You are on page 1of 6

S OL

E

I

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

&
Un Leader con una grande forza... QUELLA DELLA NATURA

CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS F.I.S.S.C.
AFFILIATO

I M P I A N T I F O T O V O LTA I C I E D E O L I C I

ALERNOranata g
www.salernogranata.it
DISTRIBUZIONE GRATUITA

Viale della Repubblica, 73/77 - Montecorvino P. (Sa) Tel. 0828.354767 www.esisolar.com

PERIODICO SPORTIVO - ANNO 0 - NUMERO 2 - GIOVEDI 08 DICEMBRE 2011

Uniti per Vincere
ontinua il successo di “Salerno Granata”. Tante le e mail di conferma, di proposte e di collaborazioni da parte dei tifosi e degli addetti ai lavori. Molte persone hanno chiesto come avere le copie del giornale. A tal proposito volevo ricordare che sul sito www.salernogranata.it nella sezione “NUMERI” potrete trovare tutte le copie del giornale in formato PDF da poter scaricare e conservare. Anzi, grazie a ciò abbiamo avuto lettori anche da varie nazioni europee come Repubblica ceca, Ungheria, Romania e Svizzera. Volevo ricordarvi anche che nella sezione “CONTATTI” potrete inviare le vostre idee, critiche, proposte e quant’altro che valuteremo volta per volta. Tra le idee stiamo pensando di attivare la sezione “SONDAGGIO” da proporre a voi lettori, grazie anche alla collaborazione di salernitana fans forum che si occuperà di questo. Uniti per vincere! Riccardo Santoro Presidente del CCSC

Direttore Commerciale Gianfranco PAOLINI
Offrono un impianto Fotovoltaico e/o un Minieolico, con tanti servizi, dove bastano poche mosse per averli. Finanziamento, installazione. monitoraggio e garanzia dell’impianto TUTTO CHIAVI IN MANO
N.B.: ESCLUSIVISTI PER SALERNO E PROV. E AVELLINO E PROV. DI TEGOLE E TENDE FOTOVOLTAICHE
ESI SOLAR & GREEN POWER cercano personale ambosessi da inserire nel proprio organico. Zone di competenza: Campania, Basilicata. Calabria, Lazio e Puglia. Offresi ottimi guadagni mensili, benefits, formazione e strategie di mercato Enel GRATUITE. Per info: Cell. 327.3391326 366.4361160

C

vinCiamo...

in collaborazione con:

Via P. Baratta,79 Battipaglia (SA) tel. 0828.344849 Via U. Nobile, 35 Eboli (SA) Cell.338.6475798

via r. jemma, 337 battipaglia (sa) tel. 0828.300440 info@artigraf.org

UFFICIO E PUNTO VENDITA:

Via Dei Mille, 90 - 84100 Salerno
Tel./Fax 089.3053402 - Cell- 389.4361061
SEDE LEGALE E AMMINISTRATIVA: Via Serre, 1 84090 . Giffoni Valle Piana (SA) - Tel,/Fax 089.883319 Cell. 389.4391061 www.mondoimpianti.it e.mail:info@mondoimpianti.it

A G E N Z I A A U T O M O B I L I S T I C A

VENDITA AUTO NUOVE ED USATE PLURIMARCHE

BELLIZZI (Sa) - Tel. 0828.507689

Via Marconi, 17 • Loc. Taverna delle Rose 84091 BATTIPAGLIA (SA) • gianfrancodinapoli@libero.it tel. 0828 345276 - fax 0828 1843859 - cell. 334 8275332

PESCE FRESCO E SURGELATO - BACCALA’ E FRUTTI DI MARE VIA DELLA REPUBBLICA, 63 - MONT. PUGLIANO (SA) Cell. 338 1506963

Pagliarulo Franco

Pescheria

MAGLIANO GROUP
MUTUI & PRESTITI

Cessioni del V° - Leasing Fidejussioni - Consolidamento prestiti Mutui in tutta Italia - Prestiti - Factoring
Via F.lli Rosselli, 91 - Macchia di M. Rovella (SA) Tel. 089.981939 - 349.4433718 - e-mail:maglianogroup01@gmail.com

2
La fiera dei sogni: tornano Carrus e Caglioni?
iapre ufficialmente il periodo di calciomercato in serie D. Tra arrivi e partenze Pagni e Susini partono all’attacco per piazzare i colpi. A centrocampo in pole sembra essere Michele Cruciani (86) dell’Aprilia, in attesa di capire cosa fare con Nicodemo. Le alternative però non mancano come Felice Prevete (’87) del Monterotondo, ex Empoli, e dalla smobilitazione Sora potrebbero arrivare Cordua o l’ex messinese Roberto Piccolo (’78), messo fuori rosa per essere arrivato alle mani con il presidente Paoloni, anche se su di lui c’è anche la Viterbese. E’ in prova da qualche giorno Lorenzo Marcelli (’91) ex Cynthia, esterno di difesa. Roberto Masullo (’92), ex primavera Salernitana che Gianluca Grassadonia conosce molto bene, esterno basso

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNOranata g
di Mirko Cantarella

ALERNOranata g

11
Il Centro Coordinamento Salernitana Clubs
I CLUB DEL CCSC
Organigramma CCSC
Riccardo Santoro
V. Presidente Presidente

R

sinistro dotato di un buon piede, potrebbe essere il rinforzo in difesa, dove poi a farne e spese potrebbe essere Avagliano, già cercato da altre società, o forse Barbarisi. In fase di uscita Canotto, Maglione, Ramiccia e Zero che ha chiesto di essere ceduto. In bilico Polani, Iannarilli e Piciollo mentre sembra in odore di riconferma Gustavo. Per l’attacco si fanno anche i nomi di Emiliano Melis (’79) , ex Arzachena, giocatore di lusso per la categoria e Tommaso Manzo (’80) ex Sibilla Bacoli seguito anche dalla Turris. Non si esclude anche il ritorno di Enzo De Rosa (’84), attaccante sempre del Sibilla Bacoli. Nela rosa titolare in porta potrebbe rientrare il giovane Bellucci. Non tramontano le piste che portano al trequartista Cosimo Figliomeni (92), all’esperto centrocampista Maximiliano Roldan Cejas in forza alla Ternana che ha giocato anche nelle file del Taranto, del Benevento e del Brindisi, a Domenico Zampaglione attaccante classe 1986, ex Catania che in serie D, nello scorso campionato con il Vallegracanica ha collezionato 31 gol in 36 presenze. Il gruppo “Premier Football Agency” potrebbe proporre il portiere ex Torino ed ex Cuneo Danilo Tunno (’90), il forte esterno Thair Maruan (’92), il difensore Herman Oteiza (’89) e l’attaccante del Virtus Bojano Vincenzo Vento (’89), seguito anche dal Marino e da altre società di serie D. Ma il sogno nel cassetto è riportare Davide Carrus in città. Manca un faro a centrocampo e proprio il giocatore sardo, in forza al Frosinone,

potrebbe essere l’uomo giusto anche per far entusiasmare ancora di più il popolo granata! La cosiddetta ciliegina sulla torta. Modena, Cagliari, Spal, Ancona, Fiorentina, Bari, Empoli, Mantova, Salernitana, una carriera brillante, una tecnica sopraffina e un carattere da leader fatto anche di tanti goal, questo è il palmares di Carrus (’79) che ancora oggi, nonostante i suoi quasi 33 anni, risulta essere uno dei migliori calciatori in Italia nel proprio ruolo. E parlando di carattere forte ecco un’altra vecchia conoscenza che più volte attraverso il suo profilo facebook ha sempre dichiarato il suo amore per Salerno. Parliamo del portierone Nicholas Caglioni (’83) una delle note liete dello scorso campionato della Salernitana. Portiere dal fisico forte e prestante, fa della reattività fra i pali una delle sue doti principali. Paragonato a Giovanni Cervone, Caglioni ha militato nell’Atalanta, Fanfulla, Messina, Salernitana, ProPatria ed ora è in forza al Modena con la quale sta disputando un buon campionato. Un nome nuovo e ultimo è il giovane interessantissimo attaccante classe 1992 Gianmario Comi che potrebbe arrivare dal Milan. Nell’ambito delle operazioni di mercato con il Torino è arrivato al Milan, in comproprietà. Si tratta di un figlio d’arte: il padre, Antonio, ha giocato per Torino, Roma e Como prima di ricoprire diversi ruoli all’interno del settore giovanile granata. Gianmario, 18 gol nello scorso campionato Primavera, è una punta molto abile nel gioco aereo e dotato di una buona struttura fisica. Come riporta la

Club Granata «LE FEDELISSIME» Via L. Cacciatore 26/L - Salerno Club Granata «Giovi ‘90" SALERNO Club Granata «MAI SOLA» Via G. P Leto,49 - Fratte - Salerno . Club Granata «MARICONDA» Via Picenza - Salerno Club Granata «V. TOSTO» Via S. Mobilio, 45 - SALERNO
Gazzetta dello Sport, secondo Antonino Asta (allenatore della Primavera del Torino), Comi “può diventare un giocatore vero, nei movimenti ricorda Rolando Bianchi“. Comi rientra in tutto il giro di attaccanti che il Milan effettuerà con l’apertura del calciomercato professionistico a gennaio, come i probabili arrivi di Tevez, Maxi Lopez e del cileno Vargas, seguito anche dal Napoli e le partenze di Pippo Inzaghi ed El Sharawy.

Club Granata «Amici della Salernitana» Club Granata «HIGHLANDER» Via M. Platamone,4/6 - Salerno Club Granata «ONDA GRANATA» Via R. Cocchia,149 - Salerno Club Granata «NICOLA PETROSINO» Salerno Club Granata «CAMPAGNA» SP per Campagna, 108 - Campagna (SA) Club Granata «S. ANTONIO» Via Toscana,5 S. Antonio di Pont. (SA) Salernitana Club «MATTEO GIORDANO» Via S. Andrea - Baronissii (SA) Salernitana Club «AQUARA GRANATA» C.so UmbertoI° - Aquara (SA) Salernitana Club «EMILIA» Via Casiani,107 - MODENA Salernitana Club «Quello di Cagliari» Via F. Figari, 7 - CAGLIARI Club Granata «Salernitana.to» Torino Club Granata «SPLIT» Spalato - CROAZIA

Giovanni Cuffa
V. Presidente Esecutivo

Alfonso Pugliese Mario Santaniello Giovanni Pagliarulo
Delegato allo Stadio Delegato tifo e trasferte Delegato ai Clubs

Osvaldo Marcantuono
Delegato alle Cerimonie

Cesare Clemente
Delegato Attività Sociali e Culturali

Rocco Calenda
Addetto Stampa

Giuseppe Alviggi
Delegato FISSC

Mario Sposito
Vice Delegato FISSC

Club Granata «LIONS GRANATA» PONTECAGNANO - SALERNO Salernitana Club «BELLIZZI GRANATA» Via C. Pisacane,4 - Bellizzi (SA) Salernitana Club «JOKER» C.so Garibaldi, 74 - Castel S. Giorgio (SA) Salernitana Club «NAPOLI GRANATA» P .za S. Gennarello,5 - Ottaviano (Na) Salernitana Club «MILANO GRANATA» MILANO Salernitana Club «L. Rinaldi» Torino Salernitana Club «I LIGURI» Genova

Carmine Prisco
Delegato al Salerno Calcio

Antonio Carmando Ernesto Natella Carmine Murante
Addetto al Sito Web Segretario Tesoriere

Antonio Carbone
Delegato Lombardia

Luigi Coppola
Delegato Emilia

Eugenio Mautone
Delegato Piemonte

Luigi De Sio
Delegato Sardegna

Antonio Di Giacomo
Periodico «SALERNO GRANATA»
in attesa di registrazione Direttore Responsabile

Mirko Cantarella
Collaboratori

Centro di Fisiokinesiterapia - Riabilitazione - Posturologia

i nostri servizi
Ortopedia (intramoenia a.s.l.) Assistenza domiciliare anziani e diversamente abili Gestione e manutenzione impianti sportivi Psicologia - Psicoterapeuta Biologia nutrizionista Fisioterapia e riabilitazione Ortopedia e Traumatologia Ginnastica posturale e medica Massoterapia Linfrodrenaggio manuale e Pressoterapia

Insieme per

Giovanni Adinolfi Anna Maria Catastini Valerio Lai Federica Pisani
Progetto Grafico e impaginazione

SPAZIO DISPONIBILE
info:

s.c.a.r.l. sociale

rilassa il tuo corpo ... entra nel benessere

Via C. Colombo,28 Bellizzi (SA) - Tel. e Fax 0828 354577 Tel. Mobile: 327 0106624 www.insiemeperstarbene.it - info@insiemeperstarbene.it

A coloro che presenteranno questo giornale, Sconto 20% su tutte le prestazioni fisioterapiche e infortunistiche stradali

347 7219365

CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS
AFFILIATO: SOSTIENE:
10 Anni di amicizia e solidarietà
www.mentoringsaitalia.org

Rocco Calenda
Stampa

ARTIGRAF- Battipaglia

www.missgranata.com Prossimamente Gran Galà di Miss Granata

Per la pubblicità su Salerno Granata, info: 347.7219365 o visita il sito:www.salernogranata.it

10

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNOranata g
Il club della settimana
di Rocco Calenda

ALERNOranata g

3

«CLUB CAMPAGNA»
l Club Granata «Campagna», con sede attuale in Via Provinciale per Campagna Quadrivio (SA) è stato costituito il 7 Maggio del 1998 da ben 20 soci fondatori e da circa 150 iscritti, di età compresa tra i 18 3 70 anni. per ben fondere le idee attuali e non in un contesto di rapporti di amicizia e sport insieme. Il sig. Marcantuono Osvaldo fu eletto, e lo è ancora tutt’oggi, presidente del Club all’unanimità dal direttivo e dai soci tutti. Il Club Campagna, nasce dalla passione comune per il calcio e in maniera specifica per sostenere la squadra di calcio della nostra provincia ovviamente la Salernitana. Con il passare del tempo, molti soci fondatori sono andati via, ma a quelli rimasti se ne sono aggiunti degli altri creando nuova linfa e un nuovo entusiasmo all’interno del club. Oggi il club è composto da circa 50 soci. Nato nel 1998, l’anno in cui la Salernitana militava in serie A, (Vedi foto a lato con giacomo Tedesco) il club non ha mai perso l’amore e la fede verso i colori granata, nonostante le alterne fortune della società granata, attraversando con tenacia i momenti del fallimento di Aliberti e poi quello ultimo di Lombardi, con la stessa passione e amore del primo giorno.Da subito il Club Campagna ha aderito al CCSC e anche tutt’oggi e attivamente presente in tutte le iniziative dello stesso, come la partecipazione al torneo tra i club granata a carattere provinciale e alle varie manifestazioni di solidarietà sempre rivolte verso i più deboli e diseredati. «Era facile è semplice accompagnare la squadra nei momenti di gloria» - dichiara Marcantuono - «il difficile è adesso, ma la volontà e la passione possono dare un contributo importante per una causa giusta», e noi non possiamo che essere d’accordo con lui, e ancora «Mi piacerebbe rivedere le famiglie allo stadio con i bambini per insegnare loro i veri valori dello sport». Spero che le parole del presidente del Club Campagna siano supportate dai fatti perché concordiamo nel vedeere un calcio migliore

I match precedenti
Salerno Calcio - Pomigliano Porto Torres - Salerno Calcio
di Federica Pisani

La provincia con Salerno nel cuore

I

ma soprattutto un mondo di sport migliore. Infine, il presdente del Club rivolge un augurio a tutti i tifosi, affincheè la nuova società che da poco è subentrata riesca a riportarci lì dove la nostra storia merita essere collocata, insieme con quelli che sono i simboli storici della nostra storia, ossia il Cavalluccio, il colore granata e la denominazione sociale. Forza Salernitana, sempre e dappertutto, chi cammina a testa alta non potrà avere mai dei rimpianti.

ORGANIGRAMMA Presidente OSVALDO MARCANTUONO Vice Presidente MAGLIANO ROCCO Segretario Direttivo CUOMO ANTONINO Addetto Att. Sociali PARADISO MARINO Addetto Stampa NAIMOLI ABELE Addetto alla Logistica FACENDA MICHELE Addetto ai club OSVALDO MARCANTUONO Revisore dei Conti CUOMO ANTONINO

ulla falsariga di quanto accaduto domenica scorsa a Sora contro l’Atletico Boville, anche all’Arechi il Salerno Calcio, prima di “svegliarsi”, passa in svantaggio contro il Pomigliano, per uscire alla distanza con uno strepitoso Mounard. Il francese realizza una splendida doppietta con gol di pregevole fattura che permettono alla squadra di chiudere la prima frazione di gioco in vantaggio. L’ inizio della gara sembra stregato perché il pallone non riesce ad entrare in porta.Perrone ripropone il 4-3-3 confermando Montervino terzino. La novità è rappresentata da Lanni schierato sulla destra del centrocampo; anche se non demerita, è purtroppo l’autore della sfortunata autorete che permette al Pomigliano di passare in vantaggio. In realtà il giocatore ha subìto una piccola spinta dall’attaccante avversario Muro, calciatore che dopo essere stato in prova quest’estate a Fiuggi, non è stato tesserato per cui la rete è stata una rivincita sui dirigenti del Salerno Calcio ma che non giustifica il gesto compiuto (dopo il gol ha formato con le mani un gesto a forma di cuore rivolto verso la tribuna); infatti questa sceneggiata dell’attaccante napoletano ha “scatenato” un po’ gli animi. In tribuna erano presenti dei tesserati del Pomigliano che per sicurezza sono stati fatti accomodare in curva nord, nel settore ospiti. I fischi dell’ultima partita in casa si sono trasformati in applausi, con Lotito che, portatosi sotto la curva sud dopo il novantesimo, è stato acclamato dai tifosi che hanno cantato il coro “portaci al San Paolo”.

S

l Salerno Calcio mantiene primato e imbattibilità in questo campionato, portando a casa da Porto Torres uno 0-0 che non dispiace visti gli infortuni e il ruolino di marcia interno dei sardi. Il Porto Torres nel primo tempo mette spesso in apprensione il Salerno, approfittando degli ampi spazi lasciati liberi tra un settore e l’altro. Difficoltà nel centrocampo per la compagine di mister Perrone, sfilacciata e disordinata in avvio, che non riesce a mantenere il possesso e a costruire fraseggi palla a terra, risentendo della mancanza dell’infortunato Nicodemo ma soprattutto di un terreno di gioco in condizioni pessime, che ha costretto a ricorrere al lancio lungo per evitare rimbalzi ingannevoli. All’inizio dell’incontro ci ha messo qualche minuto per ingranare Montervino, rientrato nel suo ruolo naturale, quello di centrocampista. Pericoloso il Porto Torres con una bomba di Niedda sventata da Sestito e con un tiro a giro di Frau finito alto. Passata la sfuriata iniziale dei primi venti minuti, un buon Salerno ha gestito il gioco nella ripresa, senza trovare il gol con Mounard (parata di Giorgi) e Biancolino, i cui tentativi sono stati troppo timidi. Gli under sono stati i migliori in campo: Puglisi si è riconfermato un valido elemento come Chirieletti, vero trottolino; Lanni e Giacinti hanno svolto entrambe le fasi con tre polmoni. Poco ispirato David Mounard, dimostrandosi anche nervoso per la sostituzione a dieci minuti dal termine.

I

di Annamaria Catastini

La Juniores perde e resta penultima
La Juniores torna ancora una volta a casa con una sconfitta; è l’AnzioLavinio, quarta forza del girone H del campionato Nazionale ad infliggere un 3-0 ai ragazzi di Viscido, l’ottavo ko in 12 partite. Si è più volte detto che quest’anno la Juniores non fa testo, poichè schiera costantemente ragazzi più giovani rispetto alle avversarie nell’ottica di far crescere meglio, con una dura gavetta ed un assiduo lavoro, elementi validi in vista della prossima stagione. Anche ad Anzio Viscido ha messo in campo tanti ’95 ed un paio di ragazzi degli Allievi di Avella, la cui formazione osservava un turno di riposo. Dalla prima squadra invece presente il solo portiere Bellucci, incolpevole sui tre gol dei laziali. Il primo dei quali arriva già all’11’ minuto con il difensore Schiavon; il raddoppio di De Rosa sul finire del primo tempo mette in ghiaccio i tre punti. Nella ripresa c’è la reazione ospite, ma un pò di sfortuna e qualche errore di troppo impediscono al Salerno di

di Giovanni Adinolfi

riaprire la gara. Così al 66’ la chiude Ovidi che fissa il risultato sul 3-0. Salerno penultimo davanti solo al fanalino di coda Sora. AnzioLavinio - Salerno Calcio 3 - 0 AnzioLavinio: Minutelli, Denni, Schiavon, Ranone, Fontanella, Filiberto, De Rosa, Cardoni, Carannante, Ovidi, Belluzzo. All. A. Ferullo. A disp.: Casalli, Luciani, Rizzuto, Pocci, Naialetti, Luzzi, Abbarini. Salerno Calcio:Bellucci, Longobardi, Carmando, Maiuri, Cardinale, Casaburi, De Fazio, Bovi, Gaeta, Esposito, Capozzoli. All. P. Viscido. A disp.:Pappalardo, Ruocco, Giordano. Marcatori: 12' pt Schiavon (A), 37' pt. De Rosa (A), 20' pt .Ovidi (A). Ammoniti: Ranone (A), Cardoni (A).
Girone H - Giornata 12 Anziolavinio - SALERNO CALCIO Civitavecchia - Cynthia Marino - Fidene Monterotondo - Astrea Palestrina - Viterbese Sora - Gaeta Zagarolo - Atletico Boville
3 0 3 2 1 0 0 2 1 0 0 1 1 2

CLASSIFICA GIRONE H
SQUADRA Pt. Gi. V N P GF GS DR

Marino Palestrina Fidene Anziolavinio Atl. Boville Viterbese Astrea Monterotondo Zagarolo Gaeta Cynthia Civitavecchia SALERNO CALCIO Sora

32 29 28 23 22 20 18 13 12 12 10 10 10 0

12 10 12 9 12 9 12 7 12 7 12 5 12 5 12 4 12 3 12 3 12 3 12 3 12 3 12 0

2 2 1 2 1 5 3 1 3 3 1 1 1 0

0 1 2 3 4 2 4 7 6 6 8 8 8 12

32 41 32 38 17 21 13 15 24 10 21 19 14 2

5 12 8 13 14 15 15 30 26 13 31 30 30 57

27 29 24 25 3 6 -2 -15 -2 -3 -10 -11 -16 -55

dal 1964

Via R. Cocchia 14/22 tel. 089/753352 SALERNO
CAFE’

LANDI GOMME
s.n.c.

L ANDI GOMME
S.N.C.
di D. & M. LANDI

PNEUMATICI DELLE MIGLIORI MARCHE - ASSETTO RUOTE ED EQUILIBRATURA COMPUTERIZZATA
ASSOCIATO
CENTER

Driver
Pneumatici & Assistenza

Via Lung. C. Colombo, 229/231 - 84129 SALERNO Tel./Fax 089.339040

ALITER SERVICE S.r.l.

MULINO ALBURNI
Via Garibaldi, 58/60 84020 AQUARA (SA) tel. 0828.962394

ICA SERVICE - Impresa Pulizie
di Barbara Perazzo
C.so Concordia, 9 - 20129 Milano Tel./Fax 02.76 02 85 49 - Cell. 349.77 05 352 E-mail:icaservice@tiscali.it

4
L’avversario di oggi L’ANZIOLAVINIO
ll’Arechi arriva l’ AnzioLavinio di Lanza, compagine che ha mantenuto un andamento costante di metà classifica, con dei buoni risultati negli ultimi turni, valsi i 20 punti in graduatoria, a 3 lunghezze dal quinto posto utile per i playoff. L’AnzioLavinio è la massima espressione calcistica della città di Anzio, centro attiguo a Nettuno sul mar Tirreno, poco più a nord di Latina; sono oltre 55mila gli abitanti, letteralmente raddoppiati negli ultimi 20 anni a causa di una paurosa cementificazione del litorale che ha cambiato volto alla costa. Anche Anzio, come Salerno, ha avuto il suo sbarco Alleato: nel gennaio del ’44 quando subì ingenti danni in termini di devastazioni e vittime civili. Tornando al dato sportivo, il nome AnzioLavinio deriva dalla fusione tra la storica squadra cittadina, l’AS Anzio (nata nel 1924) ed il Lavinio, avvenuta nel 1990 per evitare un derby fratricida in Interregionale. Protagonista nell’ultimo lustro di un sali-scendi tra LND ed Eccellenza, vanta una dozzina di campionati di Serie D senza mai aver toccato il professionismo. Dal 1996 il Presidente è Francesco Rizzaro, un noto imprenditore edile della zona, mentre il tecnico è Carlo Lanza subentrato a Piero Lombardi dalla quarta giornata. Tra i pali l’under Mirko Pinti (’92) sta facendo buone partite dopo aver lasciato per dieci giornate il posto al collega Simone Rizzaro (’89), l’impressione è che Lanza deciderà a seconda del numero dei giovani di movimento. Terzino sinistro sarà il neo acquisto Francesco Colantoni (’85) già

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNOranata g
di Giovanni Adinolfi

ALERNOranata g
Redazionale

9
NEWS
FISSC e Abodi d’accordo:
Stadi nuovi e a misura d’uomo
i è parlato di nuovi stadi, a misura d’uomo, nell’incontro in settimana tra il presidente della Lega Serie B Andrea Abodi e una rappresentanza della Fissc, Federazione italiana sostenitori squadre di calcio, guidata dal presidente Francesco Lotito. Un appuntamento che, verrà rinnovato ogni due mesi e che dunque assumerà tutti i crismi “della sistematicità e non della incidentalità” come sostiene soddisfatto lo stesso Lotito. Un appuntamento, che segue di qualche settimana quello che il presidente Abodi ha avuto nel corso dell’assemblea Fissc a Roma. Durante l’incontro il presidente Abodi ha ribadito il suo pensiero in ordine al ruolo centrale dei tifosi nel calcio: “Sono il patrimonio più prezioso delle società che, in quanto tale, va preservato. Va dunque rifiutata la logica di "tifoso-cliente" che spesso qualche società ha avanzato. La Lega Serie B si impegna a sviluppare una progettualità nell’ambito della quale l’appassionato di calcio venga rispettato nell’accoglienza allo stadio così come nell’intrattenimento dei rapporti, che devono essere di natura privilegiata”. A questo proposito i temi dell’incontro si sono concentrati proprio sugli adempimenti previsti dal protocollo d’intesa firmato da Leghe, Coni e Figc per l’eliminazione di gabbie per i tifosi ospiti e l’istituzione di sportelli d’informazione per i sostenitori. Si è poi ragionato delle iniziative che possono favorire le famiglie nell’accesso agli stadi e sulla necessità della riduzione dei tempi per il rilascio delle tessere del tifoso. Quanto agli stadi vanno necessariamente rinnovati, o in molti casi realizzati ex novo, in modo da assicurare quella modernità che tuttora manca a molte strutture del nostro Paese. Il presidente della Fissc, Lotito, ha sottolineato come “insieme con i delegati di Verona e Vicenza abbiamo espresso al presidente Abodi grande soddisfazione per il franco scambio di idee, ritenendo fondamentale questo tipo di confronti per contribuire a migliorare i tanti aspetti che esprimono criticità nel mondo del calcio”. La FISSC (Federazione Italiana Sostenitori Squadre Calcio) rappresenta in Italia oltre 40 Centri di coordinamento espressioni delle tifoserie che vanno dalla Serie A al Campionato Nazionale dilettanti. Essendo organismo federativo è naturale che la FISSC guardi con interesse alla creazione ed allo sviluppo di un organismo federativo europeo che possa rappresentare al meglio i tifosi di tutta Europa, coordinandone inoltre attività ed iniziative. Ed è con questo spirito che la FISSC ha partecipato a tutte le precedenti riunioni, che si sono tenute negli anni passati in varie località europee inviando i propri delegati. Poiché in genere gli altri rappresentanti pur essendo espressione di tifoserie di grandi clubs sono, essenzialmente, espressione degli stessi ma non rappresentano tutta la Nazione di appartenenza. Pertanto alla luce delle considerazioni di cui sopra la FISSC ritiene, in questo momento storico del calcio, di interrompere la propria partecipazione alle prossime riunioni FSE. La FISSC ritiene che un organismo internazionale di tifosi sia veramente rappresentativo delle tifoserie europee se si è provveduto, precedentemente, ad individuare all'interno di detto organismo delegati-tifosi che siano effettiva espressione delle singole organizzazioni nazionali. Se l'obbiettivo è quello di creare un vero organismo federativo europeo, che rappresenti in modo concreto le varie identità nazionali allora la FISSC è sicuramente disponibile a dare il proprio contributo, candidandosi fin d'ora ad un ruolo di responsabilità e di rilievo. Ma a parere della FISSC, allo stato, siamo ancora lontani da tutto ciò. La Ns. Federazione continuerà, comunque, a seguire con interesse l'evoluzione delle attività della FSE nella speranza di costruire, in futuro una proficua collaborazione nell'interesse di tutti i "calciofili" europei. Buon lavoro e cordiali saluti.
di Enrico Trotta

A

Le probabili formazioni
Salerno Calcio: 4-3-3 All. Perrone
SESTITO

Salerno Calcio ai raggi X
opo aver analizzato nel numero precedente il Salerno Calcio dal punto di vista societario, passiamo al dato tecnico, facendo un bilancio sul campionato della squadra blugranata. Un bilancio sicuramente positivo, visto che la striscia di risultati utili dopo il pareggio di Porto Torres si allunga ancora, ma che poteva essere sicuramente migliore, sia per gioco che per risultati. Spesso le scelte di Perrone non hanno convinto tifosi ed addetti ai lavori, soprattutto per la mancanza di gioco e per la gestione dei giovani, con calciatori come Avagliano, Barbarisi e Piciollo, che dopo buone prestazioni avrebbero meritato maggiore fiducia. Ma dopo tante critiche, nelle ultime partite la squadra ha mostrato una sua fisionomia. Merito del recupero di Nicodemo, l'unico regista in organico, e del nuovo modulo. Un 4-3-1-2 che rispetto al 4-2-3-1 precedente, permette una maggiore copertura in fase difensiva ed un maggiore possesso palla, grazie ai 3 centrocampisti centrali, abili a recuperare palla e ripartire. Un centrocampo quindi che ha convinto nonostante le tante assenze, tra le quali spicca quella di Proia, uno degli under che si era messo più in luce nella prima parte di stagione. Arretrando di qualche metro, in difesa sicuramente merita una menzione il centrale Chiavaro, finora il difensore dal rendimento più elevato, mentre Puglisi è la sorpresa più bella. Lanciato a in campo contro il Budoni dopo dodici partite passate in tribuna o con la juniores, non è più uscito. In avanti il trio Caputo-MounardBiancolino è il valore aggiunto della squadra blugranata. I tre possono trovare il gol dal nulla in qualsiasi momento, e spesso hanno tolto le castagne dal fuoco al tecnico romano. Tre calciatori che si completano alla perfezione tra loro, abbinando classe, velocità e potenza, ma che forse mancano di continuità. Hanno fatto bene nel complesso, ma sembrano giocare un po' a sprazzi, con il pitone sugli scudi in trasferta, e il francesino troppo spesso evanescente lontano dall'Arechi mentre in casa devastante. Ma per vincere questo campionato può bastare.

protagonista di un’ottima prova nell’esordio vincente (0-3) a Pomigliano; sulla destra lo scattante Ludovico Girometta (’92) un terzino più bravo ad attaccare che a difendere. Coppia centrale probabilmente formata da Luca Pannozzo (’77 ex Fondi) e Alessandro Fioravanti (’80 dall’Aprilia) a cui si alternano i giovani Manuel Vanzari e Roberto Peri. Gli esterni di centrocampo sono il motorino Riccardo Trippa (’93) a sinistra ed il neoacquisto Vincenzo Agate (’92) a destra, appena prelevato dal Messina. In mediana, ceduto l’ex Rocco Giannone, dovrebbero scendere in campo la bandiera Mario Guida (’79 da 7 anni ad Anzio) e uno tra Martelli (’83) e Fanelli (’85) ma non è escluso che qualche novità di mercato dell’ultima ora possa essere gettata subito nella mischia. I laziali infatti sono molto attivi sul mercato in queste ore; difficilmente arriverà una punta perchè le due presenti in rosa sono di indiscusso valore: il cannoniere è Michele Gallaccio (’86 ex Benevento e Pisa) con 7 reti, affiancato da Laurent Amassoka (’80) a quota 3. Quest’ultimo è stato vicinissimo a vestire il granata in Serie B nell’era Lombardi, ma il suo stato di extra comunitario ha impedito la firma su un lungo contratto, visto che il ragazzo aveva convinto sul piano tecnico. Il vanto dell’ AnzioLavinio è il settore giovanile, da cui sono emersi tanti buoni elementi, ma su tutti, fiore all’occhiello della società, un certo Bruno Conti (ceduto alla Roma nel ‘73) e Stefano Colantuono.

D

S

CALORI

CHIRIELETTI PUGLISI CHIAVARO (AVAGLIANO)

LANNI

MONTERVINO

GIACINTI

CAPUTO

BIANCOLINO

MOUNARD

GALLACCIO

AMASSOKA

TRIPPA

GUIDA

(FANELLI) MARTELLI

AGATE

PANNOZZO FIORAVANTI COLANTONI GIROMETTA (RIZZARO) PINTI

Vieni in trasferta con il CCSC e Salerno Granata
Il CCSC organizza tutte le trasferte del Salerno Calcio, per la stagione sportiva 2011-2012, in BUS o altri mezzi quando consentito. Per venire con noi contatta il Delegato tifo e trasferte del CCSC GIOVANNI PAGLIARULO. INFO: 333 864 8299

Anziolavinio: 4-4-2 All. Lanza

CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS
AFFILIATO: SOSTIENE:
10 Anni di amicizia e solidarietà
www.mentoringsaitalia.org

La passione per la «sicurezza su strada», per una trasferta più sicura
iaggiare sia in città, magari quando si va allo stadio “Arechi “ sia quando si segue la squadra in trasferta in auto, la nostra squadra del cuore, con sicurezza e serenità è importantissimo. Pasquale Landi, gommista e artigiano degli pneumatici da 44 anni nel quartiere di pastena, si dedica con dedizione e impegno a questa “Mission “: far viaggiare i cittadini, i tifosi, le famiglie nella miglior sicurezza e tenuta di strada. Con il tempo egli ha maturato un rapporto di fiducia, di amicizia e di totale professionalità. Il concetto che Pasquale Landi ha diffuso e fatto interiorizzare agli utenti ed amici granata è quello di “ Lavorare sulla sicurezza “ della propria vettura. «

V

Per la pubblicità su Salerno Granata, info: 347.7219365 o visita il sito:www.salernogranata.it

L’automobile – ci dice Landi – è da considerare nella sua bellezza ed efficienza complessiva, non solo con i suoi tanti accessori interni, ma anche e soprattutto nella tenuta di strada. La sicurezza e l’assetto della vettura su strada sono l’aspetto prioritario e trovano nelle gomme il primo obiettivo da monitorare e tenere sotto costante controllo ». Le gomme dunque vanno curate adeguatamente almeno una volta l’anno e comunque ogni 10.000 chilometri. « l’affidabilità di una vettura- continua Pasquale Landi – non solo fa viaggiare tranquilli ma garantisce soprattutto il risparmio energetico in senso economico. Migliore assetto di strada, meno consumi di carburante. E poi la

minore usura meccanica porta alla certezza di fare un viaggio in tutta Italia in totale tranquillità e tornare a casa freschi e riposati in tutta tranquillità ». La disattenzione sull’usura delle gomme in una autovettura purtroppo porta ogni anno una mortalità di circa il 54 % per non avere cura ed il conseguente buon assetto dei cerchioni e dei giunti del semi asse. Bisogna comunque rivolgersi a tecnici di fiducia e utilizzare prodotti e materiali certificati e garantiti e controllati da artigiani seri.« Un ultimo ma non meno importante consiglio – conclude il nostro Landi – è quello di controllare almeno una volta al mese la pressione della gomme, degli pneumatici. Sembra banale, ma è di

fondamentale importanza per la propria ed altrui sicurezza !» Dunque seguiamo i consigli, cari tifosi granata, dell’esperto Pasquale Landi soprattutto per le trasferte della nostra squadra. Rivolgersi ad un professionista serio e scrupoloso ci fa gioire di più delle vittorie della “ Salerno Calcio “.

SU TELECOLORE SALERNO CANALE SKY 826 E SU DIGITALE TERRESTRE CANALE 16.

8
SPAZIO CURVA
RIVOGLIAMO LA NOSTRA STORIA
’ davvero entusiasmante vedere il successo del tifo granata anche in Serie D. Tante persone a seguito in casa e fuori casa tanto da far cambiare alle società ospitanti i propri stadi in favore di altri più capienti. Ovunque vada, il tifo granata lascia il segno con cori striscioni e il solito incessante tifo per 90 minuti. Il tema dominante del tifo granata in queste uscite del Salerno Calcio è il recupero della tradizione. All’esordio del Salerno calcio, in curva sud era esposto uno striscione : “Fiducia per questa società …aspettando la nostra vera identità”. Contro il Palestrina in curva invece era scritto : “ I nostri colori sintomo di vanto e gloria…in attesa della storia”. Contro il Selargius un altro striscione recitava: “Salernitana, Granata e Ippocampo…questo è il nostro Stampo”. Nel match clou contro il Budoni gli ultras misero in prima linea un lungo striscione con su scritto : “Marchio, colore, denominazione: rivogliamo la tradizione!”. Davvero onorevole è anche ricordare la maturità e la sportività con cui il tifo salernitano si sta facendo notare. Non si può non dimenticare il pensiero avuto dai tifosi per le vittime dell’alluvione di Genova e di Messina mettendo da parte ogni rivalità calcistica. La società Salerno Calcio non resterà impassibile difronte a tutto ciò specialmente dopo il si del Presidente Claudio Lotito all’incitazione “Portaci al San Paolo…”

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNOranata g
di Mirko Cantarella

ALERNOranata g
di Giovanni Adinolfi

5
Statistiche
Pt. Gi. V N P GF GS DR

E

SALERNITANA - NAPOLI 3 - 1
Serie B - 10/03/2002

triscione esposto allo stadio Arechi di Salerno nella stagione 2001-2002 in un derby contro il Napoli. Lo stadio Arechi è quasi gremito. I giocatori fanno il loro ingresso in campo, gli occhi vanno verso la curva di casa: un rotolone di carta igienica sopra cui compaiono delle scritte.: 1- il piano rilancio di Ferlaino, 2 - il piano calcio champagne, 3 - il piano del ritorno di Maradona, 4 - il piano tiemp belli e ‘na vota’, 5 - il piano rilancio di Corbelli, 6 - il piano 100 miliardi di sponsor, 7- il piano entrata in Borsa, 8 - il piano primato regionale, 9 - il piano per la serie A, 10 – il piano resterete in B. Il rotolone va a finire dentro un water, a cui fa compagnia uno striscione che recita “Napoli 10 piani di morbidezza”.

S

bbiamo voluto omaggiare come giusto che fosse, anche coloro che per anni, dal 1975 in poi, hanno dato il cuore per la nostra amata Salernitana. Nel 1911 è nato un libro a cura del “NUCLEO STORICO ULTRA’ SALERNO” dal titolo “ULTRAS, STILE DI VITA”. Questo libro parla del ventennio (1975 -1995) d’oro del tifo salernitano e che noi speriamo rinasca come deve rinascere la SALERNITANA!! Da questo libro prenderemo degli stralci per far conoscere anche ai più giovani la vera storia, i sacrifici e il significato vero di essere ULTRA’. Vi invito a comprare questo libro anche perché l’intero ricavato sarà devoluto in beneficenza per la costruzione di un asilo in Tanzania, progetto nato dall’ incontro con Don Metodio, un sacerdote proveniente proprio da quel paese che è tra i più poveri del continente africano. L’obiettivo è raggiungere i 18.000 euro per costruire per gli orfani di IRINGA “l’ASILO SALERNO”. La storia degli ultras nasce nell’agosto del 1975 quando l’allora presidente della Salernitana Pietro Esposito portò una ventata di entusiasmo costruendo sulla carta uno “squadrone” Salernitana. Adolfo Gravagnuolo con Salvatore Fruscione coinvolsero i ragazzi del bar che frequentavano. Era il 21 settembre del 1975 e con la partita Salernitana- Reggina nascevano gli Ultras Bar Nettuno, ovvero una trentina di ragazzi con uno striscione di trenta metri e un bandierone bianco con teschio granata. E fu l’inizio della storia, la domenica successiva si unirono altri ragazzi che frequentavano il Bar Real di Torrione tra cui Fiore

A

VIVERE ULTRA’ PER AMARE SALERNO

CLASSIFICA GIRONE G
SQUADRA

Cipolletta e Achille Cuffa. La prima trasferta della storia fu a Vasto. La partita terminò 1 a 1. Gli ultras di Salerno erano il sesto o settimo gruppo in Italia ed il primo in assoluto nel centro sud dell’Italia!. Il 25 gennaio del 1976 fu acceso il primo fumogeno in occasione dell’ incontro con il Bari mentre nel 1976 gli ultras Bar Nettuno si sciolsero ed il nuovo gruppo prese il nome di Ultras Real. Nel 1977 si sciolsero anche gli Ultras Real ed Adolfo Gravagnuolo con altri ragazzi tra cui Mario D’Ambrosio fondò i Panthers Granata. Il simbolo della pantera del club fu disegnato dal compianto maestro Gabriele D’alma, colui che ha disegnato lo storico ippocampo della Salernitana. Nel 1977 nasce anche il club Fedelissimi Bar Trieste che poi successivamente cambiò la denominazione in Fedelissimi Antica Corte zona dove avevano la sede. E cominciò la strutturazione della curva sud dello stadio Vestuti con i Panthers collocati in alto a sinistra mentre i Fedelissimi erano al centro. In quel periodo fu fondato anche il giornalino” Curva Sud”.

30 Budoni 27 Città di Marino 25 Porto Torres 24 Selargius 23 G. e C. Sora 20 Anziolavinio 20 Palestrina 19 Monterotondo Lupa 18 Astrea 18 Arzachena 18 Pomigliano 17 Fidene Calcio 17 Cynthia 17 Civitavecchia 13 Bacoli Sibilla 12 Progetto S. Elia 8 A. Boville Ernica 8
SALERNO CALCIO
Precedente Giornata
Giornata 14 del 04-12-2011 Astrea - Palestrina Boville Ernica - Città di Marino Bacoli Sibilla - Sant’Elia Budoni - Fidene Civitavecchia - Selargius Cynthia - Sora Monterotondo Lupa - Arzachena Pomigliano - Anziolavinio Porto Torres - SALERNO CALCIO

14 14 14 14 14 14 14 14 14 14 14 14 14 14 14 14 14 14
1 2 1 1 0 1 0 0 0 0 6 0 0 1 0 0 3 0

8 7 6 7 6 5 5 5 5 4 4 4 4 4 2 2 2 2

6 6 7 3 5 5 5 4 3 6 6 5 5 5 7 6 2 2

0 1 1 4 3 4 4 5 6 4 4 5 5 5 5 6 10 10

23 19 26 18 23 13 20 13 17 16 14 15 15 21 14 10 13 11

10 13 13 6 17 9 17 1 15 8 9 4 19 1 15 -2 18 -1 15 1 9 5 16 -1 15 0 21 0 15 -1 19 -9 26 -13 34 -23

Classifica Marcatori
11 reti De Angelis (Cynthia) 9 reti Biancolino (Salerno) Caboni (Selargius) 8 reti Miani (Marino) 7 reti Di Iorio (Astrea) 6 reti Mounard (Salerno) Pau (Budoni) Borrotzu (Porto Torres) Massella (Fidene) 5 reti Caputo (Salerno) Sarritzu (Selargius) Pippi (Marino) Gallaccio (Anziolavinio) Mesina (Budoni)

Giornata Odierna
Giornata 15 del 08-12-2011 Arzachena - Civitavecchia Bacoli Sibilla - Monterotondo Lupa Città di Marino - Porto Torres Fidene - Pomigliano Palestrina - Budoni SALERNO CALCIO - Anziolavinio Sant’Elia - Cynthia Selargius - Astrea Sora - Boville Ernica

Prossima Giornata
Giornata 16 del 11-12-2011 Anziolavinio - Città di Marino Astrea - Arzachena Boville Ernica - Sant’Elia Budoni - Selargius Civitavecchia - Monterotondo Lupa Cynthia - Bacoli Sibilla Pomigliano - Palestrina Porto Torres - Sora SALERNO CALCIO - Fidene

AFFILIATO:

CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS
www.mentoringsaitalia.org

SPAZIO DISPONIBILE
info:

SOSTIENE:

347 7219365

GRANATA SERVICE
di Riccardo Santoro

10 Anni di amicizia e solidarietà

Ristrutturazione appartamaneti Impianti Termoidrici gas e condizionamento
www.lodatotraslochi.com email:lodatotraslochi@hotmail.it

Per la pubblicità su Salerno Granata, info: 347.7219365 o visita il sito:www.salernogranata.it

Via R. Cocchia, Salerno

Tel. 089/725757

6
Passato e presente: Pisano e Biancolino
Giovanni Pisano: Un campione in campo e fuori
opo una prima parte di carriera disputata interamente nelle file di compagini minori siciliane, fra le quali l'Enna (con cui conquista una promozione in Serie C2) viene prelevato nell'estate 1992 dal Foggia allora allenato da Zdenìk Zeman. Nella squadra foggiana disputa una sola partita in serie A (Brescia-Foggia 4-1 del 4 ottobre 1992) per poi venire ceduto alla Salernitana nel mercato autunnale. Fra i granata Pisano disputa 5 ottime stagioni, 2 in serie C1 e 3 in serie B, sfiorando la promozione nella massima serie per due volte e conquistando il titolo di capocannoniere con 21 gol nella stagione 1994-95. Per ben tre anni ha indossato anche la fascia di capitano. Nella stagione 199596 Pisano fu colpito da un grave infortunio che non gli permise di giocare per piu della meta dell'intera stagione. Il suo ritorno sul campo avvenne nella partita Salernitana-Reggiana dove realizzo un grande gol ai danni dell'allora estremo difensore reggiano Ballotta che permise ai granata di balzare al secondo posto della classifica. In quest'annata Pisano realizzo 10 gol in 15 match, i quali pero non bastarono alla Salernitana per il salto di categoria, infatti la squadra chiuse l'anno nuovamente al 5o posto in classifica sfiorando per la seconda volta consecutiva la promozione in serie A. Inizio la stagione 1996-97 ancora con la Salernitana, ma a novembre lascio Salerno e venne prelevato dal Genoa, che puntava decisamente alla promozione in A. Anche con la maglia rossoblu dimostra le sue ottime doti

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNOranata g
di Mirko Cantarella

ALERNOranata g
di Valerio Lai

7

Raffele Biancolino: il valore aggiunto del Salerno
affaele Biancolino (Napoli, 14 agosto 1977) attaccante molto prolifico, soprannominato il «pitone». Ha collezionato 98 presenze in Serie B con Avellino, Messina e Venezia totalizzando 25 reti. È il miglior marcatore di sempre dell' Avellino, con 51 reti segnate tra il 2003 e il 2007. Ha iniziato la sua carriera in serie D con il Giugliano nel 1995 segnando in 20 presenze solo un gol. Nel 1996 passa al Leffe dove realizza 6 gol in 2 stagioni. E’ all’Anagni nel campionato 1998 – 1999 che il Pitone comincia a far parlare di sé segnando 13 gol in 27 partite. Nella successiva stagione sportiva passa al Renato Curi dove le reti in 30 partite sono ben 19. Dopo Ancona, Fidelis Andria, Taranto, Chieti, Avellino e Venezia in serie B, è nella stagione del ritorno dell’ Avellino dalla serie B alla serie C 1 (2006 – 2007) che Biancolino trova il suo momento d’oro segnando in 26 partite ben 24 gol. Buona anche il suo campionato nell’anno successivo, in serie B a Messina segnando 11 gol in 30 presenze. Tornato in serie C 1 segna 27 gol divisi in tre campionati prima con Juve Stabia e poi con il Cosenza. Ora nel campionato 2001 – 2012 è al Salerno Calcio. Non c’è stato mai buon feeling tra Biancolino e i tifosi granata anche perché la sua carriera si è svolta tra le squadre che sono state sempre “acerrime nemiche” della Salernitana ( Avellino, Cosenza, Juve Stabia, Messina, Taranto), ma a suon di gol è riuscito a creare un ottimo rapporto con la squadra e i tifosi facendo dimenticare il passato. Infatti in 12 presenze Biancolino è

La Storia della Salernitana dal 1919 La Salernitana del 1921 - 1922
opo la vittoria schiacciante contro la squadra napoletana denominata “Brasiliano”, dal nome del bar partenopeo dove i tifosi e gli appassionati si raccoglievano per discutere di sport e per gustare un caffè, la Salernitana, nel mese di giugno del 1920 viene invitata a Torre Annunziata per inaugurare il campo della locale squadra, il Savoia. Anche questo incontro termina con un successo, mentre a Salerno veniva costituita l'Associazione Calcio Salernitana, con sede in via Antica Villa, come un tempo era conosciuta l'attuale via dei Principati. Presidente del sodalizio, Alberto Avallone, che tenne le redini della effimera associazione. Già, perché nel giro di poco tempo l'Associazione Calcio Salernitana fallì miseramente. Intanto la stagione di successi della Salernitana si conclude con un torneo organizzato da un comitato sportivo cittadino. Nella finale di questo torneo intitolato alla memoria di Enzo Giordano, il Savoia, si dice per poca imparzialità del direttore di gara, vinse per 2-1, vincendo dunque la Coppa Giordano. Ma si avvicina la nuova stagione calcistica, e dunque vengono rinnovate le cariche sociali. Il presidente è riconfermato: si tratta di Adalgiso Onesti. A differenza del dirigente, la sede di piazza XX Settembre non era stata riconfermata. Lo sfratto era stato deciso dall'amministrazione comunale dell'epoca, la quale qualche mese prima aveva concesso il terreno in questione per l'impianto di un teatrino di marionette. La società si arrangia come può, sistemandosi prima nella segreteria della Chiesa

D

R

già ad 9 gol che sarebbero in realtà 11 perché 2 gol sono stati annullati in seguito alla vittoria a tavolino decretata dal Giudice sportivo nella partita BacoliSalerno per 3-0 a favore dei salernitani (sul campo finì 2-0 per il Salerno con 2 gol del Pitone

D

realizzative. Nella stagione 199899, Pisano realizza nelle file del Pescara 8 gol in 32 partite. Fra i cadetti disputa infine due anni (dall'ottobre del 1999 al 2001) con il Cosenza allenato da Bortolo Mutti, per poi scendere di categoria con lo Spezia, con cui realizza la ragguardevole cifra di 32 reti in due campionati di serie C1. La parte conclusiva della carriera di Pisano si svolge in Sicilia. Gioca in C2 con il Vittoria (dove conquista una promozione grazie anche ai suoi 14 gol realizzati) e in serie D con il Siracusa, squadra della sua citta. A gennaio del 2006 torna a giocare in serie C2 ancora con il Vittoria dove pero realizza un solo gol in 14 incontri. Nella stagione 2007-08 si aggrega alla squadra di Promozione del Belvedere, raggiungendo l'obiettivo stagionale dei Play Off. A gennaio del 2009 gioca con il Biancavilla, squadra che milita nel girone B di Eccellenza, mentre nella stagione 2009-10 disputa il campionato di Promozione nelle file del Real Avola dove realizza una rete alla prima di campionato. Nell'ottobre 2010 entra a far parte dello staff tecnico dello Spezia Calcio in qualita di osservatore.

di Sant'Antonio Abate, poi trasferendosi nei locali del palazzo dell'arcivescovo, uffici concessi dall'arcivescovo Monsignor Grasso. È dell'11 settembre di quell'anno il primo incontro della squadra cittadina. Gli avversari sono gli atleti della Nocerina. Fariello e Pagano segnano due reti ciascuno, concludendo il match con un secco 4-0. Un mese dopo la Salernitana è in trasferta a Nocera Inferiore, in occasione dell'i naugurazione del nuovo campo sportivo. La partita termina sull'1-1 a causa della decisione del direttore di gara di sospendere la partita a 15 minuti dalla fine. Ma il campionato della massima serie non è una passeggiata. Insieme alla Salernitana, nel girone A, c'è l'Internazionale di Napoli, il Naples ed il Savoia di Torre Annunziata e si immagina che queste squadre daranno filo da torcere ai biancocelesti. Difatti la prima partita contro il Naples viene vinta dai partenopei per 1-0. E purtroppo anche nelle successive partite non riesce a conquistare neanche un punto, perdendo 2-0 a tavolino contro il Naples, nell'incontro di ritorno, per non essersi presentata sul campo. Il primo campionato nella prima categoria è stato deludente, e le difficoltà nella gestione portano alla disgregazione della società, la cui attività resta in sospeso per ben quattro lunghi mesi. Agli inizi di giugno del 1921 viene eletto un nuovo consiglio e nominato un nuovo presidente, Renato De Crescenzo. La squadra viene riorganizzata e di questa viene nominato direttore Alfredo Vestuti. La buona volontà di questo gruppo di appassionati riesce a portare in città, sul campo di

Piazza d'Armi, la squadra dell'Unione Sportiva Romana, una delle squadre più forti della capitale. L'incontro finisce 2-1 per la Salernitana, nonostante la pioggia battente che quasi impediva di giocare. Due, le figure nuove della squadra: Baldini e Frigerio, due militari di stanza a Salerno. Si avvicina la nuova stagione calcistica, e la squadra sembra essere diventata una macchina ben oliata. Alcuni incontri amichevoli fanno capire che le possibilità di avanzare e di tornare ai fasti di un tempo ci sono. Il primo è contro gli avversari della Nocerina, che termina 1-1, il successivo, disputato sul terreno di Piazza d'Armi, è contro il Naples, che al termine della stagione si sarebbe fuso con l'internazionale dando vita all'Internaples. Qualche anno più tardi, nel 1926, la società cambierà nome diventando l'Associazione Calcio Napoli, come oggi la conosciamo. Ma torniamo alla Salernitana. La gara contro il Naples vede l'esordio di un talento del calcio. Tedesco di nascita, Willy Kargus è residente a Vietri Sul Mare ed è impiegato presso la Manufatture Cotoniere Meridionali di Fratte. Il suo talento gli valse per molti anni la fascia di capitano, una autentica punta di diamante per la squadra cittadina. A causa dell'ultimo posto in classifica dell'anno precedente, la dirigenza dovette impegnarsi non poco per ottenere l'iscrizione al campionato di prima categoria. La Salernitana, questa volta, è in girone con Puteolana, Savoia, Stabia, Internazionale di Napoli, Bagnolese e Naples. Nonostante la buona volontà ed i pochi mezzi,

anche il campionato del 19211922 si conclude con la Salernitana all'ultimo posto in classifica. Contro il Naples e l'Internazionale, la Salernitana perde per 2-1 e 3-1, mentre in trasferta, essendosi presentata con soli 8 giocatori, perde nuovamente, questa volta a tavolino, contro entrambe le squadre partenopee, l'Internazionale ed il Naples. La formazione era composta da Finizio, Conforti, Sanfilippo, Vestuti, Pisa, Villani, Pagano, Kargus, Russo, Aliberti e Fariello. Conforti, allievo al collegio militare della Nunziatella, con il rischio di essere scoperto scappava a Salerno per poter giocare. La sua carriera sportiva, eguagliò quella militare, diventando generale di cavalleria. Willy Kargus Attaccante nato in Germania che vestì la maglia Salernitana per 3 campionati dal 1921 al 1925. Nel campionato di prima categoria del 1921-1922 fece 3 presenze senza segnare alcun gol mentre nel campionato di prima divisione del 1923-1924 segnò 2 gol in 8 presenze. Nel campionato, quello di 1° divisione del 1924 /25 segnò 2 gol in 8 presenze. Ha anche 3 presenze in altre competizioni realizzando 3 reti. E’ stato uno dei primi stranieri della Salernitana.

Dal 1972 Onoranze e Trasporti Funebri

Cav. Pres. ANTONIO GUARIGLIA

SPAZIO DISPONIBILE
info:

CLUB SALERNITANA

ABRAMOFLEX
Fabbrica materassi a molle Ortopedici in Lattice - Memory Foarm molle indipendenti
di Ripa Michela Via Belvedere, 288/290 - BATTIPAGLIA (SA)

Unica Sede: Via S. Mobilio,45/47 DI Fronte Ufficio d’Igiene SALERNO

347 7219365
CONCESSIONARIA

MILANO GRANATA
SEZ. LUCA FUSCO
s.r.l.

Tel. 0828.673913

- Cell. 366.6139126

Tel. 089790719

GaldieriAuto
Strada Statale 88 Km 10+400 84080 Lancusi - SA Tel. +39 089 827 211 - Fax +39 089 827 200 lancusi@galdieriauto.it
www.lodatotraslochi.com email:lodatotraslochi@hotmail.it

FRANCESCO: 347 2605547 VITO: 329 2929774
www.antonioguariglia.it