You are on page 1of 4

francamente

il giornale dalla parte dei carovignesi


Marzo 2008 - distribuzione gratuita

“Un voto per i nostri figli”


Agostino Scalera candidato sindaco della coalizione Democratica per Carovigno
litica e amministrativa. Per questo daremo particolare attenzione ad

D
efinite le liste per le prossime elezioni amministrative a Caro-
vigno. Finita la danza delle candidature. Un ballo in masche- ogni forma di associazionismo, dai circoli ricreativi ai gruppi parroc-
ra. Alla fine tutti hanno mostrato il vero volto. O quasi tutti: chiali, che dovrà diventare il volano delle idee che emergono dalla so-
c’è chi, invece, ha dimostrato di non avere faccia. cietà civile. Saranno gli stessi Cittadini ad essere chiamati a vigilare
Per fortuna c’è anche chi è stato fuori da questa sabba politica, dimo- sull’operato della Pubblica Amministrazione attraverso una politica
strando una non comune onestà intellettuale e mantenendo coerente- incentrata sulla massima trasparenza garantendo la partecipazione rea-
mente fede alle scelte maturate nel corso di un discorso nato per il be- le alla vita pubblica e attuando la massima pubblicità possibile al-
ne di Carovigno e non per tornaconti personali. l’azione amministrativa. E’ nostra intenzione riformare l’Ufficio Rela-
Tra gli altri, il dottor Agostino Scalera, candidato Sindaco della “Coa- zioni con il Pubblico e istituire la figura del Difensore Civico”.
lizione Democratica per Carovigno”. “Non meno attenzione”, continua il Candidato Sindaco della “Coali-
Agostino Scalera, cinquantacinque anni, medico stimato (non solo a zione democratica per Carovigno”, “sarà data all’ambiente e allo svi-
Carovigno) da oltre trent’anni, dermatologo di fama internazionale, luppo urbano, considerato che sono sotto gli occhi di tutti le conse-
uomo di grande intelligenza e di immensa disponibilità umana. Ha guenze provocate dalla mancanza di una politica per il territorio delle
vissuto e vive la politica come impegno morale e non come affarismo. passate amministrazioni. Solo un esempio: la raccolta differenziata
E’ già stato Sindaco di Carovigno, oltre che consigliere comunale. Lui inesistente o mal organizzata. Ma voglio richiamare l’attenzione dei
ricorda così quell’esperienza: Carovignesi soprattutto su una questione fondamentale: il futuro del-
“Sono stato per cinque anni consigliere comunale e poi per quattro an- lo sviluppo urbanistico di Carovigno deve essere fatto nell’interesse
ni sindaco del Comune di Carovigno. Tengo a precisare che quegli an- della collettività e della vivibilità della Città e non per gli interessi di
ni della mia esperienza di Sindaco sono stati importanti sia per la mia qualche speculatore, oggi magari utilizzato come raccattatore di voti”.
vita che per Carovigno. Posso dire che nella nostra Città c’è stata una Di non secondaria rilevanza, poi, la questione dell’intera fascia costie-
crescita soprattutto culturale”. ra che va salvaguardata e valorizzata, con la riserva naturale di Torre
Crescita culturale di Carovigno. Sembra niente. Eppure i vertici del Guaceto con le sue potenzialità non ancora del tutto espresse”.
suo schieramento politico lo emarginarono favorendo altri personaggi. “Altra questione importante è quella delle tasse comunali: dobbiamo
E non fu riconfermato Sindaco. Nonostante avesse ben operato. cancellare l’assurdo fenomeno delle “cartelle pazze” e creare un siste-
A tale proposito ci tiene a precisare: “In quegli anni furono realizzate ma di equità che non tartassi il cittadino in modo ingiustificato. Per
parecchie opere pubbliche di grande utilità per i cittadini come, ad questo sarà posta una particolare attenzione alla politica comunitaria,
esempio, l’illuminazione di tutta Santa Sabina e il rifacimento di oltre considerato che la Comunità Europea offre la possibilità di attingere
il settanta per cento delle strade comunali E poi l’avvio per l’impian- finanziamenti soprattutto per quei settori trainanti dell’economia caro-
carovignesi.
to di depurazione….” vignese, quali l’agricoltura, il turismo e l’enogastronomia, solo per ci-
Agostino Scalera dimostra che vuole battersi per le sorti di questa Cit-
Ma ci tiene, Agostino Scalera, a evidenziare gli avvenimenti che por- tarne alcuni”.
tà e dei suoi abitanti. Con acume politico ma anche con sensibilità
tarono Carovigno alla ribalta nazionale, come il “16 ° Campionato Ita- “In merito all’agricoltura è nostra intenzione di realizzare, tra l’altro,
umana. Invece dei proclami, pone in primo piano una preoccupazione:
liano Sbandieratori”. un centro per la raccolta e la trasformazione dei prodotti agricoli loca-
“Chi ha dei figli è consapevole che bisogna preoccuparsi di dar loro
Ma non è il caso di soffermarci molto su quella passata esperienza. E’ li. Per quanto riguarda il turismo pensiamo che debba diventare il set-
un futuro. In nostri figli non avranno futuro se Carovigno non si sve-
sicuramente viva nella memoria di quei carovignesi non “drogati” dal tore trainante dell’economia carovignese. Sarà necessario garantire a
glia, se non riesce a capire che c’è bisogno di cambiamento radicale,
malagire politico. Qui ci interessa capire il perché di un ritorno sulla Carovigno la massima visibilità nel campo della promozione turistica.
non soltanto nei rapporti amministrativi ma anche nella vita pubblica
scena dell’impegno amministrativo dopo oltre un decennio di assenza. Non va dimenticato che l’attenzione posta su questi importi settori
e nella vita sociale. Se ciò non si verifica, Carovigno rimarrà sempre
E qui va fatto un inciso. Boicottato dai vecchi amici, messo da parte economici porta come diretta derivazione la creazione di nuove oppor-
più indietro rispetto ad altre comunità e soprattutto crescerà quella di-
perché, probabilmente, non funzionale a certi interessi, esce di scena tunità di lavoro. Sarà pensiero prioritario dell’amministrazione quello
sparità che oggi si sta verificando tra i potenti e la gente normale. Og-
senza saltellamenti partitici. E resta fuori dalla politica attiva per die- di favorire, in ogni modo, la nascita di nuove realtà che potranno co-
gi è questo l’aspetto peculiare di Carovigno. Il mio impegno con la
ci anni, prodigandosi a fondo nell’impegno professionale e sociale. stituire occasioni di lavoro per i carovignesi.
lista che credo di rappresentare degnamente è quello di cercare di rie-
In questi lunghi anni matura una presa di coscienza, profondamente “In ultimo, ma non per questo meno importante”, conclude Agostino
quilibrare la società di Carovigno affinché non ci siano padroni e sud-
umana prima che squisitamente politica. E da un agire che i faccendie- Scalera, “è l’attenzione che sarà data alla cultura. Una nostra idea: fa-
diti come succedeva nel passato”.
ri della politica fingono di non capire ma comunque facilmente com- re in modo che lo sviluppo delle risorse culturali di Carovigno possa
Un pensiero da uomo di cultura. Ma anche da uomo politico di spes-
prensibile dalla gente che ragiona liberamente. diventare una occasione per aumentare l’offerta turistica della nostra
sore. Che si ritrova nel programma della coalizione, incentrato su pun-
Agostino Scalera ritorna alla sfida della politica attiva. E viene scelto Città”.
ti qualificanti per il futuro di Carovigno.
come candidato Sindaco della “Coalizione Democratica per Carovi- Il 13 e 14 aprile, ai carovignesi la scelta.
“Intanto la centralità dei Cittadini carovignesi”, dice Scalera. “Inten-
gno”, un schieramento ampio che, oltre ad essere di centro-sinistra,
diamo mettere la gente e le loro idee come base della nostra azione po-
raggruppa coloro che tengono a cuore gli interessi di Carovigno e dei A CURA DI NATALINO SANTORO

LIBERTÀ DI VOTO
paese, nella speranza che possa rivive- l’impegno sociale, essere sempre pronti a
re di luce propria per le cose belle stare con e per i cittadini e cercare di
e non di luce riflessa e negativa rispondere per quanto possibile alle
che porta inesorabilmente al- loro esigenze nel rispetto della li-
l’oscurantismo. bertà e della dignità.
dai valori morali ineccepibili, conosciuto e stimato

M
anca meno di un mese per mettere in atto
Quello che vorrei sottolinea- Mi auguro che in questa occasio-
le nostre “scelte” elettorali, sia per il rin- da tutti; scelta che la redazione di questo giornale ha
re in questa speciale doppia ne ci sia in ogni persona quella
novo del Parlamento e sia per la scelta condiviso in pieno e diciamo subito che ci sentiamo
occasione, è il significato giusta morale di libertà ed auto-
della nuova Amministrazione Comunale. onorati che il “nostro” Agostino abbia accettato
della parola “democrazia”: nomia del voto e che una sana ri-
Detto questo, va sottolineato, che ogni cittadino, questo delicato impegno, ed a riconoscenza di que-
tutti sappiamo che essa signi- flessione possa evitare di barat-
particolarmente in questa occasione, deve pondera- sto vorremmo poter dire, parafrasando il sottotitolo
fica “governo di popolo”, ma tarlo al miglior offerente, perché
re bene la propria scelta, vista la grande responsabi- del nostro giornale: “Agostino Scalera, il sindaco
purtroppo pochi la applicano an- se così fosse nessuno si sentirà mai
lità a cui è chiamato. dalla parte dei carovignesi”.
che se ne parlano tanto. Ma quando libero di esprimere se stesso nel rispet-
Su questo giornale abbiamo dichiarato di essere sem- Naturalmente la formulazione degli auguri al nostro
parlo di applicazione, non mi riferisco to degli altri e della società intera.
pre dalla parte dei carovignesi, e tutto questo ci vie- candidato ed alla Coalizione Democratica è un fat-
a chi ha il cosiddetto potere, mi riferisco agli Per concludere, tenendo sempre a mente il con-
ne dimostrato dall’interesse a dall’affetto che la mag- to d’obbligo, ma non basta. Partendo dalla forza di
elettori che hanno per l’appunto il “vero potere” di cetto di democrazia, ma nello stesso tempo pensan-
gior parte delle persone ci dimostrano approvando il sensibilizzazione di questo giornale desideriamo far
applicare liberamente il concetto di democrazia do ad una competizione agonistica, al di là di quan-
nostro operato, tanto da diventare un punto fermo di conoscere e risaltare la sua personalità semplice ed
senza condizionamenti vari. to detto innanzi, mi sento di augurare a tutti i candi-
riferimento anche per la parte “avversaria”. umile nello stesso tempo, ma che nasconde una for-
Le persone che hanno dato vita a questa grande coa- dati sindaci e loro coalizioni, una buona e sana cam-
Il centro sinistra e tutta la sinistra dando vita ad una te determinazione di intenti messi in evidenza dal
lizione, credono fermamente nella democrazia e nei pagna elettorale.
grande coalizione democratica , hanno scelto come programma che tutta la coalizione ha meticolosa-
suoi valori e la loro forza morale è la persuasione, GIULIANO MARTINI
candidato Sindaco il Dott. Agostino Scalera, figura mente preparato per ridare vita a questo mortificato

francamente
Reg. Trib. di Brindisi n. 7 del 20.04.2001
Direttore responsabile: Natalino Santoro - Direttore editoriale: Mario Cicorio
Stampa: Nuova g@ srl - Ostuni - Tel. 0831.339017 - info@nuovagasrl.191.it (chiuso in Tipografia il 19/3/2008)

francamente è scaricabile dal sito www.carovigno.net


M A R Z O 2 0 0 8

LISTA CANDIDATI DELLA


COALIZIONE DEMOCRATICA
ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL 13 E 14 APRILE 2008
PER CAROVIGNO
LINEE PROGRAMMATICHE DELLA LISTA “COALIZIONE DEMOCRATICA PER CAROVIGNO – SCALERA SINDACO”

