You are on page 1of 48

00

_

_

prof. Davide Riboli

anno 2007_2008

Isia Urbino

_

_

_

00 ISIA Urbino

prof. Davide Riboli

anno 2007_2008

01 02 03 04

Deborah Mosconi Elettra Paolinelli Giulia Gioacchini Matteo Noti Angela Pierini Arianna Mencarelli Nicole Prussiani Viola Marinelli

Arnaldo Filippini Francesca Danesi Javier Marcelo Cabrera Rosa Beltrami Ernesto Ognibene

05 06 07

Andrea Massaccesi Benedetta Riccardini Laura Pizzato Silvia Odorico Andrea Di Giorno Elena Panetti Mattia Rosa Sophia Marostica Lara Vergata Luca Mancini

Introduzione _ Davide Riboli

La prima esercitazione del corso di “Elementi di Matematica per il Design” [anno accademico 2007/8] si è svolta sullo sdrucciolevole terreno della simbologia matematica. Dopo alcuni incontri preparatori, ho proposto a tutti gli studenti la libera interpretazione grafica di un tema a scelta tra due. La prima proposta, idealmente collegata all’infinito significante del numero zero, è stata “La Salita al Monte Carmelo” di

San Giovanni della Croce [1542, 1591]. Per poter gustare il tutto, non cercare il gusto in nulla. Per poter conoscere il tutto, non voler sapere nulla. Per poter possedere il tutto, non voler possedere nulla. Per poter essere tutto, non voler essere nulla. Per giungere a ciò che ora non godi, devi passare per dove non godi. Per giungere a ciò che non sai,

devi passare per dove non sai. Per giungere al possesso di ciò che non hai, devi passare per dove non hai. Per giungere a ciò che non sei, devi passare per dove non sei. Quando ti fermi su qualcosa, tralasci di slanciarti verso il tutto. Se vuoi giungere interamente al tutto, devi rinnegarti totalmente in tutto.

E quando tu giunga ad avere il tutto, devi possederlo senza voler nulla. In questa nudità lo spirito, trova il suo riposo, perché non bramando nulla, nulla lo appesantisce nell’ascesa verso l’alto, nulla lo sospinge verso il basso, perché è nel centro della sua umiltà. Quando invece brama qualcosa, proprio in essa si affatica.

La seconda proposta è stata invece un “corto circuito logico”, un “anello di Moebius” sintattico, tratto dal noto “Gödel, Escher, Bach, un’eterna ghirlanda brillante” di Douglas Hofstadter [1979]. L’enunciato seguente è vero. L’enunciato precedente è falso. Nelle pagine che seguono, quel che c’è stato dato di s/ combinare...

Nata a Cesena il 28 novembre del 1988, vive ufficialmente a San Piero in Bagno, ma da ottobre a Urbino, dove frequenta il primo anno del corso di Progettazione Grafica dell’ISIA di Urbino. Diplomata al Liceo Scientifico “A. Righi” di Bagno di Romagna con votazione 90/100. Tra le sue passioni il teatro, che pratica da quattro anni.

01
_ Deborah Mosconi

Nata a Rimini il 7 gennaio 1986 e residente nella stessa Rimini. Diplomata al Liceo Classico Paritario “Dante Alighieri”. Attualmente frequenta il corso in Progettazione Grafica dell’ISIA di Urbino.

Nata a Cattolica il 12 febbraio del 1988 e residente a Pesaro, è diplomata all’Istituto Statale d’Arte “Mengaroni” lo scorso anno con votazione 100/100. Vincitrice del concorso nazionale “un logo per l’Europa dell’Istruzione” promosso dal Miur e selezionata tra i primi 5 elaborati per il concorso del “Rotary Club”. Ha ideato e realizzato diversi loghi e manifesti per il comune di Pesaro e per privati. Frequenta l’ISIA di Urbino.

Nato a Pisa ma vive a Venturina in provincia di Livorno. Fin da piccolo ha la passione per il disegno. Frequenta l’ISIS Marco Polo a Cecina con indirizzo grafica pubblicitaria. Col tempo vince alcuni concorsi. I più importanti sono: marchio per il “Tavolo della Pace della Val di Cecina” e Concorso Nazionale di Grafica Pubblicitaria. Frequenta l’ISIA di Urbino.

_ Elettra Paolinelli

_ Giulia Gioacchini

_ Matteo Noti

Deborah Mosconi Elettra Paolinelli Giulia Gioacchini Matteo Noti

la frase che segue è vera la frase che precede è falsa

la frase che segue è vera la frase che precede è falsa la frase che segue è vera la frase che precede è falsa

la frase che segue è vera la frase che precede è falsa la frase che segue è vera la frase che precede è falsa la frase che segue è vera la frase che precede è falsa la frase che segue è vera la frase che precede è falsa la frase che segue èsegue èfrase che precede è falsa è falsa la che seguevera la vera la che precede che che precede la frase frase segueè vera la frase frase precedeè falsa la frase che che è è vera la frase che che precede è falsa è falsa e che precede èla fraselalache seguevera la è verachefrase che precede è falsa falsa chefrase è vera la frase che precede è falsa la la frasefrase che segue vera lalache precedefalsa frase che segue segue è la frasefrase segue è vera frase precede è è falsa e che precede è falsala frase cheche segue èlala frase cheche precede è falsa la frase cheche è veravera la frase che precede è frase frase segue vera la frase che precede è falsa che segue che precede è falsa lache segue è è lala frase che segue è èla frase che che precede è falsa cheche precede è la frasefrase segue èèveravera la lachecheprecedefalsafalsa precede è falsafrasefraseseguesegue vera frasefrase precede èè falsa lafalsalafraseche segueveralaverafraseprecede è falsafalsa che segue veraè vera frase frase precede è falsa ase frase che che segue la la vera la checheprecede frase che che la lala lalala frase che è è vera la lalafrase precede falsa è falsa segue segue vera che precede precede la frase segue frase è cheè lavera frase segue che è frase falsa la frase checheseguevera èèveraèlachefrasevera la èèèfalsaè falsa frasevera la precede falsa è vera laprecede èfrasecheche fraseseguelafrasefrasecheèprecedefalsa è è falsa precedesegue chevera è lafrasefrasefraseprecede che è falsa frase segue seguelache che frase cheèprecede vera fraseèè frase precede èprecede lafrasela frase cheèèè segue verache precedefalsafalsaè falsa lasegue èvera lafrase lache precede èè falsa ase che frase chelalafrasechefalsaèèveraèla chefrasela precede cheèprecedeprecede è falsa falsa cheche segue seguelavera che precedeè falsa la chela frase è verachefrase laprecede èsegue è vera la frase che precede è falsa frase che segue vera la frase frase che falsa laè falsa la segue la vera vera frase che falsa è falsa frase frase è segue segue è che che frase chela fraselachefrasefrasevera seguelala vera la frase precede falsaè precedela frase frase segue verachefrase che precede è falsa falsa vera che che ase che precedelalafalsalalacheseguelavera cheveralalacheprecedefalsa è vera la falsa che cheche segue è fraseche falsaprecede lasegue segue segue èlaprecede precede è vera frase che precede che ase che lala fraseèfalsafrasefrasecheseguevera fraselafraseche precedefalsa falsa precede èfrasechechela seguefraseèveraprecede precedeèèfalsaèfalsa frase èlafrase che èseguevera èlala la lafraseprecedeèèfalsaè frasesegue vera la èèè èlafraseè cheprecede segue e che precede lachefrasefraseverachefraselaseguefrasefrasefalsaèprecedeè falsa frase la la la fraseche è èche chefraseveraè èprecedefalsa frase che chela frase vera che che frase cheèprecede che segue vera la precede è falsa falsa asecheprecede èchefrasecheèseguesegue verafrasecheprecedeprecedeèfrase chefalsa che è falsa è fal che precedeèfalsa la la è segueèè veralafrasela chefraseche precedefalsa è precede precede frase vera la frasefraseprecede è è falsa che seguevera vera frase che precedefalsa falsa la frase la frase che seguevera la frase la fraseche precede è segue se fraseprecedela falsa frasecheche èsegueè lala frase cheche precede è falsa lafrase chesegue la che che è frase frasela che che frase frasesegue segue verafrase che precedeè è la che la frase cheè frasevera segue è vera è se che precede èlafrase la segue falsaveraèfrase checheprecedefalsa falsa è falsa è frase falsafraseècheèsegue vera frasefrase precedefalsa falsa cheche segueè èèveralalaè che precede èprecede la che che precede la la fraseseguevera seguela la la precede cheèfalsa è falsa è precede seguevera è vera che frase è falsa la precede falsa che falsa frase che è rase è vera la frase che la frase è falsa seguela frase fraseprecede è falsa è falsa falsa la frase che gue vera la èlalala frase la frase cheèsegue vera la che precede èprecedefalsa la gue èprecedefraselache precedeseguevera la la frase la la vera la èprecede falsa frase che falsa la è vera frase frase che precede che che segue è vera che che è falsa segueè frase gue è vera la frasefraseprecedelaèfraseveralafrase chefrase chefalsafalsa èèfalsaè falsa la che che è segueèvera lasegue precede è falsafalsa è verache precedefrase chefraseè cheveraèlaèfraselalafrasecheèprecede è falsa la frase fraseprecede seguefalsa verachefrasecheprecedeèèfalsaprecede chelafraseseguesegueèseguelavera che precede precedeè precede è falsa lala lalafraselalafrasecheèseguefrasevera precedecheprecedefalsa che che seguevera cheè frase che precede frase che falsa vera vera verasegue èprecede èfalsa è lala è vera laverache precede è frase frasechefrase fraseècheèsegueè èche è la frase fraseprecede vera che la frase falsa segue seguela frase la fraseprecedefalsa cheche la che che precede falsa a frase la frase che segue è vera che precede che lala frase lasegue frase veraseguela precede precede è frasela che seguevera la frase la frase che è falsa che che frase è la la èche seguecheèseguevera èveraè falsacheè falsa precede fraseèche frase è verafalsa la chelafraseche èprecede falsa che lala fraseveralafrasechechesegueveralaèfraseveralaprecedefalsafalsa falsa èèfalsa segue la la frase fraseseguechechefraseveracheprecedeprecedefalsafalsa falsa chefrase è frase lafrase è frase precedefalsa precede la la segue è frase la precede che la che precede che la cheè segueèèvera frasefrase precedecheèèèè precede segue seguefrase che lafrase è è che che vera fraseèchefrasefraseverafalsa veraèlacheèseguelaverala laèfrasefalsaè èèèfalsa è falsa che lafrasechesegue frasechelalaèfrasecheprecedeèfrasefalsa precede è falsa la precedela seguevera vera vera frasevera precedefalsa fraselala lacheèche èverala seguechefrase che precede la frasefrasechesegueècheseguefrasechecheprecedecheèchefalsa che frasesegue vera precede ècheprecedeè falsa precede seguela la è è che che veraverafrase falsa segue seguelaseguesegue è frase che falsa chefalsa frase la lache frase chela frasefrase la frase che precede precede fraselafrasechefrase èprecede cheveravera frase che èfalsa è segueche è segue frase che frase è segue è vera lala lalafrasefrase segueèèveraverafraseèèveraè fraseprecede èè falsafalsa frase frasechesegue veraveraèla la verafrase falsaèprecede precedecheè è rase che è lalafrasechelalachefraseverafalsalaseguechefraseprecedeèfalsa è falsafalsa è vera chechechechelavera lafrase cheprecede falsaè precede la chela chefrase seguela vera la cheprecede precede frasela frase è che vera è vera la precede falsa segue che è frase precede è falsa segue e segue seguelalafrasesegueèèveraèlaseguefraseprecedeprecedeècheprecedeèèfalsa vera la fraseseguela lalaseguechelache chela la lalaprecedefalsa è falsa falsa frase chelaprecedeveraverasegueche frasefrasefalsaprecede lafrase cheseguefrasecheè frase è chefrase che èche frase fraseseguefrase chefrase che è falsa frase frase chefraseècheèèlafraselalacheprecedelaèfalsache falsa falsaè fraseche segueèverala èfraseprecedeècheèprecede è falsa seguevera segue èla precede precede segue vera che la la fraselache laè è laèfrase falsa chefrase chefrase frasela la segue segue è vera lavera precedeèèfalsa la precedefraseseguefraseverala lalafraselacheprecedefalsa che è falsa frasefalsa vera la è frase è lalala checheseguechefrasefrasevera precede lafalsa frasecheseguecheè vera frase è veraprecedeprecede precede chefraseche che la frase che precede è falsa la frase cheè lala lacheèche fraseveraveraverafrasechefrasecheè èchefalsa è falsa falsa è falsa falsasegueè veralafalsaècheche precede èprecede frase verala segue cheprecede precede è falsa è frase frasechelacheveraveralachecheprecede precede è falsa è falsa seguesegue vera è vera la veraèfalsa precede frasela lasegueèè èèveraè vera la vera lachecheche precede è falsa lafraseche frase cheseguelaèfrasesegue la che precede èla frase la laseguecheseguefraseverafrase che segue è verafalsa segue lavera frase precede frase falsa e che seguefrasefraseseguecheprecedesegueè fraselaprecedeèècheèprecede frase che precede è falsa verafraselalafraselaseguefraseseguefraseprecede precede èèfalsa è falsa la frase checheèsegueveraveralaè frase precede falsa è che frase fraseche falsafalsa frase frasela laècheche è frase cheche precedefalsa precede chefrase frasesegue lafrase veraèla fraseprecede falsa segueveralasegue èla che precedeèfalsa frase la che frase chefalsa frase è la segue che lalachefraselachesegue èchelasegue precedeche falsa che segue è è vera è frase che è frasela la frase frasesegueverafalsaverafrase la falsa lalafrasecheche lafrase seguefraseprecedelala è frase precede è vera laveralalaè segue veraèfrasecheèvera èèfalsaèla falsaèprecede è è è è è frase chela seguefrase chelalaèlasegue precedela èè cheè falsa segue precedeche lavera è frase che frase e chefrasela è lalalachefrasechelachefraseverache frase veraèprecedecheche precedefalsa segue vera lafraseveraseguelaverafraseseguecheèprecedefrase che precedefalsafalsa precede la lafrasefrasechecheseguelalafrasechefrasecheèverafraseècheèèfalsa falsa falsa frase frasefrasecheverasegueverachecheveraèèfalsafrasefalsa precede falsa èche che cheèfrasela lafrase chefraselalaveralaprecede che laseguelafrasecheseguecheseguefraseseguelachechechechefrasefalsaprecedeèèfalsa falsa chela chefrasecheseguefraseèlachefrasefraseèchefalsafalsaprecede èèèfalsa seguelachecheche seguelaèèsegueprecedeveraèlaprecedefalsa è falsa frase cheèè fraseprecedeverafrase precede laè èchela seguesegue la è precede cheche seguelalafraselaseguelaèfraselasegueveraprecedeprecedefrasefalsaprecedeèèfalsa è frasechela frase lasegueèèveraverasegueprecedefalsafalsaprecedefalsaè falsa lalafrase segueèprecedefrasefraseche precede èchecheprecede falsa frase fraseverafrasechechelaprecedefrasefraseèfalsa precede precedeverafrasefrase precedelache è frase segueveralafraseverafrase cheveralafraseèche precede è falsa segue cheverachesegueveraè frase che precede fraseèchelaverafraselalasegueprecedefrasefalsa falsa lafrase chesegueèveralachesegueèèveraprecede chefalsa segueèèverachesegueche precedefalsa lachecheveralaveralacheseguevera lalafalsa cheèprecede è falsa frasechefraselafraseèèsegueverachefraseèfalsache precede è falsa cheveraverafalsasegueèèveralafalsafalsa precede la precede è è lalafrasevera segueseguelala verache cheveraprecedeèfrase che precede è falsa chesegue èseguefraseprecedefraselaprecede è lafrasechelachechefraselaveralafrasefalsachefrase verafalsafalsa fraselafrase fraseèèè ècheèfraselafrasefalsacheè falsa cheche segue vera fraseèche checheche precede è la seguechesegue precedefrase che vera èfrasefraseprecede veraèlafalsa precede è è falsa lache seguelalavera lache cheèprecedelaprecedeche precede falsa lacheèèprecedefrase èè verafalsa frase che precede è falsa se lache lalalafrase chesegueèfrase chechefraseèècheè lalasegue è vera la fraseèche precede è falsa è frase che seguefraseprecedefrase èprecedefalsa che frase è èfraseseguechesegueche èveraprecede è falsa lachelaèla frasevera seguesegueprecedeèèchelache precede è falsa falsa frase seguecheseguevera che seguefraseè falsa frasefalsa precede che chevera lafrase verasegue che verala fraseè falsa frase segue che la che lafrasela laèfrase vera frasevera frasechelavera precede la seguelafrasesegueverafraseèchelala la seguechefrasefalsa precede è falsa è falsa che frasesegueche laveraseguecheverafalsa è la frase che precede frase frasefraseprecede è falsa segue frasevera è la che la a fraselafrase lafraseseguesegueseguefraseche precedefalsaè lache precede è è falsa vera la frase che frasevera lalaèfraseèlaverachefrasefalsa frasefalsa precede frase frase segueveralaèfraseche segue veraprecede che segue la frase che è lalalafrasefrasecheèla seguevera che frase è frase che precede lalaè lalala fraseche lafraselaseguelafraseprecedeècheèprecedefraseprecedefalsa falsa falsa frase che frase chefrasefrasesegue chefrase chefraseche è falsaè èè la lafraseèlaseguesegueseguefraseèverafrasesegueveraprecedeècheprecedefalsaè falsa frase che che precede frase è che lafrasechefrasefrasecheseguelalacheseguecheèveralaèfraselachecheèprecede è è fraseèveraseguechelalalalaseguelasegueprecedelaèfrase cheèfalsa precede che cheche chefraseverache segueveraèèlaèfalsaè frase precedefalsa segueè chesegue seguefrasefrasechefalsaprecede precede veravera chela segueprecede lafalsache la vera segue che vera vera frase verafraseverafalsache la la vera la è che la èveraè falsa è la la frasefrase precede la frase segueèlacheèlalaveralafraseèprecedeè falsa precede è falsa la èfraselafrasesegue precedefalsa è asechefrase frasefrasefraselaèseguelaèfrasecheveracheèlaprecedefalsaèprecedefalsafalsa falsa seguefraselala segueècheprecedelasegueseguelaèvera frasefalsaprecedeèèfalsa lalalaverachesegueveralalaèchefrasecheèprecedefalsa falsache precedefalsa segue vera frasecheche precede precedecheprecede è frasefrase frasecheche frase che che se cheseguefrasechefraseècheècheprecedeèèfalsaèèverachelafalsaèprecedecheèprecedefalsa fraseseguelalafrasela laèsegueè frasela fraseche che cheèverachefrase precedeprecede è è falsa lache cheè seguevera cheprecede precede è falsa che la checheseguesegueveraverafraseseguecheveraveraèlaprecedeprecedefalsa fraseèchechefraselaèfraseèèvera fraseseguefrase frasefraseprecedeèè falsa lachecheseguevera frasechecheveraprecedela falsa falsa falsa è falsa fraseche laseguevera è precede è lafrasechelaèfraseseguevera chefraselaèèlaprecedefalsa falsaprecede falsa frasechecheseguela seguechefrasecheveraèlafrasefalsa precede èèè cheèfrasefrase lafraseche èprecedefraseèche precede è falsa falsa veralaverafrase laèfraseèvera precedeè falsa è la checheveraèverache checheprecedefalsaè falsa precede è falsa vera laseguefrase lache la vera laèfraseèfrase che lafrasechefrase veravera veracheveraprecedela èfalsa falsa che lache lasegue verachefraselaè è la segueèè precede la la segue è verafrasesegueprecedeveraè frase frasefraselafraseèlaèfraseèlalavera che fraseèchevera frase che frase chela segueche la frase segueche chechefalsache vera èfrase vera precedeè frase la lafrase è frase èla èfraseèfrasefraseèècheprecede falsa frase segue segueprecedela precedevera chefalsa è verache segue che è lache la seguechechefraseverafrase precedeprecedeprecede è lafraselache frasela lalaprecedefrasela precedefalsa cheche precedeèè falsa frase frasefrasefrasefraseche cheveraverachelalacheveraèlaprecedeèèfalsaè precedefalsa che lalala laprecedelacheseguelaseguechefraseprecedelafalsa cheche falsa falsa falsa vera fraseseguela verasegue èèche precede è falsa falsa la seguechefrasesegueseguechelavera la èfraseverafalsaprecedeprecede èfalsa la èè checheseguefrasefrase la fraseche frase vera la lafalsa seguevera è frase ase la che lacheè cheseguefrasecheprecedesegueveraveralafrasefrase frase che precede frasechefraseche lafrase chesegue èè vera precede precede lasegue la che lafraseèfraselalafraseèèche precedefalsa frase che precede è frasechelasegue èverafraseverachesegue precede che precede falsa la la che falsa erache seguefrasefraseseguechelafraseèfrasefrasechelaprecedechecheprecedefalsa falsa falsa veraprecede è fraseprecedela la èfrase lavera segue veralafrase che la frase seguelalache chesegueche è èfrase falsa precede è ase che lalalalafrasechelachechelalaprecedelacheprecede precedeèche falsafalsa è èfalsafalsa che segueèèfrasela segueveraseguechefrasefraseècheèchela frase che precedefalsa segue laverafraselacheseguefrasechecheprecedeèlafalsaèfalsaprecede èèfalsa lafrase cheverafraselaverachechechevera laèfraselalafalsafalsa precede falsafalsa frasevera fraseseguefraselache cheveraveraèlafalsaèprecede è la èlalaèfrase cheèèsegueèèverache lafraseèèèèèfraselafrasefalsa è falsa èèèfalsa precede è segue frase la fraseveralalasegueseguefrasecheèfalsaècheveraverafalsacheche precedefalsa che frase frase che segue è frase e che seguelalafrasefraselafraselalalafraseveralasegueèèveraveralaveracheprecedeèèèfalsa è falsa cheseguefraseè veralafraseprecedeprecedeèèfalsaèprecede è falsa seche seguefraseverasegueèsegueèfrasechelafrasechecheprecedefalsaprecede falsafalsa frase frase falsaprecede frase segue vera la lalachecheprecedeveralalachechecheveralaèlafraseche precede èèèfalsa frasesegueseguelaèverafraseprecedeveralafalsache precede è falsa chefrasevera lachelaseguechelaprecede falsa precede falsa la frase che seguechelafrasefrasesegueèprecedefraseche precede è falsa èla frasefrasela seguecheverafalsa che verafrase èseguechevera lafrase frasefrase seguefraseèlaseguechefraseècheveralafraseèfalsa precede cheveracheè seguefraseseguefalsaèvera falsafraseche precede veraèveraveracheèprecede èla falsa èche frase falsa seguelaseguefraseseguelaèsegueèveralaèfrase frase che precede precede lafrase frase segue è frase frasefrasecheveraprecedeèfalsaprecedefraseèchefalsaprecede è falsa è che seguelachechelaseguefalsaprecede la che è la èlaprecede è precedelafrase veravera che cheèprecedeprecede che segueverafrasefraseseguevera la fraseèla frase che precede èprecedeè èchefrasevera è veraèfalsaprecede e frasesegueèfraseèchefrasechelafrasefalsasegueèseguelacheèfraselala èprecedeè falsafalsa verache seguechelaveralalachefraseèfraselaèverafrasefalsa falsaèprecedefalsa frase èlaprecede cheveraprecede lafalsacheche cheè lalaseguecheseguelafrasechesegueèveraèfalsafalsache precedefalsa è è falsa laverachelafrase segueveracheèfrase cheèprecede è falsa laseguechesegue vera che falsa frasefrase seguesegue precede chesegue lalafraselacheche cheèèlalaprecedeverache èèverafrase è cheprecede falsa frasevera seguela lache fraseèèèfalsaprecede fraseche frasefalsa vera vera che che la frase vera frase seguefrase precede precede è segue èseguelavera lalachesegueverachefrasechelaprecedeèèfalsa falsaèprecede è falsa frase lafraseè cheèseguesegue precede è falsa lafraseche chefraselafraseverafraseveracheprecedefraseche precede frase precede lafrase segue precedefraseche èlache frase vera frase laverafrasechesegueseguelafrasechefalsalaèveraverache precedefalsa èè falsa fraselafraselasegueèèvera lalafrasevera èprecedelalafalsachefalsafalsa checheche fraseèveraèlafrase èche laèfraselala èfalsa èprecede è veraprecedela segue frase è falsa è a se che lalalasegue lafrase vera laèfrasefrase precede verafalsaè frasefalsa precede è falsa è la la seguevera fraseèche segue è che precede frase frase falsa laèfrase segue verachelache seguefrase frasela èfrase seguevera la precede è la che seguelalafrasechefraseè èèèveralasegue èsegueverafalsafalsache precede è èèfalsa èfrase seguefrasechefraselafrase segue la èprecede cheche frasefrase seguefrase èèvera frase laverafraseseguelaveralafrase checheprecedeprecede cheprecede falsa frase segue è verala frase chelasegue veraèlafalsa che precede è segueseguelalache cheprecedelafalsa frase precede la che che vera frase chesegue è è frase ase chechesegueche frasechecheveraèèverachefraseèveraèprecedeèèfalsaè falsa falsafalsa frase precedechevera laverala che cheche la lachefrase veraseguevera lachefrase che precedefalsa vera cheveralasegue cheècheche precede è frasefrase chela frase frase lafrase chefraselafraselachefraseèchevera precedefalsaprecedefalsaè falsa è falsa veraèè lavera lache checheèfrase che segue ècheche precedeè falsa è frase che verafraselasegue frase precede la è falsa segue la frase la segue frase frase lachefrase lafrase la è segueveralafraseche falsaprecedefalsa falsa che precede falsa frasela frasefrase la chelaveralavera segueche seguela frase la frase precede è lafrasela che segue la èlafraseche laprecedeè verachefraseprecede segue è vera che che frasesegue è è falsa precede precede aseguelafrasechelasegueseguechelafrasecheprecede èèèèfalsaprecedeprecede èprecedefalsa fraselaè lafrasechecheseguelaèfraseverafrasecheseguefraseveraèla frase precedefalsa è è falsa che èla segue che precedelaè la frase chevera falsa lalafraseseguefraseèveralaèfrasefrasefrasefraseèverafrase cheèfrase che cheèfalsa precede la chechesegue veraveraèlachelafraseèprecedefalsa la è che precedeè è fraseèchesegueveraèla laverafrasefraseèveralaèèfalsafrase che che falsa segue è verafraseverasegue segueprecede che lafrasefrasechechesegueseguelaveralachecheprecedeveraveracheprecede èprecede è è falsa frasechechefrasesegueèvera frasefraseprecedeveralaèlafalsaècheprecedefalsaprecede lalafrasefrasecheveralalalalalalaveracheèprecedeèprecedefalsa precede precede frase segue èverafrasecheprecedeè chefalsaèèverafalsa lalalafrasechefraseèèèseguefraselafraselacheprecedefalsaverafalsaprecedeèèèfalsa frasefrasesegue èveralafraseèfraselalasegueveraprecede checheprecede è falsa segue chesegueprecedeverafrase fraseè frase è che è chela la lalafrasecheèlaseguecheèveralafrasechesegueèprecedefraseèèverafraseprecedefalsa è falsa fraselachechesegueèèveralaverafrasechefalsaprecedefrasefrasefalsa precedeè falsa fraseche lasegueèveraverafrasechechecheèseguefraseche precede è falsa che segueche vera èè èlafraselaprecedeseguelafalsa che la frase vera fraseseguecheèfalsa falsafalsafalsa la la che è frase frase che precede lafraselacheseguechefraseèchelachecheseguefalsafalsa falsaprecede falsa lachelalafrasesegueèèveraseguesegueseguecheèveraèlaèfalsafrasefalsafalsaè èèfalsa falsa falsa che lasegueprecede fraseveraveraèfalsafrase frasela lafrasechecheèseguefraselachechelacheprecedeèchela chefalsaè falsa falsa chefraselaseguela laverafrase frasecheprecedeprecede è precedefalsa seguefraselaèfraselalachesegueprecedefrasefalsa precede frasela lachecheèseguelafrasecheseguefraseveraèlalaèfalsa che che è falsa segue lachefrase fraseprecedechefrasefalsala è precede è falsa precede frase lasegueche frasefrase cheveraveraèfraseprecedechefrasechefalsa che precede è falsa vera fraseveraè frase seguecheèche precede la èfraseprecede èfrase chefrasesegueè laè verachelaprecede precede è èche precede è falsa vera fraseche frase che laèlaèèèfrase che lalalafraselachecheseguelavera veraveraprecedeèverafalsa èche precedefalsa frase frase lasegueèseguelacheèchelachecheverafrase che precede è è falsa frase seguecheveraprecede che la lache che chelaveraèèlaveraverasegueèè lafalsaè è chefrase chefrasefrasesegueprecedeèlaprecede la fraselachesegueèsegue falsa precede frasela chelacheèprecedelalafrase falsa lasegueèèè veraè falsa lafrase seguesegueverache frasefraseveraprecedeche falsa precede è frase cheche èlalafrase èche frasefraseveravera èvera è che la ècheprecede èèfrase frase lalafraselacheèsegueseguelaèchechecheècheverafalsafalsa precede è falsa falsa chelacheèseguevera fraseveraprecedelaprecede è falsa èèfrasevera seguecheprecedefalsa che precede falsa cheche frase veraprecede che segue èvera èlafraseè segue seguefraselaprecede lafalsalafalsa precede falsa fraseè precedefrasefalsa frasefraseseguela la frasefraseseguechefalsa frasefalsaè falsa è falsa chelaprecede precede precede fraselacheseguecheèlaveralafraselachefraseèèchechefalsa falsaprecede èèfalsa segue che frase segueverala frase segue vera laèfrase che la seguefrase chevera falsafalsa che precede è frase la chesegueverafrasechecheprecede è precede è precede falsa è lala frasesegueseguesegueècheseguefrasecheveralaèfrase cheche èèfalsa frasela frasechecheèlalala frase segueprecedeèfalsacheprecede precede che chechesegue chefrasesegueprecedeè frase frase che è verafraselaverafrase veravera vera frase vera la che precede è lalalalafraselachefrasesegueveraèverachecheseguelafraseprecedeprecedefalsa falsa falsa frasefraselafrasesegueècheèseguela checheèfraselafrasecheèprecedeprecede è falsa cheche seguechelaseguefrasesegueveracheveraèla frasefalsa è èè è veralalafrasevera segueèè vera fraseche precede fraseè vera chela vera falsa falsa frasevera veralaè lafraselasegue è la falsa che che la la fraseseguecheprecede lalalachechelasegueverafrasechefraseèlaprecedelafalsaèlacheprecedeèèfalsa è seguelaseguefraseverasegueèèvera lalafraseche precede la la chechesegue vera la frase seguefrase frase lafrase segueè lafrasefrasecheveraprecedechefalsache è falsa falsa frase fraseèsegueèèla chesegueèfraseèprecedefrasefalsa precede falsa lafrase frase che la fraselala frasefraseveravera laè falsa è vera è la che segue lafrase che segue laèvera frase la frase checheche laè veraèvera la segueprecede la frase che precede falsa frasefraselache frase èseguefrasefrasefraseveraèla frase chefalsa precede è è falsa la la la lache che che fraseverafalsache è precede frase frasecheverafrase èchesegue cheche precede lachecheche segue lalaveralaèfrasecheèprecedeèche èprecede falsa fraseè la cheche laèprecede è chela frase precede frasefraseseguechefraselacheveraprecedechefalsaèche che èè vera che che cheprecede precede segue frase segueprecede lafalsa lalalafrasechecheèlaseguelaverache precedelaverasegue cheè la frasefalsa frasesegue cheverafrasefrasefraseèlaprecedeèèfalsafrasevera la segueverachefrasechesegue èfalsa la la frasefrasechesegueveralafrasechefrasecheprecedeècheprecede èèfalsaè precede è falsa frase chechecheseguefrasefraselaprecedeèlaprecedecheprecede èfalsa che segue lafraselafrasefrasecheveraèprecedefalsaprecede èèveraseguesegueèchevera èfrase verafrase frase chefrase che la lacheseguesegueèla verachesegueveraèè frase che frasefalsa è lafrase frasefrasela frase falsa è è segue frase la la fraselachelacheèlaverafrasefrasechechecheprecedefalsafalsaprecedefalsafalsa fraselalalaseguefraselaveraèchesegueèprecedeverafalsafalsache è precedefalsa falsa verachefrase veravera lalaprecede lachefrasefraseveraveraèveralachesegueverafalsaè èèveraprecedeè è è precede è falsa frase segue veraèseguesegueprecedeèfalsaèchefalsa precede la segue precede frase che fraseèèlafrasechesegueè chevera èche he seguelala verafraseseguelaseguelalaveralafraseècheveraèveraèlafalsachelafalsaprecedefalsa precede è fa èèfrasefrase segueseguefrasechecheprecedelaprecedefalsaprecede èèfalsache èche è falsa vera lafrasecheèseguelaèfraselaèfraseprecedelafrasefrasefalsala chefalsa frase lache segueprecedelalalaseguecheverafrasefalsafalsaprecede ècheprecede frasesegueèche verafraseverachefraselafalsaèfrase è precede la frase lasegue èè èla frase chela frase è precede falsa la segue che vera èè veravera falsa precede frase che seguefraselafraseche cheèveraverafraselachevera è falsafalsasegue frase falsa segue la frasela fraseseguevera èèla chechela frase che precedechefalsa frase falsa frasefrasefraseche segue cheèvera chefalsaprecede lalacheèsegue frasevera lasegueprecede la falsa èèfalsa è segue la che la chefrase che segue la fraselala frase chefrase lachesegue èèverasegueprecedeprecedeprecede verache chela fraselachesegue precedefrase segue precedeèè è vera laseguechefraseè verafrase precede èprecede segue falsa frase lafrase è è la frasefraselafrase che è frase la

La frase che segue è vera La frase che precede è falsa

Questo elaborato è il risultato di una attenta riflessione sull’enunciato “la frase che segue è vera, la frase che precede è falsa” , propostaci dal docente Davide Riboli. Ci siamo posti l’obiettivo di rappresentare al contempo il “non-senso” e la confusione provocati dalla lettura della frase, cercando di trovare una soluzione grafica semplice ed efficace. Per questo il risultato è

dato dalle seguenti scelte grafiche e stilistiche: abbiamo utilizzato il bianco e il nero, colori non-colori, per tradurne la semplicità ed il totale abbandono di regole grammaticali e punteggiatura per emulare il processo mentale della lettura. Infine, attraverso la sperimentazione, abbiamo dedotto che la soluzione grafica migliore era quella di rappresentare inizialmente, la frase in

un contesto ordinato e ben comprensibile per degenerare poi gradualmente, in una confusione di parole e concetti che sincroni tendono a creare un intreccio di segni incomprensibili. Dal nero, somma dei colori, simbolo del tutto, al bianco, assenza di colore, simbolo del vuoto e della mancanza di logica.

Nata il 7 ottobre 1988 a Bologna, vive a Pesaro. Ha frequentato l’Istituto d’Arte con indirizzo di grafica e attualmente frequenta l’ISIA di Urbino. Nel 2007 partecipa al concorso sul manifesto per il Rotary e si classifica tra i primi cinque. Ha inoltre curato l’ immagine coordinata per lo studio di apparecchi multifunzionali “K-Generation”.

02
_ Angela Pierini

Ha 20 anni ed è originaria di Torrita Di Siena, un piccolo paese in provincia di Siena. Vive ad Urbino e frequenta il primo anno all’ ISIA. Si diploma con 100/100 all’Istituto d’ Arte con indirizzo in decorazione pittorica. Ha dipinto la pergamena per la contrada senese della Selva che il 16 agosto 2006 si aggiudicò il Palio.

Nata a Senigallia il 16 settembre 1988, vive a Corinaldo. Ha frequentato l’Istituto d’Arte con specializzazione in decorazione pittorica. Attualmente frequenta il primo anno all’ISIA di Urbino. Ha partecipato con successo a numerosi concorsi, tra i quali quello di fotografia “Mario Carafoli”.

Nasce venti anni fa a Tolentino, in provincia di Macerata, dove frequenta il Liceo Classico diplomandosi nell’anno 2007. Frequenta il primo anno del corso di Progettazione Grafica e Comunicazione Visiva presso l’ISIA di Urbino.

_ Arianna Mencarelli

_ Nicole Prussiani

_ Viola Mencarelli

Angela Pierini Arianna Mencarelli Nicole Prussiani Viola Marinelli

SA /// L A F

R

A
VE

SE
È

CH E S E GU E

/// LA F RA/ RA

L FA

SA /// L A F R AL F

A
VE

SE

HE PRECEDE C

C SE

È

HE PRECEDE

È

SE
/// LA FR RA/ A

CH E S E GU

E È

Vero/Falso

Rappresentare il cortocircuito logico che le due frasi creano, una volta affiancate, era l’obiettivo. Abbiamo voluto giocare

con le teorie della Gestalt e le illusioni ottiche per ricreare quel tipico effetto straniante in cui ognuno di noi si trova, nel provare

a risolvere un rompicapo apparentemente privo di significato.

Per poter gustare il tutto, non cercare il gusto in nulla; per poter conoscere il tutto, non voler sapere nulla; per poter possedere il tutto, non voler possedere nulla; per poter essere tutto, non voler essere nulla. Per giungere a ciò che non godi, devi passare per dove non godi; per giungere a ciò che non sai, devi passare

p e r dove non sai; per giungere al possesso di ciò che non hai, devi passare per dove ora niente hai; per giungere a ciò che non sei, devi passare per dove ora non sei. Quando ti fermi su qualche cosa, tralasci di slanciarti verso il tutto. Per giungere interamente al tutto, devi totalmente rinnegarti in tutto. E quando tu

giunga ad avere il tutto, devi possederlo senza voler nulla. In questa povertà lo spirito trova il suo riposo poiché, non bramando nulla, nulla lo appesantisce nell’ascesa verso l’alto, nulla lo sospinge verso il basso, poiché sta al centro della sua umiltà. Quando invece brama qualche cosa, proprio in essa si affatica.

0

Salita al Monte Carmelo

Premessa: Se lo zero può significare l’inesprimibile reminiscenza di ciò che eravamo prima di nascere, condizione a cui ben pochi possono sperare di avvicinarsi durante la loro esistenza, San Giovanni della Croce, nella sua lirica, sembra mostrarci la via per arrivare allo “zero”. Per questo motivo, in entrambe le impaginazioni di questa

lirica che noi proponiamo, il testo culmina con la presenza di uno zero. Un’ altra scelta operata nei due elaborati è stata quella di lasciare volutamente molto spazio al bianco, che più di ogni altro colore riesce a trasmettere il senso dell’immaterialità, del non luogo.

Le gabbie di testo suggeriscono la forma dei tre punti di sospensione. Una “sospensione” lo è il percorso ascetico, momento di transizione tra ciò che è terreno e ciò che non lo è più, una cesura tra due mondi. I tre punti quindi descrivono il cammino in quanto momento particolare, ma suggeriscono anche l’idea di percorso, dato appunto dalla loro successione.

///////////////////////////////////////Quando invece brama qualcosa, proprio in essa si affatica./// //////// nell’ascesa verso l’alto, nulla lo sospinge verso il basso, perchè è nel centro della sua umiltà ///........ In questa nudità lo spirito, trova il suo riposo, perchè non bramando nulla, nulla lo appesantisce///.................... ///////////////E quando tu giunga ad avere il tutto, devi possederlo senza voler nulla./// //////// Se vuoi giungere interamente al tutto, devi rinnegarti totalmente in tutto. ///.......... Quando ti fermi su qualcosa, tralasci di slanciarti verso il tutto. ///............................................. //////////////////////// Per giungere a ciò che non sei, devi passare per dove non sei. /// //////////Per giungere al possesso di ciò che non hai, devi passare per dove non hai.///.......... //////// Per giungere a ciò che non sai, devi passare per dove non sai. ///................................... Per giungere a ciò che ora non godi, devi passare per dove non godi ///.......................................... ////////////////// Per poter essere tutto, non voler essere nulla. /// //////// Per poter possedere il tutto, non voler possedere vulla ///....... ////// Per poter conoscere il tutto, non voler saper nulla. ///.................. Per poter gustare il tutto, non cecare il gusto in nulla ///...........................

0

Salita al Monte Carmelo

Per prima cosa abbiamo cercato di rendere tipograficamente il concetto di salita, ascesa per giungere alla cima del monte Carmelo, ovvero all’illuminazione rappresentata dallo zero.

Partendo dal fondo, abbiamo dato alle parole uno spessore maggiore, quasi al limite della leggibilità, per poter così rendere il concetto di baratro, di buio dell’ anima. Salendo, lo spessore delle

parole diminuisce, le parole “si alleggeriscono”, creando così un parallelismo con il significato del testo, che indica come strumento per l’ascesi la spoliazione dagli inutili fardelli che da sempre ci accompagnano.

Nato ad Aosta il 19 settembre del 1988, frequenta l’Istituto d’Arte, con indirizzo grafico e nel 2004 realizza il manifesto per la “Foire d’eté de Saint Ours”. Nel 2007 ha creato ed esposto opere grafiche per il Forte di Bard e nello stesso anno ha curato l’immagine per la mostra “1.20 m”, tenutasi ad Aosta e nella sede AIAP di Milano. Ha collaborato con lo studio Metro Aosta ed ora, sulle orme del suo professore di Grafica, studia all’ISIA di Urbino.

03
_ Arnaldo Filippini

Nata a Roma il 30 giugno 1984 diplomata in Progettazione Grafica all’Istituto di Stato per la Cinematografia, la Televisione, la Grafica e la Fotografia Cine Tv “Roberto Rossellini” di Roma, frequenta attualmente il primo anno di Progettazione Grafica all’ISIA di Urbino. Ha partecipato a concorsi ed esposizioni a Roma sotto il nome di “Re_media project” del quale è membra e co-fondatrice.

Nato in Argentina nel 1982, diplomato come Tecnico della Produzione Fotografica, Studente dell’ I.S.I.A di Urbino. Fondatore dell’Ass. FotoSciò nel 06/07 e ha collaborato, realizzando una mostra, con l’Ass. Amici delle Ville e dei Siti Vesuviani nel 2007 con la Mostra “Marzo Donna” nel complesso Santa Chiara di Napoli. Attualmente membro del collettivo Fotomigrante, ha lavorato presso l’Agenzia Pubblicitaria AG Studio di Aversa, Color Point di Torino e Photographika.it di Roma.

Nasce a Lentini 26 anni fa, ma è cresciuta a Catania tra la città, la campagna ed il mare. Frequenta il Liceo Classico ed in seguito la Facoltà di Chimica, abbandonata per la realizzazione del laboratorio aperto “La Bottega degli Infetti“. Ha partecipato a diversi eventi artistici; vive e studia Grafica ad Urbino.

_ Francesca Danesi

_ Javier Marcelo Cabrera

_ Rosa Beltrami

Arnaldo Filippini Francesca Danesi Javier Marcelo Cabrera Rosa Beltrami

segue e' vera la frase che precede e' falsa

Tasselli Sovrapposizione Bicromia

La contrapposizione genera un processo di negazione e relazione che si ripete all’infinito.

Questo concetto di dipendeza ci ha portato a rappresentare, attraverso un gioco, l’armonia e

la discordanza che li caratterizza; Un inizio condiviso che sfocia in una completa collisione.

Tracce di un percorso sonoro Salita al Monte Carmelo

Giocando sulla formazione di un iter visivo generato dal suono che le parole ci trasmettevano, abbiamo

rappresentato la lirica ispirandoci alle frequenze che la stessa ci suggeriva, come l’equalizzatore della

colonna sonora di questa “salita”.

840

L C E
385 949

035

805

946

070

O R O
839 914 879

770

911

876

105

735

, O O NE O T
804 845 915 769 104 880

841

140

700

947

175

665

912

630

T N
951 699

877

210

595

,

842

245

S N
846 244

948

280

560

315

S I
279

913

350

E S C
847 490 420

878

843

525

E S O R
917

844

034

NL A C C S V B E
559

950

069

134

T O
883 838

734

174

P

664

E E P A C O T S I Q N
849

209

196

881

629

952

C E O E
955 850 243

882

594

455

314

E . I NH S O
663 920 851

349

953

848

384

524

419

489

454

S E NA E
593 956 852 558

918

033

068

S
418

803

954

G

¶ ¶
887

768

488

103

R

919

884

T T T
067 767

138

733

137

698

R R
102 923

208

A E R R NL B
137 888 172 732 207 959 853

885

278

628

U NO A R T F V S I
697 889 277 854

313

886

523

921

348

453

NC F
382

383

957

837

L C I R NA A E M
417 926

032

802

922

958

U D R I E T E O E E
031 944

242

R I O I T
731 171 696 947

662

312

960

627

925

855

S A O
908 942 907

347

856

592

T C L
941

961

890

Q L N
311

891

452

557

¶ ¶

875

È L N
626 346

522

945

I

874

066

E L P T D T O NR E L
556 381 521 869 938 416 486 903 868 345

836

101

801

910

136

766

909

873

È S A O U
962 451 380 857 927

206

241

C I E
835 065

871

276

661

NR R
765 928 858

870

940

905

S U
170 695

591

939

P . I . Ó A E O E E Á P
205

904

487

937

R NA O I
930 860 520 555

030

U A U T NA NA I
931 029 834 896 861 799 064 449

892

800

100

135

730

I P O
739 484 414

S
099

893

240

E V V E L L
589 694

275

415

660

929

859

310

450

NNS S C
134 169

625

485

894

R O T U O O NA B A O
239 309 274

590

895

932

S A P
934 798 098

862

O
899

S C
728 133

379

V P
168 693

936

867

902

T I NL
238 588 203

624

344

554

T

764

659

R E H E O
863 343 483 378 898

204

935

900

I I T N
448

866

519

028

833

063

P L O I S
762

901

865

763

È M
161 657

S I S .
202

864

658

E C L
552 307

273

D T H A S O N
482 377 447 831 026 796 961

553

518

933

U D
096 726

413

897

E ,

832

027

P
201

797

062

H R
271 376

097

727

132

692

A A V
621

R E
481

622

237

587

A
830

272

U C , NO I H O I P R C E O E Z L
060 795 095 760 130 725 165 445 690

517

342

761

131

691

166

306

E A R D Ó
375 340

656

236

586

T T R
794 059 759

551

411

NA
094 689

516

341

T O E P L R R L L
654 724 164 619 199 584 234 549

025

NL I
304 479

200

235

655

270

E Ó N
444 404 408

305

620

550

515

S E E
827

585

410

E

480

024

T L A P E
128 233 163

829

O E E D
688 443 198 303

129

U E O T C L P O I E V O Ó P
548 653 268

269

514

339

374

023

T

058

‘ U V A Á D
162 337

022

093

828

723

N
407

793

758

P C
090 442

S I V C O I A
652 826

338

P V C MN . O
721 686 091 651 126 616 161

373

478

513

618

583

057

792

092

E T L
196 546

127

722

617

757

232

A E L
301

582

512

D O S
371

477

372

687

E E
755

267

197

L T L
685 160

021

791

302

756

,

247

A I O N A S A E MN O
230 825 265

056

581

231

266

R A A D R
824 019 789 054

511

476

406

336

E

441

L O
124 684

055

790

D O
439 649

720

125

S L R
194 614 229

020

650

G O T E
264 544 299

195

615

A A R S
404 369 474 508

580

335

545

475

510

U S A A
053 788 123 753

370

440

405

300

I O L A L S NU O R E
718

018

754

089

719

159

N
438

NO R R S R E Q E S S R
473

579

509

334

823

S U L P O D N
682

158

088

403

S E

683

193

648

U E S T R P O E
402 437 016 821 051 786

228

263

613

298

333

368

E E E E R L N
751 121 716 156 681 191 646

378

543

017

822

787

052

122

087

, E P ,
611 261 576

157

752

192

717

D G I
331

227

647

612

262

A T E V
506 471 015 820

577

297

542

332

507

U P P A R R E
750 085 715 120 680

367

472

U O
190

086

I R A S E O G NI P NG
225

226

296

541

E P
434 784

401

360

436

E S
084 469

A V NNR T T E S S
644 744

785

050

155

260

T T
329

610

U I N
013

575

295

400

L G I
748 083

365

435

540

645

T

014

505

E

470

819

I N
608 223

049

R T R T U
573 258 293 538 328

609

539

I I T O
398 468 433 012

504

399

119

154

574

A T I I A U
047

364

189

224

259

294

S A
712 257

818

048

I O U E O O P T U A G
222 292

783

713

114

678

153

643

188

360

E V I R S MV A U U
117 011 816 046 781 081 746 151 711 221

503

152

O S A T U T
676 607

817

782

082

747

187

U E P
361 501 536

277

G G S R E A E
466 291 431

606

327

572

362

537

392

642

I R S P G E T L
745 115

432

502

467

S R Q R O
570 290 535 325

641

E D
360 465

256

116

326

A E
430

571

R E I D S
814 009 044 779 079

396

G
114

186

815

C S L L
199 674 184

045

780

080

R
219

710

150

E I E D E N
289 394 429 604 359 464

675

185

640

220

605

255

G R C P F E A NNE A G N S D D
321 566 672 252 147 569 008 813 043 778 078

500

395

010

S R U U I L E NL V R N
148

744

709

369

324

P , E , R NG P
533 218

254

499

534

743

I P I
322 602

113

708

O E I A P I I
567

673

253

638

288

323

603

463

358

NE I U I A
811 041 776 076 741 111

428

498

568

393

¶ ¶

183

E T ‘
146 181

007

812

042

077

E

¶ ¶
251

707

112

182

742

637

U
391

287

¶ ¶

V R U
496 461

357

I

777

392

A L P I T O L L O R A .
775 075 740 110 701 145 670 180 215 635 250

532

327

462

497

006

706

S
320

671

216

. Q O .
355

636

286

601

E G I S H
565 460 104 739

356

531

426

V P
214 669

005

810

L I D E V A . N, E A
179 634

040

G O I I D .
003 808 773 038 738

495

600

285

425

390

G

530

809

E NL
143

774

074

E L O O A L O
598 213 563 248 039 283

144

704

E D
493 354

284

319

¶ ¶ ¶

599

V NV I D I
353

389

564

424

459

592

249

494

D R NA E R S L
072 737 107 702 142

073

703

004

668

T L N
587 182

108

633

178

R E L O N
492 352 527 387

O D
001 806

328

318

, N
036 771

458

R A O E
106 701 141

423

388

002

807

037

R MO T U L
631 211 596

772

177

E T U . O D G U I A E
526 386

667

212

632

247

562

317

N, P

457

A A N

071

736

NU , U T O N

666

176

246

N

280

561

V A I

316

P I U

351

456

491

421

446

C H R

422

330

217

623

SALITA AL MONTE CARMELO SAN GIOVANNI DELLA CROCE

Salita al Monte Carmelo San Giovanni della Croce

“Per poter gustare il tutto, non cercare il gusto in nulla.” Per poter conoscere il tutto,

non voler sapere nulla.” Questo è il concetto che ha dato forma ad un percorso che ci ha portati alla

scomposizione dell’opera sino all’illusione del caos.

Nato e cresciuto in Sicilia in provincia di Siracusa; ha frequentato l’Istituto Statale d’Arte con indirizzo pittorico. La sua passione continua ad Urbino dove vive e studia Grafica e Comunicazione Visiva .

04
_ Ernesto Ognibene

Ernesto Ognibene

ASLAF È EDECERP EHC ESARF A L LA FRASE CHE SEGUE È VERA

Vero/Falsa

Per realizzare questo manifesto mi sono ispirato al famoso simbolo cinese dello Ying & Yang. Esso è la rappresentazione di un equilibrio tra due opposti che hanno

radice l’uno nell’altro, che diminuiscono e crescono, si respingono e si attraggono, si trasformano, si consumano e si sostengono a vicenda. Così ho voluto dimostrare

come qualsiasi dato di fatto è un equilibrio instabile e un principio che non può esistere senza la sua controparte.

Nasce il 1 febbraio 1985 a Senigallia; ha conseguito la maturità scientifica; è iscritto con orgoglio all’ISIA di Urbino.

05
_ Andrea Massaccesi

Nata a Gubbio, frequenta il Liceo Scientifico “R. Casimiri” di Gualdo Tadino. Nel 2007 si è iscritta all’ISIA di Urbino .

Nata a Pordenone risiede a Castions di Zoppola. Frequenta L’Istituto d’Arte di Cordenons “Progetto Michelangelo” con indirizzo in grafica. Ha partecipato e vinto concorsi grafici e fotografici.

Nata a Pordenone, ma vive a Cordenons dove ha frequentato L’Istituto d’Arte “Progetto Michelangelo” con indirizzo in grafica. Ha partecipato, classificandosi sempre tra i primi posti a concorsi grafici e fotografici.

_ Benedetta Riccardini

_ Laura Pizzato

_ Silvia Odorico

Andrea Massaccesi Benedetta Riccardini Laura Pizzato Silvia Odorico

Tasselli Sovrapposizione Bicromia

Il manifesto, realizzato con l’ausilio del computer e della fotocamera digitale, è concepito sulla base delle proporzioni auree e sull’interpretazione della frase “l’enunciato che segue è vero, l’enunciato che precede è falso”. A tal proposito, per quel che concerne il punto di vista fotografico, si è scelto di rappresentare due gemelli (nel nostro caso Andy e Luca ) i quali affermassero entrambi di essere Andy. L’osservatore non è spiazzato solo dalla somiglianza dei soggetti ma anche dal fatto che

entrambi sostengono la veridicità dei cartelli. L’impossibilità di individuare la correttezza di uno dei due enunciati è data dalla loro interdipendenza e dal fatto che coesistono. L’osservatore potrebbe continuare all’infinito ad analizzare una frase o l’altra senza giungere ad una conclusione univoca. Il nesso tra il koan e la rappresentazione ad esso assegnata, è stato dato dallo stravolgimento del rapporto tra il colore verde (normalmente associato ad un’ affermazione corretta) e il termine“falso”; tra il

colore rosso (normalmente associato ad un’ affermazione errata) e il termine “vero”. Il carattere scelto “will e grace” nel quale maiuscole e minuscole si alternano, escludendo qualsiasi norma tipografica, incrementa la confusione nell’osservatore. In ultimo, nella composizione della scena, l’utilizzo di abiti diversi da parte dei soggetti avrebbe potuto interferire. Si è scelto così una raffigurazione in intimo, che mettesse a nudo la mancanza di differenze tra i due modelli.

Nato a Formigine e cresciuto a Spezzano di Fiorano ha frequentato l’Istituto Statale d’Arte “A.Venturi” di Modena con indirizzo in Comunicazione Visiva. Si classifica primo al concorso “Ninfea”. Partecipa a diverse mostre e concorsi fotografici come: “ Fiera del gusto”, “Molteplice”, “Festival della Filosofia” e “Tra natura e scienza”.

06
_ Andrea Di Giorno

Nasce a Terni il 19 febbraio 1988, dove ha frequentato il liceo Classico “G.C. Tacito” ed ora è studentessa all’ISIA di Urbino. Ha vinto numerosi concorsi di giornalismo e il concorso internazionale indetto dal Centro di Studi Pirandelliani di Agrigento sul tema “Il fu Mattia Pascal tra cinema e letteratura”.

Nato nel 1988 a Castel S. Pietro Terme; ha conseguito il diploma di tecnico in grafica pubblicitaria a Bologna nel 2007. Frequenta il primo anno del corso di Progettazione Grafica e Comunicazione Visiva presso l’ISIA di Urbino.

Nata nel 1988 a Camposampiero, ha frequentato il liceo scientifico “I. Newton” con indirizzo linguistico; è iscritta all’ISIA di Urbino, dove frequenta il primo anno del Corso di Progettazione Grafica e Comunicazione Visiva.

_ Elena Panetti

_ Mattia Rosa

_ Sophia Marostica

Andrea Di Giorno Elena Panetti Mattia Rosa Sophia Marostica

Per poter gustare il tutto,
non cercare il gusto in nulla.

Per poter conoscere il tutto,
non volere sapere nulla.

Per poter possedere il tutto,
non voler possedere nulla.

Per poter essere tutto,
non voler essere nulla.

Per giungere a ciò che ora non godi,
devi passare per dove non godi.

Per giungere a ciò che non sai,
devi passare per dove non sai.

Per giungere al possesso di ciò che non hai,
devi passare per dove non hai.

In questa nudità lo spirito, trova il suo riposo, perchè non bramando nulla, nulla lo appesantisce nell’ascesa verso l’alto, nulla lo sospinge verso il basso, perchè è nel centro della sua umiltà. Quando invece, brama qualcosa, proprio in essa si affatica.

Salita al Monte Carmelo di S. Giovanni della Croce

Per giungere a ciò che non sei,
devi passare per dove non sei.

Quando ti fermi su qualcosa,
tralasci di slanciarti verso il tutto.

Se vuoi giungere interamente al tutto,
devi rinnegarti totalmente in tutto.

E quando tu giunga ad avere il tutto,
devi possederlo senza voler nulla.

Salita al Monte Carmelo

La nostra interpretazione grafica della poesia di San Giovanni della Croce si basa sull’illustrazione data da un grafico del Santo allo stesso componimento. Infatti abbiamo inteso la salita al monte Carmelo come un percorso ad ostacoli dell’anima che può trovare pieno compimento solo con l’estasi della contemplazione del divino.

Il percorso d’ascesi consta di versi contraddistinti dal colore nero (che corrispondono al “tutto”) e di versi di colore bianco, colore che nella stampa corrisponde al nulla, all’assenza. Le prime tre strofe sono poste in basso come tre diverse diramazioni di una stessa strada, quella dell’animo umano; delle tre strade

però le due laterali risultano vicoli ciechi, mentre la centrale porta alla mistica visione. Seguendo la linea tratteggiata di rosso come un pirata segue i segni su una mappa si giunge al tesoro, al completamento dell’individuo, conseguenza della compenetrazione col divino.

Nata nel 1988 a Ferrara, ha frequentato un liceo artistico ad indirizzo grafico con il quale ha partecipato a svariati concorsi di Grafica. Frequenta l’ISIA di Urbino

07
_ Lara Vergata

Nato nel 1986 a Firenze, si diploma in Grafica Pubblicitaria e Fotografia all’Istituto d’Arte di Firenze; ha vinto vari premi in concorsi di grafica, fotografia e scrittura. Frequenta l’ISIA di Urbino.

_ Luca Mancini

Lara Vergata Luca Mancini

Per giungere a ciò che ora non godi

Per giungere a ciò che non sai

Devi passare per dove non godi
Devi passare per dove non sai
I ne bra tro n q ll’a ma va ues sc nd il s ta es o uo nu a n v u r d Q n ve e lla ip ità ua el c rso rso , nu oso lo s l , n e i l pr do ntr l ba ’alto la lo per piri o pr inv o d sso , nu ap ché to, io ec ell , p lla pe no in e b a s erc lo sa n n e ss ram ua u hé so tis a s a m è sp ce in i aff qua iltà. ge at lco ica s . a,

Per poter essere tutto Non voler essere nulla

Per poter gustare il tutto Non cercare il gusto in nulla

Per giungere a ciò che non sei

Per poter conoscere il tutto

Devi passare per dove non hai

Se tra Qu la a de vuo sci ndo E vi i g di ti q r i de uan inn ung slan ferm vi do eg ere cia i po t art in rt su ss u g i t te i ve qu ed iu ot ra r al er ng alm m so co lo a a e en il sa se d nte te tut , nz ave i al to a v re n t tu . ol il ut tto er tu to , nu tto . lla ,
Devi passare per dove non sei Per giungere al possesso di ciò che non hai

Non voler possedere nulla

Non voler sapere nulla

Per poter possedere tutto

Salita al Monte Carmelo

Abbiamo analizzato il testo in: il significato ed il significante. Per il primo è centrale il concetto di rinuncia, base del voto di povertà e del sacrificio di Cristo, la rinuncia dell’io per giungere alla salvezza del tutto. Questo è in forte parallelo con il buddismo, nel rapporto tra l’io e il tutto, rinuncia=illuminazione. Nel secondo è ben comprensibile la totale simbiosi tra significato e significante. il continuo contrasto tra azione e negazione, tra un verso ed un altro, per realizzare

il medesimo scopo, gli attacchi e le terminazioni dei versi si alternano in rima nella prima strofa, mentre nella seconda le terminazioni sono identiche, nella terza la terminazione del primo verso si collega all’ultimo ed i 4 versi al centro hanno terminazioni identiche, infine l’ultima strofa scioglie tutte le rime ed i rimandi sono solo tra significati opposti nel senso di alcune frasi e più marcatamente in alcune parole. Si noti la ripartizione in strofe il cui numero di versi è rispettivamente di: 8-8-6-8,

8 come (2) alla terza, o come 2 x 3 = 6, 3 come le strofe presenti con 8 versi, o come un triangolo forma base per indicare il monte ed il concetto di ascensione. Ma anche 2 x 4=8 o 2 + 4=6, e ancora 4 multiplo di 2, il 2 che sta al concetto di divisione, di doppio, tesi e antitesi, il codice binario; e 4 come le strofe della poesia, come i bracci della croce, come le coordinate direzionali: nord - sud - ovest - est . Questo sistema ha una grande ciò rispetta le teorie dei mistici, corrente alla quale San Giovanni della

Croce apparteneva, teorie che vedevano il cosmo come un unico corpo. Quindi gli opposti esistono in funzione reciproca, senza il concetto di bene non potrebbe esistere il concetto di male, ed il contrario, l’uno è il limite dell’altro per cui essi si definiscono a vicenda. Partendo da ciò abbiamo sviluppato l’impaginazione sullo schema di un noto gioco origami, la cui forma base è il quadrato, dal quale sono empiricamente deducibili le piegature, un sistema organico simile a quello di Fibonacci. Il

Per giungere a ciò che ora non godi

Per giungere a ciò che non sai

Devi passare per dove non godi
Devi passare per dove non sai
I ne bra tro n q ll’a ma va ues sc nd il s ta es o uo nu a n v u r d Q n ve e lla ip ità ua el c rso rso , nu oso lo s l , n e i l pr do ntr l ba ’alto la lo per piri o pr inv o d sso , nu ap ché to, io ec ell , p lla pe no in e b a s erc lo sa n n e ss ram ua u hé so tis a s a m è sp ce in i aff qua iltà. ge at lco ica s . a,

Per poter essere tutto Non voler essere nulla

Per poter gustare il tutto Non cercare il gusto in nulla

Per giungere a ciò che non sei

Per poter conoscere il tutto

Devi passare per dove non hai

Se tra Qu la a de vuo sci ndo E vi i g di ti q r i de uan inn ung slan ferm vi do eg ere cia i po t art in rt su ss u g i t te i ve qu ed iu ot ra r al er ng alm m so co lo a a e en il sa se d nte te tut , nz ave i al to a v re n t tu . ol il ut tto er tu to , nu tto . lla ,
Devi passare per dove non sei Per giungere al possesso di ciò che non hai

Non voler possedere nulla

Non voler sapere nulla

Per poter possedere tutto

gioco a seconda di come si apre mostra diverse facce con i primi 4 versi, ognuna alzandola scopre un altro verso, fino ad aprire completamente il gioco. Dato che nella poesia si formulano le frasi in base alle supposte richieste dell’interlocutore, le richieste, sono nelle prime facce e disposte in modo che le assonanze o divergenze siano alla massima capacità espressiva per all’accostamento reciproco dei versi. Le risposte, e versi successivi sono al di sotto delle

domande, le successive 2 strofe seguendo lo schema si dispongono l’una all’inverso dell’altra coerentemente con il loro significato. Per dare maggior risalto all’impaginato abbiamo adottato un fondo tutto giocato sul bianco e sul nero, due colori opposti, che se pur inversamente, sia in occidente che in oriente significano vita oppure morte. Le molte combinazioni ci hanno indotto a presentare due versioni, una basata sul concetto di opposizione, positivo e negativo,

delle rispettive parti speculari, con bianco e nero, sistematicamente e coerentemente sia che lo si legga dall’esterno all’interno che all’inverso, aperto o chiuso mostra duplicità. L’altra basata invece sull’idea di direzione e di percorso suggerito dal codice binario, ad un nero deve seguire un bianco e così via, guidando il fruitore nell’aprire il foglio mostra infine uno schema a forma di croce al cui interno è individuabile il triangolo nero che ricorda il monte. Il tutto è racchiuso in una scatola anch’essa basata

su un sistema di piegature a base quadrata, i moduli che la compongono sono identici e si basano sugli stesi principi del foglio impaginato, per cui le piegature sono sequenziali e deducibili, ed i vari pezzi si incastrano senza l’ausilio di colla. Il risultato finale è semplice, coerente, ricco di significati, tutto viene giocato nell’impaginazione nel senso autentico di questa parola, il testo è protagonista, origine e causa del prodotto per portarlo ai suoi massimi livelli espressivi.

_

ISIA Urbino | 2008

Related Interests