You are on page 1of 3

Alimentazione

http://www.ilguerriero.it/codinopreatle/2008/alimentazione/alimetazio...

Muay Thai Combat

ALIMENTAZIONE
[ Home ] [ Precedente ] [ Forum ] [ La bacheca ] [ Ricerca nel portale ] [ Ricerca nel web ] [ Video ] [ Prossimi eventi ] [ Contatti ] Stampa questa pagina

Alimentarsi naturalmente
Introduzione di Roberta Cerruti

Dopo l’articolo apparso su questa rivista qualche tempo fa sul tema dell’agricoltura biodinamica ideata dal giapponese Fukuoka, pioniere dell’agricoltura naturale o del “non fare”, vorremmo proporvi un altro articolo che potrebbe esserne quasi la prosecuzione… dall’agricoltura naturale alle buone norme per una corretta e sana alimentazione; un’alimentazione naturale, appunto, che abbiamo trovato sul sito di ALTRITASTI e che qui vorremmo riproporvi in quanto riteniamo che una corretta alimentazione sia parte integrante del cammino del guerriero. Riteniamo anche sia doverosa una premessa prima di lasciarvi alla lettura dell’interessante articolo: spiegare brevemente che cos’è Altritasti, che un certo successo quanto a numero di lettori sta riscuotendo ad Asti.

Altritasti è un progetto di informazione periodica (la newsletter arriva p mercoledì con gli articoli della settimana precedente e in corso a circa attualmente) ideato e gestito dal gruppo P.E.A.C.E. Pace, Economie consumi etici. Vi vengono pubblicati articoli che affrontano temi divers dall’ecologismo, alla difesa dei diritti sociali, dal tema complesso della p dell’acqua (a cui la rivista dà ampio spazio per sottolineare la necessità di questo bene pre come tale deve continuare ad essere gestito dal pubblico).

Per chi fosse interessato agli argomenti trattati può dare uno sguardo al sito del p www.altritasti.it. E chissà che non trovi qualche spunto interessante e non si aggiunga al sempre crescente numero di lettori appassionati che attendono ogni settimana notizie che è accaduto ad Asti ma non solo, in quanto i riferimenti al panorama locale sono raccontare una situazione che si estende ben al di là dei confini comunali o provinciali e coin chi abita in altri contesti.

Di Gino Sansone (http://www.altritasti.it/index.php?option=com_content&task=view&id=354&Itemid=56)

Nutrirsi in modo naturale non è certo seguire le pubblicità ingannevoli delle multinazionali alimentari né tanto meno seguire le indicazioni di una "scienza dell'alimentazione" o "dietologia moderna" molto confusa. Nutrirsi in modo naturale significa entrare in sinergia con il mondo naturale, con il modo in cui la Natura si esprime; cominciando dalla comprensione di qual è il cibo che è adatto allo sviluppo fisico, psichico e spirituale (in senso junghiano !) dell'essere umano. La prima cosa che possiamo osservare è la struttura fisica generale e poi quella fisiologica del sistema digerente umano. L'essere umano non è un carnivoro né un erbivoro né tanto meno un onnivoro, bensì siamo frugivori o frugrivori. Questo termine scomparso dai testi scientifici negli anni cinquantasessanta, ricompare nelle ricerche contemporanee per indicare quelle specie che si cibano principalmente di semi: semi oleosi, cereali e legumi. Caratteristica di questi alimenti è di essere sia il frutto che il seme della propria pianta. Di questi tre, i cereali sono l'alimento basilare per l'essere umano per il loro equilibrio armonico tra carboidrati complessi, grassi e proteine. Maturate dal sole le spighe raggruppano da sessanta a

1 di 3

10.08.2011 02:03

Alimentazione

http://www.ilguerriero.it/codinopreatle/2008/alimentazione/alimetazio...

ottanta-cento chicchi su un solo stelo, testimoniando così la generosità della Natura che rende il sessanta, l'ottanta se non il cento per un chicco d'investimento iniziale ! Attraverso i cereali, Madre Natura può nutrire più degli attuali circa sette miliardi di esseri umani; è solo l'egoismo che perpetua la fame nel mondo, non ultimo l'aumento dell'80 % del costo dei cereali che sono divenuti materie prime per i combustibili vegetali per il folle sviluppo industrialetecnologico dell'occidente. Ancora oggi dobbiamo assistere alla tragedia del Pianeta divorato da un terzo dei suoi abitanti mentre gli altri due terzi sono in miseria, depredati da ogni elemento basilare per la sussistenza ... e milioni di loro muoiono di fame (!) ogni anno ! Ma ognuno di noi può essere parte della soluzione con le proprie scelte di vita ... oggi più che mai la scelta VEGETARIANA – o, meglio, VEGANA - è un DOVERE UMANITARIO ! Un'alimentazione basata sulle proteine animali è insostenibile dall'economia della Terra, per il grande quantitativo di materie prime ed energie usate per realizzarla (acqua potabile, cereali e leguminose, territori ed energia elettrica per il mantenimento degli allevamenti) in confronto al risultato ottenuto ed all'alto tasso d'inquinamento prodotto ! Le stesse energie nutrirebbero 100 volte più di persone se utilizzate per la produzione di cereali e legumi (in specie soja) per l'alimentazione umana ! In altre sedi sarebbe importante considerare la diversa influenza di una alimentazione basata sui cereali in confronto a quella basata sulle proteine animali sul carattere, i comportamenti, la mente e la coscienza dell'essere umano. La struttura di un pasto completo dovrebbe comprendere, in proporzioni in peso, almeno il 50% di cereali integrali, il 5% di alimenti fermentati (come la zuppa di riso), il 10% di proteine, quali diversi tipi di legumi ed altri derivati vegetali, il 5-10% d'insalata mista pressata, il 20%di fogli verdi e il 10% di ortaggi. Ma quali dovrebbero essere le caratteristiche di questi alimenti ? La Natura si sviluppa secondo ritmi e cicli precisi, cosicché il primo punto importante è che questi alimenti siano della stagione in corso (quindi niente coltivazioni in serre che riempiono degli stessi alimenti gli scaffali dei negozi tutto l'anno, niente alimenti conservati, surgelati o congelati, niente alimenti importati da altre fasce climatiche). Il secondo aspetto è che gli alimenti siano del luogo in cui si vive, in specie la frutta fresca (che va mangiata colta maturata dal sole sulla pianta), le foglie verdi e gli ortaggi freschi; mentre alcuni ortaggi tipo radici o tuberi, e tutti i semi (semi oleosi, legumi e cereali) secchi e gli alimenti conservati sottosale od essiccati possono venire anche relativamente da lontano ma sempre dalla stessa fascia climatica. Ricordiamoci, comunque, che nutrirsi degli alimenti prodotti dal luogo in cui si vive significa riceverne le energie che ci permettono di viverci in armonia e salute in corpo, mente e spirito; le energie con cui possiamo radicarci per espanderci nell'infinito. Altro punto importante è che gli alimenti siano integrali, ossia integri nel loro germe vitale. Ed infine è fondamentale il metodo agricolo usato per la produzione degli alimenti. L'agricoltura naturale (biologica, biodinamica, sinergica, etc.) si basa sui cicli e ritmi terrestri e cosmici cooperando con la terra, senza sfruttarla e impoverirla, senza l'uso dei prodotti della chimica di sintesi che l'avvelenano e la desertificano. L'Agricoltura naturale favorisce la fertilità dei terreni seguendo le modalità della vita selvatica. Inoltre l'agricoltura naturale non utilizza piante o sementi transgeniche (O.G.M.) dannose ai delicati equilibri ambientali, che distruggono la biodiversità e le barriere protettive tra le specie viventi. Gli alimenti, giunti in cucina, vanno poi preparati secondo lo stile di cottura adatto alla stagione in corso, al nostro stile di vita, al nostro stato di salute ed al sogno che vogliamo realizzare nella vita. Allo stesso modo è importante abbinare bene gli alimenti tra loro secondo le proporzioni stagionali, i colori e i sapori, il loro equilibrio acido-alcalino. Inoltre la buona e lunga masticazione e

2 di 3

10.08.2011 02:03

Alimentazione

http://www.ilguerriero.it/codinopreatle/2008/alimentazione/alimetazio...

l'alzarsi da tavola con ancora un leggero senso di fame ci permettono di assorbire al meglio tutti gli elementi nutrizionali ed energetici dai cibi che abbiamo preparato con amore e gratitudine. L'osservazione della Natura e dell'Universo con profonda intuizione permise agli esseri umani di sviluppare saperi validi ancora oggi: dall'Ayurveda alla filosofia Yin-Yang, da Ippocrate alla Schola Medica Salernitana, sino all'odierna Macrobiotica, il nutrirsi diviene una Via, un percorso evolutivo per riconnettersi con la fonte della Vita e della Gioia, un percorso di salute e guarigione totale nell'integrità corpo-mente-spirito; Uomo-Natura-Infinito. Gino Sansone nasce nel 1958; partenopeo, esperto di alimentazione naturale (mediterranea, macrobiotica, ayurvedica) è biochef vegetariano dal 1982. Essere biochef significa creare menu bio, ossia menù che prestano particolare attenzione all’utilizzo di cibi e bevande biologiche; conoscere l'impatto ambientale delle attività agricole e i benefici dell'uso di prodotti da agricoltura; assumere un atteggiamento consapevole dei comportamenti sostenibili che si possono adottare in cucina, dalla raccolta differenziata dei rifiuti, all’uso ottimale delle risorse energetiche... Sansone è docente dell'Accademia Italiana Operatori del Benessere – AIOB - una comunità di persone che studia e pratica diverse discipline: yoga, cromoterapia, cucina bio-terapeutica, reiki ecc. In tutte le provincie campane si trovano scuole che svolgono ogni settimana corsi nelle suddette discipline. E’ anche coordinatore de “La Grande Vita”, scuola di alimentazione e cucina naturale. Per chi interessato, la AIOB ha un sito: www.aiob.net
www.ilguerriero.it Le riviste elettroniche Il Codino Parlante Il Codino Parlante Il Codino Parlante Il Codino Parlante La rivista della The Fighters Scrimia Arti Marziali Preparazione atletica Pugilato FESIK eDA

Contatti

Inizio pagina www.ilguerriero.it

3 di 3

10.08.2011 02:03