You are on page 1of 1

BATTERIO CARATTERI GENERALI ANTIGENI DI SUPERFICIE AZIONE PATOGENA PATOLOGIE CORRELATE IDENTIFICAZIONE E COLTURA TRATTAMENTO E PROFILASSI LOCALIZZAZIONE COMPLICANZE

AZIONE PATOGENA PATOLOGIE CORRELATE IDENTIFICAZIONE E COLTURA TRATTAMENTO E PROFILASSI LOCALIZZAZIONE COMPLICANZE E PECULIARITà
vibrio cholerae bacilli curvi ( a C), G-, mobili (flagello polare), aer-anaer-fac., ossidasi+, catalasi+. antigene O ed H. esoenzimi, emolisina e tox colerica. si moltiplicano sulla mucosa intest. senza penetrarvi. enterite con diarrea acquosa (acque di riso) con alta conc. di K. patologia a rapida evoluzione. indagine microsc. su mat. fecale, coprocoltura (arricc. in sol. peptone a pH alcalino) agar+ taurocolato sodico + tellurito di K a pH alcalino. tetracicline,cloramfenicolo,streptomicina. riprist. eq. idrosalino. vacc. disp. intestinale. si contrae per ingestione di cibi o bevande contaminati da feci. disidratazione, emoconcentrazione, acidosi, shock emodinamico (esito infausto)

∟ GENERE VIBRIO SIROGRUPPO: O1, O139 (Bengala), altri sierogruppi (O2 - O138) SIEROGRUPPO O1: biotipi, sierotipi, tipi fagici. BIOTIPO: classico, El Tor. SIEROTIPI: Ogawa, Inaba, Hokojima. TIPI FAGICI
spirillum minor G-, di forma a spirale, mobile (flagelli polari), l'uomo si infetta dal morso di un ratto. patologie chiamate spirillosi o sodoku. ulcera nel punto di morso, interess. linfoghiandolare, esantema maculare e febbre di tipo ricorrente. non coltivabile su terreni artificiali. isolamento dal sangue, dal pus o dal liquido sinoviale. penicillina, tetraciclina ed eritromicina. ospite di ratti ed altri carnivori. vivono anche nelle acque calde e salate. sintomi artritici. malattia piuttosto rara, tipica del giappone e dell'asia.
campilobacter jejuni bacilletti curvi, G-, mobili (flagelli polari), ossidasi positivo, microaerofili. alcuni ceppi producono una enterotossina termostabile (simile a quella colerica). enterocolite con batteriemia e diarrea (mucosanguinolenta) soprattutto nei bambini (patogeno opportunista). coprocoltura in terr. con CO2, sviluppano a 42°C. tipizzazione sierologica (su antigeni temostabili e termolabili). macrolidi, penicilline, aminoglicsidi, cloramfenicolo e tetracicline acqua o latte nn pastor. saprofita intestinale di animali domestici. supera la barriera gastrica e colonizza la mucosa intestinale.
campilobacter fetus bacilletti curvi, G-, anaerobi, mobili (flagelli polari) patogeno in particolare per soggetti immunocompromessi. infezioni sistemiche localizzate (endocartdite, peritonite e infez. urinarie) e meningiti nei neonati. macrolidi, penicilline, aminoglicsidi, cloramfenicolo e tetracicline patogeno di bovini ed ovini. occasionalmete trasmissibile all'uomo
helicobacter pylori bacillo spiraliforme G-, mobile (flagelli unipolari), microaerofilo, ossidasi+, catalasi+. LPS (poco tox) particolari ac. grassi del lipide A, adesine. colonizza la mucosa gastrica causando gastrite, ulcera (gastrica e duodenale).
neutralizza il pH con l'att. ureasica. tox vacuolante (VacA). resiste al killing intracell. (super ox-dismutasi). biopsia gastrica, PCR, test per l'ureasi (breath-test, o su materiali bioptici), ricerca di anticorpi specifici. mucosa gastrica e duodenale.
ampicillina, claritromicina. gastroprotettivi e inibitori della prod. ac. garstrici. adenocarcinoma gastrico. intensa attività ureasica.
yersinia pestis cocco-bacillo, G-, immobile, capsulato, aer-anaer fac. (trasmesso dalla pulce dell'uomo) antigene capsulare (frazione I), antigene V ed antigene W (az. antifag.) tox murina (legata al LPS) az. sui mitocondri, si moltiplicano nei monociti (grazie all'az. antifag.). peste: linfonodi sono sede di infez. (bubboni), da qui diffondono a milza, fegato, polmoni e meningi terr.+liq. organici,coloraz. con Giemsa,terr. con emina, terr. con rosso congo, agglutinazione con anticorpi streptomicina,cloramfenicolo, tetraciclina. vacc: bacilli uccisi con formolo diffonde dal punto di inoculazione (pulce) ai linfonodi (pulce) si moltiplica bloccando proventricolo,durante la suzione rigurgita contenuto nell'ospite

yersinia pseudotubercolosis bacilletto G-, mobile (flagelli peritrichi) in base agli antigeni O ed H si distinguono 11 gruppi e vari sierotipi infez. setticemiche, adenite mesenterica, appendicite ed eritema nodoso streptomicina, tetracicline. si contrae per contatto con animali o ingestione di alimenti infetti solo occasionalmente trasmissibile all'uomo (soggeti immunodepressi)
yersinia enterocolitica si contrae per ingestione di alimenti contaminati in alcuni sierotipi: enterotossina ST (simile a quella di E. coli ETEC) idem come Y.pseudotubercolosis, + enteriti con sintomi dissenterici. aminoglicosidi commensale di varie specie animale poliartrite, che sopravviene qualche settimana dopo l'enterite
francisella toularensis cocco-bacillo, G-, capsulato, aerobio obbligato a seconda del punto di penetrazione si hanno diverse forme. si moltiplica nei monociti tularemia: ulcerazione nel punto d'ingresso; forma oculo gangliolare o ulcero gangliolare; forma polmonare; tifoidea terreni ricchi di cisteina, proteine e glucoso, reaz. di agglutinazione, intradermorezione alla tularina aminoglicosidici, tetracicline, cloramfenicolo. vacc. con varienti attenuate parassita di roditori, causa zoonosi penetra da ghiandole sudoripare, dai linfonodi; possono diff. formando noduli in altre sedi

pasteurella multocida batt. di forma ovoide, G-, aer-aner fac., catalasi+, ossidasi+, coloraz. bipolare dal punto di accesso diffonde causando setticemia e ascessi multipli a distanza terreni con sangue o ematina tra 25 e 40°C penicilline, eritromicina, tetracicline, cloramfenicolo, sulfamidici parassiti di animali, penetra tramite morso o per via inalatoria può causare meningiti.
brucella melitensis cocco-bacillo, aerobio, immobile, ossidasi+ antigene A ed antigene M. comune alle varie specie di brucella capacità di resistere alla fagocitosi. az. tox del LPS ed allergizzanti dei componenti cell. febbre maltese: lungo periodo di incub.,dalla mucosa intest. migrano in fegato e milza, si riproducono in cell. istiocitarie terr. arricc. con liq. organici o con peptoni. agglutinazione con immunoglobuline anti-brucella tetracicline,cloramfenicolo,streptomicina, rifampicina (tratt. prolungato) contratto con l'ingestione di alimenti o contatto diretto con animali formazione di granulomi tubercolari in vari parenchimi
haemophilus influenzae bacillo pleomorfo, capsulato, (bacillo di Pfeiffer), aer-anaer fac.,γ-emolitico. polisacc. capsulare (SSS) diversi sierotipi, antigeni proteici M e P azione antifagocitaria della capsula. agente di meningiti, laringiti e infezezioni delle basse vie aeree nell'infanzia ricerca di SSS (nel liquor) con test immunoenzimatici o prove di precipitazione con sieri immuni ampicillina, vaccinazione contro lo stipite b consigliata nell'infanzia cresce solo in presenza di gruppo eme e NAD o NADP (fattore X e V) quindi di sangue

haemophilus ducreyi necissita di fattore X, è emolitico ulcera molle: infiammazione, adenite satellite, localizzata alla mucosa genitale dimostrazione colturale sulfamidici
haemophilus aegyptius detto bacillo di Koch-Weeks, necissita di fattore X e V, nn è emolitico febbre purpurica brasiliana: febbre alta, vomito, dolori addominali e porpora emorragica
bordetella pertussis cocco-bacilli, G-, aerobi obbligati, catalasi+, ossidano gli zucheri adesine (fimbrie), capsula (solo in vivo) az. Antifagocitaria endotox, tox pertossica, tox dermonecrotica,citotox tracheale, emoagglutinina filamentosa, emolisina pertosse,inf. Naso-faringea e vie aeree inferiori, complic. Encefalopatiche, ipossia quadro clinico, colture di secrezioni bronchiali (colonie lisce), immunoflurescenza γ-globuline iperimmun, vacc. Acellulari, consgl. Prima infanzia epit. Ciliato di trachea e bronchi,scarsa tend. super. Mucosa
pseudomonos aeruginosa bacilli G-, mobili (flagello pol.), ae-anae fac., ossid +, ox zuccheri adesine (fimbrie), flagelli, polisacc. extracell. (adesività) esotox A ed S, 2 emolisine, leucocidina, proteasi, piocianina (con fluoresceina colore blu delle colonie) infez. opportunistiche: di ustioni, imp. protesici, oculari, auricolari, basse vie respiratorie colture con nitrati, caratt. antig. secondo sensibilità a batteriofagi o alla prod. di batteriocine prod. di β-lattamasi e amnoglicosidasi, scarsa permeab. invol. ext. commensale prime vie resp., e app. digerente
burkholderia mallei (pseudomonas), G-, aer-anaer fac., immobile malleina (se ne ricava un test sulla reattività allergica) penetra in abrasioni cutanee o per inalazione. è una zoonosi morva: setticemia, eruzioni nodulari ed ulcerazione (spesso letale) terreni arricchiti di glicerolo, in cavia da orchite (segno di strauss), prove sierologiche solfasiazina, cloramfenicolo, tetracicline. intradermoreazione alla malleina malattia tipica di equini, suini ed ovini i quali sono il serbatoio nat.

burkholderia pseudomallei bacillo di Whitmore, G- aerobio, ossidante, lofotrico melioidosi: forme polmonari, intestinali e setticemie. prava su cavia o ricerca di anticorpi con antigeni ottenuti dalle colture. cotrimoxazolo, tetracicline, cloramfenicolo e ceftazidina zoonosi, penetra in ferite o ingestione di materiale contaminato
neisseria gonorrhoeae gli stessi di N. meningitidis. la gonorrea è un infenzione esogena antigene-K (capsula) polisaccaridico (az. antifag), pili (adesione) penetra la mucosa uretrale, produce IgA1 proteasi, si moltiplica nel connettivo dal quale può diffondere uretrite gonococcica, oftalmo-blenorrea (infez. perinatale) idem x N.meningitidis, nelle complicanze si ricerca anticorpi specifici verso antigeni di neisseria penicilline, ampicillina (utile anche nel prevenire l'infezione) uretra maschile, ghiandole di bartolini e di skene. trasm. sessuale artrite, orchite, endocardite, meningite, salpingo-ooforite
neisseria meningitidis G-, reniformi (diplococcchi a chicco di caffè), aer-anaer fac., imm., catalasi+, ossidasi+ antig. di memb. ext (LPS), capsula polisacc. caratter. (divsibile in 10 gruppi) dovuta all'endotox che agisce sugli endoteli e stimola intensa reazione inf., azi antifagoc. della capsula inf. purulenta delle meningi, esantema maculopapulare, disturbi mentali,cefalea, nausea e vomito microscopica nel liquor, immunofluorescenza, agar-ascite o agar-choc, 5% di CO2 , test x ossidasi penicillana, sulfadiazine. vacc. con polisacc. capsulare scars. immunogeno commensale delle prime vie aeree, diffonde alle meningi batt. estremamente fragili al'ext, causa epidemie in collettività chiuse
chlamidia trachomatis { G-, legate al LPS vi sono le MOMP, parete formata da CRP,forma rotondeggiante. le MOMP presentano antigeni specifici di specie e tipo serovar A, B e C:tracoma endemico; serovar D,E,F,G,H.I,J,K: infezioni genitali Uomo:uretrite,paratracoma; Donna:cervicite, endometrite,PID,periepatite; Neonato:congiuntivite,polmonte interstiziale. in colture in vivo di cell., PCR, reaz. immunoenzimatiche tetracicline, sulfamidici. insensibile ai β-lattamici x mancanza di mureina presenta "inclusioni" di glicogeno.
chlamidia psittaci { sono parassiti intracell. a livello energetico (nn sono in grado si produrre ATP) le MOMP presentano antigeni specifici di specie e tipo ornitosi o psittacosi: grave polmonite interstiziale con compromissione sistemica in colture in vivo di cell., PCR, reaz. immunoenzimatiche. utile la ricerca di anticorpi. tetracicline, insensibile ai β-lattamici x mancanza di mureina sono soprattutto zoonosi
chlamidia pneumoniae { ciclo vitale dimorf.:corpo elementare (forma infettante); C. reticolare (forma vegetativa). le MOMP presentano antigeni specifici di specie e tipo polmonite di modesta gravità con tendenza a cronicizzare in colture in vivo di cell., PCR, reaz. immunoenzimatiche. utile la ricerca di anticorpi. tetracicline, insensibile ai β-lattamici x mancanza di mureina