GENESI: traduzione delle prime 7 parole - 1

....le altre Parole 2 + Il giardino di EDEN Cosa significano le parole VERO e FALSO, Verita' ? dr. Corbucci (Particella di Dio) + Cimatica + Buco nero e suono + Progetto di Vita Come leggere la Genesi + Simboli delle Lettere dell'Alfa-Bet Principio Femminile + Cosmologia, Cosmogonia + Yin e Yang ALFABETO + GLOSSARIO + Aelohim + Adamo ed Eva + Giardino di Eden I 5 Sistemi che muovono e governano l’UniVerso, vedi:http://freeweb.supereva.com/cosmos.freeweb/index.htm?p INFORMAZIONE, CAMPO UNIVERSALE e SOSTANZA - Campi MORFOGENETICI

Premessa: Analizziamo nella Bibbia, all’inizio della Genesi, le prime parole scritte in Ebraico antico - non quello cuneiforme del tempo degli Assiri, ma in - Ebraico antico Sinaitico-Fenicio-Samaritano e vediamo di scoprire meglio il pensiero Mosaico, non solo quello Parlante, ma anche quello Nascondente e quello Significante. Questi versi della Bibbia contengono "anticipazioni" molto importanti di: Cosmologia - fisica quantistica la fisica attuale d'avanguardiaed infine l'aritmetica binaria. Cio' per dimostrare che anche gli antichi avevano la Conoscenza di cio' che solo oggi noi "scopriamo", ovviamente le conoscenze erano retaggio solo degli "iniziati". Ricordiamo che l'Antico Testamento, ed in particolare la Genesi, NON e' stata scritta in lingua ebraica cuneiforme; ma in lingua, quella Sinaitico-fenicio-Samaritano, la quale perse in parte il suo suono originale e totalmente il segno grafico perche' fu' cambiato al tempo del loro profeta Esdra in cattivita' presso l'Assiria con il re Nabucodonosor, essi gli Ebrei utilizzarono da quel tempo in avanti, nelle trascrizioni della loro Torah, i caratteri cuneiformi degli Assiri. Questa lingua madre, l'ebraico antico, deriva dal pre-sinaitico, ed era la lingua del popolo Egizio parlato e scritto (per coloro che sapevano scrivere) anche nella penisola del Sinai, mentre i sacerdoti Egizi utilizzavano di preferenza i geroglifici. Quella antica lingua scritta aveva delle caratteristiche "ideografiche" molto interessanti che SONO state perse passando all'alfabeto cuneiforme. vedi: ALFABETO “BARASCHIT BARÀ AELOHIM, ETH HA-SHAMAIM W’AET-AH-ARETZ” che sono state tradotte (nelle Bibbie oggi in commercio)impropriamente in: “Nel principio Dio creò i cieli e la terra”. Esse significano in realtà: “BARASCHIT”, l’IDEA Postulata nella testa: l’inizio delle cose sta nelle IDEE, il loro Principio, l’essenza, il significante; infatti anche nei Vangeli (Nuovo Testamento, primi versi di quello di Giovanni) sta scritto: ….nel “Principio…. (non temporale), nelle Idee, ……era la Parola”, il verbo, l’azione; stesso concetto ripetuto in altra forma. Il concetto è che:…è ...l’iDea, che fissando il tempo e lo spazio nell’azione, crea di conseguenza la Materia. “BARA-SCHIT” significa anche: (BARÀ e' anche un nome - composto da Ba = luogo del Principio che e' = Ra, di ogni idea nella ed alla testa, l'inizio, di ogni cosa), questo e' un nome che indica un'azione (verbo), il "Principio agente" e creante dalnulla=vuoto=vuotoquantomeccanico - Schit è anch'esso un verbo=porre, mettere immettere) quindi per riassumere: trarre da un elemento sconosciuto, far passare dal Principio, dall’essenza o Progetto (realtà interna-Spirituale), all’esistente, oggetto, materializzazione dell'idea (manifestandola nella realtà esterna, nella fisicita', la materia), quindi rendere “manifesto” ciò che era apparentemente “nascosto” nell’idea, (quindi nel vuotoquantomeccanico, il Progetto di Vita, cioè passare dal piano Spirituale, dall'idea, dal Progetto, attraverso l'azione, a quello materiale, fisico, materializzando il Progetto di Vita. E' come dire "simbolicamente" che nel seme vi e' il Progetto, il principio di una pianta. La parola Principio nel testo bibblico, non ha nulla a che fare con il "principio" temporale ! A conferma: http://www.italya.net/levy/exhibitions/bereshit/bereshit.htm : Nel testo ebraico, dopo le parole "All'inizio Dio creo'.." e prima delle parole "cielo e la terra" c'e' il termine ET, la denotazione dell'accusativo (equivalente al nostro articolo "il"). La parola ET e' composta dalla prima e dall'ultima lettera dell'alfabeto (Alef-Beit), e quindi si puo' considerare come la definizione abbreviata di tutto l'alfabeto dall'Alef alla Tau. Il Gaon di Vilna dice che quindi Dio creo' prima l'alfabeto, e poi il cielo e la terra. E con l'alfabeto dell'antico Fenicio, ebraico, samaritano, fu scritta la Torah.... Riassumendo: ....e l'ALFA-BETO cosa e', se non un "Progetto" iDeoLogico di linguaggio ?

Quindi la parola Baraschit, PRIMA di avere il significato temporale, ha quello ideologico del "Progetto" spirituale-iDEO-logico: l'idea che si fa suono (logos) parola, che diviene successivamente "scritta", cioe' materializzata nella forma, attraverso l'Energia degli Aelohim, che poi si manifesta nella materia con ed attraverso i suoi vari stati (plasma, gas, liquido, solido). Infatti nel testo Mosaico conferma questa traduzione, perche' e' scritto: che il cielo fu fatto successivamente, e per cielo si intende in quel testo, il "luogo" la base, l'Etere, la Rete che modula lo spazio-tempo ove "nascono" le cose che si manifesteranno successivamente in quel "luogo", che a quel momento e' ancora, ci riferisce il testo: "informe e vuoto".... L'Etere in fenicio antico significa la lotta, il movimento, la copula per rendersi gravida, per iniziare a concepire e quindi partorire un essere; quindi lo scopo dell'Etere e' generare-formare, dal concepimento al parto, il Vivente nel Progetto di Vita + vedi anche False traduzioni + Cosmologia, Cosmogonia La "creazione" descritta in Genesi ricalca e/o deriva dalle varie creazioni degli antichi testi anche dell'estremo oriente, che infatti gli assomigliano. La Genesi descrive anche le varie fasi (giorni) necessarie per far passare il Progetto vita (L'I-dea) dal piano Spirituale (quello dell'In-Form-Azione) al piano materiale, con tutti i vari passaggi che ne conseguono. Con il termine "Progetto" si identificano due diverse accezioni: • • il complesso di attività che portano al conseguimento di un obiettivo in un determinato tempo e con determinate risorse; il documento o l'insieme di documenti che descrive l'obiettivo da raggiungere e che talvolta prescrive anche le azioni da compiere per il suo raggiungimento.

Un progetto, inteso come complesso di attività, presenta quindi le seguenti caratteristiche generali: • • • • • • • esiste un obiettivo specifico, unico e raggiungibile raggiungere tale obiettivo non è la (sostanziale) ripetizione di esperienze già fatte si può predeterminare una durata (almeno teoricamente) al progetto possono essere destinate delle risorse (e in generale sono anche assegnati vincoli per il loro uso) l’insieme delle attività, necessarie a raggiungere l’obiettivo, è "sufficientemente" complesso è necessaria una pianificazione che definisca la durata temporale,l'impiego delle risorse destinate al progetto e il raggiungimento degli obiettivi parziali Tratto da: Wikipedia.org

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>> Il testo della Genesi inizia con: La parola BARÀ è nel testo biblico ripetuta 2 volte e non a caso, in quanto essa sta ad indicare anche una doppia azione, un “Principio Binario”, (Yin e Yang) un grande “respiro”: “espirare”, “inspirare”; ciò sta ad indicare anche la DINAMICITÀ, il MOTO, lapulsazione nel movimento, ovvero enuncia l’instabilità intrinseca dell’InFinito (era e sarà), che è di fatto eternamente instabile, cioè potenzialmente in eterno movimento e che per mezzo di questo Principio Binario già presente nell’Energia (E+ ed E-) del Campo InFormatico/Tachionico, Quantico/Fotonico, Elettronico, Atomico, crea e trasForma attraverso di esso la Materia, quindi ogni cosa, ma la cosa che piu' puo' rendere il concetto vicino al pensiero dell'autore del testo e' questa: la parola Ba-ra vuole anche dire "compattare, rendere denso e compatto"; cioe' questa azione e' quella legata al movimento (Ritmo = anagramma di Rito) della Rete (Etere) parte del "THOHOU + WABOHOU" Proseguiamo con la ritraduzione delle successive parole: W'ha-aretz haithah TAHU o THOHOU + VAVHAU o WABOHOU, - ll VUOTO (VAVHAU o WABOHOU) e ciò che può riempirlo (TAHU o THOHOU); l'insieme (la coppia) VAVHAU + TAHU in fisica e' descritto come il VUOTOQUANTOMECCANICO. Queste parole significano = attirare = attrarre = trarre = da un elemento non conosciuto il "Vuoto" per renderlo Pieno, riempirlo; cioe' far passare dal "principio", dall'idea all'essenza della Mater-Ia (fisicita', cio' che e' visibile, palpabile, concreto), rendere uguale a cio' che era in princìpio contenuto nel Vuoto, nell' Infinito Nulla che contiene il Tutto in Princìpio (il dato, lin-Form-Azione = cio' che sta formandosi) e che determina la comparsa della materialita' nell'UniVerso nel quale si manifesta concretamente il Progetto di Vita !

Definizione della lettera TAU: vedi Tecnica di studio + AlefBeit=Alfabeto TAU o TAO o TAV (Croce) - (valore numerico matematico = 400) Funzioni: TRIBOLARE (verbo transitivo), Soffrire, Travagliare, Affliggere. E’ sempre stato raffigurato con una Croce e compreso dal volgo (nel mondo occidentale, cristiano)nel senso di “peso” o “supplizio” o di qualche cosa di infamante, segno di immobilità dolorosa. La parola TAU/TAV significa il “Marchio” il segno, infatti gli analfabeti firmano con una croce. Questa lettera deriva da un antichissimo oggetto fatto a croce con l'intersecazione di due linee; simbolo della “morte-nascita”, il trapasso, il passaggio ad un altro stato (spazio/tempo) e della resurrezione. Essa indica l’unione di 2 linee o forze, funzioni-draghi, che si intersecano = copulano (si amano facendo sesso) a 180 gradi l’una con l’altra (69) in un continum senza fine, infatti essa e' il simbolo dell'azione di due forze ortogonali, che opportunamente gestite"possono" implodere od esplodere. Fin dall’antichità i Cinesi con lo YIn e Yang insegnavano che tutto cio' che esiste nasce dall’incontro di queste 2 forze (maschile efemminile). Gli Egizi consacravano questo segno/suono all’Ani+ma Universale: TAUOT. Essa e' il simbolo dell'azione di due forze ortogonali. per ulteriori particolari vedi la lettera IOD Originariamente e per gli iniziati il suo significato è anche quello della ripresa del corpo, della riaggregazione o della reincarnazione, della resurrezione o palingenesi attraverso la morte e la rinascita in un nuovo corpo; indica anche un “punto finale” di arrivo. Essa indica l’unione di 2 linee o forze che si intersecano a 180 gradi l’una con l’altra; fin dall’antichità i Cinesi con lo Yin e Yanginsegnavano che tutto nasce dall’incontro di queste 2 forze. La Forma Resistente, l’attrito che indica la reazione ad una azione: la Croce, esempio il Dolore, infatti il culmine, il massimo della sensazione del dolore lo si ha solamente vicino alla morte fisica. Un Mito: Prometeo. Come segno grammaticale indica l’idea della perfezione da raggiungere e della necessità del dolore per il suo raggiungimento; infatti tutti gli esseri Viventi sono “crocefissi” sulla croce della Vita per perfezionarsi sempre più e raggiungere stati Psico Spirituali sempre più perfetti e complessi. La OU aggiunta dopo la Tau chiarisce ancora di piu' il concetto: HOU = L'esistenza elementare, l'azione di scoprire, di svelare (togliere il velo), per renderlo percepibile ai sensi. OAU o VAV o WAU (Chiodo) - (valore numerico matematico = 6) Funzioni: AGGANCIARE (verbo transitivo), Agguantare, Collegare, Congiungere, Saldare. In qualita' di consonante essa dipinge l'acqua, il fluido, l'etere, il punto che separa il nulla e l'essere. Essa è una lettera che indica l’uomo fecondato, frutto dell’unione dei “contrari” o meglio dei complementari: maschio + femmina. La parola OAU o VAV significa il “Gancio”, il sostegno; essa deriva dall’antico attrezzo utilizzato dai marinai e dagli agricoltori del continente di MU e di Atlantide, poi dagli Akkadici, Eblaiti, ecc. Il geroglifico egizio rappresenta un uomo in preghiera con le mani alzate; alle volte la sola lettera è usata come congiunzione tra le parole o le frasi. Questa lettera ha 2 vocalizzazioni molto distinte, la O e la U ed una terza come consonante: la V. La Forma Agganciante: esempio il Gancio, l’Uncino. Un mito: Anteo ed Ercole. Essa indica rispettivamente, la visione della luce, cioè la capacità della comprensione o della percezione del suono; come consonante essa è l’emblema del gusto e del forte desiderio. Come segno grammaticale, essa contiene l’immagine del mistero più profondo ed inconcepibile, l’immagine del gancio, il nodo che riunisce il non Essere, il Nulla all’Essere, il Tutto. Essa dipinge la possibilità del passaggio da una natura all’altra. E’ oltre che come consonante anche impiegato all’inizio delle parole, come congiunzione. Definizione della lettera VAU o WAU: Oltre alle definizioni qui sopra per il suono lettera OU, messo all'inizio di un parola questo segno/suono diviene gutturale e quindi si trasforma in consonante V o W, che significa il Legame, cio' che congiunge, il segno convertibile universale Continuando: .....w'hosheèh hal-phenei th'hom, w'rouah AElohim merahepheth hal-phenei ha-maim. "E la terra esisteva potenza contingente d'essere, in potenza d'essere ed l'oscurita' - il Vuoto = Vuoto quanto meccanico -, il nero, buio, forza comprimente e dura era sull'abisso (l'Infinito), potenza universale e contingente d'essere, ed il soffio - suono - (movimento espansivo di animazione) di vita di Lui-gli Dei, forza espansiva e dilatante (forze Yang), era presente sulla faccia delle acque, la passivita' Universale (forze Yin)". Anche in questa parte del testo si riaffermano i concetti gia' espressi nel Baraschit, TUTTO e' ancora in

potenza d'essere, cioe' ancora nel Progetto di Vita (idea) che poi si ritrova anche nel nome YHWH, il tetragramma del nome "sacro" del dio degli antichi egizi del dio unico e quello degli ebrei. In esso vi e' inserito il concetto dell'opposizione delle forze, apparentemente contrarie, ma indispensabili e necessarie alla prosecuzione del Progetto di Vita per mezzo dei principi: Yin e Yang = maschio-femmina; il concetto espresso indica anche la presenza in potenza d'essere delle forze Fredde-Yin e quelle Calde-Yang. Tutto cio' e vero virtualmente, ma si concretizza solo attraverso l'unione, la copula, la conoscenza carnale, fisica fra TAHU o THOHOU + VAVHAU o WABOHOU che si concretizza attraverso l'amplesso concepimento - nella "nascita" della materialita' dell'UniVerso mediante il suono-soffio. Questi sono i concetti sacri che gli antichi sacerdoti Egizi, avevano insegnato a Mose'. Vedi anche Cosmologia, Cosmogonia + OloMero + Buchi neri Come si forma la Mater-Ia ?: Considerando quindi che tutte le cariche informatiche Tachioniche, Quantico/fotoniche e quindi elettroniche elementari dotate di polarita', possono “senza fondersi”, unirsi fra cariche contrapposte ed a diverso “spin”, dando vita per “insiemi” a Particelle più grandi, le quali a loro volta possono dotarsi di polarita' diversa ed in entrambi i segni (+ e/o -) "scelti", e riaggregarsi per “insiemi” e così via fino a giungere alla formazione di Elettroni, Atomi, Molecole, Cellule, Organi, Corpi, seguendo un’impronta, l'archetipo del Progetto di Vita già “incisa” in TOTO nell’inFormAzione contenuta e registrata nel gas Fotonico, dagli “Scopi e dalle Finalità della manifestazione Continua del nostro UniVerso” (o degli InFiniti Universi possibili), che danno vita al "Progetto di Vita", nel senso che Egli-Esso, Era, È e Sarà, solo per ottenere l’Evoluzione dello Spirito, l’accumulo dell’Informazione, in quanto tutto ciò “accade” per poter “Manifestare” (stare Manifesto) principalmente (ma non solo) nella Forma Umana, cioè far “apparire”, ciò che non potrebbe altrimenti essere Manifesto: loSPIRITO, il PENSIERO, l’inFormAzione, il Dato elaborato e perciò la COSCIENZA di ESISTERE e questo in OGNI CREATURA VIVENTE, ecco il Vero ed Unico Scopo del Creato, quello di prendere Coscienza su questo "Progetto di Vita" e parteciparVi. L’inFormAzione, cioe' lo SpiRito (movimento della Psiche) = insieme di inFormAzioni = cio' che sta' formandosi dal movimento dell'onda/particella tachionica, il bit informazionale, attraverso i Quanti/fotoni è quindi “fissata dentro” negli Elettroni (entro contenuta e registrata nel gas fotonico che compone la "bolla" o corpo dell'elettrone) facendo variare lo “spin”, il senso di rotazione, dei singoli fotoni dell’insieme Quantico di gas Fotonico, che si sono aggregati formando la “nuvola di gas fotonico ad irradiamento nero” che si chiama appunto: Elettrone/Positrone. L’InFinito conTiene (tiene dentro) quindi anche l’InFormAzione; quando la Mater-ia si rende complessa, cioè elaborata, abbiamo la Manifestazione della “CoScienza” (assieme alla scienza ovvero la ConoScienza) nella stessa Sostanza/Mater-ia) informata Creata; la Mater-ia è, secondo il linguaggio cristiano cattolico, la vergine Madre, fecondata dallo Spirito Santo, cioè dall’InFormAzione che mantiene in essere e manifesta il Progetto di Vita. La Manifestazione dell’ImManifesto (la Coscienza) avviene attraverso l’UNICA forza/forma possibile: quella dell’AmOR, ovvero, come gli antichi ci hanno tramandato, la ManiFestAzione dell’AOR, l’Oro della LUX, la Visione della LUCE, della ConoScienza di Sé e dell’UniVerso Creato. vedi Uomo Psico Elettronico + Body WWW Il testo Biblico che stiamo trattando, come la parola stessa italiana, indica anche che l’Infinito, l’Indefinito, si concentra “Inspira Sé”, si inserisce nel Finito, nella forma, cioè appare, si manifesta. L’ImManifesto (ciò che non è manifesto), si “ritira” perché il Manifesto sia ! (cioè appaia la Forma e sopra tutto la Coscienza si renda evidente nella manifestazione delle varie forme Create); nello stesso testo si vuol anche far comprendere che la manifestazione della Materia, quando si rende evidente, utilizza sempre un sistema binario, quindi essa si esprime sempre anche in modo Spiritual/Fisico,dualmente. Il “Principio” l’iDea, del Tutto, quando si esprime strutturandosi nelle forme, lo fa sempre come abbiamo già detto, in modo Duale, secondo un “Principio Binario”, con le Energie del Campo Informazionale/Tachionico Fondamentale dell'InFinito (F), ....Forze apparentemente contrapposte (Em ed Ef), cioè Caldo/Freddo; Yang/Yin; Positivo/Negativo; Luce/Tenebre; Maschio/Femmina; Bianco/Nero; ecc., che si possono, ai vari “livelli”, materializzare solamente se si uniscono (insieme duale) a determinate condizioni, creando quindi tutte le particelle, dagli Aelohim (Elettroni/Positroni) e così via fino alle Manifestazioni più complesse che noi oggi conosciamo. Come possiamo vedere la Manifestazione, Era, È e Sarà, cioè significa che Ella crea continuamente per mezzo della unione dei 2 lati o stati dell’Energia Psico Eterica Fondamentale (F) del Campo InformazionaleTachionico, (le 2 Forze contrapposte (Em ed Ef); in ogni “punto od Ente” dell’InFinito ove esse si riUniscono, si “Conoscono”, si comPenetrano, vi è la manifestazione, nascita o la manifestazione della Sostanza/Materia InFormata e che si evidenzia in primis per mezzo del Campo Psico Elettro Magnetico Informato Universale(CEIU) e nel proprio personale “Campo Psico Energo BioFisico Informato” (CEI), che si attiva ogni

qual volta vi è un qualsiasi movimento dell’Ente nell’InFinito. La materia esiste per manifestare lo Spirito, l’informazione e manifestando Spirito si crea altra materia in un continum senza fine……….verso e nell’Infinito. Esempio: il Concepimento della forma umana: xx - xy, cioè 23 cromosomi (maschio - femmina) = InFormazione dell’Uomo; questa “legge binaria" e’ infatti espressa anche nelle 2 parti dell’elica a scala del DNA, nei viventi, ecc. La stessa parola Spirito (Spi-Rito), principio maschile, è formata da 2 radici che significano una PSIché, l’altra Ritmo del Rito, cerimonia, rituale, palcoscenico, ma anche e sopra tutto essa indica il movimento ciclico, l’energia elettromagnetica ritmica o rituale supporto dell’informazione creante la Mater-Ia; quindi essa esprime i concetti del “Rito/Ritmo del Pensiero in costante movimento attraverso l’energia elettromagnetica”. La parola Mater-Ia, significa semplicemente la matrice, la madre, la moltiplicazione, il principio femminile, che manifesta lo ..Ia, l’Ego/Io, l’insieme delle in-FormAzioni. Quindi le parole Spirito e Materia, sono i due lati di UNA sola Medaglia, ovvero 2 “stati” di una sola cosa: l’inFormazione Mater-ializzata ! Ricordiamo che anche la terra è un Pianeta (maschio/femmina) in quanto “produttore” di vita ! La stessa parola italiana “Radice” è formata da una radice RA (dio solare egizio) e da una desinenza/parola/verbo “dice” = dire; ciò sta a significare che la parola radice indica il “parlare di RA” (il pensiero del dio RA, R = testa, capo, nuca, il pensiero che sta nell’intelletto + A = L’Ego/IO del dio uomo in fase di formazione e/o la forza del Dio Universale o dell’InFinito). Vedere Tecnica di studio. Vediamo di descrivere meglio questi Campi Psico Elettro Magnetici Informati (CEI): questi sono semplicemente il contenitore dell’Ente, Entità o Punto dell’Infinito; L’Ente, si manifesta per la Sua intrinseca possibilità di essere eternamente inStabile (cioè eternamente in movimento), nell’attimo della sua manifestazione vi è la modifica della struttura dello Spazio/Tempo, il Cronotopo; significa quindi che egli si inForma (prende forma), creando, manifestando Se stesso mediante un Campo di Energia Psico Bio Elettro Magnetica, aggregando e manifestando un “insieme di Fotoni” e quindi di particelle Elettroniche, che si accorperanno sempre per “insiemi” determinando la nascita degli elementi atomici che riAggregandosi per insiemi, determineranno a loro volta la nascita altri insiemi con massa concreta della Materia/informata e guidata dall’Ente che si inForma, per mezzo del proprio CEI o Campo Psico Energo BioFisico. Ricordiamo che l’UniVerso (che segue la legge dell'Entropia negativa = Neghentropia = accumulo dell'informazione = ordine sempre piu' complesso ad ogni livello) al quale apparteniamo è un Universo complesso, multi dimensionale e pieno di vita, esistono quindi altre “forme” vitali, collocate su diverse bande di frequenze vibratorie, un esempio la vita Atomica, Elettronica, vibra ad una frequenza diversa da quella alla quale apparteniamo; al tal proposito, si ricorda di leggere i libri di Jean Emile Charon, ricercatore francese contemporaneo; egli insegna fisica, matematica ed etica alla Sorbona a Parigi Francia e negli USA, egli ha scritto un libro meraviglioso: "Lo Spirito questo sconosciuto". Il Campo Psico Energo BioFisico (CEI) avvolge il corpo e contiene la M/Ente (Ente in Movimento) dell’Ente stesso ed è erogato per mezzo di un vortice centro mosso dall’Ego/IO, essendo quest’ultimo un “buco” sull’InFinito; Questo Campo (Psichico) Informazionale-Tachionico, è in grado di registrare e trasmettere forma, nel senso olografico del termine, cioè di formare figure di interferenza multi dimensionale, in concomitanza con gli altri campi della fisica: (anche Quantico-Elettro Magnetici). Esso ha quindi la proprietà di scambiare ininterrottamente informazioni con la materia aggregata e con quella circostante per formare il proprio “corpo Psico/Fisico”, che Egli manifesterà nel tempo; possiamo quindi definire il corpo fisico, come un ologramma creato dal Campo Psico Energo BioFisico (CEI), che interagisce ad ogni istante con i tendenti infiniti altri Campi presenti nell’Universo e con il Campo dell’Universo (CEIU) stesso, per mezzo delle sue “antenne” presenti per esempio in ogni cellula degli esseri viventi: i cromosomi. Questo Campo personale (CEI) può in certi casi “separarsi” (volontariamente od inconsciamente) dal corpo fisico, mantenendolo in uno stato di “catalessi” o sonno profondo; in questo caso Egli è attaccato al fisico per mezzo di un cordone ombelicale di energia di colore argento; spostandosi dal corpo acquisisce informazioni sui “luoghi”, dimensione diverse, che visita e quando ritorna al corpo, può in certi casi fornire le informazioni memorizzate alla mente consapevole o parte conscia di Sé, che informa tutto il corpo. In certi casi il Campo (CEI) può abbassare la “guardia”, allentando le difese di Sé (le barriere di difesa sono attivate dalla Conoscenza e dall’abilità a dirigere la Volontà verso uno scopo preciso) e permettere ad altri Campi di interagire in modo potente su di Sé, in questo caso si dice che .....è Posseduto..., ciò alle volte può avvenire per cercare di forzare l’elevazione del livello di Conoscenza e di evoluzione della Personalità formata in quel Campo, da coscienza primaria ed “elementale” a Coscienza di alto Ordine, in modo che il Campo ed il Fisico manifestato acquisiscano sempre più Ordine e Grado nell’evoluzione Spirituale che Essi percorrono assieme. In altri casi la ....possessione..., può bloccare il processo di evoluzione del soggetto stesso, in quanto genera facilmente psico dipendenza dall’altro essere/energia/forza/forma che lo possiede; quindi fare molta attenzione a queste cose ed avvicinarsi con abilità e conoscenza.

Il Campo (CEI) possiede innumerevoli possibilità, (tendenti all’infinito) quindi anche quella di interagire con gli altri Campi esistenti; ciò può avvenire anche inconsapevolmente per la parte della Personalità/mente dell’Essere, la sua parte Razionale, Conscia. Purtroppo noi uomini “moderni” e civilizzati, abbiamo soffocato e quindi inibito, per mancanza di pratica, nell’utilizzo delle varie e bellissime possibilità dei nostri Campi, perdendo e dimenticando queste possibilità che comunque sono sempre LATENTI e PRESENTI in ogni individuo; basta riConoscere le tecniche per poter riattivare tutte queste immense possibilità, perse per stupidità. Abbiamo quindi un compito preciso, quello di comprendere molto bene queste realtà e riattivare quindi i processi dimenticati di riConoScienza, in quanto fin dalla nascita ci hanno insegnato che questi Campi non esistono, per poterci meglio controllare, inserendoci false informazioni fin dalla tenera età, ci hanno “tagliato le ali”, impedendoci di gioire della realtà di cui siamo fatti ed alla quale partecipiamo. I Campi (Campi ElettroMagnetici Informati - CEMI) NON si esauriscono alla morte del corpo fisico, ma sopravvivono ad esso pur suddividendosi in parte, cioè rendendo parte dell’Energia/Informata che li compone ad altri Campi od a quello dell’Universo; nel capitolo precedente abbiamo già descritto ciò che avviene; essi tendono comunque all’Infinito, quindi a tendere di durare in eterno. Ciò significa che TUTTI gli esseri viventi hanno accesso ad un dominio (spazio/tempo) a cui le iDee hanno una realtà; la “sostanza” delle iDee è di vera e pura Energia Quantico-Tachionica, cioè “Movimento” di Spazio/tempo che accorpa Luce, Informazione, quindi anche di energia elettromagnetica. La Luce inFormata, si memorizza nei corpi viventi, nel substrato che ha alla base la “terra” fisiologica, cioè nei metalli amorfi a base di minerali rari. Le cellule “percepiscono” interagiscono, assorbono, riflettono anche la radiazione cromatica (intesa come Luce) che è sempre la solita radiazione elettromagnetica nel campo spettrale da 400 a 700 nanometri. L'assorbimento della luce è un caso particolare e concettualmente abbastanza secondario della più ampia interazione delle radiazioni EM con la materia vivente. Le cellule intese come corpuscoli in sospensione per lo più riflettono e disperdono la luce, fenomeno detto: “scatter”. I composti intra cellulari l'assorbono un poco, se sono cromogeni naturali (clorofilla, emoglobina, porfirine, ecc.) o artificiali (esempio: psoraleni). Le normali strutture cellulari (esempio: proteine, DNA, ecc.) non assorbono molto la luce cromatica, ma sono molto sensibili alla radiazione della luce più energetica (ultravioletti). L'acqua delle cellule assorbe per esempio l'infrarosso, scaldandosi, in quel caso la radiazione non è più "cromatica". L’italiano, prof. Leonida Santamaria, Patologo generale in Pavia, era famoso per la sua ricerca sulla fototossicità. Comunque occorre ricordare che tutta la materia, corpo umano compreso, è composta di atomi o campi atomici, che vibrano secondo determinate lunghezze d’onda. La malattia è infatti anche una alterazione di queste vibrazioni (frequenze); ne abbiamo dimostrazione anche con apparecchiature Bio elettroniche. Qualche inciso: recenti studi nel laboratorio Europeo di ricerca sulle particelle sub nucleari hanno confermato che ogni particella sub nucleare è influenzata dalle variazioni (cioè dalle informazioni) lunari, terrestri e solari (le loro varie fasi, alterazioni dei loro campi magnetici, macchie solari, terremoti, quindi dai campi elettromagnetici e di quelli più sottili, ecc.), per cui abbiamo la dimostrazione che tutta la materia vivente (anche i corpi umani) è interagente con qualsiasi altra materia a livello sub atomico fino a quello Spirituale, il Pensiero. I Campi, gli Enti, quindi le Entità, hanno anche la possibilità di influenzare dal passato, il futuro e vi sono dei canali attraverso cui le informazioni provenienti da vite/esperienze passate o parallele possono influenzare il presente. I Russi e gli Americani sanno esattamente cosa sono questi Campi, in quanto essi li hanno studiati per decenni e li stanno ancora studiando in modo molto segreto, tentando di creare delle macchine elettroniche per poter controllare i Campi a volontà; laPsicotronica sta divenendo quindi uno degli interessi primari nelle installazioni di ricerca militare in Russia e negli USA Tutte queste informazioni sui Campi, il “Potere”, NON le fornirà MAI al comune cittadino del mondo, anzi esso tende ad utilizzarle per il controllo diretto e sempre più spinto, delle coscienze degli Umani. Per fortuna questo non è facilmente realizzabile, ma in teoria, se qualche persona con la conoscenza delle giuste tecniche, si mettesse al loro servizio, essi avrebbero delle immense possibilità per controllarci. Per fortuna che queste tecniche NON sono in mano a coloro che NON SONO, ma sono in mano solamente a coloro che SANNO e che SONO, che sono quindi in grado di impedire di essere strumentalizzati da questi “demoni” assetati di potere, in quanto riConoscono coloro che sono oggi al potere del Pianeta, come esseri DIABOLIcaMENTE ignoranti; quindi non si legano ad essi per NESSUN motivo. Possiamo stare quindi tranquilli, però fino ad un certo punto, perché comunque questi esseri pre-Potenti ma ignoranti gestiti dall’’Elite = i 12 apostoli del male (cosi li chiamano), tenderanno a costruire delle apparecchiature elettroniche per tentare di influenzare le nostre menti, con delle trasmissioni di energie (frequenze) particolari, per ottenere degli effetti deleteri sulle menti, in modo che esse si indeboliscano sempre più ed essi finalmente possano controllarci, più di quanto non facciano già ora.

I piani di vaccinazioni di massa, stanno da decenni proseguendo verso l’indebolimento dei Sistemi Immunitari e quindi i Sistemi Nervosi, delle popolazioni dell’intero Pianeta, questo per poterci dominare sempre di più e meglio attraverso la sofferenza della malattia che essi inducono, con le campagne di vaccinazione. Il sistema di vaccinazione di massa attualmente in uso nel mondo, per tentare di mantenere il controllo delle coscienze, (per mezzo dell’indebolimento del sistema immunitario dei soggetti vaccinati), attraverso l’attenzione al dolore sulla malattia indotta e quindi ottenere minore sicurezza e volontà dei singoli uomini, sviando la loro attenzione ai veri problemi (Giustizia, Libertà, Fraternità, Sopravvivenza, Lavoro, Informazione Fino a quando gli Uomini non rientreranno in possesso delle loro quasi ......infinite “possibilità” che i loro Campi Psico Energo BioFisici (CEI) hanno e non le utilizzeranno, la schiavitù sarà SEMPRE presente sulla faccia della Terra. Quindi è un ASSOLUTO DOVERE e DIRITTO RE-IMPADRONIRSI delle proprie POSSIBILITÀ, per riprendere il controllo di NOI STESSI e del Pianeta stesso che soffre sempre più. Ritorniamo all’analisi del nostro testo Biblico nei primi capitoli della Genesi: La parola “Schit” (da Bara-schit) è anche la parola che indica il numero 6 (simbolo dell’atomo di carbonio) ed indica anche l’Uomo parte del Vivente; ma la radice indica anche il fuoco, l’energia ed il movimento traslante il quale concentrandosi, forma una nuova dimensione, manifestazione, resurrezione. Creare il 6 (l’uomo, il Pensante), l’immagine, la forma dell’I-Dea; BARÀ significa quindi: Creare ed anche Contenere nella testa TUTTI i punti di vista per Perfezionarli, creandone le loro forme. Veniamo alla parola: AELOHIM (vedi questo Link: parola mal tradotta, nelle bibbie attualmente in uso, in “Dio”, è scritta nel testo ebraico originale al plurale, cioè significa quindi Dei) Il fisico del Plasma dott. Winston Bostick ha affrontato esattamente questo problema studiando la fisica delle particelle “sub atomiche” e di conseguenza anche quelle dell’Elettrone/Positrone, scoprendo che essi non corrispondono a nessuna concezione tipo: “punto materiale carico elettricamente”, definizione che si trova in molti libri di fisica; ma “essi” devono essere compresi come un processo idrodinamico che può avere molte forme, trasmutandosi a seconda delle necessità, in carica “forza” elettromagnetica od in “corpuscoli” con massa e che queste possibilità trasformiste dipendono dal modello del processo più ampio al quale partecipano ed in certi casi la geometria del processo richiede l’azione di un gigantesco numero di Elettroni che forma un sistema Coerente che può divenire un Campo (CEI) ed essi di conseguenza si comportano “come se fossero un solo Elettrone”, come avviene per esempio nelle onde di corrente nei super conduttori oppure negli esseri Viventi; infatti gli Elettroni creano l’Universo e lo mantengono in Vita, assieme alle Creature più complesse. Il prof. Moon (USA) ha considerato anche i nuclei degli Atomi allo stesso modo, cercando e riTrovando che le possibilità delle loro configurazioni geometriche (trasformismo, trasmutazioni, polarizzazione) arrivano a formare tutti i solidi possibili (perturbazioni geometrico/spaziali); queste “scoperte” richiamano immediatamente agli antichi studiosi che già affermavano tali teorie, confermate oggi anche dalle scienze più avanzate; queste “dimensioni geometriche” divengono poi con le strutture sempre più complesse, le dimensioni “spazio/temporali” dei vari Campi ElettroMagnetici Informati (CEI) alle quali essi partecipano assieme agli altri esseri più complessi, ma che hanno minori gradi di libertà; nei grafici allegati troverete le spiegazioni grafico/geometriche per meglio comprendere queste affermazioni, cioè le varie “trasmutazioni, trasformazioni, spazio/temporali”. Il testo biblico della Genesi che stiamo esaminando però aggiunge, oltre al significato già espresso, che gli Elettroni/Positroni, sono anche Esseri Intelligenti, come anche oggi afferma una parte dei fisici e degli scienziati. Continuiamo l’esame delle parole della Genesi facendo un’altra analisi del testo Mosaico (insieme di scritti), scritto in Fenicio, Ebraico, ma proveniente dal sapere Egizio/Akkadico/Sumerico/Atlantideo: BARASCHIT è l’emanante, il Principio binario, Creante l’UniVerso (verso l’Unità), solo attraverso l’Unione si manifesta il Principio stesso; BARÀ (nome-verbo “emanare, creare”) è il “verbo”, cioè la parola che diviene azione; Aelohim, (nome generico al plurale) è il “soggetto” Pensante che postula l’azione. È il POSTULATO, l’iDea, il Principio, che VIVE nei “cieli” del Pensiero, (il Baraschit) che è il Creante, che CREA, cioè emana l’azione; gli “Dei”, le idee, le informazioni che sono contenute negli (Aelohim – Elettroni/Positroni), sono il soggetto per mezzo del quale l’Emanante, il Principio, viene chiamato all’esistenza nel Pensiero Intellettivo della Manifestazione creata, scesa nella “terra”, la Mater-ia, cioè la sostanzializzazione delle cose Pensate che sono la manifestazione del Principio, cioè dell’iDea. Il primo “oggetto” dell’UniVerso, del “Principio” per mezzo degli Aelohim, sono i Desideri e le Immagini mentali (che sono ed appartengono ancora ai “Cieli del Pensiero”) che diverranno poi Materia (la terra, cioè

le cose create); ciò significa che è il Pensiero, il desiderio, che crea tutto ciò che esiste, questo viene Pensato ed attuato dalle “iDee”, per mezzo degli Elettroni/Positroni; infatti tutta la fisica moderna afferma: ...sono gli Elettroni/Positroni, che hanno creato l’Universo, ciò significa che essi hanno la Conoscenza per poterlo fare. Il pensiero Mosaico indica chiaramente allo studioso che l’Emanante è il Principio, il Postulato, cioè l’Idea; essa utilizza gli Elettroni (Aelohim + e -) quale prima Manifestazione, per ottenere l’aggregazione della Materia in forma sempre più complessa, che forma gli oggetti del Creato; ecco i 2 modi del pensiero Mosaico per spiegare la sacralità della manifestazione dell’UniVerso, nei primi 4 capitoli della Genesi. Fino ad oggi molti religiosi hanno pensato che la Genesi, indicasse il processo “temporale” della manifestazione dell’UniVerso; NULLA di tutto questo; si è voluto solo riNarrare ai posteri come avviene, il meccanismo della Manifestazione della Vita Universale, cioè la sussequenza delle sue “Fasi”, le sue trasformazioni, dall’iDea alla SoStanza, sua Stanza, luogo ove si manifesta, si sostanzializza l’idea nella forma, la materia: plasmica, liquida, solida, gassosa. Questi sono i concetti sacri che gli antichi sacerdoti Egizi, avevano insegnato a Mose' e che lui o chi per esso ha insegnato e scritto nella Torah.

Le prime PAROLE della GENESI (Bibbia) -2
Premessa: Analizziamo nella Bibbia, all’inizio della Genesi, le prime parole scritte in Ebraico antico - non cuneiforme del tempo degli Assiri, ma in - Ebraico antico sinaitico-Fenicio-Samaritano e vediamo di scoprire meglio il pensiero Mosaico, non solo quello Parlante, ma anche quello Nascondente e quello Significante. Nell'Antico Testamento, la Genesi, NON e' stato scritta in lingua ebraica cuneiforme; essa perse in parte il suono originale etotalmente il segno grafico (al tempo del loro profeta Esdra in cattivita' presso l'Assiria con il re Nabucodonosor, essi gli Ebrei utilizzarono nelle trascrizioni della loro Torah i caratteri cuneiformi degli Assiri Questa lingua madre, l'ebraico antico, deriva dal pre-sinaitico, ed era la lingua del popolo Egizio scritto e parlato anche nella penisola del Sinai, mentre i sacerdoti Egizi utilizzavano i geroglifici. Quella lingua scritta aveva delle caratteristiche ideografiche molto interessanti che SONO state perse passando all'alfabeto cuneiforme. Ritornando al testo della Genesi che abbiamo iniziato ad esaminare: più avanti e nelle Bibbie di oggi, leggiamo nei primi versi, che DIO (Aelohim - parola mal tradotta) “SEPARA la LUCE dalle TENEBRE”; la parola “Separare” in Ebraico è formata dalle lettere Beith + Daled + Lamed, le quali formano una radice che indica la funzione del DISTINGUERE NON solo del Separare ! quindi “Dio” (la parola presente nel testo Ebraico è Aelohim, cioè “Dei” e non Dio), Distingue la LUCE dalle TENEBRE, (cioè permette di riConoscerle) NON Separa nel senso di allontanarne una dall’altra o di distruggere una parte delle due, ma Aelohim le fanno CoEsistere; inoltre continua il testo, dice che questo atto è BUONO. In seguito “Dio” distingue, facendole coesistere uno nell’altra, (l’unIone nel principio binario) il Principio Caldo, Positivo, Maschile in quello Freddo, Negativo Femminile e ripete che tutto è buono. Ma ciò che vogliamo anche far DISTINGUERE ai nostri lettori è che quando si parla nella Genesi delle “Acque che sono al di sopra della distesa e di quelle che sono sotto di essa...”, questi due tipi di acque nella Bibbia, sono chiamate “MA-IM”; la Tradizione Ebraica le chiama: MI (IM che rovesciato da MI) e MA = MI -MA; queste acque sono legate indissolubilmente dalla “distesa” che viene chiamata SCHA-MAIM; questa parola che è stata tradotta impropriamente con il termine “cieli” nel senso di cieli astronomici od atmosferici, ha insita in Sé significati molto più completi e profondi. La parola SCHA è formata dalle lettere "radici primarie": Schin+Alef, lo Schin è il segno del “fuoco” e del “trasferire” ed ha anche come significato: tutto ciò che trasforma e trasferisce. L’Alef indica l’unione con la paternità o la potenza Creatrice originale ed il punto di vista unificante, perciò la radice significa ...la traslazione il cambiamento di stato di Coscienza nella visione delle cose, nella Comprensione delle idee, il cambiare un punto di vista in un altro... ovviamente in questi discorsi si intende il cielo dello Spirito, quello dell’intelletto; questa parte della parola SCHA deriva anche dalla parola SCHEM e quest’ultima è formata dalla radice Schin + Mem e significa: il NOME/ARCHEtipo, ma sopra tutto il nome YAOUÈ, il nome di “Dio”.

La parola MA è formata dalle lettere Mem+Alef; la Mem indica il Nutrimento di ciò che è MAtriciale e generante femminile, ma sta anche per ADA+MA; più avanti nella Genesi questa Ada+ma, viene anche chiamata con un altro nome: “Heva” perché è la stessa Ada+ma che si riTrova in livelli diversi della Manifestazione, e significa tutto ciò che è la FORMA esterna, cioè le cose che appartengono al mondo del sensibile, dall’Energia o Forza Elettro diaMagnetica MAtriciale, alla MAnifestazione della MAteria, la MAno, la MAmma, la MAmmella, il MAtrimonio espresso come unione che feconda figliolanza, la MAdre dalla quale tutto nasce: la MAria vergine, ovvero in altre parole: l’Energia primaria (E+ ed E-), “Vergine Santa”, che è fecondata dallo “Spirito Santo”, l’informazione, il Pensiero Procreatore e Perfetto dello SCHEM, il Nome YAOUÈ e che si concretizza, cristallizza nella “MAteria”, Mater-IA, facendo nascere il frutto dell’Unione, il figlio, YASHOUÈ, il CristOs, l’illuminato, il Vivente, il Pensante, TUTTO ciò che ha percezione di se stesso, ovvero la ManiFestAzione di tutti gli esseri viventi e la materia stessa ! La parola ADA+MA (MA e MI, sono secondo la tradizione Ebraica, i 2 “lati” della stessa cosa, la materia/pensiero); lo IM (anagramma di MI) = radice Iod + Mem: lo Iod indica il concentrare, il punto ove convergono le cose o le idee, indica anche la durata intellettuale, l’eternità, la mano che genera l’azione; la Mem, è stata spiegata prima ed i suoi significati vanno aggiunti a quelli dello Iod; infatti IM sta anche per IMmagine, IMmaginAzione cioè i desideri che si concretizzano nelle IMmagini della Fantasia, IMmensità, IMene inteso anche come barriera mentale, IMitare, IMbacuccare, IMbandalzire, IMbambolato, IMbarazzo, IMbarcare nel senso di mettersi in una particolare situazione, IMbasciata, IMbecille, IMbruttire, IMbellire, ecc. tutto questo porta inevitabilmente a comprendere che parliamo di tutte le funzioni della Mente, verso le funzioni dell’intelletto, alle elaborazioni delle Idee. L’ImmaginAzione significa che le immagini mentali producono……Azione e questa si materializza nel tempo concretamente nelle situazioni vissute; ciò significa che “paura” genera dolore, “gioia” genera benessere. Tutto ciò che è pensato ed immagiNato, fa ……nascere la “realtà”, QUINDI ATTENZIONE a cosa immagiNATE…(nascita delle immagini). Ricordiamo che le IMmagini della MENTE sono formate da onde a bassa ed alta frequenza, prodotta all’interno dei cervellidell’encefalo superiore (i 2 Kerubim-Cerebrum o cervelli del cranio, l’arca) e proiettate sulla corteccia cerebrale (immagini olografiche/virtuali); ciò rap….presenta la prima fisicità energetica dell’immagine; la successiva è l’avvenimento che accade…….l’azione volitiva, che determina la terza ed ultima fase……….GIOIA o dolore………quando l’oggetto del desiderio si è avverato, ha preso forma. Questi “Archetipi”, formanti le parole: nomi, verbi, aggettivi, indurranno variazione negli “spin” dei Fotoni dell’insieme “Elettroni” del DNA (presente in tutti gli esseri viventi) e nell’Elettrone/Atomo in fase di formazione che NOI siamo (il nostro Ego/IO); queste IMmagini archetipali innalzeranno il potere InFormAzionale Nostro e quello di ogni Elettrone del DNA; queste IMformAzioni (errore voluto per far meglio comprendere i concetti) si trasmetteranno anche geneticamente, attraverso il seme umano nel futuro, nella nostra discendenza; ecco come l’Ego/IO proietta Sé nel futuro e come la Manifestazione si perpetua verso ...l’InFinito, accumulando informazione ed elaborandola attraverso la mente/organo per la Coscienza (Personale ed Universale), manifestando in questo modo l’IM-MANIfesto, il Pensiero elaborato, la CoScienza di DIO, l’Infinito, ciò che non si può definire se non attraverso il Pensiero e l’immagine che rappresenta Sé, l’UniVerso, il Cosmos, (parola che ha insita in sé la stessa radice della parola “osmosi” e che descrive il “fenomeno dei movimenti esistenti fra liquidi a diversa concentrazione e/o carica elettromagnetica, quando siano separati da una membrana semi impermeabile”, come la membrana cellulare o la pelle dell’uomo, dell’animale, vegetale, ecc., "membrana" che esiste anche nell'UniVerso formando un "Dentro" (il cielo dello Spirito= Pensiero = iDea ed un "Fuori" (il cielo astronomico, quello della fisicita'). Ciò sta ad indicare che vi è un continuo passaggio di sostanze informate fra il Cosmo e l’interno della cellula umana, animale, vegetale. Il Vivente è in continua “osmoregolazione” (scambio continuo di informazioni) fra il macro l’UniVerso/Cosmo ed il micro Universo/Uomo, animale, vegetale. L’interdipendenza con tutta la ManiFestAzione Universale è insita nel programma Progetto di Vita del Vivente. In un colloquio = copula, all'Infinito fra Spi-rito e Mater-Ia. La frase continua ...ETH HA-SHAMAIM W’AETH HA-ARETZ, ed anche qui abbiamo altri particolari da studiare attentamente. La parola SHAMAIM, tradotta con il termine i cieli, significa innanzitutto: tutte le Immagini mentali, le Fantasie, le Idee Elaborate, il potere Intellettivo della Mente, ecco il significato Nascondente e Significante di quelle parole.

La parola ARETZ è stata tradotta impropriamente in: “terra” (il terreno sul quale lavorare) ma significa molto di più, infatti la sua radice è Alef+Reisch, definisce altri particolari: ...il punto di arrivo, di sostanzializzazione dei concetti mentali; tutto ciò che è divenuto materiale, sensibile, visibile, gustabile, ecc., dopo l’azione con….creta (con la creta), ovvero l’Oggetto creato nella materia dall’idea, cioè la Sostanza/Materia/Spirituale. La parola di cui sopra nelle Bibbie di oggi è tradotta con il termine improprio di: “cieli”, intendendo solo quelli fisici, indica invece che nei SCHAMAIM, sono da comprendere anche i cieli dello Spirito/Consapevolezza e quindi quelli della Mente, si devono quindi comprendere anche: tutte le IMmagini mentali, le Fantasie, che si trasformano TUTTE nelle Forme, le Cose materiali ed anche i cieli (...quelli al di sopra delle acque...primordiali, di energia) delle Idee elaborate, della Consapevolezza, della Comprensione, della presa di Coscienza delle varie Verità di ogni Esperienza della Vita per poter ricreare nuovi livelli di qualità della vita; questo è il significato Nascondente e Significante; quello Parlante può indicare al limite anche i “cieli astronomici od atmosferici”; ecco i due lati della stessa medaglia o meglio tutte le definizioni di quel Nome. Indirettamente possiamo osservare che è il NOME (SCHEM) che dà forma (fOrma) alle COSE, Mentali e Materiali attraverso l’IMmaginAzione, la fantasia emotiva Creatrice di azioni e di oggetti. Il Nome forma le cose attraverso la “parola” il VERBO, l’Azione e crea la MATERializzAzione del Nome evocato, dell’iDEA pensata. Il Pensiero è Creatore e Trasformatore della Manifestazione perché Ella è Pensiero che si mater-realizza all’InFinito, per portare ed accrescere la CONSAPEVOLEZZA di TUTTI e del TUTTO……l’INFINITO. Da qui si comprende l’estrema IMPORTANZA del LINGUAGGIO appropriato, quello che conosce il NOME delle Cose Create, ma significa anche che la Materia è Pensante, cioè contiene Informazioni che nella varie forme delle Creazioni Viventi si chiama Coscienza di Esistere, di Essere. La differenziazione fra i vari tipi di Manifestazioni complesse è che esse hanno meno o più Consapevolezza della propria Esistenza e dei loro rapporti con l’Ambiente, cioè l’UniVerso, quindi con l’Infinito. Come possiamo osservare questa parola SCHAMAIM, (cieli), è densa di molti più significati, che i vari traduttori della Bibbia non hanno recepito completamente. Successivamente a questi versi ritradotti, ricordiamo che viene scritto: ...dio disse.....e con cio' si vuole indicare che la ManiFestAzione appare per mezzo del "suono" ! e qui si apre tutto un nuovo capitolo sulle proprieta' del suono: infrasuoni e ultrasuoni, che essi hanno sulla mater-ia in fase di aggregazione... Ritorniamo a i versi della Genesi: Ecco un altro esempio di errata traduzione della Bibbia, nella Genesi cap. 2: verso 7: ...L’Eterno dio formò l’uomo dalla polvere della terra, gli soffiò nelle narici un soffio di vita e l’uomo divenne un essere vivente; traducendo attentamente il verso troviamo invece: ……….ed Egli (il Principio, il Postulato, formò, sostanzializzò, determinò gli elementi verso una finalità, il VIVENTE, Lui-gli-Dei, (l’Essere-gli-Esseri), la Se Stessità (il Sé/Ego/IO più profondo) di Adam, la Forma Umana, l’Uomo collettivo, l’Umanità, l’Uomo maschio e femmina; rarefacendo, sublimando il principio, dall’elemento Adamico (Energia Primordiale, Matriciale ed Intelligente che si manifesta per contrapposti); ….. egli inspirò nella facoltà inspirante di Lui (Adam) un essente elevato, una essenzialità delle vite, …….affinchè Adam fosse l’ANI+MA (ANI significa Ego/IO, ovvero l’essere individualizzato)+MA (la MAteria) = l’Ego/IO materializzato nella forma, l’essenza di Lui-gli-Dei. LUI-GLI-DEI, significa il Principio come Idea non come inizio temporale, nelle innumerevoli Forme manifestate, ma anche come essenza Spirituale pensante e quindi come artefice del Progetto di Vita ! Fate attenzione ad un altro verso mal tradotto, Genesi 3:19, dalle Bibbie di oggi leggiamo:...È con il sudore della tua fronte che mangerai del pane, fino a quando tu ritornerai nella terra, da dove sei stato preso; perché polvere sei e polvere ritornerai. Guardate la stupidità dei traduttori ! Il nato ricco non suda per mangiare (trovare) il pane quotidiano. Traduzione corretta: È dell’agitazione continua dello spirito tuo, che ti alimenterai di nutrimento, fino al restituire, al reintegrare, rinascere, ritornare, il tuo Spirito, all’elemento Adamico (alla dimensione delle Energie del l'InFinito "Vuoto") omogeneo e simile a te, poiché da parte di essa sei stato tratto, tale spirito elementare tu sei ed all’elemento Spirituale Universale devi essere reso, restituito, risorto. Ciò significa che noi siamo Elettroni/Positroni, incarnati, materializzati in sostanza/materia solida informata, siamo cioè Entità, Spiriti, Esseri pensanti elementari, particelle di Energia Intelligenti con un corpo di sostanza/materia solida ed alla nostra morte ritorniamo al livello o dimensione degli Elettroni o degli Atomi e

cioè ai vari livelli delle Energie ove siamo in grado di posizionarci a seconda delle proprie Consapevolezze, Coerenze ed Abilità. Tutti questi nomi simbolici non sono mai stati compresi, tanto meno tradotti correttamente nelle Bibbie di oggi, né comunque spiegati dai cristiani, in quanto essi sono divisi, non distinguono le verità apparentemente contrarie che il testo biblico ben tradotto contiene. vedi anche False traduzioni

L’IO SONO, UNICA GUIDA di SE’
Ponete attenzione dalle Bibbie di oggi nell'Esodo, i Comandamenti dello scritto Mosaico e vedrete come le traduzioni esistentisono completamente sbagliate, ve ne ritraduciamo uno: Esodo 20:1-3 : “Io sono l’Eterno il tuo Dio che ti ha tratto dalla terra di Egitto, dalla casa di schiavitù. Non avrai altri dei al di fuori di me”. Traduzione corretta: “IO SONO, YAOUE’, l’Ego/IO Universale (l’insieme dei vari Ego/IO), Lui-gliDei, per ottenere una finalità, ti ho tratto da una Massa tendente all’Infinito, con la potenza generatrice della vibrazione, il Dinamismo, il Movimento, (che si propaga per mezzo dei campi rotanti, oggi li chiamano vortici di Energia), da una emanazione fluidico Universale (E+ ed E-), eterea e spirituale (cioè Pensante, con proprietà di elaborare dati, seguendo il fenomeno Sintropico), onde sviluppare il tuo Essere nello spazio/tempo Infinito. Ho generato in te una azione interiore ed esteriore (la creatività trasformante), per costruire il creato (la manifestazione), inserendoti nella solitudine della separazione dell’esistenza individuale, per poi farti rientrare nella manifestazione Universale. NON servire (essere psicodipendente da) altri IO SONO, all’infuori dell’IO SONO Universale” (l’insieme di tutti i “punti di vista”). Il pensiero Mosaico aveva insegnato al popolo di Israele, che l’UNICA guida dell’Uomo deve essere l’Ego/IO Sono, che ogni Uomo deve manifestare in Sé, ma che deve seguire, l’Universalità partecipatoria, cioè divenire anche un Noi, nell’Amore per Sé e per l’UniVerso tendente all’InFinito. Gli Ebrei hanno sempre detto che il loro Dio era “Il Senza Nome”, ciò che non può essere definito con un nome, l’IN-DEFINIBILE, questo perché “Egli” è un “Insieme” di “insiemi” aperto sull’Infinito, cioè una Universalità di Concetti, di Idee; ecco il soggetto e lo scopo della manifestazione dell’Ego/IO/Dio degli Esseri Viventi. Gli Ebrei, per un eccessivo rispetto, non pronunciano il nome “Tetragramma” YAOUE’ (sole vocali) che con questo Suono/parola si indica nella Bibbia il “nome di Dio”, in quanto di fatto non è un nome, ma un CONCETTO, un Verbo con delle Funzioni, (più avanti troverete altre informazioni in merito). Infatti come si può leggere in 1 Samuele 8:1-22, gli Israeliti NON avevano un capo, un re, come le altre nazioni vicine; essi vivevano in una comunità, gestita per insegnare a tutti di vivere esprimendo al meglio l’IO SONO. Solamente quando le successive generazioni di quel popolo, persero il CONCETTO, l’Essenza, il Vivere l’Ego/IO Sono, dovettero darsi un capo, un re; naturalmente persero l’Unico vero Bene, quello della propria Creatività e della sicurezza, fiducia in Se Stessi. Facciamo una raccomandazione a tutti i lettori della Bibbia: Tutte le volte che trovate nelle vostre Bibbie di oggi, la parola “Eterno” o “Dio”, (YAOUE’) SOSTITUITELA con le parole “Ego/IO Sono, Ero e Sarò”, che è la VERA traduzione anche se incompleta del testo originale; solo così Comprenderete meglio l’Essenza del pensiero di chi ha scritto quel testo.

Principio MASCHILE + principio FEMMINILE = ADAM = PADRE + MADRE = Principio YANG e YIN
Umanita' composta da maschi + femmine)

Nella Bibbia e precisamente nei primi capitoli della Genesi scritta in antico ebraico-fenicio, la parola ADAM è formata dalle lettere Alef+ Daled+Mem; la ALEF o ALEP, Alf, significa: (Bue) - (valore numerico matematico = 1) Funzioni: UNIRE (verbo transitivo), Congiungere, Legare, Sposare; Fare in modo, avvicinandole o collegandole, che due o più cose diventino o appaiano una sola; mettere insieme più cose in modo da ridurle ad una cosa sola; essa è una lettera che indica la Paternità, essa è la lettera del Padre, l’Ego/IO divino

creatore, la Forza Divina, la Potenza Creatrice Originale. E’ la lettera iniziale di quasi tutti gli alfabeti conosciuti e quella dello AUM, simbolo geometrico dal quale sono nati gli alfabeti del mondo. Negli alfabeti moderni come segno grafico la A, è stata semplicemente ruotata e capovolta, dalla forma somigliante la testa del toro con le corna ad un albero, un Abete, oppure se messa su di un fianco indica un occhio visto di lato, cioè un punto di vista. Presso gli Ittiti il suo suono era “aMu” in quanto ripeteva il muggito dell’animale, il toro. Il mese della figliatura delle vacche, era per gli Accadici il “primo” mese dell’anno. La parola ALEF significa in fenicio: bue, grosso bestiame con corna, toro, lo geroglifico Egizio rappresenta la testa di un bue/toro con corna; significa anche apprendere ed insegnare; principe, maestro, sposo. Un mito: Osiride. Un simbolo: le ali simmetriche. La Forma dell’Energia: esempio, la Luce; simbolo antico grafico = la doppia spirale. Questa lettera proviene anche dal disegno di un antichissimo attrezzo di acciaio antidiluviano chiamato “Labris”, il quale serviva ad unire, nelle costruzioni, gli enormi monoliti di pietra in modo da legarli assieme rendendoli uniti. Essa è anche la prima lettera dell’alfabeto in quasi tutti gli idiomi conosciuti. Come immagine simbolica, rappresenta l’Uomo universale, il genere umano (maschi + femmine), l’Essere padre generatore, dominatore della terra. Nella sua definizione geroglifica, essa caratterizza l’Unità, il punto centrale, il principio astratto di una cosa. Impiegato come segno, essa esprime l’idea della stabilità, della continuità. ALEF Finale (valore numerico matematico = 1000), Funzioni: FONDERE. Essa è una lettera che indica anche il Trasfigurare. DALED, Dalt (battente della porta) - (valore numerico matematico = 4) Funzioni: SOLIDIFICARE (verbo transitivo), Costruire, Rendere consistente, far diventare Solido, entrare nel solido. Essa è una lettera che indica la materia, la resistenza, la morte intesa come reCristalizzazione, reMineralizzazione. La parola DALED significa la Porta; infatti è il disegno della parte superiore delle porte Egizie che disegnava un triangolo di 3 lati e comprendendo l’architrave formava un angolo, che nelle costruzioni sacre era di 144 gradi. Questa lettera proviene dal disegno di un antichissimo attrezzo, la “squadra”. La Forma Rigida: esempio il Triangolo. Un mito Cibele (la Natura). Nel suo significato geroglifico indica il Quaternario Universale, cioè la sorgente di tutta l’esistenza fisica. Come immagine simbolica, rappresenta il seno femminile ed ogni oggetto nutrizionale, abbondante. Come segno grammaticale, esprime l’abbondanza nata dalla divisione, è il segno della natura divisibile e divisa. MEM o MAM (Acqua) - (valore numerico matematico = 40) Funzioni: NUTRIRE (verbo transitivo), Alimentare per tenere in vita; far Crescere, dare Nutrimento, Allevare, Allattare, Coltivare. Essa è una lettera che indica tutto ciò che ha la funzione del Generare in senso femminile, essa è la lettera della Madre, della Mamma, della Mammella, della Mater-ia/Energia/generante e di tutto ciò che è Matriciale. Deriva da un antichissimo segno antidiluviano che indicava le acque matriciali, l’Energia Neutra (E = m c2), l’ambiente dal quale nasce ogni forma di vita, per gli Egizi indicava l’acqua del Nilo. La Forma Fluidica o Liquida: esempio l’Energia (E+) ed (E-) pura e plasmica; il Mare, il lago, il fiume, l’acqua in generale, l’onda in genere. Un mito: Demetra. Questa lettera come immagine simbolica rappresenta la femminilità, la donna madre e compagna dell’Uomo. Come segno grammaticale, essa è il segno materno e femminile, quello dell’azione esteriore e passiva; piazzata all’inizio delle parole, dipinge tutto ciò che è locale e plastico; alla fine delle parole, diventa il segno collettivo della moltiplicazione, sviluppante l’Essere nello spazio Infinito, fin tanto che la sua natura lo permette o riunendo per astrazione, in un solo “essere”, tutti quelli della stessa specie o popolo. MEM o MAM Finale - (valore numerico matematico = 600), Funzioni: Moltiplicare, il Ripetere in continuazione. Essa significa tutto ciò che è la FORMA esterna, cioè le cose che appartengono al mondo del sensibile, dall’Energia o Forza Elettro diaMagnetica MAtriciale, alla MAnifestazione della MAteria, la MAno, la MAmma, la MAmmella, il MAtrimonio espresso come unione che feconda figliolanza, la MAdre dalla quale tutto nasce: la MAria vergine, ovvero in altre parole: l’Energia primaria (E+ ed E-), “Vergine Santa”, che è fecondata dallo “Spirito Santo”, che contiene l’informazione, il Pensiero (principio maschile = Yang) Procreatore e Perfetto dello SCHEM, il Nome YAOUÈ e che si concretizza, cristallizza nella “MAteria”, Mater-IA, facendo nascere il frutto dell’UnIone, il figlio, YASHOUÈ, il CristOs, l’illuminato, il Vivente, il Pensante, TUTTO ciò che ha percezione di se stesso, ovvero la ManiFestAzione di tutti gli esseri viventi e la materia stessa ! (più avanti spiegheremo meglio questi nomi). Lo ADAM è nella sua forma fisica, l’Energia/Sostanza/Materia/InFormata, di qualsiasi tipo e livello, che “nasce” dall’unione delle 2 forze contrapposte dell’Energia Psico Eterica Fondamentale (Maschile = Yang e

Femminile = Yin), che si può materializzare solamente se si uniscono a determinate condizioni, i suoi 2 lati o stati “contrapposti”. ADAM è anche il risultato dell’Azione Volitiva dell’Intelletto, generata dall’Ego/IO personale che si estrinseca, si esprime fisicamente nell’unione delle 2 forze contrapposte (E+ ed E-) dell’Energia Quantico/Tachionica, Fondamentale e cioè dell’Energia Psico Elettro Dia Magneto Termo Idro Dinamica. ADAM è il Padre + Madre = Matrice di ogni cosa, (della quale la Sostanza/MATER-ia Solida è solo un aspetto, gli altri 3 sono: quello Liquido, Gassoso, Plasmico). ADAM, al livello Umano definisce e rappresenta l’UMANITA’ nel suo insieme Maschi + Femmine. Infatti EVA fu "estratta" ed e' parte di un "lato" "costa" di AD+AM (divenuta e corrompendosi come significato, nel tempo: "costola") (AM e' il lato femminile di AD+AM - AD e' il lato maschile). ADAM e' la parola Fenicio-Ebraica' equivalente in italiano alla parola UOMO=Umanita' (Maschio + Femmina) vedi: Giardino di Eden 2 Infine il concetto che si evince da quasi tutti i miti antichi è che l’Uomo è un Microcosmo o micro Dio, non deve lasciarsi trascinare ad essere un diaBolein o diavolo nel senso di essere colui che, “si lancia di traverso per dividere” e diventare “satan” l’avversario, come uno che vede sdoppiata UNA sola Immagine, colui che “vede” un solo lato della Verità; Egli invece DEVE UNIRE attraverso il SimBolein o Simbolo, (parola che significa “lanciare assieme, unire”), i concetti per Conoscere ed essere Conosciuto ! La Conoscenza è il risultato dell’azione del Conoscere, verbo che è stato sempre utilizzato dall’uomo per indicare anche il matrimonio, l’atto sessuale, la vera e più completa penetrazione fisica che si compie almeno in due di sesso diverso; nella Genesi della Bibbia per esempio troviamo scritto: “Adamo conobbe sua moglie”, il principio maschile -Yang “conosce”, cioè si unisce al principio femminile Yin. La Conoscenza è un MAtrimonio, l’unione del “Conosciuto” e del “Conoscente”, essa è AMORE, l’Amore è LUCE, la Luce èINFORMAZIONE, l’Informazione porta alla RIFLESSIONE, la Riflessione porta all’AZIONE, l’Azione porta all’AMORE, l’Amore è anche Donazione e porta ad ulteriore CONOSCENZA; questo ciclo chiuso su se stesso, chiarisce che l’AMORE è INFORMAZIONE, cioè Conoscenza e viceversa. Infatti la nostra parola Amore deriva dall’antico suono AOR radice triletterale composta dalle lettere ALEF+VAU+REISH, (radice dalla quale proviene anche la parola italiana: “oro”), che significa: “Luce” = Inf-Form-Azione (ciò che sta formandosi); L’Immagine (rappresentazione) di questo ADAM (o ADON abbreviatosi e corrompendosi successivamente nel latino in Don, abbreviazione di Donno, che significa Signore, padrone, della casa; Donno proviene anche dalla parola latina Dominus che significa ancora Padrone, Signore della casa/Doma/Duomo ecc. ), ADAM è stata una parola poco studiata dagli studiosi, trascurata anche nei vangeli dei cristiani, ha una sua precisa storia che nasce nella notte dei tempi dell’umanità; fu ricordata da tutte le religioni dei popoli della terra (attraverso simboli, disegni, icone, statuine, statue), come simbolo del lato maschile dell’Umanità stessa (Don = Uomo maschio + Donna = Uomo femmina sono parte di ADAM = UMANITA’ = UOMO (maschio + femmina) ! Ecco la vera “storia” semantica della parola ADAM - vedi: Adamo ed Eva furono uomini in carne ed ossa ? Tutti questi nomi simbolici non sono mai stati compresi, tanto meno tradotti correttamente nelle Bibbie di oggi, né comunque spiegati dai cristiani, in quanto essi sono divisi, non distinguono le verità apparentemente contrarie che il testo biblico ben tradotto contiene. vedi: Vuotoquantomeccanico + Nuova definizione di Atomo

I 10 COMANDAMENTI della BIBBIA, FALSIFICATI !
Ponete attenzione ora ai Comandamenti dello scritto Mosaico e vedrete come le traduzioni esistenti sono completamente sbagliate, ve ne traduciamo tre: Esodo 20:1-3 (dalle Bibbie di oggi) “Io sono l’Eterno il tuo Dio che ti ha tratto dalla terra di Egitto, dalla casa di schiavitù. Non avrai altri dei al di fuori di me”. Traduzione corretta: “IO SONO, YAOUE’, l’Ego/IO Universale (l’insieme dei vari Ego/IO), Lui-gli-Dei, per ottenere una finalità, ti ho tratto da una Massa tendente all’Infinito, con la potenza generatrice della vibrazione, il Dinamismo, il Movimento, che si propaga per mezzo dei campi rotanti (oggi li chiamano

vortici di Energia), da una emanazione fluidico Universale (E+ ed E-), eterea e spirituale (cioè Pensante, con proprietà di elaborare dati, seguendo il fenomeno Sintropico), onde sviluppare il tuo Essere nello spazio/tempo Infinito. Ho generato in te una azione interiore ed esteriore (la creatività trasformante), per costruire il creato (la manifestazione), inserendoti nella solitudine della separazione dell’esistenza individuale, per poi farti rientrare nella manifestazione Universale. NON servire (essere psico dipendente da) altri IO SONO, all’infuori dell’IO SONO Universale” (l’insieme di tutti i “punti di vista”). Il pensiero Mosaico aveva insegnato al popolo di Israele, che l’UNICA guida dell’Uomo deve essere l’Ego/IO Sono, che ogni Uomo deve manifestare in Sé, ma che deve seguire, l’Universalità partecipatoria, cioè divenire anche un Noi, nell’Amore per Sé e per l’UniVerso tendente all’InFinito. Gli Ebrei hanno sempre detto che il loro Dio era “Il Senza Nome”, ciò che non può essere definito con un nome, l’IN-DEFINIBILE, questo perché “Egli-Esso” è un “Insieme” di “insiemi” sempre aperto per mezzo di un buco nero=vortice di Vuoto Quantomeccanicosull’Infinito, cioè una Universalità di Concetti, di Idee; ecco il soggetto e lo scopo della manifestazione dell’Ego/IO/Dio degli Esseri Viventi. Gli Ebrei, per un eccessivo rispetto, non pronunciano il nome “Tetragramma” YAOUE’ (composto da sole vocali) che con questo Suono/parola si indica nella Bibbia il “nome di Dio”, in quanto di fatto non è un nome, ma un CONCETTO, un Verbo con delle Funzioni, (più avanti troverete altre informazioni in merito). Infatti come si può leggere in 1 Samuele 8:1-22, gli Israeliti NON avevano un capo, un re, come le altre nazioni vicine; essi vivevano in una comunità, gestita per insegnare a tutti di vivere esprimendo al meglio l’IO SONO. Solamente quando le successive generazioni di quel popolo, persero il CONCETTO, l’Essenza, il Vivere l’Ego/IO Sono, dovettero darsi un capo, un re; naturalmente persero l’Unico vero Bene, quello della propria Creatività e della sicurezza, fiducia in Se Stessi. Facciamo una raccomandazione a tutti i lettori della Bibbia: Tutte le volte che trovate nelle vostre Bibbie di oggi, la parola “Eterno” o “Dio”, (YAOUE’) SOSTITUITELA con le parole “Ego/IO Sono, Ero e Sarò”, che è la VERA traduzione anche se incompleta del testo originale; solo così Comprenderete meglio l’Essenza del pensiero di chi ha scritto quel testo. Altro Comandamento del decalogo falsificato: Esodo 20: 4-6; questo Comandamento è stato tolto nei catechismi della chiesa Cattolica romana, però siccome tutti sapevano che i Comandamenti erano 10 (dieci), non potendo inserire un nuovo comandamento, i vescovi cattolici hanno spezzato il decimo che parla della “concupiscenza”, (il desiderio smodato che porta a compiere azioni non buone) in due parti, quello del “non concupire la roba di altri” e quello del “non desiderare la moglie del prossimo”, e così i “conti quadrarono”. Nel testo originale di questo Comandamento (il secondo) quello tolto dai catechismi, troviamo con la corretta traduzione, molti più concetti utili per comprendere il pensiero Mosaico. Nel testo originale è inserito il concetto che NON bisogna essere Psico dipendenti da Nessuno: “NON ti “prosternerai” davanti a nessuna “IMmagine”... e NON le servirai” . Non bisogna essere Psico dipendenti da nessuna delle innumerevoli Dimensioni dell’Universo: materiale, energetica, astrale o plasmica, quella dove la Fantasia da forma alle Idee creando IMmagini; da quella Spirituale, le Idee dei vari Ego/IO, all’infuori dell’Ego/IO Sono Universale, l’insieme delle idee; l’Ego/IO, il tendente all’Infinito che vive in OGNI essere Vivente deve seguire questo scopo, questo per preservare l’integrità creativa di ogni Essere e far sì che si trasformi anche in un NOI partecipatorio ! Bisogna usare le Idee e le IMmagini Mentali per creare o trasformare, senza divenire psico dipendenti da esse. NON devono esserci MEDIATORI tra l’Ego/IO Individualizzato e l’Ego/IO Universale, in quanto sono ed hanno la stessa Essenza, la differenza sta solo nella consapevolezza di essere o meno la stessa cosa. Ne consegue che Essere significa: VIVERE l’essenza dell’Idea espressa dall’Essere; questo determinerà la massima COERENZA, tra il pensare e l’agire. L’altro comandamento Mosaico mal tradotto è quello che dice, nelle Bibbie di oggi: “Non uccidere”; il testo originale è molto più preciso e dice: “Non Assassinare”, il che è molto diverso dal non uccidere, ma esso significa anche non divertirsi nell’uccidere e non premeditare l’uccisione; la caccia (quella per divertimento) degli animali oppure la deforestazione, rientrano anche in questo tipo di ottica

e di definizione. Noi uccidiamo anche e per esempio, quando mangiamo per fame un frutto, un’erba, un pesce, un pollo, ecc., se lo facciamo per necessità di nutrimento è uccisione, se invece lo facciamo per libidine, per esempio la caccia o la pesca solo per sport, senza aver bisogno per la propria fame o per premeditazione nel voler “distruggere”, eliminare, togliere di mezzo parte della Natura, questa azione diviene “biocidio” (uccisore di vita), anche se è compiuta su di un animale, vegetale, ecc.; in questo caso dovremo rendere conto, cioè pagare il “dazio” (occhio per occhio, dente per dente; ad ogni azione corrisponde un’azione uguale e contraria, non nello stesso tempo), per non aver rispettato la Legge del DIRITTO alla Vita di ogni essere creato. Invece la “necessità del nutrimento”, che è collegata alla legge: “Vai e sopravvivi” è un’altra Legge o funzione della Vita; in questo caso noi uccidiamo un essere per alimentare la nostra vita; la sua energia diviene una donazione per noi; noi spostiamo il suo essere/IO, in un altro spazio/tempo, un’altra dimensione; la nostra azione di uccisione è l’utilizzo di parte della sua energia, non desideriamo che “scompaia”, non desideriamo distruggerlo, questa azione NON è assassinio; ecco perché nell’antichità prima di consumare un pasto, si ringraziava la Natura per la donazione avuta ed immolata sull’altare del pasto per l’uomo; questo ricordava a tutti i partecipanti la sacralità del pasto: donazione di esseri viventi per l’utilità e la sopravvivenza di altri esseri viventi. Ricordiamoci che la Natura ha una Legge inesorabile ma altamente educativa: “Chi sbaglia paga ed i cocci sono suoi”, tutto ciò che riguarda l’Essere (Salute fisica e Spirituale) risponde e deve confrontarsi a questa Legge Perfetta; non si può sfuggire a questa divina Giustizia. Ecco come si deve interpretare questo testo: “Occhio per occhio, dente per dente”; ecco come la Manifestazione si esplica; al di fuori di questa perfetta Legge NON vi è vera Giustizia. Provate a buttarvi dal 5 piano od a tagliarvi un dito, la Natura non vi porgerà l’altra guancia, ma vi farà pagare fino all’ultimo tutto, compresi gli interessi della vostra ignoranza sulla trasgressione alle Leggi delle strutture Viventi. Ogni vostro atto nella vita quotidiana dovrà tenere conto di questa immane e perfetta Legge di Giustizia. La Natura ha predisposto che TUTTI i trasgressori (consapevolmente o meno) PAGHINO i misfatti compiuti (prima o poi) anche perché le loro trasgressioni sono sempre scritte e memorizzate negli atomi che compongono i loro corpi, all’atto dell’azione illegale compiuta, cioè le trasgressioni delle Leggi del creato. Tutte le azioni ed i pensieri sono inscritti, cioè memorizzati nell’Energia Vitale e Pensante, vedi per esempio: i geni del DNA sono portatori di informazioni; in essi è scritto il patrimonio genetico; ma non sono solo i geni ad avere iscritto e memorizzate in essi le informazioni della e sulla vita; ogni particella energetica, Elettrone, Atomo, molecola, cellula, organo, corpo stesso, ecc., hanno al loro interno TUTTE le informazioni delle loro esperienze e di quelle alle quali partecipano, in quanto informatizzano anche il loro proprio Campo Psico Elettro Magnetico Informato. Anche l’aria, l’acqua, il terreno, il “vuoto cosmico”, tutto è permeato dai vari Campi (CEI),ecc., essi hanno insite in sé le informazioni di Sé e dell’Ambiente nel quale esistono; ecco perché ogni nostro pensiero od azione deve essere effettuata tenendo conto che NULLA può essere nascosto alla Natura Pensante e che ogni cosa giusta o sbagliata, pensata o fatta produrrà nel tempo futuro un’altra azione o pensiero per compensare la precedente; è come dire che: “ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria non nel medesimo istante”. Al Libro della Vita NON si può mentire, OGNI cosa vi è scritta dentro perché è vissuta; di ogni situazione che creiamo, dobbiamo rendere conto perché tutto è scritto nel “Libro della Vita” e non si può cancellare un’azione errata, quindi ingiusta se non rivivendola e ridandole Giustizia, cioè cancellandola con un’azione contraria, cioè Giusta. NESSUNO può pensare di “scappare” od essere impunito, se tenderà a fare ciò, lo sarà invece 7 volte di più, cioè dovrà pagare anche gli interessi se non accetterà ciò che la Legge della Vita gli comminerà per l’ingiustizia praticata. Questo perché ogni essere creato è responsabile di ogni cosa pensata o fatta nella Manifestazione. Come possiamo vedere e comprendere NON si possono raccontare BUGIE a Se stessi, né agli altri; più tentiamo di nascondere la verità, più la Vita si accanirà contro di noi rendendoci 7 volte di più, come per KAINO (la personalità imperante ed aggressiva che non sa vivere normalmente e deve sempre scappare e per trovare, con la parte violenta della sua personalità, al limite nuove prede da aggredire).

Questa è la VERA GIUSTIZIA alla quale NESSUNO si può sottrarre ! vedi: False traduzioni della Bibbia + Falsi Comandamenti + Prime 7 parole Genesi + Come leggere la Genesi

Il Giardino dell' EDEN, l' Albero delle vite ed il Serpente
L'albero della Vita o (AUM) è un antichissimo concetto e simbolo presente in TUTTE le antiche mitologie, filosofie o religioni della terra.

Nelle culture della Mesopotamia ed in quelle del Medio Oriente, lo troviamo già disegnato, all'interno di un quadrato; anche quello dell' Albero della Conoscenza del "Bene e del Male" è indicato nello stesso segno ed è nascosto anche nella stella di Davide; questa stella a 6 punte formata da 2 triangoli, ha anche un altro significato, che è questo: tutti gli Esseri esistono perché possano Specchiarsi e Comunicare l'un l'altro nella ed attraverso la Forma e lo fanno con queste 3 + 3 forme verbali: ESSERE, FARE, AVERE + AMARE, PIACERE, GUADAGNARE, prendendo perciò Coscienza di Sé e della Manifestazione; quindi ESSERE (VIVERE) e' = a GODIMENTO, cioè l'ENTE che gode Vivendo, il D'IO che gode, quindi il significato è....vai, godi e fai godere. E ormai assodato e certificato che la "macchina biologico elettronica" umana è costruita per "GODERE", in quanto il cervello secerne una molecola atta ad attivare sensazioni di desiderio al godimento; quindi cercare di godere è essere in linea con le sacre Leggi della Natura; ma ciò occorre ricordare che il godimento deve essere allineato con le stesse leggi, quindi deve essere effettuato in completa Coerenza, Armonia con gli altri esseri dell'Universo, per ottenere il Vero Godimento. Il mito simbolico dell’Albero della Vita è anche presente nella Bibbia e precisamente nella Genesi è detto che nel giardino di Eden vi è l’Albero delle Vite (plurale non singolare) e quello della Conoscenza del bene e del male. vedi: Albero delle vite + Il giardino dell'Eden 2 + Adamo ed Eva furono i primi uomini ? Vediamo di ritradurre ed analizzare le parole e le lettere Fenicio - Ebraiche usate nel testo, per comprendere bene tutti i profondi significati di questi simboli e che purtroppo come avrete già capito, sono stati mal tradotti nelle Bibbie che oggi sono in commercio, quelle che i “religiosi” usano e vediamo di scoprire e comprendere i segreti significati di questo meraviglioso racconto Biblico simbolico. In questi versi il pensiero Mosaico, vuole dare a coloro che lo leggono, altri particolari sulla Manifestazione continua e come essa si articola nella realtà. Come possiamo vedere gli Egizi (una corrente seguace del dio Aton-Ra), maestri del pensiero Mosaico, conoscevano molto meglio dei nostri scienziati moderni come è avvenuta la Manifestazione e come essa è apparsa, solo che essi usavano un linguaggio non comprensibile ai nostri “savi” moderni e questi ultimi hanno pensato stupidamente che quei “maghi” fossero degli incantatori, imbonitori, ciarlatani, in parole povere dei sacerdoti falsi ed ignoranti. Le parole usate nel testo Ebraico della Genesi sono: “ALBERO” (suono: V’HETZ) formato dalle lettere: Vau- Ain, Sadé; “VITE” (suono: HA-HAIIM) formato dalle lettere: Hé- Het, Iod, Iod, Mem finale; “CONOSCENZA” (suono: HA-DAHATH) formato dalle lettere: Hé- Daled, Ain, Tau; “BENE” (suono: TOV) formato dalle lettere: Tet, Vau, Beit. “MALE” (suono: V’ERA) formato dalle lettere: Vau - Reisc, Ain; La radice Fenicio-Ebraica che compone la parola ALBERO (V’HETZ) è la Ain+Tsadé; la sua definizione descrive ciò che è eretto, ma multiforme, quindi la sostanza in generale, che può divenire anche vegetale, animale ed OMminale. La Ain ha funzione del Corrispondere, avere somiglianza, essere in conformità con o quella del Comunicare; significa anche gli Occhi. La Tsadé ha la funzione del Tagliare, del dividere, del separare, essa indica le idee di ciò che nasce, che cresce fuori, materia che proviene da, oppure lo sforzo di aprire gli occhi. A questa radice è stato aggiunta all’inizio la lettera Vau, essa è usata come congiunzione; ma essa indica anche l'Uomo nella sua totalita', il quale contiene (tiene dentro) il VAVHAU o WABOHOU che viene riempito dal TAHU o THOHOU, cioe' un Buco nero(all'interno dell'Atomo che noi siamo) che riempie di inFormAzioni, lo Spirito in cio' che sta formandosi, la mater+ia....il fisico del Vivente. In Latino la parola Arbor è di genere femminile e significa “madre di tutti i frutti”. In parole povere la vera traduzione è questa: il Corpo FISICO, la Materia (che contiene lo Spirito, l'Informazione), in fase di crescita, quale punto di lavoro dinamico e di incontro tra TUTTE le sostanze organiche, minerali, vegetali, animali, omminali e che corrisponde a... analogicamente uguale a... al Principio, al Postulato, all’iDea. vedi altri particolari su: L’Albero delle Vite

Continuiamo: la radice della parola VITE (HA-HAIIM) è formata dalle lettere: Het, Iod; la Het indica il campo normale di lavoro dell’Essere, che richiede uno sforzo, una fatica; la lotta della Vita; come funzione: il proteggere, il difendere, le aperture, le chiusure, i cicli delle Vite, le reincarnazioni, le riaggregazioni o le palingenesi. Lo Iod, indica ogni potenza manifestata, la mano dell’uomo, il suo dito indice indicatore oppure l’attività intellettuale, la possibilità di elaborare idee, dati; come funzione, il concentrare, il raccogliere in un punto. Uniamo questi concetti e vediamo cosa deduciamo: tutta la Vita Universale è sottoposta alla legge: “Vai e sopravvivi”, ovvero la lotta per la sopravvivenza. Occorre massima concentrazione, per avere le giuste informazioni da elaborare con l’intelletto, per ottenere i dati necessari sulla vita. Alla radice di questa parola è stato aggiunta un’altra sillaba: Iod, Mem; questa sillaba indica il plurale dei nomi, la molteplicità, cioè indica la possibilità del ritorno, per quante volte uno desidera od è costretto, nella Vita fisica di questa od altre dimensioni; cioè le varie Vite dell’Essere, le varie possibili reincarnazioni, le riaggregazioni o le palingenesi ed anche la possibilità che l’uomo ha nel moltiplicarsi fisicamente, emozionalmente e spiritualmente; questa radice indica anche le continue partecipazioni coscienti, di TUTTE le parti di noi, i vari piccoli “io” che ci hanno formato ed aiutato fin dal primo concepimento. Le funzioni delle 2 lettere di quella radice sono rispettivamente: Concentrare, Moltiplicare, essere Matrice continua della radice precedente, che significa la VITA dell’Umanità che si perpetua all’Infinito, con le continue possibili riaggregazioni, rinascite, reincarnazioni, resurrezioni. Nelle Bibbie di oggi purtroppo nel verso della Genesi ove si parla dell’Albero delle Vite, troviamo la parola “delle Vite”, scritta al singolare (della Vita), mentre in Ebraico è espressa al plurale: “Vite”. La Hé iniziale è usata come articolo determinativo. Tutto ciò ha snaturato completamente il significato che il pensiero Mosaico, aveva sapientemente introdotto nelle parole scritte in quei versi. Ciò significa che la Manifestazione è Continua ed Eterna in ogni “Punto” od “Ente” dell’InFinito e scopo della stessa è la manifestazione della Coscienza ma che si manifesta solo attraverso 3 processi, tre modi: 1) Il passaggio dal NON Essere all’ESSERE; la Manifestazione dall’indifferenziato, cioè dalla non coscienza, percezione di sé, alla Coscienza e percezione di sé. 2) Il passaggio dalla NON conoscenza, alla Conoscenza (attraverso le varie riaggregazioni o reincarnazioni obbligatorie senza possibilità di scelta); 3) Il passaggio dalla NON Partecipazione alla PARTECIPAZIONE Cosciente nell’Amore della Manifestazione Continua e tendente all’Infinito, attraverso le possibili scelte di Incarnazioni, Riaggregazioni, Resurrezioni od i Passaggi di Dimensione nei vari Universi possibili o le Palingenesi degli stessi, per Partecipare alla continua Manifestazione del Finito nell’Infinito. - vedi Morte cosa sei ? L’Albero delle Vite o albero della ConoScienza (dell’Amore nel Creato) che è rappresentato fisicamente in primis dal Sistema Nervoso, ha delle radici filiformi i peli ed i capelli che sono le “radici esterne”; infatti ogni preoccupazione, ansia, paure, stress, ecc., modifica anche la carica elettrica dei capelli e dei peli del corpo; ogni variazione iono atmosferica si ripercuote sul pensiero anche attraverso essi; infatti se siete di cattivo umore, provate a lavarvi i capelli risciacquandoli alla fine con una frizione di acqua fredda e vedrete che l’umore varierà. Questo “Albero” (il Sistema Nervoso con terminazione sublime nel Pene e nella Vulva) dice la Genesi, è custodito e guardato a vistanel giardino di Eden, da 2 Kerubim (Cherubini) con “spada fiammeggiante”; cosa sono questi “Kerubim” od Angeli: essi sono i 2 emisferi del Cervello, Cherubim = Cerebrum che stanno a guardia dell’Albero delle Vite nel livello o piano della testa (in alto); in basso essi sono i testicoli/coglioni che stanno alla base del pene o delle ovaie nella femmina; ecco i 2 piani della Manifestazione della Vita Universale: “i cieli del pensiero” e quello della “terra” ove si continua la

vita psico/fisica della pro-Creazione della pro-Geni-e dell’uomo stesso La parola CONOSCENZA in antico Fenicio, Ebraico, Samaritano, è formata dalle lettere: Hé Daled+Ain+Tau. Da questa parola deriva la nostra parola “I-dea”, la quale è un’informazione già elaborata; la Hé iniziale è usata come articolo determinativo; la Daled, ha la funzione del “Solidificare” mettere assieme per rendere “solido”; la Ain, ha la funzione di: “Corrispondere”, trovare le analogie, ciò che corrisponde a...; la Tau, ha la funzione del Tribolare, Soffrire e del “risorgere”, cioè del soffrire NON comprendendo o del risorgere avendo Conoscenza ! Significa Faticare per ottenere l’informazione. La parola CoScienza è sinonimo in antico Fenicio, Ebraico, della parola Conoscenza, alla quale è stato introdotto nella stessa parola ed alla fine, il concetto espresso dalla Vau, la quale ha anche la funzione dello “agganciare”; la Conoscenza “aggancia” alla Coscienza l’Informazione e questa vive l’Amore di Sé e dell’UniVerso. La radice della parola Conoscenza (suono: HA-DAHATH) è scritta con le lettere: Daled+Ain essa indica la percezione delle cose, l’emanazione o la percezione del pensiero, la diffusione di una idea, oppure demolizione o rovesciamento di una idea. Le funzioni sono: solidificare, costruire, rendere consistente; la lettera Ain significa anche il “vedere” con gli occhi, corrispondere, rendersi simili ad una idea, ecc.; a questa radice è stata aggiunta un’altra lettera, la Tau la quale indica il momento nel quale si “sente” un disagio, la tribolazione, la resistenza opposta a tutte le verità nel momento in cui si deve cambiare idea; la Tau indica la sofferenza della vita in quanto essa è in continua trasformazione da parte della nostra ConoScienza. La vera traduzione è l’insieme di tutti questi significati; la Hé iniziale, è usata come articolo determinativo. La radice della parola BENE (suono: TOV) è scritta con le lettere: Tet+Vau e indica la Fermezza, ciò che è fermo, ciò che dà sicurezza; ciò che oppone resistenza a ciò che non è buono. Le funzioni sono rispettivamente: cedere, dare; la Tet significa anche l’asilo dell’Uomo, il suo rifugio, ciò che lo protegge. La Vau è l’Uomo per eccellenza il Gancio colui che aggancia il “Bene” al “vera”, il male. A questa radice è stata introdotta la lettera Beit, la quale indica la funzione del contenere e rappresenta la bocca dell’uomo, la sua abitazione il corpo, la sua interiorità, è anche il segno della discendenza o figliolanza e quella della virilità. In parole povere la sua traduzione significa: lo scopo dell’UOMO (maschio/femmina) è di essere il Giusto Bene, vivere il vero Egoismo, amare Se stessi come gli altri (non l’egocentrismo che è la distonia nell’amare solo se stessi; ma neppure l’altruismo che è lavorare solo per gli altri e non anche per se stessi), amare la Verità in quanto essa lo protegge dalla sofferenza dell’ignoranza del non sapere; egli deve rendere equilibrato, giusto, il Bene ed agganciare il “vera”, il male, (ciò che non è ancora “Bene” o meglio lo è ma solo potenzialmente); egli lo deve convertire in Sé solamente dopo averlo vissuto, conosciuto, penetrato, confrontato. L’uomo quindi è l’insieme di queste 2 parti, il “male” ed il “bene”, che però devono essere vissuti con Giustizia, quindi con la ricerca del massimo bene e del minimo “male”. Vivere completamente ciò lo rende fermo, sicuro di Sé e lo porta di conoscenza in Conoscenze, sempre più Perfette e questo senza complessi di colpa. La radice della parola male (suono: V’ERA) è scritta con le lettere: Reisc+Ain; essa indica il “male morale”, ciò che non è ancora perfetto; perché questa “opposizione” questa “distinzione” dal bene ? La Reisc ha come funzione il perfezionare, il modificare, indica il movimento trasformante, quando però è messa con la Ain diventa: ciò che era o sarà “luce”, “fuoco”, nel senso di Informazione, ciò che si è modificato in ciò che è curvo, implodente su se stesso e che è fragile; l’Egocentrismo, il male fisico, il dolore, la malattia, il malEssere (essere nel male), la perversità, l’ignoranza. A questa radice è stata introdotta la lettera: Vau, segno usato come congiunzione; è il Gancio, l’agganciare questo “male” all’altro lato il “Bene”. In sintesi il male è ciò che NON è ancora BENE; di fatto questo è scritto nella Genesi: il male è un

