You are on page 1of 20

Corso addetti antincendio

Rischio medio - 8 ore
Corso addetti antincendio
Corso addetti antincendio
Rischio medio
Rischio medio
-
-
8 ore
8 ore
(DM 1ô/3/1998)
6DPDV
6 ( 5 9 , = , , 1 7 ( * 5 $ 7 , $ 0 % , ( 1 7 ( 4 8 $ / , 7 $ · 6 , & 8 5 ( = = $
Perché siamo qui? Perch
Perch
é
é
siamo qui?
siamo qui?
D.Lgs. 626/94:
prescrive le misure finalizzate alla tutela
della salute e alla sicurezza dei lavoratori
negli ambienti di lavoro.
Valutazione
Rischi
Riduzione
Rischi
Controllo
Rischi
Perché siamo qui? Perch
Perch
é
é
siamo qui?
siamo qui?
Il rischio incendio:
è uno dei maggiori rischi per il luogo di lavoro
Perché siamo qui? Perch
Perch
é
é
siamo qui?
siamo qui?
Rischio Basso
D.M. 10/03/98
Valutazione rischio d’incendio
Rischio Medio Rischio Elevato
Corso 4 ore Corso 8 ore Corso 16 ore
Perché siamo qui?
Cli obblighi dei lavoratori (D.Lgs 626/94 - art.5)
Perch
Perch
é
é
siamo qui?
siamo qui?
Cli obblighi dei lavoratori (
Cli obblighi dei lavoratori (
D.Lgs
D.Lgs
626/94
626/94
-
-
art.5)
art.5)
1.Ciascun lavoratore deve prendersi
cura della propria sicurezza e della
propria salute e di quella delle altre
persone presenti sul luogo di lavoro, su
cui possono ricadere gli effetti delle sue
azioni o omissioni, conformemente alla
sua formazione ed alle istruzioni e ai
mezzi forniti dal datore di lavoro.
2. In particolare i lavoratori:
a) osservano le disposizioni e le istruzioni
impartite dal datore di lavoro, dai dirigenti e dai
preposti, ai fini della protezione collettiva ed
individuale;
b) utilizzano correttamente i macchinari, le
apparecchiature, gli utensili, le sostanze e i
preparati pericolosi, i mezzi di trasporto e le altre
attrezzature di lavoro, nonché i dispositivi di
sicurezza;
c) utilizzano in modo appropriato i dispositivi di
protezione messi a loro disposizione;
Perché siamo qui?
Cli obblighi dei lavoratori (D.Lgs 626/94 - art.5)
Perch
Perch
é
é
siamo qui?
siamo qui?
Cli obblighi dei lavoratori (
Cli obblighi dei lavoratori (
D.Lgs
D.Lgs
626/94
626/94
-
-
art.5)
art.5)
d) segnalano immediatamente al datore di lavoro,
al dirigente o al preposto le deficienze dei mezzi e
dispositivi di cui alle lettere E) e F), nonché le altre
eventuali condizioni di pericolo di cui vengono a
conoscenza, adoperandosi direttamente, in caso di
urgenza, nell'ambito delle loro competenze e
possibilità, per eliminare o ridurre tali deficienze o
pericoli, dandone notizia al rappresentante dei
lavoratori per la sicurezza;
e) non rimuovono o modificano senza
autorizzazione i dispositivi di sicurezza o di
segnalazione o di controllo;
Perché siamo qui?
Cli obblighi dei lavoratori (D.Lgs 626/94 - art.5)
Perch
Perch
é
é
siamo qui?
siamo qui?
Cli obblighi dei lavoratori (
Cli obblighi dei lavoratori (
D.Lgs
D.Lgs
626/94
626/94
-
-
art.5)
art.5)
f) non compiono di propria iniziativa operazioni
o manovre che non sono di loro competenza
ovvero che possono compromettere la sicurezza
propria o di altri lavoratori;
g) si sottopongono ai controlli sanitari previsti nei
loro confronti;
h) contribuiscono, insieme al datore di lavoro, ai
dirigenti e ai preposti, all'adempimento di tutti gli
obblighi imposti dall’autorità competente o
comunque necessari per tutelare la sicurezza e la
salute dei lavoratori durante il lavoro.
Perché siamo qui?
Cli obblighi dei lavoratori (D.Lgs 626/94 - art.5)
Perch
Perch
é
é
siamo qui?
siamo qui?
Cli obblighi dei lavoratori (
Cli obblighi dei lavoratori (
D.Lgs
D.Lgs
626/94
626/94
-
-
art.5)
art.5)
Maggiori cause d`incendio Maggiori cause d
Maggiori cause d
`
`
incendio
incendio
(Statistiche per danni > 50.000 ¼)
•Guasti elettrici (38%)
•Incendi dolosi (27%)
•Eventi esterni (7%)
•Autocombustione (4%)
•Guasti meccanici (4%)
•Lavori a caldo (3%)
•Sigarette (3%)
•Impianti di riscaldamento (3%)
•Impianti di aspirazione (2%)
•Errori operativi (2%)
