domenica | 15 aprile 2007

pagina

23

Spettacolo

Concerto

Cerimonia

Cultura spettacoli

&

Î

Gioia del Colle (Ba)
“Storie di streghe” Arriva stasera al Rossini di Gioia del Colle lo spettacolo Storie di streghe, una produzione del Kismet. Un’anziana strega madre e il suo aiutante magico si apprestano a far nascere una strega figlia per insegnarle magie e sortilegi prima che il potere del male si estingua. Dal pentolone nasce una splendida fanciulla, che di tutte le storie di streghe vede sempre il lato più bello e trasforma la magia cattiva in lieto fine.

Î

Lecce
Antonella Ruggiero Antonella Ruggiero sarà stasera, alle 21, al Politeama di Lecce per un concerto irripetibile. Data unica, infatti, per tenere a battesimo la nuova formazione, Melos Chorda, del maestro Antonio Palazzo che ha curato gli arrangiamenti dei brani interpretati nella serata. Sarà un viaggio nel ricco repertorio di una delle voci più belle della canzone italiana, che abbatte ogni divisione di genere, portando il canto e la melodia a pura essenza musicale.

Î

Bari
Al Palazzo della Provincia Saranno alcuni figuranti in abiti d’epoca, vestiti da nobili della corte angioina e gravinese, a consegnare al presidente della Provincia di Bari Vincenzo Divella una pergamena -ricordo da parte del Centro studi e ricerca sugli usi, costumi e tradizioni medioevali “Nundinae”. La singolare cerimonia, tutta in stile medioevale, si svolgerà domani alle 10 nella Sala Giunta del Palazzo della Provincia.

Il romanzo del dialettologo e scrittore foggiano Nando Romano si innesta nel filone della letteratura siciliana

Una storia d’amore seicentesca
“Himera” narra le vicende di un nobile antiquario palermitano
V di Michele de Respinis
Foggia | Un grande romanzo storico. Una grande storia d’amore. Il romanzo Himera, scritto dal foggiano Nando Romano, dirigente scolastico in Argentina presso il Consolato Generale di Rosario, è un grande affresco della Sicilia del XVII secolo. In 350 pagine, il romanzo racconta le vicende di Salvo, nobile antiquario palermitano, e la sua storia d’amore con Violante. Pubblicato nel 2006 da Prehistoria, a Rosario, in lingua italiana, Himera è stato da poco dato alle stampe in Italia da Cappetta Editori. La storia narrata, come detto, è ambientata in Sicilia, e Himera è l’antico nome della città di Termini Imerese, luogo in cui avverranno i fatti salienti della tumultuosa vicenda cui è legata la vita di don Salvo. Egli è un nobile siciliano dal carattere esplosivo come tutti i siciliani, quindi sa maneggiare con cura, è intelligente, curioso, vivace, gode di molti privilegi ed è un collezionista d’arte nonché un amante della letteratura. Salvo sembra vivere solo per la Wunderkammer e per la sua bella serva, Luna. É un antiquario come tanti nella Sicilia della seconda metà del Seicento, che raccoglie tesori da studiare, conser-

OGGI AL CINEMA

Î

300 di Zack Snyder, con Gerard Butler, Lena Headey e David Wenham
Nel 480 a.C. il re di Sparta Leonida lancia l’ultima sfida all’imperatore persiano Serse, sbarcato con il suo esercito per conquistare la Grecia, affrontandolo con 300 soldati, nel corso della battaglia delle Termopili. Bari

Una storia affascinante, coinvolgente e commovente, degna della sceneggiatura di un grande film

La copertina del romanzo scritto da Nando Romano, dirigente scolastico foggiano che opera per la diffusione della lingua italiana presso il Consolato Generale di Rosario, in Argentina

vare ed ammirare in quella stanza dei miracoli. Fa parte dell’Accademia dei Riaccesi, fondata da don Orazio Alìmena e gode dell’amicizia di un docente e scrittore: Gesualdo. Consigliato da don Raimondo Marquett, messinese, alias Signor Paradiso, così chiamato per il suo sontuoso edificio ripieno di meraviglie, si reca a Buonfornello, sul sito di Himera, per incontrare un bandito, Zu Piddhu, e, chissà, la ”trovatura”. Himera non è un posto qualsiasi: nella vita di Salvo si preannunciano importanti cambiamenti fin dal viaggio verso le rovine dell’antica città. Dopo vari ritrovamenti archeologici, fra cui la Gòrgone, Zu Piddhu affida a Salvo la nipote, Violante, una giovane di particolare sensibilità e carattere. La storia si svolge fra il 1672 ed il 1676, in una Sicilia afflitta dalla carestia e da altri problemi politico-sociali come la rivolta di Messina. Obbligati a fuggire a Ta-

ormina, per aver aiutato le clarisse di Palermo a costruire un ponte illegale fra il Monastero ed il vicino edifico del Saladino, Salvo e Violante si innamorano. In questo romanzo-saggio, in cui viene puntigliosamente ricostruita la scena del tempo, l’autore con una sottile vena ironica, ed attraverso l’uso di vari registri linguistici mette in risalto gli aspetti più caratteristici e pregnanti della cultura siciliana. Su questo sfondo storico-culturale si staglia la bellissima storia d’amore tra il protagonista del romanzo e Violante. Himera è stato presentato lo scorso 30 marzo sotto gli auspici del Comune di Termini Imerese, alla presenza dell’autore, del professor Antonino Velez dell’Università di Palermo, del dottor Vassallo, archeologo della Soprintendenza di Palermo, del sindaco Enzo Giunta, e dell’assessore alla cultura Salvatore d’Arrigo. Nando Romano, 61 anni, è un dirigente scolastico foggiano che ora opera per la diffusione della lingua italiana in Argentina. Famoso dialettologo, ha collaborato per vari anni al lavoro del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Carta dei dialetti italiani, Atlante fonetico pugliese) ed alla Discoteca di Stato. Docente di lettere, ha poi diretto vari licei in Toscana, in Sicilia e nella Daunia. A Foggia ha frequentato negli anni Sessanta l’Istituto Magistrale, e prima di andare in Argentina è stato preside titolare del Liceo Pedagogico che da ragazzo aveva degnamente frequentato. Il suo romanzo è una storia affascinante, coinvolgente e commovente, degna della sceneggiatura di un grande film.

Multicinema Galleria
17.45/20.15/22.40 Foggia

Cinema Ariston
18.00/20.00/22.00 Lecce

DB D’Essai
18.30/20.30/22.30 Taranto

Cinema Savoia
17.30/20.00/22.30

Î

Mr. Bean’s Holiday di Steven Bendelack, con Rowan Atkinson, Willem Dafoe e Emma de Caunes
In Inghilterra è un piovoso pomeriggio e Mr. Bean è felicissimo di essere il vincitore del Primo Premio della lotteria organizzata dalla parrocchia del quartiere: una settimana di vacanza nel Sud della Francia e una videocamera nuova di zecca... Bari

Cinema Ambasciatori
17.30/19.10/20.45 Brindisi

Cinema Astra
18.30/20.15/22.00 Lecce

Multisala Massimo
19.00/20.45/22.30 Taranto

Cineteatro Orfeo
18.00/20.15/22.30

Î

Tutte le donne della mia vita di Simona Izzo, con Luca Zingaretti, Vanessa Incontrada e Ricky Tognazzi
Qualcuno dal mare avvista un bambino ed un uomo sulla spiaggia. Un’immagine offuscata dall’acqua che batte sulla maschera subacquea.Quell’uomo dal cui punto di vista osserviamo la scena è Davide (Luca Zingaretti), che subito dopo vediamo dentro una camera iperbarica.Ha avuto un embolo ed è lì, tra la vita e la morte... Bari

Il circuito cinematografico per teenager sarà operativo in 21 città

Per il “Teatro in Tasca”, una pièce del Cerchio di Gesso

Debutto per Get Out a Foggia con il film “Rega” di Quagliano
Foggia | Dopo il successo dell’anteprima nazionale a Bologna, il 16 aprile approda anche a Foggia il circuito cinematografico per teenager Get Out. Il debutto avverrà domani al Cinema Falso Movimento con proiezioni alle 16 e alle 18 e avverranno ogni lunedì. Il circuito Get Out prevede il coinvolgimento nelle città prescelte di una o più sale cinematografiche in cui verranno proiettati film appositamente realizzati secondo un format esclusivo che prevede una integrazione tra reality e fiction. I film hanno come protagonisti i ragazzi, i quali sono stati largamente coinvolti in tutte le attività di lavorazione. Il film con cui avverrà il debutto, Rega, è stato realizzato dalla Kamel film di Bologna. Rega è un gruppo di teenager, come se ne vedono tanti in giro. Alcuni di loro hanno formato una band, alcuni di loro frequentano il liceo classico, altri il liceo scientifico. A Bologna i ragazzi in età da medie superiori si rivolgono al gruppo di amici o di compagni di scuola con termine gergale: “rega”. Rega vuol dire ragazzi. Magri, lo scanzonato occhialuto del gruppo col suo sorriso dal retrogusto amaro; Verardi “l’uomo” dalla battuta pronta e sagace, riflessivo e politicamente impegnato, accompagnato da Checco, il daltonico amico di tutti, la vera roccia del gruppo. Corazza l’intel-

“Alice e le meraviglie” di scena ai Cantieri
Lecce | Prosegue la rassegna per grandi e piccini “Teatro in Tasca”, promossa da Koreja, Provincia di Lecce e Regione Puglia. In scena domani, col doppio appuntamento delle 11 e delle 17.10, un classico della letteratura per ragazzi, riscritto dalla regia di Simona Gonella. Alice e le meraviglie, una produzione del Cerchio di Gesso di Foggia, è uno spettacolo bizzarro e divertente. Alice si è nascosta da qualche parte. Forse nella sua stanza, forse nell’armadio, forse sul tetto. Tutti la cercano per dirle cosa deve fare, quando lo deve fare, perché lo deve fare oppure non fare: Alice ha una vita piena di orari e di regole. Sarà perché il suo tempo è tutto organizzato o perché lei non sa più come usarlo, ma Alice ha smesso perfino di giocare. E non sa o non può spiegare agli altri, agli adulti, che ogni tanto vorrebbe proprio essere lasciata in pace. E allora si nasconde e non si vuole far trovare. Lascia che siano solo i suoi desideri a tenerle compagnia, perché Alice è comunque una bambina molto curiosa della vita e delle cose. I suoi desideri sono così forti e la sua curio-

Multicinema Galleria
16.15/18.25/20.35/22.45 Brindisi

Cinema Universal
18.30/20.30/22.30 Lecce

lettuale, imperturbabile e composto in qualunque situazione e Lolli il malinconico esteta; ancora Franzo, il protagonista “comparsa” dal ricciolo irriverente, Zano il “pulcino” tenerone sempre affiancato da Cammelli il macchinatore dal volto infantile. Attorno a loro ruota un universo integrato di amici e amiche, che pur non frequentando la stessa scuola condividono le stesse esperienze, aspettative, gli stessi desideri e problemi. Il protagonista di questo film è il gruppo, articolato nelle sue diverse e personalissime componenti, nel suo stringersi per affrontare il mondo; dietro di esso la famiglia, punto di riferimento e allo stesso tempo ostacolo ad una vita che in questa fase, quella adolescenziale, si fa impaziente nello sperimentare tutto ciò che è nuovo. Gruppo che allo stesso tempo però necessita di una comprensione e di un sostegno che solo la famiglia, nel bene e nel male, è in grado di fornire. I Rega tutti insieme siedono l’uno accanto all’altro nella giostra di speranze, emozioni e timori che è l’adolescenza. Le città in cui il circuito Get Out sarà operativo sono: Bologna, Milano, Genova, Firenze, Palermo, Bari, Barletta, San Severo, Ancona, Senigallia, Modena, Rimini, Parma, Mantova, Como, Bolzano, Livorno, Foggia, Sasso Marconi, Imola, Prato.

Cinema Santalucia
18.15/20.15/22.15

Î
Una scena dello spettacolo del Cerchio di Gesso

Nero bifamiliare di Federico Zampaglione, con Claudia Gerini, Luca Lionello e Max Giusti
Marina (Claudia Gerini) e Vittorio (Luca Lionello) vogliono dare una svolta alla loro vita comprando una villetta bi-familiare in un elegante comprensorio. Marina è raggiante,Vittorio vuole lanciarsi in una promettente attività multimediale. Qualcosa però minaccia il loro perfetto idillio: la misteriosa coppia di vicini di casa... Bari

sità così viva che Alice - per sogno, per magia o per l’incanto tipico dei bambini - si trova sprofondata in un mondo pieno di meraviglie e di avventure. Un mondo dove orari e regole sembrano funzionare al contrario e dove i personaggi si chiamano Coniglio Bianco, Signor Topo, Cappellaio, Lepre, Bruco e Ghignagatto. E dove, ovviamente, c’è anche una Regina cattiva. Attraverso questo viaggio nelle meraviglie del paese sotterraneo, Alice capirà molte cose e quando farà ritorno al “suo” mondo sarà una bambina diversa, che sarà tornata in contatto con la sua fantasia e la sua capacità di immaginazione.

Cinema Armenise
18.30/20.30/22.30 Foggia

Falso Movimento
18.00/20.00/22.00 Lecce

Cinema Santalucia
18.15/20.20/22.20