bene allo stato potenziale,cioè il “male” è di fatto l’IGNORANZA, il NON Sapere, la NON Conoscenza, quindi il NON Amore ! Si ...perche' l'AmOr e' scambio di ConoScienza... Quindi le malattie sono anche la base per manifestare l’inizio ed il prosieguo del processo verso la propria evoluzione spirituale,perché nel “male” vi è il......BENE allo stato potenziale ! Cosi come il male è un bene allo stato potenziale, anche l’irrazionale non è ciò che non è razionale, ma bensì ciò che non è ancora razionalizzato, ciò che non è ancora conosciuto, ciò che non è ancora compreso. Nella tradizione popolare si dice comunemente che Adamo ed Eva mangiarono la “mela”, perché questo ? Perché la parola mela ha la sua radice semantica identica alla parola “male”, infatti anche in italiano “mela” è l’anagramma di male. Ciò significa che nell’azione del “mangiare” dall’albero della la Conoscenza del bene e del male, da parte dell'umanità, la scelta fu quella di prendere solo un lato del “bene”: il suo lato oscuro, chiamato “male” ovvero ciò che non è ancora bene, cioè l’ignoranza, il non sapere. Il Giardino, ove è posto l’Albero delle Vite e della Conoscenza del Bene e del male è formato dalla radice: Ghimel+Noun finale ed indica ogni idea di Spazio Finito, un Limite, un luogo ove “piantare”, “seminare”, far “crescere” ogni sorta di Esseri Viventi; ciò significa semplicemente che l’Essere/Uomo entra nello spazio finito, la Materia, l’Universo, la Natura, la Terra, quale Giardino, per Manifestarsi. Il PENSiERo è il SERPENte che e' nel e sull'albero ! Ecco un altro esempio: nella Genesi si dice che ADAM; (altra parola dall’intenso significato, non compreso e non immesso nel testo dai vari traduttori della Bibbia): “Adam.........diede Nome alle cose”, diede forma al pensiero, in quanto le “cose” prima di essere forma, sono idee, pensiero. La parola Adam, è formata dalla radice ebraica composta dalle lettere Alef+Daled +Mem, e che come radice ha questa funzione: “Il punto di vista, entra e si solidifica, nella manifestazione, la forma”; come significato “esteriore” indica l’Uomo UNIVERSALE, cioè l’Umanità, maschi e femmine, cioè il genere umano; essa comprende il Principio duale e binario (E+ ed E-), i 2 lati o stati contra-Opposti dell’Energia Eterica Fondamentale (Quantico-tachionica) che prende forma vivente nelle strutture complesse sessuate); è l’uomo Collettivo, formato dall’insieme di tutti gli esseri Umani e NON un singolo essere maschio; questo nome NON ha femminile, in quanto il pensiero Mosaico ha voluto sottolineare l’Universalità di Adam; infatti in questa parola vi è scritto il nome DAMO che è la radice dalla quale è nata in molte lingue la parola DON = Signore, e vi è ovviamente e naturalmente anche la radice DAMa che si è inserita per esempio identica nella lingua Italiana e che significa appunto Signora, il femminile di Signore. Come potete osservare, non significa assolutamente il nome del “primo uomo maschio della storia umana”, ma indica l’Umanità nel suo insieme, maschi e femmine. Questa parola simbolica significa anche (se noi andiamo a ricercare i significati delle singole lettere che la compongono): “Un’assimilazione, un insieme, una collettività, con unica finalità, di PARTI-celle Omogenee, Indistruttibili, Immortali ovvero gli Atomi Personalizzati, per contenere l’ANI+MA, (la Coscienza dell’Ego/IO), il Vivente tendente all’InFinito. Essa indica anche il traguardo che gli esseri umani devono raggiungere: arrivare all’UNITA’ di INTENTI, di IDEALI, verso l’Ego Universale, l’IO dell’Universo, pur nella loro poliedricità fisica, ecco il significato della parola UniVerso. Questi sono i veri, profondi e completi significati della parola “Adam”. Quindi scopo dell’Ego/IO individualizzato, è quello di prendere coscienza di essere anche un NOI. Tutto ciò sta anche ad indicare che è nei NOMI (SCHEM, la parola nome in Fenicio, ebraico), che stanno celati i concetti, le idee, per cui il vero traduttore dei testi antichi, deve stare attento quando riporta e traduce delle parole (i Nomi) e controllarli bene per fornire ai propri lettori Tutte le definizioni di

quel nome. Ma questo ci indica anche che gli antichi quando davano un Nome ad una “cosa”, esso corrispondeva alle sue “funzioni” ed alle “idee” espresse dalla sua forma. vedi: Tecnica di Studio Continuiamo i nostri esempi, sempre nella Genesi: la Parola A-ISCH, Alef-Iod+Schin, che nel testo appare qualche verso dopo, impropriamente tradotta con la parola “Uomo”, deriva dalla radice Iod+Schin, la quale significa: ...tutto ciò che è nascosto nel suo Principio e che è condensato, Concentrato in un punto, per esempio l’IO; la Potenza manifestata nel Fuoco che si Trasforma e Trasferisce, Sposta, attraverso il Dinamismo; cioè indica l’Essere (l’Ego/IO con la sua Personalità) Intellettuale, la Logica, la Ragione; la possibilità di Elaborare le idee, i dati, le informazioni, da parte dell’essere intellettivo, concentrarsi per trasformare le proprie idee e creare CoScienza; questa parola indica anche la facoltà intellettuale dell’Umanità. Al contrario la parola A-ISCHA, Hé- radice Alef+Schin+Hé che è un verbo ed un sostantivo e che è stato tradotto impropriamente in “Donna”, è legata al precedente nome A-ISCH e significa: un lato dell’Intelletto, la facoltà Volitiva Principiale, la Volontà, sulla quale l’Essere Intellettuale si basa; essa lo caratterizza e lo individualizza e deriva da A-isch; ma indica anche la facoltà Volitiva dell’Umanità Intellettuale. Più avanti nella Genesi si trova anche la parola EVA: Questo nome HEVA, (anticamente si pronunciava HEUA) Het+Vau+Hé, NON è assolutamente il nome della “prima donna”, ma è il nome che l’Universale ADAM (l’umanità maschile e femminile) dà al PRODOTTO del Connubio, dell’Unione dello A-ISCH, (il Principio Maschile Intellettuale, l’Ego/IO personalizzato) con la Sua Volontà (A-ISCHA), questa figliolanza è Heva essa infatti nasce da una “costa” intesa come lato, non come costola del torace, essa proviene da una parte di AD-AM; AD è il lato maschile, il principio intellettuale, l’informazione (AD radice di ADone); l’altro AM anagrammato da MA, che è la radice del principio femminile (MAmma, MAteria, MAre, MAmmella, MAnifestazione, ecc.); è da questo lato o costa che si evidenzia, che nasce il lato fisico energetico matriciale di Adam: Heva è l’Azione Energetica Creante che si manifesta nel seno dell’UniVerso e dell’Umanità, essa nasce dall’unione dell’Intelletto con la Volontà, generando l’Azione, la Forza concreta che nasce dalla MATERializz-Azione del Principio Maschile e Femminile Matriciale. Essa è nella sua forma fisica, l’Energia/Sostanza/Materia/InFormata, di qualsiasi tipo, che nasce dall’unione delle 2 forze contrapposte dell’Energia Psico Eterica Fondamentale (Maschile e Femminile), che si può materializzare solamente se si uniscono a determinate condizioni, i suoi 2 lati o stati “contrapposti”. Heva (Eva) è anche l’Azione Volitiva dell’Intelletto, generata dall’Ego/IO personale che si estrinseca, si esprime fisicamente nell’unione delle 2 forze contrapposte (E+ ed E-) dell’Energia Tachionica, fondamentale e cioè nell’Energia Psico-Elettro Dia Magneto Termo Idro Dinamica; Ella è la Madre di ogni cosa, della quale la Sostanza/MATERia-inFormata Solida è solo un'aspetto, gli altri 3 sono: quello Liquido, Gassoso, Plasmico. La radice di HEVA è contenuta nella permutazione della parola YAOUE’ (il Tetragramma), che è l’antico nome di Dio (IOD) in Fenicio, Ebraico, che come la Bibbia riferisce, si identificava nella “Shekina” all’interno del luogo Santissimo del Tabernacolo del Sinai, sull’arca fra i 2 Cherubini. vedi Senso e scopo dell'Esistenza L'UniVerso è un immenso corpo EnergEtico e CibernEtico, ciò significa che Egli Riflette, Comunica, Memorizza, Agisce, scambiando informazioni da e per ogni suo punto, quindi egli è un Essere Vivente dotato di Spirito proprio che tende a rendere sempre più complesso e Perfetto da e per ogni singolo Suo punto, per mezzo del Movimento e la trasformazioneMateriale/Energetico/Spirituale; quindi egli è di fatto anche un Campo Psico Elettro Magnetico Informato (CEIU), che quindi si InForma e prende forma sempre più, manifestando continuamente Materia/Spirituale che si auto organizza in nuova materia che genera Spirito/Pensiero (si inForma) in un ciclo chiuso all'Infinito. Egli è quindi Sintropico apparentemente Entropico; NON è Infinito (UniVerso), ma è di fatto la Manifestazione concreta della materia-spirituale dell'INFINITO, di ciò che non ha limite; questo Essere, l'UniVerso, tende come tutto ciò che è creato, all'INFINITO, del quale è una delle infinite possibili manifestazioni visibili; Egli è la manifestazione di uno stato di "consapevolezza tendente all’INFINITO", che si evidenzia per mezzo dell'InFormAzione, la Luce, ovvero l'Energia/Pensante che per mezzo di tutti i suoi stati (plasmica, liquida, solida, gassosa), si trasforma quindi anche in Energia/Materia/InFormAzione, a livello

atomico, molecolare, (inorganica ed organica), fino agli Esseri Viventi, Vegetali, Animali, Umani ed oltre, che realizzano, e manifestano nelle loro creazioni sempre più organizzate e complesse, attraverso l’accumulo dell’informazione, l’elaborazione della stessa, il Pensiero e quindi lo stato di consapevolezza dell'IO SONO, Ero e Sarò non solo nelle singole parti, ma anche nell'insieme UniVerso accumulando informazione essi (i tendenti infiniti punti/enti/entità) divengono sempre più Intelligenti per riComprendere su altri piani di CoScienza, l'Infinito (Padre/Madre) creando altro Spirito (Pensiero), e per rendere sempre piu' consapevole di Sé e degli altri (altro Spazio/Tempo), per poter riempire e creare sempre piu' con altra e nuova manifestazione di materia/pensiero-spirito, l'UniVerso stesso, facendolo quindi esistere ed espandere tendenzialmente verso l’Infinito. Di INFINITO ve ne è UNO SOLO, l'Infinito stesso, che può manifestarsi solo nelle sue tendenti infinite parzialità (Universi e singole entita') e non nella sua UNICA Assolutezza; quindi l'Infinito è Inconoscibile fin tanto che non si manifesta nel Finito, egli è ...... l'Immanifesto reso manifesto ! quindi questo Universo o gli altri tendenti Infiniti Universi, sono parti integranti dell'InFinito il quale manifesta le sue matrici di Infinità sempre in modo relativo, parziale, perché rese visibili, concretizzate, quindi conoscibili; ciò significa che l'InMANIfesto (ciò che non è visibile, non manifesto) si MANIfesta solo in questo modo per essere ri-conosciuto. L'INFINITO è formato da due concetti inscritti nella stessa parola "Infinito": Infinito = il senza limite e lo inFinito = il Finito (in) dentro nell'Infinito, quindi l'UniVerso è uno dei contenuti relativi dell'Infinito; anche tutti gli esseri Viventi sono dei contenuti relativi dell’Infinito, essi sono Campi PsicoEnergoBiofisici relativi ed individualizzati che tendono a vivere all’infinito, utilizzando e fabbricando dei corpi fisici, (nel nostro caso sulla Terra, la "Forma Uomo") costruiti con il tipo di "materia" necessaria a seconda del livello e tipo di manifestazione nella quale debbono o vogliono apparire. Aumentare il proprio potere informazionale (Negentropia - entropia negativa e/o Sintropia) e quindi quello del proprio Campo (CEI) nel Giusto, nella Coerenza, nell’Ordine e nella Bellezza dell’AmOR, secondo il Sacro Principio "è meglio fare meglio", significa essere CoerEnti con le Leggi di questo Universo e ciò è quindi, l’Unico e Sacro scopo della Vita, rendersi consapevoli ed essereYAOUE’, lo Akkad. La tendenza alla continua auto-organizzazione della "materia", evidente in ogni livello, dal macro al micro, derivante da complesse dinamiche assolutamente non-lineari, comporta una visione globale del sistema il cui funzionamento non puo' essere ridotto alla semplice sommatoria di quelli relativi alle sue componenti, per cui oltre alla complessita' ed all'auto organizzazione, si evidenzia sempre piu' che e' l'informazione entrocontenuta nella materia che oggi possiamo ben definire con la parola Spirito, che con lamateria formano i due lati della stessa medaglia e' la base dell'auto-organizzazione della materia essendo "guidata" dallo Spirito insito e caratteristica intrinseca del Progetto di Vita dell'UniVerso. Come avrete capito, scopo di questi scritti è anche quello di portarvi alla scoperta di YAOUE’, l'IO Sono, Ero e Sarò, tendente all'Infinito e da questo punto di vista scoprire la LEGGE della Coerenza, della Risonanza e quella del Rapporto Armonico con gli altri IO Sono presenti nell'UniVerso, in modo che il vissuto si uniformi a questo tipo di Etica CoerEnte Universale; occorre infatti che l'Ego/IO divenga anche un NOI; da esseri individuali egocentrici, dobbiamo divenire esseri egoisti (con il giusto rapporto fra se stessi e gli altri), cioè divenire esseri anche sociali, che non badano solo all'utile (finanziario immediato) proprio, ma anche all'utilità comune. Perseguiamo quindi ed in primis la legge Universale del "Godimento", però vissuta nella completa Giustizia per sé, per gli Altri e la Natura, ovvero vivere la Legge dell’AmOR. Purtroppo fino ad ora all'Uomo e questo in tutti i paesi del mondo, si è stupidamente insegnata la deresponsabilizzazione dall'Amarsi(per cui egli non è facilmente in grado di amare il proprio prossimo) e dalla propria Partecipazione sociale, delegando questi suoi personali compiti ai terzi, alle "religioni", allo "stato" od ai "tecnici", ecco perché sono stati persi facilmente di vista gli interessiVeri e Primari dell'individuo stesso e di conseguenza anche quelli della collettività, che null'altro è che la sommatoria aritmetica di tutti i VERI bisogni dei vari Singoli che la compongono e che dovrebbero essere basati e vissuti secondo il principio: ...la mia libertà finisce dove inizia quella del mio prossimo. Ricercate l'Autosufficienza innanzi tutto ed in più branche possibili del sapere e della Vita pratica, iniziando nell'autosufficienza nella Salute.... Quello che vogliamo ricordare e far riNotare ai nostri lettori è che di fatto l'ETICA Coerente nella

Giustizia è l'AMOR PROPRIO(gestito dalla RAGIONE) e questo porta sempre al BENESSERE quindi alla PERFETTA SALUTE, di conseguenza quest'ultima è il risultato della MIGLIORE ETICA, per cui perseguire l'Amor Proprio in Coerenza è perseguire il proprio Benessere e quello altrui. La Partecipazione alla vita anche quella sociale è un Dovere per tutti coloro che SONO, lasciando agli altri che NON sono ancora, la solidarietà. Battetevi con ardore sociale per ottenere per voi e per i vostri simili TUTTE le LIBERTA' e tutti i DIRITTI iniziando da quelli della: - Libertà di Scelta Terapeutica e Sanitaria; Libertà dall'obbligo vaccinale; - Libertà di insegnamento delle Medicine Naturali anche a scuola; - Libertà di espressione e di insegnamento evitando le attuali forme di indottrinamento scolastico; - Libertà di Coscienza in tutti i campi; - Libertà di vivere in una qualsiasi nazione del mondo senza obblighi o restrizioni di sorta, purché si sia economicamente autosufficienti e ligi alle Leggi Giuste. Non lasciamo calpestare da nessuno (neanche dallo Stato) la nostra dignità e la nostra libertà; tendiamo a far rispettare sempre le nostre libertà ed i veri diritti naturali, compiendo pure i nostri VERI doveri. Imparate a NON UBBIDIRE alle Leggi, negli Stati ove vivete, che non sono in Armonia con la vostra Coscienza e con le Leggi Cosmiche (Legge dell’Amor, dalla quale TUTTE le Leggi devono derivare) che dovete imparare a conoscere e praticare. Noi della "Forma Umana" siamo in primis Umani e non solo giapponesi, cinesi, africani, sud americani, italiani, francesi, inglesi, americani, russi, indiani, giapponesi, ecc.; lavoriamo per abolire i confini geografici delle nazioni e per comprendere comunque le differenze fra le varie religioni, partiti, clan, lobby, ecc., tollerando le differenze culturali in modo da mantenere sempre il loro lato migliore e per imparare anche a convivere con le differenti ideologie, ma non facendoci coinvolgere se non siamo in sintonia con esse; facciamo di tutto per apprendere ed insegnare lingue Universali e per abbattere le barriere dell'ignoranza, il non sapere; battiamoci per aiutare la VERA scienza (non la scienza distruttrice od ingannatrice) ad aggiornarsi e quindi ad aiutare gli AUMani a vivere meglio sulla Terra; liberiamoci dalla burocrazia e da ogni forma di "pazzia" anche religiosa, quest’ultima "divide" sempre gli uomini in: cristiani, protestanti, cattolici, musulmani, ebrei, induisti, atei, ecc. Diamo il giusto posto alla Vera Scienza, (parte della CoScienza, cioè della ConoScienza), quella a misura d'uomo, per la conservazione dell'ambiente e della salute naturale degli esseri viventi; battiamoci per essa, affinché divenga la vera Religione, quella della Ragione nella Conoscenza, che si rivela solo attraverso l'osservazione della Natura e dell'Universo e non quella teorica insegnata a tavolino da "preti", medici, guru, tecnici, ricercatori, scienziati, mal informati od indottrinati e/o in malafede; basta con il mercificio delle coscienze magari basato su libri “sacri” falsificati da esseri che vogliono controllare le vostre coscienze; basate la ricerca delle quasi infinite verità, imparando a leggere ed a scrivere nel “Libro della Vita”, la Manifestazione continua dell’UniVerso. Basta con quegli iDei, quelle religioni o quelle leggi che schiavizzano gli uomini impedendo loro di GODERE a pieno i loro diritti naturali che devono sempre seguire il principio: "è meglio fare meglio". Lottate anche per il diritto per la casa (con caratteristiche minimali) per tutti (senza tasse, né oneri su di essa) e per la fine dei balzelli e prelievi sugli stipendi; perché ognuno possa fare il mestiere che più gli aggrada senza chiedere permesso a nessuno, senza l’obbligo di autorizzazioni od iscrizioni ad ordini di categoria; per la riduzione delle tasse al 10% e perché ogni Comune divenga unaSocietà per Azioni (S.P.A) pienamente autosufficiente con la partecipazione e possessione anche di "azioni" della società per ogni residente. Cercate in ogni modo di trasformare questo “sistema bestiale” che controlla in modo ignorante, gli esseri umani su tutto il pianeta. Cambiate i modelli di sviluppo affinché siano a misura d'uomo; siate veraci e fieri del vostro modo di essere Giusti; imparate a dire sempre la verità od a zittirvi se non volete dirla. Gli Indiani pellerossa hanno sempre rimproverato all'uomo bianco di "parlare con lingua biforcuta" e di non saper "camminare le proprie parole", impariamo da questo grande popolo ad essere coerenti. La nostra società è dominata dall'ancestrale principio (inconscio e non) del Dare ed Avere ovvero dello scambio, che è ancor più radicato ed antico di qualsiasi transazione commerciale; riappropriamoci del diritto allo scambio equo, senza le interferenze e le "mediazioni" dello stato. Nella cosiddetta lotta per la sopravvivenza, solo gli individui disposti a partecipare a tutti i livelli sono in grado di vivere meglio degli altri; classico esempio è il nostro corpo fisico in buona salute che è permeato da questa forma di cooperazione partecipatoria all'interno di se stesso, cioè negli atomi, geni, virus, microbi,

molecole, cellule, organi, sistemi, che cooperano partecipando nel miglior modo possibile per esaltare l'Ego/Noi della personalità dell'Essere, facendo sì, che essa possa manifestare la Coscienza Divina in voi, ricercate e praticate in ogni occasione la perfezione dell'Uomo e nella Manifestazione, l'UniVerso. La sopravvivenza è favorita al meglio nei confronti della competizione della lotta in ogni campo, se vi è Cooperazione nella Partecipazione; persino gli studi simulati al calcolatore hanno dimostrato che questa strategia ovvero la cooperazione è la migliore per tutti, individui e società; ciò significa che non essere sociali ma asociali è un grave errore per tutti, in quanto questo tipo di partecipazione, fa parte dei principi od assiomi che modulano ed attivano la vita stessa. Siate sempre presenti nel qui, ora, nel migliore dei modi e non rifugiatevi nel passato o troppo nel futuro; attivate la vostra immaginazione per realizzare azioni che determinino un futuro sempre più bello, per voi, per gli altri e tutto l’Universo; ricordandovi sempre che al CENTRO di TUTTO vi è l'ESSERE; al Centro dell'InSieme degli ESSERI vi è l'UNIVERSO; al Centro degli InSiemi degli Universi, vi è l'INFINITO; quindi al CENTRO dell'Essere vi è l'INFINITO, che rende attivo l’Essere e quest’ultimo rende visibile e comprensibile l’Infinita'. L'Ego/IO è parte integrante della Coscienza o Consapevolezza di Essere nel presente; se lo desiderate e ne sarete capaci, agendo e partecipando alla e nella manifestazione della Vita nell’UniVerso, potrete avere questa consapevolezza anche per il passato e per il vostro futuro, che speriamo sia presto anche per voi ......Infinito. E' una coscienza impersonale ma Planetaria, Universale e tendente all'Infinito, quella a cui dobbiamo assurgere. Proclamiamo a tutti il nostro impegno Etico e siamo di Esempio in prima persona. Ogni cosa sta nelle "mani" dell'Uomo/Umanità, la parola Italiana "mani" deriva dal latino: “Manes” e significa semplicemente DIVINITA' ! Quindi l'umanita' possiede in se' stessa le armi per cambiare tutto cio' che NON va ! Noi siamo "stelle Divine" (Enti/Punti/Campi dell'InFinito) che utilizzano l'Energia/Materia/Pensante, per potersi manifestare. Se i nostri comportamenti sono impregnati di AmOR, la Luce risplende in noi ed attorno a noi, siamo dei "Soli" in compagnia di altri "Soli" che illuminano; se al contrario non siamo in Armonia con noi stessi ed il Creato, manifestiamo "satan", l'avversario, colui che divide, il tenebroso, quindi siamo tetri ed oscuri nel volto ed attorno a noi emaniamo dolore e sofferenza, ci isoliamo e diveniamo "soli", cioè rimaniamo in solitudine e nel buio dell’ignoranza. Ogni essere DEVE divenire un SacerDote, (Dote del Sapere e del Sacro) medico di sé stesso ed aiuto per gli altri, insegnando anche tutte le medicine dolci, non invasive ed utilizzando anche l'Acqua della Vita (il contenuto del Graal, il distillato del sangue, ovvero l'urina; essa si chiama in sanscrito: Amaroli, da "amar" che vuol dire immortalità) che sgorga dalla sorgente ai piedi dell'Albero delle Vite (il Pene, la Vagina, cioè nelle parti sessuali), presente, prodotta gratuitamente e personalizzata da ogni essere Vivente, all'interno del Temp-Io di D’IO ove risiede l'Arca (il Cra-n-io, con i Cherubini, i cervelli in mezzo ai quali si che manifesta la CoScienza, la Divinità), per cui questo Sacerdote sarà il Custode del Tempio (il corpo che manifesta la divinità), sarà quindi un vero Templare seguace e fratello anche di tutti coloro che SONO, quindi anche di Gesù il Nazareno, detto il Cristo, l'Illuminato, il Budda e quindi fratello di tutte le Manifestazioni dell’Illuminazione (Budda, Maometto, ecc.). Se potrai dire IO Sono, Ero e Sarò, sarai quindi l'Illuminato, il messia, il salvatore per tutti coloro che immersi nel dolore della sofferenza e dell'ignoranza e che NON sono ancora, ti chiederanno aiuto Spirituale e fisico. Ogni qualvolta una Consapevolezza si illuminerà in voi, passerete una nuova "Porta per le Stelle" (Star Gate) e vi proietterete immediatamente nell'UniVerso della CoScienza Universale ed alla vostra morte, passerete la vostra personale "Star Gate", che vi proietterà, con parte della Vostra Energia/Materia/Pensante (il corpo Energetico), in altre dimensioni (spazi/tempi) del pianeta Terra oppure in altri corpi celesti od in altre galassie di questo Universo e se sarete "abili" nella Coerenza, potrete anche proiettarvi in altri ....UniVersi a seconda del vostro livello e di ciò che desiderate fare. Seguendo le indicazioni di questo scritto percorrerete la strada che vi permetterà di Conoscere, Comprendere e di poter affermare IO Sono, Ero e Sarò, quindi di Praticare in prima persona tutte le LEGGI che governano le Cose, gli Esseri Viventi e la Natura e di conseguenza le FORZE che esse emanano.

Conoscendo le Leggi potrete DISCERNERE il BENE od Utile per voi stessi, (il vero egoismo equilibrato anche per gli altri e l'altruismo l'Universale od Universalismo, il che equivale a dire Partecipazione) dal male od inutile cioè l'egocentrismo e la non partecipazione, cioè l'ignoranza, (igno = fuoco = ardere), bruciare la speranza di vivere eternamente nella Conoscenza di sé e dell'InFinito. Solo attraverso questa strada potrete perpetuare Voi stessi e l'UniVerso nella migliore partecipazione e di conseguenza nel migliore BEN-ESSERE e questo per Sempre all'Infinito. Quindi per riassumere in poche parole questi concetti: - la salute, il lavoro, gli affetti e tutto cio' che "avete" sono unicamente volti a fornire i "mezzi" per ottenere e vivere per l'UNICO SCOPO della VITA: - aumentare la Consapevolezza su di essa all'INFINITO e sull'In-Finito....vivendo nel vs "tempio"=corpo, per ottenere una CoScienza sempre piu' consapevole su questa UNICA Realta' = la vita vissuta all'inFinito per conoscere l'INFINITO. Per concludere citamo ciò che dissero dei saggi: Pierre Teilhard de Chardin: "Noi non siamo esseri umani che vivono l'esperienza spirituale. Noi siamo esseri spirituali che vivono l'esperienza umana". Louis Pauwels e Jacques Bergier, nel “Il mattino dei maghi": "Noi siamo in relazione magica con la natura. La prossima trasformazione biologica dell'umanità creerà esseri coscienti di questa relazione, uomini-dei." IO SONO chi sono, IO SONO come sono, IO SONO dove sono e siccome sono anche il divenire, IO VIVO con il principio di: “è meglio fare meglio” perché IO SONO la Via, la Verità e la Vita, quindi IO ERO; SONO e SARO’ nell’Infinità del Tempo e dello Spazio. vedi Progetto di Vita + Creare nell'Amore + Morte cosa sei ? RicordateVi, la Vita e' un DONO, NON sprecatela solo per Voi stessi, ma vivetela anche per gli Altri La Vita e' un dono, Ella e' inFinita, perche' e' parte intrinseca dell'Infinita' (Ain souf) . Ella si manifesta attraverso una forza DUALE (E+ ed E-), e quindi con il respiro (inspirazione ed espirazione), lo Yin e Yang dell'oriente. Ella e' un dono al Tutto che e' insito nell'Infinita' delle infinite parti di Essa, che si manifesta in Infinite possibilita'=manifestazioni=Enti nell'Infinito. Quindi Ella e' in Me, in Te, in Lui, in Noi, in Voi ed in Essi, cioe' in tutto cio' che e' manifestato nell' Infinita'. Cio' significa che l'Infinito e' di fatto in NOI ed in TUTTI gli altri aspetti della manifestazione=creazione, dall'infinitamente piccolo all'infinitamente grande ! Perche'' dunque avere "paura" dell'Infinito e/o della morte, che null'altro e' la porta attraverso la quale tutto il Vivente deve passare per "trapassare" in altre dimensioni spazio-temporali, per poter percorrere l'infinita' del tempo e dello spazio, partecipando all'Infinito alProgetto Vita ! Progetto Vita: Esso e' il programma operativo introdotto dal VuotoQuantoMeccanico, nel "buco nero" di OGNI cosa manifestata di questo UniVersoed ha insito, inscritto in esso questo "file": ...vai e sopravvivi con il minor danno, per te, gli altri e l'Universo per la tua ed altrui evoluzione spirituale (accumulo dell'in-form-azione per se e per l'Universo nel quale siamo), fino all'accettazione consapevole dell'Infinita' e della vita Eterna di ogni soggetto Vivente, per il godimento del Progetto Vita in ogni vita vissuta. G. Paolo Vanoli Buon lavoro quindi nella costruzione del vostro nuovo ...Tempio personale e di quello dell'AUM-anità....quindi vi auguriamo un ottimo “viaggio” su questo PianEta od in altre Galassie ......verso ........l’InFinito. Dai vostri fratelli, un augurio dettato dall'AmOR vedi anche Cervello, Campo ElettroMagnetico (CEM) del CUORE

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful