You are on page 1of 4

thegoodly.

com

mercoledì 27 luglio 2011
Carlo

GUIDA AL COMPUTER – LEZIONE 23 DI

Ti sei mai visto in un video? Ma non in televisione, su un monitor di un PC. Come puoi fare? Con una telecamera o meglio, visto che siamo internauti, una WEBCAM. In altri termini una telecamera progettata e creata per internet. In tre passi, acquisti, installi e chiami ops! Scusa videochiami. WOW! Quando l’ho scoperta ed ancor di più quando l’ho usata la prima volta ed ho visto il mio carissimo amico (Fabio) in Australia ho sorriso ed esclamato:” E’ INCREDIBILE”. A me non piace molto fare pubblicità ma, a scopo formativo, calza proprio a pennello uno spot televisivo che stimola emozioni molto forti; almeno al sottoscritto. E’ proprio qui sotto, ha una durata di 50 secondi, guardalo e poi ci leggiamo subito dopo.

Allora Goodlier che dici? Immaginati lontano da casa. Hai voglia di rivedere i tuoi cari, la tua famiglia, tua moglie o tuo marito, i tuoi figli, un/a tuo/a amico/a…. Ad un tratto ti viene un’idea sei davanti al tuo PC o sul divano o letto col portatile, telefoni a chi vuoi rivedere e gli dici: accendi il tuo computer, collegati ad internet ed accetta la mia videochiamata. Eccovi nel pieno splendore alla vista dei rispettivi occhi. Fantastico non trovi. Beh, ad onor del vero oggi siamo andati ancora più avanti con i videofonini o con i cellulari dotati di fotocamera ed accesso ad internet, ma rimaniamo nel nostro percorso didattico.

Printed with

joliprint

http://www.thegoodly.com/2011/07/guida-al-computer-lezione-23-di.html

Page 1

thegoodly.com
GUIDA AL COMPUTER – LEZIONE 23 DI

mercoledì 27 luglio 2011

Che cos’è una webcam?

Che cosa devo controllare? Le caratteristiche di definizione principalmente. Un po’ come se acquistassi una videocamera andrai a valutare le specifiche tecniche ed il prezzo. Quest’ultimo può variare da poco poco a tanto tanto. Per le specifiche dovrai verificare il valore numerico della sensibilità alla luce il cui parametro è espresso in lux. Più è basso questo numero migliore sarà la sensibilità della webcam. La risoluzione invece e riferibile ai pixel. Qui entra in gioco un bel discorso. Non devi realizzare il video del tuo matrimonio o la nascita, battesimo o comunione dei tuoi figli… Devi semplicemente trasmettere il tuo volto qua o la per il mondo. Questo parametro influisce sulla tua connessione ad internet, sulla banda che hai acquistato dal tuo provider. Ossia quanti Mbit a secondo gestisce la tua ADSL. Se acquisti una webcam costosa che ti offre un video in alta risoluzione ma la tua connessione non riesce ad inviare un flusso dati così elevato, la persona con la quale sei collegato/a vedrà verosimilmente un fermo immagine che saltuariamente cambia. Una serie di tue istantanee. Questo nella migliore delle ipotesi. Detto questo con una risoluzione di 320 x 240 pixel vai più che bene per le tue videochiamate.

E’ da considerarsi innanzi tutto un dispositivo di input per il computer ossia in grado di fornire dati in entrata verso il PC. I dati inviati sono di origine video e se la webcam è fornita di microfono anche dati audio. E’ costituita da un obiettivo, tipo fotocamera o videocamera, installato in un involucro sostenuto da un dispositivo meccanico che permette di ubicarla sopra la scrivania o sul monitor. C’è però da aggiungere che alcuni monitor hanno una webcam integrata così come avviene nei notebook. Come optional potrà avere integrato anche un microfono per acquisire la tua voce durante un’audiochiamata o videochiamata. Le forme delle webcam hanno uno standard che richiama molto l’orbita oculare ma nulla ti vieta di acquistarne una che più ti gratifichi.

Printed with

joliprint

http://www.thegoodly.com/2011/07/guida-al-computer-lezione-23-di.html

Page 2

thegoodly.com
GUIDA AL COMPUTER – LEZIONE 23 DI

mercoledì 27 luglio 2011

Altra cosa da valutare è verificare la presenza o meno di un microfono per evitare che sul più bello, appena realizzato il collegamento, tu non riesca a farti ascoltare dall’altro capo del mondo. Queste poche cose credo siano sufficienti e soprattutto evitano di impallarti il cervello nella scelta. Ricorda stiamo parlando di una videochiamata e non un video professionale. Come la uso?

degli effetti video e settaggi vari li potrai senz’altro eseguire tramite il programma di videoconferenza che utilizzerai. I più conosciuti ed utilizzati sono:

• Skype – Forse il più conosciuto ed ora acquisito dalla Microsoft. • Messenger – Programma della suite Windows Live della Microsoft. • Facebook – Credo non abbia bisogno di presentazioni. • Google+ – Il social network delle cerchie neonato in caso Google, il cui accesso prevede però la necessità di crearsi un account Gmail, che poi però ti permetterà di accedere a moltissimi servizi di Google gratuitamente. Per casi particolari e professionali esistono altre realtà a pagamento che permettono anche videoconferenze con un numero più o meno cospicuo di interlocutori. Una volta installato ed avviato uno di questi programmi potrai cercare il destinatario tramite l’opzione relativa, questo se non conosci il suo nome utente di accesso al medesimo programma di videoconferenza. Trovata la persona sarà sufficiente cliccare sul pulsante di chiamata e dopo qualche secondo, dando per scontato che la persona all’altro capo accetti la chiamata, ti comparirà l’immagine o il video ripreso dalla webcam dell’interlocutore.

joliprint
Printed with

Innanzi tutto dovrai installarla. Il collegamento al computer generalmente avviene tramite un cavetto U.S.B. Inserendo il CD allegato alla webcam potrai avviare la procedura d’installazione dei driver e del programma di gestione anche se quest’ultimo non è determinante per il suo funzionamento. Una volta installata le varie impostazioni, controllo delle funzionalità audio e/o video, l’applicazione

http://www.thegoodly.com/2011/07/guida-al-computer-lezione-23-di.html

Page 3

thegoodly.com
GUIDA AL COMPUTER – LEZIONE 23 DI

mercoledì 27 luglio 2011

Può avere altri impieghi?

convergono poi alla centralina per la gestione. Oggi è alla portata di moltissime persone realizzare un circuito di video sorveglianza dotato di una o più video camere ed il bello è che se l’impianto è collegato ad internet potrai tu stesso monitorare a distanza, idealmente illimitata, l’ambiente nel quale è installata. Una videoconferenza di sorveglianza in pratica… E poi i video tutorial con video riprese del formatore che può parlare ad un vastissimo pubblico dal vivo (streaming) o registrato da caricare magari su YouTube non ce li mettiamo?… Un forte saluto a presto e STAY TUNED Goodlier. Carlo FOTO DI: Che cos’è una webcam? - Renjith Krishnan http:// www.freedigitalphotos.net/images/Internet_g170Web_Camera_p14532.html Come la uso? - Photostock http://www.freedigitalphotos.net/images/Friends_g364-Young_Boys_And_ Girl_Students_Using_Laptop_p33192.html Può avere altri impieghi? – Basketman http://www. freedigitalphotos.net/images/Security_g189-Security_Camera_Or_CCTV_On_Blue_Sky_p49705.html

Straordinariamente si! Se non lo hai mai fatto, mentre cammini per strada, prova ad indirizzare lo sguardo verso l’alto. Non ti sarà difficile notare qualche marchingegno strano e di dubbia funzione appeso a lampioni, edifici, sostegni semaforici, ecc. Questi dispositivi sono frequentemente delle videocamere di varia forma che possono venire usati per video sorveglianza e/o scattare fotografie di soggetti e situazioni particolari utilizzabili quindi in particolar modo per la sicurezza e per deterrente. Il loro flusso di dati viene registrato continuamente su un disco rigido ubicato anche lontano dal luogo di presenza della videocamera.

joliprint
Printed with

I possibili collegamenti alla centrale di ricezione possono avvenire in maniera cablata o wireless. I dispositivi possono essere unici o facenti parte di un circuito di video rilevamento in più punti e
http://www.thegoodly.com/2011/07/guida-al-computer-lezione-23-di.html

Page 4