Calcolo azione vento e neve NTC 2008

Descrizione dell'applicazione Questo file di excel permette il calcolo delle azioni del vento e della neve secondo quanto riportato ne Tecniche per le Costruzioni (D. Min. Infrastrutture 14.01.2008). L'input è molto semplice, è sufficiente infatti compilare le celle con sfondo giallo o selezionarne i valori

N.B. Il file è freeware ed è possibile distribuirlo o modificarlo nonchè migliorarlo ed è messo a disposizio utile senza alcuna garanzia sul suo corretto funzionamento e sull'esattezza dei risultati ottenuti. L unicamente alla volontà di evitare la manomissione e, durante l'uso, l'accidentale scrittura di valori formule di calcolo. Chiunque avesse interesse e volesse contribuire allo sviluppo di questa applicazione può contattarmi a info@studioromeoaiello.it

Studio Ing. Ro

STUDIO TECNICO DI PROGETTAZIONE GEOTECNICAECOORDINA

La protezione sui fogli è legata dentale scrittura di valori nelle celle che contengono le azione può contattarmi a: questo indirizzo: Studio Ing.ondo quanto riportato nei capitoli 3. Romeo Aiello O TECNICO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA. GEOTECNICAECOORDINAMENTOSICUREZZA .4 delle Norme o o selezionarne i valori proposti. ed è messo a disposizione sperando che possa essere a dei risultati ottenuti.3 e 3. STRUTTURALE.

oppure può essere determinato mediante analisi specifiche o facendo riferimento a da di comprovata affidabilità.22 Classe di rugosità C z0 [m] 0.0 vb = vb.000 1..a0) vb (TR = 50 [m/s]) αR (TR) vb (TR) = vb×αR [m/s]) p (pressione del vento [N/mq]) = qb∙ce∙cp∙cd qb (pressione cinetica di riferimento [N/mq]) ce (coefficiente di esposizione) cp (coefficiente di forma) cd (coefficiente dinamico) Pressione cinetica di riferimento Coefficiente di forma E' il coefficiente di forma (o coefficiente aerodinamico).8 z = 16.0 [m/s] 25 TR (Tempo di ritorno) vb = vb.00073 25. funzione della tipologia e della geometria della costruzione e del suo orientamento rispetto alla direzione del vento.80 m per z ≥ zmin per z < zmin kr 0.0 + ka (as . Il suo valore può essere ricavato da dati suffragati da opportuna documentazione o da prove sperimentali in galleria del vento.02 680 50 as (altitudine sul livello del mare [m]) per as ≤ a0 per a0 < as ≤ 1500 m 25. aree con rugosità non riconducibile alle classi A.018 Coefficiente dinamico qb = 1/2∙ρ∙vb2 qb [N/mq] (ρ = 1..25 kg/mc) Esso può essere assunto autelativamente pari ad 1 nelle costruzioni di tipologia ricorrente.3 Cat.007 2. IV 16.123 13. muri. Esposiz. B.CALCOLO DELL'AZIONE DEL VENTO ⋅ 2) Emilia Romagna vb. case. 391..22 m α = 19° .). recinzioni. D Categoria di esposizione Zona 2 ce(z) = kr2∙ct∙ln(z/z0) [7+ct∙ln(z/z0)] ce(z) = ce(zmin) z [m] z≤8 z = 13. quali gli edifici forma regolare non eccedenti 80 m di altezza ed i capannoni industriali. Zona 2 a0 [m] 750 ka [1/s] 0.22 ce 1..20 Coefficiente di esposizione Classe di rugosità del terreno C) Aree con ostacoli diffusi (alberi.634 2.

498 kN/mq p [kN/mq] (1) (2) (3) (4) 0.20 p [kN/mq] 0.785 -0.471 (1) cpe = 0.785 kN/mq N.471 p [kN/mq] -0.00 cp -0.60 cp 0.60 (2) cpe = -0.2 (1) p [kN/mq] 0.498 0.4 0.498 p [kN/mq] 0.4 (2) (3) (4) Combinazione più sfavorevole: -0.785 p [kN/mq] -0.157 (1) cpe = 0.60 cp 0.B.20 cp 0.471 0.20 cp 0.60 cp -0.166 p [kN/mq] 0.Coefficiente di forma (Edificio aventi una parete con aperture di superficie < 33% di quella totale) cp 0.498 p [kN/mq] 0.498 0.8 (2) cpe = -0.8 (2) (3) (4) (1) cp 1.166 p [kN/mq] 0. Se p (o cpe) è > 0 il verso è concorde con le frecce delle figure .

quali gli edifici di forma regolare non eccedenti 80 m di altezza ed i capannoni industriali. B. D Classe di rugosità C zmin [m] 8 as [m] 680 ct 1 . rugosità non riconducibile alle classi A. oppure può essere determinato mediante analisi specifiche o facendo riferimento a dati di comprovata affidabilità.Coefficiente dinamico Esso può essere assunto autelativamente pari ad 1 nelle costruzioni di tipologia ricorrente.

4 0.4 (4) cpe = 0.Strutture non stagne (3) cpe = 0.4 (3) cpe = 0.498 kN/mq 0.471 kN/mq .4 (4) cpe = 0.

Tale coefficiente tiene conto delle proprietà di isolamento termico del materiale utilizzato in copertura. L’Aquila. Siracusa. Viterbo.50 kN/mq qsk = 1. Cosenza.50 kN/mq qsk = 1. qsk = 1. Lecce. Venezia. Brescia. In assenza di uno specifico e documentato studio.85 [1+(as/481)2] kN/mq as ≤ as > Zona III Agrigento. Ogliastra. qsk = 1. Milano. Foggia.51 [1+(as/4812] kN/mq as ≤ as > 2 qs (carico neve sulla copertura [N/mq]) = µi∙qsk∙CE∙Ct µi (coefficiente di forma) qsk (valore caratteristico della neve al suolo [kN/mq]) CE (coefficiente di esposizione) Ct (coefficiente termico) Valore carratteristicio della neve al suolo as (altitudine sul livello del mare [m]) qsk (val.CALCOLO DELL'AZIONE DELLA NEVE Zona I . Biella. Grosseto. Vercelli. Rovigo. Novara.35 [1+(as/602)2] kN/mq as ≤ as > Zona II Arezzo. Verbania. Roma. Vicenza. Pavia. Ravenna. Bologna. Crotone. Bari. caratt. Verona. Savona.00 kN/mq qsk = 0. Livorno. Asti. Valore del carico della neve al suolo qs (carico della neve al suolo [kN/mq]) 3. Perugia. Pescara. Imperia. altre costruzioni o alberi.Mediterranea Alessandria. Ferrara. Coefficiente di esposizione Topografia Normale Descrizione Aree in cui non è presente una significativa rimozione di neve sulla costruzione prodotta dal vento. Trieste. Cuneo. Modena. Medio Campidano. Taranto. Treviso. Trento. Pesaro e Urbino.31 1 Il coefficiente termico può essere utilizzato per tener conto della riduzione del carico neve a causa dello scioglimento della stessa.60 kN/mq qsk = 0. Gorizia. qsk = 0. Parma. Bergamo. Oristano. Latina. della neve al suolo [kN/mq]) Coefficiente termico 855 3. Avellino.Alpina Aosta. Cagliari. Sondrio. Caltanisetta. Ascoli Piceno. Rieti. Olbia Tempio. a causa del terreno. deve essere utilizzato Ct = 1. Reggio Calabria. Padova. Udine. Benevento. Potenza. Catanzaro. Palermo. Macerata. Teramo. Como. Isernia. Caserta. Rimini. Nuoro. Frosinone. Lucca. Belluno. Lodi. Pordenone. Bolzano. Trapani. Messina. Massa Carrara. Ancona. Napoli. Firenze. Prato. causata dalla perdita di calore della costruzione. Varese. Pistoia. Piacenza. Lecco. Siena. Matera.39 [1+(as/728)2] kN/mq as ≤ as > Zona I . Mantova. Catania. Sassari. Genova. Forlì-Cesena. Salerno. Carbonia-Iglesias. Campobasso. Reggio Emilia. Cremona. Pisa.31 . Ragusa. Brindisi. qsk = 1. Terni. Vibo Valentia. Chieti. Torino. La Spezia. Enna.

8 α Coefficiente di forma (copertura a due falde) α1 (inclinazione falda [°]) α2 (inclinazione falda [°]) µ (α1) µ (α2) 0.32 kN/mq 0.65 kN/mq µ 0.5 µ (α1) 17 17 (Caso I) 2.Coefficiente di forma (copertura ad una falda) α (inclinazione falda [°]) µ 17 2.8 (Caso II) 0.8 µ (α1) 1.65 kN/mq µ (α1) (Caso III) 2.65 kN/mq α1 .

50 kN/mq qsk = 1.39 [1+(as/728)2] kN/mq as ≤ 200 m as > 200 m qsk = 1.60 kN/mq qsk = 0. . a causa del terreno.35 [1+(as/602)2] kN/mq as ≤ 200 m as > 200 m qsk = 1. altre costruzioni o alberi.85 [1+(as/481)2] kN/mq as ≤ 200 m as > 200 m qsk = 0.50 kN/mq qsk = 1.51 [1+(as/4812] kN/mq as ≤ 200 m as > 200 m Descrizione CE 1 la costruzione prodotta dal vento.qsk = 1.00 kN/mq qsk = 0.

65 kN/mq 0.5 µ (α2) 1.µ µ (α2) 2.32 kN/mq α2 .65 kN/mq µ (α2) 2.

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful