You are on page 1of 3

L’Agrifiliera

Che cos’è
Una grande fiera agricola: più di 100.000 visitatori; 3600 amici su Facebook

Quando si svolge Dove nasce

Ogni anno, dalla fine di aprile all’inizio di maggio

A Pontasserchio (San Giuliano Terme – Pisa)

La storia

“Agrifiera è una grande manifestazione agricola dalle origini remote. La tradizione vuole che il 28 aprile, giorno del patrono di Pontasserchio San Michele Arcangelo, sia la ricorrenza del ‘miracolo del Crocifisso’, avvenuto agli inizi del 1500. Alla metà del 1800 la fiera era già un fatto consolidato, come celebrazione religiosa e festa del paese. La presenza del bestiame bovino, in particolare della razza Mucca Pisana, ne era un tratto caratteristico. Nel 1906 la fiera divenne la prima esposizione limitata a questo bestiame da riproduzione. Da qui iniziò lo stretto rapporto con la razza Mucca Pisana, che continuò nel tempo con l’intento di valorizzarla, assegnando anche premi e medaglie ai migliori capi esposti in fiera. Il 1909 va considerato come primo anno di svolgimento della manifestazione nella sua veste più strutturata. Dall’inizio dello scorso secolo a oggi l’evento si è andato sempre più specializzando, fino a divenire il più noto appuntamento toscano con il mondo dell’agricoltura.

AGRISPAZI ISTITUZIONALI Agrinfesta
Un’area dedicata all’intrattenimento, anche serale. Il Parco della Villa sarà attrezzato per la sosta dei visitatori e per spettacoli a cui assistere fino alle 24, in alcune giornate della fiera

Agricomune
Lo spazio istituzionale del Comune di San Giuliano Terme.

Agrifarm

La fattoria didattica, uno spazio dedicato agli animali con attività di accoglienza e di educazione rivolte in particolar modo ai più piccoli, gestito in collaborazione con il Parco di San Rossore

Agrifiliera
L’edizione di Agrifiera 2012 avrà una connotazione prettamente agricola. Il fil rouge della manifestazione sarà quello della filiera corta: da qui il concetto di Agrifiliera. Saranno presenti all’interno della fiera i produttori del Mercato della Terra di San Giuliano Terme, organizzato in collaborazione con Slow Food, con il contributo della Regione Toscana, nell’ambito del progetto “Filiera Corta” - Rete regionale per la valorizzazione di prodotti agricoli toscani. Il Mercato ha visto un’anteprima in Agrifiera 2011 e da giungo 2011 si svolge all’interno del parcheggio dell’ipermercato Carrefour, in località “La Fontina” – Ghezzano, ogni seconda domenica del mese. Si tratta dell’unico mercato in Italia di carattere urbano, accanto a quello di Milano. Su questa piazza si trovano solo prodotti locali di stagione, presentati e venduti dai contadini del territorio. I Mercati della Terra sono luoghi dove fare la spesa, incontrarsi, conoscersi, mangiare in compagnia; dove trovare cibi e vini buoni per il palato, puliti per l’ambiente e giusti per la società, nel rispetto della filosofia di Slow Food. In vendita ci sono: frutta e verdura di stagione, uova, vino, olio, latte e formaggi, salumi e carni di animali allevati nella provincia pisana, pesce, miele e prodotti dell'alveare, erbe

aromatiche. Anche quest’anno un’ampia area in fiera sarà dedicata ai produttori locali, una vetrina che parlerà del territorio e delle sue prerogative agricole, coordinata e promossa dell’amministrazione comunale di San Giuliano Terme, dalla Provincia di Pisa e dal Parco di Migliarino San Rossore e Massaciuccoli, in collaborazione con Slow Food

Agrilaboratori Agricavalli

Un programma di laboratori che darà risalto alle produzioni locali, alla fattoria degli animali, al territorio Una sezione dedicata al mondo dei cavalli e non solo. Esposizione di carrozze, attrezzature agricole, finimenti, foto in costume e tanti spettacoli

Giornata del Territorio
In questa giornata i residenti potranno gratuitamente in fiera. L’amministrazione comunale offrirà alle famiglie della zona un invito per accedere in forma gratuita in un altro giorno a pagamento.

AGRISPAZI COMMERCIALI
La manifestazione si svolge su un’area di circa 20.000 metri quadri, all’interno del Parco dell’ex villa Prini – Mazzarosa, acquisito di recente dall’amministrazione comunale. Accanto agli stand commerciali un’ampia zona è riservata alla filiera corta, all’agricoltura, all’allevamento, alla florovivaistica, ai prodotti tipici d’eccellenza.