Michele Antenucci SSIS Fisica - Matematica - Informatica (A049 – A038) VII ciclo, II Anno, I Semestre Relazione per il modulo

: Didattica della Matematica (Prof.: A. Sambusetti)

Cardinalità e Infinito

1

.......................................................................................................................................................................................................Michele Antenucci SSIS Fisica .................. Introduzione....... Il percorso .................................................................................................................Matematica ..................4 3............................. II Anno.....Informatica (A049 – A038) VII ciclo......... Sambusetti) Indice .. I Semestre Relazione per il modulo : Didattica della Matematica (Prof......................................2 1.................................................................14 4.......3 2........................................................................................ Bibliografia...............................................................: A.............................. Allegati............. Complementi.....................15 2 .............15 5.....................................................................................................

. Una valenza altamente “formativa”.. un argomento cioè che “apra” squarci su possibilità di riflessione autonoma e stimolante.: A.. II Anno. nel Percorso allegato ([1]).) è un argomento che.Michele Antenucci SSIS Fisica . a mio avviso. 3 . che si presti a meditazioni che di volta in volta ripartano da capo.. una nuova sfaccettatura prima non colta. è proponibile agli studenti consentendo.. lasciando in eredità un insieme di tecniche più o meno utili a sviluppi incrementali successivi.cercò di farne a meno. Russell) Si vuole qui presentare un percorso didattico di approfondimento per classi superiorei dei Licei. della durata di 4 ore (indicativa).. La scelta fatta...” (B. per argomento proponibile. Introduzione “La teoria matematica dell‘ infinità ebbe inizio con Cantor. quanto piuttosto un tema “aperto”. Sambusetti) 1. e ha tirato fuori lo scheletro dal suo armadio. Cantor abbandonò questa politica codarda. di attivare tutta una serie di processi mentali di altissimo valore cognitivo. almeno dal punto di vista di chi scrive.Matematica .... opportunamente esposto.si sforzò di tenerla nascosta.... I Semestre Relazione per il modulo : Didattica della Matematica (Prof.. Intendo. in traccia... dettata sicuramente da interesse personale. Verrà proposta la sola lezione introduttiva (che comunque riassume in sè l’intero problema concettuale). Le rimanenti lezioni sono indicate.Il calcolo infinitesimale. E tuttavia ogni volta mostrando un nuovo aspetto. un tema che non sia necesariamente comprensibile in tutto e per tutto. su un argomento estrememente interessante ma di rado inserito o anche solo accennato nei curricoli delle scuole superiori: l’ infinito (concludendo con la sistematizzazione “gerarchica” datane da Cantor).. Cantor ha fondato un nuovo ramo della matematica. - Il senso del secondo punto deve essere meglio esplicitato.Fuor di metafora. è altresì motivata da altri due fattori: - si tratta di un argomento di alta matematica pura (piu’ di scomposizioni di polinomi o addizioni di radicali doppi.Informatica (A049 – A038) VII ciclo.

.”i numeri tutti”! Siamo in presenza di un problema. Sambusetti) Nota: nella presentazione mi sono sforzato... I “numeri tutti” sono più dei numeri quadrati che a loro volta però sono tanti quanti i numeri tutti. Bene... teoremi ben indicati ed evidenziati: Questo non perchè si voglia rendere il tutto più. in generale. I numeri quadrati sono ovviamente tanti quanti le loro radici....Michele Antenucci SSIS Fisica . e ogni radice lo è solamente del suo quadrato. problematico. semplice e comprensibile il buon Simplicio a trovare una contraddizione (apparente) nel percorso teso a scoprire “quanti” siano i numeri quadrati e quanti i “numeri tutti”. Ebbene. Il percorso Leggiamo il passo di Galilei tratto dalle Nuove Scienze lì dove il grande fisico per bocca di Salviati conduce in modo diretto. il ragionamento è riassunto qui di seguito.. quanto perchè la semplicità nel linguaggio e nella presentazione sia in questo caso il viatico più diretto al nucleo concettuale. 4 1 4 9 16 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 ...simpatico e semplice (tendenza oggi in voga nella didattica e per la quale nutro sommo disprezzo). Qui compare il concetto fondamentale di tutta la questione.... radice.. Suggerisco tale passo proprio per la sua non formalizzazione. Disponiamo in fila i “numeri tutti” (i naturali senza zero) e i “numeri quadrati”: “numeri tutti” 17 18 19 . I Semestre Relazione per il modulo : Didattica della Matematica (Prof. di evitare uan struttura canonica con definizioni. “numeri quadrati” . perchè per ogni numero quadrato c’è la sua..: A. unica. Ma allora chiediamoci quanti siano i numeri quadrati. Ma le radici sono esattamente. che voglio affrontare. dice Salviati i numeri tutti è chiaro esser più dei numeri quadrati. Ovvio! Comprendono infatti i numeri quadrati e i non quadrati. ossia per una sua chiarezza linguistica scevra da tecnicismi e proprio per questo adatta a creare lo stupore necessario a chi legge per avvicinare un tema siffatto: l’ infinito.Informatica (A049 – A038) VII ciclo.....Matematica . lemmi. II Anno. 2..

E’ ben chiaro a ciascuno che difficilmente potrò creare coppie (passeggero. Sambusetti) Dobbiamo affrontare la questione facendo un passo indietro.Matematica .single. (c.. In sostanza chiediamci la seguente cosa: quando l’ insieme A= {a.40 del mattino} e l’ insieme S ={posti liberi nel treno in arrivo.f). Su questo punto possiamo e dobbiamo essere più precisi. questo non accade sempre.Michele Antenucci SSIS Fisica . b. Se invece cambiamo l’ orario di interesse puo’ accadere l’ opposto e cioè che ci siano pochi passeggeri in confronto ai posti liberi. Il punto essenziale. h}? Cosa vuol dire tanti quanti? La risposta la impariamo da bambini quando comprendiamo che le dita della mano destra sono tante quante quelle della sinistra: appoggiamo.”sposare” in regime monogamico stretto (e qui. (d. c. approntare opportuni strumenti e tornare poi ad attaccare questa situazione poco piacevole. g). Accadrà certamente che.. Ora. al momento della apertura delle porte inizia la celebrazione dei matrimoni tra passeggeri e posti liberi.: A. f. Occorre far . dicevo. Prendiamo l’ insieme P = {passeggeri in attesa alla fermata della Metro alle 7. g. L’ esempio precedente ci consente ad esempio di formare le seguenti coppie: (a.Informatica (A049 – A038) VII ciclo. Se riusciamo a far questo allora siamo ben certi che il primo insieme ha tanti elementi quanto il secondo e viceversa. Ma. (b. II Anno.e). (Ad essere sinceri la situazione per cui ho tanti 5 . Impariamo cioè a far corrispondere in modo opportuno gli elementi dei due insiemi. posto vuoto) in modo tale che tutti i passeggeri siano associati ciascuno ad un posto vuoto e nessun posto vuoto rimanga tale. I due insiemi non possono essere fatti corrispondere nella maniera opportuna di cui sopra scrivevamo e che chiameremo biunivoca. il ragionamento è un pò circolare) tutti gli elementi del primo insieme con elementi del secondo e assicurarci che nessun elemento del secondo insieme rimanga. per verificarlo. molti passeggeri rimarranno privi di posto.. d} ha tanti elementi quanti B = {e. appunto. Altrimenti no. Consideriamo tale locuzione in un contesto in cui gli insiemi che consideriamo non hanno . vuoto}.mi rendo conto. i polpastrelli di una mano ad uno ad uno su quelli dell’ altra. è il termine “tanti quanti” .. h)... I Semestre Relazione per il modulo : Didattica della Matematica (Prof.infiniti elementi. Il modo di far corrispondere gli oggetti dei due insiemi è ben preciso. data l’ ora.

