IN COLLABORAZIONE CON

I CENTRI OBI

• Affi (VR) loc. (anove· Grond'AHi Shupping (enter. Avenana lAO) Cappelle dei Marsi - Compl. Commerdale II Pano - Via'Tiburtino Valeria, Km.ll0,4 • Bresda RonoodeDe Via Mondclasso, 47 • Caslelfranca Veneto (TV) Centro (omm.1 Giardini del Sale· Golieria Europa, 13· Grosseto Via Aurelio Nord, 99 (ang. Via (encio) -Imula (BO) Centro (amm. La Scola· Via Zello (ang. Via Emilio) • Lecco Malgrote Via Provinciale, 13· Legnano (Mil Via Soronne5e, 26· Modena Via Emilio Esl, 1381- PenJgio lot Blera Scala· Strollo (onianese • Pesaro Via GioliHi, 212. PeWl'll Samoocelo Via Amendola, 24n - Piotenza Via Lamli (eng, Via £milia Pave5e, 40/42) • Pimnza lac ~ Mose - S.S. (oorsana • Ponledera (PI) (enlro (amm. II Ponte· S.S. TOl(oromagnola, 67 • Reggio Enlilla Via Ferruccio Ferlllfi, 8. Rimini Via Nuovo Grronvallazione, 22. Ramo Pianole Van Gogh, 10 - Via (o,ilina Km. 15,300 • Sana (VR) local~1i Le Pezze - La Grande Melo ShoppingJand . Viii Trentioo - Torino GrogIiasco (enlrn (cmm.le Gru . Via Creo, 10. V"d_ Viole E BOIIK(D (aog. Via Sonln Lucia)

I CENTRI MISTERBRICO CITY

• MantoYa Via Verona, 87/( • SaiD (BS) localitll (uoettcne - Centro Commerdole Solo 2

• Siena Looojila Cerchicio - lOilo Artigiano~/(ommerciale

CIDrnn:jt

IL KOLOSSO DIL FAI DA 'II!

L'ORTO FACILE

L'Obiteca €I stata realzzata per fomire un arientamenta per i lavori in essa contenuta. L'edltore assicura che sana state prese tutte Ie precauzioni per garantire I'assoluta sicurezza delle istruzioni rna 5i esime da ogni responsabilita In caso dl infortuni 0 danni a persone a' case conseguenti la consultazione del presente opuscolo.

Nella progettazlene di un erto tenete presente it percorso del sole durante la giornata e, se e possibile, orientate l'orto in modo che riceva la massima iosolazione. E' conveniente individuare una zona laterale sulla quale collocare la serra-semenzaio, un eventuale capanno par gli attrezzi e la compostiera. Se 1a zona e battula dal vento prevedete la collocazione di siepi a di piante- a chioma fitta che non proiettino ornbra sui terrane.

2

PAOGETTAAE L'OATO

Per soddisfare Ie esigenze alimentari (in fatto di verdura e di ortaggi) dl una famiglia di 4 persone ,non e necessaria realizzare un grande orto, Bastano 40-50 metri quadri.

La progettazione e I'impianto di un orto devono, perc, rispettare alcune regale di base, utili per la buona riuscita delle coltivazioni.

II progetto generale

Individuata la zona in cui intendete realizzare I'orto disegnate una piantina in scala e tracciate gli elementi fondamentali. Lungo il lato maggiore prevedete un sentiero .di pietre da cui si dipartono vari sentierini di terra battuta che attraversano tutta l'orto. In questa modo avrete un fronte facilmente accessibile per avvicinarvi il plu posslblle aile varie zone dell'erto con carriele a altri attrazzl e materialL

La posizione

Illuago ideale deve essere ben aperto e luminase: niente alte barriere di alberi a siepi com pane che creane spesse zone d'ombra.

II terreno deve essere anche al riparo da correnti fredde e dal vento. In questo case pub servire una barriera di difesa costltulta da siepi paste ad una certa distanza. Si pub impiantare un orto sia In piano che su un terrena Inclinato. SI tenga presente, psro, che nel secondo caso

3

l'irrigazionee la manutenziane g'Emerale sono pill difficoltoSi ,soprattutto su terreni poco assorbantl ln quanto l'acqua di irrigazione tends a "correre" senza penetrare nel terreno.

L'a,cqua

E' fondamentale chel'acqua sia reperibile nelle immediate vicinanze e che sia abbondante.

5e non e cost bisogna prevedere la realizzazione di un condotto idrico, anche precarlo, che permetta, come minima, di riempire psrlodtcamenta una vasca di accumulo che, tra l'altro, ha il vantaggio di riscaldare J'acqua diirrigazione. L'acqua fredda delJ'acquedotto, intattl, dovrebbe sempre

essere evitata.

l.'utlllzzo dl una vasca di accumulo ofire due vantaggi: lnnanzituttc perrrrettedl Immaqazzfnar e acqua d'irrigazlone qualcra I'orto non fosse dotablle di un irnplanto ftsao, inollre consente di irrigare gil ortaggl con acqua tiepida.

4

Serra e composUera

Lungo un lato prsvedete una zona in cui collocherete una plcoola serra 0 un semenzaio per Ja semina e ll prlmo sviluppo delle piantine. Nell'angola piu lantana da eventuall abltazlonl, lasciate un paio di metri quadri per la compostiera. Progettate anche l'eventuala percorso di un cond'otto ldrlco sotterraneo e ra collocazione di una ° plu vasche di contenimento e raccolta dell'acqua.

La preparazione del terreno

II terrene va accuratamente decorticato per asportare iI manto arboso. Abblate cura, in questa fase, di eliminare il piu posslblls Ie radlcl infestanti che penetrano profondamente

A sinistra: il terreno deveessara liberato totalmente dall'erba e daog.ni pianta infestante. Con 1a zappa a punta quadra decorticate 11 terre no. A dastra.. una protond a vangatura neJ tardoautunno prepara II terre no.

5

nel terrene, Le operazioni dl preparazione vanno effettuate in autunno a in inverno (ma non quando gela). Eliminate.i sassrptu gross! e ogni altro corpo estra-rre:s..qumdLeffettuate una profonda vangatura. Se -pGtete-_~ afrneho per il primo impianto, cohverrebbe far arare il terreno

II terreno

II terreno migliore per un ortoe quello che 5i presenta rnorbldo, traspirante e che mantiene l'urnldita. Ogn! ortaggio esigerebbe un terreno particolare. Non potendo tar questo conviene preparare iI teneno in modo tale che ognl pianta possa ricevere iI massimo del nutrimento e svilupparsi agJevolmente

ad una buona protondlta.

La correZione del terreno e un intervento fondamentale per preparare un'orto che rtsulf produttivo. Fateesarnlnare il terreno e sa risultatroppo duro a poco assorbente correggetelo incorporando saobla di fiume.

6

.,

I

Correggere il terreno

Se _il terren~ e pesante, duro e compatto aggJu.ngetevJ della sabbia per renderlo plu rnorbido e drepante. Se invece e secco e

sa bbi~5.0. inc~lfpo.ratev j degf i a PPQsiti compost: orgamcJ da gJardma , mescolatl can torba. Lasciate passare tutto I'inverno can Ie 201113 ben esposte e, att'lntzto della primavera, pratlcate un accurata fresatura (can la fresatrice a m~tare one fa rlsparmlare rnolto tempo e fatlca). In questa fase patete arricchire iI terreno per prspararlo aUe coltivazloru.

La fertilizZ8zione

P~tete ~tilizzare c.oncimi organici (Ietame) 0 rnlnerall. I sscondl sana pill facUi da utlllzzare e

l.'utitlzzo della fresatrice permette di sbriciolare Is wile di vangatura (o.aratura) indurlte dal g.alo. Una rnacchlna dl· potenza rnedto-procola e di larghezza di la voro di circa 60 em ha un costa contenuto ed e facil·e da manovrare.

7

sono facilmente reperlbili nei negozi specializzati. II concime organico va lncorporato all'atto della vangatura mentre if concime minerale pub essere sparso durante 0 appena dopo la fresatura.

La suddivisione dell'orto

L'orto va suddlviSo in diverse zone che competono al diversi ortaggi e verdure. Tra queste zone create dei sentlerini in rriodo da facilltare I'accesso e lavorate con cura la terra in modo da renderla morbida e fine if plu posslbile. Col passare delle staglonl alternerete Ie colture in modo razionale (vedere tabella delle rotazioni) in modo da non· lmpoverire una certa zona di terreno di sostanze nutritive.

E' bene suddlvidere I'orto prima delle coltlvazlonl in modo da stabilire Ie suparflcl di cornpetenze di ogni ortagglo. Lasoiale plccole superflci per Ie lnsatate, Ie carate e Ie erbe aromatiche. Date piu spazlo a pomodori, patate e tagloli.

8

Coltivazione e conduzione dell'orto

La coltivazlone deJl'orto e un Inslarna di atnvlta specltlcne per ognl tlpo di ortaggio coltlvato (ooncimazionl, semina, attlvlta colturaJi diverse, raccolta ecc.). Ma vl.sono anche attlvita, quasi quotidiane, che riguardano I'orto in generaie: caccla spietata aile erbacce di ognl tipo; eliminazione continua di sassi e carpi estranei che man mana affiorano; dissodatura e sarchlatura di superfici che tendono a incrostarsi e a indurirsi; ricostituzione di sentierini lrreqolarl; eliminazlone di Infestanti e parassiti con Ie apposite sostanze chimiche.

Sa gli uccelli causano un problema utilizzate Ie apposite rati mentra gli spavantapasseri

( anche i plu realistici) sarvono a ben poco.

A slnlstra: con I'apposito atlrezzo asportate, appena nasce, qualsiast lipo di erba infestanle. A destra: speciali reti a maglie medie difendono gil orlaggi dagli uccelll, La reti per orto di varlo lipo rappresentano utili complementi.

9

Tempi e modi

L'orto dovrebbe essere lavorato, preferibilmente, la mattina presto e la sera, in quanto iI sole' battente pub danneggiare Ie piante e indurire la terra se si innaffia di giorno. Le irrigazioni devono essere adeguate per ogni tipa di coltivazione. R icordate che alcune p.iante non devona essere bagnate sui fusto mentre altre esigana una bagnatura completa. Se potete utilizzate acqua che abbia stazionato per alcune ore (a giarni) in vasche di accumulo e quindi sia ad una temperatura superiore ai 10 gradi. Per una coltivazione Lntensiva potete sfruttare gli spazi vuoti lungo i filari con coltivazioni alternative e complementari a quelle principali. Se la superficie dell'orto e pill

A sinistra: I'irrigazione dell'orto puc essere eseguita can i normali Irrigatori a pioggia pergiardlno su tutti quegli ortaggi la cui pianta pun.essare bagnata. A destra: con i serbatoi di accumulo sl Irriga agevolmente per travaso.

10

ampia di quella strettamente necessaria lasciate riposare ,ogni anno . una zona diversa in modo da permetterle di arricchirsi di sostanze nutritive. In quella zona potrsts laseiar stazlonare ll latarna 0 collocare una capace compostiera.

La compostiera

Si tratta di un "cassone" di legno nel quale gettate tutti i rifiuti erbaqel 0 comunque organici prodotti dall'arto, bagnando tutti i giorni.

Queste sostanze fermentano e marciscono reaHzzando un "camposta" dalle notevali capaclta fertilizzanti che puo essere utllizzato per arricchire II terreno di sostanze nutritive assolutamente naturali.

La compostiera si reallzza facilmente costruendo un telaio cubico in le~no senza londo e senza coperchlo. La pareti sono costltUite da slecche di legno distanziate tra di loro. Uno sportello permette di prelevare iI fertilizzante.

11

TABELLA DELLE ROTAZIONI
ZONA 1 ZONA 2 ZONA 3
barbabletola agllo carota
cavolflore cavolo fagiolo
cetriolo cipolla fagiolino
patata insalata piselJo
porro peperone scalogno
rapa finocchio erbe arom.
sedano spinacio
scorzonera ravanello AGUO

Terreno

Ben lavorato prima dell'inverno , sciolto e non umido. Possibilmente ben solegglato eben concimato.

Ogni ort.aggio assorbs dsl terreno vari elementi nutrltlvi in quantita anehe rnolto diverse. Per non impoverire eccesstvarnente una lana dell'orto seminandovi sempre 10 stesso ortaggio, e.Q[).viene ruotare Ie coltivazioni anna dopa anno. Una tecniea frequentemente usata consists nel dividere I'orto in tre zone Ie cui coltlvazionl vanna alternate anna dopa anna. Dopa ii primo anno Ie coltivazioni della zona 1 andranno eseguite nella zona 2. Queste verranno spostate nella zona 3 e queste ultlme nella zona 1.

Cosi di seguito negli anni-auccesslvl. Aleuni orta99i, tra cui il pomodoro, non abbisognano di rotazioneannuale

ColUvazione

Si pianta In ottobre-novembre oppure in primavera se la zona e particolarmente fredda e umida. Piantate gil spicchi ( bulbilli) a 6-8 cm di distanza uno dall 'altro interrandol i a 10-12 cm di protondlta . Tra Je file lasciate circa 25 - 30 cm. Concimate dopa la semina con fosforo e potassio e non annaffiate se non in caso dl forte slcclta. Tenete ben diserbata la terra tra I filari con alcune zappature . Asportate immediatamente plants che mostrano segnl di parassiti a malattie diverse.

Raccolta

In giugno - Jugllo, quando la chioma st presenta periettamente secca. Intrecciate Ie chiome e fate delle crocchie con I'agllo che appendete in un luogo asciutto e ventilato.

Note

Per piantarlo I'anno success iva tenete da parte Ie teste pili belle. Conviene piantare I'aglio in una zona dlversa da quella dell'anno precedente peravere un buon raccolto.

12

13

ASPARAGO

BASILIca

Terreno

Asctutto, sabbloso.e ben drenato. Pulire costantemente iI terreno dalle erbacce. Predilige posizioni soleqqlats .

Terreno

Leggero e fertile. Va collocato possibilmente in una posizione calda e riparata.

Co ltivazi on e

lndlvlduara un angolo un poco appartato

( diventera "I'asparagiaia"). Nell'autunno precedente <ill'impianto effenuate uno seasso del terreno df almeno 70-80 cm.

Dopo aver faUo riposare iI terreno coneimate, aggiungendo del terrieeio e della sabbia se il terreno e troppo eompatto. In prirnavera fate dei solehi distanti 50-60 em e profondi 20. Spargete un po' di letame, e ricoprite con 3-4 em di terra: disponendo Ie piantine da seme dette "zampe". I n estate innaffiate abbondantemente e eoncimate con zolfo 0 fosfaazbtati.

Co II ivazi on e

La semina si effettua in febbraio in luogo riparato a in marzo-aprile all'aperto.

Quando Ie piantine sono suftlclentemente alte sl trapiantano in grossi vasi 0 in plena terra. Se 51 piantana nella terra bisagna disporle a 30-40 cm una dall'altra e cimarle leggermente per favorire I'atteeehimento.

Innaffiate regolarmente polchs il basilica teme l'eccesslva urnldlta.

Cimate Ie plante per evitare ehe vadano troppo presto in fioritura.

Raccolta

Si pub inizlare dal terzo anna provvedendo alia eliminazione delle erbacce e sl raeeolgono quando i gambi spuntano dalla terra di 10-15 ern. Usate un coltellino a lama ben affilata.

Raccolla

Da maggio asettembre, staccando Ie foglioline con Ie mani. Per favorire la produzione 51 possono potare Ie piante nel periodo di maggiore sviluppo.

Note

Una asparaqlaia Impegna una zona per tutto !'anno : la durata media e tra i 10-15 annl.

Note

II basilico e una pianta che si semina ogni anno poiche non sopporta i rigori invernall. Pub essere conservato tritato e salato in freezer per costituire la base del "pesta". La varleta "mentolata" ottre un aroma particolare.

14

15

BIETOLA

Terreno

Fertile e permeabile. Soffre i terreni aridi che vanna alleggeriti con sabbia e torba.

Colt i vazi one-

SI pub effettuare durante tutto I'anno, tranne i mesi invernalL

In marzo-aprile sl semina in semenzaio e quando la piantina e alta 15-20 em si trapianta in piena terra da giugno ad agosto in buche alia distanza di 30-40 cm.

Le piantine si interrano. lasciando iI colletto circa 1 cm fuori terra. Per facilitare I'attecchimento si consiglia di cimare Ie fog lie e irrigare frequentemente, specie se la stagione Ie caratterizzata da sleclta.

Raccolta

SI effettua da maggio ad agosto anche fino aile prime gelate. Si'raccolgono Ie fogUe pili asterne lasciando il "euore" della pianta per permetterne una ulteriore crescita .

Note

La bietola sopporta la consociazione di numerosi ortaggi; ottimi vicini sono cavoli e carote. In occasione dei primi freddi proteggete

. Ie piantine con paglia 0 con appositi teli plastici protettlvl, per avere un raceotto I'anno dopo.

16

CAROTA

Terre no

Fresco e fertile, profondo eben drenato. Richiede terreni 50leggiati.

1 J

Colt ivazi one

La semina sl effettua a fine gennalo, se it terreno han e gelato, 0 ad agosto su file distanti 20-30 cm. Nelle zone calde certe varleta 51 seminano anehe a settembre.

Dopo la semina bisogna mantenere il terreno umido. senza eccassl, per favorire la germinazione. Ricorrere ogni tanto alia sarehiatura per arieggiare e rompere la erosta del terreno. Limitare la presenza di erbe infestanti.

