. Inizialmente a.d. (con Pino Benedetto presidente), poi, dal 1991, massimo dirigente, Foti ha guidato la Reggina dalla C1 alla prima storica promozione in Serie A, nel 1999. In tutto nove stagioni nella massima divisione, con il top del decimo posto nel campionato 2004-05.

«Qui sono cresciuti Massimo Orlando, Perrotta, Mesto. La cura dei giovani fa parte del nostro dna. Quando siamo retrocessi dalla Serie A, abbiamo ridotto i costi, abbassato il monte-stipendi, ma senza sacrificare il settore giovanile. In B spendiamo 1,5 milioni per il vivaio: quante società lo fanno? Nella rosa di quest’anno ci sono 14 giocatori cresciuti in casa. Dico alla Federazione: si investa sulla formazione degli istruttori, questo è il tema cruciale per il futuro del nostro calcio. Sacchi sta lavorando in quella direzione».
Dai 14 miliardi di lire incassati nel 2000 per Cirillo ai 15 milioni di euro nel 2007 per Bianchi, la Reggina ha fatto sempre cassa. Quali sono i prossimi talenti da lanciare?

28 anni
Vincenzo Matarrese Alla guida del Bari dal 1983

25 anni
Silvio Berlusconi Nel 2004 lascia la presidenza, ma resta l’azionista di maggioranza del Milan

SIENA ATALANTA NOVARA VARESE REGGINA TORINO PADOVA EMPOLI PESCARA VICENZA LIVORNO CROTONE MODENA GROSSETO CITTADELLA ALBINOLEFFE SASSUOLO PIACENZA ASCOLI (-6) PORTOGRUARO TRIESTINA FROSINONE

72 71 60 60 53 52 49 49 49 49 47 47 47 45 43 43 42 42 40 40 37 35

37 37 37 37 37 37 37 37 37 37 37 37 37 37 37 37 37 37 37 37 37 37

20 20 15 14 13 14 11 11 13 14 11 11 10 11 10 11 10 10 11 10 7 7

12 11 15 18 14 10 16 16 10 7 14 14 17 12 13 10 12 12 13 10 16 14

5 6 7 5 10 13 10 10 14 16 12 12 10 14 14 16 15 15 13 17 14 16

56 50 52 46 39 43 54 40 37 39 41 40 38 39 41 47 36 47 34 34 31 38

27 27 31 28 35 42 45 35 39 45 41 43 43 47 46 56 41 57 42 50 47

55

25 anni
Giampaolo Pozzo Dal 1990 non è più il presidente, ma l’azionista di riferimento dell’Udinese

Qual è stato il momento più esaltante?

MILANO dIn un quarto di

secolo con la Reggina ha visto tutto, Lillo Foti. La prima volta in Serie A, l’approdo in Giappone con Nakamura, il miracolo-salvezza da -11 di Mazzarri; le trasferte improbabili in C1, la condanna di Calciopoli, il ritorno nel purgatorio della B. Ora che a 61 anni sta festeggiando le nozze d’argento in amaranto, lancia la sua ultima scommessa: tornare in A con un manipolo di giovani rampanti, passando dai playoff.
Presidente, cosa resta di questi 25 anni?

«Il 13 giugno ’99, lo stadio Delle Alpi strapieno con i tifosi del Torino e della Reggina a festeggiare la promozione, resterà per sempre nella storia del club. Più in generale, i 9 anni della A hanno sancito un legame indissolubile e unico con la città di Reggio».
E il più brutto?

x
HA DETTO
Sul torneo Dopo la vittoria col Novara abbiamo tanta voglia di concludere un’annata super ai playoff

PROSSIMO TURNO
Venerdì 29, ore 20.45 LIVORNO-ATALANTA (2-0). Sabato 30, ore 15 ALBINOLEFFE-REGGINA (2-1), ASCOLI-FROSINONE (1-1), CITTADELLA-MODENA (1-1), GROSSETO-TRIESTINA (1-0), PORTOGRUARO-PESCARA (2-4), SASSUOLO-EMPOLI (1-0), TORINO-PIACENZA (1-1), VARESE-PADOVA (3-2), VICENZA-CROTONE (2-1). Domenica 1 maggio, ore 12.30 NOVARA-SIENA (1-1)

«A parte Missiroli al Cagliari e Acerbi da luglio al Genoa, in futuro potranno affermarsi in A Rizzo, i due fratelli Viola, Barillà, Campagnacci».
Dopo la vittoria sul Novara credete davvero ai playoff?

20 anni
Fabrizio Corsi Presidente dell’Empoli

«Calciopoli. Per un dirigente partito con entusiasmo e passione, essere ritenuto responsabile di comportamenti antisportivi è stata un’amarezza».
Il calcio italiano sta implodendo. Come se ne esce?

S
Sul tecnico Atzori ha fatto un grandissimo lavoro. L’obiettivo è di prolungare il contratto. Ci vedremo presto

«Nell’86, assieme a un gruppo di amici imprenditori, prendemmo una società fallita e, col sudore e la fatica, l’abbiamo fatta diventare un’azienda moderna. Lanciando un messaggio preciso alla realtà socio-economica del Sud: inutile invocare assistenza, solo con la produttività si riesce a emergere e ad accorciare le distanze dal resto del Paese».

«Bisogna prendere atto che quest’area professionista non è più sostenibile, e lo dico anche ai calciatori: se gli spazi non ci sono, meglio l’allegria del calcio dilettantistico. L’Italia è il Paese dei cento campanili, si scontenterà qualcuno ma i tagli sono necessari».
La Reggina dei giovani è un modello da seguire in B.

«È stata una prestazione eccellente, come quattro giorni prima a Torino, dove meritavamo i tre punti. Siamo rimasti nelle prime posizioni per tutta la stagione, adesso abbiamo tanta voglia di giocarci la promozione ai playoff. La scorsa estate non avevamo programmato un campionato così, era stato avviato un progetto pluriennale ma la crescita dei nostri ragazzi ha accelerato i tempi, senza dimenticare il contributo importante di Bonazzoli, Tedesco, Cosenza, Puggioni».
Il futuro di Atzori?

dalle sedi
ATALANTA

Ruopolo e Talamonti rientrano nel gruppo
BERGAMO d(g.m.) L’Atalanta re cupera Ruopolo e Talamonti rientra ti in gruppo. Staffetta di squalifica ti: tornano Capelli e Manfredini, si fermano Doni e Padoin. Bonaventu ra probabile titolare.

19 anni
Massimo Cellino e Luca Campedelli Presidenti di Cagliari e Chievo

TORINO

Lazarevic, Rivalta e Di Cesare a parte
TORINO d(f.bra.) È ripresa la pre parazione in vista della partita col Piacenza. Lazarevic, Rivalta e Di Ce sare (contusione al polpaccio) han no lavorato a parte. Allenamento differenziato anche per De Feudis, comunque squalificato insieme ad Ogbonna. Controlli stamattina per Zavagno, bloccato da un problema al flessore della coscia sinistra.

«Arrivavamo da un’annata difficile, con una salvezza conquistata al fotofinish e un enorme buco finanziario. Volevamo ri-

«È stato accolto con affetto dalla società, ha fatto un grandissimo lavoro. L’obiettivo è di prolungare il contratto. La prossima settimana rientrerà il d.s. Giacchetta, a cui rivolgo un caloroso bentornato, e ci incontreremo tutti e tre».

LEGA PRO PRIMA DIVISIONE - Dopo la promozione dei campani

«La Nocerina sarà una grande anche in B»
Il presidente: «Resta Auteri, con lui e i giovani imiteremo Novara e Varese»
NICOLA BERARDINO
5 RIPRODUZIONE RISERVATA

taccuino
LA SITUAZIONE

dOra la Nocerina non vuole più fermarsi. Anzi ha fretta di ricominciare. «Vorrei già essere ad agosto, alla prima giornata di B» confida Giovanni Citarella, presidente del club campano, che domenica ha festeggiato la promozione in serie B con 3 turni d’anticipo. In 23 mesi dalla serie D al campionato cadetto. «E non pensiamo di fermarci qui». Altre due volte in B (nel 1947 e nel 1978), una stagione per volta. «Non sarà un’altra toccata e fuga. I nostri programmi guardano avanti».

la sua famiglia («Mi aiuta tanto mio fratello Christian»), ha già individuato la strada per la Nocerina in B. «Guardo la classifica attuale e vedo che le neopromosse Varese, Novara e Pescara sono nelle zone alte. Cercheremo di seguire la loro scia. Anche noi punteremo ancora sul gruppo della promozione. Già quest’anno abbiamo avuto una grande mano da altri imprenditori di Nocera: sono la nostra forza in più». Conferme Si riparte dal d.s. Ivano Pastore e dal tecnico Gaetano Auteri. «Entrambi confermatissimi. Con Auteri c’è un accordo verbale per altre due stagioni, la firma sarà una formalità — aggiunge Citarella —. Rinforzi? L’obiettivo è quello di arrivare a 4-5 giovani di grandi prospettive». In sospeso la posizione del goleador Maikol Negro, 23 anni e 12 reti in campionato. «Col Catania siamo a buon punto per rinnovare la comproprietà. Negro resterà ancora con noi».

Il progetto Giovanni Citarella, 42 anni, imprenditore edile, proprietario della società con

Stadio Il primato in classifica conquistato sin da ottobre non ha spiazzato i programmi societari, che anzi hanno potuto indirizzarsi tempestivamente su ogni aspetto. A partire dalla questione stadio. «Porteremo il San Francesco da 7.500 posti a 11mila. C’è l’ok dell’amministrazione comunale. Si comincerà a fine campionato e tutto sarà pronto a luglio, cosi non salteremo nemmeno una gara a Nocera. Aggiungeremo due gradoni alle curve e al settore distinti. Adegueremo la tribuna stampa e i locali della sala stampa». Si punta sul pubblico. «In B potremo contare su 10mila presenze a partita. Abbonamenti? Quest’anno erano 498, ora potremmo arrivare a 5.000: Nocera, tra Superiore e Inferiore, ha 100 mila abitanti». Nocerina, seconda realtà calcistica della Campania dietro il Napoli. «Un motivo di grande orgoglio — conclude Citarella —. Anche per questo non saremo di passaggio in serie B...»

Sorrento-Gubbio domenica in tv
Girone A Classifica dopo 31 giornate: Gubbio ( 1) 62; Sorrento 55; Alessandria ( 2) 49; Verona 45; Salernita na ( 6) e Reggiana 44; Como ( 1) 41; Spezia ( 2), Spal ( 1), Lumezzane ( 1) e Bassano 40; Cremonese e Raven na 38; Pavia 35; Pergocrema ( 1) 31; Alto Adige e Paga nese 29; Monza 25. Prossimo turno (domenica, ore 15): Bassano Reggiana (1 0), Lumezzane Alto Adige (0 0), Monza Alessandria (0 0), Paganese Spezia (0 1), Pavia Verona (0 0), Pergocrema Cremonese (1 1), Salernitana Como (1 2), Sorrento Gubbio (0 1, di retta RaiSport 1), Spal Ravenna (1 1). Girone B Classifica dopo 31 giornate: Nocerina 68; Be nevento 56; Juve Stabia 51; Atletico Roma e Taranto 50; Foggia ( 2) 44; Lanciano e Siracusa 42; Lucchese 38; Barletta 37; Pisa e Gela 36; Ternana ( 2) 35; Andria 33; Cosenza ( 6) 32; Viareggio 30; Foligno ( 4) 29; Cave se ( 6) 25. Prossimo turno (domenica, ore 15): Barlet ta Gela (1 0), Benevento Foggia (1 2), Cavese Juve Stabia (1 2), Cosenza Viareggio (1 1), Lucchese Lan ciano (0 0), Nocerina Foligno (1 0), Pisa Andria (0 3), Taranto Siracusa (0 1), Ternana Atletico Roma (0 0).

CAVESE

Dopo Melotti lascia il d.g. Maglione
Grandi festeggiamenti a Nocera per la promozione in serie B conquistata dopo 32 anni TANOPRESS
(m.s.) Dopo le dimissioni del tecnico Mauro Melotti, arri vano pure quelle del d.g. Francesco Maglione, già di missionario a fine marzo. L’allenamento di oggi dovreb be essere diretto dal preparatore dei portieri Cotugno.