Matematica .3. Ora. I due insiemi hanno la stessa cardinalità posta per definizione uguele a 4. Certamente tali cardinalità si possono ordinare.2.2.. allora è sensato dire che card (A) < card(B) Ci stiamo avvicinando alla prima tappa prefissata. Anche praticamente è facile a volte realizzare o tentare di realizzare corrispondenze. la cardinalità 2 (quella che compete agli insiemi con 2 elementi) e così via. O meglio. (c.La cardinalità 1 ( quella che compete agli insiemi con 1 elemento). possiamo allora darla dicendo che due insiemi A e B che si possono far corrispondere biunivocamente (non importa come) si dicono equipotenti e si scrive A~B. Insiemi qualsiasi dicevamo. null’ altro.. La conseguenza ovvia è che esistono infinite distinte cardinalità. Ad esempio consideriamo l’ insieme In = {1.. Sambusetti) passeggeri in attesa quanti posti vuoti è altamente improbabile. Si può certamente proseguire con una sequenza sterminata di esempi.3). Si dice anche che A e B hanno la stessa cardinalità... Ebbene il risultato essenziale è che non c’è modo di riuscire a fare quel che Galileo indica per i suoi due insiemi.4) posso ben dire che A~I4 .con insiemi equipotenti a sottoinsiemi del tipo I n . E’ il numero di elementi dell’ insieme. Ma qui è necessario un piccolo passo in avanti. (d. Bene. ma rimangono tuttavia elementi di B non associati ad alcun oggetto di A.Informatica (A049 – A038) VII ciclo. n}. (b. diciamo agli studenti di sedersi e vediamo se qualche studente rimane in piedi o qualche sedia rimane vuota ( dobbiamo ovviamente impedire che due studenti si siedano sulla medesima sedia. non cioè puramente nominale.: A. o tentino di farlo). I Semestre Relazione per il modulo : Didattica della Matematica (Prof.. l’ insieme I4 = {1. costruendo la corrispondenza tra A e I4 data da (a.4}. In modo naturale per altro. Quindi card ( A ) = card ( I4 ) = 4.. In particolare noi consciamo sottoinsiemi dei numeri naturali. Non si può mettere in corrispondenza biunivoca un insieme finito con un suo 6 .2).Michele Antenucci SSIS Fisica . Ma qui non ci occupiamo di ciò). Ora dobbiamo investigare una specifica proprietà degli insiemi con cardinalità n per qualche n. Se gli elementi di un insieme A possono essere associati in modo univoco ad elementi di un altro insieme B... II Anno.. Una prima definizione sensata.1). Ad esempio : vogliamo sapere se ci sono in questa stanza tante sedie quanti studenti.. Se non succede nulla di ciò la risposta è affermativa. Indicheremo d’ora in avanti la cardinalità di un insieme con il simbolo card().3.

infinite le loro radici. I secondi ci interessano particolarmente. E tutto questo avendo a nostra disposizione i tre concetti di insieme. sottoinsieme e corrispondenza biunivoca tra insiemi. Precisamente a non goderne sono proprio quelli che chiamiamo (a ragione) finiti.: A. La sua è una resa che va perdonata. Abbiamo già visto N.Informatica (A049 – A038) VII ciclo. II Anno.. appunto. quelli sono incomprensibili dal nostro intelletto finito per la loro grandezza. Si badi bene che allora è un insieme finito che definiamo tramite l’ infinito.. Ora. cosa sorprendente. E questo ci aiuta enormemente nella nostra investigazione. In definitiva “ quando siamo tra gl’ infiniti.. Una definizione in matematica ha tanto più senso quanto più discrimina. un qualunque insieme che sia equipotente a N diremo che ha la potenza del numerabile..> n2 .. Il passo successivo è allora quello di indagare la prolificità della definizione data.Michele Antenucci SSIS Fisica .Dopo duemila anni di arisotelismo e di infiniti pensati solo come potenziali (finiti sempre accrescibili.. Dobbiamo far vedere che esistono molti insiemi finiti e molti insiemi infiniti. solo in potenza infiniti ) forse lo scienziato non poteva far altro.(la sottolineatura vuole richiamare un punto che avrà invece sviluppi opposti due secoli e mezzo più tardi e dei quali parleremo tra poco). proprio questa confutazione del vecchio assioma del “tutto maggiore di una sua parte” arriva a coincidere con una definizione rigorosa e operativa di infinito in matematica... infiniti tutti i numeri. Sambusetti) sottoinsieme proprio. I Semestre Relazione per il modulo : Didattica della Matematica (Prof. Tale aggettivo è significativo perchè ci indica la possibilità di numerare gli elementi dell’ insieme dato (e cosa altro è una 7 . ma finiti e. Sempre nelle Nuove Scienze chiude il discorso sul suo paradosso affermando che infiniti sono i quadrati. Galilei non riesce a fare questo salto concettuale. Infatti abbiamo una proprietà (la corrispondenza biunivoca di un insieme con una sua parte propria) di cui godono alcuni insiemi e non altri. non viceversa (come per secoli era accaduto).” E’ Dedekind nel 1872 (preceduto in realtà da Bolzano) ad usare la propietà di cui sopra per caratterizzare la infinità: Definizione (Dedekind 1872): un insieme si dice infinito se può mettersi in corrispondenza biunivoca con una sua parte propria.. nè la moltitudine di questi maggiore o minore delle altre. Quindi. Questo è infinito secondo la nostra definizione via la corrispondenza biunivoca n < ---.Matematica ..

. ma in definitiva è molto.Informatica (A049 – A038) VII ciclo.. simile ad N.-1. E’ possibile esibirne di numerabili? (cioè in corrispondenza biunivoca con N?). D’accordo Z è numerabile. In sostanza: n <---> 2n +1 n <---> 2|n| per per n≥0 n<0 -1 ------> 2. Ma l’ insieme dei razionali. ecc.. -2/1.Procede di unità in unità come N e la sua numerabilità può alla fine risultare intuitiva. Si possono fare molti altri esempi. Se h = 1 ho l’ insieme { 0/1 } Se h = 2 ho l’ insieme { 1/1. non è così.-3... Sappiamo a questo punto che la apparente controintuitività della domanda non deve fermarci.>2 n. -2 ------->4. 1/2 . II Anno. per definizione. 1 ---------> 3..... Iniziamo con l’ insieme degli interi. Proviamo ad ingrandirci ancora un pò. Q è numerabile! Si può procedere infatti in modo ordinato che segue. (Supponiamo senza perdita di generalità la frazione essere irriducibile). E insiemi più grandi di N?. E’ numerabile via la corrispondenza n < ---. -1/2 } Se h = 4 ecc.3. Proviamo a raggruppare i numeri razionali per altezza.... Quando diciamo che è un insieme denso. Il numero h := |p| + q lo chiamiamo altezza di r.2. Ebbene no. Q. forse troppo.. Suoi sottoinsiemi propri sono numerabili. Un numero razionale r lo possimao scrivere come r = p/q con q>0... -1/1 } Se h = 3 ho l’ insieme { 2/1. Si veda l’ insieme dei numeri pari 2N := {2n | n in N}.. Quindi N è numerabile. è cioè numerabile ( o in modo più aulico ha la potenza del numerabile).-2.0.. Ad esempio la altezza del numero 3/2 è 5. Z := {.. 8 . Proviamo ad effettuare tale “numerazione”: 0 ------> 1.Matematica . Sambusetti) corrispondeza biunivoca con N se non un “assegnare” una “etichetta” con un numero naturale ad ogni oggetto dell’ insieme di partenza?). I Semestre Relazione per il modulo : Didattica della Matematica (Prof..: A. Lo è anche del numero –3/2 però.. 2 -------->5 Abbiamo numerato tutti gli interi! Allora Z è equipotente ad N .1. diciamo che tra due razionali arbitrariamente vicini ce ne sono addirittura infiniti altri! Sembra che Q sia tutto fuorchè numerabile.}.Michele Antenucci SSIS Fisica .

Nell’ infinito una sola potenza: quella del numerabile. 1. non assoluto.: A. Abbiamo enumerato Q. -1/1 2/1. Sambusetti) Per ogni altezza h ho un numero finito di razionali di quella altezza. -2/1. II Anno... per ipotesi: a1 = 0.. 1). Diciamo allora che è possibile enumerare tutti i punti dell’ intervallo reale (0.. I Semestre Relazione per il modulo : Didattica della Matematica (Prof... La dimostrazione che ne diamo è quella che Cantor stesso rielabora anni dopo e che ha il grande vantaggio della chiarezza.. si potrà avere.a11 a12 a13 . Allora ecco come posso procedere alla numerazione: h=1 =4 Q: ecc. Ora si pone una questione fcruciale.Informatica (A049 – A038) VII ciclo. Q ha la potenza del numerabile..... 2. accrescibile... Scrivendo allora tutti i numeri in (0. con aij in {0... 1) con espansioni decimali tipo 0.. -1/2 h=2 h=3 h ... in particolare l’ intervallo (0. Tutti i razionali vengono coinvolti (ogni razionale ha una sua altezza) e ad esso compete un solo naturale.. Nel primo caso avremmo. A ciascuno assegnamo il numero naturale successivo al precedente. N: ecc. oppure no...Michele Antenucci SSIS Fisica .infinità di potenze (1 è la potenza che compete agli insiemi con un solo elemento ecc.. 3. una.Matematica .. Tale risultato costituisce un passo gigantesco nel pensiero filosofico e matematico assieme poichè consente di stabilire l’ esistenza di un infinito attuale. Quindi prendiamo ordinatamente tutti i numeri razionali di una determinata altezza (sono in numero finito) e li disponiamo in fila. 9 1 2 3 4 5 6 7 1 1/1. Cantor si concentra su un sottoinsieme di R... Tutti gli insiemi infiniti visti sin d’ ora hanno la stessa potenza: quella del numerabile. a11 a12 a13 . nel finito. 1/2 . o tutti gli insiemi infiniti sono equipotenti (e quindi hanno la potenza del numerabile visto che abbiamo N come prototipo). Possono accadere due cose... 9}. Il 12 Dicembre 1873 Cantor dimostra che ciò e’ falso: non ogni insieme infinito è numerabile . Si procede negando la tesi.) tutte ordinabili.1)..

. Quindi abbiamo trovato un elemento di (0.: A.. ecc. ma tanti quanti ne ha N (o Q. come esaustiva. Ha qualcosa in più.. (Nota: quel che segue... si presta a considerazioni di filosofia della matematica che qui non ci riguardano... 10 ..esso non è nella numerazione data prima. E tale sequenza esaurisce tutti i punti in (0. I Semestre Relazione per il modulo : Didattica della Matematica (Prof.. 1) a3 = 0.1) .. certo.... Abbiamo insiemi infiniti come N.. Q e Z (e altri) che si corrispondono biunivocamente e insiemi come R. per quanto ovviamente corretto.1) con bk = 9 se akk = 1 e bk = 1 2. Non vi è perchè le sue cifre decimali sono state scelte in modo da non esservi.... Ha senso allora coniare un simbolo per indicare tale proprietà. Ma (0.. b1 b2 b3 . (0. per gli insiemi visti sopra lui conia il “numero” ℵ 0 (alef zero).Matematica . ma che tuttavia esistono). o l’ insieme dei numeri pari). Tali insiemi si dicono avere la potenza del “numerabile”. Si può vedere che R è equipotente a (0. dati un elemento a. Cioè (0.1) “non è infinito come” N.1) non è equipotente a N. a31 a32 a33 ..1) e altri che si corispondono biunivocamente.il numero b è in (0. In particolare.1) (e a qualsiasi intervallo della forma (a... Dire quindi che un insieme ha ℵ 0 elementi (anche se non precisa. Costruiamo dunque il numero b = 0. Ma tra queste due classi non ci può essere corrispondenza. In definitiva l’ insieme si può numerare cioè si può stabilire. .b) ). Ma (0. E lo chiama primo numero cardinale transfinito. II Anno.. Non è numerabile. Sambusetti) a2 = 0...Informatica (A049 – A038) VII ciclo.. Cantor assegna a N e agli insiemi ad esso equipotenti lo stesso “numero” che descrive il loro “modo” di essere infiniti. a21 a22 a23 . ritengo che tale locuzione sia didatticamente molto efficcace) significa semplicemente che ne ha infiniti. 1) è infinito? Banalmente si può verificare geometricamente che esso è equipotente ad un qualsiasi suo sottointervallo. se akk ≠ Abbiamo che 1. Si tratta di insiemi infiniti. .1) non presente nella nostra numerazione.Michele Antenucci SSIS Fisica .

. Lo indichiamo con P(A). La risposta è affermativa... Riassumendo: esistono insiemi infiniti (secondo Dedekind). Non è questa nota la sede per affrontare tali questioni). Anzi. Agli insiemi come R. Chiaramente P(A) ha sempre 2n elementi.Matematica . Sia D allora un insieme infinito... schematicamente: D a b | | c | d e | | f | g h | | i | l | m | n.. (Nota: introdurre un insieme i cui elementi siano insiemi non è operazione priva di rischi. Noi prendiamo un simbolo (appartenente o meno al sacchetto) e lo scriviamo esternamente al sacchetto. I Semestre Relazione per il modulo : Didattica della Matematica (Prof.. ed esistono almeno due infinità distinte (il numerable e il continuo). I sottoinsiemi sono “sacchetti “pieni di simboli. l’insieme P(D) non si può porre in corrispondenza biunivca con D. Abbiamo.: A...infiniti.Michele Antenucci SSIS Fisica . proprio da termini come insieme di tutti gli insiemi e simili nascono paradossi che ci obbligano a chiamare ingenua la teoria degli insiemi di Cantor. Supponiamo di poter far corrispondere biunivocamente i suoi elementi e i suoi sottoinsiemi. diciamo di n elementi.. II Anno. Quindi A e P(A) non saranno mai in corrispondenza biunivoca! Il successivo grande risultato di Cantor consiste nell’ aver esteso questo teorema al caso di insiemi arbitrari (anche infiniti!) Teorema di Cantor: Dato un insieme arbitrario D..... Ciò significa che possiamo assegnare in modo inequivocabile ad ogni sottoinsieme di D una etichetta con su scritto un simbolo (che è un elemento di D)... Il ragionamento.. La Dimostrazione è al contempo Ma semplice e sfuggente e (meglio dire linguisticamente sfuggente). anche qui geniale per quanto semplice.. lui assegna un secondo numero transfinito C (che chiama potenza del continuo). Ne esistono addirittura.. Sambusetti) chi è il precedente di a e il successivo . conduce Cantor a considerare il fatto che un insieme finito A. chiaramente corretta didatticamente efficacissima. (Qui termina la prima lezione) Ne esistono altre? Cioè esistono insiemi infiniti ma non equipotenti a N e a R?... permette di costruire una insieme i cui elementi sono i sottoinsiemi di A.. | 11 .Informatica (A049 – A038) VII ciclo.

... Non si può mettere in corrispondenza biunivoca D e P(D). Se invece a appartiene ad A (oltre che essergli associato)..Informatica (A049 – A038) VII ciclo.... e così via card(D) < card(P(D)) < card(P(P(D))) < .. Possiamo.. lo mettiamo nel “sacchetto X....1) ecc. II Anno.. Insomma. Nei nostri termini... la tesi affermata porta a contraddizioni insuperabili.. P(D) ha allora una cardinalità superiore a D (contiene al suo interno D stesso visto come sottoinsieme banale di sè stesso).. passare all’ insieme delle parti e trovare una cardinalità superiore..... I Semestre Relazione per il modulo : Didattica della Matematica (Prof.. Cantor riesce a costruire una corrispondenza biunivoca tra R e P(N). .. Ora. Sambusetti) P(D) D.. Passiamo poi a b. Per inciso fa parte di quelle varianti sul tema del paradosso del mentitore che non ci si stupisce mai di indagare e riscoprire. Costruiamo (anche qui!) allora un insieme X fatto così: se a appartiene ad A non lo mettiamo dentro X. dato un insieme infinito. In particolare.. Ma allora siccome la nostra corrispondenza è esaustiva.... Questo teorema ci fornisce la risposta che cercavamo.deve appartenergli (proprio per come è fatto X)!.Michele Antenucci SSIS Fisica . X deve avere associato un certo elemento x di D... Se appartiene allora vuol dire che. ℵ 1 ecc.: A. Di conseguenza deduce che 12 . Come si colloca C all’ interno della gerarchia sopra indicata? Ora... La associazione tra elementi e sottoinsiemi non ha nulla a che vedere col fatto che gli elementi stiano nei sottoinsiemi cui sono associati..deve non appartenergli (perchè X contiene elementi che non appartengono agli insiemi loro associati)! Se non appartiene ad X allora.... Abbiamo indicato con C la cardinalità di insiemi tipo R o (0. La potenza del continuo cioè. A B C D E F G H I L M N.. non rimane che negare la ipotesi.Matematica . Ma x appartiene o no ad X ? Vediamo. l’elemento a può appartenere ad A o non appartenere ad A. E’ un dilemma da cui non si esce. Sia chiaro che in questo modo noi affermiamo di prendere tutti i sottoinsiemi di Più formalmente queste cardinalità vengono indicate con ℵ 0 Un breve cenno ad una questione importante. a c ecc. E’ chiaro che X appartiene a P(D) (essendo un suo sottoinsieme). per N ℵ0 = card(N) < card(P(N)) < card(P(P(N))) < . e qui viene il bello.

Michele Antenucci SSIS Fisica . Fu David Hilbert che riconobbe.. applicando l’algoritmo una sola volta. I Semestre Relazione per il modulo : Didattica della Matematica (Prof...... Hilbert. Sambusetti) Teorema: C = card(P(N)) := ℵ1 In definitiva noi abbiamo un Ma esistono numeri transfiniti tra C e ℵ 1 ? algoritmo per costruire cardinalità sempre più grandi e possiamo mostrare come dal numerabile. detta ipotesi del continuo è che non ne esistano. 13 .. ℵ 3 .... ℵ1 ... Quindi è un problema indecidibile. .... _______numeri cardinali finiti________________numeri cardinali transfiniti________ 1. Nel 1936 Kurt Godel...: A. a conclusione..nessuno ci scaccerà mai dal paradiso che Cantor ha creato per noi”.... la grande costruzione cantoriana dicendo: ” .. 4..Informatica (A049 – A038) VII ciclo... II Anno. n.. ℵ 2 . 3.. L’ ipotesi di Cantor. Nulla però vietà che esista un altro modo (o algoritmo) per accrescere le cardinalità in modo tale che partendo dal numerabile si ottenga al primo step una cardinalità intermedia tra ℵ 0 e C .. e nel 1963 Cohen dimostrano sostanzialmente che tale ipotesi si può accettare o rifiutare senza cadere in contraddizione. al congresso di Parigi del 1900... L’ ipotesi del continuo assume un ruolo analogo dunque al postulato delle parallele! Ora.. in definitiva. come si possono costruire geometrie euclidee o non euclidee a seconda che si accetti o meno il quinto postulato di euclide........ pose proprio questa questione come primo problema della matematica del secolo che si apriva. arriviamo al continuo... D. si può presentare uno schema che rende più “sistematica” la disposizione dei numeri transfiniti data da Cantor........Matematica . In sostanza si possono costruire teorie degli insiemi cantoriane o non-cantoriane... 2..

. e il ”numero” delle permutazioni dei punti di una retta. Oggi sappiamo bene che tale equipotenza non è equivalenza topologica.) . a parte ovviamente l’insieme di tutti i sottoinsiemi di R? E’ possibile trovare un insieme con potenza ℵ 2 (oltre. altri insiemi non se ne conoscono. Sambusetti) 3. Altre interessantissie questioni sono: 1. nel senso che la “dimensione” degli oggetti si fa sentire nella discontinuità della applicazione biunivoca. Galileo e via discorrendo. Ma da un punto di vista infinitario tale cosa non conta. Ma nel 1877 il suo stupore è grande quando riesce a mettere in corrispondenza biunivoca un segmento e i punti di un quadrato! Scrive infatti “. egli tenta di dimostrare che il numero di punti di un quadrato è un transfinito maggiore di C (che è il transfinito che compete ad un singlo lato di tale quadrato. Cantor non fa eccezione. Geometricamente. o sempre. ovviamente a P(R))? E’ possibile: 1.Informatica (A049 – A038) VII ciclo.Michele Antenucci SSIS Fisica . Per ℵ 3 ? A parte P(P(R)). 14 . succede che chi scopre un nuovo sentiero del pensiero sia il primo ad avere stupore e difficile accettazione per ciò che sta scoprendo. Ciò è accaduto a Planck. Einstein. A dimostrazione dell assoluta controintuitività del percorso sul quale si è incamminato. I Semestre Relazione per il modulo : Didattica della Matematica (Prof.lo vedo ma non posso crederci!” Cantor aveva sperato che i suoi transfiniti avrebbero permesso di “distinguere” i diversi ordini di spazio..l’ insieme delle funzioni reali di x. coincide con l’ insieme delle “curve” che si possono disegnare in qualsiasi “piccola” porzione di piano. A volte..Matematica . Così non è. Esiste allora in matematica un insieme con potenza ℵ 2 .: A. 2. II Anno. Complementi In questa sezione si accenna a concetti utilizzabili per opportune estensioni dell’ argomento (in dipendenza stretta dal tipo di classe in cui si sta lavorando).

doc Contiene lo schema delle lezioni. Elementi di teoria delle funzioni e di analisi funzionale [3] “Intorno al concetto di Infinito” note di Incitti&Sambusetti (http://www.. I Semestre Relazione per il modulo : Didattica della Matematica (Prof. Itinerari filosofici e matematici di un concetto di base Editori Riuniti [1] A. Altro possibile argomento può essere l ‘artmetica dei transfiniti. Fomin.html) Edizioni Mir 15 .matuniroma1. Sambusetti) Sembra allora che la scala degli infiniti di Cantor sia un poco “sottoutilizzata”. Kolmogorov.V.. Allegati [1] Percorso.Matematica . Bibliografia [1] Lucio Lombardo Radice. II Anno.. Michele Antenucci 4. In più una serie di prerequisiti e obiettivi specifici 5..Michele Antenucci SSIS Fisica . L’ infinito.: A. S.Informatica (A049 – A038) VII ciclo.it/didattica/orientamento_matricole/index.N.