MADE

IN
ITALY
ISO 9001
9105.BNT1
ISO 9001
IT-52587
ISO 14001
9191.BNT2
ISO 14001
IT-52588
OHSAS 18001
9192.BSEC
OHSAS 18001
IT - 60983
MANUALE DI INSTALLAZIONE
Via Dante, 37– 20090 BUCCINASCO–MI–Tel 0248840948–Fax 0236528603
sales@gladiusnet.it www.gladiusnet.it
Il contenuto di questo manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso e non rappresenta un
impegno da parte della BENTEL SECURITY srl.
ATTENZIONE (Per le Centrali da ASSEMBLARE)
Verificare che la revisione del presente manuale e quella del Software eventualmente utilizza-
to, corrisponda a quanto richiesto dall’etichetta “REVISIONI” (vedi figura seguente) fornita
con la Scheda Elettronica dell’Unità Centrale. Per il software è possibile utilizzare anche una
versione superiore a quella riportata sull’etichetta medesima.
Revisioni dei Manuali
Revisione Firmware
Revisione Software
REV|8|0N|
0K32 1.00 |T
lrsla||az|ore
ulerle
Prodrarraz|ore
ur|la Cerlra|e
3ollWare Kvo ur|l
1.1
1.1
1.1
1.1
5.10
Se la verifica ha esito negativo, procurarsi la corretta revisione del presente manuale (o quella del
Software, se utilizzato) PRIMA di iniziare l’assemblaggio e l’installazione della centrale.
La Revisione del presente manuale è riportata nell’ultima pagina in basso ed è il numero che
appare fra il codice e la data come indicato nell’esempio della figura seguente:
lSTPTBLlUNKYO 190303 P70 1.2
haae(c 1|
Rev|s|cre
1e| Haraa|e
0a|a Cc1|ce
Con la presente, Bentel Security dichiara che le Centrali:
KY0 4 H - KY0 8 H - KY0 8w H - KY0 32 H - KY0 4 P - KY0 8 P - KY0 8w P - KY0 32 P
KY0 8C L-8w1 - KY0 8C L-8w2 - KY0 32C L-8w1 - KY0 32C L-8w2
KY01ô0
Per tutte |e centra|| e garant|to || ||ve||o d| prestaz|one || sa|vo d|versa |nd|caz|one.
Per |a centra|e KY01ô0 e garant|to so|o || ||ve||o d| prestaz|one |
KY0 8CwP-8w1 - KY0 8CwP-8w2 - KY0 8CwL-8w1 - KY0 8CwL-8w2
KY0 8C P-8w1 - KY0 8C P-8w2 - KY0 32C P-8w1 - KY0 32C P-8w2
sono conformi ai requisiti essenziali ed alle altre disposizioni pertinenti stabilite dalla direttiva 1999/5/CE.
Le Centrali elencate sono conformi ai requisiti richiesti dalla norma
L'installazione della Centrale deve essere effettuata a regola d'arte, in accordo con le norme vigenti.
Questa Centrale è stata sviluppata secondo criteri di qualità, affidabilità e prestazioni
adottati dalla BENTEL SECURITY S.r.l.
Si raccomanda di verificare il corretto funzionamento del sistema di sicurezza almeno una volta al mese.
Le procedure per il collaudo dipendono dalla configurazione del sistema di sicurezza.
Chiedere all'installatore del sistema di sicurezza le procedure da seguire.
La BENTEL SECURITY S.r.l. declina ogni responsabilità
nel caso in cui la Centrale venga manomessa da personale non autorizzato.
L
www.bentelsecurity.com/dc.html.
e Dichiarazione di Conformità compIete possono essere trovate aII'indirizzo:
CEI 79-2 2 ed. 1993.
,
3
ŠŠ
INDICE
Capitolo 1 - Identificazione delle Parti .................................... 6
Tastiere LCD ALISON/S e ALISON/DVP ..................................................... 6
Tastiere LED ALISON/8L e ALISON/32LP................................................... 7
Tastiere LCD MIA/S e MIA/D ....................................................................... 8
Tastiera LCD OMNIA/TAST-R ..................................................................... 9
Tastiera LED NC2/TAST ........................................................................... 10
Tastiera LED ICON/KP .............................................................................. 11
Inseritore ECLIPSE, Lettore PROXI, Attivatore SAT, PROXI-CARD.......... 13
Espansione di Ingresso/Uscita M-IN/OUT................................................. 15
Ricevitori Radio VRX32-433 e Vector/RX8................................................ 15
Capitolo 2 - Installazione ....................................................... 16
Fissaggio meccanico ................................................................................... 16
Unità centrale ........................................................................................... 16
Tastiere di Controllo .................................................................................. 16
Lettore di Prossimità PROXI .................................................................... 16
Inseritori ECLIPSE.................................................................................... 17
Espansione M-IN/OUT ............................................................................. 17
Codifica dei Dispositivi ............................................................................... 18
Codifica Tastiera ALISON/8L .................................................................... 19
Codifica Tastiera ALISON/32LP ................................................................ 20
Codifica Tastiere ALISON/S e ALISON/DVP ............................................. 21
Impostazione del Livello BPI ...................................................................... 22
Ricevitori Radio VRX32-433 e Vector/RX8 ................................................. 23
Sostituzione batterie dei Dispositivi Via Radio .......................................... 23
Collegamenti ................................................................................................ 24
Tastiere, Lettori ed Espansioni ................................................................. 24
Sensori di Allarme..................................................................................... 26
Sensori Antincendio (con Uscita Ripetizione) ........................................... 28
Sirene di Allarme ...................................................................................... 29
Sensori di tipo Inerziale o Tapparelle ........................................................ 30
Linea Antisabotaggio ................................................................................. 31
Uscite Ausiliarie O. C. (Open Collector) ................................................... 32
Linea Telefonica........................................................................................ 33
Ricevitori Radio VRX32-433 e Vector/RX8 ............................................... 33
Linee di tipo Double (solo KYO16D) ......................................................... 34
Capitolo 3 - Programmazione da PC .................................... 35
Introduzione ................................................................................................. 35
Finestra Principale del Programma ........................................................... 35
Gestione Pagine ....................................................................................... 35
Gestione Clienti ........................................................................................ 36
4 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
Barre e Pulsanti ........................................................................................... 37
Area Parametri ......................................................................................... 37
Barra degli Strumenti ................................................................................ 38
Barra dei Menù ......................................................................................... 38
Pagina Tastiere ............................................................................................ 44
Tabella Tastiere......................................................................................... 44
Abilitazioni Tastiera ................................................................................... 44
Tipo di Tastiera ......................................................................................... 44
Pagina Lettori ............................................................................................... 45
Tabella Lettori ........................................................................................... 45
Pagina Ricevitore ........................................................................................ 47
Pagina Espansioni Ingresso/Uscita ........................................................... 47
Pagina Zone.................................................................................................. 48
Tabella Zone ............................................................................................. 48
Tipo........................................................................................................... 49
Bilanciamento ........................................................................................... 50
Attributi ..................................................................................................... 50
Cicli .......................................................................................................... 53
Doppio Impulso ........................................................................................ 53
Area .......................................................................................................... 53
Pagina Uscite ............................................................................................... 54
Tabella Uscite ........................................................................................... 54
Attributi ..................................................................................................... 55
Tempi Monostabile .................................................................................... 55
Segnali ..................................................................................................... 55
Area .......................................................................................................... 58
Pagina Aree .................................................................................................. 59
Tabella Aree .............................................................................................. 59
Tempi ........................................................................................................ 60
Inattività (Allarme) ..................................................................................... 61
Negligenza (Inattività Inserimento) ............................................................ 61
Pagina Telefono........................................................................................... 62
Tabella Numeri Telefonici .......................................................................... 62
Selezione ................................................................................................. 62
Tipo........................................................................................................... 63
Proprietario ............................................................................................... 63
Televigilanza ............................................................................................. 63
Pagina Teleassistenza ................................................................................ 64
Tentativi di chiamata ................................................................................. 64
Entrata nel Menù DTMF ............................................................................ 64
Esporta verso WinBcs ............................................................................. 64
Evento Test ............................................................................................... 65
Pagina Lettura Registro.............................................................................. 66
Pagina Impostazione Eventi ....................................................................... 67
Evento Prioritario ...................................................................................... 70
5
ŠŠ
Pagina Programmatore Orario.................................................................... 73
Tabella del Programmatore Orario ........................................................... 73
Pagina Opzioni ............................................................................................. 74
Tabella Opzioni ......................................................................................... 74
Auto-Reset Memorie ................................................................................. 78
Pagina Codici ............................................................................................... 79
Tabella Codici Utente ................................................................................ 79
Codice Installatore .................................................................................... 80
Programmazione dei Codici Utente (PIN) ................................................. 81
Inserimento Rapido .................................................................................. 81
Codici per Radiochiave ............................................................................ 81
Pagina Orologio ........................................................................................... 82
Pagina Attivatori/Tessere............................................................................ 82
Tabella Chiavi ........................................................................................... 82
Pagina Radiochiavi ...................................................................................... 84
Programmazione con PC locale ................................................................. 85
Programmazione con PC via Telefono ...................................................... 86
ô Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
CAPITOLO 1 - IDENTIFICAZIONE DELLE PARTI
I numeri in grassetto riportati fra parentesi quadre presenti in questo e negli
altri manuali della Centrale, fanno riferimento alle parti descritte in questo
capitolo salvo diversa indicazione.
Tastiere LCD ALISON/S e ALISON/DVP
Fig. 1.1a - Tastiera ALISON/S e ALISON/DVP


2
abo

$
1 3
def
5
jkI
4
ghi
6
mno
ß
tuv
7
pqrs
9
wxyz
û
#

2
abo

$
1 3
def
5
jkI
4
ghi
6
mno
ß
tuv
7
pqrs
9
wxyz
û
#

ALÌSON/DVP ALÌSON/S
2
abo

$
1 3
def
5
jkI
4
ghi
6
mno
ß
tuv
7
pqrs
9
wxyz
û
#

3,1
3,1
3,1
3,1
3,1
3,1
9^cUbY]U^d_1bUU
9^cUbY]U^d_123_4
4YcY^cUbY]U^d_1bUU
BUcUd =U]_bYU
2\_SS_1\\Qb]U
3Q^SU\\QDU\UV_^QdU
1b]Y^W@QbdYdY_^c
1b]Y^WDi`U12 3_b4
4YcQb]Y^W@QbdYdY_^c
BUcUd 1\Qb]c
Cd_`1\Qb]c
3\UQb 3Q\\c
1bUU
9^cUbYdU
BPQ^cPVVX^
2T]caP[T
BR^\_PabP
?TaXUTaXRP
2WXPeT
5P[bP
BPQ^cPVVX^
?TaXUTaXRP
7eQcd_
1\\Qb]U
=UccQWWY_
CT[TPbbXbc
0QX[XcPcP
AXb_^]SXc
0QX[XcPc^
CT[TU^]PcP
X]R^ab^
1b]UT
@QbdYdY_^c
1\Qb]
=UccQWU
GQb^Y^W
?P]T[
CP\_Ta
CP\_Ta
?TaX_WTaP[
CP\_Ta
5P[bT
:T 2PaS h
<XbbX]V
?TaX WTaP[ _
CT[TbTaeXRT
4]PQ[TS
0]bfTa
?W^]T>=
2P[[ X]
_a^VaTbb ET!E
FE
L4ALG-G
D.D 2DDDDS E
4D
4
47
1
2
3
4
S
S
7
B
n. Des.

3,1
3,1
3,1
3,1
3,1
3,1
9^cUbY]U^d_1bUU
9^cUbY]U^d_123_4
4YcY^cUbY]U^d_1bUU
BUcUd =U]_bYU
2\_SS_1\\Qb]U
3Q^SU\\QDU\UV_^QdU
1b]Y^W@QbdYdY_^c
1b]Y^WDi`U12 3_b4
4YcQb]Y^W@QbdYdY_^c
BUcUd 1\Qb]c
Cd_`1\Qb]c
3\UQb 3Q\\c
1bUU
9^cUbYdU
BPQ^cPVVX^
2T]caP[T
BR^\_PabP
?TaXUTaXRP
2WXPeT
5P[bP
BPQ^cPVVX^
?TaXUTaXRP
7eQcd_
1\\Qb]U
=UccQWWY_
CT[TPbbXbc
0QX[XcPcP
AXb_^]SXc
0QX[XcPc^
CT[TU^]PcP
X]R^ab^
1b]UT
@QbdYdY_^c
1\Qb]
=UccQWU
GQb^Y^W
?P]T[
CP\_Ta
CP\_Ta
?TaX_WTaP[
CP\_Ta
5P[bT
:T 2PaS h
<XbbX]V
?TaX WTaP[ _
CT[TbTaeXRT
4]PQ[TS
0]bfTa
?W^]T>=
2P[[ X]
_a^VaTbb ET!E
FE
L4ALG-G
D.D 2DDDDS E
4D
4
47
1
2
3
4
S
S
7
B
n. Des.

59a
47 48
57 62 56 58 59c
65a 61 59c 59b
47
62 60b 62 63
76 59b 49 60
50 52 52 68
60a 54 53
45
46
62
50
69
47 48 47
7
ŠŠ
Capitolo 1 - Identificazione delle Parti
Fig. 1.1b - Tastiera ALISON/32LP e ALISON/8L
Tastiere LED ALISON/8L e ALISON/32LP

3,1
3,1
3,1
3,1
3,1
3,1
9^cUbY]U^d_1bUU
9^cUbY]U^d_1 23_4
4YcY^cUbY]U^d_1bUU
BUcUd =U]_bYU
2\_SS_1\\Qb]U
3Q^SU\\QDU\UV_^QdU
1b]Y^W@QbdYdY_^c
1b]Y^WDi`U123_b4
4YcQb]Y^W@QbdYdY_^c
BUcUd 1\Qb]c
Cd_`1\Qb]c
3\UQb3Q\\c
1bUU
9^cUbYdU
BPQ^cPVVX^
2T]caP[T
BR^\_PabP
?TaXUTaXRP
2WXPeT
5P[bP
BPQ^cPVVX^
?TaXUTaXRP
7eQcd_
1\\Qb]U
=UccQWWY_
CT[TPbbXbc
0QX[XcPcP
AXb_^]SXc
0QX[XcPc^
CT[TU^]PcP
X]R^ab^
1b]UT
@QbdYdY_^c
1\Qb]
=UccQWU
GQb^Y^W
?P]T[
CP\_Ta
CP\_Ta
?TaX_WTaP[
CP\_Ta
5P[bT
:T 2PaS h
<XbbX]V
?TaX WTaP[ _
CT[TbTaeXRT
4]PQ[TS
0]bfTa
?W^]T>=
2P[[ X]
_a^VaTbb
4
47
1
2
3
^
6
6
7
8
n. Des.

3,1
3,1
3,1
3,1
3,1
3,1
9^cUbY]U^d_1bUU
9^cUbY]U^d_1 23_4
4YcY^cUbY]U^d_1bUU
BUcUd =U]_bYU
2\_SS_1\\Qb]U
3Q^SU\\QDU\UV_^QdU
1b]Y^W@QbdYdY_^c
1b]Y^WDi`U123_b4
4YcQb]Y^W@QbdYdY_^c
BUcUd 1\Qb]c
Cd_`1\Qb]c
3\UQb3Q\\c
1bUU
9^cUbYdU
BPQ^cPVVX^
2T]caP[T
BR^\_PabP
?TaXUTaXRP
2WXPeT
5P[bP
BPQ^cPVVX^
?TaXUTaXRP
7eQcd_
1\\Qb]U
=UccQWWY_
CT[TPbbXbc
0QX[XcPcP
AXb_^]SXc
0QX[XcPc^
CT[TU^]PcP
X]R^ab^
1b]UT
@QbdYdY_^c
1\Qb]
=UccQWU
GQb^Y^W
?P]T[
CP\_Ta
CP\_Ta
?TaX_WTaP[
CP\_Ta
5P[bT
:T 2PaS h
<XbbX]V
?TaX WTaP[ _
CT[TbTaeXRT
4]PQ[TS
0]bfTa
?W^]T>=
2P[[ X]
_a^VaTbb
4
47
1
2
3
^
6
6
7
8
n. Des.

2
,-.

$
1 3
/01
5
jkI
4
ghi
6
mno
8
tuv
7
pqrs
9
wxyz
0
#

2
,-.

$
1 3
/01
5
jkI
4
ghi
6
mno
8
tuv
7
pqrs
9
wxyz
0
#

2
,-.

$
1 3
/01
5
jkI
4
ghi
6
mno
8
tuv
7
pqrs
9
wxyz
0
#

D

F
F E

E

$/,621/3 $/,621/

8 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
Tastiere LCD MIA/S e MIA/D
Fig. 1.1c - Tastiera MIA/S o MIA/D
47 48 47
49 50 60 59a 59b 59c58 56 59b 59a 62
53 55 52 52 51 62 63 59b 61 59c 59b 63 62
62
45
46
54 57 50
9
ŠŠ
Capitolo 1 - Identificazione delle Parti
Tastiera LCD OMNIA/TAST-R
Fig. 1.2 - Tastiera OMNIA/TAST-R
47 46 47
52 56
57 58 59a 61 59a 58 62
65
63 63 62
51
47 47
48
60
52
45 55
65
53
49
54
10 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
Tastiera LED NC2/TAST
Fig. 1.3 - Tastiera NC2/TAST

58
59a
60
61 56
53 47
45
55
63 63 62 62
62
62
62 62
52 51 57
62
62
59a
64
11
ŠŠ
Capitolo 1 - Identificazione delle Parti
Tastiera LED ICON/KP
Fig. 1.4 - Tastiera ICON/KP
57 59a 59a
52
58 58
62
53
51
62
58 58
60
47 47
47 47
65
55
65
45
45
12 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
Tab. 1.1 - IdentIfIcazIone deIIe PartI deIIe TastIere
Parte DescrIzIone
45 Spie di segnalazione (vedi Nanuale Utente)
46 Display LCD
47 vite per la chiusura del coperchio
4S Sportellino ribaltabile
49 Ponticello per l'impostazione del livello BP!; Ö 5 v (default), Ö 12 v
5û Connettore per il Nicroswitch Antistrappo
51 Nicrointerruttori per l'impostazione dell'indirizzo
52
Nicroswitch Antisabotaggio (Antiapertura).
Nel ricevitore Radio vRX32-+33 il contatto Antisabotaggio e realizzato con le piste del
circuito stampato. Grazie ad un perno conduttivo presente sul coperchio, tale contatto
viene chiuso solo quando il coperchio e perfettamente riposizionato ed avvitato.
53 Norsettiera per i collegamenti
54 Ponticello per l'impostazione del livello BP!;
'

'
Ö 5 v (default),
'

'
Ö 12 v
55 Nicroprocessore
56
Nicroswitch Antistrappo opzionale peri seguenti accessori:
N!A/S e N!A/D (art. ASNC)
AL!SON/S, AL!SON/DPv, AL!SON/8L, AL!SON/32LP (art. ASNC)
PROX!-READER (art. N!N!-ASNC)
Nel ricevitore Radio vRX32-+33 il contatto Antistrappo e realizzato con le piste del circuito
stampato. Grazie ad un perno conduttivo presente sul fondo, tale contatto viene chiuso
solo quando il ricevitore e perfettamente fissato alla parete.
57 Apertura per il passaggio dei cavi di collegamento
5S Gancio per il bloccaggio della scheda elettronica
59a Fori per il fissaggio a parete, su scatole modello '503' o equivalenti
59b Fori per il fissaggio su scatole '10x10' o equivalenti
59c Fori per il fissaggio su scatole 'Single Gang' o equivalenti
6û Buzzer
6ûa Nicrofono (Solo in AL!SON/DvP)
6ûb Altoparlante (Solo in AL!SON/DvP)
61 Tassello Antistrappo
62 Alette di battuta per il posizionamento della scheda elettronica
63 Supporti per il sostegno della scheda elettronica
64 Gancio di chiusura coperchio
65 Connettore per il Buzzer
65a Connettore per Altoparlante (Solo in AL!SON/DvP)
13
ŠŠ
Capitolo 1 - Identificazione delle Parti
Inseritore ECLIPSE, Lettore PROXI, Attivatore SAT,
PROXI-CARD
Fig. 1.5 - Lettore PROXI, PROXI-CARD, Inseritore ECLIPSE e Attivatore SAT

>
=

72
66 67 68 70 60 59a 55
71
54
76
69
47
73
49
51
59a
67
66 68 54 51
53 49 74
64
75
57
52
56
61
50
14 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
Tab. 1.4 - IdentIfIcazIone deIIe PartI deII'EspansIone M-INJOUT
Parte DescrIzIone
77
Contatto Antisabotaggio - Il Contatto Antisabotaggio è realizzato con le piste del circuito
stampato. Grazie ad un perno conduttivo |S9| presente sul coperchio, tale contatto si
chiude solo quando il coperchio è perfettamente chiuso (vedi Fig. 1.6).
7S
Ponticello per l'esclusione dei contatti Antistrappo ed Antisabotaggio:
Ö Contatti attivi (default), Ö Contatti esclusi.
79 viti (n. +) per la chiusura del coperchio.
Sû Alloggiamento per la Scheda di Espansione.
S1 viti (n. 2) per il fissaggio dell'Espansione.
S2
Contatto Antistrappo - Il Contatto Antistrappo è realizzato con le piste del circuito
stampato. Grazie ad un perno conduttivo |9û| presente sul fondo, tale contatto si chiude
solo quando il fondo è perfettamente fissato alla parete (vedi Fig. 1.6).
S3 Fori (n. 2) per il fissaggio su scatola modello S03 o equivalente.
S4 Fori (n. 2) per il fissaggio a parete.
S5 Apertura per il passaggio dei cavi canalizzati esternamente.
SS Nicrointerruttori per la programmazione e per l'impostazione dell'indirizzo.
S9-9û Perni conduttivi per la chiusura dei contatti Antisabotaggio |77| e Antistrappo |S2|.
Tab. 1.5 - IdentIfIcazIone deIIe partI deI VRX32-433 e VectorJRXS
Parte DescrIzIone
S6 Canci (n. 2) per la chiusura del Ricevitore
S7 Antenne (n. 2)
Tab. 1.2 - Identificazione delle Parti:
ECLIPSE, Attivatore SAT, Lettore PROXI e Attivatore PROXI-CARD
Parte Descrizione
66 Spia rossa - !nserimento Aree abilitate sull'inseritore
67 Spia gialla - !nserimento di tipo A
6S Spia verde - !nserimento di tipo B
69 Area sensibile del Lettore di Prossimita
70
Cavetto di collegamento al Bus BP! della centrale:
Rosso Ö Al morsetto '+' (Positivo di Alimentazione)
Bianco Ö Al morsetto 'C'
Blu Ö Al morsetto 'R'
Nero Ö Al morsetto '-' (Negativo di Alimentazione)
71 Attivatore del tipo PROX!-CARD
72 Attivatore del tipo SAT
73 Nicropulsante di controllo posto sul fondo dell'inseritore ECL!PSE
74 Apertura inseritore ECL!PSE
75 !nseritore ECL!PSE versione NAG!C (vedi Tab. 1.3)
76 Coperchio Lettore di Prossimita PROX!
Tab. 1.3 - VersIonI dIsponIbIII per I'InserItore ECLIPSE
7,&,120DJLF *(:,66
7,&,12/LYLQJ *(:,663OD\EXV
7,&,12,QWHUQDWLRQDO *(:,661RLU
7,&,125HDG\0DJLF 9,0$5/LJKW
$9( 9,0$5,GHD
$9(1RLU
15
ŠŠ
Capitolo 1 - Identificazione delle Parti
Espansione di Ingresso/Uscita M-IN/OUT
Fig. 1.6 - Espansione M-IN/OUT e contenitore dedicato
80 81 85 83
88
84 83
81 84 61 58
58
79
79 79
79
53
53 78 77
82 89
90
57
Ricevitori Radio VRX32-433 e Vector/RX8
Fig. 1.7 - Ricevitore Radio VRX32-433 (a sinistra) e Vector/RX8 (a destra).
47
86 86 58 87 87
53
57
59a
56
86
59a
86
47
59a
57 57
53 56 52
87 87
57 57
1ô Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
CAPITOLO 2 - INSTALLAZIONE
Fissaggio meccanico
Unità centrale
Per il fissaggio dell’Unità Centrale, fare riferimento al manuale relativo.
Tastiere di Controllo
A Se si utilizza la Tastiera ICON/KP, la certificazione IMQ-SISTEMI DI
SICUREZZA decade al I Livello di Prestazione.
Per il fissaggio della tastiera di controllo procedere come segue:
1. Rimuovere il coperchio della tastiera svitandone le viti [47]
2. Togliere la scheda elettronica agendo sui ganci [58]
3. Passare i cavi di collegamento attraverso l’apertura [57]
4. Fissare il fondo della tastiera utilizzando i fori [59a], [59b] o [59c]
5. Se richiesto, installare il Microswitch antistrappo [56] la cui levetta deve
essere tenuta in posizione (premuta) dal perno presente sul Tassello
Antistrappo [61]. Il Tassello antistrappo andrà poi fissato con una vite attra-
verso il foro presente sullo stesso.
NOTA - Nelle tastiere OMNIA/TAST-R e NC2/TAST è già presente un
Microswitch antistrappo. Per renderlo attivo è necessario soltanto fissare
il Tassello antistrappo [61].
A Il Microswitch Antistrappo deve essere installato per ottenere la
certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA al II Livello di Prestazione.
6. Riposizionare la scheda elettronica e, nel caso sia stato installato il Microswitch
Antistrappo sulle tastiere MIA e ALISON, collegarne il connettore [50].
7. Eseguire il collegamento con il Bus BPI dell’Unità Centrale per mezzo della
morsettiera [53]
8. Eseguire la Codifica del Dispositivo come descritto al paragrafo ‘Codifica
dei Dispositivi’, più avanti in questo capitolo.
9. Chiudere il coperchio riavvitando le viti [47]
Lettore di Prossimità PROXI
Per fissare i Lettori di Prossimità PROXI procedere come descritto:
1. Rimuovere il coperchio svitando (se presente) la vite [47]
2. Passare i cavi di collegamento attraverso l’apertura [57]
3. Fissare il fondo del lettore utilizzando i fori preformati [59a]
4. Se richiesto, installare il Microswitch antistrappo [56] la cui levetta deve
essere tenuta in posizione (premuta) dal perno presente sul Tassello
Antistrappo [61]. Il Tassello antistrappo andrà poi fissato con una vite attra-
verso il foro presente sullo stesso.
A Il Microswitch Antistrappo deve essere installato per ottenere la
certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA al II Livello di Prestazione.
17
ŠŠ
Capitolo 2 - Installazione
5. Eseguire il collegamento con il Bus BPI dell’Unità Centrale per mezzo del
cavetto [70]
6. Eseguire la Codifica del Dispositivo come descritto al paragrafo ‘Codifica
dei Dispositivi’, più avanti in questo capitolo.
7. Chiudere il coperchio riavvitando la vite [47]
I Lettori PROXI devono essere installati ad almeno 50 cm l’uno dall’altro.
Inseritori ECLIPSE
Gli inseritori ECLIPSE sono racchiusi in contenitori
compatibili con le principali linee per illuminotecnica
(Vedi Tab. 1.3) per cui possono essere installati
come dei comuni interruttori o prese di corrente.
Prima di fissare l’inseritore, eseguire i collegamen-
ti del Bus BPI per mezzo della morsettiera [53] e
la Codifica del Dispositivo (vedi paragrafo succes-
sivo) tramite i microinterruttori [51].
Per un’installazione a norme, gli inseritori posizio-
nati in zone non coperte dal sistema di sicurezza, devono essere dotati di
dispositivi di antisabotaggio (Vedi figura a lato).
A Il Microswitch Antistrappo deve essere installato per ottenere la
certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA al II Livello di Prestazione.
Gli Inseritori ECLIPSE devono essere installati ad almeno 10 cm l’uno dall’altro.
Espansione M-IN/OUT
È consigliabile fissare le espansioni il più vicino possibile ai dispositivi con i quali
devono essere collegate. Le espansioni sono dotate di appositi contenitori dedi-
cati i quali possono essere installati sia a parete che ad incasso.
Per il fissaggio delle espansioni procedere come segue:
1. Aprire il foro [57] oppure il foro [85] in base al punto in cui è prevista l’en-
trata dei cavi
2. z Se è previsto il montaggio a parete del contenitore, utilizzare i fori [84] per
il fissaggio ed il foro [61] per bloccare il tassello antistrappo:
z Se è previsto il montaggio a vista su una scatola mod. 503 o equivalente, utilizza-
re i fori [83] per il fissaggio ed il foro [61] per bloccare il tassello antistrappo:
z Se è previsto il montaggio ad incasso, i fori [83], [84] e [61] non vanno
utilizzati. In questo caso bisogna necessariamente re-inserire il ponticello [78]
per disabilitare la gestione dei contatti Antisabotaggio [77] e Antistrappo [82]
(I contatti Antisabotaggio ed Antistrappo devono essere disabilitati solo se
l’espansione viene alloggiata in un contenitore diverso da quello dedicato).
3. Passare i cavi di collegamento attraverso l’apertura prevista
4. Fissare il contenitore ed il tassello antistrappo [61]
5. Riposizionare la scheda elettronica dell’Espansione (vedi Fig. 1.6) bloccan-
dola sotto i ganci di ritegno [58] e fissandola con le due viti [81] in dotazione
alla linea
antisabotaggio
18 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
6. Eseguire il collegamento dell’Espansione all’Unità Centrale utilizzando la
morsettiera [53]
7. Eseguire la Codifica del Dispositivo per mezzo dei primi 5 microinterruttori
del Minidip [88] come mostrato in Tab. 2.2 (Il microinterruttore n. 1 deve
essere lasciato in posizione OFF).
8. Impostare il modo di funzionamento dei contatti Antisabotaggio [77] e
Antistrappo [82] tramite il ponticello [78]:
o o (ponticello rimosso/aperto) = Antisabotaggio e Antistrappo abilitati;
/ / (ponticello inserito/chiuso) = Antisabotaggio e Antistrappo disabilitati.
9. Impostare il modo di funzionamento dell'Espansione tramite i microinterruttori
n. 6 e n. 7 del Minidip [88], come mostrato nella tabella seguente:
Programmazione del Modo di Funzioanmento dell'Espansione M-IN]OUT
Ni crointerruttore
Descrizi one
n. 6 n. 7
Espansione di !ngresso a 6 !ngressi

Espansione d'!ngresso a + !ngressi +
Espansione di Usci ta a 2 Uscite
(T1 e T2 usci te; T3, T+, T5 e T6 i ngressi )

Espansione di Usci ta a + Uscite +
Espansione d'!ngresso a 2 !ngressi
(T1, T2, T3 e T+ usci te; T5 e T6 i ngressi )
Espansione di Usci ta a 6 Uscite
10. Impostare il modo di funzionamento degli ingressi tramite il microinterruttore
n. 8, del Minidip [88], come mostrato nella tabella seguente:
3URJUDPPD]LRQHGHO0RGRGL)XQ]LRQDPHQWRGHJOL,QJUHVVL
Ni croi nte rruttore n. Descri zi one
Tutti gli i ngre ssi funzi ona no i n m odo norm al e

TUTT! gli ingre ssi funzi ona no com e
!nte rfa ccia pe r Cont at to pe r Ta ppa rel l a
( La zona va i n a ll a rm e se ve ngono ril e va ti
a lm eno 5 i mpulsi ne l l'arco di 2 mi nuti )
11. Chiudere il contenitore utilizzando le quattro viti [79] in dotazione.
Codifica dei Dispositivi
Per poter utilizzare i Dispositivi BPI (Inseritori, Lettori, Tastiere) è necessario
effettuare la Codifica del Dispositivi impostandone l’indirizzo. Per impostare
l’indirizzo su un dispositivo fare riferimento alle Tabelle 2.1 e 2.2 (il Minidip può
essere a 4 oppure a 5 o più posizioni, dipende dal dispositivo).
Gli indirizzi assegnati devono essere diversi per tutti i dispositivi dello stesso tipo:
questo significa che possono coesistere nell’impianto tastiere ed inseritori con lo stes-
so indirizzo poiché l’Unità Centrale è in grado di riconoscere il tipo di Dispositivo.
NOTA - Per la codifica delle tastiere ALISON, prive di Minidip, utilizzare le
procedure descritte nei paragrafi successivi.
19
ŠŠ
Capitolo 2 - Installazione
Codifica Tastiera ALISON/8L
Gli 8 LEDs rossi indicati con la lettera “B” in Fig. 2.1 simulano un Minidip virtua-
le a 4 posizioni (Vedi Tab. 2.1) secondo la logica:
LED ROSSO ALTO ACCESO = Microinterruttore ON
LED ROSSO BASSO ACCESO = Microinterruttore OFF
1. Rimuovere il coperchio affinchè la Tastiera risulti in sabotaggio.
2. Collegare la tastiera al BUS BPI della Centrale (morsetti +, C, R, -).
3. Togliere il ponticello [54] ed attendere 5 secondi trascorsi i quali un beep
lungo indicherà che la tastiera è pronta per essere indirizzata.
4. L’accensione dei 4 LEDs sulla sinistra (Vedi “A” in Figura 2.1) indica che si
è nella fase di indirizzamento della tastiera.
z Per posizionarsi su uno dei 4 LED/Microinterruttori virtuali, utilizzare i tasti
A e B: la posizione scelta è segnalata dal lampeggio dei LEDs 1,2,3 o 4.
z Per accendere/spegnere (ON/OFF) il LED ROSSO SUPERIORE, uti-
lizzare i tasti C (accendi) e D (spegni).
z Per uscire dalla fase di programmazione, reinserire il ponticello [54].
5. z Premere il tasto e per rinunciare alla programmazione dell’indirizzo
(lasciando il precedente valore che, di fabbrica, è 01).
z Premere il tasto E per confermare l’indirizzo impostato.
In entrambi i casi, dopo un tempo pari a 5 secondi e l’emissione di un beep
lungo, si torna al punto 4.
Tab. 2.1 - Impostazione Indirizzi su Mini-Dip a 4 microinterruttori
0LFURLQWHUUXWWRUH1
Indirizzo
1 2 3 4 5 6 7 S 9 10 11 12 13 14 15 16
1 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 21 21 21 21 21 21 21 21
2 2)) 2)) 2)) 2)) 21 21 21 21 2)) 2)) 2)) 2)) 21 21 21 21
3 2)) 2)) 21 21 2)) 2)) 21 21 2)) 2)) 21 21 2)) 2)) 21 21
4 2)) 21 2)) 21 2)) 21 2)) 21 2)) 21 2)) 21 2)) 21 2)) 21
Tab. 2.2 - Impostazione Indirizzi su Mini-Dip a 5 o piú microinterruttori
0LFURLQWHUUXWWRUH1
Indirizzo
1 2 3 4 5 6 7 S 9 10 11 12 13 14 15 16
1* 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2))
2 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 21 21 21 21 21 21 21 21
3 2)) 2)) 2)) 2)) 21 21 21 21 2)) 2)) 2)) 2)) 21 21 21 21
4 2)) 2)) 21 21 2)) 2)) 21 21 2)) 2)) 21 21 2)) 2)) 21 21
5 2)) 21 2)) 21 2)) 21 2)) 21 2)) 21 2)) 21 2)) 21 2)) 21
1I m¡¿rø¡nIørruIIørø n. J øø¡ M¡n¡ø¡D a 5 ø D¡u v¡ø øøvø r¡manørø ¡n Døs¡z¡ønø OFF.
20 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
Fig. 2.1 - Codifica ALISON/8L e ALISON/32LP

ALISON/8L ALISON/32LP
Codifica Tastiera ALISON/32LP
NOTA - Questa tastiera non può essere collegata ad una centrale KYO16D.
Gli 8 LEDs rossi (indicati con la lettera “B” in Fig. 2.1) simulano un Minidip
virtuale a 4 posizioni (Vedi Tab. 2.1) secondo la logica:
LED ROSSO ALTO ACCESO = Microinterruttore ON
LED ROSSO BASSO ACCESO = Microinterruttore OFF
Per indirizzare Tastiera e/o PORXI incorporato, effettuare la procedura descritta
di seguito tenendo presente che è possibile uscire dalla fase di programmazione, in
qualsiasi momento, reinserendo il ponticello [54].
1. Rimuovere il coperchio affinchè la Tastiera risulti in sabotaggio.
2. Collegare la tastiera al BUS BPI della Centrale (morsetti +, C, R, -).
3. Togliere il ponticello [54] ed attendere 5 secondi trascorsi i quali un beep
lungo indicherà che la tastiera è pronta per essere indirizzata.
4. L’accensione dei 4 LEDs sulla sinistra (Vedi “A” in Figura 2.1) indica che si
è nella fase di indirizzamento della tastiera.
z Per posizionarsi su uno dei 4 LED/Microinterruttori, utilizzare i tasti A e B:
la posizione scelta è segnalata dal lampeggio dei LEDs 1,2,3 o 4.
z Per accendere/spegnere (ON/OFF) il LED ROSSO SUPERIORE, utiliz-
zare i tasti C (accendi) e D (spegni).
5. z Premere il tasto e per rinunciare alla programmazione dell’indirizzo
(lasciando il precedente valore che, di fabbrica, è 01) e passare al punto
successivo.
z Premere il tasto E per confermare il nuovo indirizzo e passare al punto
successivo.
6. L’accensione dei 4 LEDs sulla parte destra della tastiera (Vedi “C” in Figura
2.1) indica che si è nella fase di indirizzamento del PROXI incorporato.
21
ŠŠ
Capitolo 2 - Installazione
Per tale operazione, utilizzare gli stessi tasti usati nei passi 4 e 5.
ATTENZIONE - Se non si vuole utilizzare il PROXI, premere il tasto
o.
La pressione dei tasti E, e o o riporta la sequenza di programmazione,
dopo 5 secondi di attesa e l’emissione di un beep lungo, al punto 4.
Codifica Tastiere ALISON/S e ALISON/DVP
1. Togliere il coperchio della tastiera affinchè la stessa risulti in sabotaggio.
2. Collegare il bus BPI, (se non ancora collegato).
3. Togliere il ponticello 54.
4. Fase di attesa di 5 secondi con ponticello 54 tolto e microswitch antisabotaggio
aperto (coperchio tolto).
5. Alison/S - Saltare al successivo passo 6.
Alison/DVP - Premendo i tasti A AA AA o B BB BB, si imposta il modo di funzionamento della
Tastiera: selezionare “ALISON/DVP ALISON/DVP ALISON/DVP ALISON/DVP ALISON/DVP”, quindi confermare con il tasto E.
Per default, alla prima accensione, sul display appare il messaggio “ALISON/
DVP”.
6. La tastiera emetterà un beep lungo ad indicare l’ingresso nella fase di program-
mazione: sul display apparirà il tipo di tastiera utilizzata e l’indirizzo attuale, ovve-
ro “ALISON/DVP: 01 ALISON/DVP: 01 ALISON/DVP: 01 ALISON/DVP: 01 ALISON/DVP: 01” oppure “ALISON/S: 01 ALISON/S: 01 ALISON/S: 01 ALISON/S: 01 ALISON/S: 01”.
7. Agendo sui tasti C CC CC e D DD DD si imposta l’indirizzo desiderato (da 1 a 8): al termi-
ne, premere il tasto E EE EE per confermare oppure e ee ee per annullare la pro-
grammazione.
8. Alison/DVP - Saltare al successivo passo 9.
Alison/S - Appare la scritta “CALL SERVICE CALL SERVICE CALL SERVICE CALL SERVICE CALL SERVICE”: reinserire il ponticello
54 e chiudere il coperchio per terminare la fase di programmazione.
9. A questo punto sul display apparirà la scritta “PROXI: 01” (Il numero indica
l’indirizzo corrente del Lettore di Prossimità). Agendo ancora sui tasti C CC CC e
D DD DD si imposta l’indirizzo del Lettore di Prossimità integrato. Se si vuole
escludere il Lettore, premere il tasto o oo oo, sul display apparirà la scritta
“PROXI: OFF PROXI: OFF PROXI: OFF PROXI: OFF PROXI: OFF”. Al contrario, per abilitare il lettore è sufficente preme-
re il tasto O OO OO, sul display apparirà la scritta “PROXI: 01 PROXI: 01 PROXI: 01 PROXI: 01 PROXI: 01”.
10. Premere il tasto E EE EE per rendere effettivo l’indirizzo impostato oppure pre-
mere il tasto e ee ee per annullare di fatto la programmazione del Lettore di
Prossimità. In entrambi i casi, dopo l’emissione di un beep lungo, sul display
appare la scritta “CALL SERVICE CALL SERVICE CALL SERVICE CALL SERVICE CALL SERVICE”: reinserire il ponticello 54 e chiude-
re il coperchio per terminare la fase di programmazione.
NOTA - La centrale KYO16D non gestisce le funzioni vocali.
22 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
Impostazione del Livello BPI
Tutti i dispositivi BPI (Tastiere, Inseritori, Espansioni, ecc.) devono essere impo-
stati con lo stesso livello BPI impostato sulla Centrale tramite il ponticello [6].
Per la programmazione del livello BPI a 5 Volt, impostare opportunamente il
ponticello [54] in posizione “BPI LEV 5V” ed inserire il ponticello [49].
Per la programmazione del livello BPI a 12 Volt, impostare opportunamente il
ponticello [54] in posizione “BPI LEV 12V” e rimuovere il ponticello [49].
ATTENZIONE - Le Tastiere LED NC2/TAST ed ICON/KP e gli inseritori
ECLIPSE a 4 microinterruttori funzionano solo con il livello BPI +5V: per
questo motivo, se viene utilizzato anche uno soltanto di questi dispositivi, è
necessario, impostare il livello BPI della Centrale e quello di tutti gli altri
dispositivi BPI a +5V.
KYO16D e M-IN/OUT - La centrale Kyo16D e le espansioni M-IN/OUT
funzionano solo con il livello BPI a 12 V: per questo motivo tutti i dispositivi
BPI collegati alla centrale KYO16D devono essere tassativamente impostati
con il livello BPI di 12 V. Se si vuole utilizzare una tastiera OMNIA/TAST-R,
assicurarsi che su quest’ultima siano presenti i ponticelli [49] e [54].
8Pl5vo||
8Pl12vo||
23
ŠŠ
Capitolo 2 - Installazione
Ricevitori Radio VRX32-433 e Vector/RX8
Le Centrali della Serie 8W, 8GW, 16D, 32 e 32G sono predisposte per il collega-
mento dei Ricevitori Radio VRX32-433 e Vector/RX8 con i quali è possibile gesti-
re i dispositivi Via Radio. In questo paragrafo vengono descritte le caratteristiche e
l’installazione di tali dispositivi.
Con il Ricevitore VRX32-433, è possibile gestire un massimo di 32 dispositivi via
radio (Sensori IR, Rivelatori di Fumo e/o Contatti Magnetici) e fino a 16
Radiochiavi mentre con il Ricevitore Vector/RX8 è possibile gestire fino ad 8
Zone Via Radio ed un massimo di 16 Radiochiavi.
A Per ottenere la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA al II Livello
di Prestazione non utilizzare più di 14 Radiochiavi.
Prima di installare il Ricevitore si raccomanda vivamente di:
z trovare un luogo asciutto dove installare il Ricevitore
z posizionare il Ricevitore in un luogo centrale rispetto agli altri dispositivi Via
Radio per ottimizzare al meglio la portata
z posizionare il Ricevitore il più alto possibile
z evitare l’installazione del Ricevitore in prossimità di dispositivi che possano
generare disturbi elettrici (televisori, motori elettrici, elettrodomestici, ecc)
z non installare il Ricevitore in prossimità di grossi oggetti metallici che potreb-
bero ridurre la portata dello stesso
Per installare il Ricevitore, seguire i successivi passi facendo riferimento alla Fig. 1.7.
1. VRX32-433 - Allentare la vite [47].
Vector/RX8 - Svitare e rimuovere la vite [47].
2. VRX32-433 - Sollevare e rimuovere il coperchio.
Vector/RX8 - Con l’ausilio di un cacciavite, effettuare una leggere pressione
sulla linguetta [64] per sbloccare e rimuovere il coperchio.
3. Passare il cavo attraverso l’apposita apertura [57], appoggiare il Ricevitore
alla parete e segnare i punti per il fissaggio in corrispondenza dei fori [59a].
4. Effettuare i fori per il fissaggio.
A Per ottenere la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA al II Livello
di Prestazione fissare una vite al muro in corrispondenza del microswitch
antistrappo [56] in modo che lo stesso risulti chiuso una volta fissato il fondo.
5. Fissare il Ricevitore controllando che il cavo di collegamento passi regolar-
mente attraverso l’apertura [57]
6. Eseguire i collegamenti sulla morsettiera [53]
7. Chiudere il Ricevitore agganciando il coperchio sui ganci [86].
8. Serrare definitivamente il coperchio riavvitando la vite [47].
Sostituzione batterie dei Dispositivi Via Radio
Per sostituire le batterie di un dispositivo Via Radio è necessario porre la Centrale nello
stato di Servizio digitando la sequenza Codice Installatore + E oppure lasciando
inserita una Chiave Sat, programmata come “SERVIZIO”, in un lettore. Se l’impianto
è equipaggiato solamente con tastiere LCD, per la sostituzione delle batterie è necessa-
rio entrare nel Menù Installatore alla voce “Azioni Ö ÖÖ ÖÖ Stato delle Zone”.
24 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
Fig. 2.3 - Esempio di collegamento di vari dispositivi BPI.
Collegamenti
In questo paragrafo vengono descritti i vari schemi di collegamento fra l’Unità
Centrale ed i vari dispositivi che compongono il sistema di sicurezza. Gli schemi
vengono descritti separatamente per ogni dispositivo e sono raccolti per tipologia,
ovvero: organi di comando, sensori, dispositivi di segnalazione, ecc. Per chiarez-
za, ogni disegno riporta, di volta in volta, solo i morsetti utili per il collegamento
preso in esame.
Tastiere, Lettori ed Espansioni
ATTENZIONE - La Centrale KYO16D gestisce tutti i tipi di tastiere LCD e la
sola Tastiera LED ALISON/8L.
Le Tastiere, i Lettori e le Espansioni vanno collegati in parallelo al Bus BPI della
Centrale attraverso i morsetti 1[+], 2[C], 3[R] e 4[-] come nell’esempio di Fig.
2.3. Il Bus BPI della Centrale può gestire un massimo di 24 dispositivi BPI (12
nel modello KYO16D) e comunque, non più di 8 tastiere di comando (4 nel
modello KYO16D).
Pe(|va(|co||eoarer-
|| s| (accorarda
v|varer|e|’usod|
cavo scre(ra|o cor
|a ca|za re|a|||ca
co||eoa|a so|o da|
|a|o cer|(a|e |core
v|s|o||e re||e
|||us|(az|or|)
$OWUL
'LVSRVLWLYL
%3,
ECLIPSE
1 2 3 4

ûh

-
|ZV
ß
6
6V
+
I809Z·F
8FI
6V 8FI IEVEI
8hkT6h
PROXI

3
11
8.
39 07

D 6 . 0 E M M L C G C P . 1 2 8 0 4 9 9
D6.0 MMMLED P.1 280499
®
Tab. 2.3 - MorsettI deII'EspansIone M-INJOUT
Norsetto Descrizione
+F Positivo di alimentazione per sensori o dispositivi O.C.
T1 ... T6
Zone d'!ngresso o Uscita
a seconda del modo di funzionamento dell'Espansione

Negativo di alimentazione per sensori o dispositivi O.C.
25
ŠŠ
Capitolo 2 - Installazione
Per i morsetti delle espansioni M-IN/OUT fare riferimento alla Tab. 2.3.
N.B. - Nelle versioni Kyo4-8-32, le Linee L1-L2 sulle Tastiere MIA e la Li-
nea L1 sulle Tastiere OMNIA/TAST-R e ALISON non vengono gestite e
possono quindi essere lasciate disconnesse. La Centrale KYO16D, al con-
trario, può gestire la sola Linea L1 delle tastiere LCD, ma va ricordato che,
per un collegamento bilanciato di tali linee, deve essere utilizzata una resi-
stenza da 10Kohm anziché quella da 1,2Kohm.
Il funzionamento dei Dispositivi BPI è garantito con una tensione di ali-
mentazione fra i morsetti [+] e [-] superiore o uguale a 11,5 V. In ogni caso,
a causa delle capacità parassite indotte dai cavi usati per i collegamenti,
un Dispositivo BPI non può essere collegato con più di 500 m di cavo alla
Centrale. Inoltre, la lunghezza complessiva dei cavi collegati al Bus BPI
della Centrale, non può essere superiore a 1.000 m.
La Fig. 2.3 illustra l’esempio di collegamento dei vari dispositivi BPI alla Centra-
le.
Le Espansioni possono essere collegate solo sulle versioni della Serie 32
A Al fine di garantire la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA, le
Uscite delle Espansioni devono essere interfacciate con relè, installati nello
stesso contenitore dell’Espansione.
2ô Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
Fig. 2.5 - Collegamento di tre sensori sulla stessa zona Bilanciata
+ß QHL PRGHOOL KY0+-3-3w-32
+F
+v AUX
QHL PRGHOOL KY030-320
QHO PRGHOOR KY01ê'
1,2K QHO PRGHOOR KY01ê'
Sensori di Allarme
La Centrale mette a disposizione 8 morsetti indipendenti (4 sulla Kyo4, 6 sulla
Kyo16D): [L1], [L2], [L3], [L4], [L5], [L6], [L7], [L8] che fanno capo ad
altrettante zone sulle quali è possibile collegare Sensori con contatto di tipo N.C.
(Normalmente Chiuso) o N.A. (Normalmente Aperto). La centrale viene fornita
con i resistori da 10 KΩ (1.2 KΩ nelle centrali Kyo16D) per effettuare il colle-
gamento del tipo bilanciato o a doppio bilanciamento. Programmando le linee
come N.C. o N.A., tali resistenze non vanno utilizzate.
Per alimentare i sensori utilizzare i seguenti morsetti:
[M MM MM] ed il morsetto n. 22 [+B] per i modelli Kyo4, Kyo8, Kyo8W e Kyo32,
[M MM MM] ed il morsetto [+V AUX] per il modello Kyo16D,
[M MM MM] ed i morsetti dedicati siglati [+F] per tutti i modelli della Serie “G”.
Anche se è possibile collegare più sensori sulla stessa zona, per ottenere un
maggior controllo, è preferibile collegarne uno per ognuna di esse. Le Fig. 2.4,
Fig. 2.4 - Collegamento di un Sensore su Linea N.C. (a) e su Linea Bilanciata (b)
$OODOLQHD
DQWLVDERWDJJLR
.
$OODOLQHD
DQWLVDERWDJJLR
-
,

+ß re| rcce||| KY01-8-8\-32
re| rcce||| KY080-80\-320
re| rcce||c KY01ê0
+F
+v AUX
1,2K re| rcce||c KY01ê0
27
ŠŠ
Capitolo 2 - Installazione
Fig. 2.7 - Collegamento di tre sensori con memoria (morsetto AB) a comando positivo
Fig. 2.6 - Collegamento di un sensore su Linea a doppio Bilanciamento
.QHOPRGHOOR.<2'
+ß re| rode||| KY01-8-8w-32
re| rode||| KY080-80w-320
re| rode||o KY01ê0
+F
+v AUX
1,2K re| rode||o KY01ê0
2.5 e 2.6 riportano alcuni schemi di esempio per il collegamento dei sensori.
Alcuni Sensori sono dotati di controlli ausiliari come, ad esempio, l’abilitazione
della funzione memoria o della funzione Walk-Test.
La funzione Memoria è particolarmente utile quando si devono collegare più
sensori su una stessa linea di una centrale antifurto (vedi Fig. 2.7) poiché consen-
te di individuare il sensore che ha provocato l’allarme.
La funzione Walk-Test permette di Abilitare o Disabilitare la spia di segnalazio-
ne allarme del sensore. Il Walk-Test viene generalmente disabilitato in condizioni
normali per evitare che l’accensione della spia avvisi l’eventuale intruso mentre
viene abilitata in fase di installazione in quanto consente di effettuare le prove di
copertura.
Le due funzioni descritte vengono generalmente abilitate a centrale inserita con
un comando negativo o positivo, a secondo del tipo di sensore utilizzato. La Fig.
2.7 riporta un esempio di collegamento con tre sensori Bentel del tipo LB612 nei
quali è presente un morsetto di memoria [AB] con attivazione a comando positi-
vo. Per realizzare il collegamento viene sfruttata una delle tre uscite O.C. oppor-
tunamente programmata (vedi morsetto [O1]) così da poter attivare la funzione
Walk-Test all’inserimento della centrale.
28 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
Fig. 2.9 - Collegamento di tre Base Relè su Linea Bilanciata
Fig. 2.8 - Collegamento di tre sensori Antincendio (dotati di Uscita di Ripetizione)
.<2
% re| rcce||| KY01-8-8\-32
re| rcce||| KY080-80\-320
re| rcce||c KY01ê0
)
9$8;
0|odo 1|4148
o edu|va|enle
.<2
+ß re| rode||| KY01-8-8w-32
re| rode||| KY080-80w-320
re| rode||o KY01ê0
+F
+V AUX
1,2K re| rode||o KY01ê0
Co||eoarer|o cor
8ase-Re|e
Sensori Antincendio (con Uscita Ripetizione)
Pur essendo una centrale per sistemi antiintrusione, è possibile collegare dei sensori
antincendio utilizzando l’Uscita Ripetizione di questi ultimi e programmando una zona
della centrale come tipo ‘Incendio’ (questo tipo imposta automaticamente la zona come
N.A. e 24h). La Fig. 2.8 riporta un classico collegamento con tre rivelatori
termovelocimetrici o di fumo Bentel modelli Serie 600. In questo schema è da notare
che la linea di massa dei rivelatori è fornita dalla centrale per mezzo di una Uscita O.C.
(vedi [O1]) programmata come N.C. (Normalmente Chiusa) affinché si possa fornire
ai Rivelatori un segnale di ‘Reset Sensori Incendio’. Nello schema di Fig. 2.8 viene
utilizzata una la Linea [L1] programmata come ‘Incendio’.
In Fig. 2.9 è illustrato un esempio simile ma effettuato con Base Relè. In questo caso,
l’Uscita O.C. della centrale (vedi [O2]) dovrà essere programmata come Normalmente
Chiusa e la Linea [L2] come ‘Bilanciata 10K’ (‘Bilanciata 1k2’ nella KYO16D).
29
ŠŠ
Capitolo 2 - Installazione
Sirene di Allarme
L’uscita di Allarme della Centrale è costituita da uno scambio libero di un relè
(vedi morsetti [NC], [NO] e [COM]): mediante opportuni cablaggi è possibile
sfruttare questi morsetti per il collegamento di qualsiasi dispositivo di segnalazio-
ne.
Un esempio tipico è riportato in Fig. 2.10: esso illustra il collegamento di una
sirena autoalimentata (come, ad esempio, la CALL) unitamente ad una sirena
per interno (per esempio Wave). Nello schema di Fig. 2.10 si presuppone che la
Sirena autoalimentata venga attivata nel momento in cui sul suo morsetto [+N]
viene a mancare il positivo di alimentazione.
Fig. 2.10 - Collegamento di una Sirena per Interno ed una Autoalimentata
1
$OODOLQHD
DQWLVDERWDJJLR
±

30 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
Test Inerz. 018
DDIIDDDD
Test |nerz|a||
Fig. 2.11 - Collegamento di sensori Inerziali (o Tapparelle) su Linea N.C. e Bilanciata
Sensori di tipo Inerziale o Tapparelle
Per il collegamento dei sensori di tipo inerziale, la Centrale mette a disposizione le
prime 6 zone (tutte sulla Kyo4 e solo le prime 2 sulla Kyo16D) le quali possono
essere programmate con l’attributo “Inerziali” o “Tapparelle” (Vedi ‘PRO-
GRAMMAZIONE DA PC’ più avanti in questo manuale). Per collegare questi
dispositivi è necessario che la zona sia programmata come N.C. (Normalmente
Chiusa) oppure BIL (Bilanciata 1,5Kohm nelle versioni Kyo4-8-32, Bilanciata
600ohm nella Kyo16D).
In Fig. 2.11 è riportato un esempio di collegamento di questi particolari tipi di
sensori. La resistenza di bilanciamento va collegata sull’ultimo dispositivo della
serie come illustrato in Fig. 2.11.
N.B. Le resistenze di bilanciamento da 600 ohm per le Centrali Kyo16D e
quelle da 1,5 Kohm per le altre Centrali NON vengono fornite.
Se si dispone di una tastiera LCD, è possibile effettuare il Test della sensibilità dei
sensori su una zona di tipo ‘Inerziali’. Per fare questo è sufficente porre la
Centrale nello stato di SERVIZIO (Lasciando un Attivatore inserito in un Lettore
oppure inserendo il ponticello BLOCCO ALLARMI [8]). In questo modo il
display visualizzerà un messaggio molto simile a quello
illustrato qui a destra. Il numero riportato corrisponde
all’intensità dell’ultimo colpo ricevuto dal sensore. Ge-
neralmente questo numero assume valori da 0 a 20.
ATTENZIONE - Per un controllo più accurato ed il più possibile privo di
disturbi, è necessario effettuare il Test programmando SOLO UNA ZONA
per volta con attributo ‘Inerziali’ altrimenti il valore letto non è significativo.
2KPQHOPRGHOOR.<2'
Cc||eoa(e |r pa(a||e|c 2 (es|s|erze ca 1,2K
8||anc|ato êêê ohm re| rcce||c KY01ê0
31
ŠŠ
Capitolo 2 - Installazione
Fig. 2.12 - Collegamento della Linea Antisabotaggio 24h bilanciata 10K
6,5(1$ 6(1625(
Linea Antisabotaggio
G GG GG - Nel modello KYO16D non sono presenti i morsetti di Linea
Antisabotaggio: quindi per realizzare una linea di antisabotaggio 24 h su
questa centrale, procedere come descritto di seguito:
1. utilizzare una delle linee di allarme,
2. programmarla come 24 h
3. programmarla come Bilanciata 10K
4. assegnarla ad almeno un’Area.
La Centrale (ad esclusione della KYO16D) dispone di una linea antisabotaggio 24h
bilanciata 10K contraddistinta dai morsetti 5 [AS] e 6 [M MM MM]. Su questi morsetti vanno
collegati (in serie) i contatti antisabotaggio eventualmente presenti su tutti i dispositivi
facenti parte dell’impianto di sicurezza. La Fig. 2.12 ne illustra un esempio tipico di
collegamento.
Il resistore di bilanciamento da 10 Kohm va collegato sull’ultimo dispositi-
vo della serie come mostrato in Fig. 2.12.
32 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
Uscite Ausiliarie O. C. (Open Collector)
Le Centrali della Serie G dispongono a bordo di 5 uscite Open Collector pro-
grammabili (negli altri modelli sono 3 mentre nella Kyo16D sono 2) contrasse-
gnate con [O1], [O2], [O3], [O4] ed [O5]. Queste uscite possono essere pro-
grammate sia come N.A. sia come N.C. e possono essere attivate da uno o più
eventi scelti sempre in fase di programmazione. Per una lista completa degli
eventi gestibili, consultare il capitolo “PROGRAMMAZIONE DA PC”. La Fig.
2.13 schematizza il principio di funzionamento di una Uscita O.C. attraverso un
esempio di collegamento che sfrutta il morsetto [O1] della Centrale: il circuito
eccita il Relè durante tutto il tempo di uscita. Per fare questo è opportuno pro-
grammare l’uscita O.C. come Normalmente Aperta ed attivabile con l’evento
‘Tempo di Uscita’.
A Al fine di garantire la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA, le
Uscite OC della Centrale devono essere interfacciate con relè, installati
nello stesso contenitore della Centrale.
G GG GG - Sui modelli KYO32 (M o P) e KYO32G è possibile collegare delle Espan-
sioni di Uscita per gestire fino a 14 o 16 Open Collector rispettivamente.
Fig. 2.14 - Collegamento della Linea Telefonica
&RQGXWWRUH
GLWHUUD
4XHVWRFROOHJDPHQWR
qIRQGDPHQWDOH
$OWUL
GLVSRVLWLYL
Fig. 2.13 - Esempio di Collegamento di una Uscita O.C.
&RQWDWWL
OLEHUL
5HOq
33
ŠŠ
Capitolo 2 - Installazione
Fig. 2.15 - Collegamento del Ricevitore Radio
Ricevitori Radio VRX32-433 e Vector/RX8
Le Centrali equipaggiate con schede K8W, K8GW, K16D, K32 e K32G sono
predisposte per il collegamento dei Ricevitori Radio opzionali VRX32-433 e
Vector/RX8. Collegare i morsetti [GRN], [YEL], [BLK] e [RED] della Centra-
le ai relativi morsetti del Ricevitore come mostrato in Fig. 2.15.
Per il collegamento usare cavo schermato: collegare lo schermo solo dal
lato della Centrale in corrispondenza del morsetto [BLK]; NON usare più
di 50 metri di cavo.
Linea Telefonica
Se si utilizzano le funzioni del comunicatore telefonico, la Linea Telefonica va
collegata sui morsetti siglati [LE] in modo tale che la centrale risulti il primo
dispositivo telefonico della linea stessa. Se la linea deve essere condivisa
con altre apparecchiature telefoniche (Telefono, Fax, Modem, ecc.), queste
vanno collegate ai morsetti [LI] come illustrato in Fig. 2.14: in tal modo la
centrale lascerà la Linea Telefonica costantemente disponibile ai dispositivi
collegati sui morsetti [LI] e la commuterà per se solo quando ne avrà bisogno.
G GG GG - Il morsetto [- -- --] deve essere sempre collegato alla terra dell’impianto
elettrico per proteggere la scheda elettronica dalle eventuali extratensio-
ni provenienti dalla Linea Telefonica. Inoltre la sicurezza della rete di
telecomunicazione dipende dall’integrità della messa a terra di protezio-
ne.
Se la Linea Telefonica non viene utilizzata, è consigliabile disabilitare il relativo
Test onde evitare una continua segnalazione di Guasto sulle Tastiere. Per fare
questo è necessario selezionare l’opzione “Disabilita controllo Linea Telefo-
nica”: per ulteriori informazioni vedere il paragrafo “Pagina Opzioni” nel
capitolo “PROGRAMMAZIONE DA PC”.
34 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
Linee di tipo Double (solo KYO16D)
La centrale KYO16D gestisce un massimo di 6 Linee di Allarme cablate. Impo-
stando una o più di queste Linee con l’attributo “Double” è possibile raddoppiare
il numero delle Linee portandole fino ad un massimo di 12: in tal caso ogni linea di
Allarme gestisce, in effetti, 2 diversi dispositivi che la centrale è in grado di diffe-
renziare in caso di attivazione. In Fig. 2.16a è riportato un esempio di collega-
mento della linea di Allarme L1 impostata come Double e con collegamento di
una resistenza EOL di fine linea. Dalla figura si evince come la centrale possa
gestire, con un’unica linea, 2 differenti dispositivi ed i relativi antisabotaggi. In
Fig. 2.16b è riportato un altro esempio di collegamento, questa volta riferito alla
linea di Allarme L2, ma senza resistenza di fine linea.
,
.<2
'
-
.<2
'
(2/
Fig. 2.16 - Collegamento di Linee Double
35
ŠŠ
Capitolo 3 - Programmazione da PC
CAPITOLO 3 - PROGRAMMAZIONE DA PC
La programmazione della Centrale si effettua tramite un PC oppure tramite una
Tastiera. Per la programmazione da PC è necessario installare il pacchetto
software Bentel Security Suite, fornito su richiesta: all’interno dello stesso è
presente l’applicazione Kyo Unit. Per la programmazione da PC è inoltre indi-
spensabile un cavo seriale di tipo NULL-MODEM per il collegamento PC-Cen-
trale (ad esempio il nostro CVSER/9F9F).
L’Applicazione Kyo Unit consente il salvataggio delle impostazioni su una me-
moria non volatile (disco fisso, floppy-disk, ecc.) per cui è possibile effettuare
l’impostazione dei parametri ‘a tavolino’ e recarsi sul posto solo per la program-
mazione della Centrale.
Per la descrizione dei parametri è stata seguita la struttura del Software stesso.
Tutto ciò che viene descritto nel proseguo di questo capitolo vale per tutte le
Centrali della serie Kyo Unit se non diversamente specificato.
NOTA - Le videate riportate in questo capitolo sono indicative e dipendono
dal modello di centrale utilizzata e dalla relativa versione.
Introduzione
Quando viene avviata l’applicazione, appare la schermata riportata in Fig. 3.1.
Questa schermata è il punto di partenza per tutte le altre. Di seguito si riporta una
breve descrizione delle varie Sezioni Finestra Principale.
Gestione Pagine
In questa sezione (che compare a sinistra dello schermo) è possibile esplorare e
selezionare le varie Pagine per la programmazione dei parametri.
Per la selezione di una Pagina è sufficiente cliccare con il mouse sopra quella
desiderata: il nome della pagina sarà così evidenziato.
Cliccando con il tasto destro del mouse in qualsiasi punto della sezione viene aperto
un Menù che riporta 4 voci:
z Seleziona - Inserisce/Rimuove il segno di spunta 9 99 99 vicino al nome della Pagi-
na correntemente selezionata.
Il segno di spunta può anche essere inserito/rimosso premendo il pulsante
“Ins” sulla tastiera del PC in corrispondenza della Pagina selezionata.
z Invia - Invia verso la Centrale tutti i parametri programmati relativi alle Pagi-
ne che presentano il segno di spunta 9 99 99
z Carica - Carica dalla Centrale verso il PC tutte le programmazioni relative alle
Pagine che presentano il segno di spunta 9 99 99.
Finestra Principale del Programma
3e|ez|orePao|ra
3ô Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
Dopo l’esecuzione del comando “Carica” o “Invia”, tutti i segni di spun-
ta vengono rimossi.
z Stampa - Stampa tutti i parametri programmati relativi alle Pagine che presen-
tano il segno di spunta 9 99 99.
Per chiudere momentaneamente questa sezione cliccare sul relativo pulsante di
chiusura . Per riaprirla è sufficente cliccare sul pulsante ‘Apri Gestione Pagi-
ne’ posto sopra la sezione stessa che, di volta in volta, riporta il nome della pagina
utilizzata più di recente. Per mantenere aperta in modo permanente questa sezio-
ne, una volta riaperta, è necessario cliccare sul pulsante altrimenti verrà nuo-
vamente nascosta ad un successivo click del mouse
È possibile visualizzare/nascondere la sezione ‘Gestione Pagine’ anche at-
traverso il Menù “Impostazioni Ö Layout Ö Pagine”.
Gestione Clienti
Questa sezione riporta l’elenco dei clienti (con i relativi codici) memorizzati nel-
l’archivio.
Per mettere in ordine alfabetico o per codice l’intera lista è sufficente cliccare
rispettivamente sul pulsante di intestazione “Nome” oppure “Codice”.
Cliccando con il tasto destro del mouse sopra il nome di un Cliente, viene aperto
un Menù che riporta 2 voci:
0(d|rarer|o
A|laoe||coope(
Cod|ce
Fig. 3.1 - Schermata di avvio dell’applicazione KyoUnit
Area
Parametri
Barra del Titolo
Barra dei Menù
Sezione
‘Gestione Pagine’
Sezione
‘Gestione Clienti’
Pulsante
‘Apri Gestione
Pagine’
Pulsante di
Chiusura
Applicazione
Barra degli
Strumenti
37
ŠŠ
Capitolo 3 - Programmazione da PC
Fig. 3.2 - Finestra di richiesta Conferma di cancellazione Cliente
z Carica - Carica tutta la serie dei parametri programmati per quel Cliente
(Configurazione Cliente).
È anche possibile caricare i parametri di un cliente facendo direttamente
doppio-click sopra il relativo nome.
z Elimina - Elimina dalla lista (e quindi, dall’archivio) il cliente selezionato
dopo aver risposto positivamente alla richiesta di conferma (vedi Fig. 3.2)
Per chiudere la sezione ‘Gestione Clienti’ cliccare sul relativo pulsante di chiusu-
ra . Per visualizzare/nascondere questa sezione è anche possibile scegliere la
voce di Menù “Impostazioni Ö Layout Ö Clienti” oppure premere il pulsante F9
sulla tastiera del PC.
Area Parametri
In questa sezione vengono visualizzati, di volta in volta, i parametri relativi alla
pagina selezionata. Le pagine, come già accennato, vengono selezionate nella se-
zione ‘Gestione Pagine’.
Barre e Pulsanti
La videata principale (vedi Fig. 3.1), oltre a quanto descritto, mette a disposizione
anche i seguenti strumenti, sempre disponibili:
z la Barra del Titolo, dove appare il nome del software e, se caricato, il nome
del Cliente. Inoltre sono presenti (sulla destra) i tre pulsanti standard di
Windows.
z la Barra degli Strumenti, dove sono presenti degli ulteriori pulsanti per la
gestione della pagina correntemente selezionata.
z la Barra dei Menù, tipica barra presente sulla maggior parte dei programmi
per Windows
TM
che consente di avere accesso alle funzioni basilari messe a
disposizione dall’applicazione (Nuovo Cliente, Porte Seriali, ecc.). Le varie
voci sono descritte nel paragrafo “Barra dei Menù”.
z il Pulsante di Chiusura Applicazione per chiudere l’applicazione.
Il programma può essere chiuso anche attraverso la voce di Menù
“File Ö Esci”.
38 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
Barra degli Strumenti
La ‘Barra degli Strumenti’ per comodità è stata riportata in Fig. 3.1, ma in effetti
essa appare nella parte bassa di tutte le altre pagine di Programmazione tranne
che sulla finestra principale del programma.
In questa barra sono presenti sempre almeno 3 pulsanti:
Carica - Selezionando questo pulsante vengono caricate le impostazioni dalla
Centrale collegata (via seriale o via telefono) verso il PC relative alla pagina
correntemente selezionata.
Invia - Selezionando questo pulsante la Centrale collegata (via seriale o via tele-
fono) viene programmata con i parametri impostati nella pagina corrente.
Aiuto - Selezionando questo pulsante viene aperta una finestra di Aiuto nella
quale vengono descritti i vari parametri relativi alla pagina correntemente visua-
lizzata (Aiuto contestuale). Richiede Adobe
®
Acrobat
®
Reader

.
Barra dei Menù
In questa barra sono presenti vari comandi che consentono di gestire al meglio
l’applicazione. Di seguito viene riportata una spiegazione sintetica degli stessi.
F||eÖ ÖÖ ÖÖNuovo6||ente - Con questo comando è possibile cancellare tutte le
programmazioni effettuate fino a quel momento e re-impostare tutti i dati di
fabbrica sul Software. Scegliere questo co-
mando solo quando si vogliono programmare i
dati per un Nuovo Cliente. In alcuni casi è pos-
sibile che l’applicazione visualizzi la finestra ri-
portata qui a lato. Essa, infatti, appare quando il
software rileva la presenza di modifiche ai dati non ancora salvate. Premen-
do il pulsante Yes tali dati verranno salvati prima di passare alla fase Nuovo
Cliente.
Quando si seleziona questa voce viene
in ogni caso aperta la finestra riportata
qui a lato: essa permette di scegliere il
Tipo di Centrale e la revisione firmware
della stessa. Premere il pulsante “Cari-
ca” per leggere questi dati direttamente
dalla Centrale collegata.
Premere il pulsante “OK” per
confermare i dati oppure il pulsan-
te “Annulla” per annullarli.
F||e Ö ÖÖ ÖÖ 8a|va 6onf|guraz|one -
Questo comando è utile per salva-
re tutte le programmazioni relative
ad un Cliente. Lanciando questo
comando, appare una finestra si-
mile a quella riportata qui a lato
nella quale vanno inseriti i dati del
Cliente ed il suo Codice (se il
T|pod|Cer|(a|ee
(ev|s|ore F|(rWa(e
39
ŠŠ
Capitolo 3 - Programmazione da PC
Cliente era già presente in archivio, i vari campi verranno riempiti automati-
camente). Il pulsante “Cerca” consente di inserire automaticamente il pri-
mo Codice valido disponibile.
Quando si salva un Cliente già presente in archivio, ap-
pare la finestra riportata qui a lato. Cliccare su Yes per
sovrascrivere tutti i dati con quelli appena programmati
oppure No per annullare il salvataggio.
Impostando manualmente un Codice Cliente già pre-
sente in archivio, l’applicazione visualizzerà la finestra
di avvertimento riportata qui a lato.
F||eÖ ÖÖ ÖÖ8tampa- Utilizzare questo comando per stampare (sulla stampante
predefinita) tutti i parametri delle pagine selezionate con il segno di spunta 9 99 99.
Dopo l’esecuzione del comando tutti gli eventuali segni di spunta presenti
nella sezione “Gestione Pagine” saranno rimossi.
F||eÖ ÖÖ ÖÖEsc|- Utilizzare questo comando per chiudere l’applicazione.
Programmaz|oneÖ ÖÖ ÖÖ6ar|ca - Utilizzare questo comando per caricare dalla
Centrale collegata ed in un’unica soluzione, tutti i parametri di tutte le Pagi-
ne. Dopo l’esecuzione del comando tutti gli eventuali segni di spunta 9 99 99 nella
sezione “Gestione Pagine” saranno rimossi.
Programmaz|one Ö ÖÖ ÖÖ |nv|a - Utilizzare questo comando per inviare alla
Centrale collegata ed in un’unica soluzione, tutti i parametri di tutte le Pagi-
ne. Dopo l’esecuzione del comando tutti gli eventuali segni di spunta 9 99 99 nella
sezione “Gestione Pagine” saranno rimossi.
|mpostaz|on|Ö ÖÖ ÖÖLayout- Con questa voce è pos-
sibile visualizzare/nascondere le sezioni “Gestione
Pagine” e “Gestione Clienti”.
|mpostaz|on|Ö ÖÖ ÖÖPorteser|a||- Attraverso questa
voce si accede alla finestra (vedi figura) mediante
la quale si impostano le Porte COM del PC alle
quali collegarsi tramite un cavo RS232. È possibile
impostare due porte COM per collegare, ad esem-
pio, la Centrale su una ed il Modem sull’altra. È
possibile impostare anche il massimo numero di
tentativi di collegamento con il Modem (default =
5). In caso di trasmissioni difettose o disturbate è
possibile ridurre il numero di byte trasmessi impo-
stando un valore più basso rispetto a quello di de-
fault (che equivale a 64).
|mpostaz|on| Ö ÖÖ ÖÖL|ngua- Questo comando con-
sente, attraverso una finestra simile a quella ripor-
tata qui a lato, di scegliere la lingua per
l’applicazione. Cliccare sulla lingua desi-
derata e premere sul pulsante “OK”.
|mpostaz|on|Ö ÖÖ ÖÖ|mposta8tampa- In
questa finestra si impostano le strin-
6od|ce es|stente
6||ente es|stente
40 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
ghe di intestazione che appariranno su tutte le stampe. I campi vanno riempiti
con i dati dell’Installatore. Se lo si desidera, è possibile personalizzare ulte-
riormente le stampe con il logo dell’Installatore. Per fare questo è sufficente
cliccare sul pulsante “Logo” ed impostare il percorso (path) dove è presen-
te l’immagine Bitmap (quella con estensione .BMP).
ATTENZIONE - Una volta inserita l’immagine essa non deve essere rimossa
o spostata dall’Hard-Disk: in caso contrario non verrà più visualizzata.
|mpostaz|on| Ö ÖÖ ÖÖ6entra|e - Questo comando consente di scegliere il Tipo di
Centrale e la Revisione Firmware della stessa, come già descritto alla voce File
Ö Nuovo Cliente. Se dopo un comando “Invia” o “Carica”, i dati della Centrale
non rispecchiano fedelmente quelli impo-
stati in questa finestra, il software
visualizzerà il messaggio riportato qui a
lato: premere “Yes” per confermare il
comando “Invia” o “Carica” oppure “No” per annullarlo. In entrambi i casi,
però, il software sarà aggiornato automaticamente con i nuovi valori “Tipo di
Centrale” e “Revisione Firmware” rilevati sulla Centrale.
|mpostaz|on|Ö ÖÖ ÖÖ8tr|ngheL60- Questo comando consente, attraverso la fine-
stra riportata qui a lato, di sce-
gliere la Lingua per le Tastie-
re LCD (Vedi sezione “Lin-
gue disponibili sul softwa-
re”): dopo aver scelto la lin-
gua premere il pulsante “In-
via” (quello in basso a sinistra) per aggiornare la Centrale. Per le Centrali
della Serie 32 è disponibile una ulteriore sezione denominata “Lingue disponi-
bili sulla centrale” tramite la quale è possibile caricare (pulsante ‘Carica’) o
inviare (pulsante ‘Invia’) una delle 4 lingue residenti sulla scheda della Cen-
trale stessa. Premere il pulsante “OK” per chiudere questa finestra.
|mpostaz|on|Ö ÖÖ ÖÖTabe||ad|convers|one- Attraverso questa voce è possibile
impostare una diversa tabella di caratteri di Windows
TM
(es. Cirillico) o di mo-
dificarne una esistente per particolari esigenze.
6ontro||oÖ ÖÖ ÖÖ6entra|e- Selezionando questa voce verrà aperta una finestra
molto simile a quella riportata in Fig. 3.3: le differenze dipendono dal tipo di
Centrale cui si è collegati.
Questa finestra consente di effettuare, in tempo reale, quanto segue:
z Controllo dello Stato delle Aree
z Controllo dello Stato delle Zone
z Controllo dello Stato delle Uscite O.C. e dell’Uscita Allarme
z Visualizzazione di Guasti e Sabotaggi
z Comandi di Inserimento/Disinserimento Aree
z Comandi di Esclusione/Inclusione Zone
z Comandi di Attivazione/Disattivazione Uscite O.C.
z Comando di Reset Allarme o Reset Memorie di Allarme
z Comando di Reset Memorie di Allarme
41
ŠŠ
Capitolo 3 - Programmazione da PC
Per avere accesso ai comandi messi a disposizione dalla finestra ‘Controllo’,
è necessario che nella casella ‘Codice Utente Principale’ venga digitato un
Codice che sia abilitato sulle Aree verso le quali verranno inviati gli eventuali
comandi: in caso contrario, questi ultimi non avranno nessun effetto.
Di seguito, vengono descritte dettagliatamente tutte le sezioni della finestra
‘Controllo’.
Zone - Questa sezione mostra le seguenti informazioni per ogni Zona
gestita dalla Centrale:
N. - Numero di identificazione;
Descrizione - Descrizione;
Area - Aree di appartenenza;
All. - VERDE Ö Zona a Riposo, ROSSA Ö Zona in Allarme,
ROSSA LAMPEGGIANTE Ö Memoria di Allarme;
Sab. - VERDE Ö Zona a Riposo, GIALLA Ö Zona in Sabotaggio,
GIALLA LAMPEGGIANTE Ö Memoria di Sabotaggio;
Esc. - VERDE Ö Zona Inclusa, AMBRA Ö Zona Esclusa;
Per Escludere/Includere una Zona è sufficiente, dopo aver selezio-
nato la Zona con il tasto sinistro del mouse, cliccare col tasto destro
e selezionare l’opzione desiderata dopo la comparsa del menù Pop-
Up. Questo comando può essere inviato soltanto se la Zona è abilita-
ta su un’Area DISINSERITA.
Aree - Questa sezione mostra le seguenti informazioni per ogni Area ge-
stita dalla Centrale:
N. - Numero di identificazione;
Descrizione - Descrizione;
Fig. 3.3 - Pagina Controllo
42 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
All. - VERDE Ö Tutte le zone dell’Area a riposo, ROSSA Ö Area con
almeno una zona in Allarme;
Ins. - In questa colonna è riportata la modalità di inserimento secondo
quanto specificato nella Tabella 3.1;
Per Inserire/Disinserire un’Area (nelle varie modalità previste) è
sufficente, dopo aver selezionato l’Area con il tasto sinistro del mouse,
cliccare col tasto destro e selezionare l’opzione desiderata alla com-
parsa del menù Pop-Up.
Sabotaggi - In questa sezione viene visualizzata o meno la presenza di
eventuali Sabotaggi:
VERDE Ö Sabotaggio assente, ROSSA Ö Sabotaggio presente.
Guasti - In questa sezione viene visualizzata o meno la presenza di even-
tuali Guasti:
VERDE Ö Guasto assente, ROSSA Ö Guasto presente.
Uscite - In questa sezione vengono visualizzate le Uscite O.C. attive:
VERDE Ö Uscita non attiva, ROSSA Ö Uscita attiva.
Per Attivare/Disattivare un’Uscita è sufficiente, dopo aver selezionato
l’Uscita stessa con il tasto sinistro del mouse, cliccare col tasto destro e
selezionare l’opzione desiderata alla comparsa del menù Pop-Up. In ogni
caso possono essere attivate solo le Uscite che siano state programmate
con l’opzione “Comando Remoto” (Vedi paragrafo ‘Pagina Uscite’).
Memoria Sabotaggi e Sirena - La spia ‘Memoria Sabotaggi’ indica, se
ROSSA, che la Centrale ha subito almeno un Sabotaggio; la spia ‘Sirena’
indica, se ROSSA, che l’uscita di Allarme (o Uscita relè) è attiva.
Reset memorie di allarme o Reset allarmi - Attraverso la pressione
del pulsante è possibile resettare l’Allarme in corso oppure le memorie di
Allarme. Per maggiori informazioni consultare il paragrafo omonimo nel
MANUALE UTENTE.
Premere il pulsante Chiudi ( )per terminare la fase di Controllo e
chiudere la finestra omonima.
6ontro||o Ö ÖÖ ÖÖ Programmaz|one
6h|av|- Selezionando questa voce
verrà aperta una finestra simile a
quella riportata a lato attraverso la
quale è possibile programmare
Chiavi e Proxi-Card. Dopo aver
impostato le opzioni ed il Lettore da
utilizzare, inserire la Chiave nel
Lettore (o avvicinarla al PROXI-
Reader, operazione tra l’altro indi-
spensabile nel caso di utilizzo di PROXI-CARD): il lampeggio simultaneo dei
3 Led sul Lettore ed un beep sul PC segnala l’avvenuta programmazione
della Chiave (o della PROXI-CARD).
43
ŠŠ
Capitolo 3 - Programmazione da PC
HodemÖ ÖÖ ÖÖ6onness|one- Utilizzare questo comando per effettuare la con-
nessione via Modem con la centrale remota.
HodemÖ ÖÖ ÖÖ|mpostaz|one- Attraverso questa voce vengono impostati i dati
strettamente legati al tipo di Modem utilizzato per la connessione remota.
HodemÖ ÖÖ ÖÖAgganc|a- Questo comando chiude la connessione telefonica.
Per ulteriori informazioni riguardanti le voci di menù relative al Modem,
consultare il paragrafo “Programmazione con PC via Telefono” più
avanti in questo capitolo.
A|utoÖ ÖÖ ÖÖCu|da- Utilizzare questo comando per visualizzare il file della Guida
(Richiede Adobe
®
Acrobat
®
Reader