ASSOCIAZIONISMO non solo verrà incentivato l’associazionismo e si avere un seguito al fine di rendere fruttuosa questa
A Carovigno, per decenni, i cittadini sono stati par- adotteranno forme più ampie di partecipazione po- membership.
tecipi delle scelte che riguardavano il territorio gra- polare alla gestione della cosa pubblica (referen- CULTURA CANDIDATO SINDACO
zie all'importante filtro costituito dai partiti politici. dum, Consigli Comunali monotematici), ma si chie- Carovigno è da sempre riconosciuta come città SCALERA AGOSTINO
La crisi, ad inizio anni '90, di questi ultimi ha prati- derà ai cittadini stessi di essere vigili guardiani del- messapica di antichissime tradizioni e la rinascita
camente impedito, ad una fetta consistente della so- l’applicazione delle linee programmatiche contenu- del paese non potrà avvenire se non recuperandone 1 BAGNULO SABRINA RITA
cietà civile, di prendere parte attivamente alle scel- te in questo documento. e valorizzandone la storia. Molto è stato scritto sul- 2 LAGHEZZA CARLA ALESSANDRA
te politiche più importanti per la città. A questo scopo le sedute del Consiglio Comunale di le mura messapiche, sul centro storico, sui numero- 3 LOCOROTONDO MARILENA
La partecipazione della Cittadinanza, nelle scelte Carovigno saranno effettivamente pubbliche e ver- si reperti archeologici rinvenuti nelle marine di Ca- 4 ROMA MARIA ANTONIETTA
che coinvolgono un paese, si misura tuttavia anche ranno nuovamente trasmesse con l’utilizzo di mez- rovigno. Quasi tutte le iniziative sono rimaste alla 5 ALBERTI VITTORIO PIETRO
attraverso il numero di associazioni esistenti, la lo- zi radio – televisivi (come è sempre avvenuto per fase progettuale, senza riuscire ad approdare a risul- 6 ANNICCHIARICO GIUSEPPE CARLO MARIA
ro reale attività e l'apporto che riescono a fornire al- buona prassi), in modo da consentire la maggiore tare concreti. 7 BAGNULO GIUSEPPE detto PEPPINO
8 FRANCIOSO GIOVANNI
la crescita di un gruppo sociale. L'associazionismo pubblicità possibile all’azione amministrativa. Uno dei compiti primari della futura amministrazio-
9 LANZILOTTI GIOVANNI
è un forte catalizzatore di tutti gli imput che vengo- Verrà completamente riformato l’Ufficio Reazioni ne sarà proprio quello di portare a compimento, do- 10 LANZILOTTI MICHELE ARCANGELO
no dalla società civile e, negli anni bui della politi- con il Pubblico, garantendo allo stesso una maggio- po una fase di studio e catalogazione, la realizzazio- 11 LOPARCO ANGELO
ca carovignese, ha svolto un ruolo di supplenza ri- re visibilità ed accessibilità per i cittadini che inten- ne di un museo che possa ospitare gli importantissi- 12 MELPIGNANO PIETRO
spetto ai partiti politici, logorati da logiche interne dono rapportarsi con la Pubblica Amministrazione. mi reperti rinvenuti nel porto di S. Sabina, ospitan- 13 MOSAICO PALMO ANTONINO
spesso incomprensibili. Verrà modificato lo Statuto Comunale ed istituito il do, in una struttura individuata nell’ex caserma del- 14 ORLANDINO FRANCESCO CARMELO
La Coalizione per Carovigno, preso atto dell’impor- Difensore Civico, una importantissima figura di ga- la Finanza, convegni e incontri di studio proprio sul 15 PECICCIA ANGELO RAFFAELE
tanza cruciale per il Paese di queste consultazioni, ranzia per i cittadini e titolare di poteri di controllo ruolo svolto dai nostri porti nel corso dei secoli. Il 16 PERRINO VITO ANGELO
nasce con l'intento di salvaguardare e coltivare sulla legittimità delle scelte politiche e sull’anda- tutto contribuirà ad aumentare l’offerta turistica per 17 SAPONARO ALESSANDRO FLAVIO
18 SAPONARO VITO
l'agire politico del cittadino e, proprio conoscendo mento della macchina amministrativa. gli operatori del settore.
19 TARANTINO CORRADO
le enormi potenzialità dell'associazionismo (basti TASSE Occorre inoltre recuperare all’affetto ed all’atten- 20 UGGENTI VITO
pensare a realtà come la Croce Rossa, l'AVIS, i va- Spesso i Comuni, in materia finanziaria, si trovano zione dei Carovignesi il centro storico del paese, la-
ri gruppi parrocchiali, i circoli ricreativi), riconosce a subire le scelte di governi, sia di centro – destra sciato al suo destino da decenni. Lì, dove sono le ra-
re le proprie risorse o compromettere il proprio svi-
e intende tutelarlo in tutte le sue forme. Proprio i che di centro – sinistra, che, nell’intento di salva- dici di Carovigno, occorrerà concentrare i maggiori
luppo.
più giovani, spesso disillusi dal contesto politico, guardare la politica economica nazionale, pregiudi- sforzi, incentivando la salvaguardia del borgo anti-
Non più rimandabile, inoltre, è l’incentivo alla crea-
avranno la possibilità per il tramite di realtà asso- cano le piccole realtà locali come Carovigno. I Co- co ed attuando politiche intese a rendere nuovamen-
zione di marchi che identifichino i prodotti carovi-
ciative, di contribuire alla crescita del paese, for- muni, con le recenti riforme costituzionali, hanno te centrale, nella vita culturale e sociale della città,
gnesi di qualità, garantendo agli stessi maggiore vi-
nendo il loro apporto essenziale. Verranno incenti- tuttavia ampi margini di manovra per rimediare al- luoghi, oggi, quasi evitati da chi non vi abita. L’as-
sibilità e quindi la possibilità di accedere ai merca-
vate indistintamente la costituzione e lo sviluppo le carenze finanziarie dovute ai mancati introiti sta- sessorato alla Cultura avrà inoltre cura di creare
ti nazionali e stranieri, grazie proprio alla promo-
delle associazioni locali, concedendo immobili di tali e non può pertanto in alcun modo giustificarsi il maggiori occasioni di riflessione sui contributi for-
zione che deriva dall’incentivo a forme di turismo
proprietà del comune per consentire alle stesse di continuo innalzamento delle aliquote dei tributi lo- niti, negli ambiti più differenti, dai più illustri citta-
enogastronomico.
rapportarsi con maggiore immediatezza con il con- cali (una su tutte, l’I.C.I.) che andranno tutte inte- dini Carovignesi: uno su tutti, Salvatore Morelli.
AGRICOLTURA
testo sociale. Il Castello di Carovigno sarà il punto gralmente riportate a valori non dissimili dai comu- TORRE GUACETO E LA COSTA
Un paese, che è da sempre stato prettamente agrico-
di riferimento di questo nuovo fermento sociale e ni a noi vicini. Specifica attenzione deve essere rivolta alla nostra
lo, registra, negli ultimi decenni, una evidente crisi
diverrà un importante contenitore culturale, non de- Verranno impediti agli agenti per la riscossione dei riserva naturale, un patrimonio inestimabile che ha
proprio in un settore cruciale, quale quello agricolo,
gradato più ad un utilizzo saltuario ed estempora- tributi locali, concessionari per Carovigno, compor- vissuto negli ultimi anni momenti davvero difficili.
per il reddito di numerosi gruppi familiari.
neo che ne svilisce il suo notevole valore storico – tamenti pretestuosi e vessatori nei confronti della La disorganizzazione nella gestione della riserva ha
Le recenti sfide del mercato europeo impongono in-
artistico. cittadinanza, messi in atto al solo fine di far fronte rischiato di comprometterne seriamente la flora e la
fatti una maggiore elasticità nella gestione di un set-
AMBIENTE E SVILUPPO URBANO ad emergenze finanziarie. Non si assisterà più, fauna. Ancora molto occorre fare per garantire la tu-
tore che, più di altri, risente dei fenomeni competi-
Sono sotto gli occhi di tutti quali pos- quindi , come di recente avvenuto, al tela di Torre Guaceto: in termini di conservazione
tivi. Occorre quindi sperimentare nuove forme di
sono essere le conseguenze del- fenomeno delle “cartelle pazze”, delle numerosissime specie animali e vegetali pre-
organizzazione e la Coalizione ha intenzione di pro-
l’assenza di serie politiche am- ma i cittadini potranno trovare senti in loco e per la protezione in genere da acces-
fondere tutti gli sforzi necessari per la realizzazione
bientali. La cittadinanza Ca- nelle Istituzioni comunali si abusivi alla riserva, è necessario, rispettivamente,
di un centro per la raccolta e la trasformazione dei
rovignese, per troppi anni, (U.R.P., Difensore Civi- aumentare la vigilanza e restringere l’utilizzo della
prodotti agricoli locali.
non è stata correttamente co) un immediato ri- riserva stessa ad un turismo consapevole.
Gli imprenditori agricoli locali avranno quindi la
informata e sensibiliz- scontro alle loro de- Verrà da subito proposto l’ingresso nel consiglio di
possibilità di commercializzare in loco i loro pro-
zata all’approfondi- nunce. amministrazione dell’Ente di gestione della riserva
dotti, salvaguardandone la genuinità e soprattutto
mento delle più im- Occorrerà verificare di un tecnico, professionista del settore, in grado di
potendo accedere al mercato ortofrutticolo a condi-
portanti tematiche lo stato effettivo delle fornire quell’apporto che le cariche politiche succe-
zioni ben più vantaggiose.
ambientaliste. finanze comunali, al dutesi non sono state in grado di recare.
Essenziale sarà il riconoscimento del requisito del-
La raccolta differen- fine prendere tutte le Oltre a Torre Guaceto, grande attenzione verrà ri-
la monumentalità anche per gli ulivi che caratteriz-
ziata è male organizza- iniziative, se necessa- servata anche al restante territorio costiero di Caro-
zano l’agro di Carovigno, al fine di salvaguardarne
ta e, cosa più grave, rio anche le più drasti- vigno. L’assetto del territorio sulla costa, nell’ottica
la conservazione ed il pregiato prodotto. Dai contri-
non è mai stata incenti- che, per ripartire con di uno sviluppo urbano organico, dovrà rispettare i
buti che i Fondi Europei stanziano a questi fini le at-
vata; si assiste, purtroppo una gestione efficace, tra- vincoli paesaggistici ed ambientali, con un imme-
tività agricole trarranno certamente nuova linfa.
molto spesso, al fenomeno sparente e realmente condi- diato ritorno alla legalità. Verrano preservati i cana-
LAVORO
delle discariche abusive; le as- visa delle risorse del nostro li naturali che hanno sbocco sulle nostre coste e sal-
Il mercato del lavoro, come nel contesto nazionale,
sociazioni ambientaliste presenti territorio. vaguardate le lame esistenti, avendo, come punto di
è una tematica da affrontare con la dovuta pruden-
sul territorio non riescono a interloqui- POLITICHE COMUNITARIE riferimento, le corrette valutazioni di impatto idro-
za. Il periodo di recessione che si prospetta non aiu-
re con le istituzioni locali, mancando di fornire La dimensione comunitaria, in una seria politi- geologico. Sarà garantito a tutti il libero accesso al
terà certamente l’economia locale a creare nuovi
il loro fondamentale apporto. ca locale, è ormai imprescindibile. litorale ed ai lidi, eliminando le prevaricazioni ad
posti di lavoro, ma l’impegno della Coalizione su
Occorre invertire questa tendenza, occorre chiama- Per le realtà come Carovigno, la Comunità Europea oggi esistenti.
tutti i fronti ha come obiettivo principale quello di
re Carovigno alle proprie responsabilità, occorrono offre notevoli possibilità, in termini di finanziamen- TURISMO
ottenere sempre una ricaduta occupazionale sul ter-
scelte condivise urgenti per non essere costretti a ti, per la realizzazione di progetti in svariati campi, Una delle principali risorse nell’economia Carovi-
ritorio.
gestire, come avviene in regioni a noi vicine, emer- quali (per citarne solo alcuni) quello enogastrono- gnese è, ovviamente, il turismo e tutto l’indotto col-
L’attenzione rivolta al settore turistico, gli investi-
genze non facilmente risolvibili. mico, quello turistico, quello sociale e quello della legato a questo settore. Parlare di turismo ha come
menti nel settore agricolo, la rinnovata politica co-
Solo uno sviluppo urbano organico potrà garantire a formazione. Carovigno, tuttavia, non ha mai avuto presupposti la tutela e valorizzazione delle risorse
munitaria, la valorizzazione dell’associazionismo,
Carovigno una concreta politica ambientale. L’or- una concreta politica comunitaria, in grado, dopo ambientali (obiettivo primario della Coalizione),
se troveranno riscontro nella cittadinanza, contri-
ganicità dell’assetto urbanistico, poi, passa anche aver intercettato i finanziamenti europei, di innesca- ma, come obiettivo principale, la regolamentazione
buiranno certamente a favorire la nascita di nuove
attraverso un’ampia condivisione delle decisioni re processi economici che portassero ad ulteriori in- di un settore che, troppo spesso, viene abbandonato
realtà imprenditoriali ed i loro indotti costituiranno
che inevitabilmente devono prendersi per il bene vestimenti privati, anche stranieri, che consolidas- a se stesso.
occasioni di lavoro per i carovignesi.
del territorio, anche ricorrendo, per le scelte crucia- sero sul territorio nuove realtà imprenditoriali. Solo l’energia imprenditoriale, in questi anni (valga
Nelle politiche lavorative non verranno trascurati
li, allo strumento del referendum. Carovigno non È quindi necessaria e non più rinviabile la costitu- l’esempio dell’associazione dei ristoratori), ha sop-
comunque i compiti istituzionali. Spetterà al Comu-
potrà essere una realtà avulsa dai comuni vicini: il zione di un Assessorato ad hoc alle Politiche Comu- perito all’assenza, da parte delle istituzioni, di ini-
ne interfacciarsi con i più vicini centri per l’impie-
suo sviluppo urbanistico si inserirà in programmi nitarie, al quale venga affiancato uno staff di esper- ziative concrete e strutturate nel fornire un’offerta
go al fine di sostenere l’orientamento al lavoro, l’in-
concordati anche livello provinciale in un’azione si- ti professionisti che si preoccupino istituzionalmen- turistica competitiva. Partiremo quindi dai risultati
serimento lavorativo e l’incontro della domanda di
nergica con immediate ricadute positive in termini te di verificare tutte le concrete possibilità che la già raggiunti dai privati, premiando quelle proposte,
lavoro con l’offerta.
economici e di assetto del territorio. partecipazione dell’Italia alla Comunita Europea quali la costituzione di consorzi tra imprenditori,
A tal fine il Comune si doterà di un sito Internet, at-
PUBBLICA AMMINISTRAZIONE offre per le realtà quali la nostra Carovigno. con immediate ricadute in termini di qualità dei ser-
traverso cui, tra le altre cose, i cittadini, tramite il
Troppo spesso si sente parlare di “stanza dei botto- In questa prospettiva si inquadrano anche gli impe- vizi offerti ed in termini occupazionali.
filtro costituito da un intermediario autorizzato qua-
ni”, di “palazzi del potere”, lontani e spesso indiffe- gni assunti dal Comune di Carovigno, nel campo Sara necessario garantire a Carovigno la giusta vi-
le l’ente pubblico, potranno accedere alla Borsa
renti alle esigenze della cittadinanza. I cittadini di della cooperazione decentrata, con la partecipazio- sibilità nel panorama delle offerte turistiche e sarà
Continua Nazionale del Lavoro.
Carovigno devono tuttavia necessariamente recupe- ne all’Associazione delle Agenzie per la Democra- quindi opportuno impegnarsi in azioni di promozio-
rare la loro dimensione politica e, a questo scopo, zia Locale: impegni che devono necessariamente ne effettiva del territorio, senza con questo svende-
M A R Z O 2 0 0 8

VITO SAPONARO
Nasce a Carovigno il Partito Democratico NEL COMITATO
PER LA GESTIONE
DELLE RISORSE IDRICHE
li si aggiungono i componenti delle

D
omenica 10 febbraio nel sa-
lone di rappresentanza del assemblee costituenti nazionale e re-
castello si è svolta l’Assem- gionale: Fusco Rosaria, Tarantino
blea costitutiva del circolo del Parti- Corrado, Saponaro Pasquale e il

I
to Democratico di Carovigno. capogruppo in consiglio comunale mportante riconoscimento per l’arch. Vito Saponaro, capogruppo
L’assemblea condotta da Rosaria Saponaro Vito. del Partito Democratico nel Consiglio Comunale di Carovigno. E’
Fusco, ha eletto i 30 componenti del Molte le facce nuove che per la pri- stato infatti nominato, con Decreto del Presidente della Giunta Re-
coordinamento cittadino, 15 donne e ma volta hanno deciso di impegnarsi gionale pugliese on. Nichi Vendola, componente del “Comitato regio-
15 uomini: Alberti Maria Rosaria, in un partito politico, segno del mes- nale per la gestione ottimale delle risorse idriche”.
Annicchiarico Antonella, Barella saggio di novità e di speranza che il Il Comitato è stato istituito dalla Regione Puglia al fine di garantire
Marilù, Carlucci Maria Antonietta, partito di Veltroni trasmette ai citta- l’esplicazione dell’azione amministrativa e della gestione del servizio
Carrone Anna Rita, Cavallo Mar- dini. idrico integrato, in funzione dei criteri di economicità, efficacia ed effi-
cella, Donnaloia Maria, Fedele Ca- Mario Il coordinamento ha quindi eletto il cienza, riguardante l’insieme dei servizi pubblici di captazione, adduzione e distribuzione di acqua a usi ci-
terina, Greco Maria Antonietta, Ia- Cicorio primo segretario del Partito Demo- vili, di fognatura e depurazione delle acque usate.
ia Carmela, Laghezza Carla, Lanzi- cratico di Carovigno: Mario Cico-
lotti Federica, Saponaro Primarosa, Semeraro rio.
Antonella, Verdaguer Maria Eugenia, Alberti Continua quindi la fiducia verso i giovani che ne- COINVOLGENTE INIZIATIVA
Vittorio, Bellanova Cataldo, Brandi Luigi, Calò gli ultimi tempi hanno saputo creare un clima nuo-
Giuseppe, Cesaria Luigi, Cicorio Mario, De Vin- vo per la politica carovignese. PER LA GIORNATA DELLA MEMORIA A CAROVIGNO
centis Dario, Lanzilotti Michele Arcangelo, Lo- Da subito al lavoro il Segretario si è impegnato in-
sieme alle altre forze della coalizione a costruire un
Gli alunni della scuola media incontrano l'Autrice de "II cratere nella pianura"
corotondo Giancarlo, Loparco Angelo, Melpi-
gnano Pietro, Orlandino Francesco, Semeraro progetto di governo capace di dare a Carovigno un Prefazione, coglie con gran-

"E
mozionante"....
Rocco, Tamborrino Pietro, Zizza Antonio ai qua- nuovo sindaco e una nuova maggioranza consiliare. E' questo il ter- de acutezza i molti pregi del-
LA REDAZIONE mine usato dal l'opera e sottolinea, accanto

Elezioni politiche 13-14 aprile 2008


Dirigente scolastico, prof. alla semplicità ed alla scor-
Mario Pecere, a conclusione revolezza del racconto, il
dell'incontro fra la scrittrice profondo valore umano e il
Elvira Sarti Gianfaldoni e gli senso di dolore e sofferenza
alunni della Scuola seconda- che vanno oltre l'esperienza
ORDINE DI LISTA ORDINE DI LISTA ria di 1° grado CAVALLO- personale, per acquistare una
DEL SENATO DELLA CAMERA MORELLI di CAROVI- dimensione collettiva e stori-
GNO, tenutosi il 30 gennaio ca.
DELLA REPUBBLICA DEI DEPUTATI scorso presso l'Aula Magna Il libro è la narrazione dolo-
CIRCOSCRIZIONE PUGLIA CIRCOSCRIZIONE PUGLIA del plesso Morelli. rosa di quel periodo terribile
L'iniziativa si inserisce nelle della guerra che inizia con
1 D'ALEMA MASSIMO celebrazioni della Giornata l'armistizio dell'8 settembre
1 DE CASTRO PAOLO
della Memoria, istituita a del 1943.
2 LATORRE NICOLA 2 MASTROMAURO MARGHERITA
partire dall'anno 2000 nel Con la tecnica del flash
3 CAROFIGLIO GIOVANNI detto GIANRICO 3 GRASSI GEROLAMO detto GERO nostro Paese, per ricordare Elvira Sarli Gianfaldoni back, la memoria si dilata
4 MONGIELLO COLOMBA 4 BORDO MICHELE gli orrori dei lager e le vittime della Shoah. con dolce tenerezza su avve-
5 PROCACCI GIOVANNI 5 BELLANOVA TERESA Una testimone dì quegli orrori è proprio la signora nimenti della vita in famiglia, i piccoli oggetti, le
6 FORETTI DONATELLA 6 CAPANO CINZIA Elvira Sarli Gianfaldoni, autrice del libro II cratere care abitudini che rendono ancora più amaro il con-
7 MARITATI ALBERTO 7 LOSACCO ALBERTO nella pianura, edizioni Schena Fasano, che gli alun- fronto con la terribile realtà che Elvira, sua madre e
ni delle classi terze hanno letto e analizzato in que- il fratellino Mino sono costretti ad affrontare.
8 TOMASELLI SALVATORE 8 BOCCIA FRANCESCO
sti mesi, dimostrando con le loro domande e la loro Gaeta, la spiaggia di S. Agostino, il campo di inter-
9 TEDESCO ALBERTO 9 VICO LUDOVICO commossa partecipazione quanto abbiano apprezza- namento di Cesano, Itri, e poi Napoli, Taranto, la Si-
10 CAMMALLERI ANNA 10 CONCIA ANNA PAOLA to questa testimonianza straordinaria. Alla presenza cilia: i luoghi dello strazio e quelli dei giorni felici
11 PRENCIPE GAETANO 11 GAGLIONE ANTONIO di un folto pubblico, fra cui il Sindaco Zizza, l'As- si dipanano nella memoria di una bimba divenuta
12 CONTE LUIGI 12 RIA LORENZO EMILIO sessore Brandi e il Consigliere provinciale Peciccia, grande troppo in fretta.
13 ZACCARIA TERESA 13 SERVODIO GIUSEPPINA detta GIUSY l'Autrice, presentata dall'Editore Angela Schena, ha Sullo sfondo crudele della ferocia umana brillano i
risposto alle domande con toccante semplicità, ri- teneri ricordi legati a Mino, il fratellino che fu im-
14 SUMMA ANTONIO CARMELO detto ANTONELLO 14 GINEFRA DARIO
cordando le umiliazioni e le sofferenze patite dopo possibile salvare e che diventa il simbolo dì un olo-
15 STEFANO DARIO 15 DE SIMEI DILVA l'8 settembre 1943 in un campo di internamento. causto senza colpa, frutto anch'esso del grande amo-
16 DE GUIDO CARMINE detto LINO 16 BLASI SERGIO Il cratere nella pianura è stato pubblicato nel 1992. re materno.
17 PENNA INCORONATA 17 PALADINO ANNA Il giornalista Gustavo Delgado, che ha scrìtto la ANGELA GRECO
18 MINERVINI GUGLIELMO 18 SCALERA ANNA MARIA
19 CAPUTO GABRIELE 19 ALTIERI GIUSEPPE
20 NEGLIA FRANCESCO detto FRANCO 20 MASSA FEDERICO
21 FRISULLO ALESSANDRO detto SANDRO 21 SPENGA ANNA ROSARIA
22 PETROSILLO ANGELO
23 TINELLA ROSANNA
24 PICCINNI GIOVANNI CARLO
25 CUSMAI ANTONELLA
26 GIORDANO SANTE
27 LEGGIERI LOREDANA
28 ANASTASIACHIARAMARIA
29 DETOMASO VITO
30 CARROZZO MARIA
31 DURANTE LUCA
32 SAPONARO PASQUALE
33 POVIA SERGIO
34 CORDONE MARIARITA
35 MONOPOLI MARIA ANTONIETTA detta MARA
36 DEL GAUDIO ROMANO
37 FRATTOLILLO DANIELA
38 LUSSO ANTONIO
39 VINCENTI ANTONELLA
40 SICILIANI STELLA
francamente
è aperto alla collaborazione dei cittadini
41 DICORATO GIUSEPPE
Per collaborazioni, informazioni, sponsorizzazioni:
42 LOIZZO MARIO
43 GENTILE ELENA
Cell. 338.9861242
44 SCANDALE LUCA e-mail: mario_ci1975@libero.it
M A R Z O 2 0 0 8

I riti della Settimana Santa UN NUOVO MONDO: LA CRIPTA


e la battitura della 'Nzegna Il problema fondamentale è questo, giusto?

S
alve cari concittadini! È da tanto tempo che
non leggete un mio articolo. Scusatemi, non I genitori non sanno se e dove far uscire i propri fi-
vi ho abbandonato ma ho avuto un po’di pro- gli, perché spaventati e impauriti dalla realtà di un
trona vestita di stelle” che lo invitava, per la sua

La
Settimana Santa è il periodo più im- blemi personali e famigliari. paese che, con droga ed alcool, diventa ogni gior-
portante per i carovignesi, non solo per guarigione, a recarsi a Carovigno nella contrada di Ora sono tornata! Non è una minaccia, però! Vi vo- no più critico e compromettente.
celebrare gli eventi di fede correlati Belvedere a rinvenire la sua immagine dipinta nella glio parlare di un posto bellissimo che è nato a Ca- Ogni sera (esclusi martedì e giovedì)dalle 18.30 al-
agli ultimi giorni di Gesù, comprendenti in partico- grotta. rovigno. Vi voglio parlare della “cripta” della le 20.30; gli adulti, operatori pastorali e i giovani si
lare la sua passione, morte e resurrezione, ma anche Dopo una lunga ricerca un mandriano, cercando una Chiesa Nuova. ritrovano e si confrontano; giocando, parlando e
per rivivere antiche tradizioni popolari. giovenca smarrita la ritrovava “in ginocchioni” al- Il vecchio insieme di ruderi ed erbaccia nonché di divertendosi.
resti umani, che restaurato, ha dato vita ad un in- Don Pino Nigro, il nuovo parroco è orgoglioso di
I riti di questa settimana hanno inizio la mattina del- l'interno di questa grotta, di fronte al dipinto della
sieme di stanze adibite per la felicità dei giovani. questa “creazione” e, contento invita tutti a cono-
la Domenica delle Palme alle ore 10.00 con la Be- Madonna. Preso da tanta emozione e da immensa
Negli spazi della “cripta” un tavolo da ping-pong, scere questa nuova realtà.
nedizione delle Palme in Piazza.Gli altri momenti gioia attirò l'attenzione dei contadini vicini, legando Aggregante ed entusiasmante; inusuale per l’apatia
un calcio balilla e una dama hanno permesso a ra-
importanti sono: la Via Matris con la statua della un fazzoletto colorato al proprio bastone e cominciò gazzi e ragazze di ogni età di ritrovarsi, trascorrere e la noia che i giovani respirano a Carovigno.
Madonna Addolorata (la statua esce dalla chiesa a lanciarlo in aria. insieme due ore e soprattutto non perdersi nelle
omonima e percorre alcune vie della città sostando La bandiera della 'Nzegna, definita dal Prof. Rosa- strade del paese. M. ANTONIETTA GRECO
in sette punti che ricordano i sette dolori della ma- rio Jurlaro "insegna mariana", di forma quadrata
donna per poi giungere nella Chiesa del Carmine), con disegni a triangolo o montetti di vari colori, sul-
le Quarantore (lunedì, martedì e mercoledì santo
nella Chiesa del Carmine), l'Esposizione della reli-
la cornice, ed, al centro della stessa, la rosa mistica,
richiamano il simbolo mariano bizantino associato
Chiesa del Carmine: partono i restauri
quia della Santa Croce (la sera del Giovedì santo), all'immagine della Vergine.

S
ono queste le notizie che vorremmo sempre pubblicare perché il patrimonio storico di una città è
la Processione dei Misteri (venerdì ore 21:00) e la Il culto è curato dai cugini Carlucci (dei "Mamma una pagina aperta sul passato di un popolo e, solo un restauro conservativo, può fare in modo che
Processione dell'Addolorata il sabato mattina alle mamma"), discendenti del pastore, in Carovigno questa pagina possa continuare ad essere letta anche dalle generazioni future.
ore 6:00. che si tramandano di generazione in generazione il In un cordiale colloqui con Don Alessandro è emerso che i lavori sono già stati finanziati dalla Comuni-
Per gli sbandieratori e musici un appuntamento im- gioco della bandiera in onore della vergine di Bel- tà Episcopale Italiana ed inizieranno, salvo imprevisti, con l’arrivo della bella stagione 2008.
portante è la messa di Pasqua (23 marzo) presso la vedere. Si tratterà, in linea di massima, di un restauro conservativo che interesserà il risanamento e la risistema-
Chiesa Nuova dove, come ogni anno, i nuovi entra- La battitura si tiene: il lunedì di Pasqua (24 marzo) zione dei lastrici solari le cui condizioni stanno sempre più causando infiltrazioni che, a lungo andare,
potrebbero compromettere l’intera struttura mentre, ad oggi, risulta evidente il danno subito dagli into-
ti effettuano il giuramento alla bandiera e, durante la in Largo Machiavelli, il martedì (25 marzo) in Piaz-
naci interni.
messa, leggono insieme la "preghiera dello sbandie- za Municipio ed, il primo sabato successivo dopo la
Saranno inoltre ripulite e consolidate le facciate esterne e sarà portato a termine il restauro del bellissi-
ratore" come segno di amicizia, pace ed amore tra i Pasqua (29 marzo), al Santuario di Belvedere. mo portale in pietra,unitamente ai portoni lignei situati all’ingresso della chiesa.
popoli attraverso le esibizioni. I due battitori lanciano in aria le loro bandiere fa- Per quel che concerne il recupero degli affreschi e di tutti gli interni, Don Alessandro si riserva di darci
Ma l'evento culmine e motivo di orgoglio per tutti i cendogli compiere ardite evoluzioni, il tutto accom- notizie più precise con la speranza che queste vadano nella giusta direzione.
carovignesi (e non solo) è la battitura della 'Nzegna, pagnato dal suono di un flauto che intona la caratte- PINUCCIO CALÒ
consueto appuntamento che trae origine dal ritrova- ristica musica della 'Nzegna. Le bandiere NON DE-
mento dell'immagine della Madonna in una grotta VONO ASSOLUTAMENTE TOCCARE TERRA
in località Belvedere
La leggenda narra di un Signore di Conversano che
altrimenti sarà un anno funesto per il paese e per i
suoi abitanti. Alla fine della battitura, i due battitori
La Chiesa Madre chiede aiuto!
gravemente ammalato, gli venne in sogno “una Ma- si inginocchiano davanti alla statua della Madonna

L’
altro giorno, trovandomi a passare per via R. Sanzio, Corte Cimabue ( dietro la pizzica ), due
e poggiano le loro strade che corrono lungo il lato di Nord-Ovest della Chiesa Madre, ho alzato gli occhi al cielo
bandiere aperte a e ho pensato a quale e quanta deve essere la sofferenza dei due grandi pittori che hanno dato il
terra in segno di nome a queste due vie, di fronte alla precarietà in cui versa la struttura di questo monumento.
preghiera e di ado- Ma che razza di popolo siamo diventato!
razione. E’ davvero mortificante l’idea che non reagiamo più di fronte a niente, che non ce ne frega più niente di
Tutti sono invitati a quello che succede a due passi da noi!
vivere con gioia Ma ci stiamo accorgendo che siamo una città che sembra abbia voglia di lasciarsi morire, di abbandonar-
questi importanti si ad un destino oramai segnato?
Capisco che non è facile colmare i ritardi, che l’ operare è molto più difficile del parlare ma, almeno, par-
eventi e a ridestare
liamone, prendiamo coscienza che qualcosa bisogna fare, che non si può lasciar marcire un pezzo così
l'attenzione verso
importante della nostra storia.
queste antiche e Questa campagna elettorale ammnistrativa serva da stimolo a tutti noi a far sentire il peso del nostro im-
popolari tradizioni pegno nel risveglio, anche strutturale, della nostra Carovigno.
entrate sempre più Ai politici voglio dire che alla gente poco importano le loro beghe personali che tanto male hanno fatto
nel cuore della cit- a questa città.
tadinanza. Per una volta, si inizi a ragionare sulle cose da fare e sia questa competizione il momento per comincia-
re a farlo, indipendentemente dai propri posizionamenti politici o pseudo tali.
DANIELE MARTINI Ma anche la comunità ecclesiastica è tempo che faccia la sua parte!

Calcio Carovigno: obiettivo derby


PINUCCIO CALÒ

AL Presidente di Legambiente di Carovigno Elio Lanzillotti


Le immagini (vergognose e incivili) relativamente alle immondizie per le strade di Na-
poli viste in questi giorni alla televisione, spero facciano riflettere. Estremamente
superficiale pensare che è un problema solo di Napoli e della Campania. Credo sia un
problema nazionale ma soprattutto meridionale. L’analisi non è complicata in quanto
iventa sempre più avvincente la lotta per di categoria superiore, come non si vedeva da
l’esempio di Napoli ci dimostra che ciò si è verificato in quanto esiste una classe po-
litica (in questo caso di sinistra) del tutto incapace, in ben 14 anni, ad apportare le
necessarie soluzioni. La cosa che ormai non meraviglia è che non si dimettono. E’ si-
D un posto in promozione tra Carovigno e
San Michele, nel campionato di calcio di
prima categoria.
tempo allo stadio comunale di Carovigno davan-
ti ad una bella cornice di pubblico, che ha soste-
nuto la propria squadra per tutti i novanta minu-
curamente, anche un problema di connivenza con l’affarismo malavitoso.
Quando mancano solo cinque giornate al termi- ti.
Nel riflettere dunque, mi rivolgo a lei, presidente, in quanto ritengo possa essere una delle poche persone in gra-
ne della stagione regolare le due squadre sono Tutto questo è durato ben poco, in quanto do-
do di poter spiegare a tutti noi lo stato di salute dell’ambiente nel quale viviamo a Carovigno.
separate in classifica da un solo punto, 51 i ba- menica 16 marzo corrente, il Carovigno ha subi-
In altre parole mi piacerebbe capire, per esempio, data la vicinanza ad una delle più grandi centrali al carbone d’Eu-
resi e 50 i biancoazzurri. to la terza sconfitta stagionale, perdendo sul
ropa che tipo di aria respiriamo; quante discariche(abusive) a cielo aperto ci sono; se le falde sono irrimediabil-
Dopo un grande girone di andata, chiuso in testa campo del Santeramo per 2-1; un’altra diretta
mente inquinate; quale il livello di inquinamento elettromagnetico; dove vanno a finire i nostri rifiuti visto l’enor-
e senza sconfitte, il Carovigno ha subito una avversaria per la conquista del titolo, scivolando
me costo di smaltimento fatto pagare ai cittadini.
brusca crisi, conquistando in dieci gare solo otto di nuovo al secondo posto. Una partita che i
Non so se la gente di Carovigno, data la rassegnazione totale verso le problematiche sociali, si pone queste do-
punti e perdendo anche l’imbattibilità che durava biancoazzurri non avrebbero meritato di perdere
mande. Necessario, comunque, sensibilizzare dando informazioni al fine di salvaguardare il diritto alla salute della
da sedici turni, dando così adito agli avversari viste le tante occasioni da gol create.
gente, principio garantito dalla Costituzione. Da non dimenticare il sempre più crescente numero di tumori e ma-
che ne approfittavano per recuperare punti e Adesso il campionato osserverà un turno di ripo-
lattie nella provincia di Brindisi addebitabile secondo statistiche mediche, all’inquinamento del nostro territorio.
passare in testa. so per le festività pasquali per poi riprendere il
Le associazioni in genere, presidente, come lei ben sa, servono nella maggior parte dei casi, a colmare i vuoti lascia-
Nelle ultime quattro gare, i ragazzi del mister 30 marzo al comunale di Carovigno, disputando
ti da quanto non riescono (o non vogliono) fare i politici. Ciò vale anche per Carovigno. Cercare di porre rimedio al
Marangio, conquistando tre vittorie consecutive, il derby con il Cisternino ed il 6 aprile ancora in
crescente inquinamento di un territorio è soprattutto un problema di scelte politiche. La prego faccia il possibile
rispettivamente contro commenda Brindisi, Vir- un altro derby a Torre S. Susanna. Due partite
affinché l’informazione possa arrivare alla gente al fine di un risveglio (si spera) delle coscienze. Si darà probabil-
tus Taranto e San Michele si portavano nuova- difficili contro due squadre che lottano per la sal-
mente un qualche incentivo e motivazione a fare qualcosa, alla inesistente o furbescamente assente classe politica
mente in testa alla classifica. vezza e che bisogna vincere a tutti i costi se si
della nostra bella Carovigno a quanto pare abbastanza inquinata.
Primato ottenuto proprio nello scontro diretto vuol raggiungere l'obbiettivo della promozione.
Un cordiale saluto…
con i baresi battuti in casa per 1-0, con un calcio Salutandovi auguro da parte mia e di tutta
Aldo Bellanova
di rigore di Giudice. Una bella gara giocata da l’A.S.D. Carovigno una buona Pasqua.
entrambe le squadre a viso aperto, sicuramente ROBERTO PRIMICERIO