You are on page 1of 4

thegoodly.

com

mercoledì 25 maggio 2011
Carlo

GUIDA AL COMPUTER – LEZIONE 17 DI
歡歡歡歡 Goodlier. Hai mai usato una macchina per scrivere?

Nel periodo della maturità notti insonne a trascrivere la tesina per gli esami con continui errori di digitazione, poi corretti per mezzo di un prototipo di quello che sarebbe diventato il bianchetto. Un fogliettino di carta di circa 2 x 5 centimetri sul quale era presente una patina di colore bianco che, posizionato davanti la lettera da correggere e digitando nuovamente la lettera errata, andava a coprire l’errore grazie alla pressione del martelletto della macchina; retraendo poi il tamburo si poteva scrivere infine la lettera corretta. Ma il danno era evidente. Niente pagine perfette quindi. Ma un grosso lavoro certosino se fatto con pazienza. Molte ore di lavoro per poche pagine. Ora poche ore di lavoro per molte pagine a parità di velocità. Come è possibile? Semplice ora noi fighetti usiamo la tastiera, il mouse, un computer ed un tasto eccezionale, straordinario, innovativo e determinate come “CANC”, per Uoz America semplicemente… DELETE

Se sei un giovincello penso proprio di no. Forse potresti nemmeno sapere come sia fatta. Se invece è “un po’ di tempo” che hai terminato le scuole penso l’avrai vista od addirittura usata. Un’emozione quando mio padre ne comprò una per casa. Ricordo che era una Olivetti modello “Lettera 35” con la sua custodia a valigetta rigida di color nero. Ancora adesso a pensarci, mentre sto scrivendo questo post, un brivido di piacere mi scivola dalla testa dietro la schiena.

Printed with

joliprint

http://www.thegoodly.com/2011/05/guida-al-computer-lezione-17-di.html

Page 1

thegoodly.com
GUIDA AL COMPUTER – LEZIONE 17 DI

mercoledì 25 maggio 2011

Il bianchetto è stato sostituito da un tasto… Capisci l’evoluzione cosa ha portato. E soprattutto capisci quanto tempo ci è passato dietro se sei come me, oppure quanto ne avrai davanti se sei giovincello? Dopo questo balzo nostalgico diciamo quindi che, emozioni a parte, siamo andati straordinariamente bene con questo oggetto tecnologico. Ma cos’è una tastiera?

E’ un dispositivo che permette di inserire manualmente dei dati all’interno del computer ed il controllo dello stesso in assenza di dispositivo di puntamento. Nei PC è una periferica separata dal resto dell’hardware mentre in altri dispositivi è incorporata come avviene per computer portatili o smartphone. Si presenta come una tavoletta con dei tasti in cui sono serigrafati caratteri (lettere, numeri e simboli) seguendo una configurazione standard. Il tipo di tastiera più utilizzata è denominato QWERTY dalla sequenza dei primi 6 tasti nell’angolo superiore sinistro. Un tasto premuto produce la sua rappresentazione grafica sul monitor del PC.

joliprint

Printed with

Inoltre premendo determinati tasti contemporaneamente si generano altri caratteri o si avviano applicativi e funzionalità varie. Infine ne esistono alcuni dedicati per funzioni rapide che permettono di avviare programmi

http://www.thegoodly.com/2011/05/guida-al-computer-lezione-17-di.html

Page 2

thegoodly.com
GUIDA AL COMPUTER – LEZIONE 17 DI

mercoledì 25 maggio 2011

come lettore multimediale, programma di posta elettronica, browser di navigazione, ecc. In alcune tastiere sono presenti anche i tasti per comandare lo spegnimento o l’accensione del PC. Come per il mouse ormai il design è diventato di una creatività esasperata. Esistono infatti forme impensabili fino a qualche anno fa. Non solo, ma anche le caratteristiche tecniche e costruttive hanno risentito dell’evoluzione tecnologica. Si è partiti con gli Home Computer come Commodore, Atari, Sinclair, Apple, per citarne alcuni, in cui la tastiera era un blocco unico col resto dell’hardware. Poi le prime tastiere periferiche nei Personal Computer che si collegavano via cavo tramite l’interfaccia PS/2, passando poi per quelle con connessione USB ed infine come per i mouse la tecnologia senza fili ha invaso i dispositivi che ne permettevano l’applicazione. Nel frattempo, come ti dicevo, anche l’estetica si è trasformata nei colori, nelle forme, nei materiali, nella resistenza, ecc. Oggi in ambito tastiere puoi trovarne anche wireless con la possibilità di essere arrotolate perché fatte con materiale plastico. Naturalmente, come hai visto per il mouse, la tecnologia senza fili prevede la necessità di un’alimentazione dedicata tramite batterie. Quale scegliere?

Il costo non sarà certo discriminante nell’acquisto dato che una tastiera costa pochi Euro. La scelta quindi può essere tranquillamente superficiale a meno che tu non ricerchi qualche funzione speciale; in questo caso non ti resta che indagare per trovare quella che permetta di eseguire le funzioni che ricerchi. Nel caso optassi per una senza fili ricorda l’effetto collaterale delle batterie. Assicurati di averne sempre qualcuna di scorta, perché tanto lo sai che ti pianterà proprio nel momento meno aspettato, quando magari stai per assicurarti un’asta su Ebay all’ultimo rilancio. Ma poi che ti preoccupi a fare! “Fra poco” non le utilizzeremo più… Bene, come sempre un saluto e STAY TUNED GOODLIER 歡歡 Carlo

Printed with

joliprint

http://www.thegoodly.com/2011/05/guida-al-computer-lezione-17-di.html

Page 3

thegoodly.com
GUIDA AL COMPUTER – LEZIONE 17 DI

mercoledì 25 maggio 2011

FOTO DI: Hai mai usato una macchina per scrivere? - Alessandro Antonelli http://commons.wikimedia.org/ wiki/User:Una_giornata_uggiosa_%2794 Delete - digitalart http://www.freedigitalphotos.net/ images/view_photog.php?photogid=2280 Ma cos’è una tastiera? – dan http://www.freedigitalphotos.net/images/view_photog. php?photogid=587 Quale scegliere? - renjith krishnan http://www. freedigitalphotos.net/images/view_photog. php?photogid=721

Printed with

joliprint

http://www.thegoodly.com/2011/05/guida-al-computer-lezione-17-di.html

Page 4