Corso di Laurea Triennale in Chimica (ord.

270)

I anno, I semestre
Programma del corso di: Istituzioni di Matematiche I (9 CFU) Docenti: Proff. Ada Ardito (M -Z) e Maria Vittoria Marchi (A-L)

- I numeri reali. Definizione assiomatica. Proprietà. Il valore assoluto. Equazioni e disequazioni. - Elementi di geometria nel piano e nello spazio. Rette e piani. Parallelismo, ortogonalità. - Funzioni. Generalità. Grafico. Funzioni composte, funzioni inverse. Funzioni elementari. - Sucessioni numeriche. Limiti. Operazioni e teoremi sui limiti. Le sucessioni monotone. - Funzioni reali di una variabile reale. Limiti. Operazioni e teoremi sui limiti. Confronto tra infinitesimi e infiniti. Funzioni continue. Continuità delle funzioni elementari. Teoremi fondamentali sulle funzioni continue. Derivata, significato geometrico. Regole di derivazione. Teoremi sulle funzioni derivabili. Massimi e minimi relativi, crescenza e decrescenza. Concavità, convessità, flessi. Formula di Taylor. - Integrali. Integrale indefinito. Integrazione per parti e per sostituzione. Cenni sulle equazioni differenziali del primo ordine. Integrale definito. Il teorema fondamentale del calcolo integrale. Integrali generalizzati. - Serie numeriche. Definizioni. La serie geometrica. Serie a termini positivi. Criteri di confronto. I criteri della radice, del quoziente e dell'integrale. La serie armonica generalizzata. Assoluta convergenza. Teorema di Leibnitz. - I numeri complessi. Forma algebrica e trigonometrica. Operazioni. Potenze e radici n-sime. Successioni e serie nel campo complesso.

- Serie di potenze. Raggio di convergenza. Integrazione e derivazione di serie di potenze. Serie di Taylor. Sviluppo in serie di potenze delle funzioni elementari. Serie di potenze nel campo complesso. Forma esponenziale dei numeri complessi.

Testi consigliati: Bramanti M., Pagani C.D., Salsa S., Analisi Matematica 1 , Zanichelli

isobare. legge di Hess. in funzione della pressione. Parametri di stato. legge di Dalton. Legami intermolecolari:dipoli molecolari permanenti. Secondo principio. Criterio termodinamico di equilibrio applicato alle reazioni chimiche in fase gassosa (equilibrio omogeneo). applicazioni all equilibrio chimico. Gas reali. potenziali di ionizzazione. Curva di distribuzione di Maxwell-Boltzmann delle velocità. Legame chimico: teoria del legame di valenza (VB). entalpia. isolati. stati standard. Elementi di termodinamica: sistemi aperti. legame dativo. Criterio di equilibrio. reazioni redox e loro bilanciamento mediante il metodo ionico-elettronico. Principi della minima energia.(I anno. Energia libera molare di specie pure. Proff. chiusi. Significato statistico dell entropia: ordine disordine. equazione di stato. Moretti e Donzello (canale M -Z) Introduzione alla Chimica: richiami di nozioni generali. Esempi di strutture molecolari interpretate secondo la teoria VB. Primo principio. elettroaffinità. Legge di Graham. Equilibrio chimico: energia libera molare di un gas ideale. Periodicità nella configurazione elettronica periferica. Legame idrogeno: proprietà legate alla presenza del legame idrogeno. sistema internazionale di unità di misura SI. Stato Gassoso: Leggi empiriche dello stato gassoso: legge isoterma di Boyle. Forze di van der Waals. Variazione di energia libera e lavoro utile. legge isocora e isobara di Gay Lussac. entropia. Trasformazioni reversibili e irreversibili. Condizioni di quantizzazione. Numero di ossidazione. omeopolare e polare. ciclo di Born-Haber. numeri quantici. Trasformazioni adiabatiche ed equilibrio. Principio di Avogadro. della massima molteplicità. doppi. Legame ionico. dipendenza dalla pressione a T costante. Energia libera: variazione di energia libera e spontaneità di una trasformazione. Orbitali. di esclusione. energia di risonanza. equilibri eterogenei. adiabatiche. Principio di Le Chatelier. delocalizzazione elettronica. Aufbau. Sistema periodico. Numero di Avogadro e concetto di mole. legge delle masse. Equazione di van der Waals. Pressioni e volumi parziali. energia interna. Calore. Composizione elementare percentuale di un composto. elettronegatività. Risonanza. Ibridazione e forma delle molecole. indotti. isocore. solide o liquide. Dipendenza della costante d equilibrio dalla temperatura. nomenclatura IUPAC dei principali composti inorganici. Teoria cinetica dei gas perfetti. Miscele gassose. Legami semplici. forme di risonanza. . frazioni molari. Dualismo onda-corpuscolo. istantanei. Reazioni e loro bilanciamento. deviazioni dal comportamento ideale. Legame covalente. Zanoni e Morpurgo (canale A-L). Valenza e sistema periodico. energia reticolare. Elettronegatività. lavoro. Trasformazioni isoterme. tripli. Calcoli stechiometrici: masse atomiche e molecolari relative. I semestre) Programma del corso di: Chimica Generale ed Inorganica con Laboratorio (12 CFU) Docenti: Prof. Legami s e p. formula minima. significato e rappresentazione geometrica. Proprietà periodiche degli elementi: raggi atomici e ionici. Modello di gas ideale ed equazione di stato. Struttura dell atomo: modelli atomici e loro evoluzione. funzioni di stato. Numero di ossidazione.

Proprietà chimiche dell idrogeno. pOH. acidi e basi deboli.e. Equilibri in soluzione: estensione della legge delle masse alle reazioni in soluzione. Esempi di meccanismi di reazione. Potenziali standard.m. nitrico. Si richiede la conoscenza della formula molecolare e di struttura dei seguenti acidi inorganici e dei loro sali: acido carbonico. perossidi. ipoalogenoso. Soluzioni: definizioni. nitroso. solforoso. deviazioni positive e negative. Meccanismo di reazione. Catalisi: catalizzatori omogenei ed eterogenei. . pressione osmotica. Idruri ionici e covalenti. cromico. Na2CO3: processo Solvay. Brönsted. relazione con i parametri strutturali. titolazioni acido-base. Elettrochimica: reazioni redox come base per la produzione di corrente elettrica. alogenico. sali. idruri: formule e proprietà generali. definizione. sali. idrossidi. Semielemento ad idrogeno e scala dei potenziali standard. processo elettrolitico). peralogenico. alogenidrico. Prodotto di solubilità. permanganico. Lewis. solfidrico. Proprietà delle soluzioni ideali. reazione di autoprotolisi dell acqua. Teoria delle collisioni. II Gruppo: caratteristiche generali dei metalli alcalino-terrosi. perossidi. visti in funzione della loro posizione nel sistema periodico e con particolare riferimento al primo e al secondo periodo lungo. arsenioso. CaO e Ca(OH)2. Forza degli acidi e delle basi. alogenoso. dicromico. idruri: formule e proprietà generali. Potenziale di scarica ed equazione di Nernst. Esperienze pratiche di laboratorio. Forza elettromotrice di una pila. Leggi di Faraday. struttura reticolare. solforico. doppio strato di Helmoltz e potenziale elettrodico. Equazione cinetica e sua relazione con l equazione stechiometrica. Proprietà colligative e grado di dissociazione. reforming. metallici. Abbassamento crioscopico. equilibrio acido-base. anisotropia. Ordine di reazione. pH. I Gruppo: caratteristiche generali dei metalli alcalini. Saranno svolte una serie di esperienze significative. Reazioni di disproporzione. NaOH. dipendenza della pressione di vapore dalla temperatura. Reazioni di idrolisi. Sato liquido. fosforoso. Ossidi. Chimica descrittiva: elementi e loro composti più rappresentativi. Semielementi. innalzamento ebullioscopio. definizioni di Arrhenius. arsenico. grado di dissociazione. Applicazione del principio di Le Chatelier agli equilibri di fase. soluzioni tampone. fosforico. Inversione del senso della reazione redox. Equilibri bifasici. covalenti. ortosilicico. metodi di misura (cenni) e dipendenza dai parametri di reazione (concentrazioni e temperatura). Equazione di Arrhenius. Potenziali standard e costanti di equilibrio. indicatori. idrossidi. osmosi. Reazioni acido-base. omogeneità. Cinetica chimica: velocità di reazione. Preparazione elettrolitica. Idrogeno: preparazione industriale (gas d acqua. struttura e proprietà con particolare riferimento all evaporazione di un liquido. proprietà dello stato cristallino. CaSO4. Acidi e basi. binomio di van t Hoff. Costante di equilibrio e velocità di reazione. tiosolforico. Esercitazioni numeriche su tutti gli argomenti svolti. metasilicico.Stati di aggregazione condensati: stato solido. Coppie coniugate. tetrationico. Solidi ionici. elettrolisi. Processo di solubilizzazione. ipofosforoso. Diagramma di stato di una sostanza pura e suo significato. energia di attivazione. NaClO (processo elettrolitico). stadi elementari e reazioni multistadio. soluzioni ideali.. complesso attivato. Potere ossidante e potenziali. molecolari. legge di Raoult. Equazione di Nernst. Stadio lento ed equazione cinetica. Kw. scale di concentrazione. metafosforico. Preparazione elettrolitica. Ossidi. Misura potenziometrica della f.

Curve. Massimi e minimi liberi e vincolati. formule di riduzione. Equazioni del I ordine.Funzioni vettoriali di variabile reale. . Pagani C. . continuità. Forme quadratiche.. Autovalori e autovettori.Algebra lineare. . Spazi vettoriali finito e infinito dimensionali. Integrali multipli.Equazioni differenziali. Integrali di linea di prima specie. Matrici. Il metodo dei moltiplicatori di Lagrange. Cenni sugli spazi metrici e normati. Cenni sulle equazioni differenziali alle derivate parziali. Ada Ardito (M -Z) e Maria Vittoria Marchi (A-L) . Zanichelli .. Sistemi di equazioni lineari.Calcolo integrale per funzioni di più variabili. Cambiamento di variabili. Teoremi di esistenza e unicità e metodi di risoluzione. . Integrali di superficie.. II semestre Programma del corso di: Istituzioni di Matematiche II (6 CFU) Docenti: Proff.D. Testi consigliati: Bramanti M. Applicazioni lineari.Funzioni reali di più variabili. Analisi Matematica 2 . Campi vettoriali e forme differenziali. Cenni sulle serie trigonometriche e di Fourier. derivabilità e differenziabilità. Salsa S. lunghezza di una curva. Formula di Taylor. . Prodotto scalare. Risoluzione di equazioni differenziali per serie. Equazioni differenziali lineari del II ordine e di ordine superiore. Limiti. Superfici regolari.Funzioni vettoriali di più variabili reali.I anno.

Legame ionico: struttura di solidi ionici. teoria MO. Legame metallico: struttura a bande di metall i. Sintesi. Ilaria Fratoddi (M -Z) e Maria Vittoria Russo (A-L) Struttura atomica. Teoria V. del rame e dello zinco. Elementi del blocco f: cenni sulla chimica dei lantanidi e sulla chimica nucleare (circa 12 ore tra frontali e esercitazioni) Testo consigliato: J. (circa 10 ore frontali) Elementi di transizione e loro complessi. del cromo.(I anno. gruppi metalli alcalini e alcalino -terrosi. teoria del campo cristallino. gruppi del boro e del carbonio. Furlani e M.. Elementi del blocco d: gruppi dello scandio. del titanio.D. spettroscopiche e stabilità dei complessi. Complessi quadrati e distorsione tetragonale. del nichel. conduttori. Tipologie e meccanismi di reazione nei metalli di transizione. Russo. Proprietà magnetiche.Lee Chimica Inorganica . (circa 15 ore tra frontali e esercitazioni) Trattazione sistematica degli elementi. strutture e composti principali degli elementi del blocco s e del blocco p: Idrogeno ed i suoi composti. Co mplessi tetraedrici.V. del manganese. Legame chimico. isolanti e semiconduttori. del ferro. (circa 15 ore tra frontali e esercitazioni) Composti di coordinazione. gruppi dell azoto e dell ossigeno. I semestre) Programma del corso di: Chimica Inorganica I (6 CFU) Docenti: Proff. Concetti teorici ed idrogeno. l equazione d onda di Schrödinger. Complessi ottaedrici. del cobalto. Isomerie e stereoisomerie. traduzione italiana dalla V edizione inglese a cura di A.B. strutture difettive di solidi. del vanadio. alogeni e gas nobili. Piccin Editore (2000) . Legame covalente: metodi MO e VSEPR.

II semestre) Programma del corso di: Fisica I (9 CFU) Docenti: Proff. massa inerziale e massa gravitazionale. Secondo principio della dinamica. Sistemi di riferimento inerziali. Lavoro di una forza. Attrito statico. collegandoli con le loro basi sperimentali e mettendo lo studente in grado di applicarli alla soluzione di problemi. Fluidi: teorema di Stevino. Riferimenti non inerziali e forze apparenti. Programma di massima Il metodo scientifico sperimentale. Posizione. Sistemi rigidi. Forze elastiche.Grilli. CISU.(I anno. Forza. Sistemi di riferimento in moto relativo. Momento di una forza e momento angolare. Energia potenziale.Fisica I (Ed. Risonanza. Massa. Onde stazionarie. equazione di continuità e legge di Bernoulli.Borgia. Principio d'inerzia.ed. Al termine del corso gli studenti dovranno essere in grado di applicare i princip i generali della meccanica alla soluzione dei problemi attraverso l'uso degli appropriati strumenti matematici: in particolare saranno in grado di determinare le equazioni del moto per sistemi di punti materiali e corpi rigidi e di ricavare le corrispondenti leggi orarie integrando le relative equazioni differenziali. Uguzzoni: Fisica Generale . Oscillatore smorzato. Teorema di Koenig. Mencuccini. Urti elastici ed anelastici. descr izione Euleriana. Onde sinusoidali.Meccanica e Termodinamica (Ambrosiana) B. Onde elastiche longitudinali e trasversali. Loreto + Di Giacomo (A -L). Equazione delle onde. Liguori) . Teorema dell'energia cinetica. Problema dei due corpi. M. Fisica: Meccanica. Centro di massa. Terzo principio della dinamica. Grandezze fisiche e e unità di misura. Oscillatore armonico. di descrivere quantitativamente i fenomeni piu' semplici che avvengono nei fluidi e la propagazione di onde in mezzi elastici. Castellani + Nucara (M-Z) Obiettivi formativi dell insegnamento (conoscenze e competenze) Il modulo si propone di insegnare i principi generali della dinamica del punto mate riale. di analizzare i problemi di urto tra corpi materiali. Equazioni cardinali. Attrito dinamico. Campi conservativi. Conservazione dell'energia meccanica. Quantità di moto e momento angolare totali per un sistema di punti materiali. Impulso e quantità di moto. Termodinamica . Pendolo. Silvestrini . velocità ed accelerazione. Oscillatore forzato. legge di Archimede. Interferenza. dei sistemi di punti materiali e dei corpi rigidi. Bibliografia Focardi. Equilibrio di un punto materiale. Momento di inerzia.

II semestre) Programma del corso di: CHMICA ANALITICA I + LABORATORIO (9 CFU. (Grafici logaritmici e curve di distribuzione) Acidi triprotici deboli Possibili approssimazioni Rappresentazione Grafica degli triprotici deboli (Grafici logaritmici e curve di distribuzione) Acido fosforico Acidi poliprotici equazioni generali Miscele di acidi: Acido forte e acido debole monoprotici Acidi deboli monoprotici . Equilibri Omogenei in Acqua . Entità della dissociazione Elettroliti forti e deboli. Definizioni di acido e di base. Antonella Messina (canale M -Z) Soluzioni: elettroliti e non elettroliti Concentrazioni Solubilizzazione: Dissociazione e ionizzazione. soluzioni acquose di elettroliti. Acidità totale e acidità reale Acidi monoprotici forti Possibili approssimazioni Rappresentazione Grafica degli monoprotici forti.(I anno. elettroliti e nonelettroliti. Prof. (Grafici logaritmici e curve di distribuzione) Acidi diprotici deboli Possibili appros simazioni Rappresentazione Grafica degli diprotici deboli. forza ionica e coefficiente di attività. Aldo Laganà (canale A-L). prodotto ionico dell acqua e pH. (Grafici logaritmici e curve di distribuzione) Acidi monoprotici deboli Possibili approssimazioni Rappresentazione Grafica degli monoprotici deboli (Grafici logaritmici e curve di distribuzione) Acidi poliprotici: Acidi diprotici forti Possibili approssimazioni Rappresentazione Grafica degli diprotici forti. Equilibri chimici omogenei. 135 ORE) Docenti: Prof. Differenti tipi di costanti di equilibrio.

La vetreria tarata ed il suo corretto impiego. Equilibri in fase eterogenea: precipitazione. Preparazione di soluzioni a titolo approssimato ed esattamente noto. Indice tampone per acido (o base) forte monoprotico Indice tampone per acido (o base) debole monoprotico e per acidi poliprotici. complessazione e di ossidoriduzione. Costanti di equilibrio. prodotto di solubilità. Concetto di equivalenza e titolazioni volumetriche. Materiale didattico e dispense fornite dal docente . curve di titolazione. della forza ionica e del pH sugli equilibri sia omogenei che eterogenei. invecchiamento filtrazione e calcinazione dei precipitati.. solubilità e prodotto di solubilità.Basi Forti e Basi deboli Effetto dello ione a comune Azione degli ioni acetato sulla dissociazione dell Acido Acetico Sali e miscele di acidi e di basi Soluzioni Tampone Condizione protonica Indice tampone. Effetto dello ione a comune. Esempi di dosaggi ed applicazioni 1 CFU Introduzione alla misura di concentrazioni. Costanti di equilibrio condizionali e potenziali formali. solubilità. La bila ncia ed i metodi di pesata. Applicazione e verifica dei concetti acquisiti tramite esercizi numerici ed esperienze di laboratori o di separazione ed identificazione per via chimica di miscele di ioni Analisi gravimetrica: formazione. Indice tampone per miscele di acidi (o b asi) deboli monoprotici Scelta dei tamponi Equilibri in fase eterogenea precipitazione. indicatori ed errore analitico. Equilibri in fase omogenea: acido-base.

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful