You are on page 1of 6

GRAGUIDA FUNZIONI DI GRA-F-X DEFINITE DALL’UTENTE

FUNZIONI PER LA RAPPRESENTAZIONE DI CURVE GEOMETRICHE DA INSERIRE SUL FOGLIO DATI
ASSE_SEG(XA;YA;XB;YB;VAR) Restituisce la funzione dell’asse del segmento di estremi A(XA;YA) e B(XB;YB). Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y.

CIRCO_CP(Xc;Yc;Xp;Yp;VAR;OPZ_1) Restituisce la funzione della parte superiore della circonferenza di centro C(Xc;Yc) e passante nel punto P(Xp;Yp). Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y. Assegnando 1 alla variabile opzionale OPZ_1, si otterrà la parte inferiore della stessa circonferenza. CIRCO_Cr(Xc;Yc;r;VAR;OPZ_1) Restituisce la funzione della parte superiore della circonferenza di centro C(Xc;Yc) e raggio r. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y. Assegnando 1 alla variabile opzionale OPZ_1, si otterrà la parte inferiore della stessa circonferenza. CIRCO_DIAMETRO(Xa;Ya;Xb;Yb;VAR;OPZ_1) Restituisce la funzione della parte superiore della circonferenza di diametro il segmento di estremi A(Xa;Ya) e B(Xb;Yb). Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y. Assegnando 1 alla variabile opzionale OPZ_1, si otterrà la parte inferiore della stessa circonferenza. CIRCO_TAN_Pr_Q(Xp;Yp;m;Xq;Yq;VAR;OPZ_1) Restituisce la funzione della parte superiore della circonferenza tangente in P(Xp;Yp) alla retta r di coefficiente angolare m e passante per Q(Xq;Yq). Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y. Assegnando 1 alla variabile opzionale OPZ_1, si otterrà la parte inferiore della stessa circonferenza. CIRCONFERENZA(a;b;c;VAR;OPZ_1) Restituisce la funzione della parte superiore della circonferenza di equazione x2+y2+ax+by+c= 0. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y. Assegnando 1 alla variabile opzionale OPZ_1, si otterrà la parte inferiore della stessa circonferenza. CIRCONFERENZA_3P(Xa;Ya;Xb;Yb;Xc;Yc;VAR;OPZ_1) Restituisce la funzione della parte superiore della circonferenza passante per i tre punti A(Xa;Ya), B(Xb;Yb) e C(Xc;Yc) . Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y. Assegnando 1 alla variabile opzionale OPZ_1, si otterrà la parte inferiore della stessa circonferenza. CONICA(a;b;c;d;e;f;VAR;OPZ_1) Restituisce la funzione della parte superiore della conica di equazione ax2+bxy+cy2+dx+ey+f= 0. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y. Assegnando 1 alla variabile opzionale OPZ_1, si otterrà la parte inferiore della stessa conica.

ELLISSE(a;b;xc;yc;VAR;OPZ_1) Restituisce la funzione della parte superiore dell’ellisse con semiassi a e b e centro in C(xc;yc). Alla variabile VAR va assegnata la lettera della 1

Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y.variabile attiva x o y.Yc) . Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y.Xc. PARABOLA_3P(Xa. PARABOLA_Fd(Xf.Yb) e C(Xc. b e c.Yc.OPZ_1) Restituisce la funzione della parte superiore della parabola con asse parallelo ad x con fuoco in F(Xf.yc. si otterrà la parte inferiore della stessa conica.Yb. PARABOLA_TAN_Pr_Q(Xp.b. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y. IPERBOLE_X(a.m. PARABOLA(a.VAR. B(Xb. si otterrà la parte inferiore della stessa conica.yc).Xb.Ya. PARABOLA_3P_X(Xa.Yp) alla retta r di coefficiente angolare m e passante per Q(Xq.yc.Yf. Assegnando 1 alla variabile opzionale OPZ_1.VAR.VAR.Yb.Yd.VAR.c.OPZ_1) Restituisce la funzione della parte superiore della parabola con asse parallelo ad x. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y.b.Yc.Ya.Xc. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y.Ya). Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y.OPZ_1) Restituisce la funzione della parte superiore dell’iperbole con fuochi sull’asse x.b. PARABOLA_Fd_X(Xf.Yq.b.Yp. PARABOLA_TAN_Pr_Q_X(Xp. si otterrà la parte inferiore della stessa conica. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y. b e c. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y. Assegnando 1 alla variabile opzionale OPZ_1. si otterrà la parte inferiore della stessa conica. RETTA_abc(a.VAR.xc. e direttrice di equazione y=Yd. Assegnando 1 alla variabile opzionale OPZ_1. tangente in P(Xp.VAR.VAR) Restituisce la funzione della parabola con asse parallelo ad y.Yq).Yq. si otterrà la parte inferiore della stessa conica. 2 .Xb.Yf. si otterrà la parte inferiore della stessa conica. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y.Yb) e C(Xc. e direttrice di equazione x=xd. b e c.Yf). Assegnando 1 alla variabile opzionale OPZ_1.xd. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y.b. PARABOLA_X(a.VAR) Restituisce la funzione della retta con equazione implicita di coefficienti a.Yp) alla retta r di coefficiente angolare m e passante per Q(Xq. OPZ_1) Restituisce la funzione della parte superiore della parabola con asse parallelo ad x e coefficienti a. Assegnando 1 alla variabile opzionale OPZ_1.yc).xc.VAR) Restituisce la funzione della parabola con asse parallelo ad y con fuoco in F(Xf.Yf). B(Xb. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y.Xq.c.m. semiassi a e b e centro in C(xc. semiassi a e b e centro C(xc.Yc) .Yp. IPERBOLE_Y(a. Assegnando 1 alla variabile opzionale OPZ_1.Yq).OPZ_1) Restituisce la funzione della parte superiore dell’iperbole con fuochi sull’asse Y. si otterrà la parte inferiore della stessa conica. Assegnando 1 alla variabile opzionale OPZ_1. tangente in P(Xp.OPZ_1) Restituisce la funzione della parte superiore della parabola con asse parallelo ad X passante per i tre punti A(Xa.VAR) Restituisce la funzione della parabola con asse parallelo ad y e coefficienti a.c.Ya).Xq.VAR) Restituisce la funzione della parabola con asse parallelo ad y passante per i tre punti A(Xa.

Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y.b. dopo l’inserimento. RETTA_P_Tan_Parabola(Xp.c. RETTA_PQ(Xp.c. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y.Yq.Yp) e tangenti alla parabola con asse parallelo ad y e coefficienti a. RETTA_P_Tan_Parabola_X(Xp. b.VAR. Note 1) Inserendo queste funzioni nella riga d’immissione formule del foglio al grafico. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y.Yp.q. Non assegnando alcun valore alla variabile OPZ_1 se ne ottiene una ed assegnando 1 a tale variabile si ottiene l’altra.OPZ_1) Restituisce le funzioni delle rette passanti per P(Xp.Yp) e con coefficiente angolare m.Yq). 2) Le stesse funzioni possono essere usate per determinare i valori delle funzioni nella tabella del foglio Dati.VAR) Restituisce la funzione della retta passante per i due punti P(Xp.yc.Yp) e tangenti alla circonferenza di centro C(Xc. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y.r. In tal caso alla variabile VAR va attribuito un valore numerico o un riferimento di cella contenente il valore numerico da attribuire alla variabile indipendente della funzione.Yp.OPZ_1) Restituisce le funzioni delle rette passanti per P(Xp. Non assegnando alcun valore alla variabile OPZ_1 se ne ottiene una ed assegnando 1 a tale variabile si ottiene l’altra.xc. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y. Se x=0 non fa parte del dominio della funzione allora apparirà l’errore #VALORE! che deve essere ignorato in quanto alla successiva pressione di uno dei comandi Grafica o Aggiorna grafico Gra-f-x provvederà a trascrivere la formula sul foglio Dati e a rappresentarla graficamente. b. RETTA_P_Tan_Circo_Cr(Xp.Yp.a.VAR) Restituisce la funzione della retta con coefficiente angolare m e termine noto q.Yp.RETTA_mq(m.VAR.Yc) e raggio r.Xq.OPZ_1) Restituisce le funzioni delle rette passanti per P(Xp.Yp.VAR) Restituisce la funzione della retta passante per P(Xp.VAR.Yp) e Q(Xq. Excel visualizzerà al posto della formula l’ordinata della curva calcolata assegnando il valore zero alla variabile indipendente.m. c.Yp) e tangenti alla parabola con asse parallelo ad x e coefficienti a.b. c. Non assegnando alcun valore alla variabile OPZ_1 se ne ottiene una ed assegnando 1 a tale variabile si ottiene l’altra. 3 .a. RETTA_Pm(Xp. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y.

Yp) e Q(Xq.VAR.Yc) e raggio r.Yp. EPARABOLA_3P_X(Xa. 4 .c. ECIRCO_CP(Xc. B(Xb.Yb.b.Yq.Xb.Yp.Yb.Yb) e C(Xc.OPZ_1) Restituisce l’equazione in formato testo della parabola con asse parallelo ad X passante per i tre punti A(Xa.Yc.OPZ_1) Restituisce l’equazione in formato testo della circonferenza tangente in P(Xp. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y.Yc.VAR) EPARABOLA_3P(Xa. ECIRCO_Cr(Xc.r.XB.c.YB) in formato testo.VAR.Ya) e B(Xb.Yc.VAR.OPZ_1) Restituisce l’equazione in formato testo della circonferenza passante per i tre punti A(Xa.Yb).YA. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y.c.Xc.Ya.YA.XO.VAR.Ya).Yq) EASSE_SEG(XA.OPZ_1) Restituisce l’equazione in formato testo della circonferenza di centro C(Xc.Ya).Yp. B(Xb.Yp).YO) e passanti per A(XA.Yq) Visualizza l’equazione dell’asse del segmento di estremi A(XA. ECIRCO_TAN_Pr_Q(Xp. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y.b.Xb.Yq). Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y. ECIRCONFERENZA_3P(Xa. ECONICA(a.OPZ_1) Restituisce l’equazione in formato testo della circonferenza di diametro il segmento di estremi A(Xa. Restituisce l’equazione in formato testo della parabola con asse parallelo ad y e coefficienti a.Xb.YB) DISTANZA(Xp.Yc) .m. Restituisce la distanza tra i punti P(Xp.FUNZIONI DI INTERROGAZIONE DA USARE ESCLUSIVAMENTE SUL FOGLIO GRAFICO ANGOLO(XA.Ya.Yb.YB. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y.b.Yb.VAR.YO.Yc) .VAR) Restituisce l’equazione in formato testo della parabola con asse parallelo ad y passante per i tre punti A(Xa.Yb) e C(Xc. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y. B(Xb.VAR. EPARABOLA(a.VAR.VAR): Restituisce l’angolo formato dalle semirette uscenti da O(XO. ECIRCO_DIAMETRO(Xa.b.Ya).Ya.f.Xb. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y.YA) e B(XB. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y. b e c. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y.d. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y.OPZ_1) Restituisce l’equazione in formato testo della circonferenza di coefficienti a.Xc.e.YB).Yb) e C(Xc. ECIRCONFERENZA(a.Yc.Yc) e passante nel punto P(Xp.Yp) alla retta r di coefficiente angolare m e passante per Q(Xq.Xq. Assegnando 1 alla variabile opzionale OPZ_1.YA) e B(XB.c.Ya.Xc.XB.VAR. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y.Xq.OPZ_1) Restituisce l’equazione in formato testo della circonferenza di centro C(Xc. La variabile opzionale OPZ_1 è superflua ed è stata mantenuta per permettere di trasformare agevolmente in questa funzione l’altra aggiungendo la E iniziale e viceversa. si otterrà la parte inferiore della stessa conica.Yc.Xp.Yc) .OPZ_1) Restituisce l’equazione in formato testo della conica di equazione ax2+bxy+cy2+dx+ey+f= 0.

c.OPZ_1) Restituisce l’equazione in formato testo della parabola con asse parallelo ad x con fuoco in F(Xf. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y. c.Yc) e raggio r.Yp) e tangenti alla circonferenza di centro C(Xc.m. tangente in P(Xp. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y.VAR. ERETTA_mq(m. ERETTA_Pm(Xp.Yf. e direttrice di equazione x=xd.r.VAR) Restituisce l’equazione in formato testo della parabola con asse parallelo ad y. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y. EPARABOLA_TAN_Pr_Q_X(Xp. 5 .c. EPARABOLA_TAN_Pr_Q(Xp.xd.Yq.Yd.m.Yp) alla retta r di coefficiente angolare m e passante per Q(Xq.b.Xq.Yp.VAR. Non assegnando alcun valore alla variabile OPZ_1 se ne ottiene una ed assegnando 1 a tale variabile si ottiene l’altra. b e c.VAR) ERETTA_P_Tan_Circo_Cr(Xp. OPZ_1) Restituisce l’equazione in formato testo della parabola con asse parallelo ad x e coefficienti a. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y.c.Xq.Yp) e tangenti alla parabola con asse parallelo ad y e coefficienti a. La variabile opzionale OPZ_1 è superflua ed è stata mantenuta per permettere di trasformare agevolmente in questa funzione l’altra aggiungendo la E iniziale e viceversa. Non assegnando alcun valore alla variabile OPZ_1 se ne ottiene una ed assegnando 1 a tale variabile si ottiene l’altra.Yf).yc.OPZ_1) Restituisce le equazioni in formato testo delle rette passanti per P(Xp. ERETTA_P_Tan_Parabola_X(Xp.Yp) e tangenti alla parabola con asse parallelo ad x e coefficienti a.a.m. ERETTA_abc(a. e direttrice di equazione y=Yd.b.Yq).EPARABOLA_Fd(Xf. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y. ERETTA_P_Tan_Parabola(Xp.Yp.VAR.c.VAR.VAR) Restituisce l’equazione esplicita in formato testo della retta con equazione implicita di coefficienti a.c. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y. La variabile opzionale OPZ_1 è superflua ed è stata mantenuta per permettere di trasformare agevolmente in questa funzione l’altra aggiungendo la E iniziale e viceversa. b. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y.xc.a.Yp.Yp) e con coefficiente angolare m. EPARABOLA_Fd_X(Xf.OPZ_1) Restituisce l’equazione in formato testo della parabola con asse parallelo ad x.q.OPZ_1) Restituisce le equazioni in formato testo delle rette passanti per P(Xp. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y. tangente in P(Xp.Yp.Yq.Yq).Yf). Restituisce l’equazione esplicita in formato testo della retta con coefficiente angolare m e termine noto q.Yp.Yf.b.b. b e c. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y.OPZ_1) Restituisce le equazioni in formato testo delle rette passanti per P(Xp.VAR) Restituisce l’equazione in formato testo della parabola con asse parallelo ad y con fuoco in F(Xf.Yp. Non assegnando alcun valore alla variabile OPZ_1 se ne ottiene una ed assegnando 1 a tale variabile si ottiene l’altra.VAR. EPARABOLA_X(a.VAR.Yp) alla retta r di coefficiente angolare m e passante per Q(Xq. b. La variabile opzionale OPZ_1 è superflua ed è stata mantenuta per permettere di trasformare agevolmente in questa funzione l’altra aggiungendo la E iniziale e viceversa.VAR) Restituisce l’equazione esplicita in formato testo della retta passante per P(Xp.

Nota 1) È possibile trasformare le equazioni simboliche restituite in forma esplicita in formule polinomiali da far trascrivere come funzioni nel foglio DATI e quindi farle rappresentare. Se viene usata sulla tabella del foglio GRAFICO assume il valore della costante della funzione attiva h = costante della funzione attiva Assume sempre il valore della costante della funzione attiva.3069)) Restituisce al variare di k le n radici di indice n del numero complesso Z=a+bi scritte in formato testo.14159265358979 e = 2.Yq). Può essere usata sia nelle funzioni scritte sul foglio DATI che sulla tabella del foglio GRAFICO PI = 3. Questa funzione è utile per calcolare le funzioni goniometriche degli angoli centesimali.k) RADICEnZr(a.n.b. Es: dovendo calcolare sen(90°) scrivere sen(GR(90)).30.[p].[s]) Converte i gradi sessagesimali (g°p’s’’) in radianti.Yq.Yp. basta copiare la cella contenente l’equazione restituita e incollarla con “incolla speciale valore” sulla stessa cella e successivamente cancellando la y a primo membro. Es: dovendo calcolare sen(100g) scrivere sen(CR(100)).b. Quindi premere Grafica.k) RADICEnZi(a.n.50) Converte i gradi centesimali g in radianti .ERETTA_PQ(Xp. Allo scopo. FUNZIONI VARIE GR(g. sen(45g30c69cc) scrivere sen(CR(45. assume il valore del numero e arrotondato alla 14 esima cifra decimale ascissa minima del grafico (sinistra) ascissa massima del grafico (destra) ordinata massima del grafico (alto) ordinata minima del grafico (basso) 6 .b. sen(45°30’50’’) scrivere sen(GR(45. I gradi g possono essere espressi anche in formato decimale (sistema misto).Yp) e Q(Xq.71828182945905 Xs = Xmin Xd =Xmax Ya = Ymax Yb = Ymin assume il valore di π arrotondato alla 14 esima cifra decimale.VAR) Restituisce l’equazione esplicita in formato testo della retta passante per i due punti P(Xp.k) COSTANTI k = costante di funzione Se usata sul foglio DATI assume il valore della funzione riportata sulla colonna a destra. Restituisce al variare di k la parte immaginaria delle n radici di indice n del numero complesso Z=a+bi Restituisce al variare di k la parte reale delle n radici di indice n del numero complesso Z=a+bi CR(g) RADICEnZ(a. Questa funzione è utile per calcolare le funzioni goniometriche degli angoli sessagesimali. I primi p ed i secondi s sono opzionali quindi se assenti possono essere omessi.Xq.n. Alla variabile VAR va assegnata la lettera della variabile attiva x o y.