Maggiori cause d`incendio Maggiori cause d
Maggiori cause d
`
`
incendio
incendio
Errori umani:
Necessità di lavorare sulla
FORMAZIONE
INDICE del CORSO
INDICE del CORSO
1. L`INCENDIO:
1.1. I principi della combustione
1.2. I prodotti della combustione
1.3. Lo sviluppo di un incendio
2. L`ESTINZIONE DEGLI INCENDI:
2.1 Tecniche di estinzione
2.2. Le sostanze estinguenti
2.3 Tipi di fuoco e sostanze estinguenti
INDICE del CORSO
INDICE del CORSO
3. GLI ESTINTORI E IL LORO UTILIZZO
4. RETE DI IDRANTI
4.1 Tipologie di idranti
4.2 Manichette e lance
5. PROCEDURE DA ADOTTARE IN CASO
D`INCENDIO
5.1 Piano di emergenza
5.2 Norme generali di comportamento in caso
d’incendio
INDICE del CORSO
INDICE del CORSO
6. ASPETTI TECNICI GENERALI DI
PREVENZIONE INCENDI
6.1 Misure preventive
6.2 Gestione della sicurezza e norme d’esercizio
6.3 Segnaletica di sicurezza
6.4 Misure di protezione passiva
6.5 Misure di protezione attiva
7. STRUTTURA DEL PIANO AZIENDALE E
GESTIONE EMERGENZE
1. L`INCENDIO 1. L
1. L
`
`
INCENDIO
INCENDIO
1.1 Principi della combustione
Principi della combustione:
La combustione
Principi della combustione:
Principi della combustione:
La combustione
La combustione
Manifestazione visibile di una reazione
chimica di rapida ossidazione
(combustione) che avviene tra due
elementi diversi (1 combustibile ed 1
comburente) in determinate condizioni
ed in presenza di un innesco.
Principi della combustione:
Incendio ed esplosione
Principi della combustione:
Principi della combustione:
Incendio ed esplosione
Incendio ed esplosione
COMBUSTIONE
INCENDIO
Combustione con fiamma libera e
bassa velocità del fronte di fiamma, che
avviene normalmente con sviluppo di
calore, di fiamma, di gas di
combustione, di fumo e di luce
ESPLOSIONE
Combustione molto rapida con elevata
velocità del fronte di fiamma, che
avviene con produzione di calore, luce,
ed un forte aumento di pressione
DEFLAGRAZIONE
Fronte di fiamma a
VELOCITA’ SUBSONICA
DETONAZIONE
Fronte di fiamma a
VELOCITA’ SUPERSONICA
Principi della combustione:
Scoppio
Principi della combustione:
Principi della combustione:
Scoppio
Scoppio
ATTENZIONE!!!
Non confondere scoppio con esplosione.
SCOPPIO
Rottura di un contenitore o costruzione
risultante da uno aumento di pressione
interna, prodotto da un fenomeno fisico
(espansione per effetto termico,
compressione di fluido, ....), oltre i loro
limiti di resistenza
ESPLOSIONE
Combustione (reazione chimica) molto
rapida con elevata velocità del fronte di
fiamma, che avviene con produzione di
calore, luce, ed un forte aumento di
pressione
Il Processo di combustione Il Processo di combustione
Il Processo di combustione
CO
2
H
2
O
(Vapore
etc.)
Fuoco
Prodotti della
Combustione
O
2
Combustibile Comburente
Sorgente d’Innesco
Fiamma o scintilla
(accensione diretta)
Campo di Infiammabilità
Miscela combustibile-aria
interna al
°C
Temperatura di infiammabilità
Temperatura combustibile
maggiore
Temperatura di accensione
Temperatura combustibile
maggiore
°C
CO
2
H
2
O
(Vapore
etc.)
Fuoco
Prodotti della
Combustione
O
2
Combustibile Comburente
Campo di Infiammabilità
Miscela combustibile-aria
interna al
Sorgente d’Innesco
(accensione indiretta)
Principi della combustione:
Le equazioni della combustione
Principi della combustione:
Principi della combustione:
Le equazioni della combustione
Le equazioni della combustione
395 + CO
2
44 g
= O
2
32 g
+ C
12 g
286
246
+
+
H
2
O liquida
H
2
O vapore
18 g
= ½ O
2
16 g
+ H
2
2 g
Calore
sviluppato
Gas di
combustione
Comburente Combustibile
Combustione completa
Principi della combustione:
Le equazioni della combustione
Principi della combustione:
Principi della combustione:
Le equazioni della combustione
Le equazioni della combustione
110 = CO
28 g
= ½ O
2
16 g
+ C
12 g
Calore
sviluppato
Gas di
combustione
Comburente Combustibile
285 + CO
2
44 g
= ½ O
2
16 g
+ CO
28 g
Combustione incompleta