).
CoIore Descrizione
BIANCO Dispositivo assente (non configurato e non collegato).
ROSSO Dispositivo configurato in sabotaggio.
BLU Dispositivo collegato ma non configurato.
GIALLO Dispositivo configurato ma non presente.
VERDE Dispositivo configurato e regolarmente riconosciuto dalla Centrale.
6ontro||o Ö ÖÖ ÖÖ
6ontro||o 6onf|-
guraz|one- Sele-
zionando questa
voce verrà aperta
una finestra simi-
le a quella riporta-
ta a lato attraver-
so la quale è pos-
sibile controllare
la configurazione
dei dispositivi col-
legati alla Centra-
le.
Ogni dispositivo sarà visualizzato con un diverso colore il cui significato è ri-
portato nella tabella successiva:
44 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
All’uscita di fabbrica (o dopo un ripristino dei Dati di Fabbrica), nelle Centrali
vengono configurate automaticamente una o più tastiere secondo quanto specifi-
cato nel Manuale di Unità Centrale (alla Tabella 6.1 del Capitolo 6).
Tabella Tastiere
9 99 99 - Qualsiasi Tastiera riportata nella tabella può essere Abilitata/Disabilitata ri-
spettivamente inserendo o rimuovendo il segno di spunta con un semplice click
del mouse sulla colonna 9 99 99 relativa (vedi figura a lato).
N. - In questa colonna è riportato l’indirizzo della Tastiera (non editabile).
Descrizione - In questo campo può essere digitato un nome personalizzato
(massimo 16 caratteri) che permette di identificare meglio la Tastiera
Il numero fra parentesi visibile a fianco del Nome della Pagina indica il
numero totale delle Tastiere abilitate.
Abilitazioni Tastiera
Definisce su quali Aree è abilitata la tastiera evidenziata. Per Selezionare/Dese-
lezionare un’Area è sufficente un click del mouse: il segno di spunta 9 99 99 indica che
la tastiera evidenziata è abilitata su quell’Area.
Le Aree dalla 05 alla 08 sono selezionabili solo nei modelli della Serie 32.
Tipo di Tastiera
In questo campo va definito il “Tipo di Tastiera” (Vedi Capitolo 2). Per le tastiere
MIA, ALISON/S, ALISON/DVP e OMNIA/TAST-R selezionare la voce
“LCD”.
Pagina Tastiere
Fig. 3.4 - Pagina Tastiere
45
ŠŠ
Capitolo 3 - Programmazione da PC
Con l’utilizzo dei Lettori è possibile, unitamente ad un Attivatore, controllare in
maniera semplice ed immediata le funzioni di base della Centrale, ovvero:
„ Inserimento Globale
„ Inserimento Tipo A
„Inserimento Tipo B
„Disinserimento
„ Interruzione delle segnalazioni di Allarme relative alle Aree
Tabella Lettori
9 99 99 - Ciascun Lettore della tabella può essere Abilitato/Disabilitato rispettiva-
mente inserendo o rimuovendo il segno di spunta 9 99 99 con un semplice click del
mouse sulla prima colonna della tabella (vedi figura a lato).
N. - In questa colonna è riportato l’indirizzo del Lettore (non editabile).
Descrizione - In questo campo può essere digitato un nome personalizzato
(massimo 16 caratteri) che permette di identificare meglio il Lettore.
1 2 3 4 5 6 7 8 - Queste 8 colonne si riferiscono alle Aree gestibili dalla
Centrale, quindi in base al tipo di Centrale, le colonne dalla 5 alla 8 po-
trebbero non essere accessibili. Per ogni Lettore possono essere program-
mati 3 modi di Inserimento indipendenti per ciascuna Area.
ROSSO - Per Abilitare/Disabilitare il Lettore su una o più Aree fare click
sulle caselle relative (caselle rosse) come mostrato nella figura qui a lato. Il
segno di spunta 9 99 99 indicherà che il Lettore è abilitato su quell’Area. Quan-
do il LED ROSSO (sul Lettore) è acceso e si estrae l’Attivatore (o si
allontana la PROXI-CARD), tutte le Aree abilitate verranno inserite in
modalità Totale.
Pagina Lettori
Fig. 3.5 - Pagina Lettori
4ô Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
Tab. 3.1 - Opzioni di Inserimento Tipo A e B
Lettera Azione Descrizione
I Inserimento
L'Area corrispondente viene inserita in modo Totale, ovvero vengono
RILEVATI anche gli Allarmi delle Zone con attributo 'Interna'.
P Parziale
L'Area corrispondente viene inserita in modo Parziale, ovvero vengono
IGNORATI gli Allarmi delle Zone con attributo 'Interna'.
Z
Parziale con
Ritardo Zero
L'Area corrispondente viene inserita in modo Parziale ma con Tempo
d'Ingresso azzerato
D Disinserimento L'Area corrispondente viene disinserita
N Nessuna Azione L'Area corrispondente mantiene il proprio stato (Nessun cambiamento)
GIALLO - Indica le Aree da inserire in modalità A. Quando il LED GIALLO
sul Lettore è acceso e si estrae l’Attivatore (o si allontana la PROXI-
CARD), le Aree abilitate verranno Inserite o Disinserite in base alle opzioni
impostate: queste opzioni sono riportate in Tab. 3.1. Per la programmazione di
queste opzioni sono sufficienti ripetuti click del mouse sulla casella che interes-
sa (vedi figura a lato).
VERDE - Indica le Aree da inserire in modalità B. Il funzionamento è del tutto
simile al precedente ma per la programmazione vanno utilizzate le caselle ver-
di.
Il numero fra parentesi visibile a fianco del Nome della Pagina indica il nu-
mero totale dei Lettori abilitati.
Fig. 3.6 - Pagina Expander In/Out
47
ŠŠ
Capitolo 3 - Programmazione da PC
Pagina Espansioni Ingresso/Uscita
Alle Centrali della Serie 32 possono essere collegate fino a 4 Espansioni M-IN/
OUT programmate come Espansioni d'Ingresso o Espansioni d'Ingresso/Uscita, per
incrementare il numero delle zone (fino ad un massimo di 32), e fino a 2 Espansioni
M-IN/OUT programmate come Espansioni di Uscita o Espansioni d'Ingresso/Usci-
ta, per incrementare il numero delle uscite (fino ad un massimo di 16). Questa pagina
(Vedi Fig. 3.6) consente di indicare le espansioni collegate alla centrale.
L'Espansione M-IN/OUT viene vista come Espansione d'Ingresso e/o
Espansione di Uscita, in base a come viene programmata, come descrit-
to nel par. "Espansione M-IN/OUT" del cap. "INSTALLAZIONE". Se
l'Espansione M-IN/OUT è programmata come Espansione d'Ingresso e
di Uscita, deve essere messa in configurazione come Espansione d'In-
gresso e come Espansione di Uscita. Per esempio, Se ho programmato
una Espansione M-IN/OUT come Espansione d'Ingresso ed Espansione
di Uscita, e gli ho assegnato l'indirizzo n. 1, devo mettere in configurazio-
ne l'Espansione d'Ingresso n. 1 e l'Espansione di Uscita n. 1.
z 9 99 99 - Inserire o rimuovere un segno di spunta in queste colonne per abilitare o
disabilitare una o più espansioni.
Quando si abilita una o più Espansioni, le pagine “Zone” oppure “Usci-
te” saranno aggiornate automaticamente con il giusto numero di In-
gressi o Uscite O.C.
z N. - In queste colonne sono visualizzati gli indirizzi (non editabili) delle Espansioni.
z Descrizione - In queste colonne è riportato il nome del dispositivo (persona-
lizzabile fino ad un massimo di 16 caratteri).
Nelle Centrali diverse dalla Serie 32, anche se visualizzate dal software, le
Espansioni non possono essere abilitate perché non gestibili.
Il numero fra parentesi visibile a fianco del Nome della Pagina indica il nu-
mero totale delle Espansioni abilitate (sia di Ingresso che di Uscita)
Pagina Ricevitore
Questa pagina permette unicamente di im-
postare il Tipo di Ricevitore utilizzato. Le
scelte possibili sono due: VRX32-433 op-
pure Vector/RX8.
Il ricevitore VRX32-433 gestisce solo 8 Zone Via Radio. Se questo ricevito-
re viene utilizzato su una Centrale Kyo16D oppure su una della serie Kyo32,
solo le zone dalla n. 9 alla n. 16 possono essere programmate come “Via
Radio”.
48 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
In Fig. 3.7 è illustrata la Pagina Zone: di seguito viene riportata la descrizione dei para-
metri e delle opzioni presenti nella stessa.
Tabella Zone
N. - Mostra il Numero di Identificazione della Zona il quale viene usato in tutti
quei casi in cui non è possibile utilizzare la sua Descrizione per esteso.
Se un'Espansione M-IN/OUT viene messa in configurazione come Espan-
sione a 4 Zone + Espansione a 2 Uscite, saranno utilizzabili solo le Zone
corrispondenti ai morsetti L3, L4, L5 ed L6; se viene messa in configura-
zione come Espansione a 4 Uscite + Espansione a 2 Zone, saranno utilizzabili
solo le Zone corrispondenti ai morsetti L6 ed L7.
Posizione - In questa colonna è riportato un campo non editabile che indica il
dispositivo sul quale si trova la zona.
Descrizione - È un campo editabile (massimo 16 caratteri) che permette di
assegnare ad ogni Zona un nome che verrà utilizzato in qualsiasi altra parte del
programma per identificare meglio la Zona.
Mor. - Indica il nome del morsetto riportato sulla scheda PCB della centrale.
Le sigle L1, L2, ..., L6 delle Espansioni M-IN/OUT programmate come Espan-
sioni d'Ingresso, corrispondono, rispettivamente ai morsetti T1, T2, ..., T3.
N° Seriale - Se la zona è di tipo “Via Radio”, in questo campo deve essere
digitato il Numero Seriale Elettronico (ESN) del Dispositivo Via Radio. L’ESN è
formato da 6 cifre alfanumeriche. Questo numero è riportato generalmente nel-
l’etichetta posta sul fondo del dispositivo stesso.
Pagina Zone
Fig. 3.7 - Pagina Zone
49
ŠŠ
Capitolo 3 - Programmazione da PC
Per impostare i parametri di una zona è necessario:
1. evidenziare con un click del mouse, la zona per la quale impostare i parametri,
2. impostare i diversi parametri descritti di seguito: essi saranno riferiti solo alla
zona evidenziata in quel momento.
Tipo
Nel proseguo di questo paragrafo, quando si fa riferimento ad una zona, si
presuppone che questa non sia stata esclusa. Una zona esclusa, infatti, non
può generare un evento di Allarme.
Tra parentesi (...) i nomi delle opzioni che appaionoi sul display di una tasteira LCD.
z Immediata (Immed.) - Ad Area inserita, la violazione della zona provoca
immediatamente un allarme.
z Ritardata (Ritard.) - Una volta inserita l’Area cui appartiene la zona, que-
st’ultima può essere violata durante tutto il Tempo di Uscita senza provocare
allarme. Se la zona viene violata ad Area già inserita (ovvero dopo che è
trascorso il tempo di Uscita), viene generato un evento di Preallarme che per-
dura per tutto il Tempo di Ingresso trascorso il quale, se l’Area a cui appartie-
ne quella zona non si disinserisce, viene generato un evento di allarme.
z Percorso (Percorso) - La zona programmata con questo parametro genera
immediatamente un allarme se viene violata prima di tutte le altre. Una zona
con questo attributo non genera allarme durante i tempi di Ingresso e di Uscita.
z 24 h (24 Ore) - Una linea programmata come ‘24h’ è sempre attiva, indi-
pendentemente dallo stato di inserimento dell’Area cui appartiene. La sua
violazione genera un allarme immediato.
z Panico (Panico) - La zona è impostata automaticamente come ‘24h’ con
attributo ‘Silenziosa’. Se violata, viene attivato solo il Comunicatore Telefo-
nico (se opportunamente programmato). Generalmente alla zona di tipo Pa-
nico viene collegato un Pulsante Antirapina.
z Incendio (Incendio) - La zona è impostata automaticamente come 24h, N.A.
(Normalmente Aperta). Ad essa possono essere collegati i sensori antincendio.
z Commutazione (Commutaz) - La zona programmata come
Commutazione è definita “Zona di Comando”. La sua violazione produce
una commutazione immediata delle Aree a cui appartiene (da Inserimento
Totale a Disinserimento e viceversa).
z Inserimento (Inserim.) - Anche la zona programmata come Inserimento è
definita “Zona di Comando”. La sua violazione produce un inserimento im-
mediato delle Aree a cui appartiene.
Per le “Zone di Comando” non è possibile impostare nessun Attributo (vedi
paragrafo “Attributi”).
A Al fine di garantire la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA,
una Zona di Comando deve essere vincolata all’utilizzo di un eventuale
organo di comando con il medesimo Livello di Prestazione della Centrale
con scheda di decodifica allocata internamente a quest’ultima.
50 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
Bilanciamento
z Doppio Bilanciamento (DBIL) - A riposo, la zona deve essere collegata a
massa con due resistenze da 10Kohm poste in parallelo (nella Kyo16D le
resistenze sono da 1,2Kohm). Se una di queste due resistenze viene a man-
care, la centrale genera un allarme di zona: in tutti gli altri casi (Zona aperta
oppure in corto) la centrale genera un evento di Sabotaggio. Questo tipo di
bilanciamento consente di rilevare, tramite due soli fili, sia l’apertura del con-
tatto di allarme che di quello di antisabotaggio dei sensori collegati.
z Bilanciato 10K (BIL) - Bilanciato 1k2 nelle centrali Kyo16D - A ripo-
so, la zona deve essere collegata a massa con una resistenza da 10Kohm
(1,2 Kohm nelle centrali Kyo16D). Nel caso di zona impostata con attributo
“Inerziali” o “Tapparella” tale resistenza deve essere da 1,5Kohm
(600ohm nelle centrali Kyo16D). Se questa resistenza viene cortocircuitata,
la centrale genera un allarme di Sabotaggio: viceversa, se la resistenza viene
a mancare (Zona Aperta o Violata) la centrale genera un evento di Allarme.
z Normalmente Chiuso (NC) - A riposo, la zona deve risultare collegata a
massa. La sua apertura (Zona Aperta o Appesa) viene considerata come
una violazione.
A Programmando le zone come Normalmente Chiuse, il Livello di Pre-
stazione della Centrale viene declassato dal II al I livello in quanto le
zone stesse non sono protette contro il cortocircuito.
z Normalmente Aperto (NA) - A riposo, la zona deve risultare appesa (Zona
Aperta). La sua chiusura verso massa viene considerata come una violazio-
ne. Questo bilanciamento è utile per il collegamento dei sensori d’incendio.
A Programmando le zone come Normalmente Aperte, decade la
certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA della Centrale in quanto
le zone stesse non sono protette contro il taglio dei fili.
z Zona Doppia (Solo KYO16D) - Questo tipo di bilanciamento viene utilizzato
per raddoppiare la zona. In tal modo ogni morsetto di Linea (da L1 a L6) può
gestire due diversi dispositivi (ad esempio, 2 sensori oppure un sensore ed un
contatto) e la centrale è in grado di riconoscere l’uno o l’altro in caso di allarme.
z Zona Doppia con resistenza di fine linea (Solo KYO16D) -
Bilanciamento utilizzato come il precedente, ma che consente l’inserimento
di una resistenza di fine linea 1,2 Kohm.
Attributi
z Non Escludibile (Non Esc.) - Una Zona programmata con questo attributo
non può essere esclusa.
z Campanello (Campan.) - Se l’Area cui appartiene la zona è disinserita, la
sua violazione attiverà le Uscite programmate come ‘Campanello’ (quelle
abilitate sull’Area cui la Zona appartiene): inoltre alla violazione di questa
zona, verrà emessa un’unica serie di beep dai Lettori PROXI e dalle Tastiere
se è stata abilitata rispettivamente l’opzione “Campanello su proxy” e “Cam-
panello su tastiera” (Vedi ‘Pagina Opzioni’). Se l’Area è inserita, la zona
funziona normalmente.
51
ŠŠ
Capitolo 3 - Programmazione da PC
z Prova (Prova) - Con questo attributo, la zona funziona normalmente, ma la
sua violazione non attiverà né i dispositivi di segnalazione ottico-acustici né il
Comunicatore. La condizione di violazione verrà registrata solo sul Registro
degli Eventi. Una Zona con questo attributo funziona sempre come “Imme-
diata” anche se è stata programmata come “Ritardata”.
z Silenziosa (Silenz.) - La violazione di una zona ‘Silenziosa’ non attiva i
Dispositivi ottico-acustici di Allarme ma solo il Comunicatore Telefonico. La
violazione di una zona ‘Silenziosa’ non attiva nessuna segnalazione sulla/e
tastiera/e.
z Interna (Interna) - La zona con questo attributo viene esclusa quando
l’Area cui appartiene viene inserita in modo ‘Parziale’ (P) o ‘Parziale a Ri-
tardo 0’ (Z).
z Inerziali (Inerz.) - Una zona con questo attributo va utilizzata per il collega-
mento con i sensori inerziali. Per la regolazione della sensibilità sono previsti
due cursori di regolazione presenti nella sezione ‘Sensibilità Inerziali’.
T TT TT Cursore Sensibilità: imposta la sensibilità di un singolo impulso del sen-
sore da un minimo di 20 (100 ms) ad un massimo di 1 (5 ms).
T TT TT Cursore Impulsi: imposta il numero minimo di impulsi di piccola entità
che la Zona deve rilevare affinché venga violata. Se questo cursore viene
posizionato sul valore 0 (zero), la relativa zona è insensibile agli impulsi di
piccola entità e riconosce solo gli impulsi violenti.
Ad esempio, si supponga di impostare una zona con sensibilità 10 ed
impulsi 5. La zona risulterà violata quando:
a) con un singolo impulso, viene superata la soglia di sensibilità 10,
b) vengono rilevati almeno 5 impulsi di bassa sensibilità entro 30 secondi.
NOTA - Quando una Zona con attributo Inerziali è programmata con
Bilanciamento N.C. (Normalmente Chiuso), il sabotaggio contro il ta-
glio cavi sulla stessa viene ignorato.
z Tapparella (Tappar.) - La zona con questo attributo viene usata per il colle-
gamento degli appositi sensori per tapparelle. Per la regolazione della sensi-
bilità sono previsti due cursori di regolazione presenti nella sezione
‘Tapparella’.
T TT TTCursore Impulsi - In questa sezione si impostano gli impulsi (da 1 a 5)
che il sensore deve generare durante il periodo programmato affinché la zona
vada in allarme. Il periodo va impostato con il cursore ‘Tempo’.
T TT TTCursore Tempo - In questa sezione va programmato il periodo durante
il quale deve essere generato il numero di impulsi impostato nella sezione
‘Impulsi’ affinché la zona vada in allarme. Se il numero di impulsi generati
durante un periodo è inferiore a quelli impostati, quest’ultimi verranno resetta-
ti con decremento unitario per ogni spazio temporale programmato.
Ad esempio, si supponga di impostare una zona con 4 impulsi e tempo 2
minuti. Se il sensore genera 4 impulsi nell’arco di 2 minuti la zona va in
allarme.
52 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
Se il sensore genera 3 impulsi nell’arco di 2 minuti, la zona non va in
allarme ed ogni 2 minuti il valore degli impulsi memorizzati decrementa
di uno. In questo esempio, dunque, i 3 impulsi saranno resettati nell’ar-
co di 3 x 2 minuti, cioè in 6 minuti.
Se viene impostato il valore ‘sempre’, il numero di impulsi ricevuti dalla zona,
se inferiori a quelli impostati, rimangono in memoria per un tempo indefinito.
In ogni caso, comunque, ad ogni disinserimento della Centrale corrisponde un
Reset automatico degli impulsi eventualmente memorizzati.
NOTA - Quando una Zona con attributo Tapparella è programmata con
Bilanciamento N.C. (Normalmente Chiuso), l’antisabotaggio sulla stes-
sa viene ignorato.
Gli attributi ‘Inerziali’ e ‘Tapparelle’ possono essere impostati solo sulle
prime 6 zone della Centrale (da L1 a L6) oppure sulle prime 2 zone
della centrale Kyo16D.
z Via Radio (ViaRadio) - (Solo per i modelli predisposti). Con questo attributo
si imposta una zona come “Via Radio”. Per fare questo occorre aver colle-
gato il dispositivo VRX32-433 o Vector/RX8 alla Centrale ed averlo preven-
tivamente abilitato (Vedi Pagina “Opzioni” più avanti in questo capitolo). Per
ogni zona Via Radio deve essere impostato, nell’apposita colonna, il Numero
Seriale Elettronico (ESN) del Dispositivo Via Radio utilizzato. Quando si
imposta una Zona come Via Radio, è possibile abilitarne o meno la Supervi-
sione (vedi attributo “Supervisione”). Per diversificarne la visualizzazione,
le Zone Via Radio sono riportate con caratteri in rosso.
IMPORTANTE - Quando si sostituiscono le batterie di un Dispositivo
Via Radio, può capitare che il guasto “Batteria Bassa” permanga an-
che dopo la sostituzione delle pile stesse: in tal caso è opportuno rimuo-
vere l’attributo ‘Via Radio’ dalla zona e successivamente,
riprogrammare la stessa con l’attributo ‘Via Radio’.
z Supervisione (Superv.) - Selezionare questa opzione per supervisionare il
Dispositivo Via Radio collegato alla Zona. In questo modo, il Ricevitore Ra-
dio effettua costantemente il controllo del Dispositivo “collegato” sulla Zona
ad intervalli regolari (vedi “Tempo di Supervisione” nella Pagina Aree). Se
alla scadenza di un determinato intervallo, il Dispositivo Via Radio non ri-
sponde, quest’ultimo si considera scomparso: in tal caso la Centrale genera
l’evento programmabile “Scomparsa Dispositivo”.
A Al fine di garantire la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZ-
ZA, l'opzione ‘Supervisione’ deve essere abilitata per TUTTE le Zone
via Radio e il Tempo di Supervisione (vedere "Tempo di Supervisione
via radio" nella pagina Aree) deve essere impostato a 2 ore e 30 minuti.
Sul Registro degli Eventi viene indicato anche il Numero della Zona che
ha provocato l’evento.
z Doppio Impulso (Doppio I) - La zona con questo attributo genera un allar-
me solo se viene violata 2 volte entro un tempo programmabile da 0 a 250
secondi (Vedi sezione Doppio Impulso).
53
ŠŠ
Capitolo 3 - Programmazione da PC
z Or (Or) - La zona con questo attributo, se violata, genera un allarme se
anche una sola delle Partizioni cui appartiene è inserita.
z And (And) - La zona con questo attributo, se violata, genera un allarme solo
se vengono violate TUTTE le altre zone ‘And’ appartenenti alla stessa Area
entro un tempo programmato (Vedi ‘T.And Zone’ nella Pagina Aree).
Cicli
La Zona segnala la condizione di allarme per il numero di volte indicato in questa
sezione, dopodiché essa viene esclusa dall’analisi.
z Ripetitivo (RP) - La zona può generare l’evento Allarme Zona per un nu-
mero illimitato di volte.
z Cicli (Cicli) - Imposta il numero massimo di cicli di Allarme (0-14) che può
generare la Zona. Se viene impostato il valore zero, la zona non genererà mai
l’evento ‘Allarme Zona’. Il conteggio dei Cicli viene azzerato ad ogni Inseri-
mento.
N. B. - Le zone che rimangono permanentemente in allarme (ad esem-
pio, per un guasto) provocano comunque un solo ciclo di allarme come
espressamente richiesto dalle Norme CEI 79/2.
Doppio Impulso
In questa sezione si programma il tempo di Doppio Impulso (da 0 a 250 s.).
Area
Permette di assegnare la zona ad una o più Aree di appartenenza: in questo modo
la Zona genera un allarme se tutte le Aree cui appartiene sono inserite.
54 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
In Fig. 3.8 è illustrata la Pagina Uscite attraverso la quale è possibile program-
mare le Uscite O.C. gestibili dalla centrale.
A Al fine di garantire la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA, le
Uscite usate per attivare dispositivi di allarme, tipo sirene, NON devono
essere Bistabili.
Tabella Uscite
N. - Mostra il Numero di Identificazione dell’Uscita O.C. il quale viene usato
in tutti quei casi in cui non è possibile utilizzare la sua Descrizione per esteso.
Posizione - Indica il dispositivo sul quale si trova l’Uscita O.C.
Mor. - Indica il nome del morsetto riportato sulla scheda PCB della centrale.
Descrizione - È un campo editabile (massimo 16 caratteri) che permette di
assegnare ad ogni Uscita O.C. un nome che verrà utilizzato in qualsiasi altra
parte del programma per identificarla meglio
Per impostare i parametri di una Uscita O.C. è necessario:
1. evidenziare con un click del mouse, l’Uscita per la quale impostare i parametri,
2. impostare i diversi parametri descritti di seguito: essi saranno riferiti solo
all’Uscita selezionata in quel momento.
Fig. 3.8 - Pagina Uscite
Pagina Uscite
55
ŠŠ
Capitolo 3 - Programmazione da PC
Attributi
In questa sezione va programmato lo stato dell’Uscita a riposo: N.A. (Normal-
mente Aperta) oppure N.C. (Normalmente Chiusa).
Tempi Monostabile
In questa sezione si programmano i Tempi di ON e di OFF per le Uscite impo-
state con il segnale ‘Monostabile’. I valori vanno da un minimo di 0 ad un massi-
mo di 250 secondi.
Per selezionare questa funzione, cliccare nella casella ‘Monostabile’ in modo
tale che la stessa risulti selezionata con un segno di spunta.
z Il Tempo di ON è il tempo in cui l’uscita rimane attivata.
z Il Tempo di OFF è il tempo in cui l’Uscita torna e rimane forzatamente a
riposo dopo il Tempo di ON.
Se dopo il Tempo di OFF, l’evento che ha attivato l’Uscita è ancora presente,
l’Uscita stessa non viene riattivata in quanto è presupposto essenziale che l’evento
che ha provocato l’attivazione venga rimosso prima di poter riattivare un’Uscita.
Segnali
NOTA - In questo paragrafo, le condizioni descritte per il ripristino fanno
riferimento alle Uscite NON programmate con il segnale ‘Monostabile’.
Diversamente, dove possibile, le Uscite torneranno a riposo dopo il Tempo
di ON (vedi segnale ‘Monostabile’ e relativa tabella)
Tra parentesi è riportato il nome della voce così come appare sul display
LCD quando si entra nel Menù Installatore.
Si tenga presente che una o più delle seguenti voci potrebbero essere non
attive: questo dipende principalmente dal tipo di centrale utilizzata e da
impostazioni
z Inserimento Totale (Ins.Tot.) - L’Uscita è attiva quando è inserita in mo-
dalità TOTALE almeno una delle Aree cui l’Uscita stessa appartiene.
z Aree Disinserite (Disins.) - L’Uscita è attiva quando è disinserita almeno
una delle Aree cui l’Uscita stessa appartiene.
z Guasto (Guasto) - L’Uscita è attiva quando è presente almeno un guasto
(vedi paragrafo ‘Pagina Impostazione Eventi’) tranne ‘Assenza Linea Te-
lefonica’. Un’Uscita programmata con questo segnale non può essere pro-
grammata come ‘Monostabile’ per cui soltanto rimuovendo le cause di tutti i
guasti, l’Uscita torna a riposo.
z Memoria Allarme (Mem.All.) - L’Uscita è attiva se è stato memorizzato
almeno un allarme. Effettuare un ‘Ripristino delle Memorie di Allarme’
per riportare a riposo l’Uscita.
z Tempo di Uscita (T.Uscita) - L’Uscita è attiva solo durante tutto il Tempo
di Uscita.
5ô Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
z Tempo d’Ingresso (T. Ingr.) - L’Uscita è attiva solo durante tutto il Tem-
po di Entrata.
z Campanello (Campan.) - L’Uscita si attiva ogni volta che viene violata una
Zona con attributo ‘Campanello’ appartenente ad un’Area disinserita. Que-
sto segnale può essere programmato solo sulle Uscite ‘Monostabili’.
z Preavviso (Preavv.) - L’Uscita è attiva durante tutto il Tempo di Preavvi-
so.
z Assenza Linea Telefonica (Linea T.) - L’Uscita si attiva quando è pre-
sente un guasto sulla Linea Telefonica e rimane attiva per 15 minuti. L’Usci-
ta verrà ripristinata se allo scadere dei 15 minuti non esiste più lo stato di
Guasto altrimenti rimane attiva per altri 15 minuti e così via.
z Reset incendio (Incendio) - L’Uscita si attiva in modalità
MONOSTABILE nel momento in cui viene effettuato il Ripristino delle me-
morie di allarme con un Codice e una Tastiera abilitati su almeno un’Area
alla quale l’Uscita appartiene. Se l’Uscita viene programmata come N.C.,
può essere utilizzata come negativo per l’alimentazione dei sensori
antincendio. Infatti, il negativo verrà a mancare per un tempo pari al ‘Tempo
di Monostabile’ (Vedi Pagina Uscite) ogni volta che si effettua il ‘Ripristino
delle Memorie di Allarme’ permettendo così il ripristino dei sensori
antincendio.
z Allarme (All. 1) - L’Uscita è attiva quando è in allarme almeno una delle
Aree. L’Uscita si ripristina automaticamente alla fine del ciclo di Allarme.
z Comando remoto (Com. Rem.) - Se la Centrale ha il Risponditore abilita-
to, questo evento si verifica su comando esplicito dell’utente via telefono. È
possibile utilizzare questo segnale per attivare/disattivare via telefono
un’Uscita O.C.. L’Uscita O.C. attivata da remoto può anche essere ripristi-
nata effettuando un ‘Ripristino delle Memorie di Allarme’. Per ulteriori
dettagli consultare il Manuale Utente.
z Negligenza (Neglig.) - L’Uscita si attiva quando la Centrale genera l’even-
to di Negligenza. Effettuare un ‘Ripristino delle Memorie di Allarme’ da
tastiera per ripristinare l’Uscita.
z Monostabile (Monosta.) - Le Uscite impostate con questo segnale, se
attivate, rimangono attive per tutto il Tempo di ON trascorso il quale si
disattivano forzatamente per tutto il Tempo di OFF. La selezione o meno di
questo attributo influenza in maniera determinante l’abilitazione o meno di
tutti gli altri segnali secondo quanto descritto nella tabella
“MONOSTABILE”.
I segnali riportati nella terza riga, se programmati NON Monostabili,
disattivano l’Uscita solo quando ne vengono rimosse le cause (in modo auto-
matico o tramite l’intervento dell’utente).
Ad esempio, il segnale “Tempo di Ingresso” attiva l’uscita solo per tutto il
tempo di ingresso per poi ritornare automaticamente a riposo.
Nel caso, invece, che un’Uscita venga attivata, ad esempio, con un segnale
di tipo “Sabotaggio...”, è necessario rimuovere la/le causa/e del sabotaggio
per poter riportare l’Uscita a riposo.
57
ŠŠ
Capitolo 3 - Programmazione da PC
z Codice Valido (Codice) - L’Uscita si attiva quando la Centrale riconosce
l’uso di un Codice Valido. Questo segnale può essere programmato solo sulle
Uscite ‘Monostabili’.
z Segnalazione sonora (Squawk) - L’Uscita si attiva quando la Centrale
viene inserita per mezzo di una Zona di Comando oppure attraverso un Co-
mando Remoto. Questo segnale può essere programmato solo sulle Uscite
‘Monostabili’.
z Telefonata Fallita (T. Fall.) - Si verifica quando una chiamata telefonica
non va a buon fine. Per ripristinare l’Uscita eseguire una delle seguenti azio-
ni:
a) Effettuare la lettura del Registro degli Eventi mediante una tastiera LCD
b) Entrare in visualizzazione Guasti mediante una Tastiera a LED.
z Inattività (Inattiv.) - L’Uscita si attiva quando la Centrale genera l’evento
di Inattività. Effettuare un ‘Ripristino delle Memorie di Allarme’ da tastie-
ra per ripristinare l’Uscita.
z Allarme Silenzioso (Silent) - L’uscita è attiva se l’Allarme è stato genera-
to da una Zona dell’Area programmata con i seguenti parametri:
a) Tipo ‘Panico’, b) Attributo ‘Silenziosa’ oppure
c) Se l’Allarme è stato generato mediante un Codice di tipo ‘Panico’.
Questo segnale può essere programmato solo sulle Uscite ‘Monostabili’.
z Non pronto all’inserimento Parziale (N.P.Parz.) - L’uscita è attiva se la
Centrale non è pronta per un inserimento di tipo Parziale (P). Se l’opzione
numero 52 è selezionata (vedi ‘Pagina Opzioni’), l’uscita è attiva anche
quando la Centrale non è pronta per un inserimento Parziale a Ritardo 0 (Z).
z Non pronto all’inserimento Totale (N.P.Tot.) - L’uscita è attiva se la
Centrale non è pronta per un inserimento di tipo Totale (I).
Tabella MONOSTABILE
Tipo Segnali
SOLO
Monostabili
Campanello
Reset Incendio
Segnalazione Sonora
Allarme silenzioso
Telefonata fallita
Chiave Valida
Codice Valido
Supertasto 2
Supertasto 2 sulla Radiochiave
NON
Monostabili
(Bistabili}
Guasto
Allarme
Comando Remoto
Non pronto ins. Parziale
Non pronto ins. Totale
Ripristino se a riposo
Entrambi
Inserimento totale
Aree Disinserite
Memoria allarme
Tempo di Uscita
Tempo di Ingresso
Preavviso
Negligenza
Ins. in modalità Parziale
Assenza Linea Telefonica
Inattività
Chiave Falsa
Sabotaggio Zona
Sabotaggio Sistema
Sabotaggio BPI
Scomparsa BPI
58 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
z Inserimento in modalità Parziale (Ins.Parz.) - L’Uscita è attiva quando è
inserita in modalità Parziale (‘P’ oppure ‘Z’) almeno una delle Aree cui
l’Uscita stessa appartiene.
z Allarme e Sabotaggio con ripristino se a riposo (All. 2) - L’Uscita è
attiva quando è in allarme almeno una delle Aree. Verrà ripristinata dopo la
fine del ciclo quando l’Area non ha più zone in allarme oppure al
Disinserimento.
z Chiave Falsa (Ch.Falsa) - L’Uscita è attiva durante l’utilizzo di una Chiave
Falsa. Per ripristinare l’Uscita è necessario rimuovere la Chiave Falsa.
z Sabotaggio Zona (Sab.Zona) - L’Uscita è attiva durante tutto il ciclo di
Allarme generato da un evento di Sabotaggio sulla Zona.
z Sabotaggio Sistema (Sab.Sist) - Si verifica nel momento in cui viene viola-
ta la Linea Antisabotaggio 24h oppure viene aperta la Centrale. L’Uscita
verrà ripristinata automaticamente al termine del ciclo di Allarme.
z Sabotaggio BPI (Sab. BPI) - Si verifica quando viene rilevato almeno un
sabotaggio su una tastiera BPI, un PROXI oppure un Expander ovvero du-
rante la rimozione non autorizzata dei relativi coperchi. L’uscita verrà ripri-
stinata automaticamente al termine del ciclo di allarme.
z Chiave Valida (Chiave) - Questo segnale può essere programmato solo
sulle Uscite ‘Monostabili’ per cui quando la Centrale riconosce una Chiave
(o Attivatore) valido, l’uscita rimane attiva durante tutto il Tempo di ON.
z Scomparsa BPI (Scomp.) - L’Uscita si attiva quando la centrale rileva la
mancanza di un dispositivo BPI che era regolarmente configurato.
z Super Tasto 2 (Tasto 2) - L’Uscita si attiva quando viene utilizzata la fun-
zione “Supertasto 2” sulle Tastiere. Questo segnale può essere programmato
solo sulle Uscite ‘Monostabili’.
z Super Tasto sulla chiave wireless (T2 Radio) - L’Uscita si attiva quando
viene utilizzata la funzione “Supertasto 2” sulle Radiochiavi. Questo segnale
può essere programmato solo sulle Uscite ‘Monostabili’.
Area
Permette di assegnare l’Uscita ad una o più Aree di appartenenza. L’Uscita sarà
così attivata quando il segnale programmato è generato da almeno un’Area alla
quale appartiene l’Uscita.
Se il Segnale programmato è generato dalla centrale (ad esempio, ‘Gua-
sto’) l’assegnazione dell’Area è ininfluente e l’Uscita viene comunque atti-
vata. Per tutti gli altri segnali l’Uscita sarà attivata solo se il Segnale viene
generato da almeno un’Area alla quale l’Uscita stessa appartiene.
59
ŠŠ
Capitolo 3 - Programmazione da PC
Pagina Aree
In Fig. 3.9 è illustrata la Pagina Aree attraverso la quale è possibile programmare
le varie temporizzazioni delle Aree.
Tabella Aree
N. - Mostra il Numero di Identificazione dell’Area il quale viene usato in tutti
quei casi in cui non è possibile utilizzare la sua Descrizione per esteso.
Descrizione - È un campo editabile (massimo 16 caratteri) che permette di
assegnare ad ogni Area un nome che verrà utilizzato in qualsiasi altra parte del
programma per identificare meglio quell’Area.
T. Usc. - Ad Area inserita, è possibile violare le Zone di tipo ‘Ritardata’ per la
durata di questo tempo senza provocare allarme. Il Tempo di Uscita è espresso in
secondi. Esso inizia dall’inserimento dell’Area ed è segnalato:
„ Dall’attivazione delle Uscite O.C. programmate con il segnale ‘Tempo di
Uscita’ relativo all’Area violata
„ Da una serie di beep emessi ad intervalli di un secondo da tutte le Tastiere
(non silenziate) abilitate sull’Area inserita
„ Da una serie di duplici beep emessi ad intervalli di un secondo dai Lettori
PROXI abilitati sull’Area inserita se l’opzione “Abilitazione campanello su
Proxy” è selezionata (vedi “Pagina Opzioni”)
Fig. 3.9 - Pagina Aree
ô0 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
T. Ingr. - Determina la durata, espressa in secondi, del Preallarme generato
quando viene violata una zona del tipo ‘Ritardata’ assegnata a quell’Area. Il
Tempo di Ingresso è segnalato:
„ Dall’attivazione delle Uscite O.C. programmate con l’attributo ‘Tempo di
Ingresso’ relativo all’Area violata
„ Da una serie di beep veloci emessi sia dalle Tastiere (non silenziate) abili-
tate sull’Area inserita sia dai Lettori PROXI anch’essi abilitati sull’Area in-
serita se l’opzione “Abilita buzzer su Proxy Reader” è selezionata (vedi “Pa-
gina Opzioni”)
T. Pre. - Questo tempo, espresso in minuti, indica con quale anticipo viene atti-
vato il segnale ‘Preavviso’ relativo a quell’Area.
Esempio: il programmatore orario deve inserire l’Area 1 alle 17:30 e viene
programmato un Tempo di Preavviso di 15 minuti. Alle 17:15, quindi, si
attiverà il segnale ‘Preavviso’ che può attivare una delle Uscite O.C.
Il segnale ‘Preavviso’ termina nel momento in cui si inserisce l’Area relativa
oppure nel momento in cui viene richiesto lo straordinario.
T. And Zone - Questo valore, programmabile da un minimo di 0 ad un massimo
di 945 secondi (impostabile a passi di 15 secondi: la cifra immessa sarà automa-
ticamente arrotondata ad un multiplo di 15), indica il tempo entro il quale 2 o più
Zone di tipo AND devono essere violate affinché si abbia un Allarme.
A Al fine di garantire la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZ-
ZA, il valore programmato per il tempo T. And Zone deve essere mag-
giore o uguale a 30 secondi.
T. And Code - Questo valore, programmabile da un minimo di 0 ad un massimo
di 250 secondi, indica il tempo entro il quale è necessario utilizzare due o più
Codici di tipo AND per poter disinserire la Centrale.
Tempi
z zz zz Tempo di Ronda - Questo parametro determina il tempo dopo il quale ven-
gono reinserite le Aree precedentemente disinserite con un codice di tipo
‘Ronda’. Il Tempo di Ronda è programmabile tra 0 e 63 minuti e vale per
tutte le Aree.
z zz zz Tempo di Allarme - Questo parametro determina la durata del ciclo di al-
larme. Il tempo di Allarme è programmabile tra 0 e 63 minuti.
Impostando a 0 (zero) il ‘Tempo di Allarme’, le uscite di allarme (es. la
sirena) non verranno attivate: per il resto rimane tutto invariato (es.
memorizzazione dell’evento sul Registro).
z zz zz Tempo di Supervisione via radio - Questo parametro determina l’inter-
vallo di tempo che intercorre tra una Supervisione del Dispositivo Via Radio
e la successiva. Il Tempo di Supervisione è impostabile tra 120 e 1440 minuti,
a passi di 15 minuti. Per impostare il valore utilizzare il mouse o i tasti freccia
ô1
ŠŠ
Capitolo 3 - Programmazione da PC
e sulla tastiera del PC. Questa casella è attiva solo se è stata abilitata
l’opzione “Abilitazione ricevitore Via Radio” nella Pagina Opzioni.
A Al fine di garantire la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZ-
ZA, il Tempo di Supervisione via radio deve essere impostato a 2 ore e
30 minuti e l'opzione ‘Supervisione’ (vedi “Attributi” nella pagina
Zone) deve essere abilitata per TUTTE le Zone via Radio.
Inattività (Allarme)
z zz zz Tempo di Inattività - Questo parametro determina il tempo massimo in cui
l’Area deve rilevare almeno una violazione su una delle sue zone. Trascorso
questo tempo senza che la Centrale abbia rilevato violazioni, viene generato
l’evento ‘Inattività Area n.’. Il Tempo di Inattività va espresso in ore con
valori da 0 a 99.
z zz zz Abilitazione alla segnalazione di Inattività 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 - Selezio-
nare le Aree per le quali abilitare l’Inattività.
Negligenza (Inattività Inserimento)
z zz zz Inserimento - Questo parametro determina il tempo massimo in cui l’Area
deve rilevare almeno un inserimento su una delle sue zone. Trascorso questo
tempo senza che la Centrale abbia rilevato inserimenti, viene generato
l’evento ‘Negligenza Area n.’. Il Tempo di Negligenza va espresso in giorni
con valori da 0 a 99.
z zz zz Abilitazione alla segnalazione di Negligenza 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 -
Selezionare le Aree per le quali abilitare la Negligenza.
ô2 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
Pagina Telefono
La Pagina Telefono (vedi Fig. 3.10) permette di definire gli 8 numeri telefonici che
la Centrale potrà utilizzare e una serie di parametri relativi alla Linea Telefonica.
Tabella Numeri Telefonici
N. - Mostra il Numero di Identificazione che viene usato nella Programmazione
da Tastiera ed in tutte le altre parti del programma per indicare velocemente il
numero telefonico che si vuole utilizzare.
Numero Telefonico - In questa colonna vanno inseriti i numeri telefonici che
potranno essere richiamati dal Comunicatore Digitale, dal Combinatore Telefoni-
co e dal Comunicatore di Teleassistenza della Centrale. Sono ammesse le dieci
cifre numeriche, la virgola (,) per inserire una pausa durante la selezione (ad
esempio fra il prefisso ed il numero telefonico) ed i caratteri * e #. In totale (cifre
e pause) non possono essere digitati più di 20 caratteri.
Descrizione - È un campo editabile (massimo 16 caratteri) che permette di
assegnare ad ogni Numero Telefonico il nome corrispondente.
Selezione
z zz zz Disabilita Controllo Toni - Normalmente la Centrale controlla la presenza
del tono di linea prima di selezionare un numero telefonico e se non lo rileva
riaggancia per poi effettuare un altro tentativo. Selezionando l'opzione
“Disabilita controllo toni” invece, la centrale comporrà i numeri telefonici
cinque secondi dopo aver preso la linea, senza controllare la presenza del
tono di linea: questa opzione è molto utile, per esempio, quando la Centrale è
collegata ad un centralino telefonico privato.
z zz zz Selezione a toni - Nel caso in cui la selezione a toni non sia supportata dalla
linea telefonica alla quale è collegata la Centrale, è necessario abilitare que-
sta opzione. In questo modo la Centrale effettuerà la composizione del Nu-
mero di Telefono tramite la Selezione Decadica.
Fig. 3.10 - Pagina Telefono
ô3
ŠŠ
Capitolo 3 - Programmazione da PC
Tipo
In questa sezione si imposta il Tipo di servizio associato ad ognuno degli 8 Numeri Telefo-
nici. Per programmare il Tipo di servizio:
1. cliccare sulla riga (nella Tabella Numeri Telefonici) corrispondente al Numero Tele-
fonico da programmare,
2. impostare una delle 4 opzioni successive: esse saranno riferite solo al Numero Tele-
fonico selezionato.
z zz zz Televigilanza - Il Numero Telefonico è predisposto per la Televigilanza: per questa
opzione vanno programmati anche i parametri della sezione Televigilanza.
z zz zz Messaggio Vocale - Consente l’invio di un messaggio vocale (è necessaria la
scheda opzionale NC2/VOX).
z zz zz Teleassistenza - Abilita il Numero Telefonico per la Teleassistenza.
z zz zz Nullo - Nessun Tipo di Servizio.
Proprietario
Per mezzo di un Codice di tipo Utente Principale ed una Tastiera LCD è possibile
modificare i numeri riportati nella tabella ‘Numero Telefonico’. Sia il Codice che
la Tastiera, però, devono essere entrambi abilitati su almeno una delle Aree sele-
zionate in questa sezione.
Televigilanza
Questa sezione è attiva solo se è stato assegnato il Tipo di Servizio ‘Televigilanza’.
z zz zz Protocolli - E' il protocollo con il quale vengono inviati i dati (Codice Cliente, Codice
Evento). In genere è assegnato dalla Centrale di Vigilanza con la quale si è collegati.
Sono disponibili i seguenti Protocolli di Comunicazione:
ADEMCO / SILENT KNIGHT - Slow 10 baud - 3/1, 4/1, 4/2
ADEMCO / SILENT KNIGHT - Fast 14 baud - 3/1, 4/1, 4/2
FRANKLIN / SESCO / DCI-VERTEX - Fast 20 baud - 3/1, 4/1, 4/2
RADIONICS - 40 baud - 3/1, 4/1, 4/2
SCANTRONIC - 10 baud - 3/1, 4/1, 4/2
CONTACT ID
CESA
z zz zz Codice Cliente - E' il codice che permette alla Centrale di Vigilanza di ricono-
scere l'impianto che sta chiamando (utente, ubicazione, tipo di impianto, ecc.) e
in genere è assegnato dalla centrale di vigilanza con la quale si è collegati. Il
Codice Cliente è composto da 4 caratteri (5 per il protocollo di tipo CESA).
Sono ammesse tutte le cifre da 0 a 9 e le lettere da A ad F (cifre esadecimali).
Per il protocollo Contact ID le cifre ‘0’ ed ‘A’ coincidono. Per impulsi, ‘0’ gene-
ra 10 impulsi mentre ‘A’ non genera nessun impulso (cifra vuota).
Nel caso di protocolli impulsivi, se si vuole utilizzare un Codice a 3 cifre è
necessario programmare la quarta cifra con il valore “A”.
z zz zz Ascolto Ambientale - Selezionare questa voce se si desidera che dopo la
fase di invio dei messaggi di televigilanza, venga aperta una sessione di Ascol-
to Ambientale. Prima di commutare su Ascolto Ambientale la Centrale, se è
stata attivata l’opzione “Avviso apertura canale audio” (vedi Pagina Opzioni),
apre il canale in Viva Voce per 15 secondi circa.
ô4 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
Pagina Teleassistenza
I parametri descritti in questa finestra (vedi Fig. 3.11) stabiliscono il modo in cui la Centra-
le deve rispondere alle chiamate telefoniche che arrivano al numero al quale è collegata.
La Centrale risponde alle chiamate telefoniche solo se l’Utente ha abilitato la
Teleassistenza o se è abilitato il Risponditore (vedi paragrafo “Abilita/Disabilita
Teleassistenza” nel Manuale Utente)
z zz zz Salto Risponditore - Questa opzione permette alla Centrale di condividere la
linea telefonica con un altro dispositivo risponditore (segreteria telefonica, fax,
ecc.). Selezionando questa opzione, la Centrale risponderà al primo squillo se
nel minuto precedente ha rilevato almeno 2 e massimo 5 squilli.
z zz zz Numero squilli - Valore che stabilisce il numero di squilli dopo i quali la cen-
trale risponde alla telefonata (se abilitata a farlo). Se è selezionata l'opzione
‘Salto Risponditore’, questo parametro viene ignorato.
z zz zz Richiamata di Sicurezza - Attivando questa opzione, quando la Centrale riceve
una chiamata di Teleassistenza riaggancia subito e poi richiama il numero che
appare nella casella ‘Numero Telefonico Installatore’. In questo modo si ha la
sicurezza che la Teleassistenza venga eseguita da personale autorizzato.
z zz zz Codice Cliente - Mostra il Codice assegnato al Cliente.
z zz zz Numero telefonico installatore - In questa casella viene visualizzato il nu-
mero telefonico di tipo “Teleassistenza” che la Centrale chiama quando è abi-
litata la ‘Richiamata di Sicurezza’. Se nella pagina Telefono (vedi paragrafo
L’opzione “Avviso apertura canale audio” è valida per tutti i protocolli.
z zz zz Viva Voce - Se è stata selezionata l’opzione ‘Ascolto Ambientale’, è possibile
anche selezionare l’opzione ‘Viva Voce’ che consente l’apertura di una ses-
sione vocale bidirezionale, molto utile nel caso di richiesta di soccorso per
verificarne l’effettiva necessità.
z zz zz Timeout Viva Voce - Quando si programma un Numero Telefonico per
l’Ascolto Ambientale o il Viva-Voce, il Timeout Viva Voce è la durata massima
del tempo di ascolto alla fine del quale la Centrale chiude la telefonata. Questo
tempo è valido per tutti gli 8 Numeri Telefonici della tabella.
Tentativi di chiamata
In questa casella si imposta il numero massimo di tentativi (Default=8) che la centrale
effettua per ogni numero di telefono quando la telefonata non va a buon fine.
Entrata nel Menù DTMF
Dopo il Timeout Viva Voce con l’opzione Ascolto Ambientale abilitata, è possi-
bile entrare nel menù DTMF. In questo caso l’operatore deve digitare sulla
tastiera una qualsiasi cifra ed attendere i 5 beep di conferma terminati i quali è
possibile digitare un codice DTMF valido (Per ulteriori indicazioni consultare il
capitolo “Operazioni via Telefono” del MANUALE UTENTE).
Esporta verso WinBcs
Premere questo pulsante per esportare i dati nell’applicazione “Windows Bentel
Central Station”.
ô5
ŠŠ
Capitolo 3 - Programmazione da PC
Fig. 3.11 - Pagina Teleassistenza
‘Pagina Telefono’) sono stati programmati più numeri telefonici con Tipo
‘Teleassistenza’, gli stessi saranno disponibili in questa casella cliccando sulla
freccia rivolta verso il basso.
Evento Test
L'evento Test si verifica periodicamente in base ai parametri descritti di seguito. Il
verificarsi dell'evento Test Periodico consente di attivare telefonate digitali, vocali o
di teleassistenza in accordo con quanto programmato nella pagina ‘Impostazione
Eventi’, in corrispondenza della riga ‘Evento Test’.
z Chiamata test di teleassistenza - Selezionare questa opzione affinché la
chiamata di teleassistenza venga effettuata automaticamente e periodica-
mente dalla Centrale (con Periodo programmato) al numero riportato nella
casella ‘Numero Telefonico Installatore’. Se non si vuole effettuare la chia-
mata di Televigilanza, impostare Codice Evento=00 per l’evento 445-
Evento Test (o 330 o 265 in base alla centrale utilizzata) nella ‘Pagina
Impostazione Eventi’.
z Invia programmazione test - Selezionare questa casella per fissare Data
e Ora del prossimo evento ‘Test Periodico’.
Per sapere la Data e l’Ora reale in cui la Centrale invierà il successivo
evento ‘Test Periodico’ selezionare il pulsante ‘Carica’. Per inviare alla
Centrale una nuova programmazione di Data e Ora, selezionare la ca-
sella “Invia programmazione test” e premere il pulsante ‘Invia’.
z Periodo (Ora) - Impostare il tempo (in ore) che deve trascorrere fra due
eventi ‘Test Periodico’. Per disabilitare l’evento ‘Test Periodico, impostare
questo valore a zero.
z Data/Ora - Visualizzazione e Impostazione della Data e Ora nella quale si veri-
ficherà il primo evento ‘Test Periodico’.
ôô Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
Fig. 3.12 - Pagina Lettura Registro
Pagina Lettura Registro
Attraverso questa finestra (vedi Fig. 3.12) si possono visualizzare tutti gli ultimi
256 eventi (128 nei modelli della Serie Kyo4/8) occorsi ognuno dei quali viene
descritto attraverso 5 valori:
z N. - Corrisponde al numero temporale dell’evento. La lista è di tipo circolare per
cui, una volta raggiunto il limite massimo di eventi visualizzabili (256 o 128), per
memorizzare nuovi eventi verranno eliminati via via quelli più vecchi.
z Data - Data in cui si è verificato l’evento.
z Ora - Ora in cui si è verificato l’evento.
z Tipo Evento - Riporta la descrizione dell’evento.
Di seguito una breve descrizione dei pulsanti presenti in questa pagina:
„ „„ „„ Pulsante Carica - Attraverso la pressione di questo pulsante viene caricata
l’intera lista degli eventi dalla Centrale al PC e visualizzata a video.
„ „„ „„ Pulsante Stampa - Attraverso la pressione di questo pulsante è possibile
stampare l’intera lista.
I pulsanti descritti di seguito sono attivi solo se è stato caricato un cliente (cliente
attivo), visibile sulla Barra del Titolo.
„ „„ „„ Pulsante Salva - Attraverso la pressione di questo pulsante è possibile salvare
l’intera lista visualizzata sull’Hard-Disk del PC. Ogni cliente possiede un pro-
prio file degli eventi che viene creato al momento del primo salvataggio.
„ „„ „„ Pulsante Apri - Attraverso la pressione di questo pulsante viene visualizzata la
lista degli eventi precedentemente salvata sull’Hard-Disk del PC.
„ „„ „„ Pulsante Elimina - Attraverso la pressione di questo pulsante viene
visualizzata una finestra (vedi pagina successiva) mediante la quale è possi-
bile rimuovere dall’Hard-Disk il file degli eventi (o parte di esso) relativo
al cliente attivo.
ô7
ŠŠ
Capitolo 3 - Programmazione da PC
Pagina Impostazione Eventi
In questa pagina (vedi Fig. 3.13) si stabiliscono le azioni telefoniche da attivare in
corrispondenza degli eventi che la centrale è in grado di riconoscere.
Per azioni telefoniche si intende:
a) Attivazione del Comunicatore Digitale ad impulsi;
b) Attivazione del Combinatore Telefonico vocale.
In questa pagina viene presentata una tabella nelle cui righe sono riportati tutti gli
eventi programmabili che la Centrale è in grado di gestire (la Tabella 3.3 riporta
la lista completa di tutti gli eventi programmabili).
Le colonne riportano le informazioni descritte di seguito.
z N. - Questa colonna riporta il numero di identificazione di ciascun evento.
z Descrizione - In questa colonna vengono riportati gli eventi che la centrale
è in grado di generare (vedi Tab. 3.3).
z Numeri di Telefono - Definisce quali Numeri Telefonici devono essere
chiamati in presenza di quell’evento. La selezione del numero avviene inse-
rendo il segno di spunta (vedi figura qui a lato).
Per fare questo è necessario impostare un inter-
vallo di tempo: gli eventi che rientrano in tale in-
tervallo verranno rimossi dalla lista.
„ „„ „„ Codice Utente Principale - Inserire in questa
casella un Codice Utente Principale per consen-
tire la visualizzazione della lista anche se non si
conosce il Codice Installatore.
Fig. 3.13 - Pagina Impostazione Eventi
ô8 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
z Codice Evento - In questa colonna devono essere impostati i codici che
permettono alla Centrale di Vigilanza di riconoscere l'evento che si è verifi-
cato e in genere sono assegnati dalla medesima. I Codici Evento sono com-
posti da 2 caratteri. Sono ammessi tutti i caratteri da 0 a 9 e, nei protocolli
diversi dal CESA, anche i caratteri da “A” ad “F” (cifre esadecimali). Nel
protocollo impulsivo, se si vuole inviare solo una cifra, programmare la se-
conda con il carattere “A” (vedi ‘Codice Cliente’ alla ‘Pagina
Televigilanza’).
Il codice specificato viene inviato solo ai numeri di telefono definiti come
Televigilanza. Gli eventi per i quali non è specificato un Codice evento o
quelli per i quali il codice è “ØØ” non attivano il Comunicatore Digitale.
Per impostare il Codice Evento deve essere prima cancellato quello esi-
stente.
z Messaggio Vocale - Indica il Messaggio Vocale che deve essere inviato in
corrispondenza dell'evento selezionato di numeri di telefono definiti come
messaggio vocale. Nella riga compare il nome assegnato al messaggio Voca-
le.
I messaggi vocali vengono inviati solo ai numeri telefonici definiti come
tipo “Messaggio Vocale” (vedi ‘Pagina Telefono’).
Per impostare il Messaggio Vocale è necessario effettuare un doppio click
nella casella relativa affinché possa essere visualizzata la lista dei Messaggi.
z Pulsante CONTACT-ID - Questo pulsante permette di assegnare agli
eventi i Codici mostrati nella Tabella 3.3. Tutti gli eventi saranno programma-
ti per telefonare al primo numero telefonico programmato come Contact-ID.
z Pulsante Default SIA - Questo pulsante permette di assegnare agli eventi i
Codici SIA (gestiti solo dalla Centrale Kyo16D). La lista completa di questo
protocollo è riportata anche nel ‘Manuale di Programmazione da Tastiera’
della Centrale KYO16D.
z Pulsante Pulisci - Questo pulsante permette di azzerare tutti i dati impostati
sulla colonna ‘Numeri di Telefono’ e/o sulle colonne ‘Codice Evento’ e ‘Co-
dice SIA’ in base alla presenza o meno del segno di spunta sulle voci relative.
z Pulsante Dettaglio - Questo pulsante permette di espandere o comprimere
un particolare gruppo di eventi della lista. Alla pressione di questo pulsante,
appare la finestra riportata qui a destra mediante la
quale è possibile selezionare quale tipo di evento com-
primere (casella deselezionata) o espandere (casella
selezionata). Se, ad esempio, vengono compressi gli
eventi di Area (casella “Dettaglio Aree” deselezionata)
la lista conterrà solo le stringhe “fittizie” degli eventi
relativi alle Aree, come ad esempio:
Allarme Area *Fittizio*
Inserimento Area *Fittizio*
Se, al contrario, vogliamo espandere gli eventi di Area (casella “Dettaglio
ô9
ŠŠ
Capitolo 3 - Programmazione da PC
Tab. 3.2 - CodIcI Evento Standard per ProtocoIIo Contact ID
CodIce Evento CodIce Evento
Allarmi Medici (1} 33 24 Ore
(1} AA Richiesta Soccorso (1} 34 lngresso / Uscita
(1} A1 Trasmettitore Radio (1} 35 Giorno / Notte
(1} A2 Fallimento Rapporto (1} 36 Esterno
Allarmi Incendio (1} 37 Sabotaggio
(1} 1A Allarme lncendio (1} 3S Preallarme
(1} 11 Fumo Allarmi Generici
(1} 12 Combustione (1} 4A Allarme Generico
(1} 13 Fluido in Movimento (1} 43 Guasto Modulo Esp.
(1} 14 Temperatura (1} 44 Sabotaggio Sensore
(1} 15 Pulsante Manuale (1} 45 Sabotaggio Modulo
(1} 16 Condotto 24 Ore Non Furto
(1} 17 Flamme (1} 5A 24 Ore Non Furto
(1} 1S Preallarme (1} 51 Fuga di Gas
Allarmi Panico (1} 52 Refrigerazione
(1} 2A Panico (1} 53 Perdita di Calore
(1} 21 Costrizione (1} 54 Perdita di Acqua
(1} 22 Silenzioso (1} 55 Rottura Schermo
(1} 23 Udibile (1} 56 Problema Giornaliero
Allarmi Furto (1} 57 Bombola di Gas Scarica
(1} 3A Furto (1} 5S Alta Temperatura
(1} 31 Perimetrale (1} 59 Bassa Temperatura
(1} 32 Volumetrico (1} 61 Perdita Flusso Aria
127$,OQXPHURWUDSDUHQWHVLUDSSUHVHQWDODSDUWHILVVDGHOFRGLFHGLSHQGHQWHGDOWLSRGLHYHQWR
Aree” selezionata) la lista conterrà tutte le stringhe possibili degli eventi
relativi alle Aree, come riportato di seguito:
Allarme Area n°1(Area 01)
Allarme Area n°2(Area 02)
Allarme Area n°3(Area 03)
Allarme Area n°4(Area 04)
Inserimento Area n°1(Area 01)
Inserimento Area n°2(Area 02)
Inserimento Area n°3(Area 03)
Inserimento Area n°4(Area 04)
70 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
z Pulsante Messaggi - Attraverso la pressione di
questo pulsante si accede alla finestra “Messag-
gi” visibile qui a lato: con essa è possibile digitare
una descrizione personalizzata per ogni messaggio
preregistrato.
Evento Prioritario
È possibile stabilire un evento della lista come “Prioritario”. Questo significa
che, nel caso si verifichino più eventi, verranno prima di tutto effettuate le telefo-
nate relative a quello impostato come “Prioritario”.
L’Evento Prioritario può essere selezionato/deselezionato in due modi:
z fare doppio click in corrispondenza dell’evento stesso
z cliccare con il tasto destro del mouse in corrispondenza dell’evento dopo
averlo selezionato
L’evento Prioritario è riconoscibile in qualsiasi momento perché visualizzato
con caratteri di colore rosso.
A Al fine di garantire la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZ-
ZA, l’Evento Prioritario è da associare alla RAPINA oppure, in sequen-
za, all’ALLARME, alla MANOMISSIONE o al GUASTO.
71
ŠŠ
Capitolo 3 - Programmazione da PC
Tab. 3.3 - Eventi Programmabili
Codice
Contact
ID
N.
Descrizione
Evento
Si verifica quando...
Serie
Kyo4-8
Kyo
16D
Serie
Kyo32
(1} 00 00...03 00...03 00...07 A||arme Area n° ...va |r a||arre a|rero ura Zora apparlererle a||'Area n°
(1} 3A 04...11 04...19 08...39 A||arme Zona n° ...va |r a||arre |a Zona n°
(1} 00 12...15 20...23 40...47 |natt|v|ta Area n° ...|a Cerlra|e r||eva |'everlo d| lrall|v|la su||'Area n°
(1} 00 1ê...19 24...27 48...55 Neg||genza Area n° ...|a Cerlra|e r||eva |'everlo d| Ned||derza su||'Area n°
(5} 7A 20...27 28...43 5ê...87 Esc|us|one Zona n° ...|a Zona n° v|ere esc|usa
(5} 7A 28...35 44...59 88...119 Re|nc|us|one Zona n° ...|a Zona n° v|ere re|rc|usa
(4} 22 3ê...59 ê0...100 120...143 R|conosc|uto 6od|ce n°
...|| 6od|ce n° v|ere r|corosc|ulo.
hel prctcccllc C0hTACT-/0, l'/dentificetivc dell'Jtente [CCC} ve
de 1 e 24 per specificere il ccrrispcndente Ccdice Riccncsciutc.
(4} 22 ê0...187 101...228 144...271
R|conosc|uta
6h|ave n°
...|a 6h|ave n° (8AT o PR0X|-6AR0} v|ere r|corosc|ula.
hel prctcccllc C0hTACT-/0, l'/dentificetivc dell'Jtente [CCC}
ve de 25 e 152 per indicere il numerc di Chieve
Riccncsciute.
(Es. 0n|ave ' - 000=25. 0n|ave '28 - 000='52j
(5} 7A 188...195 229...244 272...303
Autoesc|us|one
Zona n°
...|a Zona n° v|ere auloesc|usa
(veo| oaraoralo "Pegine 0pzicni"j
(4} A2 19ê...199 245...248 304...311 |nser|mento Area n° ...|'Area n° v|ere |rser|la cor ur Cod|ce o cor ura C||ave
(4} A2 200...203 249...252 312...319 0|s|nser|mento Area n° ...|'Area n° v|ere d|s|rser|la cor ur Cod|ce o cor ura C||ave
(4} 00 204...207 253...25ê 320...327
R|ch|esta
|nser|mento 8pec|a|e
Area n°
...|'Area n° v|ere |rser|la lrar|le:
a) ura Zora d| Corardo
o) || Prodrarralore 0rar|o
c) || PC co||edalo v|a le|eloro o lrar|le L|rea 3er|a|e
(4} 00 208...211 257...2ê0 328...335
R|ch|esta 0|s|nser|mento
8pec|a|e Area n°
...|'Area n° v|ere d|s|rser|la lrar|le:
a) ura Zora d| Corardo
o) || Prodrarralore 0rar|o
c) || PC co||edalo v|a le|eloro o lrar|le L|rea 3er|a|e
(6} 00 212...215 2ê1...2ê4 33ê...343 Reset Hemor|a Area n° ...v|ere carce||ala |a Veror|a d| A||arre de||'Area n°
(1} 21 21ê...219 2ê5...2ê8 344...351
0|s|nser|mento
sotto costr|z|one
Area n°
...v|ere ul|||zzalo ur Cod|ce d| l|po 'Pan|co'
per d|s|rser|re |'Area n°
(3} 50 220...227 2ê9...27ê 352...359
6h|amata Fa|||ta
a| Numero n°
...|a le|elorala a| Numero (1 ... 8} ror va a ouor l|re.
Per mctivi di sicurezze, gli eventi del 220 [269}[J52} e 227
[276}[J59} ncn pcsscnc essere prcgremmeti per chiemere il
numerc telefcnicc el guele ccrrispcndcnc. Per esempic,
l'eventc n. 220 [269}[J52} ncn puc telefcnere el humerc
Telefcnicc 1
(1} 44 228...235 277...292 3ê0...391
8abotagg|o
Zona n°
...|a Zona n° v|ere saoolala |Avv|ere so|o re| caso verdaro
ress| |r corloc|rcu|lo | rorsell| re|al|v| a||a Zona n° se
cuesl'u|l|ra e de| l|po 8||arc|ala o a 0opp|o 8||arc|arerlo)
(1} 3A 23ê...243 293...308 392...423
R|pr|st|no
Zona n°
...|a Zona n° v|ere r|pr|sl|rala dopo ur A||arre oppure dopo ur
3aooladd|o
(1} 45 244 309 424 8abotagg|o ßP|
...a|rero ur d|spos|l|vo 8Pl suo|sce ur saooladd|o
|Arl|slrappo o Arl|aperlura)
(1} 45 245 310 425
R|pr|st|no
8abotagg|o ßP|
...cessaro lulle |e cause c|e |arro provocalo |'everlo d|
3aooladd|o su| 8us 8Pl
(1} 45 24ê 311 42ê 8abotagg|o 8|stema
...|a ||rea Arl|saooladd|o 21| o||arc|ala v|ere aperla o ressa |r
corlo oppure s| lerla d| apr|re |a Cerlra|e serza aulor|zzaz|ore.
0ueslo everlo v|ere all|valo arc|e da| r|crosW|lc| Arl|slrappo
de||a Cerlra|e |se prev|slo).
72 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
| p )
(1} 45 247 312 427
R|pr|st|no
8abotagg|o 8|stema
...cessaro lulle |e cause c|e |arro provocalo |'everlo
'3aooladd|o 3|slera'
(1} 45 248 313 428 6h|ave Fa|sa ...s| ul|||zza ura C||ave Fa|sa
(3} A1 249 314 429 Cuasto Rete
...|a lers|ore d| rele rarca da| lerpo prodrarralo
(veo| oaraoralo "Pegine 0pzicni"j
(3} A2 250 315 430 Cuasto ßatter|a ...|a oaller|a e scar|ca o asserle.
(3} 00 251 31ê 431 Cuasto Fus|b||e ...s| oruc|a || lus|o||e [9cì
(3} 00 252 317 432 Cuasto Fus|b||e ßP| ...s| oruc|a || lus|o||e 8Pl [9bì
(3} AA 253 318 433 8comparsa 0|spos|t|vo ...ur d|spos|l|vo per|ler|co |8Pl o \|a Rad|o) ror r|sporde p|u
(3} 51 254 319 434 Cuasto L|nea Te|efon|ca ...ror r|sporde |o rarca) |a L|rea Te|elor|ca
(3} A1 255 320 435 R|pr|st|no Rete ...|a lers|ore d| rele 230\ v|ere r|pr|sl|rala
(3} A2 25ê 321 43ê R|pr|st|no ßatter|a ...|a oaller|a lorra a| ||ve||o rorra|e
(3} 00 257 322 437 R|pr|st|no Fus|b||e ...v|ere r|pr|sl|ralo || lus|o||e [9cì
(3} 00 258 323 438 R|pr|st|no Fus|b||e ßP| ...v|ere r|pr|sl|ralo || lus|o||e 8Pl [9bì
(3} AA 259 324 439 R|pr|st|no 0|spos|t|vo
...lull| | d|spos|l|v| per|ler|c| |r corl|duraz|ore |8Pl o \|a Rad|o)
lorraro a r|spordere
(3} 51 2ê0 325 440 R|pr|st|no L|nea Te|ef. ...v|ere r|pr|sl|rala |a L|rea Te|elor|ca
(1} 10 2ê1 32ê 441 8upertasto 1 ...v|ere ul|||zzalo || 3uperlaslo 1
(1} AA 2ê2 327 442 8upertasto 2 ...v|ere ul|||zzalo || 3uperlaslo 2
(1} 2A 2ê3 328 443 8upertasto 3 ...v|ere ul|||zzalo || 3uperlaslo 3
(4} 22 2ê4 329 444 6omando Remoto ...v|ere |rv|alo ur corardo da rerolo lrar|le Voder
(6} A2 2ê5 330 445 Evento Test ...|a Cerlra|e |rv|a ur everlo Tesl
(6} 22 2êê 331 44ê Logger 707
...|| Red|slro ded|| Everl| e p|ero a|rero per || Z0 º da||'u|l|ra
|ellura ellelluala.
(3} 50 2ê7 332 447 Perd|ta 0atar|o ...v|ere a rarcara lola|rerle |'a||rerlaz|ore de||a Cerlra|e
(1} 45 - 333 448
8abotagg|o
R|cev|tore v|a Rad|o
...v|ere aperlo || R|cev|lore Rad|o serza aulor|zzaz|ore
(1} 45 - 334 449
R|pr|st|no 8abotagg|o
R|cev|tore v|a Rad|o
...v|ere c||uso || coperc||o de| R|cev|lore Rad|o dopo ur'aperlura
ror aulor|zzala
(1} 45 - 335 450 0|sturbo Rad|o ...|| R|cev|lore Rad|o r||eva | d|sluro| rad|o |JAV)
(1} 45 - 33ê 451 Reset 0|sturbo Rad|o ...|| R|cev|lore Rad|o ror r||eva p|u |a preserza de| d|sluro| rad|o
(3} A2 - 337 452
Cuasto
ßatter|a v|a Rad|o
...|a oaller|a d| ur 0|spos|l|vo \|a Rad|o e scar|ca o asserle
(3} A2 - 338 453
R|pr|st|no
ßatter|a v|a Rad|o
...|a oaller|a d| ur 0|spos|l|vo \|a Rad|o lorra a| ||ve||o rorra|e
127$ ,O QXPHUR WUD SDUHQWHVL UDSSUHVHQWD OD SDUWH ILVVD GHO FRGLFH GLSHQGHQWH GDO WLSR GL HYHQWR
73
ŠŠ
Capitolo 3 - Programmazione da PC
Pagina Programmatore Orario
La Centrale incorpora un Programmatore Orario che permette di automatizzare, in
funzione del tempo, l’inserimento delle Aree. La Fig. 3.14 riporta la Pagina del
programmatore contenente un’unica tabella con i vari parametri descritti di seguito.
Per fare in modo che gli inserimenti automatici abbiano effetto è necessario che
l’utente attivi l’opzione “Abilita/Disabilita auto-inserimenti” del Menù Utente Prin-
cipale.
Tabella del Programmatore Orario
z Giorno - In questa colonna sono visualizzati i giorni della settimana.
z 9 99 99 - Selezionare le caselle di queste colonne per definire in quale giorno della
settimana e per quale Area si avrà un inserimento automatico.
z Area 01 ... 08 - In queste colonne vanno programmati gli orari di Inserimento
delle varie Aree (Il range di valori va da 00:00 a 23:59 minuti).
Se l’inserimento di un’Area viene posticipato con una Richiesta di Straordi-
nario che va oltre la mezzanotte (00:00), alla mezzanotte verrà comunque
effettuato l’auto-inserimento.
z Cancella Programmazione - La pressione di questo pulsante riporta l’intera
tabella ai valori di default.
Fig. 3.14 - Pagina Programmatore Orario
Ao||||az|ore
P(oo(arra|o(e
0(a(|o
74 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
Fig. 3.15 - Pagina Opzioni
Le opzioni di funzionamento (vedi Fig. 3.15) consentono di modificare il funzio-
namento della Centrale in base alle proprie esigenze.
Tabella Opzioni
I numeri fra parentesi fanno riferimento alla voce “Opzioni” del Menù In-
stallatore sulle Tastiere LCD.
z Mostra le zone violate su tastiera LCD a riposo (0) - Selezionare que-
sta opzione per fare in modo che il display della tastiera LCD mostri, a riposo,
le eventuali zone violate.
z Abilitazione Campanello su tastiera (1) - Selezionare questa opzione per
fare in modo che quando viene violata una zona di tipo “Campanello” a Cen-
trale disinserita, il buzzer della tastiera emetta una serie di 5 beep.
z Abilitazione Campanello su Proxi (2) - Selezionare questa opzione per
fare in modo che quando viene violata una zona di tipo “Campanello” a Cen-
trale disinserita, il buzzer del Lettore PROXI emetta una serie di 5 beep.
z Abilitazione ricevitore via radio (3) - Selezionare questa casella per abi-
litare il ricevitore VectroRX.
A Il Livello di Prestazione della Centrale viene declassato dal II a I
Livello se viene usato il Ricevitore.
z Abilitazione rilevazione disturbi radio (4) - Selezionare questa casella
Pagina Opzioni
75
ŠŠ
Capitolo 3 - Programmazione da PC
per abilitare la rilevazione dei disturbi radio. In presenza di tali disturbi la
Centrale genererà l’evento “Disturbo Radio” (sul Registro degli Eventi verrà
anche specificato il numero di Zona). Quando i disturbi verranno a mancare
la Centrale genererà l’evento “Reset disturbo radio”.
Con questa opzione abilitata, la Zona 32 non può essere del tipo “Via
Radio”
z Tasto speciale Radiochiave (5) - Selezionare questa casella per fare in
modo che il tasto “Inserimento Tipo B” sulla Radiochiave (G) esegua la
funzione “Supertasto 2” anziché l’inserimento.
z Uso Futuro (6) - Casella riservata per Uso Futuro (non selezionabile).
z Chiamata test di teleassistenza (7) - Vedi “Pagina Teleassistenza”.
z Uso Futuro (8)
z Disabilita reset memorie allarme con codice installatore (9) - Attivan-
do questa opzione non sarà più possibile cancellare le memorie di allarme con
il Codice Installatore.
z Disabilita reset memorie sabotaggio con codice utente (10) - Attivan-
do questa opzione, soltanto mediante il Codice Installatore sarà possibile can-
cellare le memorie di sabotaggio.
z Escludi anche sabotaggio zone (11) - Questa opzione, se selezionata, ini-
bisce anche il sabotaggio di zona se la zona stessa è esclusa.
A Al fine di garantire la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZ-
ZA, l’opzione “Escludi anche sabotaggio zone” non deve essere abili-
tata.
z Ripristino zone immediato (12) - Questa opzione, se selezionata, farà si
che la segnalazione di ripristino della Zona venga inviata non appena la Zona
si ripristina, senza tener conto dello stato del ciclo di allarme.
z Inversione segnalazioni Inserimento/Disinserimento (13) - Nel caso
dei Protocolli CESA e CONTACT-ID, con questa opzione selezionata si ha
la possibilità di invertire il significato delle cifre di Attivazione/Ripristino per i
messaggi di Televigilanza (solo per inserimenti e disinserimenti).
z Avviso apertura canale audio (14) - Questa opzione, se selezionata, prima
di commutare la Centrale su Ascolto Ambientale, apre il canale Viva-Voce
per 15 s.
z Chiama tutti i numeri di televigilanza (15) - Selezionando questa opzione
la Centrale fa tutte le chiamate di Televigilanza programmate per un singolo
evento. Con l’opzione deselezionata, la Centrale termina di effettuare le
chiamate di Televigilanza non appena una di esse va a buon fine.
z (Serie KYO4-8-32) Chiama tutti i numeri vocali (16) - Selezionando
questa opzione la Centrale fa tutte le chiamate Vocali programmate per un
singolo evento. Con l’opzione deselezionata, la Centrale termina di effettuare
le chiamate Vocali non appena una di esse va a buon fine.
z (KYO16D) Uscita relè programmabile (16) - Selezionando questa opzio-
ne, i morsetti di uscita del relè di allarme funzioneranno come un’Uscita
Programmabile anziché come Uscita di allarme. La programmazione del
Relè è associata all’Uscita n. 1.
7ô Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
A Al fine di garantire la Certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZ-
ZA, la opzione “Uscita relè programmabile” non deve essere abilitata.
z Segnalazione immediata mancanza rete (17) - Normalmente il malfun-
zionamento "Mancanza Rete" viene segnalato solo dopo che sono trascorsi
almeno 15 minuti dall'inizio del black-out; attivando questa opzione, invece,
questo guasto viene segnalato immediatamente.
z Sabotaggio con chiave falsa (18) - Attivando questa opzione, l'introduzio-
ne di un Attivatore falso in un Inseritore (o l’avvicinamento dell’Attivatore
falso o di una PROXI-CARD falsa all’area sensibile di un Lettore PROXI)
provocherà un allarme per sabotaggio. Al contrario, con questa opzione di-
sattivata un Attivatore falso non provocherà alcun allarme.
z Autoesclusione zone (19) - Selezionando questa opzione, la Centrale
esclude automaticamente la zona se al momento dell’inserimento essa risulta
violata.
A Al fine di garantire la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZ-
ZA, l’opzione “Autoesclusione zone” non deve essere abilitata se alle
zone sono collegati dispositivi per rilevare intrusioni, manomissioni o
rapine.
z Segnalazione sonora su inserimento speciale (20) - Se questa opzione è
selezionata e l’impianto viene inserito tramite una Zona di Comando, il relè
della sirena segnala l’Inserimento dell’impianto attivandosi per un tempo in-
feriore al secondo emettendo, così, un breve suono.
Nella centrale KYO16D questa opzione è valida soltanto se l’opzione n.
16 (Uscita relè programmabile) non è selezionata.
z Impedisci inserimenti se non pronto (21) - Con questa opzione selezio-
nata, se si tenta di inserire una o più Aree che sono nello stato di ‘Non Pronta
all’inserimento’ (vedi Tab. 2.2), l’operazione non viene effettuata. Se l’inse-
rimento viene effettuato da Tastiera e l’operazione non va a buon fine per il
motivo suddetto, il buzzer della Tastiera emette un suono grave, simile ad un
“boop”.
z Disabilita inserimento su problemi batteria (22) - Selezionando questa
opzione non è possibile inserire l'impianto se è attiva la segnalazione ‘Guasto
batteria’.
z Abilita spie lettore con chiave assente (23) - Attivando questa opzione
le spie sui Lettori (ECLIPSE e PROXI) visualizzeranno lo stato dell'impian-
to.
z Abilita buzzer su Proxy Reader (24) - Selezionare questa opzione per
abilitare i buzzer presenti sui Lettori di Prossimità PROXI.
z Codice Installatore bloccato (25) - Selezionando questa opzione il ripristi-
no delle programmazioni di fabbrica non riporta al valore di fabbrica il Codice
dell’Installatore: non sarà più possibile accedere alla programmazione della
Centrale senza conoscere il Codice Personale dell’Installatore.
z Richiamata di sicurezza (26) - Vedi “Pagina Teleassistenza”.
z Disabilita controllo linea telefonica (27) - Selezionare questa opzione se
la Centrale non viene collegata alla Linea Telefonica per evitare che la man-
canza della stessa venga segnalata dalla Tastiera (spia G accesa).
77
ŠŠ
Capitolo 3 - Programmazione da PC
z Salto Risponditore (28) - Vedi “Pagina Teleassistenza”.
z Disabilita controllo toni (29) - Vedi “Pagina Telefono”.
z Selezione a toni (30) - Vedi “Pagina Telefono”.
z Sabotaggio disturbo Via Radio (31) - Selezionando questa opzione,
l’evento “Disturbo Radio” genera anche un Sabotaggio di Zona.
z Uso interno (32) - Opzione riservata: LASCIARE DESELEZIONATA.
z Conferma chiamata vocale (33) - Selezionando questa opzione, è possibile
confermare alla Centrale l’avvenuta chiamata vocale attraverso la pressione
del tasto (asterisco) della tastiera telefonica.
z Autoreinclusione zone (34) - Questa opzione è efficace solo se è stata
selezionata anche l’opzione “Autoesclusione Zone”. Se selezionata, questa
opzione reinclude le Zone che tornano a riposo precedentemente autoesclu-
se all’atto dell’inserimento della Centrale.
z Esclusione controllo risposta vocale (35) - Selezionando questa opzione,
il messaggio vocale parte sempre e comunque dopo 5 secondi dalla fine della
selezione.
z Stop sirena durante l’ascolto ambientale (36) - Selezionare questa op-
zione per inibire il funzionamento della sirena di allarme durante una sessione
di Ascolto Ambientale o Bidirezionale.
z Blocco tastiera dopo Codice sbagliato (37) - Con questa opzione abilita-
ta, l’inserimento di un Codice Utente sbagliato per più di 5 tentativi provoca il
blocco immediato della tastiera per 2 minuti.
z Messaggio Vocale su Inserimenti/Disinserimenti (38) - Selezionando
questa opzione è possibile ascoltare localmente dei messaggi vocali (richiede
installazione della Scheda Vocale) in base alla presenza dei seguenti eventi:
Tempo di Uscita Ascolto ripetitivo del Messaggio n. 6
Tempo di Ingresso Ascolto ripetitivo del Messaggio n. 7
Tempo di Preavviso Ascolto ripetitivo del Messaggio n. 8
Per ulteriori informazioni sulla programmazione dei Messaggi Vocali consul-
tare il MANUALE DI UNITA’ CENTRALE.
z Inserimento Rapido Aree (39) - Con questa opzione attivata è possibile
inserire in modo Rapido un’Area della Centrale digitandone il suo numero
seguito dal tasto O OO OO (Vedi paragrafo “Operazioni da Tastiera” nel MA-
NUALE UTENTE).
z Abilita disinserimenti ridondanti su Area 1-8 (40 ÷ 47) - Selezionare
questa opzione per fare in modo che gli eventi di disinserimento Aree siano
generati anche con Aree già disinserite. Se l’evento è associato ad un’Usci-
ta, quest’ultima verrà attivata. Questa opzione è utile sopratutto se associata
con Codici e/o Chiavi di tipo ‘And’: infatti in questa maniera l'uscita si attive-
rà solo quando tutti i Codici o le Chiavi sono stati usati.
Nelle Centrali che gestiscono solo 4 Aree, le opzioni dalla n. 44 alla 47
sono riservate per Uso Futuro.
z Abilita Preavviso su Tastiere e Proxi (48) - Selezionare questa opzione
per fare in modo che durante il tempo di Preavviso, tutti i buzzer dei Proxi e
78 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
delle Tastiere emettano una serie di beep (vedere anche opzione n. 24, ‘Abi-
lita buzzer su Proxi-Reader’).
z Inibizione delle funzioni DTMF durante la riproduzione di un mes-
saggio (49) - Selezionare questa opzione per inibire l’accesso al Menù
DTMF durante una telefonata vocale. Il Menù DTMF rimane comunque
abilitato per le funzioni di ‘Risponditore’.
z Disabilita inserimento su problemi centrale (50) - Selezionare questa op-
zione per fare in modo che la Centrale non possa essere inserita se è presente
almeno un Guasto di Sistema (segnalato dall’accensione della spia G).
z Eventi di Inserimento Speciale su Inserimenti Parziali (51) - Selezio-
nare questa opzione per fare in modo che gli eventi di Inserimento Parziale P
e Z vengano loggati come Eventi Speciali. Con questa opzione selezionata,
inoltre, gli eventi di Inserimento Speciale (DTMF, Autoinserimenti, Inseri-
menti da PC o da Zone di Comando) vengono loggati come normali eventi di
Inserimento.
z Valuta zone ritardate su uscita non pronta all’inserimento parziale
(52) - Per questa opzione, consultare il segnale ‘Non pronto all’inserimento
Parziale’ nella Pagina Uscite.
z Eventi su Porta Seriale (53) - Selezionando questa opzione qualsiasi even-
to memorizzato nel Registro degli Eventi viene inviato anche attraverso la
Porta Seriale RS232.
z Uso Futuro (54).
z (Serie KYO4-8-32) - Uso Futuro (55).
z (KYO16D) - Abilita sabotaggio su scomparsa BPI o Ricevitore (55) -
Selezionando questa opzione, la centrale invierà un allarme di sabotaggio in
caso di scomparsa dispositivo BPI e/o ricevitore radio. Viceversa, se l’opzio-
ne è deselezionata, in caso di scomparsa BPI o Ricevitore radio la centrale
non invierà nessun segnale di allarme ma l’evento sarà comunque loggato.
A Al fine di garantire la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZ-
ZA, l’opzione “Abilita sabotaggio su scomparsa BPI o Ricevitore” deve
essere abilitata.
z Uso Futuro (56 e successivi).
Auto-Reset Memorie
Selezionare le Aree per le quali deve essere effettuato il ripristino automatico
delle Memorie ogni volta che vengono inserite.
79
ŠŠ
Capitolo 3 - Programmazione da PC
Fig. 3.16 - Pagina Codici
La Pagina Codici (vedi Fig. 3.16) consente di programmare i medesimi: 24 riser-
vati agli Utenti e l’ultimo (il venticinquesimo) riservato all’installatore. I Codici
possono essere formati da 4, 5 o 6 cifre.
A Il Livello di Prestazione della Centrale viene declassato dal II a I Livel-
lo se vengono utilizzati codici a 4 cifre.
Tabella Codici Utente
I Codici Utente possono essere utilizzati per inserire e disinserire la Centrale
oppure per effettuare delle programmazioni sulla stessa (Vedi MANUALE
UTENTE).
N. - Questa colonna riporta il numero progressivo di ciascun Codice Utente.
Descrizione - In questo campo può essere digitato un nome personalizzato
(massimo 16 caratteri) che permette di identificare meglio il Codice Utente.
1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 - Abilitazioni nelle varie modalità sulle singole aree.
Tipo On/Off (Rosso) - Per Abilitare/Disabilitare il Codice sull’Area, fare
click nelle caselle relative come mostrato nella figura a lato. Un segno di
spunta indica che il Codice è abilitato su quell’Area.
Tipo A (giallo) - Indica l’azione che deve essere effettuata sull’Area quando
l’impianto viene inserito in modalità A: questa casella può assumere uno dei
valori riportati nel riquadro “Legenda” e descritti nella Tab. 3.1. Per la pro-
grammazione di queste opzioni sono sufficienti ripetuti click del mouse sulla
casella che interessa.
Pagina Codici
80 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
Tipo B (verde) - Indica l’azione che deve essere effettuata sull’Area quan-
do l’impianto viene inserito in modalità B: questa casella può assumere uno
dei valori riportati nel riquadro “Legenda” e descritti nella Tab. 3.1. Per la
programmazione di queste opzioni sono sufficienti ripetuti click del mouse
sulla casella che interessa.
Tipo - Con un doppio-click su questa casella si accede ad un menù dal quale è
possibile selezionare uno dei seguenti Tipi di Codice:
Utente Principale - E' il codice riservato all'Utente Principale. Esso con-
sente di effettuare tutte le operazioni da tastiera senza alcuna restrizione.
Utente - Il Codice Utente permette soltanto di:
a) Inserire/Disinserire l’impianto nelle varie modalità,
b) ripristinare le Memorie di allarme (solo quelle di Allarme
Zona o Sabotaggio Zona),
c) effettuare una o più Richieste di Straordinario,
d) Abilitare/Disabilitare il Risponditore.
Panico - Questo codice può effettuare le stesse operazioni di un Codice
Utente. Va utilizzato nel caso di disinserimento sotto costrizione poiché
contemporaneamente al disinserimento viene attivato il Comunicatore Digi-
tale.
Ronda - Questo codice disinserisce le Aree dove risulta abilitato. L'Area
verrà automaticamente reinserita alla fine del Tempo di Ronda. Nel caso si
voglia reinserire l’impianto prima del termine del Tempo di Ronda basterà
digitare nuovamente il Codice Ronda
DTMF - Un Codice DTMF funziona solo se inviato attraverso la Linea Te-
lefonica.
Utente Principale / Reset Coda Tel - Questo tipo di codice è simile al
codice “Utente Principale”: la sola differenza è che, durante un
disinserimento, con un Codice di questo tipo si Resettano automaticamente
anche le eventuali telefonate in corso.
And - In questa colonna, la presenza del segno di spunta, inserito e disinserito
con un click del mouse, indica che il codice è di tipo AND. Un’Area che appar-
tiene a Codici e/o Chiavi con l’opzione ‘And’ abilitata, viene disinserita solo se i
Codici e le Chiavi alle quali appartiene vengono usati entro un tempo
programmabile (Vedi ‘T. And Code’ nella Pagina Aree). Per le operazioni di
inserimento o parzializzazione, questo attributo è ininfluente.
Codice Installatore
Il Codice Installatore (0025 di Fabbrica) ha accesso a tutte le procedure di mo-
difica dei parametri di programmazione della Centrale sia da tastiera che per
mezzo del PC in connessione locale o remota. Il Numero Personale dell'in-
stallatore è quindi una parametro estremamente importante. Esso può
essere modificato anche da tastiera.
Numero Personale - In questa casella va digitato il Numero Personale dell’In-
stallatore necessario per le operazioni di trasferimento dati con la centrale colle-
gata (locale o via telefono). Dopo aver digitato il Numero Personale, premere il
81
ŠŠ
Capitolo 3 - Programmazione da PC
pulsante ‘Ok’. Se il codice immesso in questo campo non coincide con quello
memorizzato sulla centrale non sarà possibile interagire con la stessa.
Nuovo Numero Personale - Nella parte inferiore della sezione, è possibile
modificare il Numero Personale dell'Installatore. Per far ciò bisogna immettere
due volte il nuovo codice (Nuovo Numero Personale e Conferma Numero Per-
sonale) ed inviarlo alla Centrale collegata attraverso il pulsante ‘Invia’.
Conferma Numero Personale - In questo campo va ridigitato, come già ac-
cennato, il ‘Nuovo Numero Personale’ per evitare errori nella digitazione del
Codice.
Programmazione dei Codici Utente (PIN)
In questa sezione vengono programmati i PINs utenti. Per la programmazione
effettuare la seguente procedura:
1. Selezionare, nella Tabella Codici Utente, il codice di cui si vuole modifica-
re il PIN (il codice correntemente selezionato è riportato come intestazione
della tabella stessa). È possibile modificare solo il PIN digitato nella casella
Codice utente principale e i PIN dei Codici Utente che NON SONO di
tipo Principale e che sono abilitati su un sottoinsieme delle Aree sulle quali è
abilitato il codice il cui PIN è stato digitato nella casella Codice utente
principale.
2. Dopo aver digitato il Codice utente principale nella casella omonima, pre-
mere il pulsante ‘Abilita’.
3. Digitare il Nuovo PIN nella casella omonima
4. Digitare, per conferma, il Nuovo PIN nella casella Conferma PIN, quindi
premere il pulsante ‘Ok’ ( ).
5. Ripetere la sequenza per gli altri codici che devono essere modificati. Al
termine, premere il pulsante ‘Invia’ ( ) per scaricare le programma-
zioni nella memoria della Centrale collegata.
Inserimento Rapido
L’inserimento delle Aree programmate per il Codice 22 può anche essere effet-
tuato premendo per 3 secondi il pulsante O da qualsiasi Tastiera.
Quando si effettua questo tipo di Inserimento Rapido, la programmazione
effettuata per il parametro ‘Tipo di Codice’ del Codice 22 viene ignorata.
Per maggiori informazioni consultare il MANUALE UTENTE al paragrafo
“Operazioni da Tastiera”.
Codici per Radiochiave
Le funzioni programmate per i Codici n. 23 e 24 possono essere attivate anche
per mezzo di una Radiochiave (Per questo è necessario collegare alla Centrale il
Ricevitore VRX32-433 o Vector/RX8). Per maggiori informazioni consultare il
paragrafo “Pagina Radiochiavi” più avanti in questo capitolo.
82 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
Pagina Attivatori/Tessere
La Centrale è in grado di gestire fino a 128 Chiavi (Attivatori SAT e/o Tessere
PROXI-CARD): la Fig. 3.18a ne illustra la Pagina di programmazione.
Tabella Chiavi
z N. - In questa colonna sono riportati i Numeri di Identificazione utili nella
Programmazione da Tastiera per programmare l’Attivatore.
z Descrizione - In questo campo, solo per le prime 16 chiavi, può essere
digitata una descrizione personalizzata per identificare meglio l’Attivatore
(massimo 16 caratteri).
z Servizio - Questo campo determina se la Chiave è in grado di mettere o
meno la Centrale in servizio.
Fig. 3.17 - Pagina Orologio
La Fig. 3.17 mostra la Pagina Orologio mediante la quale si effettuano le imposta-
zioni relative all’orologio della centrale (Data Attuale e Ora Attuale) ed al suo
formato di visualizzazione (vedi sezione ‘Formato Data’).
Nel momento in cui si accede a questa pagina, i valori vengono impostati all’ora
corrente.
Premendo il tasto Invia l’orario visualizzato viene inviato alla Centrale.
Premendo il tasto Carica viene visualizzato l’orario attuale della Centrale.
Pagina Orologio
83
ŠŠ
Capitolo 3 - Programmazione da PC
Nello Stato di Servizio il relè di allarme è nelle condizioni di riposo e la
centrale non genera nuovi allarmi.
Per Abilitare o Disabilitare è sufficente fare doppio-click all’interno della
casella che interessa (Si=Abilitato, No=Disabilitato).
z Reset Coda Tel. - In questo campo va definito se la Chiave è abilitata o
meno alla cancellazione della coda telefonica. Per Abilitare o Disabilitare è
sufficente fare doppio-click all’interno della casella che interessa
(Si=Cancella coda telefonica, No=Non cancella coda telefonica).
z Ronda - In questo campo va definito se la Chiave è abilitata come Ronda o
meno. Per Abilitare o Disabilitare è sufficente fare doppio-click all’interno
della casella che interessa (Si=Chiave di tipo Ronda, No=La chiave non è del
tipo Ronda). Una Chiave di tipo ‘Ronda’ si comporta come un Codice di tipo
‘Ronda’ (vedi Pagina Codici) .
z Chiavi and - In questo campo va definito l’opzione ‘And’. Per Abilitare/
Disabilitare è sufficente fare doppio-click all’interno della casella che inte-
ressa (Si=Abilita Chiave and, No=Non abilitatare Chiave And). Una Chiave
‘And’ funziona come un Codice ‘And’ (vedi Pagina Codici).
z Area 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 - In questi campi vanno definite le abilitazioni della
Chiave rispetto alle Aree. Per Abilitare/Disabilitare è sufficente fare doppio-
click all’interno della casella che interessa (Si=Abilitata sull’Area, No=Non
Abilitata sull’Area).
z Canc - Serve per cancellare le Chiavi. Per cancellare una o più Chiavi oc-
corre selezionare questo campo (compare una croce).
La cancellazione avrà effetto solo dopo l’invio e la successiva uscita
dalla programmazione.
Fig. 3.18a - Pagina Attivatori/Tessere
84 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
Fig. 3.18b - Pagina Radiochiavi
Pagina Radiochiavi
Se è stato collegato il VRX32-433, la Centrale può gestire fino a 16 Radiochiavi.
La Fig. 3.18b illustra la Pagina di programmazione delle Radiochiavi.
A Al fine di garantire la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA,
non utilizzare più di 14 Radiochiavi..
z N. - In questa colonna sono riportati i Numeri di Identificazione di ciascuna
Radiochiave utili nella Programmazione da Tastiera della Radiochiave.
z Descrizione - In questo campo può essere digitata una descrizione persona-
lizzata per identificare meglio la Radiochiave.
z N
o
Seriale - In questo campo deve essere digitato il Numero Seriale Elettro-
nico (ESN) della Radiochiave. L’ESN è formato da 6 cifre alfanumeriche.
Questo numero è riportato nell’etichetta posta sul dorso della Radiochiave
stessa.
z Codice - Ogni Radiochiave, per poter funzionare, deve essere associata ad
un Codice. I Codici predisposti per il funzionamento con le Radiochiavi sono
il 23 ed il 24. Il funzionamento della Radiochiave, quindi, dipende dalla pro-
grammazione effettuata per il Codice selezionato in questa colonna (di fab-
brica, 23).
Nelle Centrali KYO16D la videata delle Radiochiavi è differente da quella
visualizzata in Fig. 3.18b. In tali centrali, infatti, oltre che impostare il Nu-
mero Seriale della Radiochiave, è possibile programmarne anche i tipi di
Inserimento (come descritto nellla “Pagina Codici”) e le opzioni “Reset
Coda Telefonica” e “And” (descritte nella “Pagina Attivatori”).
85
ŠŠ
Capitolo 3 - Programmazione da PC
Programmazione con PC locale
Per poter comunicare con la Centrale occorre effettuare i passi successivi:
Collegare la porta seriale della Centrale [5] ad una porta seriale del PC utilizzan-
do il cavo CVSER/9F9F fornito su richiesta ed il cui schema è riportato in Fig.
3.19. Se la porta del PC è a 25 poli, utilizzare anche l’adattore ADSER/9M25F
fornito su richiesta oppure autocostruirsi un cavo come quello di Fig. 3.20.
1. Impostare la porta seriale del PC utilizzata per il collegamento con la Centra-
le:
a) Selezionare la voce di menù “Impostazioni Ö Porte Seriali”
b) Selezionare la Porta Seriale interessata nella sezione “Locale”
c) Selezionare il pulsante OK
2. Digitare il Numero Personale dell’Installatore programmato per la Centrale
collegata (vedi paragrafo ‘Pagina Codici’)
3. Inviare le programmazioni effettuate verso la centrale. Per fare questo si
può utilizzare una delle seguenti procedure:
a) Selezionare la voce di menù “Programmazione Ö Invia” per inviare
tutti i parametri programmati di tutte le Pagine,
b) Selezionare il pulsante “Invia” per inviare i parametri relativi alla Pagina
corrente,
c) Cliccare con il tasto destro del mouse all’interno della sezione “Gestione
Pagine” e selezionare la voce “Invia”: verranno inviate solo le Pagine con-
trassegnate dal segno di spunta 9 99 99.
Fig. 3.20 - Schema del cavetto seriale con connettori DB9 femmina e DB25 femmina
Fig. 3.19 - Schema del cavetto seriale con due connettori DB9 femmina
5 5
4 4
9 9
8 8
7 7
6 6
3 3
2 2
1 1
Connettore
DB9 femmina
Cavo 7 fiIi
+ schermo
Connettore
DB9 femmina
DOOD&HQWUDOH DO3&
5
4
6
5
4
3
2
1
9
18
8
19
17
16
15
14
7
20
21
22
23
24
25
6
3
7
2
8
9
10
11
12
13
1
Connettore
DB9 femmina
Cavo 7 fiIi
+ schermo
Connettore
DB25 femmina
alla Centrale
al PC
8ô Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza
ŠŠ
Sezione
Messaggi
Programmazione con PC via Telefono
Una volta definiti, attraverso le varie Pagine, i parametri di funzionamento, questi
possono essere inviati nella memoria della Centrale anche attraverso la linea tele-
fonica mediante il Modem B-Mod2 (connessione Remota). Per fare questo ese-
guire i passi successivi.
Collegare la porta seriale di B-Mod2 ad una porta seriale del PC utilizzando il cavo
seriale CVSER/9F9F e, se necessario, l’adattore ADSER/9M25F o comunque
uno dei cavetti riportati nelle Fig. 3.19 e 3.20.
1. Impostare la porta seriale del PC utilizzata per il collegamento con il B-Mod2:
a) Selezionare la voce di menù “Impostazioni Ö Porte Seriali”
b) Selezionare la Porta Seriale interessata nella sezione “Remota”
c) Premere il pulsante OK
2. Digitare il Numero Personale dell’Installatore programmato per la Centrale
collegata (vedi paragrafo ‘Pagina Codici’)
3. Selezionare la voce di menù “Modem Ö Connessione”: verrà aperta la
finestra “CONNESSIONE” visibile in Fig. 3.21
Fig. 3.21 - Finestra Connessione
4. È possibile anche caricare, e quindi visualizzare, le programmazioni effettuate.
Per fare questo, seguire questa procedura:
a) Selezionare la voce di menù “Programmazione Ö Carica” per legge-
re, dalla memoria della Centrale, tutti i parametri programmati,
b) Selezionare il pulsante “Carica” per leggere i parametri relativi alla sola
Pagina corrente,
c) Cliccare con il tasto destro del mouse nella sezione “Gestione Pagine” e
selezionare la voce “Carica”: verranno caricati solo i parametri relativi alle
Pagine contrassegnate dal segno di spunta 9 99 99.
87
ŠŠ
Capitolo 3 - Programmazione da PC
Tab 3.4 - MessaggI deI Modem
MessaggIo DescrIzIone
?]^YQ>_b]Q=?45=f
HHH
lrd|ca |a vers|ore de| Hoder corresso su||a porla ser|a|e de| PC
=_TU]^_^
bYS_^_cSYed_
8u||a porla ser|a|e de| PC corl|durala per || Hoder ror s| r||eva |a preserza d|
ouesl'u|l|ro. Corlro||are|'ell|cerza de| cavo d| co||edarerlo e |a porla ser|a|e corl|durala
allraverso |a 3arra de| Heru
BYSUjY_^U
l| s|slera Hoder/PC e |r allesa d| ura le|elorala |r arr|vo. 0ueslo e |o 8lalo de|
s|slera a||'aperlura de||a l|reslra 'Sesl|ore Corress|ore'
213;B9>7 0opo |a se|ez|ore |rd|ca c|e || le|eloro c||aralo sla sou|||ardo
;I?h13; E slala r|corosc|ula ura cerlra|e de||a 8er|e K¥0 ur|l
3_TYSU9^cdQ\\Qd_bU
5bbQd_
Nor e poss|o||e |eddere || Nurero Persora|e |rv|alo da| sollWare a||a cerlra|e rerola:
ura de||e cause polreooe essere |a scarsa oua||la de||a ||rea le|elor|ca
2eci<Y^U_^8__[ l| Hoder |a r|addarc|alo |r ouarlo e slalo r||evalo ur loro d| occupalo
4. Impostare i parametri seguenti:
a) Numero Telefonico memorizzato insieme ai dati del Cliente (vedi
File Ö Salva Configurazione al paragrafo ‘Barra dei Menù’).
b) Disabilita Controllo Toni (vedi Paragrafo ‘Pagina Telefono’)
c) Salto Risponditore (vedi Paragrafo ‘Pagina Teleassistenza’)
d) Richiamata di Sicurezza (vedi Paragrafo ‘Pagina Teleassistenza’)
All’apertura della finestra ‘CONNESSIONE’ i parametri b), c) e d) sopra
elencati assumono i valori medesimi dei parametri corrispondenti presenti nelle
Pagina di Teleassistenza e Telefono.
È possibile modificare i valori di questi parametri nella finestra ‘CON-
NESSIONE’ senza peraltro modificare i corrispondenti parametri presen-
ti nelle altre Pagine dell’applicazione.
5. Selezionare il pulsante “Seleziona”: nella Sezione Messaggi verrà visualiz-
zato lo Stato di avanzamento della Connessione: la Tab. 3.4 riporta la lista
completa dei messaggi visualizzabili. Se la procedura di connessione va a buon
fine, nella Sezione Messaggi verranno visualizzate le seguenti righe:
KYOxACK
X.XX
Connessione
6. Selezionare il pulsante “Ok”: la finestra Gestione Connessione verrà chiusa.
Da questo momento la connessione è attiva e tutti i comandi “Invia” e “Cari-
ca” impartiti agiranno sulla Centrale connessa via telefono.
7. Procedere come descritto nei passi 3 e 4 del paragrafo “Programmazione da
PC” per programmare e leggere le impostazioni della Centrale collegata.
8. Selezionare la voce di menù “Modem Ö Aggancia” per terminare la connes-
sione: dopo pochi secondi la Sezione Messaggi comunicherà la sconnessione.
Per chiudere anticipatamente la connessione telefonica selezionare il pul-
sante “Abbandona”
ISTISBLIUNKYO 2.7 110408 P70
BENTEL SECURITY S.r.I. -
Tel.: +39 0861 839060 - Fax: +39 0861 839065
www.bentelsecurity.com - infobentelsecurity@tycoint.com
\|a 0aoo|aro. 22 - Z.l. 3arla 3co|asl|ca - ê1013 C0RR0P0Ll - TE - lTALY
Informazioni suI ricicIaggio
BENTEL SECURITY consiglia ai clienti di smaltire i dispositivi usati (centrali, rilevatori, sirene,
accessori elettronici, ecc.) nel rispetto dell'ambiente. Metodi potenziali comprendono
il riutilizzo di parti o di prodotti interi e il riciclaggio di prodotti, componenti e/o materiali.
Per maggiori informazioni visitare il sito: www.bentelsecurity.com/it/ambiente.htm
Direttiva Rifiuti di apparecchiature eIettriche ed eIettroniche (RAEE WEEE)
Nell'Unione Europea, questa etichetta indica che questo prodotto NON deve essere smaltito insieme ai rifiuti domestici.
Deve essere depositato in un impianto adeguato che sia in grado di eseguire operazioni di recupero e riciclaggio.
Per maggiori informazioni visitare il sito: www.bentelsecurity.com/it/ambiente.htm

&RQ OD SUHVHQWH %HQWHO 6HFXULW\ GLFKLDUD FKH OH &HQWUDOL

.<2  0 ² .<2  0 ² .<2 : 0 ² .<2  0 ² .<2  3 ² .<2  3 ² .<2 : 3 ² .<2  3 .<2 *:36: ² .<2 *:36: ² .<2 *:/6: ² .<2 *:/6: .<2 * 36: ² .<2 * 36: ² .<2 * 36: ² .<2 * 36: .<2 * /6: ² .<2 * /6: ² .<2 * /6: ² .<2 * /6: .<2' 3HU WXWWH OH FHQWUDOL q JDUDQWLWR LO OLYHOOR GL SUHVWD]LRQH ,, VDOYR GLYHUVD LQGLFD]LRQH 3HU OD FHQWUDOH .<2' q JDUDQWLWR VROR LO OLYHOOR GL SUHVWD]LRQH ,
VRQR FRQIRUPL DL UHTXLVLWL HVVHQ]LDOL HG DOOH DOWUH GLVSRVL]LRQL SHUWLQHQWL VWDELOLWH GDOOD GLUHWWLYD &( /H 'LFKLDUD]LRQH GL &RQIRUPLWj FRPSOHWH SRVVRQR HVVHUH WURYDWH DOO¶LQGLUL]]R ZZZEHQWHOVHFXULW\FRPGFKWPO /H &HQWUDOL HOHQFDWH VRQR FRQIRUPL DL UHTXLVLWL ULFKLHVWL GDOOD QRUPD &(,   HG 
,

/ LQVWDOOD]LRQH GHOOD &HQWUDOH GHYH HVVHUH HIIHWWXDWD D UHJROD G DUWH LQ DFFRUGR FRQ OH QRUPH YLJHQWL 4XHVWD &HQWUDOH q VWDWD VYLOXSSDWD VHFRQGR FULWHUL GL TXDOLWj DIILGDELOLWj H SUHVWD]LRQL DGRWWDWL GDOOD %(17(/ 6(&85,7< 6UO 6L UDFFRPDQGD GL YHULILFDUH LO FRUUHWWR IXQ]LRQDPHQWR GHO VLVWHPD GL VLFXUH]]D DOPHQR XQD YROWD DO PHVH /H SURFHGXUH SHU LO FROODXGR GLSHQGRQR GDOOD FRQILJXUD]LRQH GHO VLVWHPD GL VLFXUH]]D &KLHGHUH DOO LQVWDOODWRUH GHO VLVWHPD GL VLFXUH]]D OH SURFHGXUH GD VHJXLUH /D %(17(/ 6(&85,7< 6UO GHFOLQD RJQL UHVSRQVDELOLWj QHO FDVR LQ FXL OD &HQWUDOH YHQJD PDQRPHVVD GD SHUVRQDOH QRQ DXWRUL]]DWR

ATTENZIONE (Per le Centrali da ASSEMBLARE) Verificare che la revisione del presente manuale e quella del Software eventualmente utilizzato, corrisponda a quanto richiesto dall’etichetta “REVISIONI” (vedi figura seguente) fornita con la Scheda Elettronica dell’Unità Centrale. Per il software è possibile utilizzare anche una versione superiore a quella riportata sull’etichetta medesima.
5(9,6,21, 2.  ,7 ,QVWDOOD]LRQH  8WHQWH  3URJUDPPD]LRQH  8QLWj &HQWUDOH  6RIWZDUH .\R 8QLW  5HYLVLRQH )LUPZDUH 5HYLVLRQL GHL 0DQXDOL 5HYLVLRQH 6RIWZDUH

Se la verifica ha esito negativo, procurarsi la corretta revisione del presente manuale (o quella del Software, se utilizzato) PRIMA di iniziare l’assemblaggio e l’installazione della centrale. La Revisione del presente manuale è riportata nell’ultima pagina in basso ed è il numero che appare fra il codice e la data come indicato nell’esempio della figura seguente:
1XPHUR GL 5HYLVLRQH GHO 0DQXDOH
,6737%/,81.<2   3

&RGLFH

'DWD

Il contenuto di questo manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso e non rappresenta un impegno da parte della BENTEL SECURITY srl.

Š

3

INDICE
Capitolo 1 - Identificazione delle Parti.................................... 6
Tastiere LCD ALISON/S e ALISON/DVP ..................................................... 6 Tastiere LED ALISON/8L e ALISON/32LP ................................................... 7 Tastiere LCD MIA/S e MIA/D ....................................................................... 8 Tastiera LCD OMNIA/TAST-R ..................................................................... 9 Tastiera LED NC2/TAST ........................................................................... 10 Tastiera LED ICON/KP .............................................................................. 11 Inseritore ECLIPSE, Lettore PROXI, Attivatore SAT, PROXI-CARD .......... 13 Espansione di Ingresso/Uscita M-IN/OUT ................................................. 15 Ricevitori Radio VRX32-433 e Vector/RX8 ................................................ 15

Capitolo 2 - Installazione ....................................................... 16
Fissaggio meccanico ................................................................................... Unità centrale ........................................................................................... Tastiere di Controllo .................................................................................. Lettore di Prossimità PROXI .................................................................... Inseritori ECLIPSE .................................................................................... Espansione M-IN/OUT ............................................................................. Codifica dei Dispositivi ............................................................................... Codifica Tastiera ALISON/8L .................................................................... Codifica Tastiera ALISON/32LP ................................................................ Codifica Tastiere ALISON/S e ALISON/DVP ............................................. Impostazione del Livello BPI ...................................................................... Ricevitori Radio VRX32-433 e Vector/RX8 ................................................. Sostituzione batterie dei Dispositivi Via Radio .......................................... Collegamenti ................................................................................................ Tastiere, Lettori ed Espansioni ................................................................. Sensori di Allarme ..................................................................................... Sensori Antincendio (con Uscita Ripetizione) ........................................... Sirene di Allarme ...................................................................................... Sensori di tipo Inerziale o Tapparelle ........................................................ Linea Antisabotaggio ................................................................................. Uscite Ausiliarie O. C. (Open Collector) ................................................... Linea Telefonica ........................................................................................ Ricevitori Radio VRX32-433 e Vector/RX8 ............................................... Linee di tipo Double (solo KYO16D) ......................................................... 16 16 16 16 17 17 18 19 20 21 22 23 23 24 24 26 28 29 30 31 32 33 33 34

Capitolo 3 - Programmazione da PC .................................... 35
Introduzione ................................................................................................. Finestra Principale del Programma ........................................................... Gestione Pagine ....................................................................................... Gestione Clienti ........................................................................................ 35 35 35 36

Š

4

Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza

Barre e Pulsanti ........................................................................................... Area Parametri ......................................................................................... Barra degli Strumenti ................................................................................ Barra dei Menù ......................................................................................... Pagina Tastiere ............................................................................................ Tabella Tastiere ......................................................................................... Abilitazioni Tastiera ................................................................................... Tipo di Tastiera ......................................................................................... Pagina Lettori ............................................................................................... Tabella Lettori ........................................................................................... Pagina Ricevitore ........................................................................................ Pagina Espansioni Ingresso/Uscita ........................................................... Pagina Zone .................................................................................................. Tabella Zone ............................................................................................. Tipo ........................................................................................................... Bilanciamento ........................................................................................... Attributi ..................................................................................................... Cicli .......................................................................................................... Doppio Impulso ........................................................................................ Area .......................................................................................................... Pagina Uscite ............................................................................................... Tabella Uscite ........................................................................................... Attributi ..................................................................................................... Tempi Monostabile .................................................................................... Segnali ..................................................................................................... Area .......................................................................................................... Pagina Aree .................................................................................................. Tabella Aree .............................................................................................. Tempi ........................................................................................................ Inattività (Allarme) ..................................................................................... Negligenza (Inattività Inserimento) ............................................................ Pagina Telefono ........................................................................................... Tabella Numeri Telefonici .......................................................................... Selezione ................................................................................................. Tipo ........................................................................................................... Proprietario ............................................................................................... Televigilanza ............................................................................................. Pagina Teleassistenza ................................................................................ Tentativi di chiamata ................................................................................. Entrata nel Menù DTMF ............................................................................ Esporta verso WinBcs ............................................................................. Evento Test ............................................................................................... Pagina Lettura Registro .............................................................................. Pagina Impostazione Eventi ....................................................................... Evento Prioritario ......................................................................................

37 37 38 38 44 44 44 44 45 45 47 47 48 48 49 50 50 53 53 53 54 54 55 55 55 58 59 59 60 61 61 62 62 62 63 63 63 64 64 64 64 65 66 67 70

............................................. Tabella Opzioni .. Programmazione con PC via Telefono ..................................................... Tabella Chiavi .............................................................................................. 73 73 74 74 78 79 79 80 81 81 81 82 82 82 84 85 86 ............................................ Programmazione dei Codici Utente (PIN) ................................ Auto-Reset Memorie ................. Pagina Codici ........................................................................................................................... Tabella del Programmatore Orario ............................................................................................................................................................................................................................. Pagina Radiochiavi ..........Š 5 Pagina Programmatore Orario .............................. Codice Installatore ........................... Codici per Radiochiave ................... Pagina Orologio .......................................................................................................................................................................................... Programmazione con PC locale ........................................................ Tabella Codici Utente .................... Pagina Opzioni ............................................................................................................................................................................................. Pagina Attivatori/Tessere ........ Inserimento Rapido ................................................................................................................................................

1 3.1 9 cU ] ^ 1 3 4 ^ bY U d_ 2 _ 1 Y^ i 1 3 b4 b] WD `U 2 _ 4 3.Tastiera ALISON/S e ALISON/DVP .1 3.1 9 cU ] ^ 1 3 4 ^ bY U d_ 2 _ 1 Y^ i 1 3 b4 b] WD `U 2 _ 4 3. 1.1 3.') %/$/ 66   '   3.1 47 4 ^c bY] ^ 1 U YcY U U d_ bU 4 b]^ @Q dY ^ YcQ Y W bdY _ c  1 bUU 9 cU dU ^ bY 1Q U \\ b] 7Q _ e cd = cQ WY_ Uc W BQc V P ^PV X^ 2 ]aP T c [T BQc V P ^PV X^ ? aX aXRP T UT 2 XP W eT 5 [b P P B ^\ P R _ abP ? aX aXRP T UT C [T bb c T P Xb 0 X[ P Q Xc cP A ^ Xc Xb_ ]S  0 X[ P Q Xc c^ C [T ] P T U^ Pc X R ab^ ] ^ 1 U b] T @ bd ^ Q YdY_ c 1 b] \Q G b^ Q Y^W = cQ U Uc W ?][ PT C \T P _a C \T P _a ? aX W aP T _T [ C \T P _a 5 [b P T : h PaS T 2 < bX Xb ]V ? aX W aP T _T [ C [T aeX T bT RT 4 PQT ] [S 0 bf a ] T ? ^ T>= W] 2 [[ X P ] _ V bb a^ aT 3.IDENTIFICAZIONE DELLE PARTI I numeri in grassetto riportati fra parentesi quadre presenti in questo e negli altri manuali della Centrale.1 47 4 ^c bY] ^ 1 U YcY U U d_ bU 4 b]^ @Q dY ^ YcQ Y W bdY _ c  1 bUU 9 cU dU ^ bY 1Q U \\ b] 7Q _ e cd = cQ WY_ Uc W BQc V P ^PV X^ 2 ]aP T c [T BQc V P ^PV X^ ? aX aXRP T UT 2 XP W eT 5 [b P P B ^\ P R _ abP ? aX aXRP T UT C [T bb c T P Xb 0 X[ P Q Xc cP A ^ Xc Xb_ ]S  0 X[ P Q Xc c^ C [T ] P T U^ Pc X R ab^ ] ^ 1 U b] T @ bd ^ Q YdY_ c 1 b] \Q G b^ Q Y^W = cQ U Uc W ?][ PT C \T P _a C \T P _a ? aX W aP T _T [ C \T P _a 5 [b P T : h PaS T 2 < bX Xb ]V ? aX W aP T _T [ C [T aeX T bT RT 4 PQT ] [S 0 bf a ] T ? ^ T>= W] 2 [[ X P ] _ V bb a^ aT 3.1 2 S 1 b] \_ S_ \\Q U C ` \ ] d_ 1Qb c   3. fanno riferimento alle parti descritte in questo capitolo salvo diversa indicazione.Š 6 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza CAPITOLO 1 .1 B cU= ] bYU U d U _ B cU1Qb c U d \ ]      JKL  STUV  DEF  MNO WXY  GHI  PQR  Z[\]     $          D  D E  F E    Fig.621'93 $/.1 B cU= ] bYU U d U _ B cU1Qb c U d \ ] 'HV         Q 9 cU ] ^ 1 U ^ bY U d_ bU 1 Y^ Q YdY_ c b] W@ bd ^ 3.1          D   E  F (7.1 3^ \ U _Q Q SU\QD \UV ^ dU 3 Q Q\c \U b3 \     2 S 1 b] \_ S_ \\Q U C ` \ ] d_ 1Qb c   3^ \ U _Q Q SU\QD \UV ^ dU 3 Q Q\c \U b3 \     3. Tastiere LCD ALISON/S e ALISON/DVP $/.6216     JKL  STUV  DEF   GHI      $   DEF   GHI      $   MNO WXY   PQR  Z[\]   JKL  STUV   MNO WXY   PQR  Z[\]  (7.') %/$/ 66   '   'HV         Q 9 cU ] ^ 1 U ^ bY U d_ bU 1 Y^ @ bd ^ b] W Q YdY_ c 3.1a .

 MNO WXY  /01  PQR  Z[\]   JKL  STUV     $  'HV         Q 9^ bY U d_ bU cU ] ^ 1 U 1 Y W@ bdY ^ b]^ Q dY_ c 1 bUU 9^ bY cU dU 1 U b] T @ bdY ^ Q dY_ c 1 b] \Q G b^^W Q Y = cQ U Uc W ?] P T[ C\T P _a C\T P _a ? aX_ T [ T W aP C\T P _a 5 [b P T : h2 T PaS < bX]V Xb ? aX W aP T_T [ C [T aeX T bT RT 4 PQ[ S ] T 0 bf a ] T ? ^ >= W ]T 2 [[ X] P _ V bb a^ aT 3.-.-.  MNO WXY  /01  PQR  Z[\]     $         D   F E    Fig.  MNO WXY  /01  PQR  Z[\]     $   .1 3. 1.1 3^ \ Q SU\QDUUV_ Q \ ^ dU 3 Q \U b3Q\c \     2 SS_ \\Q U \_ 1 b] C ` \ ] d_ 1Qb c  3^ \ Q SU\QDUUV_ Q \ ^ dU 3 Q \U b3Q\c \             E  F      JKL  STUV  .1b .1 9^ bY U d_ 2 _ cU ] ^ 1 3 4 1 Y WD `U 23 b4 b]^ i 1 _ 4 3.Identificazione delle Parti 7 Tastiere LED ALISON/8L e ALISON/32LP $/.-.1 9^ bY U d_ 2 _ cU ] ^ 1 3 4 1 Y WD `U 23 b4 b]^ i 1 _ 4 3.1 B cUd U _ U = ] bYU B cUd \ ] U 1Qb c 3.621/   JKL  STUV  .1 3.1 B cUd U _ U = ] bYU B cUd \ ] U 1Qb c 3.1 3.1 3.Š Capitolo 1 .1 47 4 ^c bY] ^ 1b U YcY U U d_ U 4 b]^ @ bdY _ YcQ Y W Q dY ^c  1Q U \\ b] 7Q _ e cd = cQ WY_ Uc W B Q PV X^ P ^c V 2 ] [T T caP B Q PV X^ P ^c V ? aXU aXRP T T 2 XP W eT 5 [b P P B ^\ P R _ abP ? aXU aXRP T T C [T bb c T P Xb 0 X[ cP Q XcP A ^ Xc Xb_ ]S  0 X[ c^ Q XcP C [T ] P T U^ Pc X] R ab^ ^ 3.Tastiera ALISON/32LP e ALISON/8L .621/3 $/.1 2 SS_ \\Q U \_ 1 b] C ` \ ] d_ 1Qb c  'HV         Q 9^ bY U d_ bU cU ] ^ 1 U 1 Y W Q dY_ c b]^ @ bdY ^ 1 bUU 9^ bY cU dU 1 U b] T @ bdY ^ Q dY_ c 1 b] \Q G b^^W Q Y = cQ U Uc W ?] P T[ C\T P _a C\T P _a ? aX_ T [ T W aP C\T P _a 5 [b P T : h PaS T 2 < bX]V Xb ? aX_ T [ T W aP C [T aeX T bT RT 4 PQ[ S ] T 0 bf a ] T ? ^ >= W ]T 2 [[ X] P _ V bb a^ aT 3.1 47 4 ^c bY] ^ 1b U YcY U U d_ U 4 b]^ @ bdY _ YcQ Y W Q dY ^c  1Q U \\ b] 7Q _ e cd = cQ WY_ Uc W B Q PV X^ P ^c V 2 ] [T T caP B Q PV X^ P ^c V ? aXU aXRP T T 2 XP W eT 5 [b P P B ^\ P R _ abP ? aXU aXRP T T C [T bb c T P Xb 0 X[ cP Q XcP A ^ Xc Xb_ ]S  0 X[ c^ Q XcP C [T ] P T U^ Pc X] R ab^ ^ 3.

1c . 1.Tastiera MIA/S o MIA/D .Š 8 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza Tastiere LCD MIA/S e MIA/D            E D F   E D          E  F E   Fig.

2 . 1.Identificazione delle Parti 9 Tastiera LCD OMNIA/TAST-R                    D  D       Fig.Tastiera OMNIA/TAST-R .Š Capitolo 1 .

3 .Š 10 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza Tastiera LED NC2/TAST                     D D   Fig. 1.Tastiera NC2/TAST .

1.4 .Identificazione delle Parti 11 Tastiera LED ICON/KP                   D  D  Fig.Š Capitolo 1 .Tastiera ICON/KP .

Š 12 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza 7DE   .621'39 $/.$' DUW $61& $/.$61& 1HO ULFHYLWRUH 5DGLR 95. 0LFURSURFHVVRUH 0LFURVZLWFK $QWLVWUDSSR RS]LRQDOH SHUL VHJXHQWL DFFHVVRUL 0.. &RQQHWWRUH SHU LO 0LFURVZLWFK $QWLVWUDSSR 0LFURLQWHUUXWWRUL SHU O LPSRVWD]LRQH GHOO LQGLUL]]R 0LFURVZLWFK $QWLVDERWDJJLR $QWLDSHUWXUD  1HO ULFHYLWRUH 5DGLR 95. LO FRQWDWWR $QWLVWUDSSR q UHDOL]]DWR FRQ OH SLVWH GHO FLUFXLWR VWDPSDWR *UD]LH DG XQ SHUQR FRQGXWWLYR SUHVHQWH VXO IRQGR WDOH FRQWDWWR YLHQH FKLXVR VROR TXDQGR LO ULFHYLWRUH q SHUIHWWDPHQWH ILVVDWR DOOD SDUHWH $SHUWXUD SHU LO SDVVDJJLR GHL FDYL GL FROOHJDPHQWR *DQFLR SHU LO EORFFDJJLR GHOOD VFKHGD HOHWWURQLFD )RUL SHU LO ILVVDJJLR D SDUHWH VX VFDWROH PRGHOOR  R HTXLYDOHQWL )RUL SHU LO ILVVDJJLR VX VFDWROH [ R HTXLYDOHQWL )RUL SHU LO ILVVDJJLR VX VFDWROH 6LQJOH *DQJ R HTXLYDOHQWL %X]]HU 0LFURIRQR 6ROR LQ $/.6216 $/.GHQWLILFD]LRQH GHOOH 3DUWL GHOOH 7DVWLHUH 3DUWH            'LVSOD\ /&' 9LWH SHU OD FKLXVXUD GHO FRSHUFKLR 6SRUWHOOLQR ULEDOWDELOH 3RQWLFHOOR SHU O LPSRVWD]LRQH GHO OLYHOOR %3.1.5($'(5 DUW 0.621/3 DUW $61& 352.$6 H 0.621/ $/.621'93 7DVVHOOR $QWLVWUDSSR $OHWWH GL EDWWXWD SHU LO SRVL]LRQDPHQWR GHOOD VFKHGD HOHWWURQLFD 6XSSRUWL SHU LO VRVWHJQR GHOOD VFKHGD HOHWWURQLFD *DQFLR GL FKLXVXUD FRSHUFKLR &RQQHWWRUH SHU LO %X]]HU &RQQHWWRUH SHU $OWRSDUODQWH 6ROR LQ $/.621'93 $OWRSDUODQWH 6ROR LQ $/. LO FRQWDWWR $QWLVDERWDJJLR q UHDOL]]DWR FRQ OH SLVWH GHO FLUFXLWR VWDPSDWR *UD]LH DG XQ SHUQR FRQGXWWLYR SUHVHQWH VXO FRSHUFKLR WDOH FRQWDWWR YLHQH FKLXVR VROR TXDQGR LO FRSHUFKLR q SHUIHWWDPHQWH ULSRVL]LRQDWR HG DYYLWDWR 0RUVHWWLHUD SHU L FROOHJDPHQWL 3RQWLFHOOR SHU O LPSRVWD]LRQH GHO OLYHOOR %3.621'93 ' ' 'HVFUL]LRQH 6SLH GL VHJQDOD]LRQH 9HGL 0DQXDOH 8WHQWH Ö  9 GHIDXOW Ö  9 Ö  9 GHIDXOW ' ' Ö  9    D E F  D E      D .

PROXI-CARD.5 .Š Capitolo 1 . Lettore PROXI.Lettore PROXI. 1. PROXI-CARD       D  >=          D                       Fig.Identificazione delle Parti 13 Inseritore ECLIPSE. Inseritore ECLIPSE e Attivatore SAT . Attivatore SAT.

66 3OD\EXV *(:.36( $SHUWXUD LQVH ULWRUH (&/.36( YH UVLRQH 0$*.12 5HDG\ 0DJLF $9( $9( 1RLU 7DE     . . GH OOD FHQWUDOH  5 RVVR Ö $O P RUVH WWR 3RVLWLYR GL $OLP HQWD ]LRQH % LDQFR Ö $O P RUVH WWR & % OX Ö $O P RUVH WWR 5 1HUR Ö $O P RUVH WWR ± 1HJD WLYR GL $OLP HQWD ]LRQH $WWLYD WRUH GH O WLSR 352.&.36 ( $WWLYDWRUH 6$ 7 /HWWRUH 35 2.O &RQWD WWR $QWLVD ERWD JJLR q UHD OL]]D WR FRQ OH SLVWH GHO FLUFXLWR VWD P SD WR *UD ]LH D G XQ SH UQR FRQGXWWLYR >  @ SUHVH QWH VXO FRSHUFKLR WDOH FRQWD WWR VL FKLXGH VROR TXD QGR LO FRSH UFKLR q SH UIH WWD P HQWH FKLXVR YH GL )LJ   3RQWLFHOOR SH U O HVFOXVLRQH GHL FRQWDWWL $QWLVWUDSSR H G $QWLVDERWD JJLR Ö &RQWD WWL D WWLYL GH ID XOW Ö &RQWD WWL H VFOXVL 9LWL Q  SHU OD FKLXVXUD GHO FRSH UFKLR $OORJJLDP H QWR SHU OD 6FKH GD GL (VSDQVLRQH 9LWL Q  SHU LO ILVVD JJLR GH OO (VSDQVLRQH &RQWDWWR $QWLVWUD SSR  .0$5 .&.12 0DJLF 7. H $ WWLYDWRUH 35 2. . .QVH ULP H QWR GL WLSR $ 6SLD YHUGH  .&. H 9HFWRU5.O &RQWDWWR $QWLVWUDSSR q UH DOL]]DWR FRQ OH SLVWH GH O FLUFXLWR VWD P SD WR *UD ]LH D G XQ SH UQR FRQGXWWLYR >  @ SUHVH QWH VXO IRQGR WD OH FRQWDWWR VL FKLXGH VROR TXD QGR LO IRQGR q SHUIH WWDP H QWH ILVVDWR D OOD SD UH WH YHGL )LJ   )RUL Q  SH U LO ILVVDJJLR VX VFD WROD P RGH OOR  R H TXLYDOH QWH )RUL Q  SH U LO ILVVDJJLR D SD UH WH  $SHUWXUD SH U LO SDVVD JJLR GH L FD YL FDQD OL]]D WL HVWH UQD P H QWH 0LFURLQWH UUXWWRUL SHU OD SURJUD P P D ]LRQH H SHU O LP SRVWD ]LRQH GH OO LQGLUL]]R 3HUQL FRQGXWWLYL SH U OD FKLXVXUD GH L FRQWD WWL $QWLVD ERWDJJLR >  @ H $QWLVWUD SSR >  @ *(:.& YH GL 7D E  &RSH UFKLR /H WWRUH GL 3URVVLP LWj 352.G H Q WLILFD] LRQ H G H OOH 3DUWL G H OO (VS DQ VLRQ H 0 . .&$ 5 ' 3DUWH     6SLD JLDOOD  . 1  2 8 7 3DUWH               ' H VF UL] LRQ H &RQWDWWR $QWLVDERWD JJLR  .36( .&.36( 7.QVHULWRUH (&/.&$5' $WWLYD WRUH GH O WLSR 6$7 0LFURSXOVD QWH GL FRQWUROOR SRVWR VXO IRQGR GH OO LQVHULWRUH (&/.0$5 /LJKW 9. 3DUWH   $QWHQQH Q  'HVFUL]LRQH *DQFL Q  SHU OD FKLXVXUD GHO 5LFHYLWRUH .QVH ULP H QWR $UHH DELOLWD WH VXOO LQVH ULWRUH        7DE    9 HUVLRQL G LVSRQ LELOL SHU O .QVHULWRUH (&/.QWHUQDWLRQDO 7.Š 14 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza 7DE   .GHQWLILFD]LRQH GHOOH 3DUWL (&/.12 /LYLQJ 7.66 *(:.QVH ULP H QWR GL WLSR % $UH D VH QVLELOH GH O /HWWRUH GL 3URVVLP LWj &D YHWWR GL FROOHJD P H QWR D O %XV %3.GHD 7DE   .GHQWLILFD]LRQH GHOOH SDUWL GHO 95.66 1RLU 9.12 . 'HVFUL]LRQH 6SLD URVVD  .

Identificazione delle Parti 15 Espansione di Ingresso/Uscita M-IN/OUT                         Fig.Espansione M-IN/OUT e contenitore dedicato Ricevitori Radio VRX32-433 e Vector/RX8          D   D   D         Fig.6 . 1. 1.Ricevitore Radio VRX32-433 (a sinistra) e Vector/RX8 (a destra).Š Capitolo 1 .7 . .

Passare i cavi di collegamento attraverso l’apertura [57] 4. Tastiere di Controllo A Se si utilizza la Tastiera ICON/KP. Riposizionare la scheda elettronica e. Fissare il fondo della tastiera utilizzando i fori [59a]. 6. 9. A Il Microswitch Antistrappo deve essere installato per ottenere la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA al II Livello di Prestazione. . Eseguire il collegamento con il Bus BPI dell’Unità Centrale per mezzo della morsettiera [53] Eseguire la Codifica del Dispositivo come descritto al paragrafo ‘Codifica dei Dispositivi’. installare il Microswitch antistrappo [56] la cui levetta deve essere tenuta in posizione (premuta) dal perno presente sul Tassello Antistrappo [61]. più avanti in questo capitolo. nel caso sia stato installato il Microswitch Antistrappo sulle tastiere MIA e ALISON. Rimuovere il coperchio della tastiera svitandone le viti [47] 2.Nelle tastiere OMNIA/TAST-R e NC2/TAST è già presente un Microswitch antistrappo.INSTALLAZIONE Fissaggio meccanico Unità centrale Per il fissaggio dell’Unità Centrale. Passare i cavi di collegamento attraverso l’apertura [57] 3. Per il fissaggio della tastiera di controllo procedere come segue: 1. NOTA . la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA decade al I Livello di Prestazione.Š 16 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza CAPITOLO 2 . installare il Microswitch antistrappo [56] la cui levetta deve essere tenuta in posizione (premuta) dal perno presente sul Tassello Antistrappo [61]. Il Tassello antistrappo andrà poi fissato con una vite attraverso il foro presente sullo stesso. 8. Rimuovere il coperchio svitando (se presente) la vite [47] 2. Il Tassello antistrappo andrà poi fissato con una vite attraverso il foro presente sullo stesso. Se richiesto. Se richiesto. A Il Microswitch Antistrappo deve essere installato per ottenere la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA al II Livello di Prestazione. fare riferimento al manuale relativo. Chiudere il coperchio riavvitando le viti [47] Lettore di Prossimità PROXI Per fissare i Lettori di Prossimità PROXI procedere come descritto: 1. [59b] o [59c] 5. Togliere la scheda elettronica agendo sui ganci [58] 3. Fissare il fondo del lettore utilizzando i fori preformati [59a] 4. collegarne il connettore [50]. 7. Per renderlo attivo è necessario soltanto fissare il Tassello antistrappo [61].

1. utilizzare i fori [84] per il fissaggio ed il foro [61] per bloccare il tassello antistrappo: z Se è previsto il montaggio a vista su una scatola mod. 7. Eseguire il collegamento con il Bus BPI dell’Unità Centrale per mezzo del cavetto [70] 6. Aprire il foro [57] oppure il foro [85] in base al punto in cui è prevista l’entrata dei cavi 2. Riposizionare la scheda elettronica dell’Espansione (vedi Fig. A Il Microswitch Antistrappo deve essere installato per ottenere la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA al II Livello di Prestazione.Installazione 17 5. 503 o equivalente. Gli Inseritori ECLIPSE devono essere installati ad almeno 10 cm l’uno dall’altro. 1. eseguire i collegamenti del Bus BPI per mezzo della morsettiera [53] e la Codifica del Dispositivo (vedi paragrafo successivo) tramite i microinterruttori [51]. i fori [83]. utilizzare i fori [83] per il fissaggio ed il foro [61] per bloccare il tassello antistrappo: z Se è previsto il montaggio ad incasso. DOOD OLQHD DQWLVDERWDJJLR Per un’installazione a norme. devono essere dotati di dispositivi di antisabotaggio (Vedi figura a lato). 3. Per il fissaggio delle espansioni procedere come segue: 1. Le espansioni sono dotate di appositi contenitori dedicati i quali possono essere installati sia a parete che ad incasso. Passare i cavi di collegamento attraverso l’apertura prevista 4. Inseritori ECLIPSE Gli inseritori ECLIPSE sono racchiusi in contenitori compatibili con le principali linee per illuminotecnica (Vedi Tab. gli inseritori posizionati in zone non coperte dal sistema di sicurezza.6) bloccandola sotto i ganci di ritegno [58] e fissandola con le due viti [81] in dotazione . In questo caso bisogna necessariamente re-inserire il ponticello [78] per disabilitare la gestione dei contatti Antisabotaggio [77] e Antistrappo [82] (I contatti Antisabotaggio ed Antistrappo devono essere disabilitati solo se l’espansione viene alloggiata in un contenitore diverso da quello dedicato). Chiudere il coperchio riavvitando la vite [47] I Lettori PROXI devono essere installati ad almeno 50 cm l’uno dall’altro. z Se è previsto il montaggio a parete del contenitore. Fissare il contenitore ed il tassello antistrappo [61] 5. più avanti in questo capitolo.3) per cui possono essere installati come dei comuni interruttori o prese di corrente.Š Capitolo 2 . [84] e [61] non vanno utilizzati. Eseguire la Codifica del Dispositivo come descritto al paragrafo ‘Codifica dei Dispositivi’. Espansione M-IN/OUT È consigliabile fissare le espansioni il più vicino possibile ai dispositivi con i quali devono essere collegate. Prima di fissare l’inseritore.

Tastiere) è necessario effettuare la Codifica del Dispositivi impostandone l’indirizzo.1 e 2. J OL LQ J UH V VL IX Q ] LR Q D Q R FR P H .QJ UH VVL (VSD QVLR QH G L 8 VFLWD D  8 VFLWH 7  H 7  XVFLWH  7  7  7  H 7  LQJ UH VVL (VSD QVLR QH G L 8 VFLWD D  8 VFLWH (VSD QVLR QH G . / / (ponticello inserito/chiuso) = Antisabotaggio e Antistrappo disabilitati. 8. Lettori.128 7 0 LFUR LQWH UUXWWR UH Q    Q    ' H VFUL]LR QH (VSD QVLR QH G L . del Minidip [88]. Impostare il modo di funzionamento degli ingressi tramite il microinterruttore n. come mostrato nella tabella seguente: 3URJUDP P D]LRQH G HO 0 RGR G L )XQ]LRDQP HQWR G HOO (VSDQVLRQH 0 . Gli indirizzi assegnati devono essere diversi per tutti i dispositivi dello stesso tipo: questo significa che possono coesistere nell’impianto tastiere ed inseritori con lo stesso indirizzo poiché l’Unità Centrale è in grado di riconoscere il tipo di Dispositivo. NOTA . Impostare il modo di funzionamento dei contatti Antisabotaggio [77] e Antistrappo [82] tramite il ponticello [78]: o o (ponticello rimosso/aperto) = Antisabotaggio e Antistrappo abilitati. 6 e n. Impostare il modo di funzionamento dell'Espansione tramite i microinterruttori n. Eseguire il collegamento dell’Espansione all’Unità Centrale utilizzando la morsettiera [53] 7.2 (il Minidip può essere a 4 oppure a 5 o più posizioni. Eseguire la Codifica del Dispositivo per mezzo dei primi 5 microinterruttori del Minidip [88] come mostrato in Tab.QJ UH VVR D  .2 (Il microinterruttore n. 1 deve essere lasciato in posizione OFF).Q WH UID FFLD S H U & R Q W D W WR S H U 7D S S D UH OOD / D ] R Q D Y D LQ D OOD UP H V H Y H Q J R Q R ULOH Y D WL D OP H Q R  LP S X OV L Q H OO D UFR G L  P LQ X WL 11.Š 18 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza 6.QJUH VVL (VSD QVLR QH G .QJ UH VVL 7  7  7  H 7  XVFLWH  7  H 7  LQJ UH VVL (VSD QVLR QH G L 8 VFLWD D  8 VFLWH     10. come mostrato nella tabella seguente: 3 U R J U D P P D ] LR Q H G H O 0 R G R G L ) X Q ] LR Q D P H Q WR G H J OL . Chiudere il contenitore utilizzando le quattro viti [79] in dotazione.QJUH VVR D  . utilizzare le procedure descritte nei paragrafi successivi. dipende dal dispositivo). Codifica dei Dispositivi Per poter utilizzare i Dispositivi BPI (Inseritori. 7 del Minidip [88]. 2. 9. Per impostare l’indirizzo su un dispositivo fare riferimento alle Tabelle 2. 8. Q J U H VVL 0 LFUR LQ WH UUX WWR UH Q     ' H V FUL] LR Q H 7X WWL J OL LQ J UH V V L IX Q ] LR Q D Q R LQ P R G R Q R UP D OH 7 8 77 .QJUH VVR D  . prive di Minidip. .Per la codifica delle tastiere ALISON.

1 simulano un Minidip virtuale a 4 posizioni (Vedi Tab. utilizzare i tasti A e B: la posizione scelta è segnalata dal lampeggio dei LEDs 1. utiz Per uscire dalla fase di programmazione. -). lizzare i tasti C (accendi) e D (spegni).Š Capitolo 2 . 3. dopo un tempo pari a 5 secondi e l’emissione di un beep lungo. si torna al punto 4. C.QGLUL]]R                 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 21 21 21 21 21 21 21 21 2)) 2)) 2)) 2)) 21 21 21 21 2)) 2)) 2)) 2)) 21 21 21 21 2)) 2)) 21 21 2)) 2)) 21 21 2)) 2)) 21 21 2)) 2)) 21 21 2)) 21 2)) 21 2)) 21 2)) 21 2)) 21 2)) 21 2)) 21 2)) 21 . 4.QGLUL]]R                 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 2)) 21 21 21 21 21 21 21 21 2)) 2)) 2)) 2)) 21 21 21 21 2)) 2)) 2)) 2)) 21 21 21 21 2)) 2)) 21 21 2)) 2)) 21 21 2)) 2)) 21 21 2)) 2)) 21 21 2)) 21 2)) 21 2)) 21 2)) 21 2)) 21 2)) 21 2)) 21 2)) 21 7DE   . . di fabbrica.1) indica che si è nella fase di indirizzamento della tastiera.PSRVWD]LRQH . z Per posizionarsi su uno dei 4 LED/Microinterruttori virtuali. reinserire il ponticello [54].Installazione 19 7DE   . Rimuovere il coperchio affinchè la Tastiera risulti in sabotaggio. z Per accendere/spegnere (ON/OFF) il LED ROSSO SUPERIORE.O PLFURLQWHUUXWWRUH Q  GHL 0LQLGLS D  R SL YLH GHYH ULPDQHUH LQ SRVL]LRQH 2)) Codifica Tastiera ALISON/8L Gli 8 LEDs rossi indicati con la lettera “B” in Fig. L’accensione dei 4 LEDs sulla sinistra (Vedi “A” in Figura 2. z Premere il tasto e per rinunciare alla programmazione dell’indirizzo (lasciando il precedente valore che. z Premere il tasto E per confermare l’indirizzo impostato. 2. Togliere il ponticello [54] ed attendere 5 secondi trascorsi i quali un beep lungo indicherà che la tastiera è pronta per essere indirizzata.PSRVWD]LRQH .1) secondo la logica: LED ROSSO ALTO ACCESO = Microinterruttore ON LED ROSSO BASSO ACCESO = Microinterruttore OFF 1.QGLUL]]L VX 0LQL'LS D  PLFURLQWHUUXWWRUL 0LFURLQWHUUXWWRUH 1     . R.QGLUL]]L VX 0LQL'LS D  R SL PLFURLQWHUUXWWRUL 0LFURLQWHUUXWWRUH 1      .2. 2. In entrambi i casi. 2. 5.3 o 4. Collegare la tastiera al BUS BPI della Centrale (morsetti +. è 01).

1) indica che si è nella fase di indirizzamento del PROXI incorporato. 2.         $/.1) simulano un Minidip virtuale a 4 posizioni (Vedi Tab.Questa tastiera non può essere collegata ad una centrale KYO16D. R. L’accensione dei 4 LEDs sulla sinistra (Vedi “A” in Figura 2. z Premere il tasto E per confermare il nuovo indirizzo e passare al punto successivo. 3. 2. Togliere il ponticello [54] ed attendere 5 secondi trascorsi i quali un beep lungo indicherà che la tastiera è pronta per essere indirizzata. -).1) indica che si è nella fase di indirizzamento della tastiera.621/ Fig. 5. 2.3 o 4. Gli 8 LEDs rossi (indicati con la lettera “B” in Fig. z Per posizionarsi su uno dei 4 LED/Microinterruttori.621/3 . 2. 6. z Premere il tasto e per rinunciare alla programmazione dell’indirizzo (lasciando il precedente valore che.2. C. z Per accendere/spegnere (ON/OFF) il LED ROSSO SUPERIORE. reinserendo il ponticello [54]. L’accensione dei 4 LEDs sulla parte destra della tastiera (Vedi “C” in Figura 2. 4.1) secondo la logica: LED ROSSO ALTO ACCESO = Microinterruttore ON LED ROSSO BASSO ACCESO = Microinterruttore OFF Per indirizzare Tastiera e/o PORXI incorporato. 1. utilizzare i tasti A e B: la posizione scelta è segnalata dal lampeggio dei LEDs 1. effettuare la procedura descritta di seguito tenendo presente che è possibile uscire dalla fase di programmazione. di fabbrica. Rimuovere il coperchio affinchè la Tastiera risulti in sabotaggio. in qualsiasi momento. Collegare la tastiera al BUS BPI della Centrale (morsetti +. utiliz- zare i tasti C (accendi) e D (spegni). è 01) e passare al punto successivo.Š 20 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza Codifica Tastiera ALISON/32LP NOTA .1 .Codifica ALISON/8L e ALISON/32LP $/.

La tastiera emetterà un beep lungo ad indicare l’ingresso nella fase di programmazione: sul display apparirà il tipo di tastiera utilizzata e l’indirizzo attuale. 3. dopo l’emissione di un beep lungo.Premendo i tasti A o B.Installazione 21 Per tale operazione. 9. Togliere il ponticello 54. Alison/S . ALISON/DVP”. NOTA .Saltare al successivo passo 6. 2.Š Capitolo 2 . A questo punto sul display apparirà la scritta “PROXI: 01” (Il numero indica l’indirizzo corrente del Lettore di Prossimità). Alison/DVP . 5. premere il tasto o. sul display appare il messaggio “ALISON/ DVP”. . La pressione dei tasti E. 4. ALISON/DVP Per default. utilizzare gli stessi tasti usati nei passi 4 e 5. e o o riporta la sequenza di programmazione.Se non si vuole utilizzare il PROXI. per abilitare il lettore è sufficente premePROXI: OFF”. 6. 10. Alison/DVP . Premere il tasto E per rendere effettivo l’indirizzo impostato oppure premere il tasto e per annullare di fatto la programmazione del Lettore di Prossimità. sul display apparirà la scritta “PROXI: 01 PROXI: 01”.La centrale KYO16D non gestisce le funzioni vocali. Agendo ancora sui tasti C e D si imposta l’indirizzo del Lettore di Prossimità integrato.Saltare al successivo passo 9. premere il tasto o. ovvero “ALISON/DVP: 01 oppure “ALISON/S: 01”. Alison/S . dopo 5 secondi di attesa e l’emissione di un beep lungo. 1. Collegare il bus BPI. (se non ancora collegato). si imposta il modo di funzionamento della Tastiera: selezionare “ALISON/DVP quindi confermare con il tasto E. Codifica Tastiere ALISON/S e ALISON/DVP Togliere il coperchio della tastiera affinchè la stessa risulti in sabotaggio. Agendo sui tasti C e D si imposta l’indirizzo desiderato (da 1 a 8): al termine. ATTENZIONE . ALISON/DVP: 01” ALISON/S: 01 7. al punto 4. Fase di attesa di 5 secondi con ponticello 54 tolto e microswitch antisabotaggio aperto (coperchio tolto). premere il tasto E per confermare oppure e per annullare la programmazione. 8. sul display apparirà la scritta “PROXI: OFF Al contrario. Se si vuole escludere il Lettore. In entrambi i casi. alla prima accensione. sul display appare la scritta “CALL SERVICE reinserire il ponticello 54 e chiudeCALL SERVICE”: re il coperchio per terminare la fase di programmazione. re il tasto O.Appare la scritta “CALL SERVICE reinserire il ponticello CALL SERVICE”: 54 e chiudere il coperchio per terminare la fase di programmazione.

Le Tastiere LED NC2/TAST ed ICON/KP e gli inseritori ECLIPSE a 4 microinterruttori funzionano solo con il livello BPI +5V: per questo motivo.) devono essere impostati con lo stesso livello BPI impostato sulla Centrale tramite il ponticello [6]. impostare opportunamente il ponticello [54] in posizione “BPI LEV 5V” ed inserire il ponticello [49]. se viene utilizzato anche uno soltanto di questi dispositivi. ecc. Espansioni. Se si vuole utilizzare una tastiera OMNIA/TAST-R.Š 22 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza Impostazione del Livello BPI Tutti i dispositivi BPI (Tastiere. BPI 12 volt Per la programmazione del livello BPI a 12 Volt. impostare il livello BPI della Centrale e quello di tutti gli altri dispositivi BPI a +5V. KYO16D e M-IN/OUT . assicurarsi che su quest’ultima siano presenti i ponticelli [49] e [54]. impostare opportunamente il ponticello [54] in posizione “BPI LEV 12V” e rimuovere il ponticello [49].La centrale Kyo16D e le espansioni M-IN/OUT funzionano solo con il livello BPI a 12 V: per questo motivo tutti i dispositivi BPI collegati alla centrale KYO16D devono essere tassativamente impostati con il livello BPI di 12 V. è necessario. Inseritori. . ATTENZIONE . BPI 5 volt Per la programmazione del livello BPI a 5 Volt.

Vector/RX8 .Installazione 23 Ricevitori Radio VRX32-433 e Vector/RX8 Le Centrali della Serie 8W. 8. 1. Effettuare i fori per il fissaggio. 8GW. seguire i successivi passi facendo riferimento alla Fig. Se l’impianto è equipaggiato solamente con tastiere LCD.Sollevare e rimuovere il coperchio. Fissare il Ricevitore controllando che il cavo di collegamento passi regolarmente attraverso l’apertura [57] 6.Svitare e rimuovere la vite [47]. ecc) z non installare il Ricevitore in prossimità di grossi oggetti metallici che potrebbero ridurre la portata dello stesso Per installare il Ricevitore. 4. appoggiare il Ricevitore alla parete e segnare i punti per il fissaggio in corrispondenza dei fori [59a]. Prima di installare il Ricevitore si raccomanda vivamente di: z trovare un luogo asciutto dove installare il Ricevitore z posizionare il Ricevitore in un luogo centrale rispetto agli altri dispositivi Via Radio per ottimizzare al meglio la portata z posizionare il Ricevitore il più alto possibile z evitare l’installazione del Ricevitore in prossimità di dispositivi che possano generare disturbi elettrici (televisori. A Per ottenere la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA al II Livello di Prestazione non utilizzare più di 14 Radiochiavi.7. Vector/RX8 . Eseguire i collegamenti sulla morsettiera [53] 7. 5. VRX32-433 . è possibile gestire un massimo di 32 dispositivi via radio (Sensori IR. Passare il cavo attraverso l’apposita apertura [57]. per la sostituzione delle batterie è necessario entrare nel Menù Installatore alla voce “Azioni Ö Stato delle Zone”. motori elettrici.Con l’ausilio di un cacciavite. 2. in un lettore. 16D. Chiudere il Ricevitore agganciando il coperchio sui ganci [86]. elettrodomestici. effettuare una leggere pressione sulla linguetta [64] per sbloccare e rimuovere il coperchio. 32 e 32G sono predisposte per il collegamento dei Ricevitori Radio VRX32-433 e Vector/RX8 con i quali è possibile gestire i dispositivi Via Radio. . Con il Ricevitore VRX32-433. Sostituzione batterie dei Dispositivi Via Radio Per sostituire le batterie di un dispositivo Via Radio è necessario porre la Centrale nello stato di Servizio digitando la sequenza Codice Installatore + E oppure lasciando inserita una Chiave Sat. Rivelatori di Fumo e/o Contatti Magnetici) e fino a 16 Radiochiavi mentre con il Ricevitore Vector/RX8 è possibile gestire fino ad 8 Zone Via Radio ed un massimo di 16 Radiochiavi.Allentare la vite [47].Š Capitolo 2 . 3. In questo paragrafo vengono descritte le caratteristiche e l’installazione di tali dispositivi. Serrare definitivamente il coperchio riavvitando la vite [47]. 1. VRX32-433 . programmata come “SERVIZIO”. A Per ottenere la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA al II Livello di Prestazione fissare una vite al muro in corrispondenza del microswitch antistrappo [56] in modo che lo stesso risulti chiuso una volta fissato il fondo.

di volta in volta.3. dispositivi di segnalazione. ecc.3 . ogni disegno riporta.  ' 110/( 3  '  3907 Š . Lettori ed Espansioni ATTENZIONE . non più di 8 tastiere di comando (4 nel modello KYO16D). 2[C]. '%10/ 2 3  2*  >=         8. Il Bus BPI della Centrale può gestire un massimo di 24 dispositivi BPI (12 nel modello KYO16D) e comunque. Tastiere.1287 0RUVHWWR ) 7  7 'HVFUL]LRQH 3RVLWLYR GL DOLPHQWD]LRQH SHU VHQVRUL R GLVSRVLWLYL 2& =RQH G . i Lettori e le Espansioni vanno collegati in parallelo al Bus BPI della Centrale attraverso i morsetti 1[+]. solo i morsetti utili per il collegamento preso in esame.  . Gli schemi vengono descritti separatamente per ogni dispositivo e sono raccolti per tipologia. Fig..1(!? 3 11      1?8 $E 1?8 . Le Tastiere. ovvero: organi di comando. sensori.Š 24 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza Collegamenti Per i vari collegamenti si raccomanda vivamente l’uso di cavo schermato con la calza metallica collegata solo dal lato centrale (come visibile nelle illustrazioni) In questo paragrafo vengono descritti i vari schemi di collegamento fra l’Unità Centrale ed i vari dispositivi che compongono il sistema di sicurezza.La Centrale KYO16D gestisce tutti i tipi di tastiere LCD e la sola Tastiera LED ALISON/8L.QJUHVVR R 8VFLWD D VHFRQGD GHO PRGR GL IXQ]LRQDPHQWR GHOO (VSDQVLRQH 1HJDWLYR GL DOLPHQWD]LRQH SHU VHQVRUL R GLVSRVLWLYL 2&     $OWUL 'LVSRVLWLYL %3. $E !E A B=0C2 7 2 ®     (&/.4E4.Esempio di collegamento di vari dispositivi BPI. 2. Per chiarezza.36( 352. 7DE   0RUVHWWL GHOO (VSDQVLRQH 0. 2. 3[R] e 4[-] come nell’esempio di Fig.

2. N. installati nello stesso contenitore dell’Espansione. ma va ricordato che. Inoltre. le Uscite delle Espansioni devono essere interfacciate con relè.Installazione 25 Per i morsetti delle espansioni M-IN/OUT fare riferimento alla Tab. deve essere utilizzata una resistenza da 10Kohm anziché quella da 1. al contrario. La Fig. le Linee L1-L2 sulle Tastiere MIA e la Linea L1 sulle Tastiere OMNIA/TAST-R e ALISON non vengono gestite e possono quindi essere lasciate disconnesse. a causa delle capacità parassite indotte dai cavi usati per i collegamenti. la lunghezza complessiva dei cavi collegati al Bus BPI della Centrale. 2. . La Centrale KYO16D. . può gestire la sola Linea L1 delle tastiere LCD. per un collegamento bilanciato di tali linee.B.000 m.5 V. non può essere superiore a 1. Le Espansioni possono essere collegate solo sulle versioni della Serie 32 A Al fine di garantire la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA.2Kohm.3. un Dispositivo BPI non può essere collegato con più di 500 m di cavo alla Centrale.Nelle versioni Kyo4-8-32.3 illustra l’esempio di collegamento dei vari dispositivi BPI alla Centrale. Il funzionamento dei Dispositivi BPI è garantito con una tensione di alimentazione fra i morsetti [+] e [-] superiore o uguale a 11. In ogni caso.Š Capitolo 2 .

. [L2].<2**:* 9 $8. M Anche se è possibile collegare più sensori sulla stessa zona. -   $OOD OLQHD DQWLVDERWDJJLR . M [M] ed il morsetto [+V AUX] per il modello Kyo16D.<2'  . o N. [L4]. [L6]. (Normalmente Chiuso) o N.   % QHL PRGHOOL . tali resistenze non vanno utilizzate. $OOD OLQHD DQWLVDERWDJJLR .5 .4 .<2' Fig. Le Fig.4.Š 26 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza Sensori di Allarme La Centrale mette a disposizione 8 morsetti indipendenti (4 sulla Kyo4.A. Per alimentare i sensori utilizzare i seguenti morsetti: [M] ed il morsetto n. La centrale viene fornita con i resistori da 10 KΩ (1.C. QHO PRGHOOR .A. [L8] che fanno capo ad altrettante zone sulle quali è possibile collegare Sensori con contatto di tipo N. per ottenere un maggior controllo. 6 sulla Kyo16D): [L1].<2** 9 $8.C.<2: ) QHL PRGHOOL . 2. 22 [+B] per i modelli Kyo4. M [M] ed i morsetti dedicati siglati [+F] per tutti i modelli della Serie “G”.<2: ) QHL PRGHOOL . 2. QHO PRGHOOR . è preferibile collegarne uno per ognuna di esse. 2. [L3]. QHO PRGHOOR . [L5].Collegamento di tre sensori sulla stessa zona Bilanciata . Programmando le linee come N. QHO PRGHOOR .<2'  . (Normalmente Aperto). Kyo8W e Kyo32.<2' Fig.Collegamento di un Sensore su Linea N. (a) e su Linea Bilanciata (b) % QHL PRGHOOL . [L7].C. Kyo8.2 KΩ nelle centrali Kyo16D) per effettuare il collegamento del tipo bilanciato o a doppio bilanciamento.

5 e 2.Collegamento di tre sensori con memoria (morsetto AB) a comando positivo .Collegamento di un sensore su Linea a doppio Bilanciamento % QHL PRGHOOL .  . l’abilitazione della funzione memoria o della funzione Walk-Test.6 riportano alcuni schemi di esempio per il collegamento dei sensori. QHO PRGHOOR .7) poiché consente di individuare il sensore che ha provocato l’allarme.Installazione 27 2.C. Le due funzioni descritte vengono generalmente abilitate a centrale inserita con un comando negativo o positivo. a secondo del tipo di sensore utilizzato. QHO PRGHOOR . La funzione Memoria è particolarmente utile quando si devono collegare più sensori su una stessa linea di una centrale antifurto (vedi Fig. La funzione Walk-Test permette di Abilitare o Disabilitare la spia di segnalazione allarme del sensore.<2**:* 9 $8. 2. 2.<2: ) QHL PRGHOOL . 2. Il Walk-Test viene generalmente disabilitato in condizioni normali per evitare che l’accensione della spia avvisi l’eventuale intruso mentre viene abilitata in fase di installazione in quanto consente di effettuare le prove di copertura.Š Capitolo 2 .7 .<2' Fig. Alcuni Sensori sono dotati di controlli ausiliari come. opportunamente programmata (vedi morsetto [O1]) così da poter attivare la funzione Walk-Test all’inserimento della centrale.<2' Fig. QHO PRGHOOR . La Fig. ad esempio. Per realizzare il collegamento viene sfruttata una delle tre uscite O.6 .7 riporta un esempio di collegamento con tre sensori Bentel del tipo LB612 nei quali è presente un morsetto di memoria [AB] con attivazione a comando positivo.<2'  . 2.

2.<2' Fig. . Nello schema di Fig. della centrale (vedi [O2]) dovrà essere programmata come Normalmente Chiusa e la Linea [L2] come ‘Bilanciata 10K’ (‘Bilanciata 1k2’ nella KYO16D).A.9 è illustrato un esempio simile ma effettuato con Base Relè.<2 % QHL PRGHOOL .Š 28 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza Sensori Antincendio (con Uscita Ripetizione) Pur essendo una centrale per sistemi antiintrusione. (Normalmente Chiusa) affinché si possa fornire ai Rivelatori un segnale di ‘Reset Sensori Incendio’. è possibile collegare dei sensori antincendio utilizzando l’Uscita Ripetizione di questi ultimi e programmando una zona della centrale come tipo ‘Incendio’ (questo tipo imposta automaticamente la zona come N.Collegamento di tre Base Relè su Linea Bilanciata . e 24h). Collegamento con In Fig.C.C.8 viene utilizzata una la Linea [L1] programmata come ‘Incendio’.<2: ) QHL PRGHOOL .<2: ) QHL PRGHOOL . In questo schema è da notare che la linea di massa dei rivelatori è fornita dalla centrale per mezzo di una Uscita O.<2'  .8 riporta un classico collegamento con tre rivelatori termovelocimetrici o di fumo Bentel modelli Serie 600. QHO PRGHOOR . In questo caso. 2.<2**:* 9 $8.<2 % QHL PRGHOOL .<2**:* 9 $8. 2. QHO PRGHOOR .C. (vedi [O1]) programmata come N. Base-Relè l’Uscita O.8 . La Fig. 2. QHO PRGHOOR .Collegamento di tre sensori Antincendio (dotati di Uscita di Ripetizione) . 2.<2' 'LRGR 1 R HTXLYDOHQWH Fig.9 .

Collegamento di una Sirena per Interno ed una Autoalimentata .10 . 2. 2.10 si presuppone che la Sirena autoalimentata venga attivata nel momento in cui sul suo morsetto [+N] viene a mancare il positivo di alimentazione. ad esempio. la CALL) unitamente ad una sirena per interno (per esempio Wave).10: esso illustra il collegamento di una sirena autoalimentata (come. Un esempio tipico è riportato in Fig.Installazione 29 Sirene di Allarme L’uscita di Allarme della Centrale è costituita da uno scambio libero di un relè (vedi morsetti [NC]. 2. $OOD OLQHD DQWLVDERWDJJLR  ± 1 Fig.Š Capitolo 2 . Nello schema di Fig. [NO] e [COM]): mediante opportuni cablaggi è possibile sfruttare questi morsetti per il collegamento di qualsiasi dispositivo di segnalazione.

ATTENZIONE .Per un controllo più accurato ed il più possibile privo di disturbi.<2' %LODQFLDWR  RKP QHO PRGHOOR . è possibile effettuare il Test della sensibilità dei sensori su una zona di tipo ‘Inerziali’. (Normalmente Chiusa) oppure BIL (Bilanciata 1. N.5Kohm nelle versioni Kyo4-8-32. è necessario effettuare il Test programmando SOLO UNA ZONA per volta con attributo ‘Inerziali’ altrimenti il valore letto non è significativo. Le resistenze di bilanciamento da 600 ohm per le Centrali Kyo16D e quelle da 1. Test Inerziali Se si dispone di una tastiera LCD.11 .11. e Bilanciata .C.B. Per collegare questi dispositivi è necessario che la zona sia programmata come N. 2.Š 30 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza Sensori di tipo Inerziale o Tapparelle Per il collegamento dei sensori di tipo inerziale.11 è riportato un esempio di collegamento di questi particolari tipi di sensori. Generalmente questo numero assume valori da 0 a 20. 2. In questo modo il display visualizzerà un messaggio molto simile a quello Test Inerz. Per fare questo è sufficente porre la Centrale nello stato di SERVIZIO (Lasciando un Attivatore inserito in un Lettore oppure inserendo il ponticello BLOCCO ALLARMI [8]).<2' Fig. &ROOHJDUH LQ SDUDOOHOR  UHVLVWHQ]H GD  .5 Kohm per le altre Centrali NON vengono fornite.  2KP QHO PRGHOOR . Il numero riportato corrisponde DDIIDDDD all’intensità dell’ultimo colpo ricevuto dal sensore. la Centrale mette a disposizione le prime 6 zone (tutte sulla Kyo4 e solo le prime 2 sulla Kyo16D) le quali possono essere programmate con l’attributo “Inerziali” o “Tapparelle” (Vedi ‘PROGRAMMAZIONE DA PC’ più avanti in questo manuale).C. La resistenza di bilanciamento va collegata sull’ultimo dispositivo della serie come illustrato in Fig.Collegamento di sensori Inerziali (o Tapparelle) su Linea N. Bilanciata 600ohm nella Kyo16D). 2. 018 illustrato qui a destra. In Fig.

12. 2.Š Capitolo 2 .Nel modello KYO16D non sono presenti i morsetti di Linea Antisabotaggio: quindi per realizzare una linea di antisabotaggio 24 h su questa centrale. assegnarla ad almeno un’Area. programmarla come Bilanciata 10K 4.12 . 2. Il resistore di bilanciamento da 10 Kohm va collegato sull’ultimo dispositivo della serie come mostrato in Fig.5(1$ Fig. procedere come descritto di seguito: 1. 6(1625( 6. utilizzare una delle linee di allarme.12 ne illustra un esempio tipico di collegamento.Collegamento della Linea Antisabotaggio 24h bilanciata 10K . Su questi morsetti vanno M collegati (in serie) i contatti antisabotaggio eventualmente presenti su tutti i dispositivi facenti parte dell’impianto di sicurezza.Installazione 31 Linea Antisabotaggio G . La Centrale (ad esclusione della KYO16D) dispone di una linea antisabotaggio 24h bilanciata 10K contraddistinta dai morsetti 5 [AS] e 6 [M]. 2. 2. programmarla come 24 h 3. La Fig.

C. 2. come Normalmente Aperta ed attivabile con l’evento ‘Tempo di Uscita’. consultare il capitolo “PROGRAMMAZIONE DA PC”. 4XHVWR FROOHJDPHQWR q IRQGDPHQWDOH $OWUL GLVSRVLWLYL &RQGXWWRUH GL WHUUD Fig. 2.Š 32 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza Uscite Ausiliarie O.Sui modelli KYO32 (M o P) e KYO32G è possibile collegare delle Espansioni di Uscita per gestire fino a 14 o 16 Open Collector rispettivamente.C. e possono essere attivate da uno o più eventi scelti sempre in fase di programmazione. [O3].Collegamento della Linea Telefonica . sia come N. Queste uscite possono essere programmate sia come N. La Fig. (Open Collector) Le Centrali della Serie G dispongono a bordo di 5 uscite Open Collector programmabili (negli altri modelli sono 3 mentre nella Kyo16D sono 2) contrassegnate con [O1]. installati nello stesso contenitore della Centrale. [O2]. C.13 .C. Per una lista completa degli eventi gestibili. &RQWDWWL OLEHUL 5HOq Fig.Esempio di Collegamento di una Uscita O.13 schematizza il principio di funzionamento di una Uscita O. attraverso un esempio di collegamento che sfrutta il morsetto [O1] della Centrale: il circuito eccita il Relè durante tutto il tempo di uscita. A Al fine di garantire la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA. 2.14 . [O4] ed [O5].C.A. G . le Uscite OC della Centrale devono essere interfacciate con relè. Per fare questo è opportuno programmare l’uscita O.

Per fare questo è necessario selezionare l’opzione “Disabilita controllo Linea Telefonica”: per ulteriori informazioni vedere il paragrafo “Pagina Opzioni” nel capitolo “PROGRAMMAZIONE DA PC”.15. Collegare i morsetti [GRN]. K8GW.).Š Capitolo 2 .Il morsetto [-] deve essere sempre collegato alla terra dell’impianto elettrico per proteggere la scheda elettronica dalle eventuali extratensioni provenienti dalla Linea Telefonica. G . è consigliabile disabilitare il relativo Test onde evitare una continua segnalazione di Guasto sulle Tastiere. Fax. 2.Collegamento del Ricevitore Radio . 2. Modem. Ricevitori Radio VRX32-433 e Vector/RX8 Le Centrali equipaggiate con schede K8W. [BLK] e [RED] della Centrale ai relativi morsetti del Ricevitore come mostrato in Fig. Fig. K32 e K32G sono predisposte per il collegamento dei Ricevitori Radio opzionali VRX32-433 e Vector/RX8. Se la Linea Telefonica non viene utilizzata. Inoltre la sicurezza della rete di telecomunicazione dipende dall’integrità della messa a terra di protezione. K16D. NON usare più di 50 metri di cavo. Per il collegamento usare cavo schermato: collegare lo schermo solo dal lato della Centrale in corrispondenza del morsetto [BLK]. queste vanno collegate ai morsetti [LI] come illustrato in Fig.Installazione 33 Linea Telefonica Se si utilizzano le funzioni del comunicatore telefonico.14: in tal modo la centrale lascerà la Linea Telefonica costantemente disponibile ai dispositivi collegati sui morsetti [LI] e la commuterà per se solo quando ne avrà bisogno. la Linea Telefonica va collegata sui morsetti siglati [LE] in modo tale che la centrale risulti il primo dispositivo telefonico della linea stessa. ecc. Se la linea deve essere condivisa con altre apparecchiature telefoniche (Telefono. 2.15 . [YEL].

questa volta riferito alla linea di Allarme L2. 2. in effetti.16b è riportato un altro esempio di collegamento. .16a è riportato un esempio di collegamento della linea di Allarme L1 impostata come Double e con collegamento di una resistenza EOL di fine linea. 2 differenti dispositivi ed i relativi antisabotaggi. Dalla figura si evince come la centrale possa gestire. con un’unica linea. 2 diversi dispositivi che la centrale è in grado di differenziare in caso di attivazione. ma senza resistenza di fine linea.Š 34 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza Linee di tipo Double (solo KYO16D) La centrale KYO16D gestisce un massimo di 6 Linee di Allarme cablate. (2/ . Impostando una o più di queste Linee con l’attributo “Double” è possibile raddoppiare il numero delle Linee portandole fino ad un massimo di 12: in tal caso ogni linea di Allarme gestisce. 2.Collegamento di Linee Double .16 .<2 ' - .<2 ' Fig. 2. In Fig. In Fig.

Per la descrizione dei parametri è stata seguita la struttura del Software stesso. Di seguito si riporta una breve descrizione delle varie Sezioni Finestra Principale.Programmazione da PC 35 CAPITOLO 3 . Questa schermata è il punto di partenza per tutte le altre. Gestione Pagine In questa sezione (che compare a sinistra dello schermo) è possibile esplorare e selezionare le varie Pagine per la programmazione dei parametri.Invia verso la Centrale tutti i parametri programmati relativi alle Pagine che presentano il segno di spunta 9 Carica . Cliccando con il tasto destro del mouse in qualsiasi punto della sezione viene aperto un Menù che riporta 4 voci: z Seleziona . Per la programmazione da PC è inoltre indispensabile un cavo seriale di tipo NULL-MODEM per il collegamento PC-Centrale (ad esempio il nostro CVSER/9F9F). fornito su richiesta: all’interno dello stesso è presente l’applicazione Kyo Unit. z z Invia . Il segno di spunta può anche essere inserito/rimosso premendo il pulsante “Ins” sulla tastiera del PC in corrispondenza della Pagina selezionata. Tutto ciò che viene descritto nel proseguo di questo capitolo vale per tutte le Centrali della serie Kyo Unit se non diversamente specificato.1.Carica dalla Centrale verso il PC tutte le programmazioni relative alle Pagine che presentano il segno di spunta 9. ecc. Finestra Principale del Programma Quando viene avviata l’applicazione. . floppy-disk. 3. Selezione Pagina Per la selezione di una Pagina è sufficiente cliccare con il mouse sopra quella desiderata: il nome della pagina sarà così evidenziato.Inserisce/Rimuove il segno di spunta 9 vicino al nome della Pagina correntemente selezionata.Le videate riportate in questo capitolo sono indicative e dipendono dal modello di centrale utilizzata e dalla relativa versione.PROGRAMMAZIONE DA PC Introduzione La programmazione della Centrale si effettua tramite un PC oppure tramite una Tastiera.) per cui è possibile effettuare l’impostazione dei parametri ‘a tavolino’ e recarsi sul posto solo per la programmazione della Centrale.Š Capitolo 3 . appare la schermata riportata in Fig. Per la programmazione da PC è necessario installare il pacchetto software Bentel Security Suite. NOTA . L’Applicazione Kyo Unit consente il salvataggio delle impostazioni su una memoria non volatile (disco fisso.

Per mantenere aperta in modo permanente questa sezione. 3. Gestione Clienti Questa sezione riporta l’elenco dei clienti (con i relativi codici) memorizzati nell’archivio. Per chiudere momentaneamente questa sezione cliccare sul relativo pulsante di chiusura . riporta il nome della pagina utilizzata più di recente.Stampa tutti i parametri programmati relativi alle Pagine che presentano il segno di spunta 9. Per riaprirla è sufficente cliccare sul pulsante ‘Apri Gestione Pagine’ posto sopra la sezione stessa che. di volta in volta. z Stampa . Codice Cliccando con il tasto destro del mouse sopra il nome di un Cliente. tutti i segni di spunta vengono rimossi. una volta riaperta.Š 36 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza Dopo l’esecuzione del comando “Carica” o “Invia”. Ordinamento Per mettere in ordine alfabetico o per codice l’intera lista è sufficente cliccare Alfabetico o per rispettivamente sul pulsante di intestazione “Nome” oppure “Codice”.1 . viene aperto un Menù che riporta 2 voci: Barra del Titolo Barra dei Menù Pulsante ‘Apri Gestione Pagine’ Pulsante di Chiusura Applicazione Sezione ‘Gestione Pagine’ Area Parametri Sezione ‘Gestione Clienti’ Barra degli Strumenti Fig. è necessario cliccare sul pulsante altrimenti verrà nuovamente nascosta ad un successivo click del mouse È possibile visualizzare/nascondere la sezione ‘Gestione Pagine’ anche attraverso il Menù “Impostazioni Ö Layout Ö Pagine”.Schermata di avvio dell’applicazione KyoUnit .

Š

Capitolo 3 - Programmazione da PC z

37

Carica - Carica tutta la serie dei parametri programmati per quel Cliente (Configurazione Cliente). È anche possibile caricare i parametri di un cliente facendo direttamente doppio-click sopra il relativo nome.

z

Elimina - Elimina dalla lista (e quindi, dall’archivio) il cliente selezionato dopo aver risposto positivamente alla richiesta di conferma (vedi Fig. 3.2)

Fig. 3.2 - Finestra di richiesta Conferma di cancellazione Cliente

Per chiudere la sezione ‘Gestione Clienti’ cliccare sul relativo pulsante di chiusura . Per visualizzare/nascondere questa sezione è anche possibile scegliere la voce di Menù “Impostazioni Ö Layout Ö Clienti” oppure premere il pulsante F9 sulla tastiera del PC.

Area Parametri
In questa sezione vengono visualizzati, di volta in volta, i parametri relativi alla pagina selezionata. Le pagine, come già accennato, vengono selezionate nella sezione ‘Gestione Pagine’.

Barre e Pulsanti
La videata principale (vedi Fig. 3.1), oltre a quanto descritto, mette a disposizione anche i seguenti strumenti, sempre disponibili:
z

la Barra del Titolo, dove appare il nome del software e, se caricato, il nome del Cliente. Inoltre sono presenti (sulla destra) i tre pulsanti standard di Windows. la Barra degli Strumenti, dove sono presenti degli ulteriori pulsanti per la gestione della pagina correntemente selezionata. la Barra dei Menù, tipica barra presente sulla maggior parte dei programmi per WindowsTM che consente di avere accesso alle funzioni basilari messe a disposizione dall’applicazione (Nuovo Cliente, Porte Seriali, ecc.). Le varie voci sono descritte nel paragrafo “Barra dei Menù”. il Pulsante di Chiusura Applicazione per chiudere l’applicazione. Il programma può essere chiuso anche attraverso la voce di Menù “File Ö Esci”.

z z

z

Š

38

Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza

Barra degli Strumenti
La ‘Barra degli Strumenti’ per comodità è stata riportata in Fig. 3.1, ma in effetti essa appare nella parte bassa di tutte le altre pagine di Programmazione tranne che sulla finestra principale del programma. In questa barra sono presenti sempre almeno 3 pulsanti: Carica - Selezionando questo pulsante vengono caricate le impostazioni dalla Centrale collegata (via seriale o via telefono) verso il PC relative alla pagina correntemente selezionata. Invia - Selezionando questo pulsante la Centrale collegata (via seriale o via telefono) viene programmata con i parametri impostati nella pagina corrente. Aiuto - Selezionando questo pulsante viene aperta una finestra di Aiuto nella quale vengono descritti i vari parametri relativi alla pagina correntemente visualizzata (Aiuto contestuale). Richiede Adobe® Acrobat® Reader™.

Barra dei Menù
In questa barra sono presenti vari comandi che consentono di gestire al meglio l’applicazione. Di seguito viene riportata una spiegazione sintetica degli stessi.  File Ö Nuovo Cliente - Con questo comando è possibile cancellare tutte le programmazioni effettuate fino a quel momento e re-impostare tutti i dati di fabbrica sul Software. Scegliere questo comando solo quando si vogliono programmare i dati per un Nuovo Cliente. In alcuni casi è possibile che l’applicazione visualizzi la finestra riportata qui a lato. Essa, infatti, appare quando il software rileva la presenza di modifiche ai dati non ancora salvate. Premendo il pulsante Yes tali dati verranno salvati prima di passare alla fase Nuovo Cliente. Tipo di Centrale e revisione Firmware Quando si seleziona questa voce viene in ogni caso aperta la finestra riportata qui a lato: essa permette di scegliere il Tipo di Centrale e la revisione firmware della stessa. Premere il pulsante “Carica” per leggere questi dati direttamente dalla Centrale collegata. Premere il pulsante “OK” per confermare i dati oppure il pulsante “Annulla” per annullarli.  File Ö Salva Configurazione Questo comando è utile per salvare tutte le programmazioni relative ad un Cliente. Lanciando questo comando, appare una finestra simile a quella riportata qui a lato nella quale vanno inseriti i dati del Cliente ed il suo Codice (se il

Š

Capitolo 3 - Programmazione da PC

39

Cliente era già presente in archivio, i vari campi verranno riempiti automaticamente). Il pulsante “Cerca” consente di inserire automaticamente il primo Codice valido disponibile. Cliente esistente Quando si salva un Cliente già presente in archivio, appare la finestra riportata qui a lato. Cliccare su Yes per sovrascrivere tutti i dati con quelli appena programmati oppure No per annullare il salvataggio. Impostando manualmente un Codice Cliente già presente in archivio, l’applicazione visualizzerà la finestra di avvertimento riportata qui a lato.  File Ö Stampa - Utilizzare questo comando per stampare (sulla stampante predefinita) tutti i parametri delle pagine selezionate con il segno di spunta 9. Dopo l’esecuzione del comando tutti gli eventuali segni di spunta presenti nella sezione “Gestione Pagine” saranno rimossi.  File Ö Esci - Utilizzare questo comando per chiudere l’applicazione.  Programmazione Ö Carica - Utilizzare questo comando per caricare dalla Centrale collegata ed in un’unica soluzione, tutti i parametri di tutte le Pagine. Dopo l’esecuzione del comando tutti gli eventuali segni di spunta 9 nella sezione “Gestione Pagine” saranno rimossi.  Programmazione Ö Invia - Utilizzare questo comando per inviare alla Centrale collegata ed in un’unica soluzione, tutti i parametri di tutte le Pagine. Dopo l’esecuzione del comando tutti gli eventuali segni di spunta 9 nella sezione “Gestione Pagine” saranno rimossi.  Impostazioni Ö Layout - Con questa voce è possibile visualizzare/nascondere le sezioni “Gestione Pagine” e “Gestione Clienti”.  Impostazioni Ö Porte seriali - Attraverso questa voce si accede alla finestra (vedi figura) mediante la quale si impostano le Porte COM del PC alle quali collegarsi tramite un cavo RS232. È possibile impostare due porte COM per collegare, ad esempio, la Centrale su una ed il Modem sull’altra. È possibile impostare anche il massimo numero di tentativi di collegamento con il Modem (default = 5). In caso di trasmissioni difettose o disturbate è possibile ridurre il numero di byte trasmessi impostando un valore più basso rispetto a quello di default (che equivale a 64).  Impostazioni Ö Lingua - Questo comando consente, attraverso una finestra simile a quella riportata qui a lato, di scegliere la lingua per l’applicazione. Cliccare sulla lingua desiderata e premere sul pulsante “OK”.  Impostazioni Ö Imposta Stampa - In questa finestra si impostano le strin-

Codice esistente

Š

40

Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza

ghe di intestazione che appariranno su tutte le stampe. I campi vanno riempiti con i dati dell’Installatore. Se lo si desidera, è possibile personalizzare ulteriormente le stampe con il logo dell’Installatore. Per fare questo è sufficente cliccare sul pulsante “Logo” ed impostare il percorso (path) dove è presente l’immagine Bitmap (quella con estensione .BMP). ATTENZIONE - Una volta inserita l’immagine essa non deve essere rimossa o spostata dall’Hard-Disk: in caso contrario non verrà più visualizzata.  Impostazioni Ö Centrale - Questo comando consente di scegliere il Tipo di Centrale e la Revisione Firmware della stessa, come già descritto alla voce File Ö Nuovo Cliente. Se dopo un comando “Invia” o “Carica”, i dati della Centrale non rispecchiano fedelmente quelli impostati in questa finestra, il software visualizzerà il messaggio riportato qui a lato: premere “Yes” per confermare il comando “Invia” o “Carica” oppure “No” per annullarlo. In entrambi i casi, però, il software sarà aggiornato automaticamente con i nuovi valori “Tipo di Centrale” e “Revisione Firmware” rilevati sulla Centrale.  Impostazioni Ö Stringhe LCD - Questo comando consente, attraverso la finestra riportata qui a lato, di scegliere la Lingua per le Tastiere LCD (Vedi sezione “Lingue disponibili sul software”): dopo aver scelto la lingua premere il pulsante “Invia” (quello in basso a sinistra) per aggiornare la Centrale. Per le Centrali della Serie 32 è disponibile una ulteriore sezione denominata “Lingue disponibili sulla centrale” tramite la quale è possibile caricare (pulsante ‘Carica’) o inviare (pulsante ‘Invia’) una delle 4 lingue residenti sulla scheda della Centrale stessa. Premere il pulsante “OK” per chiudere questa finestra.  Impostazioni Ö Tabella di conversione - Attraverso questa voce è possibile impostare una diversa tabella di caratteri di WindowsTM (es. Cirillico) o di modificarne una esistente per particolari esigenze.  Controllo Ö Centrale - Selezionando questa voce verrà aperta una finestra molto simile a quella riportata in Fig. 3.3: le differenze dipendono dal tipo di Centrale cui si è collegati. Questa finestra consente di effettuare, in tempo reale, quanto segue: z Controllo dello Stato delle Aree z Controllo dello Stato delle Zone z Controllo dello Stato delle Uscite O.C. e dell’Uscita Allarme z Visualizzazione di Guasti e Sabotaggi z Comandi di Inserimento/Disinserimento Aree z Comandi di Esclusione/Inclusione Zone z Comandi di Attivazione/Disattivazione Uscite O.C. z Comando di Reset Allarme o Reset Memorie di Allarme z Comando di Reset Memorie di Allarme

GIALLA LAMPEGGIANTE Ö Memoria di Sabotaggio. ROSSA LAMPEGGIANTE Ö Memoria di Allarme. All. Sab. è necessario che nella casella ‘Codice Utente Principale’ venga digitato un Codice che sia abilitato sulle Aree verso le quali verranno inviati gli eventuali comandi: in caso contrario.Descrizione. . Fig. Di seguito. AMBRA Ö Zona Esclusa. Questo comando può essere inviato soltanto se la Zona è abilitata su un’Area DISINSERITA.Š Capitolo 3 .VERDE Ö Zona a Riposo.Numero di identificazione.Numero di identificazione. Esc. Descrizione . GIALLA Ö Zona in Sabotaggio. vengono descritte dettagliatamente tutte le sezioni della finestra ‘Controllo’. . cliccare col tasto destro e selezionare l’opzione desiderata dopo la comparsa del menù PopUp.Questa sezione mostra le seguenti informazioni per ogni Zona gestita dalla Centrale: N.VERDE Ö Zona a Riposo. . Per Escludere/Includere una Zona è sufficiente. dopo aver selezionato la Zona con il tasto sinistro del mouse. . Area .Pagina Controllo . . Descrizione .Descrizione.3 . ROSSA Ö Zona in Allarme.  Aree .Programmazione da PC 41 Per avere accesso ai comandi messi a disposizione dalla finestra ‘Controllo’.Questa sezione mostra le seguenti informazioni per ogni Area gestita dalla Centrale: N. 3.Aree di appartenenza.  Zone . questi ultimi non avranno nessun effetto.VERDE Ö Zona Inclusa.

ROSSA Ö Guasto presente. operazione tra l’altro indispensabile nel caso di utilizzo di PROXI-CARD): il lampeggio simultaneo dei 3 Led sul Lettore ed un beep sul PC segnala l’avvenuta programmazione della Chiave (o della PROXI-CARD). cliccare col tasto destro e selezionare l’opzione desiderata alla comparsa del menù Pop-Up.  Sabotaggi . .In questa sezione viene visualizzata o meno la presenza di eventuali Guasti: VERDE Ö Guasto assente. Dopo aver impostato le opzioni ed il Lettore da utilizzare. Premere il pulsante Chiudi ( )per terminare la fase di Controllo e chiudere la finestra omonima. Per maggiori informazioni consultare il paragrafo omonimo nel MANUALE UTENTE. ROSSA Ö Uscita attiva.1. dopo aver selezionato l’Area con il tasto sinistro del mouse. se ROSSA. Per Inserire/Disinserire un’Area (nelle varie modalità previste) è sufficente. . ROSSA Ö Sabotaggio presente.  Controllo Ö Programmazione Chiavi .In questa sezione viene visualizzata o meno la presenza di eventuali Sabotaggi: VERDE Ö Sabotaggio assente.Selezionando questa voce verrà aperta una finestra simile a quella riportata a lato attraverso la quale è possibile programmare Chiavi e Proxi-Card. Ins. ROSSA Ö Area con almeno una zona in Allarme. la spia ‘Sirena’ indica.In questa sezione vengono visualizzate le Uscite O.C. Per Attivare/Disattivare un’Uscita è sufficiente.La spia ‘Memoria Sabotaggi’ indica. che la Centrale ha subito almeno un Sabotaggio. inserire la Chiave nel Lettore (o avvicinarla al PROXIReader.In questa colonna è riportata la modalità di inserimento secondo quanto specificato nella Tabella 3.  Uscite .Š 42 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza All. se ROSSA. cliccare col tasto destro e selezionare l’opzione desiderata alla comparsa del menù Pop-Up. attive: VERDE Ö Uscita non attiva.VERDE Ö Tutte le zone dell’Area a riposo.  Guasti . dopo aver selezionato l’Uscita stessa con il tasto sinistro del mouse. In ogni caso possono essere attivate solo le Uscite che siano state programmate con l’opzione “Comando Remoto” (Vedi paragrafo ‘Pagina Uscite’).  Reset memorie di allarme o Reset allarmi .Attraverso la pressione del pulsante è possibile resettare l’Allarme in corso oppure le memorie di Allarme.  Memoria Sabotaggi e Sirena . . che l’uscita di Allarme (o Uscita relè) è attiva.

Ogni dispositivo sarà visualizzato con un diverso colore il cui significato è riportato nella tabella successiva: &RORUH %.  Aiuto Ö Guida . .Utilizzare questo comando per effettuare la connessione via Modem con la centrale remota. Per ulteriori informazioni riguardanti le voci di menù relative al Modem.Š Capitolo 3 .$//2 9(5'( 'HVFUL]LRQH 'LVSRVLWLYR DVVHQWH QRQ FRQILJXUDWR H QRQ FROOHJDWR  'LVSRVLWLYR FRQILJXUDWR LQ VDERWDJJLR 'LVSRVLWLYR FROOHJDWR PD QRQ FRQILJXUDWR 'LVSRVLWLYR FRQILJXUDWR PD QRQ SUHVHQWH 'LVSRVLWLYR FRQILJXUDWR H UHJRODUPHQWH ULFRQRVFLXWR GDOOD &HQWUDOH  Modem Ö Connessione .Programmazione da PC 43  Controllo Ö Controllo Configurazione .  Modem Ö Impostazione .$1&2 52662 %/8 *.Questo comando chiude la connessione telefonica.Attraverso questa voce vengono impostati i dati strettamente legati al tipo di Modem utilizzato per la connessione remota.  Modem Ö Aggancia .Selezionando questa voce verrà aperta una finestra simile a quella riportata a lato attraverso la quale è possibile controllare la configurazione dei dispositivi collegati alla Centrale.Utilizzare questo comando per visualizzare il file della Guida (Richiede Adobe® Acrobat® Reader™). consultare il paragrafo “Programmazione con PC via Telefono” più avanti in questo capitolo.

nelle Centrali vengono configurate automaticamente una o più tastiere secondo quanto specificato nel Manuale di Unità Centrale (alla Tabella 6.4 . Le Aree dalla 05 alla 08 sono selezionabili solo nei modelli della Serie 32. ALISON/DVP e OMNIA/TAST-R selezionare la voce “LCD”. Abilitazioni Tastiera Definisce su quali Aree è abilitata la tastiera evidenziata. Descrizione . Per Selezionare/Deselezionare un’Area è sufficente un click del mouse: il segno di spunta 9 indica che la tastiera evidenziata è abilitata su quell’Area.In questo campo può essere digitato un nome personalizzato (massimo 16 caratteri) che permette di identificare meglio la Tastiera Il numero fra parentesi visibile a fianco del Nome della Pagina indica il numero totale delle Tastiere abilitate. Tabella Tastiere 9 .Š 44 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza Pagina Tastiere All’uscita di fabbrica (o dopo un ripristino dei Dati di Fabbrica).In questa colonna è riportato l’indirizzo della Tastiera (non editabile). N. . ALISON/S. 3. Per le tastiere MIA.Qualsiasi Tastiera riportata nella tabella può essere Abilitata/Disabilitata rispettivamente inserendo o rimuovendo il segno di spunta con un semplice click del mouse sulla colonna 9 relativa (vedi figura a lato). Fig.1 del Capitolo 6).Pagina Tastiere . Tipo di Tastiera In questo campo va definito il “Tipo di Tastiera” (Vedi Capitolo 2).

Š Capitolo 3 . 1 2 3 4 5 6 7 8 . ROSSO . Descrizione . . 3.5 . ovvero: „ Inserimento Globale „ Inserimento Tipo A „ Inserimento Tipo B „ Disinserimento „ Interruzione delle segnalazioni di Allarme relative alle Aree Tabella Lettori 9 .Ciascun Lettore della tabella può essere Abilitato/Disabilitato rispettivamente inserendo o rimuovendo il segno di spunta 9 con un semplice click del mouse sulla prima colonna della tabella (vedi figura a lato). Il segno di spunta 9 indicherà che il Lettore è abilitato su quell’Area. controllare in maniera semplice ed immediata le funzioni di base della Centrale.Pagina Lettori .In questo campo può essere digitato un nome personalizzato (massimo 16 caratteri) che permette di identificare meglio il Lettore. le colonne dalla 5 alla 8 potrebbero non essere accessibili. Per ogni Lettore possono essere programmati 3 modi di Inserimento indipendenti per ciascuna Area. quindi in base al tipo di Centrale.In questa colonna è riportato l’indirizzo del Lettore (non editabile). tutte le Aree abilitate verranno inserite in modalità Totale.Per Abilitare/Disabilitare il Lettore su una o più Aree fare click sulle caselle relative (caselle rosse) come mostrato nella figura qui a lato. unitamente ad un Attivatore. Quando il LED ROSSO (sul Lettore) è acceso e si estrae l’Attivatore (o si allontana la PROXI-CARD).Programmazione da PC 45 Pagina Lettori Con l’utilizzo dei Lettori è possibile. N. Fig.Queste 8 colonne si riferiscono alle Aree gestibili dalla Centrale.

QVHULPHQWR 7LSR $ H % /HWWHUD .Pagina Expander In/Out . 3.QJUHVVR D]]HUDWR 'LVLQVHULPHQWR / $UHD FRUULVSRQGHQWH YLHQH GLVLQVHULWD 1HVVXQD $]LRQH / $UHD FRUULVSRQGHQWH PDQWLHQH LO SURSULR VWDWR 1HVVXQ FDPELDPHQWR GIALLO .*125$7.Indica le Aree da inserire in modalità A. Il funzionamento è del tutto simile al precedente ma per la programmazione vanno utilizzate le caselle verdi.Š 46 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza 7DE   2S]LRQL GL .QWHUQD  / $UHD FRUULVSRQGHQWH YLHQH LQVHULWD LQ PRGR 3DU]LDOH PD FRQ 7HPSR G . 3. Fig. JOL $OODUPL GHOOH =RQH FRQ DWWULEXWR . VERDE . le Aree abilitate verranno Inserite o Disinserite in base alle opzioni impostate: queste opzioni sono riportate in Tab.Indica le Aree da inserire in modalità B. DQFKH JOL $OODUPL GHOOH =RQH FRQ DWWULEXWR . Il numero fra parentesi visibile a fianco del Nome della Pagina indica il numero totale dei Lettori abilitati.QWHUQD  / $UHD FRUULVSRQGHQWH YLHQH LQVHULWD LQ PRGR 3DU]LDOH RYYHUR YHQJRQR . Quando il LED GIALLO sul Lettore è acceso e si estrae l’Attivatore (o si allontana la PROXICARD).QVHULPHQWR 3DU]LDOH 3DU]LDOH FRQ 5LWDUGR =HUR 'HVFUL]LRQH / $UHD FRUULVSRQGHQWH YLHQH LQVHULWD LQ PRGR 7RWDOH RYYHUR YHQJRQR 5. 3 = ' 1 $]LRQH .6 .1./(9$7. Per la programmazione di queste opzioni sono sufficienti ripetuti click del mouse sulla casella che interessa (vedi figura a lato).

per incrementare il numero delle uscite (fino ad un massimo di 16). 1. Il numero fra parentesi visibile a fianco del Nome della Pagina indica il numero totale delle Espansioni abilitate (sia di Ingresso che di Uscita) . Quando si abilita una o più Espansioni. "Espansione M-IN/OUT" del cap. solo le zone dalla n. Nelle Centrali diverse dalla Serie 32. Se questo ricevitore viene utilizzato su una Centrale Kyo16D oppure su una della serie Kyo32. e fino a 2 Espansioni M-IN/OUT programmate come Espansioni di Uscita o Espansioni d'Ingresso/Uscita. Per esempio. le pagine “Zone” oppure “Uscite” saranno aggiornate automaticamente con il giusto numero di Ingressi o Uscite O. e gli ho assegnato l'indirizzo n.Š Capitolo 3 . 16 possono essere programmate come “Via Radio”. Se ho programmato una Espansione M-IN/OUT come Espansione d'Ingresso ed Espansione di Uscita. Se l'Espansione M-IN/OUT è programmata come Espansione d'Ingresso e di Uscita. L'Espansione M-IN/OUT viene vista come Espansione d'Ingresso e/o Espansione di Uscita. 1. Descrizione .In queste colonne sono visualizzati gli indirizzi (non editabili) delle Espansioni. 3.6) consente di indicare le espansioni collegate alla centrale. Il ricevitore VRX32-433 gestisce solo 8 Zone Via Radio. le Espansioni non possono essere abilitate perché non gestibili. come descritto nel par.Programmazione da PC 47 Pagina Ricevitore Questa pagina permette unicamente di impostare il Tipo di Ricevitore utilizzato.C.Inserire o rimuovere un segno di spunta in queste colonne per abilitare o disabilitare una o più espansioni. in base a come viene programmata. anche se visualizzate dal software. z z N. Pagina Espansioni Ingresso/Uscita Alle Centrali della Serie 32 possono essere collegate fino a 4 Espansioni M-IN/ OUT programmate come Espansioni d'Ingresso o Espansioni d'Ingresso/Uscita. "INSTALLAZIONE". Le scelte possibili sono due: VRX32-433 oppure Vector/RX8. . per incrementare il numero delle zone (fino ad un massimo di 32). z 9 . 9 alla n. deve essere messa in configurazione come Espansione d'Ingresso e come Espansione di Uscita.In queste colonne è riportato il nome del dispositivo (personalizzabile fino ad un massimo di 16 caratteri). Questa pagina (Vedi Fig. devo mettere in configurazione l'Espansione d'Ingresso n. 1 e l'Espansione di Uscita n.

È un campo editabile (massimo 16 caratteri) che permette di assegnare ad ogni Zona un nome che verrà utilizzato in qualsiasi altra parte del programma per identificare meglio la Zona. Posizione . Tabella Zone N. T2. Descrizione .Se la zona è di tipo “Via Radio”.7 è illustrata la Pagina Zone: di seguito viene riportata la descrizione dei parametri e delle opzioni presenti nella stessa. corrispondono. saranno utilizzabili solo le Zone corrispondenti ai morsetti L6 ed L7. Mor.. N° Seriale . .Indica il nome del morsetto riportato sulla scheda PCB della centrale.7 . L4. Questo numero è riportato generalmente nell’etichetta posta sul fondo del dispositivo stesso. saranno utilizzabili solo le Zone corrispondenti ai morsetti L3.Pagina Zone . L2.. T3. se viene messa in configurazione come Espansione a 4 Uscite + Espansione a 2 Zone.. in questo campo deve essere digitato il Numero Seriale Elettronico (ESN) del Dispositivo Via Radio. L6 delle Espansioni M-IN/OUT programmate come Espansioni d'Ingresso.. Le sigle L1. L5 ed L6.. .. .Š 48 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza Pagina Zone In Fig. L’ESN è formato da 6 cifre alfanumeriche. 3.In questa colonna è riportato un campo non editabile che indica il dispositivo sul quale si trova la zona. Se un'Espansione M-IN/OUT viene messa in configurazione come Espansione a 4 Zone + Espansione a 2 Uscite. rispettivamente ai morsetti T1. .Mostra il Numero di Identificazione della Zona il quale viene usato in tutti quei casi in cui non è possibile utilizzare la sua Descrizione per esteso. 3. Fig.

quando si fa riferimento ad una zona. La sua violazione produce una commutazione immediata delle Aree a cui appartiene (da Inserimento Totale a Disinserimento e viceversa).) . A Al fine di garantire la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA. la zona per la quale impostare i parametri.Ad Area inserita. Una zona con questo attributo non genera allarme durante i tempi di Ingresso e di Uscita. z z z z z z Per le “Zone di Comando” non è possibile impostare nessun Attributo (vedi paragrafo “Attributi”). 2.. La sua violazione produce un inserimento immediato delle Aree a cui appartiene. viene generato un evento di Preallarme che perdura per tutto il Tempo di Ingresso trascorso il quale.Una volta inserita l’Area cui appartiene la zona.Anche la zona programmata come Inserimento è definita “Zona di Comando”. viene attivato solo il Comunicatore Telefonico (se opportunamente programmato). Panico (Panico) . la violazione della zona provoca immediatamente un allarme. non può generare un evento di Allarme. Tra parentesi (. z Ritardata (Ritard.La zona è impostata automaticamente come 24h. Ad essa possono essere collegati i sensori antincendio.La zona programmata come Commutazione è definita “Zona di Comando”. La sua violazione genera un allarme immediato.La zona programmata con questo parametro genera immediatamente un allarme se viene violata prima di tutte le altre.) . N.La zona è impostata automaticamente come ‘24h’ con attributo ‘Silenziosa’. Generalmente alla zona di tipo Panico viene collegato un Pulsante Antirapina. Inserimento (Inserim. infatti.) . Una zona esclusa. si presuppone che questa non sia stata esclusa. una Zona di Comando deve essere vincolata all’utilizzo di un eventuale organo di comando con il medesimo Livello di Prestazione della Centrale con scheda di decodifica allocata internamente a quest’ultima. impostare i diversi parametri descritti di seguito: essi saranno riferiti solo alla zona evidenziata in quel momento. Commutazione (Commutaz) . quest’ultima può essere violata durante tutto il Tempo di Uscita senza provocare allarme.. Se la zona viene violata ad Area già inserita (ovvero dopo che è trascorso il tempo di Uscita).A. Incendio (Incendio) . (Normalmente Aperta). Percorso (Percorso) .Una linea programmata come ‘24h’ è sempre attiva. se l’Area a cui appartiene quella zona non si disinserisce. Se violata. Tipo Nel proseguo di questo paragrafo. indipendentemente dallo stato di inserimento dell’Area cui appartiene. 24 h (24 Ore) .Š Capitolo 3 . evidenziare con un click del mouse.) i nomi delle opzioni che appaionoi sul display di una tasteira LCD. z Immediata (Immed. . viene generato un evento di allarme.Programmazione da PC 49 Per impostare i parametri di una zona è necessario: 1.

