You are on page 1of 14

La dieta vegana mette a rischio il cuore? | ilJournal.

it

http://www.iljournal.it/2011/a-rischio-il-cuore-dei-vegetariani/266010...

Home Italia Mondo Ambiente Internet Consumi Cultura Economia Salute Televisioni Gusti Motori Sport Invenzioni e Ri-uso creativo Lintervista Opinioni Moda Video

Fotovoltaico in Piemonte
Quanto costa realizzare un impianto fotovoltaico? Chiedi un preventivo!
www.winnertech.it/preventivi

A rischio il cuore dei vegetariani


Di marina morelli 01 ott, 2011 Categoria: Star bene

La dieta vegana potrebbe mettere a rischio la salute del cuore e delle arterie. A lanciare lallarme uno studio pubblicato su Journal of Agricultural and Food Chemistry da un gruppo di ricercatori guidati da Duo Li, secondo cui le persone che seguono uno stile di vita vegan vegetariani in senso stretto possono rischiare lo sviluppo di malattie come ictus e patologie cardiache e vascolari. La ricerca afferma che le diete vegan sono carenti di diversi elementi nutritivi fondamentali come ferro, zinco, vitamina B12 e acidi grassi omega3. Questo significa, spiegano gli esperti, che i vegani tendono ad avere livelli elevati di

1 di 14

07.10.2011 11:52

La dieta vegana mette a rischio il cuore? | ilJournal.it

http://www.iljournal.it/2011/a-rischio-il-cuore-dei-vegetariani/266010...

omocisteina nel sangue e ridotti livelli di HDL, il colesterolo buono, entrambi fattori di rischio per le malattie cardiache. Anche le diete vegetariane possono presentare problemi simili, spiegano gli autori: se, infatti, sono in grado di fornire proteine a sufficienza, non prevedono invece sufficienti introiti di grassi e acidi grassi. Come fare per prevenire le patologie cardiache? Una soluzione esiste, assicurano gli esperti: basta aumentare lapporto di vitamina B12 e di acidi grassi omega-3, contenuti rispettivamente nelle uova, nel latte, nei frutti di mare e nel salmone e in altri pesci grassi. E per chi non accetta di mettere in tavola questi alimenti, anche gli integratori possono servire. Come sempre, la ricetta migliore resta lequilibrio: assumere le proteine animali, in quantit moderata, senza esagerare, e fare una dieta variata senzaltro la migliore garanzia per un corretto apporto di nutrienti.
Vacanza al Mare Maremma
Bilo 45mq 800mt Mare
Your advert here

Cellulari Spia
Vendita online di
www.simply.com

Tagged as: arterie, Cuore, dieta vegetariana, ferro, vegan, vegetariani, vitamina B12, vitamine, zinco

TAGS BOX
Accade oggi Ambiente Approfondimenti App Scelte Arte Attualit ComunicaRoma.info

Consumerismo
Consumi CoseIberiche.it Cultura
Curiosit Ecologia Economia Fiere

Gusti

Informazione e internet

Internet Invenzioni

e Ri-uso creativo

Commenti da Facebook:
Mi piace A una persona piace questo elemento. Di' che piace anche a te, prima di tutti i tuoi amici.

Accesso eseguito come Still Rage Aggiungi un commento...

Pubblica il commento sul mio profilo Facebook


Plug-in sociale di Facebook

Pubblica

30 Commenti
1. Antonella Sagone on ottobre 2nd, 2011 at 09:33: Non potendo leggere il testo completo non posso verificare se ci sono conflitti di interesse per i ricercatori che hanno scritto questo articolo (il dubbio c!), n come si alimentavano

2 di 14

07.10.2011 11:52

La dieta vegana mette a rischio il cuore? | ilJournal.it

http://www.iljournal.it/2011/a-rischio-il-cuore-dei-vegetariani/266010...

i soggetti vegan studiati, ma posso facilmente arguire che non si trattava di una dieta corretta. La dieta vegan include come parte importante i semi oleaginosi (noci, nocciole, mandorle, sesamo, girasole, lino ecc) che contengono in abbondanza acidi grassi polinsaturi e precursori degli Omega 3. Include anche vitamina C in abbondanza (sicuramente pi della media degli onnivori dato lalto contenuto di frutta e verdura fresca) che permette unassimilazione ottimale del ferro vegetale, anchesso assieme allo zinco abbondante specie se nella dieta ci sono cereali integrali, frutta secca ecc come avviene in una dieta equilibrata e completa. La B12 lunica vera necessit, basta prendere lintegratore e non c affatto bisogno di correre a ingozzarsi di uova e latticini. Qualsiasi dieta pu essere sbilanciata: insalata, patatine fritte e cocacola veg ma non salutare, come non lo sarebbe bistecca, pastasciutta e dolciumi (pure ci sono onnivori che si nutrono pi o meno cos!). Infine, lo studio esordisce dicendo testualmente: In confronto ai vegetariani, gli onnivori hanno un gruppo significativamente pi elevato di rischi cardiovascolari, compresi un pi alto indice di massa corporea, rapporto vita/anca, pressione sanguigna, colesterolo plasmatico totale (TC), livelli di trigliceridi e LDC-C, concentrazione di lipoprteina sierica, attivit del fattore plasmatico VII, rapporto TC/HDL-C, LDL-C/HDL-C e AG/HDL-C, e livelli di ferritina sierica. Lo so che i giornalisti vanno sempre di corsa, ma unocchiata a fonti attendibili avrebbe evitato questa disinformazione, che arriva a suggerire lesatto contrario di ci che unenorme mole di studi attesta: la dieta che include i grassi saturi di carne e derivati del latte a far male al cuore, lalimentazione in particolare vegan quella pi protettiva da questo punto di vista. 2. marina morelli on ottobre 2nd, 2011 at 10:43: Che ci siano conflitti di interesse nello studio anche possibile ma non nemmeno corretto che ogni volta che si ascolta qualcosa di contrario alla propria personale convinzione si pensa che ci sia qualcosa sotto. Chi ti sta rispondendo una persona che stata vegetariana per ben 5 anni e che purtroppo ha dovuto smettere per problemi di salute, la dieta vegetetariana era totalmente incompatibile per un mio post intervento chirurgico. E verissimo la dieta vegan include noci, nocciole, mandorle..linoche scientificamente provato sono sostanze protettive per il cuore ma di sicuro non si pu vivere solo di frutta secca. Trovo anche scorretto quando dici la B12 manca.basta prendere lintegratore. No Antonella non dobbiamo abituare le persone agli integratori ma dobbiamo abituarli a una sana alimentazione. Se permetti la B12 entra nella produzione di globuli rossi e del midollo osseo e di sicuro una cosa cos fondamentale io non la devo cercare in un integratore prodotto poi da chiss quale casa farmaceutica. Ma per quanto io non sia daccordo con lassunzione di integratori mi sembra di aver ben chiuso larticolo scrivendo: basta aumentare lapporto di vitamina B12 e di acidi grassi omega-3, contenuti rispettivamente nelle uova, nel latte, nei frutti di mare e nel salmone e in altri pesci grassi. E per chi non accetta di mettere in tavola questi alimenti, anche gli integratori possono servire. Quindi come vedi ho ben bilanciato le possibili scelte. 3. M. on ottobre 2nd, 2011 at 16:58: Per Marina Morelli: Davvero pensa che nellalimentazione a base di carne la B12 sia naturale? Lo sa da dove viene la B12? La B12 ottenuta da batteri presenti nel terreno, tanto che i nostri antenati (che non erano certo gran consumatori di carne, non per motivi etici ma per motivi economici dato che la carne era cibo per ricchi) la prendevano dalle verdure e dalla frutta, colte dal terreno e semplicemente sciacquate. Oggi per i metodi di coltivazione e di sterilizzazione quasi dei vegetali non pi possibile trovare questa vitamina, n

3 di 14

07.10.2011 11:52

La dieta vegana mette a rischio il cuore? | ilJournal.it

http://www.iljournal.it/2011/a-rischio-il-cuore-dei-vegetariani/266010...

tantomeno possono esserne considerate fonti gli animali. Gli animali, loro s, la prendono dal terreno perch non lavano la verdura (incredibile doverlo spiegare) ma solo se vivono allaperto. E chiaro che questa vitamina viene somministrata insieme a tante altre agli animali di allevamento, che sono imbottiti di vitamine e di antibiotici vari, sia per curare che per prevenire le malattie dovute alla vita in ambienti per loro innaturali, al numero esorbitante di animali per m2, e alle scarse condizioni igieniche. Spero che Lei non sostenga che la mucca pazza e la suina siano nate per intervento diabolico e non per questo modo di tenere gli animali. Il virus impiega ben poco per fare il salto di specie e arrivare agli umani. Ci sono s delle specie animali che da sole producono B12, ma a meno che Lei non le vada ad uccidere nel loro habitat naturale impossibile che la mucca a pezzi che si trova incellophanata al supermercato sia fonte autonoma di B12, per le condizioni di innaturalit di lui ho appena parlato. Semplicemente non ottiene il nutrimento che le permetterebbe di produrre B12. Questo per dirle che A) non pensi che solo i vegani integrano la B12. Anche gli onnivori la integrano, solo che non lo sanno e la prendono dagli animali, noi invece la prendiamo pulita B) Non c nulla di innaturale nei batteri che producono B12 poi inserita in una pasticca dato che gli stessi batteri fanno anche lo yogurt. Lei non cosuma yogurt perch lo ritiene innaturale? Mi fa anche abbastanza ridere che si ritenga naturale lalimentazione onnivora, se accendo la TV pieno di pubblicit di Multcentrum, Be-Toal, Danaos contro losteoporosi, Activia perch non si sa quanta gente stitica Per quanto riguarda i richi di infarto, io non sono un medico e non mi spaccio per tale, rimando a chi da anni lavora nel settore. http://www.scienzavegetariana.it/nutrizione/opuscolo_vantaggi_veget.html Per quanto riguarda il suo tornare a mangiare carne dopo una malattia, mi dispiace se si trovata in mano di incompetenti, io e migliaia di altre persone non solo siamo vegane da 10 anni e pi, ma i mali ce li siamo curati proprio con lalimentazione. Lei un essere umano come me e quello che fa bene a me fa bene anche a lei. Abbiamo gusti, malattie, allergie, intolleranze, ma fisiologicamente Lei un essere umano. E la dieta adatta allessere umano quella vegana. 4. M. on ottobre 2nd, 2011 at 17:14: Tra laltro, Lei ha volutamente omesso le fonti vegetali di omega3. Un eventuale lettore lo sapr solo dallintervento di A.Sagone. E ha indicato solo gli integratori come fonte alternativa agli alimenti di origine animale. Come pu dire di aver ben bilanciato linformazione? La sua esperienza personale, emersa con il secondo post, non la autorizza a infangare unalimentazione che cura le persone e previene moltissime delle cosiddette malattie del benessere. 5. marina morelli on ottobre 2nd, 2011 at 17:21: Non ho capito in quale parte della mia risposta io abbia scritto che in una alimentazione a base di carne la B12 sia naturale. Sta parlando con una persona che nel suo periodo vegetariano stata benissimo in salute e sa perch? Perch era controllata da medici capaci e intelligenti che le hanno insegnato a mangiare correttamente. Quindi la prego di non parlare di cose che non sa dicendo che sono stata in mano a incompetenti. Solamente il ritorno a una dieta dove era presenti un po di proteine animali mi ha permesso di recuperare un po di salute per affrontare tutto il resto.

4 di 14

07.10.2011 11:52

La dieta vegana mette a rischio il cuore? | ilJournal.it

http://www.iljournal.it/2011/a-rischio-il-cuore-dei-vegetariani/266010...

Invece di scrivere tutte queste informazioni trite e ritrite su quanto sia figo e naturale mangiare vegan bastava che con un po di intelligenza rileggeva quello che io avevo scritto. Non ci creder ma avevo parlato anche degli omega-3 e dei suoi osannati integratori e non avevo parlato a titolo personalema riportando una ricerca scientifica. Come fare per prevenire le patologie cardiache? Una soluzione esiste, assicurano gli esperti: basta aumentare lapporto di vitamina B12 e di acidi grassi omega-3, contenuti rispettivamente nelle uova, nel latte, nei frutti di mare e nel salmone e in altri pesci grassi. E per chi non accetta di mettere in tavola questi alimenti, anche gli integratori possono servire. Le chiedo solo di aprire la mente e di lasciare agli essere umani lequilibro della scelta. N io n lei abbiamo la verit divina nelle mani. 6. M. on ottobre 2nd, 2011 at 17:29: Leggo e rileggo il suo articolo e continuo a non trovare citate le fonti vegetali di omega3. Io leggo solo integratori. Leggo e rileggo il suo articolo e i suoi post e continuo a trovare accenni espliciti e velati alla insalubrit della dieta vegana (inoltre, se lei era vegetariana, gi le uova e il latte le fornivano proteine animali, poich uova e latte non sono vegetali, da ci deriva che le proteine che apportano non sono di origine vegetale, da cui la non necessit di assumuere carne per inserire proteine animali). Quindi, mi sembra anche abbastanza significativo che per Lei sia attendibile solo questo studio che demonizza lalimetazione vegana. 7. marina morelli on ottobre 2nd, 2011 at 17:31: scusa ma sai leggere? basta aumentare lapporto di vitamina B12 e di acidi grassi omega-3 la leggi questa frase? 8. M. on ottobre 2nd, 2011 at 17:31: Guardi c ben poco di figo nel rispondere allennessimo articolo pieno dei riti e ritriti rischi dovuti allalimentazione vegana, mi creda. 9. marina morelli on ottobre 2nd, 2011 at 17:34: Le assicuro che decisamente stancante anche per me risponderle. 10. M. on ottobre 2nd, 2011 at 17:46: Tra laltro persino Bill Clinton segue una dieta vegana per salvaguardare il suo cuore, iniziata proprio dopo aver avuto i primi problemi di cuore che lo hanno costretto a ben due operzioni (e meno male che la dieta onnivora preservava da questi mali) http://well.blogs.nytimes.com/2011/08/18/bill-clintons-vegan-journey/ Non penso che sia lultimo scemo sulla terra, lex presidente. 11. marina morelli on ottobre 2nd, 2011 at 17:49: guardi che Clinton non seguiva una dieta onnivora ma una dieta fatta di grassi, fritti, e

5 di 14

07.10.2011 11:52

La dieta vegana mette a rischio il cuore? | ilJournal.it

http://www.iljournal.it/2011/a-rischio-il-cuore-dei-vegetariani/266010...

McDonald a iosanon faccia lerrore di accumunare una dieta sana EQUILIBRATA con quella di Clinton 12. M. on ottobre 2nd, 2011 at 17:52: Bene, allora perch i suoi medici gli hanno consigliato una dieta vegana anzich una equilibrata dieta onnivora? 13. eweg on ottobre 2nd, 2011 at 18:49: Marina, la ricerca che hai linkato, Chemistry behind Vegetarianism, dice che GLI ONNIVORI hanno pi fattori di rischio cardivascolare, non i vegetariani, che ne avrebbero solo 2. Tu invece hai praticamente detto IL CONTRARIO delle conclusioni dello studio. Non so se davvero nel testo completo dicono che lalimentazione vegana carente di ferro e zinco, comunque non cos. Hai anche omesso le fonti vegetali di omega3 (in realt gli omega3 dei pesci vengono persi con la cottura). Ma soprattutto hai ritirato fuori questa stupida storia vecchia di mesi proprio in occasione della settimana vegetariana mondiale e dopo i molti articoli recenti sullargomento e sulle dichiarazioni di Veronesi. Sugli omega3: http://www.agireora.org/info/news_dett.php?id=1133 http://www.agireora.org/info/news_dett.php?id=1085 14. marina morelli on ottobre 2nd, 2011 at 19:31: I miei medici mi hanno consigliato una dieta vegana? ma cosa stai dicendo? ma chi diamine ha detto mai una cosa del genere? Scusami ho solo riportato uno studio e le sue conclusioni e ho aggiunto una cosa che fatichi a leggere a quanto vedo la ricetta migliore resta lEQUILIBRIO. Equilibriocapisci? Non mi interessano delle teorie vegane, n di quelle vegetariane, n di quelle onnivore. Ho riportato lo studio con la massima correttezza lasciando agli esseri umani la liberta di scelta. Lequilibrio non mangiare vegano, non mangiare vegetariano e non nemmeno mangiare onnivero.lequilibrio avere una sana alimentazione. Tutto il resto sono inutili e futili chiacchere a cui non sono interessata. Chiudo qui il discorso. 15. marina morelli on ottobre 2nd, 2011 at 19:43: eweg quando si fa la traduzione con google traduttore si legge lintero contesto e non solo la prima parte. Io lho letta in inglese tutta e non solo labstract ok? la ricerca afferma che gli onnivori hanno una maggiore possibilit di malattie cardiovascolari ma nella seconda parte quella che tu ti sei scordata di leggere o che hai tradotto male parla di carenza di vitamina B12 di carenze dei fosfolipidi nei tessuti che stimolano laggregazione delle piastrine etccon maggior rischio aterosclerotico etc. La ricerca non afferma mangiate carne e starete meglio o non afferma mangiate vegano e stare meglioparla di rischi sia per gli onnivori che per i vegani. Lequilibrio.! Ripeto e qui si chiude il discorsoequilibrio non mangiare vegano, non mangiare vegetariano e non nemmeno mangiare onnivero.lequilibrio avere una sana alimentazione. Tutto il resto sono inutili e futili chiacchere a cui non sono interessata.

6 di 14

07.10.2011 11:52

La dieta vegana mette a rischio il cuore? | ilJournal.it

http://www.iljournal.it/2011/a-rischio-il-cuore-dei-vegetariani/266010...

E se ancora questo non va bene a qualcuno pregato di andare a parlare con lautore dello studio per esprimergli il proprio dissenso. 16. M. on ottobre 2nd, 2011 at 20:01: Signora Morelli non so pi che fare con Lei. E a BILL CLINTON che i medici hanno consigliato una dieta vegana, non a Lei! Da qui la mia domanda: se Clinton aveva gi problemi di cuore come mai i medici gli hanno imposto di mangiare vegan anzich una equilibrata dieta onnivora? 17. marina morelli on ottobre 2nd, 2011 at 20:11: Ma ha bisogno di scomodare Clinton per tirare acqua al suo mulino? ha chiesto di che materiale la cinta dei suoi pantaloni? gli ha chiesto la borsa di pelle o le scarpe di cuoio che porta di quale animale morto sono? Abbi pazienza.il discorso chiuso qui. Le auguro tanta salute e sono felice per lei. Per quanto riguarda me continuer a ribadire che lequilibrio fatto da una sana alimentazione che contenga tutti i nutrienti necessari. Se ha altro da dire c lautore dello studio a sua disposizione per ogni eventuale richiesta di maggior informazioni. Argomento chiuso qui. 18. eweg on ottobre 2nd, 2011 at 20:13: No, tu hai scritto, come altri prima di te qualche mese fa, che il cuore dei vegetariani a rischio a causa di carenze di ferro, zinco, B12 e omega3, e non vero. Hai scritto che uno studio avrebbe lanciato lALLARME sullalimentazione vegana, facendo intendere che diventare vegani sarebbe dannoso per il cuore, mentre la rassegna da te linkata dice che diventando vegani i fattori di rischio cardiovascolare passano da 12 a 2, come hai ammesso. <> infatti, ma tu questo non lo hai scritto, hai scritto invece: A rischio il cuore dei vegetariani La dieta vegana potrebbe mettere a rischio la salute del cuore e delle arterie. A LANCIARE LALLARME uno studio pubblicato su Journal of Agricultural and Food Chemistry da un gruppo di ricercatori guidati da Duo Li, secondo cui le persone che seguono uno stile di vita vegan vegetariani in senso stretto possono rischiare lo sviluppo di malattie come ictus e patologie cardiache e vascolari <> appunto, 2 fattori (secondo loro, B12 e omega3) contro 12: Omnivores have a significantly higher cluster of cardiovascular risk factors compared with vegetarians, including increased body mass index, waist to hip ratio, blood pressure, plasma total cholesterol (TC), triacylglycerol and LDL-C levels, serum lipoprotein(a) concentration, plasma factor VII activity, ratios of TC/HDL-C, LDL-C/HDL-C and TAG/HDL-C, and serum ferritin levels 19. marina morelli on ottobre 2nd, 2011 at 20:25: eweg quello labstract. Non alzare inutili polveroni traducendo solo 4 righe di un abstract.

7 di 14

07.10.2011 11:52

La dieta vegana mette a rischio il cuore? | ilJournal.it

http://www.iljournal.it/2011/a-rischio-il-cuore-dei-vegetariani/266010...

Se ha altro da dire c lautore dello studio a sua disposizione per ogni eventuale richiesta di maggior informazioni. Argomento chiuso qui. 20. M. on ottobre 2nd, 2011 at 20:48: Lo so, ma sono stati ignorati allo stesso modo. Comunque, ne ho quanti ne vuole: http://www.scienzavegetariana.it/medici/bib-vascolari.html http://www.scienzavegetariana.it/nutrizione/cad_naturale.html http://www.scienzavegetariana.it/nutrizione/vrg/cuore.html http://www.scienzavegetariana.it/nutrizione/pcrm/pcrm_killer.html 21. marina morelli on ottobre 2nd, 2011 at 21:58: Questi link non li avevo visti. Il sistema non permette che vengano messi pi di un link per commento. Se succede c bisogno della mia approvazione. Ne ho stampato qualcuno, li tradurr e ne scriver qui. Ci non toglie che ogni mio articolo finir dicendo che la migliore alimentazione quella che apporta lequilibrio dei nutrientitutti i nutrienti. Tutto il resto stato cancellato. In questo sezione non ammessa la maleducazione. Argomento chiuso qui. 22. Gianfranco Longo on ottobre 2nd, 2011 at 22:10: Marina, la conclusione dello studio mi sa che proprio quella che cita Eweg, mi pare difficile, sulla base delle conoscenze attuali, poter pensare che una dieta vegetariana possa portare a tali conseguenze. Sul fatto che tu fossi seguita da medici che sapessero il fatto loro mi permetto di metterlo in dubbio, visto che in genere una malattia non la curi con ci che generalmente ne provoca le cause! Sarebbe come se un malato di tumore venisse spinto a fumare per antagonizzare la crescita tumorale richiamando una maggior sintesi di globuline! Non entro nel tuo merito personale, visto che non posso chiederti pubblicamente cosa hai avuto, ma di certo ti si poteva aiutare meglio. La verit sta s nel mezzo, ma in mezzo a cosa? Fra la morte degli animali e il tuo degrado? A me risulta molto diversamente. 23. marina morelli on ottobre 2nd, 2011 at 22:37: No Gianfranco Eweg ha tradotto solo labstract. Appena avr tempo lo traduco in italiano e lo riporto e credimi le conclusioni sono altre. Gianfranco sono stata curata nella maniera migliore possibile e da un ottimo ematologo ma sicuramente questo non il posto per parlare di cose personali. 24. Gianfranco Longo on ottobre 3rd, 2011 at 02:15: Per carit Marina, sulle questioni personali nessuno ha il diritto di entrare nel merito, e spero che ora tu sia al meglio. E lo studio di questi autori che non quadra, nemmeno i maggiori antagonisti delle diete vegetariane userebbero argomentazioni del genere, che per altro troverebbero assurde. Per esempio si sa benissimo che una dieta vegetale ricca in arginina, la quale mantiene in buono stato lendotelio dei vasi sanguigni, mentre lossido nitrico, di cui lo stesso

8 di 14

07.10.2011 11:52

La dieta vegana mette a rischio il cuore? | ilJournal.it

http://www.iljournal.it/2011/a-rischio-il-cuore-dei-vegetariani/266010...

aminoacido precursore, risulta un potente vasodilatatore che migliora la funzione cardiovascolare e cardiocircolatoria. Inoltre c unottima presenza di magnesio, anchesso conosciuto per lattivit vasodilatatrice e non solo. Se aggiungiamo la mancanza in apporti alimentari delle LDL, che si formano in questo caso solo da sintesi epatica, ci viene proprio difficile non pensare ad una burla scientifica o qualcosa del genere. Le carenze che citano non hanno nulla a che fare con una dieta vegetariana, ma fanno parte di una dieta semplicemente in carenza! Sulla B12 per esempio, anche chi ha una dimestichezza minima riguardo a zootecnologie, sa bene che viene addizionata nei mangimi animali attraverso integratori sintetici, proprio per ridurre tale rischio ipovitaminico nella popolazione onnivora, per motivi che ora non star a spiegare. Omega-3 ancor peggio, chi vegetariano-vegano possiede generalmente unadeguata conoscenza delle maggiori fonti, mentre gli altri, oltre a non assumerne se non raramente e quasi casualmente, spesso includono eccessivi apporti di omega-6, che riducono la presenza dei gi citati acidi grassi. Ora non vorrei proporre una lunga e noiosa rassegna di tutti gli aspetti toccati dallarticolo, fra laltro risalente allinizio dellanno e quindi gi largamente trattato, ma la notizia non ha nulla di concreto. Se cos fosse, di vegetariani sarebbero pieni gli ospedali e avrebbero vita brevissima, mentre dagli studi disponibili in letteratura risulta esattamente il contrario, e i letti nei reparti di degenza confermano. Proprio allinizio di febbraio ci fu un comunicato stampa che rispondeva a queste affermazioni con dati reali e ponderati http://www.scienzavegetariana.it/news_dett.php?id=1098 . Spero di essere stato abbastanza esaudiente, in ogni caso mi ritengo a disposizione. 25. Antonella Sagone on ottobre 3rd, 2011 at 03:15: gentile Marina, intervengo unultima volta in questa accesa discussione, me lo consenta, dato che sono stata tirata in ballo di nuovo pi volte. Nel frattempo ho fatto qualche ricerca e sono riuscita a leggere larticolo completo. Ho avuto cos il piacere di verificare per prima cosa che non si tratta di uno studio o ricerca, ma di una rassegna, cosa ben diversa da, per dire, una sperimentazione clinica controllata oppure di una meta-analisi (in cui dati da ricerche ad alto livello di evidenza e comparabili fra loro vengono accorpati): di fatto, gli autori hanno letto una carrellata di studi (di evidenza varia) e hanno espresso le loro opinioni sulla base delle loro letture. Una tipologia di articolo che si posiziona poco pi in alto della semplice opinione personale, ai pi bassi gradi di evidenza scientifica. Inoltre gli autori NON consigliano di mangiare uova o pesce per integrare i bassi livelli di B12 e n3-LCPUFA (acidi grassi polinsaturi a catena lunga) che, a loro giudizio (ma contraddetto da tanti studi seri che sono gi stati citati qui sopra da altri) i Vegan avrebbero bassi. Dice semplicemente di fare attenzione ad avere un adeguato apporto nella dieta di queste sostanze. Questo suggerimento a tornare a una dieta con derivati animali, come peraltro la parte in cui lei afferma che i Veg sarebbero anche carenti di ferro e zinco, lei non lha tratta dallo studio in questione, ma dallagenzia dellADN Cronos del 2 febbraio, e da un successivo articolo del 9 febbraio del Sole 24 ore: http://salute24.ilsole24ore.com/articles/12662niente-prodotti-di-origine-animale-vegani-a-rischio-cuore?refresh_ce leggendo agenzia e articolo si pu notare come lei abbia ripreso si pu dire parola per parola. Quindi gentile Marina, come vede ci che obiettavo nella mia prima risposta non era poi cos campato in aria, ed un vero peccato che lei, che anche medico, a causa anche della sua esperienza personale (sulla quale non mi permetto di entrare, ma che non dovrebbe costituire un bias nel momento in cui si scrive e si divulga facendo cultura sanitaria) non abbia contribuito a una lettura critica di questo studio, invece di fare da semplice ripetitore, avallare e rafforzare un messaggio fuorviante la dieta vegan pone a rischio cardiovascolare che non era contenuto nello studio, ma nelle distorsioni fatte dai Media.
9 di 14 07.10.2011 11:52

La dieta vegana mette a rischio il cuore? | ilJournal.it

http://www.iljournal.it/2011/a-rischio-il-cuore-dei-vegetariani/266010...

26. marina morelli on ottobre 3rd, 2011 at 09:52: Antonella la prego una ricerca non una rassegna e soprattutto non offenda dei ricercatori sostenendo che quella una opinione personale e in ogni caso lei non stata pi tirata in ballo. Ma le ripeto, non mi interessa di vegani, n di vegetariani e tanto meno di onniverisu tutti e tre gli argomenti alla fine scrivere che la cosa corretta lequilibrio degli alimenti come la scienza dice da prima che nascessimo sia lei che io. Spero vivamente che largomento sia chiuso qui. 27. marina morelli on ottobre 3rd, 2011 at 10:00: Gianfranco se vuole scrivermi lei un articolo sullargomento faccio in modo che le venga pubblicatonessun problema. Ununica cosa io non ho mai suggerito di tornare alla dieta onniveraho semplicemente riportato uno studio come un altrolascio allintelligenza delle persone la scelta di fare la cosa giusta. Se mi venisse passato uno studio che parla dei benefici della dieta vegan scriverei dei benefici della dieta vegan, se mi venisse passato uno studio sui benefici della dieta onnivora riporto i benefici della dieta onnivora. Quello che forse non si capito che a me di cosa dicono entrambi gli studi non mi interessa assolutamente nullaio come qualsiasi altro medico continuer a suggerire ai pazienti una alimentazione completa fatta con tutti i nutrienti dalle proteine animali a quelle vegetali. Le ho lasciato esprimere la sua opionione e ne ho rispetto quindi ora lei abbia rispetto della mia opinione personale. La cosa che mi diverte che una settimana fa ho scritto dei danni della dieta a base di pancetta e salsicce.curioso nessun onnivoro ha replicato.http://www.iljournal.it /2011/salsicce-e-pancetta-killer/264852. 28. Antonella Sagone on ottobre 3rd, 2011 at 10:58: per carit, non voglio passare per una che va insultando i ricercatori. Ho solo descritto la tipologia dellarticolo citato, che scritto da un unico autore, il quale non credo si offenda perch ho riportato quanto lui stesso afferma nel suo articolo, cio che si tratta di una semplice review, cio rassegna non sistematica. Mentre la rassegna sistematica una revisione della letteratura in cui sono stati utilizzati (e pre-specificati in un protocollo) metodi appropriati per identificare, valutare e riassumere studi che affrontano una domanda clinica predefinita, quella non sistematica una revisione o una metanalisi che non ha eseguito una ricerca esaustiva della letteratura pertinente e contiene solo una selezione degli studi eseguiti su una specifica domanda clinica, o che non ha definito i metodi per la ricerca e la valutazione degli studi in essa contenuti. Larticolo citato non parla di metodologie di selezione degli studi in base al loro livello di evidenza n di come ha confrontato i dati, semplicemente perch non questa la tipologia usata. Si tratta di una semplice review, che viene definita dalla scienza della ricerca come al pi basso grado del livello di evidenza (il quarto), ed equiparato alle opinioni personali degli esperti: Indicazioni di comitati, opinioni di esperti, e cos di seguito (reviews non sistematiche etc.) http://eblm.biomedia.net/pdf/03_02.pdf. Quindi nessuna offesa, ho solo dato la definizione standard del tipo di studio. E qui chiudo davvero anche io! 29. marina morelli on ottobre 3rd, 2011 at 11:23:

10 di 14

07.10.2011 11:52

La dieta vegana mette a rischio il cuore? | ilJournal.it

http://www.iljournal.it/2011/a-rischio-il-cuore-dei-vegetariani/266010...

Se permette Antonella le spiego io cosa una revisione senza dover scomodare testi presi in rete. Una revisione quando si prendono tutti gli articoli scritti su un argomento e ne viene fatta una ricerca sui fattori di rischio. Il dottor Duo Li ha preso tutti gli articoli degli ULTIMI 30 ANNI in cui venivano esposti i danni cardiaci dovuti a una alimentazione prettamente vegana e ne ha fatto una ricerca per estrapolare i dati finali. Bene Antonella ora dopo che lei mi ha insegnato cosa uno studio e cosa una rassegna la ringrazio per aver chiuso largomento. 30. Gianfranco Longo on ottobre 4th, 2011 at 21:18: se vuole scrivermi lei un articolo sullargomento faccio in modo che le venga pubblicatonessun problema. Ci vorr del tempo ma se vuole lo far (mi scusi il tu iniziale, ma su internet sono abituato cos). Ne avrei uno gi pronto, ma per un altro sito e per ora non posso pubblicarlo altrove, per appena uscir glielo potr passare. In ogni caso questo il mio indirizzo: informazione.alimentare@gmail.com Le ho lasciato esprimere la sua opionione e ne ho rispetto quindi ora lei abbia rispetto della mia opinione personale. E per questo la ringrazio, per di mie opinioni ce ne sono ben poche, pi che altro ho fornito qualche dato: magnesio ossido nitrico non rientrano in personalismi filosofici. Riguardo a lei, giusto che ognuno possa esternare il proprio pensiero, ma opportuno che i lettori riescano a distinguerlo da unaffermazione medico-scientifica, in quanto proposto da una professionista. Facendo informazione, immagino che lei ci tenga ad offrire il meglio. La cosa che mi diverte che una settimana fa ho scritto dei danni della dieta a base di pancetta e salsicce.curioso nessun onnivoro ha replicato E ci mancherebbe pure..in un paio di siti mi capitato di scrivere alcuni consigli sullinversione nel decorso della disfunzione erettile, anche l non si lamentato nessuno. 31. Paolo on ottobre 7th, 2011 at 11:48: Il tuo commento in attesa di essere moderato. Quando la discussione pi interessante dellarticolo

Lascia un commento

11 di 14

07.10.2011 11:52

La dieta vegana mette a rischio il cuore? | ilJournal.it

http://www.iljournal.it/2011/a-rischio-il-cuore-dei-vegetariani/266010...

alternativa 100%vegetale
formaggi vegan adatti ai celiaci alternative alla carne vegan
www.vegusto.it

Pi magri, sani e belli?


Con i nostri cibi bio e vegani si pu in poche settimane!
www.biogastronomia.it

Benessere della donna


I corretti stili di vita e e il benessere della donna.
www.integratoriebenessere.it

Articoli correlati
Salute da sgranocchiare Troppo sodio e poco potassio Illusioni alcoliche Per saperne di pi sulla gravidanza Le vostre performance a letto sono nella media?

ECONOMIA

Rc Auto, cambiamento sinonimo di risparmio

INTERNET

Come funziona la pubblicit online

12 di 14

07.10.2011 11:52

La dieta vegana mette a rischio il cuore? | ilJournal.it

http://www.iljournal.it/2011/a-rischio-il-cuore-dei-vegetariani/266010...

MONDO

Omicidi nel mondo

SALUTE

Riconoscere i segni dello stress

AMBIENTE

Un giudice blocca il cantiere per la contestata diga di Belo Monte in Amazzonia

MOTORI

WSBK: Ducati campione del mondo!

Contatti
- Multimedia - Noi - Advertising - Contattaci

La Redazione Ultimi Articoli

- Luca Ajroldi (Direttore) - Mario Pinzauti (Condirettore) - Antonio Lubrano - Giuseppe Cordasco - Agostino Loffredi - Manuel De Santis

- Roberta Petronio - Francesca GuadagnoQuelli che le elezioni non le - Mario Stramazzo vogliono - Marina Morelli Riconoscere i segni dello stress - Maria F. Piva Rubalcaba.es - Damiano Rulli Chi far il Decreto Sviluppo? - Gabrile Paolillo Forza Gnocca: il Pdl cambia nome? LAdusbef prende posizione su

13 di 14

07.10.2011 11:52

La dieta vegana mette a rischio il cuore? | ilJournal.it

http://www.iljournal.it/2011/a-rischio-il-cuore-dei-vegetariani/266010...

Bankitalia Un giudice blocca il cantiere per la contestata diga di Belo Monte in Amazzonia
Ultimi Video

Una mano Lultimo dei padani BIG BANG BIG BOOM Un viaggio attorno alla terra Alimation La storia dellarte a ritmo di rock Cat Man Do Bear untitled D.O. Edit
Archivi

14 di 14

07.10.2011 11:52