9DOXWD]LRQH 5LVFKL 5LGX]LRQH 5LVFKL &RQWUROOR 5LVFKL '/JV  .3HUFKp VLDPR TXL" 3HUFKp prescrive le misure finalizzate alla tutela della salute e alla sicurezza dei lavoratori negli ambienti di lavoro.

O ULVFKLR LQFHQGLR .3HUFKp VLDPR TXL" 3HUFKp è uno dei maggiori rischi per il luogo di lavoro .

3HUFKp VLDPR TXL" 3HUFKp '0  Valutazione rischio d’incendio 5LVFKLR %DVVR &RUVR  RUH 5LVFKLR 0HGLR &RUVR  RUH 5LVFKLR (OHYDWR &RUVR  RUH .

3HUFKp VLDPR TXL" 3HUFKp *OL REEOLJKL GHL ODYRUDWRUL '/JV  ± DUW.

su cui possono ricadere gli effetti delle sue azioni o omissioni.Ciascun lavoratore deve prendersi cura della propria sicurezza e della propria salute e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro. . '/JV 1. conformemente alla sua IRUPD]LRQH ed alle istruzioni e ai mezzi forniti dal datore di lavoro.

3HUFKp VLDPR TXL" 3HUFKp *OL REEOLJKL GHL ODYRUDWRUL '/JV  ± DUW.

gli utensili. le sostanze e i preparati pericolosi. nonché i dispositivi di sicurezza. '/JV 2. i mezzi di trasporto e le altre attrezzature di lavoro. . b) XWLOL]]DQR FRUUHWWDPHQWH i macchinari. dai dirigenti e dai preposti. In particolare i lavoratori: a) RVVHUYDQR OH GLVSRVL]LRQL H OH LVWUX]LRQL LPSDUWLWH dal datore di lavoro. c) XWLOL]]DQR LQ PRGR DSSURSULDWR i dispositivi di protezione messi a loro disposizione. ai fini della protezione collettiva ed individuale. le apparecchiature.

3HUFKp VLDPR TXL" 3HUFKp *OL REEOLJKL GHL ODYRUDWRUL '/JV  ± DUW.

'/JV d) VHJQDODQR LPPHGLDWDPHQWH al datore di lavoro. al dirigente o al preposto le deficienze dei mezzi e dispositivi di cui alle lettere E) e F). per eliminare o ridurre tali deficienze o pericoli. . adoperandosi direttamente. nonché le altre eventuali condizioni di pericolo di cui vengono a conoscenza. e) QRQ ULPXRYRQR R PRGLILFDQR senza autorizzazione i dispositivi di sicurezza o di segnalazione o di controllo. dandone notizia al rappresentante dei lavoratori per la sicurezza. nell' ambito delle loro competenze e possibilità. in caso di urgenza.

3HUFKp VLDPR TXL" 3HUFKp *OL REEOLJKL GHL ODYRUDWRUL '/JV  ± DUW.

DOO DGHPSLPHQWR GL WXWWL JOL REEOLJKL imposti dall’autorità competente o comunque necessari per tutelare la sicurezza e la salute dei lavoratori durante il lavoro. ai dirigenti e ai preposti. '/JV f) QRQ FRPSLRQR GL SURSULD LQL]LDWLYD RSHUD]LRQL R PDQRYUH che non sono di loro competenza ovvero che possono compromettere la sicurezza propria o di altri lavoratori. . g) si sottopongono ai controlli sanitari previsti nei loro confronti. h) FRQWULEXLVFRQR. insieme al datore di lavoro.

000 ¼) •Guasti elettrici (38%) •Incendi dolosi (27%) •Eventi esterni (7%) •Autocombustione (4%) •Guasti meccanici (4%) •Lavori a caldo (3%) •Sigarette (3%) •Impianti di riscaldamento (3%) •Impianti di aspirazione (2%) •Errori operativi (2%) .0DJJLRUL FDXVH G¶LQFHQGLR G¶LQFHQGLR (Statistiche per danni > 50.

0DJJLRUL FDXVH G¶LQFHQGLR G¶LQFHQGLR (UURUL XPDQL: Necessità di lavorare sulla FORMAZIONE .

1&(1'. Le sostanze estinguenti 2.2. . Lo sviluppo di un incendio  /¶(67.1.2 1.&( GHO &2562  /¶.1&(1'.2. 2..3.3 Tipi di fuoco e sostanze estinguenti .21( '(*/. I prodotti della combustione 1.1=.1'.1 Tecniche di estinzione 2. I principi della combustione 1.

1 Piano di emergenza 5.1 &$62 '¶./ /252 87.2 Norme generali di comportamento in caso d’incendio .2 5.1'.1725.&( GHO &2562  5(7( '. ( . .1&(1'.==2  352&('85( '$ $'277$5( . (67..'5$17.2 Manichette e lance  */.1 Tipologie di idranti 4. 4./.

'.1 Misure preventive 6..21( . 6.3 Segnaletica di sicurezza 6. 35(9(1=.1'. *(1(5$/.&( GHO &2562  $63(77.5 Misure di protezione attiva .2 Gestione della sicurezza e norme d’esercizio 6.$12 $=.4 Misure di protezione passiva  67587785$ '(/ 3.(1'$/( ( *(67. 7(&1.1&(1'.&.21( (0(5*(1=( 6.

1&(1'.2  3ULQFLSL GHOOD FRPEXVWLRQH . /¶.2 /¶.1&(1'.

3ULQFLSL GHOOD FRPEXVWLRQH /D FRPEXVWLRQH Manifestazione visibile di una UHD]LRQH FKLPLFD di rapida ossidazione (combustione) che avviene tra due elementi diversi (1 combustibile ed 1 comburente) in determinate condizioni ed in presenza di un innesco. .

che avviene con produzione di calore. di gas di combustione. di fiamma.2 Combustione molto rapida con elevata velocità del fronte di fiamma. di fumo e di luce .21( Combustione con fiamma libera e bassa velocità del fronte di fiamma. che avviene normalmente con sviluppo di calore.21( . luce.21( Fronte di fiamma a VELOCITA’ SUBSONICA '()/$*5$=. ed un forte aumento di pressione (63/26.3ULQFLSL GHOOD FRPEXVWLRQH .1&(1'.QFHQGLR HG HVSORVLRQH &20%867.21( Fronte di fiamma a VELOCITA’ SUPERSONICA '(721$=.

oltre i loro limiti di resistenza Combustione (reazione chimica) molto rapida con elevata velocità del fronte di fiamma.21( .. prodotto da un fenomeno fisico (espansione per effetto termico.$77(1=. . che avviene con produzione di calore.21( 1RQ FRQIRQGHUH VFRSSLR FRQ HVSORVLRQH 6&233. luce.).. ed un forte aumento di pressione 3ULQFLSL GHOOD FRPEXVWLRQH 6FRSSLR (63/26..2 Rottura di un contenitore o costruzione risultante da uno aumento di pressione interna. compressione di fluido.

O 3URFHVVR GL FRPEXVWLRQH Combustibile Comburente Combustibile Comburente O2 Miscela combustibile-aria interna al O2 Miscela combustibile-aria interna al Campo di Infiammabilità Campo di Infiammabilità Sorgente d’Innesco Fiamma o scintilla (accensione diretta) °C Temperatura combustibile maggiore °C Temperatura combustibile maggiore Sorgente d’Innesco (accensione indiretta) Temperatura di infiammabilità Temperatura di accensione Fuoco Prodotti della Combustione CO2 H2 O (Vapore etc.) Fuoco Prodotti della Combustione CO2 H2 O (Vapore etc.) ..

3ULQFLSL GHOOD FRPEXVWLRQH /H HTXD]LRQL GHOOD FRPEXVWLRQH &RPEXVWLRQH FRPSOHWD &RPEXVWLELOH &RPEXUHQWH *DV GL FRPEXVWLRQH &DORUH VYLOXSSDWR C 12 g H2 2g + O2 32 g ½ O2 16 g = CO2 44 g + 395 + = H2O liquida + H2O vapore + 18 g 286 246 .

3ULQFLSL GHOOD FRPEXVWLRQH /H HTXD]LRQL GHOOD FRPEXVWLRQH &RPEXVWLRQH LQFRPSOHWD &RPEXVWLELOH &RPEXUHQWH *DV GL FRPEXVWLRQH &DORUH VYLOXSSDWR C 12 g CO 28 g + ½ O2 16 g ½ O2 16 g = CO 28 g CO2 44 g = 110 + = + 285 .