You are on page 1of 1

La tettonica e i fenomeni orogenetici

Introduzione alla tettonica
Lo studio delle deformazioni permanenti prodotte dalle forze endogene sulle rocce della litosfera e delle strutture che si formano in conseguenza di tali tensioni prende il nome di tettonica. Grazie alla tettonica è quindi possibile ricostruire la storia geologica di una determinata regione, per poi ricollegarla alla storia geologica del pianeta.

Il linguaggio della tettonica
La tettonica studia i corpi rocciosi. Possiamo distinguere due tipi diversi di corpi rocciosi: Ammasso: esteso nelle 3 direzioni omogeneamente dello spazio e di forma irregolare; Strati: esteso in 2 dimensioni (spessore ridotto) limitato da superfici parallele.

y y

Dizionario:

y y

Giacitura: la disposizione nello spazio di un corpo roccioso. Affioramento: la porzione del corpo roccioso visibile.

E raro che un affioramento abbia una giacitura e una forma uguali a quelle originarie. Tutti i corpi rocciosi sono infatti s oggetti a delle spinte verticali e orizzontali dette sforzi tettonici. Questi sforzi tettonici causano delle pressioni sui corpi rocciosi che possono essere omogenee, orientate, compressive, tensionali o di taglio.

Deformazioni e rotture delle rocce
Le rocce sottoposte a formi pressioni reagiscono in 3 modi differenti: Deformazione elastica: le rocce modificano la loro forma, ma non in modo permanente. Deformazione plastica: le rocce modificano la loro forma in modo permanente. Fratturazione: le rocce si spaccano .

y y y

Le rocce si comportano prima in modo elastico, superato il limite di elasticità in modo plastico, superato il carico di rottura si fratturano. Una roccia può reagire in modo differente a seconda di:

y y

Composizione chimica: una roccia può essere più duttile (comportamento più plastico) o più fragile (portata alla rottura); Condizioni fisiche in cui si trova: o Intensità della forza ; o Durata dello sforzo: più rapidamente è applicato lo sforzo più è probabile la rottura della roccia; o Pressione: in superficie la pressione agisce perlopiù verticalmen te, è quindi più probabile la frattura. In profondità invece la pressione agisce da tutte le direzioni, quindi è più probabile un comportamento plastico. o Temperatura: più la temperatura è alta più la roccia diventa duttile.

Gli sforzi tettonici producono nei corpi rocciosi quindi pieghe o fratture.