di FrancescoAlberoni

il Giornale
Addio al posto fisso? Si comincia a scuola
S
P
E
D
IZ
IO
N
E
IN
A
.P
.-
D
.L
.3
5
3
/0
3
(C
O
N
V
.IN
L
.2
7
/0
2
/2
0
0
4
N
.4
6
)
-
A
R
T
.1
C
.1
,D
C
B
-M
IL
A
N
O
*
F
A
T
T
E
S
A
L
V
E
E
C
C
E
Z
IO
N
I
T
E
R
R
IT
O
R
IA
L
I
(V
E
D
I
G
E
R
E
N
Z
A
)
di Enrico Ruggeri
del lunedì
Per formare
i lavoratori
«mobili»
servono
competenze
più moderne
DirettoreALESSANDROSALLUSTI
’’
L’unicaconsolazione è la faccia
da D’Artagnan di «Mondo», in
piedi davanti allapanchina, con
unsorrisodolce.LastoriadiEmi-
lianoMondonicoalmeno(...)
La maledizione Novara
fa sprofondare la mia Inter
AnnoXXXII - Numero7- 1.20euro
L’articolo del lunedì
LUNEDÌ 13FEBBRAIO2012
Q
uandoMarioMonti dicecheinfuturopiù
nessunoavràunpostofissopertuttalavi-
ta ma dovrà sempre cambiare e spostarsi, de-
scrivesemplicementegliStatiUniti,dovelagen-
tevienelicenziataesi spostadallacostaatlanti-
caaquellapacifica, dal gelodell’Alaskaal caldo
di Puertoricodovunqueci sianoopportunità. E
lo stesso avviene nel Commonwealth dove un
giovanechenontrovalavoroaLiverpool lotro-
vainIndiaoinSudAfricaoinAustralia. Questi
duesistemi, unificati dallalinguaedallacultu-
ra,costituisconounimmensomercatodellavo-
roperiproprimembri.Mal’Italia,invece,èsem-
prestataunpiccoloPaeseconunalinguaparla-
tasolodai suoi abitanti. Di conseguenza, milio-
ni di italiani sonoemigrati come stranieri negli
Stati Uniti, inArgentinaoinBelgiooinGerma-
nia,adattandosiailavoripiùumili.L’unicoperi-
odoincui èstatapossibileunamobilitàinterna
è stato quello del boom economico degli anni
’50-60doveventimilionidiuominiedonnehan-
nolasciatolacampagnaperlacittà, dimostran-
dodi nonessere certolenti e pigri.
Con la mondializzazione, teoricamente, il
mercato del lavoro è enormemente cresciuto,
ma gli italiani nonpossono e nonvogliono più
fare lavori dequalificati perché questi sono già
copertidamilionidilavoratoriasiaticiedafrica-
ni. Per lavorare nel mercato globale come im-
prenditori occorre fare prodotti originali, in
concorrenzaconPaesiabassissimocostodima-
nodopera.Eperaffermarsiefarecarrieraoccor-
re conoscere l’inglese inmodoperfettoe avere
dellecompetenzeteoricheepratichechelano-
stra scuola, salvo eccezioni, non riesce a dare.
SonopochelescuoletipoquelladiCucinaItalia-
naAlma, i cuidiplomati trovanolavorodapper-
tutto. Perfortunamolti giovani universitari stu-
dianoall’estero e vi fannostages, ma sono una
minoranza. Sevogliamomuoverci nel mercato
mondialedellavorodobbiamofarecresceretut-
ti. Io mi sento male quando vedo mille giovani
fare un concorso per dieci posti da vigile urba-
no, e vorrei che questi stessi ragazzi potessero
partecipareancheaiconcorsiinFrancia,inGer-
mania, negli Usa e mandare i loro curriculum
dovunque.
Ma per riuscirci non bastano certo le nostre
laureebrevi.Occorrerebberograndiscuoletec-
niche che concordano i programmi formativi
con le imprese nazionali e internazionali con
stages econtratti giàassicurati. Unsogno? For-
se, ma anche una direzione da prendere al più
presto.
LE STRATEGIE DEL PDL
www.ilgiornale.it
Eintanto Atene brucia: assedio al Parlamento contro il piano lacrime e sangue
9 771124 883008
20213
L
a notizia è stata battuta ieri pomeriggio
dalle agenzie di stampa inmodoassolu-
tamenteinaspettato: il Quirinale rispar-
mia e il suo costo torna a essere quello
del 2008, cioè 245 milioni all’anno. La notizia, per
laverità, è vecchia di settemesi (fuannunciatanel
luglioscorso) ela domandaè: come mai Napolita-
no sente l’esigenza di spacciarla come nuova in
unatranquilla enormaledomenicapomeriggiodi
febbraio? Probabilmente la risposta è che quella
che si apre oggi non è una tranquilla settimana di
febbraio. Al pettine arriva infatti la questione del-
l’articolo18, lariformadel mercatodel lavoro, che
èloscogliosul qualeil governoMonti rischiail nau-
fragio come uno Schettino qualsiasi. Così Giorgio
Napolitano, come il comandante De Falco, dalla
salaoperativalanciaordini egestisceleoperazioni
di soccorso. Primafratutteconvincerelariluttante
Camusso (e la sinistra tutta) a non fare barricate e
non far scendere il Paese in piazza. Secondo alcu-
nevoci di palazzo, ci sarebbeaddiritturaNapolita-
noinpersona dietro(eforse dentro) l’incontrose-
greto, svelato ieri da la Repubblica, che Monti
avrebbe avuto nelle scorse ore con la leader della
Cgil.
Forseper questoil Quirinale, chesusacrifici eri-
sparmi ha una coda di paglia lunga chilometri, ha
sentito il bisogno di riaffermare la sua propensio-
ne al virtuosismo e alla sobrietà. Pura strategia di
marketing, un peccato veniale benvenuto se, co-
me qualsiasi incontro segreto o ufficiale, servirà a
schiodare il mercatodel lavoro italiano. Ma, detto
questo, eNapolitanononcenevoglia, nonprendia-
moci ingiro. Il Quirinalenonhafattotagli erispar-
mi comequelli chiesti agli italiani, semplicemente
ha rinunciato ad aumentare le spese come previ-
sto e resta una reggia elefantiaca e costosissima.
ReGiorgioelasuacortecostano, nonostantetutto,
quattrovoltetantolaCoronainglese, trevoltetan-
tol’Eliseo(einFranciail presidenteèancheil pre-
mier di fatto), dieci volte tanto la presidenza tede-
sca, conil doppiodei dipendenti del redi Spagnae
oltre il doppio di quelli della Casa Bianca.
Insomma, se tagli sono stati fatti, gli effetti pro-
priononsi vedono. Epocotranquillizzail fattoche
nellanotadiramataieri giàsi dicache«apartiredal
2014il fondodi dotazionenonpotràessereulterior-
mente bloccato». Scusi presidente, ma dimezzare
invece, di peso, organici ecosti è chiedere troppo?
FabriziodeFeo
I FINTI TAGLI DI RE GIORGIO
segueapagina31
Pisoni e Signori allepagine
30e 31
LucianoGulli
apagina15
RobertoFormigoni, conunaintervistaaRepubbli-
ca, lancia un sasso nelle acque del Pdl e apre alla
possibilitàcheCorradoPasserapossaesserecandi-
datoalleprimariediViadell’Umiltà.AngelinoAlfa-
no, il segretario, non si tira indietro: «Il candidato
premier sarà scelto attraverso le primarie», dice.
«Iononhodecisosecandidarmi perchépensoafa-
re bene il mio lavoro di segretario. Passera potrà
candidarsisesi iscriveràal Pdleparteciperàalladi-
namica democratica del partito». Poi si conce-
deun’avvertenza: «Sconsiglioatutti di candi-
dareMonti».
Passera, primarie
e Formigoni:
le verità di Alfano
apagina8
Gianninodella Frattinaapagina8
LA DELUSIONE DEL TIFOSO
L’Italiasottomessaaunadittatura?Adirlononso-
no più solo gli oppositori del governo Monti, ma i
suoistessisostenitori, apartiredaConfindustria.Or-
mai il concetto di «dittatura», riferito all’ambito fi-
nanziario, haassuntouna connotazione positiva.
MACCHÉAUSTERITÀ
Il Quirinale annuncia risparmi per 60 milioni. Eppure il Colle costa ancora il doppio dell’Eliseo
di Magdi CristianoAllam
IL POTERE DELLA FINANZA
La dittatura della Borsa
ha sconfitto la politica
apagina5
IMBARAZZANTI LEGAMI
Le mail di «Repubblica»
al tiranno siriano Assad
Chestrano,cheimbarazzantefeelingtralaRepub-
blicaeil sanguinarioregimedi Bashar al-Assad. Che
salamelecchi, e che inchini. Tutto è iniziato quando
un blog italiano ha pubblicato le affettuose mail di
unagiornalistaconl’addetta stampadi Assad.
di AlessandroSallusti
Cesaretti, Cramer e Scafi alle pagine 2e 3
G
GRANDI MANOVRE
Il segretario del Pdl Angelino
Alfano, Corrado Passera (a
sinistra) e Roberto Formigoni
2 ILFATTO

Lunedì 13 febbraio2012 il Giornale
FrancescoCramer
Roma Il lavoro si tinge di giallo.
Tutta colpa di Repubblica che ieri
apriva il giornale con la notizia di
unincontrosegretotraMontieCa-
musso. Un’indiscrezione che ha
provocato un putiferio politico-
sindacale con annesse smentite
siadapartedi palazzoChigi, siada
parte della Cgil. L’indiscrezione e
la successiva piccata rettifica ren-
debeneil climaroventeconil qua-
lesi staaffrontandoil temadellari-
formadelmercatodellavoro.Ilno-
doprincipalerestaquellodell’arti-
colo 18, costante tormentone che
nessungovernoèmairiuscitoaso-
pire.«Nonèuntabù»,hasempreri-
petuto Monti; «Nessuno lo toc-
chi»,hasempreribattutolaCamus-
so. Amenoche...
Edeccoil raccontodi Repubbli-
cache, veroopresuntononèdato
sapere, è una specie di bomba
scoppiata ieri con tutto il rumore
del caso. Secondo largo Focchetti
ilpremierelaleaderdellaCgilsisa-
rebbero incontrati in gransegreto
prima che Monti partisse per gli
StatiUniti. Sul tavolounatrattativa
durissimapropriosull’articolo18,
terminata con un compromesso:
lanormacheregolailicenziamen-
ti senzagiustacausasarebbesalva
ma soltanto un po’. Insomma, la
Camusso starebbe per cedere un
pochinorispettoallesueposizioni
intransigenti. Inpraticaci sarebbe
unpallidovialiberadellaCgila«so-
spendere»latutelaperqualchean-
no(treoquattro) nei confronti del
lavoratore precario, tramutato in
stabile.Inoltresistarebbevalutan-
do un’interpretazione meno rigi-
dadel principiodella giustacausa
da parte dei Tribunali del lavoro.
Vero? Falso? Alla luce delle indi-
screzioni calzerebberoa pennello
sial’ostentatoottimismodi Monti
siaimonitibenaugurantidiNapoli-
tano. Il primo, due giorni fa dagli
Usa,sieradettoconvintocheunac-
cordo si sarebbe trovato; il secon-
do,incontemporaneadaHelsinki,
aveva auspicato una sintesi conle
parti sociali. Tuttofatto, quindi?In
mattinata una nota congiunta di
palazzoChigi eCgil definivacome
panzanalaricostruzionediRepub-
blica:«Nonvièstatonessunincon-
tronécolloquio-hannoassicurato
in due -. Peraltro se tale incontro
fosse avvenuto, nonsarebbe stato
ilprimofacciaafaccia.SusannaCa-
mussoeMarioMontisieranoinfat-
ti incontrati nel novembre scorso
al momento della formazione del
nuovogoverno».
Maèil sindacatodellaCamusso
che,viaTwitter,hadatosfogoatut-
talasuairaneiconfrontidellarico-
struzione: «L’incontro segreto è
una grave invenzione. Qualcuno
vuol far saltare il confronto? Chi
vuoleforzarelamano?Noinonsu-
biremopressioniimproprieeleno-
stre posizioni sono note e strano-
te». Quindi laCamussostatrattan-
do nell’ombra e la luce accesa ri-
schiadi far saltarelatrattativa? Eil
quotidianodiEzioMauro?Logica-
mentehaconfermatotuttoquanto
scritto perché rivelato da «fonte
certa».
In ogni caso anche le altre sigle
sindacali nonl’hannopresabene:
«Speriamo sia vero l’incontro se-
gretotraCamussoeMonti -ironiz-
zalaCisl -. Efasorriderechetaluni
discutano sottobanco quello che
altrifannosottolalucedelsole».In-
somma, unputiferiocheforsenon
aiuteràafarsì chesi trovi unaccor-
donelladifficiletrattativachemer-
coledìavràunnuovoround.Dopo-
domani,infatti,alministerodelLa-
vorocisaràunincontroconleparti
sociali.
Maancheipartitisidividonoda-
vanti alle indiscrezioni. Se per il
presidentedei senatori del Pdl Ga-
sparril’incontroè«unsotterfugio»
capace soltanto di «complicare le
cose», per il pidiellino Giuliano
Cazzola, nel merito, l’accordo sa-
rebbe positivo. Cauti anche dalla
parte del Pd che con l’onorevole
Giacomo Portas valutano come
positivoil veroopresuntofacciaa
faccia: «Nonmi spaventanogli in-
contrinésegretinéallalucedelso-
le». Chi vuol vederci chiaro, inve-
ce, èDi Pietro: «Chiedounpubbli-
co confronto tra il direttore di Re-
pubblica e il premier. Chi dei due
mente?».
di MassimilianoScafi
Roma
A
lla Cisl ne sono tutti con-
vinti. «Sotto - dicono - c’è
la regia di Napolitano». È
stato lui, giurano, a mettere Ma-
rioMonti eSusannaCamussose-
duti allo stesso tavolo. È merito
del Capo dello Stato, scrivono
molti militanti suTwitter, se l’ac-
cordo sull’articolo 18 adesso ap-
pareaportatadi mano. Dal Quiri-
nale però nessuna conferma. Il
presidente, si precisa, non entra
certonel meritodi questi proble-
mi. Edel restononènemmenosi-
curo che il premier e il segretario
dellaCgil si sianorealmentevisti.
Così sul campo restano un in-
controsegreto, duesmentitedi ri-
to da Palazzo Chigi e da Corso
d’Italiaelasensazionechel’inte-
sa sia davvero vicina. E il Colle?
Qual è il suoruolo? Regista, forse
ètroppo. Ispiratore, sicuro. Saba-
to da Helsinki Giorgio Napolita-
no è stato chiarissimo: «Le forze
sindacalisonocoinvolteinunadi-
scussione, qualcuno la chiama
negoziato con il governo. Confi-
dochesiconcluderàconunaccor-
do». E se proprio non si stringerà
unpatto, il capodelloStatospera
almeno di non vedere scene di
guerrigliaurbana, comequelledi
Piazza Sintagma ad Atene. «Noi
non siamo la Grecia. Mi auguro
che contro queste misure non ci
siaunaprotesta, seppur ordinata
e legittima, né tantomeno delle
contestazioni cheesconodal sol-
codellalegalitàechenonpotreb-
beroessere tollerate».
Eal di là del giallo irrisolto sul-
l’incontroMonti-Camusso, rima-
ne il forte impegno del Colle a
spianare le acque ad un governo
impegnato in una navigazione
moltorischiosa. Daunlato, nonè
il casodi fareinchini. Dall’altro, è
fuori tempo massimo arroccarsi
informedi sindacalismoottocen-
tesco.
Il pressingsullaCgil duradadi-
versimesiedelresto, comelapen-
si il presidentesul mercatodel la-
voroèabbastanzachiaro. Stiamo
attraversandounacrisieconomi-
caefinanziariagravissima, hadet-
toil20dicembredurantegliaugu-
ri di Nataleconlealtecarichedel-
loStato, «il nostroPaesecorreseri
rischieapparenecessariaun’am-
pia convergenza attorno a scelte
difficili e impegnative».
Quanto poi all’articolo 18, oc-
corre ridurre i toni: «Si discuta li-
beramente, ma senza rigide pre-
giudiziali, battutesferzanti econ-
trapposizioni semplicistiche».
L’avvertimentoeradirettoallaCa-
musso,cheavevaappenarilascia-
to una dura intervista sull’argo-
mento. Nonèdavveroil momen-
to di polemizzare, piuttosto
«ognuno pensi ad assumersi le
proprie responsabilità». Il presi-
dente teme insomma che la cura
da cavallo che Monti sta prescri-
vendoalpazienteItaliapossaave-
re delle ripercussioni sociali. Lui
stesso, giorni faa Bologna, hasu-
bitolapesantecontestazionede-
glistudenti indignati eil rischiodi
schiamazzidavantiaPalazzoChi-
gi è alto.
Per questo Napolitano insiste
nel chiedere concertazione. An-
cheuna concertazione «al nero»,
cioè per interposto governo? Il
Colle nega interventi, Palazzo
Chigi, come abbiamo visto, nega
pure che sia avvenutol’incontro.
Rimane, dall’ottica del Quirina-
le, il bisognodi fareurgentemen-
tedellescelte. «Il governo-parole
di Napolitano - può proporre e
adottare decisioni necessarie,
benché talora controverse, osti-
che, persinoimpopolarisenzaes-
sere condizionato da vincoli di
convenienzapartiticaedelettora-
le».
Ele forze sociali devono fare la
loroparte«conresponsabilità». Il
Welfare del secolo scorso, inuno
scenario globalizzato, ha fatto il
suotempo. Lecertezzeelegaran-
ziedi unavoltavannoriviste. «Ri-
spettoaglianni ’70e’80eallescel-
tefatteallora-haspiegatoNapoli-
tanoincontrandogliimprendito-
ri che hanno investito in Roma-
nia - il mondo oggi è un’altra co-
sa, è radicalmente cambiato e in
uncertosensotuttovarimessoin
discussione. La riflessione deve
portareacomportamentiadegua-
ti alle prove che abbiamo davan-
ti».
Servequindi unnuovopattoso-
ciale: il compromessosull’artico-
lo 18 potrebbe esserne l’antipa-
sto.«Inquestomomentooccorro-
noobiettività edequilibrio».
Giallo sul vertice segreto Monti-Camusso
REAZIONI
La Cisl ironica: speriamo
sia tutto vero, almeno
discutono sottobanco...
LA NORMA DA CAMBIARE
ANSA-CENTIMETRI
Obbligo di reintegro del lavoratore
licenziato senza giusta causa
Si applica alle aziende
con più di 15 dipendenti
Il lavoratore licenziato può appellarsi al giudice
e ottenere il reintegro nel posto di lavoro
GLI OCCUPATI
IN ITALIA
COSA PREVEDE
L'ARTICOLO 18
F
o
n
t
e
:
C
g
ia
d
i
M
e
s
tre
I
n
a
z
i
e
n
d
e
con più di 15
d
ip
e
n
d
e
n
t
i
1
7
.
5
1
0
.
9
8
8
T
o
t
a
le
o
c
cu
pati
1
1
.
8
9
8
.
5
1
5
La
v
o
r
a
t
o
r
i
d
i
p
e
n
d
e
n
t
i
7
.7
90.42
9
Per «Repubblica» c’è stato un incontro tra il premier e la leader Cgil
Smentite ufficiali, ma i partiti si scontrano sulla «trattativa nell’ombra»
il caso
LE MANOVRE DEL QUIRINALE
Duello governo-Cgil
Napolitano fa il regista
anche sull’articolo 18
Il presidente teme che le riforme possano scatenare tensioni di piazza
Per questo è già sceso in campo e chiede di trovare «soluzioni urgenti»
il retroscena
L’indiscrezione: più vicino un compromesso sul Welfare
ATTIVISMO
Sopra
il presidente
della
Repubblica,
Giorgio
Napolitano,
86 anni,
eletto capo
dello Stato il 10
maggio 2006.
Il bilancio
di previsione
del Quirinale
per il 2012
è di 228
milioni di euro
A sinistra
il leader
della Cgil,
Susanna
Camusso
[Ansa e
Lapresse]
ILFATTO 3
Lunedì 13febbraio2012 il Giornale
lo spillo
LauraCesaretti
Roma Sessantamilionidieuroinmenoabi-
lancio, spese ferme al 2008, diminuzione
progressivadel personale: il Quirinaleren-
depubblicoil suobudget, esi allineaall’au-
sterity dell’era Monti. Più che tagliando,
congelandogli esborsi.
I costi della presidenza della Repubblica
restano monumentali, soprattutto messi a
confronto con i budget di altre istituzioni
equiparabiliinEuropa(dall’EliseoallaCor-
tedi St. James), manel corsodel suosetten-
natoGiorgioNapolitanohaimpostounpro-
gressivo dimagrimento al corpaccione bu-
rocratico ereditato. E soprattutto sta adat-
tandoanchel’ opacoregimedi internacor-
porisdellaprimaistituzionerepubblicanaa
nuove regole di trasparenza. Acominciare
appuntodai bilanci, untemporiservati ma
daqualcheannoforniticondettaglicrescen-
ti. Conunaaltrettantocrescenteattenzione
alla pubblica opinione. Intempi di drastici
tagli, conunadifficiletrattativaapertasulla
riformadel lavoroeil temibilespettrodelle
agitazioni di piazza in Grecia, è chiaro che
Napolitanovogliadareunsegnaledi buona
volontà: ancheil Colletiraunpo’ lacinghia.
Il bilanciodi previsioneper il 2012èstato
reso pubblico ieri, accompagnato da una
nota illustrativa pubblicata online sul sito
del Quirinale. La dotazione a carico del bi-
lanciodelloStatoperlapresidenzadellaRe-
pubblicaèdi228milionidieuro,pariaquel-
ladel precedente eserciziofinanziario, che
eragiàinferiore di 3milioni e 217milaeuro
rispettoaquelladel 2009.
Sostanzialmente, si sottolinea, è rimasta
pari a quella del 2008, nonostante l’8,4%di
inflazione.Unrisultato,spiegailsitodelQui-
rinale,possibile«grazieadunaseriediprov-
vedimentidiriformaeriorganizzazioneam-
ministrativa adottati dall’inizio del setten-
nato». L’elenco delle misure va dal blocco
del turnover del personale alla progressiva
riduzione dei «distaccati»; l’introduzione
anche sul Colle del regime pensionistico
contributivo; il blocco degli stipendi al
2008; la limitazione degli straordinari. Alle
cospicue indennità degli alti gradi, dal Se-
gretariogeneraleDonatoMarraingiù,èsta-
toapplicatoil contributodi solidarietàdel 5
edel 10%. Il personalesi èridottorispettoal
2006di394unità. «Nelcorsodel2011-sileg-
gesulsitoquirinalizio-sièavutaunaulterio-
reriduzionedi20unitàdelpersonalediruo-
lo (da 843 a 823) mentre è rimasto stabile
l’ammontare sia del personale comandato
(103unità)siadel personalemilitareedelle
Forzedi polizia(861unità)».
Cresce invece, sia pur di soli 300mila eu-
ro, la spesa per «beni e servizi». Ma qui, si
spiega, oltre all’incremento dell’inflazione
e all’aumento dei tributi fiscali, c’è anche
unabuonaragione: «lespeseperlecelebra-
zioni del 150/mo anniversario dell’unità
d’Italiae per laintensificazione degli inter-
venti di restauro e manutenzione, nonché
alla fruizione del Palazzo del Quirinale da
partedelpubblico».Unpalazzoche,nelcor-
so del solo 2011, è stato visitato da 250mila
persone: unveromuseoadisposizionedel-
lacittadinanza, sottolineail Colle.
Inconclusione,rivendicaGiorgioNapoli-
tano,leeconomieeitagli«autonomamente
adottati» durante il suo settennato hanno
garantitoalloStatounrisparmiocomplessi-
vo di oltre 60 milioni di euro a tutto il 2011.
Unbel passoavanti. Ancheserestaancora,
neicostidelleistituzioniitaliane(chesitrat-
tidiParlamento,CorteCostituzionaleodel-
l’ultimobaracconeregionale)un’elefantia-
sisconosciutaadaltripaesi,edifficiledaero-
dere. Un rapporto che risale al 2000 (come
racconta la premiata ditta Stella&Rizzo de
La Casta) metteva a confronto il Quirinale
conalcuniequivalentieuropei. Conrisulta-
tiimbarazzanti: «IlsologabinettodelSegre-
tariogeneraleeracompostoda63persone.
Ilserviziotenuteegiardinida115,59gliarti-
gianiimpegnatinellamanutenzionedeipa-
lazzi: tra di loro 6 restauratrici di arazzi, 30
operai, 6 tappezzieri, 2orologiai, 3 ebanisti
e2doratori. Gli operai impegnati nellema-
nutenzioni di Buckingham Palace sono in
tutto15. Lapresidenzatedesca, dai compiti
istituzionalisimiliallanostra, avevadimen-
sioni moltopiùcontenute: 160 dipendenti.
Il pesosullecassepubblicheeradi 18milio-
ni e mezzo di euro: un ottavo della nostra.
Quantoall’Eliseo, il confrontoeraaltrettan-
to imbarazzante: nonostante il presidente
franceseabbiapoteri assai superiori aquel-
lo italiano, aveva 923 dipendenti. La metà
del Quirinale. Einfatti costavapurequasi la
metà».
MOSSA STRATEGICA
Con i conti on line Napolitano
vuole lanciare il messaggio:
tiriamo la cinghia anche noi
SACRIFICI GIÀ NOTI
Riduzione del personale e
contributo di solidarietà dal
5 al 10% per gli alti funzionari
IL PERSONALE
I CONTI DEL COLLE
823 unità
personale di ruolo al Quirinale
nel 2011 (nel 2010 erano 843 unità)
IL BILANCIO
Costo
dei palazzi
presidenziali
in milioni di euro
Quirinale 228
136,5
112,5
57
28
8
Casa Bianca
Buckingham Palace
Eliseo
Cancellierato
Zarzuela
228 milioni di euro
fondo di dotazione per il 2012 dell’amministrazione
della Presidenza della Repubblica
(pari a quello dell'esercizio precedente)
nel 2009 era di 231,2 milioni di euro
245,3 milioni
spesa complessiva prevista dal Quirinale per il 2012
394 unità
la riduzione di personale a disposizione
del Quirinale rispetto al 31 dicembre 2006
861 unità
personale militare e delle Forze di polizia
distaccato al Colle per esigenze
di sicurezza nel 2011
103 unità
personale comandato e a contratto nel 2011
LE USCITE
24,2 milioni
la spesa per beni e servizi nel 2011 (9,7% della spesa totale)
1,3 milioni
crescita rispetto all’assestato 2011 di 300mila euro rispetto
al bilancio di previsione per il 2008, dovuti all’incremento
del tasso d’inflazione, all’aumento degli oneri fiscali e alle spese
per le celebrazioni del 150° anniversario dell’unità d’Italia
132,8 milioni
la spesa per il personale in servizio
(53% della spesa complessiva) in calo
rispetto al bilancio del 2011 che
era di 136,1 milioni di euro
(l’88,3% della spesa complessiva)
LE RISORSE
RISPARMIATE
60,5 milioni
I risparmi conseguiti con le misure adottate
autonomamente a partire dall’inizio
del settennato di Napolitano al 31 dicembre 2011
10,9 milioni di euro
ulteriori risparmi conseguenti alle misure
attuative delle manovre finanziarie adottate
dai governi nel periodo 2011-2014
Fonte: Presidenza della Repubblica
Re Giorgio si vanta dei tagli alle spese
ma la sua reggia è la più cara al mondo
Gli annunci in clima austerity della presidenza della Repubblica: risparmiati 60 milioni in 5 anni
Esborsi congelati, eppure con 228 milioni a bilancio il Quirinale costa ancora il doppio dell’Eliseo
Ohibò, adesso anche la Cgil
per bocca del suo leader Su-
sanna Camusso ha scoperto
questa strana creatura, il
«complottomediatico».Aor-
chestrarlo è stato Repubbli-
ca, chesi dice«certa»dell’in-
contro tra il sindacato e Ma-
rioMonti allavigiliadel viag-
gio negli Usa del presidente
del Consiglio per decidere il
destinodell’articolo18. Idue
interessati, come si sa, nega-
no. Quindi qualcuno mente
mafinge di direlaverità. Èla
macchinadel fingo?
La macchina
del fingo
4 ILFATTO

Lunedì 13 febbraio2012 il Giornale
IN GERMANIA
Le passività della Cassa
depositi e prestiti non
toccano il debito pubblico
PIÙ PUNTUALITÀ
Monti deve fare di più:
l’Italia si adegui
ai tempi stabiliti dall’Ue
di RenatoBrunetta
Quello dei ritardi di paga-
mento è unvizietto che viene da
lontano. Non bisogna pensare
chesiasololoStatoquel Leviata-
no che porta sul lastrico miriadi
di piccole imprese. Anche le
grandi imprese monopolistiche
sono artefici a loro volta dell’in-
debitamentodellepiccoleazien-
de, perché impongono tempi di
pagamentospessoinsopportabi-
li.
Nel caso incui è loStato, invece,
debitore nei confronti delle im-
prese, il gioco è viziato non solo
daunaperversaconvenienzare-
ciproca (il «patto implicito» per
cui io Stato ti pago più tardi e io
impresati fatturodi più), maan-
che da una perversione struttu-
rale tutta italiana per la quale i
debiti contratti nonpossono es-
sere esplicitamente contabiliz-
zati, penal’emergeredi unmag-
gior debitopubblico. Inaltrepa-
role? Cassa apparentemente in
ordine e competenze gonfiate.
Infatti i debiti contratti, allorché
esigibili, entrano nella compe-
tenzadelloStato, mapoichéai fi-
ni della contabilità del debito
pubblico quello che conta è la
cassa, questi debiti è come se
non esistessero. Così facendo lo
Stato espone una situazione del
debito più rosea di quella che in
realtà è. Un’ipocrisia che però
non sfugge ai mercati che cono-
scono perfettamente il trucco.
Ungioco di prestigio che nonha
spettatori divertiti, ma solo pic-
cole imprese strangolate.
Uninterventotempestivoècosa
prioritaria. Sulla scia di quanto
fattodal governoBerlusconi (ar-
ticolo 13 della Legge di stabilità
che prevede l’obbligo di certifi-
cazione dei debiti da parte del-
l’ente locale per consentire alle
aziendedi poterscontareil debi-
to in banca con maggiore facili-
tà)edall’Unioneeuropea(Diret-
tivacomunitaria2001/7/UEche
obbliga tutti, Stato e imprese, a
pagamenti puntuali), il governo
Monti ègiàintervenuto, masi de-
vefaredi più. I 5,7miliardi di eu-
roprevisti dall’articolo35del De-
creto Liberalizzazioni non sono
sufficienti, anche se il voto favo-
revole della Camera di giovedì 2
febbraio all’emendamento al-
l’articolo14dellaLeggecomuni-
taria, che delega il governo ad
adottareentrosei mesi unoopiù
decreti legislativi volti arecepire
la direttiva comunitaria prima
del 2013, rappresentaunpassag-
gio fondamentale.
Macomefare, quindi, afar sì che
latrasparenzadelloStatononin-
tacchi ulteriormente il debito
pubblico? Una risposta ci viene
offerta dal modello tedesco. La
loro Cassa Depositi e Prestiti
(Kreditanstalt fuer Wiederauf-
bau), natainsiemeal PianoMar-
shall per la ricostruzione delle
economie europee, è uno dei
meccanismi più efficienti della
loro economia. La Germania
noninclude nel suo debito pub-
blicolepassivitàdel KfW, posse-
dutoall’80%dalloStatoeperil re-
stante20%dai Laender: grazieal-
la partecipazione statale questa
banca, secondo Moody’s, Stan-
dard&Poor’s e Fitch, gode dello
stesso rating (tripla A) ricono-
sciuto alla Repubblica federale
tedesca. Ma qual è l’escamota-
ge? Il Trattatodi Maastricht pre-
vedecheanchelepassivitàdi ta-
li enti venganoinseritenel conto
del debito pubblico di ogni Sta-
to, esecosì fosseil debitopubbli-
co tedesco salirebbe di 17 punti
percentuali. La domanda sorge
spontanea: come si nasconde il
17% del debito? La risposta è
una: Esa95 (European System of
National and Regional Accoun-
ts), conil qualel’Eurostat hadefi-
nitoi criteri statistici di valutazio-
ne legalmente vincolanti per
l’Unione europea. Tale atto, che
integra i criteri di Maastricht,
permettedi escluderedallacon-
tabilità del debito le passività di
quegli enti che si finanzianocon
pubbliche garanzie, ma che co-
prono il 50,1% dei propri costi
con ricavi di mercato e non con
versamenti pubblici, tasseecon-
tributi.
Delle due l’una: affinché la con-
tabilità del debito pubblico se-
gua parametri omogenei a livel-
locomunitario, laGermaniapo-
trebbe ricalcolare il suo debito
seguendo i parametri standard
previsti da Maastricht, oppure
l’Italia, imitandoil modellotede-
sco, deconsolidaredal suodebi-
to pubblico i finanziamenti agli
enti locali della Cdp e il credito
delle Pmi verso la Pubblica am-
ministrazione.
Infondo nonappare così diffici-
le. Bastasoloefficienza, piùeme-
gliodi quantononsi siafattofino-
ra. Trasparenza, buonsenso, e
unpizzicodi tecnicalitàallatede-
sca potrebbe risolvere una volta
per tutte il problema.
il dossier
Ecco come salvare
le imprese strangolate
dai ritardi dello Stato
Il modello tedesco: più efficienza e trasparenza per risolvere
il nodo dei mancati pagamenti della pubblica amministrazione
www.freefoundation.com
RADIOGRAFIA DI UN SISTEMA IN CRISI
I FALLIMENTI IL CONFRONTO CON L'EUROPA
250
Friuli V. G.
185
Umbria
235
Liguria
249
Calabria
49
Molise
180
Abruzzo
38
Basilicata
213
Sardegna
9
V. d'Aosta
122
Trentino A. A.
1.215
Lazio
1.122
Veneto
843
Toscana
1.008
Campania
601
Sicilia
899
Emilia R.
857
Piemonte
2.613
Lombardia
529
Puglia
398
Marche
11.615
ITALIA
LE IMPRESE FALLITE PER I RITARDI NEI PAGAMENTI
1.800
su 7.238
2.350
su 9.383
3.400
su 11.319
3.600
su 11.615
2008 2009 2010 2011
24
,9
%
25
%
30
%
31
%
FONTE: Ufficio Studi Cgia di Mestre su dati IntrumJustitia e Cerved
I TEMPI DI PAGAMENTO EFFETTIVI (in giorni)
LE IMPRESE FALLITE IN ITALIA NEL 2011 I GIORNI DI RITARDO MEDI NEI PAGAMENTI
2009 2010 2011
DIFFERENZA
2009-2011
-50
0
50
100
150
200
128
70
40
49
186
65
36
48
180
64
35
47
52
-6 -5
-2
ITALIA
Francia
Germania
R. Unito
2008
2009
2010
2011
DIFFERENZA
2009-2011
VARIAZIONE %
27
34
49
53
26
18
20
18
18
0
24
31
37
39
15
14
17
10
10
-4
13
20
18
18
5
Francia Germania Spagna Regno Unito ITALIA
97,5
-1,3
62,5
-30,2
35
ILFATTO 5
Lunedì 13febbraio2012 il Giornale
L’
Italiaèsottomessaauna
dittatura?Adirloesplici-
tamente non sono più
solo gli oppositori del governo
Monti, ma i suoi stessi sostenitori
a partire dalla Confindustria. Or-
mai il concettodi «dittatura», rife-
rito all’ambito finanziario, ha as-
suntounaconnotazionepositiva.
Finoadoggi siamostati abituati a
sacralizzarelademocrazia, quale
depositaria dei valori e dei diritti
fondamentali della persona, e a
condannarequalsiasiformadidit-
tatura proprio perché l’opposto
dellademocrazia. Daquandocon
uncolpodi statofinanziario, sotto
il bombardamento incontenibile
della speculazione che si traduce
nel tracollo della Borsa e nell’im-
pennata dello spread e il colpo di
graziadellacrescitaillimitatadel-
l’indebitamentopubblico, èstata
commissariatal’interaclassepoli-
ticainGreciaeinItalia imponen-
doalverticedelpotererappresen-
tantigraditiaipoterifinanziariglo-
balizzati, solo poche voci hanno
pubblicamente denunciato la
nuova dittatu-
ra.
Il fatto che si
tratta di espo-
nenti politici,
economici, fi-
nanziariointel-
lettuali ostili a
Papademos ea
Monti, ha fatto
chesì chelade-
nuncia della
dittatura finanziaria fosse taccia-
tacomefaziosaoquantomenodi-
scutibile. Ma dallo scorso sabato
11 febbraio con la pubblicazione
di unfondosullaprimapaginadel
Sole 24ore, l’organo della Confin-
dustriacheèschieratoinprimali-
neaasostegnodi Monti, dal titolo
«La dittatura dell’emergenza» a
firma di CarloBastasin, il concet-
todi «dittatura»èstatosdoganato
uscendodal conod’ombraedalla
dimensionedeldubbioperassur-
gereallalucesplendentedellave-
rità positiva e della necessità co-
struttiva.
L’editorialista legittima il con-
cetto della «dittatura dell’emer-
genza» rapportatoallasituazione
inGrecia, scanditadagli scontri di
piazzaeledimissioni nel governo
mentreil Parlamentosi appresta-
vaavotarelamanovrafinanziaria
imposta dalla troika Ue, Bce e
Fmi. Ma ci spiega anche che dal
momentoche«Atenerimarràsot-
to la tenda ad ossigeno per anni»
perchénel 2020il debitopubblico
resterà al 135% del Pil, «i partner
europei chiedono ai partiti greci
di impegnarsi formalmente a ri-
spettare le condizioni anche do-
pole elezioni generali di aprile».
Sichiedecioèaipartitichecom-
pongono la maggioranza che at-
tualmente sostiene l’ex governa-
toredellaBancacentralegrecaPa-
pademos, di sottoscriverenerosu
biancoche - a prescindere dal lo-
roorientamentopolitico-dovran-
nocondividereanchenellaprossi-
ma legislatura la drastica mano-
vrachecontemplailtagliodeisala-
riminimi, delle
pensioni, dei
posti di lavoro
nelsettorepub-
blico,dellespe-
se della Sanità,
Stato sociale e
Difesa. Si sten-
ta a credere
che il commis-
sariamento si
spinga al pun-
to da vanificare di fatto il valore
stessodelleelezionichedefinisco-
nogli equilibri interni alla demo-
crazia, imponendo anticipata-
mentelamaggioranzachegover-
neràil Paeseevincolandoi partiti
chenefarannoparteafar proprie
delledecisioniche, daunlato,sta-
biliscononeiminimi dettaglilavi-
tadeicittadiniridottaallimitedel-
la sopravvivenza per volontà dei
banchieri e, dall’altro, annullano
qualsiasi differenza o dialettica
ideologicaosemplicementepoli-
tica. Ed è proprio qui che si tocca
conmanolarealtàdellanuovadit-
taturafinanziaria.
Ebbenelostessostaaccadendo
inItalia. Il commissariamentodei
partiti edel Parlamentoèimplici-
toanchenellarecentedichiarazio-
nedi Monti secondocui il proces-
so delle riforme è «irreversibile»
perché i partiti che lo sostengono
«non hanno alcun interesse a
smantellare le misure visto che il
costopoliticovienepagatodaque-
stogoverno»! Sarebbecomeadire
cheio,Monti,faccioillavorospor-
cochei partiti nonpossononévo-
gliono fare perché si tradurrebbe
nella loro bocciatura alle urne,
quindi possostaretranquilloper-
chétantoiononsonostatonéelet-
to né intendo rispondere del mio
operatoagli elettori dal momento
chei miei mandanti ei miei inter-
locutorinonsonogli italiani bensì
i poteri finanziari globalizzati. La
nuova dittatura finanziaria sem-
plifica l’attività del governo per-
chési èanticipatamentecerti del-
le scelte che faranno i partiti an-
cheadispettodi iniziativechepo-
trebberoapparireconflittuali.Or-
mai sia Monti sia Napolitano, il
grandemanovratoredelladittatu-
rafinanziaria, sonosicuri del fatto
cheilParlamentosièridottoador-
ganoavallantedelle decisioni del
governo.
A Helsinki Napolitano ha assi-
curatocheci saràl’accordoanche
sullariformadelmercatodellavo-
ro «perché non è interesse né del
Paesenédeipartitirovesciareilta-
volo». Ei2.400emendamenti pre-
sentati al disegnodi legge sulle li-
beralizzazioni? Il leader dell’Udc
Casinisostienechepotrebberoes-
sere ritirati tutti! Ecandida Monti
a capo del governo che guiderà
l’Italiadopoleelezionidel2013in-
dicatodalnuovo«Partitodegliita-
liani»chepotrebbe(ilcondiziona-
le è d’obbligo visto che è dal 2007
che propone un nuovo soggetto
politicodicentroconunnuovono-
me) diventare addiritturail parti-
to di maggioranza relativa. D’al-
trocantoseancheai partiti chein
Italia sostengono l’attuale gover-
no, così come sta avvenendo in
Grecia, verrà chiesto alla vigilia
delleelezionidisottoscrivereanti-
cipatamente l’insieme della ma-
novraispiratadai poteri finanzia-
riglobalizzati, chi megliodi Monti
potrebbe garantirne l’esecuzio-
ne? Gli Stati e le banche straniere
creditrici hannoragione: esigono
dellesolidegaranzieperil riscatto
deglioltremillemiliardidieuroin-
vestiti nei nostri buoni del Tesoro
echecorrispondonoacircalame-
tàdel nostroindebitamentopub-
blico. Ma chi, come, dove, quan-
do e perché si è indebitato? Non
importa! L’unica certezza è che
noiitalianisiamocondannatiafa-
resacrifici per ripagarequesti de-
biti contratti daunoStatodissipa-
tore, corrottoeinefficiente.
Siccomeèpresumibilechenon
lofaremmovolontariamenteeal-
legramente, allora è meglio met-
terci il bavaglioelacamiciadi for-
za. Si chiama dittatura. Ma non è
piùunaformadigovernodepreca-
bile. All’opposto è positiva e co-
struttivaperchérealizzagliobietti-
vi dei poteri finanziari globalizza-
ti. Viva la dittatura!
twitter@magdicristiano
La finanza ha sdoganato
la dittatura dell’emergenza
Non sono più soltanto gli oppositori del governo a parlare di tirannia, lo dice anche
Confindustria. Questo esecutivo realizza gli obiettivi dei poteri economici globalizzati
di Magdi Cristiano Allam
SCENARI DI POTERE
COMMISSARIAMENTO
Parlamento e partiti
sostituiti da tecnocrati
che impongono riforme
1.900
L’ammontare del debito
pubblico italiano, in mi-
liardi di euro, alla fine del
dicembre2011
I PROFESSORI
Il governo
Monti al Senato
I passaggi
parlamentari
dei
provvedimenti
dell’esecutivo
sono diventati
una sorta di
formalità. Il
sostegno
bipartisan,
infatti, fa sì che
vengano
approvati senza
variazioni,
perché
necessari.
Insomma, si è
creata una
sorta di
dittatura della
finanza sulla
politica
[Ansa]
Sonoi voti raccolti daMonti nel
giornodellafiduciaallaCame-
ra il 16 novembre. Nell’ultima
fiduciasonoscesi a420
Èlascadenzanaturale dell’at-
tualelegislaturae-perammis-
sione del premier - dell’espe-
rienzadel governoMonti
Gli emendamenti depositati in
commissione Industria al Se-
natodatutti i partiti sullelibe-
ralizzazioni
I miliardi di eurodi debitopub-
blicoinmanoainvestitoristra-
nieri. Il rapportodebito/Pil ita-
lianosfiorail 120%
IcomponentidelgovernoMon-
ti: 17 ministri (Monti ha anche
l’interimall’Economia), 3 vice-
ministri e26sottosegretari
L’esecutivo in cifre
il commento
556
2013
2.400
1.000
45
6 ILFATTO

Lunedì 13 febbraio2012 il Giornale
MaddalenaCamera
Giornatae nottatadi guerraad
Atenedovehannomanifestatool-
tre100milapersonedurantelase-
dutafiumedel Parlamentoculmi-
nata, poco prima di mezzanotte,
conilvotofavorevolealpianolacri-
me sangue varato dal governo di
LucasPapademos. Lamaggioran-
za ha così assicurato all’esecutivo
di sostenerelemisuredi rigore, in-
dispensabili per ricevere il pac-
chettoeuropeo di aiuti da 130 mi-
liardi. Ma la rivolta ha riguardato
buonapartedelPaese.Latvharife-
ritodi violenzeancheaCorfù, Cre-
ta (a Eraklion) e Salonicco, dove
20mila persone hanno marciato
controiprovvedimenti.Nellacapi-
tale, ancora una volta, la gente è
scesainpiazzaSyntagma. Violenti
scontri sono scoppiati tra black
bloc e polizia in assetto antisom-
mossaall’esternodel Parlamento.
Gruppi di teppisti hanno lanciato
bottiglie, pietre, pezzi di marmo e
bombemolotovversolapolizia,so-
stenuti però dalla popolazione,
stancadeicontinuitagliapensioni
e salari. Gli agenti hanno risposto
agli attacchi con gas lacrimogeni.
Infiammesonofiniti alcuni edifici
tracui cinema, negozi, labibliote-
ca universitaria e una filiale della
bancagrecaEurobank,apiazzaKo-
rai, dietroaquellaSyntagma. Mol-
ti anche i saccheggi. Pesante il bi-
lancio con numerosi arresti tra i
manifestantiepiùdi60feriti, molti
dei quali poliziotti. Ingenti i danni.
Il premier Papademos ha invitato
la popolazione alla calma affer-
mando che «il vandalismo e la di-
struzionenonhannounpostonel-
lademocrazia». Per il sindacodel-
lacapitale, GiorgosKaminis, inve-
ce«ancoraunavoltalacittàdi Ate-
ne viene utilizzata come leva per
provare a destabilizzare il Paese».
In piazza c’era anche il celebre
compositoreMikisThedorakis, 86
anni, l’autore delle musiche di
«Zorba il greco», ma poco prima
che iniziasse a parlare alla folla è
statointerrottodai gas lacrimoge-
ni. Non c’è dubbio, comunque,
che la situazione sia molto seria e
peggiorata dall’inizio della crisi,
nell’ottobre del 2009. Lemisuredi
austerità già prese hanno infatti
prodotto una contrazione del Pil
(ossia del prodotto interno lordo)
chehaprovocatounulterioreina-
sprimento del rapporto tra debito
e Pil, passato dal 127% dell’inizio
della crisi al 159% attuale. Sabato
seraPapademosavevaavvertitola
popolazionechel’unicaalternati-
vaallafirmadell’accordoèla«ban-
carotta»eil«caossociale».Concet-
toribaditoieri serapocoprimadel
voto: «Il no all’austerity portereb-
beauncatastroficodefault, lasto-
riaci giudicherà».
Itagliallaspesapubblicastanno
comunqueprovocandounafortis-
sima tensione: martedì e venerdì
c’è stato lo sciopero generale con
un’altissimaadesione. Tralenuo-
ve misure richieste, quella che ha
creato maggiori tensioni riguarda
il tagliodi pensioni, salarieposti di
lavoroper circa 3,3 miliardi di eu-
ro. All’esame del Parlamento ieri
c’eranoperòaltrequestioni:misu-
reper ricapitalizzarelebanchedel
Paese, un’autorizzazione al pre-
mierPapademosperfirmaregliac-
cordi europei e uno swap di titoli
pubblici con le banche creditrici
per cancellare100miliardi del de-
bitogreco,cheammonta,intotale,
a350miliardidi euro. Il nuovopia-
no prevede anche la facilitazione
dei licenziamenti e una riduzione
dei salari minimi, aspetti saranno
inclusi in una legge successiva da
approvarenelleprossimeduesetti-
mane. «Lasceltanonètrasacrifici
omeno, matrasacrifici equalcosa
di ancora piùduroe inimmagina-
bile», hatuonatonell’auladel Par-
lamentoil ministrodelle Finanze,
EvangelosVenizelos. Enonsareb-
belaprimavolta,dopoildefaultfat-
to registrare ventiquattrosecoli fa
da 10 città-Stato a discapito del
Tempiodi Delo. Maquelloattuale
potrebbeessereil piùgrandefalli-
mento di uno Stato sovrano del-
l’epocamoderna: 350miliardi, os-
siacinquevoltedipiùdiquellodel-
l’Argentina che fu di «appena» 95
miliardididollarinell’ormailonta-
no 2001. Ecco perché la decisione
delParlamentodiAteneerafonda-
mentale per sbloccare la tranche
dialtri130miliardidieurodifinan-
ziamentoal Paese dapartedi Ue e
Fmi. Infatti,elohadettoancheil fi-
nanziereGeorgeSorosinunainter-
vistaonlinealsettimanaleDerSpie-
gel, «il fallimento della Grecia po-
trebbefacilmentecoinvolgerean-
cheItaliaeSpagna,ecrearefortiin-
stabilità in Europa». Soros, però,
ha attaccato anche la cancelliera
AngelaMerkel.«Ammirolacancel-
liera per la sua forza decisionale -
ha affermato - ma purtroppo sta
portandol’Europanelladirezione
sbagliata». In caso di fallimento
dellaGrecia, Sorosprevedeunac-
centuarsi dellacrisi inEuropa, che
potrebbe condurre «a una corsa
agli sportelli delle banche inItalia
e Spagna. A quel punto l’Europa
andrebbeinpezzi». Comebensail
ministro tedesco delle Finanze,
Wolfgang Schaeuble, secondo il
quale«laGreciaverràsostenutain
unmodoonell’altro,madevefarei
suoi compiti a casa e non può di-
ventare un pozzo senza fondo».
«Lepromessenonbastanopiù-ha
poi aggiunto-; Atene nonsolode-
veimpegnarsisulnuovoprogram-
madiausterità,maancherealizza-
re parti del vecchio programma
giàapprovato».
Fitch e Standard&Poor’s de-
classanoildebitogrecoallivel-
lodi BBB+, il piùbassoinEuro-
pa. Dal premier Papandreou
arrival’annunciodi pesanti ta-
gli allaspesapubblica
EuropaeFondomonetarioap-
provano un piano di aiuti da
110miliardi, maper sbloccare
i fondi occorre che il governo
vari unulteriorepianodi tagli:
30miliardi intre anni
Dopo un rimpasto che porta
Evangelos Venizelos alle Fi-
nanze,vieneapprovatounnuo-
vo piano anti-crisi che preve-
de, tra l’altro, un taglio di
150miladipendenti pubblici
Dopo i tagli alle spese vengo-
noconcessi finanziamentidal-
l’Ue, manonbastanoarisolle-
varelesorti dellaGrecia. Lacri-
sideldebitononèpiùsoloelle-
nicaesi estendeadaltri Paesi
George Papandreou non reg-
gepiùlapressioneefaunpas-
soindietro. LucasPapademos,
exvicedellaBancacentraleeu-
ropea, assume la guida di un
governodi unitànazionale
LaGermaniaritieneancorain-
sufficiente l’opera di risana-
mento compiuta dall’esecuti-
vo e propone di commissaria-
relaGrecia. Il rapportodebito/
Pil haraggiunto il 159,1%
Le vere dimensioni del debito
furono svelate il 16 ottobre
2009dal governosocialistadi
GeorgePapandreoucheeredi-
tòdaCostasKaramanlisunde-
bitopari al 127%del Pil
IL COMPOSITORE
In piazza anche
l’anziano musicista
Theodorakis, 86 anni
PEGGIORAMENTO
Dall’inizio della crisi il
rapporto tra debito e Pil
è passato dal 127 al 159%
Dicembre 2009
Maggio 2010
Giugno 2011
Luglio 2011
Novembre 2011
Gennaio 2012
Ottobre 2009
RIGORE
Il ministro delle Finanze
tedesco: «Non diventino
un pozzo senza fondo»
Italia,Spagna,CiproeUngheriasonoiquat-
troPaesi Ueconmaggiori squilibri economici:
dove è quindi piùurgente intervenire per cor-
reggerelasituazione.
Questo, insintesi, il segnaled’allarmechela
CommissioneUe, salvomodifichedell’ultima
ora,siapprestaalanciarenelsuoprimorappor-
tosul meccanismod’allertamessoapuntoper
misurare le condizioni di salute delle econo-
miedei Paesi Uee, senecessario, intervenirein
viapreventivaperevitareil ripetersi di altri casi
comequellodellaGrecia.
Ildocumentosaràpresentatodalcommissa-
rio per gli Affari economici e monetari, Olli
Rehn, domani aStrasburgo, nellasededel Par-
lamento europeo, dove mercoledì il premier
MarioMontiparleràdavantiall’assembleariu-
nitainsedutaplenaria.Esibasasullavalutazio-
nedell’andamentodidieciindicatorieconomi-
ci cheinmolti casi - comeper il costodellama-
no d’opera - fotografano la realtà degli ultimi
anni. Tantochenel rapportosi evidenziachela
primaapplicazione di questa nuova procedu-
rahadovutotenerecontodituttiglisquilibriac-
cumulatiinprecedenza.Perl’Italialeprincipa-
liproblematicheriguardanounlivellodeldebi-
topubblicotroppoalto,nonostantevengarico-
nosciutochequellodell’indebitamentodeipri-
vatièrelativamentecontenuto,eunacompeti-
tivitàcheapartiredallametàdegli anni ’90si è
progressivamenteridotta,cosìcomeèavvenu-
toper la produttività.
Quellachesi apreoggi, comunque, èancora
una volta una settimana cruciale per il futuro
dell’Ue. Mercoledì l’Eurogrupposi riuniràper
decidereil dafarsi sul casodellaGrecia. Unte-
masucui vuoledirelasuaancheil Parlamento
Ue, chedurantelasessioneplenariatorneràal-
lacaricaper chiedereai leader dei 27iniziative
piùcoraggioseperstimolarelacrescitael’occu-
pazione, soprattuttoper i giovani, evoteràuna
risoluzioneinfavore del varodegli eurobond.
LA CRISI GRECA
GUERRIGLIA
Giornata
drammatica
ieri ad Atene
per i violenti
scontri tra
polizia e black
bloc in piazza
Syntagma, in
attesa della
decisione del
Parlamento
greco sulle
nuove misure
di austerità
chieste dalla
troika (Ue, Bce
e Fmi) per far
affluire nelle
casse elleniche
130 miliardi in
aiuti. Gli scontri
sono
proseguiti
duramente per
tutta la
giornata
[LaPresse-Epa-
Insidefoto]
Atene in fiamme, sì al piano di austerity
Notte di violenza nella capitale mentre il Parlamento dava il via libera alle misure per salvare il Paese
ALLARME UE
Troppi squilibri economici, l’Italia si metta in riga
Rapporto del commissario Rehn domani a Strasburgo. Nel mirino anche Spagna, Cipro e Ungheria
__
Le tappe della crisi
8 INTERNI

Lunedì 13 febbraio2012 il Giornale
GianninodellaFrattina
Milano La zampata di IgnazioLa Russa
su Milano ha i modi garbati e il curri-
culum da amministratore di provincia
dell’ex An Guido Sisler. La continuità e
la voglia di riscoprire le radici di Forza
Italia, invece, stannonei toni che si fan-
no sempre più decisi di Guido Podestà.
L’ex vicepresidente del parlamento eu-
ropeoeoggiacapodellaProvinciadiMi-
lanochenonhavolutoaccettareuncon-
gresso già deciso ancor prima di essere
aperto. Lanciando la sfida alla «grande
alleanza»chesuSislerhamessod’accor-
doiciellinidelgovernatoreRobertoFor-
migoni, i «laici»del berlusconianocoor-
dinatore regionale Mario Mantovani, i
socialistidellafamigliaColuccieineodc
dell’assessore regionale Domenico
Zambetti.
Il risultatoèunasfidaveraal congres-
soprovincialedi Milanocelebratoieri e
presieduto dal coordinatore nazionale
DenisVerdini. Perarchiviaredefinitiva-
mente quella scomoda e ingiusta eti-
chettadi partitodi plastica. Econsentire
ai militanti di raccontare «quanto sono
emozionata»,comefaunadonnaarriva-
tadaSestoSanGiovannipereleggeredi-
rettamente la sua classe dirigente. Ed è
laprimavoltachesuccede. E, per di più,
secondoil principio«unatestaunvoto»
voluto dal segretario Angelino Alfano
che ha reso la preferenza del semplice
militantepesantequantoquelladidepu-
tati esenatori. Il «bagnodi democrazia»
piùvolteinvocatodaFormigoni.ConPo-
destà che dal palco ha ricordato gli otto
punti del suo programma, fra cui la ri-
chiestadiprimarieperlecarichediparti-
toegli aspiranti sindaco. Oltreall’obbli-
go di un codice etico da sottoscrivere al
momento della candidatura. Velenoso
l’attaccodiPodestà, «perchéuncongres-
so non può mascherare un finto unani-
mismo». Soprattutto in «un partito che
inottomesinonhatrovatoil tempodi fa-
re un’analisi della sconfitta di Milano».
Durissima la replica di Mantovani. «Al
Pdl - contrattacca lui cheèancheprimo
cittadino di Arconate - non servono le
sommatoriedi incarichi, mapertornare
avincerec’èbisognodi piùcontattocon
i sindaci ei cittadini». Undibattitochesi
farovente. «Bene- approvaFormigoni -
questoèil giocodellademocrazia». ESi-
slerchegiàieri parlavadacoordinatore.
«Aquestopartitononmancaniente. So-
lo un maggior peso da dare ai militanti,
piùetica dell’azione politica, una scelta
deicandidatimaggiormenteaccurata. E
poi, chiunquevinca, lavorareuniti». An-
cheperché tramenodi tre mesi da que-
ste parti si vota per 25 Comuni. Uno dei
quali,SestoSanGiovanni, èlaquintocit-
tà della Lombardia. Ed è preda anche
simbolicaperchédaexStalingradod’Ita-
liapotrebbefinirenellemani delcentro-
destra, soprattuttodopoleindagini del-
laprocuradi MonzasullemazzetteaFi-
lippo Penati, l’uomo forte di Pierluigi
Bersani.
Alberto Villa, il candidato venticin-
quenne appoggiato dai Tea Party, cita
DeGasperi. «Troppospesso- accusain-
cassando un grande applauso - siamo
stati troppoattenti ainseguireil consen-
soelettoralepiuttostocheguardarealfu-
turo». Nel piazzale arrivano i pullman.
La grande Milano, come la chiamano
qui, produceil 10per centodel Pil di tut-
tal’Italia. EaRomanonvuol essererap-
presentata solo dalla Lega. Ignazio La
Russa taglia corto sulle presunte false
tessere. «Stabilendochenonsi possavo-
tare per delega, ma solo presentandosi
aiseggicoldocumentod’identità,abbia-
mo spazzato via ogni dubbio. Se qual-
cheburlonehatesseratounmorto, mica
puòfarlopoi venireavotare. Il nostroèil
partitopiùtrasparentecheci sia». Inpri-
ma fila c’è l’eurodeputato Gabriele Al-
bertini. «Questo congresso - spiega - è
l’iniziodellademocraziainternaespero
larigenerazionediunpartitochestavari-
piegandosi suse stesso, perdendosem-
pre piùcontattocongli elettori».
FabriziodeFeo
Roma «SeilministrodelloSvilup-
po dicesse di condividere i nostri
ideali e chiedesse di correre alle
primarie, sarebbe unfatto positi-
vo e credo nessuno potrebbe im-
pedirgli di partecipare». Roberto
Formigoni, con una intervista a
Repubblica, lancia un sasso nelle
acquedel Pdl eapreallapossibili-
tàcheCorradoPasserapossaesse-
re candidato alle primarie di Via
dell’Umiltà. Un affondo che fa
scattareunaveraepropriaraffica
di dichiarazioni (e contestazioni)
dapartedi molti dirigenti azzurri,
tutt’altro che entusiasti di quella
che per alcuni suona come una
presadidistanzadaAngelinoAlfa-
no, per altri comel’avviodi un’of-
fensivaneocentrista. Tant’ècheè
lostessogovernatore lombardoa
tornaresullavicendaconunapun-
tualizzazione. «Non ho dichiara-
tochevoteròPassera-precisaFor-
migoni che fa anche capire che
non si presenterà alle primarie -
ho detto che se Passera o altri si
candideranno, la competizione
saràinteressante».
Chi decide di vestire l’abito del
pompiereècolui chepotrebbees-
serepenalizzatodaunaeventuale
discesa in campo del manager
lombardo. «Il candidato premier
sarà scelto conungrande slancio
democratico attraverso le prima-
rie» dice Angelino Alfano a Che
tempoche fa. «Iononhodecisose
candidarmi perché penso a fare
bene il mio lavoro di segretario.
Passerapotràcandidarsisesiiscri-
veràal Pdl eparteciperàalladina-
mica democratica del partito». Il
segretariosi concedepoi un«con-
siglio»inmeritoal risikodeinomi.
«Comeprofilassi nei confronti del
governosconsiglioatuttidicandi-
dareMonti.Luistessocredoambi-
sca a non essere candidato». C’è
poi una notazione che suona co-
meunapunturadi spillo. «Lavera
notizia»dell’intervista-diceAlfa-
no-ècheFormigoni nonsi candi-
dapiùalleprimarie. Per noi èuna
perdita ma può essere un guada-
gno per la Regione Lombardia».
Infineunosguardoversoirappor-
ti con il Carroccio. «Non ci sono
preclusioni» per l’alleanza con la
Legama seil Pdl «dovessepagare
il conto»dell’appoggioal governo
Monti, «per il bene dell’Italia, lo
pagherebbe». E una battuta sul
processoMills. «I magistrati stan-
no facendo un inseguimento per
una condanna che, se arrivasse,
non sarebbe valida per avvenuta
prescrizione».
La«provocazione»delgoverna-
torelombardononlasciacertoin-
differente il resto del partito. An-
che se molti comprendono la vo-
lontà di spostare su basi nuove la
difficile trattativa con l’Udc, tutti
concordanosulfattochesianosta-
ti sbagliati modi, tempi e «candi-
dature». «Monti e i suoi ministri
hannouncompitocosi delicatoe
impegnativo che è un esercizio
del tuttosconsigliabile prenotarli
perfuturi appuntamenti politico-
partitici» dice Fabrizio Cicchitto.
«Il Pdl deve lavorare su se stesso
perrinnovarsi. Nonvedonecessi-
tàdi Papi stranieri: sostengoAlfa-
no senza se e senza ma». Ancora
piùnettoMaurizioGasparri.«Pas-
seracandidato?Sevuoleconlasi-
nistra. Connoi no. Dimostri di sa-
per fareil ministro. Èpure caduto
il bluff del sostegno dei cattolici.
Sonotestimonedipresedidistan-
ze. Il nostro candidato è Alfano».
Chiude la porta Maurizio Lupi:
«Al Pdl non serve un banchiere.
Dobbiamolavoraretutti conAlfa-
no per vincere nel 2013». Maria-
stella Gelmini fa notare come «si
tendaaconfondereil titoloconle
parolereali. Formigoni conferma
che il candidato è Alfano ma ri-
chiama la natura aperta del Pdl e
lapossibilitàcheanchePasserasi
candidi alle primarie». Anna Ma-
riaBerniniinnestaleparoledelgo-
vernatore in un mosaico più am-
pio. «Negli ultimi giorni abbiamo
assistitoa unattaccoalla segrete-
ria:scandalismosulletessere,diri-
gentichesiintestanocrociatemo-
ralistiche, arrembanti campagne
stampa. Eaddiritturaungoverna-
toredi vagliacomeFormigoni che
lanciadal giornaledi DeBenedet-
ti la candidatura di Passera, a po-
chi mesi dalle amministrative. La
prioritàdovrebbeesserequelladi
lavorareinsiemepervincereleele-
zioniecostruireunpartitopiùfor-
te attorno ad Alfano». Lapidaria
Giorgia Meloni. «Candidare un
banchiere? Bell’epilogo sarebbe
per la nostra bella avventura di
movimentopopolare».
Le frasi
A Milano zampata di La Russa nella sfida con Podestà
LA RETROMARCIA
Il governatore lombardo
smentisce: «Non ho mai
dichiarato che lo voterei»
PORTA SBARRATA
I vertici: «C’è Angelino,
non abbiamo bisogno
di un Papa straniero»
Il nipote di Scajola
eletto coordinatore
per acclamazione

In vantaggio Sisler, candidato dall’ex An con laici, ciellini e socialisti
Passera e primarie Pdl: la verità di Alfano
Il segretario: «L’ex banchiere può candidarsi, io non so». E punge Formigoni che punta sul ministro: «Lui resta in Lombardia»
A IMPERIA
LE MOSSE DEL CENTRODESTRA
FACCIA A FACCIA Lanciato da Maurizio
Lupi e Denis Verdini [Fotogramma]
ALLEANZA IN BILICO
Noi senza la Lega?
Pronti a pagare
questo conto per
il bene dell’Italia
IL CASO MILLS
Le toghe inseguono
una condanna che
non sarebbe valida
per la prescrizione
IN TV Il segretario del Pdl Angelino Alfano ospite di Fabio Fazio a «Che tempo che fa» su Raitre [Ansa]
Il congresso La conta tra gli azzurri
Il nipote di Scajola per il Pdl di
Imperia. Ilconsigliereregiona-
leligureMarcoScajolaèilnuo-
vo coordinatore provinciale.
La sua nomina è avvenuta ieri
per acclamazione nel corso
del congresso provinciale del
partito a Villa Boselli, di Tag-
gia. Comevicarioèstatonomi-
nato il sindaco di Santo Stefa-
no, MarcelloPallini. Fannopar-
tedel nuovodirettivo, tragli al-
tri, anche il sindaco di Sanre-
mo, MaurizioZoccaratoediIm-
peria, PaoloStrescinoeil coor-
dinatoreuscente, Massimilia-
no Ambesi, con il suo vice, Ar-
mandoBiasi, quest’ultimosin-
daco di Vallecrosia. Marco
Scajola, exassessorecomuna-
le a Imperia, è nipote di Clau-
dioScajola, duevolteministro
nei governi Berlusconi.
IL PROFESSORE
Come profilassi
del nuovo governo
sconsiglio a tutti
di candidare Monti
10 INTERNI

Lunedì 13 febbraio2012 il Giornale
PaoloBracalini
Roma Barbari sognanti e parec-
chiolitiganti (traloro). Machepo-
zionehannoingeritonellatribùdi
Bossi? Stare all’opposizione ha
rinvigorito gli animi leghisti che
in fase offensiva danno il meglio
di sé, mail tassodi litigiositàinter-
na sta superando quella esterna.
Nel votosuCosentino, allaCame-
ra, si è sfiorata
la rissa, con
Gi a mp a o l o
Dozzo (ora ca-
pogruppo dei
leghisti) cheha
quasi assalitoil
collega Luca
Paolini duran-
te il suo inter-
vento contro
l’arrestodel pi-
diellino: «Maèverocheti hachia-
mato Berlusconi? T’ha pagato?»
avevafattoDozzoall’altro, avvici-
nandosi pericolosamente prima
che Davide Caparini piombasse
giùperdividerli edevitareil pron-
tosoccorso. Ma se non ci si mena
veramente, losi favirtualmente, e
isocialnetworksisonotrasforma-
ti in una perfetta arena per duelli
all’arma padana. L’ultima è un
post(unmessaggio)sulprofiloFa-
cebook dell’assessore lombardo
Monica Rizzi, leghista vicina al
«cerchio magico» e alla famiglia
Bossi, in particolare a Renzo, col
qualehacondivisopubblicamen-
te, via web, un articolo del Fatto
quotidiano molto critico verso il
maroniano Gianluca Pini (a sua
voltamoltocriticocol «cerchio»).
Iniziativa-vendettachenonèsta-
ta particolarmente gradita al de-
putatoromagnolo, chenel girodi
pocohacinguettatoquestafraset-
tinasuTwitter: «C’èunapantega-
na bionda finta laureata con ten-
denzeesoterichechepostasuFa-
cebook le menzogne del Fatto..
Nonsapevofossepassataall’Idv».
Il riferimento preciso non è noto,
sappiamosolochelaRizzi èbion-
da,haunastranalaureainPsicolo-
gia(senesonooccupateLeIene)e
haper amica una maga.
Baruffe padane di poco conto?
Fosse l’unica... Anche dalle parti
diVeronaglianimisonosurriscal-
dati, causa Flavio Tosi e la sua te-
stardaggine di correre da solo (li-
sta civica). Molti bossiani non lo
possono vedere, ma se un tempo
si fingevadi essereamici, oranon
più. Comehafattocapirebenissi-
moMarcoDesiderati,deputatovi-
cinoall’excapogruppoMarcoRe-
guzzoni, che tiratouncazzottone
mediatico all’indirizzo di Tosi:
«Di personaggi così non sappia-
mo che fare. È il sindaco più pre-
senzialista del globo terracqueo,
mancasoloal Grandefratelloeal-
l’Isoladeifamosi».Opinionelegit-
tima, ma una volta non sarebbe
statoammissibileunattaccosimi-
ledaundeputato(lombardo)ver-
so un sindaco (veneto). Nella Le-
ga sono saltati gli argini del sacro
fiume Po.
Ele liti non seguono solo l’asse
cerchiomagicovsMaroni (cheie-
ri ha denunciato prove di «inciu-
cio anti Carroccio»: «Temo che
qualcunostiapensandodifareco-
me fece Craxi nel ’91, una legge
elettorale punitiva nei confronti
dellaLega»), il testosteroneleghi-
sta va oltre. Quando si è scoperto
chec’eranodiversi ex leghisti (tra
cui unoincarica, Daniele Molgo-
ra, ex parlamentare) adaver fatto
ricorsocontrolariformadei vitali-
zi, molti parlamentari leghisti si
sono «incazzati», per usare il ter-
mineadoperatodaGiacomoStuc-
chi, deputatodellaLegaanti-vita-
lizi. «Èoradi direbastaatutti colo-
ro che, pensando solo al proprio
misero interesse, danneggiano
l’immagine di unmovimento co-
stituito da tanta brava gente, che
questecosenonmeritacertamen-
te. Basta!!!». Contro il «traditore»
MolgoraancheCaparini,etutti gli
altri leghisti che vogliono l’aboli-
zione dei vitalizi dei parlamenta-
ri. Qualcunoescluso, però.
Spiriti agitati anche sugli inve-
stimenti inTanzaniadel tesoriere
leghista Belsito. Battute, sfottò,
frecciate.L’ultimaèdiEttorePiro-
vano, presidente leghista della
Provincia di Bergamo. Siccome a
Radio Padania hanno tagliato le
mazzette dei giornali, per rispar-
miare, il leghista fa una proposta:
«ChiedereallaBancadellaTanza-
niadiinviareunbonificoall’edico-
la per saldare gli ultimi mesi dei
giornali non pagati in modo che
così potremmo riprendere la ras-
segnastampapergli ascoltatori di
Radio Padania». Capito, Belsito?
Chebarbari litiganti.
Èil sindacopiù
presenzialistadel
globoterracqueo,
mancasolo
alGrandefratello
eall’Isola
dei famosi
(MarcoDesiderati
suFlavioTosi)
Bastaatutti quelli
che, pensando
alpropriomisero
interesse,
danneggiano
ilmovimento
(GiacomoStucchi
suDaniele
Molgora)
Chiediamoalla
Bancadella
Tanzaniaun
bonificoall’edicola
persaldaregli
ultimi mesi dei
giornali
(EttorePirovanosu
FrancescoBelsito)
Unapantegana
biondafinta
laureata
contendenze
esotericheposta
menzognesu
Facebook
(GianlucaPini
suMonicaRizzi)
Insulti, frecciate e risse sul web:
nella Lega tutti litigano con tutti
Ormai le bordate interne superano le sparate del partito sul governo
Maroni lancia l’allarme: «Sulla legge elettorale inciucio per punirci»
Baruffe padane
Pioggia di critiche sul senatore Pdl per l’uscita a Radio24. Pd e Fli: si scusi
Umberto Bossi è segreta-
rio federale della Lega da
23 anni, cioè dal congres-
socostituente nel 1989
DiegoPistacchi
Genova Il Pd perde le primarie anche a
Genova. Come Giuliano Pisapia a Mila-
no, il professore comunista Marco Doria
metteinrigaleduedonnepseudoforti del
PartitoDemocraticoesconvolgei piani di
entrambelecoalizioni.
Adareil risultatodellaclamorosascon-
fitta democratica sono, poco prima della
mezzanotte,i63seggiscrutinatisui73alle-
stitiincittà: quandocioèil candidatoindi-
pendente,masostenutodaSinistraeliber-
tàdi Nichi Vendola, eraintestaconil 45,1
percentodeivoticontroil27,9%delsinda-
coMartaVincenzi eil 24,2%dellasenatri-
ce Roberta Pinotti. Staccati gli altri due
candidati, l’indipendente Andrea Sassa-
no,exsinistraDs,eAngelaBurlando(Nuo-
voPsi). Per Doria, dunque, lamaggioran-
zadegli oltre25milavoti dei genovesi alle
primarie di coalizione del centrosinistra,
10milainmenorispettoa5annifa.Unsuc-
cesso nettissimo sulla Vincenzi; terribile
invecelasconfittadellaPinotti,fortissima-
mentevolutadalpartitoperdareunasvol-
ta a un’amministrazione ritenuta negati-
va, finitaaddiritturaterza, aconfermadel
fallimento di tutta la nuova generazione
di dirigenti del Pd genovese. La gestione
dei«quarantenni»chequalcheosservato-
reavevaesaltatocome vincente, hainve-
cedimostratodi perderecompletamente
il contattoconlabase. Esoprattuttoconil
popolodellasinistra.
LaPinotti, chegodedi grandeconside-
razione anche nella segreteria nazionale
diPierLuigi Bersani, eraconsideratalafa-
voritaproprioperchéil partitol’avevaap-
poggiata più o meno apertamente. Ma
nessunosi sentivadi escluderel’eventua-
le «sorpresa». Sorpresa che era comun-
que ipotizzabile con il sorpasso di Marta
Vincenzi.Inpochissimiavrebberopunta-
tosulpiù«estremista»deicinquecandida-
ti delle primarie. Ma che nell’aria ci fosse
anchelapossibilitàdi unrisultatoclamo-
rosolosieracapitoafineserata,quandoal
point di Doria è arrivata l’indiscrezione
che voleva il professore comunista in te-
staaddiritturanel seggionel qualevotava
ederaresidentepropriolaPinotti.
La delusione del Pd è tutta nelle prime
parolediVictorRasetto,segretarioprovin-
ciale, che conferma «l’importanza delle
primarie».PerilPdlèuno«tsunamipoliti-
co».
«Baci gay come la pipì per strada»: caos su Giovanardi
BARRICATE
Carlo
Giovanardi
[Ansa]
23
DOPO LA DÉBÂCLE DI MILANO Terremoto nel centrosinistra
Il Pd perde le primarie persino a Genova:
l’outsider di Vendola straccia la Vincenzi
12,2
LOSCONTROPOLITICO
PRIMO PIANO
Umberto Bossi
e Roberto
Maroni. La
guerra fra le
due fazioni
interne alla
Lega ormai
si combatte
anche sul web
[Ansa]
Pier FrancescoBorgia
Roma CarloGiovanardipromettelarivoltadelPar-
lamento contro le imprudenti «sortite» del mini-
stroElsaFornero. Nonstiamoparlandodell’artico-
lo 18, bensì di educazione sessuale. Intervenendo
alla trasmissione Non ci sono più le mezze stagioni
di Radio24, l’exministrodellaFamigliahapuntato
l’indicecontrol’ipotesi Fornerodi inserirel’amore
omosessualenell’educazionescolastica. «Nel mo-
mentodell’educazionesessualenellescuole-spie-
gail senatorePdl - ènormale, correttoefisiologico
dareunmodello: gli organi dell’uomoe delladon-
nasonostaticreatipercertefunzioni. Enonèaltret-
tantonaturaleilrapportotradueuominioduedon-
ne». «Se il ministro avesse inteso di insegnare che
sono naturali anche i rapporti omosessuali - ag-
giunge minacciosoGiovanardi - avrebbe la rivolta
delParlamento». LaconduttriceRobertaGiordano
insiste: «Che effetto le farebbe vedere due ragazze
che si baciano alla stazione?». Risposta: «A lei che
effettofaseunofapipì?Selofainbagnovabene, ma
se uno fa la pipì per strada davanti a lei, può darle
fastidio».
Un’analogia che ha attirato una lunga teoria di
commenti,nessunoteneroconilparlamentarecat-
tolico. Si vadall’impietosabocciaturadi RosyBindi
del Pd(«Giovanardi noncessadi stupire per la sua
mancanzadi pudoreedi equilibrioeper lasuapo-
chezza. Davverononsi sentealcunbisognodi opi-
nionicosìridicoleepericolosamentesbagliate»)al-
laminacciadirappresagliedapartediunaltroespo-
nente del Pd. «È arrivato il momento - dice Paola
Concia - che tutto il Paese reagisca a questo clima
d’odioedi diffamazionechecerti esponenti politi-
ciconleloroaffermazionicontribuisconoacoltiva-
reormai datempo». FrancoGrillini dell’Idvarrivaa
parlare di «castronerie psichiatriche» mentre Fla-
viaPerinadiFuturoeLibertàprimaproponeun«si-
lenzio pietoso» sulle parole del parlamentare del
Pdl, poi, peròsi affrettaadaggiungere: «Ci aspettia-
mo, come minimo che Giovanardi chieda scusa».
Malui inserataconferma: «Sonoconvintochequa-
lunquepersonanormalelapensicomemeepertan-
torespingoal mittentele polemiche»
’’
’’
’’
PROFESSORE Marco Doria è il
candidato sostenuto da Sel
Al candidato di Sel il 45,1% dei voti
Il sindaco si ferma al 27, terza la Pinotti
PRESIDE Marta Vincenzi
è sindaco di Genova dal 2007
’’
Èla percentuale di voti le-
ghisti alle elezioni regio-
nali del 2010. Alle Politi-
chedel 2008eral’8,3
La polemica L’ipotesi Fornero sull’educazione sessuale a scuola
____
12 INTERNI

Lunedì 13 febbraio2012 il Giornale
LucaFazzo
A
come Armani All’ini-
zio di Mani Pulite, nel
1992,icronistigiudizia-
ri scrivono un po’ quel
cheglipare,ancheperchéiloroca-
pinoncapisconobenecosastaac-
cadendo. Laprimavoltachei cro-
nisti vengono invitati alla cautela
èquandoil pool indagapercorru-
zioneGiorgioArmanieglialtri sti-
listidelmadeinItaly.«Ragazzian-
dateci piano che questi ci danno
unsaccodi pubblicità».
B
comeBorrelli Di tuttoil pool
Mani Pulite, il procuratore
Borrelli èl'unicoal qualei cronisti
danno del Lei. Non fa mai niente
percaso(tranne,avolte, indossare
un incredibile principe di galles a
quadri rossi everdi). L’unicavolta
che esce davvero dai gangheri è
quando il ministro della giustizia
AlfredoBiondidichiaraaRepubbli-
cachedaragazzoilpadreloammo-
niva, «Studiastudiafigliomio, che
altrimenti ti toccafareil magistra-
to».Borrellisiinfuriaeesceincorri-
doio gridando «Trovatemi Bucci-
ni!». Arriva Goffredo Buccini, cro-
nistadelCorriere,lapennapreferi-
ta dal procuratore. EBorrelli gli fa
una lunga intervista in cui dà a
Biondi dell’ubriacone.
C
come Cinghialone È Paolo
Brosio(chefingevadi essere
unosfigatomainrealtàerauncro-
nista con i fiocchi) la mattina del
15 dicembre 1992 a dare per pri-
mo la notizia: «Hanno sparato al
Cinghialone». Nel gergo, vuol di-
re che è partito il primo avviso di
garanziaper Craxi. Sette anni do-
po il procuratore Gerardo D’Am-
brosiocercheràinvanodi convin-
cereil restodel pool aconsentirea
Craxi, gravato da condanne a
trent’anni di carcere, di tornarein
Italia a curarsi senza passare per
SanVittore. Craxi moriràdueme-
si dopo, latitante adHammamet.
D
come Disgraziatamen-
te «Disgraziatamente
sono il tesoriere del Pds perché
avrei preferito restare un mode-
stodirigentedipartito»:così,sedu-
to su una panca di pietra davanti
alla sala stampa del Tribunale, si
confida con i giornalisti Marcello
Stefanini. L’avviso di garanzia al
dirigente della Quercia spacca il
pool. Di lì apocoStefanini muore.
E
come Ecolibri La pista che
portailpool Mani Puliteain-
dagare sui finanziamenti dalla
GermaniaEst al Pci-Pdspassaper
una semisconosciuta casa editri-
cedinomeEco-
libri, presiedu-
ta dalla sorella
di Achille Oc-
chetto, il segre-
tariodellasvol-
ta. L’inchiesta
finisceconuna
rogatoria in
Germania,con-
dottadalpmIe-
lo con folto co-
dazzodi cronisti al seguito. Laro-
gatorianonapprodapraticamen-
te a nulla, a Berlino in compenso
PaoloBrosio«cucca».
F
come Frigorifero È il nome
incodicediVincenzoPancra-
zi, comandantedel nucleoopera-
tivodei carabinieri, così dettoper
il suocaratterenontantoespansi-
vo. La mattina presto Pancrazi
convoca i giornalisti e dirama il
bollettinodegliarrestatidellanot-
teprecedente. Molti di lorosaran-
no già a casa la sera stessa, dopo
avere confessato le proprie colpe
etiratoinballoamicienemici, de-
stinati a finire nel bollettino degli
arrestati del giornodopo.
G
come Greco Domenica 19
giugno 1999, in una Procu-
ra deserta, Silvio Berlusconi in-
contraipmPaoloIeloeFrancesco
Greco.L’incontrodovrebbeservi-
reasvelenirei rapporti trail Cava-
liereeil pool Mani Pulite, elì per lì
sembrachetuttovadabene.«Èsta-
taunasvolta- spiegail procurato-
re, Gerardo D’Ambrosio - perché
dopo anni di contrapposizioni
Berlusconi ha riconosciuto il no-
stroruolo.Noiabbiamodatolaga-
ranziachelaFininvest saràtratta-
ta come qualunque altro indaga-
to». Ènotocomeèandataafinire.
I
come Intercettazioni Duran-
te tutta Mani Pulite non è mai
statafattaneancheunaintercetta-
zionetelefonica.
L
come Lacrime Un pomerig-
gioqualunquedel 1993, due
cronistichiacchieranoconDiPie-
tronellasuastanza. Senzamotivo
apparente, Di Pietro si mette a
piangere.Icronistisenevannoin-
creduli, «saràstanco, avràproble-
mi acasa». Inrealtà, ègiàpartitala
controinchiesta di Brescia che
porterà Di Pietro alle dimissioni
dallamagistratura.
M
comeMoroni SergioMoro-
ni, deputato socialista, fi-
niscenellecronachedi Mani Pu-
lite un giorno dell’estate del
1992, quandovieneraggiuntoda
un avviso di garanzia. Moroni
chiama un cronista per precisa-
re la sua posizione: lo fa congar-
bo, quasi contimidezza. Il croni-
sta a stento lo sta ad ascoltare: è
unodei tanti. Il 2 settembre, nel-
lasuacasa, Moroni si sparacol fu-
cile da caccia. Lascia una lettera
al presidentedellaCamera, Gior-
gio Napolitano: «Ho commesso
unerroreaccettandoil sistema»,
scrive. «Ma non credo che que-
stonostroPaesecostruiràil futu-
rochesi meritacoltivandouncli-
madapogromnei confronti della
classepolitica».
N
come Notte La differenza
tra Mani Pulite e le altre in-
chiesteèchebuonapartedellavo-
rosi fa di notte. Di giorno gli arre-
stati confessano, di notte Di Pie-
tromandalenuoverichiestediar-
resto al giudice che gliele firma.
Quandoi cronisti arrivanoinPro-
cura, di solitotrovanoDi Pietroin
ciabattee conla barba dafare.
O
come Oscar Il 16 giugno
1994 il cassiere democri-
stiano Severino Citaristi, record-
mandegli avvisi di garanzia, rice-
ve l’ennesimo ordine di cattura.
Aidomiciliarigliarrivalatelefona-
tadi consolazione del presidente
della Repubblica, Oscar Luigi
Scalfaro. Gli chie-
dono i cronisti:
nonèstranocheil
capo dello Stato
esprimasolidarie-
tà a un arrestato?
«Iocredo, anzi so-
no sicuro, che
Scalfaro mi abbia
chiamato come
amico, visto che
siamo amici da
vent’anni»
P
come Pigia-
mino Nel
gergo dei cronisti
di Mani Pulite, è
l’intervistacolletti-
vaaifuturiarresta-
ti. Quando si capisce che ai polsi
di qualcunostannoper scattarele
manette, si va a trovarlo inufficio
egli si fannounpo’ di domande. Il
malcapitatononcapisceil motivo
ditantointeressefinoallamattina
dopo, quando arrivano i carabi-
nieri aportarlovia.
Q
come Questura L’inchie-
stapiùimportantedellasto-
ria della Prima Repubblica viene
condotta dai carabinieri. La poli-
zia,comesipuòimmaginare,rosi-
ca. Dalla questura vengonorivol-
te accorate richieste alla Procura
perché anche la Squadra Mobile
siacoinvoltainqualchemodonel-
l’indagine.Manonc’ènientedafa-
re,allapoliziavengonolasciateso-
lole briciole.
R
come Roccia Uno Negli an-
ni di Mani Pulite ascoltare
inredazionele radiodei carabi-
nieri èancoraunpeccatovenia-
le. Quando le radio dicono: «Un
plico per Roccia Uno» vuol dire
che i carabinieri hannoarresta-
to qualcuno e lo stanno portan-
doaSanVittore. Per i cronisti di-
venta un’abitudine bivaccare
nell’androne del carcere mila-
nese, chiacchierando con le
guardie.
S
come Sisde Cosa hanno fat-
toiservizisegretiduranteMa-
ni Pulite? Hannodatounamano?
Hanno remato contro? Non si è
mai saputo. Nell’archiviodi Craxi
verrannoperòtrovati appunti dei
«servizi»suDi Pietro, conlestesse
accuse che porteranno all’incri-
minazionedel pm.
T
come Tortura «Siamo a un
passodallatortura», dicono
il5agosto1992idifensoridiSalva-
tore Ligresti. Gherardo Colombo
ai cronisti: «Vedeteunpo’ voi, sie-
tesempredavantiallaporta,senti-
restequalcosa...». Tralepresunte
vittime degli interrogatori, il ma-
nager Bruno Binasco, che lavora
perunsociodiLigresti: chenonri-
mane molto traumatizzato, visto
che vent’anni dopo riemergerà
nell’inchiesta sulle tangenti a Fi-
lippoPenati dei Ds.
U
comeUccidiamo Nel 1993il
pool comincia a indagare
sullaGuardiadi finanza. Èil tron-
cone che porterà al primo avviso
di garanziaaBerlusconi. Sui gior-
nali cominciano a circolare i pri-
mi articoli sul giro delle mazzette
all’internodellefiammegiallemi-
lanesi. Un colonnello, che diven-
terà poi generale, incontra due
cronisti davanti all’ascensore di
servizio della Procura. «Voi siete
nostri nemici - gli dice - e noi sia-
mosoldati. Quindi i nostri nemici
lirispettiamoeliuccidiamo». Stu-
pore.
V
come Verba-
li Chi passai
verbali ai giornali-
sti? Praticamente
tutti, perché Bor-
relli ha spiegato
pubbl i camente
chequandovengo-
noallegatiaun’or-
dine di cattura
non sono più se-
greti.Cosìsiècrea-
tounallegroclima
dafigurinePanini,
in cui le carte del-
l’inchiesta vengo-
no scambiate alla
luce del sole. Un
occhiodi riguardo
viene dato solo ai settimanali,
Espresso e Panorama, che altri-
menti il venerdì non saprebbero
cosa scrivere.
W
come Walter La vulgata
popolarevuoleche l’uni-
co imputato di Mani Pulite fini-
toaespiarelapena siastatoSer-
gio Cusani. Non è vero: anche
Walter Armanini, ex assessore
socialista del Comune di Mila-
no, quandolapenadivennedefi-
nitivadovettepresentarsi incar-
cere. Essendo un bon vivant,
scelsequellodi Orvieto, unaan-
ticaroccaristrutturata. Incarce-
re riceveva i cronisti (coni quali
si metteva a piangere, «sono
l’unico fesso che ha pagato»)
maanchelelettered’amoredel-
la sua fidanzata, la bella attrice
DemetraHampton. Incarceresi
ammaladi tumore, vienescarce-
rato e muore.
Z
come Zanza «Zanza» o an-
che«Zanzone»èil nomein
codicechei cronisti di Mani Pu-
lite affibbiano a Di Pietro: nel
gergo della malavita milanese
«Zanza» sta per truffatore. E Di
Pietroseloconquistaper lasua
abitudine, quando i cronisti lo
assillano, di toglierseli di torno
rifilando loro «soffiate» che
quasi sempresi rivelanodei de-
pistaggi. Ma i cronisti, tranne
qualcuno, lo adorano ugual-
mente.
Èil giornofatidicodell’arrestodi Ma-
rioChiesa, socialista, all’epocapresi-
denteaMilanodelPioAlbergoTrivul-
zio. È il mese di febbraiodel 1992
Sonogliindagati di Mani pulitechesi
sonotolti lavita, secondoil librodi Ti-
zianaMaiolo. Traipiùnoti SergioMo-
roni, Raul Gardini eGabrieleCagliari
Èil numerorecorddi avvisi di garan-
zia notificati durante Mani pulite al
tesorieredellaDc, il defuntosenato-
reSeverinoCitaristi
I numeri
17 74
LE TOGHE DI
TANGENTOPOLI
Antonio Di Pietro e Francesco
Saverio Borrelli, all’epoca
dell’inchiesta Mani pulite
rispettivamente pubblico
ministero e procuratore capo
di Milano
[Olympia]
43
VENT’ANNI DOPO
L’alfabeto segreto di Mani pulite
tra «pigiamini» e Tonino «Zanza»
L’inchiesta milanese che nel ’92 ha abbattuto la prima Repubblica aveva il suo lessico:
Craxi «Cinghialone», San Vittore «Rocca 1». Il soprannome di Di Pietro? Truffatore
L’INCIPIT Mario Chiesa, il
primo arrestato [LaPresse]
INTERNI 13
Lunedì 13febbraio2012 il Giornale
GianMarcoChiocci
SimoneDi Meo
Epoidiconochelamagistratu-
ranonstrizzal’occhioaunacerta
politica, facendolo nero all’altra
parte. Èunostranotorcicollogiu-
diziarioquellodellaDirezionena-
zionale antimafia: quando c’è da
menar fendenti sui rapporti tra
clan e centrodestra scrivono no-
meecognomedeipoliticicoinvol-
ti (enonancoracondannati). Ap-
penaruotanolatestaasinistrace-
dono alla privacy, omettendo
ogni riferimentoal partitodi Ber-
sani.
Sfogliando le 726 pagine della
relazione consegnata al Parla-
mentola sigla «Pd» noncompare
mai mentre–sui procedimenti in
corso–ripetutamentefacapolino
lasigla«Pdl»e,inquattrooccasio-
ni, a scanso di equivoci, si legge
per esteso «Popolo della libertà».
Eppurenonèchemancasserooc-
casioni per collegare fatti di mala
al Pd, come nel casodelleindagi-
nisull’omicidiodiGinoTommasi-
no, consigliere Pd di Castellam-
maredi Stabia, ammazzatodaun
killer iscritto al Pd. Si cita senza
problemi l’ex sottosegretarioalla
sbarra Nicola Cosentino nono-
stante poche righe prima i magi-
strati antimafia avessero scritto
che «nonsi intende, inquesta se-
de, farriferimentoai vari procedi-
menti incorsodi trattazione».
Nemmeno sentono il bisogno
diribadirequelcheènotoatutti, e
cioèquantoèscaturitodal delitto
del consiglierePdFrancescoFor-
tugno, vicepresidente del Consi-
glioregionalecalabrese, col coin-
volgimento, per altri versi, di Do-
menico Crea «consigliere regio-
nale, votato, secondo l’accusa,
dalle maggiori cosche di ’ndran-
gheta e subentrato in Consiglio
dopol’omicidiodiFortugno,inat-
to detenuto». A quale coalizione
appartenevaCrea? Al centrosini-
stra, mai pmnonloscrivono, così
comeper leindagini sulle cosche
in Lombardia si dimenticano a
quale partito facesse riferimento
il circolo «Falcone&Borsellino»
di Paderno Dugnano dove i capi
della ’ndrangheta si davano ap-
puntamento.
E che dire di Franco La Rupa
«consigliere regionale calabrese
trail2004edil2010», elettoinchis-
sàqualearea,«condannatoa5an-
ni per voto di scambio politico-
mafioso». Al contrariosiabbonda
coi riferimenti Pdl: si parte da
Quarto(Na) conil coinvolgimen-
todi (nomeecognome)espressa-
mente centrodestra. Oppure
quel consigliere provinciale di
Crotone(...)del qualei magistrati
riportanooltreal nomeaddirittu-
ra il numero di preferenze. E ba-
sandosi sulle sole intercettazioni
si stilano già sentenze nominati-
ve: «La coalizione che fa capo al
presidente(...)sieraavvantaggia-
ta dell’appoggio elettorale anche
dellafamigliaArenadi IsolaCapo
Rizzuto». E via così. Al Sud come
inLiguriadove«èemersal’opera-
tivitàdiunsodaliziochehacondi-
zionatol’esitodelleelezioniregio-
nalidel2010infavoredeicandida-
ti del Pdl (...)». Vengonoriportate
altreinchiestecheriguardanoen-
trambi gli
schieramenti,
ma la specifica
doc colpisce
esclusivamen-
te il Pdl.
Il caso più
emblematicolodenunciailmem-
broPdlAntimafiaAmedeoLaboc-
cetta. Che in un’interpellanza a
piùfirme racconta di unboss, in-
tercettatoincella, cheparladi vo-
tareil candidatodell’Idv. Unfatto
da approfondire, ma nessuno s’è
preoccupatodi farlo. Al contrario
il sindaco del Pdl regolarmente
elettorischialapoltronaperalcu-
ni esposti anonimi. AccadeaGra-
gnano, nel Napoletano, dove la
commissione d’accesso prefetti-
zia richiesta dal sindaco Pdl, An-
naritaPatriarca, incredibilmente
arriva a chiedere lo scioglimento
del Comune sulla base di cattiva
pubblicità e pregiudizi. Tornan-
doal boss, la spiatanel carcere di
Sulmona arriva a poche ore dal
ballottaggiodel2009tralaPatriar-
ca e il rivale Michele Mascolo. Il
boss Fabio Di Martino parla col
padre, il capoclan Leonardo det-
to ’o lione: «Mo’ che conMichele
vinciamoilbal-
lottaggio...!»fa-
cendointende-
re–secondoLa-
boccetta - che
alleurnela«fa-
miglia» opterà
per il candida-
to anti-Pdl. Al
bal l ot t aggi o
s’imporràlaPa-
triarca, cheora
si vuol far pas-
sare per quello che nonè. Laboc-
cettachiedetrasparenzanei con-
trollialComuneeinvitaipmadar-
si unasvegliata, ancheperchéin-
dagandosualcuni delinquenti di
Gragnanoèemersochelacamor-
ra si sarebbe mossa per truccare
le ultime primarie a Secondiglia-
no. Il partito era il Pd, non il Pdl.
Par-ti-to de-mo-cra-ti-co (tante
volte i pm antimafia leggessero
male).
Tantesonolepaginedellare-
lazione consegnata dall’An-
timafia al Parlamento nella
qualeil Pdnoncomparemai
NEL NAPOLETANO
Il boss invita a votare
a sinistra ma s’indaga
sul sindaco di destra
726
GIUSTIZIA E POLITICA
L’Antimafia militante si dimentica del Pd
Nella relazione al Parlamento riferimenti solo al Pdl. Omessi quelli al partito di Bersani su camorra e ’ndrangheta
NEL MIRINO
Nicola
Cosentino, ex
sottosegretario
all’Economia,
comparso
in un’inchiesta
dell’Antimafia
che ipotizzava
legami
con la camorra
e i Casalesi
[Ansa]
14 ESTERI

Lunedì 13 febbraio2012 il Giornale
GianMicalessin
I figli chepensieri. Seloripete-
vaancheOsamaBinLaden. Tutti i
suoicrucciinquellatanadiAbbot-
tabaderanoperHussein, Zainabe
Ibrahim, i trepargoli regalatigli da
Amal al Sadah, la ventinovenne
mogliettina yemenita che divide-
vaconlui, ealtredueconsorti, l’ul-
timo rifugio. Per quei frugoletti di
3, 5e8anni, il grandecapostrave-
deva.Perloroeraprontoadimenti-
care l’impresa delle Torri Gemel-
le, a metter da parte l’odio per
l'America, a rinunciare alle legio-
ni di giovani kamikazedecisi a sa-
crificarsi nel suo nome. Per loro
era pronto a rinnegare pensieri,
opere e azioni. Enonsi vergogna-
va a dirlo. Agli ultimi tre cuccioli
della nidiata il super terrorista ri-
petevasemprelostessoconsiglio:
«Dovete studiare, vivere in pace,
nonfarequellochefaccioocheho
fattoio».
Arender pubblicoil voltomeno
conosciutodi papàBinLaden, as-
siemeallafotoineditadeisuoiulti-
mi trefigli, èZakariaal-Sadah, co-
gnatodelcapodiAlQaida. Intervi-
stato dal Sunday Times dopo una
visitaalla sorella e ai nipoti, rima-
sti dalloscorsomaggionellemani
deiservizisegretipachistani,Zaka-
riametteinpiazzaleconfidenzedi
Amal. Quei racconti ci regalano il
ritratto di un terrorista assai poco
soddisfattodellapropriavitaedel-
lepropriescelte. Il grande fuggiti-
votrascorrelepropriegiornaterac-
comandandoadAmal,26annipiù
giovanedi lui,di garantireunfutu-
rodiversoai propri figli. Unfuturo
lontanoda kalashnikov, Coranoe
sacro suolo arabo. Un futuro co-
struitomandandoliastudiarenel-
leuniversitàdi Stati Uniti edEuro-
pa, sottraendoli alla lotta armata,
epreparandoliaunavitaincentra-
ta su carriera e conti in banca. Il
BinLadendiAbbottabadè,insom-
ma, unborghesepiccolo, piccolo,
uncapounpo’ brasatolontanissi-
modall’epicaedalmisterochecir-
condalasualatitanza. L’unicodo-
vereacui nonabdicamai, neppu-
re quando mezzo mondo gli dà la
caccia, è quello coniugale. L’età
dei figli èlì adimostrarlo. Ibrahim,
cheoggihaottoanni,èstatoconce-
pitonel2004.ZainabeHusseinso-
no sicuramente stati «progettati»
nel 2007enel 2009. Anchequando
Cia e forze speciali gli sono con il
fiato addosso l’aitante fuggitivo
trova, insomma, tempo, luoghi e
alcoveincui ingravidarela dispo-
nibilee giovane mogliettina.
I racconti di Zakariaci regalano
ancheparticolariineditisullacon-
vivenza nella casa di Abbottabad.
Nel rifugio-harem stanze e piani
sono suddivisi sulla base dell’in-
treccio di parentele generato dai
matrimoni del gran «califfo» di Al
Qaida.Ilsecondopiano,quellodo-
ve Bin Laden viene ucciso e Amal
ferita a una gamba mentre gli fa
scudoconil corpo, èil pianodi fa-
miglia. Amal, la preferita e la più
giovane delle consorti, passa le
giornateassiemeaitrefigliealma-
rito. Il pianoinferioreèriservatoa
KhairiaheSihamSabar,rispettiva-
menteterzaequartamogliedelca-
po. Alle due mogli, ormai fuori
uso, sonoaffidati Abdullah, Ham-
za e Fatima, i tre bimbi di 12, 7 e 5
anni messi al mondoda una figlia
di Bin Laden prematuramente
scomparsa. Dopo l’uccisione del
capofamiglia- messaasegnonel-
la notte tra il 30 aprile e il primo
maggio dal Team Six delle Seals -
mogli, figli enipoti vengonoprele-
vati dai servizi segreti pachistani e
trasferiti inuncentrodi detenzio-
ne. Daalloranessunodi loroèan-
corariemersodallacasaprigione.
I servizi pachistani temonoovvia-
mente che l’ingombrante nidiata
di familiari riveli particolari imba-
razzanti sugli appoggi ricevuti da
BinLadenprimaedopolasistema-
zione nel rifugio di Abbottabad.
Amal fuggita dall’Afghanistanas-
sieme al marito alla fine del 2001
riuscìprimaarientraredallasuafa-
miglia nello Yemen e poi a ricon-
giungersi con il marito in tempo
peril concepimento, avvenutoin-
torno al 2004, di Ibrahim. Come
siariuscitaa compierequesti mo-
vimenti sfuggendo agli americani
resta, atutt'oggi, ungrandemiste-
ro. Unacosaèperòcerta. Il papino
Osamatantopreoccupatoperilfu-
turodei propri pargoli li hasegnati
conlapropriamaledizione. Dopo
esser cresciuti segregati in una
stanza continuano, nonostante la
mortedelpadreterrorista,asegui-
re il proprio destino d’innocenti
prigionieri.
LA FAMIGLIA BIN LADEN NEL BUNKER DI ABBOTTABAD
ABDULLAH 2
12 anni,
nipote di Osama
5 anni,
nipote di Osama
HAMZA 3
7 anni,
nipote di Osama
HUSSAIN 4
3 anni,
figlio di Amal
al-Sadah
ZAINAB 5
5 anni,
figlia di Amal
IBRAHEEM 6
8 anni,
figlio
di Amal


I nipoti vivevano al primo piano
con la terza e quarta moglie
I figli più piccoli di Bin Laden stavano
al secondo piano con la loro mamma
e quinta moglie Amal
FATIMA 1
1 2 3
4 5 6
Vittoria in Maine
Romney frena
il ciclone Santorum
PARLA IL COGNATO
«Diceva: vivete in pace,
non fate quello che
faccio o che ho fatto io»
TENGO
FAMIGLIA
Di lui si
conosce solo il
lato crudele.
Ora arriva
quello di buon
padre di
famiglia: Bin
Laden che dà
consigli ai figli
PRIMARIE REPUBBLICANE
RITRATTO INEDITO L’altra faccia del terrorista
Le dritte di papà Osama
«Macché jihad
studiate in America»
Mentre mandava gli uomini di Al Qaida a morire,
Bin Laden consigliava ai figli una vita all’occidentale
Dopolabatostadiqualchegior-
no fa in Missouri, Minnesota e
Colorado,MittRomneysiconso-
la, ma solo parzialmente, vin-
cendodi misuraleprimariedel
Maine. È riuscito a fermare
l’avanzata di Rick Santorum,
ma il suo non è un trionfo: l’ex
governatore del vicino Massa-
chusetts si aggiudica lo Stato
del Nordest con il 39% dei voti.
Exploit, invece, da parte di Ron
Paul: il parlamentarelibertario
texano, è arrivato secondo con
un buon 36%. Terzo l’attuale
frontrunner, il trionfatore di
martedì scorso: RickSantorum,
con il 18%. Ultimo Newt Gingri-
ch, che già da tempo sta lavo-
rando per il super-martedì del
6marzo, quandosi voteràin10
stati,moltinelprofondosud, do-
vel’exspeaker habuonepossi-
bilità di affermarsi. Prima di
quella data, tutti gli occhi sono
puntatisulMichigan, dovesivo-
tail prossimo28febbraio.
ESTERI 15
Lunedì 13febbraio2012 il Giornale
LucianoGulli
Chestrano, cheimbarazzante
feeling tra la Repubblica e il san-
guinario regime di Bashar al-As-
sad.Chesalamelecchi,echeinchi-
ni, quelli rivolti verso il soglio di
Damasco. Quanta deferenza, e
che trillante amicizia tra il molto
progressista quotidiano di largo
Fochetti, sempre«vicinoal popo-
lo»per principio, (efigurarsi dun-
quequandoil popoloviene bom-
bardatodall'aviazione) el'entou-
rage del tiranno di Damasco che
ha decine di migliaia di morti, fra
cui donne e bambini, sulla co-
scienza.
Il «caso», uncasochenonman-
cherà di seminare qualche inter-
rogativonellaredazionediRepub-
blica, edovrebbeseminarneforse
ancheinsenoall'Ordinedei gior-
nalisti, sempremoltosensibileal-
legrandiquestionidiprincipio, ri-
guardalee-mail rubatenei giorni
scorsi al regime siriano dal grup-
po di hacker chiamato Anony-
mous. Il problema è il seguente:
fin dove ci si può spingere, nella
pratica del nostro mestiere, per
avereun'intervistaesclusiva,ono-
tizieriservate?Èlecitoprosternar-
si quando l'interlocutore è una
fonte di informazioni preziosa? E
selafonteèilmegafonodiunditta-
toresanguinariovalelostesso, oil
buon gusto e la decenza suggeri-
rebberodi fare unpassettoindie-
tro? Edeccodi chesi tratta.
Dando notizia mercoledì scor-
so delle e mail rubate da quelli di
Anonymous, Repubblica aveva
dedicatoallavicendagrandespa-
zio, effondendosi su quelle con
cui Assaderastato«preparato»ad
una spinosa intervista a Barbara
Walters dell'americana Abc. Ora,
non è curioso che nulla, neppure
unarigaRepubblicaabbiapensa-
todi dover dedicare allemail cor-
se fra Alix Van Buren, giornalista
delquotidiano, eBouthainaShaa-
ban, portavoce del dittatore? Ese
questononèaccadutosi puòopi-
narechevi abbiaunruolol'imba-
razzante tenore di quegli scambi
affettuosi tra le due signore?
Ecco, peresempio, unamail del
30 maggio scorso. È Alix Van Bu-
ren (autrice di qualche intervista
all'aroma di «Notti d'Oriente» al
dittatore alawita) che scrive, dall'
account di Repubblica: «Miaado-
rata Boutheina, quanto mi man-
chi!!!! Grazie milleper tutto, com-
presi i bellissimi regali (il profu-
mo di Valentino è buonissimo,
odoradi rosedi Damasco, eil por-
ta gioielli è meraviglioso). Grazie
ancora per averci consentito di
produrreunadellemigliori inter-
viste(chesquadra,tueio!)…Tivo-
glio tanto tanto bene, anzi di più.
Civediamopresto,Inshallahegra-
zieancora. ? Alix».
Il23luglio2010, sempredall'ac-
count di Repubblica, altra lettera
amichevole («my lovely frien-
d…»)diAlixVanBurenallapoten-
te Bouthaina. Van Buren loda i
successi propagandistici del regi-
me(«macomeci riesci?») epunta
a raccomandare Gad Lerner che
adagosto(2010) vorrebbeandare
inSiriaallascopertadelleradicifa-
miliari (i nonni eranoebrei siriani
trasferitisi negli anni Cinquantaa
Beirut). Per Lerner, Alix Van Bu-
ren si straccia le vesti. «Indipen-
dente», «difensore delle comuni-
tà musulmane», favorevole alle
moschee in Italia, «antirazzista»
doc. Mac'èunma. Lernerèebreo,
equesto, agli occhi di Damasco, è
unpregiudizioinsuperabile. Nel-
lasuarisposta, Bouthainaèdeso-
lata: «Non sono molto sicura che
sia una buona idea, perché come
sai èuna questione delicata…».
Pomo della discordia, forse piùuna
spina nel fianco del presidente che un
asso nella manica. Carla Bruni, ormai
diventata Carlà, torna al centro dei ri-
flettori in Francia. In che modo? Con
una statua di bronzo di oltre due metri
che un comune alla periferia di Parigi
vorrebbe dedicarle e che fa scoppiare
una polemica in Francia a pochi mesi
dalleelezioni presidenziali. Ladecisio-
nedi erigereil monumentocheraffigu-
rala«firstlady»francesesarebbel’occa-
sione per celebrare le operaie, molte
delle quali italiane, impiegate in una
vecchia fabbrica di lavorazione delle
piume. L’idea è del sindaco di Nogent-
sur-Marne, Jacques Martin, esponente
dell’Ump, il partito di Nicolas Sarkozy.
E ha creato stupore e malumore nella
cittadina di trentamila abitanti che
ospitaun’importantecomunitàdi origi-
ne italiana.
Lastatua, chesaràinaugurataamag-
gio, proprioinconcomitanzaconilperi-
odoelettorale, scriveil quotidianofran-
cese Le Parisienche rivela la vicenda, è
un’opera della scultrice, Elisabeth Ci-
bot, erappresenteràCarlaBruni vestita
da operaia. Toccherà alla città di No-
gent-sur-Marne pagare metà del costo
dell’opera, 80milaeuro. Gli altri 40mi-
laeurosarannofinanziati dal promoto-
re immobiliare Cogedim.
«Ètristeper ledonnechehannofatto
questomestiere. Carla Bruni probabil-
mentehavistopiùpiumesugli struzzi e
nelle sfilate che nelle fabbriche», com-
mental’esponentelocaledel partitoso-
cialista, WilliamGeib, al quotidianopa-
rigino. Anchealtri esponenti dellamag-
gioranza locale si sono detti stupefatti
dalladecisionepresadalsindaco: «Que-
sto dettaglio non è stato specificato in
occasionedel votodel budget», sottoli-
neaMarcArazi. «Èun’ideadel sindaca-
to. HannochiestoaCarlaBruni -spiega
lasocietàCogedim- chehasubitodato
il suopermessoepartecipatoadunser-
vizio fotografico perché l’artista possa
essere il più fedele possibile» all’origi-
nale.
L’inaugurazione coinciderebbe con
il secondo turno delle elezioni presi-
denziali nellequali - secondoi sondag-
gi - nonè affattodettoche Sarkozy cela
farà. Eppure, nonostantei proclami sul-
la sua scarsa voglia di apparire, Carlà
non perde occasione per far parlare di
sé.
Incontrotendenzarispettoalleinda-
gini demoscopiche, invece, sono i veg-
genti francesi, che prevedono la riele-
zione di Nicolas Sarkozy. A riferirlo è
l’autorevole Figaro, quotidiano vicino
al presidente, semprepiùcriticato(an-
cheal suointerno) per lalineaconside-
ratatroppovicinaaSarkozy, checol pre-
testodella26/afieradellaparapsicolo-
gia, inprogrammafinoal 13febbraioal-
le porte di Parigi, cita la testimonianza
di diversi addetti ai lavori che danno
per certa la rielezione del presidente
«al100%». Giàanovembre, il settimana-
le L’Express aveva parlato di un me-
dium del Burkina Faso che prevede la
rielezionedi Sarkozy, nonostantei son-
daggi dianopersuperfavoritolosfidan-
te socialista François Hollande.
E Al Qaida vuole mettere il suo marchio sulla rivolta
VANITÀ
Ex top model, poi
cantante, infine «first
lady». Carla Bruni
non ha smesso
di reinventarsi.
E di fomentare le
polemiche nella
Francia dell’era
Sarkozy [LaPresse]
Le frasi
Tributo alla first lady per celebrare le lavoratrici di una fabbrica di piume
LA BRUNI NEL MIRINO
A Nogent-sur-Marne scoppia
la protesta: «Le piume?
Le ha viste solo alle sfilate»
DECENZA
Fino a che punto è lecito
prosternarsi per ottenere
informazioni o favori?

I messaggi a Damasco provano che Obama s’illudeva sul raìs
Una statua per Carlà operaia, bufera alle porte di Parigi
SEGRETI SIRIANI Senza vergogna dalla parte sbagliata
Le mail amorose di «Repubblica» al tiranno
Gli hacker di «Anonymous» svelano l’imbarazzante corrispondenza di una giornalista con l’addetta stampa di Assad
CHE BELLE NOVITÀ
Molte notizie
provenienti
dalla Siria sono
meravigliose
AMBITO
Bashar al
Assad a
colloquio con
la stampa.
Ottenere
un’intervista
con il dittatore
siriano non è
facile, e tenere
rapporti
amichevoli
con i suoi
consiglieri
per la
comunicazione
è cosa
comprensibile.
Forse però
esistono dei
limiti di buon
gusto che
sembrano
essere stati
valicati
INTERCESSIONE
Date il visto
a Gad Lerner:
è ebreo, ma firmò
contro Netanyahu
RollaScolari
AymanAl Zawahiri, leader di Al Qaida,
ha chiesto in un video l'uscita di scena del
«maleficoecancerogenoregime»sirianoe
haincitatoi musulmani aunirsi allabatta-
glia contro Bashar El Assad. L'endorse-
mentdiAlQaidasollevaitimoridiun'entra-
tainscenadi gruppi radicali di altri Paesi, a
beneficio della versione del regime di Da-
masco, chedall'iniziodellarivoltaaccusai
manifestanti di essere agenti stranieri,
estremisti e terroristi.
Dal web in queste ore arrivano anche
nuove rivelazioni sulle dinamiche del Pa-
lazzosiriano: gli hacker di Anonymous so-
noentrati negli account di postaelettroni-
cadi78funzionaridell'ufficiodelraìs.Alcu-
ni carteggi sono stati pubblicati dal quoti-
dianoisraelianoHaaretzeinparteraccon-
tanodiunmomento,trail2009el'iniziodel-
le violenze, quando l'Occidente pensava
chedialogare conAssadfosse possibile.
Traleemail pubblicateci sonoquelletra
l'ex ambasciatore americano in Israele,
Martin Indyk, sostenitore del dialogo tra
Usa e Siria, e Bouthaina Shaaban, potente
consiglieradiAssad. Indyk, noninvesteuf-
ficiale, ha tentato tra luglio e ottobre 2009
di organizzare unincontro, mai avvenuto,
tra l'ex leader americano Bill Clinton e il
raìssiriano, inunmomentoincui, dopogli
anni di chiusura di George W. Bush, l'Am-
ministrazione Obama provava la strada
del dialogo. I tentativi americani si sono
poi scontrati conlarealtàeadagostoOba-
mahachiestoadAssaddi lasciareil potere.
Nellacaselladi postaelettronicadellasi-
gnora Bouthaina è arrivata anche, nel
2010, una richiesta da George Galloway,
controversoexdeputatobritannicopacifi-
sta. L'uomocercavaaiutonell'organizzare
unanuovaflottigliadi attivisti pro-palesti-
nesi verso Gaza, che partì a ottobre 2010
dalportosirianodiLatakia.«LaSiriaèl'ulti-
mobastionedi dignitàaraba», scrivevalui.
Alcuneemailpubblicatedescrivonoil la-
vorodell'entouragedel raìsper laprepara-
zione dell'intervista rilasciata da Assad a
Barbara Walters all'emittente americana
Abc,incuieglinegavaleviolenze.Shehera-
zadJaafari, addettastampaall'ambasciata
siriana all'Onu, consiglia: «Èimportante e
valelapenamenzionarechesonostati fatti
erroriall'iniziodellacrisiperchénonabbia-
mounaforzadi poliziabenorganizzata. La
psiche americana è facilmente manipola-
bilequandosentonochesonostati fatti er-
rori e cheora li stiamocorreggendo».
Polemica Alla vigilia delle presidenziali
16 CRONACHE

Lunedì 13 febbraio2012 il Giornale
MassimoMalpica
Roma La neve - e le conseguenti pole-
miche - non sembrerebbero aver fatto
scendere,insiemealletemperature,an-
cheil gradimentodi Gianni Alemanno.
IlsindacodiRoma,dopoilsecondofi-
nesettimanachehaimbiancatolacapi-
tale, ostenta infatti sondaggi secondo i
quali lasuapopolaritàtrai cittadini del-
l’Urbenonsarebbeaffattoincalo,quan-
doormai mancapocopiùdi unannoal-
leprossimeelezioniamministrative. In-
somma,nonostantelepolemichepoliti-
cheemediatichedegli ultimigiorni egli
sfottò sui social network, nemmeno
l’ondatadi maltempoavrebbeoffusca-
toil suoconsenso. Anzi, nellabufera di
neveilprimocittadinosisarebbedistin-
topiùemeglioanchedel suoprobabile
prossimosfidante per il Campidoglio.
Questo, almeno, è quanto emerge
dalle risposte al sondaggio effettuato
daIpr marketingdopolabuferadi neve
che ha colpito Roma una settimana fa.
L’istituto diretto da Antonio Noto ha
chiesto ai romani un parere sui tempi
delritornoallanormalità, oltreaungiu-
dizio sull’operato del sindaco, del Go-
vernatore Renata Polverini, del presi-
dentedellaProvincia, NicolaZingaret-
ti,edel numerounodellaprotezioneci-
vileFrancoGabrielli,protagonista,que-
st’ultimo, di un’aspra polemica con il
primocittadinoinoccasionedellanevi-
catadel 3febbraioscorso.
Il 44percentodegli abitanti dellaCit-
tà eterna ha dato un giudizio positivo
dell’operato del sindaco, che così non
soloincassaungradimentomaggioreri-
spetto al 36 per cento ottenuto da Ga-
brielli e al 19 per cento strappato dalla
Polverini, ma stacca anche Zingaretti,
lacuiazionenell’emergenzaèstatagiu-
dicatapositivasolodal 23per centodei
romani.
Alemanno, con Gabrielli, è anche
l’unicodegli esponenti istituzionali in-
teressati dal sondaggioamantenereun
saldo in pareggio tra giudizi positivi e
negativi (44-44peril sindaco, conun12
per cento senza opinione, 36-36 per il
successore di Bertolaso), mentre le ri-
sposteconpolliceversosonolamaggio-
ranza per Zingaretti (negativo per il
34% dei romani) e per la Polverini
(40%).
IconcittadinidiAlemanno,spulcian-
do ancora il sondaggio, riconoscono
nelle azioni del sindaco degli ultimi
giorni anche «orgoglio per la sua città»
(per il 56per centodel campione). Per-
centualipiùbassesullacapacitàdelpri-
mocittadinodi prendereinmanolasi-
tuazione(lohafatto«moltooabbastan-
za» per il 35 per centodegli intervistati,
«poco»peril31, «pernulla»peril29)edi
far capirechecosaeraaccaduto(42per
cento «molto/abbastanza», 33 «poco»,
21«pernulla»), mentrelenumeroseap-
parizioni tv del sindaco nei giorni del-
l’emergenza neve nonsono piaciute ai
giornali,matralapopolazionesembra-
no aver riscosso successo: per il 50 per
centodei romaniAlemannohafattobe-
ne ad andare davanti alle telecamere,
mentresoloil 39per centodel campio-
neha rispostoche «poteva evitarlo».
Infinepromossa, secondoil sondag-
gioIpr, anchel’efficenzadel Campido-
glio nel ripristinare la viabilità (pollice
su per il 66 per cento dei romani) e nel
rimettereinstradaimezzipubblici(tut-
tobenfattosecondoil61percentodegli
intervistati), con l’unica nota dolente
dellapulituradeimarciapiedidalghiac-
cio, chehasoddisfattosoloil26percen-
todel campione.
la lettera
Quanti silenzi sui media sul riscatto della Capitale
di FrancescoGiro*
L’ITALIASOTTOZERO
Mediolanum International LiIe LTD
Sede Legale Iona Building, Block B, 4th Floor
Shelbourne Road, Dublin 4, IrelaND.
Double Premium Twentyhve 51,18 NR
Double Premium TwentyFive Plat 51,18 NR
Double Premium 6 Years 45,89 A+
Double Premium 6 Years Bis 48,61 A+
Double Premium 6 Years Ter 44,62 A+
Double Premium 6 Years Quater 44,23 A+
Double Premium 6 Years Quinquies 44,55 A+
Double Premium Special Opportunity 79,53 A+
Double Premium 2008 47,36 A
Double Premium Special Opportunity 2 79,48 A
Double Premium 2008/1 49,36 A+
Double Premium 2008/2 46,92 A+
Double Premium Key 19 69,54 A+
Double Premium Renewable Energy 28,66 A+
Double Premium 2008/3 56,80 BBB+
Double Premium 2008/4 69,75 BBB+
Double Premium 2008/5 79,40 BBB+
Double Premium 2008/6 83,60 BBB+
Double Premium Key 42 120,60 BBB+
Double Premium 2009 101,77 A+
Double Premium Coupon Sprint Key 44D 101,64 A+
Double Premium Coupon Sprint 99,66 A+
Double Premium Coupon 98,73 A+
Double Premium Coupon Sprint 1 99,58 A+
Double Premium Coupon 1 98,33 A+
Double Premium Coupon 2 96,75 A+
Double Premium Coupon Sprint 2 99,21 A+
Double Premium Coupon Sprint Key 48D 99,28 A+
Double Premium Coupon Sprint 3 99,42 A+
Double Premium Coupon 3 97,30 A+
Double Premium Coupon Sprint 4 99,69 A+
Double Premium Coupon 4 94,02 A+
Double Coupon Power Key 49 S 101,21 A
Nome prodotto Va|ore Rat|ng
t|to|o (F|tch)
'28%/(35(0,80
Valore titolo al 30/12/11
Double Premium Coupon 5 88,90 BBB+
Double Premium Coupon Sprint 5 96,67 A+
Double Premium Coupon 6 86,90 BBB+
Double Premium Coupon Sprint Key 51D 93,29 A+
Double Premium Coupon 7 86,80 BBB+
Double Premium Coupon 8 86,30 BBB+
Double Premium Coupon Sprint 6 94,04 A+
Double Premium Coupon 9 86,30 BBB+
Double Coupon Power Key 55 S 97,27 A
Double Premium Coupon Sprint Key 56D 86,60 A
Double Premium Coupon Sprint Key 57 86,00 A
Double Premium Coupon Sprint 7 94,96 A
Double Premium Coupon 10 83,05 A
Double Premium Coupon Sprint Key 59 93,57 A
Double Premium Coupon 11 79,47 A
Double Premium Coupon Sprint 8 92,40 A
Double Premium Coupon 12 79,71 A
Double Premium Coupon Sprint 9 92,82 A
Double Premium Coupon Sprint 10 79,70 A
Double Premium Coupon 13 74,12 A
Double Premium Coupon Sprint 11 89,65 A
Double Premium Coupon Sprint Key 61D 88,65 A
Double Premium Coupon Sprint Key 60 91,61 A
Double Premium Coupon Sprint 12 91,28 A
Double Premium Coupon Sprint Key 63 82,00 A
Double Premium Coupon Sprint 14 91,33 A
Double Premium Coupon Sprint Key 64 91,29 A
Double Premium Coupon Sprint 15 81,60 A
Double Premium Coupon Sprint Key 65 90,98 A
Double Premium Coupon Sprint Key 62 91,61 A
Double Premium Coupon Sprint 13 91,28 A
"In caso di più Società di rating, è stato prudenzial-
mente indicato il rating minore¨
Ulteriori indicazioni, quali ad esempio la Denomina-
zione dell´Emittente, sono disponibili sul sito internet
www.mediolanuminternationallife.it
DiPiù Power Sprint 2009/1 96,24 A-
DiPiù Platinum Power 2009/6 81,80 A-
DiPiù Platinum Money 20098 71,98 A-
DiPiù Power 2009/6 85,56 A-
DiPiù Power Sprint 2009 97,79 A-
DiPiù Power Sprint C-$ Key 53 97,78 A-
DiPiù Power Sprint Key 50 99,70 A-
DiPiù Power Sprint Key 46 101,94 A-
DiPiù Power Sprint Key 45 103,07 A-
DiPiù Sprint 2009/1 97,21 A-
DiPiù Sprint Key 40 96,41 A-
DiPiù Sprint 2009 94,67 A-
DiPiù Sprint Key 39 91,69 A-
DiPiù Sprint Key 38 91,69 A-
DiPiù Platinum Money 2008/2 80,55 A-
DiPiù Money 2008/1 78,27 A-
DiPiù Sprint 2008/11 96,47 A-
DiPiù 2008/4 76,29 A-
DiPiù Platinum 2008/7 78,06 A-
DiPiù 2008/3 78,31 A-
DiPiù Platinum 2008/6 76,77 A-
DiPiù Platinum 2008/5 80,54 A-
DiPiù 2008/2 80,72 A-
DiPiù 4 Markets 2008/3 58,24 A-
DiPiù Sprint 2008/8 98,65 A-
DiPiù Platinum 2008/4 79,06 A-
DiPiù 4 Markets 2008/2 56,97 A-
DiPiù 2008/1 82,88 A-
DiPiù Money 2007/4 89,27 A-
DiPiù Platinum Money 2007/8 90,30 A-
DiPiù World Plus 1 143,24 A-
DiPiù Platinum Money 2009/9 87,33 A
DiPiù Platinum Money 2009/1 83,78 A2
DiPiù Money 2009/1 81,78 A2
DiPiù Platinum Power 2009 99,87 A2
DiPiù Power 2009 97,03 A2
DiPiù Platinum Money 2009 84,02 A2
DiPiù Money 2009 82,04 A2
DiPiù Platinum 2008/3 82,35 A2
DiPiù 4 Markets 2008/1 70,83 A2
DiPiù Platinum 2008 83,73 A2
DiPiù 2008 83,73 A2
DiPiù Step 2007/7 89,52 A2
DiPiù Platinum Money 2007/9 92,24 A2
DiPiù Step 2007/6 87,30 A2
DiPiù Platinum Money 2006/2 96,79 A2
DiPiù Money 2006/2 96,56 A2
DiPiù Platinum Money 2006 96,77 A2
DiPiù Money 2006 96,55 A2
DiPiù Platinum 2006/6 95,91 A2
DiPiù 2006/5 95,91 A2
DiPiù Platinum Money 2007/4 90,33 A3
DiPiù Step 2007/3 80,77 A3
DiPiù Platinum Money 2007/3 95,35 A3
DiPiù Platinum 2007/1 93,01 A3
DiPiù 2005/14 92,38 A3
DiPiù Money 2005/4 96,99 A3
DiPiù 2005/9 92,97 A3
DiPiù 2005/8 90,99 A3
DiPiù Platinum New World 4 147,86 A3
DiPiù New World 5 143,93 A3
DiPiù New World 4 165,19 A3
DiPiù Platinum New World 3 174,21 A3
DiPiù New World 3 166,26 A3
DiPiù Sprint Ìnfazione WM 105,51 Aa3
DiPiù Sprint Ìnfazione Key 26 105,01 Aa3
DiPiù Sprint Ìnfazione C 6 104,40 Aa3
DiPiù Platinum Money 2006/16 73,66 Baa1
DiPiù Key Platinum 9 80,87 Baa1
DiPiù Key 9 79,13 Baa1
DiPiù123 87,40 Baa1
DiPiù Step 4 excl. 121,54 Baa1
DiPiù Step 4 plat. 118,90 Baa1
DiPiù Step 4 std. 116,25 Baa1
DiPiù Step 2 plat. 118,40 Baa1
DiPiù Step 2 excl. 116,01 Baa1
DiPiù Step 2 std. 113,62 Baa1
DiPiù World Plus 2 150,10 Baa1
DiPiù 117 114,28 Baa1
DiPiù Platinum New World 2 195,80 Baa1
DiPiù New World 2 185,70 Baa1
DiPiù Power Key 52 92,39 Baa2
DiPiù Power 2009/5 82,25 Baa2
DiPiù Platinum Money 2009/6 67,80 Baa2
DiPiù Poker D'Assi 4 92,89 Baa2
DiPiù Platinum Power 2009/5 85,58 Baa2
DiPiù Platinum Money 2009/5 68,50 Baa2
DiPiù Platinum Poker D'Assi 1 87,23 Baa2
DiPiù Poker D'Assi 1 85,21 Baa2
DiPiù Power Key 41 102,05 Baa2
DiPiù Money 2005/5 104,27 Baa3
DiPiù 2005/10 99,77 Baa3
DiPiù Money 2006/8 95,65 A-
DiPiù Platinum Money 2006/15 95,69 A-
DiPiù Platinum Money 2006/3 92,91 A-
DiPiù Money 2006/3 91,42 A-
DiPiù Platinum Money 2006/1 92,16 A-
DiPiù Money 2006/1 90,65 A-
DiPiù Platinum 2006/7 82,96 A-
DiPiù 2006/6 82,96 A-
DiPiù Platinum 2006/5 97,86 A-
DiPiù Platinum 2006/4 82,26 A-
DiPiù 2006/4 82,26 A-
DiPiù 2006/3 97,86 A-
DiPiù Platinum 2006/3 97,86 A-
DiPiù Platinum 2006/2 82,89 A-
DiPiù 2006/2 82,25 A-
DiPiù Platinum 2006 98,01 A-
DiPiù 2006 98,01 A-
DiPiù 2005/20 97,86 A-
DiPiù Platinum 2005/8 97,86 A-
Mediolanum International LiIe LTD
Sede Legale Iona Building, Block B, 4th Floor
Shelbourne Road, Dublin 4, IrelaND.
32/,==(',3,Ã
Valore titolo al 30/12/11
Ulteriori indicazioni, quali ad esempio la Denomina-
zione dell´Emittente sono disponibili sul sito internet
www.mediolanuminternationallife.it
In caso di più Società di rating, è stato prudenzial-
mente indicato il rating minore
ND: valore non disponibile in quanto le società del
gruppo Lehman Brothers sono attualmente sottoposte
a procedura concorsuale.
NR: alla data della presente documentazione l´Ente
Emittente non è stato oggetto di valutazione da parte
di agenzie di rating
DiPiù 2005/19 98,01 A-
DiPiù Platinum 2005/6 98,01 A-
DiPiù 2005/13 97,87 A-
DiPiù Alternative 2 T 92,80 A-
DiPiù Alternative 2 T 92,80 A-
DiPiù Alternative 2 T 92,23 A-
DiPiù Money 2006/11 92,64 A-
DiPiù Platinum Money 2006/22 94,81 A-
DiPiù STEP 2006/4 91,07 A-
DiPiù Platinum Power 2006/$ 2 94,81 A-
DiPiù 1017 112,70 A-
DiPiù 2005/12 88,22 A-
DiPiù 2005/11 96,89 A-
DiPiù Gran Premio della Montagna 5 excl. 113,29 A-
DiPiù Gran Premio della Montagna 5 plat. 111,40 A-
DiPiù Gran Premio della Montagna 5 std. 109,52 A-
DiPiù Gran Premio della Montagna 2 excl. 119,26 A-
DiPiù Gran Premio della Montagna 2 plat. 116,92 A-
DiPiù Gran Premio della Montagna 2 std. 114,58 A-
DiPiù Sprint 2008/9 97,14 A
DiPiù Platinum Money 2008 86,54 A
DiPiù Money 2008 83,67 A
DiPiù Platinum 2008/10 83,88 A
DiPiù Platinum 2008/9 87,07 BBB+
DiPiù Platinum 2008/8 80,36 A
DiPiù 2008/5 79,50 A
DiPiù Platinum 2008/2 76,61 A
DiPiù Platinum 2008/1 79,30 A
DiPiù 4 Markets 2008 60,33 A
DiPiù Ecology 2008 83,30 A
DiPiù 4 Markets 3 60,05 A
DiPiù New World 9 BÌS 60,39 A
DiPiù KEY 13 BÌS-1 60,40 A
DiPiù Money 2007/11 70,47 A
DiPiù Platinum Money 2007/18 87,08 A
DiPiù Money 2007/10 86,38 A
DiPiù New World 9 60,39 A
DiPiù KEY 13 BÌS 60,40 A
DiPiù KEY 13 60,33 A
DiPiù New World 8 60,33 A
DiPiù 2007/2 60,46 A
DiPiù 2007 81,93 A
DiPiù Platinum Money 2007/17 88,59 A
DiPiù Money 2007/9 88,13 A
DiPiù Platinum Money 2007/16 86,62 A
DiPiù Money 2007/8 86,55 A
DiPiù Step 2007/2 94,03 A
DiPiù Money 2007 95,58 A
DiPiù Platinum Money 2007/2 88,45 A
DiPiù Platinum Money 2007/1 96,58 A
DiPiù Step 2007/1 93,84 A
DiPiù Platinum 2007 93,94 A
DiPiù 2007 93,94 A
DiPiù Step 2007 77,74 A
DiPiù Platinum Money 2007 89,49 A
DiPiù Platinum Money 2006/21 88,41 A
DiPiù Platinum Money 2006/19 95,65 A
DiPiù Money 2006/10 95,37 A
DiPiù Platinum Money 2006/20 82,96 A
DiPiù Step 2006/3 76,82 A
DiPiù Step 2006/2 94,74 A
DiPiù Platinum Money 2006/18 83,58 A
DiPiù Platinum Money 2006/17 95,66 A
DiPiù Money 2006/9 95,41 A
DiPiù Platinum Money 2007/5 ND ND
DiPiù Alternative 2 std. ND ND
DiPiù Platinum power 2009/7 91,28 NR
DiPiù Power Key 58 97,30 NR
DiPiù Power Key 54 103,70 NR
DiPiù Platinum Money 2009/7 76,71 NR
DiPiù Platinum Money 2009/4 77,60 NR
DiPiù Platinum Power 2009/4 97,81 NR
DiPiù Power 2009/4 95,48 NR
DiPiù Platinum Money 2009/3 80,37 NR
DiPiù Platinum Power 2009/3 98,42 NR
DiPiù Power 2009/3 95,22 NR
DiPiù Power Key 47 105,28 NR
DiPiù Platinum Power 2009/2 100,57 NR
DiPiù Power 2009/2 97,94 NR
DiPiù Power Bric 98,80 NR
DiPiù Platinum Money 2009/2 80,55 NR
DiPiù Money 2009/2 79,05 NR
DiPiù Power Key 43 95,25 NR
DiPiù Platinum Power 2009/1 102,65 NR
DiPiù Power 2009/1 98,75 NR
DiPiù Sprint 2009/2 95,29 NR
DiPiù Key 37 91,76 NR
DiPiù Platinum Money 2008/1 83,32 NR
DiPiù Sprint Key 35 97,88 NR
DiPiù Money 2007/2 T 91,40 NR
DiPiù Platinum Money 2007/5 T 91,50 NR
DiPiù Step 2007/4 T 91,60 NR
DiPiù Money 2007/1 T 91,77 NR
DiPiù Platinum 2005/9 T 80,65 NR
DiPiù 2005/21 T 80,65 NR
DiPiù Platinum 2005/7 T 80,65 NR
DiPiù 2005/15 T 80,65 NR
DiPiù Sprint 2008/10 98,24 NR
DiPiù Key 31 96,15 NR
Nome prodotto Va|ore Rat|ng
t|to|o Em|ttente
(S&P)
Societa per Azioni - Sede Legale 20080 Basiglio - Milano 3 (Mi)
Palazzo Meucci - Via F. SIorza
Capitale Sociale euro 87.720.000 i.v. - Societa con unico Socio
32/,==(',3,Ã
Valore titolo al 30/12/2011
INDICE DI RIFERIMENTO aI 30/12/2011

HFRX GLOBAL 1.109,36
XÌNHUA/FTSE CHÌNA 25 15.406,90
Ulteriori indicazioni, quali ad esempio la Denominazione dell´Emittente, sono disponibili sul sito internet www.mediolanumvita.it.
In caso di più Società di rating, è stato prudenzialmente indicato il rating minore
ND: valore non disponibile in quanto le società del gruppo Lehman Brothers sono attualmente sottoposte a procedura concorsuale.
DiPiù 1004 93,41 Baa1
DiPiù 1010 82,11 Baa1
DiPiù 1014 99,04 Baa3
DiPiù 1016 99,10 Baa3
DiPiù 1019 99,10 Baa3
DiPiù 1032 95,05 A2
DiPiù 1033 Exclusive 96,13 A2
DiPiù 1050 95,18 Baa1
DiPiù 1051 91,58 A2
DiPiù 1051 Bis 91,22 A2
DiPiù 1051 Quater 90,40 A2
DiPiù 1057 102,83 Aaa
DiPiù 1060 94,88 A2
DiPiù 1063 102,26 Aaa
DiPiù 1064 89,86 A2
DiPiù 1066 94,91 A2
DiPiù 1068 88,73 A2
DiPiù 1071 89,83 A2
DiPiù 1072 88,48 A2
DiPiù 1081 67,61 A2
DiPiù 1084 90,82 A2
DiPiù 1089 96,73 A2
DiPiù 1090 84,75 Baa1
DiPiù 1091 91,72 Baa1
DiPiù 1111 112,17 A2
DiPiù 1118 96,77 A2
DiPiù 1121 104,01 A2
DiPiù 1122 103,88 A2
DiPiù 1124 104,27 A2
DiPiù 1129 104,11 A2
DiPiù 1131 104,36 A2
DiPiù 1136 98,82 A2
DiPiù 1138 113,62 A3
DiPiù 1146 98,26 A2
DiPiù 1147 94,50 A2
DiPiù 1148 108,58 Baa1
DiPiù 1152 102,86 A2
DiPiù 1153 92,60 A2
DiPiù 1154 85,09 A2
DiPiù 1156 101,85 A3
DiPiù 122 102,08 A3
DiPiù 2005/17T 75,82 A2
DiPiù 2005/18T 75,82 A2
DiPiù 2005 Ter 79,25 Baa1
DiPiù 2005/4 79,25 Baa1
DiPiù 1026 97,28 A-
DiPiù 1027 81,60 A-
DiPiù 1029 85,62 A-
DiPiù 1031 96,56 A-
DiPiù 1034 95,16 A-
DiPiù 1036 94,10 A-
DiPiù 1038 93,56 A-
DiPiù 1042 98,00 A-
DiPiù 1044 92,45 A-
DiPiù 1045 93,20 A-
DiPiù 1046 98,46 A-
DiPiù 1048 97,23 A-
DiPiù 1049 97,39 A-
DiPiù 1051 Tris 95,70 A-
DiPiù 1052 94,70 A-
DiPiù 1053 96,30 A
DiPiù 1054 94,09 BBB+
DiPiù 1055 93,97 BBB+
DiPiù 1056 89,89 BBB+
DiPiù 1058 48,36 BBB
DiPiù 1061 92,85 BBB+
DiPiù 1062 93,38 BBB+
DiPiù 1065 99,85 BBB+
DiPiù 1073 98,15 BBB+
DiPiù 1078 69,72 BBB+
DiPiù 1083 106,37 BBB+
DiPiù 1085 99,15 A
DiPiù 1087 99,33 A
DiPiù 1092 143,13 A-
DiPiù 1108 126,92 A-
DiPiù 1112 107,41 A
DiPiù 1113 107,35 A
DiPiù 1114 104,54 A
DiPiù 1115 113,90 A
DiPiù 1140 110,99 A
DiPiù 1141 122,71 A
DiPiù 1149 107,07 A
DiPiù 1151 93,70 A
DiPiù 1157 102,70 A-
DiPiù 116 117,94 A
DiPiù 20 Per 50 83,19 A
DiPiù 2005 Bis 85,20 A-
DiPiù 2005/16 97,19 A-
DiPiù 2006/8 94,82 A-
DiPiù 4 Markets 2 55,95 A
DiPiù 4 Markets Quater 57,18 A
DiPiù Alad' Ìn 03 1101 118,63 A
DiPiù Alad' Ìn 04 1102 Dollaro 138,80 A-
DiPiù Alad' Ìn 05 1103 115,56 A
DiPiù Evoluzione 2004/2 128,62 A-
DiPiù Exclusive Power 2006/Dollaro 95,62 A-
DiPiù Exclusive Power 2006/Euro 94,86 A-
DiPiù Granducato 100,95 A
DiPiù Granducato Bis 99,20 A
DiPiù Key 15 Bis 76,61 A
DiPiù Key 27 83,66 A
DiPiù Key 28 92,12 A
DiPiù Key 29 Dollaro 90,63 BBB+
DiPiù Key 30 89,05 BBB+
DiPiù Key 32 109,98 A
DiPiù Key 32 Bis 109,95 A
DiPiù Key 32 Ter 109,54 A
DiPiù Key 33 94,74 A
DiPiù Key 33 Bis 96,12 A
DiPiù Key 33 Ter 96,94 A
DiPiù Key 34 Dollaro 92,39 BBB+
DiPiù Key 4 Quinquies 134,01 A-
DiPiù Key 5 Quinquies 129,58 A-
DiPiù Key Moment 6 Dollaro 95,67 A-
DiPiù Key Moment 6 Euro 94,98 A-
DiPiù Key Moment 7 Dollaro 95,62 A-
DiPiù Key Moment 7 Euro 94,99 A-
DiPiù Lido 99,61 A
DiPiù Money 2003/13 98,73 A
DiPiù Money 2003/14 96,27 A-
DiPiù Money 2004/10 89,22 A-
DiPiù Money 2004/11 88,78 A-
DiPiù Money 2004/5 95,37 A-
DiPiù Money 2004/6 94,89 A-
DiPiù Money 2004/8 91,78 A-
DiPiù Money 2005 Bis 87,66 A-
DiPiù Money 2005/1 89,84 A-
DiPiù Money 2006/7 95,63 A-
DiPiù Money 2006/6 96,44 A-
DiPiù Money 2007/3 89,80 A
DiPiù New World 172,88 A
DiPiù Platinum 2006/4 Bis 75,55 A-
DiPiù Platinum 2006/9 82,23 A-
DiPiù Platinum Money 2003/2 98,89 A
DiPiù Platinum Money 2003/3 95,73 A-
DiPiù Platinum Money 2004/11 92,47 A-
DiPiù Platinum Money 2004/13 90,44 A-
DiPiù Platinum Money 2004/14 90,06 A-
DiPiù Platinum Money 2004/15 89,65 A-
DiPiù Platinum Money 2004/16 89,76 A-
DiPiù Platinum Money 2004/17 95,10 A-
DiPiù Platinum Money 2004/4 95,69 A-
DiPiù Platinum Money 2004/5 95,33 A-
DiPiù Platinum Money 2005/1 91,21 A-
DiPiù Platinum Money 2006/10 95,99 A-
DiPiù Platinum Money 2006/11 96,73 A-
DiPiù Platinum Money 2006/12 91,93 A-
DiPiù Platinum Money 2006/13 95,70 A-
DiPiù Platinum Money 2006/5 91,13 A-
DiPiù Platinum Money 2006/8 91,76 A-
DiPiù Platinum Money 2006/9 91,76 A-
DiPiù Platinum Money 2007/7 90,36 A
DiPiù Platinum Money Dollaro 85,56 A
DiPiù Platinum New World 181,42 A
DiPiù Platinum Power 2006/Dollaro 95,40 A-
DiPiù Platinum Power 2006/Dollaro 3 93,94 A-
DiPiù Platinum Power 2006/E 94,98 A-
DiPiù Power 2006/Dollaro 93,94 A-
DiPiù Sprint 2008/4 98,63 A
DiPiù Sprint 2008/5 95,73 A
DiPiù Sprint 7%Dic 07 98,10 A
DiPiù Step 10 Exclusive 117,15 A-
DiPiù Step 10 Platinum 114,83 A-
DiPiù Step 10 Standard 112,51 A-
DiPiù Step 2006 100,23 A-
DiPiù Step 2006/1 90,62 A-
DiPiù Step Platinum 2006 101,09 A-
DiPiù Step Platinum 2006/1 90,16 A-
Double Premium Coupon Spr 1134 99,00 A+
Tris 1059 103,21 A+
DiPiù 2005/18 ND ND
DiPiù Platinum 2005/5 ND ND
DiPiù 2005/5 79,00 Baa1
DiPiù 2006/7 95,05 A2
DiPiù 4 Markets 79,39 A2
DiPiù 4 Markets Bis 74,03 A2
DiPiù 4 Markets Ter 73,31 A2
DiPiù Big Chance 2004 101,92 A3
DiPiù Centro Nord 98,13 A2
DiPiù Centro Nord 2 97,39 A2
DiPiù Ecology 87,67 A2
DiPiù Granducato Quater 98,03 A2
DiPiù Granducato Ter 99,92 A2
DiPiù Key 10-1 91,73 A2
DiPiù Key 10-2 93,21 A2
DiPiù Key 11-1 92,22 A2
DiPiù Key 11-2 89,77 A2
DiPiù Key 11-3 86,61 A2
DiPiù Key 12 99,42 Aaa
DiPiù Key 14 Dollaro 87,75 A2
DiPiù Key 15 84,13 A2
DiPiù Key 20 73,99 A2
DiPiù Key 21 93,28 A2
DiPiù Key 22 Dollaro 83,33 A2
DiPiù Key 23 Dollaro 81,23 A2
DiPiù Key 8 90,00 Baa1
DiPiù Money 2003/15 97,58 A3
DiPiù Money 2004/1 99,09 A3
DiPiù Money 2004/2 98,07 A3
DiPiù Money 2004/3 97,65 A3
DiPiù Money 2004/4 97,23 A3
DiPiù Money 2004/7 92,52 Baa1
DiPiù Money 2004/9 92,31 Baa1
DiPiù Money 2006/4 95,76 A2
DiPiù Money 2006/5 95,46 A2
DiPiù Money 2007/5 92,16 A2
DiPiù Money 2007/6 90,71 A2
DiPiù Money 2007/7 90,13 A2
DiPiù New World 6 72,66 A2
DiPiù New World 7 71,68 A2
DiPiù Platinum 114 103,20 A3
DiPiù Platinum 2005 79,00 Baa1
DiPiù Platinum 2003/2 79,55 Baa1
DiPiù Platinum 2003/3 92,86 A3
DiPiù Platinum 2005/5T 75,82 A2
DiPiù Platinum 2006/10 94,55 A2
DiPiù Platinum 2006/8 95,05 A2
DiPiù Platinum Big Chance 2004 101,36 A3
DiPiù Platinum Money 2003/4 96,72 Baa1
DiPiù Platinum Money 2003/5 97,44 A3
DiPiù Platinum Money 2003/6 97,43 A3
DiPiù Platinum Money 2003/7 97,47 A3
DiPiù Platinum Money 2003/8 98,34 Baa1
DiPiù Platinum Money 2004/1 98,65 A3
DiPiù Platinum Money 2004/10 93,41 Baa1
DiPiù Platinum Money 2004/12 93,31 Baa1
DiPiù Platinum Money 2004/2 98,42 A3
DiPiù Platinum Money 2004/3 97,97 A3
DiPiù Platinum Money 2004/6 97,26 A3
DiPiù Platinum Money 2004/7 93,46 Baa1
DiPiù Platinum Money 2004/8 93,22 Baa1
DiPiù Platinum Money 2004/9 93,47 Baa1
DiPiù Platinum Money 2006/14 76,59 Baa1
DiPiù Platinum Money 2006/4 96,41 A2
DiPiù Platinum Money 2006/6 95,86 A2
DiPiù Platinum Money 2006/7 95,73 A2
DiPiù Platinum Money 2007/11T 86,77 A2
DiPiù Platinum Money 2007/10 81,48 A2
DiPiù Platinum Money 2007/12 82,17 A2
DiPiù Platinum Money 2007/13 93,48 A2
DiPiù Platinum Money 2007/14 90,79 A2
DiPiù Platinum Money 2007/15 84,71 A2
DiPiù Platinum Money 2007/6 72,78 Baa3
DiPiù Platinum Special 96,49 A2
DiPiù Shot 95,05 A2
DiPiù Sprint 2008 98,27 A2
DiPiù Sprint 2008/3 98,13 A2
DiPiù Sprint 2008/3 Bis 97,39 A2
DiPiù Sprint 2008/1 97,83 A2
DiPiù Sprint 2008/2 97,71 A2
DiPiù Sprint 2008/6 97,60 A2
DiPiù Sprint 2008/7 97,29 A2
DiPiù Step 2007 / 8T 84,84 A2
DiPiù Step 2007/10 87,95 A2
DiPiù Step 2007/5 72,16 Baa3
DiPiù Step 2007/9 71,06 A2
DiPiù Step 6 Exclusive 122,40 Baa1
DiPiù Step 6 Platinum 119,61 Baa1
DiPiù Step 6 Standard 116,82 Baa1
DiPiù Step 8 Exclusive 120,48 Baa1
DiPiù Step 8 Platinum 117,72 Baa1
DiPiù Step 8 Standard 114,95 Baa1
Double Premium 1080 56,17 A2
Double Premium Coupon 1132 105,68 A2
Double Premium Coupon 1133 105,68 A2
Double Premium Coupon Spr 1135 98,90 Baa2
DiPiù 1006 96,44 A-
DiPiù 1020 99,73 A-
DiPiù 1021 96,71 A-
DiPiù 1022 97,21 A-
DiPiù 1023 96,46 A-
DiPiù 1024 91,53 A+
DiPiù 1025 98,09 A-
Nome prodotto: Va|ore Rat|ng
t|to|o Em|ttente
(S&P)
Nome prodotto: Va|ore Rat|ng
t|to|o Em|ttente
(ND)
Nome prodotto Va|ore Rat|ng
t|to|o Em|ttente
(Moody's)
Nome prodotto Va|ore Rat|ng
t|to|o Em|ttente
(F|tch)
Nome prodotto Va|ore Rat|ng
t|to|o Em|ttente
(ND/NR)
M U L T I M E D I A
MILANO Via G. Negri, 4
TEL 02 7218 1
FAX 02 7218 650
Sedi: ROMA Via Terenzio, 35
TEL 06 6920 911
FAX 06 6920 9100
COMO Via V. Emanuele II, 113
TEL 031 242 525
FAX 031 240 532
Per la pubblicità su: PUBBLICITÀ NAZIONALE: Legale, Aste ed Appalti, Bandi di Concorso,
Finanziaria, Annunci Economici, Necrologie, Ricerche e Offerte
di Personale, Piccola Pubblicità, Servizi Speciali
COMMERCIALE LOCALE: Edizioni Milano/Lombardia, Genova/Liguria
Nome prodotto Va|ore Rat|ng
t|to|o Em|ttente
(Moody's)
Alemanno gela le critiche:
i romani lo promuovono
Sondaggio Ipr: nonostante le polemiche il maltempo
non ha fatto diminuire il consenso del sindaco
C
aroDirettore,
RomaeilsuoSindacononhan-
no dovuto affrontare solo il «generale
inverno»maancheunageneralesotto-
valutazione degli effetti del maltempo
dapartedel Dipartimentonazionaledi
Protezione civile, preposto per legge a
fornire le previsioni meteo e a dare, se
necessario, l'allarme, compito questo
che non spetta ai sindaci. Tutto qui. In
seriadifficoltàcisonoancoraintereRe-
gioni d'Italia, provinceemolti comuni,
governatidadestra,dalcentroedallasi-
nistra. Il maltempoè statobipartisan.
QuantoaRomavoglioricordaresolo
un dato: il 3 febbraio cade la neve ma
nessuno aveva avvertito in maniera
chiara e perentoria Roma Capitale e la
cittànehapagatotutteleconseguenze.
Una settimana dopo ricade la neve, le
previsionieranoquestavoltamenoam-
biguemaèbastatountemporaleinalta
quotaper investireRomadi unanuova
abbondantee imprevistanevicata.
Eppurela città si era preparata bene
e tutto è filato liscio su strade, piazze,
giardini. Questograzieallostraordina-
rio impegno di tutta l' amministrazio-
necapitolina, di tutti i romani edei tan-
tivolontarichecosìsmentivanoclamo-
rosamente le accuse scritte e diffuse
dai media contro il sindaco di Roma.
Resta tuttavia il rammarico di non po-
ter leggere sui giornali questo riscatto
dellaCapitaledopopagineepaginenel-
le quali Roma veniva ancora una volta
ingiustamente screditata dai suoi ne-
mici.
Quanto ai sondaggi sul gradimento
delSindacovogliorassicurarla.Nonso-
noaffattonegativiedimostranochean-
che il suo impegno per fronteggiare
l'emergenza neve è stato apprezzato e
premiato.
*DeputatoPdl

CRONACHE 17
Lunedì 13febbraio2012 il Giornale
La vendetta degli automobilisti
Orsi, lupi, pellicani e marabù
Un«bruco»dell’esercitohasalvatooltre200animali del parcona-
turalisticodi Castel di Sangrosoccorrendoconlospecialemezzocin-
golatogli animali cheeranorimasti isolati all’internodellastruttura. I
militari del 57esimoBattaglione dellacaserma CesareBattisti di Sul-
mona, insieme con i carabinieri
dellacompagnia di Castel di San-
gro, sono intervenuti infatti nel-
l’oasi naturalistica «Abruzzo
Zoo» permettendo in particolare
il salvataggio di due orsi bruni,
duelupi bianchi, trelupi comuni,
un pellicano e un marabù. Sono
staterecuperateperòanchepiùdi
150carcasse di animali.
SENZA FINE
L’ultima vittima è una
donna anziana uccisa
dal suo amore per l’orto
SI RICOMINCIA
Roma riapre scuole e
uffici ma blocca le moto
Viaggia il 90% dei treni
SimonettaCaminiti
«Indossate vestiti idonei: sciar-
pa, guanti, cappello, e uncaldo so-
prabito».Cosìrecital'ottavocoman-
damentodel Consigliodei Ministri,
in un decalogo di questi giorni sul
suo sito-web. Ripararsi dal freddo
sarebbe,evidentemente, unobietti-
vodamarcarestrettoconl'arma(in-
fallibile e mai troppo consigliata)
del buonsenso. Mail gelosiberiano
che sta imbalsamando l'Europa
nonci ha trovati sprovvisti di indu-
menti «caldi», nei quali sigillarci:
magarirecuperandoungustoance-
straleperlalottaalnemico. Emaga-
ri, conunrassicurantegustodemo-
dé.
Il primo accessorio riesumato è
l'indimenticabile paraorecchie. Le
cuffie (spessoimbottite di eco-pel-
liccia)indossateormaiquantoicap-
pellini di lana. Un dettaglio retrò e
superpratico: strategico, racconta-
no i teenager, l'inserimento degli
auricolari da musica o cellulare.
Nienteaffattoriservatoallacliente-
lafemminile: soprattuttose, strade
sgomberatedaneveeghiaccio, siri-
comincerà a pedalare controvento
perlestradedellacittà.PerfinoCha-
nel e Louis Vuittonhannoreinven-
tatoinchiavepiùpersonalelecuffie
daneve.
Ecomescordarsidelvecchiopiu-
mino?Altrochefuori moda: si sono
visteper stradasignorechelostriz-
zanonel puntovitaconuncinturo-
ne, rinverdendo il trend degli anni
'70, e si sentono come nuove. Mai
comeinquestanevicatalagenteha
sposatoletendenzediritornointui-
te dalle case di moda. Nelle vetrine
rispolverato il parka: un genere di
cappotto che l'esercito americano
vestivadurantelasecondamondia-
le, ma che è nato in Russia sotto le
pelliccedi foca, volpeeorsopolare.
Testa, torso, mani e piedi. Per gli
artisuperioripiùfreddolosi,l'inver-
noall’italianohavistofiorireguanti-
manicottocheabbiamoimparatoa
conoscere tra le scene di Piccole
Donne. Avvolgonolapellefinoaigo-
miti e fasciano i palmi delle mani
scoprendo(maancheno)sololedi-
ta. Qualchecasadi modali harisco-
perti.Masulwebimpazzanolericet-
te per costruirseli in casa, i guanti-
manicotto. E anche solo i guanti, o
anche solo il manicotto: la grande
tascadi lanachevivedi vitapropria
dai tempi di RossellaO'Hara.
Ma, se è il turno delle scarpe, è il
modello Neanderthal quello più
gettonatodachisiègettatonellator-
menta con un occhio allo stile. Gli
stivalicolpelo(nonquelliincuiilpe-
lo imbottisce: quelli che i ciuffi li
sputanoall’esterno) fannotenden-
zamegliochetragliyeti. Lepasserel-
le più recenti ne avevano fatto un
mustancheprimaverileeautunna-
leeintanti abbiamoobbeditoal co-
mando delle griffe. Ma quale mi-
glior occasione, l'altissimacoltredi
neve,perrazzolareperlestrademu-
niti di «zampe»?
Eccentrica, imbevuta di memo-
ria, trasversaleeabuonmercato: la
psicosi da gelo ci è letteralmente
sbocciataaddosso.
In Rete tutti ridono dei pizzardoni
Salvati da un bruco 200 animali
Il maltempo è costato
un miliardo e mezzo
e la vita di 57 persone
Secondo la Coldiretti bruciato lo 0,1%del Pil
Le previsioni: nevicherà ancora per due giorni
GLI STIVALI COL PELO Sembrava
archeologia invece è attualità
Lafotostaimperversandosui social networkeinRete(quasi) non
si ride di altro. Protagonisti i vigili di Romadisabituati da sempre alle
nevicateenei guai quandosi trattadi dareunamanoagli altri. Così la
foto(autentica?)dei pizzardoni chemontanolecateneantinevesulla
ruota dell'auto di servizio in mo-
doadir pocoinusualeharaccolto
migliaiadicondivisioneeraggiun-
toun’«audience»dal record. Aver
smontatoprimalagommaper in-
serirelecateneharicordatoamol-
ti le barzellette sui carabinieri. Ei
commenti ironici si sono spreca-
ti.Machissàquantiromaniavreb-
beropotutodare una mano...
EnzaCusmai
Scenetragichedi questaonda-
tadimaltempo. ImmaginateaMo-
dena uno spalaneve che fa retro-
marciaetravolgeunanzianosigno-
re morto - ironia della sorte - per
colpadi unoveicolodi soccorso. E
immaginate l'anziana signora di
Ascoli Piceno che si allontana da
casa per controllare leverdure del
suo orticello e rimane lì, assidera-
ta, stesa tra le sue piantine ormai
inutili.Epoic'èdaimmaginaretut-
ti quelli a cui il cuore non ha retto
per lo sforzo di spalare la neve,
quelli intossicati dal monossidodi
stufetteegas di scarico, i senzatet-
to, morti assiderati senzail confor-
todi nessuno. Allafinesonoalme-
no57imortidalfreddoinquestoin-
dimenticabile febbraio. Ma final-
mentesitirailfiato, versofinesetti-
mana,venerdìprevedonoimetere-
ologi, le temperature diurne sali-
ranno fino a dieci gradi e oggi la
pioggia sostituirà la neve offrendo
ungrandeaiutoinmoltezonesom-
mersedal mantobianco. Ci saran-
no temporali soprattutto a bassa
quotainCampania, Basilicata,Ca-
labria, Marche. Nellezonecollina-
ri nevicherà ancora così pure in
Emilia ma senza la violenza del
Blizzardchehasquassatolavitadi
interi paesini. In Romagna ieri ci
mancava pure il terremoto a far
spaventare gli abitanti. Per fortu-
na,lamagnitudo3,3nellazonaFor-
lì-Cesena, ha solo provocato un
grande spavento ma nessun dan-
no né a persone né a cose. E si ri-
prende a circolare quasi regolar-
mente un po' dappertutto, doma-
ni scuoleeuffici aperti aRoma, ma
bloccomotoeminicar. AFiumici-
no ieri non ci sono state cancella-
zioni, sonopercorribili moltepro-
vinciali bloccatenegli scorsi giorni
daneveegelosoprattuttoinMoli-
seeBasilicata. Leprincipali arterie
delleautostradesonotuttepercor-
ribili. AncheleFsdiconocheil 90%
dei treni viaggianoadeccezionedi
Marche eAbruzzodove funziona-
nosette tratte sudieci. Tuttosom-
matoieri è statauna giornata sop-
portabilepertutti.LaProtezioneci-
vilenonharicevutoalcunarichie-
stadisoccorsodapartedelleregio-
ni che sela sonocavataconlepro-
prieforze. Macertezonerimango-
noingrandedifficoltàcomenel Ri-
minese dove sono state evacuate
300famiglie. Escattalasolidarietà
cheunisceNordaSudadispettodi
chivorrebbetagliarequestocordo-
ne ombelicale di italianità. Dal
Friuli sono partiti 200 volontari e
60mezzispecialiperaiutaregliabi-
tantidiPesarosommersadatreme-
tri di neve. Ealtri soccorritori han-
nolasciatoBellunoper Urbino.
Insommaci si aiutacome si può
mentreil settoreagricolosi leccale
ferite.Inpocomenodiunasettima-
na,oltre200milatonnellatedimer-
ce deperibile sono andate perse o
rimaste presso le strutture degli
agricoltori. Il bloccodei mezzi pe-
santi, l'impercorribilità delle stra-
de e le enormi difficoltà per rag-
giungere le aziende agricole han-
nofattocrollaredel 40per centole
consegne dei prodotti alimentari
freschi (frutta, verdura, carne, lat-
te, latticini, uova) dalle campagne
ai mercati all'ingrosso. Eper l'agri-
coltura devastata Cia, la Confede-
razioneitalianaagricoltori, chiede
subitolostatodi calamitàeil rinvio
per tasse, contributi e mutui. Ma
l'interaeconomiadi diversi settori
è stata martoriata dalle intempe-
rie. Secondo Coldiretti il maltem-
poè costatofinora 1,5miliardi all'
interosistemaproduttivotraidan-
ni causati ed il fermo delle attività
nel settore agricolo, industriale e
dei servizi, anche pubblici. In soli
dieci giorni è stato bruciato lo 0,1
per cento del Pil di un anno e un
conto pesante l'hanno pagato an-
che i distretti dell'attività manifat-
turiera presenti nelle aree colpite
dalmaltempocomecalzature,elet-
trodomestici, ceramiche.
AIUTO!
Nella foto
grande,
l’emergenza
neve in Irpinia
nello sguardo di
un cane. Nelle
foto piccole,
il maltempo
a Milano,
Venezia
e nei caselli
autostradali
del Bolognese
[Foto: Ansa,
Olycom]
CI SI PROTEGGE DAL FREDDO COL VINTAGE
Ritrovato nella neve il guardaroba di una volta
Paraorecchi, parka, piumini: dai bauli rispuntano capi che sembravano scomparsi
IL PIUMINO Era un trend degli anni
Settanta: adesso è tornato di moda
I PARAORECCHI Non si vedevano
in giro da una vita. Invece eccoli qui
CRONACHE 19
Lunedì 13febbraio2012 il Giornale
PaolaFucilieri
Milano Fa impressione, e preoc-
cupa, lasciadi fatti di cronacade-
gli ultimi mesi che hanno dimo-
stratocome, lungolestrademila-
nesi, spessosi muoia per unnon-
nullao, peggioancora, perniente.
Dopo la filippina massacrata per
stradanell’agosto2010daunpugi-
leucrainochenonl’avevamai vi-
staprima; dopoil tassistapicchia-
toamorteduemesipiùtardi daun
giovane balordoper aver travolto
uncaneconlasuavetturadi servi-
zio (e non era colpa sua) e dopo
cheunpensionatodi 71anni, nel-
l’agostoscorso, inseguitoaunali-
teper ragioni di viabilità, hainve-
stito e ucciso con la sua auto un
38enneinscooter, dasabatonotte
c’èun’altravittimadi questafollia
collettiva, ricoverata in gravissi-
mecondizioninelrepartodiRiani-
mazionedell’ospedaleNiguarda.
Èuncinesedi 55anni feritoacalci
epugni allatestadaungiovanissi-
moecuadorianoche, ubriacofra-
dicio,lohafermatoperstrada,sen-
za conoscerlo, accusandolo di
guardare una ragazzina italiana
che, invece, stava importunando
propriolui.
Il sudamericanoper il momen-
toèstatoarrestatoconl’accusadi
tentato omicidio, ma il cinese -
«colpevole»solodi essersi trovato
nel posto sbagliato al momento
sbagliato - sta lottando contro la
mortee i medici disperanodi sal-
varlo.
Tutto accade, una manciata di
minuti primadellamezzanottedi
sabato invia Baldinucci, quartie-
re Comasina, zona nord di Mila-
no. E, tanto per restare in argo-
mento, proprio a due passi dalla
Bovisa, dove il 12 gennaio scorso
unvigilediquartiere, NicolòSava-
rino, è statouccisoda unSuv gui-
datodaunnomadeal qualeaveva
solointimatol’alt conil fischietto.
Per stradainquel momentoci so-
no5ragazziitalianichefannopar-
te della stessa compagnia. Insie-
me a un 17enne, a un 16enne e a
un 32enne che abitano in zona ci
sonounaragazzadi15annieilfra-
tello17ennedi lei, residenti nel vi-
cino comune di Bollate. I giovani
stanno parlando quando vengo-
noraggiunti daunavecchiacono-
scenza del quartiere, un ecuado-
riano, pure lui 16enne, che tutti
chiamanoWill.Ilragazzohabevu-
toparecchioe cominciaa corteg-
giarela15enneitalianachemal lo
sopporta.
Inquel momentoinstradapas-
sa un cinese chiuso nel suo giub-
botto. Il giovane ecuadoriano lo
prende di mira. «Perché guardi la
miaragazza?»loapostrofaparan-
doglisi davanti. L’uomo ha il tri-
plo degli anni del sudamericano,
manonvuoleavereguaie,dinnan-
zi a quel ragazzino mai visto pri-
mamachiaramenteunpo’sudigi-
ri, preferisce accelerare il passo e
andarsene. L’ecuadoriano lo se-
gue, il cineseallorasi metteacor-
rere e il giovane fa altrettanto e,
quandoloraggiunge,lobuttaater-
ra, facendoglisbatterelatestasul-
l’asfalto.Quindilomassacradical-
ciepugniepoiscappa, mentreira-
gazziitaliani tentatodi soccorrere
il poverettoa terra.
UnadonnacheabitainviaBal-
dinucci, sentendo del trambusto
instrada, chiamail 113. Sul posto
arrivano5«Volanti» el’ambulan-
zacheportail cineseall’ospedale.
La signora dice di aver visto solo
ungiovaneconungiubbinobian-
co, scappare. I poliziotti lo trova-
no poco lontano, in via Brivio: è
unitaliano16ennechefapartedel-
lacompagnia, haancorailgiubbi-
nosporcodisangueperavertenta-
to di soccorrere il cinese. «È stato
Will - spiega agli agenti -, abita a
duepassidaqui, inviaBrusuglio».
Ed è proprio nell’appartamento
chel’ecuadorianodivideconi ge-
nitori che la polizia lo trova poco
dopo: haancoraaddossoi jeans e
le scarpesporche di sangue.
LucaMassari, il taxistadi Mila-
no picchiato nell’ottobre 2010
daalcuniragazziperavereinve-
stitouncanecheavevaattraver-
sato all’improvviso la strada. È
mortodopounmesed’agonia
Il 25lugliodelloscorsoanno, a
Milano, unpensionatodurante
unaliteper questioni di viabili-
tàuccide, investendoloconl’au-
to, AlessandroMosele(nellafo-
to) chesi trovavasuunoscooter
Il 12gennaioscorsoil vigiledi
quartiere Nicolò Savarino fer-
ma a Milano un nomade alla
guidadi unSuvcheperòlotra-
volgeconl’auto, lotrascinaper
300metri e quindi fugge
Il 6 agosto 2010, a Milano, un
pugiledilettanteucraino, Oleg
Fedchenko, ucciseabotte, sen-
zamotivo, unadonnafilippina,
Emlou Arvesu (nella foto) che
stavapassandoper strada
Un'aggressioneselvaggia, sulretrodel-
la discoteca di Pizzoli, in provincia de
L'Aquila, doveavevapartecipatoaunafe-
sta. Quandoèuscitadasolaqualcunol’ha
massacrata di botte e violentata. Forse
unostupro di gruppo.
Vittima una studentessa universitaria
ventenneadessoricoverataingravicondi-
zioni nell’ospedale dell’Aquila: ha perso
moltosangue,quandol’hannotrovatado-
po le 3.30 della notte era priva di sensi in
mezzoallaneve, conunatemperaturasot-
tolozero. «Avevamoappenachiuso, sono
uscitoehovistolaragazzasvenuta, semi-
nuda, così ho chiamato il 118 ed è stata
portatainospedale, poi sonoarrivati i ca-
rabinieri peri rilievi», raccontaLuigi Mar-
ronaro, titolare della discoteca «Guerni-
ca». «Sembrava morta. Mi sono preso un
grande spavento - prosegue -. Conunra-
gazzo che lavora come buttafuori abbia-
mocercatodi rianimarlasenzariuscirci e
poi di beccare il responsabile subito».
Marronaro, stando al suo racconto, ri-
manevicinoallagiovane, lacopre; ilbutta-
fuori gira intorno al locale, notando un
giovanecongli abiti macchiati di sangue.
A questo punto lo avrebbe avvicinato,
chiedendogli cosafacesselì einvitandolo
adaspettare l’arrivodei carabinieri.
«Eravestitonormalmentemaci hadet-
todi essereunmilitaredi fuori, inservizio
all’Aquila. Haaggiuntochelamattinado-
po sarebbe dovuto andare al lavoro e se
n’è andato». «Forse è successo nel par-
cheggio. Sarà la ragazza stessa a dirlo
quando starà meglio», spiega ancora il
proprietario del locale. I carabinieri lo
hannoperòrintracciato.Il giovaneavreb-
be però negato lo stupro, parlando di un
rapporto sessuale consenziente. per ora
nei suoi confronti non sono stati presi
provvedimenti.
«Quantoèaccadutoci hascioccatotutti
- aggiunge ancoraMarronaro- ma quan-
toavvienefuori dal localenondipendeda
noi». I carabinieri intantohannoascolta-
toalcuni giovani, traquesti alcuni milita-
ri, cheavrebberoconosciutolaragazzaal-
l’interno del locale. Si stanno valutando
alcunetestimonianzeeincrociandoi rac-
conti. Qualche risposta decisiva potreb-
bero fornirla le tracce, anche biologiche,
trovate sul luogodella violenza.
Picchiata e stuprata fuori dalla discoteca
Precedenti
Tassista morto
per un cane
Investito
durante la lite
Vigile schiacciato
dal Suv del rom
Uccisa a botte
dal pugile folle
T
U
T
T
O
N
U
O
V
O
P
I
Ù

R
I
C
C
O


E

C
O
M
P
L
E
T
O
64 - GIVA GIVA - 65
italiani sul podio di Giorgio Vitali
ONORE AL MERITO SIAMO GLI ITALIANI ALL’ESTERO
Decine di migliaia di giovani lasciano ogni anno
l’Italia per fare carriera all’estero. Spesso laureati,
appartengono a un’emigrazione di élite, poco feli-
cemente ribattezzata “la fuga dei cervelli”. Alcuni
tornano, altri raccolgono onori e trovano anche la
notorietà. Come le storie che vi raccontiamo qui.
febbraio 2012
I
l prestigioso mensile
scientifico america-
no “Popular Science
Magazine” pubblica
ogni anno una attesissima
classifica – Brilliant 10 (i 10
più brillanti) – dei giovani
scienziati “under 40” più pro-
mettenti dell’anno. Anche nel
2011, come già era accaduto
nel 2010 (vedi box), l’ambito
podio vede la presenza di un
nome italiano, quello di Ales-
sandra Luchini.
Grazie a una borsa di studio
del Servizio Sanitario Na-
zionale, Alessandra (classe
1977) è arrivata negli USA
per studiare le tracce che al-
cuni tipi di cancro rilasciano
nel flusso sanguigno.
Alcune malattie rilasciano dei
biomarcatori nei fluidi cor-
porei, anche in fase iniziale;
questi, però, sono volatili e
si degradano rapidamente.
La soluzione individuata
dalla Luchini per catturare
e stabilizzare questi biomar-
catori, in modo da consentire
i medici di rilevarli con dei
test e quindi di iniziare il
trattamento immediatamente,
è stata di utilizzare le nano-
particelle. Le nanoparticelle
sono finora state usate per
la funzione contraria, e cioè
per portare i farmaci diretta-
mente all’obiettivo prefissato.
Con questa nuova procedu-
ra, vengono programmate
per catturare i biomarcatori
presenti nei fluidi corporei
e preservarli intatti. Questa
vera e propria “trappola”
(non a caso si chiama Nano-
trap) ha bisogno di un’esca,
dei coloranti che attirano
chimicamente i diversi bio-
marcatori.
Finora, la Nanotrap è stata
utilizzata per la diagnosi
precoce di un vasto spettro
di tumori: della mammella,
dell’ovaio, i melanomi, della
prostata e dei polmoni. Un
esempio: per il melanoma
stanno studiando un cerot-
to che, applicato sopra una
macchia sospetta, potrà
analizzare il sudore per di-
stinguere un semplice neo da
una lesione maligna. Ma la
prima, vera sperimentazione
clinica è stata fatta per la
malattia di Lyme: una parte
dei pazienti, infatti, soffre di
una eruzione cutanea ma per
gli altri la diagnosi è molto
difficile da ottenere. Con la
Nanotrap, però, i tecnici sono
in grado di intrappolare gli
antigeni che provengono dalla
spirocheta, che causa la malat-
tia. L’equipe della dottoressa
Luchini sta raccogliendo la do-
cumentazione necessaria per
ottenere l’approvazione della
FDA (Food and Drug Admini-
stration, ndr), necessaria per
introdurne l’applicazione negli
ospedali.
“La cosa più bella da quando
sono diventata “nota” – ha
dichiarato la Lucchini in
un’intervista rilasciata appena
dopo la nomination – è che
tanti lettori della rivista mi
scrivono e mi telefonano.
Mi chiedono aggiornamenti,
consigli e idee…” E, cosa
più toccante, la ringraziano
per quanto fa per sconfiggere
il cancro.
Originaria del Piemonte ma
cresciuta a Udine (dove torna
un paio di volte l’anno per
trovare la famiglia), Alessan-
dra è sposata con un america-
no e ha una figlia, Sofia, nata
nel 2010. Nel 2005, dopo
essersi laureata in ingegne-
ria chimica e aver preso un
dottorato in bioingegneria
all’Università di Padova, è
partita per gli Stati Uniti.
Oggi divide il suo tempo fra
l’insegnamento alla George
Mason University della Vir-
ginia – dove ha un contratto
di ricercatore di tre anni – e
la ricerca privata. Nel 2008,
infatti, ha fondato insieme
ad altri colleghi la Ceres
Nanosciences, un’azien-
da che produce tecnologie
sviluppate a partire dalla
Sono loro la
speranza per
il futuro
La
ricerca
offre
spazi molto più all’estero che in Italia e allora ecco che i giovani partono e operano con impegno
Alessandra Luchini
TECNOLOGIA
I PRODOTTI
PER MIGLIORARE
IL TUO LAVORO
DI CHE COLORE
CERCHI IL TUO
LAVORO
I SETTORI CHE NON
TROVANO COLLABORATORI
E LE 20 PROFESSIONI
DEL FUTURO
«SE NON ORA
QUANDO?» IL PRESI-
DENTE COLAP E LA
RISCOSSA DELLE
PARTITE IVA
MARCELLA FRATI
«ECCO I SEGRETI PER
EMERGERE E AVERE
SUCCESSO»
FEDERICO
MONTANARI
«COME HO FATTO
CRESCERE IL BELL’ESSERE
IN FRANCHISING»
BANCHE
5 CONSIGLI SU
COME OTTENERE
IL CREDITO
NUOVO
PIÙ RICCO
PIÙ ECONOMICO
120 PAGINE
QUELLO CHE C’È
DA DISCUTERE
SUI DECRETI
DEL GOVERNO
MONTI
STARTUP
LE STORIE DI CHI
CE LA STA FACENDO
9
7 7 2 0 3 9
0 1 6 0 0 0
ISSN 2039-0165
20015
MENSILE Anno 4 n15 - FEBBRAIO 2012 3,50€
P
a
rtite
Iv
a
LAVORI DISPONIBILI E LAVORI DEL FUTURO
IL GIORNALE DELLE
LA RI VI STA DEI PROFESSI ONI STI AUTONOMI DELLE NUOVE PROFESSI ONI E DELLE OPPORTUNI TÀ
+ NORMATIVE, CALENDARIO SCADENZE
L’AVVOCATO E IL CONSULENTE DI
COMUNICAZIONE. I NOSTRI ESPERTI E
LE VOCI DELLE ASSOCIAZIONI
IL GIORNALE DELLE PARTITE IVA
2012
64 - GIVA
g g
Alcune malattie rilasciano dei
biomarcatori nei fluidi cor- rr
porei, anche in fase iniziale;
questi, però, sono volatili e
si degradano rapidamente.
La soluzione individuata
dalla Luchini per catturare
e stabilizzare questi biomar- rr
catori, in modo da consentire
i medici di rilevarli con dei
test e quindi di iniziare il
trattamento immediatamente,
è stata di utilizzare le nano-
particelle. Le nanoparticelle
SS
sp
il
IL GIORNALE DELLE
Partite Iva
In questo numero: Come ottenere il credito dalle banche, i lavoratori
introvabili, i nuovi lavori e settori emergenti. Gli esperti: avvocati, tributaristi,
commercialisti. Le voci delle Associazioni, le storie di successo e... molto altro!
Hai la Partita Iva o la stai aprendo?
È il mensile pensato per te!
O
i
ti,
o
ere
a
rna
an-
ica-
ata
e-
22 - GIVA GIVA - 23
le pagine di ANCOT
CONTRIBUTI
SILENTI ANCORA
NON CI SIAMO
Come è cambiata la pensione dei professionisti
senza Albo nella Gestione Separata INPS.
Rimane aperto il problema dei Contributi Silenti
febbraio 2012
C
on la Legge 8 ago-
sto 1995 n° 335,
articolo 2 comma
26, “a decorrere
dal 1 gennaio 1996 sono tenuti
all’iscrizione presso un’apposita
gestione separata, preso l’INPS …
(omissis)”:
- i -o¡¡ciii chc c-crciiano pcr
profc--ionc ahiiualc. ancor chc
non esclusiva, attività di lavoro
autonomo di cui alla comma
1 dell’art. 49 (ora art. 53) del
testo unico delle imposte diret-
te... (omissis);
- nonchc i iiiolari di rapporii di
collaborazione coordinata e
continuativa di cui al comma
2 dell’art. 49 (ora art. 53) …
(omissis);
- c ¡li incaricaii alla vcndiia a
domicilio di cui …(omissis)
Le aliquote contributive
Le aliquote contributive sono
sensibilmente variate nel tempo;
partiti con un 10%nel 1996, con
l’aumento di un punto percentuale
contenuto nell’art. 22, comma 1,
della Legge 12/11/2011 n° 183,
con effetto dal 1 gennaio 2012
siamo arrivati al 27,72%(di cui
0,72%quota non destinata al fondo
pensione, ma solo al fondo mater-
nità ed assegni familiari); l’aliquota
invccc c dcl 18%pcr coloro chc
sono iscritti ad altra forma di pre-
videnza.
Il contributo è pagato con modalità
diverse:
a) i lavoratori autonomi la pagano
interamente, ma possono recupera-
re in fattura il 4%;
b) i Co.Co.Co. invece pagano un
conirihuio chc pcr 2/3 c al carico
del committente e per 1/3 a carico
del lavoratore
Le prestazioni della
Gestione Separata
La Gestione Separata da diritto alle
seguenti prestazioni:
a) l’assegno di maternità sia
pcr i lavoraiori auionomi chc pcr i
co.co.co. nella misura dell’80%del
reddito in base al quale vengono
versati i contributi;
b) l’indennità post-partumdal 1
febbraio 2012, solo per le para-
subordinate e per la durata di tre
mesi, nella misura del 30%;
c) l’assegno familiare
per l’assegno familiare i para-
subordinati sono stati equiparati ai
lavoraiori dipcndcnii. quindi hanno
diritto agli assegni in base al reddi-
to del nucleo familiare e al numero
dei componenti
d) l’indennità di malattia
l’indennità di malattia viene
erogata solo per i para-subordinati
in caso di degenza ospedaliera a
condizionc chc nci dodici mc-i
precedenti il ricovero, siano matu-
rati almeno tre mesi di contribu-
zionc. anchc non coniinuaiiva. c
chc il rcddiio dcll`anno prcccdcnic.
assoggettato al contributo, non sia
stato superiore al 70%del massi-
male contributivo valido per l’anno
in cui si verifica la degenza
Legge istitutiva
e) la pensione
L’età della pensione è variabile;
nell’opuscolo stampato dall’INPS
nel 1977 si doveva aver compiuto
almeno 57 anni per aver diritto alla
pensione; oggi con la Riforma For-
nero l’età è salita a 66 anni, ma con
l’aggancio alle aspettative di vita,
l’età potrebbe variare ancora.
Per aver diritto alla pensione oc-
corre avere almeno cinque anni di
contribuzione effettiva, ma attenti
al minimale ! Infatti ogni anno è
riconosciuto per intero solo se i
contributi sono versati sul reddito
minimale previsto per artigiani e
commcrcianii chc. pcr il 2012. c di
` 14.927,00 (per avere dodici mesi
interi è necessario versare
almeno ` 4.138,00 pari al 27,72%
del reddito di ` 14.927,00) Se
il contributo è versato su redditi
inferiori i mesi di assicurazione
da accreditare a favore dell’inte-
ressato sono ridotti in proporzione
alla somma versata (es.: reddito
annuo ` 7.200,00 - ` 600,00 al
mese – contributo 27,72%pari a
` 1.996,00; ai fini della pensione
saranno maturati solo sei mesi an-
zichc dodici): -i ri-chi quindi chc i
cinque anni di contribuzione mini-
ma possono passare facilmente da
cinquc a -ciic a dicci cd anchc piu:
Inoltre c’è da tenere in consi-
derazione la “misura minima”
chc -i¡ninca chc la pcn-ionc vicnc
riconosciuta se l’importo del trat-
tamento non risulta inferiore a 1,5
l’ammontare dell’assegno sociale
INPS annuo (nel 2012 l’assegno
sociale è pari ad ` 644,00 mensili).
Il metodo di calcolo della pen-
sione
Il metodo è quello contributivo.
I contributi validi ai fini della
pcn-ionc -ono -olo il 27%pcrchc.
come già detto sopra, lo 0,72%
va al fondo maternità ed assegni
familiari.
I contributi vengono accantonati e
producono un montante contri-
butivo con un tasso di capitalizza-
zione o di rivalutazione dato dalla
variazione media nel quinquennio
precedente del PIL (prodotto inter-
no lordo) nominale, determinato
dall’ISTAT.
Il montante contributivo alla data
del pensionamento, moltiplicato
per il coefficiente di trasforma-
zione chc crc-cc in ha-c all`cia. ci
darà l’importo della pensione.
Pertanto la pensione dipende dalle
seguenti variabili:
1) i contributi versati;
2) l’età di cui si và in pensione;
3) il tasso di rivalutazione (legato al
PIL ed insufficiente a mantenere il
di Arvedo Marinelli Presidente Nazionale A.N.CO.T.
Associazione Nazionale Consulenti Tributari
Arvedo Marinelli Presiden-
te Nazionale A.N.CO.T
Associazione Nazionale
Consulenti Tributari
c a dicci cd anchc piu:
da tenere in consi-
a “misura minima”
chc la pcn-ionc vicnc
se l’importo del trat-
risulta inferiore a 1,5
dell’assegno sociale
(nel 2012 l’assegno
i ad ` 644,00 mensili).
i calcolo della pen
uell
alidi
no lordo) nominale, determinato
dall’ISTAT.
Il montante contributivo alla data
del pensionamento, moltiplicato
per il coefficiente di trasform
p
zione chc crc-cc in h
darà l’import
Pertanto
se
lo della pen
lo contrib
i ai fi
in
e
d
ic
o
la
in
1
2
0
p
a
g
in
e
a
nno 4
- n.1
5
VOGLIA DI RISSA
L’uomo, colpito al volto
e alla testa, ora lotta
tra la vita e la morte
L’hanno trovata svenuta. Sospetti su un militare
PAURA Ancora violenza folle e gratuita tra le strade di Milano dove si rischia la vita per un nulla
L’Aquila Grave una studentessa
MILANO VIOLENTA Arrestato un sedicenne sudamericano
Massacrato in strada per un’occhiata
Vittima un cinese di 55 anni: un ragazzino ubriaco l’ha picchiato con la scusa che aveva guardato l’amica
20 CRONACHE

Lunedì 13 febbraio2012 il Giornale
DianaAlfieri
Arriva l’ennesimo divieto ali-
mentare. Unacosaseria, agiudica-
re dall’autorevolezza della rivista
Nature che pubblica lo studio di
un’équipediricercatoriamericani.
Acondurregli esperimenti sono
stati i ricercatori dell’Università di
San Francisco e dell’University of
CaliforniadiLosAngeles. Questala
loro conclusione: «Lo zucchero fa
danniallasaluteerendedipenden-
ti, lasuavenditaandrebberegolata
per legge». E poi: «Lo
zucchero fa aumentare
la pressione, cambia il
metabolismoeprovoca
problemi al fegato». In-
somma, anche lo zuc-
chero alla stregua del
junkfood, l’odiatissimo
cibo-spazzatura.
Alanciare l’allarme è
giunto l’articolo made
inUsapubblicatodaNa-
ture con tanto di scoop
scientificoincopertina:
titolo, «Sanitàpubblica:
la verità sulla tossicità
dello zucchero»; oc-
chiello: «Ecco come i
danniprovocatidaque-
stoalimento sono mol-
tosimili aquelli causati
daalcol efumo».
«Lo zucchero è molto lontano
dall'essere soltanto unfornitore di
calorie – spiegato i professori Ro-
bert Lustig, LauraSchmidt eClaire
Brindis-.Allivelloconsumatoinoc-
cidentecambiail metabolismo, al-
za la pressione, altera i segnali or-
monaliecausadannisignificativial
fegato. I pericoli per la salute sono
largamentesimiliaquellichesihan-
nobevendotroppoalcol, chenona
casoderivadalladistillazionedello
zucchero».Questoingrediente–co-
sì usatoediffusointuttoil mondo–
è uno dei principali responsabili
dei 35 milioni di morti l'anno per
malattiecomeildiabeteoproblemi
cardiocircolatori. Naturalmente,
comespessoaccade, ancheinque-
stocasoafareladifferenzasonoso-
prattuttolequantità;uncasosutut-
ti: negli Stati Uniti l'apporto quoti-
dianodicaloriedateesclusivamen-
tedallozuccheroèspessopariosu-
periorealle500unità. Ciòvuol dire
chepiùdiunterzodellecalorieinge-
riteognigiornodagli americanide-
rivasolodaquestoingrediente».
Ec’èdipiù:secondogliscienziati
chehannocondottolostudioque-
stoingrediente–così usatoediffu-
sointuttoilmondo–èunodeiprin-
cipali responsabili dei 35milioni di
morti l'anno per malattie come il
diabeteoproblemicardiocircolato-
ri. Naturalmente, come spesso ac-
cade, ancheinquestocasoafarela
differenzasonosoprattuttolequan-
tità; uncasosututti».
Il problema dunque è che nel
mondo, especieinalcuni Paesi ric-
chicomegliUsa,seneassumetrop-
po, tantoche negli ultimi 50anni il
consumomedioprocapiteèaddi-
ritturatriplicato. Equestopuòpor-
tareneltempoamalattieanchegra-
vi, chetendonoad«ucciderelenta-
mente». «Non stiamo parlando di
proibire lo zucchero – hanno con-
clusogli esperti -, ma il suoconsu-
modovrebbe essere regolamenta-
to da norme ben precise». E allora
comeprevenirelepericolosemalat-
tiederivantidaunconsumoeccessi-
vodiquestoingrediente?Rispondo-
nogli esperti: «Cercando di optare
comunqueperidolcificantinatura-
li, comelastevia, finalmentelegale
ancheinEuropa,oilmiele,cheapa-
ritàdiquantitàhannounpoteredol-
cificante superiore a quello dello
zucchero».
FrancescaAngeli
Professor Pietro Migliaccio,
oltreadesserepresidentedella
Società italiana di scienza del-
l’alimentazione lei
si occupa da sempre
di educazione ali-
mentare. É vero che
lozuccheroèunperi-
coloper lasalutepa-
ragonabile a droga
alcol etabacco?
«Ovviamente questa
è un’esagerazione.
Qualsiasialimentocon-
sumatoineccessopro-
duce danni. Attenzio-
ne però, lo zucchero è
indispensabileperlasa-
lute dei nostri globuli
rossieperilsistemaner-
voso centrale, non va
eliminato».
Quale è la giusta do-
se di zucchero gior-
naliera?
«Sul totaledellecalo-
riecheingeriamoognigiornocirca
il60percentodeveesseredicarboi-
drati, traquesti il 10percentodeve
essere rappresentato dai carboi-
drati semplici, zucchero, fruttosio
elattosio. Sesi superaquestadose
sientranellasferadelrischioovve-
roquellodi sviluppareun’insulino
resistenza che è l’anticamera del
diabete».
Unasogliafaciledasuperare.
«Il rischio di ingerire quantità
enormi di zucchero senza accor-
gerseneèlegatosoprattuttoallebe-
vande zuccherine: aranciate, suc-
chi di frutta. In una lattina di que-
stotipodi bevandec’èunaquanti-
tà di zucchero che corrisponde a
circa35grammi. Insommasesi in-
geriscono tre lattine è come man-
giareunpiattonedipastaconladif-
ferenza però che la pasta è un ali-
mentocompletomentrelabevan-
da forniscequelle che noi definia-
mocalorie“vuote“».
Consigli per nonesagerare?
«Si puòintervenire per legge. In
Franciahannoalzatoletasseedab-
bassatolaquantitàdizuccheroper
lebevandedolcificate. Edi recente
èstatosiglatounaccordoanchein
Italia trail ministerodella Salutee
le ditte produttrici per ridurre gli
zuccheri.Maiopensocheunabuo-
na educazione alimentare diretta
soprattuttoallenuovegenerazioni
sialasoluzionepiùgiustaeladieta
mediterranearestaquellapiùsalu-
tare».
Meglio lo zucchero bianco, di
cannaoi dolcificanti?
«I due zuccheri sono assoluta-
menteidentici.Peridolcificantioc-
corre fare attenzione perchè non
esistonostudi approfonditi suuna
loropossibiletossicità».
Trelattine di bibitezuccherine
equivalgonoaunpiattone
di pasta, senzaperò garantire
energia«sana» mafornendo
solocalorie«vuote»
Per le creme al cioccolatoda
spalmaree lemarmellate
valelostesso principiodelle
merendinegrasse, ogni
tanto, sì; tutti i giorni, no
C’ètortae tortae dolciume
edolciume. I prodotti fatti
incasa, adifferenzadi quelli
confezionati, possono
ancheesseregenuini
Il rischioèsoprattutto per i
bambini. Merendinee
caramellepossonocausare
grossi danni. Molto meglio
faremerendaconunfrutto
Bibite
con le bollicine
Cibi di cui diffidare
Creme
e marmellate

L’ESPERTO
«Niente anatemi
Ma rispettate
la regola del 10%»
Certe
bevande
sono davvero
pericolose
Torte
e dolciumi
Caramelle
e merendine
METABOLISMO IN TILT
«Fa aumentare
la pressione e provoca
problemi al fegato»
Pietro Migliaccio
Unuomonatodonnaèdiventa-
to la prima «mamma maschio» in
GranBretagnanonostantesi fosse
già sottoposto all’operazione per
cambiare sesso. Lo rivela il Sun-
day Times, che riporta l’annuncio
di un’associazionedi beneficenza
che gli ha dato assistenza, secon-
dolaqualel’uomoavrebbedatoal-
laluceunfiglioloscorsoannodo-
po un trattamento ormonale che
hariattivatoil suoutero.
Quest’ultimo non era stato ri-
mossodurantel’interventosubito
per il cambiodi genere.
Joanna Darrell della Beaumont
Society-l’organizzazionecheaiu-
ta uomini che vogliono o hanno
cambiato sesso - ha dichiarato al
domenicale che l’uomo, di circa
30 anni, li aveva contattati per in-
formarsisulleimplicazioniditene-
reil propriouteroesuquali opera-
zionichirurgichepotevaaverepri-
ma che una gravidanza diventas-
seimpossibile.«Sièpoifattorisen-
tirecircasei mesifaperringraziar-
ci peril nostroaiutoedirecheave-
vaavutounbambino», haaggiun-
toDarrell.Nonechiaroseilbambi-
nosiastatopartoritonaturalmen-
teoconil tagliocesareo. Darrellha
dichiarato che «per quanto ne sa
questoingleseèil terzocasodocu-
mentato in letteratura medica di
un bimbo partorito da un uomo
sottoposto ad un’operazione per
il cambiodi sesso».
La Hfea, l’authority britannica
per la fecondazione e l’embriolo-
gia, nonhafattocommenti sul ca-
so inglese, e un suo portavoce ha
dettoche sebbene nonmantenga
unregistrodeitransessualicheso-
no diventati madri, in futuro po-
trebbe iniziare a raccogliere dati
sul fenomeno.
Iprogressinelcampodell’endo-
crinologia,chehannoresopossibi-
li le gravidanze per donne già en-
trate in menopausa, hanno dato
nuovepossibilitàancheaitranses-
suali divenuti uomini. Secondo
GedisGrudzinskas,direttorediRe-
productiveBiomedicineOnline,il
caso denunciato dalla Beaumont
Society non sarebbe il primo in
Gran Bretagna e diversi transes-
suali giàsi sarebberorivolti inpas-
sato a specialisti indiani, data la
controversadimensioneeticadel-
laquestione nel Regno.
Christopher Inglefield, un chi-
rurgospecializzatonelleoperazio-
nidicambiodelsesso,hadichiara-
todiavervistoduecasinegliultimi
annidiuominichevolevanoresta-
re incinti. «La soluzione piùovvia
èfarconservarelorodelleuovapri-
madisottoporsiall’intervento,co-
sì che successivamente possano
avere figli utilizzando una madre
surrogata», hadetto.
GLI IPERSALUTISTI «È tossico e dannoso»
La vita sempre più amara
Per i medici lo zucchero
fa male come alcol e fumo
Secondo uno studio pubblicato su Nature, crea
dipendenza: «La sua vendita va regolata per legge»
la storia
Bimbo partorito dalla «mamma maschio» inglese
TAGLIO CESAREO
La «mamma maschio»
inglese ha partorito
un bimbo dopo essersi
sottoposta al taglio
cesareo
L’uomo aveva subito l’operazione per il cambio di sesso, ma ha tenuto l’utero
DOLCI VIZI, MA NON ESAGERIAMO... Ragazza con zollette di zucchero
Polemiche in Gran Bretagna
CRONACHE 21
Lunedì 13febbraio2012 il Giornale
DanielaUva
C'è chi punta a realizzare i «sogni accessibili» e
chi a usare le nuove tecnologie per attrarre i clienti.
Chiancoraoffreinunapiccolapralinala«ricettadel-
lafelicità»echi puntatuttosull'efficienzalegataallo
shopping. Intempi di crisi economicaglobaleanche
il commerciosi reinventa. Perchéquandoi consumi
calano la parola d'ordine diventa «stupire». Così, in
tuttoil mondoi negozi elegrandi catenesviluppano
strategieavoltemoltooriginaliperoffrireservizinuo-
vi e attrarre potenziali clienti. È il caso di «Planet»,
l'ipermercatoreinterpretatodaCarrefour: è decisa-
mente orientato verso gusti femminili, accanto alle
merci tradizionali offre anche vere e proprie «chic-
che» per andare incontro ai gusti dei clienti più esi-
genti.Egrazieaunanuovafilosofiatrasformailclassi-
coipermercatoinunluogocuratoe riccodi servizi.
Èinvecel'usodellatecnologialachiavedelsucces-
sodiCraftsman,l'aziendaUsaleadernel bricolage.Il
nuovonegoziodi Chicagoè unveroeproprioparco
giochi dedicatoagli adulti appassionati di fai-da-te.
Fraunoscaffaleel'altroèpossibilecimentarsi inpri-
mapersonacongli attrezzi, partecipareaworkshop
miratieiscriversi agiochi etornei.
È una società italiana Kiki Lab,
incollaborazionecolgruppoEbel-
toft, aselezionareepremiareogni
annoi punti venditapiùinnovati-
vi. Emerge una costellazione di
piccoli,mediegrandipuntivendi-
taletteralmente rivoluzionati per
combatterela crisi.
Emblematicoèilcasodellaspa-
gnola«HappyPills», specializzata
nellavenditadicaramelle. Intem-
pi di difficoltà, preoccupazioni e
stresscosac'èdi megliodi unaca-
ramellaingradodi trasmetterefelicità?Di qui ènata
l'ideadi apriresei negozi dovenonci si limitaadac-
quistarepralineedolciumi di ogni tipo. Sugli scaffali
che ricordano una moderna farmacia, si può infatti
anchesceglierel'etichettadellaconfezione: ogni ca-
ramellacura un«malessere».
Dalla svedese H&M Home, invece, tutto si gioca
sull'efficienzaeil divertimentolegatoalloshopping.
L'innovazione è protagonista anche nel regno indi-
scusso dei bambini: il nuovissimo Disney imagina-
tioncenter, piùcheunnegoziodi giocattoli un'espe-
rienzachemiraaregalareaognipiccolocliente«imi-
glioritrentaminutidellasuagiornata». Unpo' quello
chesuccede, mainversioneadulta, neinuovi Micro-
softexperiencecenter,negoziinterattivichepromet-
tono di trasformare in informatici esperti anche i
clienti alle primissime armi. Largo spazio, quindi, a
consulenti etecnici che, comeveri epropri personal
shopper,spieganoaogniacquirentetuttiisegreti del
pc.Infine, perchi amailcioccolatononpuòmancare
unsaltodaRitterSport, ilnegoziodedicatoallafamo-
sa barretta quadrata, a Berlino. Qui si acquista ogni
tipodi cioccolato, si puòpartecipare adegustazioni
efarsi coinvolgere nel processodi lavorazione.
AVERY FINE PERFUMERY
Alla boutique dell’olfatto
dove il profumo è un’esperienza
DOVE E QUANTO
Modena, Londra, New York, New Orleans
CONTINENTE ICE
Il surgelato «doc» si degusta
prima di passare alla cassa
2 negozi a Lisbona e Porto
DISNEY IMAGINATION CENTER
Il regno da sogno dei giocattoli
con teatro e schermi interattivi
355 negozi fra Usa, Giappone ed Europa
DOVE E QUANTO
6 negozi in Spagna
DanielaFedi
NewYork «Di solitostoacasaconi bambini,
ma stavolta sonovenutoalla sfilata di Victo-
ria e trovo la sua moda sexy e smart». David
Beckham, incodacometuttiperraggiungere
il backstage, elogia la collezione per l’inver-
noprossimochelamogliehaappenapresen-
tatosullapasserelladellaNewYorkPublicLi-
braryetentadi nonrubarlelascena. Bellissi-
mo nel suo impeccabile completo grigio fir-
matoRalph Lauren, l’attaccante esterno del
Galaxy di Los Angeles dribbla abilmente la
stampaperprendereinbracciol’ultimogeni-
tabattezzataHarperSeveninomaggioall’au-
tore de Il buio oltre la siepe (Harper Lee) e al
numero sette del papà in campo. Subito un
gruppodi solerti bodyguardbloccal’accesso
all’areaincuiil giocatorepiùpagatodel mon-
do spupazza la sua bambina e non ci resta
che ammirarlo da lontano mentre l’ex Posh
Spicespiegadi averenfatizzatolalineasuper
aderente dei suoi modelli chiusi sulla schie-
na da una chilometrica zip. «Non vedo l’ora
d’indossarli - cinguettalasignora- sonoper-
fetti per una donna forte e piena d’impegni,
così sicuradi sédapotersi concedereil lusso
di scenderedai tacchi». Leiperaltrononlofa,
ma le modelle hanno sfilato con degli strani
tronchetti afflosciati sullecaviglie(solodalla
suola rossa si capiva che sono di Christian
Louboutin,gurufrancesedell’ipertacco)op-
pure con i classici stivali dei marines da cui
spuntavanoi calzettoni di lana. Sopraqueste
calzaturemarzialiindossavanorigorositubi-
ni secondapelleeseveri pastrani dasoldato.
Inevitabile pensare a un’ispirazione milita-
re, maVictoriaBeckhamnegacheperriusci-
re a entrare inquesta modadestinata a don-
nefiliformicomeleinonservefarelafame,ba-
staesseretoste. Saràvero, malamiglior cifra
stilisticadelle sfilatedi NewYorksta proprio
inquella «sport attitude» che nessunointer-
pretabenecomeFelipeOliveiraBaptista, di-
rettore creativo di Lacoste dal settembre
2010. Stavolta il designer ha scoperto che il
marchio del coccodrillo nel 1966 vestì la na-
zionalefrancesedisci(quell’annoJeanClau-
de Killy vinse due titoli mondiali in libera e
combinata) per cui si è cimentatoinuninte-
ressantecrossovertral’abitodarugbyelatu-
tadasci.Il risultatoeravincenteeconvincen-
teallostessotempo. AncheAlexanderWang,
ventottennedesigner californianodi origine
cinese, vestesportivamentelesuemodellein
pelleepantaloni damotociclistaaggiungen-
douna sortadi rete dapesca sulla faccia, co-
me una veletta al contrario. Nessun urlo nel
deserto, ma in America ha molto successo e
vestepure MichelleObama.
DOVE E QUANTO
Chicago
Piùcheunaprofu-
meriainsensoclassi-
coè una boutique ol-
fattiva, che guida i
clienti alla scelta del
prodottoidealeinun'
atmosfera onirica e
molto emozionante.
Lo spazio è dedicato
inprimoluogoallees-
senze, ma anche alla
bellezzaeal makeup.
E' presentepersonale
altamente specializ-
zato,chesegueiclien-
tiancheattraversoin-
contriatemaedeven-
ti.
I NUOVI TEMPLI DELLO SHOPPING Come cambiano i punti vendita
Ecco i negozi più innovativi del mondo
Effetti speciali e servizi personalizzati, le ultime strategie dei commercianti per attirarci (e farci spendere)
I surgelati, nella
nuova catena, sono
venduti attraverso
un innovativo e mo-
dernoservizioperso-
nalizzato e in unam-
biente piacevole, nel
qualetrovaspazioan-
che tutta un'area de-
dicata alla degusta-
zione. Ma non basta,
perché rivolgendosi
al punto vendita si
può godere di altri
vantaggi, come la
consegnaadomicilio
e il servizio prenota-
zione.
DOVE E QUANTO
190 metri quadri
Inuovinegozimo-
nomarca Disney so-
noveri eproprioluo-
ghi da fiaba dove i
bambini sono lette-
ralmente immersi
nel fantasmagorico
mondo dei cartoni
animati. Ci sonoper-
corsi incantati, gio-
chi,laboratorieunte-
atro, che è il fulcro di
ogni negozio. Qui
unoschermointerat-
tivo trasmette le av-
venturedeipersonag-
gi piùamati del mon-
doDisney.
DOVE E QUANTO
CRAFTSMAN
Il regno del bricolage hi tech
che trasforma in gara il fai-da-te
IMPECCABILE Victoria Beckham in
forma. Ieri con lei il marito David
Victoria toglie i tacchi alle modelle e si dà allo stile da caserma
DONNA FORTE Lei vista da
Lacoste: impegnata e sportiva
RT MART
Il cliente vuole l’orata fresca?
Qui deve pescarsela da sé
DOVE E QUANTO
155 negozi in Cina
20mila metri quadri
Planet Carrefour
Da 12 a 300 metri quadri
450 metri quadri
Èunnegoziodi nuovagenerazionenel qualenon
ci si limita a compare caramelle e dolciumi di tutti i
tipi, masi puòanchesceglierel'etichettadellaconfe-
zione. Perchél'obiettivoè curarei mali cheaffliggo-
nolafelicità. Ealloralepralinediventanopilloleper
far tornare il buonumore, contenute in confezioni
moltooriginali chericordanoquelledellemedicine.
HAPPY PILLS
La farmacia delle caramelle
Ognuna cura un «malessere»
Da 30 a 50 metri quadri
Il colosso americano del bricolage ha aperto un
nuovopuntovenditachepiùcheunnegozioèunpar-
codivertimenti dedicatoagli adulti cheamanoil fai-
da-te. E' possibile utilizzare inprima persona gli at-
trezzi, partecipare a workshop mirati e iscriversi a
giochietornei trasmessiindirettastreaming, perap-
passionareanchei piùgiovani.
E Lacoste crea un mix tra tuta da sci e tenuta da rugby
Beckhama New York Passerella da stilista
750 metri quadri
Èilregnoassolutodeiprodottialimentarifreschi:
unasortadi mercatoall'internodell'ipermercato. Ci
si trova di tutto, dalla frutta e verdura ai servizi. Ma
nonbasta, perchéèsoprattuttoil pesceaesserepro-
tagonista. Ea pescarlo, da appositi enormi vasconi,
sonodirettamenteiclienti,seguiti dalpersonalespe-
cializzato.
22

Lunedì 13 febbraio2012 il Giornale
Pierluigi Bonora
L’avviodel2012èstatocaratterizzatodallasfi-
da, sul mercato nordamericano, tra Mini e Fiat
500, dueiconeil cui obiettivo, nel momentoincui
sonostatesbarcatesul suoloUsa, èquellodi con-
vinceregli americani cheviaggiaresuunavettura
compattaèbello, piùeconomicoeanchetrendy.
Soprattutto se si tratta di automobili chic. Una
missionenonfacilevisteleabitudinidiquestopo-
polo, solito a viaggiare su imponenti Suv e pick-
up. Cerchiamo, a questo punto, di approfondire
l’argomentoconKaySegler, numerounodi Mini
all’internodel BmwGroup.
Come convincere gli
americani a scendere di
tagliaconl’automobile?
«Mini parlaun’unicalin-
gua, globale. Èquestoil se-
greto dietro i nostri risulta-
ti».
Dieci anni di Mini negli
Stati Uniti: una scom-
messacoraggiosache,al-
lafine,hapermessoalvo-
stromarchiodiritagliar-
si una presenza di tutto
rispetto in quel merca-
to.
«Eravamosicuri di farce-
la. La situazione del 2009
noneradellepiùfaciliacau-
sa della precedente crisi
economica. Da parte no-
stra, inquelloscenario, ab-
biamocontinuatoalavoraresenzastressareilbu-
siness consvendite e sconti. Insomma, abbiamo
mantenutolacalma e, così, ci siamorafforzati».
Conquali risultati concreti?
«OranegliUsaabbiamo110dealerchedivente-
ranno125. Sonotutti concessionari esclusivi Mi-
ni e, quindi, nonsonomischiati adaltri marchi».
Intutti questi anni sonostaterispettatelevo-
streprevisioni di venditanegli Stati Uniti?
«Sonoallasecondaesperienzaallaguidadi Mi-
ni e continuo a essere convinto che, soprattutto
Stati Uniti eCina, conlelorograndi città, rappre-
sentino grossi mercati e di successo. In America
possodirecheipiani di svilupposonostatirispet-
tati. Quando a rappresentarti è unmarchio forte
nonpuoi fare altrochecrescere».
E veniano alla sfida Oltreoceano tra Mini e
500, due modelli «premium» che guardano
più o meno alla stessa clientela. L’ad di Fiat,
SergioMarchionne,haridimensionatoleam-
bizioni della500sul mercatoamericanovisti
iproblemidel2011soprattuttoinrelazioneal-
laretevendita.
«Dico solo che la Fiat 500 é una bella auto e ha
unfeelingconl’iconadellacasatorinese. Checo-
sa ci differenzia da loro? Semplice: la 500 é solo
un’automobilee nonunbrand. Tuttoqui».
Si spieghi meglio.
«Sesi vuolesviluppare unmodelloèsemplice:
bastaavereisoldiperfarlo,mail maggioreinvesti-
mento, quello fondamentale, è avere una rete di
concessionari chelavori giornoenotteperil mar-
chio».
A questo punto, vi ritenete senza rivali negli
Stati Uniti nellanicchiadi mercatodoveope-
rate?
«Giusto. Senzacompetitorecontantifan.Male
facciounesempiodi quantoil brandMini siafor-
te. Con l’annuncio del lancio del marchio in In-
dia, suFacebookMini inquel Paesesi sonogiáre-
gistrati piùdi 50mila appassionati. Equestosen-
zasenza parlareancora dellagamma».
520$&$3,7$/(
SEGRETAR!ATO - D!REZ!ONE GENERALE
Direzione Appalti e Contratti
2**(772 Comunicazione di aggiu-
dicazione dehnitiva di gara relativa
all'appalto di lavori disposta con deter-
minazione dirigenziale.
- Progettazione esecutiva ed esecu-
zione dei lavori di ristrutturazione
dello Stadio Flaminio di Roma - Fase
2: (ex lotti 2 e +). ,PSUHVD $JJLX
GLFDWDULD ¨R.T.!. Tecno Edil Group
S.r.l. con !.C.O.N. S.r.l." - D.D. n. 22
del 16.01.2012 - (Pos. +f11A). Sono in
visione presso l'Albo Pretorio ulteriori
notizie in merito alle gare citate.
!l Direttore (Dr.ssa Cristiana Palazzesi)
La Borsa si aspetta che per la compagnia
si facciano avanti nuovi investitori
Finanza Verso un braccio di ferro
CamillaConti
Settimana cruciale per capire se nel
futuro di Fonsai c’è solo il matrimonio
conUnipol, cui fannodasensaleMedio-
bancae Unicredit, ose invece ci sarà un
altroepilogoallastoriafinorascrittadal-
lebanche. L’ingressodei «dogi»di Palla-
dio Finanziaria per ora non sembra na-
scondereunacordatacapacedifarsalta-
re il progetto Unipol. Ma di certo spari-
glialecartedellapartita.Laholdingvene-
tahainvestito10milioni per il 2,25%del
capitale della ex compagniadei Ligresti
epotrebbecontinuareloshopping,forte
di un’adeguata liquidità in cassa (circa
200milioni)edelleampiedeleghedi cui
godonoi duead, GiorgioDragoeRober-
to Meneguzzo(nella foto), che possono
effettuareinvestimentiintitolisenzaau-
torizzazioniulteriorifinoaunmassi-
modi 50milioni. Unacifrache
consentirebbe, ai prezzi at-
tuali, di salirefinoal 10%di Fonsai. L’in-
traprendenzadeivenetiparenonsiapia-
ciuta né a Piazzetta Cuccia né a Unicre-
dit, nonostantei solidi rapporti di Palla-
dioconi salotti milanesi dellafinanza. O
forse anche per quelli, considerando
che la mossa di Palladio su Fonsai
non può non intrecciarsi con
gli equilibri nelle Generali,
dovei veneti sonopresen-
ti direttamente tramite il
veicolo Ferak con l’1,7%
al quale hanno aggiunto
laquotaexUnicreditpos-
seduta in comproprietà
(tramiteEffeti) conCrt. En-
trambe creditrici di Fonsai, le
due banche temono che l’azione
didisturbodeivenetipossaaprirelastra-
daadaltri investitori istituzionali, come
la Sator di Matteo Arpe o alcuni hedge
fund. Nonacasoil titoloFonsai hachiu-
solasedutadi venerdì conun+10,12%e
scambipari al 5,2%del capitale, dopoun
balzodainizioannodi oltreil 100%.
Fonsai, a Palladio la prossima mossa
GianMariaDeFrancesco
GilbertoBenettonnonmolla.
Il prezzounitariodell’Opadi Edi-
zione Holding finalizzata al deli-
stingdellacatenadi negozi di ab-
bigliamento non verrà ritoccato
e, amenodi clamorose sorprese,
resteràinchiodatoagliannuncia-
ti 4,6 euro.
Nella settimana appena con-
clusa anche l’attenzione sul tito-
lo si è unpo’ raffreddata e in cin-
queseduteèpassatodi manoso-
lo il 2,67% del capitale (circa 4,8
milioni di azioni) e il prezzo si è
stabilizzatoattorno a 4,644euro,
leggermenteal di sopradel prez-
zoofferta. Mail piccoaquota4,74
del 2febbraioscorsoèunricordo
ancoravivonella mente degli in-
vestitori, congli hedgefundattivi
sul titolo e pronti a scommettere
suunrialzo dell’offerta.
Ed è di questo argomento che
GilbertoBenettonfaunveropun-
to d’onore: modificare i termini
dell’Opa (il prospetto dovrebbe
essere pronto entro una decina
di giorni) significherebbe intac-
carequell’immaginedi capitano
d’industria rispettato che il ma-
nagerdi Ponzanovenetosi ècon-
quistatosul campo.
Intanto, da alcune fonti finan-
ziarie, emergono alcuni dettagli
dell’operazione. L’esborsoprevi-
stodi 276,6milioni saràfinanzia-
to attraverso una linea commit-
tedmessa a disposizione da Uni-
credit, Mediobanca e Banca Imi
perchéi finanziamenti adisposi-
zione del gruppo - sebbene un
po’ meno costosi - erano finaliz-
zati esclusivamenteaoperazioni
di M&A. In ogni caso, parte del-
l’esborso sarà recuperato attra-
verso un’operazione infragrup-
po, giacché Edizione venderà a
Benettonpartedegliimmobilide-
stinata agli store attualmente in
affittoricavandocirca 100 milio-
ni di euro. Nessunadecisione, in-
vece, sul futuro della stessa Be-
netton. Il suoritirodal listinoèle-
gatoallasottovalutazioneinBor-
sa (il titolo tratta poco più di due
volte l’Ebitda), ma difficilmente
la famiglia metterà in discussio-
ne i propri assetti interni privan-
dosi di unpezzo importante del-
la propria storia. Discorso diver-
so per l’ad di Edizione, Gianni
Mion, indicato da alcuni rumor
comeinprocintodilasciareilpro-
prioincarico. Il manager è desti-
nato a restare al proprio posto: a
volte le differenze di vedute con
Gilbertosi traduconoinesterna-
zioni improvvise e in altrettanto
repentine minacce di dimissioni
che prontamente rientrano. È
possibilecheanchelaquestione-
delistingrientri inquestacasisti-
ca.
Altro fronte aperto - ma total-
mente separato rispetto al dos-
sier Benetton - è la valorizzazio-
ne del 33,3% detenuto da Atlan-
tiainIgli,lacontrollantediImpre-
gilo. I buoni rapporti traEdizione
eil gruppoGaviohannofacilitato
una bozza di intesa che prevede
l’uscita dal general contractor in
cambiodi unaquotacashedi Au-
topistasdoPacifico(comparteci-
patadaAtlantiaeSias). Manonè
detta l’ultima parola. L’ad Gio-
vanniCastellucci, chenonhacer-
tomenovervedi Mion, havocein
capitolo. Eper Salini tutte lepor-
te nonsono ancora chiuse.

Ci vuole una
rete vendita
che lavori
per il marchio
A tanti milioni di euro am-
monta l’esborso previsto
perportareaterminel’ope-
razionediuscitadallistino
Èquestoilvaloreineuroat-
tornoal qualesi èstabiliz-
zato il titolo, leggermente
soprail prezzodell’offerta
Numero uno
FUTURO
L’imprenditore
Gilberto Benetton.
Il ritiro dal listino
è legato alla
sottovalutazione
in Borsa, ma
difficilmente la
famiglia metterà
in discussione i
propri assetti
interni [LaPresse]
276,6 4,644
Guardia di Finanza
FONDO DI ASSISTENZA PER I FINANZIERI
Ufhcio di Segreteria
AVVISO DI GARA
!l Fondo di Assistenza per i Finanzieri intende pro-
cedere, mediante procedura ristretta, all'appalto
per la fornitura di un Tomografo Assiale Compu-
terizzato (TAC), comprendente relative opere di
radioprotezione, per il Poliambulatorio di Nilano.
!mporto complessivo dell'appalto: ' 680.000,00
+ oneri hscali. L'aggiudicazione avverra secondo
il metodo dell'offerta economicamente piu vantag-
giosa in termini di criteri enunciati nel bando e nel
disciplinare di gara. Le domande di partecipazione
alla gara dovranno pervenire entro e non oltre le
ore 12,00 del giorno 29 febbraio 2012 presso
la sede del Fondo di Assistenza per i Finanzieri -
Ufhcio di Segreteria ubicata presso il Comando
Generale della Guardia di Finanza, viale XX! Aprile
51, Roma.
Per notizie piu dettagliate e complete si fa rinvio
all'apposito bando di gara pubblicato sulla Gazzetta
Ufhciale della Repubblica !taliana - v Serie Speciale
¨Contratti pubblici" - n. 15 del 06.02.2012 e sulla
Gazzetta Ufhciale della Comunita Europea.
Copia del bando di gara è disponibile anche presso
l'Ufhcio Centrale Relazioni con il Pubblico del Co-
mando Generale della Guardia di Finanza e visio-
nabile sul sito !nternet all'indirizzo www.gdf.gov.it.
!L SEGRETAR!O (Ten. Col. t.!SSN! Giovanni Palma
VERSO IL DELISTING Le strategie di Ponzano Veneto
Benetton, il prezzo dell’Opa non si tocca
Con la cessione infragruppo degli immobili la società recupera cento milioni. Il nodo del dossier Impregilo
L’INTERVISTA Kay Segler (Mini)
«La sfida Usa con Fiat 500?
Noi un brand, loro un’auto»
PLAYER
Roberto
Meneguzzo,
ad di Palladio
Finanziaria
Economia
RISPARMIOGESTITO 23
Lunedì 13febbraio2012 il Giornale
Fondo Quotazioni Rend.% MFrisk
Ultima Preced a 1 anno Yearly
FONDI COMUNI ITALIANI rilevazione settimanale
AZIONARI ITALIA
AcomeA Italia A1 13,649 13,322 -24,25 65,32
AcomeA Italia A2 13,743 13,411 - -
Alboino Re 4,342 4,24 -27,79 61,44
Allianz Az IT All Stars 3,773 3,698 -14,91 49,71
ANM Italia 12,963 12,725 -21,2 65,09
Arca Az Italia 17,201 16,868 -18 66,06
Bnl Azioni Italia 15,096 14,839 -18,21 67
Bnl Azioni Italia PMI 4,221 4,138 -25,03 56,68
Carige Azionario Italia B 4,799 4,693 -15,06 62,93
Carige Azionario Italia cl.A 4,623 4,523 -16,19 62,62
Eurizon Az Italia 10,176 10,048 -20,72 65,73
Eurizon Az PMI Italia 3,966 3,85 -19 53,53
Eurom Az Italia 17,346 17,107 -17,14 61,35
Fideuram Italia 19,629 19,273 -16,82 66,2
Fondersel Italia 15,975 15,519 -21,8 72,64
Fondersel P M I 13,586 13,147 -18,51 55,77
Fonditalia Eq. Italy T 10,012 9,834 -16,4 66,15
Fonditalia Equity Italy R 9,818 9,645 -16,92 71,99
Gestnord Azioni Italia 9,356 9,189 -14,64 64,46
NorVega Az Italia A 5,28 5,199 -19,96 60,02
NorVega Az Italia B 5,28 5,199 -19,96 72,53
Pacto Azionario Italia A 3,948 3,916 -20 64,34
Pacto Azionario Italia B 4,077 4,041 - -
Pioneer Az Crescita cl.A 10,924 10,731 -21,22 60,96
PRIMA Geo Italia A 12,184 11,947 -15,98 63,48
PRIMA Geo Italia Y 12,828 12,575 -14,76 63,42
Symphonia Az Italia 6,097 5,956 -16,75 60,27
Symphonia Az Italia - 11,17 - 63,96
Symphonia Az S Cap Italia 6,215 6,093 -16,12 45,51
Synergia Az Italia 5,067 4,952 -17,42 58,61
Synergia Az Small Cap Italia 4,851 4,766 -17,54 46,21
UBI Azioni Italia 4,316 4,266 -18,1 63,09
Zenit Azionario Cl.I 8,437 8,298 -15,46 59
Zenit Azionario Cl.R 8,205 8,071 -16,2 59,19
AZIONARI AREA EURO
Agora Risk 3,511 3,468 -24,58 72,68
Alto Azionario 12,608 12,452 -17,37 55,96
Amundi Azioni QEuro 11,723 11,528 -13,71 71,23
Banco Posta Azion. Euro 4,394 4,342 -8,84 65,04
Epsilon QEquity 4,215 4,145 -13,45 67,95
Eurizon Az Area Euro 23,177 22,853 -15,39 66,88
Fonditalia Euro Cyclicals R 11,612 11,418 -10,75 82,62
Fonditalia Euro Defensive R 11,161 11,053 -5,88 63,44
Fonditalia Euro Financials R 4,511 4,377 -23,27 99
Groupama Italia Eq Sel F 5,774 5,713 -11,37 53,19
PRIMA Geo Euro A 6,084 6,015 - -
PRIMA Geo Euro Y 6,424 6,348 - -
Symphonia Az Euro 4,904 4,811 -19,59 72,22
UBI Azionario Etico 4,576 4,529 -14,47 61,14
UBI Pramerica Azioni Euro 5,413 5,365 -10,84 58,01
8a+ Eiger 4,757 4,663 -8,02 78,83
AZIONARI EUROPA
AcomeA Europa A1 8,829 8,725 -20,14 55,9
AcomeA Europa A2 8,892 8,786 - -
Allianz Azioni Europa 17,673 17,495 -1,78 55,47
Allianz Multi Europa 6,929 6,834 -8,86 38,59
Amundi Europe Equity 4,243 4,203 -8,28 39,47
ANM Anima Europa 3,931 3,865 -14,64 54,61
ANM Europa 12,884 12,722 -8,82 56,13
ANM Iniziativa Europa 6,656 6,563 -13,98 54,61
Arca Az Europa 9,517 9,386 -5,86 58,7
Bnl Azioni E. Dividendo 2,829 2,783 0,74 56,16
Bnl Azioni Europa Cr. 12,991 12,805 -2,51 55,76
Carige Azionario Europa B 5,737 5,668 -6,88 57,52
Carige Azionario Europa cl.A 5,368 5,305 -8,1 56,03
Consultinvest Azione 8,598 8,488 -11,13 61,58
Epsilon QValue 5,411 5,33 -7,11 60,61
Eurizon Az Europa 8,024 7,96 -10,36 57,58
Eurizon Az PMI Europa 8,407 8,288 -11,37 51,51
Eurom Europe Equity 13,108 12,93 -9,87 60,13
FMS Equity Europe 9,282 9,11 -4,62 44
Fondersel Europa 13,282 13,098 -6,54 58,13
Fonditalia Eq. Europe T 9,117 9,015 -8,45 57,94
Fonditalia Equity Europe R 8,941 8,841 -9,03 72,22
Gestnord Azioni Europa 8,657 8,544 -5,56 57,8
Investitori Europa 4,967 4,901 -7,28 55,2
MC G.FdF Europa A 6,329 6,248 -8,97 40,02
MC G.FdF Europa B 3,553 3,508 -9,48 39,97
NorVega Az Europa A 4,682 4,631 -5,55 54,74
NorVega Az Europa B 4,703 4,651 -7,35 56,52
Pacto Azionario Europa A 3,819 3,779 -7,06 57,41
Pacto Azionario Europa B 3,894 3,847 - -
Pioneer Az Europa cl.A 14,448 14,319 -6,84 43,54
Pioneer Az Europa dist cl.A 6,937 6,863 -4,03 52,85
PRIMA Geo Europa A 11,473 11,313 -3,78 57,63
PRIMA Geo Europa PMI A 21,546 21,305 - -
PRIMA Geo Europa PMI Y 22,74 22,479 - -
PRIMA Geo Europa Y 12,118 11,946 -2,42 57,56
Ras Lux Equity Europe 39,201 38,835 -8,79 63,3
Symphonia Az Europa 8,695 8,615 -17,53 68,02
Symphonia Multim Europa 5,336 5,285 -9,3 36,48
Synergia Az Europa 5,337 5,287 -19,23 54,61
UBI Pramerica Azioni Europa 5,628 5,568 -9,97 51,13
Unibanca Azionario Europa 5,964 5,875 -10,75 59,76
AZIONARI AMERICA
AcomeA America A1 12,613 12,442 1,55 59,14
AcomeA America A2 12,731 12,555 - -
Allianz Az. America 15,244 15,102 3,79 57,61
Alto America Azionario 4,996 4,964 5,18 52,31
ANM Americhe 10,232 10,156 6,38 51,61
ANM Anima New York 4,371 4,301 -3,74 65,87
Arca Az America 18,692 18,544 4,97 57,72
Bnl Azioni America 17,715 17,631 4,38 62,16
Eurizon Az America 9,7 9,642 1,9 60,72
Eurizon Az PMI Am 24,015 23,741 2,72 71,62
FMS Equity Usa 9,282 9,175 4,43 41,49
Fondersel America 10,721 10,645 0,2 38,94
Fonditalia Eq Usa B Chip R 9,486 9,41 2,04 70,24
Fonditalia Eq. USA Blue C T 9,672 9,594 2,69 47,1
Gestnord Azioni America 12,17 12,033 1,11 55,31
Investitori America 4,23 4,194 7,25 55,07
MC G.FdF America A 5,445 5,347 -9,36 39,77
MC G.FdF America B 4,239 4,164 -9,89 39,73
Pacto Azionario America A 5,503 5,487 - -
Pacto Azionario America B 5,575 5,557 - -
Pioneer Az America 7,816 7,67 2,94 55,15
PRIMA Geo America A 4,77 4,733 - -
PRIMA Geo America Y 5,035 4,994 - -
PRIMA Geo Asia Y 6,765 6,729 -5,16 62
Symphonia Az USA 6,398 6,207 -3,37 68,89
Symphonia Multim America 4,237 4,213 -0,54 38,05
Synergia Az Usa 6,565 6,379 -4,83 49,61
UBI Azioni USA 4,542 4,476 3,96 60,7
AZIONARI PACIFICO
AcomeA Asia Pacifico A1 3,245 3,163 -8,51 33,29
AcomeA Asia Pacifico A2 3,264 3,18 - -
Allianz Azioni Pacifico 5,392 5,346 -4,52 46,4
Alto Pacifico Azionario 5,481 5,432 -14,77 55,44
ANM Anima Asia 6,07 5,969 -8,82 46,77
ANM Pacifico 5,054 5,039 -3,22 43,7
Arca Az Far East 5,908 5,871 -2,64 48,01
Eurizon Az Asia Nuov Econ 10,9 10,824 -3,22 55,76
Eurizon Az Pacifico 3,879 3,862 -8,38 48,77
FMS Equity Asia 8,751 8,676 -7,39 44,95
Fondersel Oriente 7,375 7,298 -3,23 37,09
Fonditalia Eq. Japan T 2,614 2,59 -7,14 45,69
Fonditalia Eq Pac ex Japan R 3,727 3,694 -10,69 67,21
Fonditalia Eq. Pac ex Jp T 3,796 3,763 -10,13 54,18
Fonditalia Equity Japan R 2,563 2,54 -7,71 66,1
Gestnord Azioni Pacifico 7,175 7,134 -5,02 47,26
Investitori Far East 4,965 4,931 -6,78 45,77
MC G.FdF Asia A 6,12 6,085 -13,68 30,99
MC G.FdF Asia B 3,411 3,392 -14,17 31,2
Pacto Azionario Asia A 5,481 5,48 - -
Pacto Azionario Asia B 5,496 5,494 - -
Pioneer Az Giappone cl.A 3,399 3,396 -12,01 41,27
PRIMA Geo Asia A 6,385 6,353 - -
Symphonia Multim Oriente 5,223 5,174 -6,4 36,99
UBI Azioni Pacifico 6,738 6,706 -2,53 49,61
AZIONARI PAESI EMERGENTI
AcomeA Paesi Emergenti A1 6,235 6,142 -3,48 38,36
AcomeA Paesi Emergenti A2 6,275 6,179 - -
Allianz Az.Paesi Emerg 9,931 9,889 -2,54 51,08
Amundi Global Em Equity 5,292 5,254 -0,47 46,46
ANM Anima Emer Markets 10,664 10,63 -0,49 42,85
ANM Emerging Mkt Eq 7,213 7,134 -4,51 51,66
Arca Az P Emergenti 9,97 9,913 -1,19 54,09
Bnl Azioni Emergenti 9,787 9,768 -1,81 58,41
Eurizon Az Paesi Em 9,035 8,986 -5,77 53,79
FMS Equity G Em Mk 12,795 12,764 -2,25 46,83
FMS Equity New World 15,932 15,77 -4,27 40,3
Fonditalia Eq G Em MK R 11,769 11,668 0,03 65,29
Fonditalia Eq Gl Em M T 12,022 11,918 0,67 43,04
Gestnord Azioni P Emerg 9,693 9,635 -1,92 54,1
MC G.FdF Paesi Emerg A 8,358 8,283 -12,22 45,54
MC G.FdF Paesi Emerg B 3,874 3,84 -12,73 45,36
Pacto Azionario Paesi Em A 5,564 5,57 - -
Pacto Azionario Paesi Em B 5,573 5,578 - -
Pepite Bric 3,9 3,904 -7,23 41
Pioneer Az P Emerg cl.A 10,631 10,568 -3,97 51,64
PRIMA Geo Paesi Emerg Y 6,25 6,186 -1,87 61,54
PRIMA Geo Paesi Emergenti A 5,907 5,847 - -
Symphonia Multim Em Fless 13,176 13,171 -4,13 40,18
UBI Az Merc Emergenti 11,325 11,244 1,41 55,85
AZIONARI INTERNAZIONALI
AcomeA Globale A1 8,258 8,118 -7,33 48,49
AcomeA Globale A2 8,382 8,238 - -
Allianz Multi90 3,878 3,84 -2,12 38,25
Alto Internaz Azionario 4,387 4,35 -2,19 43,33
Amundi Global Equity 4,495 4,469 -4,59 36,71
Anfiteatro Global Equity 3,866 3,864 -21,98 47,84
ANM Anima Fondo Trad 12,794 12,643 -9,2 47,84
ANM Cap Piu’ Comp Az 4,772 4,717 -6,17 42,48
ANM Valore Globale 21,132 20,939 -3,17 45,91
Arca Cinque S Comp D/E 75 3,542 3,491 -2,93 43,36
Arca 27 Az Estere 12,137 12,031 0,69 44,36
Dati ed elaborazioni
sono curati da
Milano Finanza è parte del Gruppo
Class Editori. Per informazioni
e abbonamenti numero verde
800 822195
Fondo Quotazioni Rend.% MFrisk
Ultima Preced a 1 anno Yearly
Aureo Azioni Globale 9,094 8,961 -5,16 48,5
BancoPosta Az Internaz 3,953 3,917 1,86 51,75
Capital Italia 79,19 78,5 -0,33 46,76
Carige Azionario Intern B 7,817 7,736 6,12 46,98
Carige Azionario Intern cl.A 7,366 7,292 4,76 46,43
Civ. Forum Iulii Azione Cl.A 4,947 4,911 -2,23 48,97
Civ. Forum Iulii Azione Cl.B 5,103 5,065 -0,87 50,37
Consultinvest Global 4,136 4,098 -6,93 43,8
Esse Stock A 4,621 4,557 -7,58 51,48
Esse Stock B 4,661 4,596 -6,78 51,48
Etica Azionario 5,03 5,008 -8,96 52,21
Etica Azionario I 5,031 - - -
Eurizon Az Internazionali 7,595 7,561 -4,53 46,89
Euromobiliare Az Internaz 11,887 11,793 -4,89 31,55
Fonditalia Global R 119,811 118,707 6,73 33,22
Fonditalia Global T 122,127 120,989 7,4 23,91
Gestnord Az Trend Settoriali 2,742 2,708 -3,42 48
MC G.FdF Megatr.Wide A 6,437 6,392 -14,1 34,89
MC G.FdF Megatr.Wide B 3,717 3,692 -14,61 33,79
MS Symphonia C Vivace - 5,529 - 35,56
NorVega Az Internaz A 4,092 4,057 -0,29 61,43
NorVega Az Internaz B 4,094 4,057 -2,92 69,21
Pacto Obiettivo Valore A 3,648 3,628 -0,92 44,64
Pacto Obiettivo Valore B 3,714 3,693 - -
Pepite 2,999 3,008 -22,51 46,64
Pepite Fondi 2,709 2,713 -5,77 50,31
PRIMA Geo Globale A 26,263 26,042 -0,87 44,02
PRIMA Geo Globale Y 27,745 27,504 0,55 43,86
Soprarno Azioni Globale A 4,103 4,007 -2,4 50,89
Soprarno Azioni Globale B 4,147 4,049 -1,94 61,84
Symphonia Az Globale 3,706 3,648 -13,99 55,23
Synergia Az Globale 5,684 5,593 -15,42 46,12
Talento comp. Global Equ 121,86 120,948 -2,72 35,62
UBI Azioni Globali 4,767 4,727 -0,54 46,95
UBI Privilege 5 4,892 4,844 -9,39 41,12
AZIONARI PAESE
Eurom Asian Opportunities - - - 85,96
Fonditalia Eq. Brazil T 9,54 9,486 2,01 64,74
Fonditalia Eq. China T 8,584 8,496 -9,73 80,85
Fonditalia Eq. India T 8,124 8,035 -5,36 63,14
AZIONARI SETTORIALI
Alpi Risorse Naturali 5,381 5,34 -12,38 52,64
Eurizon Az En Mat Prime 9,506 9,473 -6,88 56,35
Eurizon Az Finanza 16,432 16,231 -12,7 71,59
Eurizon Az Salute e Amb 15,556 15,549 3,44 39,92
Eurizon Az Tecno Avanz 4,53 4,431 3,52 51,81
Eurom Real Assets 4,31 4,323 0,07 35,5
FMS Equity Gl Resources 11,316 11,215 -7,87 49,49
Fonditalia Euro Cyclicals T 11,876 11,676 -10,11 73,88
Fonditalia Euro Defensive T 11,415 11,303 -5,2 51,31
Fonditalia Euro Financials T 4,6 4,463 -22,68 91,12
Fonditalia Euro T.M.T. R 4,966 4,931 -17,33 56,54
Fonditalia Euro T.M.T. T 5,064 5,028 -16,75 49,32
Interf Int Sec New Economy 38,632 38,051 4,18 50,34
AZIONARI ALTRE SPECIALIZZ.
Eurizon Az Internaz Etico 5,927 5,884 -5,3 45,54
BILANCIATI
Allianz Multi50 5,077 5,046 -0,18 22,82
Alto Bilanciato 16,979 16,904 1,4 20,93
Arca BB 31,82 31,472 -0,18 29,47
Arca Cinque S Comp C 50 4,826 4,777 0,17 25,03
Aureo PrimaClasse Dinamico 4,173 4,138 0,14 21,54
Azimut Bilanciato 23,44 23,245 -3,16 28,8
BancoPosta Mix 2 6,335 6,301 3,02 17,9
Carige Bilanciato 50 cl. A 5,985 5,927 -3,01 35,94
Carige Bilanciato 50B 6,225 6,163 -1,83 35,96
Consultinvest Bilanciato 5,189 5,131 -5,74 32,27
Epsilon DLongRun 6,187 6,135 -1,09 25,13
Etica Bilanciato 7,132 7,102 -3,65 33,04
Etica Bilanciato I 7,133 - - -
Eurizon Bil Euro Multi 35,688 35,439 -3,25 19,27
Eurizon Soluz 40 6,263 6,236 -0,33 18,64
Eurizon Soluz 60 24,498 24,345 -1,87 28,02
Eurom Bilanciato 28,011 27,864 -0,68 30,41
Fideuram Bilanciato 12,394 12,268 -2,96 33,79
Fondersel 46,687 46,338 -2,76 17,22
Fonditalia Core 2 R 10,395 10,276 -5,14 28,94
Fonditalia Core 2 T 10,58 10,458 -4,6 24,37
Gestnord Bil Euro 13,993 13,802 -7,41 31,3
MC G.FdF Bilanciato A 6,216 6,172 -2,19 17,74
MC G.FdF Bilanciato B 4,57 4,539 -2,75 17,72
Nextam Bilanciato 5,831 5,776 -7,94 21,61
NorVega Dinamico 6,413 6,452 5,23 15,44
Pacto Obiettivo Patrim A 5,397 5,368 - -
Pacto Obiettivo Patrim B 5,407 5,375 - -
PRIMA Forza 4 A 4,581 4,555 0,9 23,95
PRIMA Forza 4 B 4,581 4,555 0,88 15,76
PRIMA Forza 4 Y 4,716 4,688 1,57 24
Symphonia Bilanciato 22,012 21,867 -4,98 29,17
Symphonia Multim Largo 5,671 5,643 -4,32 19,73
Synergia Bilanciato 50 5,509 5,477 -5,47 25,83
UBI Portafoglio Dinamico 5,78 5,771 0,16 21,75
UBI Privilege 3 5,51 5,486 -3,65 22,1
BILANCIATI AZIONARI
Aureo PrimaClasse Crescita 3,944 3,895 -2,04 31,99
Fonditalia Core 3 R 10,322 10,175 -7,35 38,12
Fonditalia Core 3 T 10,532 10,381 -6,76 31,24
IGM Bilanciato Azion. A 4,684 4,638 -0,49 21,79
IGM Bilanciato Azion. B 4,788 4,74 0,19 21,27
PRIMA Forza 5 A 4,129 4,098 -0,41 32,88
PRIMA Forza 5 B 4,13 4,099 -0,46 22,3
PRIMA Forza 5 Y 4,264 4,23 0,42 32,76
Sofia Trading 1,097 1,086 - -
UBI Portafoglio Aggressivo 5,34 5,304 -3,89 36,61
UBI Privilege 4 5,182 5,141 -6,75 31,34
BILANCIATI OBBLIGAZIONARI
Allianz Multi20 6,08 6,055 2,01 10,9
Amundi QBalanced 8,645 8,59 -0,23 19,77
ANM Cap Piu’ Comp Bil 30 4,963 4,915 -5,12 18,19
ANM Visconteo 35,126 34,998 -2,43 17,29
Arca Cinque S Comp A/B 25 5,736 5,704 3,18 11,78
Arca TE 17,518 17,46 6,34 14,17
Aureo PrimaClasse Valore 5,096 5,074 0,28 11,95
Azimut Scudo 7,665 7,609 -0,2 11,06
Bnl Protezione 22,041 22,095 -2,99 11,46
Carige Bilanciato 30 cl. A 5,332 5,287 -0,76 21,1
Fonditalia Core 1 R 10,627 10,544 -2,28 16,8
Fonditalia Core 1 T 10,791 10,705 -1,81 14,32
NorVega Equilibrato 6,081 6,148 4,97 10,62
Pacto Obiettivo Increm A 5,152 5,134 - -
PRIMA Forza 2 A 4,822 4,807 3,99 10,69
PRIMA Forza 2 Y 4,906 4,891 4,41 10,73
PRIMA Forza 3 A 5,163 5,146 2,12 16,1
PRIMA Forza 3 B 5,164 5,147 2,12 8,99
PRIMA Forza 3 Y 5,293 5,275 2,66 16,04
Symphonia Europa Flessibile 4,658 4,602 -15,28 21,64
Symphonia Multim Adagio 5,953 5,942 -1,05 10,32
Synergia Bilanciato 30 5,422 5,398 -2,27 15,7
UBI Bil Euro R Controllato 5,804 5,779 -3,09 16,05
UBI Portafoglio Moderato 6,142 6,156 2,66 9,92
UBI Privilege 1 5,599 5,585 -1,2 9,2
UBI Privilege 2 5,603 5,585 -2,59 15,63
OBBL. EURO GOV. BR. TERMINE
AcomeA Breve Termine A1 12,156 11,947 4,86 9,17
AcomeA Breve Termine A2 12,18 11,97 - -
Alto Monetario 7,22 7,212 2,37 5,35
Amundi Breve Termine 7,459 7,46 0,85 3,75
ANM Salvadanaio 11,737 11,693 -3,18 5,65
Arca MM Mon 15,504 15,449 5,53 5,35
BancoPosta Obb Euro Br T 6,402 6,394 3,14 3,22
BG Focus Monetario 16,679 16,671 1,96 4,7
Bnl Obbl Euro BT 7,756 7,753 3,21 3,11
Carige Monetario Euro B 11,785 11,756 2,04 27,69
Carige Monetario Euro cl.A 11,892 11,864 1,46 2,6
Civ Forum Iulii Prud ClA 5,687 5,675 3,74 6,88
Civ Forum Iulii Prud ClB 5,795 5,782 4,26 6,39
Consultinvest Breve Termine 5,1 5,091 1,78 3,01
Etica Obblig Breve Termine 5,968 5,966 1,96 1,98
Etica Obbligazionario Breve Termine I 5,968 - - -
Eurizon Obbl Euro Br T A Cap 15,34 15,299 - -
Eurizon Obbl Euro Br T D Dis 15,224 15,184 3,02 5,05
Eurom Prudente 8,602 8,59 1,63 3,89
Fideuram Liquidita’ 16,992 16,988 0,9 2,49
Fondersel Reddito 14,797 14,777 5,8 4,99
Fonditalia Euro B Short T R 8,159 8,148 4,1 5,53
Fonditalia Euro Bd Sh.T T 8,244 8,233 4,43 5,53
Fonditalia Euro Crncy R 7,968 7,965 1,22 2,08
Fonditalia Euro Crncy T 8,039 8,036 1,5 2,37
Gestielle BT Cedola B 6,468 6,433 1,83 13,01
Laurin BT 6,944 6,923 0,4 7,11
Mediolanum Risp Dinamico 5,29 5,279 1,53 7,38
Nordfondo Obbl Euro BT 9,067 9,054 1,61 4,92
NorVega Obb Euro Br T A 6,012 5,99 2,96 7,05
NorVega Obb Euro Br T B 6,126 6,101 3,8 7,03
Pacto Breve Termine A 6,39 6,379 1,83 4,23
Pacto Breve Termine B 6,443 6,43 - -
Passadore Mon 7,315 7,301 2,88 3,66
Pioneer Euro Gov Br Termine 13,603 13,576 2,95 4
PRIMA Fix Obbl BT A 10,256 10,242 - -
PRIMA Fix Obbl BT Y 10,347 10,332 - -
Soprarno Pronti Termine 5,244 5,239 2,6 1,68
Symphonia Obb.B T 6,672 6,656 1,99 3,3
Synergia Obb Euro B.T. 5,122 5,109 1,25 3,67
Teodorico Monetario 7,686 7,671 3,06 3,5
UBI Euro B.T. 6,786 6,748 0,38 6,33
Unibanca Monetario 5,893 5,881 2,95 3,65
Zenit Breve Termine I 7,675 7,645 1,44 4,29
Zenit Breve Termine R 7,594 7,566 1,15 4,13
OBBL. EURO GOV. M.L. TERMINE
AcomeA Eurobbligaz A1 13,591 13,269 6,42 14,6
AcomeA Eurobbligaz A2 13,629 13,304 - -
Agora Income 5,399 5,342 - -
Allianz Reddito Euro 34,032 34,087 5,61 7,77
ANM Anima Obbligaz Euro 6,877 6,841 -3,44 11,01
ANM Cap Piu’ Comp Obb 5,469 5,439 0,13 5,38
Arca RR 9,437 9,415 7,17 8,14
Azimut Reddito Euro 15,701 15,607 1,22 8,54
BancoPosta Obb Euro M-L T 7,319 7,304 7,29 7,67
Bim Obbl Euro - 6,878 - 6,98
Bnl Obbligazioni Euro M/L T 7,126 7,138 5,13 9,45
Carige Obbl Eur LT B 6,212 6,218 8,64 10,35
Carige Obbl Eur LT cl.A 5,984 5,991 7,63 10,5
Carige Obblig Euro B 11,588 11,579 5,25 5,39
Carige Obblig Euro cl.A 11,279 11,272 4,44 5,38
Epsilon QIncomeEuro 7,471 7,447 1,69 10,33
Eurizon Obbl Euro 14,54 14,479 4,2 9,53
Eurom Reddito 15,736 15,711 3,49 8,2
Fideuram Rendimento 9,209 9,15 0,62 16,55
Fondaco Euro Gov Beta 125,908 126,154 6,56 10,75
Fondaco Euro Gov Beta B 119,623 119,857 - -
Fondersel Euro 8,413 8,392 6,59 9,25
Fonditalia Euro Bd L T T 7,69 7,716 8,45 19,5
Fonditalia Euro Bd M T R 11,537 11,522 8,47 12,2
Fonditalia Euro Bd M T T 11,683 11,667 8,88 12,02
Fonditalia Euro Bond L T R 7,581 7,608 8,04 21,02
Gestielle BT Cedola 6,432 6,397 1,34 10,92
Gestielle LT Euro cl A 8,23 8,165 3,35 15,98
Gestielle LT Euro cl B 8,382 8,316 3,84 15,95
Gestielle MT Euro cl.A 14,848 14,727 0,2 13,62
Gestielle MT Euro cl.B 15,097 14,973 0,63 13,54
Nordfondo Obb Euro MT 17,013 17,044 -0,07 8,43
NorVega Obb Euro A 7,024 6,994 8,24 9,96
NorVega Obb Euro B 7,188 7,154 9,01 9,94
Pacto Obbl Euro Med Term A 6,874 6,874 4,28 7,85
Pacto Obbl Euro Med Term B 6,935 6,933 - -
Pioneer Obbligazionario Sistema Italia Dis EUR 5 - - -
PRIMA Fix Obbl MLT A 5,84 5,82 - -
PRIMA Fix Obbl MLT Y 5,913 5,892 - -
Ras Lux Bond Europe 61,169 61,53 7,2 8,72
Synergia Obb Euro M.T. 5,349 5,341 3,64 6,84
UBI Euro Medio Lungo T 7,055 7,026 2,25 8,6
Unibanca Obbl Euro 5,97 5,955 3,93 5,98
OBBL. EURO CORP.INV. GRADE
AcomeA Obblig Corp A1 6,238 6,086 -6,49 15,95
AcomeA Obblig Corp A2 6,266 6,113 - -
Amundi Corporate 06/2012 4,903 4,897 2,31 10,13
Amundi Corporate 3 anni 86,828 86,561 -3,22 18,4
ANM Corporate Bd 7,19 7,078 -3,54 11,66
Arca Bd Corp 7,443 7,435 4,76 7,65
BancoPosta Corporate 14 5,114 5,09 6,58 4,74
Carige Corporate Euro B 6,978 6,925 3,61 9,05
Carige Corporate Euro cl.A 6,802 6,752 2,78 9,14
Eurizon Obbl E Corp Breve T 7,752 7,732 2,36 10,86
Eurizon Obbl Euro Corp 5,747 5,738 1,77 8,27
Euromobiliare Euro Corp BT 8,928 8,912 1,12 13,07
Fonditalia Euro C Bond R 8,706 8,694 3,52 8,1
Fonditalia Euro Corp Bd S Dis 8,462 8,45 6,57 5,52
Fonditalia Euro Corp Bd T 8,809 8,797 3,9 7,96
Nordfondo Obb Euro Corp 7,984 7,964 3,86 7,78
Pioneer Ob Eur C Etico Dist 4,85 4,846 7,67 10,97
PRIMA Fix Imprese A 6,572 6,506 1,2 9,32
PRIMA Fix Imprese Y 6,725 6,657 1,83 9,22
Synergia Obb Corporate 5,601 5,594 3,26 5,42
UBI Euro Corporate 8,018 7,982 2,21 7,99
OBBL. EURO HIGH YIELD
Eurizon Obbl Euro H Yield 7,536 7,499 -1,63 13,33
Fonditalia B Euro HY R 14,606 14,505 -1,69 19,08
Fonditalia Bond Euro H Y T 14,741 14,637 -1,4 15,26
PRIMA Fix High Yield A 8,328 8,232 -1,41 18,53
PRIMA Fix High Yield Y 8,624 8,522 -0,46 18,43
OBBL. DOLL. GOV. M.L. TERMINE
Arca Bd Dollari 9,885 10,042 13,17 29,41
Azimut Redd Usa 6,121 6,189 7,65 27,96
Bnl Obbl Dollaro MLT 6,65 6,752 9,79 28,31
Fonditalia Bond Usa R 9,167 9,333 12,49 33,38
Fonditalia Bond USA T 9,308 9,477 13,02 31,36
Gestielle Bond $ cl A 10,128 10,293 12,86 29,41
Gestielle Bond $ cl B 10,399 10,567 13,72 29,35
Nordfondo Obb Dollari 15,366 15,604 10,27 29,42
OBBL. INTERNAZ. GOV.
Allianz Reddito Globale 17,437 17,716 9,46 22,05
Alpi Obbl Internaz 7,138 7,134 0,14 10,12
Alto Internaz Obbl 6,818 6,923 7,49 22,31
Amundi Liquidita’ 9,083 9,08 1,23 1,53
ANM Pianeta 10,593 10,725 8,43 18,8
Arca Bd Globale 14,121 14,241 - -
Aureo Obbl Globale 8,298 8,316 3,54 5,74
Eurizon Obbl Internaz 9,439 9,547 10,98 18,33
Fondaco Wrld G ActB Nn Eur 112,737 114,125 - -
Fondaco Wrld G ActB Nn Eur B 109,079 110,421 - -
Fondersel Int 15,09 15,188 4,94 15,99
Gestielle Obbl Internaz cl A 6,902 6,978 8,52 18,18
Gestielle Obbl Internaz cl B 7,108 7,186 9,45 18,11
MC G.FdF Global Bond A 5,318 5,342 1,31 8,9
MC G.FdF Global Bond B 5,244 5,268 1,14 9
NorVega Obb Internaz A 6,679 6,782 13,74 17,5
NorVega Obb Internaz B 6,842 6,947 14,63 17,45
Pacto Obbl Internazionale A 6,41 6,531 9,07 17,33
Pacto Obblig Internazionale B 6,465 6,589 - -
PRIMA Fix Obbl Globale A 9,818 9,969 10,86 21,1
PRIMA Fix Obbl Globale Y 9,97 10,121 11,71 25,56
PRIMA Forza 1 A 5,273 5,265 3,49 12,86
PRIMA Forza 1 Y 5,341 5,332 3,87 12,77
Symphonia Obb. Globale 6,246 6,311 5,74 14,56
UBI Obbligazioni Globali 6,287 6,344 9,53 19,25
OBBL. INTERNAZ. CORP. INV. GRADE
UBI Obbl Globali Corp 7,476 7,482 8,32 9,64
OBBL. INTERNAZ. HIGH YIELD
UBI Obbl Glob Alto Rend 9,978 9,916 5,98 14,58
OBBL. PAESI EMERGENTI
ANM Emerging Mkt Bd 6,802 6,786 6,87 15,25
Arca Bd P Em Val Locale 5,42 5,445 - -
Arca Bd P Emergenti 14,976 14,909 8,09 16,48
Bnl Obbl Emergenti 25,302 25,389 9,87 20,53
Eurizon Obbl Emergenti 12,477 12,451 7,58 13,06
Fonditalia B Glob Em MK R 11,682 11,666 8,65 16,69
Fonditalia Bond Glob Em M T 11,787 11,77 8,96 11,32
Fonditalia Eq. Brazil R 9,496 9,444 1,64 64,78
Fonditalia Eq. China R 8,562 8,476 -9,83 80,67
Fonditalia Eq. India R 8,102 8,015 -5,54 62,71
Gestielle Em Mkts B cl A 11,336 11,3 8,01 15,57
Gestielle Em Mkts B cl B 11,728 11,688 9,1 15,6
MC G.FdF High Yield A 7,098 7,049 -5,12 16,07
MC G.FdF High Yield B 5,086 5,051 -5,68 16,11
Nordfondo Obb Paesi Emerg 9,545 9,576 6,32 16,47
NorVega Obb Paesi Em A 8,183 8,189 8,48 13,54
NorVega Obb Paesi Em B 8,451 8,454 9,64 13,48
Pioneer Ob Paesi Emerg Dist 10,334 10,332 14,96 14,59
PRIMA Fix Emergenti A - 13,518 - 16,44
PRIMA Fix Emergenti Y 14,947 14,897 7,87 16,3
OBBL. ALTRE SPECIALIZZ.
Amundi MultiCorp Dic 12 4,879 4,866 8,39 -
Amundi Obbligazionario Euro 5,401 5,392 3,28 10,47
ANM Anima Convertibile 6,146 6,076 -2,06 20,8
ANM Anima Tricolore 5,188 5,12 - -
Azimut Trend Tassi 9,071 8,999 2,44 9,71
BancoPosta Obb Giugno 15 5,124 5,113 - -
BancoPosta Obblig Feb 2014 5,005 5,005 - -
BNL 3x3 4,837 4,817 7,47 12,31
Carige Obbl Globale A 6,279 6,257 3,95 19,79
Carige Obbl Globale B 6,49 6,467 4,83 19,87
Eurizon Obbl Cedola A Cap 6,183 6,158 - -
Eurizon Obbl Cedola D Dis 6,124 6,099 2,85 7,44
Eurizon Obbl Etico 5,522 5,514 8,63 7,87
Fonditalia Core Bond T 10,102 10,087 1,59 6,59
Fonditalia Euro Yld Plus R 9,294 9,26 - 47,81
Fonditalia Euro Yld Plus S Dis 9,173 9,14 -0,25 4,26
Fonditalia Euro Yld Plus T 9,414 9,379 - -
Fonditalia Inflation Link R 15,36 15,452 11,88 14,12
Fonditalia Inflation Link T 15,547 15,639 12,29 5,64
Gestielle Obb Corporate A 7,578 7,504 2,36 10,75
Gestielle Obb Corporate B 7,635 7,56 - 10,91
Interf Inflation Linked 15,508 15,604 13,25 14,06
Nordfondo Obb Conv 5,293 5,208 -6,27 18,79
Pioneer Ob Euro Gov dist 6,814 6,807 6,59 8,05
PRIMA Fix Emergenti A 14,406 14,361 - -
PRIMA Forza 1 B 5,275 5,266 3,49 4,12
PRIMA Forza 2 B 4,824 4,81 3,99 6,4
Ras Lux Sh.T. Europa 66,022 66,015 0,89 8,09
Symphonia Obbligaz Euro 7,153 7,144 -24,63 6,14
UBI Obbligazioni Dollari 5,629 5,714 12,31 30,11
OBBLIGAZIONARI MISTI
AcomeA Performance A1 17,73 17,352 0,95 13,19
AcomeA Performance A2 17,771 17,399 - -
Alleanza Obbligazionario 5,074 5,037 1,38 20,52
Alto Obbligazionario 8,516 8,44 -2,52 19,54
ANM Anima Fondimpiego 18,419 18,272 -6,16 14,95
ANM Cap Piu’ Comp Bil 15 5,245 5,195 -2,51 9,92
ANM Sforzesco 10,264 10,23 0,49 7,39
Arca Obbl Europa 8,946 8,959 8,04 9,75
Azimut Solidity 7,832 7,8 -0,99 9,89
BancoPosta Mix 1 6,159 6,14 4,37 7,63
Bnl per Telethon 6,262 6,304 5,05 9,95
Carige Billanciato 10 5,703 5,668 2,39 11,09
Civ Forum Iulii Rend ClA 5,073 4,966 -5,3 25,58
Civ. Forum Iulii Rendita Cl.B 5,297 5,182 -4,09 25,53
Etica Obbligazionario Misto 6,427 6,415 3,48 6,06
Etica Obbligazionario Misto I 6,428 - - -
Eurizon Div Etico 8,284 8,242 3,36 9,33
Eurizon Rendita A Cap 6,063 6,044 - -
Eurizon Rendita D 6,042 6,023 1,44 10,54
Eurizon Soluz 10 6,883 6,869 -0,15 6,77
Fonditalia Core Bond R 10,059 10,044 1,2 6,64
Fucino Challenger 4,775 4,755 0,04 9,15
Gestielle Etico per AIL A 6,477 6,44 2,79 12,31
Gestielle Etico per AIL B 6,587 6,549 3,33 12,25
Nextam Obbl. Misto 6,146 6,12 1,42 9,31
Nordfondo Etico Obb Misto 6,287 6,251 -4,47 13
NorVega Moderato 5,979 6,061 5,43 9,98
Pacto Obiettivo Reddito A 5,837 5,825 - -
Pacto Obiettivo Reddito B 5,906 5,892 3,11 8,99
Pioneer Obbl Piu’ Dist 8,752 8,744 8,68 8,42
Symphonia C Patr G Red - 7,149 - 5,03
Symphonia Corporate Mix 5,697 5,687 2,69 5,11
Synergia Bilanciato 15 5,326 5,312 0,23 8,39
Total Return Obbl 4,103 4,107 -1,25 9,12
UBI Portafoglio Prudente 6,259 6,272 2,72 4,87
Zenit Obbligazionario Cl.l 8,367 8,334 1,23 6,31
Zenit Obbligazionario Cl.R 8,246 8,21 0,73 6,36
OBBLIGAZIONARI FLESSIBILI
Amundi Soluzioni Tassi 4,736 4,738 -2,43 5,43
ANM Anima Trag II 2016 5,123 5,042 - -
ANM Anima Trag 2016 4,977 4,897 -0,46 -
ANM Anima Trag 2016 Ced 3 5,333 5,24 - -
ANM Anima Trag 2018 5,024 4,917 0,48 -
ANM Anima Traguardo 2017 Ced 4 5 - - -
ANM Risparmio 7,419 7,388 1,67 14,07
Arca Ced Bd Glb Euro 5,007 4,966 8,02 9,2
Arca Ced Bd Glb Euro II 5,138 5,1 7,76 9,4
Arca Ced Bd Glb Euro III 5,052 5,036 - -
Arca Ced Bd P Emergenti 4,89 4,863 - -
Arca Ced Bd 2015 Alto Pot 5,016 4,979 8,06 9,69
Arca Ced Bd 2015 Alto Pot II 5,087 5,053 8,23 8,95
Arca Ced Bd 2016 Alto Pot III 5,369 5,326 - -
Arca Ced Corp Bd 5,225 5,213 5,23 4,6
Arca Ced Corp Bd II 5,096 5,078 5,74 6,39
Arca Ced Corp Bd III 5,097 5,076 6,81 3,47
Arca Ced Corp Bd IV 5,145 5,128 6,99 4,25
Arca Ced Gov Euro Bd 4,901 4,88 4,73 13,84
Arca Ced Gov Euro Bd II 4,756 4,719 5,02 15,62
Arca Ced Gov Euro Bd III 4,964 4,919 7,26 14,7
Arca Ced Gov Euro Bd IV 5,253 5,228 9,98 16,35
Aureo Cash Dynamic 5,221 5,214 0,17 2,65
BG Focus Obbligazionario 6,766 6,768 0,95 8,47
Bnl Target Return Liquidita’ 10,137 10,113 1,15 2,55
Civ Forum Iulii Strat ClA 6,011 5,9 2,75 16,01
Civ Forum Iulii Strat ClB 6,266 6,148 3,62 16,18
Consultinvest High Yield 5,692 5,591 2,36 15,8
Consultinvest HY B Eur 5,69 5,59 - -
Consultinvest Reddito 6,829 6,662 -3,84 13,63
Consultinvest Reddito B Eur 6,829 6,662 - -
Consultinvest Valore 5,25 5,139 -4,56 13,08
Consultinvest Valore B Eur 5,248 5,137 - -
Eurom Em Mark Bond 7,324 7,323 1,58 14,92
Eurom Total Return Flex 2 6,664 6,658 0,09 2,45
Euromobiliare Obiettivo 2015 4,994 4,973 - -
Gestielle Ced Obbl Banch Euro 5,125 5,091 - -
Gestielle Ced Obbl Gov Euro 5,197 5,149 - -
Mediolanum Fless Obb Glob 9,7 9,648 4,35 14,19
PRIMA Rend Ass Moderato A 5,261 5,221 - -
PRIMA Rend Ass Moderato Y 5,333 5,292 - -
PRIMA Rend Ass Prudente A 16,782 16,694 - -
PRIMA Rend Ass Prudente Y 16,929 16,84 - -
Ritorni Reali 5,987 5,868 1,58 15,57
UBI Active Duration 5,609 5,605 -0,11 5,98
UBI Bond T Return 10,666 10,639 1,79 4,21
UniCredit Soluz B T A EUR 5,043 5,034 - -
UniCredit Soluz B T B EUR 5,024 5,015 - -
LIQUIDITA’ AREA EURO
AcomeA Liquidita’ A1 8,102 8,016 0,97 12,18
AcomeA Liquidita’ A2 8,103 8,017 - -
Agora Cash 5,744 5,737 1,59 2,11
Allianz Liquidita’ A 5,687 5,683 1,63 1,61
Allianz Liquidita’ B 5,845 5,841 1,95 1,57
Amundi Eonia - 102,465 - 0,1
Anfiteatro Tesoreria 5,809 5,806 2,13 2,98
ANM Anima Liquidita’ 6,801 6,786 2,3 3,58
ANM Liquidita’ Plus 6,976 6,952 1,03 4,28
Arca BT Tesoreria 5,9 5,895 2,24 2,54
Aureo Liquidita’ 5,747 5,745 0,51 1,12
Azimut Garanzia 12,521 12,506 1,9 5,49
BancoPosta Liquidita’ Eur 5,399 5,397 1,87 3,73
Bnl Cash 22,403 22,374 0,88 3,95
Carige Liquidita’ Euro B 6,565 6,558 1,85 1,01
Carige Liquidita’ Euro cl.A 6,457 6,451 1,4 2,05
Epsilon Cash 6,457 6,455 2,07 1,05
Eurizon Liquidita A 7,379 7,378 1,28 2,8
Eurizon Liquidita B 7,592 7,59 1,57 2,77
Eurizon Tesoreria Euro A 7,787 7,785 1,43 2,42
Eurizon Tesoreria Euro B 7,866 7,863 1,72 2,41
Eurom Conservativo 11,202 11,187 0,78 2,05
Fideuram Moneta 14,839 14,834 1,39 1,92
Fondaco Euro Cash 118,461 118,386 1,44 2,13
Nordfondo Liquidita’ 6,265 6,256 1,38 4,24
NorVega Monetario A 6,088 6,082 3,34 3,06
NorVega Monetario B 6,171 6,164 3,78 3,14
Pacto Tesoreria A 5,72 5,711 - -
Pacto Tesoreria B 5,754 5,745 1,61 2,91
Pioneer Liquidita’ Euro A 5,168 5,167 1,71 0,56
PRIMA Fix Monetario A 8,592 8,585 - -
PRIMA Fix Monetario A - - - 2,16
PRIMA Fix Monetario I 8,722 8,714 - -
PRIMA Fix Monetario Y 8,729 8,721 - -
PRIMA Fix Monetario Y - - - 1,07
Symphonia Obbligaz Rendita 7,732 7,685 3,69 2,67
Synergia Monetario - 5,024 - 2,73
Synergia Tesoreria 5,118 5,117 1,23 2,49
UBI Euro Cash 7,378 7,37 0,99 3,21
LIQUIDITA’ AREA DOLLARO
Eurizon Tesoreria Dollaro 12,489 12,615 3,24 27,26
Eurizon Tesoreria Dollaro $ 16,616 16,617 0,21 4,1
FLESSIBILI
Abis Flessibile 5,702 5,634 -0,45 27,14
AcomeA Fondo Etf Attivo A1 3,855 3,805 2,04 32,48
AcomeA Fondo Etf Attivo A2 3,869 3,818 - -
AcomeA Patrimonio Aggr A1 3,207 3,155 -15,56 38,45
AcomeA Patrimonio Aggr A2 3,234 3,181 - -
AcomeA Patrimonio Din A1 4,28 4,182 -8,17 22,89
AcomeA Patrimonio Din A2 4,305 4,205 - -
AcomeA Patrimonio Prud A1 5,177 5,072 1,85 13,6
AcomeA Patrimonio Prud A2 5,232 5,108 - -
Agora Selection 4,82 4,773 -0,82 18,34
Agora Valore Protetto 6,715 6,661 6,42 11,08
Agoraflex 7,262 7,194 9,66 28,41
Alarico Re 3,889 3,687 -18,18 51,14
Alkimis Capital Ucits 5,208 5,126 2,04 -
Allianz Global Strategy 15 5,458 5,421 0,79 5,93
Allianz Global Strategy 30 5,264 5,224 -0,72 10,47
Allianz Global Strategy 70 27,347 27,148 -5,83 22,75
Amundi Absolute 5,21 5,205 -1,62 9,29
Amundi Azionario Trend - 98,963 - 24,08
Amundi Equipe 1 5,289 5,292 0,65 3,57
Amundi Equipe 2 5,232 5,237 0,31 5,07
Amundi Equipe 3 5,193 5,191 -0,99 9,69
Amundi Equipe 4 4,898 4,882 -1,63 15,44
Amundi Eureka B Ripresa 14 5,631 5,612 3,47 -
Amundi Eureka Brasile 16 4,953 4,821 2,25 -
Amundi Eureka Bric 17 4,895 4,856 3,49 -
Amundi Eureka Brict Prg 2017 5,173 - - -
Amundi Eureka Cina Dbl Win 5,852 5,81 1,09 23,69
Amundi Eureka Cina Ripr 15 5,281 5,244 2,94 -
Amundi Eureka Cina 15 5,094 5,021 2,02 -
Amundi Eureka Cr Azion DUE 2017 5,238 - - -
Amundi Eureka Cresc Az 17 4,902 4,809 - -
Amundi Eureka Cresc Cina 17 5,053 4,984 - -
Amundi Eureka Cresc Fin 15 4,47 4,23 -9,51 -
Amundi Eureka Cresc Fin 17 5,167 5,084 - -
Amundi Eureka Cresc It 15 4,639 4,516 -6,21 -
Amundi Eureka Cresc S Imm 17 4,969 4,923 - -
Amundi Eureka Cresc Valore 17 5,171 5,11 - -
Amundi Eureka Dbl Win 13 5,01 4,954 -2,3 50,55
Amundi Eureka Doppia Opp 14 5,347 5,264 3,01 -
Amundi Eureka Double Call 5,309 5,259 -3,14 28,11
Amundi Eureka Double Win 5,762 5,673 -0,45 46,15
Amundi Eureka Dragon 6,712 6,668 7,2 12,75
Amundi Eureka EU Emerg Ripr 17 4,512 4,441 -4,41 -
Amundi Eureka Mat Prime 15 5,275 5,265 3,33 -
Amundi Eureka Oriente 15 5,095 5,06 2,43 -
Amundi Eureka Prg Imp Verdi 17 5,405 5,33 - -
Amundi Eureka Rip Due 14 5,091 5,003 -0,49 -
Amundi Eureka Ripresa 14 5,454 5,386 0,96 39,91
Amundi Eureka Ripresa 16 5,154 5,054 -1,45 -
Amundi Eureka Settori 16 4,846 4,818 0,21 -
Amundi Eureka Sv M Emerg 2017 5,38 - - -
Amundi Eureka Svil En 16 4,918 4,846 - -
Amundi Eureka Svil M Prime 16 5,107 5,097 - -
Amundi Eureka Svil Usa 16 5,145 5,042 - -
Amundi Eureka Usa 15 5,34 5,255 4,73 -
Amundi F Euro Eq Opt Due 13 4,688 4,63 1,12 45,43
Amundi F Euro Eq Opt 13 4,713 4,653 2,26 44,62
Amundi F Gar Due 13 5,072 5,073 3,98 14,04
Amundi F Gar Em Eq Rec 13 5,089 5,096 1,44 18,13
Amundi F Gar Em Eq Rec 14 5,122 5,121 0,91 10,6
Amundi F Gar Eq Rec Due 13 5,09 5,093 5,43 16,38
Amundi F Gar Eq. Recall 13 5,094 5,094 5,82 15,66
Amundi F Gar Eq. Recall 14 5,192 5,174 0,64 20,11
Amundi F Gar High Diver 14 4,984 4,982 3,51 6,3
Amundi F Gar Merc Emerg 5,775 5,77 1,35 17,28
Amundi F Garantita 12 5,068 5,07 0,56 13,4
Amundi F Garantita 13 5,023 5,025 2,26 11,47
Amundi F Private Div Opp 5,019 5,018 1,33 5,32
Amundi Piu 5,703 5,705 0,76 3,36
Amundi Private Alpha 4,84 4,819 -0,82 13,32
Amundi QReturn 5,731 5,683 -0,88 34,91
Amundi Strategia 95 4,873 4,876 -1,95 5,08
Fondo Quotazioni Rend.% MFrisk
Ultima Preced a 1 anno Yearly
Anfiteatro Total Return - 1,225 - 25,48
ANM Anima Fondattivo 14,217 13,995 -3,44 31,76
ANM Anima Obiettivo Rend 5,336 5,312 -9,7 8,24
Aqqua 5,017 4,933 1,93 23,6
Arca Cap Garantito dic 13 5,18 5,17 -0,02 5,05
Arca Capitale Gar 06/13 5,014 5,008 1,17 9,33
Arca Cash Plus 9,038 9,023 - -
Arca Corporate BT 5,734 5,698 2,67 5,49
Arca Formula Estoxx 15 4,575 4,446 -9,66 56,19
Arca Formula II Estoxx 15 4,732 4,63 -5,98 47,87
Arca Rend Assoluto T3 5,521 5,499 4,78 6,27
Arca Rend Assoluto T5 5,446 5,406 6,83 15,39
Aureo Defensive 5,139 5,121 1,3 5,79
Aureo Finanza Etica 6,057 6,047 -1,09 7,18
Aureo Flex Euro 8,872 8,779 -13,73 57,81
Aureo Flex Italia 15,826 15,625 -13,16 57,87
Aureo Flex Opportunity 4,862 4,842 -1,38 16,11
Aureo Plus 5,96 5,949 0,64 4,04
Aureo PrimaClasse Flessibile 5,433 5,417 -0,37 6,82
Aureo Rend Assoluto 5,492 5,463 -3,6 14,93
Azimut Formula 1 Conserva 6,23 6,219 -3,29 10,66
Azimut Formula 1 Risk 6,061 6,021 -10,58 22,93
Azimut Strategic Trend 5,287 5,241 -0,97 36,12
Azimut Trend 22,207 22,047 6,15 63,47
Azimut Trend America 10,062 10,008 0,62 46,88
Azimut Trend Europa 10,678 10,547 -17,45 57,91
Azimut Trend Italia 13,343 13,031 -18,93 71,59
Azimut Trend Pacifico 6,514 6,556 -4,21 39,33
Banco Posta Extra 5,305 5,304 -0,88 4,8
BancoPosta Centopiu 07 5,301 5,302 0,74 2,57
BancoPosta Inv Protetto 90 5,418 5,414 -0,26 4,04
BancoPosta Step 4,88 4,873 -3,73 8,97
BancoPosta Trend 5,01 4,983 2,35 13,54
BG Focus Azionario 22,972 22,874 -2 53,73
BNPP Equipe Attacco 4,549 4,533 -2,09 18,63
BNPP Equipe Centrocampo 4,834 4,822 -0,98 11,93
BNPP Equipe Difesa 5,403 5,38 -0,42 3,06
BNPP 100%e Piu’ Gr Asia 5,372 5,363 -1,05 10,29
BNPP 100%e Piu’ Gr Eur 5,099 5,098 0,81 6,78
Carige Total Return 1 A 5,162 5,138 -0,86 6,12
Carige Total Return 1 B 5,255 5,228 0,08 5,06
Carige Total Return 2 A 4,422 4,412 -1,25 8,55
Carige Total Return 2 B 4,57 4,558 - 7,7
Consultinvest Alto Div. 3,234 3,204 0,26 36,97
Consultinvest Alto Div. B Eur 3,233 3,204 - -
Consultinvest Mercati Em 5,055 5,051 -0,39 28,66
Consultinvest Multi Flex 5,056 4,997 1,61 35,63
Consultinvest Plus 5,257 5,169 1,02 12,33
EDR Focus A EUR 5,065 5,036 -0,51 17,94
Epsilon QReturn 6,519 6,469 -0,76 33,05
Eurizon Focus Cap Prot 12/14 5,047 5,019 0,86 16,53
Eurizon Focus Gar I trim 07 5,122 5,123 -0,62 3,61
Eurizon Focus Gar II trim 07 5,117 5,117 0,02 4,32
Eurizon Focus Gar III trim 07 4,977 4,977 0,69 5,38
Eurizon Focus Gar IV trim 07 5,174 5,173 -0,23 4,91
Eurizon Focus Gar 03/13 5,172 5,172 1,23 8,9
Eurizon Focus Gar 06/12 5,145 5,142 0,65 5,45
Eurizon Focus Gar 09/12 5,127 5,125 0,91 6,43
Eurizon Focus Gar 12/12 5,141 5,141 1,08 7,78
Eurizon Obiettivo Rend 8,182 8,131 0,59 6,85
Eurizon Profilo Conservativo 5,541 5,534 0,76 3,99
Eurizon Profilo Dinamico 5,407 5,363 -1,87 17,12
Eurizon Profilo Moderato 5,451 5,436 0,02 9,31
Eurizon Rend Assoluto 2y 5,283 5,276 0,21 2,72
Eurizon Rend Assoluto 3y 5,487 5,475 -0,8 5,11
Eurizon Strat Prot I trim ‘12 5,224 5,224 -0,27 2,9
Eurizon Strat Prot III trim 11 5,463 5,436 3,76 5,62
Eurizon Team 1 A 6,072 6,069 1,39 3,03
Eurizon Team 1 G 6,072 6,069 1,39 3,41
Eurizon Team 2 A 5,751 5,744 0,54 5,29
Eurizon Team 2 G 5,767 5,76 0,8 5,39
Eurizon Team 3 A 4,804 4,793 -1,21 10,56
Eurizon Team 3 G 4,861 4,849 -0,74 8,71
Eurizon Team 4 A 4,062 4,046 -2,61 17,27
Eurizon Team 4 G 4,119 4,102 -2,05 13,61
Eurizon Team 5 A 3,897 3,861 -5,02 24,41
Eurizon Team 5 G 3,953 3,916 -4,42 18,25
Eurom Total Return Flex 3 4,625 4,614 -0,73 5,77
Euromobiliare Strategic Flex 13,367 13,36 -3,08 11,27
Federico Re 5,179 5,153 -0,46 6,55
FMS Absolute Return 8,864 8,841 -5,25 8,68
Fondaco Global Opport 103,006 102,241 1,57 21,78
Fondersel Duemila 91,441 91,216 -3,57 14,59
Fonditalia Flex Bd R 8,38 8,343 0,55 4,97
Fonditalia Flex Bd T 8,473 8,434 0,98 5,14
Fonditalia Flex Dyn T 6,419 6,325 -5,14 48,57
Fonditalia Flex Dynamic R 6,361 6,269 -5,87 58,72
Fonditalia Flex Em Mkts R 2,53 2,517 0,16 63,41
Fonditalia Flex Em Mkts T 2,576 2,563 0,66 17,48
Fonditalia Flex M Manag R 9,497 9,49 -1,37 8,76
Fonditalia Flex Multim T 9,678 9,671 -0,78 9,71
Fonditalia Flex Strat R 7,618 7,624 - 6,88
Fonditalia Flex Strat T 7,721 7,727 0,48 7,7
Fonditalia New Flex Growth R 9,045 9,001 - 19,82
Fonditalia New Flex Growth T 9,177 9,132 - -
Formula target 2013 6,573 6,54 -1,28 7,87
Formula target 2014 6,19 6,146 -3,36 17,54
Generali Institutional Bond - - - -
Gest Doppia Opp. 2015 a For 4,974 4,891 -0,52 -
Gestielle Absolute Return 13,052 12,951 -7,57 23,09
Gestielle Glob Asset Plus 4,975 4,906 -6,84 22,77
Gestielle Harmonia Din 5,162 5,148 -4,23 9,73
Gestielle Harmonia Mod 5,18 5,169 -2,81 7,45
Gestielle Harmonia Viv 5,163 5,141 -5,6 13,82
Gestielle Multiman Abs Ret I 4,855 4,826 -4,67 -
Gestielle Ob Emerg.Mkt 15,071 15,004 -3,51 50,98
Gestielle Obiettivo America 8,014 7,946 -1,29 55,31
Gestielle Obiettivo Brasile 4,851 4,84 -2,88 45,65
Gestielle Obiettivo Cedola 4,711 4,66 -4,19 29,06
Gestielle Obiettivo Cina 9,595 9,555 -6,45 66,08
Gestielle Obiettivo East Euro 14,057 14,062 -14,48 77,41
Gestielle Obiettivo Europa 6,126 6,075 -15,39 58,09
Gestielle Obiettivo India 5,877 5,841 -7,88 54,93
Gestielle Obiettivo Int 16,782 16,573 -5,89 45,29
Gestielle Obiettivo Italia 10,565 10,374 -17,58 63,91
Gestielle Obiettivo Pacifico 11,669 11,504 -11,03 49,78
Gestielle Obiettivo Piu’ 4,96 4,913 -2,05 24,57
Gestielle Obiettivo Piu’ II 4,941 4,894 -2,18 26,8
Gestielle Obiettivo Piu’ Valore 4,871 4,81 -2,87 28,17
Gestielle Obiettivo Risparmio A 7,182 7,131 1,28 8,03
Gestnord Asset Allocation 4,919 4,883 -2,5 20,82
IGM Flessibile A 3,967 3,96 -2,36 6,55
IGM Flessibile B 4,047 4,039 -1,72 6,47
Interfund System 100 9,629 9,6 -0,17 13,66
Interfund System 40 11,143 11,124 0,34 2,77
Interfund System 80 10,143 10,136 - 4,21
Intesa Premium Power 5,107 5,101 -3,31 13,04
Investitori Flessibile 6,251 6,153 -1,4 17,99
Kairos Partners Fund 5,783 5,761 -4,51 29,67
Kairos Partners Income 6,742 6,742 0,36 0,72
Kairos Partners Small Cap 9,488 9,424 -2,7 22,57
Macro F.0. 3,931 3,928 -5,44 22,7
MC G FdF Flx. Med. Vol. A 5,645 5,663 -3,69 19,51
MC G FdF Flx. Med. Vol. B 3,702 3,714 -4,24 19,58
MC G FdF Flx.HighVol. A 4,34 4,319 -4,47 25,85
MC G FdF Flx.HighVol. B 3,651 3,634 -5,05 25,69
MC G.FdF Flx Low Vol A 5,316 5,314 0,72 5,98
MC G.FdF Flx Low Vol B 5,304 5,302 0,68 5,92
Mediolanum Fless Globale 14,459 14,351 -7,01 36,53
Mediolanum Fless Italia 15,364 15,094 -12,01 59,01
Mediolanum Fless Strategico 6,34 6,301 2,83 20,51
Nordest Sicav 3,21 3,17 -23,39 55,48
NorVega Area Nordica A 5,088 5,115 - -
NorVega Area Nordica B 5,088 5,115 - -
NorVega Flessibile A 7,537 7,62 3,59 24,37
NorVega Flessibile B 7,537 7,62 3,59 22,6
NorVega Rendimento A 5,378 5,427 2,11 14,16
NorVega Rendimento B 5,378 5,427 1,28 13,62
Open Fund Rit. Assoluto Var 2 4,497 4,48 -2,05 15,73
Open Fund Ritorno Ass VaR4 3,655 3,636 -4,37 20,82
Pacto Obiettivo Rend A 4,62 4,617 - -
Pacto Obiettivo Rend B 4,686 4,683 -12,51 23,2
Pioneer Target Controllo 5,488 5,467 1,03 4,59
Pioneer Target Equilibrio 5,385 5,375 -1,72 6,65
Pioneer Target Sviluppo 22,394 22,434 -2,74 11,45
PRIMA Strategia Eu H Pot A 2,354 2,33 - -
PRIMA Strategia Eu H Pot Y 2,409 2,384 - -
PRIMA Strategia Eu PMI H Pot A 13,71 13,576 - -
PRIMA Strategia Eu PMI H Pot Y 13,853 13,715 - -
PRIMA Strategia It H Pot A 5,112 5,054 - -
PRIMA Strategia It H Pot Y 5,192 5,142 - -
Profilo Best Funds 5,955 5,931 -1,23 10,54
Profilo Elite Flessibile 5,282 5,196 -7,93 17,11
Sofia Flex 0,656 0,655 -8,38 17,41
Soprarno Global Macro A 5,167 5,118 2,74 26,6
Soprarno Global Macro B 5,261 5,21 3,18 26,56
Soprarno Inflaz +1.5%Cl.A 5,674 5,604 4,17 12,69
Soprarno Inflazione +1.5%B 5,726 5,655 4,41 12,68
Soprarno Relative Value A 5,357 5,34 -0,65 17,57
Soprarno Relative Value B 5,449 5,431 -0,24 17,4
Soprarno Ritorno Assoluto A 5,467 5,401 4,55 16,66
Soprarno Ritorno Assoluto B 5,538 5,47 5,13 18,41
Soprarno 0 Rit Ass 6 Cl.A - - - 20,79
Symphonia Asia Fless 6,034 6,04 -6,23 37,1
Symphonia Europa Flessibile - 5,097 - 25,95
Symphonia Flessibile 3,945 3,932 2,81 19,42
Symphonia Fortissimo 2,366 2,318 -19,55 59,52
Synergia Total Return 5,243 5,235 -1,43 10,85
Tempi D’In-Presa 5,21 5,153 - -
Total Return 2,155 2,157 -3,32 43,18
UBI Active Beta 4,578 4,566 -3,56 11,66
UBI Alpha Equity 4,917 4,914 -3,74 9,1
UBI Total Return Dinamico 4,756 4,748 -5,32 9,85
UBI Pra. Tot.Ret.Moderato A 5,029 5,015 0,33 4,58
UBI Pra. Tot.Ret.Moderato B 5,061 5,047 0,5 4,58
Unibanca Plus 5,244 5,243 -1,11 5,51
UniCredit Soluz 20 A EUR 5,065 5,056 - -
UniCredit Soluz 20 B EUR 5,047 5,039 - -
UniCredit Soluz 40 A EUR 5,052 5,034 - -
UniCredit Soluz 40 B EUR 5,033 5,014 - -
UniCredit Soluz 70 A EUR 5,024 4,992 - -
Volterra Absolute Return 4,973 4,934 -7,98 22,86
Volterra Dinamico 5,167 5,153 -3,94 9,65
Volterra Moderato 4,919 4,909 - -
Zenit Absolute Return Cl.l 5,502 5,487 -4 22,37
Zenit Absolute Return Cl.R 5,34 5,326 -4,9 22,47
Zenit Zerocento FdF 4,301 4,293 -2,05 16,12
8a+ Gran Paradiso 5,325 5,338 -1,86 8,87
8a+ Latemar 5,162 5,124 -3,08 20,45
MF RISK YEARLY indica la perdita %massima cui verosimilmente puo' condurre l'investimento nell’arco temporale
di un anno. L’indice viene calcolato sulla base di 52 settimane.
Fondo Quotazioni Rend.% MFrisk
Ultima Preced a 1 anno Yearly
Fondo Quotazioni Rend.% MFrisk
Ultima Preced a 1 anno Yearly
24

Lunedì 13 febbraio2012 il Giornale
MarcelloVeneziani
T
ra gli ordigni culturali
cheil Novecentohala-
sciato inesplosi al no-
strosecoloc’èlaRivolu-
zione Conservatrice. Di cosa si
tratta?
Lasuadefinizionefuconiatada
dueautori,anziduegrandilettera-
ti, chenonfuronotra i piùsignifi-
cativi esponenti della stessa rivo-
luzioneconservatriceefuronoan-
zi due intellettuali «impolitici»:
Thomas Mann e Hugo von Hof-
mannsthal. Duegrandi esponen-
ti del miglior decadentismoeuro-
peo. Ladefinizionefupoi riferitaa
Ernst Jünger e Oswald Spengler,
MartinHeidegger e Carl Schmitt.
Neparlarononumerosi autori, da
ArminMohler aErnst Nolte.
Mabenprestoil riferimentoal-
la rivoluzione conservatrice fuo-
ruscì dai confini tedeschi e mitte-
leuropei per designareunacultu-
raeuropeainpolemicaconil pro-
priotempo:unapolemicabiforcu-
ta, potremmo dire, perché da un
verso segnava la critica alla mo-
dernità nel nome di una tradizio-
neeunaconservazionedi cui pu-
reavvertivai segni del tramonto; e
dall’altroerauna critica al mode-
ratismo borghese, nel nome di
una rivoluzione e di una moder-
nizzazionecheavvertivacomeim-
pellente, inevitabileeancheesal-
tante. Gli dei vanno inmacchina,
potrebbe dirsi con una formula
riassuntiva l’ossimoro della rivo-
luzione conservatrice; o per tra-
durlaintermini menopittoreschi
e piùrigorosi, la rivoluzione con-
servatriceeralatradizionepensa-
ta dopo le catastrofi della moder-
nità. In breve: la tradizione dopo
Nietzsche. Il conservatorismo
che non si abbarbica al passato
masi cimentaconil futuro, allari-
cercadell’origine.
Nel 1987 quando il mondo era
ancora bipolare, c’era il comuni-
smo all’Est, l’Europa era divisa a
cominciare dalla Germania,
l’Islam non aveva fatto ancora le
suerivoluzioni einItaliavigevala
PrimaRepubblica, provai acalare
larivoluzioneconservatricenella
storia civile e culturale del nostro
Paese.Lofeciinunsaggio-Larivo-
luzioneconservatriceinItalia. Ge-
nesi e sviluppo dellaideologiaita-
liana (SugarCo) - che ebbe qual-
che fortuna anche perché si tra-
dussesuduepianidiversi.Sulpia-
nodelleideefuiltentativodiinter-
pretarel’ideologiaitaliana, lasto-
ria nazionale e la rivoluzione-re-
staurazionedelfascismoattraver-
sounfilorossochecostituival’ori-
ginalità di un pensiero italiano.
Sulpianopoliticoillibrofuunten-
tativodirestituireladestraallasto-
riaitaliana,nonbarricandosicon-
tro il Paese e il suo presente, ma
tentandodi innestarsi nellatradi-
zioneitaliana, uscendodal neofa-
scismo o dal radicalismo, apren-
do all’amor patrio condiviso e al
socialismo tricolore di Craxi. Il li-
broebbequalcheeffettosulpiano
culturaleepoliticoepoi si tradus-
se in unprogetto che passò attra-
versoriviste, daInterventoaPagi-
neLibere, daL’Italiasettimanalea
LoStato.
Sette anni dopo, in un paesag-
gio completamente mutato, il bi-
polarismo mondiale caduto, il
muro crollato, l’Islamincipiente,
la fine della prima repubblica e
del craxismo, l’avvento della co-
siddettaSeconda Repubblicae lo
sdoganamentodelladestra, Lari-
voluzione conservatrice in Italia
ebbeunasecondaedizioneaccre-
sciuta.Erail1994eleneonateFor-
zaItaliaeAlleanzaNazionale, con
gli ex Dc e la Lega, avevano appe-
na vinto le elezioni. Il clima era
davvero fervente, e L’Italia setti-
manaleerastatounbattistradasi-
gnificativoe invista, di quel cam-
biamento. Nella nuova edizione
c’era, tragli altri, uncapitolocon-
clusivodedicatoallanuovarivolu-
zioneconservatricechesiintrave-
deva in Italia. E che concludeva
prudente: «I tempi diranno se i
soggettiincaricatidirappresenta-
re questa nuova rivoluzione con-
servatrice saranno all’altezza del
compitooppureno».
Oggi, avent’anni esatti daMani
Pulite da cui nacque poi la svolta
politica, chebilanciofare? Aque-
stogirodi boaèdedicatalanuova
edizionedeLarivoluzioneconser-
vatriceinItalia,conunbilancioin-
troduttivo del berlusconismo e
uncapitoloconclusivosulpatriot-
tismoculturale.Qualunquegiudi-
ziosipossadarediquestotormen-
tatoventennioedeitormentatissi-
mi tre governi Berlusconi - unodi
breveetempestosadurata, unodi
legislatura (il più duraturo nella
storiadellaRepubblica)el’ultimo
interrottodopotreanni d’inferno
- si puòonestamentericonoscere
che la rivoluzione conservatrice
non ci fu; fu una rivoluzione an-
nunciata, denunciata, e abortita.
Contutte le attenuanti generiche
e specifiche, ma nonci fu. Dicola
rivoluzione conservatrice, non la
rivoluzione liberale, che fu an-
ch’essa annunciata ma poi rima-
seamezz’aria. Al di làdel giudizio
sull’esperienza berlusconiana,
sucuisicimentailsaggiointrodut-
tivo, si deve convenire che quella
scommessafuperduta. Larivolu-
zione conservatrice si impernia
su due punti: la tradizione, che
esprimel’animadi unpopolo; ela
modernizzazione, che si cura di
ringiovanireil corpodi unoStato.
L’ammodernamento dell’Italia,
come lodefinì Berlusconi, fusolo
avviato, conqualchesignificativa
tappamainterrotta, incompiutae
scollata da una riforma organica.
E la tradizione non andò oltre la
crestaelacrostadelpopulismoar-
citaliano.Insommal’Italiainque-
sti vent’anni nonha saputoné fa-
re i conti conla tradizione né con
l’innovazione, èrimastainmezzo
al guado, nelle sabbie mobili. Ha
continuatoadeperire,mentrecre-
sceva il deserto. Quel deserto nel
qualeoggicitroviamoadannaspa-
re,tralecarcassedelladestraedel-
la sinistra, la ripresa della corru-
zioneaogni livello, el’avventodei
tecnicialgoverno.Cisonoiprofes-
sori, non ci sono classi dirigenti,
soggetti politici e non c’è popolo.
Solo masse di individui spaesati.
La rivoluzione conservatrice ha
ceduto al suo rovescio, la stagna-
zionedissolutrice.
Una sottile linea intellettuale che va dal fascismo rosso al liberalismo «azzurro»
A MILANO
BILANCI FILOSOFICI Dal post-fascismo a Berlusconi
La rivoluzione conservatrice,
annunciata e mai arrivata
A 25 anni dalla prima edizione, Veneziani aggiorna il suo saggio
su un progetto politico-culturale «di destra» rimasto incompiuto
IN UN LIBRO IL RITRATTO CULTURALE DI UNA NAZIONE
SABBIE MOBILI
Non abbiamo saputo fare
i conti né con la tradizione
né con l’innovazione
Una mostra tra storia del giornalismo e arte: il
Museo del Risorgimento di Milano celebra in
questi giorni «L’Avanti dellaDomenica», larivi-
sta illustrata legata allo storico quotidiano so-
cialista, cheuscì ainizioNovecento. Altissimoil
livellodellefirmechescrivevanoeillustravano
il giornale: Margherita Sarfatti, Gabriele d'An-
nunzio, EdmondodeAmicis. Elecopertineorigi-
nali ogni domenica eranodisegnatedaunarti-
sta diverso: Umberto Boccioni, Gino Severini,
unMarioSironi diciannovenne. Lamostrareste-
ràaperta finoal 4marzo.
AUGUSTO DEL NOCE
(Pistoia, 1910 - Roma 1989)
In mostra le illustrazioni
de «L’Avanti della Domenica»
MatteoSacchi
C
i sono libri che hanno una
naturasotterraneaelucife-
rina. Insomma che puzza-
nodi zolfo. Si occupanodi misteri,
e magari sono stati stampati e re-
dattiinmanierealtrettantorocam-
bolescaesegreta.Èil casodelvolu-
mecheoravieneristampatodaNu-
trimenti:IlComplotto.Lacontroin-
chiesta segreta dei Kennedy sul-
l’omicidio di JFK (pagg. 265, euro
16,50). Si tratta, infatti, di unlavoro
ametàtrail giornalismoe l’intelli-
gence scritto dopo la conclusione
delle indagini ufficiali della com-
missione Warren (27 settembre
1964)sull’omicidiodi JohnFitzge-
raldKennedy(Dallas il 22 novem-
bredel1963). Il libro, firmatodaun
misteriosoJamesHepburn, venne
pubblicato con il titolo Farewell
Americanel1968negliUsaesubito
dopoinFranciaeinItaliaconiltito-
loL’Americabrucia.Iltesto,checir-
colava in forma semiclandestina
(in Italia venne pubblicato da un
piccoloeditorevicinoallafamiglia
Agnelli),contenevadelletesiesplo-
sive.Tesichecisonoormaibenno-
te: l’omicidio del Presidente più
amato della storia americana era
l’esitodi uncomplotto, nondel ge-
stoisolatodi LeeOswald, lamano-
valanza dell’omicidioera stata re-
clutatainquellazonagrigiadi con-
nivenze che legavano i servizi se-
gretiamericanielamalavita,iman-
danti sarebbero stati petrolieri e
membri dell’establishment milita-
reeindustriale, tracui il principale
indiziatosarebbestatoil miliarda-
rio texano H.L. Hunt. E tutto que-
stoprimache, a partiredal 1969, il
procuratoredistrettualeJimGarri-
son rendesse noti alcuni dettagli
dellasuaindagine,comelarianali-
si del filmato di Abraham Zapru-
der,elateoriadellamisteriosa«pal-
lottolamagica».
Insomma l’inesistente James
Hepburnavevadellefontidiprima
mano, complottistequantosi vuo-
le, che sarebbero diventate di do-
miniopubblicosoltantotempodo-
po. Ecco perché da decenni ci si
chiedequalesia statala genesi del
piccolo pamphlet. La risposta of-
ferta dalla curatrice di questa edi-
zione, lagiornalistaStefaniaLimi-
ti,èchedietrol’inchiestacifossedi-
rettamente la famiglia Kennedy. I
Kennedydiffidaronodasubitodel-
l’indagine ufficiale e si rivolsero a
DanielMoynihan,futuroSenatore
dello Stato di New York. Non riu-
scendo Moynihan a cavare un ra-
gnodal buco, si rivolseroadamici
Oltreoceano, ossia i servizi segreti
francesi e De Gaulle (che poco
amavanolegrandiindustriepetro-
lifere americane e i rapporti tra
l’Oasecerti ambienti astelleestri-
sce).Sarebbecosìspiegatoildetta-
gliodiinformazionipresentenelli-
bro... Complottismo? Forse, an-
che perché quello che si trova nel
testo non è adatto a convincere
una giuria... Certo però che a leg-
gerlo, pensandoincheannoèsta-
toscritto, unaqual certastranaim-
pressionelasi prova. Comeunno-
doallagola...
LIBRO MISTERIOSO
La controindagine
sull’omicidio JFK
rimasta per anni
semiclandestina
ERNST JÜNGER
(Heidelberg, 1895 - Riedlingen, 1998)
A
20anni esatti daMani pulitechesegnòla
nascita della cosiddetta Prima Repubbli-
ca,MarcelloVenezianifailprimobilanciocritico
«dadestra» del berlusconismonellanuovaedi-
zioneaggiornataeaccresciutadel saggio«Lari-
voluzione conservatrice in Italia. Dalla nascita
dell’ideologia italiana alla fine del berlusconi-
smo»(SugarCo,pagg. 320+XXVIII,euro16,50)in
libreriadaquestasettimana. Quali sonoleradi-
cistoriche,civilieculturalidelcasoitalianoequa-
li sono i frutti più recenti? Marcello Veneziani
percorrei luoghi teorici estorici incui nasceesi
sviluppal’ideologiaitaliana, lalineadel pensie-
roitaliano,unitaallostile,algusto,allasensibili-
tàcivileereligiosa, al caratterenazionale. Il suo
viaggiovaaritrosodal presenteal passato, dal-
l’Italiademocristianaalfascismo,dall’Italialibe-
rale al Risorgimento, che diventa compito dei
prossimianni.PrezzoliniePapini,ParetoeD’An-
nunzio, MalaparteeBertoRicci, Rensi eGentile,
Evolae Del Noce sonoi principali testimoni nel
Novecentodi questalineaitaliana. Sullosfondo
emergeil ritrattofilosoficoeciviledi unaNazio-
neCulturaleedi un’italianitàscanditaattraver-
soideeeautori,passionieillusionidiéliteedipo-
polo. Unariscopertadell’amorpatrioattraverso
il pensierochesi fastoria, dapartedi unautore
chenonhascopertol’Italiasoloadesso, magari
inodioalleghismoealberlusconismo, madagli
anni incui eraoscenoamarelapatria.
MARTIN HEIDEGGER
(Meßkirch, 1889 - Friburgo, 1976)
CARL SCHMITT
(Plettenberg, 1888 - 1985)
MITO Caspar David Friedrich, «Viandante sul mare di nebbia» (1818)
GIOVANNI GENTILE
(Castelvetrano, 1875 - Firenze, 1944)
BERTO RICCI
(Firenze, 1905 - Bir Gandula, 1941)
Album
ALBUM 25
Lunedì 13febbraio2012 il Giornale

Avvocato
Le storie che
racconto?
Le sento dai
miei clienti
ALLA CONQUISTA DELLA GRANDE MELA Autobiografia rock
Quando i punk di NewYork
si misero a parlare francese
«Oltre l’Avenue D» di Philippe Marcadé racconta la svolta musicale Anni settanta
all’ombra della Statua della libertà. E furono gli europei in fuga a dettare la linea
LucaCrovi
S
olo in Svezia l’avvocato e
scrittore Jens Lapidus con
lasuaTrilogiadi Stoccolma
(Mondadori) è riuscito a
vendere più di un milione e mezzo
di copiedei suoi romanzi criminali,
diventando nel giro di pochi anni
unvero e proprio fenomeno di cul-
to. InattesachelaWarner Bros rea-
lizziunadattamentocinematografi-
codei suoi Latraiettoriadellanevee
Mai farcazzate, Mondadori pubbli-
cailterzocapitolodiquestaincredi-
bilesaganoir intitolatoLivet Deluxe
(pagg. 524, euro18) echeci raccon-
tainpresadirettairacketdelriciclag-
gio, della prostituzione, dellospac-
cioedellerapine nellacapitalesve-
dese dall’originale punto di vista di
ungruppo variegato di delinquenti
alladisperatacacciadi soldi epote-
re.«Pensochemoltagentefuoridel-
la Svezia abbia un’immagine ro-
manticaeidilliacadellasocietàsve-
dese - ci spiega lo stesso Jens Lapi-
dus-Nei miei romanzi, descrivoatti
criminali reali dal punto di vista
“dellegrondaiediStoccolma”.Ecre-
do che Stoccolma sia come la mag-
gior parte delle città importanti in
Europaquandositrattadianalizzar-
nelacriminalità. Ciòdetto, Stoccol-
maèancoraunbuonpostodavive-
re. QuandosonostatoaMoscamol-
ti giornalisti mi hanno detto che
amavanoi miei personaggi chefan-
no parte del crimine organizzato
maallostessotempoli hannotrova-
ti troppo delicati rispetto agli stan-
dardrussi. Èprobabilecheancheda
voi in Italia abbiate la stessa sensa-
zione».
Comesi spiegalagrandeprodu-
zione di letteratura poliziesca
chearrivadal suopaese?
«Penso che la maggior parte dei
noiristi scandinavi prenda davvero
moltoseriamenteilpropriolavoroe
consideri quello che scrive come
una scrittura letteraria ordinaria.
Questo vuol dire che hanno uno
standardletterarioabbastanzaalto.
Il noirèdatempoungeneredi gran-
de successo. Per cui è naturale che
molti scrittori quando decidono di
iniziarelalorocarrierapartanopro-
prioda questogenere letterario».
La sua trilogia che sviluppi ha
avutonel tempo?
«É nata mentre stavo lavorando
intribunale. Mi stavooccupandodi
uncaso di furto e il giudice l’ultimo
giornodel processohachiestoai tre
giovani accusati: “Cosa avete fatto
negliultimicinqueanni?Dovesare-
tefraaltri cinque?Chi siete?”. Vole-
vadarelorounachanceevolevache
ammettessero pubblicamente che
eranodisposti acambiarelelorovi-
te. Einveceilgiudicehaottenutoso-
locheunodeiragazzisièmessoagri-
dare: “Non avete capito un cazzo.
Questoè il nostromododi vivere. È
normale per noi quello che abbia-
mofatto”.Tornandoacasaquellase-
raper laprimavoltami èvenutovo-
glia di scrivere qualcosa. Ho subito
scrittoilraccontodiunfurtomanon
dalpuntodivistadiuninvestigatore
della polizia o delle vittime ma dal
punto di vista del criminale stesso
che lo commetteva. Ci sono perso-
neper cui il crimineèunostiledi vi-
taecompieredelitti èunacosanor-
male,hodecisodidarelorovocenel-
lemiestorieperchélotrovoaffasci-
nante. Il loro punto di vista non è
quellodi colorocheli osservanoeli
giudicano».
Ma quanto reali sono i casi che
lei haraccontato?
«Quasi tutti i dettagli sono veri, i
miei personaggi sono però costrui-
ti. Lamaggiorpartedel plot èquindi
frutto della mia fantasia. Ho il van-
taggio come avvocato di avere un
sacco di storie dalle quali attingere
facilmente. Una volta mi è capitato
dipresentareimieilibriadalcuniuf-
ficialidipoliziaeunodilorosièalza-
to in piedi e mi ha detto: “Lo sa che
ogni volta che facciamo un irruzio-
nenellacasadi unodei membri del-
le gang che lei descrive troviamo
sempreduecose: unposterdi Al Pa-
cino in Scarface e almeno uno dei
suoi libri!”. Battute a parte credo
cheneimieilibriiltassodiautentici-
tàsiaforte e si senta».
Quanti criminali ha incontrato
che cercano disperatamente
unavitadi lussocomequellache
dàil titoloal suoromanzo?
«Molti,micreda.Soprattuttorapi-
natori di banche. Lalorosperanzaè
davvero quella di fare il colpo della
loro vita che li renderà ricchi per
sempre. Ma il mio titolo è ironico e
affilatocomeunaspadaadoppiota-
glio: cos’èrealmenteunavitadi lus-
so?Cosasiècostrettiapagareperot-
tenerla?»,
Ilcriminepiùdiffusoattualmen-
teinSvezia?
«Laguidainstatodi ubriachezza.
Einoltreabbiamoanchemoltavio-
lenza per le strade e delitti legati al-
l’eccessivousodi droghe».
MUTAMENTO
Al CBGB’S tra sudore
e «pogo» selvaggio
nasceva uno stile nuovo
MEMORIE
Un ex ragazzo randagio
racconta l’epoca di
Blondie e dei Ramones
LucaBeatrice
A
volte non servono le
masseperfarelerivolu-
zioni:bastaungruppet-
todipochepersone,suf-
ficientemente folli e visionarie,
per accendere quelle scintille che
daranno vita a cambiamenti epo-
cali.Unacosadelgenereèaccadu-
ta a New York intorno al 1974, un
periodoincuileespressionicreati-
vevivevanounmomentoditransi-
zione. Soprattuttonellamusica, il
punknoneraancoraesplosomen-
tre dall’Inghilterra i suoni baroc-
chi del pop sinfonico stavano for-
tunatamente terminando la loro
epopea. Allo stesso modo nell’ar-
te si attendeva una nuova avan-
guardia, visto che Pop e Minimal
da tempo dominavano nei musei
e gallerie, mentre il graffitismo ri-
sultava ancora marginale.
Manhattan, peraltro, non era la
stessadi oraeinteri quartieri veni-
vano considerati a rischio. Off li-
mit, adesempio, era Alphabet Ci-
ty, la zonaincui lestradesi conta-
nononpiùpernumeromaperlet-
tera.«Oltrel’AvenueD»erasconsi-
gliabile spingersi. È proprio dalla
«cittàproibita»cheprendeil titolo
la docu-novel di Philippe Marca-
dé, Oltre l’Avenue D. un punk a
NewYork1972-1982,appenapub-
blicata in Italia da Agenzia X
(pagg. 192, euro15).
Il racconto si apre con l’arresto
di un diciassettenne beccato con
unadiscretaquantitàdi drogaad-
dosso. Dalì comincianounaserie
di avventure picaresche (viaggi in
autostop, sballi, concerti, incroci
sessuali) e di incontri che lo con-
vinceranno ad abbandonare la
vecchiaEuropaetrasferirsidefini-
tivamenteinAmerica.Primadiap-
prodare a New York, Marcadé fa
tappa a Boston, dove divide l’ap-
partamento con l’amico Bruce e
conosce un manipolo di strafatti
che passanoil tempoadascoltare
buonamusicae rollare canne. Al-
cuni di lorosono«armati»di mac-
china fotografica per riprendere
intemporealeciòchesuccedeeri-
trarrei protagonisti di questanuo-
va«lost generation»: c’èDavidAr-
mstrong e, soprattutto, Nan Gol-
din,cheoggièconsiderataunadel-
leartistepiùimportantidiquelpe-
riodo. Lesueistantaneehannote-
stimoniato un’epoca votata alla
massima libertà e all’autodistru-
zione:aidsederoinanehannopor-
tati via molti e lo stesso Marcadé,
con la saggezza del reduce, am-
mette che esserne usciti è stata
unagrandefortuna.
Luoghi di culto della New York
di allora erano il Chelsea Hotel,
l’albergocheavevaospitato, tragli
altri, WilliamBurroughs, Janis Jo-
plin, EdithPiaf, Henry Miller, An-
dyWarhol elasuacorte, il postoin
cui qualche anno dopo sarebbe
statauccisaNancySpungen:quin-
di il CBGB’S, il localecheavevaso-
stituito nel cuore degli alternativi
il MaxKansasCity, inveritàunpo-
sto brutto e sporco dove ogni ve-
nerdì sera si esibiva una bandche
molto probabilmente avrebbe
scritto un capitolo nella storia del
rock. Lì Marcadé capisce che la
musica sta davvero cambiando.
Dopo aver sentito Mink De Ville,
conoscequattroragazzi magri, ta-
glio di capelli alla Beatles 1965,
giubbotto di pelle nera, scarpe da
ginnasticaejeans strettissimi. So-
noi Ramonesche«inmezzoatutti
quegliartistoidiscorreggioniebe-
autiful peopleconcapelli lunghi e
stivaloni argentati, erano sicura-
mente all’avanguardia, il gruppo
piùanti-hippiemai visto, il futuro
del rockamericano».
Altri incontri flash, quelli con i
Cramps, Debbie Harry, il fotogra-
fo Robert Mapplethorpe, Johnny
ThunderinunaNewYorkdevasta-
tadall’eroina: «nonci rendevamo
conto del pericolo, né di quanti
amici sarebberomorti. Eraladro-
ga degli intellettuali, degli artisti,
dellagentecool. Qualcunoavreb-
bedovutodirci laverità...».
Nel 1976 Marcadé fonda la sua
rock band, i Senders, autori di un
punk oscuro nel mood della No
Wavedi allora, chesuonaal Max’s
lastessaseraincuimuoreElvisPre-
sley («ma pareva non fregasse un
cazzoanessuno,vistochelosicon-
siderava morto dal 1959»). Pur
nonpassandoallastoriaresteran-
no un piccolo fenomeno indie di
quegli anni (vengono considerati
lamiglior livebanddi NewYork) e
faranno da spalla ai concerti di
BlondieedeiClash.Rispettoaicol-
leghi inglesi, chi viveaManhattan
hadatempoabbandonatolespil-
le da balia e i vestiti stracciati. So-
nodeiveriepropridandychecura-
noil look conattenzione. Il perio-
do d’oro dei Senders dura fino al
1982, quando l’atmosfera è pro-
fondamente cambiata e molti dei
fenomeni undergroundsonostati
definitivamente inglobati nel
mainstream. Fino al 1997 si esibi-
sconodalvivo,nonostantesciogli-
mentitemporaneieperditedefini-
tive (la morte del chitarrista Marc
Bourset). Oggi Marcadé ricorda
quel periodo senza retorica né
troppi rimpianti. La sua filosofia,
infondo,èrimastaquelladiallora:
«muori giovanee rimani bello».
«Il noir scandinavo è alta letteratura. Epiace»
LOCALE
CULTO
L’esterno
del CBGB’S
negli anni
Settanta.
Il locale
divenne subito
il centro della
scena punk
di New York.
Era nel Lower
East Side
di Manhattan,
al 315
di Bowery
Street.
Tuttavia,
il momento
in cui il CBGB
cominciò
ad acquisire
una certa
notorietà fu
nel 1974, con
gruppi come
i Television
e soprattutto
i Ramones
Lo scrittore che ha inventato la «Trilogia di Stoccolma» racconta i segreti del suo successo
L’intervista Jens Lapidus
26 ALBUM

Lunedì 13 febbraio2012 il Giornale
«Amy, Etta, Whitney. Che grande trio
di ragazzeoggi incielo»: eccoil commen-
to di Mitch Winehouse, il padre di Amy
Winehouse, all’annuncio della morte di
Whitney Houston. «La loro musica non
moriràmai»,hadettoMitchsuTwitterdo-
po l’annuncio della morte per sospetta
overdosedellacantante.
Il padredellaWinehouseèaLosAnge-
les per la cerimonia dei Grammy a cui
Amy è candidata per il duetto postumo
con Tony Bennett. Mitch Winehouse ha
reso omaggio, oltre che alla figlia e alla
Houston, ancheaEttaJames, laleggenda
del soul morta loscorsogennaio.
GuardandoleultimeimmaginidiWhit-
ney Houston viva, il pensiero va all’ulti-
mamortemaledettachehascossoilmon-
dodellamusica, quelladi AmyWinehou-
se. Non solo perché ad accomunarle c’è
quell’aspettotrasandatoepersodell’ulti-
mafasedellelorovite,masoprattuttoper-
ché, nel giro di pochi mesi, due dei più
grandi talenti vocali dellastoriasonoan-
dati in fumo tra alcool, droga e psicofar-
maci. Certo, l’etàèdiversa: Amy, mortail
23 luglio dell’anno scorso, è entrata a far
parte del famigerato club dei 27, ma in
fondoancheWhitney, chesi èspentaa48
anni,artisticamenteerafinitamoltotem-
po prima. La fine della Houston ricorda
poi altre scomparse di divi della musica,
trovati senzavitanellastanzadi unhotel,
a volte proprio nella vasca da bagno co-
me pare sia stata trovata la Houston, se-
condoquantorivelail sitoTmz. Per molti
di lororestaancorail misterosullecause
della morte e fioccano ancora leggende
sullalorosopravvivenza.
Il club dei 27. Per uno strano gioco del
destino,èun’etàfatalepergliartistimale-
detti. La regina del rock, Janis Joplin, fu
trovatamortail 4ottobre1970nellastan-
zadi unmotel di Hollywood. Secondoal-
cuni, piùdell’alcol edell’eroina, aducci-
derlafuunaprofonda solitudine. Èfuun
altro hotel, il Samarkand di Londra, la
tomba del signore dei chitarristi, Jimi
Hendrix, trovato senza vita il 18 settem-
bre 1970. Una morte forse dovuta a un
cocktail di alcol e tranquillanti, ma sulla
quale resta ancora l’ombra dell’omici-
dio. Non sono chiare neanche le circo-
stanze della scomparsa di JimMorrison,
mortoil 3 luglio1971 nella casa incui al-
loggiavaaParigi.Laversioneufficialepar-
ladiuninfartonellavascabagno,mal’au-
topsianonfumai eseguita. Secondoi più
la causa sarebbe un’overdose, ma sulla
scomparsa del leader dei Doors aleggia
ancora il mistero. Aveva 27 anni anche il
chitarrista dei Rolling Stones, Brian Jo-
nes, quando, il 3luglio1969, vennetrova-
to sul fondo della piscina nella sua casa
delSussex,inInghilterra.Oltre20annido-
po,l’8aprile1994,fulavoltadiKurtCoba-
in, leader dei Nirvana, morto nella serra
dellasuacasadi Seattle. Anchelui schia-
vo dell’eroina, si suicidò conuncolpo di
fucile.
RS
VOCI MAGNIFICHE
Nel giro di pochi mesi sono
mancate tre fra le artiste
più talentuose di sempre
«Lei, Etta e Amy: un grande trio di ragazze in cielo»
L’ALBUM DEI RICORDI
Dall’esordio
fulminante
al tragico
matrimonio
GLI INIZI
L’esordio del
1985, «Whitney
Houston»,
direttamente
al numero 1
della classifica
americana, è
nel Guinness
come l’album
più venduto di
un’esordiente
COL MARITO
Il dramma
della sua vita
è stato il
matrimonio
con Bobby
Brown. Alla
notizia della
morte lui non
ha sospeso
il concerto che
stava tenendo
IL MANAGER
Nel 1983
il manager
della Arista
Clive Davis
vide Whitney
cantare
e, rimasto
colpito,
le offrì
un contratto.
Da lì il volo
JacopoGranzotto
Neanche la figlia, la diciannovenne Bobbi
Kristina,èstataautorizzataavedereilcorpodel-
la madre. Urla, calci alla porta, spintoni. Tutto
inutile, forseanche sconveniente. Apochi me-
tri dalla suite in cui è morta la 48enne Whitney
Houston (probabilmente annegata in una Ja-
cuzziperilmixletalediXanaxealcolici)sistace-
lebrando uno show a margine dei Grammy
Awards,unanticipoconsponsorchedeveanda-
reavanti. Piùtardi Bobbi Kristinasaràricovera-
ta al Cedars Sinai hospital di Beverly Hills per-
ché sottofortissimostress.
Fuori dall’hotel Beverly Hilton ci sono i fan
conlecandele accese, una folladi reporter che
premeper entrareegli elicotteri. Dentro, come
se nulla fosse, gli invitati si ubriacano al bar,
mentreil managerchel’hascopertastaleggen-
doundiscorsoallamemoria. Pensarechequel-
la sera la Houston avrebbe dovuto ritirare un
premioallacarriera. Unamorteavvoltanel mi-
sterocheavvieneapochigiornidallaconversio-
ne all’Islam e alla vigilia dei Grammy Awards.
L’ennesimatriste storiarock.
Lacronaca. Alle15,55 (le0,55inItalia) Whit-
ney Houston viene dichiarata morta dopo vari
tentativi di rianimazione. A dare la notizia è il
managerJill Fritzo. Il corpo, trovatoinunasuite
alquartopianodelBeverlyHiltonHoteldoveal-
loggiadasettemesi, vieneportatoviamezz’ora
dopoattraversouna portadi servizio. Secondo
la Cnn sarebbe stato il compagno, il cantante
Raj Jay, adarel’allarme, malapoliziadi Beverly
Hillsraccontadi esserestataavvertitaalle15,45
dauna telefonata da parte dell’entourage della
cantante. Giunti in hotel, gli agenti avrebbero
trovatoil corpodellacantantenellavascadaba-
gno, senza vita e senza segni di violenza. Inca-
merasolopilloleericettemediche,ufficialmen-
te nessuna traccia di alcolici e droghe. Non re-
sta che aspettare l’autopsia di domani mattina
persaperesesiètrattatoomenodimorteperaf-
fogamento.Maoraèildrammadellafigliaafare
notizia. Secondoil sitoTmz(chepubblical’im-
barazzantevideodi giovedì notteconladivain
evidentestatodi alterazione), laragazzasareb-
begiunta all’Hiltondi Beverly Hills quattroore
dopolatragedia. Aquel puntosarebbesalitaal
quartopiano, mai poliziotti leavrebberoimpe-
dito di entrare. Il riconoscimento della salma
era stato già fatto da altri amici e parenti che si
trovavanonellastanzaquandosonoarrivati gli
agenti. Piùomenomentre la ragazza piangeva
eil corpodi Whitneyeraancoranellastanza, in
unsalone dell’albergo, aveva iniziola festa per
laqualeWhitneyeralì.OrganizzatadaCliveDa-
vis, l’agente che la scoprì, il party èiniziatocon
unricordodellacantante.«Abbiamotutti ilcuo-
redevastatodal dolore. Il miopensiero-hadet-
toDavisalmicrofono-vaallafigliaBobbiCristi-
naeallamadreCissy. Whitneyeraunapersona
splendida.Eavrebbevolutochelamusicaconti-
nuasse».ArrivaancheTonyBennett:«PrimaMi-
chael Jackson, poi Amy Winehouse. Ora Whit-
ney Houston, vorrei che tutti i presenti spinga-
noil governoalegalizzarele droghe».
Snella, sofisticata, elegante, Whitney Hou-
stonha dominato la scena pope soul america-
na negli anni ’80 e ’90. L’ultima comparsa in
pubblico,giovedì scorso,davantiaunadiscote-
cadi Hollywood, disorientata econfusa.
Affogata nella vasca
ma è mistero sulla morte
Nella suite dove alloggiava a Los Angeles trovate pillole e ricette, niente droga
Ieri sera doveva esibirsi ai Grammy Awards. La figlia ricoverata per stress
NEL «CLUB DEI 27»
Amy Winehouse, nata nel 1983 a Londra
è morta a 27 anni il 23 luglio 2011
Miti della musica
SPENTASI A 74 ANNI
Etta James, nata a Los Angeles nel 1938
si è spenta il 20 gennaio di quest’anno
Il padre della Winehouse rende omaggio alle leggende del soul
LA REGINA ABDICA A 48 ANNI
Whitney Houston, morta a 48 anni: della
sua voce si dice fosse un dono di Dio
__
ALBUM 27
Lunedì 13febbraio2012 il Giornale
AntonioLodetti
Nel suoultimoalbum, I Lookto
You, cantava: «Sonocadutaesono
crollata ma nonmi sonospezzata,
hosuperatotuttoil dolore. Eppure
Whitney Houston non è riuscita a
uscire dal suo inferno personale.
Sen’èandataa48anni inunastan-
zad’albergodi BeverlyHillslanot-
te prima dei Grammy Awards,
l’Oscardellamusicachenel1986la
vide trionfare come nuova regina
delsouledellor’n’b.Unesordiotra-
volgente quello di Whitney bella,
sensuale (da ragazzina era stata
modella) dalla voce esplosiva da
treottaveeunsemitonodi
emozioni sostenuta da
un bruciante senso del
racconto, da un suc-
cesso tanto immedia-
to e duraturo (quasi
200 milioni di album
venduti, nonacasoin-
serita nel Guinness dei
primati per numero
di premi ricevuti)
dafarscrivereal-
la rivista Rol-
ling Stone: «L’impatto di Whitney
sullor’n’bèstatotalmentepervasi-
vo, chesembrachelealtrecantanti
esistanoocomeconseguenzadel-
la sua esistenza o come reazione a
lei». Senza di lei non ci sarebbero
stateMariahCarey(lanciatacome
lasuapiùagguerritarivale), MaryJ.
Blige, Toni BraxtonfinoaBeyonce.
UndestinoscrittonelDnaquello
di Whitney, figliadellagrandecan-
tantegospelCissyHouston, cugina
diDionneWarwick,battezzataarti-
sticamentedaArethaFranklin,sifa
leossanellechiesenere, accompa-
gna artisti del calibro di Chaka
Khane Jermaine Jackson, passa ai
clubdiNewYorkdovevienescoper-
ta dal guru della discografia Clive
Davischedirà: «Laprimavoltache
l’hosentitacantareèstatocomeun
pugnonello stomaco». Era il 1985.
Dalì apochi mesi il trionfoconl’al-
bum di esordio Whitney Houston,
che le regala il primo di una lunga
seriediGrammyesingolimilionari
come Saving All My Love For You,
HowWill I Know, Greatest Love of
All. Il seguito, Whitney (conla bal-
lad I Wanna Dance With Somebo-
dy) è ancor piùdirompentecon20
milioni di copie vendute, nove di-
schi di platinoeil titolodi unicoal-
bumstraniero(insiemeaTrueBlo-
od di Madonna e Bad di Michael
Jackson)avenderepiùdi unmilio-
nedi copieinItalia, quell’Italiado-
ve,nel1987,cantòAllatOnceaSan-
remoe, afurordi popolo, concesse
l’unico bis nella storia del Festival
(enel2009apparveperl’ultimavol-
tadanoi aXFactor).
Cheparadossolavitaelacarrie-
radi Whitney! Così amatadal pub-
blico nonostante le sue tragedie
personali, e nonostante il suo ulti-
mo vero successo risalga al 1992,
quando recitò in The Bodyguard,
con Kevin Costner, sbancando i
botteghinidituttoilmondoeinter-
pretando se stessa e lanciando un
classico come I Will Always Love
You (della cantante country Dolly
Parton)cherimaseprimoinclassi-
ficaper 14settimane.
Da allora cachet milionari ma
molto meno sostanza; come se
Whitney fosse appagata, o consu-
mata, o travolta dai suoi drammi
personali. Anche sfortunata nello
scegliere un marito come Bobby
Brown,manescoepicchiatore,che
l’ha trasformata in una schiava. E
poi latossicodipendenzaeil decli-
no, ancor più atroce sulla pelle di
una bellissima donna come lei. Il
tunnel delladroga, lecontinueria-
bilitazioni, le crisi psicologiche
mettono in crisi quella voce che
«eraundonodi Dio».Haprovatoin
tuttiimodiacombatterla,finoapo-
chi giorni fa, contenacia(ocondi-
sperazione).Nel2010ètornatacon
l’appoggio del gran maestro del
pop Davis e con la benedizone di
OprahWinfreychelehalavatolaco-
scienzaconunaseguitissimainter-
vistaintv. Mai concertidiquell’an-
nofuronoundisastro. Annullati gli
showeuropei per uninfezionealle
vierespiratorie,imbarazzantileesi-
bizioni in Australia (a Brisbane
qualcuno tra il pubblico disse:
«Non avrebbe potuto intrattenere
unmorto»). Il cantoera la suaulti-
marisorsa,l’àncoracuiaggrappar-
si... Ci haprovatoancoral’altroieri,
per esibirsi ai Grammycomeospi-
te d’onore. Ha tenuto un concerto
preparatorio insieme a Kelly Price
interpretando il gospel Jesus Love
Me. È apparsa magrissima, soffe-
rente, con voce debole e smunta,
maprontaasaliresul palco, contro
tuttoe controtutti, per l’ennesima
volta. Ieri sera ai Grammy, invece,
Jennifer Hudson ha cantato l’ad-
dioallareginadel soul. L’exmarito
BobbyBrown, cheerainscenacon
lasuabandNewEdition,nonhaan-
nullato lo spettacolo ma - bontà
sua - ha detto: «Ti amo Whitney».
Perrivederlabisognaaspettareago-
sto, quando uscirà il film Sparkle,
biografia delle Supremes, che se-
gnailsuoritornosulloschermodo-
po16anni.
Cantavameglio
di chiunque altro
Eramagnifica
Riposi inpace
Mi manchi
meravigliosa
Whitney, manchi
al mondointero
Tristepensare
chei suoi regali
nonle abbiano
portatofelicità
Percelebrare
launicae lasola
Whitneyascoltate
lasuavoce
Hoil cuore
spezzatoe sono
inlacrime
perlamiaamica
Duealbumnellastoria. Nel 1985l’esordio«WhitneyHouston»levalse
40dischid’oroediplatinoeunGrammy. IlsecondoLp, «Whitney»,inclu-
deva«I WannaDancewithSomebody»concui vinseil Grammynell’88
Hanno detto
Nel 1992debuttacon«TheBodyguard». Lacolonnasonoradiventala
piùvenduta di tutti i tempi. Nel 1995recita in« WaitingtoExhale» e
nel 1996in«Unosguardo dal cielo» conDenzel Washington
Nel 2002èstatacoinvoltainunacausalegale(chevinse) controilpa-
dre-manager John Houston che affermava che la Houston non gli
avevapagatoquanto gli spettavaper averla aiutataincarriera
In veste di produttrice cinematografica la Houston ha finanziato
dueoperedell’amicoGarryMarshall. Laprimaè«PrettyPrincess»
del 2001, lasecondaè«Principe AzzurroCercasi» del 2004
Bella, bravaedepressa. LareginadeglianniOttantaèstataunadel-
ledonnedi maggiorsuccessodiscografico. Peroraèal quartoposto
per numerodi vendite negli Usacon55milioni di dischi venduti
CON COSTNER
Con lui girò
nel 1992 «The
Bodyguard».
Nella colonna
sonora,
prodotta da
David Foster,
c’è «I will
always love
you», il suo hit
più celebre
Liza
Minnelli
Alicia
Keys
Barbra
Streisand
Laura
Pausini
PREMI
Mariah
Carey
AL FESTIVAL
Il suo Sanremo
è legato a un
evento nella
storia del
Festival: l’unico
bis di un ospite.
Era il 1987 e la
Houston cantò
«All at once».
Presentava
Pippo Baudo
CINEMA
LA CAUSA CON IL PADRE
LE PRODUZIONI
DISCHI
STILE E INNOVAZIONE
Il suo impatto sul r’n’b
è stato enorme, Beyoncé
e le altre sono «allieve»
Superstar
CON LA CAREY
Il 1998 è l’anno
del duetto con
Mariah Carey,
intitolato
«When you
believe»
che fa da
colonna sonora
al film
«Il principe
d’Egitto»
L’EPOPEA DI UNA DIVA Voce unica, corpo sexy, carattere fragile
Era una regina nel canto
Euna schiava nella vita
Dalle chiese gospel al Guinness dei primati, la cantante ha venduto
duecento milioni di dischi. Ma non le è bastato per trovare la felicità
’’
’’
’’
’’
’’
INDIMENTICABILE
Due immagini bellissime
di Whitney Houston,
donna di rara bellezza e dotata
di un’incantevole voce
(definita un dono di Dio)
che ha lasciato questo mondo
troppo presto
28 ALBUM

Lunedì 13 febbraio2012 il Giornale
di Tony Damascelli
C
entoundici milioni di telespettatori hannoassistitoallafinale del
Super Bowl, di football americano, traGiants e Patriots.
Centoquattordici milioni, tre inpiù, alloshowdi Madonna,
tredici minuti di spettacolocircense e di canzoni della
signoraCiccone durante l’intervallodella partita
medesima. Madonna si èesibita gratuitamente, è in
promozioneper il suoultimosingoloMe All Your
Luvinma l’audience del superbowl, la piùaltain
assoluto, è il miglior veicoloper far parlaredi sé,
dunquesenza compensoindenarodell’emittente
televisiva. Lastessa Ciccone, inpassato, ha donato
mezzomilionedi dollari ai terremotati di Abruzzoe, nei
mesi scorsi, hadecisodi tornare alla carica conla
fondazionedel Malawy, da lei stessacreata, per la
costruzionedi due scuole, dopochequasi quattromilioni
di dollari, messi a disposizionedalla cantantedue anni
fa, eranostranamente, ma nontroppo, «spariti».
AdrianoCelentanoha annunciatoche devolveràil
compensogarantitogli da Rai per la partecipazione
al festival di Sanremo, intornoai settecentomila
euro, parte aEmergency e il restoaungruppodi
sindaci di città chedovrannodecidere aquali
famiglieindigenti destinarei soldi. Lacaritàdi
Madonnaderiva dai suoi fondi personali,
quelladi Celentanodai denari pubblici, canone
compreso, e nonsi saancora conquale criterioquesti
verrannodistribuiti. Il clan, anzi il clanclancelentanesco,
conla Rai areti unificate inprima fila, parla di grande gesto,
quasi unsegnale divinodel predicatorepiùsilenziosod’Italia.
Modificandounosloganassai caroall’artistadi cui sopra,
francamentenonmene infischioma, anzi, credocheMadonna sia
rockeCelentanolento. Bravoma lento.
PaoloGiordano
nostroinviatoa Sanremo
Semprecosì. C’èchi dice: «Ac-
cidenti quant’è meticoloso». Chi
protesta perché le sue prove al-
l’Aristonhannoorari quantome-
no flessibili. E chi sbuffa quando
Claudia Mori chiede a tutti di la-
sciare la sala perché i «monolo-
ghi»vannoprovatiinbeatasolitu-
dine (per quanto possibile). Ce-
lentano divide, sempre così. An-
cheall’Ariston. Solosudi unaco-
sa sono tutti d’accordo: «Ha una
voceancorainattaccabile». Gior-
natefreneticheinteatro. Aspizzi-
chi ebocconi, circolaqualchein-
discrezione sulla madre di tutti
gli eventi: come, quando e quan-
to Celentano spariglierà il Festi-
val. Attenzione però: vista la fre-
quenzaconcui cambiaidea(Mo-
randidixit), puòcapitarechestra-
volgatuttoanchedueminuti pri-
madi andareinscena. Intantodo-
vrebbeandarci trevolte: martedì,
sabatoeunaametàsettimana, in
ungiorno nonancora identifica-
to, forseil giovedì. Emoltoproba-
bilmente canterà, come peraltro
molti gli chiedono. In fondo, si è
portatoa Sanremouna band(4 o
5 fiati, quattro coriste, un paio di
chitarristi)cheinteragiràconl’or-
chestra. Eparecheabbiaprovato
alcunibrani, unodei quali (Il fore-
stiero) èstatopubblicatoquando
Celentanohavintoil Festival con
Chi non lavora non fa l’amore.
1970. Musica del grande Gino
Santercole. E parole (di
MikiDelPreteeLucia-
no Beretta) che rac-
contano l’incontro
di Gesùconlasama-
ritana in quello che
è il più lungo dialo-
goriportatodaiVan-
geli («Perchétugiu-
deo chiedi l’acqua
a me che sonosa-
mar i t ana? » ) .
Pensate, nel
1970 non era-
nocertoargo-
mentiallamo-
da. Le altre
duecanzonifi-
nora provate (che
potrebbero però nem-
meno essere interpretate
dalvivo)dovrebberoes-
sere Facciamo finta
che sia vero (dal-
l’ultimo disco
omonimo), con
testi cui ha con-
tribuito Manlio
Sgalambro, musi-
che di Nicola Piova-
ni e un intervento,
breve per carità, di
FrancoBattiato. No,
noluinons’èvistoal-
l’Ariston. Ed è assai
difficile che arrivi.
Nellaplateadelte-
atro sono risuonate
anche le note di Ti
penso e cambia il
mondo (sempre da
Facciamo finta che
sia vero) e qualcuno
ha sentito addirittu-
raCelentanoduetta-
reconGianniMoran-
di. Il Clandell’Ariston.
Pare anche che, durante uno de-
gli interventi, venga eseguito un
medley di successi di Celentano.
Ad esempio, quella Pri-
sencolinensinainciu-
sol del 1972 che
ancora adesso
molti citano tra
le ispirazioni
fondamen-
tali del rap. Insomma, micaèvero
cheCelentanoal Festival farà so-
lo monologhi. Farà anche il can-
tante, e arriverà sul palco pure
con la chitarra, come d’altron-
de si vede sulla copertina del
disco. Però è vero che nonsi
sanulladichecosaconcreta-
mentedirà, cosachepoi èil
centrodellepossibili pole-
miche. Senza dubbio, l’ex
Molleggiatoèriuscitonel-
ladoppiamissionedi es-
serevicinissimoall’Ari-
ston (dorme all’ho-
tel Globo, cheèaduepassi di nu-
mero) ma di tenere lontanissimi
tutti i curiosi. Le sue prove sono
blindate come quelle che a suo
tempofeceEminem. Perciògira-
no voci, spesso incontrollate co-
me è bello succeda prima degli
eventi checalamitanounanazio-
ne. Ad esempio: qualcuno dice
addiritturachepossaesserci una
sorta di balletto con Celentano
(davanti), Morandi, Papaleo e la
Mrazova(dietro). Chissà. Inogni
caso, dopo la sigla iniziale (che
dovrebbeessereunadattamento
da 2001 Odissea nello spazio), la
celentaneide avrà un copione
che è ancora indivenire. Però lui
si sta impegnando«neppure fos-
se un esordiente qualsiasi», co-
me dice uno che ha assistito alle
prove. E’ attento alle luci di sce-
na. Eai microfoni: «Mi sentostret-
talavoce»,hadettounavolta. Ela-
vora in sintonia litigarella con
ClaudiaMori. Epensate: lorodue
erano insieme a pochi passi da
qui, al teatro del Casino, proprio
al tempo di Chi non lavora, qua-
rantadueanni fa.Senonlapiùbel-
la, sicuramente è la più longeva
coppiaartisticosentimentaledel
mondo. Lui improvvisa. Lei lose-
gue,qualchevoltalotampona, ra-
ramenteloblocca. Evaavanti co-
sì dasempre. Forseperquestochi
assiste di sfuggita alle prove del-
l’apparizione più attesa dell’an-
no, si trovadi fronteunartistache
ha74anni masembraunragazzi-
no, imprevedibile ed entusiasta
com’è.
Nel Sanremo del 1970, uno
spettatore gli gridò Adriano sei
unico. Elui rispose: «Loso». Risa-
te. Tanti anni dopo, qui all’Ari-
ston riprova a dare un senso a
quellabattuta. Esternandocome
suosolito, evabbé. Maanchecan-
tando. E questo, dopotutto, non
sarà undettaglio da poco.
ATTESI RITORNI
Adriano Celentano torna a Sanremo dopo otto
anni: l’ultima volta ci andò nell’edizione condotta
da Simona Ventura e Tony Renis. In questi giorni
sta facendo prove meticolose all’Ariston: si sono
sentite risuonare le note di «Ti penso e cambia
il mondo» riprese dal suo ultimo album
di MaurizioCaverzan
Segnali
di fumo
LUI REGALA SOLDI PUBBLICI
MADONNA GRATIS AL SUPER BOWL
il commento
INDISCREZIONI
Ha voluto una band
e pensa di intonare
un suo brano su Gesù
S
onodatisorprendenti quel-
licheciconsegnailconfron-
toAuditeldelgennaio2012sullo
stesso mese del 2011. Sorpren-
denti sia se si considera il totale
del pubblico, sia, soprattutto se
riferiti al target giovanile. Inpri-
metime l’incremento della pla-
tea globale è del 6 per cento (da
27 milioni 295mila a 28 milioni
919milaspettatori), mentrenel-
le24oreèdel5,8percento. Mira-
colidelrigoreinvernaleediquel-
lo causato dalla crisi economi-
ca,si dirà. Tuttovero. Maigiova-
ni compresi tra i 15 e i 34 anni?
Anche loro infreddoliti e squat-
trinati? Nel lorocasol’aumento
èdell’8percentoinprimaserata
(da4milioni 237milaa4milioni
576mila)edel 9,2nelle24ore. Se
si considerano invece i dati del
totale pubblico dell’autunno
2011 (settembre-dicembre) ri-
spettoall’autunno2007, l’incre-
mento è del 7,5 in primetime e
del 12,1nelle24ore. Equi il fred-
dononc’entra. Magaric’entrala
crisi. Ma forse, tutto sommato,
anche l’allargamento e la cali-
braturadell’offertatelevisiva,re-
ti tematiche inprimis.
Il ritmo e le curve di Italia’s È di
difficiledecodificaanche il suc-
cesso di Italia’s Got Talent che
sabato sera ha totalizzato il
34,52percentodi share(13pun-
ti più di Ballando con le stelle)
con oltre 8 milioni e 800mila
spettatori. Audience da capogi-
ro. Parlando a una radio Maria
DeFilippihasottolineatolequa-
rantaepiùesibizioni contenute
in una serata. Insomma, sareb-
be il ritmo delle performance il
segretodel successo. Comeselo
showavesselozappingincorpo-
rato. A proposito di corpo, una
partedellacurvadegli ascolti, si
deveanche alle curvedi Belèn?
Lusenti In onda, Telese a Mom-
pracemOrmaiInondaèunmar-
chiodi La7tantocheancheque-
st’estate dovrebbe trasformarsi
instrisciaquotidianaal postodi
Ottoemezzo. Sullarampadi lan-
cioc’èunanuovacoppiadi con-
duttori, composta da Natascha
Lusenti -giàvistaadAtlantide, Il
mondo che verrà e ora nella
squadra de Gli intoccabili - e da
Filippo Facci, firma di Libero.
Luca Telese, invece, per l’estate
stastudiandoMompracem, talk
show settimanale tra politica e
costume, conGiuseppeCrucia-
ni eDavidParenzoospiti fissi, se
nelfrattempononsi sarannoac-
casati a Mediaset...
Twitter@MCaverzan
C
L
A
S
S
T
V
7.00 Primo Tempo News
Attualità
10.40 FilmPrimo Piano
Apocalypse Now-
Guerra (Usa 1979). Di
Francis Ford Coppola,
con Marlon Brando,
Martin Sheen
12.10 Class Life 7 Rubrica
13.15 Law& Order “Un cat-
tivo soggetto (Wan-
nabe)” Telefilm
14.00 Primo Tempo “La sfi-
ducia degli italiani”
Attualità
16.00 TG Giorno Notiziario
18.00 Models NYC Real Tv
19.45 Punto e a Capo - Le
notizie del giorno at-
traverso i TG Rubrica
20.40 Class Meteo Show
Rubrica
21.00 Quelli del Lunedì
Attualità
22.50 Law& Order “Morte di
un consigliere” Tf
23.45 FilmIndimenticabili
Manhunter: Fram-
menti di un omicidio -
Thriller (Usa 1986)
8.00 Parelli Natural Horse-
manship Rubrica
9.00 Monta all’amazzone
“Le Fondatrici di
AIMA” Documenti
11.00 Class Horse Tv Live
“Rassegna stampa,
aggiornamenti e in-
terviste” Rubrica
12.30 Il Fascino del Cavallo
“Il Cavallo nella
scuola” Rubrica
13.00 Cavallo Amico Mio “Il
Cavallo e la tutela del
suo benessere” Rub.
18.30 Vintage “Un viaggio
all’interno delle disci-
pline equestri”
Rubrica
19.00 Live Talk Show “Ci-
nema e Cavalli”
Attualità
21.00 Rolex FEI World Cup
XI tappa Evento
sportivo
23.15 Coronation Cup Polo
Inghilterra - Brasile
Evento sportivo
7.00 Tg Moda
News
7.10 Milano Moda
Donna
8.30 NewYork Fashion
Week
9.30 Full ShowDesigner
11.00 Star&Style -
Le celebrity
internazionali
11.30 Paris Pret
a Porter
13.00 Next Generation
15.10 Men’s Fashion
16.00 Fashion Schools
16.30 Ready to Wear
17.15 London Fashion
Week-Le tendenze
della moda inglese
18.00 Boys&Girls-
La moda per i giovani
19.15 On the Beach
20.00 Tg Moda News
20.10 Paris Haute C
outure
21.00 Full Show
Designer
23.00 Le Città della Moda
23.30 Speciale
Lingerie
8.00 Caffè Affari
Rubrica
9.00 Linea Mercati Mattina
Rubrica
10.10 Trading Room
Rubrica
10.30 5 Giorni sui Mercati
Attualità. Condotto da
M. Valerio
11.10 Speciale Class Cnbc
“L’Italia di Monti dopo
il viaggio americano”
Attualità
12.20 Analisi Tecnica
Attualità
14.30 Bussola Economica
Rubrica
15.00 Linea Mercati Wall
Street Rubrica
18.00 Report “Ospite A. Ra-
gaini (Banca Cesare
Ponti)” Attualità
21.05 Desk China
Attualità
22.00 Linea Mercati Notte
Rubrica
22.30 Italia Oggi TG
Rubrica
Design&Living-
Il gusto del Made in Italy
TopLot - Le aste in diretta
Ride&Drive - Le novità per un
viaggio straordinario
MyTech- La tecnologia utile
Tempodi Lusso- Vivere e co-
noscere ciò che fa la differenza
Sapori&Profumi -
Ecco le eccellenze culinarie
Nautilus - Il piacere di leggere
Art TV- Il mondo dell’arte
Class Life 7-
Il meglio del lifestyle
Dig.terr.27
TivùSat 30
Sky 507
CuboVision
web tv - IPTV
Sky 221
TivùSat 55
CuboVision
Web Tv
IPTV
Sky 180
TivùSat 56
Italia’s Got Talent
inchioda al video
uno spettatore su 3
Non solo monologhi
Celentano canta e balla
Anche con Morandi
Dall’Ariston arriva qualche spiffero: il molleggiato prova
vecchi successi e anche alcuni brani del suo ultimo album
TELEVISIONE 29
Lunedì 13febbraio2012 il Giornale
I Film
FANTASCIENZABoston, 2054. In un mondo sempre più
pericoloso i replicanti ideati dal dottor Carter (James
Cromwell) sostituiscono gli esseri umani, chiusi al sicuro
incasa, ecollegati ai lorocervelli. Finchévieneuccisoilclo-
nedelfigliodell’inventore. Sul fattaccioindaganoduesbir-
ri, anch’essi doppioni, il detective Greer (Bruce Willis) e
l’agentePeters(RadhaMitchell). Bizzarro, fintroppo, gial-
lo fantascientifico che tenta di amalgamare le azioni di
routine dei polizieschi con ardite elucubrazioni filosofi-
che sul futuro dell’uomo. Impossibile stabilire se Willis
siapiùridicolo conlafrangetta ocalvo conil pizzetto.
DRAMMATICOCina, anno 208. L’ambizioso primo mini-
stroCaoCao, scavalcandoil giovanetremebondoimpera-
tore, decidedi assalirei reami del Sud, per diventarel’uni-
co padrone dell’immenso paese. Ma i regni di Xu e Wu si
coalizzano, pronti arespingerel’avanzatadi 800milasol-
dati e di duemila navi. E Davide ogni tanto batte Golia.
Grandioso kolossal cinese, roba da far schiattare d’invi-
diaOmeroei poemi epici. Nonostantelalunghezzaextrae
leimmancabili pausecareal cinemaasiatico, lospettaco-
lo è magnifico, specie nelle battaglie in terra e in mare.
Nonspazientitevi: laversione originale dura il doppio.
Rai 1
Il Generale dei briganti
ore 21.10
6.45 Unomattina Attualità.
Condotto da Elisa Isoardi,
Georgia Luzi, Savino Zaba
10.55 Che tempo fa Informazione
11.00 TG1 Informazione
11.05 Occhio alla spesa “Burro,
margarina, olio di semi”
Attualità. Condotto da
Alessandro Di Pietro
12.00 La prova del cuoco Varietà.
Condotto da Antonella Clerici
13.30 TG1 Informazione
14.00 TG1 Economia Informazione
TG1 Focus Informazione
14.10 Verdetto Finale Attualità.
Condotto da Tiberio Timperi
15.15 Dal Casinò di Sanremo La vita
in diretta Attualità. Condotto
da Marco Liorni, Mara Venier
18.50 L’eredità Gioco. Condotto da
Carlo Conti
20.00 TG1 Informazione
20.30 Qui Radio Londra Attualità.
Condotto da Giuliano Ferrara
20.35 Dal Teatro Delle Vittorie di
Roma Soliti ignoti - Gran
Finale Gioco. Condotto da
Fabrizio Frizzi
21.10 Prima tv Il Generale dei
briganti “Seconda e ultima
puntata” Miniserie. Di Paolo
Poeti. Ita, 2012. Con Daniele
Liotti, Raffaella Rea, Danilo
Brugia, Fabio Troiano
23.20 Porta a Porta Attualità.
Condotto da Bruno Vespa
0.55 TG1 Notte - TG1 Focus
Informazione
1.25 Che tempo fa Informazione
1.30 Qui Radio Londra Attualità.
Condotto da Giuliano Ferrara
(Replica)
Rai 2
7.00 Cartoon Flakes Ragazzi cont.
9.30 Protestantesimo Rubrica
religiosa
10.00 TG2punto.it Attualità
10.10 TG2 Dossier Rubrica
11.00 I Fatti Vostri Attualità.
Condotto da Giancarlo
Magalli, Adriana Volpe,
Marcello Cirillo
13.00 TG2 Giorno Informazione
13.30 TG2 Costume e Società
Rubrica
13.50 Medicina 33 Rubrica
14.00 Italia sul Due Attualità.
Condotto da Lorena
Bianchetti, Milo Infante
16.10 Ghost Whisperer “La nave
dei fantasmi” Telefilm
16.55 Prima tv Hawaii Five-0
“Omicidio allo stadio - prima
parte” Telefilmcon Jack Lord
17.45 TG2 Flash L.I.S. - Meteo 2
Informazione
17.50 Rai TG Sport Notiziario sport.
18.15 TG2 Informazione
18.45 Numb3rs “Il nodo del diavo-
lo” Telefilmcon David
Krumholtz, Rob Morrow, Judd
Hirsch, Alimi Ballard
19.35 L’isola dei Famosi 9 Reality
show. Condotto da Vladimir
Luxuria
20.30 TG2 - 20.30 Informazione
21.05 L’Isola dei Famosi 9 “Quarta
puntata” Reality show.
Condotto da Nicola Savino e
Vladimir Luxuria
0.10 TG2 Informazione
0.25 Rai 150 anni La Storia siamo
noi Documentario. Condotto
da Giovanni Minoli
1.20 TG Parlamento Attualità
Rai 3
7.00 TGR Buongiorno Italia Attual.
7.30 TGR Buongiorno Regione Att.
8.00 Agorà “Ospite il ministro
Corrado Clini” Attualità
9.00 Agorà - Brontolo “Primo
piano: previsioni meteo” Att.
10.00 Rai 150 anni La Storia siamo
noi “Giovanni Palatucci. Il
questore giusto” Docum.
11.00 Apprescindere “I lavoratori
statali” Attualità. Condotto da
Michele Mirabella con Elsa di
Gati
12.00 TG3 - Rai Sport Notizie Inf.
12.25 TG3 Fuori TG “Droghe: consu-
mi in aumento” Attualità
12.45 Le storie - Diario italiano
“Ospite Marco Tarquinio,
direttore “Avvenire”“ Attualità
13.10 Prima tv Julia Telefilm
14.00 TG Regione - Meteo Inform.
14.20 TG3 - Meteo 3 Informazione
14.50 TGR Leonardo Rubrica
15.05 Lassie Telefilm
15.55 Cose dell’altro Geo “Il reiki”
Documentario
17.40 Geo & Geo “Cibo e letteratura”
Documentario
19.00 TG3 - TG Regione Inform.
20.00 Blob Varietà
20.15 Pranzo di gala - Comico (Usa
1933). Di Lloyd French, con
Stan Laurel, Oliver Hardy
20.35 Un posto al sole Soap
21.05 Il mondo dei replicanti -
Fantascienza (Usa 2009). Di
Jonathan Mostow, con Bruce
Willis, Radha Mitchell
22.40 Banlieue 13 - Azione (Fra
2004). Di Pierre Morel, con
Cyril Raffaelli, David Belle
0.00 TG3 Linea notte Attualità
Canale 5
6.00 Prima Pagina Informazione
7.55 Traffico - Meteo 5 - Borsa e
Monete Informazione
8.00 TG5 Mattina Informazione
8.40 La telefonata di Belpietro
Rubrica
8.50 Mattino Cinque Attualità.
Condotto da Federica
Panicucci e Paolo Del Debbio
Grande Fratello Reality show
11.00 ForumReal Tv. Condotto da
Rita Dalla Chiesa con Fabrizio
Bracconeri e Marco Senise
13.00 TG5 - Meteo 5 Informazione
13.40 Beautiful Soap
14.10 CentoVetrine Soap
14.45 Uomini e Donne Talk show.
Condotto da Maria De Filippi
16.15 Amici Reality show
16.55 Pomeriggio Cinque Attualità.
Condotto da Barbara D’Urso
18.45 The Money Drop Gioco.
Condotto da Gerry Scotti
20.00 TG5 - Meteo 5 Informazione
20.30 Striscia la notizia - La voce
della contingenza Attualità.
Condotto da Ezio Greggio e
Michelle Hunziker
21.10 Grande Fratello 12
“Diciasettesima puntata”
Reality show. Condotto da
Alessia Marcuzzi (Diretta)
0.15 Mai dire Grande Fratello
Varietà. Condotto da la
Gialappa’s Band
1.00 TG5 Notte - Meteo 5 Notte
Informazione
1.30 Striscia la notizia - La voce
della contingenza Attualità.
Condotto da Ezio Greggio e
Michelle Hunziker (Replica)
2.00 Mediashopping Televendita
Italia 1
6.50 Cartoni animati
8.40 Settimo cielo “Una notte in
campeggio” “Una nuova vita”
Telefilmcon Stephen Collins
10.35 Everwood “Il faro di
Everwood” “Premonizioni”
Telefilmcon Treat Williams
12.25 Studio Aperto - Meteo Inf.
Cotto e mangiato Rubrica.
Condotto da Tessa Gelisio
(all’interno)
13.00 Studio Sport Notiziario sport.
13.40 I Simpson Cartoni
14.35 What’s my destiny Dragon
Ball Cartoni
15.30 Prima tv Camera Cafè
Ristretto Sit com
15.40 Prima tv Camera Cafè Sit com
16.10 The Middle “La storia della
mia nascita” “Il ragazzo delle
consegne” Telefilm
16.55 La vita secondo Jim“Il casco”
“Il pappagallo” Telefilm
17.45 Trasformat Gioco. Condotto
da Enrico Papi
18.30 Studio Aperto - Meteo Inf.
19.00 Studio Sport Notiziario sport.
19.20 Tutto in famiglia “Numeri e
sospiri” Telefilm
19.50 Prima Tv. I Simpson Cartoni
20.20 C.S.I. “Post Mortem” Telefilm
21.10 Prima tv C.S.I. NY “I piccoli
geni” “Crisi d’identità” Telefilm
con Gary Sinise, Carmine
Giovinazzo, Sela Ward
23.00 Nickname: Enigmista -
Thriller (Usa 2005). Di Jeff
Wadlow, con Julian Morris,
Lindy Booth, Jared Padalecki
0.45 Aspettando Oktagon -
Thaiboxemania Evento
sportivo
Rete 4
6.45 TGCom24 - Meteo Inform.
7.20 Ieri e oggi in tv Varietà
7.25 Nash Bridges “Ceneri nel
fiume” Telefilm
8.20 Hunter “Il giustiziere” Telefilm
con Fred Dryer
9.40 R.I.S. Roma 2 - Delitti imper-
fetti “Il sesto uomo” Telefilm
10.50 Benessere - Il ritratto della
salute Talk show
11.30 TG4 - Meteo Informazione
12.00 Un detective in corsia “Il
rapimento - seconda parte”
Telefilmcon Dick Van Dyke
13.00 La signora in giallo “Rose
gialle per una lady” Telefilm
13.50 Il tribunale di Forum-
Anteprima Real Tv
14.05 Sessione pomeridiana: il tri-
bunale di ForumReal Tv
15.10 Flikken coppia in giallo
“Semaforo rosso” Telefilm
16.15 Sentieri Soap
16.30 Il Commissario Cordier “Ore
disperate” Telefilmcon Pierre
Mondy, Bruno Madinier
18.55 TG4 - Meteo Informazione
19.35 Tempesta d’amore Soap
20.30 Walker Texas Ranger
“Banditia Buckhorn - seconda
parte” Telefilm
21.10 Prima tv Mediaset La batta-
glia dei tre regni - Avventura
(Cina 2008). Di John Woo, con
Tony Leung Chiu Wai, Takeshi
Kaneshiro, Zhao Wei
0.00 I bellissimi di R4 Rubrica
0.05 Prima tv Mediaset Seta -
Drammatico (Can/Fra/Ita
2007). Di François Girard, con
Keira Knightley, Michael Pitt
2.35 Pianeta mare Documenti
6.00 TGLa7 - Meteo - Oroscopo -
Traffico - Informazione
Informazione
7.00 Omnibus Attualità
TG La7 Informazione
(all’interno)
9.45 Coffee Break Attualità.
Condotto da Tiziana Panella
11.10 L’aria che tira Attualità.
Condotto da Myrta Merlino
12.30 I menù di Benedetta Rubrica.
Condotto da Benedetta Parodi
13.30 TG La7 Informazione
14.05 Halifax “Morti sospette”
Telefilmcon Rebecca Gibney
16.15 Atlantide - Storie di uomini e
di mondi Documentario. Con
Greta Mauro
17.30 L’ispettore Barnaby “Il re
pescatore” Telefilmcon John
Nettles, Jane Wymark, Daniel
Casey, Laura Howard
19.20 G’ Day Varietà. Condotto da
Geppi Cucciari
20.00 TG La7 Informazione
20.30 Otto e mezzo Attualità.
Condotto da Lilli Gruber
21.10 L’Infedele Attualità. Condotto
da Gad Lerner Un programma
di Gad Lerner (Diretta)
23.45 InnovatiON Rubrica.
Condotto da Lucia Loffredo
con Ivo Mej
0.20 TG La7 Informazione
0.30 (ah)iPiroso Attualità. Condotto
da Antonello Piroso
1.30 G’ Day Varietà. Condotto da
Geppi Cucciari (Replica)
2.05 Otto e mezzo Attualità.
Condotto da Lilli Gruber
(Replica)
2.45 Omnibus Attualità (Replica)
Daniele Liotti
L'Isola dei Famosi 9
ore 21.05
Vladimir Luxuria
Apprescindere
ore 11.00
Elsa di Gati
Grande Fratello 12
ore 21.10
Alessia Marcuzzi
C.S.I. NY
ore 21.10
Il Commissario Cordier
ore 16.30
Film
21.00 I poliziotti di riserva (Com. 2010)
con W.Ferrell Sky Cinema Comedy
21.00 Prima Tv Perdona e dimentica
(Com., 2009) con S. HendersonCult
21.00 Rapunzel - L’intreccio della Torre
(Anim., 2010) Sky Cinema Family
21.00 Reazione a catena (Avv., 1996)
con M. FreemanSky Cinema Max
21.00 A proposito di Schmidt
(Drammatico, 2002) con Jack
Nicholson Sky Cinema Passion
21.10 Prima tv Nessuno mi può giudica-
re (Commedia, 2011) con Paola
Cortellesi Sky Cinema 1
21.10 Omaggio Whitney Houston
Guardia del corpo (Thriller, 1992)
con K. Costner Sky Cinema Hits
22.45 Spy kids (Az., 2001) con Antonio
Banderas Sky Cinema Family
22.50 Apocalypto (Azione, 2006) Cult
22.55 Febbre da cavallo - La mandra-
kata (Commedia, 2002) con Gigi
Proietti Sky Cinema Comedy
22.55 Vento di primavera (Drammatico,
2010) con J. Reno Sky Cinema 1
22.55 Al calare delle tenebre (Horror,
2003) con C. Kley Sky Cinema Max
23.10 Mildred Pierce Seconda puntata
(Drammatico, 2011) con Kate
Winslet Sky Cinema Passion
23.15 Omaggio Whitney Houston Uno
sguardo dal cielo (Com., ‘96) con
D. Washington Sky Cinema Hits
Telefilm
21.00 Prima tv White Collar “Ultime
volontà” Fox
21.00 C.S.I. Miami “Clausola omicida”
Fox Crime
21.00 Prima tv Grey’s Anatomy “La forza
del silenzio” Fox Life
21.00 Il tenente Colombo “Candidato
per il crimine” Fox Retro
21.30 Buona fortuna Charlie!
Disney Channel
21.50 Prima tv Homeland - Caccia alla
spia “Insospettabile” Fox
21.55 Cybergirl “Il videoclip”
Disney Channel
21.55 C.S.I. Miami “Uno di meno”
Fox Crime
21.55 Prima tv Pan Am“Qualcosa di
autentico” Fox Life
22.25 The Sleepover Club “L’importante
è vincere” Disney Channel
22.45 Prima tv The Walking Dead
“Nebraska” Fox
22.50 Prima tv Braquo “Lupi e agnelli”
Fox Crime
Sport
20.00 Salto con gli sci, Coppa del Mondo
Willingen: HS 145 (R) Eurosport
20.00 Sky Calcio Prepartita
(Diretta) Sky Sport 1
20.15 Momenti di Golf Sky Sport 3
20.30 Icarus Sky Sport 2
20.40 Calcio, Serie A 23a giornata Napoli
- Chievo (Diretta) Sky Sport 1
20.45 Watts Eurosport
20.45 Nissan the Quest Sky Sport 2
20.45 Golf, PGA European Tour Omega
Dubai Desert Classic: 4a giornata
(Replica) Sky Sport 3
21.00 Clash Time Eurosport
21.05 This Week on WWE Eurosport
21.05 Basket, NBA NewYork Knicks - Los
Angeles Lakers (R) Sky Sport 2
21.35 Clash Time Eurosport
21.45 Pro Wrestling Vintage Collection
Eurosport
22.40 Calcio, Serie A 23a giornata Siena
- Roma (Replica) Sky Sport 3
22.45 Biliardo, Snooker Welsh Open Da
Newport Giorno 1 (R) Eurosport
Rai 4
18.40 Mondo perduto - The Lost World
“L’eredità” Telefilm
19.30 Torchwood: Children of Earth
Miniserie
20.25 Supernatural “Il pozzo dei desi-
deri” Telefilm
21.10 Diamond Dogs (Azione, 2007) con
Dolph Lundgren Film
22.40 Down (Thriller, 2001) con James
Marshall Film
Iris
17.35 Chi ha ucciso la signora Dearly?
(Com., 2000) con Bette Midler Film
19.20 Supercar “Trappola per un amico”
Telefilm
20.15 A-Team“Aquila pazza non avrai il
mio scalpo” Telefilm
21.05 Prova a incastrarmi (Dram., 2006)
con Vin Diesel Film
23.30 I padroni della città (Drammatico,
1976) con Jack Palance Film
Rai Movie
17.05 BallroomDancing (Commedia,
2005) con Robert Carlyle Film
18.50 ...E poi lo chiamarono il
Magnifico (Western, 1972) con
Terence Hill Film
21.00 Blueberry (Avventura, 2004) con
Vincent Cassel Film
23.10 Scomodi omicidi (Thriller, 1996)
con Nick Nolte Film
Rai Storia
19.20 Cult Book Rubrica
19.25 Res Tore “Un’ora con... Georges
Simenon”“Art News” “Visioni pri-
vate - Tullio Gregory” “Qui - Il
ponte sul fiume Po” Documentario
21.00 Dixit Guerra Rubrica
22.00 Dixit Guerra Rubrica
23.00 Res Tore “Bellissime - terza
puntata” Documentario
La 5
18.55 Amici Reality show
19.55 Grande Fratello Reality show
20.15 Grande Fratello Live Reality show
20.25 Extreme Makeover Home
Edition Real Tv
21.10 Ho sposato un calciatore Fiction
23.15 Uomini e Donne Talk show
Canale Italia
20.30 TG - TG Sport Notiziario
21.00 La Canzone Regina Varietà
23.45 C’era una volta Varietà
Boing
15.25 Le nuove avventure di Scooby
Doo Cartoni
16.15 Prima tv Boing Lo straordinario
mondo di Gumball Cartoni
16.40 Transformer Prime Cartoni
17.05 Ben 10: Ultimate Alien Cartoni
17.30 Bakugan Cartoni animati
17.55 Leone il cane fifone Cartoni
18.10 Prima tv Boing Il mondo di Patty
Telefilm
19.00 Prima tv Boing Lo straordinario
mondo di Gumball Cartoni
Cielo
19.00 Uno psicologo da cani - Dog
Whisperer Real Tv
20.00 Top Chef - All Star Real Tv
21.00 Max Payne (Azione, 2008) con
Mark Wahlberg Film
23.00 Spartacus: sangue e sabbia
“Oscure trame” Telefilm
La 7D
17.40 Mammamia che settimana
Varietà (Diretta)
18.40 Cuochi e fiamme Real Tv (Replica)
19.40 I menù di Benedetta Rubrica
20.40 G’ Day Varietà
21.10 Cuochi e fiamme Real Tv (Replica)
23.10 Nuova edizione Effetti personali
Rubrica
Digitali Free Satellite
La7
InnovatiON
ore 23.45
Lucia Loffredo
Film
19.15 Femme fatale (Thriller, 2002) con
Rebecca Romijn
PremiumCinema Energy
19.15 Parlami d’amore (Sentimentale,
2008) con Silvio Muccino
PremiumCinema Emotion
19.30 Basic (Thriller, 2003) con John
Travolta PremiumCinema
21.15 L’ultimo samurai (Drammatico,
2003) con TomCruise Joi
21.15 Out of time (Thriller, 2004) con
Denzel Washington
PremiumCinema Energy
21.15 I mercenari - The Expendables
(Azione, 2010) con Sylvester
Stallone PremiumCinema
21.15 I dimenticati (Commedia, 1941)
con Joel McCrea Studio Universal
21.15 Somewhere (Drammatico, 2010)
con Stephen Dorff
PremiumCinema Emotion
22.55 Constantine (Fantastico, 2004)
con K. Reeves Studio Universal
23.00 Un soffio per la felicità (Dram.,
2009) con Berry Pepper
PremiumCinema Emotion
23.05 Driven (Azione, 2001) con S.
Stallone PremiumCinema Energy
23.05 The Next Three Days
(Drammatico, 2010) con Russell
Crowe PremiumCinema
Telefilm
19.20 R.I.S. 2 - Delitti imperfetti
“Inganni della scienza” Steel
19.25 One Tree Hill “Situazioni a
sorpresa” Mya
19.30 E.R. - Medici in prima linea
“Selezione naturale” Joi
20.25 V “Manipolazioni genetiche” Joi
20.25 4400 “Virus” Steel
20.25 One Tree Hill “Parole che cambia-
no la vita” Mya
21.15 Fringe “Marionetta” Steel
21.15 Prima tv Covert Affairs
“Escursione in Bielorussia” Mya
22.00 Fringe “La lucciola” Steel
22.10 Close to home “Genitori alla sbar-
ra” Mya
22.50 Warehouse 13 “The NewGuy”
Steel
22.55 Nip/Tuck “Naomi Gaines” Mya
23.40 Warehouse 13 “Trials” Steel
23.50 Gossip Girl “Chi è il padre?” Mya
0.00 Royal Pains “Comodità sopravva-
lutate” Joi
Sport
18.40 La tribù del calcio
PremiumCalcio
19.45 Serie A Live PremiumCalcio 1
19.45 Serie A Live PremiumCalcio 2
19.45 Serie A Live PremiumCalcio 3
19.45 Serie A Live PremiumCalcio
20.45 Calcio, Serie A 2011/2012
Posticipo 23a giornata Napoli -
Chievo (Diretta) PremiumCalcio 1
20.45 Calcio, Serie A 2011/2012
Posticipo 23a giornata Siena -
Roma (Diretta) PremiumCalcio 2
20.45 Calcio, Serie B 2011/2012
Posticipo 27a giornata Livorno -
Vicenza (Diretta)PremiumCalcio 3
20.45 Calcio, Diretta PremiumSerie A
PremiumCalcio
22.40 Serie A Live PremiumCalcio 1
22.40 Serie A Live PremiumCalcio 2
22.40 Serie A Live PremiumCalcio 3
22.40 Serie A Live PremiumCalcio
Documentari
21.00 Human Planet
BBC Knowledge
21.55 Viaggio nella mente
BBC Knowledge
Mediaset Premium
Sela Ward Pierre Mondy
GIALLORichmond, Virginia(Usa). Nel parcospuntailcada-
vere di una ragazza. Chi le ha sparato? Alla vigilia di Hal-
loween, un gruppo di studenti burloni sparge lavoce che
nel campussi aggiraunserial killeredècosì spudoratoda
descriverlo: passamontagnaarancioneegiacconemime-
tico. Unaprovocazionedavveroirresistibileper l’assassi-
no. Modestogialloai confini dell’horror, fornitodi unacer-
tasuspenseefortunatamenteprivodei solitisquartamen-
ti. Il colpevole è il primo che passa, ma il finale aperto la-
scia nel dubbio lo spettatore. Al contrario della recitazio-
neartigianale: mai visti tanti dilettanti allo sbaraglio.
La battaglia dei tre regni Il mondo dei replicanti
VOTO
4/5
Nickname: Enigmista
di MassimoBertarelli
21.05RAITRE
Usa2009di
Jonathan
Mostowcon
BruceWillis,
RadhaMitchell
Durata: 1.34
VOTO
6/7
21.10RETE4
Cina2008di
JohnWoocon
TonyLeung,
Takeshi
Kaneshiro
Durata: 2.08
23.00ITALIA
UNO
Usa2005di Jeff
Wadlowcon
JulianMorris,
LindyBooth
Durata: 1.24
VOTO
4/5
__
30

Lunedì 13 febbraio2012 il Giornale
Il tecnico azzurro commosso. Stankovic: «Non si può perdere con gli ultimi»
Questasquadra
deve giocare
contre punte
Il restoè noia
Sneijder inRussia?
Lui hadettoche
stabene qui dove
si sente importante
Abbiamofatto
20tiri inporta
e presoil 13°palo
dellastagione
Sprofondo Inter
Ha detto
Marcatore: 11’ st Caracciolo.
Inter:JulioCesar; Zanetti, Lucio,Cordoba, Chi-
vu (24’ st Nagatomo); Stankovic, Cambiasso,
Poli (16’ st Forlan); R.Alvarez (1’ st Pazzini),
Sneijder; Milito. All. Ranieri.
Novara: Ujkani, Dellafiore (14' pt Morganel-
la), Lisuzzo, Centurioni, Garcia, Porcari (1' st
Pesce), Radovanovic, Gemiti (20' st Paci),
Jeda, Rigoni, Caracciolo. All. Mondonico.
Arbitro: Russo.
Ammoniti: Porcari, Radovanovic, Morganel-
la.
Espulso: al 35’ st Radovanovic.
Spettatori: 21.703, incasso1.298.483euro.
INTER
LE PAGELLE
Claudio
Ranieri
ClamorosotrionfodelloZambiachehabattutoai cal-
ci di rigorelestelledellaCostaD’Avorionellafinaledi
Libreville, inGabon. LasquadraallenatadaRenardal-
za al cielo la prima Coppa d’Africa della sua storia
spuntandola per 8 a 7(0-0 dopo 120’). Decisivo nella
maratonadal dischetto l’erroredi Gervinho.
LE PAGELLE
6,5JULIOCESARCaracciololofredda. Nel restohate-
nutoocchi aperti edèservito. Unadifesacosì èdamal di
testa.
5ZANETTICorre, sibattemanonbastapiù. Vedepassa-
rei treni.
4LUCIOSolita sciagura difensiva. Commette errori da
asiloinfantile, dimenticalazonadi competenza. Sfortu-
natosul gol: sbaglialui, segnaCaracciolo. Segnodel de-
stino.
5CORDOBAIn eterno affanno, avventuroso nel posi-
zionarsi: troppi vuoti d’area.
5,5CHIVUSeattaccacreascompiglio, quandodifende
vienpreso dal virus solita Inter. Dal 24’ st NAGATOMO
6. Entraefilacomeunfuretto. MaprimachiedeaRanieri
sepuòattaccare: educato.
6,5POLIIlpiùsostanziosoecombattivodel centrocam-
po. Regalasegnali di gioventùedinfatti viensostituito.
Dal 16’ st FORLAN5.Inutilee mal utilizzato.
5,5STANKOVICPrimotempogagliardo, poiperdefor-
zee lucidità.
5CAMBIASSOGiocasempreesempreallostessomo-
do. Eprovarealasciarlo fuori?
5ALVAREZ Eterno vorrei, ma non riesco. Ha coraggio
calcistico, masoloquello. Dal 1’ stPAZZINI 5. Ci prende
allafine: megliosvegliarsi.
6SNEIJDERTiracome una mitragliatrice. Prende una
traversa, maèil solitofrullatoreimpazzito. Tantofumoe
pocoarrosto.
5MILITOIlprimotiroinportaadinizioripresa: eppurnon
dormiva. Nonsfondaenonmorde. Hapersolamagia.
5All. Ranieri Silasciairretiredallatatticadi Mondonico.
Cercasoluzioni chestravolgonoogni discorsopreceden-
te. Enontoccamai i vecchi. Piuttostosi famangiarevivo.
Mondonico: «Per me è come vincere Sanremo»
NOVARA
Prima volta dello Zambia
Drogba & C battuti ai rigori
INTER 0
NOVARA 1
RiccardoSignori
Milano Ci voleva l’Inter per far dire a
Mondonico: «Abbiamo vinto Sanre-
mo». Quandomai ti ricapiterànellavita,
soprattutto se non sai cantare? L’Inter
cantastonataormai daunmese, ancora
una volta stecca da rovinare orecchie e
sogni. Il Novara ha canticchiato la can-
zoncina che il nostro calcio sa ripetere
come se tutta Italia intonasse «Volare».
Beneomalelaconosciamotutti: lacan-
zoncina del calcio contropiede e difesa
ostica, ostinata, dite pure catenaccio
chenonèunaparolaccia.L’Interripiom-
banei suoi drammi e melodrammi. Ra-
nieri chefabuonviso, Moratti conlafac-
ciatruce,itifosichericomincianoabolli-
re e ieri gli hanno sbattuto in faccia la
contestazione. Anche ingenerosi in
quel dire: «Se non hai i soldi, vendi!».
«Oravattene!». Peròrealisti nellevaluta-
zioni di mercato: «È arrivato Jonathan,
hai cedutoMotta». Giustoqualcosanon
quadra. Soprattuttononquadra l’Inter.
Nonècambiatoniente: dallosciagurato
Gasp a ciliegina Ranieri, perso allora,
persooggi.
Oggi fapiùmale, allorasembravasolo
la degna conclusione di una scelta sba-
gliata(quelladel tecnico). Oggi èlacon-
trofirmadi unaannatasbagliata. Unmi-
lanese mette la ciliegina, quella sì, sulla
tortadelNovara.L’Interassommalano-
na sconfitta stagionale in campionato,
terzanelleultimequattropartitedicam-
pionato, il Novara non aveva mai vinto
intrasfertaeieri èstatala primavoltain
cui è andato in vantaggio in trasferta: i
numeri diconopiùdelleparole.
L’Interhapersoperchénonbastatira-
reinporta, servetirarebene. Sneijderha
presounatraversa, dopomitragliateche
quasi mai hannoincrociato lospecchio
diporta.L’Interlohaseguitocomeunbi-
sontesbuffanteeottuso. IlNovarahafat-
tolezionedipartitadifensiva, harischia-
to di prendere una batosta, ne è uscito
conunavittoriachesi porterànei ricordi
dei ricordi: aSanSirononvincevada 59
anni. È stato un mago Mondonico o un
pivelloRanieri?Dituttounpo’. Maladif-
ferenza sta negli uomini in campo: Ra-
nieri ha provato tutto quanto aveva in
manoe ne ha ricavatorisposte da gente
preoccupata più dal proprio io che dal
gioco di squadra. Giocatori anche mal
impiegati: il caso di Forlan, Alvarez.
Mondonicohalavoratosugentepronta
atutto, ancheagiocareindifesa l’intera
partitasenzafarsenevenireuncomples-
so. Chiarochecosì èpiùfacileeil Novara
aveva poco da perdere. Ma l’Inter non
perde mai il vizio di essere maldestra.
«Moratti nonavevaunabellafaccia», ha
raccontato Stankovic. Ad ognuno i suoi
rimorsi. Neavràancheil presidente.
L’Inter di ieri avrà il rimorsodi essere
caduta da pollastrella nei contropiedi
del Novara, di non aver avuto in conto
unrigoreperunfalloaidannidiPoli,che
potevaindirizzare la partita, edi essersi
lasciata infilare da un ricamo calcistico
di Caracciolodopoaverloillusounpaio
di volte, mostrandolabruttafacciadella
suadifesa(già,maqualèlafacciabella?).
Aggiungete la traversa colpita da
Sneijderel’occasionesfumataconPazzi-
ni eavreteil contodellenegatività.
Il restostanei difetti di questasquadra
e del suo allenatore che, anche ieri, ha
frullatouomini eschemi senzamai dare
la sensazione di avere un’idea chiara e
decisiva. Non a caso è capitato in dieci
partitedivedereunaformazioneincam-
po e un cambio ad inizio ripresa: come
nonci avesse preso conla scelta. Anche
ieri l’Inter è stata lenta, sotto ritmo, con
gentepocodispostaamuoversidallasua
piastrella, ingolfatadi portatori di pallae
senzaincursori. Gli anziani nonsi tocca-
no, i giovani sono sacrificabili: i cambi
parlano.L’Internonsaqualesiailmodu-
lo migliore, tutti si riempiono la bocca
conilnomediSneijder,maquellorispon-
desempreasinghiozzi, congiocounpo’
isterico. Saleil fumo, nonsalel’Inter.
Ranieri ha sintetizzato così la partita:
«Abbiamotentatodi tutto, abbiamofat-
to20tiri inportaepresoil 13˚ palodella
stagione». Ed ha concluso: «Mai molla-
re». Sono i discorsi dell’Inter della crisi:
nulladinuovo. Comeiltempofossepas-
satoinvano.
COPPA D’AFRICA
di RiSi
TANTO FUMO
E UNA
TRAVERSA
Anche ieri
Wesley
Sneijder
sembrava un
frullatore
impazzito.
Tirava come
una
mitragliatrice,
ha preso anche
una traversa,
ma spesso è
mancato in
lucidità. Di lui
Claudio Ranieri
ha detto: «È un
campione,
deve ritrovare il
ritmo,
dobbiamo
ritrovare come
servirlo»
6,5UJKANI Unpo’ lograziano, unpo’ ci mettedel suoe
finisceinbellafigura.
SV DELLAFIORE Stava già sbarellando. Dal 14’ pt
MORGANELLA6. Nonpropriosaldoindifesa. Vameglio
infased’attacco.
5LISUZZONellemischiefavenirei brividi. Adestranon
chiudel’acqua.
6CENTURIONI Nonusalemezzemisure, purenei falli.
6,5GARCIARischiaunrigore, difficilemetterlo sotto.
6PORCARI Cavallinofilante sullafascia. Dal 1’ st PE-
SCE7. Fasentire peso, giocoe sostanza.
5RADOVANOVICInqualificabileilmododifarsi espel-
lere. Meritavadi più.
6,5GEMITI Lotrovi quandoserve. Nonmollamai. Dal
20’ st PACI 6.
7JEDAGioca conintelligenza, corre dove serve. Gran-
delavoro.
7 RIGONI Undicesimo, dodicesimo e tredicesimo uo-
mo: sostienelasquadrasiainattaccosiaindifesa. Raffi-
natoe prezioso.
7CARACCIOLO
Settimogol all’Inter, nonperdemail’attimopertenerain
ansia.
7All. Mondonico
Lezionedi calciodifensivoedanchedi tattica.
ArbitroRusso5. Nonsi èfattocondizionare, nemmeno
nel commettere errori. All’Inter mancaunrigore.
«Abbiamovintoil Festival di Sanremo, conunpizzicodi
fortuna». Queste le prime parole di Emiliano Mondonico
dopolagrandeimpresadel suoNovara. Il tecnicodi Rivolta
d’Adda,alsuoprimosuccessosullapanchinadeipiemonte-
si, nonrinunciaall’ironiapercelebrarelavittoria: «Quando
si partecipaal Festival di Sanremo, puòcapitaredi vincere.
Anoi oggi èsuccessoconunpo’ di fortuna. Abbiamogioca-
toindifesabenraccoltieabbiamoprovatoarisponderecon
qualche contropiede, su uno di questi è arrivato un gol»,
commenta il Mondo a Sky Sport 24. « Ai nerazzurri non si
puòrimproveraregranché. Oggi abbiamofattounapartita
incredibiledal puntodi vistatattico, maquestononsignifi-
cacheabbiamofattocatenaccio.C’èunadifferenzanotevo-
le». « Con tutto il rispetto per il Novara - commenta Dejan
Stankovic-nonsi puòperdereconl’ultimasquadrainclas-
sificaÈgiustochei tifosi ci dicanodi andarealavorare».
di RiSi
SCONFITTA TRA I FISCHI Da Novara al Novara nulla è cambiato
Timbratolo stato di crisi
di una stagione sbagliata
Nerazzurri battuti dal gioco all’italiana
Gol di Caracciolo, rigore negato a Poli


Lucio una vera sciagura
Rigoni infaticabile jolly
’’
__
Sportlunedì
SPORT 31
Lunedì 13febbraio2012 il Giornale
DavidePisoni
Il settimovolodell’Aironeèun
capolavoro. Andrea Caracciolo
castiga ancora una volta l’Inter:
con quello che rilancia il Novara
nella corsa salvezza, sono sette i
golsegnatiincarrieraai nerazzur-
ri. Unabestianera, tantochenella
passata stagione aveva stoppato
larimontascudettodellasquadra
diLeonardosulMilan,fermando-
lasull’1-1aBrescia. Ancheseil ri-
gore sbagliato nel finale non gli
era andato proprio giù. Ealla pri-
maoccasionesi èrifattocongli in-
teressi. Infatti, il girovago del gol,
hasceltol’occasionemiglioreper
realizzare la sua prima rete col
clubpiemonteseeregalareun’im-
presa storica: la terza vittoria a
SanSirodel Novaraincampiona-
to, l’ultima addirittura datata
1953.
Sembra avere un conto aperto
conl’Inter, questoragazzo natoe
cresciuto a meno di un chilome-
trodal Meazza, nellostessoquar-
tiere della “Scala del calcio”. Ca-
raccioloquandosenteariadi casa
si esalta, soprattuttoquandovede
le casacche nerazzurre. Come se
fosse sempre un derby. Non può
esserealtrimenti perunocresciu-
to nelle giovanili del Milan e che
fin da piccolo andava al Meazza
pertifareirossoneri. Enonèlapri-
ma volta che segna e vince nella
sua“seconda”casa:colBresciare-
alizzòaddiritturauna doppietta.
«L'Inter è uno dei miei bersagli
preferiti? In effetti è vero, se fossi
in Moratti mi comprerei...». Ma
anche Berlusconi dovrebbe farci
un pensierino, verrebbe da dire.
Unabattutadaderbychetradisce
l’immagine umile che ha sempre
contraddistinto questo bomber,
nato in città e diventato grande
nella periferia del pallone. Peru-
gia, Palermo, Genova su entram-
bele sponde, ma soprattuttoBre-
scia. EoraNovara. Cinquantaset-
te gol in serie A: tante le volte che
ha esultato mimando il volo del-
l’Airone, chesi èanchetatuatosu
un polpaccio. Ma Caracciolo sa
anche cosa vuole dire lottare per
salvarsi. Lo ha dimostrato anche
ieri. Il gol èstatosololacilieginadi
unapartitadisacrificio. Haprova-
to a far male alla difesa dell’Inter
di testa. Poi ha messo i brividi in
areaaLucioeCordoba. Quindi ha
confezionatoilgioiellodatrepun-
ti: con un controllo a rientrare ha
mandato in bambola Chivu e poi
ha battuto Julio Cesar dal limite
conunperfettosinistroagiro.Ein-
fine si è messo, con la squadra in
dieci, adifendere.
«Questa è una vittoria fonda-
mentale- hadetto- per continua-
re a credere nella salvezza, ma
nonèunpuntodi partenza, quel-
lo era già stato il pareggio col Ca-
gliari». Il Novara vince per la pri-
ma volta fuori casa, non prende
gol daduegare. Mondonicosem-
bra aver trovato la ricetta giusta.
MaCaracciolonondimenticanes-
suno: «Sonocontentoperlasqua-
dra e per i tifosi. Ci siamo rimessi
incorsa.Meritodel“Mondo”?Tes-
ser ha fatto un grande lavoro, il
nuovotecnicohaportatounpo’di
serenità. Ma ringrazio Tesser che
mi ha voluto a Novara». La classe
non si compra. E come lui anche
nellaterradel risooravorrebbero
sempre giocare contro l’Inter: sei
punti susei controZanetti ecom-
pagni.Masarebberosoloimprese
daraccontareachi nonc’era, sen-
za la salvezza che ora bisogna co-
gliereal voloconl’Airone.
CLASSIFICA SERIE A
PROSSIMO TURNO
Venerdì 17febbraio(h. 20.45)
Fiorentina-Napoli
Inter-Bologna
Sabato18 febbraio(h. 20.45)
Juventus-Catania
Domenica19febbraio(h. 15)
Lecce-Siena(h. 12.30)
Cesena-Milan
Genoa-Chievo
Novara-Atalanta
Roma-Parma
Palermo-Lazio(h. 20.45)
Udinese-Cagliari (h. 20.45)
Atalanta:Politosv; Lucchini 6(5’ stRai-
mondi 6), Stendardo6, Manfredini 6.5;
Schelotto 6, Brighi 6, Carmona 5.5 (14’
st Cazzola 6), Peluso 5.5; Moralez 6.5;
Marilungo5.5(25’ st Gabbiadini 6), De-
nis5.5. All. Colantuono6.
Lecce: JulioSergio6.5; Oddo5.5, Espo-
sito6(6’ st Di Matteo5.5), Miglionico6;
Cuadrado 6.5, Giacomazzi 6, Blasi 6,
Delvecchio 5, Brivio 5.5; Di Michele 5
(39’ st Bertolacci sv), Bojinov 4.5 (15’ st
Muriel 5.5). All. Cosmi 6.
Arbitro: Gervasoni 5.5.
Ammoniti:Stendardo,Giacomazzi,Mi-
glionico.
Spettatori: 11.877, incasso19.971eu-
ro.
Marcatori: 7’ pt Lodi (rig.), 4’ st e 7’ st
Barrientos, 17’ st Bergessio.
Catania: Kosicky7; Motta6.5, Legrotta-
glie 6.5, Spolli 6.5, Marchese 6.5; Izco
7.5 (20’ st Biagianti sv), Lodi 6.5, Almi-
ron7(27’ st Ricchiuti sv); Barrientos7.5
(23’ st Llamasv), Bergessio7, Gomez7.
All. Montella7.
Genoa: S.Frey 6; Mesto 5, Granqvist 5,
Kaladze4, M.Rossi 5; Birsa5 (5’ st Jor-
quera5), Belluschi6, Biondini5, Janko-
vic5.5(21’ st Velososv); Palacio5(29’ st
ZeEduardosv), Sculli 5. All. Marino5.
Arbitro: Giacomelli 6. Ammoniti: Bir-
sa, Biondini, Jankovic, Mesto, Kaladze.
Spettatori e incasso: 12.606, incasso
30.280euro.
BABY ROSSONERO
Cresciuto nelle giovanili
di Milanello, un anno fa
fermò la rimonta di Leo
BOMBER DA RECORD
Voluto da Tesser, ha
dato al Novara una
vittoria attesa da 59 anni
ATALANTA 0
LECCE 0
MILAN 47
JUVENTUS(dueinmeno) 45
LAZIO 42
UDINESE 41
INTER 36
ROMA(unainmeno) 35
NAPOLI (unainmeno) 31
PALERMO 31
CAGLIARI 30
GENOA(unainmeno) 30
FIORENTINA(due inmeno) 28
CATANIA(due inmeno) 27
PARMA(due inmeno) 27
CHIEVO(unainmeno) 27
ATALANTA(-6, unainmeno) 24
BOLOGNA(dueinmeno) 22
SIENA(dueinmeno) 20
LECCE 18
CESENA(unainmeno) 16
NOVARA 16
(...)mi addolciscelapillola: fapiacereve-
dere di nuovo in serie Auna persona che
ha rischiato la vita. E fa piacere vederlo
sorridereperunavittoria. Laprimasensa-
zione, quindi, è stata di soddisfazione
perunamicochehoavutoil piaceredi co-
noscerebenequandoallenavalaCremo-
nese di Vialli.
Il restoègelo. L’Interdi oggi èunasqua-
dra che sta svendendo uno a uno i pezzi
migliori. È una squadra che due anni fa
ha vinto tutto con l’allenatore migliore
che c’è. Serviva già l’anno scorso un pro-
cesso di rinnovamento. Non c’è stato.
Nonèsolounaquestionedi soldi, èman-
cato soprattutto un mercato più intelli-
gente. El Shaarawyadesempiononcosta-
vatanto, stessodiscorsoperVidal eNoce-
rino. Dispiace vedere Juve e Milan fare
grandi acquisti mentre l’Inter rimane al
palo.
I tifosi si sonoillusi. Hannosperatonel-
le grande rimonta invernale, hanno cre-
duto alla rotonda vittoria di Siena. Tutto
un miraggio. È impensabile che questa
squadra stanca potesse reggere a lungo.
Eforse questa ennesimasconfittaservea
far capirecheèl’oradi unarifondazione,
di volti nuovi. Se è davvero così, allora è
stata quasi unbene, e comunque fa cala-
re il sipario sulle illusioni.
Il problema è che in questo momento
di difficoltàognunovuolevincerelaparti-
tadasolo. Nonc’èarmonia: quellocheti-
ra, quello che non passa la palla, quello
che non va in aiuto al compagno. Tutto
questosoloper stanchezzaeconfusione.
Inquestomomentoil ruolodell’allenato-
re sembra essere soloquello di rimettere
insiemei cocci. Ranieri d’altrondeèunot-
timo allenatore. È molto garbato, come
quando ha detto che sarebbe stato utile
tenere Thiago Motta.
Nonmelaprendoconi giocatori. Stan-
nofacendoil possibile. Il miorimpiantoè
Oriali, capacedi faredellegrandi campa-
gne acquisti. Il mancato acquisto di El
Shaarawy, se nonsi è capito, mi è andato
per traverso. Immagino che, con queste
parole, nessuno mi regalerà in futuro
unatesseradell’Inter. Mail mioèlosfogo
di un tifoso ferito.
Mi piacerebbesvegliarmi daquestoge-
lo con una illuminazione improvvisa.
L’Interavrebbebisognodi vivereunabel-
la favola. Una storia da film. Ecco, ci vor-
rebbe un Jeremy Lin. Il ragazzo che sta
scaldandoinquesti giorni i cuori dei tifo-
si dei New York Knicks. Il coach Mike
D’Antoni hapescatodalleriservedelleri-
serve un carneade davvero invidiabile.
Lin era l’ultima riserva, il quarto play di
unasquadrasenzacervello. Nonlocono-
sceva nessuno. Preso per disperazione
dopo che due squadre lo avevano taglia-
to, licenziato. Eppure questo sconosciu-
to ha cambiato il destino dei Knicks, che
hannovintoleultimecinquepartite, tan-
toda salvare la panchina fragile di D’An-
toni. Chiudiamo gli occhi e sogniamo un
Jeremy Lin in neroazzurro.
EnricoRuggeri
I POSTICIPI
Napoli e Roma
contro gelo
e «bestie nere»
NAPOLI, ORE 20.45
TV: SKY SPORT 1 HD, CALCIO 1
HD, PREMIUMCALCIO1 E HD1
Arbitro: Gava
NAPOLI CHIEVO
1 DE SANCTIS 54 SORRENTINO
21 FERNANDEZ 20 SARDO
6 ARONICA 3 ANDREOLLI
85 BRITOS 12 CESAR
18 ZUNIGA 93 DRAMÈ
20 DZEMAILI 6 BRADLEY
88 INLER 16 L.RIGONI
8 DOSSENA 56 HETEMAJ
29 PANDEV 77 THEREAU
22 LAVEZZI 23 PALOSCHI
7 CAVANI 31 PELLISSIER
All. Mazzarri All. Di Carlo
IL PROTAGONISTA L’Airone quando vede nerazzurro si scatena
L’eterno derby di Caracciolo
«Se fossi Moratti mi comprerei»
Nato a due passi da San Siro
ha sempre tifato per il Milan
E all’Inter ha già fatto 7 gol
SIENA, ORE 20.45
TV: SKY CALCIO2 HD, S.CALCIO
HD, PREMIUMCALCIO2
Arbitro: Rocchi
SIENA ROMA
25 PEGOLO 24 STEKELENBURG
2 VITIELLO 87 ROSI
19 TERZI 4 JUAN
13 ROSSETTINI 5 HEINZE
3 DEL GROSSO 11 TADDEI
7 GIORGI 30 SIMPLICIO
8 VERGASSOLA 92 VIVIANI
14 GAZZI 15 PJANIC
23 BRIENZA 10 TOTTI
11 CALAIÒ 31 BORINI
22 DESTRO 8 LAMELA
All. Sannino All. Luis Enrique
CATANIA 4
GENOA 0
Bergamo Nel gelo di Bergamo (nevicava fino a due
oreprimadelmatch)glisquilliarrivanonelprimotem-
podapartedell’Atalanta:duepalidiMarilungoePelu-
soin70 secondi, poi la squadradi Colantuono(con8
indisponibili,inporta-perlasqualificadi Consigliela
febbredi Frezzolini -c’èPolitochetornaagiocareinA
dopooltre3anni)sbattecontroil muroerettodal Lec-
ce.Lo0-0ècosìilrisultatopiùlogico,ancheperchèDe-
nisnonèpiùilcentravantiimplacabilediiniziostagio-
neei pugliesi nontiranomai nellospecchio. «Troppo
spaventatinelprimotempo,megliolaripresamailpa-
ri è giusto», così Cosmi. «Due punti persi, non siamo
stati fortunati, ma il distacco sul Lecce resta invaria-
to»,l’opinionediColantuono,cheharinnovatoilcon-
trattofinoal2014.Gliultrasbergamaschi,dopol’inter-
vallo, hannosrotolatounostriscionecontroCristiano
Doni per rinfacciargli di nonaver chiesto scusa nelle
ultimeinterviste: èladefinitivarotturaconl’ex idolo.
STRISCIONE DEI TIFOSI CONTRO DONI
Atalanta incerottata sbatte sui pali
Funziona il muro eretto dal Lecce
Catania A Catania splende il sole, ma la squadra di
Montella scarica un vero e proprio diluvio di gol sul
malcapitato Genoa, da ieri peggior difesa del torneo
insiemealNovara(conunapartitainmeno).Perlapri-
mavittorianel 2012, lasquadradi Montellascegliela
strada piùesaltante: quattro gol, il primo dei quali di
Lodisurigore(sestocentrostagionale,dedicaallamo-
glieindolceattesa), seguitodal trissudamericanofir-
matoBarrientos-Bergessio.Tantopernonrimpiange-
reMaxiLopez,asegnoconilMilan24oreprima.Lafor-
mazionedi Marino,attesoexdi giornata, vienetravol-
tadall’impetoetneosindaiprimi minutienontrovala
forza di rialzarsi. «Dobbiamo migliorare in trasferta,
nonpossiamoportarci il Ferrarisdietro...», così il tec-
nicogenoano. «Nonabbiamomai levatoil piededal-
l’acceleratore,sappiamogiocarespessoadalteveloci-
tà, dopoi recupericonSienaeCesenacapiremoleno-
streambizioni», così il collegaMontella.
DOPPIETTA PER BARRIENTOS
Catania forza 4, Genoa schiantato
Prima vittoria di Montella nel 2012
dallaprimapagina
LA DELUSIONE DEL TIFOSO «Non resta che chiudere gli occhi e sognare»
Adesso è l’ora della rifondazione
Un doppio «monday night» in
A,nemmenolaPremierLeagueera
statacapaceditanto.SienaeNapo-
li hannogiocatoinCoppagiovedì e
quindiavevanobisognodi24oredi
riposoinpiù. Eseal SanPaolosono
previsti cielo nuvoloso e una tem-
peratura intorno ai 3 gradi, in To-
scana si giocherà a -9˚. Situazione
che ha fatto arrabbiare la Roma,
che aveva chiesto l’anticipo al po-
meriggiomentre il Sienaha spinto
perlanotturnapernonrischiaregli
spaltivuoti.LafilosofiadiLuisEnri-
que non ammette deroghe, all’at-
taccosempreedovunque. Saràco-
sì al Franchi dove mancheranno
Gago e De Rossi (a centrocampo
giocheràilbabyViviani)marientre-
rà Osvaldo (destinato alla panchi-
na) mentre Totti disputerà la 700ª
garadaprofessionista. «All’andata
rischiammodi perdere, maper noi
èunasfidacomelealtre»,cosìiltec-
nicoasturiano. Il Napoli nonvince
incampionatoda5giornateesfida
il Chievo, bestia nera nelle ultime
stagioni.«Dobbiamocercareatutti
icostiilrisultato,anchenongiocan-
dobene-così Mazzarri-. Faccioun
appello ai tifosi: abbiamo bisogno
del loroapporto».
32 SPORT

Lunedì 13 febbraio2012 il Giornale
TonyDamascelli
Domenicadiausterity,regola-
relacircolazionedeiveicolimafo-
otball italianobloccatoper nevee
altrefacezie. Si ègiocatointresta-
di, su campi di patate, Bergamo,
Milano, Catania, spettatori quat-
tro in croce, in contemporanea a
Birminghamstadioesauritoepra-
todabiliardoperAstonVilla-Man-
chester City. Le cose stanno così,
nel calcio italiano dove la confu-
sione regna sovrana a partire dai
vertici alla ricerca degli uomini
perduti.Trepartitellealladomeni-
ca hanno messo tristezza, come
quell’anticipoagiovedì seradella
Lazio,costrettaalasciarel’Olimpi-
coal rugby.
InveritàItalia-Inghilterrahafat-
tosegnareundatoimportantissi-
moedesclusivoperlacapitale:sta-
diopienoeassenzatotaledipetar-
di, bombe carta e fumogeni. In-
somma basta spostarsi di un me-
tro, abbandonando la discarica
calcistica,esipossonoscoprirezo-
nebonificate di sport.
Tornoal calendariospalmatoo
megliostravaccatodurantelaset-
timana. Nonsi sabeneachepun-
tosiamotrarecuperi, anticipi, po-
sticipi, rinvii, chi avevastampatoi
calendarietti, nemmeno profu-
mati, per seguire ogni turno di
campionatoli usaper raccogliere
lebriciolesullatavolaneldopopa-
sto. Cartaeplasticainutili, nessu-
no sa e può dire quando e dove si
giocherà, la classifica è fasulla, i
punti sonopercepiti comelatem-
peraturaesterna, i nostri stadi so-
noinlineaconil Paese, lacampa-
gnaelettoraleperiGiochiOlimpi-
cidiRomaperdedivistaaltreprio-
rità, non soltanto nella città eter-
na(tranneincasodi leggeranevi-
cata).
Il campionato cerca un’identi-
tà che oggi è congelata, una setti-
manafaeravamoesaltatidalritor-
noalleorigini, unadomenicatut-
tadi palloneetuttoallastessaora.
Sette giorni dopo, siamo isterici
perché il giocattolo è un puzzle
conletesseresparpagliatedovun-
que. Nonriusciamoaessere con-
tenti e vincenti mai. Mercoledì si
giocano alcuni recuperi ma altri
ce ne saranno, le date restano un
mistero buffo, urgono vertici di
cervelli. Intantoritornanole cop-
pe europee, laddove le italiane si
sono fatte onore. Non sappiamo,
inverità, sefuveragloria.Visticer-
ti miasmi dovrei dire ai «poster»
l'arduasentenza.
Sassuolo vince a Bari
ed è in vetta col Toro
NON SOLO CHAMPIONS
Mercoledì il Milan in
Europa e i primi recuperi
dei match saltati
SERIE B
CALCIO CONGELATO Una domenica con tre partite e «quattro» spettatori
Alla ricerca del campionato perduto
Il calendario non vale più: nessuno sa dove, quando e come recuperare tutte le partite rinviate
SETTE GIORNI DI PALLONE
DOMANI
Champions
andata ottavi di finale
Europa League
andata sedicesimi
Champions
andata ottavi di finale
Serie A
recuperi 21ª e 22ª
MERCOLEDÌ 15 OGGI
Serie A
posticipi 23ª giornata
Napoli-Chievo
Siena-Roma
GIOVEDÌ 16
Europa League
andata sedicesimi di finale
VENERDÌ 17
Serie A
anticipi 24ª giornata
SABATO 18
Serie A
anticipo 24ª giornata,
DOMENICA 19
Serie A
24ª giornata
Lione-Hapoel
Leverkusen-Barcellona
R. Kazan-Olympiacos
Braga-Besiktas
Milan-Arsenal
Zenit-Benfica
Atalanta-Genoa
Cesena-Catania
Lazio-Atletico Madrid
Udinese-Paok
Fiorentina-Napoli
Inter-Bologna
Juventus-Catania
Il Sassuolovince al SanNicola
di Bari per 2-1eagganciail To-
rino in testa alla classifica del
campionatodi serieB. Bel pari
per 1-1 tra Livorno e Vicenza.
Sono questi i verdetti dei due
posticipi della6ª giornatadi ri-
torno. Dopolasconfittaper3-2
contro la Reggina, l'Empoli ha
ieri comunicato l’esonero di
GuidoCarboni. Inpanchinator-
naAlfredoAglietti.
LaclassificaSassuolo 53,
Torino 53, Pescara 51, Verona
51, Padova45, Varese44, Reg-
gina 39, Brescia 38, Sampdo-
ria 37, Bari 36 (-2), Cittadella
34, Grosseto34, JuveStabia33
(-4), Livorno30, Vicenza28, Cro-
tone27(-1), Modena24, Empo-
li 23, Albinoleffe 23, Gubbio
23, Ascoli 22(-7), Nocerina18.
SPORT 33
Lunedì 13febbraio2012 il Giornale
FrancoOrdine
Percapirecomepossacambia-
relavitainventiminuti,bastapen-
sareal MilandiUdine, primaedo-
po l’uno-due finale. Per quasi
un’orahapericolosamentevissu-
to sul ciglio del precipizio e poi è
tornatoacasacol cuorenellozuc-
cherograzieall’orgogliosafrusta-
tadataallaconcorrenza eal cam-
pionato. «Snodo fondamentale»
è il parere di Adriano Galliani e
nonsoloper il ritorno, virtuale, in
cima alla classifica. L’eventuale
sconfittaavrebbescavatouncuni-
colosottoil suolodel Milan, dello
stessoAllegri,ridottoazerol’auto-
stimaemoltiplicatocritiche, vele-
ni. Intatte solo le insoddisfazioni
per quell’ora non proprio decen-
tegiocatadaicampioni:nel primo
temponeancheuntiroinporta. E
invecelastoccatadi Maxi Lopeze
la stilettata di El Shaarawy hanno
ridatoslancioesmaltoatuttoilMi-
lan. In un caso e nell’altro, sono
statelemotivazionieil talentopu-
rissimo a consentire la rinascita
improvvisa del gruppo nel quale
purequalchecrepasi eraregistra-
tatradopoLazioedopoJuvecop-
paItalia.MaxiLopez,lanciatonel-
lamischiaaventi minuti dal gong,
hadatoenergiavitaleaunattacco
spentod’accordomahapurepro-
dotto un’accelerazione strepito-
sanell’azionedelraddoppiomila-
nista. Chi altri sarebbestatocapa-
ce di tanto? Maxi Lopez è tornato
utileal momentogiusto, al culmi-
ne di una mini preparazione cui
Allegri e lo staff dei preparatori lo
hanno sottoposto dopo il 31 gen-
naio. Quei 5giorni vissuti inalber-
go e il precedente forzato riposo
imposto dal Catania gli avevano
toltoforzanellegambeeanchefia-
to, non di sicuro le motivazioni
straordinarie che sono diventate
vitamine decisive nel calcio dei
nostritempi.Persinopiùdeltalen-
to.
El Shaarawy ha mostrato sul
prato ghiacciato di Udine quei
progressi già registrati nello spo-
gliatoiodi Milanelloinpreceden-
za. LafrasediAllegri («ilragazzoci
èesplosoinmano»)nonèunascu-
sa per giustificare l’improvvisa
scoperta, èil segnaledi unamatu-
rità colta non solo negli allena-
menti enellesueesibizioni finqui
centellinate ma anche nei com-
portamenti fuori dal campo.
«Adessononsi muoveenonparla
più come un ragazzino» la rifles-
sionedi unveteranodel gruppo. I
due, diventati El ShaaraLopezper
effetto della crasi suggestiva, non
hannosmessodi farecoppia. Tor-
neranno a fare società anche se
dall’infermeriastannoperrientra-
reunpo’dirinforziautentici.Deci-
sivoil cambiodi programmaregi-
stratosul mercatodi riparazione:
il ragazzo col ciuffo curioso sem-
bravadirettoarientrareper qual-
chemeseaGenovaperriacquista-
refiduciaeguadagnarel’appren-
distatochenelMilanglivenivane-
gato. Anche su Maxi Lopez il flop
legatoallatrattativaTevezsièrive-
latomenosciaguratodel previsto.
L’Apache, a Milanello, avrebbe
avutobisognodi almenotresetti-
mane piene di lavoro prima di ri-
prendere quota e reggere l’urto
del debutto in campionato. La
squalificadiIbraharesoinvecein-
dispensabileilricorsoalsuososti-
tuto. BenedettoMaxi, allora, echi
lo prenotò nell’attesa che si defi-
nissela spinosaquestione Tevez.
Con l’Udinese, in venti minuti,
è cambiata la vita del Milan, con-
tro l’Arsenal, mercoledì notte, in
Champions, sarà tutta un’altra
storia. E non solo perché stanno
per tornare unpo’ di protagonisti
fermi ai box da qualche settima-
na. Le ultime notizie provenienti
daMilanellohannoprocuratoun
leggero ottimismo. Per esempio
Abbiati e Nesta sonosicuri titola-
ri. Altri tre da qualche giorno han
ripreso a lavorare con Allegri: so-
no in assoluto ordine alfabetico
Boateng, Flamini e Pato che vuol
dire assicurare all’attacco rosso-
neroiltre-quartistapiùimportan-
teeaIbrahimovic(chepuòtorna-
re in coppa dopo aver tirato il fia-
to)unaspallacomesi deve, molto
piùaffidabiledinanziallaportari-
spettoaRobinho, inevidentecrisi
depressivaacausadei ripetuti er-
rori. L’unicoballottaggioaccredi-
tato è il ruolo di partner di Ibra,
con Boateng alle spalle: El Shaa-
rawyoRobinho.Allegridevedeci-
dere, senza controllare il curri-
culumdei due, piuttosto interro-
gando gli occhi del brasiliano
smarrito.
Lo sanno tutti quelli del Milan:
l’Arsenal non è l’Udinese. Gli in-
glesi hannovivacitàeschemi col-
laudatioltrecheunatradizionefa-
vorevole(0a0aLondra, 0a2aSan
SiroaitempidiAncelotti). Impen-
sabile rimediare a una sconfitta
conl’arrembantefrazionefinalea
una sfida vissuta in soggezione,
nel gioco.
Dopo l’episodio con Evra
MarcelloDi Dio
Gli States possono attendere an-
cora qualche giorno. Thierry Henry,
prima di salutare l’Arsenal e tornare
nel «regno dorato» dei Red Bulls di
New York, giocherà contro il Milan.
Una sfida che manca nel brillante e
lungo curriculumdi «Titì»: quando i
Gunnersincontraronoirossonerine-
gliottavidi Championsnel 2008,lui si
eratrasferitodapochimesiaBarcello-
na. Ed era già volato oltreoceano
quando i blaugrana hanno ritrovato
sullalorostrada il Milan.
SanSirosaràdunquel’illustrepal-
coscenico per l’ultima del francese
conl’Arsenal,chehagiàilbigliettoae-
reoprenotatopergiovedì16. Un’insi-
diainpiùperlasquadradiAllegri: l’al-
troieri, nellapartitadi PremieraSun-
derland, il 34enne attaccante di ma-
dremartinicanaepadreguadalupen-
seèentratoametàripresaehasegna-
toil gol da tre punti al 91’. Il secondo
decisivo nella breve «rimpatriata» a
Londra (appena 43 giorni!) dopo
quelloconil Leeds nellaCoppad’In-
ghilterra. Henry - approdato nella
MajorLeagueSoccernel luglio2010-
è il calciatore che ha segnato più gol
con la maglia dell’Arsenal nella sto-
ria della Premier League (176 in 258
gare) e all’inizio di dicembre è stata
anche eretta una statua di bronzo in
suo onore davanti all’Emirates Sta-
dium.
«Mi sonosentitocome unragazzi-
nochefacevail primogol perlasqua-
dracheama», il commentoconunfi-
lodiemozionedi«Titì».Prontomaga-
ri a un regalo d’addio, il Milan fa gli
scongiuri.Graziealui, intanto,iGun-
nerssonooraal quartopostoincam-
pionato(raggiuntoil Chelsea) e arri-
vanoallapartitadiMilanoconunase-
riepositivadi trepartite. «Proveremo
adandareinvantaggioperprimi,per-
ché un gol potrebbe darci maggiore
spinta per il ritorno», dice il tecnico
Arsene Wenger, che non avrà il roc-
cioso difensore tedesco Mertesac-
ker, infortunatosi gravemente al gi-
nocchio.Masiaffideràsoprattuttoal-
lavena realizzativa di VanPersie.
E a proposito di Chelsea, il ricam-
bio generazionale operato da Villas
Boas si sta rivelando più complicato
del previsto. I risultati non arrivano
(lavittoriamancada4turni) elostop
in casa dell’Everton regala un’altra
cocente delusione ai tifosi dei Blues.
AStamfordBridgenonperdonanoal-
lo «Special Two» il fatto di non saper
gestire l’abbandono della vecchia
guardia e l’innesto della nuova. Così
la crisi pare inarrestabile e il Napoli,
chepureasua voltanongode di otti-
masalute, puòquantomenosorride-
reinvistadellasfida del 21febbraio.
DALL’HOTEL AL GOL
Sorpresa Maxi Lopez: dal
31 gennaio sottoposto
a un super allenamento
BUONE NOTIZIE
Abbiati e Nesta sicuri
Recuperati anche
Boateng, Flamini e Pato
Liverpool. «Ho sbagliato, mi di-
spiace. Dovevo stringere la mano
di Evra». Luis Suarez, attaccante
del Liverpool, fameaculpadopoil
pessimo comportamento tenuto
sabato all’OldTrafford e la conse-
guente figuraccia mondiale, pri-
ma della sfida persa 2-1 contro il
Manchester United. Suarez ha ri-
fiutatodistringerelamanodiPatri-
ceEvra:nellagaradiandatal’uruguayanoavevaindi-
rizzato insulti razzisti all’avversario, rimediando 8
giornate di squalifica. E ora, Suarez è finito nuova-
mente al centro delle polemiche. «Ho parlato con
KennyDalglishdopolapartitaall’OldTraffordemi
sonoresocontodi aver sbagliato. Nonhodelusoso-
lolui, hodelusoancheil clubemi dispiace. Hocom-
messounerrore, sonopentito.Avreidovutostringe-
re la mano di Patrice Evra prima del match e voglio
scusarmi per le mie azioni», dice Suarez dal sitodei
reds. «Vorrei mettermi tutta la vicenda alle spalle e
pensareagiocare».
AncheperchèilcomportamentodiSuarezerasta-
tostigmatizzatopuredal sindacatodei calciatori in-
glesi come «irrispettoso, inmadeguaro e imbaraz-
zante».
Suarez si pente e si scusa
«Che errore non dare la mano»
CIAO LONDRA
Il francese Thierry
Henry non
prolungherà il suo
soggiorno
all’Arsenal: giovedì
sarà di nuovo con i
New York Red Bull.
Prima però c’è San
Siro con i Gunners
Sommarietto
LO STATO DI FORMA
DELLE 16 GRANDI
Real Madrid
Apoel Nicosia
Basilea
Bayern Monaco
Arsenal
Barcellona
Benfica
Cska Mosca
Marsiglia
Milan
Zenit San Pietroburgo
Bayer Leverkusen
Chelsea
Lione
Napoli
Inter
El Shaarawy, 20 minuti
per ricaricare il Milan
90 per volare in Europa
Contro l’Arsenal, il Faraone in ballottaggio
con Robinho per affiancare Ibrahimovic
Henry prepara l’ultimo regalo ai Gunners
Vista Champions
MOTIVAZIONI
E TALENTO
La stoccata di
Maxi Lopez (a
sin.) e la
stilettata di El
Shaarawy
all’Udinese
hanno ridato
slancio e smalto
a tutto il Milan.
La vittoria di
sabato
dimostra che la
formazione
milanista ha le
potenzialità
tecniche per
sovrastare gli
avversari più
difficili. E con
due giocatori
come
Maxi Lopez e
soprattutto El
Shaarawy tutto
è possibile
Il bomber francese Torna negli Usa, ma prima la sfida di Milano
Gli uomini di Wenger in serie positiva e quarti in Premier
'J CºÒC'fºA IºA f´'ºAI' AºA¦' JJ'I' f Ò´AJ CÒJ .'V'Ò CAºJIÒ.
´AºCf..Ò VfJfZ'AJ' f ´A'''´'.'AJÒ .J''AJA
In navigazione, a bordo della MSC Lirica, lungo
una rotta che toccherà Abu Dhabi, Muscat,
Al Fujarah; Khasab e Dubai. In compagnia
dei noti editorialisti Livio Caputo e Marcello
Veneziani, del Capo della redazione di
Genova e della Liguria Massimiliano Lussana,
di Ariel Feltri, giornalista sportivo oltre
che selezionatore delle lettere che inviate
alle pagine “La parola ai Lettori” e di Stefano
Passaquindici, responsabile dell’organizzazione
dei Viaggi del Giornale, che saranno con voi per
accompagnarvi e intrattenervi con i loro racconti
e aneddoti. Oltre al relax, alle escursioni e alle
attività ludiche e sportive sono infatti previste
conferenze, incontri e dibattiti su vari temi storici,
archeologici, politici, culturali, sportivi e di attualità.
E, ovviamente, serate di convivialità tra il “popolo
dei lettori de il Giornale”. Diverse le possibilità di
ospitalità a bordo: cabina interna a 1.280 euro;
cabina esterna a 1.470 euro; suite esterna con
balcone 2.090 euro. Supplemento singola a partire
da 600 euro; terzo e quarto letto adulto 1.040
euro. I ragazzi fino a 18 anni in cabina con 2 adulti
pagheranno solo 790 euro. Le tariffe – speciali per
i nostri lettori – comprendono già le tasse portuali,
le quote d’iscrizione, le assicurazionie e il volo aereo
da Milano, Roma, Verona e Catania. Possibilità di
partenza in aereo da altre città, 180 euro. Inoltre
i partecipanti avranno incluso in più le bevande ai
pasti principali oltre al cocktail di benvenuto del
Comandante, 2 serate di gala, l’utilizzo di tutte le
attrezzature della nave, la partecipazione alle attività
di animazione e tutto quanto normalmente offerto a
bordo delle splendide navi di MSC Crociere.
ad?agjfYd]
ºAºIfJZA 0A.. ' IA.' A
' . ' ´AºZÒ
º' fJIºÒ . II ´AºZÒ 20I2
9 ú' ÒºJ' ă ¡ JÒII'
ºÒ'I' .' ´' IAI' . If.flÒJAIf 'J¦' IÒ. ºfº ' JlÒº´AZ' ÒJ' f ººfJÒIAZ' ÒJ' .
ºA''AIf´ºÒ. If.. 0'J40'J'0. ' JlÒCºA''AIf´ºÒ. ' I
:-%++-%'32-0+-362%0)
-0893+-362%0):-%++-%'328)
SPORT 35
Lunedì 13febbraio2012 il Giornale
Nella "valle rossa" risuona an-
corailcantodelmartellopenumati-
co.Ilrichiamodellagruèquellome-
tallicodellaescavatrice. Benvenuti
aSochi2014, 600giorniall'albadel-
la seconda Olimpiade in terra rus-
sa.Eperallorasaràtuttopronto,sfa-
villeràalmenoper quei 15giorni di
gare e medaglie e poi si faranno i
conticonilpassatoeilfuturodique-
staeredità. C'eraunavoltaKrasna-
ya Polyana, questa valle rossa che
dal mar Nerosale ai monti lungoil
fiume Mzymta. Case di legno, tetti
aguzzi, qualche esproprio doloro-
soegentedi frontiera. Il mareden-
tro,quellocheportalavoroecondu-
celontano.IlcieloelevettedelCau-
casosopra, che separanoe divido-
no, proteggendo questa terra an-
che delle guerre, che invece deva-
stanoperiodicamente la Georgia e
lealtre"briciole" dell'exUrss.
«Quandocihannodettocheave-
vamo vinto le Olimpiadi mi sono
chiestacomefossepossibileperun
luogoche ospita tuttol'annogente
chevieneacurarsineisanatoriinri-
vaal mare». Già, parlabeneZarina,
tantiricciquantacuriosità:leièuna
dei 1500 volontari della prima ora.
Studia all'università, parla inglese:
una rarità. E il suo pensiero coglie
nelsegno:dopoVancouverilCioha
sceltoper i Giochi dellaneveunal-
tromare, il Cjorniemore, quel Pon-
toEusinochefecelafortunaelasfor-
tunadeiGreciecheoggistaallaRus-
siacomelarivieraromagnolastaall'
Italia. «Sochi è il brand - spiega
Alexandr Trupov- del comitatoor-
ganizzatore», ma gli impianti sono
distribuitifralemontagnedellaval-
lerossaenel parcoolimpicodi Ad-
lerchediSochièunaestensione.La
amanogliarmeni,costamenoefor-
ma un tutt'uno di alberghetti e
spiagge di ciottoli che si allungano
per 150km. «QuantoLos Angeles»,
amanoripetere qui. Le gare saran-
noaltrove,maSochiserve,dunque,
darichiamoal mondo, col suooro-
logiochesegnail countdown, il suo
"dendrarium",l'alboretoconlepal-
me e funivia, il bel lungomare che
sembrastrappatoaBiarritz, ilporto
eil parkRivieracontantodi mosai-
co di Lenin che occhieggia peren-
ne. «Incambio- spiega Ruslanalla
guidadel suotaxi - Sochi avrà il tri-
plodeigrattacielieiprezzichesiso-
nogiàimpennati».
Una delle nuove costruzioni si
chiamaTitanicesembraunoscafo
chesiallungaversoilcielo.Lagente
di Sochihaaccoltoconriservaque-
stainvasione"invernale",mailavo-
riormaifervonoeintasanolestrade
dove accanto a camion del Soviet
sfrecciano caprette audaci. Ma fra
due anni tuttosarà diverso: untre-
no veloce condurrà dalla monta-
gnaalmarein27minutiquandoog-
gi inautoneoccorronoquasi 60. Si
lavora24oreal giornoper realizza-
reilsognochefuinnanzituttodiVla-
dimir Putin che poco lontano si è
sposato e ha anche una Dacia. In
questoassaggiodi gare preolimpi-
che che ha portato il circo bianco
maschile quassù e sta per ospitare
anchelegarefemminili oltreadal-
tri test event di biathlone snowbo-
ard è però arrivato, in elicottero e
con rigorosa giaccavento bianca
del team, il presidenteDimitri Me-
dvedevapremiareBeatFeuzeIvica
Kostelicchenelgiornoincuisièag-
giudicatolacoppadi combinata, si
èperòancheprobabilmentegioca-
toil restodellastagioneconunaso-
spettalacerazionedel menisco.
Ma quassùfra i monti di Prome-
teobrilla davveroil fuocodel cam-
biamento anche se per ora sprizza
contraddizioni. Mentre Gasprom
ed Interros hanno investito 69 mi-
liardidirubli(quasi2miliardidieu-
ro) per assicurarsi il meglioinogni
campo, dagli impianti firmati Dop-
pelmayer, agli hotel daRadissonin
su, la gente studia da occidentale,
pensandoirrimediabilmenteanco-
rainrusso. Capitacosì di vedersi ri-
spondere"niet"allarichiestadiave-
reunoshuttlestampaounacame-
rieraaipiani. Dettagli, forse: peggio
èandataalcolleganorvegesechein
stanzasiètrovatouncompagnogià
nel letto. Lemacchineper cambia-
re in rubli sono andate in tilt dopo
mezz'ora. Dollari edeurosonovie-
tati,perchiuderelaportainfacciaal
mercatoneroenontuttelecartedi
credito funzionano senza intoppi.
Morale:perunpomeriggiosipuòes-
seretenutid'occhiodallapoliziafin-
chènonsiriesceacambiareilcashe
a saldare il proprio debito. Per in-
gannarel'ansiadacontrolli,incom-
penso, i bar dei due hotel per ora
completati nonha la licenza per la
vodka.Cosìperaccompagnareilca-
vialerestasoloilpivo,labirra.Spasi-
ba, vabenelostesso. Leguardiecol
colbaccononaccennanoasorride-
re e controllano con fare bolscevi-
co, al gridodi «akkreditazia», i pass
stampa ogni 50 metri. «Per i russi
sorridereèsegnodistupidità»,con-
fessaunavolontariachehagiàfatto
ilsaltooltrelacortinaenonfacheri-
dere,agghindatacomeunamatrio-
skamaintacco12, anchequandoil
check-inperpartirevieneapertoin
hotel per snellirelaprocedura, sal-
vopoi costringetutti incodaperol-
tre due ore solo per avere la carta
d’imbarco.Incompensolevolonta-
rie continuano a ripetere «We will
solve the problem», si risolve tutto.
Dopoiprimigiorniilmotoresimet-
te in moto. La sicurezza si allenta ,
spuntano i sorrisi. Anche il regista
delle gare, venuto dall'occidente,
viene finalmente ammessosul po-
stodi lavoro. Evviva: leripresedelle
primeprovesi perdevanoun'atleta
sudue. Lepisteincompensodal vi-
vosonobellissimeetoste. Ai nostri
piacciono.Karasho.Andràtuttobe-
ne. Ci sono due anni per pensare
olimpico.
di LuciaGalli
daSochi
LA VITTORIA DI PUTIN
Per la mega kermesse
Gasprom e Interros
investiranno 2 miliardi
TRA MARE E MONTI
I Giochi olimpici invernali di
Sochi si svolgeranno dal 7 al
23 febbraio 2014. La maggior
parte delle gare verrà ospitata
sui monti di Krasnaja Poljana,
a 45 km dalla città, mentre nel
capoluogo si stanno
costruendo i palazzetti per
hockey, pattinaggio, curling e
lo stadio olimpico. Sotto: il
presidente Dimitri Medvedev
mentre testa personalmente
la pista dello sci
Kostelic rischia stagione e coppa
Marsaglia e la Moelgg quarti
MOMENTO NO
Sopra Martin
Castrogiovanni,
sotto Jonah Lomu
BREVI
Giornataama-
raperIvicaKo-
stelic che vin-
ce la super-
combinata di
Sochi, masen-
teuncrac eun
fortedoloreal
ginocchio de-
stro, tanto da
saliresul podiopiangendo (nellafoto): il croatote-
me infatti che il ginocchio maledetto (già operato
trevolte) possacostargli lastagioneelacoppadel
mondo.
Delusione anche per lo sci azzurro che ha raccolto
duequarti posti: MatteoMarsaglianellacombina-
ta vinta appunto da Kostelic sullo svizzero Feuz e
sul franceseMermillodBlondin, mentrenel gigan-
tefemminiledi AndorraèstataManuelaMoelgga
finireai piedi del podiodopounabellaprimaman-
che in cui era seconda. Vittoria alla francese Wor-
ley.
SCI
Roma. Piovesulbagnatoincasadelrugbyazzurro.Il
ct Brunel, dopo l’amarezza per la vittoria gettata al
ventocontrol’Inghilterra,dovràfareiconticongliin-
fortuni. Uno, inparticolare, piuttosto pesante, per-
chèmettekounodei piloni (intutti i sensi) dellano-
stranazionale, ovveroMartinCastrogiovanni, usci-
tomalconciopocodopolamezz’oradellapartitadi
sabatoall’Olimpico. Losfortunatogigante italo-ar-
gentino«èstatosottopostoatacieripomeriggioase-
guito di un trauma emitoracico ripotarto nel corso
del match contro l’Inghilterra», così si legge infatti
sulsitodellafederugby.Gliesami«hannoevidenzia-
tolafratturascompostadellasettimacostoladestra
eil giocatoredovràosservareunperiododi riposo. I
tempi di recupero sono stimati in trenta-quaranta
giorni», così concludeil comunicato.
Tradotto: Martindiceaddioal Sei Nazioni (che si
chiuderàil17marzosempreall’OlimpicoconlaSco-
zia)eoraJacquesBrunel, chegiànondisponedi una
rosa moltovasta, dovrà fare i salti mortali per sosti-
tuirlo.Sieragiàcapitochepotevatrattarsidi qualco-
sadigrave:almomentodell’infortunio,lasmorfiadi-
pinta sul volto di “Castro“ aveva fatto presagire che
nonsi potevatrattaredi unasemplicecontusione.
Guaimoltopiùseri,invece,perl’exfuoriclassede-
gli All BlacksJonahLomu, unodei piùfamosi gioca-
toridellastoriadelrugby,chedatempononèinbuo-
necondizioni di saluteechehabisognodi unnuovo
trapiantodel rene, mentre, dal settembrescorso, ha
perso trenta chili. A rivelarlo è lo stesso Lomu in
un’intervista al settimanale neozelandese Wo-
man’sWeekly. Lomu, checonlamagliadellasuana-
zionale ha segnato37 mete in63 test-matchgiocati
trail 1994edil 2002, soffredaanni di unararaforma
di nefrite, per la qualeottoanni fa si eragiàresone-
cessarioiltrapiantodiunrene.L’organoimpiantato-
gli haperòsmessodi funzionarenel settembrescor-
so,eperquestolecondizionidiLomusieranoaggra-
vatefinoacostringerloalricoveroinospedaleduran-
teiMondiali di NuovaZelanda.Orasisottoponea21
oredi dialisi asettimana. «Speriamocheci sianodei
miglioramenti-hadettoLomu-manientesièrivela-
todavveroefficace. Quindi il prossimopassodafare
ètrovareundonatore».
RUGBY
Sei Nazioni finito per Castrogiovanni
Costola rotta per il pilone azzurro. E Lomu sta male: dovrà fare un altro trapianto di rene
Risultati 4ª di ritorno del
basket: Cremona-Bologna 83-80
(giocata sabato), Milano-Sassari
71-81, Varese-Roma 76-78, Casa-
leMonferrato-Caserta76-77, Sie-
na-Biella 104-78, riposava Trevi-
so. RinviatePesaro-Cantù, Avelli-
no-Teramo(29febbraio)eMonte-
granaro-Venezia(13marzo).
Classifica:Siena30;Milano,Sassa-
ri e Bologna 24; Venezia, Pesaro,
CantùeAvellino22;Varese20;Biel-
la, Roma e Caserta 18; Treviso 16;
Montegranaro 14; Teramo e Cre-
mona12; CasaleMonferrato10.
BASKET
Tracollo Armani
battuta in casa
anche da Sassari
Scherma
Giochi di Londra:
fiorettistequalificate
La squadra femminile di fioretto
(Errigo, Di FranciscaeVezzali) ha
conquistatoconunmesedi anti-
cipolaqualificazioneper Londra
2012.
Tennis: CoppaDavis
Di Bolelli unicopunto
conlaRepubblicaCeca
Si è chiusa sul 4-1 per la Repub-
blica Ceca la sfida con l’Italia di
Ostrava, valida per il 1° turno di
Coppa Davis. Andreas Seppi ha
cedutoper4-66-36-4aRosol, Si-
mone Bolelli ha conquistato il
punto della bandiera battendo
Cermak 6-4 6-4.
LegaPro
Settepartiterinviate
Oggi giocalaTernana
23ªgiornataLegaPro, PrimaDivi-
sione. GironeAPisa-Lumezzane
0-2, Taranto-Carpi 1-1, Tritium-
Monza 1-3, Viareggio-Foggia
0-2. RinviateAvellino-ProVercel-
li, Foligno-Pavia, Reggiana-Sor-
rento e Spal-Como. Oggi ore 15
Benevento-Ternana. Classifica:
Ternana48; Taranto(-3) 46; Carpi
41; Pro Vercelli 40; Sorrento (-2)
38. Girone B Barletta-Bassano
1-0, Cremonese-Siracusa3-1, Fe-
ralpisalò-Pergocrema0-3, Porto-
gruaro-Sudtirol1-0, Trapani-Spe-
zia1-0, Triestina-Latina2-2. Rin-
viate Frosinone-Carrarese, Lan-
ciano-Piacenza e Prato-Andria
Bat. Classifica: Trapani46; Siracu-
sa(-5) 40; Cremonese(-6), Spezia
eBarletta35.
Volley
Ravenna, gara sospesa
Piovenel palasport
La6ª di ritorno: Roma-S.Giustino
1-3(sabato), Ravenna-Cuneoso-
spesa sull’1-1, Macerata-Vibo
Valentia 2-3, Padova-Belluno
0-3, Trento-Modena3-0, Monza-
Verona3-0, Piacenza-Latina3-1.
Classifica: Trento 50; Macerata
40; Cuneo* 39; Modena35; Mon-
za34.
29
VARIE
ESTER possiede quell’incantevole perfezione di
eleganza, di sensualità che ti farà sognare. Tel.
339/3412032
35477
A DUE ANNI DA SOCHI 2014 Viaggio nella Russia olimpica
I Giochi bianchi sul mar Nero
sono ancora una scommessa
Alberghi, strade e ferrovie da costruire. Mentre gli atleti promuovono le piste
Euro e dollari vietati per evitare il mercato nero, ma cambiare è un’avventura
il reportage
__
36 POKERSPORTIVO

Lunedì 13 febbraio2012 il Giornale
Al via i preparativi
per la sesta crociera Hpc
L’ucraino Kovalchuk vince
l’Ipt di Sanremo
Anche le tribù indiane
vogliono giocare a poker
LIVE/1
«Noncredocheil miodebitoabbiaalcunimpatto
sullavenditaal gruppodi BernardTapie. Eropreoc-
cupato nel prendere denaro che sarebbe stato tolto
aigiocatoridegliStatiUniti, manonsaràilgruppoTa-
pieapagarei giocatori degli Stati Uniti». Così, secon-
doGioconews.it, BarryGreenstein. Mentreper Mike
Matusow,«ilmiodebitoconFullTiltdi700miladolla-
ri è una fandonia, voglio che i miei fans lo sappiano
concertezza».
Letestimonian-
zedeiduecampio-
nidipokersembra-
no gettare qual-
che ombra sulle
difficoltà effettive
della riapertura
del sito Full Tilt a
causadei presunti
debiti che alcuni
top players pare
abbiano nei con-
fronti della room.
Leaffermazioni di
Greenstein sono
clamorose per-
ché, se è vero che Tapie non deve ripianare i debiti
coni player Usa, lasituazionecomplessadellaroom
non sembra consentire al campione di lavarsene le
mani in questo modo. Tuttavia Matusow e altri
players smentiscono fermamente questi debiti. Ma
alloracosa c’è di verointuttoquesto?
BehnDayanimèormai l’unicavoceacomunicare
qualcosaeatenerevivalasperanzadiunariapertura
dellaroom, ma ha dichiaratoche nell’approfondire
le pratiche di riapertura si è compreso che le condi-
zioni economiche della room sono effettivamente
peggiori rispetto a quello che ci si immaginava. A
complicarelecosesarebberoquestifamigerati17mi-
lionididollaricheisuperprodai solitinominotideb-
bano alle casse di
Full Tilt. Per alcu-
ni la chiusura di-
sperataelatragica
situazione della
roomsaràsembra-
taunaveramanna
dal cielo. Quando
maisarannoobbli-
gati a restituire
questi soldi adun'
organizzazioneri-
conosciuta come
illegaleal di làdel-
la violazione delle
leggi Usa sul gio-
co?
TuttaviasecondoDayanim«seil denarononarri-
va, si crea unserioostacoloal completamentodella
transazione». Sulladatadi riaperturaormai lasitua-
zione sembraessere cambiata. Dal primomarzoal-
l’anticipazioneaddiritturaafebbraioorail giornoin
cui si potràriprendere agiocareè unverorebus.
ON LINE Polemiche negli Usa
Nubi sulla rinascita
di Full Tilt
Tapie in difficoltà
Il progetto del finanziere francese per la riapertura del sito
travolto dagli scandali è minacciato dai debiti dei player
TEXAS SUL MEDITERRANEO
Isaia e Tabet in vista
al Wpt di Venezia
Sesta crociera per Hpc, i cui eventi prece-
dentihannosempreavuto(suunanavedacro-
ciera di una settimana) successo, avendo in
due occasioni superato i 100 iscritti al main
event e coinvolgendo, tra player e accompa-
gnatori, oltre 300 persone. Nelle ultime due
edizioni il torneoèstatoancheaccompagna-
todallatroupedi All inTvcheharipresoleim-
magini dell’evento, ospitato dal partner Msc
Crociere, comeanchenelleprecedenti. Lase-
staedizionesiterrànelprossimomesediotto-
breabordodi MscOrchestra, conpartenzada
Napoli il 13 ottobre e da Livorno il giorno 14.
L’itinerario: 13imbarco«aapoli; 14imbarcoa
Livorno;15tappaaVillefranche(CostaAzzur-
ra); 16Valencia; 17Ibiza; 18Tunisi; 19Catania
e20e 21sbarcoaNapoli e Livorno.
Duetopplayeritaliani, il mitoAlessioIsaia
eGiorgiaTabetsi piazzanosecondiinduetor-
nei «side»organizzati nel corsodel WorldPo-
ker Tour di Venezia, sfiorando la vittoria che
gli viene soffiata comunque d’un soffio. Isaia
doveva lasciare un segno nell’evento che lo
avevavistotrionfare propriounannofasem-
pre a Venezia, portandolo alla conquista del
primo braccialetto Wpt della storia italiana.
Quest’annoèuscitodopopochemani, secon-
do player out dell’evento e in qualche modo
dovevarifarsi.
Detto,fatto: eccolasecondapiazzainuntor-
neodi Omaha, moltotecnicoeconunfieldri-
stretto ma con tanti campioni. Da segnalare
anchelasecondapiazzadi GiorgiaTabet di al
sideNlthda 200euro.
RIBALTA L’ex patron dell’Olympique di Marsiglia, Bernard Tapie
STATI UNITI
LIVE/2
Il giocatore Ucraino, Oleksii Kovalchuk,
comeriportal’agenziaAgcops, mettelemani
sul primopremiodi 175.000euro, al tavolofi-
naledell’Ipt Sanremo. Kovalchukhaavutola
megliosui 350 giocatori giunti al CasinòMu-
nicipalediSanremo, vincendoil suosecondo
Ipt a distanza di pochi mesi.
L’avversario finale di Kovalchuk in heads
up e’ stato Andrea Vitale arrivato a Sanremo
grazie ai satelliti online su PokerStars.it per
lui ben 110.500 euro. Ottimo piazzamento
per il pluricampione Salvatore Bonavena,
espertoanchedi Ept, chearrivaall’ennesimo
tavolofinaleeprendeunquartopostochegli
vale 51.000 euro. La prossima tappa dell’Ipt
saràal CasinòPerladi NovaGoricadall’1al 5
marzo.
Negli Usa non è chiaro se in questo mo-
mentoletribùindianepossanolegalmenteac-
cettarescommessedagiocatori d'azzardo. Ci
sonodifficoltàdi interpretareleleggi di gioco
attualiestrutturarenuovenormativechecon-
sentanoadalcunetribùindiane di operare.
EsecondoRobert PorterOdawi, presidente
del Seneca Nation of Indians, alcuni stati co-
meilNevadaeilNewJerseychestannocercan-
do da tempo di legalizzare il gaming e hanno
già pronta una legge precisa, cercheranno di
buttare fuori le tribù dal futuro poker online
Usa. Il senso di questi dibattiti è soprattutto
questoelasperanzaècheilGovernononsi di-
mentichi delle tribùche, inogni caso, dal po-
ker ricavanoattualmentel'1%del raccoltoto-
talesul gioco.
Specialemotori 37
Lunedì 13febbraio2012 il Giornale
EnricoArtifoni
«Maliavetevisti idatidellevenditediautoagennaio?Siamoai mini-
mi da 20 anni. Untracollo. Ela situazione puòpeggiorare ancora. Se il
governononfanulla,solonelleconcessionariesonoarischio10milapo-
sti di lavoro». GaetanoThorel, presidente di FordItalia, è unmanager
abituatoafareiconti conilmercatocontandosolosulvaloreelacapaci-
tà di vendere il proprio prodotto, senza elemosinare aiuti dalla mano
pubblica al primo segnale di difficoltà. E non teme di parlare chiaro.
«Premetto che sono un grande sostenitore dell’esecutivo guidato da
Mario Monti: in pochi mesi ha dovuto mettere in sicurezza il bilancio
delloStatoenonmi scandalizzoseperfarequestohaagitosul latodella
fiscalità, inasprendoulteriormentelatassazionelegataall’auto. Maora
deve cominciare a pensare alla crescita. Se vuole rimettere in moto
l’economia, nonpuòlasciare andare alla deriva unsettore che vale da
solooltre il 10%del Pil».
Piùchenel volumedelleimmatricolazioni di gennaio(137mila, con
uncalodel 16,9%rispettoaunannofa), Thorel vedeunmotivodi seria
preoccupazione nel numerodei contratti, che indica la tendenza per i
prossimi mesi: solo130mila, secondolestimedi
Anfia e Unrare, le associazioni dei costruttori, e
pocopiùdi 100milaal nettodellevettureachilo-
metri zero e dei noleggi a breve termine. «Con
questotrendlastimadi unmercatoda1.650.000
vetturevarivistaal ribassosottoil milioneemez-
zo. Econquestacifra, il 20-25%dei 3.500conces-
sionari italiani, ciascuno dei quali dà lavoro in
mediaa25persone, dovràristrutturareochiude-
re. Ancheperchélebanchecontinuanoaridurre
i fidi. Enon voglio neanche parlare dell’impatto
sul restodella filiera».
Dunque, serve subito un intervento a soste-
gno. «Uninterventosano, conobiettivodi stimo-
lodopocheil settoreèstatotartassato». Di nuovo
gli incentivi all'acquisto? «Perché no?». Ma non
si era visto che drogano solo temporaneamente
levendite, perpoi farlericaderenonappenaven-
gonomeno?«Nonparlodi super-incentivi come
quelli dell’ultimatornata, nédi aiuti mordi efug-
gi.Sipossonointrodurreinvecedeibonusacarat-
tere quasi strutturale, della durata di almenotre
anni, che permettano alle famiglie di ponderare
gliacquistiediluirlineltempo.Basterebbeunaci-
framodesta, 700-800euro, dalegareall’acquisto
di autonuoveabassi consumi edemissioni afrontedellarottamazione
dellevetturepiùanziane, pocosicureealtamenteinquinanti. Il benefi-
ciosarebbedoppio, perchéoltrearilanciarelevendite, favoriremmolo
svecchiamentodel parco, di cui c'èfortebisognovistocheunterzodei
40milionidi autochecircolanoinItaliahannooltre10anni». Thorel sti-
mainalmeno200milaunitàleimmatricolazioni inpiùdapartedei pri-
vatichepotrebberoscaturiredaimini-incentivi.Aqualecostoperlecas-
sedelloStato? «Zero. Perchél’importodei bonus sarebbecompensato
ampiamentedalmaggiorgettitoIvaderivantedall’incrementodelleim-
matricolazioni. Suunprezzomediodi 13milaeuroavettura, parliamo
di 2.500 eurodi entrateaggiuntive per ciascuna».
L'ultimo giro di eco-incentivi favorì fortemente le vetture a gas:
un’esperienzada ripetere? «No. Lemisure di sostegnopossonoessere
legateallariduzionedelleemissioni di CO

, magari modulandogli im-
portiperfasce,sottoillimitedei120grammiperchilometroindicatoan-
che dall’Unione europea, ma senza privilegiare alcuna tecnologia». E
daungovernoditecnici,secondoThorel,«èilminimoaspettarsicheca-
piscanoil concetto».
BrunoDePrato
Balocco(Vercelli) Dopo19anni e
8,5 milioni di unità prodotte, Fiat
Punto è ancora una delle grandi
protagonistedel mercatoautomo-
bilistico,siainternazionalechena-
zionale,dovequestomodelloèlea-
der da18anni, per untotaledi 4,35
milioni di unità immatricolate in
Italia. E l’edizione 2012 promette
di prolungare ulteriormente que-
sta straordinaria leadership. In-
nanzituttoper l’estetica, che è sta-
tarivisitatacongrandecompeten-
za,recuperandolagrintosanitidez-
za del frontale di Grande Punto,
con tutta la sua forte personalità
estetica,ulteriormenteaccentuata
dal designpiacevolmentelevigato
cheintegrai paraurti, lacalandrae
dei gruppi ottici. La gamma delle
motorizzazione si arricchisce del
bicilindrico TwinAir 900 cc turbo
da85cv, abbinatoaunnuovocam-
bioa6marce.
La combinazione è molto «sim-
patica», sia perché, conprezzi che
partonoda9.500euro, èadeguata-
mente accessibile, sia in quanto,
nonostante l’autotelaio Grande
Punto sia adeguato a potenze ben
superiori,ildivertimentonellagui-
darimanegradevolmenteelevato.
Abbiamo spinto a fondo la Punto
TwinAirsultracciatopiùimpegna-
tivodel centroprovedi Baloccoed
è stata una esperienza molto inte-
ressante. Lasolidaerogazioneche
ilbicilindricoturboassicuragiàdai
regimi medio-inferiori fa uscire
conbuonaprogressionedatuttele
curve,chelacompetenzadell’auto-
telaioconsentediaffrontareavelo-
citàgiànotevole. I margini di sicu-
rezza e controllabilità sono molto
elevati.Nell’usosustrada, laPunto
TwinAir si rivelaunasub-compat-
ta di grande versatilità, che unisce
dotidisobrietàmoltopregevoli(so-
prattutto di questi tempi), con un
consumomediodi 4,2litri ogni 100
chilometri, eunpotenzialepresta-
zionaleresopiùgustosodall’eroga-
zioneruvidamentegrintosa, tipica
delbicilindrico,euntempodiacce-
lerazione0-100di 12,7secondicon
unpotenzialevelocisticodi175ora-
ri: tutti numeri solidi enonsempli-
ci sensazioni.
Altra novità Fiat per il 2012 è il
crossover Freemont nella nuova
esecuzioneAwd,contrazioneinte-
grale agestioneelettronicae cam-
bio automatico a sei marce. Free-
mont Awd è disponibile con due
motorizzazioni:l’eccellenteturbo-
diesel Multijet 2.0 da 170 cv e il V6
3.6litrida280cavalli.Ilcuoredelsi-
stemaè ungiuntoa controlloelet-
tronico pilotato da un software
molto avanzato, che gestisce «on
demand» la distribuzione della
coppia tra avantreno e retrotreno,
esoloquandoil ricorsoallatrazio-
neintegralesiaindispensabileper
la sicurezza. Quindi, senza che il
propulsore debba convivere con
tutti i «trascinamenti meccanici»,
tipicidelletrazioniintegraliperma-
nenti echesi riflet-
tono sempre in un
incremento dei
consumi. Abbia-
mo provato Free-
montAwd2.0Mul-
tijet sia su strada,
sia su un tracciato
fuoristradaresoim-
pegnativodallane-
veedal ghiacciodi
questi giorni e ab-
biamo trovato che
l’associazione del
potente turbodie-
sel Fiat conl’eccel-
lenzadelpianaleDodge(sucuiFre-
emont è basato) ha datovita auna
combinazione superbamente bi-
lanciata, altamenteversatile, mol-
tosicuraeingradodi districarsi al-
lagrandeancheinsituazioniestre-
me.
Il «pacchetto» Awd+cambioau-
tomatico comporta un incremen-
todiprezzodi3.500euro.Maneva-
ledavverolapena.

MERCEDES-BENZ
Amg ML 63, prestazioni senza rivali per il Suv tedesco
Da zero a 100 in 4,8” grazie al biturbo di 5.5 litri e 525 cavalli. Già ordinabile a partire da 116mila euro
Nuovi bonus
ampiamente
compensati
dal gettito Iva
Santa Barbara (Usa) A pochi mesi dal
lanciodellaterzagenerazionedelSuvML,
ègiàinarrivolaversioneipervitaminizza-
tadal dipartimentosportivodi Mercedes.
Immutata è rimasta solo la sigla 63 Amg,
ormai slegatadallacilindratadel motore,
visto che il potente ma datato V8 di oltre
6.2litri del modelloprecedenteèstatoso-
stituitoconil piùmodernobiturbo5.5già
adottatodaaltri modelli Mercedesadalte
prestazioni, che ha anche il pregio di far
consumare alla ML «solo» 11,8 litri ogni
100chilometri, cioèil 28%inmeno.
Cubaturagiùepotenzasu: comesulla
coupéa4porteCls, il V8conbasamento
in alluminio, immissione diretta della
benzinatramite iniettori piezoe doppia
sovralimentazione,roga525cva5.250gi-
ri e700Nmdi coppiada1.750a5.000giri
chesalgonoa557CVe760Nmconil pac-
chettoPerformance, grazieall’incremen-
todellapressionedi alimentazione.
Questi valori fanno della nuova ML 63
AmgilSuvpiùpotentesulmercato.L’acce-
lerazionedazeroa100orari in4,8secondi
(4,7 conil Performance Package) e 250 di
velocità massima autolimitata sono pre-
stazioni di assolutorilievoperunavettura
di oltre 2,3 tonnellate di peso, a cui dà un
significativocontributoilcambioautoma-
tico7G-Tronicconconfigurazionespecifi-
ca dei tre programmi di marcia. Al tratta-
mentodi Amgsonostati sottoposti anche
ilsistemaditrazioneintegralepermanen-
te, condistribuzionedellacoppiamotrice
per il 40%all'avantrenoe il 60 al retrotre-
no, elesospensioni pneumaticheAirma-
tic, per la prima volta abbinate al sistema
di stabilizzazione del rollio Active Curve
conbarre attive suentrambi gli assali.
Nonpoteva mancare, poi, una caratte-
rizzazione estetica rispetto alla ML «nor-
male», affidataaunkit aerodinamicocon
presed’ariapiùgrandinelfrontale, aipas-
saruotaallargati per ospitarei grandi cer-
chiinlegada20oda21”eaidoppitermina-
li di scarico cromati, mentre all’interno
spiccanoisedilianterioriconsupportola-
teralepronunciato,il volantea4razzecon
impugnatura in pelle traforata o microfi-
bra, lesellerieinpelleconcucitureacon-
trasto e la strumentazione specifica con
monitor Tft acolori.
I severi limiti invigoresullestradedella
California,doveabbiamoprovatoinante-
prima la vettura, non ci hanno impedito
comunque di verificare nelle ripartenze
ai semafori la vivacità nello scatto e, insi-
stendoinrettilineoconlarichiestadi gas,
l’allungo poderoso di cui è capace la ML
63Amg. Pronto, generosoefluidonel fun-
zionamento su un arco di giri molto am-
pio, il motoreèbensupportatodallarapi-
dità e precisione del cambio nell’utilizzo
manuale. Nel mistostretto, losterzoelet-
tromeccanico e il potente impianto fre-
nante fanno quasi dimenticare che si è al
volantedi unavetturadi grossamole. Tut-
tavia, ancheconlesospensioni inmodali-
tà Sport Plus, l’assetto rimane a taratura
tendenzialmentemorbida: unpregioper
chi non vuole rinunciare comunque al
comfortdimarcia,maunlimiteperchipri-
vilegiala sportività.
InconsegnainItaliadaaprilemagiàor-
dinabile, la ML 63 Amg è offerta con una
ricchissimadotazionea116milaeuroche
diventano 127mila con il Performance
Package.
EAr
Costo zero
FUORISTRADA
In vendita il modello con
la trazione integrale
a gestione elettronica
motori
Paginaacura di Pierluigi Bonora[http://blog.ilgiornale.it/bonora; twitter: @PierluigiBonora]
INCONTRO Gaetano Thorel, presidente di Ford Italia
«Mercato ai minimi da vent’anni
Lo Stato pensi a premiare
le auto che emettono meno Co2»
ITALIA L’offerta torinese si rinnova
Fiat, una Punto da 9.500 euro
mentre Freemont diventa 4x4
Look rivisitato per la berlina. E c’è anche il motore 900
TwinAir da 85 cavalli con cambio automatico a sei marce
CONSUMI
Il moderno motore
biturbo 5.5 ha
anche il pregio di
far consumare alla
ML «solo» 11,8 litri
ogni 100
chilometri, cioè il
28% in meno
rispetto al passato
MODEL YEAR 2012 Sopra, la rinnovata Fiat Punto. Nella foto sotto, la Freemont, ora anche nella versione Awd
38 LAPAROLAAI LETTORI

Lunedì 13 febbraio2012 il Giornale
X
Il Sudoku
Come si gioca
3 2 7 8 9 6 1 5 4
4 9 5 1 2 3 8 6 7
8 1 6 7 4 5 9 3 2
1 5 4 3 8 9 7 2 6
9 6 3 4 7 2 5 8 1
7 8 2 5 6 1 3 4 9
6 7 1 2 5 8 4 9 3
2 3 8 9 1 4 6 7 5
5 4 9 6 3 7 2 1 8
La vignetta di Krancic
MOLTO DIFFICILE
Completarelo schema,
riempiendole caselle
vuote, cosicché ciascuna ri-
gaorizzontale, colonnaver-
ticaleeriquadro3x3(colbor-
do più spesso) contenga
unasola volta tutti i numeri
dall’1al 9. Buondivertimen-
to
DIFFICILE
2 7 3
3 5 8
9 8 2
5 6
6 1 4
8 1
3 6 9
5 4 6
7 9 8
GIUSTIZIAINSPAGNA
MessoallaportaGarzon
il giudiceaccusatutti
Il famoso giudice spagnolo Baltasar
Garzon, idolodellesinistre, giudiziarie
enon, d’EuropaeTerzoMondo, èstato
condannato(sospesoper11anni -ndr)
esemplarmente per abuso d’ufficio.
Nonrisultasianostati proclamati scio-
periomanifestazionidapartedeicolle-
ghi. Quando in Italia si potrà vedere lo
stesso?LasperanzadiunoStatonorma-
le, doveil Parlamentofaleleggi etutti le
applicanotacendo, èl’ultimaamorire.
TommasoGraziano
e-mail
DECADENZADELL’IMPERO
Il problemanonèCapello
magli inglesi
Capellodefenestratodopounaseriedi
attriti conla stampa, la federazione e il
pubblico britannico. Non ci si poteva
aspettare nulla di che se si pensa che
quella nazionale ha cambiato sei alle-
natori nel corso degli ultimi 20 anni,
senza vincere nulla, riuscendo a non
qualificarsi inuncasooaqualificarsi in
extremisinaltri torneiinternazionali. Il
problema non è Capello, così come
noneranoErikssonetuttiictpreceden-
ti. Il problemasonogli inglesi, i lorota-
bloidsportivi elaloroillusionesi essere
ancora a capo di un impero governato
daLondrachetuttopuò.Credonodipo-
terlo fare nello sport, di dare lezioni al
resto del mondo e sono fermamente
convinti di essere in diritto di farlo nel
campo economico a scapito del resto
dell’Europa.
SandroLone
e-mail
INVITOARISPARMIARE
I burocrati ignoreranno
Monti elasobrietà
Corretto l’invito al risparmio di Monti
ai burocrati romani i quali, se non co-
stretti con sanzioni energiche, ignore-
rannotaleinvito. Finoadoggi, aquanto
risulta, levincite(lotterieecc.) nonriti-
rate erano allegramente distribuite ai
funzionaridelministeroinvecediresti-
tuirle all’Erario. Sequestri di oggetti
contraffatti e di droghe: potremo assi-
stere alla immediata distruzione, evi-
tando per le droghe che, dopo anni di
giancenzaindeposito, si bruci borotal-
co?
RobertoLauro
Bogliasco(Genova)
IL PREMIERDAOBAMA/1
Tantebelleparole
emolti dollari infumo
Monti va da Obama e tutti i giornaloni
strillano dalla gioia, che uomo! Quale
differenzadalpassato! MaMontisièfat-
tocancellaredaObamaduelucrosicon-
tratti (23 elicotteri Augusta e 78 veicoli
datrasportoAermacchi). Incompenso
prono a 90 gradi ha dichiarato che noi
italiani siamo maleducati. Berlusconi
andavaall’esteroacercarelavoroperle
nostreindustrie.Invitavaanchegliinti-
rizziti diplomatici italiani a vendere i
nostri prodotti (anche se quelli per
spocchiafacevanoorecchi damercan-
te). Masecondolanostragrandestam-
pademocraticasi vedeunventonuovo
efinalmente siamorispettati all’estero
mentre,secondoloro,primacisfotteva-
no. Eppure Bush ricevette Berlusconi
in grande stile, lo fece parlare al Con-
gresso, lo trattò con grande rispetto e
amicizia, maBusheraunguerrafonda-
io mentre Obama è unpacifista (come
sannoa lorospesegli israeliani).
LucianoRondina
Prato
IL PREMIERDAOBAMA/2
Piaceràpurea«Time»
manonl’abbiamoeletto
Il professor Monti viene ricevuto con
tutti gli onori negli Usa. Questo perso-
naggio, senzavolernegarelesuequali-
tà, per carità, nonè mai statovotatoda
nessunoinItalia,cosaquantomenocu-
riosaper unoStatooccidentaledichia-
ratamente democratico. Invece, il più
votato dal dopoguerra, l’uomo Berlu-
sconi, chissà perché, è stato aggredito
intutti i modi, dal Timeedaaltri mezzi
d’informazione statunitensi. Pertanto
suggerireiaMonti, perilqualenonpro-
vocomunqueantipatia,dileggerelafa-
vola di Lafontaine «il corvo e la volpe»,
dacuitrarrelezioniperilfuturo,special-
menteseincontreràdi nuovounpresi-
denteamericano.
AntonioNarcisi
Roma
FASULLI ELOGI ALL’ITALIA
I progressi impressionanti
li stafacendolapovertà
Tutti i mezzi di comunicazione dan-
no ampio risalto alla frase di Obama
che dice che l’Italia sta facendo pro-
gressi impressionanti. La stessa fra-
se è stata pronunciata da Sarkozy e
dalla Merkel qualche settimana fa,
chissà, forse un plagio? Personal-
mentedissentosiadachi pochesetti-
manefaparlavaancoradi baratro, di
prossimo tracollo dell’euro, di crisi
gravissima ed oggi si spertica in lodi
versol’operatodel governo. Il fatto è
che la crisi era in gran parte fasulla,
legata ad una ben concertata specu-
lazione internazionale dei soliti fi-
nanziari d’assaltochehannoraccol-
to miliardi, e la crescita «impressio-
nante» è fruttopiùdi speranze edat-
teseche di realtà: bastaguardarsi in-
torno e vedere quanto la povertà stia
crescendo.
Gianni Sciaccaluga
Genova
GIORNALI ETV
Nonmostrateci Battisti
col sorrisobeffardo
In questi giorni Cesare Battisti è tor-
nato alla ribalta perché parteciperà
al Carnevale di Rio e di questo poco
mi interessa, anzi, male fanno i me-
dia a dargli sempre troppa visibilità.
Ma se c’è una cosa che non ho mai
sopportato di Battisti è quel perenne
sorrisostampatosullabocca. Mi sem-
brauncontinuoschernoversoi pove-
ri famigliari delle vittime. Inpartico-
lareversoAlbertoTorregiani, costret-
tosullasediaarotelledopoaver rice-
vuto un colpo di pistola durante una
rapinacui avevapresopartelostesso
Battisti. Allora, per favore, evitiamo
di rivedereancoraquellafacciascan-
zonata e rispettiamo di più il dolore
delle vittime.
AnnamariaDeGrandis
Castelminodi Resana (Treviso)
CONTROCORRENTE
«Ballandoconlestelle»
èuneccellenteprogramma
Sonointotaledisaccordoconil letto-
re Ursini che evidentemente non
amavederballareinmodosuperlati-
vo. Pur apprezzandoScotti, Filippi e
Belen ritengo imparagonabile Ita-
lia’s got talent con Ballando con le
stelle, programmachemi farimpian-
gere di non aver imparato a tempo
debitoaballare. Nonmi parecheesi-
sta un divertimento migliore per
unacoppia. Sonofelice al sabatose-
ra di assistere ad una gara entusia-
smante.
FabioMaltagliati
e-mail
STRANESCELTE
Il ballodell’operadi Vienna
vieneignoratodallaRai
Giovedì 16 febbraio, per lacinquan-
taseiesimavolta, avràluogoil «Ballo
dell’Opera di Stato» di Vienna, tra-
smesso dalle tv di tutto il mondo.
Mai e poi mai l’ineffabile Rai di Ro-
ma si è degnata di trasmettere lo
spettacolo. Sarà così anche questa
volta. Dimostrazionedi acutaintelli-
genza o di idiozia a livello interna-
zionale?
FrancoE. Borsani
Innsbruck (Austria)
»
SocietàEuropeadi Edizioni spa
CONSIGLIODI AMMINISTRAZIONE
Presidente
GIANGALEAZZOBIAZZI VERGANI
AmministratoreDelegato
ANDREAFAVARI
Consiglieri
ALESSIABERLUSCONI
LUNABERLUSCONI
PAOLOBERLUSCONI
ANDREACANEPA
FEDELECONFALONIERI
Direttoreoperativo
LUCAZUCCOLI
VISIBILIAsrl - COMMERCIALENAZIONALE-
VIA SENATO n. 8 - 20121 MILANO - TEL.
02/36586750- FAX02/36586774- VIADELLA
PURIFICAZIONEn. 94/95-00187ROMA-TEL.
06/95213200/01/02 - FAX 06/95213233 -
e-mail: info@visibilia.eu
L
a
s
o
l
u
z
i
o
n
e
d
i
i
e
r
i
L’angolo
di Granzotto
FINANZIARIA, ANNUNCI ECONOMICI, NECROLO-
GIE [FAX: 02/85427280], RICERCHE E OFFERTE
DI PERSONALE, PICCOLA PUBBLICITÀ, SERVIZI
SPECIALI.SEDE LEGALE:VIA G. NEGRI 4, 20123
Milano- CENTRALINO: 02/72181;
FAX: 027218650. www.arcusmultimedia.it
DISTRIBUTORE NAZIONALE:
PRESS-DI S.RL. - VIACASSANESE 224
- SEGRATE (MI)
ABBONAMENTI:PRESS-DI S.R.L.
-TEL. 199118800(tariffamax, nazionale, 0,1188
+IVAal minutosenzascattoallarisposta; date-
lefonia mobile in base alle tariffe del gestore);
FAX02/21622361; e-mail
ilgiornaleabbonamenti@mondadori.it.
ARRETRATI QUOTIDIANO:
disponibili lecopiedegli ultimi novemesi, sal-
vo esaurimento scorte, a 3,50cad. con richie-
sta all’Ufficio Arretrati. Servizio clienti:
LUN.-VEN DALLE 10.00 ALLE 13.00 TEL.
02/85.66.484; FAX 02/85.66.391; e-mail arre-
trati@ilgiornale.it
ARRETRATI COLLATERALI:
Servizio edicolanti: LUN.-VEN DALLE 8.00 ALLE
18.00 TEL. 199162171 tariffa max, nazionale,
0,1188 + IVA al minuto senza scatto alla rispo-
sta; da telefonia mobile in base alle tariffe del
gestore)
NECROLOGIE: TEL. 02/85.66.280
DALLE16.30 ALLE20.00;
FAX02/85.66.270;
e-mail: necrologie@ilgiornale.it.
STAMPAEDIZIONI TELETRASMESSE:
NUOVA SEBE S.P.A., VIA PUECHER 3/5,
20037 PADERNO DUGNANO (MI), TEL.
02/91080664–EDITORIAL M.P.A. S.R.L. -
FOSSATONEDI MEDICINA[BO] -VIAG. GA-
LILEI 280/C- TEL. 856025–POLIGRAFICO
SANNIO S.R.L. - ORICOLA - LOC. COLLE
MARCANGELI [AQ] - TEL. 0863/997451 -
S.T.S. S.P.A. -CATANIA- ZONAINDUSTRIA-
LE STRADA 5ª N. 35 - TEL. 095/591303. –
L’UNIONESARDAS.P.A. - ELMAS[CA] - VIA
OMODEO - TEL. 070/60131 – CENTRO
SERVIZI EDITORIALI SRL - 36040 GRISI-
GNANO DI ZOCCO [VI] - VIA DEL LAVORO
18 - TEL. 0444/414303
la parola ai lettori
di PaoloGranzotto
Caro Granzotto, le dichiarazioni di Napolita-
no hanno sollevato l’ultimo velo. Come si ri-
sponde alla dittatura? Ci rifugiamo nel «bo-
sco»?Fuggiamo?Per lei nonso, iocomincioa
farelevaligie:«unoilcoraggiononselopuòda-
re». Saluti dall’Ellesponto.
SandroZonfrilli
Pontecorvo(Frosinone)
Nonsoaqualedelledichiarazioni lei si riferisca,
caroZonfrilli, maimportapoco. L’adorato(eal-
l’occasione fischiato, epperò) Capo dello Stato
nedicetantecheunavalel’altra. Assicuranoco-
munquegliincensatorichelachiacchieradiNa-
politanoèalta: èmoralsuasion,robafina,finissi-
ma. Ne tenga conto. Ma torniamo al sicuterat
(l’hogiàdettoevoglioripeterlo,perchéèuncon-
sigliochevaleunPerù: leggeteil bellissimolibro
di GianLuigi Beccaria, Sicuterat, appunto, edito
da Garzanti. Catalogo ragionato di quel latino-
rum, di quelle espressioni liturgiche entrate, ai
beitempidellaMessainlatino,nelparlarecomu-
ne - «capire l’antifona», «in camera caritatis»,
«refugium peccatorum», «donna bissodia»,
«madonninainfilzata» eccetera - sottoformadi
intercalari, massime, metafore e similitudini).
Cosasi diceva?Ah, sì, torniamoal sicuterat: per-
ché, caroZonfrilli, vuole traslocarsi proprioora
che comincia il bello? Non tanto zitto zitto - è
sempreintivvù-macertoquattoquatto’stoMa-
rioMonti staforsespianandolastradaallaTerza
repubblicachedovràpoi essergestitadallapoli-
tica. Nondai tecnici, presidi oprofessori (anche
se ho letto che l’amato Berlusca sta facendo un
pensierino su Corrado Passera, attuale mini-
stro,tecnicomasenzaloden, delloSviluppoeco-
nomico, Infrastrutture e Trasporti). Salvo qual-
cheindolorespuntatinaai favolosi introiti della
Casta, ai tagli allespeseil Monti parenoninten-
da procedere, caricando sul solo groppone del
contribuentel’oneredi mettereunpo’ d’ordine
neiconti. Peròlariformapensionistica-all’inse-
gna montiana di «troppo buonismo sociale nel
passato»,chesfidochiunqueacontestare-el’as-
saiprobabilemessainliquidazionedell’articolo
18 - all’insegna, anche questa incontestabile,
del«bisognadaremenotuteleachi,blindatonel-
lasuacittadella, oggi nehatroppeedarnedi più
achi èinformeestremediprecariatooèfuoridal
mercatodel lavoro» - fannointravvedere unsol
dell’avvenire niente ma niente male. Ha visto
mai, caroZonfrilli, che l’Italia si desti chiaman-
doacoorteleforzeliberali, unicheconlecartein
regolapergestireilfinalmentesvecchiatoesnel-
lito Bel Paese? E lei, che liberale certo è, se la
squagliaversol’Ellesponto?«Torniabordo, per-
bacco!».
Direttoreresponsabile
ALESSANDROSALLUSTI
ViceDirettori
GIUSEPPEDEBELLIS
NICOLAPORRO
SALVATORETRAMONTANO(Roma)
CapoRedattoreCentrale
LAURAFELTRE
Responsabilegrafico
MAUROBROLIS
Sedi
20123Milano
ViaG. Negri 4 - Tel. 02/85661
Telefax 02/72023859-72023880
00193Roma
ViaTerenzio35
Tel. 06/69003.1
Interni Fax 06/6786826
16129Genova
V.leBrigataBisagno 2
Tel. 010/5768911 - Fax 010/542681
E-MAIL
segreteria@ilgiornale.it
il Giornale
Non è questo il momento
di abbandonare
il transatlanticoItalia
CONCESSIONARIEDI PUBBLICITÀ
MAUROCRIPPA
ALESSANDROMUNARI
GIOVANNI PUERARI
ANGELOSAJEVA
LAPAROLAAI LETTORI 39
Lunedì 13febbraio2012 il Giornale
TEMPERATURE
LA SITUAZIONE
realizzazione:
M
A
R
E
C
I
E
L
O
Nebbia Neve Grandine Temporale Rovesci
Rovesci
isolati
Pioggia
Molto
nuvoloso
Nuvoloso
Poco
nuvoloso
Variabile Sereno
Forza
7-9
Forza
4-6
Forza
1-3
V
E
N
T
O
Agitato
Molto
mosso
Mosso
Poco
mosso
Calmo
Il meteo di qualità. Previsioni
aggiornate 24ore su24
DOMANI
IN ITALIA
DOPODOMANI
IN ITALIA
min. max. tend.
ALGERI
BANGKOK
BUENOS AIRES
CHICAGO
GERUSALEMME
HONG KONG
IL CAIRO
ISTANBUL
LOS ANGELES
MIAMI
MONTREAL
NEW DELHI
NEW YORK
PECHINO
RIODEJANEIRO
SHANGHAI
SINGAPORE
SYDNEY
TOKYO

NEL MONDOmin. max. tend. min. max. tend. min. max. tend. min. max. tend.
min. max. tend.
AMSTERDAM
ATENE
BARCELLONA
BELGRADO
BERLINO
BRUXELLES
BUCAREST
COPENAGHEN
DUBLINO
FRANCOFORTE
HELSINKI
LISBONA
LONDRA
MADRID
MOSCA
OSLO
PARIGI
STOCCOLMA
VIENNA
IN EUROPA min. max. tend. min. max. tend. min. max. tend. min. max. tend.
min. max. tend.
ANCONA
AOSTA
BARI PALESE
BOLOGNA
BOLZANO
CAGLIARI
CAMPOBASSO
CATANIA
CUNEO
FIRENZE
GENOVA
IMPERIA
L'AQUILA
LECCE
MESSINA
MILANO
NAPOLI
PALERMO
PERUGIA
PESCARA
PISA
POTENZA
REGGIOCALABRIA
ROMACIAMPINO
ROMAFIUMICINO
S.M. DI LEUCA
TORINO
TRIESTE
VENEZIA
VERONA
IN ITALIA min. max. tend.
LE TEMPERATURE
min. max. tend. min. max. tend. min. max. tend.
OGGI SOLE
Milano
Torino
Firenze
LUNA
ALMANACCO
Roma
Palermo
Il santo Sorgealle
Tramontaalle
Catania
+11
Dobbiaco
-17
NORD: nuvolosoal Nordest confiocchi mattutini su
RomagnaeTarvisiano; soleggiatoaltrovepur convelature
inispessimento. Temperatureinascesa, massimetra2e7.
CENTRO: moltenubi traAdriaticheebassoLaziocon
residuenevicatesullealteMarche. Pioggesuovest
Sardegna, schiaritealtrove. Temperaturestabili, massime
tra1e6.
SUD: pioggesul bassotirrenononchéversoseraanchesul
bassoadriatico. Fiocchi sinoabassaquotatraaltaPugliae
nordCalabria. Temperaturestabili, massimetra6e11.
NORD: soleggiatopur connubi alteintransito.
Addensamenti piùcompatti suAlpi confinali edal mattino
inLiguria. Temperaturestabili, massimetra2e7. CENTRO:
soleggiatosulleTirreniche. Nubi indiradamentosulle
Adriaticheconultimenevicateal mattino. Piovaschi su
sudovest Sardegna. Temperatureinascesa, massimetra3
e8. SUD: instabileconfenomeni sparsi, nevosi abassa
quotaolocalmenteal piano; piùasciuttosulleIoniche.
Schiariscelaseradaovest. Temperaturestabili.
NORD: solesucosteepianure, salvoveli estrati intransito.
Piùnubi sui rilievi, specieconfinali, connevicatefinversoi
fondovalle. Temperatureinrialzo, massimetra4e9.
CENTRO: inizialmentesoleggiatomaconnubi irregolarein
transitodallaToscanaallerestanti regioni. Pioggesuovest
Sardegna. Temperatureinascesa, massimetra5e10.
SUD: perlopiùsoleggiatomaconpioggeinarrivosubasso
tirrenoesudSicilia. Veli ostrati intransitoserale.
Temperatureinrialzo, massimetra9e13.
S. Maura
0.00
9.54
7.30
7.35
7.19
17.45
17.52
17.41
7.10
7.01
17.39
17.42
-2
-7
1
-7
-7
-1
-5
1
-10
-4
0
1
-8
0
6
-7
2
5
-4
-3
-2
-6
5
-3
-1
5
-7
-2
-3
-6
2
3
7
1
2
8
0
10
2
4
4
7
0
8
10
2
7
8
0
3
4
1
10
4
7
9
1
0
1
1
4
7
1
-7
-2
1
-2
-7
4
-2
-5
1
1
-4
-19
-6
0
-4
-8
9
14
8
-6
1
4
0
1
10
2
-3
11
8
10
-13
1
4
-2
-3
3
23
24
-5
8
17
12
0
11
9
-14
14
-4
-5
25
6
25
22
0
6
36
31
-3
17
24
23
10
13
19
-7
22
4
4
30
8
29
26
8
LANEVENELLACAPITALE/1
I burocrati restanoacasa
mail lavorononne soffre
InAbruzzo, così comenelleMarcheed
in altre Regioni duramente colpite, la
gente ha affrontato l’emergenza neve
(quella vera) rimboccandosi le mani-
chee lavorandosodo, senza piagnistei
esterili polemiche. Iromani, invece, ed
inprimis il lorosindaco, stanno facen-
do ridere tutto il Paese, preferendo
chiuderescuoleeduffici pubblici, sep-
pellitidalridicolopiùchedaipochifioc-
chi di neve, quasi che nella Capitale si
stesse avverando la profezia dei Maya.
Meno male che, anche se gli statali re-
stanoalcalduccio,laproduttivitàdelsi-
stema non ne soffre, considerato che,
sottoquestoaspetto, nonfaalcunadif-
ferenza che questi lavoratori indefessi
stianoa casaosi rechinoal lavoro!
GiuseppeMetelli
e-mail
LANEVENELLACAPITALE/2
Si muovelamagistratura
Unsoloindagato: il gelo
ARomacadelaneveesubitorimbalza-
noaccuse,ilsindacovaviaditestaedac-
cusa la protezione civile, la protezione
civilerispedisce le accuseal mittente, i
romanipernonsbagliareaccusanoen-
trambi. Lacilieginaperòcelamettonoi
giudici aprendo un’inchiesta. Forse
controlaneve? Perchéapparechiaroa
tutti cheil veroimputatononpotrebbe
esserechelei. Epensarechenonsi trat-
taaltrochedi unastoriafattadi unapa-
la, buona volontà e olio di gomito, se
ogni romano si degnasse a liberare il
suousciodi casalacapitalenetrarebbe
grandi benefici
LorenzoFincato
e-mail
EMERGENZAFREDDO
C’èstataun’assenzatotale
delleistituzioni religiose
In conseguenza del gelo e della neve,
abbiamovistoleautoritàcivilisoccorre-
re i senzatetto, ricoverandoli dove era
possibile, almenodurantelanotte. Ab-
biamo visto volontari (in particolare
quelli della protezione civile, sempre
inprimalinea) darsi dafareper aiutare
luoghi e persone isolate a causa della
neve. Ma non abbiamo avuto notizia
che qualche palazzo vescovile abbia
ospitato chi era al freddo e cercava un
po’ di conforto. Enonabbiamovistoné
unpretenéunfrateconunapalainma-
nointenti a spalare la neve. Dov’erano
tutti quelli che predicano?
DinoBottazzi
Milano
IL CASODI BOLOGNA
Il sindacofirmaordinanze
manonpuliscelestrade
UnlettorediGoriziasegnalacheaBolo-
gnaèstataemessaun’ordinanzasecon-
dolaqualechinonspalalanevedamar-
ciapiediadiacentiadabitazioniedeser-
cizi commerciali verrà multato. Tutto
vero; peccato però che lo stesso sinda-
coMerolanonsolononpuliscale stra-
de ormai ghiacciate, ma nemmeno i
marciapiedi adiacenti ad uffici ed am-
bienti pubblici come adesempioi par-
chi.
FilippoRatta
Bologna
PAESI DI MONTAGNAISOLATI
Lefantasticherisorse
dellagentedi Chiavenna
I tajarin dulz de Villa sono una leccor-
nia servita nei migliori ristoranti della
Val Chiavenna nel periodo invernale.
Sitrattaditaglioliniabasedifarinadica-
stagne e farina di frumento in percen-
tuale variabile. È un piatto povero in-
ventatodalpopolochiavennascoquan-
dolalorovallerimanevaisolataperme-
siacausadelleabbondantinevicateele
provvistenonarrivavanosenoninpri-
mavera e ci si doveva arrangiare con
quelloche lanaturamettevaadisposi-
zione. Lecastagnediventavanocosì un
alimentopreziosoeconqualchepatata
equalchefogliadiverzaaiutavanolapo-
polazionediquellavalleasuperarel’in-
verno. Come sono stridenti le notizie
cheoggicipropinanoitgecheriguarda-
no paesi isolati da 2/3 giorni e che la-
mentano la mancanza di pane, latte,
carne e verdure! I troppi agi ci hanno
abituati bene e bastanopochi giorni di
isolamentoper metterci indifficoltà.
AngeloMinotti
Seregno(MonzaBrianza)
OGGI ARRINGANOLEFOLLE
Bei tempi quandoi cantanti
si occupavanodi canzoni
Ai miei tempi, negli anni ’50e’60, i can-
tantifacevanoilloromestiere: cantava-
no. Ascoltare interpreti della canzone
come Natalino Otto e Flo Sandon’s ol-
tre a Bruno Martino, Fred Bongusto e
Jonny Dorelli fino al grande Modugno
era bello e piacevole. Adesso, oltre a
cantare,fannopoliticaoaddirittura,co-
menelcasoCelentano,arringanolefol-
leelesommergonodi corbellerie, rice-
vendone consensi che sfiorano il deli-
rio, dai giovani in particolare. Povera
Italia.
Giovanni Bertei
LaSpezia
USCITODI SCENAIL CAV
Falsi comici costretti
acambiaremestiere
Leggo del comico Crozza che copia le
battutedelsuorepertorio.Nessuname-
raviglia.Sonoannichecisorbiamoque-
sti falsi comici (tutti di sinistra)chenon
fanno ridere nessuno, se non gli amici
«schierati». Fanno solo politica per i
propri referenti. L’unica speranza è
checonl’uscita di scenadi Berlusconi,
unicobersaglioper anni, cambinome-
stiere, per manifestaincapacità.
AngeloBoschi
Salsomaggiore(Parma)
NONSOLOFANNULLONI
Quelli cheostacolano
chi havogliadi lavorare
Dachemondoèmondogliuominisiso-
nosempredivisi induecategorie: quel-
lichelavorano, dettianchelavoratori, e
quelli che nonfannonulla, detti anche
fannulloni. Conl’occupazionepolitica
delle istituzioni pubbliche, si è svilup-
pata sempre più una terza categoria:
quelli che sono lì per ostacolare chi ha
vogliadi lavorare.
Pier Luigi Duvina
Firenze
CONIL GOVERNOTECNICO
Dimostratal’inutilità
dei nostri politici
Il tarlodel dubbioèormai entratonelle
teste degli elettori i quali si chiedono:
perchédobbiamoeleggereemantene-
re questa miriade di parlamentari su-
perpagati e fannulloni se, quando in-
combe un problema grave e urgente,
perrisolverlodobbiamochiamareaso-
stituirli persone esperte e qualificate?
Politiciattenti,avetepocotempo.Date-
vi da fare a produrre fatti, altrimenti
ognigiornochepassaconfermeràsem-
pre piùai nostri occhi la vostra costosa
inutilità.
AntonioMassioni
Milano
IL SUPERBOLLOAUTO
Applicanotassechesono
puredifficili dapagare
Per questo governo sono un ricco da
spremereinquantopossessoredi auto
daiKweccedenti, siapuredipoco,laso-
glia di 185 esenti dal superbollo onde
percui mitocca.Animatodallemigliori
intenzionimisonoimbattutoinunade-
menziale quanto inefficiente burocra-
ziafattadi moduli edi codici chenessu-
no sapeva indicarmi, né all’Aci né in
banca.Informoglisventurati cheilmo-
dello F24 all’uopo non è quello che si
trovaintuttelebanchemavaestrapola-
to e stampato in proprio tramite il sito
dell’Erario.
StefanoSilvestri
Rho(Milano)
Il santo
del giorno
»
www.rinocammilleri.com
IL GIORNALE
Reg. Trib. Milano N. 215del 29-5-1982
IL GIORNALEDEL LUNEDÌ
Reg. Trib. Milano N. 500DEL 24-12-1982
CERTIFICATOADSN. 7175
DEL 14-12-2011
LATIRATURADI DOMENICA12.2.2012
ÈSTATADI 244.596COPIE
Èmancata all’affettodei suoi cari
AngelinaBattifora
inPitto
Addolorati nedannoil tristeannuncio
il maritoAlbertoconil figlioCesaree i
parenti tutti.
Ifunerali sarannocelebrati martedì14
febbraio alle ore 10 presso la parroc-
chia San Giuseppe di Priaruggia. La
presente quale partecipazione e rin-
graziamento.
Genova, 12febbraio2012
INVENDITAOBBLIGATORIAREGGIOEMILIA: +ILGIORNALEDI REG-
GIO11,20- FROSINONE:+CIOCIARIAOGGI 11,00- ABRUZZOEMO-
LISE: +ILTEMPO11,20-BENEVENTOEAVELLINO: +ILSANNIO11,20
PREZZI ALL’ESTERO
AUSTRIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . EURO2,00
FRANCIA(MONACOP.) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . EURO2.00
GERMANIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . EURO2.00
GRECIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . EURO2.00
SLOVENIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . EURO2.00
SVIZZERA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . CHF3.00
«I suddetti prezzi nonsonovalidi per l’edizione digitale»
Béatriced’Ornacieu
Nata a Ornacieu nel Delfinato, nel
1273si fecemonacanellacertosadi
Parménie. Nel1301fumandataafon-
dare un nuovo monastero a Eymeu,
vicino a Valence. Partì con due com-
pagne, Louisedi GrésivaudaneMar-
guerite di Sassenaye. Le tre mona-
chevisseroi primi tempiingrandissi-
ma povertà ma la loro pazienza fu
premiata con l’arrivo di molte voca-
zioni. Delle tre, laprimaadandarse-
nefuBéatrice, nel 1309. Quandomo-
rironoanche lealtredue compagne,
furonosepoltevicinoalei. I lorocorpi
vennero poi traslati a Parménie e
messi nel santuario locale, curato
dai monaci olivetani. Nel 1901 furo-
no portati a Rancurel. La santa pro-
teggela diocesi di Valence.
NECROLOGIE