SOMMARIO

60
O S P I T A L I TÀ

2 7 0 CALORE FAMILIARE 2 8 4 PARADISI NATURALI 3 0 2 ECO & 3 1 2 IN 3 2 6 BED &
BIO AGRITURISMO BREAKFAST

6 0 NOTTI DA SOGNO 8 8 WELLNESS 1 0 8 CHARME D’ANTAN 1 2 6 FUGA ROMANTICA 1 5 6 LA
CITTÀ IN TASCA

3 3 4 COUNTRY LIFE 3 4 4 APPARTAMENTI & 3 5 6 SPIRITO LIBERO
CO

1 7 0 CULLATI DALLE ONDE 1 8 8 RELAX IN VETTA 2 1 4 TRA I
COLLI

2 2 2 VACANZE A L LAGO 2 3 6 HOTEL GOURMET 2 5 0 SULLE PISTE 2 6 0 KIDS CORNER

LA COPERTINA

Teatro di romantiche cene con vista sulla baia di Napoli, la terrazza del lussuoso hotel Caesar Augustus di Capri è tra i luoghi più suggestivi dell’isola azzurra, dal cui fascino restarono stregati imperatori e artisti di tutte le epoche.
COURTESY BY CAESAR AUGUSTUS

[3]

SOMMARIO

428

50

452
A TAVOLA TEMPO LIBERO

88

3 6 6 URBAN APPETITE 3 7 6 SAPORE DI MARE 3 9 2 MONTAGNE D I BONTÀ 4 0 4 CENA FUORI PORTA 4 1 6 OSTERIE E
TRATTORIE

1 4 0 TERME &

SPA

4 6 2 LUOGHI D A SCOPRIRE 4 8 4 SHOPPING D’AUTORE 5 0 0 CASINÒ 506 A 5 1 4 SÌ
TUTTO SPORT VIAGGIARE

4 2 8 SOSTE GOLOSE 4 3 8 VIAGGI DEL GUSTO 4 5 2 WINE EXPERIENCE
I N U N C L I C K … Itinerari Travel vi dà appuntamento sul web con L i f e a n d t r a v e l . c o m, il nuovo portale di turismo e lifestyle per chi vive e viaggia con stile. Percorsi tematici nelle più belle destinazioni italiane ed europee, un aggiornatissimo calendario di eventi e il meglio dell’ospitalità: mille spunti e tante idee sfiziose da cogliere al volo.

RUBRICHE

7 10 50

EDITORIALE RITRATTO IN
ITALIANO

AGENDA

5 2 4 INNO D’ITALIA

[4]

ITINERARI TRAVEL
ITALIA
EDIZIONI AVANT GARDE s.r.l. Direzione, Redazione e Amministrazione: corso del Popolo, 81 – 31100 Treviso tel. 0422 545528 – fax 0422 545414 info@edizioniavantgarde.com
DIRETTORE EDITORIALE CHRISTIAN RONCHIN DIRETTORE RESPONSABILE SANDRO RINALDINI COORDINAMENTO EDITORIALE LAURA ZAMPROGNA REDAZIONE ANDREA DE PIERI MARCO GOTTARDI LAURA GUERRA MARINA MION EMANUELA PERUZZO IMPAGINAZIONE MARCO ZAMBELLI SEGRETERIA DI REDAZIONE ANTONELLA LO PRIORE FOTOGRAFIE L’EDITORE DESIDERA RINGRAZIARE PER LA COLLABORAZIONE: ATROPO8, I GIARDINI DI CASTEL TRAUTTMANSDORF/ WWW.TAPPEINER.IT, ENTE TURISTICO DELLA REGIONE ISTRIANA/RENCO KOSINOZIC, SLOVENIA TOURIST ˇ ´ BOARD/LENARCIC WWW.DOLINA-SOCE.COM/MATEVZ ˇ ˇ, LENARCIC ELENA TREVISAN, CLAUDIO BARANTINI, ˇ ˇ, ASS. TUR. VAL PASSIRIA, VAL-GARDENA.COM, PRINT HOUSE CORTINA/D. COLLI, L. CIANCIOTTO, A. GIUIA, P. GERON, HEARTMINDCREATIVITY, MATTIA BOERO, CONSORZIO LA VENARIA REALE, ROGER-VIOLLET/ALINARI CURA INDIRIZZI CONSIGLIATI GIOVANNI DAL BO EMMA ILLIANO PIETRO LAVORE ANTONELLA LEONE TOMMASO OSTANI CRISTINA PAVAN LAURA PIAZZA CHIARA STOCCO PROGETTO EDITORIALE E GRAFICO CHRISTIAN RONCHIN
Atropo8

EDITORIALE

Piazza Unità d’Italia a Trieste omaggia il 150° vestendo i colori della bandiera.

U

PUBBLICITÀ NAZIONALE EDIZIONI AVANT GARDE s.r.l. corso del Popolo, 81 – 31100 Treviso tel. 0422 545528, fax 0422 545414 info@edizioniavantgarde.com DISTRIBUZIONE IN ITALIA per conto ME.PE. S.p.A. STAMPA AREAGRAFICA s.r.l.

via Monteli, 5 – 33092 Meduno (Pordenone) Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 (conv. L. 46/2004) art. 1, comma 1, DCB TV. Una copia € 6,00 Abbonamento annuale per l’Italia € 29,00 Anno XI – N. 35 Aprile-Settembre 2011 Pubblicazione bimestrale registrata il 02/04/2001 presso il Tribunale di Milano, n° 192 ISSN 1592-744X Periodico associato all’Unione Stampa Periodica Italiana I servizi contrassegnati dal simbolo ■ contengono messaggi promozionali. Tutti i diritti sono riservati dalla legge sui diritti d’autore. È vietata la riproduzione anche parziale dei testi, fotografie e disegni o illustrazioni contenuti in questo numero senza l’autorizzazione scritta dell’Editore.

N’ITALIA DA 150 ANNI UNITA nel 2011, un’Italia sorta da un calderone di tante “italie”, un’Italia unificata ma che conserva gelosamente le sue diversità quale fonte di ricchezza, non solo turistica ma anche e soprattutto storica e culturale. E quale miglior momento per scoprire le bellezze della Penisola se non quello in cui la nazione stessa si rifà il trucco in occasione del 150° anniversario dell’Unità? Sui balconi sventolano le bandiere, i principali monumenti e i siti d’interesse storico vengono abbelliti o ristrutturati, i musei ospitano mostre ed eventi e il sentimento di coesione e d’identità nazionale vibra per lo Stivale esaltando il tradizionale spirito di accoglienza degli italiani. Ecco il perché di un numero speciale dedicato proprio al meglio dell’ospitalità tricolore, numero da collezione che non poteva non aprirsi con un ritratto che, fra storia, arte, natura e cucina, rendesse omaggio, regione per regione, al fascino unico e poliedrico del Bel Paese. Una celebrazione che idealmente si unisce a quelle ufficiali, le cui principali tappe sono riportate nel calendario che propone i più importanti appuntamenti del 2011, e a quelle per i 20 anni di indipendenza della Repubblica di Slovenia. Un’occasione per visitare in lungo e in largo il Paese, fra borghi e piazze, musei e teatri, colli, mari e monti, un viaggio da affrontare al meglio con una short list che presenti, con chiarezza e facilità di consultazione, il top del made in Italy: dagli agriturismi agli hotel di lusso, dai ristoranti pluristellati alle osterie tipiche, dai negozi più chic alle botteghe artigiane, passando per musei, parchi e luoghi la cui seduzione impone una visita in qualsiasi momento dell’anno, a prescindere da anniversari o celebrazioni. Né il desiderio dell’omaggio tricolore restringe la panoramica di questo vademecum al solo territorio italiano: consci che il bello non conosce confini, proponiamo ai nostri lettori un’attenta selezione di strutture svizzere, slovene e croate, nazioni vicine che da sempre dialogano con il nostro Paese: un’offerta che completa e arricchisce la proposta italiana, cuore e anima di un numero speciale per l’Italia e per tutti coloro che, italiani e non, amano vivere e viaggiare per scoprire sempre nuovi orizzonti. Marco Gottardi

[7]

RITRATTO ABRUZZESE

ANFITEATRO DI BELLEZZE
[ 10 ]

F

R A L A DORSALE

appenninica e la costa adriatica, l’Abruzzo è una terra dove monti, colline e qualche spiraglio di fertile pianura convivono senza stridori, con i profili severi del Gran Sasso e del massiccio della Maiella che si avvicendano agli oliveti e ai vigneti della fascia collinare. Le riserve naturali della regione, come il Parco nazionale del Gran Sasso e monti della Laga, quello della Maiella e il Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, sono verdi oasi che tutelano una ricchezza faunistica più unica che rara, aree fra le quali non è difficile imbattersi in orsi, camosci, lepri o splendidi esemplari di aquila reale. Anche sotto il profilo culturale l’Abruzzo, terra natale dell’eroico vate Gabriele d’Annunzio, esibisce svariati monumenti architettonici di notevole pregio storico-artistico e istituzioni museali capaci di rappresentare degnamente i fasti italiani, valorizzando al contempo le tradizioni locali e i vanti regionali.

NATURALI IN DOLCE ARMONIA
[ 11 ]

RITRATTO LUCANO

Fonte archivio Apt Basilicata

STRAORDINARIA SINTESI
[ 12 ]

L

A BASILICATA È

legata alle vicende dell’Unità d’Italia dalla cosiddetta ‘insurrezione lucana’, rivolta antiborbonica guidata dal ‘Mazzini lucano’ Giacinto Albini che, il 18 agosto del 1860, consegnò a Garibaldi una Basilicata libera e italiana. La Lucania appare dunque come una delle regioni più desiderose dell’Unità, sebbene il fenomeno del brigantaggio e l’attentato al re Umberto I, avvenuto il 17 novembre 1878 per opera del lucano Giovanni Passannante, raccontino un evolversi della situazione non troppo felice. Oggi la terra natale del poeta latino Orazio è conosciuta per la singolarità dei suoi paesaggi, primo fra tutti quello dei Sassi, gli antichi insediamenti rupestri scavati nel tufo, impressionante monumento urbanistico realizzato in totale armonia fra uomo e natura. Castelli, terme, parchi e riserve completano il quadro di un patrimonio naturalistico e storico davvero eccezionale.

FRA L’UOMO E LA SUA TERRA
[ 13 ]

RITRATTO CALABRESE

AFFRESCO MEDITERRANEO
[ 14 ]

S

ORTA D I PENISOLA

nella Penisola, la Calabria è un crogiolo di paesaggi, climi e tradizioni, idealmente cementato dai piaceri di una gastronomia ricca e genuina, che porta in tavola i profumi e i colori del Mediterraneo: ortaggi, vino, olio, formaggi, e ancora carni, salumi e quell’indomita passione per il peperoncino, spirito e corpo della cucina calabrese. Unica regione italiana con tre parchi nazionali, quello della Calabria, del Pollino e dell’Aspromonte, ai quali si aggiungono tre riserve regionali, la Calabria è un capriccioso universo di monti, altopiani, terme e rinomate stazioni balneari. Su una delle splendide spiagge che impreziosiscono il versante ionico, quella di Melito di Porto Salvo, Garibaldi sbarcò il 19 agosto 1860, deciso a iniziare, dopo la liberazione della Sicilia, le operazioni in continente. Nell’Aspromonte, peraltro, è ancora visitabile l’albero sotto cui si rifugiò l’impavido eroe ferito a una gamba.

DAL VERACE SAPORE ITALICO
[ 15 ]

RITRATTO CAMPANO

INCANTO DI VARIOPINTI
[ 16 ]

D

A L L’ I M P E R A T O R E

romano Tiberio a Elsa Morante, passando per Leopardi, Goethe e i giovani romantici che seguivano la moda del Grand Tour: da sempre la Campania è un’ambita meta di viaggio consacrata dalle imperiture pagine di poeti e scrittori. All’ombra del V esuvio, la Campania felix prospera tra fertili coste sulle quali si frangono tramonti d’impareggiabile bellezza, conservando con fierezza le testimonianze di un passato dai contorni gloriosi e tragici al contempo, rappresentato dai siti di Ercolano e Pompei, cui si affiancano i retaggi della Napoli angioina e aragonese, poi dominio dei Borbone. E proprio il Regno delle Due Sicilie, che diede i natali al patriota Carlo Pisacane, fu una delle conquiste più sorprendenti della spedizione dei Mille, un altro rilevante tassello nella costruzione di un’Italia davvero unita, simboleggiata dall’incontro di Teano fra Garibaldi e Vittorio Emanuele II.

MOSAICI A PICCO SUL MARE
[ 17 ]

RITRATTO EMILIANO

UNA SINFONIA D’AUTORE
[ 18 ]

I

NTERESSATA D A DUE

importanti arterie di comunicazione, il Po e la romana Via Emilia, che ne esaltano la privilegiata posizione fra nord e centro Italia, l’Emilia Romagna denuncia vistosamente, a partire dal nome, quel suo carattere composito, quel suo essere un po’ Emilia e un po’ Romagna. La conferma arriva sul piano geografico, con Appennini e Pianura Padana che contendono la scena alle coste adriatiche e a città storiche come Parma, Bologna, Ferrara e Rimini. Terra di corti e ducati, l’Emilia Romagna fu parte attiva nel Risorgimento italiano, dai moti di Modena del 1831 a quelli del 1842, fino al plebiscito del 1860 con cui divenne una regione d’Italia. Emblema dell’amor patrio è l’operista bussetano Giuseppe V erdi, membro del primo Parlamento del Regno d’Italia e senatore a vita dal 1874: eterno simbolo di una regione spiccatamente italiana che accolse le spoglie dell’esule Dante e diede i natali a Giovanni Pascoli.

CHE SEDUCE ANIMA E CORPO
[ 19 ]

RITRATTO FRIULANO

CALDERONE DI STORIE,
[ 20 ]

T

E R R A D I M O N D I,

lingue e culture diverse, sospesa fra sentimento nazionale e fascinazione mitteleuropea, melting pot di etnie latine, slave e germaniche, il Friuli V enezia Giulia divenne in toto territorio italiano solo al termine della Grande guerra. L’estrema varietà degli avvenimenti storici e culturali si rispecchia nella diversità dei paesaggi, in un succedersi di quadri naturalistici che dai crinali dolomitici si distendono in placide colline, per poi aprirsi in fertile pianura che digrada in laguna. Ma più di tutti è l’arido scenario carsico a imprimersi nella memoria, brullo teatro di aspri conflitti bellici che giunge a lambire l’eclettica Trieste, città di confine, contesa da terra, vento e mare. Crocevia di culture e culti, il capoluogo friulano è un suggestivo intarsio di palazzi settecenteschi, squarci neoclassici, edifici Liberty e retaggi asburgici: la perfetta sintesi di una regione dai molteplici volti.

GENTI E ANTICHE CULTURE
[ 21 ]

RITRATTO LAZIALE

IL MONUMENTO DEGLI DEI
[ 22 ]

G

A E T A,

1 3 FEBBRAIO

1861: dopo 102 giorni di assedio le truppe borboniche capitolano definitivamente, spianando così la strada alla nascita di un Regno d’Italia unitario. Ecco uno dei momenti storici più significativi dei quali il Lazio è stato teatro, cui seguirà la famosa breccia di Porta Pia che, nel 1870, completerà l’eroico progetto di unificazione. Episodi come questi regalano l’immagine di una regione privilegiata proprio sotto il profilo storico; se non altro per la presenza della Capitale, erede di una vicenda millenaria intrisa del fascino della leggenda. Trentaquattro secoli di storia urbana hanno fatto di Roma un grandioso monumento a cielo aperto, un unicum nel panorama mondiale che ha sedotto papi, artisti e imperatori. Lo splendore fulgente della Città Eterna ha attraversato indenne l’avvicendarsi, spesso furente, di domini e costumi diversi, assumendo per sempre la veste di rappresentante di un’italianità senza tempo.

A UNA CITTÀ SENZA TEMPO
[ 23 ]

RITRATTO LIGURE

UN ASSOLATO TERRAZZO
[ 24 ]

L

A STRETTA LINGUA

di terra che si affaccia sul Mar Ligure è un concentrato di paesaggi cangianti a ogni scorcio: dall’abbacinante fascino litoraneo, ben rappresentato dalle Cinque Terre, dove l’aspra costiera dominata dai caratteristici terrazzamenti esibisce – lasciando la parola a Montale – una bellezza “scarna, scabra, allucinante”, al morbido abbraccio degli Appennini, gelosi custodi di una terra sospesa fra mare e monti. È su questo spartito che sono state scritte alcune fra le più melodiose armonie dell’opera patria: Genova, antica Repubblica marinara, diede i natali a Nino Bixio, a Goffredo Mameli e allo stesso Giuseppe Mazzini, e vide l’adunarsi dei Mille, pronti a salpare alla volta della Sicilia dalle spiagge di Quarto. Nel capoluogo, diversi monumenti, musei e istituzioni ricordano ancora i protagonisti di questa eroica impresa, innalzando un inno silenzioso alla nazione, che riecheggia oltre i confini di questa mezzaluna d’Italia.

FRA TERRA E PALPITI DI MARE
[ 25 ]

RITRATTO LOMBARDO

L’ESTRO E LA GENIALITÀ
[ 26 ]

D

A L L E V E T T E alpine alla bassa Pianura Padana, la regione lombarda è un armonico digradare rigato di molteplici corsi d’acqua e intarsiato di specchi lacustri come il lago di Como, il lago Maggiore e il Garda. Incantevoli gli scenari che si stendono dalle Alpi e dalla splendida V altellina fino alle generose terre di Franciacorta, senza scordare il fascino di centri urbani ricchi di storia come Mantova, patria dei nobili Gonzaga, Bergamo, città dei Mille, e Milano, culla dell’Illuminismo italiano, città natale di Manzoni e teatro di uno dei capitoli più rappresentativi e noti delle vicende storiche della nazione: le Cinque Giornate. Capitale del Regno d’Italia dal 1805 al 1814, Milano è oggi uno dei simboli più prestigiosi di una regione che custodisce una cospicua parte dei tesori artistici del ‘giardino d’Europa’, emblema di un territorio e di un popolo che nei secoli ha saputo inventarsi, combattere e innovarsi.

DI UNA CAPITALE MANCATA
[ 27 ]

RITRATTO MARCHIGIANO

SUGGESTIVO COMPENDIO
[ 28 ]

L

E M A R C H E , la regione “benedetta da Dio di bellezza, di varietà, di libertà”, mutuando le soavi parole dal poeta Carducci, fu quella in cui ebbe luogo lo scontro decisivo per l’opera di unificazione italiana: il 18 settembre 1860, nella battaglia di Castelfidardo, i piemontesi guidati dal re Vittorio Emanuele II sconfissero le truppe dello Stato Pontificio, permettendo la riunificazione dei territori centro-settentrionali con le zone meridionali già conquistate da Garibaldi. L’Italia era fatta e le Marche ne fecero parte da subito, con il plebiscito del 4 novembre 1860. Da allora la patria di Raffaello e Leopardi è un vanto nazionale, uno scrigno dove riposano ammalianti città d’arte, dagli splendori dell’antico Ducato di Urbino ai numerosi centri fortificati e impreziositi da rocche e manieri, dove robusti corpi romanici convivono con eleganti espressioni di Gotico veneziano e sontuosi edifici religiosi. Tesori che verso est cedono il passo al mare.

D’ARTE, STORIA E FOLCLORE
[ 29 ]

RITRATTO MOLISANO

Mauro Presutti

PAESAGGI CHE INNALZANO
[ 30 ]

S

O T T R A T T O al potere dei Borbone nel 1860 e annesso al Paese come regione unica chiamata Abruzzi e Molise, questo tassello d’Italia dalla critica vicenda storica ha mutato il suo assetto geopolitico più volte, conquistando l’indipendenza dall’Abruzzo solo nel 1963 e vedendo la nascita della provincia di Isernia, istituita per scorporo da quella di Campobasso, soltanto nel 1970. I suoi paesaggi, prevalentemente montuosi e collinari, sono intarsiati di borghi adagiati al sommo di piccole alture, insediamenti immersi nella quiete di oliveti e vigneti, come nel caso della medievale Campobasso, dominata dal Castello Monforte. Terra di tradizioni, dove la transumanza così come la costruzione della zampogna sono usanze ancora vive, il Molise rientra in parte nell’area interessata dal secondo più antico parco italiano, quello nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, concedendo allo sguardo vedute di rara suggestione.

UN CANTICO ALLA MEMORIA
[ 31 ]

RITRATTO PIEMONTESE

ETERNA GLORIA ITALIANA
[ 32 ]

S

ECOLARE DOMINIO

sabaudo, il Piemonte si rivela protagonista indiscusso del Risorgimento italiano, e a dimostrarlo basti una data: 17 marzo 1861. In quel fatidico giorno, proprio a Torino, Vittorio Emanuele II fu proclamato re d’Italia e il capoluogo piemontese assurse per quattro anni al ruolo di capitale. Terra di principi, re, patrioti e politici, di scrittori, poeti e imprenditori, il Piemonte ha negli illustri nomi dei suoi abitanti un elogio senza tempo all’italianità più vera: dai Savoia a Cavour, da Vittorio Alfieri a Massimo d’Azeglio, da Pietro Micca a Primo Levi, passando per il premio Nobel Rita Levi-Montalcini e Luigi Einaudi, primo Presidente della Repubblica. Eccellenza che Torino sublima nella regalità delle grandi piazze neoclassiche, nella fastosità dei palazzi e nell’atmosfera raccolta dei caffè, teatri senza parola di incontri che hanno segnato le vicende di un popolo e hanno scritto la storia di una nazione.

FRA NOBILI PAGINE DI STORIA
[ 33 ]

RITRATTO PUGLIESE

L’IMMAGINE PITTORESCA
[ 34 ]

T

E A T R O della celebre disfida di Barletta, nella quale tredici impavidi cavalieri italiani difesero l’orgoglio nazionale dagli sproni dell’insolenza francese, la Puglia è una regione per lo più di coste, golfi e promontori, ben rappresentata dal Gargano, dalla Murgia e dal Salento; l’entroterra, data l’assenza della catena appenninica, si distende in estese pianure, pervase dal grigioverde luccichio degli ulivi, e in aridi terreni carsici, nelle cui viscere si aprono immensi labirinti di grotte. Su tutto spiccano due singolari tipicità: il Tavoliere, la più vasta pianura dell’Italia peninsulare, e i pittoreschi Trulli, dichiarati Patrimonio dell’umanità dall’Unesco. Le tradizionali costruzioni coniche sono uno dei tratti distintivi della regione e d’Italia, con un suggestivo contraltare da individuare nel duecentesco Castel del Monte, la cui possente mole ottogonale grandeggia nel mezzo di una solitaria e tacita bellezza di paesaggi.

DI UN PATRIMONIO MONDIALE
[ 35 ]

RITRATTO SARDO

FORMIDABILE CONQUISTA
[ 36 ]

C

OSTE MULTIFORMI

su cui si ergono rocce granitiche dalle forme più bizzarre, golfi incontaminati e cavità e grotte naturali, arcipelaghi e candide spiagge lambite dall’azzurro cristallino del mare, con un entroterra primitivo e inviolato, dove la macchia mediterranea custodisce inestimabili ricchezze florofaunistiche e preziose testimonianze dell’antica civiltà nuragica: la Sardegna offre di sé un ritratto autentico come il suo popolo, un mondo per certi versi arcaico, conservatosi intatto grazie all’insularità della regione, nella quale pesca e pastorizia sono ancora vivide manifestazioni dello spirito sardo. Al centro delle vicende italiane legate al processo di unificazione, con il Regno di Sardegna esistito fino alla fatidica data del 1861, l’isola ha accolto nei suoi ultimi anni di vita il celebre eroe dei due mondi: Garibaldi, infatti, si ritirò a Caprera, nell’arcipelago della Maddalena, dove si spense il 2 giugno 1882.

DI UN VIAGGIO SENZA META
[ 37 ]

RITRATTO SICILIANO

L’AMMALIANTE FASCINO
[ 38 ]

L

A P I Ù E S T E S A regione italiana, bagnata da tre mari diversi e caratterizzata dalla presenza di uno dei vulcani attivi più grandi del mondo, è una terra composita che esibisce con fierezza le stratificazioni dei domini che si sono succeduti nei secoli: da Magna Grecia a fertile granaio dell’impero romano, da possedimento islamico a regno normanno, angioino, aragonese e quindi borbonico, fino allo status di regione italiana. Proprio il litorale della Trinacria fu il teatro di alcune fra le più importanti operazioni della spedizione dei Mille: Marsala accolse lo sbarco dei garibaldini, mentre la vittoriosa battaglia di Milazzo decretò di fatto l’annessione della Sicilia al Regno d’Italia. E in tante turbolente vicende, una delle espressioni più sincere dell’isola è stata, e continua a essere, la ghiotta tradizione pasticcera, con cassata e cannoli in testa chiamati a raffigurare nell’immaginario collettivo l’autentico gusto di un’inimitabile sicilianità.

DELLA TIPICITÀ A TRE PUNTE
[ 39 ]

RITRATTO TOSCANO

IL FIABESCO INCANTESIMO
[ 40 ]

D

O C I L I C O L L I N E,

sinuosi profili montuosi, mare, isole, città d’arte e ancora terme, parchi, boschi, valli e corsi d’acqua: la Toscana è una delle regioni più ricche sotto il profilo geografico, ma anche tra le più rilevanti per la cultura italiana, con oltre 20mila beni culturali dislocati nelle città, sei delle quali dichiarate Patrimonio dell’umanità dall’Unesco, o custoditi negli oltre 500 musei. Culla della lingua italiana, terra natia di Dante, Petrarca e Boccaccio, la Toscana è la patria delle arti e una delle più floride espressioni del genio italico, basti pensare alle figure di Giotto, Leonardo da Vinci, Donatello e Michelangelo. Firenze, sublime riprova dei vanti toscani, ricoprì le vesti di capitale d’Italia dal 1865 al 1871. Ma la Toscana è anche la terra del mangiar bene, del buon vino e dei prodotti tipici d’eccellenza, saporita declinazione dello spirito italiano, calata nell’incanto di un paesaggio da sogno.

DI ORIZZONTI SENZA CONFINI
[ 41 ]

RITRATTO ALTOATESINO

LE SEDUZIONI VERTICALI
[ 42 ]

D

EFINITIVAMENTE

annessa all’Italia solo al termine della Prima guerra mondiale, l’area trentina e altoatesina appare come un’oasi naturale cullata dal silenzio dei boschi e sorvegliata dall’imponente catena delle Dolomiti, da poco dichiarate dall’Unesco Patrimonio dell’umanità. Dalle Pale di San Martino ai ghiacciai dell’Adamello, dalle celebri Tre Cime di Lavaredo alla Marmolada, il territorio della regione più a nord della Penisola è spiccatamente montuoso, un affresco di crinali rocciosi e rigogliosi pascoli d’alta quota addolcito da splendide vallate boschive, nove parchi regionali e uno nazionale. Terra di laghi, acque, terme e castelli, il Trentino-Alto Adige non manca di sedurre con la bontà dei suoi prodotti tipici, primi fra tutti lo speck e le mele, golosi simboli di una tradizione genuina ancora custodita nei masi, nelle malghe e nelle famiglie, gelosamente tramandata e conservata come un prezioso omaggio di madre Natura.

DI UN MONDO D’ALTA QUOTA
[ 43 ]

RITRATTO UMBRO

IL VERDE CUORE ITALIANO
[ 44 ]

U

NICA REGIONE

dell’Italia centromeridionale priva di sbocchi sul mare, ma che ha nel Trasimeno il più esteso lago peninsulare, l’Umbria è un susseguirsi di colline, montagne, conche vallive e pianure trapuntate di borghi secolari. Qui nacque il Patrono d’Italia, san Francesco d’Assisi, cui è dedicata una delle più belle basiliche del Paese – non per nulla dichiarata Patrimonio dell’umanità – e qui ebbero i natali san Benedetto da Norcia, santa Chiara e santa Rita da Cascia. Terra di santi, dunque, ma terra anche dalle radicate tradizioni rurali, retaggio che oggi costituisce la vera ricchezza di una regione per molti aspetti ancora incontaminata, nel senso di una mai tradita fedeltà ai suoi valori più autentici. È qui che si trovano alcune eccellenze enogastronomiche apprezzate in tutto il mondo, sapori tipici che vedono nel vino, nell’olio e nel ricercato tartufo la loro più degna rappresentanza.

PULSA NEL PAESE DEI SANTI
[ 45 ]

RITRATTO VALDOSTANO

LE EMOZIONI DI UN REGNO
[ 46 ]

T

ERRA D I VETTE

e vallate, la più piccola regione italiana è un gioiello di storia e natura, un felice connubio nel quale i resti della romana Augusta Pretoria, nome latino di Aosta, si mescolano ai possenti castelli medievali della Plaine e imponenti cattedrali di roccia svettano sublimi verso cieli purissimi: dalla cima del Monte Bianco ai maestosi silenzi del Gran Paradiso, teatro delle battute di caccia dei re sabaudi, dal massiccio del Monte Rosa all’inconfondibile cuspide del Cervino. Un quadro impreziosito dalla più antica riserva naturale italiana, il Parco nazionale del Gran Paradiso, istituito nel 1922 da Vittorio Emanuele III. Del resto, la V d’Aosta è alle stato un antico possedimento dei Savoia, confluito poi nel Regno di Sardegna e in seguito in quello d’Italia, arricchendo l’offerta dello Stivale con il fascino delle sue vette e di un artigianato tradizionale che si apparenta alle più felici e riuscite espressioni artistiche italiane.

AL CONFINE CON IL PARADISO
[ 47 ]

RITRATTO VENETO

MAGICO MONDO D’ACQUE
[ 48 ]

D

ALLE DOLOMITI

al mar Adriatico, passando per città d’arte conosciute nel mondo e rinomate stazioni termali: la straordinaria varietà che caratterizza il V eneto ne fa una delle regioni più interessanti nel panorama italiano. Annesso al Regno d’Italia solamente nel 1866, in seguito alla Terza guerra d’indipendenza, è una terra dove storia, arte e natura convivono in armonica simbiosi. Ridenti comuni come Treviso, adagiato lungo il placido corso del Sile, centri universitari come l’aristotelica Padova e città Patrimonio Unesco come V erona, sono l’emblema di una civiltà viva e ingegnosa, che trova la sua sintesi nelle fiabesche atmosfere veneziane. Calli tortuose, campi che come squarci d’immenso irrompono nel tessuto urbano, canali solcati da gondole che inseguono il tramonto: ogni angolo di V enezia è un’immagine che s’imprime nel cuore e fra i ricordi, rinnovando il desiderio di una nuova visita.

DALLE ATMOSFERE ONIRICHE
[ 49 ]

IN AGENDA

MOSTRA
Per i 150 anni dell’Unità, un ricco calendario di appuntamenti celebra le più belle pagine di storia italiana
TESTO D I MARCO GOTTARDI

L’ITALIA IN

F

ARE UN’ITALIA UNITA

non è stata certo impresa da poco. E se le vicende storiche raccontano di insurrezioni popolari, moti e bande, è pur vero che l’Unità fu conseguita anche, e forse soprattutto, per merito di uomini valorosi, spiriti indomiti che per l’ardire del coraggio e la fermezza della tenacia sono stati consegnati alla storia come eroi. A costoro è dedicata l’esposizione padovana, allestita in uno splendido salone affrescato del palazzo della Ragione dal 15 aprile al 26 giugno, intitolata Scolpire gli eroi. La scultura al servizio della memoria. Circa 80 bozzetti relativi ai più importanti monumenti nazionali, dicono del desiderio dell’Italia di

rendere omaggio, dopo il 1861, agli artefici dell’Unità: nelle principali città furono innalzate statue celebrative a protagonisti come Vittorio Emanuele II, Mazzini, Garibaldi e Cavour, a personaggi come Niccolò Tommaseo, Carlo Cattaneo e i fratelli Cairoli, ma anche ai padri spirituali che vaticinarono il processo di unificazione, da Vittorio Alfieri a Ugo Foscolo a Giuseppe Verdi. La mostra, in occasione della quale è stato restaurato il monumento mazziniano di Padova, opera di Giovanni Rizzo, propone pezzi di grande valore storico, come il bozzetto del Garibaldi a cavallo di Enrico Butti, quello con cui Ettore Ferrari si aggiudicò il monumento roma-

no a Mazzini o lo splendido gesso di Canova che ritrae l’Italia piangente sulla tomba di Vittorio Alfieri, mentre per i monumenti patri più significativi sono state ricostruite le vicende che hanno portato alla realizzazione dell’opera.

VENARIA REALE (TO)

Leonardo. Il genio, il mito
Un talento eclettico unico al mondo, un genio, un mito: Leonardo non poteva mancare nel calendario delle celebrazioni per il 150° anniversario dell’Unità, non poteva mancare un omaggio a uno dei più grandi italiani di tutti i tempi. Alla Reggia di Venaria, dal 22 ottobre 2011 all’8 gennaio 2012, in mostra i disegni di Leonardo incentrati sul tema del volto, fra cui il celebre Autoritratto.

ROMA

Copyright Italia. Brevetti/Marchi/Prodotti - 1948/1970
Il brevetto, suggello della creatività, il marchio, simbolo comunicativo, il prodotto, oggetto di consumo: è attorno a questi tre elementi che ruota la mostra in programma all’Archivio Centrale dello Stato dal 5 marzo al 3 luglio. Il percorso espositivo, costituito da 14 oggetti madre, ripercorre gli anni dello sviluppo economico e scientifico nazionale, mettendo in risalto la capacità imprenditoriale di un made in Italy inteso come luogo d’identità sociale.

[ 50 ]

VENEZIA

BOLOGNA

Venezia che spera L’unione all’Italia
Il percorso espositivo allestito dal 16 marzo al 29 maggio presso le sale del Museo Correr offre una panoramica degli avvenimenti più importanti che dalla Seconda guerra d’indipendenza portarono all’annessione di Venezia e del Veneto al Regno d’Italia. In mostra oltre 200 opere fra dipinti, monete, ritratti, manifesti, disegni, cimeli e bozzetti per i monumenti celebrativi dedicati agli eroi del Risorgimento.

Cristiani d’Italia. I 150 anni di Chiesa, Stato e società
Dal 16 marzo al 3 giugno la città di Bologna ospita un interessante viaggio attraverso la memoria nazionale, una mostra diffusa di carattere multimediale che coinvolge attori come Ansa e Rai Storia, nell’intento di delineare un quadro variegato e multiforme: quello sulla storia dei cristiani d’Italia.

MILANO

Hayez nella Milano di Manzoni e Verdi
Alla Pinacoteca di Brera, dal 13 aprile al 25 settembre, si possono ammirare i capolavori di Francesco Hayez, considerato da Mazzini il più grande artista del Risorgimento. Le opere, fra le quali Il bacio incarna gli ideali risorgimentali, ripercorrono una carriera segnata dai rapporti con Verdi e Manzoni.
Roger-Viollet/Alinari

ROMA

Giuseppe Mazzini e la musica
È un Mazzini per certi versi insolito, quello raccontato dalla mostra in programma al Museo Napoleonico di Roma dal 31 marzo al 29 maggio. L’esposizione, infatti, indaga i rapporti fra il padre del Risorgimento e la musica, un binomio fecondo sia sotto il profilo umano, sia sul versante storico-politico.

PISA

Donne d’Italia. La metà dell’Unità
L’altra faccia della medaglia, un coro silenzioso, anonimo e tuttavia decisivo, pesante: questa la metà dell’Unità raccontata dalla mostra pisana, l’altra metà, quella parte fatta di donne indomite e coraggiose, tenaci, che hanno contribuito in modo decisivo, ma privo di ostentazione, ai processi di unificazione e di costruzione della nazione. Dal 16 marzo al 26 giugno la parola passa a madri, mogli e figlie, protagoniste in politica, in guerra, sul lavoro, dall’Unità all’attualità. Una serie di sale, ciascuna ideata come installazione a sé, accoglie filmati, dipinti, fotografie e interviste, terminando con un messaggio lasciato da 30 famose donne italiane.

[ 51 ]

IN AGENDA

FIRENZE

Dante vittorioso. Il mito di Dante nell’Ottocento
La Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze propone, dal 29 maggio al 31 luglio, un percorso che unisce Medioevo e Risorgimento attraverso la figura di Dante Alighieri. Padre della lingua e della letteratura italiane, il vate fiorentino assurse nel XIX secolo a simbolo delle aspirazioni civili e identitarie risorgimentali, nonché a modello esemplare per scrittori e artisti. La mostra ne esalta la modernità, con dipinti, sculture, libri e cimeli.

ROMA

Alle radici dell’identità nazionale. Italia nazione culturale
Esisteva un’Italia unita prima delle vicende risorgimentali? La risposta è sì. E il collante di una nazione frammentata

in differenti realtà politiche era, e continua a essere, la cultura. La mostra che dal 17 marzo al 2 giugno è ospitata al Vittoriano propone, attraverso manoscritti, stampe rare e dipinti, una ‘nazione delle lettere’che ha in Dante,

Tasso e Manzoni i suoi padri, un’Italia coesa nel segno dell’arte, con Michelangelo, Raffaello, Bernini, un’Italia che nei secoli ha riconosciuto le proprie radici nell’eccellenza della sua arte e della sua inimitabile letteratura.

ROMA

Le battaglie per l’Italia. I plastici delle principali battaglie del Risorgimento
Il Sacrario delle Bandiere del Vittoriano ospita, dal 2 giugno al 20 ottobre, un’esposizione dedicata alle più famose battaglie campali che hanno segnato il Risorgimento. Gli scontri di Curtatone, Montanara, Palestro e Calatafimi, e molti altri, sono riprodotti da imponenti plastici che rievocano i luoghi dei combattimenti che portarono all’Unità.

SIENA

L’anima e la musica. L’esperienza romantica e l’età del Risorgimento
Documenti originali, dipinti e manoscritti, il tutto miscelato e integrato dalle suggestioni virtuali offerte da un coinvolgente apparato multimediale: sono le linee guida della mostra inaugurata il 12 marzo, e visitabile fino al 19 giugno, presso il complesso museale Santa Maria della Scala di Siena, un viaggio a ritmo di valzer e mazurca fra Romanticismo e identità nazionale.

[ 52 ]

GROTTE DI POSTUMIA
DAL 1818 GIÀ QUASI 34.000.000 DI VISITATORI

L’ATTRAZIONE DELLA SLOVENIA PIU’ FAMOSA NEL MONDO

Villach Klagenfurt

A

Graz

H Maribor

Bled Udine POSTOJNA I Nova Gorica Trieste Koper Portorož Opatija

Kranj Ljubljana
Novo mesto

Celje SLO CRO Zagreb

Le Grotte di Postumia sono un labirinto di 20 km di passaggi, gallerie e grandi sale, che la natura ha creato in milioni di anni. Scenari mozzafiato tra stalattiti e stalagmiti splendenti nelle forme e nei colori: una visita indimenticabile nel sottosuolo del Carso, in parte con un trenino elettrico. A soli 10 km dalle grotte vi attende il Castello di Predjama, una delle meraviglie più pittoresche dell’architettura: costruito in roccia più di 700 anni fa è stato definito uno dei tre castelli più affascinanti d’Europa che vi riporterà nel Medioevo.

Rijeka

Due destinazioni da non perdere Aperte tutti i giorni!

Postojnska jama d.d., Jamska cesta 30, 6230 Postojna, Slovenia Tel.: +386 5 7000 100, E-mail: info@postojnska-jama.si

www.postojnska-jama.si
OGLAS ITINERARY TRAVEL 197 X 263 MM 2011.indd 1 25.3.2011 13:48:13

IN AGENDA

SOLFERINO (MN)

TORINO

Solferino, 24 giugno 1859
Il 24 giugno 1859, a Solferino e a San Martino, si combattè una battaglia epocale: tre sovrani con i rispettivi eserciti, 230mila soldati, 15 ore di ostilità e un numero altissimo di morti. Allo scontro che concluse la Seconda guerra d’indipendenza, e che ispirò a Henry Dunant la creazione della Croce Rossa Internazionale, Solferino dedica una mostra con importanti opere radunate da musei italiani e francesi.

Fare gli Italiani. 150 anni di storia nazionale
L’unità nazionale e i suoi protagonisti sono rappresentati in una mostra multimediale, aperta fino al 20 novembre, che prevede un allestimento di 10mila metri quadri con 13 isole tematiche dedicate ai fattori che hanno plasmato la compagine italica.
Mattia Boero

BERGAMO

Bergamo e i Mille
Da marzo a dicembre Bergamo veste i panni di ‘città dei Mille’, epiteto che campeggia sul gonfalone cittadino, con un percorso di rievocazione storica affidato a un suggestivo intreccio di letteratura, musica, pittura, spettacolo, cinema, sport e molto altro. In calendario significative mostre, come quella dedicata alla Gioventù ribelle e quella, ospitata al Museo storico, su Le carte dell’identità.

RECANATI (MC)

La bandiera proibita. Il tricolore prima dell’Unità
Un percorso espositivo affidato a decreti, riproduzioni, testimonianze storiche e dipinti, capace di sintetizzare la straordinaria densità simbolica del tricolore, alias dell’unità nazionale soggetto a rovesci e ricorsi storici: è questo lo specifico della mostra recanatese, visitabile fino al 15 giugno 2011.

MILANO

Cronaca di una rivoluzione. Immagini e luoghi delle Cinque Giornate di Milano
Alla sommossa che, fra il 18 e il 22 marzo 1848, scrisse uno dei capitoli più importanti della storia risorgimentale italiana è dedicata la mostra ospitata nel capoluogo lombardo, fra le sale del Museo del Risorgimento, dal 20 marzo al 22 maggio 2011. L’esposizione, con plastici e acquerelli inediti di Felice Donghi e Gerolamo Induno, proietta il visitatore nella Milano ottocentesca, città di cui sono illustri rappresentanti Alessandro Manzoni, Gian Domenico Romagnosi e il celeberrimo Carlo Cattaneo.

[ 54 ]

ROMA

Unicità d’Italia
Il made in Italy come significativo fattore di rafforzamento del sentimento di identità nazionale: è questa l’idea di fondo che anima la mostra della Capitale, evento duplice che coinvolge il Palazzo delle Esposizioni e il Museo d’Arte Contemporanea nell’intento di raccontare 50 anni di saper fare italiano, dal 1961 a oggi. L’esposizione, visitabile dal 30 maggio al 31 agosto, consente di conoscere la collezione storica del premio Compasso d’Oro e le migliori produzioni recenti: un percorso pensato per celebrare il passato e guardare con rinnovato ottimismo al futuro.

TORINO

Stazione Futuro. Qui si rifà l’Italia
Come sarà l’Italia del futuro? A gettare uno sguardo sulla rivoluzione tecnologica in atto è la mostra che, dal 17 marzo al 20 novembre, presso le Officine Grandi Ripa-

razioni di Torino, indaga i possibili scenari che di qui a non molto potrebbero coinvolgere le abitudini quotidiane degli italiani. La modalità di fruizione di questa mostralaboratorio è interattiva e fondata sulla condivisione: il percorso espositivo confi-

gura una sorta di ‘Città delle idee’ dotata di una fisionomia urbanistica propria, con piazze e isole tematiche che accolgono gli oggetti della futura quotidianità, radunati intorno a elementi cubici le cui dimensioni sono stabilite dalla sequenza Fibonacci.

ROMA

La macchina dello Stato
La mostra che, presso l’Archivio Centrale dello Stato, apre i battenti il 20 settembre, legge il processo di unificazione attraverso la lente offerta dall’esperienza di figure chiave dell’amministrazione statale. Un significativo apparato di documentazione audio e video guida il visitatore lungo le tappe di crescita della macchina burocratica, itinerario che si arricchisce dell’esposizione della Costituzione Italiana del 1948.

Consorzio La Venaria Reale

VENARIA REALE (TO)

La bella Italia. Arte e identità delle città capitali
Sono oltre 350 le opere d’arte esposte dal 17 marzo all’11 settembre presso le Scuderie Juvarriane della Reggia di Venaria. I quadri dei più grandi pittori italiani, da Giotto a Donatello, da Botticelli a Raffaello, da Leonardo a Michelangelo, fino a Tiepolo, Tiziano e Canova, raccontano per immagini la cultura, le tradizioni e le bellezze dei più importanti centri preunitari.

[ 55 ]

Mattia Boero

IN AGENDA

NAPOLI

Regina Margherita. Il mito della modernità nella Napoli postunitaria
Protagonista dell’ambiziosa esposizione napoletana, ospitata fra le sale auliche di Palazzo Reale dall’1 aprile al 17 luglio, è la prima regina d’Italia: Margherita di Savoia. La mostra racconta i principali capitoli di una vicenda biografica di forte rilievo storico, non solo nell’ottica di un mero intento encomiastico ma con l’intenzione di raccontare, attraverso la vita stessa della regina, la storia di una nazione: Margherita simbolo italiano, Margherita icona popolare, mecenate e paladina delle donne, Margherita arbitro del gusto e delle mode, regina del mito moderno. Il progetto allestitivo si sviluppa su tre macroaree tematiche; la prima è imperniata sulla vita della regina come immagine della storia nazionale e, dopo un prologo dedicato ai fatti risorgimentali napoletani, ricostruisce, con il supporto di quadri, documenti, scenografie e materiale multimediale, il rapporto fra Margherita e Napoli, dal matrimonio con Umberto I all’assassinio di

quest’ultimo, avvenuto a Monza nel 1900. La sezione centrale della mostra narra le forme del margheritismo, ovvero il trionfo di uno stile che ha contagiato arte, moda, musica e letteratura. La terza area tematica, invece, è dedicata alla

modernità, salto epocale di cui la regina fu una sublime interprete; l’Italia postunitaria è esibita attraverso l’esposizione di oggetti simbolo del progresso e della tecnologia, con rimandi soprattutto ai temi delle grandi Esposizioni.

ROMA

Luigi Calamatta, incisore e patriota
Alla figura del più celebre incisore dell’Ottocento, è dedicata una speciale mostra allestita alla Calcografia Nazionale di Roma: in esposizione le opere e i documenti che tratteggiano produzione e attività politica di un artista che fu anche patriota, spirito rivoluzionario che partecipò attivamente ai moti del 1848. Taglio del nastro fissato per il 20 settembre, mostra visitabile fino a novembre.

ROMA

Dal mare... l’Unità d’Italia
La mostra voluta e promossa dalla Lega Navale Italiana, con l’ausilio della Marina Militare e il patrocinio del Consiglio dei Ministri, utilizza il mare come simbolo e insieme come filo conduttore per un viaggio legato all’Unità d’Italia. Un punto di vista particolare, che si concretizza nell’esposizione di 150 quadri con protagonista proprio il mare, cui si aggiunge un’interessante serie di reperti radunati dai musei della Marina Militare Italiana.

[ 56 ]

MILANO

ROMA

Cristina la Pasionaria. La principessa di Belgiojoso, intellettuale e patriota
Da maggio a settembre il Museo del Risorgimento di Milano dedica una retrospettiva alla figura anticonformista di Cristina Trivulzio di Belgiojoso. Riviste, carteggi, libri, disegni e ritratti delineano l’intensa attività politica e letteraria di un’intellettuale e di una patriota, divenuta uno dei simboli più audaci del Risorgimento.

Regioni e testimonianze d’Italia
Quale miglior modo di celebrare l’Unità d’Italia se non quello di dar voce alle diversità che costituiscono la vera ricchezza del Paese? A Roma, dal 2 aprile al 3 luglio, sono le regioni italiane a raccontarsi e a raccontare l’Italia, dando vita a un’esposizione giocata sulla dialettica tra diversità e unità.

ROMA

La moneta dell’Italia unita dalla lira all’euro
L’unificazione monetaria del 1862 come capitolo di una vicenda di più ampia portata: quella dell’Unità. Questo il tema della mostra organizzata dalla Banca d’Italia che, dal 5 aprile al 3 luglio, consente di comprendere meglio il ruolo della moneta nell’economia e nella vita sociale di tutta una nazione.

VENARIA REALE (TO)

Moda in Italia. 150 anni di eleganza
Protagonista della mostra torinese, in programma dal 23 luglio all’11 dicembre, è l’originale stile made in Italy. L’esposizione percorre un viaggio dal 1861 a oggi, raccontando la storia della moda italiana attraverso prestigiose collezioni e abiti moderni.
Consorzio La Venaria Reale

NOVARA

L’Italia ricorda il 23 marzo 1849. Dalla battaglia all’Unità. Il percorso del Risorgimento a Novara
La battaglia del 23 marzo 1849 fu uno dei momenti salienti del Risorgimento italiano: allo scontro che concluse la Prima guerra di indipendenza, Novara dedica la mostra visitabile fino al 30 giugno presso il salone dell’Arengo del Broletto. Al percorso risorgimentale della città è dedicata un’esposizione temporanea progettata per integrare il patrimonio dei Civici Musei. Tra gli aspetti approfonditi dalla mostra, articolata secondo uno sviluppo tematico e cronologico, c’è anche il volto artistico di Novara, espressione di uno sviluppo parallelo alle vicende militari.

[ 57 ]

IN AGENDA

TORINO

1861-2011. L’italia dei libri
Il Salone Internazionale del Libro di Torino dedica un suo omaggio all’Italia unita, con una mostra, naturalmente, fatta di libri. Per i 150 anni di unità nazionale sono stati scelti 150 libri, opere che hanno plasmato gusti e costumi. Fra questi sono stati selezionati 15 ‘superlibri’, testi che storicamente hanno segnato una svolta, messo un punto fermo, e 15 autori che con la loro vita e la loro opera hanno fatto grande l’Italia, e non solo quella dei libri.

ROMA

Architettare l’Unità
Al centro dell’esposizione romana, in programma dal 27 aprile al 25 maggio presso la Casa dell’Architettura, vi sono 18 opere architettoniche particolarmente rappresen-

tative dell’architettura nazionale dall’Unità alla fine del secolo. Vecchie fotografie, documenti d’epoca, plastici, rilievi fotografici realizzati per l’occasione e disegni originali delineano un percorso che indaga le forme dell’ar-

chitettura istituzionale, valorizzando il patrimonio nazionale postunitario. Ogni edificio, studiato attraverso specifici filtri tematici, è chiamato a render conto della costruzione dell’immagine del nuovo Stato nazionale.

GENOVA

Italia unita. Capolavori dell’Ottocento a Genova
Dal 4 marzo al 25 settembre, Genova ospita una serie di iniziative legate all’Unità. Alla Galleria d’Arte moderna, una mostra dà spazio ai protagonisti e alle idee libertarie dell’epoca risorgimentale; l’esposizione al museo dell’Accademia Linguistica offre opere improntate al gusto romantico, mentre nove percorsi tematici si snodano fra dimore storiche e monumenti.
Consorzio La Venaria Reale

VENARIA REALE (TO)

Potager Royal. Orti e frutteti nei giardini della Reggia
Dal 16 aprile i giardini della Reggia di Venaria Reale si offrono ai visitatori in tutta la loro bellezza: dieci ettari di orti e frutteti, gallerie vegetali, imprevedibili giochi d’acqua e scenografiche composizioni dai mille colori, un’oasi sospesa tra fiaba e realtà, tra fascino antico e moderno gusto estetico. Visite guidate, laboratori di educazione sensoriale, itinerari culturali e gastronomici, degustazioni dei prodotti dell’orto e approfondimento delle tecniche di cucina sono i principali modi di fruizione di questo evento speciale che unisce arte, storia e natura.

[ 58 ]

ITALIA

Molino Stucky Hilton
Venezia Scoprire una Venezia insolita, sorprendente e intrigante in ogni stagione, fra archeologia industriale e giardini segreti; l’occasione offerta dalla Giudecca è fra le più seducenti, resa ancor più accattivante dalla possibilità di concedersi una pausa da sogno al Molino Stucky: nell’esclusivo Skyline Rooftop bar, regno dell’estroso barman Marino Lucchetti, oppure nel raffinato ristorante Aromi, stregati dai piatti dello chef Franco Luise. Con la garanzia del marchio Hilton a suggellare l’eccellenza di tutti i servizi (Giudecca 810, tel. 041 2723311, www.molinostuckyhilton.com).

U N O D E I T A N T I P R I M A T I dell’hotel è la prima e unica piscina sul rooftop di Venezia, un’oasi dalle infinite suggestioni.

NOTTI DA SOGNO

INCANTEVOLI

SEDUZIONI

“I sogni son desideri”, recita un noto adagio disneyano, ma i desideri possono magicamente tramutarsi in realtà: bastano una buona dose di eleganza, un pizzico di charme, un tocco di antica regalità e la fiaba ha il suo lieto inizio

ITALIA

Caesar Augustus
Anacapri (Na) Un nome imperiale battezza questa ammaliante villa a strapiombo sul mare, rendendo conto della lussuosa dotazione delle sue suite: arredamento in stile caprese e grandi archi e colonne affacciate sul mare caratterizzano la Cesare, letti a baldacchino e vista mozzafiato sulla Penisola Sorrentina e sul golfo di Napoli distinguono la Tiberio, mentre la Farouk, storico alloggio del re d’Egitto, custodisce mobili antichi. Opere d’arte del gusto si servono a bordo piscina presso la Terrazza di Lucullo (via Orlandi 4, tel. 081 8373395, www.caesar-augustus.com).

NOTTI DA SOGNO

con i candidi archi e le possenti colonne che creano un’atmosfera degna di un imperatore, ammira le bellezze del golfo di Napoli.

L A S U I T E C E S A R E,

NOTTI DA SOGNO

L A SOPRAFFINA

eleganza dell’hotel Ascona raggiunge nelle suite la sua più sublime espressione.

[ 64 ]

SVIZZERA

Castello del Sole
Ascona Questo esclusivo paradiso per vacanze di lusso, la cui storia affonda le origini nel ’500, rappresenta il non plus ultra dell’ospitalità svizzera: una sublime oasi di eleganza e benessere immersa in 11 ettari di parco che lambiscono le sponde del lago Maggiore, impreziosita da una spiaggia privata, tre ristoranti – di cui uno premiato con 17 punti Gault Millau – e un sontuoso reparto fitness e wellness. Gli sportivi possono contare su sei campi da tennis, una pista finlandese e un’area dedicata al golf (via Muraccio 142, tel. 0041 91 7910202, www.castellodelsole.com).

[ 65 ]

SVIZZERA

Grand Hotel Villa Castagnola Lugano
Unico cinque stelle superior di tutta Lugano, questo elegante hotel è immerso nella rasserenante quiete di un parco subtropicale e offre una stupenda vista sul lago, regalando allo sguardo impagabili tramonti. Costruita da una famiglia della nobiltà russa e trasformata in albergo nel 1885, la villa si distingue per la ricca gamma di servizi: piscina, campo da tennis, lido privato, area fitness e attrezzato wellness corner con angolo bellezza e salone acconciature (viale Castagnola 31, tel. 0041 91 9732555, www.villacastagnola.com).

NOTTI DA SOGNO

L E S P A Z I O S E suite di Villa Castagnola regalano allo sguardo impareggiabili vedute sul lago di Lugano, offrendo comodi spazi per un soggiorno da cinque stelle superior.

NOTTI DA SOGNO

ITALIA

Auberge de La Maison ****
Courmayeur (Ao) La più caratteristica delle frazioni di Courmayeur accoglie questa dimora di charme in legno e pietra, pervasa da un senso di ospitalità antica. Al ristorante RosAlpina si assaporano i preziosi lasciti della tradizione valligiana, assieme ai vini d’alta quota dai caratteristici sentori di flora alpina. Arricchiscono il soggiorno un attrezzato centro benessere con sauna, bagno turco, massaggi e trattamenti personalizzati, un prato alpino dove rilassarsi ai piedi del Monte Bianco e un lobby bar dall’atmosfera tipica degli chalet (frazione Entrèves, tel. 0165 869811, www.aubergemaison.it).

le camere dell’albergo sono dotate di balcone o terrazza con vista sulla catena del Monte Bianco e ghiacciaio della Brenva o sulla vallata di Courmayeur e il prato.
TUTTE

A R R E D I A N T I C H I e comfort moderni si coniugano alla perfezione nelle eleganti suite della splendida Villa Campomaggio.

NOTTI DA SOGNO

ITALIA

Villa Campomaggio
Radda in Chianti (Si) Non un semplice hotel, ma un intero borgo restituito al suo splendore da un accurato restauro che lo ha trasformato in location d’eccezione per eventi, cerimonie e memorabili soggiorni. La villa padronale, con magnifica vista sulle colline senesi, ospita ambienti dal sapore antico, camere curatissime, ampi spazi affacciati sul giardino con piscina e una terrazza. Presso il ristorante, ricavato nelle antiche cantine della tenuta, è di scena un’ottima cucina regionale. Accesso esclusivo all’area wellness (località Campomaggio, tel. 0577 738981, www.villacampomaggio.it).

NOTTI DA SOGNO

ITALIA

Hotel Sonnenberg
Rio di Pusteria (Bz) Le piste sono appena oltre la soglia dell’hotel, mentre negli ambienti interni e in cucina c’è tutto il meglio della più genuina ospitalità tirolese, forte di una maniacale cura del dettaglio: le stanze concedono angolo sofà, stufa di maiolica e balcone, mentre i piatti assumono sfumature di gusto non scontate. Di assoluta soddisfazione anche l’offerta benessere e il nuovo settore beauty. Questo regno del sole a quattro stelle non si fa mancare nemmeno sale fitness, due sale giochi e un amabile servizio (frazione Maranza, via Aussereck 35, tel. 0472 520 232, www.sonnenberg.it).

L A S A U N A finlandese è solo uno dei tanti ambienti dedicati al benessere che l’hotel Sonnenberg di Maranza ha creato per i propri ospiti.

NOTTI DA SOGNO

Italia Caesar Augustus
Anacapri (Na) Vedi recensione a pag. 62.

Hotel Dominik
Bressanone (Bz) Questo sontuoso quattro stelle della valle Isarco, calato nel paradiso dei giardini Rapp, a poca distanza dalle rive del fiume Rienza, assicura un riposo di lusso a uomini d’affari e amanti della montagna. Le sue stelle brillano con vivacità anche negli arredi e nello stile delle camere: dalla comfort alla spaziosa e raffinata Salon suite fino alla studio, permeata di uno charme tipicamente inglese. La scenografia della sala da pranzo è giocata su candelabri e tende in broccato rosso, mentre i dettami del Feng shui improntano la concezione dell’avanguardistica sala congressi. Grazie alla BrixenCard, gli ospiti del Dominik possono contare su importanti agevolazioni e sconti per visitare e scoprire le bellezze di Bressanone (via Terzo di Sotto 13, tel. 0472 830144, www.hoteldominik.com).

Hotel Andreas
Canazei (Tn) L’albergo sposa l’alto livello dei servizi ai prezzi contenuti, grazie a un’offerta che spazia dalle camere più semplici alle stanze comfort, con doppio bagno e vasca jacuzzi, fino alla Luce, elegantemente impreziosita da fini decorazioni

con cristalli Swarovski. I più esigenti non potranno restare indifferenti di fronte al fascino della suite di re Laurino, con fiabesco letto a baldacchino e bagno rifinito in marmo verde, della Phisio Baita, con sauna a infrarossi, e della Romantika. Divine anche le numerose proposte del centro benessere,

L A P I S C I N A dell’hotel Dominik sembra dialogare con il paesaggio.

con idromassaggio, sauna, solarium trifacciale e docce con trattamenti di aromaterapia che costituiscono un vero toccasana per corpo e mente (strèda Dolomites 18, tel. 0462 602106, www.andreas.it).

33 NOTTI DA SOGNO
ITALIA

Caesar Augustus Anacapri, pag. 62 Hotel Dominik Bressanone, pag. 74 Hotel Andreas Canazei, pag. 74 Albergo Sanfelice Capri, pag. 76 Hotel La Residenza Capri, pag. 83 Auberge de La Maison Courmayeur, pag. 68 Hotel Majestic Madonna di Campiglio, pag. 83 Hotel Angelo Engel Ortisei, pag. 83 Hotel Ansitz Jakoberhof

Ortisei, pag. 83 Hotel Grien Ortisei, pag. 83 Relais dell’Olmo Perugia, pag. 78 Relais Monaco Ponzano Veneto, pag. 83 Hotel Covo dei Saraceni Positano, pag. 80 Hotel L’Ancora Positano, pag. 80 Garden Park Hotel Prato allo Stelvio, pag. 84 Relais Borgo Vescine Radda in Chianti, pag. 84 Relais Vignale Radda in Chianti, pag. 84 Villa Campomaggio

Radda in Chianti, pag. 71 Country relais Laticastelli Rapolano Terme, pag. 82 Hotel Sonnenberg Rio di Pusteria, pag. 72 Hotel Panorama Leitlhof San Candido, pag. 84 La Collegiata San Gimignano, pag. 86 Hotel Diamant Santa Cristina Valgardena, pag. 86 Hotel Genziana Selva di Val Gardena, pag. 86 Portillo Deluxe - Chalet & Lodge Selva di Val Gardena, pag. 85 Sporthotel Gran Baita Selva di Val Gardena, pag. 86

Sport & Kurhotel Bad Moos Sesto, pag. 150 Borgo Scopeto Relais Vagliagli di Castelnuovo Berardenga, pag. 87 Hotel Carlton on the Grand Canal Venezia, pag. 87 Molino Stucky Hilton Venezia, pag. 60 Active Hotel Olympic Wellness and Beauty Vigo di Fassa, pag. 87
SVIZZERA

Castello del Sole Ascona, pag. 65 Grand Hotel Villa Castagnola Lugano, pag. 66

[ 74 ]

D E T T A G L I preziosi rievocano uno charme di stampo anglosassone fra i ricercati ambienti dell’inconfondibile hotel Dominik di Bressanone.

NOTTI DA SOGNO

Albergo Sanfelice
Capri (Na) Bianche arcate che si rincorrono su più piani, sullo sfondo di un incantato giardino di piante mediterranee e aulenti cespugli di fiori: l’albergo Sanfelice è un tipico esempio di dimora caprese, che ha saputo fare della semplicità, dell’eleganza e della calda accoglienza i suoi punti di forza. Se l’esterno cattura l’attenzione di turisti e passanti, attratti dalle composizioni floreali che adornano il viale d’ingresso, l’interno conquista gli ospiti per la ricercatezza dei materiali utilizzati, dalla fine maiolica che riveste i pavimenti al pregiato marmo delle

scale, passando per i vari decori in ceramica e ferro battuto. Per ricostruire la storia dell’albergo bisogna andare indietro nel tempo, fino al 1645, quando l’allora governatore di Capri, il cavaliere Carlo Sanfelice, venne in possesso del terreno che circonda la villa, al tempo coltivato ad alberi da frutta e agrumi. Dopo diversi cambi di proprietà e utilizzi, l’edificio fu finalmente trasformato in albergo intorno agli anni Settanta dall’attuale padrone di casa, l’intraprendente Pietro Cerrotta, tra gli albergatori più anziani dell’isola. A pochi passi dalla Piazzetta, in piena zona pedonale, l’hotel assicura soggiorni di

S O P R A,

la raffinata hall dell’albergo Sanfelice, dal pavimento maiolicato. il ristorante Torre Saracena, con vista sul mare. S O T T O A D E S T R A , il potente motoscafo dell’hotel solca le onde capresi.
S O T T O A S I N I S T R A,

estrema tranquillità nelle 35 camere di cui dispone, tutte con vista sul giardino. Linee pulite e colori delicati caratterizzano stanze standard e medium, mentre le superior e le cinque junior suite si arricchiscono di una graziosa terrazza dove è possibile fare colazione o godersi il sole in totale privacy. Per il pranzo, invece, lo snack bar a bordo della bella piscina, immersa nel giardino e dotata di solarium e idromassaggio, propone panini, toast, insalate e golosi piatti del giorno, preparati da

Pietro Cerrotta, il cui nome è ben conosciuto anche nel campo della ristorazione caprese. Per chi preferisse il mare alla piscina, l’albergo è convenzionato con lo stabilimento balneare Torre Saracena, situato nella baia di Marina Piccola, nella parte meridionale dell’isola e affacciato sui Faraglioni. Oltre alla candida spiaggia privata di ciottoli levigati, attrezzata con sdraio, lettini e ombrelloni, offre un ristorante di pesce molto rinomato. Qui si può avere un assaggio dell’autentica cucina mediterranea e caprese, con specialità come gli scialatielli ai frutti di mare, gli gnocchetti di zucca con cozze e bottarga e i tradizionali ravioli alla caprese. L’hotel Sanfelice mette inoltre a disposizione dei propri ospiti un motoscafo per visitare e scoprire le bellezze di Capri da una prospettiva privilegiata (via Li Campi 13, tel. 081 8376122, www.hotelsanfelice.com).

[ 76 ]

Una Leggenda Mediterranea, Kempinski Palace Portoroz
Al Kempinski Palace Hotel si respira il sapore della storia: lo splendido edificio mitteleuropeo risale al 1910 ed è stato restaurato accuratamente per mantenerne tutto il fascino. Accanto all'edificio storico è stata costruita un'ala moderna che, così come gli interni dell'hotel, è stata concepita all'insegna di un raffinato design moderno. La giornata, per gli ospiti del Kempinski, inizia in una cornice da sogno: ad accoglierli per la colazione è, infatti, la Crystal Hall, gioiello in stile barocco con una splendida terrazza vista mare.

L'hotel offre poi numerosi bar e ristoranti, che propongono una gastronomia innovativa a base di prodotti di prima qualità che spazia dalla tradizione mediterranea alle varie influenze della cucina etnica. Nella parte storica dell'hotel si trova il Ristorante à la carte Sophia, in omaggio a Sophia Loren. Il Fleur de Sel è invece una sala lounge bar & ristorante con una location unica al primo piano che offre una vista mozzafiato sulla baia di Pirano. Il menu del Fleur de Sel è caratterizzato da una cucina moderna e globale.

L'hotel dispone di 164 camere tutte dotate di aria condizionata, sistema audio-video di ultima generazione, che include TV LCD, telefono e accesso internet, oltre a mini-bar e cassaforte. Il Kempinski Palace Portoroz offre, inoltre, 17 diversi tipi di suites tutte con vista mare e balcone. Le suites sono contraddistinte, oltre che dagli arredi lussuosi e da due bagni, anche da un'ampia area soggiorno. In un hotel concepito per il “benessere” del cliente, non poteva mancare una fantastica zona wellness: la Kempinski Rose Spa, con i suoi 1500 mq, offre una piscina interna con jacuzzi ed una esterna, sauna, bagno turco, zona relax e uno spazio speciale per il trattamento “Rasul” che include un peeling completo, body wrap con fanghi minerali e massaggio con schiuma aromatizzata.

Pacchetto “ Casino Royale” Il Pacchetto Include: 1 notte in una Camera doppia categoria Superior oppure Deluxe Colazione a buffet fino alle ore 12:00 Un buono di euro 40 a camera per il Grand Casino’ Portoroz Servizio navetta dal casino’ all’ hotel e viceversa Entrata gratuita nella nostra Rose Spa ( area piscine e sauna) Connessione gratuita a Internet Wi-fi Tasse Incluse Il pacchetto e’ valido secondo disponibilita e richiesta. Il prezzo del pacchetto parte da euro 245.00 per due persone. La tassa di soggiorno non e’ inclusa nel prezzo e sara di euro 1,01 a persona per notte.

Obala 45 6320 Portorose T +386 5 692 7070 Slovenia F +386 5 692 7950 www.kempinski.com/portoroz reservations.portoroz@kempinski.com

NOTTI DA SOGNO

il bel cortile del relais dell’Olmo è attrezzato con tavoli e sedie. la splendida piscina dotata di ampia zona solarium fa capolino nel curato giardino; una raffinata camera matrimoniale dal sentore antico.
S O T T O,

S O P R A,

Relais dell’Olmo
Perugia Non solo il centro storico di Perugia, ma tutti i maggiori luoghi d’interesse della zona si delineano nelle vicinanze del relais, intelligente recupero di una struttura antica ampliata e arredata in stile, ai cui piedi si stende una grande piscina con solarium e servizio bar a bordo vasca. La classica posa lucertola, ispirata dalla vista di sdraio e lettini, integra l’ampia casistica del relax proposta dal relais: metà delle sue 32 camere sono dotate di vasca jacuzzi, tocco prezioso conferito ad ambienti con travi a vista, articolati in varie tipologie distribuite tra la parte ristrutturata e quella ampliata. Pressoché infinita è la fenomenologia del benessere cui fa da sfondo il raffinato centro Fea day, dove il bagno turco si alterna alle cabine di estetica, a mille tecniche di massaggio, agli esercizi di respirazione e ai rituali a base di pregiate essenze, come la rosa damascena: in palestra,

inoltre, si effettuano attività personalizzate, yoga e rieducazione posturale. Gli stessi trattamenti concorrono anche alla definizione dei soggiorni a tema: come nel caso dell’idromassaggio al vin brulé, appendice del tour enogastronomico in jeep tra i vigneti. Approfittando dei pacchetti è possibile anche imparare a modellare l’argilla al tornio secondo la tradizione ceramica di Deruta, diventare maestri cioccolatieri oppure lanciarsi tra i boschi in compagnia di un esperto tartufaro con cane. Ospite di una villa secentesca con gazebo esterno tra il verde delle colline, l’osteria dell’Olmo è convenzionata con il relais e si prende cura delle esigenze degli amanti della tavola. Chi viaggia per lavoro può contare su due sale attrezzate per meeting e congressi, la sala delle Volte o la sala Atena, con capienza complessiva di cento persone (strada OlmoEllera 4, tel. 075 5173054, www.relaisolmo.com, e-mail info@relaisolmo.com).

[ 78 ]

NOTTI DA SOGNO

A C C A N T O , all’hotel L’Ancora si fa colazione ammirando Positano. S O T T O , bianche arcate accolgono il bar del fine hotel Covo dei Saraceni.

Hotel L’Ancora
Positano (Sa) Trattenere l’azzurro del mare negli occhi, scrutandolo con la giusta privacy da una delle terrazze private dell’albergo: magari proprio quelle offerte dalle suite, complete di un’impareggiabile jacuzzi esterna. I soggiorni all’Ancora, scrigno incastonato nella roccia a strapiombo sulla Spiaggia Grande, rivelano tutti i crismi dell’autentico stile positanese: l’attitudine all’incanto prima di tutto, a seguire gli arredi e le atmosfere tipiche della Costiera Amalfitana, fatte di bianco, archi e colonne, candide tende in lino e poi, naturalmente, gli sprazzi di colore della bouganville in fiore. Dalle stanze dell’hotel – articolate nelle tipologie standard, junior suite e in due grandiose suite munite di terrazzo privato – bastano davvero pochi passi per raggiungere la sottostante spiaggia, oppure l’affiliato Covo dei Saraceni, per indulgere in drink, cene, gelati artigianali o in un tuffo in piscina.

Da parte sua l’albergo allestisce un’ampia prima colazione che stupisce per varietà e può contare su pasticcini freschi, cereali e frutta di stagione. Da non sottovalutare la presenza di un’area parcheggio gratuita per gli ospiti, comodità non comune nei dintorni (via Colombo 36, tel. 089 875318, www.htlancora.it).

Hotel Covo dei Saraceni
Positano (Sa) Un tempo casa di pescatori, oggi lussuosissimo hotel cinque stelle, il Covo dei Saraceni prende nome dalla rievocazione folcloristica che in passato i positanesi erano qui usi inscenare, travestendosi da Mori all’assalto della costa.

L’eleganza che caratterizza ogni ambiente raggiunge il picco nelle due deluxe junior suite, entrambe equipaggiate con terrazza privata e jacuzzi, in versione interrata oppure in posizione più riservata in veranda: da qui, come dalle restanti doppie e junior suite, si assapora il più bello dei panorami offerti dal Covo, sontuosamente affacciato sul golfo di Napoli. Una scenografia prestata anche alla piscina scoperta e alle ampie vetrate della sala per la colazione, il salone Bouganville, con una lussureggiante fioritura interna. Le degustazioni continuano nella brasserie e al ristorante Savino, profumato di pesce fresco e pasta fatta in casa. Molto apprezzati anche il centro benessere e la solare cortesia del personale (via regina Giovanna 5, tel. 089 875400, www.covodeisaraceni.it).

HOtel cervus Fam. sandra & beat buff-Denoth via giovanni segantini 32 cH-7500 st. moritz

tel. +41 81 385 00 00 Fax +41 81 385 00 01 info@hotel-cervus.ch www.hotel-cervus.ch

TUTT AllesO INIZ n b e g i n ITAt T T O U A L L ' HOTE L Ie i m H O t N IlZ I A CERVUS c e r v u AL L ' HOT E L s
CERVUS

www.hotel-cervus.ch
www.hotel-cervus.ch

www.hotel-cervus.ch

Cervus (cervo), il della montagna, montagna, rappresentaenergia, calma e sicurezza nella Cervus (cervo), il Cervus (cervo), il re dellarappresenta forza, energia,energia, e sicurezza nellanella re re della montagna, rappresenta forza, forza, calma calma e sicurezza natura. Godetevi unico del nostrodel nostro hotel, in una zona tranquillissima natura. Godetevi l’ambiente l’ambiente unico hotel, situato situato in una zona tranquillissima natura. Godetevi e idillica. L’hotel offre del nostro hotel,spaziose, ma anche suite datranquillissima l’ambiente unico camere matrimoniali situato in una zona una a tre camere. e idillica. L’hotel offre camere matrimoniali spaziose, ma anche suite da una a tre camere. Nella camere matrimoniali bio-sauna bagno turco vi potete una a tre camere. piscina con sauna, e idillica. L’hotel offre propria sauna, bio-sauna spaziose,e ma anche suite da rigenerare e rilassare. Nella propria piscina con estiva, a partireeda due pernottamenti, sono inclusi e rilassare.della bagno turco vi potete rigenerare nei prezzi Nella stagione Nella Nella stagione estiva,sauna, per da due pernottamenti, sono Engadina, così come della propria piscina con biglietti bio-sauna e bagno turco vi poteteruhe und geborgencamera König der berge, verkörpert Kraft, energie, rigenerare e rilassare. i a partire gli impianti di risalita dell’Alta inclusi nei prezzi i biglietti cervus (rothirsch), der gli impianti di risalita dell’Alta Engadina, così come i biglietti camera i biglietti per dell’Alta Engadina, fino alla val sono inclusi Nella der natur. dei mezzi pubblici wie due pernottamenti, Bregaglia e a Chiavenna. heit instagione estiva, a partire da Nino Schurter (mountainbiker), Andy nei prezzi della geniessen sie Sutz (Duathlet) dei mezzi pubblici dell’Alta Engadina, fino alla val Bregaglia e a Chiavenna. camera i biglietti per gli impianti di risalita dell’Altaunseres idyllischen, sehr biglietti Engadina, così come i ruhig und die U23 Strassenradfahrer die einmalige Ambiance dei mezzi Hotels. dell’Alta bietet geräumige Doppelzimmer sowie 1- bis 3-Zimmergelegenen pubbliciDas Haus Engadina, fino alla val Bregaglia e a Chiavenna.

suiten. im hoteleigenen Hallenbad mit sauna, bio-sauna und Dampfbad können sie sich erholen und entspannen.

Country relais Laticastelli
Rapolano Terme (Si) Eretto nel XIII secolo come castello, oggi Laticastelli è un fascinoso relais di campagna, collocato in cima a una collina da cui si gode di una strabiliante vista sulla campagna senese. Un’inconfondibile atmosfera medievale pervade ogni ambiente, dalle camere e suite arredate con mobili rustici di origine rurale, alla suggestiva taverna ricavata dalle antiche grotte, dove assaporare piatti caserecci accompagnati da una speciale selezione di vini toscani. Splendida la piscina panoramica (località Laticastelli, tel. 0577 724419, www.laticastelli.com).

R I C E R C A T I dettagli dal sapore rustico e un romantico letto a baldacchino rendono uniche le ampie suite del relais Laticastelli.

NOTTI DA SOGNO

Albergo Sanfelice
Capri (Na) Vedi recensione a pag. 76.

Hotel La Residenza
Capri (Na) Un ambiente esclusivo e servizi di categoria superiore, per un soggiorno caprese degno del suo nome: l’albergo dispone di camere standard arredate con stile, ma anche di lussuose stanze situate al piano nobile, con vista sui Faraglioni e sulla certosa di San Giacomo. Piatti inimitabili, ispirati all’antica tradizione locale, sfilano nell’elegante cornice del ristorante panoramico, mentre raffinati cocktail e aperitivi sono preparati presso l’american bar; foto a pag. 84 (via Serena 22, tel. 081 8370833, www.laresidenzacapri.com).

Hotel Angelo Engel Auberge de La Maison
Courmayeur (Ao) Vedi recensione a pag. 68. Ortisei (Bz) Questa raffinata struttura dall’inconfondibile charme altoatesino nasce come osteria nel lontano 1547 ed esprime i fasti di un’ospitalità senza compromessi. Circondato da un vasto giardino, conquista per lo stile ricercato degli ambienti, in particolare dell’esclusiva Engel lounge, e per l’impareggiabile offerta dell’area wellness (strada Petlin 35, tel. 0471 796336, www.hotelangelo.net).

Majestic Mountain Charme Hotel
Madonna di Campiglio (Tn) Il tramonto sulle Dolomiti, assaporato dall’alto della wellness terrace con una flûte di champagne tra le dita, è solo uno dei privilegi qui concessi. La sontuosa offerta benessere trova eco nella fascia top dell’ospitalità, articolata in 43 camere accomunate dal gusto per l’eleganza più charmant (piazza Righi 33, tel. 0465 441080, www.majestichotel.com).

Gardena si concentra in questo esclusivo hotel, evolutosi nel tempo fino a diventare una summa della vacanza di lusso a contatto con la natura. La dotazione wellness non si fa mancare niente: una piscina coperta riscaldata con impianto controcorrente e idromassaggio, saune e solarium. A fare la differenza è anche la conduzione della famiglia Piccolruaz, grazie al contributo di Markus, esperto di cucina tirolese (via Sacun 107, tel. 0471 796344, www.jakoberhof.com).

sguardo al Sassolungo e al Sella. L’atmosfera è accogliente e cordiale, le stanze arredate con cura e i menu piacevoli. Per sigillare il tutto non poteva mancare un beauty center all’avanguardia, con favolosi massaggi a base di oli essenziali, sale cristallino e prodotti di bellezza pregiati dai seducenti profumi (via Mureda 178, tel. 0471 796340, www.hotel-grien.com).

Relais dell’Olmo
Perugia Vedi recensione a pag. 78.

Hotel Ansitz Jakoberhof
Ortisei (Bz) La migliore tradizione della val

Hotel Grien
Ortisei (Bz) Fiore all’occhiello della struttura è la posizione panoramica: situato nei pressi di un meraviglioso bosco, l’hotel domina dall’alto Ortisei e volge lo
S O P R A , un massaggio al sale all’hotel Grien. A S I N I S T R A , la vera cucina tirolese è uno dei pregi dell’hotel Ansitz Jakoberhof di Ortisei.

Relais Monaco
Ponzano Veneto (Tv) Uno degli alberghi più esclusivi di tutta la Marca, ricavato dal restauro della prestigiosa villa Guarnieri e raggiungibile tramite uno sterrato costeggiato di vigneti. Diciotto le suite, tra cui una arredata nel gusto della Venezia rinascimentale. Parco con piscina, spazi benessere e serate di gala al ristorante La Vigna completano la visita (via Postumia 63, tel. 0422 9641, www.relaismonaco.it).

[ 83 ]

NOTTI DA SOGNO

Hotel Covo dei Saraceni
Positano (Sa) Vedi recensione a pag. 80.

lità Vescine, tel. 0577 741144, www.vescine.it).

Relais Vignale
Radda in Chianti (Si) Impossibile parlare di questo quattro stelle dall’eleganza discreta, insieme relais di charme e azienda agricola, senza menzionare il Chianti, visto che proprio qui fu varato, nel 1924, l’atto costitutivo del Consorzio di tutela Gallo Nero. La casa padronale settecentesca presenta camere e suite arredate con stampe e mobili antichi: a corredo dell’eccelsa qualità dei vini, il relais offre piscina riscaldata, giardino e il ristorante Vignale, regno dello chef Augusto Giusti; foto a pag. 87 (via Pianigiani 9, tel. 0577 738300, www.vignale.it).

Hotel L’Ancora
Positano (Sa) Vedi recensione a pag. 80.

Garden Park Hotel
Prato allo Stelvio (Bz) Primo hotel a quattro stelle di Prato allo Stelvio, inaugurato appena nel 2006, aspira ad affermarsi come il non plus ultra dell’ospitalità alberghiera. La modernità della struttura architettonica, la lussuosa raffinatezza degli interni, la garbata eleganza delle finiture, la magnificenza del parco su quattro livelli: tutto contribuisce a fare del Garden Park Hotel un angolo di paradiso. Le sorprendenti ricette, la piscina e l’area beauty & wellness fanno la loro parte (via Pineta 35a, tel. 0473 618228, www.gardenparkhotel.com).

Villa Campomaggio
Radda in Chianti (Si) Vedi recensione a pag. 71.

Country relais Laticastelli
Rapolano Terme (Si) Vedi recensione a pag. 82.

Relais Borgo Vescine
Radda in Chianti (Si) Un borgo medievale del XIII secolo, trasformato in fascinoso relais a quattro stelle nel cuore del Chianti Classico, dove si produce il vino più pregiato, garantito dal marchio Gallo Nero: ecco il Borgo di Vescine, gestito dalla famiglia Paladin che ha eletto questo spettacolo a sede della propria azienda agricola. Il ristorante propone antiche ricette chiantigiane, arricchite da erbe aromatiche spontanee. Nella fornita enoteca si degustano i vini prodotti dalle cantine di proprietà (locaD A L L’ A L T O I N B A S S O, vista sui Faraglioni dalle stanze della Residenza (info a pag. 83); scorcio serale dell’hotel Garden di Prato allo Stelvio; una camera del relais Borgo Vescine, nel cuore del Chianti; il giardino dell’hotel Panorama Leitlhof, in val Pusteria.

Hotel Sonnenberg
Rio di Pusteria (Bz) Vedi recensione a pag. 72.

Hotel Panorama Leitlhof
San Candido (Bz) Dimenticare lo stress è qui una missione dall’esito scontato, grazie alla seduzione di scenari incontaminati e al raffinato centro wellness. L’universo delle coccole si ritrova intatto anche nelle camere che, eleganti e accoglienti fin dalla tipologia standard, si arricchiscono via via di dettagli fino a contemplare, all’interno delle suite, un delizioso salottino e, nella Sole, un giardino privato. Nelle stube in legno si respira la tipica atmosfera sudtirolese (via Pusteria 29, tel. 0474 913440, www.leitlhof.com).

Portillo **** Deluxe Chalet & Lodge
Selva di Val Gardena (Bz) Gestito dalla famiglia di Carlo Senoner – campione del mondo di sci a Portillo nel ’66 – e circondato dal verde di Selva di Val Gardena, offre un ambiente di classe, arredato con gusto in uno stile che unisce il moderno al tradizionale e che si distingue per l’uso del legno e di materiali naturali. Dispone di camere spaziose e suite impreziosite dall’intima zona soggiorno e affacciate sugli scenari del Sassolungo, del Sella o del Cir, area wellness e ristorante di delizie regionali e internazionali (via Meisules 65, tel. 0471 795205, www.portillo.it).

L O D G E junior suite e lodge suite dello chalet Portillo si caratterizzano per la cura dei dettagli e per il calore del legno utilizzato per gli arredi.

U N G R A Z I O S O laghetto sorge fra i 12mila metri quadri di parco che circondano l’hotel Diamant.

culenti manicaretti del ristorante che si esprimono in deliziose fantasie gastronomiche. L’area destinata alle cure per il corpo si distingue per l’efficienza oltre che per la vasta gamma di trattamenti (strada Skasa 1, tel. 0471 796780, www.hoteldiamant.it).

Hotel Genziana La Collegiata
San Gimignano (Si) Rimira trasognante le torri di San Gimignano, dall’alto di una piccola collina, questo lussuoso hotel ricavato da un convento cinquecentesco: storiche facciate in pietra, idromassaggio al piano superiore della torre ottocentesca e un moderno centro wellness testimoniano il riuscito connubio fra ospitalità esclusiva e tipica tradizione senese. La piscina si circonda di un bellissimo giardino di rose, mentre l’antica chiesa ospita attualmente il ristorante, dove si possono gustare i piatti più celebri e gustosi dell’autentica tradizione toscana (località Strada 27, tel. 0577 943201, www.lacollegiata.it).

Hotel Diamant
Santa Cristina Valgardena (Bz) La tradizione di montagna è qui impreziosita da eleganti fregi e squisite finiture che creano ambienti senza pari. L’hotel mette a disposizione camere in stile, talune adornate da letto a baldacchino. Ogni stanza vanta una propria particolarità, così come i suc-

Selva di Val Gardena (Bz) Eleganza, stile, raffinatezza e tanta voglia di lasciarsi andare al puro e semplice relax: al Genziana si assapora lo spirito della montagna senza negarsi un tocco di vero charme. Quattro tipi di camere da letto sapranno soddisfare le esigenze di ogni ospite, così come il bouquet di delizie sfornate dall’esperto chef.

VAC A N Z E

STELL ATE

SOTTO

IL

CIELO

DELLE

DOLOMITI

Un universo di possibilità per il relax allo Sporthotel Gran Baita di Selva di Val Gardena
Godersi in tutta tranquillità lo spettacolo offerto dalla ‘regina delle Alpi’ oppure lanciarsi fra le piste innevate che scendono rapide dai pendii montuosi; rilassarsi nella nuova area wellness o scoprire le bellezze naturali attraverso suggestive escursioni; gustarsi un menu di cinque portate o scegliere di cenare à la carte: allo Sporthotel Gran Baita le opportunità per una vacanza indimenticabile non mancano di certo e si afIMPAGABILI MOMENTI

fiancano alla raffinatezza di un quattro stelle superior. Questa sontuosa residenza gardenese, dove il tradizionale stile altoatesino si sposa con una sobria eleganza, offre camere luminose impreziosite da balconi panoramici e, in alcune soluzioni, da elementi tradizionali come la stufa tirolese in maiolica: le suite Luxus e Residence dispongono in aggiunta di doppio servizio igienico e ampia cucina privata. Nella nuo-

va sala da pranzo le specialità sono scortate dall’eccellente selezione di vini della cantina. Molto attrezzata anche la spa, con sette cabine per trattamenti estetici e massaggi, bagno turco, piscina coperta o panoramica all’aperto e cabina infrarossi, con la possibilità inoltre di riservare una spa suite per romantici momenti di coppia (Selva di Val Gardena, strada Nives 11, tel. 0471 795210, www.hotelgranbaita.com).

di divertimento e relax da giocarsi fra la splendida piscina esterna con giochi di luce e l’esclusiva riservatezza della spa privata Pra de Ri.

[ 86 ]

NOTTI DA SOGNO

Non c’è vacanza che si rispetti senza benessere: la zona wellness è attrezzata con piscina coperta, sauna e idromassaggio e affiancata dall’area beauty e fitness (strada Ciampinëi 2, tel. 0471 772800, www.hotel-genziana.it).

Portillo Deluxe Chalet & Lodge
Selva di Val Gardena (Bz) Vedi recensione a pag. 85.

Sporthotel Gran Baita
Selva di Val Gardena (Bz) Vedi recensione qui accanto.

Sport & Kurhotel Bad Moos
Sesto (Bz) Vedi recensione a pag. 150.

Borgo Scopeto Relais
Vagliagli di Castelnuovo Berardenga (Si) Varcare la soglia di questo fascinoso complesso significa immergersi in una dimensione di raffinato charme d’antan, affidata a 58 tra camere e suite. L’offerta wellness è imperniata sulle due piscine esterne e su una proposta beauty che utilizza i prodotti della terra come fonte di benessere (località Borgo Scopeto, Strada Comunale 14, tel. 0577 320001, www.borgoscopetorelais.it).

Hotel Carlton on the Grand Canal
Venezia Come fossero occhi rapiti dalla bellezza della città più romantica al mondo, l’hotel osserva con cento finestre il passaggio delle gondole che solcano le calme acque del Canal Grande, offrendo ai propri ospiti un risveglio da fiaba. Stucchi raffinati, lampadari in vetro di Murano e arredi ispirati alla gloriosa vicenda della Serenissima fanno di questo

quattro stelle una delle più sublimi espressioni dello stile veneziano. La camere, che si affacciano sul Canal Grande o su una graziosa corte interna, sono consacrate a un elegante stile settecentesco, sottolineato dalla preziosa seta damascata dei drappeggi. Il ristorante La Cupola propone, in un ambiente ricco di charme, una cucina semplice e innovativa, legata al territorio e basata sulla qualità degli ingredienti, con specialità tipiche veneziane e classici italiani (Santa Croce 578, tel. 041 2752200, www.carltongrand canal.com).

Active Hotel Olympic Wellness and Beauty
Vigo di Fassa (Tn) La tradizione ladina regna sovrana fra le mura di questo tipico hotel di montagna: le camere sono piccoli gioielli in legno di cirmolo che emanano essenze di oli profumati, fieno e resina; a tavola Paolo interpreta i sapori della terra fassana senza tralasciare menu macrobiotici e vegetariani. Il nuovo centro benessere Te Jaga si distingue per i suoi ambienti suggestivi, primo fra tutti la sauna finlandese, dislocata nella baita alpina posizionata in giardino, e la piscina esterna, unicum in val di Fassa (strada Dolomites 4, tel. 0462 764225, www.activehotelolympic.it).

Molino Stucky Hilton
Venezia Vedi recensione a pag. 60.

Svizzera Castello del Sole
Ascona Vedi recensione a pag. 65.

una fascinosa camera del relais Vignale (info a pag. 84). A F I A N C O , la camera La Malga dell’Active Hotel Olympic di Vigo.

S O P R A,

Grand Hotel Villa Castagnola
Lugano Vedi recensione a pag. 66. ■

[ 87 ]

WELLNESS

SOAVI

COCCOLE
Prendersi cura di sé, rallentare e concedersi una pausa di puro relax, facendosi viziare un po’: per rinfrancare lo spirito e rinvigorire il corpo non resta che far rimare benessere e vacanza

L E S U A D E N T I atmosfere di un benessere senza compromessi sono la cifra dell’albergo Palazzo del Capitano (info a pag. 106).

WELLNESS

Italia La Cacciatora Wellness & Beauty Hotel
Alba di Canazei (Tn) Vedi recensione a pag. 93.

Hotel Goldener Stern
Caldaro sulla Strada del Vino (Bz) Padrone di casa e riferimento medico dell’offerta wellness è il dottor von Stefenelli, reumatologo e chiropratico professionista. Fra le mura dell’albergo il relax assume sfumature particolarmente seducenti, come quella di un cocktail servito direttamente in piscina, di un piccolo e irresistibile lunch consumato in terrazza o di una pregiata degustazione dei migliori nettari locali, presso l’esclusivo winebar o nella tradizionale weinstübele (via Hofer 28, tel. 0471 963153, www.goldener-stern.it).

Hotel Panorama
Caldaro sulla Strada del Vino (Bz) Un complesso alberghiero di rara bellezza: un magnifico giardino collega l’hotel Panorama con il garni Geranienhof, composto di elegantissi-

me suite e due ampi appartamenti; tra i due sorge villa Giardino, con camere e stube. Il grande parco ospita due piscine e una vasca con idromassaggio aromatico (via Penegal 21, tel. 0471 963205, www.hpanorama.info).

Hotel Alte Mühle
Campo Tures (Bz) Vedi recensione a pag. 94.

V I S T A d’insieme dell’hotel Fanes di San Cassiano (info a pag. 97).

Chalet Tianes Lupo Bianco Wellness hotel
Canazei (Tn) Vedi recensione a pag. 96. Castelrotto (Bz) Vedi recensione a pag. 95.

Hotel Lagorai Resort & Spa
Cavalese (Tn) Punta di diamante di questa imponente struttura è certamente l’incantevole spa, disposta su due piani e animata da un’infinità di piacevoli trattamenti fra cui il bagno turco con vapori al mentolo e la pioggia tropicale. Ben 12 le tipologie di camere, capeggiate dalla suite Lagorai, dotata di soppalco, doppi servizi in marmo e grande balcone panoramico affacciato sulla val di Fiemme. Ricco buffet di prodotti naturali al mattino e cene a base di piatti tipici tradizionali e mediterranei (via Val di Fontana 2, tel. 0462 340454, www.hotel-lagorai.com).

23 WELLNESS
ITALIA

La Cacciatora Wellness & Beauty Hotel Alba di Canazei, pag. 93 Hotel Goldener Stern Caldaro, pag. 90 Hotel Panorama Caldaro, pag. 90 Hotel Alte Mühle Campo Tures, pag. 94 Lupo Bianco Wellness hotel Canazei, pag. 96 Chalet Tianes Castelrotto, pag. 95 Hotel Lagorai Resort & Spa Cavalese, pag. 90 Hotel Tevini

Commezzadura, pag. 91 Pineta hotels nature wellness resort Coredo, pag. 92 Hotel Asson Don, pag. 92 Spöl Hotel Charme & Relax Livigno, pag. 99 Hotel Monzoni Moena, pag. 97 Hotel Mühlener Hof Molini di Tures, pag. 101 Alpin & Vital Hotel La Perla Ortisei, pag. 102 Hotel Alpenheim Ortisei, pag. 103 Hotel Fanes San Cassiano, pag. 97 Hotel Palazzo del Capitano

San Quirico d’Orcia, pag. 106 Wellness center Casanova San Quirico d’Orcia, pag. 106 Excelsior Resort San Vigilio di Marebbe, pag. 106 Hotel Les Alpes San Vigilio di Marebbe, pag. 106 Wellnesshotel Almhof Call San Vigilio di Marebbe, pag. 104 Benessere Alpino Eschgfeller Sarentino, pag. 106 Hotel St. Veit Sesto, pag. 107

[ 90 ]

Nel cuore delle Dolomiti di Brenta...

SPECIALE SCONTO 10% riservato ai lettori di Itinerari Travel sull’importo del soggiorno Hotel Tevini
Commezzadura (Tn) Nel cuore della val di Sole, circondato dalle vette delle Dolomiti di Brenta, l’hotel Tevini propone una vacanza fra natura, benessere e sport, un soggiorno impreziosito dallo charme di ambienti caldi ed eleganti e da un’eccellente cucina. Sontuosa l’offerta wellness & beauty, con un pacchetto di quattro giorni e tre notti a pensione completa, comprensivo di escursione guidata, massaggi e trattamenti, a partire da soli 220 euro (via della Fantoma 8, tel. 0463 974985, www.hoteltevini.com).

[ 91 ]

WELLNESS

Hotel Tevini
Commezzadura (Tn) Vedi recensione a pag. 91.

Pineta hotels nature wellness resort
Coredo (Tn) Nel 1953 era un semplice bartrattoria, oggi un villaggio-albergo con ben 1.200 metri quadrati di benessere: realizzato secondo i criteri della bioedilizia, è il primo hotel certificato Ecolabel in Trentino-Alto Adige, in virtù degli alti standard di qualità ambientale. Ai garni Wald e Klein si affiancano tre fiabeschi chalet in legno: il ristorante, che propone le specialità dello chef Bruno, vanta il marchio di Osteria Tipica Trentina e l’attestato Slow Food. Per il benessere del corpo il resort, associato agli hotel Vitanova Trentino, è dotato di una moderna struttura con saune, idromassaggio caldo, piscina, vital bar, palestra e spa Hedoné (frazione Tavon, via al Santuario 17, tel. 0463 536866, www.pinetahotels.it).

Hotel Asson
Don (Tn) Allietato dal profumo dei meleti in fiore e dalle cure affettuose dei padroni di casa, l’albergo vanta un ristorante panoramico dove gustare i classici della tradizione trentina, insieme alle Dolomiti di Brenta e a belle opere d’arte. Il moderno centro benessere è il luogo ideale per un tuffo in piscina, per un idromassaggio, per concedersi le carezze dalla cascata d’acqua o semplicemente per una sauna o un bagno di vapore. Tra le proposte della beauty farm cioccoterapia e vinoterapia (via Endrici 60, tel. 0463 875105, www.albergoasson.it).

Spöl Hotel Charme & Relax
Livigno (So) Vedi recensione a pag. 99.

[ 92 ]

L A SINUOSA

piscina del La Cacciatora Wellness & Beauty Hotel, in val di Fassa.

La Cacciatora Wellness & Beauty Hotel
Alba di Canazei (Tn) Quest’hotel non è solo una meta ideale per soggiorni rilassanti, ma un’esperienza che si snoda tra le tentazioni di una cucina delicata, che contempla tradizione mitteleuropea e ladina, la suggestiva visione delle vette dolomitiche e un riposo rigenerante affidato a camere confortevoli. Per una remise en forme senza eguali il centro benessere offre sauna tirolese, bagno turco, biosauna, cabina aromatica, idromassaggio, piscina e solarium con zona relax (streda de Contrin 26, tel. 0462 601411, www.lacacciatora.it).

WELLNESS

Hotel Alte Mühle
Campo Tures (Bz) Offrire tutti i comfort di un grande quattro stelle senza dimenticare il valore dell’ospitalità di famiglia: ecco la mission che anima i Wolfsgruber nella gestione della loro struttura. All’hotel Alte Mühle si lavora col cuore perché c’è passione e cordialità, si dà importanza al rapporto personale con l’ospite, sempre al centro di affettuose attenzioni

da parte dei gestori, e si cerca di costruire una relazione amicale con tutti. E così, in una gelida sera invernale, capita che proprietari e avventori si ritrovino di fronte al fuoco di un camino per bere insieme un bicchierino di trepfei, la tipica grappa della casa a base di frutta. Le premure della conduzione familiare si rispecchiano anche nell’offerta gastronomica, nell’utilizzo di prodotti biologici

e naturali, nella preparazione di menu speciali per celiaci e vegetariani, nella proposta à la carte che permette di scegliere il proprio pasto fra 34 diversi piatti. Servite in porcellane di lusso, le specialità della cucina si possono gustare nella bella sala ristorante a lume di candela, nella tipica e accogliente stube o nella graziosa veranda. Del resto tutti gli ambienti dell’Alte Mühle sono curati nei minimi detta-

S O P R A , l’hotel Alte Mühle, dalla calda gestione familiare. S O T T O A S I N I S T R A , angolo romantico della bella veranda. S O T T O A D E S T R A , sauna rigenerante nel centro benessere.

gli, dalle camere alla cantina, dal bar al centro benessere. È proprio l’area wellness a impreziosire l’offerta della famiglia Wolfsgruber. Il reparto saune è il fiore all’occhiello dell’hotel: gli ambienti, creati in esclusiva per l’Alte Mühle, sono un fantastico connubio di pietra e legno che regala momenti di puro relax. A disposizione degli ospiti ci sono anche una cabina a infrarossi e una piscina con idromassaggio, con la possibilità di sottoporsi a una vasta gamma di massaggi e trattamenti di bellezza. A pochi passi dall’hotel si erge l’imponente Castel Tures, tra i manieri più grandi e meglio conservati dell’Alto Adige (via San Maurizio 1-2, tel. 0474 678077, www.alte-muehle.it, e-mail info@alte-muehle.it).

[ 94 ]

Chalet Tianes
Castelrotto (Bz) Circondato da un paesaggio mozzafiato, dominato dal maestoso profilo dello Sciliar, lo chalet Tianes offre un’imperdibile occasione di relax per chi desidera recuperare le energie, abbandonandosi ai piaceri del centro wellness o a quelli della squisita cucina regionale proposta dal ristorante. Stanze dai dettagli ricercati e colazione scaldata dal sole di montagna: è solo un assaggio del grado di piacere che abita quest’oasi del benessere, dotata anche di sauna finlandese esterna, lettini idromassaggio integrati, biosauna e bagno turco (San Michele 3/2, tel. 0471 708082, www.hotel-tianes.com).

RIGENERANTI

attimi di prezioso relax nella bella piscina esterna dello chalet Tianes di Castelrotto.

Lupo Bianco Wellness hotel Canazei (Tn)
Immerso nel verde di un fitto bosco e sorvegliato dall’imponente sagoma del gruppo del Sella, l’hotel si specchia sulle acque di un bellissimo laghetto. Realizzato secondo i criteri della bioedilizia, dispone di 24 camere e due suite con vasca idromassaggio, arredate nel classico stile alpino, così come il centro beauty e wellness, con sauna, bagno turco, piscina, vitarium e zona relax. L’offerta gastronomica è imperniata sui migliori prodotti tipici trentini (strada del Pordoi 5, tel. 0462 601330, www.hotellupobianco.it).

U N INCANTEVOLE

laghetto e verdi boschi fanno da sfondo al Lupo Bianco Wellness hotel.

WELLNESS

Hotel Monzoni
Moena (Tn) Un albergo di tradizione che affonda le sue origini nel lontano Ottocento e continua a offrire servizi eccelsi e una miriade di comodità per l’ospite. Ogni camera, dalla standard alla magnifica deluxe, è un capolavoro di gusto, i menu sono opulenti e le seduzioni del centro wellness Enrosadira, vero e proprio eldorado del relax, sconfinate: pioggia di aromi, impacchi di alghe, argilla e burro karité, ma anche massaggi chakra, talassoterapia e molto altro (Passo San Pellegrino 41, tel. 0462 573352, www.hotelmonzoni.it).

Hotel Mühlener Hof
Molini di Tures (Bz) Vedi recensione a pag. 101.

Alpin & Vital Hotel La Perla
Ortisei (Bz) Vedi recensione a pag. 102.

Hotel Alpenheim
Ortisei (Bz) Vedi recensione a pag. 103.

Hotel Fanes
San Cassiano (Bz) Un boutique hotel che eccelle per la qualità dei servizi della stupefacente spa di 2mila metri quadri, come sta a testimoniare l’appartenenza al Leading Wellness Hotel dell’Alto Adige: una vasta serie di saune, bagni rigeneranti al fieno, alle erbe, con crema e olio di enotera, al siero di latte, olio minerale, latte e miele, ma anche trattamenti estetici dispensati in collaborazione con team di prim’ordine e prodotti d’alto rango. Per le puerpere sono state progettate le proposte ad hoc Dolce Attesa, per rendere più piacevole il periodo prenatale; foto a pag. 90 (strada Pecëi 19, tel. 0471 849470, www.hotelfanes.it).

[ 97 ]

WELLNESS

I L CASTELLO

di Dolasilla è la strepitosa area wellness dell’hotel Excelsior (info a pag. 106).

Spöl Hotel Charme & Relax
Livigno (So) Negli anni Cinquanta Rocco Silvestri realizzò due opere molto importanti per Livigno: il transito invernale lungo il passo Foscagno, che metteva in collegamento la città con la Valtellina, e uno dei primi hotel del paese, lo Spöl Hotel. L’obiettivo era quello di rigenerare mente e corpo degli ospiti attraverso la comodità, l’eleganza e il clima distensivo della struttura. Oggi l’albergo ha cambiato il nome in Spöl Hotel Charme & Relax, ma i principi della sua ospitalità sono rimasti immutati. Fiore all’occhiello dell’hotel è l’originale centro benessere Al laghèt: ricalca l’architettura di un paese dell’Engadina, con le casette disposte lungo le vie di questo immaginario villaggio
I N A L T O , una soffice e copiosa neve copre il raffinato Spöl Hotel. A D E S T R A , la spaziosa suite Spöl, arredata in legno d’abete.

che ospitano il bagno turco, la sauna, le docce aromatiche, la grotta ghiacciata e altre sorprese. Alla fine del percorso si arriva al laghèt, un lago piscina sotto un cielo stellato con giochi d’acqua e vasca idromassaggio. Le stanze da letto comunicano agli ospiti un senso di protezione e ospitalità; anche qui il legno caratterizza gli interni e crea un’atmosfera elegante, risaltata dai deliziosi drappeggi dei letti a

baldacchino. Anche il ristorante, con un bel soffitto ligneo a cassettone, è curato e confortevole. La cucina propone diversi menu e specialità alla carta; nelle gustose serate a tema organizzate dall’hotel si possono scoprire i piatti della tradizione valtellinese, naturalmente abbinabili ai vini della zona, come il Sassella, il Grumello, il Nebbiolo e lo Sforzato – il vino più nobile – conservati nella cantina dell’hotel.

Anche chi viaggia con figli piccoli si troverà a proprio agio, grazie a particolari agevolazioni pensate per le famiglie: l’albergo mette a disposizione una sala giochi e un servizio di baby sitting dalle 9 alle 22. Interessante anche la shopping card fornita dall’hotel, con la quale usufruire di un trattamento di riguardo nei migliori negozi di Livigno (via della Gesa 245, tel. 0342 996105, www.hotelspol.it).

WELLNESS

[ 100 ]

Hotel Mühlener Hof
Molini di Tures (Bz) L’hotel Mühlener Hof incarna contemporaneamente le caratteristiche di un raffinato hotel a quattro stelle e di una calda pensione familiare: dispone di centro wellness all’avanguardia e di camere che comunicano un senso di intimità casalinga; il ristorante offre specialità culinarie internazionali e antiche ricette altoatesine; nell’area benessere la sapienza alpina incontra la tradizione orientale. Interessanti proposte a misura di bambino, per una vacanza che fa felice tutta la famiglia (via del Canale 16, tel. 0474 677000, www.muehlenerhof.com).

A T M O S F E R E soffuse nell’area relax dell’hotel Mühlener Hof, gioiello di ospitalità altoatesina.

[ 101 ]

WELLNESS

S O P R A , l’Alpin & Vital Hotel La Perla, a circa un chilometro dal centro di Ortisei, mette a disposizione degli ospiti un servizio navetta per il paese. S O T T O , il giardino che circonda l’albergo e la piscina panoramica interna.

Alpin & Vital Hotel La Perla
Ortisei (Bz) Natura e benessere si danno appuntamento in val Gardena in questo splendido quattro stelle di Ortisei, circondato da un grande parco e dotato di un reparto wellness davvero invidiabile. La vista panoramica sui monti circostanti, l’accoglienza della famiglia Kelder e l’atmosfera cordiale che si respira in ogni ambiente dell’hotel predispongono fin dal primo momento al relax più totale. La scelta delle camere, tutte affacciate sulla bellezza delle Dolomiti, spazia dalle classiche standard alle più spaziose superior fino ad arrivare alle ampie suite, alcune pensate appositamente per le famiglie, con una stanza separata per i bambini. Altrettanta varietà di opzioni si ritrova a tavola: ricche colazioni comprensive di prodotti bio, spuntino pomeridiano a base di torte fatte in casa e altre delizie tirolesi e, per finire, luculliane cene gourmet a quat-

tro portate, alternate a speciali serate a tema. Il reparto benessere dell’Alpin & Vital Hotel La Perla è uno spazio armonioso dove fare il pieno di relax e vitalità, tra benefici trattamenti wellness e rinvigorenti attività fisiche. Dispone di piscina panoramica coperta di 144 metri quadri con acqua riscaldata a 30 gradi, vasca idromassaggio, sauna finlandese ambientata in una tradizionale stube, biosauna alle erbe, percorso Kneipp, docce rivitalizzanti, grotta di ghiaccio, area relax con letti ad acqua, cabina a raggi infrarossi, solarium e palestra. Nel reparto beauty si effettuano trattamenti e massaggi specifici per il corpo nonché salutari bagni benessere. Dal lunedì al giovedì l’hotel organizza escursioni guidate lungo i più bei sentieri dolomitici, mentre il venerdì lo chef Manfred svela agli ospiti i segreti della gastronomia tirolese in occasione di coinvolgenti corsi di cucina (via Digon 8, tel. 0471 796421, www.laperlahotel.info).

[ 102 ]

Hotel Alpenheim
Ortisei (Bz) Tradizione e modernità, eleganza e atmosfere familiari, tipico stile altoatesino e vocazione internazionale trovano in questo romantico hotel una sintesi sublime. Il discreto lusso delle affascinanti camere e suite e la sontuosa proposta gastronomica si affiancano al benessere garantito della strepitosa area wellness con solarium, piscina interna ed esterna con idromassaggio, sauna, bagno di vapore, docce multigetto, vitarium, area beauty, zona massaggi e spa privata (via Grohmann 54, tel. 0471 796515, www.alpenheim.it).

L O SPECIALE

e rilassante bagno Vitalis si articola in sette passaggi.

WELLNESS

Wellnesshotel Almhof Call
San Vigilio di Marebbe (Bz) Tutto, all’hotel Almhof Call, congiura contro gli accumuli di stress e favorisce il ritorno a una vitalità messa in discussione dalla quotidianità. Ad assestare i colpi più decisi alla stanchezza è l’oasi Belsana, uno spazio di 1.200 metri quadri consacrato alla bellezza e al benessere completo di piscina riscaldata, dove ogni bracciata è come una diversa istantanea scattata alle Dolomiti. Massaggi con oli riscaldati, idromassaggio ‘cappuccino’ con latte e panna o con miele e pino mugo, saune aromatiche e trattamenti esotici che allungano il viaggio fino all’Africa o Bali delineano solo un primo abbozzo delle delizie per il corpo disponibili in loco: per chi desidera condividerle con la propria metà la private spa offre uno sfondo esclusivo per bagni Rasul o immersioni in una vasca ricolma di fiori. La gamma di soluzioni olistiche e combinate pensate per propi-

L’ALMHOF CALL si trova a San Vigilio di Marebbe, ai piedi del Plan de Corones. A D E S T R A , la sala da pranzo in legno, accogliente e luminosa.

ziare il ritorno a una forma impeccabile è ampia e comprende fanghi, massaggi osteopatici, un goloso trattamento al cioccolato dai benefici effetti vasoprotettivi e, più in generale, tutto ciò che è in grado di stimolare gli ormoni della felicità. Potere che per definizione pertiene anche alla buona cucina, specie quando utilizza i frutti dell’orto, le erbe aromatiche del giardino e i prodotti integrali dell’Alto Adige. E quando lo fa prestando contemporaneamente un occhio di riguardo alla cucina salutista e l’orecchio a tutte le note di cui si compone una vera sinfonia del gusto che si rispetti: a ciò si aggiunge il

prezioso supporto della cantina Cianea dai Vins con il suo assortimento di oltre 400 etichette scelte, che accoglie anche interessanti percorsi di degustazione proposti a pacchetto. Per chi desidera corredare i momenti più goderecci con le sedute di fitness, l’Almhof Call dispone di una palestra panoramica affacciata sulle piste del Plan de Corones e più in particolare sull’Erta. La qualità del sonno è assicurata da spaziose

camere e suite in stile altoatesino, di cui alcune complete di stanza relax: la più bella, per sole due persone, custodisce anche una vasca idromassaggio nel bow window aperto su San Vigilio. L’hotel, specializzato nell’accoglienza dei motociclisti, mette a disposizione anche mountain-bike, un angolo dei dolci pomeridiano e una serie di memorabili gite (strada Plazores 8, tel. 0474 501043, www.almhof-call.com).

[ 104 ]

Lasciati coccolare ...

Bolzano Sud Via Galvani, 29 • Tel. o471 245 272 www.thuniversum.it

WELLNESS

Hotel Palazzo del Capitano
San Quirico d’Orcia (Si) Una superba struttura quattrocentesca, antica residenza del podestà, trasformata in raffinata oasi di benessere. Romantici letti a baldacchino, vasche idromassaggio, grandi camini in pietra con travature in legno e il ristorante Al Vecchio Forno moltiplicano la sensazione di relax. Seducente la grotta di Venere: l’antro è perfetto per gli innamorati che desiderano passare attimi di pura intimità, magari immergendosi nel bagno di Zeus o nella vasca di Afrodite; foto a pag. 88 (via Poliziano 18, tel. 0577 899028, www.palazzodelcapitano.com).

A D E S T R A , l’ampia piscina del Wellness center Casanova è ospitata in un elegante spazio che rievoca atmosfere esotiche. I N B A S S O , la tradizionale stube in legno dell’hotel Les Alpes è un ambiente caldo e ospitale, perfetto per attimi di serena e allegra convivialità.

nis, calcetto o biliardo e usufruire della sala lettura (località Casanova 6c, tel. 0577 898177, www. residencecasanova.it).

Excelsior Resort
San Vigilio di Marebbe (Bz) Questo moderno eden è uno dei 30 migliori alberghi benessere dell’Alto Adige: al risultato contribuiscono certamente le prelibatezze del maestro di cucina Rino de Candido, uno dei migliori 100 cuochi d’Italia. Paradisiaca l’offerta del Castello di Dolasilla, attrezzato centro benessere dislocato su cinque piani di stupefacente bellezza, dove salute e benessere sono declinati anche in romantiche proposte per coppie. La palestra con vista sulle Dolomiti è un piacevole invito a mantener si in forma; foto a pag. 98 (via Valiares 44, tel. 0474 501036, www.myexcelsior.com).

Wellness center Casanova
San Quirico d’Orcia (Si) Un’antica dimora di campagna che offre solamente servizi di prim’ordine, tra cui anche trattamenti naturali a base di vino, tartufo, riso, zucca, sale termale e alghe oceaniche. A pochi metri dal complesso, ricavato da un casale duecentesco, si trova La Taverna del Barbarossa, luogo magico dove banchettare in perfetta allegria. Possibile anche intrattenersi con partite di ten-

Hotel Les Alpes
San Vigilio di Marebbe (Bz) Un armonico connubio fra eleganza e rustica ospitalità, accolto da un caratteristico paesino di montagna con piccole case in legno e prati smeraldini. ll centro wellness è in grado di offrire un benessere a 360 gradi, con la possibilità di ricevere miracolosi massaggi rigeneranti. Un’ulteriore dose di coccole è garantita dal comfort delle camere: accoglienti e

soprattutto molto spaziose, prevedono tre diverse declinazioni dell’eleganza: pratica, romantica e rustica (via Valiares 37, tel. 0474 501080, www.hotel-lesalpes.com).

Wellnesshotel Almhof Call
San Vigilio di Marebbe (Bz) Vedi recensione a pag. 104.

Benessere Alpino Eschgfeller
Sarentino (Bz) Il graal del centro benessere, ricavato all’interno di un grazioso e ospitale garni, è il pino mugo: fonte di un prezioso olio benefico, distillato dai singoli aghi, utilizzato per bagni e massaggi. Quattro le saune di cui una all’aperto, con possibilità di prenotazione in esclusiva. Ma anche di fare tappa al tipico bar alpino per assaggi di torte fresche (Boscoriva 17, tel. 0471 625138, www.benesseralpino.net).

Hotel St. Veit
Sesto (Bz) Vedi recensione qui accanto.

BAGNO D I FIENO

all’hotel St. Veit, dove tutti i trattamenti si basano sull’utilizzo di prodotti naturali.

Hotel St. Veit
Sesto (Bz) Basta entrare in quest’hotel per capire che il sogno di una vacanza che permetta di scordare stress e tensioni si può davvero realizzare: al St. Veit tutto è studiato per garantire il benessere di corpo e mente. Attività a contatto con la natura, genuina cucina regionale e trattamenti wellness a base di prodotti locali della tradizione montana sono i capisaldi di una filosofia fondata sul concetto di Vitalpina, che si sostanzia anche in una speciale attenzione alla qualità del sonno, garantita dalla scelta tra diversi tipi di cuscini (via Europa 16, tel. 0474 710390, www.hotel-st-veit.com). ■

CHARME D’ANTAN

ABITARE

LA STORIA
Dimore d’epoca, sontuose ville, castelli ed eleganti relais realizzano il sogno di un soggiorno regale, dove la seduzione dell’antico si sublima nel fascino senza tempo di ambienti dalle principesche atmosfere

L ’ I N C A N T E V O L E suite Camelia vanta un soffitto a volte affrescate, un antico camino in pietra con raffigurazioni a rilievo e preziosi pavimenti in maioliche di Vietri.

ITALIA

Villa Cimbrone
Ravello (Sa) Un’antica dimora aristocratica del XII secolo, in passato punto di incontro tra gli inglesi della Costiera e abitata da uno charme difficilmente replicabile: le sue stanze sfoggiano doti di eleganza e privacy che hanno incantato persino Greta Garbo, con pavimenti vietresi, arredi d’epoca e soffitti affrescati. Il tour dei giardini è un tuffo al cuore dopo l’altro, uno su tutti il balcone naturale adorno di busti settecenteschi. Le colture biologiche della villa vanno a comporre le raffinate delizie offerte in tavola (via Santa Chiara 26, tel. 089 857459, www.villacimbrone.com).

CHARME D’ANTAN

SLOVENIA

Antiq Hotel
Lubiana Un weekend di vero lusso, oppure una sosta d’affari, in un esclusivo palazzo che oltre allo charme è attento anche alla salute dell’ospite: vanta infatti un sistema di protezione contro le radiazioni e arredi in materiali antiallergici. Alcune delle sue camere sono provviste di terrazzo o accesso indipendente al giardino esterno: delle due standard business, una è affacciata su piazza Gornji. Non mancano due appartamenti family, di cui uno situato all’attico, e una graziosa zona bar (Gornji trg 3, tel. 00386 1 4213560, www.antiqhotel.si).

A T M O S F E R E d’antan e ambienti carichi di charme sono all’ordine del giorno all’Antiq Hotel, situato nel cuore storico di Lubiana.

CHARME D’ANTAN

Italia Hotel San Francesco
Alghero (Ss) Memoria e spiritualità, evocate da una struttura capace di unire armonicamente Gotico, Romanico e forme rinascimentali, rivivono in questo albergo ospitato fra le mura medievali del complesso di San Francesco, il cui arredo essenziale ben si confà al clima del luogo. Alcune camere si affacciano sul chiostro romanico regalando scorci d’incomparabile suggestione, mentre al quattrocentesco piano inferiore fanno da pandant le arcate settecentesche del secondo piano (via Marchin 2, tel. 079 980330, www.sanfrancescohotel.com).

I L C A S T E L L O di Petrata è circondato da un parco di 20 ettari comprensivo di piscina.

Casa Mariantonia
Anacapri (Na) Una vicenda che attraversa tutto il ‘900, punteggiata da illustri presenze, come Jean-Paul

Sartre e il principe Antonio de Curtis, meglio noto come Totò, giusto per citare alcuni degli ospiti stregati dal fascino di Casa Mariantonia: impossibile, del resto, non innamorarsi di questa favolosa residenza d’epoca in puro stile caprese, dove il profumo dei limoni avvolge la grande piscina esterna e si propaga dolcemente fra le stanze da letto, preziosi scrigni di riservatezza. Qui si degusta il vero Limoncello di Capri: il marchio è stato registrato proprio dalla famiglia Canale; foto a pag. 123 (via Orlandi 180, tel. 081 8372923, www.casamariantonia.com).

Hotel Borgo Casa Bianca
Asciano (Si) Vedi recensione qui accanto.

il panorama che si gode dalla piscina incastonata tra scogli naturali, mentre la magia multisensoriale del centro benessere è riservata alle coppie (via Petrata, tel. 075 815451, www.castellopetrata.com).

Parkhotel Luna
Bolzano Conosciuto nel Medioevo come ‘taverna Manschein’, questo hotel è stato ricavato da una struttura appartenente da oltre 200 anni alla famiglia Mayr. Le ampie sale congressi, tecnologicamente attrezzate, ne fanno il luogo adatto per meeting e riunioni di lavoro. Perfezionato nel comfort da anni di restauri, conquista anche con le deliziose proposte dello chef Karl Unterhofer (via Piave 15, tel. 0471 975642, www.hotel-luna.it).

Castello di Petrata
Assisi (Pg) Un’antica fortezza del XIV secolo, con una romantica chiesetta che pare sospesa tra sogno e realtà: davvero fiabesca questa magica struttura, che propone sistemazioni una diversa dall’altra, suite e camere impreziosite da sontuosi arredi d’epoca, travi in legno, pietra faccia a vista e complete di un’ampia finestra spalancata sulla campagna. Straordinario

42 CHARME D’ANTAN
ITALIA

Hotel San Francesco Alghero, pag. 112 Casa Mariantonia Anacapri, pag. 112 Hotel Borgo Casa Bianca Asciano, pag. 113 Castello di Petrata Assisi, pag. 112 Parkhotel Luna Bolzano, pag. 112 Hotel Lago di Braies Braies, pag. 114 Hotel Elephant Bressanone, pag. 115 Hotel Jarolim Bressanone, pag. 116 Residenza Il Palazzo Castiglione del Lago, pag. 116 Castello di Tornano Gaiole in Chianti, pag. 116 Hotel Villa Montegranelli Gubbio, pag. 116

Palazzo Balducci Gubbio, pag. 116 Park Hotel Ai Cappuccini Gubbio, pag. 118 Villa di lusso La Villa Mantova, pag. 118 Hotel Windsor Merano, pag. 118 Hotel Villa Pambuffetti Montefalco, pag. 118 Osteria del Borgo Montepulciano, pag. 118 Hotel Adler Nova Levante, pag. 118 Gran Baita Villa Mitzi Possa di Fassa, pag. 121 Castello di Modanella Rapolano Terme, pag. 120 Hotel Giordano Ravello, pag. 121 Villa Cimbrone Ravello, pag. 109 Villa Maria Ravello, pag. 121

Hotel Villa Linneo Roma, pag. 121 Parkhotel Sole Paradiso San Candido, pag. 119 La Locanda del Castello San Giovanni d’Asso, pag. 123 Hotel Tschindlhof San Michele Appiano, pag. 122 Hotel Wolkenstein Selva di Val Gardena, pag. 123 Palazzo Leti residenza d’epoca Spoleto, pag. 123 Villa Foscarini Rossi Stra, pag. 123 Hotel Al Ponte Mocenigo Venezia, pag. 125 Hotel Bonvecchiati Venezia, pag. 125 Hotel Casa Verardo Venezia, pag. 125 Palazzo Fontana Venezia, pag. 125 Hotel Villa Mabapa Venezia

Lido, pag. 125
SVIZZERA

Hotel Stampa Bregaglia, pag. 124 Hotel Palazzo Mÿsanus Samedan, pag. 125 Villa Flor S-chanf, pag. 125 Hotel Waldhaus Sils, pag. 125
SLOVENIA

Antiq Hotel Lubiana, pag. 110
CROAZIA

Villa Tuttorotto Rovinj, pag. 125
FRANCIA

Château de Chabenet Le Pont Chrétien, pag. 117

[ 112 ]

Hotel Borgo Casa Bianca
Asciano (Si) Rusticità ed eleganza: ottima occasione per padroneggiare appieno questo affascinante binomio è un pittoresco borgo toscano ambientato a metà tra le Crete Senesi e la val di Chiana, riportato a tutto il suo splendore da un avveduto restauro che dal complesso originario ha saputo trarre tre camere e sei suite di lusso, oltre che una ventina di piacevoli appartamenti. La raffinata accoglienza della settecentesca villa padronale s’intesse di particolari d’eccezione, in primis gli affreschi originali del Settecento e dell’Ottocento, mentre il residence sceglie di declinare la propria ospitalità in chiave squisitamente rusti-

ca, ripercorrendo tutte le suggestioni più autentiche di un’antica fattoria di campagna: senza permettersi, però, di tralasciare il necessario comfort, visto che ogni appartamento si dota di angolo cottura ben attrezzato, oltre che di televisore satellitare, aria condizionata e belle porcellane. Di tutto rispetto lo scenario circostante, addolcito da un panorama che spazia dai vigneti delle colline di Montalcino al monte Cetona, dalle Crete Senesi al monte Amiata, e che nelle immediate vicinanze del borgo si arricchisce anche di una piscina scoperta, un campo da tennis e un eliporto a disposizione degli

ospiti. Il contesto per abbandonarsi al piacere dei sensi c’è tutto, e non a caso la cucina riveste un ruolo di primo piano in quel di Casa Bianca: luogo d’elezione delle gioie del palato è il ristorante Tinaia, ambiente casereccio le cui sale, battezzate del Torchio e delle Botti, centrano bene l’intento di trattenere le atmosfere dell’antica cantina. Ma preziosi momenti di degustazione, resi speciali da una selezione dei più pregiati prodotti toscani – in parte anche di produzione propria – tra cui formaggi, funghi, olio e salumi di cinta senese, si accendono di volta in volta nei più svariati angoli del borgo, facendo da

N E L L O S P L E N D O R E della campagna senese, il Borgo Casa Bianca è un albergo di lusso con appartamenti, ricavato da una villa settecentesca.

presupposto anche ai corsi di cucina organizzati tra i mesi di aprile e dicembre. Lo snack bar a bordo piscina offre l’occasione di concedersi rapide e deliziose incursioni nel gusto, mentre per soddisfare le esigenze più ricercate sono a disposizione i capricci enogastronomici sfoggiati dalla sala privé, insieme all’organizzazione di serate a tema con la consulenza di personale specializzato. Le note della musica dal vivo risuonano con frequenza tra le pareti della Tinaia, ma a trarre vantaggio dallo stupefacente scenario del borgo è più in generale una ricca serie di eventi, tra cui banchetti, ricevimenti, congressi e seminari (località Casa Bianca, tel. 0577 704362, www.casabianca.it).

[ 113 ]

Hotel Lago di Braies
Braies (Bz) Questo hotel dalla lunga tradizione, costruito a fine ‘800, conserva ancora gran parte del mobilio originale dell’epoca ed è gestito dalla quinta generazione di albergatori. In un’atmosfera familiare e accogliente l’ospite potrà godere degli incantevoli scenari offerti dal lago, che nel 2009 è stato dichiarato Patrimonio dell’umanità. Anche nella grande sala da pranzo, impreziosita da soffitti in legno decorati e antichi quadri, ci si può calare in un’atmosfera d’altri tempi (località San Vito 27, tel. 0474 748602, www.lagodibraies.com).

CHARME D’ANTAN

Hotel Elephant
Bressanone (Bz) Dono del re del Portogallo all’arciduca Massimiliano d’Austria, l’elefante che campeggia sulla facciata di questo storico hotel di Bressanone fu ospitato per ben 14 giorni dall’oste Andree Posch – più precisamente, dalle stalle dell’antica locanda denominata Am Hohen Felde – nel lontano 1552, prima di ripartire in direzione di Vienna, dove sopravvisse soltanto pochi mesi, forse in preda alla nostalgia della lontana India. La memoria di questo evento straordinario, che all’epoca spinse cardinali e gente comune a riversarsi nelle strade, non è certo l’unico custodito dall’Elephant, che vanta 450 anni di passione per l’ospitalità e un profluvio di opere d’arte sottilmente intrecciate ai comfort più moderni.

All’indiscutibile fascino degli arredi d’epoca si sommano le grazie del parco circostante, abitato da fragranti essenze fiorite, oltre che da un’invitante piscina esterna e un campo da tennis, dove dare espressione al profondo senso di benessere ispirato dal luogo: una vitalità da sperimentare anche presso il bagno turco, la sauna, l’area fitness e il solarium. Il parco di 1.700 metri quadrati accoglie, contagiandole con la sua quiete, le stanze di una seconda struttura, Villa Marzari. Naturalmente, l’occhio esige la sua parte anche quando si parla di cucina, in un preludio visivo impaziente di ricevere le necessaria conferma a livello gustativo: questo piacevole approfondimen-

to si presta al palato di veri intenditori presso il ristorante gourmet dell’Elephant, da poco insignito del premio per il miglior servizio dell’anno 2011 dalla celebre guida Gault Millau. Di gusti raffinati è il caso di parlare pure in riferimento all’enoteca Soliman Wines, da poco anche vetrina delle collezioni dei più celebri cru toscani: qui è offerta l’opportunità di acquistare le verticali di Masseto, Sassicaia, Ornellaia, Solaia e Tignanello senza alcun limite d’annata. Di questa sofisticata atmosfera, oltre che di un servizio che brilla per piacevolezza, si avvantaggiano spesso e volentieri anche matrimoni, cene aziendali, congressi e tutte le occasioni che necessi-

F O R T E di una tradizione secolare alle spalle, il signorile hotel Elephant ha vinto il titolo di Albergo Storico dell’anno 2011 della provincia di Bolzano.

tino di un contesto d’eccezione. La tradizione tirolese dell’Elephant, che dal 2012 resterà aperto tutto l’anno, si esprime anche attraverso il delizioso balcone delle camere – suddivise nella tipologia Comfort, De Luxe e junior suite –, che si accompagna a tessuti pregiati, parquet e televisore satellitare a schermo piatto: il sorriso al risveglio è garantito, e rinnovato dall’abbondanza della colazione a buffet. Ecco serviti tutti i fondamenti per trarre il massimo dalla permanenza in quel di Bressanone, dove fare il pieno di cultura e tradizioni, archiviare rilassanti pedalate lungo la ciclabile Vipiteno, oppure in mountain-bike tra boschi e frutteti, o partire alla volta dell’area sciistica Plose (via Rio Bianco 4, tel. 0472 832750, www.hotelelephant.com).

CHARME D’ANTAN

luminosi della sala degli Specchi, percorrere immensi saloni adorni di stucchi barocchi e ammirare il labirinto circolare di bosso, disegnato da sette anelli concentrici, che domina il parco di cipressi con piscina. Suggestive volte in pietra incorniciano le tre sale dedicate alla ristorazione, mentre pregiati affreschi ornano le pareti delle junior suite. Il ristorante propone un’eccellente gastronomia umbra (località Monteluiano, tel. 075 9220185, www.hotelvilla montegranelli.it).

Hotel Lago di Braies
Braies (Bz) Vedi recensione a pag. 114.

Hotel Elephant
Bressanone (Bz) Vedi recensione a pag. 115.

ti, questa casa padronale restaurata può anche essere affittata per intero, per una capienza complessiva di 23 posti letto (località Sanfatucchio, via della Repubblica, tel. 075 9652483, www. residenzailpalazzo.it).

Hotel Jarolim
Bressanone (Bz) Mensa degli ufficiali austriaci nella Grande guerra, alloggio per tedeschi e americani nella seconda, parte delle agitazioni altoatesine del 1961: un vero compendio di storia la cui offerta gastronomica ha soddisfatto per più di un secolo il palato di ufficiali e avventori in genere. Offre anche parco con piscina e una sala con pregiati stucchi in stile Liberty (piazza Stazione 1, tel. 0472 836230, www.jarolim-hotel.com).

tuto alle suppellettili di legno, con bagni impreziositi dal travertino. L’idromassaggio riscaldato sulla terrazza della torre, accanto a specialità come la panzanese e il cinghiale, viziano gli ospiti (località Tornano, tel. 0577 746067, www.castelloditornano.it).

Palazzo Balducci
Gubbio (Pg) Niente di meglio, per vivere le suggestioni dell’Umbria antica, che questa residenza settecentesca considerata patrimonio nazionale. Un salone con camino e soffitto travato, una vetrata ad arco e la sala da pranzo preludono a un grazioso soppalco e alla zona notte affacciata sul giardino e sui nitidi orizzonti dei colli umbri (via Reposati 8, tel. 075 9220968, www.italianresidence.eu).

Agriturismo Castello di Tornano
Gaiole in Chianti (Ar) Una magnifica costruzione d’epoca longobarda che offre una vacanza d’élite a tutti gli estimatori delle dimore storiche. Gli arredi delle stanze, affacciate sulle tenute del Castello di Tornano, sono rigorosamente in stile, dai letti in ferro batS O P R A , l’agriturismo Castello di Tornano è ospitato fra le mura di una dimora risalente all’epoca longobarda. A D E S T R A , le regali atmosfere del ristorante del prestigioso albergo Villa Montegranelli.

Hotel Villa Montegranelli
Gubbio (Pg) Soggiornare in questa reggia equivale a perdersi nei giochi

Residenza Il Palazzo
Castiglione del Lago (Pg) L’attico affacciato sul lago, il Noce, completo di terrazza vista piscina; il grazioso Nido e, inoltre, due alloggi accessibili dal giardino: oltre alle cinque soluzioni indipenden-

[ 116 ]

RICORDA

un castello delle fiabe lo Château de Chabenet, dalle atmosfere d’altri tempi.

FRANCIA

Château de Chabenet
Le Pont Chrétien Sublime privacy per due nel cuore della Loira: un vero lusso custodito da questo castello del XV secolo avvolto da un parco in quello che fu il Principato di Berry. Un comfort contemporaneo abita le camere e gli appartamenti dell’Orangerie: viaggiare di castello in castello, oppure scoprire i segreti dell’alta cucina, sono tra le seduzioni di questa pausa targata Hapimag, formula basata sull’acquisto delle azioni di vacanza che consente di soggiornare in oltre 57 resort in tutta Europa senza pagare l’affitto (rue Principale, tel. 0033 2 54 01575, www.hapimag.com).

CHARME D’ANTAN

Park Hotel Ai Cappuccini
Gubbio (Pg) L’architettura conventuale di questo complesso, ospitato fra le mura di un monastero secentesco, è rimasta intatta: ben 95 le camere a disposizione, con la possibilità di accedere a lussuose suite, una faraonica spa e una piscina sopraelevata. Per eventi si possono riservare una magnifica villa del ‘700 e un palazzo del XV secolo (via Tifernate, tel. 075 9234, www. parkhotelaicappuccini.it).

Villa di lusso La Villa
Mantova Questo splendido palazzo di fine Settecento, di recente restaurato e attrezzato per offrire accoglienza agli avventori di buon gusto, mantiene intatti alcuni particolari architettonici d’epoca, e stupisce per il fascino unico di camere e suite d’alta classe: la Francesco Gonzaga, l’Isabella d’Este e la Mantegna sono veri e propri gioielli per ricercatezza e dotazioni. La prima colazione, preparata con i prodotti più genuini delle terre lom-

barde, è servita in un sontuoso ambiente d’epoca (strada Ghisiolo 8, tel. 0376 340905, www.residenzalavilla.it).

S O P R A , lo stile sobrio e raffinato di Villa Tuttorotto, splendida residenza di Rovinj arricchita da ricercate finiture artigianali (info a pag. 125). S O T T O , una stanza della Villa di lusso La Villa, costruzione del ‘700.

Hotel Villa Pambuffetti Hotel Windsor
Merano (Bz) Tutto, in questa villa in stile Liberty posizionata di fronte al fiume Passirio, è pura bellezza: dalle sale per il relax intrise di raffinatezza ottocentesca, al grazioso bar, fino all’esterno in cui trionfa un curatissimo giardino con piscina. Gli arredi dell’hotel, convenzionato con le Terme di Merano, riportano a un’atmosfera principesca (via Rezia 2, tel. 0473 446556, www.windsorhotel.it). Montefalco (Pg) Un parco di lecci, cedri e cipressi circonda le camere e le eleganti suite della storica Villa Pambuffetti, dotata di una splendida vista sulla vallata e Assisi. Legno e cotto accompagnano gli antichi arredi, mentre i sapori della cucina vengono esaltati dall’olio di produzione propria e dal Sagrantino, da assaporare magari a bordo piscina (viale della Vittoria 20, tel. 0743 379417, www.villapambuffetti.com).

Osteria del Borgo
Montepulciano (Si) Gli scenari che si spalancano alla vista dei due alloggi, allestiti fra le mura di un antico palazzo medievale, sono uno più bello dell’altro: la facciata gotica trecentesca del palazzo del Capitano del popolo o, in alternativa, le morbide colline senesi. L’arredo in arte povera, i pavimenti in legno e gli spazi ideati per il tempo libero conferiscono agli appartamenti il giusto comfort. Al pianterreno si trova l’osteria, suggestivo ambiente con soffitti a volta (via Ricci 7, tel. 0578 716799, www.osteriadelborgo.it).

Hotel Adler
Nova Levante (Bz) Storica struttura della val d’Ega, l’hotel rinnova i suoi successi da oltre 115 anni, grazie all’imponente spettacolo naturale del Catinaccio e del Latemar e all’ottima cucina ladina. Nella nuova area benessere sono da scoprire le raffinate saune panoramiche e la zona relax, con soavi effetti di luce e suoni del bosco (via Carezza 104, tel. 0471 613073, www.hoteladler.it).

[ 118 ]

Parkhotel Sole Paradiso
San Candido (Bz) Dal fitto di un boschetto verdeggiante emerge la sagoma di una costruzione in Jugendstil: un tuffo nei fasti della storia coniugato con la quiete di una rigogliosa vegetazione. Le stanze sono pensate con un’attenzione speciale per lo stile: suite dall’atmosfera ottocentesca, camere moderne o ambienti ispirati alle decorazioni degli anni Venti. L’hotel offre una sala convegni per meeting ad alta quota, un nuovo reparto wellness, piscina coperta, scacchi giganti, tavolo da ping pong, bocce, calcetto, biliardo e citybike (via Sesto 13, tel. 0474 913120, www.sole-paradiso.com).

L’ARCHITETTURA

del Parkhotel Sole Paradiso rievoca i fasti della Vienna imperiale.

CHARME D’ANTAN

Castello di Modanella
Rapolano Terme (Si) Da quando la nobile famiglia senese dei Cacciaconti edificò, nel XII secolo, la fortezza di Modanella, di cambiamenti ne sono avvenuti più d’uno, ma nel complesso la struttura ha mantenuto intatto il suo austero aspetto originario. Oggi il borgo di Modanella, con il possente castello, la torre dell’orologio e le case coloniche sparse tutto intorno nel raggio di un chilometro, oltre all’attività ricettiva ospita la sede di una rinomata azienda agricola, estesa per 638 ettari. I 46 appartamenti – cui si aggiunge una villa monofamiliare – sono stati ricavati alcuni dalle torri adiacenti al castello, altri dai vecchi casolari utilizzati dai coloni, ristrutturati e restaurati a regola d’arte. Oltre alle singole unità abitative, che comprendono camere da letto, soggiorno e cucina o angolo cottura, gli ospiti hanno a disposizione due laghetti per la pesca sportiva, quattro piscine, un campo da tennis e il bosco che circonda la proprietà. Gli eleganti saloni affrescati al piano terra del castello ospitano il ristorante e il bar, aperti anche al pubblico esterno. Sotto gli antichi soffitti tra-

A D E S T R A , il raffinato ristorante del Castello di Modanella è ospitato in tre antichi saloni riccamente decorati. S O T T O , uno scorcio sul castello con il laghetto per la pesca e il Chianti prodotto dall’azienda.

vati delle tre sale interne, o d’estate nel bel giardino all’italiana, vengono serviti piatti al tempo stesso raffinati e genuini: l’attenta preparazione e presentazione delle portate fa da pendant all’altissima qualità degli ingredienti utilizzati, selezionati tra le materie prime del territorio. E sempre a proposito di prodotti locali d’eccellenza, l’azienda agricola Castello di Modanella si distingue per l’attenzione posta allo studio del terreno, che ha permesso di identificare alcune zone della tenuta particolarmente vocate alla viticoltura, selezionando anche i vigneti più adatti da coltivare. Canaiolo, Sangiovese, Merlot e Cabernet Sauvignon

vengono vinificati in purezza: questo difficile metodo di lavorazione, che dà vita a rossi di grande spessore capaci di esprimere al meglio le caratteristiche del terroir locale, è di-

ventato il simbolo e la filosofia dell’azienda stessa. Oltre al vino, tra cui un ottimo Vin Santo del Chianti invecchiato cinque anni in caratelli di ciliegio, si producono un eccellente olio extravergine di oliva e quattro grappe monovitigno. Il complesso del Castello di Modanella si presta anche come location ideale per l’organizzazione di conferenze e meeting, così come matrimoni e cerimonie: accanto al maniero si trova la chiesa secentesca di San Giovanni, che può contenere un centinaio di persone. Al termine della celebrazione è possibile spostarsi nel castello per continuare i festeggiamenti, in un ambiente davvero esclusivo (frazione Serre di Rapolano, località Modanella, tel. 0577 704604, www.modanella.com).

A S I N I S T R A , storico charme per le camere del raffinato Palazzo Leti (info a pag. 123). S O T T O , l’eleganza e le ampie metrature delle stanze da letto sono uno dei marchi dell’hotel Villa Mitzi.

Villa Maria
Ravello (Sa) Deve pur esserci un motivo se Villa Maria è l’unica struttura della Costiera a rientrare nell’esclusiva catena Relais du Silence e se la sua rinomata cucina è citata dalle più accreditate guide culinarie. Alcuni indizi: le materie prime provengono dall’orto biologico che circonda la villa mentre, all’interno, stile Liberty e Art Déco convivono felicemente col vetro di Murano e la ceramica vietrese. Una zona relax con piante ornamentali e il parco dell’attigua Villa Eva ben propiziano il dolce far nulla (via Santa Chiara 2, tel. 089 857255, www.villamaria.it).

Gran Baita Villa Mitzi hotel & resort
Pozza di Fassa (Tn) Partita a soli 17 anni dalla sua valle con destinazione Roma, Donna Mitzi accumulò nella Capitale l’esperienza necessaria per diventare ben presto l’estetista più richiesta dalle case reali dell’intera Europa. L’atmosfera di eccentrica eleganza che oggi si respira in questo hotel è ancora quella che seduceva l’intellighenzia della Capitale quando veniva in val di Fassa a trovarla. Il ristorante è il punto di partenza per un altro viaggio: quello nel mondo dei sapori (strada Dolomites 32, tel. 0462 764163, www.granbaita.com).

Hotel Giordano
Ravello (Sa) Un senso di armonica regalità mai stucchevole, impreziosita da mobili antichi e bei quadri d’autore, pervade questo ele-

gante quattro stelle, nato dalla sapiente ristrutturazione di una villa del ‘700. Non meno seducenti gli spazi esterni, dove fra alberi esotici, magnolie e fiori variopinti trova spazio una magnifica piscina con idromassaggio, corredata di solarium, zona relax e bar. La vicina Villa Maria propone una cucina raccomandata dalle migliori guide gastronomiche, da gustare in una romantica terrazza vista mare (via Santissima Trinità 14, tel. 089 857255, www.giordanohotel.it).

Hotel Villa Linneo
Roma Suggestioni storiche e charme si fondono alla perfezione in questa residenza costruita negli anni ‘20 dalla Marina e intessuta di accenti cosmopoliti: l’eleganza francese, il rigore dello stile inglese, l’eclettismo marocchino, il tutto completato da uno splendido giardino privato. L’alto standard caratterizza anche l’ospitalità della vicina Villa Mangili (via Linneo 1a, tel. 06 3213113, www.hotelvillalinneo.it).

Villa Cimbrone
Ravello (Sa) Vedi recensione a pag. 109.

Castello di Modanella
Rapolano Terme (Si) Vedi recensione qui accanto.

CHARME D’ANTAN

A S I N I S T R A la vista suggestiva del paesaggio che incornicia l’hotel I N B A S S O la curata raffinatezza e la sobria eleganza delle camere del Tschindlhof, spaziosi ambienti dalle ricercate soluzioni d’arredo.

Hotel Tschindlhof
San Michele Appiano (Bz) Una meravigliosa scenografia paesaggistica accoglie chi giunge fra le docili colline assolate della Strada del Vino dell’Alto Adige: verdeggianti pendii coltivati a vite, odorosi meleti, quindi un rigoglioso parco di cedri antichissimi. E nel mezzo di questa oasi naturale una romantica residenza d’epoca: l’hotel Tschindlhof, fascinosa maison incastonata nella terra dei castelli, dei laghi e del vino. Ideale per un soggiorno di puro relax, questo esclusivo albergo si segnala per gli ambienti sfarzosi, per gli arredi raffinati, per l’atmosfera delicata ed elegante, caratteristi-

che che conferiscono alla vacanza un senso di antica nobiltà, rendendo il soggiorno un sogno dal quale non ci si vorrebbe mai svegliare. La

famiglia von Mörl sa perfettamente come viziare i propri ospiti e trasformare ogni attimo in un ricordo indimenticabile. I dettagli sono curati per creare un clima distensivo che si avverte in tutti i locali dell’hotel; nelle camere, e nelle suite in particolare, la sensazione di benessere è data dalla spaziosità degli ambienti, dalla luminosità e dalla sobrietà delle soluzioni d’arredo e dall’eleganza dei panneggi. Le suite sono l’ideale per chi desideri un comfort senza compromessi, con accoglienti soluzioni che prevedono un grazioso salottino con caminetto. A tavola si ritrovano tutti i frutti della generosa terra su cui sorge l’hotel Tschindlhof: le

materie prime sono colte dai campi che circondano la residenza, le ricette esaltano l’antica tradizione locale e i vini, imbottigliati appositamente per l’hotel, recano il sentore della frutta che matura al sole di questo idillico angolo di Alto Adige. Inoltre, per chi non si accontentasse di gustare le specialità di una cucina semplice e saporita, l’albergo propone un’eccellente rappresentanza di piatti della gastronomia nazionale. Per trascorrere qualche ora in allegria, è a disposizione degli ospiti il nuovo bar, dove una ricercata selezione di nettari locali ed etichette italiane consente di trascorrere la serata sorseggiando un buon calice di vino. Per momenti di pura spensieratezza, invece, è possibile tuffarsi nella splendida piscina dell’hotel, circondata da un giardino ben curato e attrezzato con sedie a sdraio che permettono di godersi serenamente la quotidiana dose di sole. Un’ottima alternativa per ricaricarsi è offerta dalle molte passeggiate rilassanti che si possono fare nei dintorni, cominciando dal parco di proprietà e spingendosi via via tra i frutteti e i vigneti che adornano la zona (via Monte 36, tel. 0471 662225, www.tschindlhof.com).

[ 122 ]

Parkhotel Sole Paradiso
San Candido (Bz) Vedi recensione a pag. 119.

La Locanda del Castello
San Giovanni d’Asso (Si) Bastano pochi, contemplativi passi per raggiungere la locanda, situata appena sotto le mura di un fiabesco maniero. D’estate la veranda e una terrazza affacciata sul paese offrono l’occasione di cenare immersi nella magia del borgo medievale, perso nell’oro del grano e dei girasoli (piazza Vittorio Emanuele II 4, tel. 0577 802939, www. lalocandadelcastello.com).

genti, mentre per chi non rinuncia al divertimento il punto di riferimento è la discoteca Heustadl (via Plan da Tieja 14, tel. 0471 772200, www.wolkenstein.it).

Palazzo Leti residenza d’epoca
Spoleto (Pg) Passeggiando nel magnifico parco, in cui trionfa una meravigliosa fontana con ninfeo, si ammirano paraste e trabeazioni che riportano alla classicità: volte a botte lunettate e capriate in legno rievocano un’aria d’altri tempi. Ha visto passare nobiltà e lusso questa residenza di origine medievale, divenuta nel corso del XV secolo palazzotto gentilizio e che ha assunto nel ‘600 il suo aspetto attuale. Ideale per chi voglia calarsi in un sogno senza tempo, impreziosito da arredi regali e sublimato da un equilibrio architettonico di sapore rinascimentale, la residenza dispone di 12 camere, uniche e inconfondibili nel loro charme, dolci note di un vero e proprio inno alla raffinatezza; foto a pag. 121 (via degli Eremiti 8-10, tel. 0743 224930, www.palazzoleti.com).

Hotel Tschindlhof
San Michele Appiano (Bz) Vedi recensione qui accanto.

Hotel Wolkenstein
Selva di Val Gardena (Bz) Testimone di due guerre e crocevia di nobili e filosofi, questo pregevole albergo annovera tra i suoi ospiti anche Sigmund Freud e promette una vacanza di classe a prezzi contenuti, con camere di qualità ineccepibile e raffinate suite, in affiancamento a un’ offerta benessere d’avanguardia. Chef d’alto rango sanno accontentare anche i più esi-

Villa Foscarini Rossi
Stra (Ve) Perla di soave bellezza incastonata fra gli scenari della Riviera del Brenta, questa raf-

finata testimonianza di architettura patrizia del Seicento è oggi sede esclusiva per meeting, esposizioni e concerti. Immerso in 10mila metri quadri di parco, il complesso ospita un museo della calzatura, mentre gli ambienti della foresteria, tra cui il salone affrescato con decori del ‘600, l’open space mansardato e la suggestiva cantina, fanno da sfondo a esclusivi eventi business e imperdibili appuntamenti conviviali (via Doge Pisani 1, tel. 049 9800335, www.villafoscarini.it).
S O P R A , la bella piscina di Casa Mariantonia (info a pag. 112). A S I N I S T R A , momenti di relax nella sauna dell’hotel Wolkenstein.

[ 123 ]

SVIZZERA

Hotel Stampa
Bregaglia In oltre 180 anni di attività l’hotel Stampa, oggi gestito dalla famiglia Negrini, ha visto passare importanti personaggi della storia, tra cui i principi Savoia, Garibaldi e Bismarck. Dispone di camere arredate in stile antico con mobili d’epoca, comodi appartamenti e un dormitorio. La colazione a buffet è servita nella suggestiva sala in cembro e nell’intima stüa si gustano piccoli snack e birra. Escursioni in montagna accompagnati dal padrone di casa Siffredo, esperta guida alpina (frazione Casaccia, tel. 0041 81 8243162, www.hotelstampa.ch).

B O S C H I e monti della val Bregaglia fanno da sfondo all’hotel Stampa.

CHARME D’ANTAN

Hotel Al Ponte Mocenigo
Venezia Un ponticello in marmo, dove il futuro doge Alvise Mocenigo incontrava le sue dame, conduce all’ingresso di questo pezzo di storia della Serenissima. Stanze con lampadari in vetro di Murano e stoffe pregiate, una suggestiva corte interna con giardino e il bagno turco con cromoterapia offrono preziosi momenti di relax (Santa Croce 2063, tel. 041 5244797, www.alpontemocenigo.com).

l’appartamento di 400 metri quadrati ospitato dalla superba cornice di palazzo Fontana vanta uno stupendo salone, tre bagni e un’ampia balconata aperta sul Canal Grande. Qui – dove nel 1693 nacque Carlo Rezzonico, eletto pontefice con il nome di Clemente XIII – si trascorrono nottate raffinate tra arredi in stile ottocentesco, pareti affrescate e antichi lampadari, senza rinunciare a una cucina attrezzata e alle principali comodità (Cannaregio 3829-30, tel. 041 5207691, sullam@unive.it).

piccolo Whisky bar al mondo sono riservati ai più esigenti bon vivant: sotto le volte della Caverna si avvicendano inoltre concerti blues, jazz e soul ed esposizioni d’arte (Crappun 26, tel. 0041 81 8521080, www.palazzomysanus.ch).

Röösli spazia dalla tradizione alle delizie più innovative. Nel 2005 il Waldhaus si è guadagnato il riconoscimento come miglior hotel storico (SilsMaria, tel. 0041 81 8385100, www.waldhaus-sils.ch).

Slovenia Villa Flor
S-chanf Un tempo la villa era una dimora patrizia, ora completamente restaurata e intrisa del fascino degli ambienti neoclassici arredati in stile Liberty. È possibile scegliere tra sette comodissime matrimoniali, impreziosite da mobili ottocenteschi originali. Il servizio è ottimo, il contesto perfetto e le colazioni prelibate: presso villa Flor, che svolge solamente il servizio di bed and breakfast, sono di casa i prodotti naturali del Canton Grigioni e una serie di ottime specialità genuine (Somvih 19, tel. 0041 81 8512230, www.villaflor.ch).

Antiq Hotel
Lubiana Vedi recensione a pag. 110.

Croazia Villa Tuttorotto
Rovinj Una Madonna paffuta del ‘700 accoglie gli ospiti e molti altri pezzi d’antiquariato adornano le stanze: statuine rare, quadri di pregio e suppellettili risalenti al XIX secolo. Affacciata sul porto di Rovinj, questa villamuseo cinquecentesca rappresenta la perfetta commistione tra stile e comodità e stupisce con camere impreziosite da finiture artigianali e lampadari in ghisa. Il nome fa riferimento a quello che era in origine il cosiddetto ‘palazzo dei poveri’; foto a pag. 118 (Dvor Massatto 4, tel. 00385 52 815181, www.villatuttorotto.com).

Hotel Bonvecchiati
Venezia Raffinato rifugio fin dal lontano 1790, è rinomato in città soprattutto per la favolosa terrazza che ospita e dà il nome a un romantico ristorante. Marmi pregiati, una vista che toglie il fiato e servizi d’élite assicurano un soggiorno privilegiato insieme al centro benessere del vicino hotel Palace Bonvecchiati (San Marco 4488, calle Goldoni, tel. 041 5285017, www.hotelbonvecchiati.it).

Hotel Villa Mabapa
Venezia Lido (Ve) Rilassarsi fra tanta eleganza a un prezzo accessibile non è cosa da tutti i giorni: impreziosita da un bosco di cipressi e pitosfori, la struttura in tardo stile Liberty si collega con passaggi coperti anche a Villa Morea e Casa Pradel. La cucina è rinomata in tutta l’isola e accompagnata dalle soavi note del pianoforte (riviera San Nicolò 16, tel. 041 5260590, www.villamabapa.com).

Hotel Waldhaus
Sils Un spettacolare palazzo ultracentenario o, meglio, un castello per soggiorni di classe, dal 1908 gestito dalle famiglie Giger-Kienberg e Dietrich e scelto in passato anche da David Bowie, Theodor Adorno, Hermann Hesse e Strauss. A colazione si serve il latte appena munto mentre lo chef Kurt

Hotel Casa Verardo
Venezia Aperta sin dal 1911, questa residenza d’epoca con dipinti della scuola veneziana del XVI secolo, rivestimenti in foglia d’oro e lampade Fortuny si sviluppa sui quattro piani di un nobile palazzo del Cinquecento. Ampi saloni e due terrazze, di cui una con solarium e un’emozionante panoramica sulle cupole di San Marco, si accompagnano a una sala bar e a un giardino con pozzo settecentesco. D’estate si serve la colazione nella graziosa terrazza con incantevole vista canale (Castello 4765-66, tel. 041 5286127, www.casaverardo.it).

Svizzera Hotel Stampa
Bregaglia Vedi recensione qui accanto.

Francia Château de Chabenet
Le Pont Chrétien Vedi recensione a pag. 117.■

Hotel Palazzo Mÿsanus
Samedan Correva l’anno 1624 quando, nel cuore dell’Alta Engadina, s’inaugurava questo hotel, esclusiva sintesi tra gioie del buon cibo, della musica e dell’arte: stanze, unità abitative e la romantica suite Palazzo combinano con esuberante eleganza design funzionale allo stile più rustico d’un tempo. Gli spazi del più
U N A N A T U R A fiabesca incornicia l’hotel Waldhaus.

Palazzo Fontana
Venezia Gioiello d’arte rinascimentale,

ITALIA

Hotel Störes
San Cassiano (Bz) Arredi in stile tipico e sensibilità di stampo contemporaneo si amalgamano e si intrecciano mirabilmente nelle camere e negli ambienti comuni dell’hotel Störes: di recente ristrutturato, è un concentrato di ospitalità ladina in versione riveduta e corretta, completo di ascensore, parete attrezzata, sauna finlandese e whirlpool, a poca distanza dalla seggiovia del Piz Sorega. La padrona di casa Erica si dedica con passione al giardino e alle spezie dell’orto, con apprezzabili effetti sulle gioie della tavola (strada Plan 22, tel. 0471 849486, www.hotelstores.it).

FUGA ROMANTICA

DUE CUORI, UNA

CAPANNA
Intime alcove riscaldate dal tepore del camino, fiabeschi tête-à-tête a lume di candela e romantiche aree wellness per indimenticabili momenti di coppia: ecco i migliori indirizzi dedicati agli innamorati

tra materiali tipici della tradizione alpina ed elementi di moderno design dona agli ambienti dell’hotel Störes uno charme unico.
I L CONNUBIO

FUGA ROMANTICA

ITALIA

Albergo Colle
Bolzano (Bz) Dall’alto di un ameno pendio che domina Bolzano, l’albergo Colle è un signorile palazzo in Jugendstil alpino che troneggia incantevole su uno stuolo di prati e boschi verdeggianti. Dispone di 16 camere con splendidi bagni in marmo e ambienti curati nei minimi dettagli, diverse terrazze con pavimenti in larice attrezzate con sedie a sdraio, ristorante di cucina tipica profondamente legata al territorio e piscina riscaldata con idromassaggio che abbraccia idealmente il panorama (via Colle, 11, tel. 0471 329978, www.albergocolle.com).

L A S P E T T A C O L A R E piscina infinity con bordo a sfioro che pare tuffarsi nel verde della vallata bolzanina, dotata di acqua riscaldata e idromassaggio anche d’inverno.

FUGA ROMANTICA

Italia Hotel Properzio
Assisi (Pg) In pieno centro storico, a pochi metri dalla basilica di San Francesco, una scalinata in pietra conduce a questo albergo in stile rustico fornito di pareti in pietra grezza e di un piccolo roof garden panoramico. Chi desiderasse usufruire del trattamento di mezza pensione o di pensione completa sarà ospite dei due ristoranti convenzionati con l’hotel (via San Francesco 38, tel. 075 8155200, www.hotelproperzio.it).

Romantik hotel Le Silve di Armenzano
Assisi (Pg) Completa di piscina panoramica, sauna, campo da tennis e da minigolf, questa struttura si compone di un corpo principale originario del X secolo, completo di camere battezzate dai pittori rinascimentali, di un corpo secondario e di tre intimi casali indipendenti. Le produzioni della tenuta forniscono gli ingredienti base per le deliziose preparazioni della cucina (località

Armenzano 89, tel. 075 8019000, www.lesilve.it).

Hotel Posta Marcucci
Bagno Vignoni (Si) La meravigliosa piscina esterna basterebbe da sola a spie-

gare la fedeltà della clientela, se non fosse che l’offerta benessere si completa anche di sauna finlandese e biosalina e trattamenti massoterapici personalizzati. Fanno parte del complesso anche una sala

R O M A N T I C A vista su Venezia dal Londra Palace (info a pag. 137).

per meeting e un romantico lounge bar (via Ara Urcea 43, tel. 0577 887112, www. hotelpostamarcucci.it).

22 FUGA ROMANTICA
ITALIA

Albergo Colle
Bolzano Vedi recensione a pag. 128.

Hotel Properzio Assisi, pag. 130 Romantik hotel Le Silve di Armenzano Assisi, pag. 130 Hotel Posta Marcucci Bagno Vignoni, pag. 130 Albergo Colle Bolzano, pag. 128 Hotel ristorante Baga Baga Castelsardo, pag. 130 Hotel Villa Capri Gardone Riviera, pag. 133 Hotel Matillhof Laces, pag. 132 Hotel Bellevue San Lorenzo Malcesine, pag. 134

Hotel Meranerhof Merano, pag. 135 Hotel Sittnerhof Merano, pag. 133 Hotel Westend Merano, pag. 136 Hotel Conterie Murano, pag. 133 Hotel Genziana Ortisei, pag. 133 My One Hotel Radda Radda in Chianti, pag. 137 Hotel Störes San Cassiano in Badia, pag. 126 Sporthotel Monte Pana Santa Cristina Valgardena, pag. 138

Hotel Miravalle Selva di Val Gardena, pag. 137 Hotel Corallo Trinità d’Agultu, pag. 137 Hotel Londra Palace Venezia, pag. 137 S’Arenada hotel Villasimius, pag. 137
SAN MARINO

Hotel ristorante Baga Baga
Castelsardo (Ss) Tre stelle superior di recentissima costruzione, l’hotel trova spazio su una collina che domina il nucleo medievale di Castelsardo, proprio a picco sul golfo dell’Asinara. Il panorama da cartolina, i raffinati ambienti delle camere e le prelibate seduzioni gastronomiche contribuiscono a farne la meta perfetta (località Terra Bianca, tel. 079 479125, www.hotelbagabaga.it).

Hotel ristorante Cesare San Marino, pag. 137
SVIZZERA

Esplanade hotel resort e spa Minusio, pag. 137

[ 130 ]

I N T I M I cantucci riscaldati dal tepore del caminetto acceso all’hotel Miravalle di Selva di Val Gardena (info a pag. 137).

Hotel Matillhof
Laces (Bz) Elegante e raffinato, ricco di storia e di charme: l’hotel Matillhof è un albergo per amanti del bello, perfetto per chi desidera un trattamento personalizzato ed esclusivo. Il lusso di un quattro stelle superior è lo sfondo ideale per un soggiorno che non si fa mancare nulla, dai momenti di relax offerti dal centro wellness ai trattamenti estetici dell’area beauty, dai piaceri di una cucina tirolese esaltata da ottimi vini alle emozioni dello sport, con un maestro di nordic walking in casa (via Pegger 6a, tel. 0473 623444, www.hotelmatillhof.com).

FUGA ROMANTICA

Hotel Villa Capri
Gardone Riviera (Bs) Gioiello del Garda bresciano, questo quattro stelle è ciò che ogni villeggiante raffinato sceglierebbe. Le magnifiche camere, tutte con terrazzo rivolto verso il lago, rivelano l’eleganza di una dimora di classe. L’hotel non si nega un’ampia piscina esterna e fa servizio di bed & breakfast, mentre il suo bar soddisfa ogni golosità fino alle due di notte (via Zanardelli 172, tel. 0365 21537, www.hotelvillacapri.com).

Hotel Sittnerhof
Merano (Bz) Un tuffo in piscina all’hotel Sittnerhof è sempre possibile: d’estate all’aperto nella splendida vasca circondata dai vigneti, d’inverno in quella riscaldata al coperto. I gestori dell’hotel sono esperti viticoltori e i cabernet, i merlot, gli chardonnay che impreziosiscono i pasti sono prodotti nella tenuta di famiglia che si estende proprio sopra l’albergo. Costruito dove sorgeva nel Medioevo il maso Sittner, questo quattro stelle offre anche un centro benessere (via Verdi 56, tel. 0473 446331, www.sittnerhof.it).

Hotel Westend
Merano (Bz) Vedi recensione a pag. 136.

Hotel Genziana
Ortisei (Bz) Un luogo dei desideri in cui nulla è lasciato al caso, dove l’ospite si trova immerso nel lusso di soffitti a volta e rifiniture preziose. Non manca niente in questo luogo d’incanto, dalle piscine con idromassaggio al nuovissimo centro wellness, presso cui si praticano bagni di fieno e cure estetiche come il bagno all’orchidea alpina. La sala ristorante trabocca di prelibatezze mentre per i più piccoli sono a disposizione parco giochi e attività di gruppo (via Rezia 111, tel. 0471 796246, www.hotelgenziana.it).

Hotel Conterie
Murano La famiglia Tosi è impegnata nell’arte della lavorazione del vetro dal XVI secolo e questo è sicuramente un motivo in più per scegliere questa villa muranese trasformata in raffinato albergo a conduzione familiare. Il grazioso giardino offre paradisiaci momenti di relax, mentre gli arredi delle camere conferiscono al riposo una connotazione fiabesca (calle Conterie 21, tel. 041 5275003, www.hotelconterie.com).

Hotel Matillhof
Laces (Bz) Vedi recensione qui accanto.

Hotel Bellevue San Lorenzo
Malcesine (Vr) Vedi recensione a pag. 134.

Hotel Meranerhof
Merano (Bz) Vedi recensione a pag. 135.
I N A L T O , una veduta serale dell’hotel Genziana di Ortisei. A D E S T R A , il curato giardino dell’hotel Sittnerhof di Merano è perfetto per godersi un po’ di sole.

FUGA ROMANTICA

Hotel Bellevue San Lorenzo
Malcesine (Vr) Se Goethe, che fece tappa a Malcesine durante il suo tour italiano, avesse potuto gettare l’occhio sull’hotel Bellevue San Lorenzo, lo avrebbe forse annoverato fra i tesori più belli della Penisola, non fosse altro che per lo scenario mozzafiato, capace di gareggiare in fascino con le strutture più suggestive della zona. La sua sagoma garbata, testimone della Belle Epoque, si circonda di magnolie e cipressi svettanti, ma anche di olivi, lauro e mirto, avvolgendosi, come in uno scialle leggero, nelle fragranze sospinte dalla brezza che scivola sul lago di Garda. Ad articolare la sua eleganza ci pensano i ferri battuti alle finestre, le trifore alla bizantina di sapore veneziano, il decoro degli affreschi, come quello del santo che ha prestato il suo nome all’hotel. Riadattata dagli attuali proprietari, che 25 anni fa acquistarono l’ottocentesca villa Gruber, la struttura si articola in più edifici, i cui ambienti incarnano un ineguagliabile mix di luminosa spaziosità ed esclusivo charme: ogni locale, dalla hall alla sala ristorante, dal centro wellness alle camere, comunica un senso di fiabesca nobiltà. Avvolte nel curatissimo verde di un parco che giunge a lambire le sponde del lago solcato dalle vele, le camere sono veri gioielli di relax e si concedono un armonioso trionfo di ampiezza ed eleganza, popolato di arredi essenD A L L’ A L T O I N B A S S O, la splendida piscina che sembra tuffarsi nel lago; la graziosa villa risalente alla Belle Epoque che ospita l’albergo; una camera con grandi finestre dalle quali ammirare le acque del Garda; l’area relax del centro benessere.

ziali e distensive tinte tenui. A capeggiarle è la suite Bellevue, situata al piano superiore della villa più recente e attrezzata anche con jacuzzi panoramica; la suite San Lorenzo, arredata in stile Liberty, è ospite invece dell’antica villa Gruber e si apre frontalmente sul lago, occhieggiando al parco della Mignola. Dovendo additare gli scorci più suggestivi dell’insieme, la scelta ricadrebbe probabilmente sulla piscina esterna, posizionata quasi a picco sul Garda e circondata di eleganti lettini. Ma anche la terrazza panoramica con parquet in legno favorisce attimi di ispirato relax: il sole è qui un ospite fisso e intiepidisce la quiete di un mite eldorado. Materiali scelti e raffinati giochi di luce contribuiscono ad accrescere l’atmosfera del centro benessere, che offre sauna, bagno turco, doccia emozionale con cromoterapia e cabina del sale con trattamento di iodioterapia. La cucina è espressione del clima e dell’amenità dei luoghi e non scorda di selezionare le migliori mescite, conservate nella splendida cantina dell’albergo, per arricchire di mille sfumature l’esperienza del palato, che può qui contare su banchetti superlativi. Ottima occasione per meditare una visita alla villa sono anche le serate gastronomiche, i corsi di pittura o i concerti: in programmazione fino a settembre, ad esempio, una rassegna di giovani talenti pianistici internazionali tutta al femminile, per accompagnare la seduzione dello scenario e i piacevoli drink serali alle sublimi note di Chopin e Liszt. Scendendo i i gradini del giardino si raggiunge un’incantevole passeggiata sul lungolago che porta al centro di Malcesine (via Gardesana 164, 045 7401598, www.bellevue-sanlorenzo.it).

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful