Foscolo Vita Nasce a Zante, isola greca, nel 1778.

Nel 1793 si trasferisce a Venezia dove compie i suoi studi e viene introdotto nei salotti letterari. Nel 1797 compone l’ode “A Bonaparte liberatore”, ma viene deluso da Napoleone quando cede Venezia agli Austriaci con il Trattato di Campoformio. Andrà in esilio per l’Italia (Milano, Bologna, Firenze) fino alla restaurazione del potere degli Austriaci dopo la sconfitta di Napoleone a Lipsia. Fugge in Svizzera e poi in Inghilterra, dove morirà povero nel 1827. Opere       Poetica Foscolo venne influenzato dalle idee illuministe sul materialismo e meccanicismo. Per questo non crede ad una vita dopo la morte e questo lo porta a chiedersi del perché della vita e ad essere pessimista. Riesce a superare questo pessimismo con le illusioni, con l’arte che riesce a far sopravvivere le idee nel tempo e con il culto dei defunti che li fanno sopravvivere nella memoria dei vivi. Domande sulla vita 1) Dove e quando nasce Foscolo? 2) Dove compie i suoi studi? 3) Perché viene deluso da Bonaparte? 4) Dove e quando muore e in che condizioni? Domande sulle opere e sulla poetica 1) Quanti sonetti ha scritto? 2) Come sono raggruppati i versi dei sonetti? 3) Che tipo di romanzo è “Le ultime lettere di Jacopo Ortis”? 4) Come supera il suo pessimismo Foscolo? 12 sonetti (il sonetto è formato da 2 quartine – 4 versi – e 2 terzine – 3 versi … 4 + 4 + 3 +3 = 14 versi 2 Odi I sepolcri (opera in cui afferma che con il culto dei defunti essi continuano a vivere nella nostra memoria) Ultime lettere di Jacopo Ortis, romanzo epistolare autobiografico. Le Grazie (in questa opera afferma la funzione dell’arte come mezzo per tramandare le idee nel tempo) Le tragedie

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful