CITTA’ DI PONTREMOLI

INTERVENTO TURISTICO-COMMERCIALE

LINEE GUIDA PER LA PROPOSTA D’INTERVENTO

LOCALITA’ “LA PIEVE” PONTREMOLI (MS) TOSCANA-ITALY
Pontremoli, luglio 2011

Architetti Bruno Pucciarelli e Massimo Laporini Pontremoli (MS) Cell. 347-6294994 / 329-0059506 E-mail la pieve.centrocommerciale@gmail.com 1

Premessa L’intervento che proponiamo, riguarda la realizzazione di una struttura commerciale in località Pontremoli, in Provincia di Massa Carrara. Il contesto geografico è quello della Lunigiana, una zona molto interessante dal punto di vista paesaggistico e storico, situata a nord della Toscana. Una terra di mezzo, come l’ha descritta lo scrittore Valerio Varesi, attraversata dall’autostrada Parma-La Spezia. La zona di riferimento coincide con il bacino del fiume Magra dell’alta valle della Lunigiana che geograficamente interessa i comuni di Pontremoli, Zeri, Filattiera e Mulazzo. Rappresenta un vasto territorio di alto valore naturalistico ambientale e storico culturale. Confina con il Parco Nazionale dell’Appennino ( Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano e di fatto con quello Regionale del Cedra e del Parma). Senza dimenticare la valle di Zeri con le strutture sciistiche, nonché Montelungo con le terme, le belle valli naturali del Verde e del Magra. Un territorio integrato con la Green Way appenninica del contesto APE (Appennino Parco d’Europa) e attraversato dal fascio viario della Via Francigena, itinerario religioso europeo. Pontremoli rappresenta una realtà storica importantissima come importante é il suo territorio con i villaggi e borghi intrisi di testimonianze e ricchi potenzialità. Pontremoli è sede del prestigioso premio letterario Bancarella, punto di riferimento per il panorama narrativo italiano. Le infrastrutture viarie e ferroviarie presenti, sono inoltre una concretezza importante, una potenzialità da non trascurare per favorire lo sviluppo del territorio e delle sue attività. Ed a proposito delle infrastrutture, quella autostradale della A15 che collega Parma a La Spezia, con il casello di Pontremoli che confina con l’area proposta per l’interevento di carattere commerciale, rappresenta senza dubbio un alto valore aggiunto per la validità dell’intervento.

2

L’autostrada con il suo immenso traffico di viaggiatori e turisti che special modo nel fine settimana si spostano verso l’area di costa è il vero volano per la fruizione del centro commerciale. Nel raggio di 40 minuti di percorrenza vi è un bacino di utenza di 100.000 abitanti. L’ area La zona proposta riguarda l’intervento in un’area ubicata all’uscita dell’autostrada di Pontremoli. Si tratta di una vasta area pedecollinare attraversata dalla strada Provinciale della Val Magra che collega Pontremoli a Mulazzo. Arteria importante di collegamento al casello autostradale e come strada di mezza costa che collega il territorio della sponda destra del fiume Magra fino a Villafranca. I terreni sui quali si articola la proposta sono pressoché pianeggianti, di proprietà della società San Bartolomeo Immobiliare Srl. Il lotto, della superficie complessiva di mq 30.187, è tagliato dalla strada comunale per Oppilo, generando di fatto due appezzamenti di terreno.

3

Catastalmente l’area, di proprietà della S. Bartolomeo Immobiliare SRL è così composta: Lotto principale, Foglio 177 Mappali: 50 di mq 5.050 55 di mq 2.547 56 di mq 10.520 77 di mq 7.200 Per un totale di mq 25.317 Area oltre la strada Mappali: 302 di mq 600 (ex 206) 209 di mq 1.810 57 di mq 2.460 Per un totale di mq 4.870. Superficie complessiva di mq. 30.187. I mappali 205, 208, 210, 213 di proprietà della società Autocamionale della Cisa SPA, costituiscono di fatto la strada per Oppilo, unitamente alle pertinenze di cui ai mappali 212, 215, per una superficie complessiva di mq 2312.

4

La zona possiede tutte le caratteristiche per previsioni urbanistiche di carattere commerciale, turistico e turistico ricettivo. Da non sottovalutare interventi per attività legate al tempo libero, alla cura del corpo, allo svago. La tendenza attuale, come dimostrano le ultime realizzazioni nelle piccole località italiane, è quella di realizzare shopping center integrati con attività legate allo svago e al tempo libero. Naturalmente l’interevento dovrà armonizzarsi con il contesto paesaggistico di riferimento, diventandone, se pur come nuovo inserimento di carattere edilizio costruttivo, un ulteriore fattore di valorizzazione in termini di immagine.

5

Il contesto urbanistico vigente La zona proposta è attualmente identificata nel vigente strumento urbanistico con la sigla D3 soggetta a piano particolareggiato. Dati di piano: Superficie coperta mq 6.000; Sup. Utile SLP mq 10.000; H. max ml 5,00. Attualmente la superficie realizzabile risulta di mq 10.000 disposti su due piani. Si può pertanto realizzare una struttura con una possibilità edificatoria commerciale lorda di 10.000 mq. distribuita su uno o due piani fuori terra. Il contesto normativo Per quanto attiene alla normativa commerciale occorre fare riferimento al D.P.G.R. 1 aprile 2009, n. 15/R. La valutazione della tipologia di intervento si articola tra la media e la grande distribuzione. Infatti è possibile realizzare sia due medie strutture da 1500 mq, poste a distanza di metri 120, con interposto manufatto per attività commerciali di vicinato. Superficie a parcheggio Per quanto concerne il calcolo della superficie da destinare a parcheggio si deve fare riferimento ad alcune norme di carattere urbanistico attualmente vigenti. Dal momento che l’area è soggetta a piano di lottizzazione occorre rispettare quanto previsto dall’art. 5 del D.M. 2/4/68, n. 1444, nonché quanto definito dal comma 2, art. 2 della Legge 24/3/1989, n. 122. Inoltre per i caratteri di attività commerciale legata o alla media distribuzione o alla grande distribuzione occorre considerare il DPGR della Toscana n. 15/R del 1/4/2009. I parcheggi possono essere realizzati sia a livello del piano campagna, che interrati all’interno del sedime dell’edificio La società promotrice La società San Bartolomeo Immobiliare Srl, è la società proprietaria dell’area, disponibile sia a vendere che a permutare in cambio della cessione dell’area. Ulteriori dati si possono ottenere contattando i professionisti incaricati di promuovere l’iniziativa. Documentazione sul sito facebook: La Pieve Centro Commerciale Pontremoli, luglio 2011 Architetti Laporini Massimo e Pucciarelli Bruno

6