Quando Ie piantine sana alte 3 em bisogna diradarle, lasciandone 6-8 sulla fila. Innaffiare frequentemente aggiungendo aU'acqua un po' di nitrato di soda.

.1 J

Raccolta

Si effettua principal mente ai primi di ottobre. queUe precool a primavera.

Avviene estirpando Ie radiei 0 scavando if terreno con una paletta.

Note

Attenzione ai parassiti (insetti ed afidi) . Eliminate subito Ie carote attaccate.

17

CAVOLFIORE

CIPOLLA

Terreno

Ben concimato, ricco di potassio, fresco e profondo.

Terreno

Profondo, leggera e non umido. Esige una posizione soleggiata.

Coltivazione

Le cipolle possono essere coltivate tutto I'anno e la semina si effettua da febbraio a settembre. Le clpolle invernali (di varleta tardiva) si seminano nel semenzaio 0 a dimora da gennaio a marzo, poi si trapiantano. Per una coltivazione piu facHe e conveniente acqulstare i bulbi di cipolla appositamente venduti. Si possano seminare da fI~bbraio ad aprile collacandoli in file lunqe solchetti poco protondi in modo che la punta del bulbo rlmanga fuori terra.Pol si bagna abbondanternente. Durante la cresclta letrrtqaztonl-devono essere molto rade e cessare prima della raccolta.

Eliminate Ie erbe infestanti e sarchlate spesso il terreno per lrnpedlre la formazlone della "crosta".

Coltivazione

La semina varia a seconda della vartsta, del ellma e della raccolta. Solitamente avviene tra magglo e giugno per la raccolta invernale. Le vartetaa maturazione primaverile ed estiva, vanna seminate in settembre-ottobre.

La semina avviene in semenzalo e II terreno deve essere sempre umido. Dopo 40-60 giorni dalla semina, Ie plantine vanno trapiantata, (solo quelle ben formate ). II trapianto va eseguito in giornate non troppo calde 0 assolate. prelevando Ie piantine can piu terra possibiJe. ststematete SU file disponendole 70 em circa l'una dall'altra. Comprlmete bene Ia terra intorno aile radici, bagnare dellcatamente e abbondantemente. Zappate attorno ai cavolfiori can regolarita per tenerH pulltl dalle erbacce. Sarchiare II terreno e irrigare regoJarmente.

Raccolta

Si effettua quando Ie foglie sana gialle. Eventualmente toreete II fusto e lasciatelo seccare per bene. Estraete j bulbi a mana e teneteJi in Juogo asciutto e coperto. Quando Je foglle sono seeehe riponate Ie cipolle in cassette a formate delle filze da appendere.

Raccolta

Quando I'infioreseenza del cavolo e formata 51 raccogiie senza aspettare che si apra.

Si taglia a 5 em dalla base. in modo che la planta possa continuars a svilupparsi.

18

19

CAVOLO

Terreno

Ricco disostanze organiche. Resiste ai climi freddi ed alia slcclta.

Coltivazione

La semina varia in funzione della raceolta. Se il raceolto avviene in primavera bisogna

seminare ln setternbre. Per raecogliere in estate sernmare in inverno, per la raeeotta autunnale seminare in marzo-aprile e per quella invernale sernlnare in maggio-giugno_ Normalmente la 51 effettua da marzo a giungo in semenzaio e Ie piantine st trapiantano dopo 40-50 gionii. Trapiantate ,preferibilmente nel tardo pomeriggio, estraendo I~ piantine dal semenzaio a piccoli gruppi e con maggior terra possibile. POrlljlte ogni piantina In slnqola

buche protonde, laseiando emergere solo II fusto con foglie. Dlstanzlate Ie file di,60 em mettendo Ie piante a 40-50 em di dlstanza _ Dopo II traplanto pressata bene can I piedi il terreno e irrigate regolarmente.

II terreno non deve mal essers secco.

Raccolta

Va eseguita quando Ie teste del cavoll sana ben eompatte reeldendole dal fusto appena sotto Ie foglie. II cavolo si conserva bene 'sla in frigorifero ehe in cantina, sospeso.

20

CETRIOLO

Terreno

Cresce bene nei terreni rlcchl di sostanze organlehe, profondi, ben coneimati e soleggiati.

Co ltivazion e

5i semina dlrettamente all'aparto tra aprite e maggio. Scavate delle buche distanti tra lora 40 em, con uno strato di circa 30 em di terriccio.

AI centro mettete 2 03 semi, Interrandoli di 2-3 em senza pressare II terreno e innafflate delicatamente. Se II terre no e troppo umldo non seminate nelle buche rna In piccole montagnole leggermente rialzate per impedlre che Ie piantine softrano rurntona.

Occorre sistemare accanto a ogni pianta, 0 lungo la fila, dei sostegni (reti, graticci 0 altra) suUe quail Ie piantine possano svllupparsl. II cetriolo coltivato come rampicante da una produzione ptu abbondante.l frutti maturano uniformemente e la raccolta e plu rapida. II cetriolo 51 pub anche coltivare a terra laselando una distanza tra Ie piante di alrneno un metro e mezzo per 10 svlluppoln orlzzontale.

Raccolta

Haccogllete i frutti quando non sono ancora troppo grandi, circa al due terzi del lora sviluppo.La raccolta va fatta ogni glorno, al mattlno, quando I frutti sono pill fresChi.

21

FAGIOLO E FAGIOLINO

LATTUGA

Terreno

Deve esser leggero, ben drenato eben concimato can letame.

Terreno

Predilige terreni concimati can letame e a base di fosfato e azoto. Cresce bene nei climi freddL

Coltivazione

Effettuate la semina da marzo a giugno. Collocate i semi interrandoli alia protondlta di 3-5 em, su file dlstanti 50 cm per Ie vaneta nane, 80 cm per quelle rampicanti.

Nef solchetto collocate un seme ognl 3-4 cm. Se la terra invece e troppo argillosa mettete 5 semi ognl 2P ern.In modo ehe germlnlno tutti Insieme e vlncano la resistenza del terreno. Coprite i semi con terriccio e bagnate .

Fagioli e tagiolini esigono malta acqua, rna questa non devs mai ristagnare. Poer evitare rnalattle non bagnate mai Ie fogliemairrigate il terreno. I fagloli e taglollni rampicanti necessitano di sostegni. Si usano apposite reti in plastica che andranno fissate ai pali verticali (distanti un metro uno dall'altro) dispostl lungo la fila. Come sosteqno si usa no anche Ie canne su cui sl arrampicheranno Ie plantine.

Raccolta

I fagiolini vanna raccolti quando sana ancora teneri staccandoli nettamente dana pianta. I tagioll da sgranare ,Invece ,quando iJ baecello e tenera ma i semi sana gia ben tormati.

Co Itivazion e

lrnztate Ie semine in inverno (In un cassone caldo) 0 inmarzo-aprile all'aperto. Dopa la semina che effettuate a file 0 a spaglio, pressate il terrene e irrigate delicatamente. Quando Ie plantine hanna 4-6 foglle diradatele e trapiantatele a 25-30 em I'una dall'altra. Nel trapiantarenon bisogna mal interrare il colletta che deve rimanere sopra iI terreno.

Zappate can reqolarlta tra i filari, in modo da mantenere II terreno ben aerato e libero dalle erbe infestanti. La lattuga necessita di frequenti annaffiature specie nei periodi di slcclta, impedendo cosi al terreno dl inaridlrsi. Innaffiate regolarmente per tutto if periodo in cui iI clima r1mane secco, altrimenti Ie plants fioriscono prematuramente.

Raccolta

La raccolta avviene a seconda del pertodo df semina e possibilmente al mattino presto.

S; estraggono i cespi con la radice can un coltello affilato e tagliando nella parte pill bassa . Tra Ie file potete p_iantare cipolle 0 agllo: una consociazione molto felice.

22

23

MELANZANA

PATATA

Terreno

Esige un terreno rieeo e grasso. Profondo e ben eoneimato con letarna 0 eoncimi ehimiei.

Terreno

Leggero, ben dissodato, rieeo di sostanze organiehe. Abbondantemente eoneimato.

Colt iva zion e

SI pub antlclpare la semina in serra 0 in cassone ghi a dicembre-gennaio nelle zone ealde, a febbraio-marzo nelle zone fredde.

II trapianto sl effettua quando non c'e perieolo di gelate e la temperatura e piu mite.

Seavate del solehi distanti 70 em. eollocando Ie piantine a 50 em di protondlta. Coprite i solehl con terriecio e premete con Ie mani intorno alia plantina. Asportate la punta del getti lateral! -appena sl produce iI flore, laselando 3-4 10glie

e staccats tutti i gettl secondari, laseiando su .ognl pianta da lOa 12 fiori. Oltre alle. rrorrnali operazioni dl clrnatura e dl dlserbo continuo, la melanzana ha bisogno dl frequent! Innaffiature special mente quando inlziano a formarsi i trutti. Per Ie varleta a frutto 'grosso e lungo, dovete predlsporre dei tutor! (Iegno, canna, plastica) senza da'nnegglare Ie radiei.

Colt i vazion e

In I'autunno lavorate bene II terreno eoneimando con letame 0 altro concime organlco. L'epoea dl semina varia aseconda delle qual Ita dl patata e della zona. AI Sud si inizia a piantare a fine gennaio, mantra al Nord sl aspetta la meta di marzo. I tuberl, prima dl essere piantati, si fanno germogliare in luogo ben lumlnoso ed aerato rna non alia luce dlretta del sole.La semina avvlene piantando i tubed in plena terra in solehl protondi 15 em a Intervalli dl 7'0 em, (40 per Ie varleta precoei, a distanza dl 30·em). Quando I germogli hanno raggiunto I 2-3 em, sl piantano avendo cura di metterli con la parte germogllata verso I'alto. Quando e.mergono i prim! germogli, rrcoprlte dl terra e rlncalzate. Questa operazlone va ripetuta altre volte fino a quando Ie foglle non sl sana svlluppate e hanna rlcoperto iI sotco. Le patate richledono poche innaffiature.

Raccolta

Raccogliete I Iruttl prima ehe dlventino troppo grossl tagllando iI plcclolo con una forbice 0 un coltella, mai strappare con Ie rnaru: danneggereste la planta,

Raccolta

La raccolta avvlene dopo 3-4 mesi dalla fioritura delle plante. Attenzlone alia dorifera: un Insetto infestante che produce grossi danni.

24

25

PISELLO

POMOOQRO

Terreno

Accetta qualsiasi terre no purche concimato can preparatl fosforici eben drenante.

C olUvazion e

SI effettua a ottobre per raccogliere in a,prile-maggio, a giugno-Iuglio per il raecolto di fme est~te. SI: semina in solehi larqhl 15 em e protondt s em, mettendo i semi a 2-3 em distanti tra lore. Rieoprite riportando jJ terreno nel solco , spianate con il rastrello e innaffiate. Quando i germogli raggiungona i 5-6 em zappettate lunqo i, filari per mantenere iI terreno aerato eben morbido.

Rinealzate con eura per aiutare leolantine a sostsnersl. Le varteta rampicantl necessitano di tutori di sostegno, oppure reti di plastlca a grandi maglie, fissate a paletti. .

I piselll hanna bisagno di malta umidtta durante I perlodl caldi. Snrriga abbondantemente, ~pe.cie quando ,?~m!ncia.no ad apparire j prirnl flon e atormarsl I plccoll baceelli.

Terreno

Fertile e fresco, profondo eben concimato. Esige una posizione saleggiata.

Co It ivazlone

II pornodoro si riproduce per seme, rna per rlsparrruare tempo, e meqllo acquistarele piantine nei negozl speciatlzzati ,gi8 pronta per II traplanto, In aprile - maggia collocate Ie . piantine a 40 em I'una dall'altra in filari dlstanti 80-90 em. .lnterrate profondarnente e vicino ad ognl planta piantate un tutore a cui legare ,non troppo stretto, II fusto del pomodoro, Legatura ehe SI dovra rlpetere piu volte durante la crescita, e ehe sl effettua can l'apposita ratla. E' necessaria inoltre elimtnare Ie gemme che si formano aile ascelle delle foglie,

Questa operazione,. deve essere eseguita per tutto II periodo di cresclta. Irrigate non abbondantemente poicne ll pomodoro sopporta bene laslcclta.

Raccolta

I piselli vanno raeeolti quando sono formati rna non ancora del tutta maturi. I piselli piu plccoll

sono dolcie saporlti, ,

Raccogliere regolarmente j frutti serve anche a stimolare la cresclta di altri plsell].

Raccolta

La raccolta avvtene durante I'arco dt tempo in cui i fruttl rnaturano. I frutti raccoltl con il plcclolo, side poslta no in cassette d i legno pe r non danneqqlarll ,pronti per la preparazlone di salse e conserve, Per II consumo diretto si

raccolgono non del tutto maturt .

26

27

SEDANO

Terreno

Fertile ,Iavorato profondamente e ricco d'acqua. Cresce bene anche nei terreni acidi.

Coltivazione

Seminate in semenzaio tra gennaio e febbraio oppure piantate a dimora alia fine d'aprile ricorrendo all'acquisto delle piantine nei negozi specializzati. La semina a iI trapianto va fatto in solehi distanti circa 40 cm tra lora e Ie piante devono avere una distanza dl 20-30 cm. Non plantate troppo profondamente e innaffiate per mantenere iI terreno sempre fresco. Periodicamente effettuare delle sarchiature per eliminare Ie erbe infestantL Per imbianchire it sedano accorre rincalzare la terra quando i piccioli sana larghi circa 2 cm.

Operazione che va ripetuta ,in piu riprese ,a intervalli di 10-15 giorni fino a raggiungere I'altezza delle foglie.

Si legano i cespi che tendono ad aprirsi e si avvolgana con fogll di carta resistente a cartone ondulato.

Raccolta

Dalla fine di agosto i sedani sana pronti per il consumo. Si raccolgono ogni volta che si utilizzano in cucina, tagliandoli al colletto, rna prima che sapraggiunga I'inverno .

28

PREZZEMOLO

Terreno

Ben lavorato, ricco e perfettamente.drenato. Preferisce una posizione soleggia,a nelle regioni fredde, in quelle piu calde si sviluppa anche in ombra.

Coltivazione

Si semina in cassone tra marzo e aprile a dimora dlstrlbuendo iI seme a spagllo a a file. Si ricopre con un leggero strato di terra mantenendolo costantemente umido. Se Ie piantine nascono troppoftttarnsrrte, diradatele lasclando 7-8 em di dlstanza tra una e I'altra. auando Ie piantine sono cresci ute e la temperatura e ptu mite trapiantatele all'aperto a circa 10-15 em di distanza. Questa operazione va ettettuata con molta attanzlone polche iI prezzemolo ha radiei profonde e

delicate. Irrigate abbonoanternente dopo il trapianto. Se la semina avviene d'estate dovete mantenere iI terreno sempre umido per favorire la germinazione.

Raccolta

Flnche iI prezzemolo non si e sviluppato del tutto raccogliete solo 2 0 3 piante per volta. Appena Ie piantine saranno alte circa '20- 25 em eben robuste raeeoglietele tagliandole

1 02 centimetri sopra al colletta.

29

SPINACIO

Terreno

Predilige terreni sabbiosi e rieehi di sostanze organiehe. Non sopporta i terreni freddi e ristagnantl d'acqua.

Coltivazione

Si pratica da febbraio ad aprile per Ie produzioni estive, in agosto-settembre per quelle autunnali. La semina sl effettua a spaglio 0 su file distantl 20-30 ern, collocando i semi a 10 cm uno dall'altro. Se II clima e caldo dopo la semina irrigate frequentemente ma senza abbondare. Conviene sarchiare II terreno e pullre daUe erbeinfestanti.

Se gli spinaci naseono trappo flttamente eonviene effettuare un dirado.

Raccolta

Si raccolqono Ie foglie esteme per permettere alia' pianta di produrne delle nuove. Le piante di altra varleta ( non perenni) si raecolgono interamente quando sana svlluppats e spesss.

Note

Non coltivate 10 spinacio sulla medesima zona dell'anno precedents. E' facile presa di afidi e parasslti che vanno eombattuti con attenzione con appositi preparati. Prima del con sumo lavate accuratamente Ie foglie.

30

ZUCCHINO

Terreno

Terreno ben coneimato, morbido e non troppo aeido. Terne il gelo e la sleclta. Posizione soleggiata,

Coltivazi on e

Nei elimi temperati la semina si effettua in plena terra a fine marzo. Nei climi freddi si semina in vasetti , mettendo un seme singolo a una protondlta di 3 em, Verso la fine di maggio Ie piantine si trapiantano nel terreno. Mettete i semi a due a due, alia distanza di circa 1 metro. Se nasceianno due piantine lasciate solo la piu robusta.

Dopa la semina a it trapianto bagnate a bbonda nte rne nta,

Durante la fase di crescita oltre aile normali irrlqazlonl conviene rincalzare Ie plante e sarchiare bene il terreno per tlrnltare 10 sviluppo di erbe infestantLOgni 15 giomi sornmlnlstrata del fertilizzante liquido, senza eccedere nel dosaggio. Dopa II primo parlodo di produzione, per stlmolare la pianta conviene eliminare Ie foglie alia base e rincalzare il fusto.

Raccolta

Da giugno-Iuglioln poi, per tutta I'estate , fino all'autunno. 5i taglianogli zucchini svtluppatl, rna senza laseiarli ingrossare trappa.

31

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful