RELAZIONE DEL PRESIDENTE DEL COMITATO DI GESTIONE RENDICONTO DELL’ESERCIZIO CHIUSO AL 31.12.

2009 ***
Il Congresso Nazionale di A.N. tenutosi a Roma in data 21 marzo 2009, (come risulta dal verbale approvato all'unanimità dal Congresso Nazionale stesso, acquisito nei propri atti dall'Avv. Romano Mario Enzo, Notaio in Roma, repertorio n. 378540 raccolta 18110 registrato all'Agenzia Entrate - Ufficio Roma 1, il 25.03.2009 al n. 10046 serie IT) ha deliberato quanto segue: la costituzione del movimento politico <<IL POPOLO DELLA LIBERTÀ>> con l'adesione e la partecipazione di tutti i suoi iscritti; la continuazione di ALLEANZA NAZIONALE quale associazione culturale le cui risorse materiali continuano ad essere destinate a procurare il sostegno e la propulsione dell'attività volta a determinare l'affermazione, la diffusione e la comunicazione dei modelli sociali, culturali e politici legati alla sua tradizione così come stabiliti nel previgente Statuto; la costituzione entro il 2011 in una Fondazione che assume l'emblema di Alleanza Nazionale, la denominazione, tutti i diritti e le risorse di Alleanza Nazionale; l'istituzione del COMITATO DI GESTIONE deputato a reggere ed amministrare Alleanza Nazionale per tutto il periodo intercorrente fino alla costituzione della Fondazione, a comporre il quale sono stati chiamati: il Sen. Francesco Pontone, Presidente, la Sig.ra Rita Marino, Vicepresidente il Prof. Giovanni Catanzaro, Vicepresidente; l'istituzione e la nomina del COMITATO DEI GARANTI dellʼAssociazione che risulta così composto: l'On Donato Lamorte, Presidente, il Sen. Antonio Caruso, Vicepresidente, l'On. Enzo Raisi, l'On. Maurizio Leo, L'On. Francesco Biava, il Sen. Giuseppe Valentino, il Dott. Roberto Petri, il Sen. Pierfrancesco Gamba e l'Avv. Bartolo Gallito (successivamente deceduto) sostituito dal Sen. Egidio Digilio, con la partecipazione del Presidente del Comitato di Gestione Sen Francesco Pontone come regolamentato dagli ordinamenti istitutivi. Il testo della deliberazione del Congresso sopra citato stabilisce le specifiche caratteristiche del funzionamento degli organi eletti, nonché dei loro poteri e durata. Il COMITATO DI GESTIONE ha tenuto la sua prima riunione il 01 aprile 2009 nella sede sociale di Alleanza Nazionale in Roma via della Scrofa 39 come risulta dal verbale redatto in pari data. Il COMITATO DEI GARANTI, con la partecipazione del Presidente del Comitato di Gestione, si è insediato in data 1 aprile 2009 come risulta dal verbale della riunione. In detta riunione, fra le altre deliberazioni, ha nominato il Collegio Revisore dei Conti che risulta composto da tre sindaci effettivi e due supplenti, nelle persone dei Signori: Ricciotti. Rag. Italo Claudio Ettore – Presidente, Dott. Daniele Balducci – Sindaco effettivo, Zilli Rag. Oronzo – Sindaco effettivo, Ferrara Dott. Ruggero – Sindaco supplente, Tentorio Dott. Franco – Sindaco supplente, tutti commercialisti che risultano iscritti allʼAlbo Revisori Contabili ai sensi del D.Lgs. 27.01.1992 n. 88. Alleanza Nazionale prosegue quindi la propria attività di: “ sostegno e propulsione dell'attività volta a determinare l'affermazione, la diffusione e la comunicazione dei modelli sociali, culturali e politici legati alla sua tradizione così come stabiliti nel previgente Statuto;” con lʼobiettivo della costituzione di una Fondazione avente gli stessi scopi e funzioni. Il rendiconto di gestione chiude al 31 dicembre 2009 con un risultato positivo di avanzo di gestione pari ad €. 38.507.746,00 , risultato che conferma la solidità della situazione patrimoniale, economico e finanziaria di Alleanza Nazionale. Qui di seguito si danno le varie indicazioni illustrative delle attività svolte richieste dallʼart. 8, comma 2, della Legge n. 2/97 seguendo lʼimpostazione dello schema previsto allʼallegato B della medesima legge. 1) ATTIVITÀ CULTURALI, DI INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE (Art. 8, comma 2, punto 1 all. B L.2/97 ) L'attività culturale e di comunicazione svolta in ambito nazionale nel corso dell'anno 2009 può così riassumersi: ELEZIONI REGIONALI ABRUZZO (LISTA RIALZATI ABRUZZO); ELEZIONI REGIONALI SARDEGNA (15-16 FEBBRAIO 09); ELEZIONI EUROPEE (6 – 7 GIUGNO 09); ELEZIONI AMMINISTRATIVE (6 – 7 GIUGNO 09); CONGRESSO NAZIONALE ROMA (21 - 22 MARZO 09); più oltre nella relazione verrà esposto l'ammontare delle spese sostenute per le manifestazioni sopra elencate. CAMPAGNE CULTURALI DIVERSE Nel corso dell'esercizio conclusosi al 31 dicembre 2009 di sono realizzate iniziative culturali di diverso genere soprattutto a mezzo di contributi ad associazioni che operano sul territorio che professano e sostengono la diffusione e l'affermazione dei modelli sociali culturali e politici che caratterizzano Alleanza Nazionale. 2) SPESE SOSTENUTE PER CAMPAGNE ELETTORALI, RIPARTIZIONE FRA I LIVELLI POLITICO ORGANIZZATIVI DEL PARTITO DEI CONTRIBUTI PER SPESE ELETTORALI (Art. 8, comma 2, punto 2 all. B L.2/97 ) Come previsto dalle disposizioni dellʼart. 8, comma 2, allegato B della legge 2/1997, qui di seguito viene fornito il rendiconto delle spese sostenute per ciascuna campagna elettorale che si è svolta nel corso dellʼanno 2009. Si precisa che, tutte le spese affrontate e qui di seguito elencate, sono state sostenute dallʼamministrazione centrale di ALLEANZA NAZIONALE: ELEZIONI REGIONALI ABRUZZO DESCRIZIONE SPESA IMPORTO Contributo alla lista "Rialzati Abruzzo" €. 217.647,00 TOTALE €. 217.647,00 ELEZIONI REGIONALI SARDEGNA DESCRIZIONE SPESA IMPORTO Contributi vari €. 96.400,00 TOTALE €. 96.400,00 ELEZIONI EUROPEE DESCRIZIONE SPESA IMPORTO Contributi vari €. 350.000,00 TOTALE €. 350.000,00 ELEZIONI AMMINISTRATIVE DESCRIZIONE SPESA IMPORTO Contributi vari €. 789.500,00 TOTALE €. 789.500,00 CONGRESSO NAZIONALE A.N. 21 – 22 MARZO 2009 DESCRIZIONE SPESA IMPORTO Organizzazione generale del Congresso €. 2.308.388,00 Varie €. 77.347,00 TOTALE €. 2.385.735,00 CONTRIBUTI DIVERSI DESCRIZIONE SPESA Contributo all'attività politica dell'Associazione PDL TOTALE IMPORTO €. 1.250.000,00 €. 1.250.000,00

Roma - Via della Scrofa n° 39 C.F. 80204110581

******

RENDICONTO AL 31-12-2009
“Pubblicato ai sensi dell’art.8 comma 11 della legge 2/1/97 n.2”
STATO PATRIMONIALE ATTIVITÀ 31.12.2009 A) Immobilizzazioni immateriali nette: costi per attività editoriali, di informazione e di comunicazione €. 0 costi di impianto e di ampliamento €. 318.490,00 Totale A €. 318.490,00 B) Immobilizzazioni materiali nette: terreni e fabbricati impianti e attrezzature tecniche macchine per ufficio mobili e arredi automezzi altri beni Totale B C) Immobilizzazioni finanziarie: partecipazione in imprese crediti finanziari altri titoli Totale C D) Rimanenze: Totale D E) Crediti: crediti per servizi resi a beni ceduti crediti verso locatari crediti per contributi elettorali crediti per contributi 4 per mille crediti verso imprese partecipate crediti diversi Totale E F) Attività finanziarie diverse dalle immobilizzazione: partecipazioni altri titoli Totale F G) Disponibilità liquida: depositi bancari e postali denaro e valori in cassa Totale G H) Ratei attivi e risconti attivi: Totale H €. €. €. €. €. €. €. 891.870,00 0 24.259,00 59.859,00 23.912,00 0 999.900,00 31.12.2008 €. €. €. 0 385.649,00 385.649,00

€. 921.935,00 €. 0 €. 55.951,00 €. 80.009,00 €. 55.050,00 €. 0 €. 1.112.945,00 €. 2.029.163,00 €. 6.032.339,00 €. 120.643,00 €. 8.182.145,00 €. €. 9.922,00 9.922,00

€. 2.029.163,00 €. 8.381.322,00 €. 134.039,00 €. 10.544.524,00 €. €. 6.270,00 6.270,00

€. 0 €. 0 €. 11.956.309,00 €. 0 €. 0 €. 131.653,00 €. 12.087.962,00 €. €. €. 0 384.496,00 384.496,00

€. 0 €. 0 €. 70.729.457,00 €. 0 €. 0 €. 84.903,00 €. 70.814.360,00 €. €. €. 0 0 0

€. 66.962.751,00 €. 1.531,00 €. 66.964.282,00 €. €. 13.790,00 13.790,00

€. 30.681.793,00 €. 3.467,00 €. 30.685.260,00 €. €. 45.374,00 45.374,00

TOTALE ATTIVO €. 91.319.714,00 PASSIVITA’ A) Patrimonio netto: avanzo patrimoniale disavanzo patrimoniale avanzo esercizi precedenti avanzo dell’esercizio disavanzo dell’esercizio Totale A B) Fondo per rischi e oneri: fondi previdenza integrativa e simili altri fondi Totale B C) Trattamento fine rapporto di lavoro subordinato: Totale C D) Debiti: debiti verso banche debiti verso altri finanziatori debiti verso fornitori debiti rappresentati da titoli di credito debiti verso imprese partecipate debiti tributari debiti verso istituti di previdenza e di sicurezza sociale altri debiti Totale D E) Ratei passivi e risconti passivi: Totale E

€.111.235.655,00

€. 38.406.363,00 €. 0 €. 0 €. 38.507.746,00 €. 0 €. 76.914.109,00 €. 0 €. 1.380.200,00 €. 1.380.200,00 €. €. €. €. €. €. €. €. €. €. €. 645.737,00 645.737,00 0 0 197.844,00 0 0 50.849,00 53.368,00 121.298,00 423.359,00

€. €. €. €. €. €. €. €. €. €. €. €. €. €. €. €. €. €. €. €.

9.611.687,00 0 18.459.104,00 10.335.573,00 0 38.406.364,00 0 495.793,00 495.793,00 794.066,00 794.066,00 0 0 553.589,00 0 0 58.348,00 64.768,00 144.794,00 821.499,00

€. 11.956.309,00 €. 11.956.309,00

€. 70.717.933,00 €. 70.717.933,00 €.111.235.655,00 €. €. €. €. €. €. €. 0 0 14.025,00 0 0 0 0

TOTALE PASSIVO €. 91.319.714,00 CONTI D’ORDINE: beni mobili e immobili fiduciariamente presso terzi contributi da ricevere in attesa espletamento controlli autorità pubblica fideiussione a/da terzi avalli a/da terzi fideiussioni a/da imprese partecipate avalli a/da imprese partecipate garanzie a/da terzi CONTO ECONOMICO A) Proventi gestione caratteristica: 1) Quote associative annuali 2) Contributi dello Stato a - per rimborso spese elettorali b - contributo annuale derivante dalla destinazione del 4 per mille dell’ IRPEF 3) Contributi provenienti dall’estero a - da partiti o movimenti politici esteri o internazionali b - da altri soggetti esteri 4) Altre contribuzioni a - contribuzioni da persone fisiche b - contribuzioni da persone giuridiche - associazioni 5) Proventi da attività editoriali, manifestazioni, altre attività Totale proventi gestione caratteristica B) Oneri della gestione caratteristica: 1) Per acquisto di beni 2) Per servizi 3) Per godimento di beni di terzi 4) Per il personale a - stipendi b - oneri sociali c - trattamento di fine rapporto d - trattamento di quiescenza e simili e - altri costi 5) Ammortamenti e svalutazioni 6) Accantonamenti per rischi 7) Altri accantonamenti 8) Oneri diversi di gestione 9) Contributi ad associazioni 10) Partecipazione donne alla politica Totale oneri gestione caratteristica €. 0

€. 0 €. 14.025,00 €. 0 €. 0 €. 0 €. 4.048.619,00

3) RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DERIVANTI DALLA DESTINAZIONE DEL 4 PER MILLE FRA I LIVELLI POLITICO-ORGANIZZATIVI DEL PARTITO (Art. 8, comma 2, punto 3 all. B L.2/97 ) Questa parte della legge 2/97 non è più in vigore in quanto è superato dalle disposizioni della legge 3 giugno 1999 n. 157 che ha radicalmente modificato il sistema di calcolo del contributo dello Stato, ed abolito il riferimento al 4 per mille IRPEF. 4) RAPPORTI CON IMPRESE PARTECIPATE (Art. 8, comma 2, punto 4 all. B L.2/97) Nel trascorso esercizio 2009 non si sono verificate modificazioni o segnalazioni da comunicare in quanto non sono intervenute variazioni degne di menzione nella consistenza delle società partecipate da ALLEANZA NAZIONALE. Come ormai noto, per averlo inserito nelle Relazioni degli anni precedenti, le partecipazioni sono costituite da una quota di capitale, con caratteristica di controllo, come si vedrà oltre, in due società immobiliari strettamente connesse e funzionali allʼattività culturale ed organizzativa di ALLEANZA NAZIONALE, essendo dette società intestatarie di una serie dʼimmobili utilizzati sia per la sede centrale che per le sedi locali sparse nel territorio nazionale, nonché una società editoriale connessa all'attività di A.N.. Qui di seguito si illustrano dette partecipazioni in maniera più dettagliata, evidenziando i rapporti con le stesse intrattenuti: §“ITALIMMOBILI S.R.L.” ha sede in Roma via della Scrofa n. 39, la quota posseduta è di €. 1.529.994,90 del capitale sociale di €. 1.530.000,00, la società possiede immobili destinati alle sedi centrali di A.N., nonché: il 100% delle quote della ISVE S.r.l. avente Capitale sociale di €. 10.200,00 proprietaria di un unico immobile in Venezia Lido Via Dandolo 31 di modeste dimensioni, ed infine una quota di valore nominale di capitale di €. 468,00 nella società “IMMOBILIARE NUOVA MANCINI S.R.L.” che sarà descritta più oltre. Con la società esistono rapporti finanziari consistenti nellʼeffettuazione di finanziamenti infruttiferi in qualità di soci per sostentare le necessità correnti in quanto, stante che gli immobili sono concessi in comodato essendo gli utilizzatori ALLEANZA NAZIONALE (socio controllante) sia per la sede nazionale che per le sedi periferiche, non vi sono ricavi. §“IMMOBILIARE NUOVA MANCINI S.R.L.” , ha sede in Roma via della Scrofa 39, la quota posseduta è di €. 93.132,00 su un capitale sociale di €. 93.600,00, la società possiede immobili destinati a sedi locali di ALLEANZA NAZIONALE (socio controllante), oltre ad una quota di partecipazione nella “ITALIMMOBILI S.R.L.” sopra descritta di nominali €. 5,10. Analogamente alla società “ITALIMMOBILI S.R.L.” anche con questa società si effettuano finanziamenti infruttiferi per il suo sostentamento e per le medesime ragioni. ALLEANZA NAZIONALE intrattiene, come si è detto, con queste società solo rapporti di natura finanziaria, in quanto, nella sua veste di socio controllante, sopperisce con propri mezzi finanziari alle esigenze della loro conduzione priva di ricavi in quanto tutti gli immobili sono concessi in comodato. § “SECOLO DʼITALIA S.R.L.”, avente sede in Roma via della Scrofa n. 39 già di proprietà di Alleanza Nazionale, iscrizione al Registro Imprese di Roma e C.F. n. 10091541002, capitale sociale €. 90.000,00 i. v. ed ha quale oggetto sociale l'attività editoriale, tipografica e quanto alla stessa connessa. Alleanza Nazionale possiede una quota di partecipazione di controllo pari ad €. 87.300,00. ed intrattiene con la società solo rapporti di natura finanziaria, in quanto, nella sua veste di socio controllante, sopperisce con propri mezzi finanziari alle esigenze della sua conduzione, si comunica che, nel corso dellʼesercizio 2009 si è reso necessario un intervento di rinuncia ad una quota di finanziamento soci pari ad €. 964.000,00 per far fronte alla coperture di perdite maturate nel corso dell'esercizio 2009. 5) INDICAZIONE DEI SOGGETTI EROGANTI LIBERE CONTRIBUZIONI DI AMMONTARE ANNUO SUPERIORI ALLʼIMPORTO INDICATO NELLA L. 659/81 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI (ART. 8, COMMA 2, PUNTO 5 ALL. B - L.2/97) La legge 23 febbraio 2006 n. 51 ha modificato lʼimporto per le libere contribuzioni ai partiti politici previsto dallʼart. 4, terzo comma, della legge 18 novembre 1981 n. 659, elevandolo ad €. 50.000,00 oltre il quale per dette contribuzioni devono essere depositate alla Presidenza della Camera dei Deputati le dichiarazioni congiunte dei soggetti che hanno effettuato le contribuzioni stesse. Nel corso dellʼesercizio 2009 sono state ricevute libere contribuzioni superiori a detto limite dai seguenti soggetti eroganti: - Popolo della Libertà – dichiarazione congiunta Cam. Dep. L. n. 658/art. 4 depositata il 05.08.2009 prot. 2009/0022947/GEN/TES, - Popolo della Libertà – dichiarazione congiunta Cam. Dep. L. n. 658/art. 4 depositata il 05.08.2009 prot. 2009/0022946/GEN/TES, - Casa delle Libertà - dichiarazione congiunta Cam. Dep. L. n. 658/art. 4 depositata il 04.12.2009 prot. 2009/0033034/GEN/TES, il tutto come meglio identificato e specificato nelle sopra citate dichiarazioni congiunte depositate alla Camera dei Deputati nelle date e con i protocolli indicati a fianco di ciascun documento in elenco.(All.) 6) FATTI DI RILIEVO ASSUNTI DOPO LA CHIUSURA DELLʼESERCIZIO (Art. 8, comma 2, punto 6 all. B - L.2/97) Nel periodo intercorrente fra la chiusura del Rendiconto al 31.12.2009 e la redazione della presente Relazione non si sono manifestati fatti di rilievo degni di menzione. 7) EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE (Art. 8, comma 2, punto 7 all. B L.2/97) Stante l'attuale situazione patrimoniale e della gestione economico finanziaria che si è avuto modo di esporre in apertura di questa Relazione e come si evince dal Rendiconto al 31.12 2009, si può ragionevolmente affermare che non sussistono problemi per affrontare gli impegni futuri. Un caloroso ringraziamento va a tutto il personale amministrativo che svolge il proprio compito con impegno, assolvendo una funzione basilare nellʼambito di Alleanza Nazionale. Il Presidente del Comitato di Gestione (Senatore Francesco Pontone) Roma lì 21 giugno 2010

€.

2.517,00

€.

118.593,00

€. 15.827.454,00 €. €. €. 0 0 0

€. 32.636.902,00 €. €. €. 0 0 0

Sintesi della Nota Integrativa del Rendiconto al 31 Dicembre 2009
Come previsto dalle disposizioni della legge 2/1997 si redige la presente Sintesi della Nota Integrativa connessa al Rendiconto chiuso al 31 dicembre 2009, riassumendo le informazioni dalla stessa richieste nellʼordine e indicazione dellʼAllegato C. – Contenuto della Nota Integrativa: 1) Il Rendiconto al 31.12.2009 è stato redatto sulla base del principio della “competenza temporale”; non sono intervenute variazioni nellʼadozione dei criteri di valutazione rispetto a quelli applicati nella predisposizione del rendiconto del 2008. In particolare si attesta che: tra le immobilizzazioni immateriali sono esposti anche i costi per migliorie e lavori su beni di terzi; le immobilizzazioni, immateriali e materiali, sono iscritte al costo dʼacquisto o al valore di acquisizione, includendo nella patrimonializzazione anche gli oneri accessori. Il costo delle stesse, nel caso in cui lʼutilizzazione sia limitata nel tempo, viene sistematicamente ammortizzato in ogni esercizio in relazione alla loro residua possibilità di utilizzazione. Per le immobilizzazioni finanziarie, consistenti in partecipazioni in imprese controllate o collegate, la valutazione è stata eseguita al costo, pari al valore nominale nel caso di sottoscrizione in sede di costituzione, rettificato nel corso degli esercizi per le modificazioni valoriali intervenute; per i crediti lʼiscrizione è stata eseguita al loro valore di presumibile realizzazione, ovvero al loro valore nominale, salvo ove sia intervenuta la loro svalutazione; le rimanenze sono contabilizzate al costo, che coincide sostanzialmente con il loro valore normale; i ratei e risconti rappresentano quote di costi o proventi, comuni a due o più esercizi, appostati allo scopo di rispettare il principio di competenza economico-temporale; I debiti sono esposti al loro valore nominale. 2) Alla stessa stregua dei precedenti esercizi si è allegato (sub A) alla Nota Integrativa il consueto prospetto per i movimenti delle immobilizzazioni. Nello stesso è specificato per ciascuna voce: il costo allʼ1.1.2009, i fondi di ammortamento maturati fino a tale data, gli acquisti e le alienazioni avvenute nellʼesercizio 2009, gli ammortamenti dello stesso esercizio, la consistenza al 31.12.2009 delle voci e dei fondi. Si segnala, inoltre, che non sussistono immobilizzazioni possedute fiduciariamente da terzi. Gli ammortamenti a carico dellʼesercizio sono stati calcolati applicando aliquote sulla base di un piano che tiene conto dellʼeffettivo deperimento degli stessi. Più precisamente: immobili 3%, impianti, attrezzature tecniche e macchine per ufficio 20%, mobili e arredi 12%, impianti di condizionamento 15%, automezzi 25%. 3) Per quanto riguarda i “costi di impianto e di ampliamento”, che globalmente ammontano ad euro 318.490,00, essi sono formati da oneri pluriennali per euro 410,00 e da migliorie e lavori su beni di terzi per euro 318.080,00. Lʼiscrizione di questi beni fra le attività è giustificata dal fatto che essi sono costi ad utilità pluriennale; conseguentemente vengono assoggettati ad ammortamento per il periodo stimato della loro utilità futura, che è stimata in cinque esercizi. Nel Rendiconto non sono presenti costi pluriennali classificabili come “Editoriali, di informazione e comunicazione”. 4) Allo scopo di rilevare le variazioni, rispetto lʼesercizio 2008, della consistenza delle poste dellʼattivo e del passivo, si è inserita una tabella apposita che riporta gli scostamenti più significativi desunti dal confronto delle principali voci. Da detta tabella si evidenzia tuttora lʼammontare di una residua entità di crediti per contributi elettorali, la cui erogazione, sulla base della vigente normativa, viene effettuata in cinque esercizi. Una importate voce è costituita dalle immobilizzazioni finanziarie e i finanziamenti a società ed enti partecipati. Lʼammontare dei debiti esposto nel raggruppamento D) deriva essenzialmente dalla pluralità ed intensità delle attività politico-culturali svolte, nonché dalle normali spese correnti contabilizzate al termine dellʼesercizio, e vengono regolarmente saldati. Più specificamente: il Trattamento di fine rapporto dei dipendenti aveva una consistenza allʼinizio dellʼesercizio di €.794.066,00=, si è incrementato per accantonamenti e rivalutazioni per €.90.859,00=, si è decrementato per anticipazioni e liquidazioni eseguite per €.237.549,00= e per recupero imposta su rivalutazione tfr per €.1.639,00=, con il risultato di un saldo finale di €.645.737,00=. i fondi indicati con la voce “Altri fondi” rappresentano accantonamenti per rischi e passività potenziali ed hanno avuto nel corso dellʼesercizio il seguente andamento: saldo iniziale €.495.793,00=, utilizzo nel corso dellʼesercizio per €.317.065,00=, integrazione al termine dellʼesercizio per €. 300.000,00=, per €. 110.100,00=, che rappresenta la quota di iscrizione alla costituenda Fondazione A.N., e per € 791.372,00, ossia per finalità istituzionali, presentando un saldo complessivo finale di €. 1.380.200,00. 5) La consistenza delle partecipazioni in società immobiliari detenute da Alleanza Nazionale nel corso dellʼesercizio chiuso al 31 dicembre 2009 non risultano modificate nel valore trattandosi di partecipazioni in società non generatrici di ricavi e/o proventi, bensì detentrici delle proprietà degli immobili adibiti a sedi, centrali e periferiche, di Alleanza Nazionale, nonché del “Secolo dʼItalia srl”. Di seguito si riporta la descrizione delle partecipazioni: quota di nominali €.1.529.994,90= pari al 99,99% circa del capitale sociale di complessive € 1.530.000,00 di Italimmobili S.r.l., con sede in Roma, via della Scrofa n. 39; lʼaltra quota di €.5,10= è di proprietà di Immobiliare Nuova Mancini S.r.l. sotto specificata. La società possiede immobili destinati a sedi centrali e locali del Partito. La società, inoltre, detiene il 100% delle quote di ISVE S.r.l., capitale sociale euro 10.200,00, proprietaria di un unico immobile già destinato a sede del Partito in Venezia Lido, Via Dandolo n.31. Il patrimonio netto di Italimmobili è pari a €. 1.567.669,00= ed il risultato economico dell'ultimo esercizio è costituito da una perdita di €. 245.744,00=, come risulta dal bilancio redatto al 31/12/2008. Il valore attribuito in bilancio, valutato al costo, è pari ad €.1.749.365,00=; quota di nominali €.93.132,00=, pari al 99,5% del capitale sociale di complessive €.93.600.00=, di Immobiliare Nuova Mancini S.r.l., con sede in Roma, via della Scrofa n.39; lʼaltra quota di €.468,00= è di proprietà di Italimmobili S.r.l.. La società possiede immobili destinati a sedi locali del Partito. Il suo patrimonio netto è pari ad €. 96.002,00= ed il risultato economico dell'ultimo esercizio è costituito da una perdita di €.121.421,00= come risulta dal bilancio chiuso al 31.7.2009. Il valore attribuito in bilancio, valutato al costo, è pari a €. 192.497,00=; infine, ALLEANZA NAZIONALE è titolare del 97% delle partecipazioni, pari ad euro 87.300,00 del capitale sociale, della società “Secolo dʼItalia srl”, con sede in Roma, via della Scrofa n.39, la quale ha per oggetto sociale lʼattività editoriale, tipografica ed esercita lʼattività di editore dellʼomonimo quotidiano, pur intrattenendo con essa solo rapporti di natura meramente finanziaria, in quanto nella sua veste di socio controllante, sopperisce con propri mezzi finanziari alle esigenze della sua gestione. Il suo patrimonio netto è pari a €.206.100,00= e il risultato economico dell'ultimo esercizio è una perdita di €.1.090.645,00=, come risulta dal bilancio chiuso al 31.12.2009. Il valore attribuito in bilancio, valutato al costo, è pari a €.87.300,00=. 6) Tutte le voci costituenti i crediti verso terzi hanno durata residua inferiore a cinque anni; alla stessa stregua le voci costituenti debiti verso fornitori. Non esistono debiti assistiti da garanzie reali su beni sociali. 7) I “ratei e risconti attivi” ammontano complessivamente ad €.13.790,00= e sono costituiti da risconti su canoni di locazione ed oneri accessori, su assicurazioni e su utenze telefoniche, oltre ad altre operazioni. I “ratei e risconti passivi” ammontano a complessive €.11.956.309,00=. e sono costituiti da risconti per la contabilizzazione, in base al principio della competenza economico-temporale, del rimborso delle spese sostenute per consultazioni elettorali di cui alla legge 157/1999 e a successivi provvedimenti legislativi, la cui erogazione avviene nel corso di cinque esercizi. Analogamente agli esercizi precedenti, si reputa corretto, anche in tale esercizio, per uniformità di comportamento, appostare nella voce “Ratei e risconti passivi” lʼimporto dei rimborsi elettorali. I crediti elettorali vantati come P.D.L. per le elezioni politiche del 2008, nelle quali F.I. e A.N. si presentarono insieme con un accordo elettorale, sono stati oggetto di cessione pro soluto alla Banca Infrastrutture e Sviluppo, la quale ha corrisposto la quota spettante ad Alleanza Nazionale (25%), pari ad euro 41.303.789,00, al netto di oneri ed interessi, ossia per euro 38.762.243,00. 8) Non vi sono, nel rendiconto dellʼesercizio chiuso al 31 dicembre 2009 in esame, oneri finanziari imputati nellʼesercizio stesso ai valori iscritti nellʼattivo dello stato patrimoniale. 9) Per lʼesercizio 2009 non sussistono impegni non iscritti nello stato patrimoniale e quindi non è necessario fornire notizie sulla loro composizione e natura. Fra i conti dʼordine si segnala che sono contabilizzate fidejussioni a favore di terzi, relative ai contratti di locazione per le sedi di Pordenone e Tivoli, il cui importo è pari rispettivamente ad €.3.225,00= e ad €.10.800,00=. Inoltre, è stata inserita la somma di euro 4.048.618,00, che rappresenta la possibile restituzione di minori importi erogabili per rimborsi di spese elettorali rispetto ai riparti originari, riferibili agli anni 2010/2012, il cui ammontare non ha il requisito della “certezza”. 10) In relazione alle voci del conto economico si annota quanto segue. Alla lettera A, la voce “contribuzioni da persone giuridiche- associazioni” comprende rimborsi elettorali per elezioni politiche ricevuti da parte della CDL e del PDL. In merito al punto E del conto economico (“proventi e oneri straordinari”), si precisa che la voce “Proventi b) varie”, che ammonta ad €.773.727,00=, comprende alcune operazioni di storno fatture e componenti reddituali positivi sopravvenuti. Sempre al punto E, la voce “Oneri b) varie” ammonta complessivamente ad €.1.492.074,00= e comprende varie voci, tra cui quelle più significative esprimono la rinuncia a crediti verso le società partecipate (€ 1.334.000,00), mentre le altre operazioni, di minimale entità, esprimono normali sopravvenienze passive. Si precisa che la rinuncia ai crediti riguarda anche quelli vantati verso la società “Secolo dʼItalia srl”, che viene sostenuta finanziariamente con erogazioni di denaro in attesa del ricevimento del contributo allʼeditoria, che poi viene girato ad Alleanza Nazionale; solo in caso di incapienza di detto contributo, Alleanza Nazionale rinuncia alle rimesse, per la copertura delle perdite dʼesercizio. Questa operazione è stata eseguita nel dicembre 2009 ed ha comportato la rinuncia a parte del credito per euro 964.000,00, destinata a coprire la perdita di esercizio stimata su una previsione effettuata nel mese di dicembre. 11) Il numero dei dipendenti, tutti impiegati, in forza ad Alleanza Nazionale nel corso dellʼesercizio 2009 è di n. 36 unità. Roma, 21 giugno 2010 Il Presidente del Comitato di Gestione (Sen. Francesco Pontone)

€. 274.899,00 €. 41.409.917,00 €. 0 €. 57.514.787,00 €. 0 €. (4.850.642,00) €. (1.722.390,00) €. (1.155.966,00) €. (334.374,00) €. (104.474,00) €. (188.957,00) €. (70.801,00) €. (244.483,00) €. (300.000,00) €. 0 €. (5.554.097,00) €. (628.975,00) €. (791.373,00) €.(15.946.532,00)

€. 2.534.760,00 €. 979.219,00 €. 0 €. 36.269.474,00 €. 0 €.(18.925.819,00) €. (1.655.244,00) €. (1.187.333,00) €. (327.980,00) €. (106.703,00) €. 0 €. (78.341,00) €. (247.854,00) €. 0 €. 0 €. (2.123.552,00) €. (1.507.279,00) €. (17.416,00) €.(26.177.521,00)

Risultato economico della gestione caratteristica C) Proventi e oneri finanziari: 1) Proventi da partecipazioni 2) Altri proventi finanziari 3) Interessi e altri oneri finanziari Totale proventi e oneri finanziari D) Rettifiche di valore di attività finanziarie: 1) Rivalutazioni a - di partecipazioni b - di immobilizzazioni finanziarie c- di titoli non iscritti nelle immobilizzazioni 2) Svalutazioni a - di partecipazioni b - di immobilizzazioni finanziarie c- di titoli non iscritti nelle immobilizzazioni Totale rettifiche di valore di attività finanziarie E) Proventi e oneri straordinari: 1) Proventi a - plusvalenza da alienazioni b - varie 2) Oneri a - minusvalenze da alienazioni b - varie Totale delle partite straordinarie AVANZO (DISAVANZO) DELL’ESERCIZIO Roma, 21/06/2010

€. 41.568.255,00 €. 0 €. 206.225,00 €. (2.548.387,00) €. (2.342.162,00)

€. 10.091.953,00 €. €. €. €. 0 612.279,00 (7.908,00) 604.371,00

€. €. €. €. €. €. €.

0 0 0 0 0 0 0

€. €. €. €. €. €. €.

0 0 0 0 0 0 0

€. €.

0 773.727,00

€. €. €. €. €.

67.445,00 40.009,00 0 (468.205,00) (360.751,00)

€. 0 €. (1.492.074,00) €. (718.347,00)

€. 38.507.746,00

€. 10.335.573,00

Il Presidente del Comitato di Gestione (Sen. Francesco Pontone)