TEORIA MUSICALE:LEGGERE LE NOTE

November 12th, 2009 | Categories: TEORIA MUSICALE

Nel pentagramma, stabilita la posizione del Do centrale è possibile trovare e fissare l’altezza di tutti i suoni musicali sia ascendenti che discendenti.

Il Do centrale corrisponde alla prima nota del doppio pentagramma in figura. Quindi per il pentagramma superiore in Chiave di violino o di Sol, la seconda nota sarà un Re, la terza un Mi, la quarta un Fa e così via. Per il pentagramma inferiore in Chiave di basso o di Fa la seconda nota sarà un Si, la terza un La, la quarta un Sol e così via. Si possono così memorizzare le note in chiave di violino e in quella di basso in questo modo:
CHIAVE DI SOL (VIOLINO) Note sulle linee: Mi, Sol, Si, Re, Fa.

Note negli spazi: Fa, La, Do, Mi.

CHIAVE DI FA (BASSO) Note sulle linee: Sol, Si, Re, Fa, La.

Note negli spazi: La, Do, Mi, Sol.

Più una nota appoggiata sopra l’ultima linea e una appesa sotto la prima linea, che sono rispettivamente il Sol e il Re per la chiave di violino, e il Si e il Fa per la chiave di basso. Nella figura sotto puoi visualizzare tutte le note (9 + 2) che stanno sul pentagramma in chiave di violino e in chiave di basso.

Il doppio punto della chiave di basso è sulla quarta linea. B. quella del Fa. E. queste erano indicate con le lettere dell’alfabeto partendo dal La: LA. . La Chiave di basso fissa la posizione della nota Fa posta sulla quarta linea sul pentagramma semplice (inferiore) e corrispondente alla quinta nota discendente del Do centrale. D. C. SI. FA. Nella figura successiva vediamo le due ottave precedente e successiva al Do centrale. Ti ricordo che prima che Guido d’Arezzo desse il nome che oggi conosciamo alle note.Si può anche notare che: la Chiave di violino fissa la posizione della nota Sol posta sulla seconda linea del pentagramma semplice (superiore) e corrispondente alla quinta nota ascendente del Do centrale. DO. e la chiave di Do dall’alterazione della lettera C. la chiave di Fa dall’alterazione della lettera F. F. SOL = A. G Nei paesi anglosassoni è ancora in uso chiamare le note con le lettere dell’alfabeto. MI. mentre il Si naturale viene indicato con la lettera H. Il ricciolo della chiave di violino è sulla seconda linea. RE. ma con una variante: la lettera B indica il Si bemolle. Anche in Germania si usa questo sistema. La chiave di Sol deriva dall’alterazione dalla lattera G. Curiosità: i segni delle chiavi provengono graficamente da una progressiva alterazione delle lettere dell’alfabeto gotico corrispondenti. quella del Sol. la prima con le note poste in chiave di basso e la seconda con le note poste in chiave di violino.

Le figure di valore .

IL PUNTO E LA LEGATURA DI VALORE .

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful