You are on page 1of 27

Linnito nellaritmetica

Edward Nelson Dipartimento di matematica Universit` di Princeton a

Poi lo condusse fuori e gli disse:


< <

Guarda il cielo e conta le stelle

> se le puoi contare> .

E soggiunse:
< < > Tale sar` la tua discendenza> . a

Genesi 15.5

Si usano i numeri per contare. Cos` un numero? e Una prima risposta ` che e i numeri sono 0, 1, 2, 3, . . . , un nostro amico, . . . e cos` via allinnito.

Il pi` antico problema u aperto della matematica


Un numero ` detto perfetto quando e ` la somma dei suoi divisori. e Per esempio, i divisori di 6 sono 1, 2, e 3, e infatti 6 = 1 + 2 + 3. Anche 28 ` perfetto: e 28 = 1 + 2 + 4 + 7 + 14.

Questo concetto risale a Pitagora (c. 582 c. 507 AC). Gli antichi conoscevano quattro numeri perfetti: 6, 28, 496, e 8128. Detto cos` sembra un fatto banale. , Ma c` una struttura molto bella nascosta dentro. e (La bellezza nella matematica ` una bellezza e concettuale).

Un numero ` detto numero primo e se non ha divisori. Per esempio, 2, 3, 5, 7, 11, 13, . . . sono numeri primi. Euclide (c. 325 265 AC) stesso dimostr` che esiste uninnit` di numeri primi. o a

Le potenze di due sono 1 2 4 8 16 32 64 128 ...

[4-1=3 ` un numero primo] e [8-1=7 ` un numero primo] e [32-1=31 ` un numero primo] e [128-1=127 ` un numero primo] e

Un numero primo della forma una potenza di due meno uno [cio`, 2n 1] e (ad esempio, 3, 7, 31, 127), ` detto oggi un numero primo di Mersenne e (monaco, matematico, teologo, . . . 1588 1648).

Euclide dimostr` che se o 2n 1 ` un numero primo di Mersenne, e allora 2n1 (2n 1) ` un numero perfetto. e 221 (22 1) = 2 3 = 6 231 (23 1) = 4 7 = 28 251 (25 1) = 16 31 = 496 271 (27 1) = 64 127 = 8128 sono perfetti.

` E importante notare che Euclide dimostr` o il suo teorema non solo per i quattro numeri primi di Mersenne conosciuti a quellepoca, ma per ogni numero primo di Mersenne. Oggi ne conosciamo 43, e dunque conosciamo 43 numeri perfetti, compreso il nostro amico [uguale a 22280 (22281 1)]. Il pi` grande numero perfetto u che conosciamo nellagosto di 2006 ` e 230402456 (230402457 1).

Esiste uninnit` di numeri perfetti? a Non sappiamo. La questione non ha nessun signicato prattico, (almeno, non che io sappia), ma qui ci troviamo di fronte allinnito. I matematici dedicano la vita alla ricerca di tali problemi. Personalmente, io non mi trover` imbarazzato da questo quando o il Signore mi chieder`: a < Che hai fatto con la vita che ti ho dato?> . < >

Pi` di due mila anni dopo Euclide, u Euler (il pi` grande u matematico del settecento, 1707 1783) dimostr` che ogni numero perfetto pari o ` della forma di Euclide. e Esiste un numero perfetto dispari? La questione ` stata sollevata esplicitamente e da Cartesio (1596 1650, matematico, compagno di scuola di Mersenne, . . . ). Non sappiamo. (Ma non provare con una matita: un numero perfetto dispari deve avere almeno 500 cifre.)

Dopo pi` di due millenni di lavoro u sui numeri perfetti, la nostra ignoranza ` innita. e

Il triangolo di Pascal
Ecco quello che noi chiamiamo il triangolo di Pascal. Ma era conosciuto in Cina nel duecento come il triangolo di Yang Hui, in Persia nellundicesimo secolo come il triangolo di Omar Khayyam, e nellIndia come il triangolo di Pingala (c. 450 AC).

Blaise Pascal (1623 1662) ci ` ben noto e come losofo e scrittore cristiano, ma era anche un grande matematico e sico.

Omar Khayyam (1048 1131) ` noto e nelloccidente principalmente come poeta, autore del Rubaiyyat: Mai lintelletto mio si distacc` dalla scienza, o pochi segreti ci sono che ancor non mi son disvolati, e notte e giorno ho pensato per lunghi settantadue anni, e lunica cosa che seppi ` che mai nulla ho saputo. e Ma era anche un grande matematico e astronomo.

Perch` parlo del triangolo di Pascal? e ` E di grande importanza nellalgebra, ma ora guardiamo soltanto il disegno che fanno i numeri pari e i numeri dispari. Ecco ancora lo stesso disegno. Il processo continua allinnito, ed ` uno dei primi esempi di un frattale, e chiamato il triangolo di Sierpinski (1882 1969).

I frattali interessano i matematici perch sono di una complessit` innita, e a che per` risulta dalliterazione di un o processo semplice. Inoltre sono belli! 1234 (Immagini da sprott.physics.wisc.edu/fractals.htm)

I fondamenti dellaritmetica
Il fatto che 230402456 (230402457 1) sia un numero perfetto risulta da un calcolo, ma i teoremi di Euclide e Euler risultano da ragionamenti. Quali metodi sono validi per ragionare sullinnit` dei numeri? a

Nel ottocento, due grandi matematici, Richard Dedekind (1831 1916) e Giuseppe Peano (1858 1932) hanno avuto il coraggio di arontare il problema: che cos` un numero? e

Gli assiomi di Peano si possono esprimere cos` : 0 ` un numero; e ogni numero ha un successore; 0 non ` il successore di nessun numero; e due numeri diversi hanno successori diversi; e il principio dinduzione:

Se una propriet` ` vera per 0, ae e se ` vera per il successore e di ogni numero per cui ` vera, e allora la propriet` ` vera per ogni numero. ae Non do esempi basta con la matematica tecnica! Ma voglio concludere con qualche osservazione generale.

I numeri dovrebbero essere cose chiare e concrete, ma la spiegazione del concetto di numero invoca il concetto vago e astratto di propriet`. Che signica? a ` E stato necessario precisare lassioma dinduzione, specicando un linguaggio nel quale si esprimono le propriet`. a

Aristotele (384 322 AC) disse che linnito ` sempre potenziale, e mai attuale, e aveva pienamente ragione. I lavori di Dedekind, Peano, e altri matematici e logici erano un tentativo di catturare linnito potenziale dei numeri in un sistema innito attuale.

Allo stupore dei matematici, il tentativo non ` riuscito. e Due teoremi di Gdel (1906 1978) o sono pertinenti. Risulta dal famoso teorema di completezza che non ` possibile precisare e < la nozione di < ogni propriet`> . a> Dal famosissimo teorema di incompletezza risulta che non si pu` dimostrare la coerenza o dellaritmetica di Peano per mezzi elementari.

Le stelle, e la discendenza di Abraamo, sone creazioni divine, di uninnit` potenziale. a Laritmetica ` una creazione umana, e e se crediamo di aver catturato linnito attuale nel nostro sistema, cinganniamo.

Guarda il cielo e conta le stelle se le puoi contare.