A Programmando le zone come Normalmente Chiuse. z Zona Doppia con resistenza di fine linea (Solo KYO16D) Bilanciamento utilizzato come il precedente. verrà emessa un’unica serie di beep dai Lettori PROXI e dalle Tastiere se è stata abilitata rispettivamente l’opzione “Campanello su proxy” e “Campanello su tastiera” (Vedi ‘Pagina Opzioni’). In tal modo ogni morsetto di Linea (da L1 a L6) può gestire due diversi dispositivi (ad esempio. se la resistenza viene a mancare (Zona Aperta o Violata) la centrale genera un evento di Allarme.Una Zona programmata con questo attributo non può essere esclusa.Š 50 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza Bilanciamento z Doppio Bilanciamento (DBIL) .Bilanciato 1k2 nelle centrali Kyo16D . La sua apertura (Zona Aperta o Appesa) viene considerata come una violazione. la zona deve essere collegata a massa con una resistenza da 10Kohm (1. 2 sensori oppure un sensore ed un contatto) e la centrale è in grado di riconoscere l’uno o l’altro in caso di allarme. A Programmando le zone come Normalmente Aperte. . z Campanello (Campan.2 Kohm. z Normalmente Aperto (NA) . z Bilanciato 10K (BIL) . Questo tipo di bilanciamento consente di rilevare.2 Kohm nelle centrali Kyo16D). La sua chiusura verso massa viene considerata come una violazione.2Kohm). decade la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA della Centrale in quanto le zone stesse non sono protette contro il taglio dei fili. Se l’Area è inserita. Attributi z Non Escludibile (Non Esc.Se l’Area cui appartiene la zona è disinserita.Questo tipo di bilanciamento viene utilizzato per raddoppiare la zona.A riposo. la zona deve essere collegata a massa con due resistenze da 10Kohm poste in parallelo (nella Kyo16D le resistenze sono da 1. z Zona Doppia (Solo KYO16D) . Se questa resistenza viene cortocircuitata. Nel caso di zona impostata con attributo “Inerziali” o “Tapparella” tale resistenza deve essere da 1. Questo bilanciamento è utile per il collegamento dei sensori d’incendio.A riposo. la centrale genera un allarme di Sabotaggio: viceversa.) . la zona funziona normalmente.) .5Kohm (600ohm nelle centrali Kyo16D). la zona deve risultare appesa (Zona Aperta). z Normalmente Chiuso (NC) .A riposo. ma che consente l’inserimento di una resistenza di fine linea 1. la sua violazione attiverà le Uscite programmate come ‘Campanello’ (quelle abilitate sull’Area cui la Zona appartiene): inoltre alla violazione di questa zona. Se una di queste due resistenze viene a mancare. sia l’apertura del contatto di allarme che di quello di antisabotaggio dei sensori collegati. tramite due soli fili. la zona deve risultare collegata a massa. il Livello di Prestazione della Centrale viene declassato dal II al I livello in quanto le zone stesse non sono protette contro il cortocircuito. la centrale genera un allarme di zona: in tutti gli altri casi (Zona aperta oppure in corto) la centrale genera un evento di Sabotaggio.A riposo.

NOTA . Se il sensore genera 4 impulsi nell’arco di 2 minuti la zona va in allarme. z Inerziali (Inerz. Per la regolazione della sensibilità sono previsti due cursori di regolazione presenti nella sezione ‘Tapparella’. b) vengono rilevati almeno 5 impulsi di bassa sensibilità entro 30 secondi. z Interna (Interna) .Quando una Zona con attributo Inerziali è programmata con Bilanciamento N.In questa sezione si impostano gli impulsi (da 1 a 5) che il sensore deve generare durante il periodo programmato affinché la zona vada in allarme. Cursore Sensibilità: imposta la sensibilità di un singolo impulso del senT sore da un minimo di 20 (100 ms) ad un massimo di 1 (5 ms). Se questo cursore viene posizionato sul valore 0 (zero). Una Zona con questo attributo funziona sempre come “Immediata” anche se è stata programmata come “Ritardata”. La condizione di violazione verrà registrata solo sul Registro degli Eventi. La zona risulterà violata quando: a) con un singolo impulso.) .La zona con questo attributo viene esclusa quando l’Area cui appartiene viene inserita in modo ‘Parziale’ (P) o ‘Parziale a Ritardo 0’ (Z). T Cursore Impulsi . .) . il sabotaggio contro il taglio cavi sulla stessa viene ignorato. la relativa zona è insensibile agli impulsi di piccola entità e riconosce solo gli impulsi violenti. ma la sua violazione non attiverà né i dispositivi di segnalazione ottico-acustici né il Comunicatore.La zona con questo attributo viene usata per il collegamento degli appositi sensori per tapparelle. viene superata la soglia di sensibilità 10.La violazione di una zona ‘Silenziosa’ non attiva i Dispositivi ottico-acustici di Allarme ma solo il Comunicatore Telefonico.Una zona con questo attributo va utilizzata per il collegamento con i sensori inerziali. Il periodo va impostato con il cursore ‘Tempo’.C.Programmazione da PC 51 Prova (Prova) . z z Tapparella (Tappar. T Ad esempio. la zona funziona normalmente. si supponga di impostare una zona con sensibilità 10 ed impulsi 5. quest’ultimi verranno resettati con decremento unitario per ogni spazio temporale programmato. Per la regolazione della sensibilità sono previsti due cursori di regolazione presenti nella sezione ‘Sensibilità Inerziali’. Ad esempio. Cursore Tempo .Š Capitolo 3 .In questa sezione va programmato il periodo durante il quale deve essere generato il numero di impulsi impostato nella sezione ‘Impulsi’ affinché la zona vada in allarme. Se il numero di impulsi generati durante un periodo è inferiore a quelli impostati. z Silenziosa (Silenz. Cursore Impulsi: imposta il numero minimo di impulsi di piccola entità T che la Zona deve rilevare affinché venga violata.) . (Normalmente Chiuso).Con questo attributo. si supponga di impostare una zona con 4 impulsi e tempo 2 minuti. La violazione di una zona ‘Silenziosa’ non attiva nessuna segnalazione sulla/e tastiera/e.

i 3 impulsi saranno resettati nell’arco di 3 x 2 minuti. Per fare questo occorre aver collegato il dispositivo VRX32-433 o Vector/RX8 alla Centrale ed averlo preventivamente abilitato (Vedi Pagina “Opzioni” più avanti in questo capitolo). cioè in 6 minuti. In questo esempio. Per ogni zona Via Radio deve essere impostato. il Ricevitore Radio effettua costantemente il controllo del Dispositivo “collegato” sulla Zona ad intervalli regolari (vedi “Tempo di Supervisione” nella Pagina Aree). Se alla scadenza di un determinato intervallo. In questo modo. . IMPORTANTE . il Dispositivo Via Radio non risponde. il Numero Seriale Elettronico (ESN) del Dispositivo Via Radio utilizzato. z Supervisione (Superv.Selezionare questa opzione per supervisionare il Dispositivo Via Radio collegato alla Zona. l’antisabotaggio sulla stessa viene ignorato. rimangono in memoria per un tempo indefinito. ad ogni disinserimento della Centrale corrisponde un Reset automatico degli impulsi eventualmente memorizzati. la zona non va in allarme ed ogni 2 minuti il valore degli impulsi memorizzati decrementa di uno. Se viene impostato il valore ‘sempre’. può capitare che il guasto “Batteria Bassa” permanga anche dopo la sostituzione delle pile stesse: in tal caso è opportuno rimuovere l’attributo ‘Via Radio’ dalla zona e successivamente. (Normalmente Chiuso).C. NOTA . Sul Registro degli Eventi viene indicato anche il Numero della Zona che ha provocato l’evento.) . Con questo attributo si imposta una zona come “Via Radio”. z Doppio Impulso (Doppio I) .Quando una Zona con attributo Tapparella è programmata con Bilanciamento N. è possibile abilitarne o meno la Supervisione (vedi attributo “Supervisione”). il numero di impulsi ricevuti dalla zona. riprogrammare la stessa con l’attributo ‘Via Radio’.(Solo per i modelli predisposti). l'opzione ‘Supervisione’ deve essere abilitata per TUTTE le Zone via Radio e il Tempo di Supervisione (vedere "Tempo di Supervisione via radio" nella pagina Aree) deve essere impostato a 2 ore e 30 minuti. A Al fine di garantire la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA.Quando si sostituiscono le batterie di un Dispositivo Via Radio. Gli attributi ‘Inerziali’ e ‘Tapparelle’ possono essere impostati solo sulle prime 6 zone della Centrale (da L1 a L6) oppure sulle prime 2 zone della centrale Kyo16D. le Zone Via Radio sono riportate con caratteri in rosso. comunque. z Via Radio (ViaRadio) . Per diversificarne la visualizzazione.Š 52 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza Se il sensore genera 3 impulsi nell’arco di 2 minuti. nell’apposita colonna. quest’ultimo si considera scomparso: in tal caso la Centrale genera l’evento programmabile “Scomparsa Dispositivo”. Quando si imposta una Zona come Via Radio.La zona con questo attributo genera un allarme solo se viene violata 2 volte entro un tempo programmabile da 0 a 250 secondi (Vedi sezione Doppio Impulso). In ogni caso. se inferiori a quelli impostati. dunque.

se violata. Il conteggio dei Cicli viene azzerato ad ogni Inserimento. z z Ripetitivo (RP) .And Zone’ nella Pagina Aree). genera un allarme solo se vengono violate TUTTE le altre zone ‘And’ appartenenti alla stessa Area entro un tempo programmato (Vedi ‘T. Se viene impostato il valore zero.La zona può generare l’evento Allarme Zona per un numero illimitato di volte. Doppio Impulso In questa sezione si programma il tempo di Doppio Impulso (da 0 a 250 s. N.). B.La zona con questo attributo.Programmazione da PC z z 53 Or (Or) .Š Capitolo 3 . dopodiché essa viene esclusa dall’analisi. Area Permette di assegnare la zona ad una o più Aree di appartenenza: in questo modo la Zona genera un allarme se tutte le Aree cui appartiene sono inserite. se violata. genera un allarme se anche una sola delle Partizioni cui appartiene è inserita.Le zone che rimangono permanentemente in allarme (ad esempio. per un guasto) provocano comunque un solo ciclo di allarme come espressamente richiesto dalle Norme CEI 79/2. . la zona non genererà mai l’evento ‘Allarme Zona’.La zona con questo attributo. Cicli La Zona segnala la condizione di allarme per il numero di volte indicato in questa sezione. And (And) .Imposta il numero massimo di cicli di Allarme (0-14) che può generare la Zona. Cicli (Cicli) . .

Mor. tipo sirene. evidenziare con un click del mouse.Indica il dispositivo sul quale si trova l’Uscita O.C. Posizione . 3. Fig. gestibili dalla centrale. 2. un nome che verrà utilizzato in qualsiasi altra parte del programma per identificarla meglio Per impostare i parametri di una Uscita O.8 è illustrata la Pagina Uscite attraverso la quale è possibile programmare le Uscite O. . A Al fine di garantire la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA. Descrizione .Indica il nome del morsetto riportato sulla scheda PCB della centrale. impostare i diversi parametri descritti di seguito: essi saranno riferiti solo all’Uscita selezionata in quel momento.Mostra il Numero di Identificazione dell’Uscita O. 3.C. NON devono essere Bistabili.Pagina Uscite .C.8 . Tabella Uscite N.È un campo editabile (massimo 16 caratteri) che permette di assegnare ad ogni Uscita O.Š 54 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza Pagina Uscite In Fig.C.C. l’Uscita per la quale impostare i parametri. . le Uscite usate per attivare dispositivi di allarme. il quale viene usato in tutti quei casi in cui non è possibile utilizzare la sua Descrizione per esteso. è necessario: 1.

L’Uscita è attiva quando è inserita in modalità TOTALE almeno una delle Aree cui l’Uscita stessa appartiene.) . z Il Tempo di OFF è il tempo in cui l’Uscita torna e rimane forzatamente a riposo dopo il Tempo di ON. Un’Uscita programmata con questo segnale non può essere programmata come ‘Monostabile’ per cui soltanto rimuovendo le cause di tutti i guasti.A. Tempo di Uscita (T. dove possibile.C. le Uscite torneranno a riposo dopo il Tempo di ON (vedi segnale ‘Monostabile’ e relativa tabella) Tra parentesi è riportato il nome della voce così come appare sul display LCD quando si entra nel Menù Installatore.L’Uscita è attiva se è stato memorizzato almeno un allarme. Per selezionare questa funzione. l’Uscita stessa non viene riattivata in quanto è presupposto essenziale che l’evento che ha provocato l’attivazione venga rimosso prima di poter riattivare un’Uscita.Tot.) .Programmazione da PC 55 Attributi In questa sezione va programmato lo stato dell’Uscita a riposo: N.L’Uscita è attiva solo durante tutto il Tempo di Uscita. Si tenga presente che una o più delle seguenti voci potrebbero essere non attive: questo dipende principalmente dal tipo di centrale utilizzata e da impostazioni z z z Inserimento Totale (Ins.) .Uscita) . Se dopo il Tempo di OFF. Diversamente. (Normalmente Chiusa).L’Uscita è attiva quando è presente almeno un guasto (vedi paragrafo ‘Pagina Impostazione Eventi’) tranne ‘Assenza Linea Telefonica’. Effettuare un ‘Ripristino delle Memorie di Allarme’ per riportare a riposo l’Uscita.Š Capitolo 3 . (Normalmente Aperta) oppure N. l’Uscita torna a riposo. z z . Guasto (Guasto) . l’evento che ha attivato l’Uscita è ancora presente.In questo paragrafo.L’Uscita è attiva quando è disinserita almeno una delle Aree cui l’Uscita stessa appartiene. I valori vanno da un minimo di 0 ad un massimo di 250 secondi. z Il Tempo di ON è il tempo in cui l’uscita rimane attivata. Tempi Monostabile In questa sezione si programmano i Tempi di ON e di OFF per le Uscite impostate con il segnale ‘Monostabile’. cliccare nella casella ‘Monostabile’ in modo tale che la stessa risulti selezionata con un segno di spunta. le condizioni descritte per il ripristino fanno riferimento alle Uscite NON programmate con il segnale ‘Monostabile’. Aree Disinserite (Disins.All. Memoria Allarme (Mem. Segnali NOTA .

Se l’Uscita viene programmata come N. se programmati NON Monostabili. La selezione o meno di questo attributo influenza in maniera determinante l’abilitazione o meno di tutti gli altri segnali secondo quanto descritto nella tabella “MONOSTABILE”.) .C.) . z z z z z z z Monostabile (Monosta.L’Uscita si attiva quando è presente un guasto sulla Linea Telefonica e rimane attiva per 15 minuti. ad esempio. disattivano l’Uscita solo quando ne vengono rimosse le cause (in modo automatico o tramite l’intervento dell’utente). Preavviso (Preavv.L’Uscita è attiva solo durante tutto il Tempo di Entrata. può essere utilizzata come negativo per l’alimentazione dei sensori antincendio. rimangono attive per tutto il Tempo di ON trascorso il quale si disattivano forzatamente per tutto il Tempo di OFF. L’Uscita O. è necessario rimuovere la/le causa/e del sabotaggio per poter riportare l’Uscita a riposo. se attivate.. È possibile utilizzare questo segnale per attivare/disattivare via telefono un’Uscita O. attivata da remoto può anche essere ripristinata effettuando un ‘Ripristino delle Memorie di Allarme’. Infatti. Questo segnale può essere programmato solo sulle Uscite ‘Monostabili’. Per ulteriori dettagli consultare il Manuale Utente. invece. questo evento si verifica su comando esplicito dell’utente via telefono. Allarme (All. Reset incendio (Incendio) .C. Effettuare un ‘Ripristino delle Memorie di Allarme’ da tastiera per ripristinare l’Uscita.) . L’Uscita si ripristina automaticamente alla fine del ciclo di Allarme. Ingr.”.) . il negativo verrà a mancare per un tempo pari al ‘Tempo di Monostabile’ (Vedi Pagina Uscite) ogni volta che si effettua il ‘Ripristino delle Memorie di Allarme’ permettendo così il ripristino dei sensori antincendio. Rem.) . Comando remoto (Com.. Assenza Linea Telefonica (Linea T.L’Uscita si attiva in modalità MONOSTABILE nel momento in cui viene effettuato il Ripristino delle memorie di allarme con un Codice e una Tastiera abilitati su almeno un’Area alla quale l’Uscita appartiene.Se la Centrale ha il Risponditore abilitato.L’Uscita si attiva quando la Centrale genera l’evento di Negligenza. Ad esempio.L’Uscita è attiva quando è in allarme almeno una delle Aree.) . Nel caso. Negligenza (Neglig.L’Uscita si attiva ogni volta che viene violata una Zona con attributo ‘Campanello’ appartenente ad un’Area disinserita. I segnali riportati nella terza riga. che un’Uscita venga attivata.L’Uscita è attiva durante tutto il Tempo di Preavviso.) . 1) . L’Uscita verrà ripristinata se allo scadere dei 15 minuti non esiste più lo stato di Guasto altrimenti rimane attiva per altri 15 minuti e così via.Le Uscite impostate con questo segnale..C.. . Campanello (Campan. con un segnale di tipo “Sabotaggio. il segnale “Tempo di Ingresso” attiva l’uscita solo per tutto il tempo di ingresso per poi ritornare automaticamente a riposo.Š 56 z z Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza Tempo d’Ingresso (T.

) ./( 7LSR 62/2 0RQRVWDELOL 121 0RQRVWDELOL %LVWDELOL &DPSDQHOOR 5HVHW . 6FRPSDUVD %3.QJUHVVR 3UHDYYLVR 1HJOLJHQ]D . Allarme Silenzioso (Silent) .Programmazione da PC 57 7DEHOOD 021267$%.) .QFHQGLR 6HJQDOD]LRQH 6RQRUD $OODUPH VLOHQ]LRVR 7HOHIRQDWD IDOOLWD *XDVWR $OODUPH &RPDQGR 5HPRWR . Segnalazione sonora (Squawk) . Questo segnale può essere programmato solo sulle Uscite ‘Monostabili’.P.L’uscita è attiva se l’Allarme è stato generato da una Zona dell’Area programmata con i seguenti parametri: a) Tipo ‘Panico’.L’Uscita si attiva quando la Centrale genera l’evento di Inattività. Se l’opzione numero 52 è selezionata (vedi ‘Pagina Opzioni’). (QWUDPEL z Codice Valido (Codice) .QVHULPHQWR WRWDOH $UHH 'LVLQVHULWH 0HPRULD DOODUPH 7HPSR GL 8VFLWD 7HPSR GL . Fall. Telefonata Fallita (T. Effettuare un ‘Ripristino delle Memorie di Allarme’ da tastiera per ripristinare l’Uscita. Questo segnale può essere programmato solo sulle Uscite ‘Monostabili’.P.Š Capitolo 3 . b) Attributo ‘Silenziosa’ oppure c) Se l’Allarme è stato generato mediante un Codice di tipo ‘Panico’. Questo segnale può essere programmato solo sulle Uscite ‘Monostabili’.) .L’Uscita si attiva quando la Centrale riconosce l’uso di un Codice Valido. z . z z Non pronto all’inserimento Parziale (N.) .L’uscita è attiva se la Centrale non è pronta per un inserimento di tipo Parziale (P). z z z Inattività (Inattiv.Parz. Non pronto all’inserimento Totale (N.L’Uscita si attiva quando la Centrale viene inserita per mezzo di una Zona di Comando oppure attraverso un Comando Remoto. l’uscita è attiva anche quando la Centrale non è pronta per un inserimento Parziale a Ritardo 0 (Z).Tot.QDWWLYLWj &KLDYH )DOVD 6DERWDJJLR =RQD 6DERWDJJLR 6LVWHPD 6DERWDJJLR %3.Si verifica quando una chiamata telefonica non va a buon fine.QV LQ PRGDOLWj 3DU]LDOH 6HJQDOL &KLDYH 9DOLGD &RGLFH 9DOLGR 6XSHUWDVWR  6XSHUWDVWR  VXOOD 5DGLRFKLDYH 1RQ SURQWR LQV 3DU]LDOH 1RQ SURQWR LQV 7RWDOH 5LSULVWLQR VH D ULSRVR $VVHQ]D /LQHD 7HOHIRQLFD .L’uscita è attiva se la Centrale non è pronta per un inserimento di tipo Totale (I). Per ripristinare l’Uscita eseguire una delle seguenti azioni: a) Effettuare la lettura del Registro degli Eventi mediante una tastiera LCD b) Entrare in visualizzazione Guasti mediante una Tastiera a LED.

Chiave Falsa (Ch. Per ripristinare l’Uscita è necessario rimuovere la Chiave Falsa.Š 58 z Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza Inserimento in modalità Parziale (Ins.L’Uscita si attiva quando viene utilizzata la funzione “Supertasto 2” sulle Radiochiavi. Sabotaggio Sistema (Sab. Sabotaggio BPI (Sab. un PROXI oppure un Expander ovvero durante la rimozione non autorizzata dei relativi coperchi.Parz. Sabotaggio Zona (Sab.L’Uscita è attiva quando è inserita in modalità Parziale (‘P’ oppure ‘Z’) almeno una delle Aree cui l’Uscita stessa appartiene.Questo segnale può essere programmato solo sulle Uscite ‘Monostabili’ per cui quando la Centrale riconosce una Chiave (o Attivatore) valido. Chiave Valida (Chiave) .L’Uscita è attiva quando è in allarme almeno una delle Aree.Sist) .L’Uscita è attiva durante l’utilizzo di una Chiave Falsa.) .Si verifica nel momento in cui viene violata la Linea Antisabotaggio 24h oppure viene aperta la Centrale.Zona) . l’uscita rimane attiva durante tutto il Tempo di ON.Falsa) . Super Tasto sulla chiave wireless (T2 Radio) . Questo segnale può essere programmato solo sulle Uscite ‘Monostabili’. Super Tasto 2 (Tasto 2) . Verrà ripristinata dopo la fine del ciclo quando l’Area non ha più zone in allarme oppure al Disinserimento. Scomparsa BPI (Scomp. L’Uscita verrà ripristinata automaticamente al termine del ciclo di Allarme. ‘Guasto’) l’assegnazione dell’Area è ininfluente e l’Uscita viene comunque attivata. Allarme e Sabotaggio con ripristino se a riposo (All. z z z z z z z z z Area Permette di assegnare l’Uscita ad una o più Aree di appartenenza.L’Uscita si attiva quando viene utilizzata la funzione “Supertasto 2” sulle Tastiere. L’uscita verrà ripristinata automaticamente al termine del ciclo di allarme. BPI) . .L’Uscita si attiva quando la centrale rileva la mancanza di un dispositivo BPI che era regolarmente configurato. Per tutti gli altri segnali l’Uscita sarà attivata solo se il Segnale viene generato da almeno un’Area alla quale l’Uscita stessa appartiene. L’Uscita sarà così attivata quando il segnale programmato è generato da almeno un’Area alla quale appartiene l’Uscita.L’Uscita è attiva durante tutto il ciclo di Allarme generato da un evento di Sabotaggio sulla Zona.) . Questo segnale può essere programmato solo sulle Uscite ‘Monostabili’. Se il Segnale programmato è generato dalla centrale (ad esempio. 2) .Si verifica quando viene rilevato almeno un sabotaggio su una tastiera BPI.

. è possibile violare le Zone di tipo ‘Ritardata’ per la durata di questo tempo senza provocare allarme.9 . 3.C.Mostra il Numero di Identificazione dell’Area il quale viene usato in tutti quei casi in cui non è possibile utilizzare la sua Descrizione per esteso. 3.9 è illustrata la Pagina Aree attraverso la quale è possibile programmare le varie temporizzazioni delle Aree.Pagina Aree . Esso inizia dall’inserimento dell’Area ed è segnalato: „ Dall’attivazione delle Uscite O.Š Capitolo 3 . .Ad Area inserita. programmate con il segnale ‘Tempo di Uscita’ relativo all’Area violata „ Da una serie di beep emessi ad intervalli di un secondo da tutte le Tastiere (non silenziate) abilitate sull’Area inserita „ Da una serie di duplici beep emessi ad intervalli di un secondo dai Lettori PROXI abilitati sull’Area inserita se l’opzione “Abilitazione campanello su Proxy” è selezionata (vedi “Pagina Opzioni”) Fig. Usc. Descrizione . Tabella Aree N.Programmazione da PC 59 Pagina Aree In Fig. T.È un campo editabile (massimo 16 caratteri) che permette di assegnare ad ogni Area un nome che verrà utilizzato in qualsiasi altra parte del programma per identificare meglio quell’Area. Il Tempo di Uscita è espresso in secondi.

Questo valore. quindi. indica il tempo entro il quale 2 o più Zone di tipo AND devono essere violate affinché si abbia un Allarme. la sirena) non verranno attivate: per il resto rimane tutto invariato (es. espressa in secondi.Questo tempo. il valore programmato per il tempo T.Š 60 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza T. T. Il tempo di Allarme è programmabile tra 0 e 63 minuti. programmabile da un minimo di 0 ad un massimo di 250 secondi. . del Preallarme generato quando viene violata una zona del tipo ‘Ritardata’ assegnata a quell’Area. A Al fine di garantire la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA. And Zone deve essere maggiore o uguale a 30 secondi. indica con quale anticipo viene attivato il segnale ‘Preavviso’ relativo a quell’Area. Pre. indica il tempo entro il quale è necessario utilizzare due o più Codici di tipo AND per poter disinserire la Centrale. memorizzazione dell’evento sul Registro). Alle 17:15. Esempio: il programmatore orario deve inserire l’Area 1 alle 17:30 e viene programmato un Tempo di Preavviso di 15 minuti. Impostando a 0 (zero) il ‘Tempo di Allarme’. Per impostare il valore utilizzare il mouse o i tasti freccia . le uscite di allarme (es. programmate con l’attributo ‘Tempo di Ingresso’ relativo all’Area violata „ Da una serie di beep veloci emessi sia dalle Tastiere (non silenziate) abili- tate sull’Area inserita sia dai Lettori PROXI anch’essi abilitati sull’Area inserita se l’opzione “Abilita buzzer su Proxy Reader” è selezionata (vedi “Pagina Opzioni”) T.Questo parametro determina il tempo dopo il quale vengono reinserite le Aree precedentemente disinserite con un codice di tipo ‘Ronda’. And Zone . Tempo di Allarme .Questo valore. si attiverà il segnale ‘Preavviso’ che può attivare una delle Uscite O. a passi di 15 minuti. Il Tempo di Ronda è programmabile tra 0 e 63 minuti e vale per tutte le Aree. z z Tempo di Supervisione via radio .C. .C. Ingr. T. And Code . Il segnale ‘Preavviso’ termina nel momento in cui si inserisce l’Area relativa oppure nel momento in cui viene richiesto lo straordinario.Questo parametro determina l’intervallo di tempo che intercorre tra una Supervisione del Dispositivo Via Radio e la successiva. Il Tempo di Supervisione è impostabile tra 120 e 1440 minuti. Il Tempo di Ingresso è segnalato: „ Dall’attivazione delle Uscite O. espresso in minuti.Determina la durata. Tempi z Tempo di Ronda .Questo parametro determina la durata del ciclo di allarme. programmabile da un minimo di 0 ad un massimo di 945 secondi (impostabile a passi di 15 secondi: la cifra immessa sarà automaticamente arrotondata ad un multiplo di 15).

Inattività (Allarme) z Tempo di Inattività .’. 3. Il Tempo di Inattività va espresso in ore con valori da 0 a 99. 8 Selezionare le Aree per le quali abilitare la Negligenza. Trascorso questo tempo senza che la Centrale abbia rilevato violazioni.’. il Tempo di Supervisione via radio deve essere impostato a 2 ore e 30 minuti e l'opzione ‘Supervisione’ (vedi “Attributi” nella pagina Zone) deve essere abilitata per TUTTE le Zone via Radio. 5. Questa casella è attiva solo se è stata abilitata l’opzione “Abilitazione ricevitore Via Radio” nella Pagina Opzioni. 3. 8 . Il Tempo di Negligenza va espresso in giorni con valori da 0 a 99.Questo parametro determina il tempo massimo in cui l’Area deve rilevare almeno una violazione su una delle sue zone. 4.Š Capitolo 3 . Abilitazione alla segnalazione di Inattività 1.Programmazione da PC 61  e  sulla tastiera del PC. A Al fine di garantire la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA. 2. z . 4. Trascorso questo tempo senza che la Centrale abbia rilevato inserimenti. 6. viene generato l’evento ‘Inattività Area n. viene generato l’evento ‘Negligenza Area n.Questo parametro determina il tempo massimo in cui l’Area deve rilevare almeno un inserimento su una delle sue zone.Selezionare le Aree per le quali abilitare l’Inattività. 2. 6. z Negligenza (Inattività Inserimento) z Inserimento . Abilitazione alla segnalazione di Negligenza 1. 7. 7. 5.

Selezione z Disabilita Controllo Toni .Normalmente la Centrale controlla la presenza del tono di linea prima di selezionare un numero telefonico e se non lo rileva riaggancia per poi effettuare un altro tentativo.Mostra il Numero di Identificazione che viene usato nella Programmazione da Tastiera ed in tutte le altre parti del programma per indicare velocemente il numero telefonico che si vuole utilizzare.Nel caso in cui la selezione a toni non sia supportata dalla linea telefonica alla quale è collegata la Centrale. . senza controllare la presenza del tono di linea: questa opzione è molto utile. z Fig. In totale (cifre e pause) non possono essere digitati più di 20 caratteri.Pagina Telefono . Tabella Numeri Telefonici N. Sono ammesse le dieci cifre numeriche. per esempio. dal Combinatore Telefonico e dal Comunicatore di Teleassistenza della Centrale. Selezione a toni .) per inserire una pausa durante la selezione (ad esempio fra il prefisso ed il numero telefonico) ed i caratteri * e #. la centrale comporrà i numeri telefonici cinque secondi dopo aver preso la linea. la virgola (.È un campo editabile (massimo 16 caratteri) che permette di assegnare ad ogni Numero Telefonico il nome corrispondente.10) permette di definire gli 8 numeri telefonici che la Centrale potrà utilizzare e una serie di parametri relativi alla Linea Telefonica.10 . è necessario abilitare questa opzione. quando la Centrale è collegata ad un centralino telefonico privato.In questa colonna vanno inseriti i numeri telefonici che potranno essere richiamati dal Comunicatore Digitale. Selezionando l'opzione “Disabilita controllo toni” invece.Š 62 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza Pagina Telefono La Pagina Telefono (vedi Fig. Numero Telefonico . In questo modo la Centrale effettuerà la composizione del Numero di Telefono tramite la Selezione Decadica. 3. 3. Descrizione .

10 baud .Abilita il Numero Telefonico per la Teleassistenza.Il Numero Telefonico è predisposto per la Televigilanza: per questa opzione vanno programmati anche i parametri della sezione Televigilanza.E' il protocollo con il quale vengono inviati i dati (Codice Cliente. z Nullo . impostare una delle 4 opzioni successive: esse saranno riferite solo al Numero Telefonico selezionato. 4/1.Selezionare questa voce se si desidera che dopo la fase di invio dei messaggi di televigilanza.3/1. 4/2 ADEMCO / SILENT KNIGHT . Sia il Codice che la Tastiera. Sono ammesse tutte le cifre da 0 a 9 e le lettere da A ad F (cifre esadecimali). devono essere entrambi abilitati su almeno una delle Aree selezionate in questa sezione. Sono disponibili i seguenti Protocolli di Comunicazione: ADEMCO / SILENT KNIGHT . se è stata attivata l’opzione “Avviso apertura canale audio” (vedi Pagina Opzioni). Per programmare il Tipo di servizio: 1.3/1. 4/2 SCANTRONIC . tipo di impianto. Prima di commutare su Ascolto Ambientale la Centrale. z Protocolli . 4/2 FRANKLIN / SESCO / DCI-VERTEX . ubicazione. Nel caso di protocolli impulsivi. però.Fast 14 baud . z Messaggio Vocale . Ascolto Ambientale . ‘0’ genera 10 impulsi mentre ‘A’ non genera nessun impulso (cifra vuota).Programmazione da PC 63 Tipo In questa sezione si imposta il Tipo di servizio associato ad ognuno degli 8 Numeri Telefonici. cliccare sulla riga (nella Tabella Numeri Telefonici) corrispondente al Numero Telefonico da programmare. z z . 4/2 CONTACT ID CESA Codice Cliente . Per impulsi.Slow 10 baud .40 baud . 4/1. z Televigilanza .3/1. 2. 4/1. apre il canale in Viva Voce per 15 secondi circa. Per il protocollo Contact ID le cifre ‘0’ ed ‘A’ coincidono. Codice Evento). z Teleassistenza .E' il codice che permette alla Centrale di Vigilanza di riconoscere l'impianto che sta chiamando (utente. 4/1.) e in genere è assegnato dalla centrale di vigilanza con la quale si è collegati.3/1. Proprietario Per mezzo di un Codice di tipo Utente Principale ed una Tastiera LCD è possibile modificare i numeri riportati nella tabella ‘Numero Telefonico’.Š Capitolo 3 . Il Codice Cliente è composto da 4 caratteri (5 per il protocollo di tipo CESA). In genere è assegnato dalla Centrale di Vigilanza con la quale si è collegati.Nessun Tipo di Servizio.Fast 20 baud .Consente l’invio di un messaggio vocale (è necessaria la scheda opzionale NC2/VOX). 4/1. ecc. Televigilanza Questa sezione è attiva solo se è stato assegnato il Tipo di Servizio ‘Televigilanza’. se si vuole utilizzare un Codice a 3 cifre è necessario programmare la quarta cifra con il valore “A”.3/1. 4/2 RADIONICS . venga aperta una sessione di Ascolto Ambientale.

Se nella pagina Telefono (vedi paragrafo z z z z . molto utile nel caso di richiesta di soccorso per verificarne l’effettiva necessità. In questo caso l’operatore deve digitare sulla tastiera una qualsiasi cifra ed attendere i 5 beep di conferma terminati i quali è possibile digitare un codice DTMF valido (Per ulteriori indicazioni consultare il capitolo “Operazioni via Telefono” del MANUALE UTENTE).Valore che stabilisce il numero di squilli dopo i quali la centrale risponde alla telefonata (se abilitata a farlo).Attivando questa opzione. Richiamata di Sicurezza .Š 64 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza L’opzione “Avviso apertura canale audio” è valida per tutti i protocolli. quando la Centrale riceve una chiamata di Teleassistenza riaggancia subito e poi richiama il numero che appare nella casella ‘Numero Telefonico Installatore’. La Centrale risponde alle chiamate telefoniche solo se l’Utente ha abilitato la Teleassistenza o se è abilitato il Risponditore (vedi paragrafo “Abilita/Disabilita Teleassistenza” nel Manuale Utente) z Salto Risponditore .Se è stata selezionata l’opzione ‘Ascolto Ambientale’. Numero telefonico installatore .). 3. In questo modo si ha la sicurezza che la Teleassistenza venga eseguita da personale autorizzato. Pagina Teleassistenza I parametri descritti in questa finestra (vedi Fig. il Timeout Viva Voce è la durata massima del tempo di ascolto alla fine del quale la Centrale chiude la telefonata. Codice Cliente . Esporta verso WinBcs Premere questo pulsante per esportare i dati nell’applicazione “Windows Bentel Central Station”. Numero squilli . Questo tempo è valido per tutti gli 8 Numeri Telefonici della tabella.In questa casella viene visualizzato il numero telefonico di tipo “Teleassistenza” che la Centrale chiama quando è abilitata la ‘Richiamata di Sicurezza’. questo parametro viene ignorato. fax.Quando si programma un Numero Telefonico per l’Ascolto Ambientale o il Viva-Voce. è possibile entrare nel menù DTMF. z Timeout Viva Voce . è possibile anche selezionare l’opzione ‘Viva Voce’ che consente l’apertura di una sessione vocale bidirezionale. z Viva Voce . la Centrale risponderà al primo squillo se nel minuto precedente ha rilevato almeno 2 e massimo 5 squilli.Mostra il Codice assegnato al Cliente. Tentativi di chiamata In questa casella si imposta il numero massimo di tentativi (Default=8) che la centrale effettua per ogni numero di telefono quando la telefonata non va a buon fine.11) stabiliscono il modo in cui la Centrale deve rispondere alle chiamate telefoniche che arrivano al numero al quale è collegata. Selezionando questa opzione. Se è selezionata l'opzione ‘Salto Risponditore’.Questa opzione permette alla Centrale di condividere la linea telefonica con un altro dispositivo risponditore (segreteria telefonica. ecc. Entrata nel Menù DTMF Dopo il Timeout Viva Voce con l’opzione Ascolto Ambientale abilitata.

in corrispondenza della riga ‘Evento Test’. Per disabilitare l’evento ‘Test Periodico. gli stessi saranno disponibili in questa casella cliccando sulla freccia rivolta verso il basso.Impostare il tempo (in ore) che deve trascorrere fra due eventi ‘Test Periodico’.Pagina Teleassistenza . vocali o di teleassistenza in accordo con quanto programmato nella pagina ‘Impostazione Eventi’. impostare Codice Evento=00 per l’evento 445Evento Test (o 330 o 265 in base alla centrale utilizzata) nella ‘Pagina Impostazione Eventi’. selezionare la casella “Invia programmazione test” e premere il pulsante ‘Invia’.11 . Per inviare alla Centrale una nuova programmazione di Data e Ora. Il verificarsi dell'evento Test Periodico consente di attivare telefonate digitali. z Chiamata test di teleassistenza . Se non si vuole effettuare la chiamata di Televigilanza.Selezionare questa casella per fissare Data e Ora del prossimo evento ‘Test Periodico’. Invia programmazione test . Data/Ora .Programmazione da PC 65 ‘Pagina Telefono’) sono stati programmati più numeri telefonici con Tipo ‘Teleassistenza’. z z Periodo (Ora) .Š Capitolo 3 . Evento Test L'evento Test si verifica periodicamente in base ai parametri descritti di seguito.Visualizzazione e Impostazione della Data e Ora nella quale si verificherà il primo evento ‘Test Periodico’. z Fig. impostare questo valore a zero. 3. Per sapere la Data e l’Ora reale in cui la Centrale invierà il successivo evento ‘Test Periodico’ selezionare il pulsante ‘Carica’.Selezionare questa opzione affinché la chiamata di teleassistenza venga effettuata automaticamente e periodicamente dalla Centrale (con Periodo programmato) al numero riportato nella casella ‘Numero Telefonico Installatore’.

Attraverso la pressione di questo pulsante viene caricata l’intera lista degli eventi dalla Centrale al PC e visualizzata a video. 3.Š 66 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza Pagina Lettura Registro Attraverso questa finestra (vedi Fig.Attraverso la pressione di questo pulsante viene visualizzata la lista degli eventi precedentemente salvata sull’Hard-Disk del PC.Corrisponde al numero temporale dell’evento. 3. „ „ Fig.Attraverso la pressione di questo pulsante è possibile stampare l’intera lista.12 .Attraverso la pressione di questo pulsante viene visualizzata una finestra (vedi pagina successiva) mediante la quale è possibile rimuovere dall’Hard-Disk il file degli eventi (o parte di esso) relativo al cliente attivo. z Data .12) si possono visualizzare tutti gli ultimi 256 eventi (128 nei modelli della Serie Kyo4/8) occorsi ognuno dei quali viene descritto attraverso 5 valori: z N. visibile sulla Barra del Titolo.Data in cui si è verificato l’evento. per memorizzare nuovi eventi verranno eliminati via via quelli più vecchi. Ogni cliente possiede un proprio file degli eventi che viene creato al momento del primo salvataggio. z Tipo Evento . I pulsanti descritti di seguito sono attivi solo se è stato caricato un cliente (cliente attivo). „ Pulsante Salva . z Ora . Pulsante Stampa . Pulsante Elimina . Pulsante Apri .Attraverso la pressione di questo pulsante è possibile salvare l’intera lista visualizzata sull’Hard-Disk del PC. .Ora in cui si è verificato l’evento. Di seguito una breve descrizione dei pulsanti presenti in questa pagina: „ „ Pulsante Carica .Pagina Lettura Registro . una volta raggiunto il limite massimo di eventi visualizzabili (256 o 128). La lista è di tipo circolare per cui.Riporta la descrizione dell’evento.

13) si stabiliscono le azioni telefoniche da attivare in corrispondenza degli eventi che la centrale è in grado di riconoscere. 3.Programmazione da PC 67 Per fare questo è necessario impostare un intervallo di tempo: gli eventi che rientrano in tale intervallo verranno rimossi dalla lista. Le colonne riportano le informazioni descritte di seguito. Pagina Impostazione Eventi In questa pagina (vedi Fig. „ Codice Utente Principale .3 riporta la lista completa di tutti gli eventi programmabili). 3. In questa pagina viene presentata una tabella nelle cui righe sono riportati tutti gli eventi programmabili che la Centrale è in grado di gestire (la Tabella 3.Questa colonna riporta il numero di identificazione di ciascun evento.Š Capitolo 3 .3). Numeri di Telefono .Definisce quali Numeri Telefonici devono essere chiamati in presenza di quell’evento. 3.13 .Inserire in questa casella un Codice Utente Principale per consentire la visualizzazione della lista anche se non si conosce il Codice Installatore.In questa colonna vengono riportati gli eventi che la centrale è in grado di generare (vedi Tab. Fig.Pagina Impostazione Eventi . La selezione del numero avviene inserendo il segno di spunta (vedi figura qui a lato). Per azioni telefoniche si intende: a) Attivazione del Comunicatore Digitale ad impulsi. . z z z N. b) Attivazione del Combinatore Telefonico vocale. Descrizione .

se si vuole inviare solo una cifra. Alla pressione di questo pulsante.Š 68 z Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza Codice Evento . ad esempio.Indica il Messaggio Vocale che deve essere inviato in corrispondenza dell'evento selezionato di numeri di telefono definiti come messaggio vocale.Questo pulsante permette di assegnare agli eventi i Codici SIA (gestiti solo dalla Centrale Kyo16D). I Codici Evento sono composti da 2 caratteri. vengono compressi gli eventi di Area (casella “Dettaglio Aree” deselezionata) la lista conterrà solo le stringhe “fittizie” degli eventi relativi alle Aree. z Pulsante CONTACT-ID .Questo pulsante permette di assegnare agli eventi i Codici mostrati nella Tabella 3. Sono ammessi tutti i caratteri da 0 a 9 e. Pulsante Default SIA . Pulsante Dettaglio . Gli eventi per i quali non è specificato un Codice evento o quelli per i quali il codice è “ØØ” non attivano il Comunicatore Digitale.3. I messaggi vocali vengono inviati solo ai numeri telefonici definiti come tipo “Messaggio Vocale” (vedi ‘Pagina Telefono’). Il codice specificato viene inviato solo ai numeri di telefono definiti come Televigilanza.In questa colonna devono essere impostati i codici che permettono alla Centrale di Vigilanza di riconoscere l'evento che si è verificato e in genere sono assegnati dalla medesima. Tutti gli eventi saranno programmati per telefonare al primo numero telefonico programmato come Contact-ID. Se.Questo pulsante permette di azzerare tutti i dati impostati sulla colonna ‘Numeri di Telefono’ e/o sulle colonne ‘Codice Evento’ e ‘Codice SIA’ in base alla presenza o meno del segno di spunta sulle voci relative.Questo pulsante permette di espandere o comprimere un particolare gruppo di eventi della lista. come ad esempio: Allarme Area *Fittizio* Inserimento Area *Fittizio* z z z Se. Per impostare il Messaggio Vocale è necessario effettuare un doppio click nella casella relativa affinché possa essere visualizzata la lista dei Messaggi. Nella riga compare il nome assegnato al messaggio Vocale. nei protocolli diversi dal CESA. z Messaggio Vocale . vogliamo espandere gli eventi di Area (casella “Dettaglio . Nel protocollo impulsivo. programmare la seconda con il carattere “A” (vedi ‘Codice Cliente’ alla ‘Pagina Televigilanza’). Pulsante Pulisci . anche i caratteri da “A” ad “F” (cifre esadecimali). al contrario. Per impostare il Codice Evento deve essere prima cancellato quello esistente. appare la finestra riportata qui a destra mediante la quale è possibile selezionare quale tipo di evento comprimere (casella deselezionata) o espandere (casella selezionata). La lista completa di questo protocollo è riportata anche nel ‘Manuale di Programmazione da Tastiera’ della Centrale KYO16D.

come riportato di seguito: Allarme Area n°1(Area 01) Allarme Area n°2(Area 02) Allarme Area n°3(Area 03) Allarme Area n°4(Area 04) Inserimento Area n°1(Area 01) Inserimento Area n°2(Area 02) Inserimento Area n°3(Area 03) Inserimento Area n°4(Area 04) 7DE   &RGLFL (YHQWR 6WDQGDUG SHU 3URWRFROOR &RQWDFW .Š Capitolo 3 .DPPH   3UHDOODUPH $OODUPL 3DQLFR  $ 3DQLFR   &RVWUL]LRQH   6LOHQ]LRVR   8GLELOH $OODUPL )XUWR  $ )XUWR   3HULPHWUDOH   9ROXPHWULFR &RGLFH    2UH   .QFHQGLR  $ $OODUPH .O QXPHUR WUD SDUHQWHVL UDSSUHVHQWD OD SDUWH ILVVD GHO FRGLFH GLSHQGHQWH GDO WLSR GL HYHQWR .' &RGLFH (YHQWR $OODUPL 0HGLFL  $$ 5LFKLHVWD 6RFFRUVR  $ 7UDVPHWWLWRUH 5DGLR  $ )DOOLPHQWR 5DSSRUWR $OODUPL .QFHQGLR   )XPR   &RPEXVWLRQH   )OXLGR LQ 0RYLPHQWR   7HPSHUDWXUD   3XOVDQWH 0DQXDOH   &RQGRWWR   ).Programmazione da PC 69 Aree” selezionata) la lista conterrà tutte le stringhe possibili degli eventi relativi alle Aree.QJUHVVR  8VFLWD   *LRUQR  1RWWH   (VWHUQR   6DERWDJJLR   3UHDOODUPH $OODUPL *HQHULFL  $ $OODUPH *HQHULFR   *XDVWR 0RGXOR (VS   6DERWDJJLR 6HQVRUH   6DERWDJJLR 0RGXOR  2UH 1RQ )XUWR  $  2UH 1RQ )XUWR   )XJD GL *DV   5HIULJHUD]LRQH   3HUGLWD GL &DORUH   3HUGLWD GL $FTXD   5RWWXUD 6FKHUPR   3UREOHPD *LRUQDOLHUR   %RPEROD GL *DV 6FDULFD   $OWD 7HPSHUDWXUD   %DVVD 7HPSHUDWXUD   3HUGLWD )OXVVR $ULD (YHQWR 127$  .

Evento Prioritario È possibile stabilire un evento della lista come “Prioritario”. . L’Evento Prioritario può essere selezionato/deselezionato in due modi: z fare doppio click in corrispondenza dell’evento stesso z cliccare con il tasto destro del mouse in corrispondenza dell’evento dopo averlo selezionato L’evento Prioritario è riconoscibile in qualsiasi momento perché visualizzato con caratteri di colore rosso.Attraverso la pressione di questo pulsante si accede alla finestra “Messaggi” visibile qui a lato: con essa è possibile digitare una descrizione personalizzata per ogni messaggio preregistrato. alla MANOMISSIONE o al GUASTO. in sequenza. Questo significa che. nel caso si verifichino più eventi. verranno prima di tutto effettuate le telefonate relative a quello impostato come “Prioritario”. all’ALLARME.Š 70 z Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza Pulsante Messaggi . A Al fine di garantire la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA. l’Evento Prioritario è da associare alla RAPINA oppure.

.Programmazione da PC 71 7DE   (YHQWL 3URJUDPPDELOL &RGLFH &RQWDFW 6HULH .' O .\R '       6HULH .Š Capitolo 3 .GHQWLILFDWLYR GHOO 8WHQWH &&& YD OD &KLDYH Qƒ 6$7 R 352.&$5' YLHQH ULFRQRVFLXWD 1HO SURWRFROOR &217$&7. 6DERWDJJLR 6LVWHPD . OD OLQHD $QWLVDERWDJJLR K ELODQFLDWD YLHQH DSHUWD R PHVVD LQ FRUWR RSSXUH VL WHQWD GL DSULUH OD &HQWUDOH VHQ]D DXWRUL]]D]LRQH 4XHVWR HYHQWR YLHQH DWWLYDWR DQFKH GDO PLFURVZLWFK $QWLVWUDSSR GHOOD &HQWUDOH VH SUHYLVWR       &KLDPDWD )DOOLWD DO 1XPHUR Qƒ       $                   6DERWDJJLR =RQD Qƒ 5LSULVWLQR =RQD Qƒ 6DERWDJJLR %3.' .' O . VXELVFH XQ VDERWDJJLR $QWLVWUDSSR R $QWLDSHUWXUD FHVVDQR WXWWH OH FDXVH FKH KDQQR SURYRFDWR O HYHQWR GL 6DERWDJJLR VXO %XV %3.\R    $      $  $          1 .QDWWLYLWj $UHD Qƒ 1HJOLJHQ]D $UHD Qƒ (VFOXVLRQH =RQD Qƒ 6L YHULILFD TXDQGR YD LQ DOODUPH DOPHQR XQD =RQD DSSDUWHQHQWH DOO $UHD Qƒ YD LQ DOODUPH OD =RQD Qƒ OD &HQWUDOH ULOHYD O HYHQWR GL .QVHULPHQWR $UHD Qƒ  $     $     $    'LVLQVHULPHQWR $UHD Qƒ O $UHD Qƒ YLHQH GLVLQVHULWD FRQ XQ &RGLFH R FRQ XQD &KLDYH      O $UHD Qƒ YLHQH LQVHULWD WUDPLWH 5LFKLHVWD D XQD =RQD GL &RPDQGR .\R       'HVFUL]LRQH (YHQWR $OODUPH $UHD Qƒ $OODUPH =RQD Qƒ .GHQWLILFDWLYR GHOO 8WHQWH &&& YD GD  D  SHU LQGLFDUH LO QXPHUR GL &KLDYH 5LFRQRVFLXWD (V &KLDYH   &&&  &KLDYH   &&&  OD =RQD Qƒ YLHQH DXWRHVFOXVD YHGL SDUDJUDIR 3DJLQD 2S]LRQL O $UHD Qƒ YLHQH LQVHULWD FRQ XQ &RGLFH R FRQ XQD &KLDYH GD  D  SHU VSHFLILFDUH LO FRUULVSRQGHQWH &RGLFH 5LFRQRVFLXWR      5LFRQRVFLXWD &KLDYH Qƒ $XWRHVFOXVLRQH =RQD Qƒ .QDWWLYLWj VXOO $UHD Qƒ OD &HQWUDOH ULOHYD O HYHQWR GL 1HJOLJHQ]D VXOO $UHD Qƒ OD =RQD Qƒ YLHQH HVFOXVD LO &RGLFH Qƒ YLHQH ULFRQRVFLXWR 5HLQFOXVLRQH =RQD Qƒ OD =RQD Qƒ YLHQH UHLQFOXVD   5LFRQRVFLXWR &RGLFH Qƒ 1HO SURWRFROOR &217$&7. 5LSULVWLQR 6DERWDJJLR %3.QVHULPHQWR 6SHFLDOH E LO 3URJUDPPDWRUH 2UDULR $UHD Qƒ F LO 3& FROOHJDWR YLD WHOHIRQR R WUDPLWH /LQHD 6HULDOH O $UHD Qƒ YLHQH GLVLQVHULWD WUDPLWH 5LFKLHVWD 'LVLQVHULPHQWR D XQD =RQD GL &RPDQGR      6SHFLDOH $UHD Qƒ E LO 3URJUDPPDWRUH 2UDULR F LO 3& FROOHJDWR YLD WHOHIRQR R WUDPLWH /LQHD 6HULDOH      5HVHW 0HPRULD $UHD Qƒ YLHQH FDQFHOODWD OD 0HPRULD GL $OODUPH GHOO $UHD Qƒ      'LVLQVHULPHQWR VRWWR FRVWUL]LRQH $UHD Qƒ YLHQH XWLOL]]DWR XQ &RGLFH GL WLSR 3DQLFR SHU GLVLQVHULUH O $UHD Qƒ OD WHOHIRQDWD DO 1XPHUR    QRQ YD D EXRQ ILQH 3HU PRWLYL GL VLFXUH]]D JOL HYHQWL GDO    D    QRQ SRVVRQR HVVHUH SURJUDPPDWL SHU FKLDPDUH LO QXPHUR WHOHIRQLFR DO TXDOH FRUULVSRQGRQR 3HU HVHPSLR O HYHQWR Q    QRQ SXz WHOHIRQDUH DO 1XPHUR 7HOHIRQLFR  OD =RQD Qƒ YLHQH VDERWDWD $YYLHQH VROR QHO FDVR YHQJDQR PHVVL LQ FRUWRFLUFXLWR L PRUVHWWL UHODWLYL DOOD =RQD Qƒ VH TXHVW XOWLPD q GHO WLSR %LODQFLDWD R D 'RSSLR %LODQFLDPHQWR OD =RQD Qƒ YLHQH ULSULVWLQDWD GRSR XQ $OODUPH RSSXUH GRSR XQ 6DERWDJJLR DOPHQR XQ GLVSRVLWLYR %3.

R 9LD 5DGLR WRUQDQR D ULVSRQGHUH YLHQH XWLOL]]DWR LO 6XSHUWDVWR  YLHQH XWLOL]]DWR LO 6XSHUWDVWR  YLHQH XWLOL]]DWR LO 6XSHUWDVWR  YLHQH LQYLDWR XQ FRPDQGR GD UHPRWR WUDPLWH 0RGHP OD &HQWUDOH LQYLD XQ HYHQWR 7HVW LO 5HJLVWUR GHJOL (YHQWL q SLHQR DOPHQR SHU LO  OHWWXUD HIIHWWXDWD GDOO XOWLPD 5LSULVWLQR )XVLELOH %3. YLHQH ULSULVWLQDWR LO IXVLELOH %3. FHVVDQR WXWWH OH FDXVH FKH KDQQR SURYRFDWR O HYHQWR 6DERWDJJLR 6LVWHPD VL XWLOL]]D XQD &KLDYH )DOVD OD WHQVLRQH GL UHWH PDQFD GDO WHPSR SURJUDPPDWR YHGL SDUDJUDIR 3DJLQD 2S]LRQL OD EDWWHULD q VFDULFD R DVVHQWH VL EUXFLD LO IXVLELOH >F@ VL EUXFLD LO IXVLELOH %3. R 9LD 5DGLR QRQ ULVSRQGH SL *XDVWR /LQHD 7HOHIRQLFD QRQ ULVSRQGH R PDQFD OD /LQHD 7HOHIRQLFD 5LSULVWLQR 5HWH 5LSULVWLQR %DWWHULD 5LSULVWLQR )XVLELOH OD WHQVLRQH GL UHWH 9 YLHQH ULSULVWLQDWD OD EDWWHULD WRUQD DO OLYHOOR QRUPDOH YLHQH ULSULVWLQDWR LO IXVLELOH >F@ WXWWL L GLVSRVLWLYL SHULIHULFL LQ FRQILJXUD]LRQH %3. >E@ 6FRPSDUVD 'LVSRVLWLYR XQ GLVSRVLWLYR SHULIHULFR %3. >E@ 5LSULVWLQR 'LVSRVLWLYR 5LSULVWLQR /LQHD 7HOHI YLHQH ULSULVWLQDWD OD /LQHD 7HOHIRQLFD 6XSHUWDVWR  6XSHUWDVWR  6XSHUWDVWR  &RPDQGR 5HPRWR (YHQWR 7HVW /RJJHU  3HUGLWD 'DWDULR 6DERWDJJLR 5LFHYLWRUH 9LD 5DGLR YLHQH D PDQFDUD WRWDOPHQWH O DOLPHQWD]LRQH GHOOD &HQWUDOH YLHQH DSHUWR LO 5LFHYLWRUH 5DGLR VHQ]D DXWRUL]]D]LRQH 5LSULVWLQR 6DERWDJJLR YLHQH FKLXVR LO FRSHUFKLR GHO 5LFHYLWRUH 5DGLR GRSR XQ DSHUWXUD 5LFHYLWRUH 9LD 5DGLR QRQ DXWRUL]]DWD 'LVWXUER 5DGLR *XDVWR %DWWHULD 9LD 5DGLR 5LSULVWLQR %DWWHULD 9LD 5DGLR LO 5LFHYLWRUH 5DGLR ULOHYD L GLVWXUEL UDGLR -$0 5HVHW 'LVWXUER 5DGLR LO 5LFHYLWRUH 5DGLR QRQ ULOHYD SL OD SUHVHQ]D GHL GLVWXUEL UDGLR OD EDWWHULD GL XQ 'LVSRVLWLYR 9LD 5DGLR q VFDULFD R DVVHQWH OD EDWWHULD GL XQ 'LVSRVLWLYR 9LD 5DGLR WRUQD DO OLYHOOR QRUPDOH 127$  .Š 72      $  $      $$    $  $      $$      $$  $    $              $  $                      ³ ³ ³ ³ ³ ³                            Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza S                            5LSULVWLQR 6DERWDJJLR 6LVWHPD &KLDYH )DOVD *XDVWR 5HWH *XDVWR %DWWHULD *XDVWR )XVLELOH *XDVWR )XVLELOH %3.O QXPHUR WUD SDUHQWHVL UDSSUHVHQWD OD SDUWH ILVVD GHO FRGLFH GLSHQGHQWH GDO WLSR GL HYHQWR .

z Cancella Programmazione . l’inserimento delle Aree.Selezionare le caselle di queste colonne per definire in quale giorno della settimana e per quale Area si avrà un inserimento automatico. 9 . 3. La Fig.Š Capitolo 3 ...In queste colonne vanno programmati gli orari di Inserimento delle varie Aree (Il range di valori va da 00:00 a 23:59 minuti).Pagina Programmatore Orario . alla mezzanotte verrà comunque effettuato l’auto-inserimento.14 . Abilitazione Per fare in modo che gli inserimenti automatici abbiano effetto è necessario che Programmatore l’utente attivi l’opzione “Abilita/Disabilita auto-inserimenti” del Menù Utente PrinOrario cipale.In questa colonna sono visualizzati i giorni della settimana. Area 01 .14 riporta la Pagina del programmatore contenente un’unica tabella con i vari parametri descritti di seguito.Programmazione da PC 73 Pagina Programmatore Orario La Centrale incorpora un Programmatore Orario che permette di automatizzare. Fig. 3. in funzione del tempo. 08 . Tabella del Programmatore Orario z z z Giorno . Se l’inserimento di un’Area viene posticipato con una Richiesta di Straordinario che va oltre la mezzanotte (00:00).La pressione di questo pulsante riporta l’intera tabella ai valori di default.

z Abilitazione ricevitore via radio (3) . z Mostra le zone violate su tastiera LCD a riposo (0) .15 . il buzzer del Lettore PROXI emetta una serie di 5 beep. a riposo. 3.15) consentono di modificare il funzionamento della Centrale in base alle proprie esigenze.Selezionare questa opzione per fare in modo che quando viene violata una zona di tipo “Campanello” a Centrale disinserita. z Abilitazione Campanello su tastiera (1) . z Abilitazione Campanello su Proxi (2) . le eventuali zone violate.Š 74 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza Pagina Opzioni Le opzioni di funzionamento (vedi Fig. A Il Livello di Prestazione della Centrale viene declassato dal II a I z Livello se viene usato il Ricevitore.Selezionare questa opzione per fare in modo che quando viene violata una zona di tipo “Campanello” a Centrale disinserita. il buzzer della tastiera emetta una serie di 5 beep. Tabella Opzioni I numeri fra parentesi fanno riferimento alla voce “Opzioni” del Menù Installatore sulle Tastiere LCD. 3.Selezionare questa opzione per fare in modo che il display della tastiera LCD mostri.Selezionare questa casella per abilitare il ricevitore VectroRX.Pagina Opzioni . Abilitazione rilevazione disturbi radio (4) .Selezionare questa casella Fig.

Quando i disturbi verranno a mancare la Centrale genererà l’evento “Reset disturbo radio”. (Serie KYO4-8-32) Chiama tutti i numeri vocali (16) . Avviso apertura canale audio (14) . A Al fine di garantire la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA.Questa opzione. Con questa opzione abilitata. se selezionata. Con l’opzione deselezionata.Nel caso dei Protocolli CESA e CONTACT-ID. . Inversione segnalazioni Inserimento/Disinserimento (13) . senza tener conto dello stato del ciclo di allarme. Chiama tutti i numeri di televigilanza (15) . se selezionata.Selezionare questa casella per fare in modo che il tasto “Inserimento Tipo B” sulla Radiochiave (G) esegua la funzione “Supertasto 2” anziché l’inserimento.Attivando questa opzione. Uso Futuro (8) Disabilita reset memorie allarme con codice installatore (9) . soltanto mediante il Codice Installatore sarà possibile cancellare le memorie di sabotaggio.Selezionando questa opzione. la Zona 32 non può essere del tipo “Via Radio” z z z z z z z Tasto speciale Radiochiave (5) . Escludi anche sabotaggio zone (11) .Vedi “Pagina Teleassistenza”. farà si che la segnalazione di ripristino della Zona venga inviata non appena la Zona si ripristina.Attivando questa opzione non sarà più possibile cancellare le memorie di allarme con il Codice Installatore. Disabilita reset memorie sabotaggio con codice utente (10) .Selezionando questa opzione la Centrale fa tutte le chiamate Vocali programmate per un singolo evento. prima di commutare la Centrale su Ascolto Ambientale.Š Capitolo 3 . La programmazione del Relè è associata all’Uscita n. la Centrale termina di effettuare le chiamate Vocali non appena una di esse va a buon fine. l’opzione “Escludi anche sabotaggio zone” non deve essere abilitata. Uso Futuro (6) . i morsetti di uscita del relè di allarme funzioneranno come un’Uscita Programmabile anziché come Uscita di allarme. 1. con questa opzione selezionata si ha la possibilità di invertire il significato delle cifre di Attivazione/Ripristino per i messaggi di Televigilanza (solo per inserimenti e disinserimenti). Chiamata test di teleassistenza (7) .Selezionando questa opzione la Centrale fa tutte le chiamate di Televigilanza programmate per un singolo evento. Con l’opzione deselezionata. z z z z z z Ripristino zone immediato (12) . (KYO16D) Uscita relè programmabile (16) . se selezionata. In presenza di tali disturbi la Centrale genererà l’evento “Disturbo Radio” (sul Registro degli Eventi verrà anche specificato il numero di Zona).Questa opzione.Casella riservata per Uso Futuro (non selezionabile).Programmazione da PC 75 per abilitare la rilevazione dei disturbi radio.Questa opzione. inibisce anche il sabotaggio di zona se la zona stessa è esclusa. la Centrale termina di effettuare le chiamate di Televigilanza non appena una di esse va a buon fine. apre il canale Viva-Voce per 15 s.

manomissioni o rapine. Nella centrale KYO16D questa opzione è valida soltanto se l’opzione n.Con questa opzione selezionata. z Sabotaggio con chiave falsa (18) . il buzzer della Tastiera emette un suono grave. 2.Se questa opzione è selezionata e l’impianto viene inserito tramite una Zona di Comando. Impedisci inserimenti se non pronto (21) . invece.Selezionando questa opzione il ripristino delle programmazioni di fabbrica non riporta al valore di fabbrica il Codice dell’Installatore: non sarà più possibile accedere alla programmazione della Centrale senza conoscere il Codice Personale dell’Installatore. Disabilita inserimento su problemi batteria (22) . la Centrale esclude automaticamente la zona se al momento dell’inserimento essa risulta violata. z A Al fine di garantire la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA.Š 76 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza A Al fine di garantire la Certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA. z z z z z z z z Segnalazione sonora su inserimento speciale (20) . la opzione “Uscita relè programmabile” non deve essere abilitata.Normalmente il malfunzionamento "Mancanza Rete" viene segnalato solo dopo che sono trascorsi almeno 15 minuti dall'inizio del black-out. . Segnalazione immediata mancanza rete (17) .Selezionare questa opzione se la Centrale non viene collegata alla Linea Telefonica per evitare che la mancanza della stessa venga segnalata dalla Tastiera (spia G accesa). 16 (Uscita relè programmabile) non è selezionata.Vedi “Pagina Teleassistenza”. Al contrario. questo guasto viene segnalato immediatamente. un breve suono.Selezionando questa opzione non è possibile inserire l'impianto se è attiva la segnalazione ‘Guasto batteria’. così. Se l’inserimento viene effettuato da Tastiera e l’operazione non va a buon fine per il motivo suddetto. l'introduzione di un Attivatore falso in un Inseritore (o l’avvicinamento dell’Attivatore falso o di una PROXI-CARD falsa all’area sensibile di un Lettore PROXI) provocherà un allarme per sabotaggio. se si tenta di inserire una o più Aree che sono nello stato di ‘Non Pronta all’inserimento’ (vedi Tab. Codice Installatore bloccato (25) . Abilita buzzer su Proxy Reader (24) .Attivando questa opzione le spie sui Lettori (ECLIPSE e PROXI) visualizzeranno lo stato dell'impianto. con questa opzione disattivata un Attivatore falso non provocherà alcun allarme. Abilita spie lettore con chiave assente (23) . simile ad un “boop”. il relè della sirena segnala l’Inserimento dell’impianto attivandosi per un tempo inferiore al secondo emettendo. Disabilita controllo linea telefonica (27) . z Autoesclusione zone (19) . attivando questa opzione.Selezionare questa opzione per abilitare i buzzer presenti sui Lettori di Prossimità PROXI. Richiamata di sicurezza (26) .2).Attivando questa opzione.Selezionando questa opzione. l’operazione non viene effettuata. l’opzione “Autoesclusione zone” non deve essere abilitata se alle zone sono collegati dispositivi per rilevare intrusioni.

le opzioni dalla n. 44 alla 47 sono riservate per Uso Futuro.Questa opzione è efficace solo se è stata selezionata anche l’opzione “Autoesclusione Zone”. Esclusione controllo risposta vocale (35) .Selezionando questa opzione. Nelle Centrali che gestiscono solo 4 Aree.Selezionare questa opzione per fare in modo che durante il tempo di Preavviso. Sabotaggio disturbo Via Radio (31) . z Abilita Preavviso su Tastiere e Proxi (48) . l’evento “Disturbo Radio” genera anche un Sabotaggio di Zona. Se l’evento è associato ad un’Uscita.Selezionando questa opzione è possibile ascoltare localmente dei messaggi vocali (richiede installazione della Scheda Vocale) in base alla presenza dei seguenti eventi: Tempo di Uscita Ascolto ripetitivo del Messaggio n.Vedi “Pagina Teleassistenza”.Selezionare questa opzione per fare in modo che gli eventi di disinserimento Aree siano generati anche con Aree già disinserite. 7 Tempo di Preavviso Ascolto ripetitivo del Messaggio n. Conferma chiamata vocale (33) . Se selezionata. Messaggio Vocale su Inserimenti/Disinserimenti (38) .Con questa opzione abilitata. Uso interno (32) . Blocco tastiera dopo Codice sbagliato (37) . Stop sirena durante l’ascolto ambientale (36) . Selezione a toni (30) . questa opzione reinclude le Zone che tornano a riposo precedentemente autoescluse all’atto dell’inserimento della Centrale. l’inserimento di un Codice Utente sbagliato per più di 5 tentativi provoca il blocco immediato della tastiera per 2 minuti. z Inserimento Rapido Aree (39) .Vedi “Pagina Telefono”.Š Capitolo 3 . tutti i buzzer dei Proxi e . 6 Tempo di Ingresso Ascolto ripetitivo del Messaggio n.Selezionando questa opzione. Autoreinclusione zone (34) . è possibile confermare alla Centrale l’avvenuta chiamata vocale attraverso la pressione del tasto (asterisco) della tastiera telefonica.Opzione riservata: LASCIARE DESELEZIONATA. il messaggio vocale parte sempre e comunque dopo 5 secondi dalla fine della selezione. Questa opzione è utile sopratutto se associata con Codici e/o Chiavi di tipo ‘And’: infatti in questa maniera l'uscita si attiverà solo quando tutti i Codici o le Chiavi sono stati usati.Vedi “Pagina Telefono”. z Abilita disinserimenti ridondanti su Area 1-8 (40 ÷ 47) .Selezionare questa opzione per inibire il funzionamento della sirena di allarme durante una sessione di Ascolto Ambientale o Bidirezionale. Disabilita controllo toni (29) . quest’ultima verrà attivata.Con questa opzione attivata è possibile inserire in modo Rapido un’Area della Centrale digitandone il suo numero seguito dal tasto O (Vedi paragrafo “Operazioni da Tastiera” nel MANUALE UTENTE).Selezionando questa opzione.Programmazione da PC z z z z z z 77 z z z z z Salto Risponditore (28) . 8 Per ulteriori informazioni sulla programmazione dei Messaggi Vocali consultare il MANUALE DI UNITA’ CENTRALE.

Uso Futuro (55).Š 78 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza z z z z z z z z delle Tastiere emettano una serie di beep (vedere anche opzione n. Eventi su Porta Seriale (53) .Selezionando questa opzione qualsiasi evento memorizzato nel Registro degli Eventi viene inviato anche attraverso la Porta Seriale RS232. in caso di scomparsa BPI o Ricevitore radio la centrale non invierà nessun segnale di allarme ma l’evento sarà comunque loggato.Selezionare questa opzione per fare in modo che gli eventi di Inserimento Parziale P e Z vengano loggati come Eventi Speciali. Eventi di Inserimento Speciale su Inserimenti Parziali (51) . gli eventi di Inserimento Speciale (DTMF. Auto-Reset Memorie Selezionare le Aree per le quali deve essere effettuato il ripristino automatico delle Memorie ogni volta che vengono inserite. inoltre. Viceversa. Con questa opzione selezionata.Selezionare questa opzione per inibire l’accesso al Menù DTMF durante una telefonata vocale. Autoinserimenti.Selezionare questa opzione per fare in modo che la Centrale non possa essere inserita se è presente almeno un Guasto di Sistema (segnalato dall’accensione della spia G). Inserimenti da PC o da Zone di Comando) vengono loggati come normali eventi di Inserimento. l’opzione “Abilita sabotaggio su scomparsa BPI o Ricevitore” deve essere abilitata. (KYO16D) . ‘Abilita buzzer su Proxi-Reader’). z Uso Futuro (56 e successivi).Abilita sabotaggio su scomparsa BPI o Ricevitore (55) Selezionando questa opzione.Per questa opzione. (Serie KYO4-8-32) . Uso Futuro (54). se l’opzione è deselezionata. Inibizione delle funzioni DTMF durante la riproduzione di un messaggio (49) . consultare il segnale ‘Non pronto all’inserimento Parziale’ nella Pagina Uscite. 24. . la centrale invierà un allarme di sabotaggio in caso di scomparsa dispositivo BPI e/o ricevitore radio. A Al fine di garantire la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA. Il Menù DTMF rimane comunque abilitato per le funzioni di ‘Risponditore’. Valuta zone ritardate su uscita non pronta all’inserimento parziale (52) . Disabilita inserimento su problemi centrale (50) .

2. 1.Programmazione da PC 79 Pagina Codici La Pagina Codici (vedi Fig.Š Capitolo 3 . Tipo On/Off (Rosso) .16 .16) consente di programmare i medesimi: 24 riservati agli Utenti e l’ultimo (il venticinquesimo) riservato all’installatore. 8 .Per Abilitare/Disabilitare il Codice sull’Area. 5. Descrizione .Questa colonna riporta il numero progressivo di ciascun Codice Utente. 3. fare click nelle caselle relative come mostrato nella figura a lato.In questo campo può essere digitato un nome personalizzato (massimo 16 caratteri) che permette di identificare meglio il Codice Utente. 4. Un segno di spunta indica che il Codice è abilitato su quell’Area.Indica l’azione che deve essere effettuata sull’Area quando l’impianto viene inserito in modalità A: questa casella può assumere uno dei valori riportati nel riquadro “Legenda” e descritti nella Tab. 7.1. I Codici possono essere formati da 4. Tipo A (giallo) . 3. A Il Livello di Prestazione della Centrale viene declassato dal II a I Livello se vengono utilizzati codici a 4 cifre. 3. Fig. . N. Tabella Codici Utente I Codici Utente possono essere utilizzati per inserire e disinserire la Centrale oppure per effettuare delle programmazioni sulla stessa (Vedi MANUALE UTENTE).Abilitazioni nelle varie modalità sulle singole aree. Per la programmazione di queste opzioni sono sufficienti ripetuti click del mouse sulla casella che interessa. 5 o 6 cifre. 3. 6.Pagina Codici .

Ronda . Dopo aver digitato il Numero Personale. c) effettuare una o più Richieste di Straordinario.1. Utente .Il Codice Utente permette soltanto di: a) Inserire/Disinserire l’impianto nelle varie modalità. 3. Tipo . questo attributo è ininfluente. d) Abilitare/Disabilitare il Risponditore. And .In questa colonna. Utente Principale / Reset Coda Tel .Questo codice può effettuare le stesse operazioni di un Codice Utente.In questa casella va digitato il Numero Personale dell’Installatore necessario per le operazioni di trasferimento dati con la centrale collegata (locale o via telefono). b) ripristinare le Memorie di allarme (solo quelle di Allarme Zona o Sabotaggio Zona). viene disinserita solo se i Codici e le Chiavi alle quali appartiene vengono usati entro un tempo programmabile (Vedi ‘T. Va utilizzato nel caso di disinserimento sotto costrizione poiché contemporaneamente al disinserimento viene attivato il Comunicatore Digitale. Esso consente di effettuare tutte le operazioni da tastiera senza alcuna restrizione.Questo codice disinserisce le Aree dove risulta abilitato. durante un disinserimento. And Code’ nella Pagina Aree). con un Codice di questo tipo si Resettano automaticamente anche le eventuali telefonate in corso. Numero Personale . Il Numero Personale dell'installatore è quindi una parametro estremamente importante.E' il codice riservato all'Utente Principale.Indica l’azione che deve essere effettuata sull’Area quando l’impianto viene inserito in modalità B: questa casella può assumere uno dei valori riportati nel riquadro “Legenda” e descritti nella Tab. Esso può essere modificato anche da tastiera. L'Area verrà automaticamente reinserita alla fine del Tempo di Ronda.Un Codice DTMF funziona solo se inviato attraverso la Linea Telefonica. Per le operazioni di inserimento o parzializzazione. indica che il codice è di tipo AND. Panico . Per la programmazione di queste opzioni sono sufficienti ripetuti click del mouse sulla casella che interessa. la presenza del segno di spunta. inserito e disinserito con un click del mouse. Codice Installatore Il Codice Installatore (0025 di Fabbrica) ha accesso a tutte le procedure di modifica dei parametri di programmazione della Centrale sia da tastiera che per mezzo del PC in connessione locale o remota. Nel caso si voglia reinserire l’impianto prima del termine del Tempo di Ronda basterà digitare nuovamente il Codice Ronda DTMF .Con un doppio-click su questa casella si accede ad un menù dal quale è possibile selezionare uno dei seguenti Tipi di Codice: Utente Principale . premere il .Questo tipo di codice è simile al codice “Utente Principale”: la sola differenza è che.Š 80 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza Tipo B (verde) . Un’Area che appartiene a Codici e/o Chiavi con l’opzione ‘And’ abilitata.

2.Programmazione da PC 81 pulsante ‘Ok’. quindi premere il pulsante ‘Ok’ ( ). Se il codice immesso in questo campo non coincide con quello memorizzato sulla centrale non sarà possibile interagire con la stessa. il codice di cui si vuole modificare il PIN (il codice correntemente selezionato è riportato come intestazione della tabella stessa). il Nuovo PIN nella casella Conferma PIN. Per maggiori informazioni consultare il paragrafo “Pagina Radiochiavi” più avanti in questo capitolo. premere il pulsante ‘Invia’ ( ) per scaricare le programmazioni nella memoria della Centrale collegata. 3. Al termine. nella Tabella Codici Utente. il ‘Nuovo Numero Personale’ per evitare errori nella digitazione del Codice. Per far ciò bisogna immettere due volte il nuovo codice (Nuovo Numero Personale e Conferma Numero Personale) ed inviarlo alla Centrale collegata attraverso il pulsante ‘Invia’. Dopo aver digitato il Codice utente principale nella casella omonima. la programmazione effettuata per il parametro ‘Tipo di Codice’ del Codice 22 viene ignorata. 23 e 24 possono essere attivate anche per mezzo di una Radiochiave (Per questo è necessario collegare alla Centrale il Ricevitore VRX32-433 o Vector/RX8). Programmazione dei Codici Utente (PIN) In questa sezione vengono programmati i PINs utenti. è possibile modificare il Numero Personale dell'Installatore. 5. Selezionare. Ripetere la sequenza per gli altri codici che devono essere modificati. Nuovo Numero Personale .In questo campo va ridigitato. . Conferma Numero Personale . Per la programmazione effettuare la seguente procedura: 1. Quando si effettua questo tipo di Inserimento Rapido. È possibile modificare solo il PIN digitato nella casella Codice utente principale e i PIN dei Codici Utente che NON SONO di tipo Principale e che sono abilitati su un sottoinsieme delle Aree sulle quali è abilitato il codice il cui PIN è stato digitato nella casella Codice utente principale. Digitare il Nuovo PIN nella casella omonima 4. Inserimento Rapido L’inserimento delle Aree programmate per il Codice 22 può anche essere effettuato premendo per 3 secondi il pulsante O da qualsiasi Tastiera. premere il pulsante ‘Abilita’. Codici per Radiochiave Le funzioni programmate per i Codici n. come già accennato.Š Capitolo 3 . Per maggiori informazioni consultare il MANUALE UTENTE al paragrafo “Operazioni da Tastiera”. Digitare.Nella parte inferiore della sezione. per conferma.

solo per le prime 16 chiavi. Premendo il tasto Carica viene visualizzato l’orario attuale della Centrale.Š 82 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza Pagina Orologio La Fig. Premendo il tasto Invia l’orario visualizzato viene inviato alla Centrale. z Fig.In questo campo. Tabella Chiavi z z N. . 3. 3. Pagina Attivatori/Tessere La Centrale è in grado di gestire fino a 128 Chiavi (Attivatori SAT e/o Tessere PROXI-CARD): la Fig.Questo campo determina se la Chiave è in grado di mettere o meno la Centrale in servizio. 3. Descrizione .18a ne illustra la Pagina di programmazione. Servizio .17 . Nel momento in cui si accede a questa pagina. i valori vengono impostati all’ora corrente.17 mostra la Pagina Orologio mediante la quale si effettuano le impostazioni relative all’orologio della centrale (Data Attuale e Ora Attuale) ed al suo formato di visualizzazione (vedi sezione ‘Formato Data’).In questa colonna sono riportati i Numeri di Identificazione utili nella Programmazione da Tastiera per programmare l’Attivatore. può essere digitata una descrizione personalizzata per identificare meglio l’Attivatore (massimo 16 caratteri).Pagina Orologio .

No=Disabilitato). 3. No=La chiave non è del tipo Ronda). 5. 7. Per Abilitare o Disabilitare è sufficente fare doppio-click all’interno della casella che interessa (Si=Chiave di tipo Ronda. Area 1. Per Abilitare o Disabilitare è sufficente fare doppio-click all’interno della casella che interessa (Si=Cancella coda telefonica.Serve per cancellare le Chiavi. Canc . Chiavi and .In questo campo va definito l’opzione ‘And’. z Reset Coda Tel. No=Non cancella coda telefonica).In questo campo va definito se la Chiave è abilitata come Ronda o meno. No=Non Abilitata sull’Area). Ronda . 3. La cancellazione avrà effetto solo dopo l’invio e la successiva uscita dalla programmazione. 4.18a . Per Abilitare/ Disabilitare è sufficente fare doppio-click all’interno della casella che interessa (Si=Abilita Chiave and. Per Abilitare o Disabilitare è sufficente fare doppio-click all’interno della casella che interessa (Si=Abilitato. Una Chiave ‘And’ funziona come un Codice ‘And’ (vedi Pagina Codici).Pagina Attivatori/Tessere . No=Non abilitatare Chiave And). 8 . 6. Una Chiave di tipo ‘Ronda’ si comporta come un Codice di tipo ‘Ronda’ (vedi Pagina Codici) . z z z z Fig. 2. .Š Capitolo 3 .Programmazione da PC 83 Nello Stato di Servizio il relè di allarme è nelle condizioni di riposo e la centrale non genera nuovi allarmi. Per Abilitare/Disabilitare è sufficente fare doppioclick all’interno della casella che interessa (Si=Abilitata sull’Area.In questi campi vanno definite le abilitazioni della Chiave rispetto alle Aree. Per cancellare una o più Chiavi occorre selezionare questo campo (compare una croce).In questo campo va definito se la Chiave è abilitata o meno alla cancellazione della coda telefonica.

Questo numero è riportato nell’etichetta posta sul dorso della Radiochiave stessa.Ogni Radiochiave. L’ESN è formato da 6 cifre alfanumeriche. z z z N. la Centrale può gestire fino a 16 Radiochiavi. deve essere associata ad un Codice.In questa colonna sono riportati i Numeri di Identificazione di ciascuna Radiochiave utili nella Programmazione da Tastiera della Radiochiave. infatti. .Š 84 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza Pagina Radiochiavi Se è stato collegato il VRX32-433. oltre che impostare il Numero Seriale della Radiochiave. A Al fine di garantire la certificazione IMQ-SISTEMI DI SICUREZZA. 3. La Fig. I Codici predisposti per il funzionamento con le Radiochiavi sono il 23 ed il 24. 3.18b illustra la Pagina di programmazione delle Radiochiavi. è possibile programmarne anche i tipi di Inserimento (come descritto nellla “Pagina Codici”) e le opzioni “Reset Coda Telefonica” e “And” (descritte nella “Pagina Attivatori”).18b.In questo campo può essere digitata una descrizione personalizzata per identificare meglio la Radiochiave. dipende dalla programmazione effettuata per il Codice selezionato in questa colonna (di fabbrica. 23).18b . Il funzionamento della Radiochiave. per poter funzionare. Codice . No Seriale . In tali centrali. 3. Descrizione .Pagina Radiochiavi . Fig.In questo campo deve essere digitato il Numero Seriale Elettronico (ESN) della Radiochiave. z Nelle Centrali KYO16D la videata delle Radiochiavi è differente da quella visualizzata in Fig.. non utilizzare più di 14 Radiochiavi. quindi.

3. c) Cliccare con il tasto destro del mouse all’interno della sezione “Gestione Pagine” e selezionare la voce “Invia”: verranno inviate solo le Pagine contrassegnate dal segno di spunta 9 . 3. &RQQHWWRUH '% IHPPLQD          &DYR  ILOL VFKHUPR &RQQHWWRUH '% IHPPLQD          DOOD &HQWUDOH DO 3& Fig. 1. Inviare le programmazioni effettuate verso la centrale.19. Digitare il Numero Personale dell’Installatore programmato per la Centrale collegata (vedi paragrafo ‘Pagina Codici’) 3. 3. Se la porta del PC è a 25 poli.Schema del cavetto seriale con due connettori DB9 femmina                               &RQQHWWRUH '% IHPPLQD &DYR  ILOL VFKHUPR &RQQHWWRUH '% IHPPLQD DO 3& DOOD &HQWUDOH     Fig. b) Selezionare il pulsante “Invia” per inviare i parametri relativi alla Pagina corrente.20 . utilizzare anche l’adattore ADSER/9M25F fornito su richiesta oppure autocostruirsi un cavo come quello di Fig. Per fare questo si può utilizzare una delle seguenti procedure: a) Selezionare la voce di menù “Programmazione Ö Invia” per inviare tutti i parametri programmati di tutte le Pagine.20.Programmazione da PC 85 Programmazione con PC locale Per poter comunicare con la Centrale occorre effettuare i passi successivi: Collegare la porta seriale della Centrale [5] ad una porta seriale del PC utilizzando il cavo CVSER/9F9F fornito su richiesta ed il cui schema è riportato in Fig. 3.Schema del cavetto seriale con connettori DB9 femmina e DB25 femmina . Impostare la porta seriale del PC utilizzata per il collegamento con la Centrale: a) Selezionare la voce di menù “Impostazioni Ö Porte Seriali” b) Selezionare la Porta Seriale interessata nella sezione “Locale” c) Selezionare il pulsante OK 2.Š Capitolo 3 .19 .

attraverso le varie Pagine. Per fare questo.19 e 3. c) Cliccare con il tasto destro del mouse nella sezione “Gestione Pagine” e selezionare la voce “Carica”: verranno caricati solo i parametri relativi alle Pagine contrassegnate dal segno di spunta 9. 3. 3. l’adattore ADSER/9M25F o comunque uno dei cavetti riportati nelle Fig. se necessario.Finestra Connessione . questi possono essere inviati nella memoria della Centrale anche attraverso la linea telefonica mediante il Modem B-Mod2 (connessione Remota). Programmazione con PC via Telefono Una volta definiti.21 . Impostare la porta seriale del PC utilizzata per il collegamento con il B-Mod2: a) Selezionare la voce di menù “Impostazioni Ö Porte Seriali” b) Selezionare la Porta Seriale interessata nella sezione “Remota” c) Premere il pulsante OK 2. b) Selezionare il pulsante “Carica” per leggere i parametri relativi alla sola Pagina corrente. Per fare questo eseguire i passi successivi.21 Sezione Messaggi Fig. 3.20. 1. seguire questa procedura: a) Selezionare la voce di menù “Programmazione Ö Carica” per leggere. Collegare la porta seriale di B-Mod2 ad una porta seriale del PC utilizzando il cavo seriale CVSER/9F9F e. Selezionare la voce di menù “Modem Ö Connessione”: verrà aperta la finestra “CONNESSIONE” visibile in Fig. Digitare il Numero Personale dell’Installatore programmato per la Centrale collegata (vedi paragrafo ‘Pagina Codici’) 3. e quindi visualizzare. i parametri di funzionamento. tutti i parametri programmati. dalla memoria della Centrale. le programmazioni effettuate.Š 86 Centrali di Allarme Multifunzione per Sistemi di Sicurezza 4. È possibile anche caricare.

Programmazione da PC 87 4. 3. Da questo momento la connessione è attiva e tutti i comandi “Invia” e “Carica” impartiti agiranno sulla Centrale connessa via telefono. Se la procedura di connessione va a buon fine.O 0 RGHP KD ULDJJDQFLDWR LQ TXDQWR q VWDWR ULOHYDWR XQ WRQR GL RFFXSDWR .QGLFD OD YHUVLRQH GHO 0 RGHP FRQQHVVR VXOOD SRUWD VHULDOH GHO 3& HHH =_TU] ^_^ bYS_^_cSYed_ BYSUjY_^U 213. Procedere come descritto nei passi 3 e 4 del paragrafo “Programmazione da PC” per programmare e leggere le impostazioni della Centrale collegata. nella Sezione Messaggi verranno visualizzate le seguenti righe: KYOxACK X. Selezionare il pulsante “Seleziona”: nella Sezione Messaggi verrà visualizzato lo Stato di avanzamento della Connessione: la Tab.4 riporta la lista completa dei messaggi visualizzabili. Selezionare la voce di menù “Modem Ö Aggancia” per terminare la connessione: dopo pochi secondi la Sezione Messaggi comunicherà la sconnessione.I?h13.<2 8QLW 3_TYSU 9^cdQ\\Qd_bU 1RQ q SRVVLELOH OHJJHUH LO 1XP HUR 3HUVRQDOH LQYLDWR GDO VRIWZ DUH DOOD FHQWUDOH UHP RWD 5bbQd_ XQD GHOOH FDXVH SRWUHEEH HVVHUH OD VFDUVD TXDOLWj GHOOD OLQHD WHOHIRQLFD 2eci <Y^U 8__[ _^ .B9>7 . 5. Per chiudere anticipatamente la connessione telefonica selezionare il pulsante “Abbandona” 7DE    0 HVVDJJ L GHO 0 RG HP 0 HVVDJJ LR 'HVFUL]LRQH ?]^YQ>_b]Q =?45= f .Š Capitolo 3 . 6XOOD SRUWD VHULDOH GHO 3& FRQILJXUDWD SHU LO 0 RGHP QRQ VL ULOHYD OD SUHVHQ]D GL TXHVW XOWLP R &RQWUROODUHO HIILFHQ]D GHO FDYR GL FROOHJDP HQWR H OD SRUWD VHULDOH FRQILJXUDWD DWWUDYHUVR OD %DUUD GHL 0 HQ .XX Connessione 6. 7.O VLVWHP D 0 RGHP 3& q LQ DWWHVD GL XQD WHOHIRQDWD LQ DUULYR 4XHVWR q OR 6WDWR GHO VLVWHP D DOO DSHUWXUD GHOOD ILQHVWUD *HVWLRQH &RQQHVVLRQH 'RSR OD VHOH]LRQH LQGLFD FKH LO WHOHIRQR FKLDP DWR VWD VTXLOODQGR Ê VWDWD ULFRQRVFLXWD XQD FHQWUDOH GHOOD 6HULH . Impostare i parametri seguenti: a) Numero Telefonico memorizzato insieme ai dati del Cliente (vedi File Ö Salva Configurazione al paragrafo ‘Barra dei Menù’). b) Disabilita Controllo Toni (vedi Paragrafo ‘Pagina Telefono’) c) Salto Risponditore (vedi Paragrafo ‘Pagina Teleassistenza’) d) Richiamata di Sicurezza (vedi Paragrafo ‘Pagina Teleassistenza’) All’apertura della finestra ‘CONNESSIONE’ i parametri b). Selezionare il pulsante “Ok”: la finestra Gestione Connessione verrà chiusa. È possibile modificare i valori di questi parametri nella finestra ‘CONNESSIONE’ senza peraltro modificare i corrispondenti parametri presenti nelle altre Pagine dell’applicazione. 8. c) e d) sopra elencati assumono i valori medesimi dei parametri corrispondenti presenti nelle Pagina di Teleassistenza e Telefono.

7 110408 P70 . 6DQWD 6FRODVWLFD   &255232/.  7(  .7< 6UO  9LD *DEELDQR   =.QIRUPD]LRQL VXO ULFLFODJJLR 'LUHWWLYD 5LILXWL GL DSSDUHFFKLDWXUH HOHWWULFKH HG HOHWWURQLFKH 5$(( :((( .%(17(/ 6(&85.7< FRQVLJOLD DL FOLHQWL GL VPDOWLUH L GLVSRVLWLYL XVDWL FHQWUDOL ULOHYDWRUL VLUHQH DFFHVVRUL HOHWWURQLFL HFF QHO ULVSHWWR GHOO DPELHQWH 0HWRGL SRWHQ]LDOL FRPSUHQGRQR LO ULXWLOL]]R GL SDUWL R GL SURGRWWL LQWHUL H LO ULFLFODJJLR GL SURGRWWL FRPSRQHQWL HR PDWHULDOL 3HU PDJJLRUL LQIRUPD]LRQL YLVLWDUH LO VLWR ZZZEHQWHOVHFXULW\FRPLWDPELHQWHKWP 1HOO 8QLRQH (XURSHD TXHVWD HWLFKHWWD LQGLFD FKH TXHVWR SURGRWWR 121 GHYH HVVHUH VPDOWLWR LQVLHPH DL ULILXWL GRPHVWLFL 'HYH HVVHUH GHSRVLWDWR LQ XQ LPSLDQWR DGHJXDWR FKH VLD LQ JUDGR GL HVHJXLUH RSHUD]LRQL GL UHFXSHUR H ULFLFODJJLR 3HU PDJJLRUL LQIRUPD]LRQL YLVLWDUH LO VLWR ZZZEHQWHOVHFXULW\FRPLWDPELHQWHKWP ISTISBLIUNKYO 2.7$/< 7HO     )D[    ZZZEHQWHOVHFXULW\FRP  LQIREHQWHOVHFXULW\#W\FRLQWFRP %(17(/ 6(&85.

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful