Comune di Pisa

Monitoraggio del mandato di programma suddiviso sulla base dei singoli CTP. Elenco delle cose fatte e delle cose in propgramma. In conclusione appendice della suddivisione delle cose fatte per aree tematiche

PRIMA SEZIONE – Schede di sintesi degli interventi effettuati, in corso d’opera e programmati nei singoli quartieri

Ctp 1 – Scheda sintetica degli interventi effettuati, in corso d’opera e programmati nelle aree di competenza del CTP 1
C.T.P. 1 Marina di Pisa - Tirrenia - Calambrone Sede: Via Flavio Andò, 3 (Marina di Pisa)

Le realizzazioni nei primi tre anni
Inaugurata la nuova area camper a Marina Avviati I lavori per la realizzazione del Porto di Marina Proseguita l’opera di urbanizzazione e di riqualificazione di Calambrone Realizzato il parcheggio “verde” di via dell’edera Viabilità d’ingresso a Marina Installate le isole ecologiche interrate Realizzate una nuova scuola materna e un asilo nido a Marina Realizzata la nuova illuminazione a Tirrenia Progetto nuovo piano di salvamento e protezione civile per l’estate 2011 Rifacimento di parte dell’illuminazione delle piazze di Marina

Progetti e Lavori in corso o di prossimo avvio
Completamento opere di urbanizzazione su tutto il viale del tirreno Lavori per la fognatura nera a Marina Completamento pista ciclabile del litorale Completamento sede CTP1 Nuova area Fitness a Tirrenia Realizzazione primo lotto della riqualificazione del Viale del Tirreno di Calambrone Piano particolareggiato del lungomare Organizzazione del traffico su tre corsie Installazione bagni pubblici a Marina

Azioni Prioritarie per il futuro
Nuovo Lungomare Marina Marchio del litorale pisano per Marketing territoriale Piano della mobilità del litorale Realizzazione del Parcheggio scambiatore di Calambrone Piano di completamento dei marciapiedi a Marina Rotatoria a San Piero a Grado Abstract Importanti progetti di riqualificazione mirano ad un rilancio del litorale, tutta l’area compresa tra Marina e Calambrone è interessata da progetti e interventi destinati a riqualificare turisticamente la costa Pisana. Sono partiti, e procedono celermente, i lavori per la realizzazione del Porto Turistico a Marina di Pisa. Si tratta di una realizzazione attesa da così tanto tempo da essere entrata nel novero delle opere che non si

sarebbero mai dovute realizzare, i lavori sono invece iniziati nel 2010, e si prevede di avere i primi posti barca già per la prossima estate. Il Porto comporta una riqualificazione di tutta l’area, con nuove prospettive di crescita economica legate al turismo nautico. Un area camper, con oltre 200 posti disponibili, è stata realizzata lungo il viale D’Annunzio, aggiungendo un’altra importante infrastruttura utile al turismo. Proseguono i lavori a Calambrone, dove si procede al recupero delle vecchie Colonie, e dell’area di servizio delle Colonie, si tratta di uno degli interventi urbanistici più importanti d’Italia per le caratteristiche che lo contraddistinguono, sull’area sono stati attratti investimenti per oltre 20 milioni di euro. Tutta Calambrone è oggi un cantiere, dove si può intravedere quello che sarà a breve la nuova “Calambrone” con alberghi, centri benessere, residence, ma anche importanti interventi destinati al sociale; sempre a Calambrone si sono previsti interventi di tipo residenziale e di alloggi ERP. Si è poi intervenuti in questi anni, a più riprese, con importanti opere infrastrutturali per migliorare la qualità urbana di Marina e Tirrenia. Si è realizzata una buona parte della rete fognaria ed è in fase di definizione la convenzione con ATO2 per l’affidamento dei lavori della fognatura nera a Marina. E’ stata rifatta l’illuminazione pubblica nel centro di Tirrenia, si sono effettuati interventi sulle piste ciclabili,completata quella nell’area di Calambrone. Diversi gli interventi ordinari e straordinari di riqualificazione stradale. Sul Litorale sono state collocate le prime isole ecologiche interrate, come oramai avviene nelle principali località turistiche europee,che consentono di gestire la raccolta dei rifiuti evitando (specie d’estate) cattivi odori e la vista di antiestetici cassonetti dell’immondizia, si è poi avviata la raccolta differenziata porta a porta presso i ristoranti e gli stabilimenti balneari. Si è realizzata la rotatoria d’ingresso a Marina. Entro il 31/12/2012 si dovrà concludere la progettazione e procedere all’affidamento dei lavori, per il completamento delle opere di urbanizzazione complessive del viale del Tirreno. Interventi di manutenzione delle aree a verde lungo il litorale e di riqualificazione dell’area a verde in prossimità del Teatro Americano di Calambrone sono invece programmati per il prossimo autunno-inverno. Procedono i lavori di completamento della nuova sede del CTP1, e sono prossimi alla conclusione i lavorio per la realizzazione di una nuova area Fitness a Tirrenia, l’area sarà realizzata su modello di quella già esistente sul viale delle Piagge, con attrezzi moderni e funzionali, aree a verde, arredi di supporto.

Schede di Sintesi
Porto di Marina
Proseguono, nel rispetto dei tempi preventivati, i lavori nel cantiere del Porto turistico di Marina di Pisa, iniziati il 27 Aprile del 2010 se ne prevede la conclusione entro l’estate del 2012. . Ad oggi sono state già realizzate parti importanti della futura struttura portuale. Dove oggi vediamo il cantiere (all’interno del quale per garantire il rispetto dei tempi sono impegnati 70 persone, 20 camion, 2 autogrù da 40 tonnellate, 2 ruspe, 3 sollevatori telescopici) già nella prossima estate vedremo 344 posti barca, 430 posti auto, con una realizzazione importante per il futuro turistico ed economico di Marina.

RIQUALIFICAZIONE AREA di Calambrone
Continuano gli interventi per la riqualificazione dell’area di Calambrone, sono in corso i lavori di urbanizzazione dal vione Vannini alla fine del centro abitato, sono stati avviati i lavori di riqualificazione della zona est (quella occupata dall’ex centro servizi delle colonie), 20 milioni di Euro di investimento su una superficie di tre ettari, per quella che si presenta come una delle riqualificazioni urbanistiche più interessanti a livello nazionale. Completata la fognatura bianca e nera, in via di completamento la pista ciclabile, completati i marciapiedi lato mare. A settembre del 2010 sono terminati i lavori di recupero del teatro all’aperto dell’ospedale Americano, e sono previsti entro il 2011 l’avvio dei lavori per il completamento dell’area occupata dal teatro, con la realizzazione di infrastrutture di servizio ( bagni e bar). Previsti nel triennio 5 milioni di euro per il completamento della riqualificazione (parcheggi, rotatorie, marciapiedi, aree a verde, illuminazione pubblica) di tutto il lungomare, dal vione del Vannini allo Scolmatore.

Lavori pubblici effettuati e IN CORSO sul litorale
E’ in corso di completamento la realizzazione della fognatura nera e Bianca, l’acquedotto e la nuova rete del gas per oltre 5.000.000 di euro. Completata la nuova viabilità di accesso a Marina collegata ai lavori di realizzazione del porto turistico. Effettuato il rifacimento di alcuni marciapiedi in Marina (via Dell’Ordine, via Ciurini, via Don Mander), e a Tirrenia (via dell’Edera, via delle Orchidee, piazza dei Fiori). Entro il 2011 partiranno i lavori di fognatura nera di Tirrenia in via dei Castagni e via degli Alberi. Realizzata e inaugurata la pista ciclabile da Tirrenia al Vione del Vannini e in corso di realizzazione il secondo tratto da vione del Vannini allo Scolmatore. Realizzate opera di manutenzione del verde e dell’arredo urbano da Marina al bagno Lido per 140.000 euro. Realizzato e inaugurato un nuovo parcheggio verde in via dell’Edera per 200 posti. Istallati nuovi pali dell’illuminazione pubblica in sostituzione dei vecchi pali in cemento. Sono stati realizzati interventi di urbanizzazione ( Reti Telecom, metano, acquedotto, parzialmente fognatura) dell’area di calambrone. A Tirrenia è stato recentemente effettuato un intervento di rifacimento dell’illuminazione pubblica. Sempre a calabrone è stata completata (eccetto 450ml di cordolo in prossimità delle stazioni di sollevamento) la pista ciclabile. Sono in corso d’opera o in programma per i prossimi mesi numerosi interventi su più aree del Litorale: proseguono i lavori di urbanizzazione a Calambrone, è in corso il completamento della rete fognaria (rimangono ancora da realizzare 400ml di fognatura e tre stazioni di sollevamento). Passaggi pedonali in quota sono stati realizzati in via Pisorno, , via F.Andò, e nei pressi della scuola elementare in via dell’Ordine. Da eseguire entro dicembre 2011 interventi di realizzazione e riqualificazione di marciapiedi in via Don Mander, via Ciurini. Entro il 31 Dicembre 2012 devono essere affidati i lavori per il progetto complessivo del viale del Tirreno, con il completamento delle opere di urbanizzazione. Sono in corso di realizzazione i lavori di completamento della sede del CTP1.

Teatro Americano di Calambrone
E’ stato inaugurato a settembre 2010 il Teatro dell’Ospedale Americano a Calambrone, capace di ospitare 850 spettatori, la struttura ha ospitato già due spettacoli. Per il 2011 sono in programma la realizzazione di servizi di supporto ( bar e bagni).

Area Camper
E’ stata realizzata una nuova area camper a Marina di Pisa, lungo il Viale D’Annunzio per 200 posti .

Riqualificazione di Tirrenia
Adottato il piano attuativo, come primo passaggio fondamentale: se ne prevede l’approvazione definitiva entro poche settimane non appena sarà completata l’ipotesi progettuale di riqualificazione del Parco Centrale e delle Piazze Belvedere e dei Fiori di Tirrenia, da pedonalizzare, nonché il sottoattraversamento della piazza e le ipotesi più complessive sulla mobilità a Tirrenia.

Protezione Civile per il litorale
E’ stato predisposto il nuovo piano per la sicurezza in acqua sul litorale, è stata predisposta una convenzione tra Vigili del Fuoco, Pubblica Assistenza e Croce Rossa, che opereranno congiuntamente alla Capitaneria di Porto. Stabiliti 3 presidi: 2 sulle spiagge di ghiaia e 1 in via Tullio Crosio.

INVESTIMENTI SULL’EDILIZIA SCOLASTICA
Sono stati realizzati interventi di riqualificazione dei giardini delle Viviani e dell’ asilo nido a Marina, con la predisposizione di aree gioco; una nuova scuola materna ed un asilo nido a Marina a settembre del 2010.

EDILIZIA RESIDENZIALE E ERP
Il progetto dell’ex ospedale americano di Calabrone prevede la realizzazione di alloggi per il libero mercato, di 20 alloggi a canone concordato ed altri 20 alloggi ERP che sono attualmente in costruzione. I 20 alloggi a canone concordato sono stati assegnati a giugno 2011.

Isole ecologiche interrate
Tra Marina di Pisa e Tirrenia sono state posizionate diverse postazioni sotterranee di “cassonetti”. Ormai le località turistiche più rinomate e le città europee più avanzate utilizzano questa modalità di raccolta che consente vantaggi indiscutibili: sia sul fronte dell’impatto visivo, in quanto cancellano la presenza del cassonetto tradizionale, che certamente non costituisce un elemento qualificante sul fronte della qualità e del decoro urbano, ma soprattutto elimina gli odori e il degrado tipici dell’ attuale metodologia di raccolta, in particolare nei periodi caldi dell’anno.

Bandiera Blu confermata
Confermata la Bandiera Blu su tutto il litorale pisano, da Marina di Pisa, a Tirrenia, fino al Calabrone. L’ambito riconoscimento è stato riconfermato dalla Fee-Foundation for environmental education (Fondazione europea per l’educazione ambientale) che ha premiato ancora il nostro litorale per “qualità delle acque, qualità della costa, servizi, e più in generale per la qualità ambientale e le relative campagne di educazione”.

Circoscrizione 1 di Marina
In via di completamento i lavori, è stata realizzata una sede ponte funzionale a garantire le funzioni decentrate nella scuola media N. Pisano. Attivazione di iniziative per l’uso sociale degli spazi al piano terra

Piano della mobilità del litorale
E’ all'attenzione del Parco di S.Rossore il piano complessivo della mobilità del litorale. Il piano ha l’obiettivo di alleviare la pressione del traffico attraverso nuove previsioni viarie e parcheggi scambiatori. Si dovrà procedere alle opportune varianti al Piano di gestione del Parco.

SPETTACOLO&CULTURA – Cartellone eventi estivi
Si ripropone il cartello di eventi Marenia, quest’anno con il coinvolgimento del Teatro Verdi. E’ stato infatti siglato un Protocollo d'Intesa triennale tra Comune di Pisa, Camera di Commercio, Confcommercio, Confesercenti, Proloco del Litorale Pisano e Fondazione Teatro di Pisa con lo scopo di dare più ampio respiro alla manifestazione ed attrarre un maggior numero di turisti sul lungomare pisano. Quest’anno molti gli appuntamenti importanti: Nomadi, “Amici in Tour”. Prosegue anche quest’anno l’iniziativa “Poltrone sdraio narranti” con presentazioni di libri ed incontro con autori negli stabilimenti balneari del litorale, il tutto accompagnato da buona gastronomia garantita da Slow food. Il 12 Agosto notte Bianca a Tirrenia. Dal 30 Giugno riapre il cinema all’aperto CIAK con un proprio programma di proiezioni.

CTP 2 – Scheda sintetica degli interventi effettuati, in corso d’opera e programmati nelle aree di competenza del CTP 2
CEP - Barbaricina - P.ta a Mare - S. Rossore - San Piero - La Vettola Sede: Via Donizetti (CEP)

Le realizzazioni nei primi tre anni di mandato
Inaugurato il Giardino Santa Lucia a La Vettola Realizzato il percorso ciclopedonale a S. Piero a Grado Realizzato un nuovo parcheggio in via Rook (ex gatto verde) Ultimati i lavori di ristrutturazione del Centro Sociale ex Toti Aperto un Asilo notturno in via Conte Fazio (Progetto Homeless) Realizzati i lavori della Bretella Aurelia Aurelia: realizzati interventi su asfalto e messa in sicurezza Inaugurato “Sol Maggiore”, il campo fotovoltaico dei Navicelli Realizzate le prime infrastrutture del Progetto Apea-Navicelli Corte Sanac: realizzato il recupero area con la realizzazione di un centro commerciale Inaugurata la nuova Pista dell’ippodromo Realizzati interventi per la sicurezza idraulica di Pisa Sud Installazione nei quartieri di Dissuasori (in accordo al Piano Zona 30) Inaugurata 2° Darsena Messa in sicurezza dei sottopassi

Progetti e lavori in corso o di prossimo avvio
Avviati i lavori per la realizzazione di 42 nuovi alloggi ERP al CEP Aperti i cantieri per la realizzazione di 350 nuovi alloggi in Porta a Mare, nell’area ex Saint Gobain Sono in corso i lavori per la riorganizzazione della viabilità a Porta a mare Aggiudicati i lavori per il primo lotto della Cittadella sportiva al CEP Elettrosmog: saranno realizzati nell’estate (luglio/agosto) i lavori di schermatura sulla scuola Presentata una proposta ad IKEA per l‟apertura di un nuovo punto vendita nell‟area dei Navicelli Illuminazione Ponte del CEP Programmata la realizzazione di sei nuove rotonde sull‟Aurelia: Progetto Potenziamento Viabilità Pisa Ovest (inizio in autunno dei lavori della rotatoria all‟incrocio con via A. Pisano) Riapertura Incile Previsti per dicembre 2011-aprile 2012 interventi di riqualificazione presso la scuola Novelli Riqualificazione area Limitrofa al Ctp2 con giochi per bambini Realizzazione di una ludoteca al CEP Realizzazione nuova piscina comunale con impianto agonistico Battello per Turismo sui Navicelli Riqualificazione Area ex Piaggio Intervento di ripristino delle scossaline di rame e dei pluviali presso scuola Montessori

Azioni prioritarie per il futuro
Acquisto della “Polveriera”, siamo in attesa dell’inserimento negli elenchi previsti dal Federalismo demaniale Secondo lotto e completamento cittadella sportiva CEP Riqualificazione via Livornese, La vettola, San Piero a Grado e realizzazione fognaura nera Completamento Riqualificazione canale Navicelli in area APEA Polo Tecnologico in area ex Piaggio Trasferimento della Caserma Bechi Luserna e realizzazione del nuovo terminal turistico Potenziamento Farmacie Comunali(Servizi Cup) Progetto Viabilità Pisa Ovest (Progetto Tangenziale Ovest) Ampliamento del Cimitero di San Piero Abstract L’area di competenza del CTP 2 è ampia, interessa i due versanti della città (mezzogiorno-Tramontana) raggruppando zone con caratteristiche urbanistiche fortemente eterogenee: CEP, Barbaricina, Porta a Mare, San Piero, La Vettola. Gli interventi in corso d’opera e i progetti in via di realizzazione interessano più zone, sono interventi che mirano ad una riqualificazione delle infrastrutture, e alla creazione di aree di aggregazione sociale, attività sportiva. Al CEP si avvia la realizzazione di una delle tre cittadelle dello sport decise dall’Amministrazione, lo scorso 14 giugno si è tenuta la gara d’appalto per il primo lotto, con l’aggiudicazione provvisoria, si prevede di completare l’esecuzione dei lavori per l’estate 2012. In Piazza Giovanni XXIII, all’interno di fondi ex ATER, sarà realizzata una Ludoteca, uno spazio di aggregazione e ritrovo per bambini, attrezzato, che svolgerà un’importante funzione sociale nel quartiere. Sarà poi possibile individuare un’area idonea ad accogliere un “urban Fitness”, simile a quello già realizzato sul viale delle Piagge nel quartiere CEP. Alla necessità di creare centri aggregativi, ludoteche, ed aree a verde attrezzate si è risposto anche alla Vettola, dove si è inaugurato il Giardino Santa Lucia, realizzazione interessante anche per le soluzioni Green trovate per renderlo autosufficiente energeticamente. Un’altra esigenza che ha trovato risposta è quella residenziale, con interventi per la realizzazione di alloggi ERP (42 nuovi alloggi al CEP), e interventi invece per la realizzazione di nuovi insediamenti residenziali, che offrono la possibilità di immettere sul mercato nuovi alloggi. Con i “piani di riutilizzo” l’amministrazione Comunale ha intrapreso una politica di recupero di aree dismesse e da bonificare, per consentire una ripresa dello sviluppo edilizio a consumo zero di territorio, un esempio sono gli interventi che si stanno realizzando a Porta a Mare dove su terreni occupati dalla ex Saint Gobain sono stati aperti i cantieri per la realizzazione di 350 nuovi alloggi ( di diverse tipologie, molti pensati anche per giovani), nell’ex complesso industriale dell’IRI è stato invece recuperato un ampio spazio che ospita attività commerciali, grande distribuzione , ed ospita sedi associative e uffici. Un discorso a parte merita l’area del Canale dei Navicelli, che si caratterizza sempre più come area produttiva “Green” con una chiara propensione all’innovazione hitech e alla produzione di energia da fonti rinnovabili. Qui si è realizzato, grazie a Toscana Energia, “Sol Maggiore” uno degli impianti Fotovoltaici più grandi d’Italia, e si sta procedendo alla riqualificazione dell’area industriale in area APEA (Area Produttiva Ecologicamente Attrezzata). Nella variante urbanistica è prevista la cessione dell’area Piaggio per la realizzazione di un polo tecnologico con vocazione hitech e green energy. Un intervento strategico, di grande importanza è poi l’apertura dell’Incile, l’opera consentirà la creazione di una via d’acqua che dal mare, passando attraverso il canale dei Navicelli per poi risalire l’Arno consentirà alle imbarcazioni di accedere al centro storico di Pisa. Importanti interventi di riqualificazione della viabilità sono poi in corso in buona parte delle aree di competenza del CTP2

SCHEDE DI SINTESI

Giardino S.Lucia e centro aggregativo
Inaugurato il giardino S.Lucia alla Vettola, con strutture ludiche per bambini, aree attrezzate e spazi aggregativi. Il parco è energeticamente autosufficiente attraverso illuminazione alimentata a pannelli solari ed il ricorso a Led. Sempre a la Vettola si è realizzata la Riqualificazione del centro aggregativo per anziani fragili

Piste CICLABILI
Terminati i lavori per la realizzazione del percorso ciclopedonale di collegamento della Basilica di San Piero al cimitero (progetto del bilancio partecipato). La ridefinizione del collegamento tra centro e CEP, attraverso la sistemazione del percorso già esistente. La Messa in sicurezza della pista che collega il Parco di San Rossore con il Duomo progettando una pista ciclo-pedonale in sede propria, di larghezza adeguata

ALLOGGI ERP
Approvazione da parte della Regione Toscana del progetto per la costruzione di 42 nuovi alloggi di ERP e la contestuale realizzazione degli impianti sportivi al CEP, per una spesa di 7 milioni e 200 mila euro. I lavori di costruzione delle case sono cominciati a gennaio 2011. Mentre sono stati affidati i lavori per la realizzazione dei campi sportivi che inizieranno entro l’estate. Il completamento dei lavori dei campi sportivi è previsto per giugno 2012. Assegnati 130 alloggi ERP e Consegnati 31 appartamenti a canone concordato

Interventi sull’edilizia scolastica.
Aggiudicato il bando per la schermatura contro l’elettrosmog sulla scuola elementare Toti di Barbaricina (60.000 euro d’investimento), il contratto con la ditta che si è aggiudicata i lavori prevede che se l’intervento non abbatterà l’elettrosmog la dittà non verrà liquidata. Finanziato intervento di messa in sicurezza della scuola media “Castagnolo” in S. Piero, programmato intervento (Dicembre 2011-aprile 2012) di riqualificazione delle Scuole “Novelli” dove è previsto il rifacimento del tetto e il rifacimento degli intonaci dei solai oltre ad alcuni interventi relativi alla pensilina e bagni. Presso la scuola Montessori sarà effettuato il ripristino delle scossaline di rame e dei pluviali oggetto di furto nelle settimane scorse.

impianti sportivi AL CEP
La Variante al Regolamento Urbanistico, approvata definitivamente dal Consiglio Comunale l’11 Dicembre 2009, cerca di rispondere positivamente alla domanda di nuovi e più funzionali impianti sportivi. E’ stata cosi prevista la realizzazione di tre cittadelle dello sport, una delle quali al CEP. La cittadella dello Sport sorgerà nell’area compresa tra via Vecellio, via Pierin del Vega, via dell’Argine e le abitazioni che costeggiano via delle Lenze. Saranno realizzate una palestra per il pugilato, una per il canottaggio con le dotazioni specifiche di ciascuno sport, oltre che un campetto di calcetto. L’intervento è articolato in due lotti. Nel primo vengono realizzate gran parte delle opere di urbanizzazione e l’impianto sportivo per il calcetto a 7. Con il secondo lotto si prevede invece la realizzazione delle palestre del canottaggio e pugilato e dei relativi

spogliatoi, nonché i relativi spazi verdi ed i parcheggi. Il progetto prevede una spesa complessiva di €. 3.180.000,00 di cui €. 1.280.000,00 relativi al primo lotto ed €. 1.900.000,00 per il lotto n. 2 E’ prevista in città la realizzazione di 4 aree “Urban Fitness” una delle quali localizzabile nel quartiere CEP.

PISCINA COMUNALE E IMPIANTI SPORTIVI
E’ stato prevista la realizzazione di una nuova Piscina Comunale per rispondere alla crescente domanda di strutture per il nuoto, i nuovi impianti e la realizzazione di un impianto capace di ospitare competizioni agonistiche.

Ludoteca al CEP
Una ludoteca sarà realizzata in Piazza Giovanni XXIII°, in fondi ex Ater idonei ad accogliere i bambini anche nei mesi invernali.

Parcheggio via Rook
Realizzato un nuovo parcheggio in via Rock a Barbaricina nell’area dell’ex Gatto verde, oltre 150 mila euro l’investimento tra acquisto dell’area e lavori di bonifica e realizzazione. Nella stessa area, che era appunto occupata in passato da uno dei circoli ricreativi storici della città, si è voluto inserire un nuovo centro per attività sociali.

Centro Sociale via Rook (ex scuola Toti)
Ultimati i lavori di riqualificazione dell’ex Toti per la realizzazione di un centro sociale, si è in attesa di definire l’assegnazione degli spazi alle associazioni.

Dormitorio di via Conte Fazio
Dopo aver inaugurato il nuovo asilo notturno per senza fissa dimora in via Conte Fazio, sede operativa del progetto Homeless, attivato con 1,7 milioni di euro d’investimento e il fondamentale contributo della Fondazione CariPisa, sono state fatte diverse assemblee con i cittadini del quartiere. L’orario del dormitorio è stato modificato e reso flessibile per venire incontro alle criticità segnalate. L’asilo notturno è in grado di ospitare venticinque persone con ulteriori 5 posti per l’emergenza freddo nel periodo invernale e 3 posti durante tutto l’anno dedicati alle situazioni di emergenza sanitaria. La struttura ha anche uno sportello d’ascolto, un centro diurno ed è stato al centro di varie iniziative di carattere sociale, culturale e sportivo sin dal momento della sua apertura. Ormai consolidata l’attività di sensibilizzazione ai temi della marginalità sociale e della povertà estrema condotta dal progetto Homeless con le scuole e i cittadini che ha visto confermata nel 2010 questa funzione, nell’ambito del programma nazionale del “Anno europeo per la lotta alla povertà e all’esclusione sociale” con l’approvazione del progetto “Diversamente Ricchi” da parte del Ministero delle Politiche Sociali.

Recupero ex “Polveriera”
E‟ in previsione l‟acquisizione dal Demanio della ex “Polveriera”, si attende l‟inserimento negli elenchi previsti dal Federalismo Demaniale ad oggi non pubblicati;

Recupero ex Teatro dei salesiani

Sorgerà una cittadella della solidarietà, con un nuovo emporio per la distribuzione alle persone bisognose dei pacchi spesa, negli spazi dell’ex cinema “20+1”. La struttura dell’ex cinema dei Salesiani, e di locali attigui, saranno completamente ristrutturate con un investimento di 1,4 milioni di euro, 400 mila saranno finanziati dalla Caripisa e 1 milione di euro arriveranno dall’Arcidiocesi di Pisa e dai fondi dell’otto per mille.

Bretella Aurelia
L’opera, i cui lavori di realizzazione sono iniziati nel febbraio 2007 e conclusi nel novembre 2008, riguarda il collegamento viario nella parte sud della città e mette in diretta comunicazione l’area cantieristica dei Navicelli, l’uscita Darsena della Fi-Pi-Li e l’area corrispondente allo scalo merci dell’Aeroporto G. Galilei. La nuova bretella allevia la pressione dei mezzi pesanti sul quartiere di San Giusto. La nuova viabilità, corredata da tre rotatorie, migliora l’efficienza e agevola lo scorrimento del traffico oltre a garantire una maggior sicurezza stradale.

Riapertura dell’INCILE
Grazie ad un accordo con la OLT si potrà dare il via alle procedure necessarie per l’avvio dei lavori di apertura dell'Incile sull'Arno. Già in ottobre si potrebbero aprire i primi cantieri, per concludere i lavori entro 18 mesi. L’opera consentirà di creare una via d'acqua, che dal mare, risalendo lungo il canale dei Navicelli e immettendosi in Arno consentirà alle imbarcazioni di raggiungere il centro storico di Pisa.

CANALE DEI NAVICELLI
Dragaggio del canale E’ Stato approvato, finanziato, e appaltato dalla regione Toscana un progetto per il dragaggio del canale e il recupero delle sponde per 2.400.000 euro. La regione Toscana ha appaltato ulteriori 2.400.000 euro (VI lotto) per il recupero delle sponde del canale. L’intervento è funzionale a consentire il passaggio e la movimentazione degli yatch di grandi dimensioni prodotti dalle attività cantieristiche del polo della nautica pisana CAMPO FOTOVOLTAICO “Sol Maggiore” Nelle casse d’esondazione dei Navicelli è stato realizzato “Sol Maggiore” un campo di coltivazione fotovoltaica che porta Pisa all’avanguardia nel settore della produzione di energie rinnovabili. L’impianto è realizzato da Toscana Energia su di un area, altrimenti non utilizzabile, del Comune. L’impianto ha una potenza di 3,7 Mw, una capacità produttiva stimata di oltre 5.000.000 Kwh annui, pari al fabbisogno energetico di 3000 famiglie. Il beneficio ambientale è notevole, stimabile in una riduzione di circa 3.750 t/anno di emissioni di CO2 . L’impianto ha gia avuto importanti riconoscimenti ed ha portato al comune di Pisa il prestigioso premio Pimby 2010. Il premio Pimby viene rilasciato a quelle amministrazioni che investono in infrastrutture, la giuria ha valutato l’impianto come un investimento ottimale che sancisce per altro il ruolo di Pisa come città laboratorio per la green economy. Nell’area, in prossimità dei pannelli, è stato collocato un pannello informativo che segnala quanta energia viene prodotta e quanto Co2 non emesso Progetto Apea (Area Produttiva Ecologicamente Attrezzata) Si è avviata la riqualificazione dell’area industriale dei Navicelli in area APEA. Il progetto prevede la realizzazione di impianti di produzione da energie rinnovabili per le imprese che gravitano nell’area del canale. Sono già state realizzate due importanti strutture la nuova pensilina fotovoltaica e la messa in opera dei pannelli fonoassorbenti in grado di assorbire anche energia solare. Sviluppo polo Area Piaggio Nella variante urbanistica è prevista la cessione di un’area nell’area lungo il canale dei navicelli per la realizzazione di un polo tecnologico per insediamenti di attività legate all’hi-tech e all’energia.

Su quest’area è stato presentato il Piano Attuativo che è attualmente in fase di conferenza dei servizi al termine della quale sarà adottato dalla Giunta. Proposta insediamento IKEA Il Comune di Pisa ha offerto la disponibilità di un’area sul Canale dei navicelli per l’insediamento di un nuovo punto vendita IKEA. L’Amministrazione Comunale si è resa disponibile ad anticipare una serie di interventi strutturali per migliorare l’accessibilità all’area. Sono state evidenziate tutte le potenzialità infrastrutturali di cui l’area gode. L’Amministrazione è in attesa di una risposta da parte del colosso Svedese.

Riorganizzazione della viabilità in Porta a Mare
Realizzazione di una rotatoria,e realizzazione di un tratto di pista ciclabile, oltre che un adeguamento delle aree a verde tra via Stampace e via di Porta a Mare.

SAINT GOBAIN ACCORDO
L’accordo, cha va ricordato avviene in un periodo di recessione economica, prevede nuovi investimenti per 100 milioni di euro da parte della Saint Gobain su gli impianti di Pisa e la realizzazione di un nuovo forno Float a minor impatto e consumo energetico, il nuovo coulter per i prodotti a più alta tecnologia, investimenti in formazione dei dipendenti. I nuovi investimenti salvaguardano i livelli occupazionali.

CTP 3 – Scheda sintetica degli interventi effettuati, in corso d’opera e programmati nelle aree di competenza del CTP 3
Le realizzazioni nei primi tre anni
Piazza XXV Aprile a Putignano Istituito un distaccamento di Polizia Municipale a Riglione Realizzato sistema di videosorveglianza ad Ospedaletto Installati tetti fotovoltaici su scuole a Putignano e Riglione Promosse due edizioni di “Coltano – cibo, cultura e cinema” Realizzata campagna nazionale di sensibilizzazione al recupero della Stazione Marconi di Coltano Eseguite azioni per la rimozione di campi rom abusivi (Ponte delle bocchette) Attivata nuova linea bus 16 per Ospedaletto Ampliate aree cimiteriali in Oratoio e Riglione, ristrutturato quello di sant’Ermete

Progetti e Lavori in corso o di prossimo avvio
Ricostruzione nuove case popolari in Sant’Ermete Nuova ara produttiva Pisa-Cascina Riorganizzazione spazi del mercato Ortofrutticolo di Ospedaletto Riqualificazione area produttiva di ospedaletto Conversione del Canile da sanitario a rifugio Rotatoria tra via Meucci e via Emilia (Ospedaletto) C.T.P. 3 Putignano - Riglione - Oratorio - Coltano - Le Rene Ospedaletto - S. Ermete Sede: Via Ximenes, 9 Completamento percorso ciclopedonale Piazza XXv Aprile-via Ximenes Riqualificazione viabilità in Coltano Riqualificazione degli Argini dell’Arno

Azioni Prioritarie per il futuro
Nuova Caserma dei Carabinieri di Riglione Realizzazione del nuovo Stadio a Ospedaletto Nuova Caserma ad Ospedaletto Nuova scuola materna a Putignano Recupero dell’ex Stazione Marconi e sua riqualificazione in incubatore d’imprese e centro per la formazione Nuova area a verde ad Ospedaletto

Abstract
Il ctp 3 comprende una serie di aree che si configurano come veri e propri quartieri, con una propria connotazione morfologica, sociale ed economica. Comunità che hanno proprie specificità, dislocate su un territorio con caratteristiche eterogenee. Sono compresi in questa area i quartieri di Putignano, Riglione e Oratoio; l’area di Coltano e di Le Rene, con caratteristiche di comprensorio rurale; il quartiere di sant’Ermete; l’area produttiva (industriale e artigianale) di Ospedaletto. Sono in corso interventi importanti di riqualificazione e riorganizzazione del territorio e di creazione di nuove infrastrutture in più aree comprese nel CTP3. Nel quartiere Sant’Ermete è in corso la ricostruzione delle vecchie case popolari: i vecchi edifici spariranno per lasciare il posto a un nuovo quartiere, con aree a verde, attraversamenti pedonali,posti auto, una trasformazione profonda che

riqualifica l’intera area. Continua lo sviluppo dell’area industriale di Ospedaletto, dove si andranno a realizzare nuovi importanti interventi, puntando sulla sostenibilità ambientale,con una riqualificazione dell’illuminazione, delle aree a verde e della viabilità. E’ in corso una razionalizzazione dell’utilizzo degli spazi del Mercato Ortofrutticolo, e si è intervenuti per migliorare il collegamento tra quest’area e il centro istituendo una nuova corsa autobus (la 16) e prolungando la corsa del 5. Sempre su Ospedaletto si andrà a realizzare una nuova caserma militare, moderna e funzionale, destinata ad ospitare i reparti provenienti da tre caserme del centro (Bechi Luserna, Artale e Curtatone e Montanara), e si prevede di insediare il nuovo stadio. Una nuova area Produttiva è poi in gestazione, nascerà tra Pisa e Cascina, interessando una superficie di oltre 60 ettari, anche in questo caso si guarda alla sostenibilità, e alla qualità dell’ambiente, sono infatti previste aree a verde, piste ciclabili, corridoi ecologici. Una riqualificazione complessiva, che non intende però snaturare la natura di comprensorio rurale, riguarda il territorio di Coltano, dove si porta avanti un grande progetto di recupero e riqualificazione della Stazione Marconi. L’edificio, che verte attualmente in uno stato di totale abbandono, rappresenta una importante memoria storica che si lega alle origini delle trasmissioni radio e che lega a Coltano il nome di Guglielmo Marconi. E’ stata recentemente promossa dal FAI con il sostegno dell’Amministrazione Comunale, una campagna di sensibilizzazione che ha portato la Stazione Marconi nei vertici della classifica dei 2Luoghi del cuore”, 12000 le firme raccolte. Una importante campagna mediatica ha consentito così di riaccendere i riflettori su Coltano. L’Amministrazione ha in cantiere per Coltano importanti iniziative: la riqualificazione della viabilità, il restauro e la trasformazione in incubatore d’impresa e centro formativo della Stazione Marconi, la valorizzazione della villa medicea. Continuano intanto le iniziative culturali estive, con il cartello Coltano – cibo, cultura, cinema. Si andrà a realizzare il nuovo sottopasso a Putignano, carrabile e ciclopedonale. Si sta lavorando per una nuova Caserma dei Carabinieri a Riglione. Interventi di ampliamento o riqualificazione sono poi stati effettuati sulle aree cimiteriali a Oratoio, Riglione e Sant’Ermete. A Riglione è stato istituito un distaccamento della Polizia Municipale. Sono in via di realizzazione passaggi pedonali rialzati in via dei Piastroni (Riglione), via Socci nei pressi della scuola media, via dell’Arginone, sulla via Emilia in Sant’Ermete, e 2 in via delle Rene. 14 gli interventi effettuati da Pisamo e Avr, di manutenzione stradale ordinaria e straordinaria già realizzati o in corso d’opera su tutte le aree del CTP compresa la rampa dei Mortellini, via del Caligi, via Gronchi e via Guscella.

Schede di sintesi Realizzazione del nuovo sottopasso di Putignano
Siglato un accordo con le ferrovie (con un finanziamento aggiuntivo del comune di 600.000 euro) per realizzare un sottopasso carrabile e ciclopedonale sulla via Targioni Tozzetti che consentirà l’attraversamento senza passaggio a livello. Nel mese di settembre si adotterà la variante urbanistica per gli espropri da adottare, sono stati messi a gara, da parte di RFI i lavori della struttura grezza.

Intervento di ricostruzione delle vecchie case popolari di Sant Ermete (290 alloggi di edilizia popolare)
Approvazione da parte dello Stato e della Regione del progetto di demolizione e ricostruzione delle case di S.Ermete, E’ stato ottenuto un finanziamento di oltre 15 milioni di euro sufficienti a completare l’intervento. L’inizio dei lavori è previsto a gennaio 2012. I vecchi edifici, quelli costruiti nel ‘47, spariranno per lasciare il posto ad un quartiere più moderno, confortevole, con case costruite con nuovi criteri che guardano anche all’efficientamento energetico, e poi parcheggi in parte sotterranei, attraversamenti pedonali, aree a verde riqualificate.

Nuova area produttiva Pisa-Cascina
Il progetto riguarda il comune di Pisa, il comune di Cascina e il Consorzio Area Produttiva Intercomunale Pisa-Cascina, ed è nato grazie alla collaborazione e sinergia tra i sindaci, i tecnici e tutte le realtà competenti e si colloca nel Piano Strategico che prevede un'unica programmazione fra i Comuni dell'area Pisana. La posizione strategica del progetto, la vicinanza al Polo Tecnologico da un lato e a numerose infrastrutture logistiche dall'altro (aeroporto, stazione FFSS, zona dei Navicelli, porto di Livorno, autostrada) fanno di questo insediamento un'opera destinata a divenire punto focale del territorio circostante. La superficie interessata è di oltre 60 ettari, e comprende una consistente parte destinata a verde pubblico con ampliamento di piste ciclabili e corridoi ecologici, ampie zone destinate a parcheggi e marciapiedi e un ampliamento della porzione destinata alla viabilità. Particolare rilevanza è stata data alle opere per la messa in sicurezza idraulica a protezione della zona di Ospedaletto Est e che coinvolge anche tutto il sistema circostante, inserite nel programma delle opere pubbliche del Comune di Pisa per interesse generale, con impegno e spesa a carico del Consorzio. Sarà anche realizzato un nuovo elettrodotto dall'ammontare di quasi 500mila euro.

Nuova piazza XXV Aprile a Putignano
Completamento e inaugurazione nel marzo 2009 della Piazza XXV Aprile a Putignano. Recuperato uno spazio urbano e di prossima realizzazione il percorso pedonale di collegamento con la via Ximenes.

AMPLIAMENTO AREE CIMITERIALI
Sono completati i lavori dì ampliamento dei cimiteri di Oratoio (380 posti) e di Riglione, ristrutturato il cimitero di S.Ermete (135.000 euro).

Distaccamenti PM di quartiere
E’ stato istituito a Riglione un nuovo distaccamento fisso della Polizia Muniocipale al quale sono stati assegnati 6 agenti.

Caserma dei Carabinieri di Riglione
A fronte dell’accorpamento con la caserma di Navacchio, il Comune si è attivato assieme al Comando Provinciale dei Carabinieri e alla Prefettura per la ricerca di una soluzione per una nuova Caserma a Riglione. Si sta ancora lavorando ad una soluzione concreta di ricollocazione della Caserma, verificando la tenuta del finanziamento del canone da parte del Ministero, attraverso la Prefettura. Nei prossimi mesi è prevista la conclusione di questa vicenda.

Area Mercato ortofrutticolo di Ospedaletto
In atto la realizzazione di uno studio ed un progetto per la migliore utilizzazione degli spazi del Mercato Ortofrutticolo di Ospedaletto, a seguito del passaggio della proprietà al Comune ai sensi della Legge regionale in materia, la Regione trasferirà le aree del mercato ortofrutticolo unitamente ad un contributo di 500.000 euro. Il progetto si sviluppa intorno a tre assi: il mantenimento delle strutture attualmente insediate; la collocazione della magistrature del Gioco del Ponte di Mezzogiorno; l’accoglienza dei depositi del Banco Alimentare.

Riqualificazione area produttiva di Ospedaletto
Confermato il finanziamento di 3 milioni di euro dalla Regione Toscana, con un cofinanziamento di 650.000 € da parte del Comune. Si sta procedendo alla redazione del Progetto definitivo che

deve essere presentato entro Ottobre 2011. Entro Marzo 2012 deve avvenire l’aggiudicazione definitiva dei lavori. Il progetto prevede la riqualificazione delle aree industriali in termini di sostenibilità ambientale dell’area di Ospedaletto con interventi sugli assi principali (via Gronchi, vie Emilia, via Meucci, via Malpigli) di rifacimento dell’illuminazione a led, nuovi parcheggi, riqualificazione e inserimento di elementi di verde in particolare in via Gronchi, realizzazione di due nuove rotatorie e isole ecologiche interrate, la riasfaltatura con asfalti speciali capaci di garantire il trattenimento delle polveri.

Nuovo stadio ad Ospedaletto
Sono state approvate l’11 dicembre 2009, nell’ambito della Variante al Regolamento Urbanistico, le previsioni per l’area dell’Arena Garibaldi a Porta a Lucca e per quella del nuovo Stadio a Ospedaletto.

Nuova caserma ad Ospedaletto
Nel piano triennale dei lavori pubblici si prevede di realizzare entro il 2014 la nuova Caserma di Ospedaletto, si tratta di una struttura più funzionale e moderna destinata ad ospitare reparti attualmente dislocati presso tre caserme ubicate in città: la Curtatone e Montanara (già dismessa), la Artale e la Bechi Luserna.E’ uno dei progetti più importanti tra quelli ereditati dalla precedente Amministrazione, dopo una fase di rallentamento dovuta al Governo Centrale, c’è adesso una importante ripresa.

Videosorveglianza
è stato realizzato un sistema di videosorveglianza nell’area di Ospedaletto, con un’investimento di 66.000 € per contrastare l’abbandono illegal di rifiuti.

Edifici scolastici
Sono stati installati tetti fotovoltaici sulla scuola elementare di Putignano e sulla scuola media di Riglione Nella scuola “Don Milani” è stato realizzato il pavimento dell’aula di psicomotricità, e sono in corso i lavori di pavimentazione dell’aula polivalente alle elementari Moretti. Inserita nel piano triennale (2011-2013) dei lavori pubblici la realizzazione di una nuova scuola materna a Putignano

Coltano – recupero della ex stazione Marconi
Coltano: avviato iter per trasferimento dal demanio al Comune delle aree di pertinenza della ex stazione radio “Marconi”, con il progetto di valorizzazione dell’edificio e di riqualificazione dell’area come centro museale-incubatore d’imprese-centro studi. I lavori di recupero della struttura sono inseriti nel piano triennale dei lavori pubblici 2011-2013. Nei mesi scorsi si è realizzata una campagna di sensibilizzazione che ha coinvolto il FAI (Fondo ambientale Italiano) e che ha portato ad un raccolta di oltre 12000 firme, collocando la Stazione Marconi tra i primi 5 siti della campagna nazionale “I Luoghi del cuore”. Questo ha dato al progetto un grande risalto sui media nazionali, i TG RAI si sono interessati al recupero della Stazione Marconi, e le principali testate stampa hanno dato risalto alla notizia.

Iniziative culturali nell’ambito del cartello “Coltano - cibo, cultura e cinema”
E’ stata istituita la conferenza permanente Comune-Parco che ha approvato le delibere necessarie

alla richiesta di variante per la realizzazione di progetti finalizzati alla valorizzazione dell’area. Il confronto con il Parco prosegue sui progetti presentati, è stato deliberato un importante accordo che prevede l’affidamento in concessione al Parco della Villa Medicea di Coltano, per la creazione di un centro visite gestito dal Parco stesso.

Adeguamento Canile
Deliberata con gli altri comuni la conversione del canile sanitario in canile rifugio, I lavori inizieranno entro l’anno

Interventi sulla viabilità
Sarà realizzata una rotatoria tra via Meucci e via Emilia ad Ospedaletto, i lavori sono a carico di privati a scomputo di oneri, si è avviato l’iter per l’approvazione di una variante necessaria all’inizio dei lavori. Entro settembre 2011 si darà inizio ai lavori per il completamento del percorso ciclo-pedonale Piazza XXV aprile-via Ximenes (Putignano). Sono stati realizati da PISAMO interventi di allungamento delle rampe del passaggio via Emilia/via Tronci e via di Putignano, i passaggi pedonali in quota in via delle Rene, via Socci, via Arginone, via Lazzeri, via Marsala, via Piastroni.

Campi ROM
Eseguite azioni per la rimozione di accampamenti abusivi (Ponte delle Bocchette). In fase di realizzazione, d’intesa con la Regione Toscana, un progetto per il superamento del campo di via Maggiore di Oratoio. Consegna case a Coltano e bonifica aree circostanti.

Coltano viabilità
E’ in corso un esame globale dello stato delle strade di Coltano (a partire dal censimento delle proprietà e delle competenze) per pianificare interventi di riqualificazione a partire da via dell’Idrovora, già inserita nel piano degli interventi del 2011 con un investimento già stimato di 200.000 € (da finanziare con alienazioni).

Area a verde in Ospedaletto
Sarà realizzato entro il 2012 il primo lotto della nuova area a verde prevista per la zona di Ospedaletto

Mobilità Pubblica
Attivata la nuova linea Bus 16 che collega il centro (viale Gramsci-stazione centrale) con Ospedaletto, fino a raggiungere l’area di montacchiello, prolungata anche la linea 5 che raggiunge adesso Ospedaletto.

Argini ARno
Programmati lavori di riqualificazione degli argini dell’Arno e dell’aria occupata dalle piste ciclabili (attualmente declassificate), previsti interventi di pulizia e taglio dell’erba.

CTP 4 – Scheda sintetica degli interventi effettuati, in corso d’opera e programmati nelle aree di competenza del CTP 4 Le realizzazioni nei primi tre anni di mandato
Effettuati i lavori di manutenzione della Passerella di San Giusto Recupero funzionale del centro socioculturale ex circoscrizione 4 Riqualificazione impianti di calcio Betti alla Cella Aperto il distaccamento di Polizia Municipale di Pisa SUD Istituito un presidio fisso d’intesa con la Polizia in Piazza Stazione Realizzati i lavori della bretella Aurelia Aperto il parcheggio di Piazza Vittorio Emanuele Restaurato il portale di via Toselli, Concluso il restauro della facciata, del tetto, e della parte esterna di Logge di Banchi Realizzata “sopra le Logge” che unisce Palazzo Gambacorti e Logge di Banchi, oggi sede espositiva Completata parte degli interventi di riqualificazione del Giardino Scotto Realizzate strutture per Sicurezza Idraulica Pisa Sud Realizzato Parcheggio Pisa Sud Realizzata la nuova illuminazione su via Corridoni Aggiudicati i lavori per realizzazione progetti PIUSS: Oltre il muro, Giardino Scotto, Progetto Mura Firmato Protocollo People Mover Rotatoria in via Montanelli Cavalcavia di S.Ermete Master Plan aeroporto con attenzione a sicurezza e rumore ( a partire dall’allungamento della pista)

Progetti e lavori in corso o di prossimo avvio
Lavori di riqualificazione di Corso Italia Lavori di realizzazione della nuova Piazza Vittorio Emanuele Lavori di realizzazione della “Sesta Porta” Lavori ristrutturazione Domus Mazziniana (finanziati dal Governo) lavori centro “Oltre il Muro” Lavori riqualificazione stradale Porta-a Mare - via Stampace Accordo con le Ferrovie per il recupero delle aree dismesse Progetto per diagnostica, eventuale intervento di restauro e valorizzazione del Murale di Keith Haring Predisposto il Progetto Stazione che prevede la riqualificazione di via Gramsci

Azioni prioritarie per il futuro
People Mover Riqualificazione Viale Gramsci Apertura Bastione San Gallo ultimare lavori Scotto Restauro Palazzo Pretorio Videosorveglianza monumenti (Chiesa della Spina) Riqualificazione Piazza San Paolo Ripa D’Arno Riqualificazione Piazza Giusti Riqualificazione Piazza Guerrazzi Riqualificazione Lungarno Guadalongo

CTP 4 – Scheda sintetica degli interventi effettuati, in corso d’opera e programmati nelle aree di competenza del CTP 4
C.T.P. 4 S. Giusto - S. Marco - P.ta Fiorentina - S. Martino S. Antonio - La Cella Sede: Via F.lli Antoni Abstract Il CTP 4 comprende la parte del centro storico di mezzogiorno,con parte dei Lungarni e l’asse Stazione Centrale-Corso Italia, i quartieri di S. Martino e S. Antonio, e realtà di quartiere con una propria specifica fisionomia sia morfologica che socio-culturale, come San Marco San Giusto e Porta Fiorentina – la cella. Tutta l’area è interessata da grandi progetti, strategici per la definizione del nuovo assetto della città: 5 dei 14 progetti PIUSS interessano le aree di pertinenza del CTP ( Corso Italia, Oltre il Muro,Giardino Scotto, Progetto Mura, Percorsi Turistici); Il progetto Sesta Porta (in corso d’opera), oltre a rappresentare uno snodo di fondamentale importanza per la mobilità urbana cittadina (vi convergeranno treni, bus, auto, bici e pedoni), riqualifica urbanisticamente un’area centrale della città (via Battisti) e si pone in continuità con gli interventi in corso d’opera in Piazza Vittorio Emanuele, Corso Italia, viale Gramsci, e lungo le mura medioevali sul tratto del quartiere S.Antonio; il People Mover che consentirà un collegamento rapido tra l’aeroporto il parcheggio di Pisa Sud e la Stazione centrale; l’ampliamento dell’aeroporto che diventa una scelta strategica per il futuro economico della città. Il Progetto stazione, con la riqualificazione di via Gramsci che cambia radicalmente il suo aspetto, si colloca in un progetto che intende concludere l’asse pedonale Stazione-Piazza dei Miracoli, e riconnette al centro storico e al percorso turistico, un’area che si stava marginalizzando, diventando intervento di riqualificazione non solo urbanistica ma anche economica e sociale. Nel mese di settembre, in via S.Antonio, si inaugurerà la nuova Domus Mazziniana, si tratta di un intervento importante, sia da un punto di vista turistico che prettamente culturale. La Domus diventerà il primo museo in Italia dedicato alla figura di Mazzini, custodirà diversi suoi manoscritti (tra i quali l’originale del giuramento della Giovane Italia), l’intervento consentirà la riconoscibilità del luogo da lontano divenendo un punto di attrazione per i turisti e inserendo in un percorso di visita quella parte del quartiere S.Antonio dove è per altro presente il murales di Kate Haring sul quale sono previsti interventi diagnostica, restauro e valorizzazione. Si porta a completamento la serie di interventi per la riqualificazione del Giardino Scotto, riaprendo il bastione San Gallo, restituendo così alla città la fruibilità di uno spazio monumentale, di grande suggestione, in grado di ospitare eventi culturali. Sono in programma interventi di riqualificazione di Piazza Guerrazzi e del Lungarno Gudalongo. Un accordo con Ferrovie dello Stato consentirà poi il recupero di tutta una serie di aree dismesse, che possono essere di utilità pubblica, diverse della quali si collocano in punti strategici dell’area di competenza del CTP 4. Interventi generali di manutenzione stradale, lavori di riqualificazione della viabilità, sono in corso o in imminente attuazione in diverse aree di competenza del CTP,si stanno completando i lavori di riqualificazione nella zona di Porta a Mare- Largo Stampace via Conte Fazio (confine tra CTP 4 –CTP2). In Programma interventi di riqualificazione anche per San Paolo Ripa D’Arno, Piazza Giusti, Piazza Guerrazzi.

Schede di sintesi Master plan Aeroporto
Sono state definite le linee del Master Plan, dopo un confronto tra Comune e SAT che, successivamente, dovrà essere inserito, per quanto necessario, nel nuovo Piano Strutturale. Gli obiettivi principali sono: garantire il massimo di funzionalità allo sviluppo dell’aeroporto separando più nettamente le funzioni aeroportuali rispetto al quartiere di S.Marco-S.Giusto e cercando di abbattere soprattutto l’impatto ambientale con tutta la parte sud/est della città. Sono in corso i lavori per l’allungamento e il collegamento delle attuali due piste che consentiranno agli aerei di sorvolare la città ad una quota più alta, sia in fase di decollo che eventualmente di atterraggio, abbattendo l’inquinamento acustico ed atmosferico. E’ prevista una nuova modalità di collegamento, più rapido, frequente ed efficiente con la Stazione Centrale il ”People Mover”. Si sta lavorando d’intesa con il Governo alla delocalizzazione delle residenze di Via Cariola inserite nell’area aeroportuale, per la cui operazione si è stipulato un Protocollo d’Intesa. Si stanno definendo nuove soluzioni per la sosta superando l’attuale generalizzato uso di parcheggi a raso, cercando di puntare ai silos o fast-park. Lo studio sulla nuova viabilità, interna al Master plan, commissionata dal Comune ad una società di consulenza, è stata completata. E’ stata, inoltre, completata la rotatoria posta all’incrocio tra via Cariola e la bretella FI-PI-LI, nata da uno stretto rapporto di collaborazione e compartecipazione tra SAT e Comune. La rotatoria è accompagnata da un percorso pedonale protetto, in corso di realizzazione, rivolto agli utenti dell’Aeroporto e agli abitanti del quartiere.

People Mover
E’ stato definito da Regione, Comune, Provincia, RFI, FS Sistemi Urbani e SAT un Protocollo d’Intesa per il potenziamento dei collegamenti e per l’integrazione modale fra l’aeroporto e la stazione ferroviaria. L’obiettivo è di realizzare un trasporto pubblico ad alta frequenza tipo People Mover. Si è costituito un gruppo tecnico formato dai rappresentanti dei soggetti firmatari, ed è stato definito il progetto preliminare. Il Comune di Pisa ha adottato la variante al R.U. il 23 settembre 2010 e al termine della fase di pubblicazione vi sarà l’approvazione definitiva. Le parti sono impegnate a definire un Accordo di Programma finalizzato a reperire i finanziamenti necessari e a costituire una Società per procedere alla redazione della progettazione esecutiva e alla realizzazione dell’opera.

PROGETTO STAZIONE-Riqualificazione viale Gramsci
Il progetto per l’area della stazione prevede alcuni interventi già realizzati (illuminazione pubblica di via Mascagni, via Catalani, via Corte Bracci e via Corridoni), l’apertura di un confronto con i proprietari delle logge di via Gramsci per una loro riqualificazione, l’intensificarsi di forme di controllo del territorio accanto alla videosorveglianza e in coordinamento con le forze dell’ordine. Inoltre, il progetto abbraccia una più ampia area che riguarda anche il parcheggio di Piazza Vittorio Emanuele con la riqualificazione della piazza ed una sua pedonalizzazione, il progetto del terminal Sestaporta, la rimodulazione della viabilità da Piazza Guerrazzi a Porta a Mare con la realizzazione della ristrutturazione del nodo di via Conte Fazio. Si prevede un diverso assetto di viale Gramsci che diventerà una piazza raccordandosi con la nuova Piazza Vittorio Emanuele, con una viabilità centrale ed ampie isole pedonali laterali, un sottopasso pedonale, una valorizzazione di via Zandonai, antistante al murale di Keith Haring.

Progetto Domus Mazziniana – (S.Antonio)
Intervento di riqualificazione della Domus Mazziniana, che diventa il primo museo in Italia dedicato a Mazzini, la riqualificazione riguarda l’intero edificio, compreso le facciate che avranno richiami visibili verso la nuova Piazza Vittorio e in via S.Antonio. La Domus, oltre a diventare un importante sede espositiva, ospiterà un centro di studi sulla democrazia. (Termine dei lavori previsto entro Settembre 2011)

Progetto Sesta Porta
Proseguono, nel rispetto dei tempi, i lavori per la realizzazione della “Sesta Porta”. E’ stato Firmato un accordo con un pool di Banche per un finanziamento a lungo termine per un totale di 12 milioni di euro da erogare ad avanzamento dei lavori. L’intervento consente lariqualificazione dell’area di via Cesare Battisti nei pressi della Stazione Ferroviaria di Pisa, con la realizzazione di un nuovo edificio polifunzionale di quasi dodicimila metri quadrati che ospiterà l’Istituto nazionale di geologia e vulcanologia (Ingv), ma anche i nuovi uffici di Pisamo, Cpt, Polizia Municipale e Sepi. Oltre alla sede dell’istituto di ricerca l’edificio è destinato ad accogliere esercizi commerciali a servizio di quello che diverrà un vero e proprio centro intermodale, di scambio. Un’area in cui lavoreranno circa 500 persone e che vedrà ogni giorno il transito di 5.000 passeggeri, ospitando la nuova stazione e il deposito degli autobus direttamente collegata alla stazione ferroviaria e al parcheggio per le auto e a quello per le bici di via Battisti. Il trasferimento dell’attuale stazione degli autobus in Piazza S.Antonio, renderà disponibile un’area che sarà trasformata in verde pubblico.

Manutenzione della passarella di San Giusto
Manutenzione dell’impalcato e impermeabilizzazione del Cavalcavia avvenuta a tempi di record nell’estate del 2009. Lavori di riqualificazione di Piazza Giusti sono programmati per il 2012

Centro socioculturale alla Circoscrizione 4
Sono stati completati i lavori per la realizzazione di un centro socio culturale e rifunzionalizzazione della circoscrizione in via F.lli Antoni in San Giusto (progetto del bilancio partecipato). Rispetto al progetto originario si è proceduto al rifacimento dell’impianto di riscaldamento e condizionamento e alla sistemazione dell’esterno. La sede accoglie anche un distaccamento della polizia municipale.

Impianti di calcio Betti della Cella
Terminati i lavori di riqualificazione degli impianti sportivi Betti della Cella con la realizzazione dei nuovi spogliatoi per 140.000 euro, (con un finanziamento regionale di 40.000 euro).

Interventi di riqualificazione dell’illuminazione pubblica
Intervento di riqualificazione dell’illuminazione pubblica a la Cella ( sostituzione vecchie lampade)

Sicurezza
Vigili urbani inaugurato il distaccamento di Pisa Sud, con un organico di 6 unità che ha sede presso il centro socioculturale in via Flli. Antoni. Presìdi fissi In coordinamento con le forze di polizia, è in esercizio da diversi mesi con risultati positivi e visibili un presidio fisso di sorveglianza, prevenzione di situazioni di degrado e repressione di forme di delinquenza, in zona stazione (piazza della Stazione, viale Gramsci). Videosorveglianza Quasi completato il piano di videosorveglianza cittadino con circa 50 telecamere posizionate nelle zone nevralgiche della città. Nelle aree di competenza del CTP 4 sono controllate con sistemi di videosorveglianza zone come la Stazione centrale, il Giardino Scotto. Le telecamere sono in funzione anche

in tutte le isole ecologiche. Il sistema è a regime e oltre ai Vigili Urbani anche Polizia e Carabinieri hanno accesso alle immagini in real time, con possibilità d’intervento immediato o comunque di utilizzo delle immagini per verifiche e indagini successive. In corso di elaborazione un ulteriore piano di videosorveglianza per la tutela dei monumenti come, ad esempio, la Chiesa della Spina. In via di installazione ulteriori telecamere garantiranno il controllo sull’asse di Corso Italia.

“Oltre il Muro” – un modello di reinserimento sociale (PIUSS)
Nell’ambito del PIUSS sono stati finanziati gli interventi di recupero e ristrutturazione del Centro di Accoglienza e Sportello “Oltre il Muro” per l’accoglienza dei detenuti in permesso premio e/o affidamento esterno, realizzato in un immobile di proprietà dell’Azienda USL

Tavolo con Ferrovie per recupero aree dismesse
E’ stato attivato un tavolo con Ferrovie dello Stato per la riqualificazione ed il recupero di aree ferroviarie non utilizzate a fini trasportistici. In particolare sono state individuate aree a ridosso del centro per nuovi parcheggi. Nel protocollo d’intesa, che abbiamo inviato a Ferrovie oltre che a Regione e Provincia e sul quale attendiamo osservazioni, sono previsti altri tre obiettivi: la riqualificazione dell’edificio della stazione centrale, l’aggiornamento e il rilancio dell’accordo per il sistema ferroviario di area stipulato nel 2001, per il quale sono stati già realizzati notevoli investimenti da parte di RFI, il collegamento con la stazione dell’aeroporto. Relativamente a quest’ultimo punto, il primo marzo 2010 è stato stipulato un apposito protocollo per il people-mover.

Bretella Aurelia
L’opera, i cui lavori di realizzazione sono iniziati nel febbraio 2007 e conclusi nel novembre 2008, riguarda il collegamento viario nella parte sud della città e mette in diretta comunicazione l’area cantieristica dei Navicelli, l’uscita Darsena della Fi-Pi-Li e l’area corrispondente allo scalo merci dell’Aeroporto G. Galilei. La nuova bretella allevia la pressione dei mezzi pesanti sul quartiere di San Giusto. La nuova viabilità, corredata da tre rotatorie, migliora l’efficienza e agevola lo scorrimento del traffico oltre a garantire una maggior sicurezza stradale.

Parcheggio sotterraneo e’ realizzazione della piazza Vittorio Emanuele II
Il 28 maggio 2010 è stato aperto al pubblico il parcheggio di Piazza Vittorio Emanuele. La struttura, concepita con modernissimi standard, si sviluppa su tre livelli interrati. E’ stato definito e approvato dalla sovrintendenza il progetto di sistemazione della piazza che prevede una sostanziale pedonalizzazione ad eccezione del trasporto pubblico. Contestualmente verrà realizzato un sottopasso pedonale per l’attraversamento di via Battisti.

Progetti integrati
Si è conclusa la fase di progettazione preliminare relativa ai progetti integrati riguardanti tre zone nevralgiche del centro città: l’area della stazione centrale, quella di Piazza Vettovaglie e dei Lungarni, quella – patrimonio Unesco – attorno a Piazza dei Miracoli. I Progetti integrati sono costruiti con l’obiettivo di dare risposte su due livelli: quello immediato del contrasto al degrado, della sicurezza e della pulizia e quello di più lungo periodo relativo alle riqualificazioni e agli investimenti più importanti.

Immobili comunali: Logge di Banchi, Palazzo Gambacorti, Palazzo Pretorio
E’ stato inaugurato il portale di Palazzo Gambacorti, restaurato grazie a sponsorizzazioni private. Sono stati completati e inaugurati i lavori di restauro della facciata di via Toselli di Palazzo Gambacorti, è stato

inaugurato il primo lotto di Logge di Banchi (costruzione dell’ascensore e del corpo aggiunto di collegamento con palazzo Gambacorti) dove si è realizzato un nuovo polo espositivo che si aggiunge al circuito dei Lungarni, il centro denominato “sopra le Logge” ospiterà mostre. Sono ultimati i lavori di restauro dell’esterno di Logge di Banchi (II lotto) e sono state rimosse le impalcature che la circondavano.

CORSO ITALIA
Procedono speditamente i lavori di riqualificazione di Corso Italia. Si sta procedendo alla pavimentazione, dopo aver concluso la fase di riqualificazione dei sottoservizi (ENEL, GAS, TELECOM, ACQUA etc…). Al termine della pavimentazione saranno predisposti arredi urbani e si aprirà una seconda fase di riqualificazione delle facciate. I lavori saranno conclusi entro novembre 2011

Giardino Scotto, I e II lotto (PIUSS)
Totale ristrutturazione per il Giardino Scotto. Nell’estate del 2008 inaugurato il primo lotto di lavori: uno spazio destinato a bambini e famiglie in cui è possibile ritrovare il piacere di stare insieme e condividere momenti di svago e di relax familiare. Nell’area sono presenti solo giochi collettivi ed in cui la sicurezza è garantita da 10 telecamere di monitoraggio. In aggiunta allo spazio Bambini un gazebo dedicato ai più grandi con spazi per la lettura e collegamenti wi-fi per l’accesso a siti d’interesse civico, a breve si prevede di estendere l’accesso gratuito a tutto il web. L’impegno è continuato con la realizzazione di una zona per i matrimoni all’aperto. L’area giochi è stata inoltre integrata con una zona dedicata ai bambini fino a tre anni. Tramite il progetto Piuss si prevede la risistemazione delle parti strutturali del Bastione, compreso i sotterranei, rendendole di nuovo fruibili alla cittadinanza.

Lungarno Guadalongo
Attivazione di un percorso per la riqualificazione dell’area sportiva di Lungarno Guadalongo. Il progetto è stato predisposto in collaborazione con il Comando dei Vigili del Fuoco.

Residenze studentesche
Proseguono i lavori per la realizzazione della residenza degli studenti di via da Buti

Centro socioculturale alla Circoscrizione 4
Sono stati completati i lavori per la realizzazione di un centro socio culturale e rifunzionalizzazione della circoscrizione in via F.lli Antoni in San Giusto (progetto del bilancio partecipato). Rispetto al progetto originario si è proceduto al rifacimento dell’impianto di riscaldamento e condizionamento e alla sistemazione dell’esterno. La sede è oggetto anche di un distaccamento della polizia municipale.

Sicurezza idraulica Pisa SUD
Ultimazione del secondo e terzo lotto delle opere di sicurezza idraulica di Pisa sud con la realizzazione del nuovo reticolo idraulico, la nuova idrovora e la cassa d’espansione ufficialmente inaugurate a gennaio (6 milioni di euro) e avviate le opere di urbanizzazione primaria della cantieristica (5 milioni di euro comprendenti la nuova darsena e tutte le infrastrutture, viabili fognarie necessarie all’insediamento degli stabilimenti). Interventi che hanno consentito il superamento del problema degli allagamenti nell’area.

Interventi di riqualificazione stradale,delle piazze e di infrastrutture di servizio in corso d’opera o in imminente realizzazione
In corso d’opera, o in imminente fase di realizzazione, ci sono una serie di interventi di riqualificazione e di manutenzione che interessano diverse aree, spesso nevralgiche, del CTP 4. Sono programmati in

realizzazione entro il 2011, interventi di risanamento stradale in Piazza Guerrazzi, di manutenzione straordinaria della strada in via Queirolo. Sempre per la viabilità entro il 2011 saranno realizzati passaggi pedonali in quota in via Montanelli, via Fiorentina, via Corridoni. In via Corridoni è programmata la riasfaltatura dalla fine della passerella alla Stazione. Lavori di rifacimento stradale sono in programma, sempre per il 2011 in via Crispi, via Fiorentina. Una rotatoria sarà realizzata entro il 2012 all’uscita della fipili per l’aeroporto, una seconda in via Pardi. In via Marco Polo, in prossimità del Chiassetto S. Marco, è programmato un intervento di realizzazione di fognatura bianca. Interventi di riqualificazione sono poi previsti a completamento dell’intervento di Piazza Vittorio Emanuele, nelle aree adiacenti la nuova Piazza. Una scala antincendio presso lo stabile delle scuole Fucini. Si evidenziano poi gi interventi di riqualificazione di Piazza San Paolo a Ripa D’Arno dove sono previsti arredi e una risistemazione delle aree a verde, e di Piazza Giusti.

CTP 5 – Scheda sintetica degli interventi effettuati, in corso d’opera e programmati nelle aree di competenza del CTP 5
Le realizzazioni nei primi tre anni di mandato
Aggiudicati lavori PIUSS Fabbricato via Gioberti Trasferita buona parte delle cliniche dal S. Chiara a Cisanello Realizzato il parcheggio del Nuovo Ospedale a Cisanello Recupero dell’Acquedotto Mediceo e realizzazione di una pista ciclabile lungo il suo percorso Realizzato il centro espositivo di San Michele degli Scalzi Realizzata una nuova scuola materna in via di Puglia Inaugurata la nuova residenza Sociale assistita di via Garibaldi Potenziamento LAM BLU Realizzata la rotatoria Interventi di riqualificazione della viabilità su via Matteotti e via Matteuci Realizzazione di un tratto di pista ciclabile in sede protetta lungo via Matteucci Realizzata la Pista di Skate a Pisanova Realizzato uno spazio “Urban Fitness” sul viale delle Piagge Inaugurata la nuova caserma della Guardia di Finanza

PROGETTI E LAVORI IN CORSO o di prossimo avvio
Nuova Biblioteca Comunale Ultimare Nuovo Ospedale – trasferimento di tutto il S. Chiara Riqualificazione di Piazza San Silvestro Nuovo Parco Urbano di 10.000 mq Nuovi posti auto in prossimità del parcheggio di via Paparelli (supporto al mercato bisettimanale) Realizzazione della rotatoria CNR-Pratale Nuova viabilità a Nord-EST

Azioni prioritarie per il futuro
Busvia Stazione – Cisanello Cittadelle dello sport in via di Pratale e Cisanello Messa in sicurezza strada per passaggio pedonale alla pista Skate, realizzazione di un Campo bocce adiacente Passaggio pedonale rialzato via Battelli, via di Pratale Riqualificazione viale delle Piagge con nuovi arredi

Abstract
Il CTP 5 comprende una vasta area che parte dalle immediate adiacenze del centro storico, sulla parte di Tramontana, sviluppandosi verso est fino a raggiungere Pisanova e S. Biagio, includendo le zone di Pratale e di P.ta a Piagge. Interventi significativi di riqualificazione sono in atto in diverse aree di pertinenza del CTP 5, che si trova a rappresentare le istanze di una realtà eterogenea e articolata, sia da un punto di vista morfologico che sociale. I diversi interventi in atto, che influiranno sul futuro assetto dei quartieri cambiandone talvolta fisionomia,

devono essere letti nell’ambito di un più complessivo e organico progetto di “città nuova” e fanno parte di una più complessiva riqualificazione di Pisa. Alcuni interventi, quelli più adiacenti al centro storico, devono essere interpretati quindi in continuità con il nuovo assetto che i grandi progetti urbanistici stanno imprimendo alla nostra città. Sul viale delle Piagge si assiste ad una complessiva riqualificazione, con l’inaugurazione del centro espositivo del San Michele degli Scalzi, l’inserimento di aree di verde attrezzato come l’Urban Fitness, e la nuova Biblioteca Comunale, che ricongiungono quest’area a verde al percorso dei Lungarni. Il centro SMS si inserisce infatti in un percorso espositivo che si snoda lungo i Lungarni, la Biblioteca rappresenterà un polo attrattivo per una nuova tipologia di frequentazione della zona di San Michele. Una nuova area a verde, un grande parco urbano di 10.000 mq, si svilupperà poi, grazie ad uno degli interventi previsti dal PIUSS (promenade architettonica delle mura)nella zona di via Garibaldi, in un’area di confine tra le zone di competenza del CTP5 e CTP6, sviluppandosi lungo le mura medioevali, dalla Porta di via Garibaldi per snodarsi perimetralmente lungo via del Bastione (CTP 5) e protendersi verso una serie di edifici prospicienti Lungarno Buozzi e via del Borghetto, influendo sull’aspetto e la morfologia di tutta la zona. Il Progetto mura, parte dei 14 interventi PIUSS, consentirà di recuperare un bene monumentale di pregio come la cinta muraria medioevale, creando ampie zone a verde e parchi urbani nell’area del “pomerio” (una fascia di rispetto nella parte interna ed esterna delle mura), saranno ripristinati per nuona parte i camminamenti, rendendole così percorribili e offrendo ai visitatori una inusuale prospettiva di Pisa dall’alto. Il CTP 5 è interessato in diversi tratti da questo progetto: zona le gondole (via zamenof), tratto mura presso Marzotto, parte del tratto in via Garibaldi. UN ALTRO importante intervento interessa Piazza San Silvestro, dove recentemente si è restaurato l’edificio storico della Normale, e dove si andrà a realizzare una più complessiva riqualificazione, caratterizzata dalla presenza di un’installazione monumentale di grande pregio, un obelisco realizzato da Theimer, scultore di fama internazionale, le cui opere sono oggi collocate nelle piazze di molte capitali europee. L’intervento più significativo in atto è comunque rappresentato dalla realizzazione del Nuovo Ospedale in Cisanello, che ridisegna le funzioni di un’area preposta ad ospitare una struttura ospedaliera di importanza Europea. L’ampliamento dell’insediamento ospedaliero di Cisanello con il trasferimento di tutte le cliniche dal vecchio Santa Chiara, ha richiesto interventi necessari alle nuove esigenze di un’area che è ora fortemente valorizzata e che conoscerà uno sviluppo ancora maggiore nei prossimi anni. Si è cosi avviato un importante progetto di adeguamento dell’infrastruttura viaria, progettando la Tangenziale di Nord-Est,di ampliamento dell’offerta di posti auto con il grande parcheggio del nuovo ospedale e si è prevista la realizzazione di una grande opera per la mobilità pubblica dal centro verso Cisanello, una busvia in sede protetta che collega la stazione centrale con il Nuovo Ospedale di Cisanello, prevedendo punti di fermata intermedi. Sempre sul piano della mobilità è stata potenziata la LAM blu. A fianco di questi grandi progetti strutturali si sono realizzati e intrapresi progetti che riqualificano diverse zone di competenza del CTP 5, si è proceduto al restauro conservativo dell’acquedotto mediceo da via di Pratale a via Centofanti, lungo la via Parini e la via Averani, e all’integrazione, nella fascia di rispetto del monumento di una pista ciclabile che si snoda lungo lo stesso percorso. Nel CTP 5 ricade anche uno dei 14 progetti PIUSS che stanno contribuendo a cambiare l’aspetto della nostra città, si tratta di un progetto che oltre al valore architettonico presenta un’importante ricaduta sociale, si tratta del Progetto “Officine Porta Garibaldi” in via Gioberti. L’intervento si integra organicamente al progetto mura, creando un nuovo luogo di aggregazione, un luogo pubblico in cui far convergere fasce di popolazione sempre più ampie. Interventi di riqualificazione sociale, spazi aggregativi, impianti sportivi, sono programmati su diverse aree del CTP, offrendo l’opportunità di ripensare l’utilizzo di spazi e riproponendo una nuova vivibilità dei quartieri. Due cittadelle dello sport sono state previste rispettivamente nella zona di via di Pratale e di Cisanello, in Cisanello è stata realizzata una pista di skate che è diventata punto aggregativo e di ritrovo dei giovani,ed è in programma la messa in sicurezza della strada per il passaggio pedonale alla pista. Allo stesso modo interventi di aree a verde attrezzate per il gioco dei bambini. Una nuova scuola materna e un asilo nido sono stati realizzati in via di Puglia a Pisanova, inserendosi in una serie di interveti per la riqualificazione dei plessi scolastici cittadini.

Interventi sono programmati o in corso di realizzazione per la riqualificazione dei giardini delle elementari Niccolò Pisano, alle scuole S.Francesco. Diversi gli interventi di manutenzione e riqualificazione stradale effettuati, a partire da via Matteucci - via Matteotti,via Paradisa,

nuovo ospedale di Cisanello
Proseguono senza sosta i lavori di completamento del nuovo Ospedale di Cisanello Trasferito il Pronto Soccorso e la maggior parte delle Cliniche dell’ex Santa Chiara, il trasferimento completo ed il completamento di tutte le strutture è previsto entro il 2015. Siglato un importante accordo con la Regione e l’AOUP al fine di istituire un presidio fisso della Polizia Municipale presso l’area dell’ospedale di Cisanello (che aumenterà, di fatto, di 3 unità l’organico del futuro distaccamento territoriale della P.M. su Pisa Nord-Est).

Viabilità e parcheggi all’ospedale di Cisanello
Nell'ambito dell’Accordo di Programma per il trasferimento dell’Ospedale a Cisanello sono stati indicati come prioritari una serie di interventi infrastrutturali tra i quali: la nuova viabilità di raccordo a nord di Pisa, compresa nei comuni di Pisa e S. Giuliano Terme: si è completato il progetto preliminare che è nella fase di valutazione d’impatto ambientale. Abbiamo intrapreso, insieme al Comune di S.Giuliano Terme, il percorso di Variante al Regolamento Urbanistico, adottata e attualmente in fase di pubblicazione. All’inizio del 2011 vi sarà l’approvazione definitiva. Sono state già realizzate, ai sensi dell’accordo citato: la viabilità di collegamento tra il Ponte alle Bocchette e il nuovo Ospedale: realizzata la rotatoria al ponte delle Bocchette; la nuova strada che collegherà in modo rapido e più sicuro la superstrada Fi-Pi-Li, la Tosco Romagnola e più in generale tutta le zone a sud ed ovest della città direttamente con il nuovo Ospedale; è prevista una corsia preferenziale a disposizione di ambulanze e bus e due nuove rotatorie. il collegamento rapido del Trasporto Pubblico Locale con l’Ospedale: vedi nota sulla Lam Blu; parcheggi adeguati: sono stati realizzati nel 2009 circa 1400 nuovi posti auto con soluzioni provvisorie. Nel 2011 sarà realizzato il grande parcheggio davanti al Proto Soccorso e si avvierà il completamento dei parcheggi previsti dal Piano Attuativo. COLLEGAMENTI CICLOPEDONALI CISANELLO E’ in corso di realizzazione un collegamento ciclopedonale tra la via Bargagna e l’Ospedale di Cisanello che presenta un tratto provvisorio sulla Martin Lutero, in attesa di una sistemazione definitiva della strada nell’ambito del completamento degli interventi del Piano Particolareggiato dell’Ospedale di Cisanello.

Pronti i progetti per la realizzazione della Variante a Nord Est
Progettata la realizzazione di una nuova strada che collegherà l’area di Cisanello con l’Aurelia. E’ stato definito il progetto preliminare anche con la Soprintendenza ed è in corso la verifica di impatto ambientale da parte della Provincia. I comuni di Pisa e S. Giuliano Terme hanno adottato la variante al Regolamento urbanistico attualmente in fase di pubblicazione. Con l’inizio del 2011 si andrà all’approvazione definitiva.

Officine Porta Garibaldi – (centro di via Gioberti)
Un centro per far incontrare esperienze, creatività, competenze, un crocevia di culture, luogo di aggregazione e di condivisione di progetti. Nasce con queste premesse il centro di via Gioberti, un “officina” come dice il nome stesso, luogo di elaborazione e costruzione. L’intervento rientra nei 14 progetti PIUSS e si lega anche al progetto mura.

LAM BLU
Il Comune, utilizzando un finanziamento regionale sui Piani Urbani della Mobilità di 1,4 milioni di euro, ha potenziato la linea LAM Blu (Stazione – Cisanello) e il collegamento con la direttrice Cascina-Pontedera. Il lavori hanno interessato Piazza Don Minzoni e via San Gallo con la realizzazione di una nuova rotatoria, via Matteotti e via Matteucci con la realizzazione del percorso ciclo-pedonale e della busvia. La pista ciclabile è stata realizzata da Piazza Caduti di Cefalonia fino all’intersezione con Via Nenni, Via Matteucci, Via Cisanello. Giunta al termine anche la realizzazione in maniera definitiva della rotatoria di Via Manghi, centrata sugli assi stradali, compreso il prolungamento di Via Bargagna, insieme ad un percorso ciclopedonale che costituirà uno dei tratti della rete che collegherà la città all’Ospedale di Cisanello. E’ in corso di realizzazione un collegamento ciclopedonale tra la via Bargagna e l’Ospedale di Cisanello che presenta un tratto provvisorio sulla Martin Lutero, in attesa di una sistemazione definitiva della strada nell’ambito del completamento degli interventi del Piano Particolareggiato dell’Ospedale di Cisanello.

BUSVIA Stazione Cisanello
Il Progetto prevede la realizzazione di un busvia/tranvia su ruote,che viaggia su una corsia preferenziale che collegherà il centro (zona Stazione) con Cisanello (Nuovo Ospedale).

Filiera Corta
Mercato contadino in Cisanelo ( zona isola verde) per sensibilizzazione campagna filiera corta

IMPIANTI SPORTVI
Prevista realizzazione di due cittadelle dello sport in Cisanello e Pratale-Don Bosco

Pista di skate a Pisanova
Inaugurata la nuova pista di Skate a Pisanova, progetto di bilancio partecipato, con la conseguente possibilità di fruizione da parte dei giovani e dei cittadini del quartiere e non solo. A breve sarà dotata di un impianto di illuminazione per l’utilizzo serale nella prospettiva di poter finanziare e realizzare il prossimo anno anche il campo delle bocce.

Manutenzione stradale
Riasfaltata completamente via Paradisa, 2,1 milioni di euro spesi per il rifacimento del tratto stradale che va da via Giuliano da Sangallo all’Ospedale di Cisanello (via Matteotti, via Matteucci, via Bargagna), in programma interventi di riasfaltatura su Lungarno Mediceo, Lungarno Pacinotti, Lungarno Simonelli,via Garibaldi. Sono programmati interventi di realizzazione di passaggi pedonali rialzati in via di Pratale (altezza del civico 76 e incrocio con via Carlini), via Battelli (altezza civico 37), e in via di Padule.

RIQUALIFICAZIONE DELLE PIAGGE
Centro Espositivo San Michele degli Scalzi (SMS) Realizzato il centro espositivo San Michele degli Scalzi alle Piagge, con un intervento di riqualificazione e recupero dell’ex Ricahrd Ginori. Il centro ha già ospitato quest’anno importanti rassegne artistiche e culturali. Biblioteca Comunale Procedono nei tempi i lavori di realizzazione della nuova Biblioteca Comunale, l’opera si pone come un completamento del polo culturale di San Michele, in continuità con il centro espositivo di San Michele degli Scalzi coerentemente ad una più complessiva opera di riqualificazione delle Piagge. L’edificio, realizzato ricercando l’equilibrio tra architettura contemporanea e un contesto caratterizzato dal complesso monumentale di San Michele degli Scalzi, ha un ampio parco verde, che sarà utilizzato come spazio esetreno di lettura e socializzazione. URBAN FITNESS Realizzata sul viale delle Piagge la prima area “urban fitness” una vera è propria palestra all’aperto, con attrezzi tecnici realizzati in acciaio e ghisa, che consentono di effettuare ogni tipo di esercizio. Viabilità ciclo pedonale Risistemata la viabilità ciclo-pedonale del Viale delle Piagge.

Riqualificazione Acquedotto Mediceo
Conclusi i lavori di riqualificazione dell’Acquedotto Mediceo nel tratto da via di Pratale a via Centofanti, lungo la via Parini e la via Averani; l’intervento è integrato con una pista ciclabile che interessa lo stesso tratto e che da via di Pratale a via Spartaco Carlini utilizza la stessa area di rispetto dell’Acquedotto, in una soluzione sviluppata insieme alla locale Sovrintendenza. Uno speciale finanziamento del Parlamento per 60.000 euro ha premiato l’intervento che unisce la valorizzazione del monumento alla promozione di una politica di promozione dell’uso della bici.

Farmacia di via Battelli.
Nella Variante Urbanistica è stata prevista la nuova farmacia con ambulatori medici in Via Pratale. Così come indicato dal Consiglio Comunale, sono state valutate ipotesi alternative che hanno portato a collocare la farmacia in un edificio preesistenti nella zona. L’inaugurazione è prevista nel mese di dicembre 2010.

Nuova scuola materna in via di Puglia
Inaugurato un asilo nido in via di Puglia a Pisanova, investiti ulteriori 90.000 € per la sistemazione esterna e per il miglioramento della sicurezza e del microclima interno.

Nuove piste ciclabili
E’ stato presentato alla consulta il nuovo piano della rete ciclabile di Pisa. La Giunta ha definito uno standard qualitativo da inserire negli appositi strumenti di programmazione finalizzato ad uniformare le tipologie progettuali del sistema ciclabile e pedonale. E' stata realizzata la pista ciclabile in Via Matteotti e Via Matteucci

E' stata risistemata la viabilità ciclo-pedonale del Viale delle Piagge. E' stata ripensata la pista ciclabile su via San Francesco, non più in corsia riservata , ma in sede protetta, separata dalla strada. La pista ciclabile di via Bargagna è oggi connessa con l'ospedale di Cisanello attraverso la rotatoria di via Aristo Manghi. L'acquedotto mediceo è oggi protetto da una doppia ciclopedonale che impedisce oltretutto il parcheggio selvaggio, dando risalto al monumento cinquecentesco. Pisa ha vinto il primo premio “Città amiche della Bicicletta” edizione 2010.

Progetto mura
Con l’approvazione del Piuss e grazie al contributo della fondazione Cassa di risparmio di Pisa, nei primi mesi del 2011 partiranno i lavori di recupero e valorizzazione dell’intera cerchia muraria.

Interventi sull’illuminazione pubblica
Attivato il nuovo contratto di Global Service che unisce la manutenzione ordinaria alla fornitura di energia elettrica nell’ottica del risparmio energetico. Il contratto di servizio prevede la sostituzione delle lampade bruciate entro tre giorni tramite segnalazione con Call center e la sostituzione programmata delle lampade. Realizzati interventi di sostituzione delle vecchie lampade sulla via Matteotti, via Matteucci, via Padre Pio da Pietralcina, via Emilia sono completati i rifacimenti alla stazione in via Mascagni, via Corte Bracci e via Catalani, al CEP in via Corridoni, via Piave, via San Ranierino e alla Rotatoria Caduti di Cefalonia.

CTP 6 – Scheda sintetica degli interventi effettuati, in corso d’opera e programmati nelle aree di competenza del CTP 6
Le realizzazioni nei primi tre anni di mandato
Chiusa la progettazione definitiva dei PIUSS, bandite le gare d’appalto dei lavori, assegnati definitivamente o provvisoriamente tutti i lavori, nello specifico: o Aggiudicazione definitiva- riqualificazione ex macelli pubblici,progetto mura, Polo scolastico S. Francesco, Cittadella aree servizi pubblico museo navi, Cittadella Galileianaludoteca scientifica, Riqualificazione Piazza cavalieri o Aggiudicazione provvisoria – riqualificazione ex Stallette, centro polivalente S. Zeno Elaborato il piano di recupero dell’ex S. Chiara, affidata progettazione allo studio dell’Architetto Chipperfield Acquistata l’area della Cittadella Area a verde in via Abba Sicurezza idraulica: realizzata la nuova idrovora ai Passi Interventi di riqualificazione stradale in via S. Francesco – Piazza D’Ancona- via Oberdan Pedonalizzata Borgo Largo Inaugurato il distaccamento della Polizia Municipale “Pisa Nord-Ovest” in via Contessa Matilde Inaugurato un Parcheggio da 145 posti in via Piave ZTL notturna: collocati varchi elettronici sui Lungarni Rinnovati i locali della Farmacia Comunale in via XXIV Maggio Filiera corta: mercato contadino mensile in Piazza Cairoli

Progetti e lavori in corso o di prossimo avvio
Prossime le aperture dei cantieri dei progetti PIUSS: Riqualificazione vecchi macelli (cittadella Galileiana) 8/8/11; ex Stallette 22/12/11;progetto mura 15/7/11; Polo Scolastico S. Francesco 24/02/11,Area Cittadella 30/12/2011, Piazza dei Cavalieri 5/09/2011, Centro polivalente S. Zeno 1/03/2012 Avviati i lavori per la riqualificazione del centro storico di Tramontana, aperti cantieri di riqualificazione di vie e vicoli tra Piazza Vettovaglie – Piazza Dante- Piazza Carrara e Borgo (progetto sicurezza) In corso (saranno ultimati in Luglio) i lavori di riqualificazione di Largo Ciro Menotti In corso la progettazione per la riqualificazione di Piazza S. Silvestro Percorsi Turistici PIUSS – saranno realizzate aree di servizio per turisti con supporti multimediali Proseguono lavori di riqualificazione in via Tavoleria Sollecitati i lavori di ristrutturazione dell’ex libreria Salesiana in via S. Maria Sistemazione isole ecologiche su via S.Jacopo Realizzazione di una rotatoria tra via Bianchi-via Lucchese recuperando l’area del fosso del Marmigliaio Realizzazione di una rotatoria via Pietrasantina via C. Matilde Realizzazione di passaggi pedonali in quota a Porta a Lucca Intervento di riasfaltatura in via del Borghetto e via S. Marta Conclusa la riasfaltatura di via Bonanno Riqualificazione e arredo di aree verdi in via Piave In corso il trasferimento delle cliniche dal vecchio S. Chiara al nuovo Ospedale, già trasferito il Pronto Soccorso (la maggior parte delle cliniche hanno già lasciato l’area)

In corso i lavori di conclusione del primo lotto del Museo delle Navi Romane, assegnati dal Ministero 4 milioni di euro Piano di Gestione UNESCO per l’area monumentale, riqualificazione delle vie d’accesso

Azioni prioritarie per il futuro
Recupero dell’area attualmente occupata dalla Caserma Artale Trasferimento dello Stadio in Ospedaletto, recupero dell’area dell’Arena Garibaldi Riqualificazione della “Mattonaia” e delle vie limitrofe (cessione a privati) Realizzazione di una cittadella dello Sport in via Pietrasantina Realizzazione di un Parco Urbano in via Garibaldi (si estende in aree dei cpt 5 e 6) Pedonalizzazione e Riqualificazione del tratto di via S.Maria da via dei Mille a Piazza dei Miracoli Percorsi Turistici PIUSS –aree attrezzate con supporti multimediali Pisa WI-Fi - estensione in più aree della rete Wi-Fi gratuita cittadina (Piazza Dante, Piazza delle Vettovaglie, Borgo, Piazza S. Caterina,Piazza Carrara Riqualificazione di via Rindi C.T.P. 6 P.ta a Lucca - I Passi - Gagno - P.ta Nuova - S. Francesco - S. Maria Sede: Via C. Matilde, 80

Scheda sintetica degli interventi effettuati, in corso d’opera e programmati nelle aree di competenza del CPT 6
Abstract
L’area del cpt 6 è quella maggiormente interessata dalle grandi trasformazioni urbanistiche che cambieranno l’aspetto del centro storico di Pisa, dei 14 progetti PIUSS finanziati 7 ricadono in aree del cpt 6 ( 2 progetti cittadella, 2 progetti cittadella Galileiana, Piazza Cavalieri, Centro S. Zeno, Polo scolastico S. Francesco). Da un punto di vista urbanistico significativi sono gli interventi che si stanno per realizzare su Piazza dei Cavalieri, e nell’area della Cittadella che cambia fisionomia, predisponendosi a diventare il secondo polo di attrazione turistica della città. La riqualificazione in Science center dell’area dei vecchi macelli e la riacquisizione e riqualificazione delle ex Stallette, rappresentano l’ideale completamento del nuovo assetto di un’area importante della città. L’operazione di più ampio respiro nella ridefinizione dell’assetto urbano della zona è sicuramente quella del recupero dell’area dell’ex Santa Chiara, che restituisce alla programmazione urbanistica una vasta zona che si estende dal perimetro della Piazza dei Miracoli a via Risorgimento, e che apre un interessante dibattito sull’utilizzo degli spazi resi disponibili dal trasferimento del S.Chiara nella nuova area di Cisanello. Nel mese di Luglio vedremo a completamento anche l’intervento in Largo Ciro Menotti (esempio di perfetta intesa tra pubblico e privato per la realizzazione di un intervento di pubblica utilità), un’altra trasformazione che influisce sull’aspetto e il decoro della città. Si porta poi a completamento anche la riqualificazione di Piazza San Silvestro, dove recentemente è stata restaurata la facciata dell’edificio che storicamente ha visto nascere la Scuola Normale, nella Piazza è prevista la collocazione di un’opera monumentale (un grande obelisco) che sarà realizzata da Theimer ( uno dei maggiori scultori in Europa che ha già realizzato importanti interventi monumentali nelle principali città europee) Importanti interventi di riqualificazione sono poi in corso d’opera nel cuore del centro storico di tramontana, coinvolgendo tutta la zona compresa tra Piazza Vettovaglie, Piazza Dante, Piazza Carrara, gli interventi si pongono in continuità con la riqualificazione urbanistica avviata con i PIUSS e il recuperodell’ex S.Chiara, e risolvono nell’immediato problemi di sicurezza e prevenzione del degrado (sono previsti interventi di videosorveglianza e riqualificazione dell’illuminazione pubblica – anche nei vicoli). Il finanziamento dei lavori da parte del Ministero degli Interni è stato ottenuto anche grazie all’intervento della Prefettura. Alcuni interventi in corso di realizzazione influiranno anche sulle dinamiche sociali e sul sostegno a categorie “fragili”. Gli interventi PIUSS in via San Francesco e in S. Zeno, oltre che recuperare due edifici di pregio, devono essere letti in quest’ottica, tenendo conto delle dinamiche sociali che sono in grado di attivare. Tutti gli interventi di recupero e riqualificazione hanno anche l’obiettivo di rendere più vivibili gli spazi. Saranno intensificate le azioni educative verso tutti i soggetti che vivono la città, alimentando il sentimento di rispetto e di pacifica convivenza tra tutti i soggetti e tutte le generazioni. Cosi anche la riqualificazione delle aree a verde, che interesseranno ampiamente la zona, oltre ad apportare un beneficio ambientale,creeranno nuovi punti di socializzazione, offrendo spazi accessibili ad anziani e bambini. Interventi di recupero di ampie aree a verde sono previste nel progetto mura, e interesseranno tutta la promenade architettonica della cinta medioevale, interessando in diverse zone le aree di competenza del cpt6. Un ampia area a verde viene poi recuperata nella zona adiacente al centro polifunzionale San Zeno,e nell’area limitrofa a Piazza San Silvestro – via Garibaldi, dove nascerà un grande parco urbano di 10.000 metri quadrati.

A questi interventi si aggiungono le aree a verde già realizzate (per esempio via Abba) che hanno influito sulla vivibilità dei quartieri contribuendo alla rigenerazione di Pisa in Green City. Il recupero di aree attualmente occupate da strutture dismesse o che cambiano destinazione d’uso apre interessanti prospettive di cambiamento e sviluppo a consumo zero di territorio. Così, in Porta a Lucca, il trasferimento ad Ospedaletto dell’Arena Garibaldi restituisce l’area, attualmente occupata dallo stadio, alla programmazione urbanistica,e l’operazione sulla caserma Artale (progetto Caserme) rende libera un’area di grandi volumi in una zona altamente qualificata del centro storico (nelle immediate adiacenze dell’orto botanico, non lontano dalla Piazza dei Miracoli).

Schede di sintesi
Riqualificazione Piazza dei Cavalieri (PIUSS)
Progetto di riqualificazione Piazza dei Cavalieri e dell’area adiacente alla Chiesa di Santo Sterfano dei Cavalieri: ripavimentazione con materiale lapideo policromo, rete di sottoservizi, illuminazione pubblica, impianto di videosorveglianza, abbattimento di barriere architettoniche e lavori a verde. L’intervento contribuisce al raggiungimento degli scopi generali del PIUSS Pisa, in quanto si pone una duplice finalità, quella di una riqualificazione urbana tesa a valorizzare il patrimonio pubblico e alla razionalizzazione delle funzioni esistenti nel centro storico della città attraverso la realizzazione di nuova pavimentazione e riorganizzazione dei sottoservizi e di contribuire a creare un asse pedonale Stazione Centrale Piazza del Duomo, di cui questo intervento viene ad essere l’elemento centrale.

Cittadella Galileiana (PIUSS)
Due gli interventi programmati con il PIUSS: il recupero dell’area delle ex stallete per far spazio ad un centro a sostegno delle imprese innovative, e la realizzazione di uno science center negli spazi occupati dai vecchi macelli.
Ex Stallette - Centri di competenza relativi al trasferimento tecnologico, dell’innovazione, della ricerca industriale, delle nuove tecnologie ambientali, laboratori di ricerca e strutture per l’alta formazione connessi alle infrastrutture per il trasferimento tecnologico.

Il progetto prevede il recupero dell’ex area industriale dei primi 800 utilizzata a macelli. Prevede la demolizione dei fabbricati abusivi e delle superfetazione a ridosso delle mura urbane, il recupero dei fabbricati che costituiscono il nucleo riconoscibile delle ex stallette per la realizzazione di incubatori ed acceleratori d’impresa nei settori hi-tech e delle strutture di servizio associate allo svolgimento di queste funzioni.

Un’area urbana in grave stato di degrado viene recuperata ed integrata con il museo del calcolo e la ludoteca scientifica all’interno di un percorso turistico che integra l’area della cittadella con il museo delle navi romane, il museo del calcolo, la ludoteca scientifica il busines center ed i nuovi incubatori di imprese high tiech. L’obiettivo è quello di stimolare una valorizzazione del territorio nelle sue specificità scientifico tecnologiche.
Il progetto prevede il recupero e la ristrutturazione di edifici esistenti per la realizzazione di incubatori ed acceleratori di impresa nei settori hi-tech,le tecnologie ambientali e delle strutture di servizio associate allo svolgimento di queste funzioni. L’intervento interessa un’area di mq 15.000 e prevede il recupero edilizio di edifici esistenti per complessivi mc 8.500 e la riqualificazione dell’area esterna ad area a verde di rispetto monumentale delle mura urbane ed area di quartiere.In particolare sono recuperati e destinate le superfici di 3 edifici esistenti per sedi di impresa per complessivi mq 1.650 e sono recuperati due piccoli fabbricati esistenti per servizio accessorio per mq 120. Il Centro della Scienza “Cittadella Galileiana”,diventerà una sorta di museo dove conoscenza ed esperienza non sono il risultato della contemplazione passiva degli oggetti bensì mete da raggiungere grazie alla partecipazione attiva alle manifestazioni,offrendo ai visitatori la possibilità di divertirsi imparando ed alle imprese di proporsi ad un pubblico più vasto. Gli scopi che si prefigge uno Science Center si possono riassumere nei seguenti punti:essere un luogo che offra attività divertenti ed emozionanti ai visitatori;fornire supporto extrascolastico al processo educativo;divenire un punto di riferimento nei processi di aggiornamento degli insegnanti e della formazione;essere un catalizzatore per i processi creativi;fare da mediatore tra pubblico e nuove tecnologie con funzione di ammortizzatore sociale;divenire incubatore di impresa;proporsi come vetrina tecnologica per le aziende.

Area della Cittadella – PIUSS
L’area della Cittadella è stata acquistata dal Demanio diventando proprietà comunale. La zona è ampiamente interessata da interventi di riqualificazione,in buona parte a supporto del Museo delle Navi Antiche che trova posto negli Arsenali Medicei adiacenti, che ridefiniranno radicalmente l’assetto attuale. Grazie al PIUSS si realizzeranno due interventi diretti: recupero degli Arsenali Repubblicani e della Torre Guelfa, l’area è poi interessata ad interventi previsti nel Progetto Mura (PIUSS). Nell’ambito del progetto Caserme invece si è prevista l’acquisizione dell’area occupata dalla ex Bechi Luserna, che ospiterà il nuovo terminal turistico. Arsenali Repubblicani L’area di intervento sulla quale si sviluppa il progetto di recupero comprende tutte le aree a nord dell’ Arno all’interno delle quali ritroviamo i vecchi Arsenali Repubblicani, la struttura non completata dell’arch.Michelucci (Centro studi Galileiano) e il sistema delle fortificazioni medioevali superstiti facenti capo alla Torre Guelfa. L’area di circa sei ettari comprende anche molte aree a verde, alcune conformate a cavea per spettacoli all’aperto e altre per impianti sportivi. Tutti gli edifici e i manufatti di sicuro valore storico e monumentale, versano in gravi condizioni di degrado fisico, in special modo gli Arsenali Repubblicani. Lo spazio unitario dell’area risulta poi diviso in due dal sistema della viabilità carrabile che la attraversa penetrando dalle brecce aperte nelle mura nel dopoguerra. Torre Guelfa e annesse fortificazioni L’intervento di restauro prevede la realizzazione di un corpo scala con ascensore che collega il piano terra con i piani superiori e la realizzazione al piano terra di servizi per persone con impedite o ridotte capacità motorie. Il progetto prevede anche la riapertura dell’arcata dell’anteporta attualmente tamponata e la realizzazione di due vetrate, una fissa in corrispondenza dell’apertura più grande e una invece apribile per consentire anche un’uscita di sicurezza sul fronte ovest al fabbricato in alternativa all’unica apertura di accesso esistente sul fronte nord. Nella porzione laterale del fabbricato sono stati collocati i servizi divisi per sesso per il personale dipendente e un locale autoclave, i servizi igienici divisi per sesso per i visitatori e un locale tecnico al terzo piano. Come in ogni caso di progetto di restauro i lavori saranno i meno invasivi pur partendo da uno stato di conservazione dell’intero complesso che necessita di interventi per rendere possibile e fruibile da qualsiasi persona le sale interne per ospitare il Museo della Città di Pisa. Il progetto prevede anche l’inserimento di piattaforma elevatrice da ubicare all’interno della Torre Guelfa nel vano libero tra le rampe della scala al fine di rendere accessibile anche alle persone con handicap le stanze ai piani superiori dalle quali si vede lo splendido panorama dell’area e della città.

Museo della Navigazione
Sembra avviarsi verso un esito positivo la vicenda del Museo delle navi antiche, dopo i ripetuti interventi dei Parlamentari locali e del Sindaco, le sollecitazioni inviate al nuovo Ministro, sono stati finalmente stanziati 4 milioni di euro per l’apertura. Il Museo delle navi rappresenterà un unicum al mondo, ed è in corso la richiesta per prevedere l’inserimento del cantiere delle Navi tra i siti tutelati dall’UNESCO. Costituirà sicuramente un polo attrattivo turistico cittadino, rivoluzionando gli attuali flussi turistici. L’impegno attuale del Comune, che nel frattempo ha già provveduto ai progetti di riqualificazione dell’area, è di far pressione verso il Ministero affinché non si accumulino ulteriori ritardi.

Polo scolastico san Francesco – realizzazione asilo nido( PIUSS)
Finanziata con i fondi del PIUSS la creazione di un polo per l’infanzia nel complesso di San Francesco. Il progetto è finalizzato alla “…realizzazione di strutture per la prima infanzia, per l’infanzia, per l’inclusione sociale, e rivolte a soggetti svantaggiati, che contribuiscono a raggiungere gli obiettivi diretti ad assicurare pari opportunità per tutti i cittadini” e il risultato atteso è la “realizzazione di strutture di supporto alla crescita culturale della popolazione giovanile, di servizi per la prima infanzia e ai soggetti svantaggiati”. L’operazione consente la riqualificazione di una struttura di grande pregio posta in pieno centro storico ed attualmente degradata e sottoutilizzata, e si pone come servizio indispensabile per il rilancio e la valorizzazione del centro storico come luogo di vita. La realizzazione dell’asilo contribuirà alla creazione di un ambito aggiunto di socializzazione nel quartiere. Il riutilizzo dell’edificio implicherà dunque non solo un recupero architettonico ma anche la realizzazione di un nuovo spazio socialmente utile.

Appaltati i lavori per la realizzazione di un CIAF nel centro polivalente di San Zeno (PIUSS)
Lo stabile che accoglie il progetto di Centro Polivalente S. Zeno prevede circa 400 Mq calpestabili interni e 1200 Mq circa di area a verde che si dipana tra Via S. Zeno, Via Contessa Matilde e Via del Brennero, compreso un tratto di mura storiche. Il progetto mira ad avvicinare al centro città servizi socioassistenziali per famiglie, figli, anziani ancora autosufficienti o fragili dove più forte viene registrato il bisogno di supporti sociali, coinvolge studenti fuori sede e associazioni locali, valorizza e rende fruibile per tutte le generazioni spazi a verde e storici in pieno centro. Sono previsti 3 interventi correlati e strettamente connessi: al piano terra un Centro Anziani e un CIAFF, al primo piano il Centro dei diritti dell’infanzia e, infine, sia al secondo piano che nel giardino, attività integrate intergenerazionali. Inoltre vengono riacquisiti alla fruizione pubblica spazi a verde attualmente in abbandono rilevabili da un percorso che congiunge l’attuale Via S. Zeno con una porta medievale, in parte interrata, all’interno delle mura storiche, che si affaccia sull’attuale Via del Brennero.

Progetti integrati
Si è conclusa la fase di progettazione relativa ai progetti integrati riguardanti tre zone nevralgiche del centro città, due delle quali ricadono nell’area del cpt6, quella di Piazza Vettovaglie e delle aree limitrofe, e quella – patrimonio Unesco – attorno a Piazza dei Miracoli. I Progetti integrati sono costruiti con l’obiettivo di dare risposte su due livelli: quello immediato del contrasto al degrado, della sicurezza e della pulizia e quello di più lungo periodo relativo alle riqualificazioni e agli investimenti più importanti. Centro storico – Vettovaglie – Piazza Dante – Piazza Carrara - Borgo Per l’area attorno a Piazza delle Vettovaglie è stato finanziato grazie a un bando del Ministero dell’Interno e con il coordinamento della Prefettura, una parte del progetto integrato di riqualificazione approvato dalla giunta comunale, per 1,4 milioni di € che consentiranno il completamento dei piani viari, il rifacimento e potenziamento dell’illuminazione pubblica nonché il potenziamento della videosorveglianza. Del progetto le misure già adottate sono l’istallazione di un primo lotto di telecamere, l’applicazione del patto con i locali di somministrazione per il rispetto delle regole e l’avvio dell’organizzazione di attività culturali di qualità per la valorizzazione dei luoghi. Sono stati poi avviati i lavori di riqualificazione di buona parte di vicoli e vie che si trovano tra Piazza Carrara e Borgo stretto, arrivando fino al perimetro della Sapienza per estendersi verso Piazza delle Vettovaglie e limitrofi a Piazza dante. Sono in corso d’opera interventi di rilastricatura. Cantieri sono aperti in Piazzetta S. Giorgio, via del Collegio Ricci, via La Pergola. Saranno riqualificati anche vicolo del Tidi, via Santa Margherita, via Quarantotti e via del Castelletto. Proseguono i lavori di riqualificazione di via Tavoleria

Piazza dei Miracoli Rispetto all’area attorno alla Piazza dei Miracoli, oltre alle azioni già intraprese contro il commercio abusivo di merce contraffatta, si prevedono – a fianco dei progetti riguardanti l’area del S.Chiara con il progetto Chipperfield – la conclusione del recupero del percorso pedonale dal parcheggio di via Pietrasantina, l’adeguamento degli arredi, la sistemazione definitiva della rotatoria di via Cammeo. Stato recupero S.Chiara Dopo il conferimento dell’incarico all’Arch. Chipperfield da parte di Comune, Università e AOP, è stato elaborato il Piano di Recupero del S.Chiara.

PERCORSI TURISTICI (PIUSS)
La zona del CPT 6 è ampiamente interessata dal progetto PIUSS “Percorsi Turistici”. Il progetto prevede la realizzazione di un sistema di punti informativi turistici, tecnologicamente avanzati e di una serie di servizi informativi basati su piattaforme wi-fi e su tecnologie multimediale. Sono stati previsti otto percorsi di visita della città lungo i quali sarà possibile usufruire dei servizi, anche grazie a punti di accoglienza e informazione turistica adeguatamente attrezzati.

Progetto Caserme – recupero area CASERMA ARTALE
Il progetto prevede la realizzazione di una nuova caserma più funzionale e moderna nell’area di Ospedaletto e il recupero dell’area attualmente occupata dalla Caserma Artale

Largo Ciro Menotti
Sono in corso (si concluderanno nel mese di Luglio) i lavori di rifacimento di Largo Ciro Menotti, grazie ad un accordo pubblico privato, la piazza sarà ripavimentata in travertino e vi saranno collocate delle piante decorative (alberi di arancio) sui porticati laterali. Sono stati avviati lavori di rifacimento dell’illuminazione. Ottantamila euro l’investimento per la ripavimentazione (finanziati dalla Serv. Airchef/Salza) . Altri interventi per circa 100.000 euro sono previsti grazie ad un’intesa tra Comune e privati per illuminazione e decoro.

Area a verde – via Abba
Inaugurato il parco attrezzato vicino allo stadio che sviluppa una superficie di circa 2.950 mq. articolata da un’area a verde di circa 1.650 mq. dotata di specifiche attrezzature ludiche per bambini fino a 3 anni, per bambini oltre i 6 anni e di un bocciodromo, alcune aree pavimentate per lo svolgimento di eventi e manifestazioni di circa 900 mq. e di una struttura in muratura di circa 85 mq. con funzione di centro aggregativo.

Sicurezza idraulica
A “i passi” è stata realizzata una nuova idrovora per la sicurezza idraulica della zona

Orti dei Passi
Proseguita l'attività di recupero del patrimonio comunale occupato senza titolo, mediante le verifiche formali e gli avvii di procedimento tesi a liberare gli immobili, fra le aree identificate si sta procedendo a liberare gli orti dei Passi a fini residenziali, commerciali e pubblici di tre caserme ubicate in città tra le quali la Caserma Artale.

Nuovi alloggi ERP
In via di Realizzazione 41 nuovi alloggi ERP in via Consani, i lavori procedono secondo i tempi

previsti e si prevede il completamento entro novembre 2011.

Zona S. Francesco- interventi di riqualificazione stradale
Interventi di riqualificazione stradale in tutta la zona, completata la rilastricatura di tutta via San Francesco da Piazza d’Ancona a via Oberdan. Ripensata la pista ciclabile su via San Francesco, non più in corsia riservata , ma in sede protetta, separata dalla strada.

Via Santa Maria
In programma la pedonalizzazione del tratto compreso tra via dei Mille e Piazza dei Miracoli a completamento dell’asse pedonale turistico Stazione-Piazza dei Miracoli. Sono in corso i lavori di ristrutturazione dell’edificio ex libreria Salesiana, previsto intervento di riqualificazione edificio “bar del duomo”.

Nuove aree pedonali
Pedonalizzata Borgo Largo, favorendone l’uso ai pedoni e ai fruitori degli esercizi commerciali.

Nuovo Parcheggio in Via Piave
Realizzato un nuovo parcheggio in via Piave con una capienza di 130 posti auto. In futuro è prevista la realizzazione di un piano sopraelevato con una struttura fast-park in tutto simile alla struttura realizzata a servizio di palazzo dei congressi a Pisa, con una cortina verde con piante formate rampicanti, che porterà la capienza del parcheggio a 230 posti auto. Lungo il confine con i condomini di via Rossini è stato realizzato un passaggio pedonale di circa 2,00 metri di larghezza che porta all'area con un accesso pedonale diretto dal parcheggio alla porta di San Ranierino e quindi direttamente alla Piazza dei Miracoli.

Nuovo Distaccamento di Polizia Municipale in via Contessa Matilde
E’ stato aperto un nuovo distaccamento della Polizia Municipale (Pisa Nord-Ovest) che avrà competenza nel territorio comunale esterno alle mura urbane nella parte nord ovest della città, potrà contare sul lavoro di 6 agenti della P.M.

Arena Garibaldi
Sono state approvate l’11 dicembre 2009, nell’ambito della Variante al Regolamento Urbanistico, le previsioni per il recupero dell’area dell’Arena Garibaldi a Porta a Lucca, dopo il previsto trasferimento dello stadio in Ospedaletto. L’ipotesi del nuovo stadio deve essere inserita nel piano delle opere pubbliche e, subito dopo, saranno definite procedure e modalità per far decollare l’operazione.

Filiere corte e stabilizzazione del mercato contadino (Piazza Cairola e Consorzio Agrario)
Stabilizzata l’esperienza del mercato mensile dei prodotti della cosiddetta “filiera corta” – mercato contadino in piazza Cairoli – e avviato un altro appuntamento mensile a Cisanello dei produttori locali. Riscuote notevole successo inoltre il mercato del sabato dei produttori agricoli presso il Consorzio Agrario sull’Aurelia patrocinato e sostenuto dal Comune. Rispetto alle filiere corte è stato definito un accordo che ha portato ad avere i produttori agricoli locali anche nel mercato bisettimale cittadino di via Paparelli.

Aree a Verde Parco Urbano di via Garibaldi
Un parco urbano di 10 mila metri quadrati, attrezzato con giochi per i bambini, un grande polmone verde nel cuore della città, per il tempo libero e per la qualità della vita dei residenti sarà realizzato nel quartiere di via Garibaldi, in prossimità dell’antica porta seguendo poi il perimetro delle mura. E’ parte integrante del Progetto Mura (PIUSS).

Interventi di manutenzione stradale (ordinaria e straordinaria)
L’amministrazione comunale ha intrapreso una lotta quotidiana contro il degrado del manto stradale, programmando e realizzando una serie numerosa di interventi di manutenzione stradale straordinaria oltre agli interventi ordinari. Interventi sono stati effettuati in via Niosi, Largo Solferino e Piazza Solferino, via Andrea Pisano (tratto all’altezza con via Diotisalvi), via Diotisalvi, via Trieste (altezza via De Amicis), via don Gaetano Boschi, Piazza Cavallotti, via Palestro (compreso fra via della Scuola e via Traversa),Lungarno Buozzi(5 o 6), Lungarno Mediceo, via Diotisalvi,Lungarno Simonelli. Sono in programma interventi di riqualificazione di via Rindi. In
via di realizzazione Passaggi

pedonali in quota in via Buonarroti, lungarno Buozzi, via XXIV Maggio, via Garibaldi, via S.Marta, via Lucchese e via Firenze
Rotatorie Previste rotatorie in via Bianchi-via Lucchese, recuperando l’area del fosso del Marmigliaio, e in via Pietrasantina via C. Matilde.

SECONDA SEZIONE: CAMBIANDO LA CITTA’ – La città che cresce – schede di sintesi
Sviluppo economico
People Mover – collegamento veloce dalla Stazione all’Aeroporto - approvato il progetto e ottenuti i finanziamenti ( 60 milioni di euro per people mover, e lavori accessori, 8 milioni per viabilità e parcheggi ) - fine lavori 2015. Sestaporta - Iniziati i lavori del progetto che prevede un nuovo centro intermodale della mobilità nella zona della stazione. A questo si unisce un centro servizi ed una nuova area a verde a ridosso delle mura. Costo 32 milioni di euro . Fine dei lavori 2014. Saint Gobain - grazie all’accordo tra azienda e Comune di Pisa nuovi investimenti per 93 milioni di euro che permettono il consolidamento dei posti di lavoro.

URBANISTICA
Piano Strategico – varato l’accordo con i sei comuni dell’area pisana per una “città da 200mila abitanti”. Avviato l’iter per un Piano Strutturale e per lo sviluppo si servizi integrati. Regolamento urbanistico – approvate le varianti per la ridefinizione delle previsioni non attuate; per il piano casa per la partecipazione ai bandi Regionali; per il recupero di aree ed edifici per scopi pubblici.

Grandi trasformazioni urbane
Progetto PIUSS - 14 progetti per 41 milioni di investimenti , fine di tutti i cantieri entro il 2014. I progetti prevedono il recupero e la riqualificazione della Cittadella; la lastricatura di Corso Italia e Piazza dei Cavalieri; restauro e fruibilità di tutta la cerchia muraria; percorsi turistici innovativi e multimediali; un nuovo asilo; un centro di accoglienza e un centro sociale. Porto di Marina di Pisa -Proseguono, nel rispetto dei tempi preventivati, i lavori nel cantiere del Porto turistico di Marina di Pisa, iniziati il 27 Aprile del 2010 si prevede di concluderli entro l’estate del 2012. . Ad oggi sono state già realizzate parti importanti della futura struttura portuale. Già nella prossima estate vedremo 344 posti barca, 430 posti auto, con una realizzazione importante per il futuro turistico ed economico di Marina. Case per edilizia popolare e convenzionata – previsti investimenti di 24 milioni di euro al Cep e a S. Ermete. Fine degli interventi dicembre 2012. Ex Saint Gobain e ex Piaggio – Approvati i piani di recupero per le aree di Porta a Mare ( investimenti per 130 milioni di euro con 10 milioni di opere pubbliche complementari) Ospedale di Cisanello – prosegue la realizzazione del nuovo polo ospedaliero così come il graduale trasferimento di tutte le cliniche. Progetto Caserme – ripresi ed intensificati i rapporti col Ministero della Difesa Calambrone – prosegue l’opera di recupero delle colonie e di urbanizzazione della zona.

Cultura e Turismo
Protocollo Grandi Eventi – sottoscritta un’intesa con tutti gli enti cittadini per la collaborazione nel corso di grandi eventi culturali con nuove modalità di coordinamento, di promozione turistica e

servizi collaterali. Teatro Verdi – Attuando scelte rigorose il bilancio in via di risanamento ed il 2010 si chiude in pareggio. Museo delle Antiche Navi Romane – proseguono i lavori del Tavolo con governo ed Istituzioni locali per l’apertura del Museo agli Arsenali Medicei. Manifestazione storiche – rilancio delle iniziative classiche del Giugno Pisano con grandi innovazioni e ottima risposta della città. Coinvolgimento di scuole e bambini nella riscoperta delle tradizionali manifestazioni (vedi Gioco del Ponte)

Mobilità
Piano Mobilità Urbana – avviato l’iter per la realizzazione del nuovo piano in accordo con i comuni dell’area. Nuovi parcheggi – realizzati o parte nuovi parcheggi in via Piave ( 120 posti) ; Aurelia (attuali 300 Posti a regime1200 posti); parcheggio verde a Tirrenia ( 200 posti) Viabilità Ospedale di Cisanello – realizzata la nuova viabilità di accesso al Polo Ospedaliero e realizzata un’area parcheggio gratuita con 1400 posti e servizio navetta gratuita da e per l’ospedale. Piazza Vittorio Emanuele – aperto il parcheggio sotterraneo ( 280 posti) Busvia elettrica – realizzato lo studio di fattibilità per la nuova busvia in sede protetta tra la Stazione e l’Ospedale di Cisanello. Pisa Pass – realizzata la nuova modalità che semplifica l’accesso alla ZTL e consente la differenziazione nelle tariffe dei parcheggi. Piste Ciclabili – realizzate nuove piste in via Matteotti/Matteucci ; sul litorale; a S. Piero a Grado e Lungo l’acquedotto in zona Don Bosco.

Opere pubbliche e progetti integrati
Strade – rifacimento dei piani viari per quasi 4 milioni di euro. Attivato il piano straordinario per affrontare l’emergenza buche. Oltre 400 interventi ordinari effettuati e 100 di manutenzione straordinaria.

Sicurezza, decoro e vivibilità
Patto per Pisa Sicura – sottoscritto con Provincia , Regione e Ministero dell’interno. Vigili urbani – assunti 10 nuovi agenti e portato l’organico della Polizia Municipale a 130 unità. Videosorveglianza – 57 telecamere installate e funzionanti altre 10 in via di installazione.

Gestione rifiuti
Card Raccolta Differenziata – attivato il sistema della carta a punti per incentivare la raccolta differenziata. I punti equivalgono ad uno sconto sulla TARSU. Stazioni mobili – realizzate due stazioni ecologiche mobili con un servizio che copre tutti i quartieri ( porta a porta di prossimità). Cassonetti interrati – istallati su gran parte del Litorale cassonetti interrati per un maggior decoro.

AREE A VERDE
Inserite nel progetto PIUSS il recupero e la fruibilità delle aree a verde limitrofe alle mura e nell’area della Cittadella per 6 ettari di verde.

ENERGIE E GREEN CITY
Auto elettriche – sperimentazione , insieme a Milano e Roma, delle Smart elettriche in collaborazione con Enel e Mercedes. Istallate le colonnine di ricarica. Siglato il protocollo d’intesa con Poste per l’uso di mezzi elettrici nella distribuzione della corrispondenza.

SOL MAGGIORE – inaugurato il più grande parco fotovoltaico della Regione realizzato in una cassa di esondazione sul Canale dei Navicelli. Edilizia Sostenibile – approvato il regolamento Navicelli – ottenuto il finanziamento del progetto APEA ( Area Produttiva Ecologicamente Attrezzata) per l’area dei Navicelli. Riconoscimenti – Pisa capitale della Green Economy come riconosciuto dai numerosi attestati internazionali ottenuti in questi anni: il Premio Nazionale per l’Ambiente Gianfranco Merli; il premio “ecosistema urbano” di Legambiente; Il Klimaenergy Award 2010; Il Pimby 2010 e il premio Euromobility come “città amica della bicicletta.”

POLITICHE SOCIALI
Dormitorio via Conte Fazio – attivato il dormitorio pubblico con integrazione e gestione compatibile con il quartiere. Campi ROM abusivi – stipulato con la Regione Toscana un protocollo per il superamento dei campi abusivi. Proseguiti i rimpatri volontari assistiti. Garantita l’integrazione scolastica a tutti i bambini rom.

EDUCAZIONE E FORMAZIONE
Asili nido – confermato l’azzeramento delle liste d’attesa, il gradimento delle famiglie e mantenuto il livello dei servizi. Strutture – realizzate 4 nuove scuole : 2 asili nido e 2 materne e investiti 3 milioni di euro inmanutenzione e sicurezza degli edifici scolastici.

PARTECIPAZIONE
Costituiti i 6 Consigli Territoriali di Partecipazione (CTP ) nei quartieri. 120 cittadini volontari.

Bilancio e macchina comunale
Piano antievasione – recuperati oltre 3 milioni di euro Struttura comunale –approvata la nuova organizzazione.

Smart City
Pisa WIFI – realizzati i primi punti di accesso libero e gratuito alla rete a disposizione di cittadini e turisti. Disponibili in Logge di Banchi; Piazza XX settembre e Viale delle Piagge.

GREEN PISA la città sostenibile
Il 23 Settembre 2010 il Sindaco Marco Filippeschi ha ritirato a Bolzano il prestigioso premio Klimaenergy Award, riconoscimento che certifica le iniziative intraprese da questa amministrazione per la sostenibilità ambientale. Nell’assegnare il premio, fra le varie motivazioni, la giuria del Klimaenergy ha voluto sottolineare che Pisa si è resa particolarmente “visibile”, fra le diverse iniziative promosse da altri Enti Locali, per l’impulso che sta offrendo allo sviluppo della ricerca nel settore della riduzione di CO2 e di produzione di energie da fonti alternative. Pisa città laboratorio, questo è effettivamente il senso di buona parte delle iniziative intraprese con partner di eccellenza che hanno accettato l’idea di sperimentare nella nostra città soluzioni poi esportabili in altri contesti. Insieme a Milano e Roma, Pisa ha stipulato con Enel e Mercedes un protocollo d’intesa per la sperimentazione delle auto elettriche, su questo progetto di base ha poi sviluppato altre iniziative che portano oggi ad individuare Pisa come la Capitale italiana dell’emobility. Mobilità privata, mobilità pubblica e movimentazione e trasporto merci (logistica) su tutti e tre gli assi che costituiscono la “mobilità” Pisa ha esteso il progetto e-mobility. Sono così conseguiti all’accordo iniziale con Enel e Mercedes protocolli anche con Piaggio, per la logistica, con Poste Italiane, con Farmacie Comunali Pisa S.p.a. e con l’Azienda Ospedaliera per garantire la mobilità elettrica all’interno dell’area del nuovo Santa Chiara. A queste iniziative si sono poi aggiunti progetti per il trasporto pubblico e per l’adeguamento dei mezzi in uso da parte della Polizia Municipale e dell’Amministrazione Comunale. Con PISAMO, società in house del Comune di Pisa, si è sviluppato un progetto denominato “Pisa Pass” che utilizza la tecnologia r-fid facilitando la gestione e l’uso dei permessi e il monitoraggio dei flussi di traffico. Sul piano della produzione di energia da fonti rinnovabili, è stato realizzato il grande campo fotovoltaico dei Navicelli. Si tratta di uno degli impianti Fotovoltaici più grandi d’Europa, il più grande della Toscana, da solo è in grado di produrre energia sufficiente al fabbisogno di 3000 famiglie. L’area dei Navicelli sta poi per diventare area APEA (Area Produttiva Ecologicamente Attrezzata), con l’obiettivo di arrivare ad un miglioramento delle prestazioni ambientali del comparto produttivo insediato ai Navicelli, soprattutto in termini di emissioni di gas clima-alteranti e di gas inquinanti, ed alla diminuzione del fabbisogno energetico coperto per mezzo di fonti fossili, a parità di intensità produttiva, nonché alla riduzione dei costi energetici per le imprese produttive, in un quadro di sicurezza, attuale e futura, degli approvvigionamenti. A Pisa sono poi in corso ricerche per la produzione di energia dalla CO2, e sempre a Pisa il centro ricerche di ENEL ha sviluppato “il diamante” una delle stazioni di produzione energetica da fonti rinnovabili più innovative che siano state recentemente presentate.

Di particolare importanza è poi il “regolamento per l’edilizia sostenibile” approvato dal Consiglio Comunale, che incentiverà il ricorso all’energie rinnovabili, alle soluzioni di bioedilizia, nella realizzazione delle nuove strutture residenziali. Pisa è poi all’avanguardia anche nell’educazione ambientale, sono stati già installati tetti fotovoltaici su quattro scuole comunali, e a breve s’intende estendere ad altri 4 plessi scolastici gli impianti. I bambini possono così monitorare la produzione di energia della propria scuola affrontando lo studio delle più elementari problematiche energetiche. A Pisa si tiene poi Green City Energy, il meeting internazionale della Green economy che intende mettere a confronto il mondo della ricerca e dell’industria con le amministrazioni locali. La prima edizione è stata un grande successo, ed ha portato a Pisa più di mille esperti chiamati a confrontarsi al Palazzo dei Congressi sui temi della green economy. Anche sulla gestione dei rifiuti e sull’educazione alla raccolta differenziata, il Comune di Pisa ha promosso diverse iniziative, forse la più innovativa è l’istituzione di una “tessera a punti” per incentivare la raccolta differenziata presso le isole ecologiche. ALCUNI PROGETTI IN SINTESI

Progetto e-mobility: l’accordo con Enel e Mercedes
Attraverso un Protocollo d’intesa tra Comune ed Enel è partito il progetto sulla mobilità elettrica nel comune di Pisa. Dal 2010 Enel e Mercedes (con la Smart) stanno sperimentando a Pisa, Roma e Milano la diffusione di auto elettriche con tecnologia di ricarica all’avanguardia. Le vetture sperimentate in città saranno 25. Coinvolti poi nell’operazione anche le Poste – per la consegna con mezzi elettrici Piaggio della posta nel centro storico - l’Aeroporto e l’Ospedale, per gli spostamenti interni. Le colonnine di ricarica sono dislocate non solo nei pressi delle abitazioni dei 25 “sperimentatori” ma anche in molti punti nevralgici della viabilità e dei parcheggi e sono utilizzabili anche per gli attuali standard di ricarica di auto, moto e bici elettriche. Protocollo d’Intesa People Mover Il prossimo 14 luglio il consiglio comunale approverà gli atti necessari a far partire i bandi di gara per la realizzazione del progetto People Mover, un mezzo elettrico e ad alta frequenza tra l’aeroporto di Pisa e la Stazione centrale. La realizzazione dell’opera è prevista entro il 2015 ed è stata finanziata per 27 milioni dalla Regione Toscana. Nel complesso il progetto e le opere complementari assommano ad 80 milioni di investimenti. Il progetto consentirà di spostare su mezzo pubblico a bassissima emissione buona parte degli spostamenti su mezzi privati verso l’aeroporto. La fermata intermedia presso il parcheggio scambiatore sito sull’Aurelia consentirà l’uso del Peopole Mover anche per i pendolari provenienti da Livorno. Progetto busvia/tranvia Centro-Cisanello E' stato affidato un incarico per la progettazione di un percorso di una busvia in sede protetta che colleghi la Stazione centrale con l'ospedale di Cisanello. Il primo progetto è stato presentato alla città. Nuove piste ciclabili E’ stato predisposto il nuovo piano della rete ciclabile di Pisa. La Giunta ha definito uno standard qualitativo da inserire negli appositi strumenti di programmazione finalizzato ad uniformare le tipologie progettuali del sistema ciclabile e pedonale. E' stata realizzata la pista ciclabile in Via Matteotti e Via Matteucci secondo lo standard definito dalla Giunta comunale. E' stata realizzata la pista ciclabile da Tirrenia e Calambrone con una elevato standard

qualitativo che ha anche prodotto una riqualificazione del Viale del Tirreno. Entro breve saranno affidati i lavori per la realizzazione di un ulteriore tratto di pista ciclabile, circa un chilometro, tra Tirrenia e Calambrone, in prosecuzione e con lo stesso standard esecutivo di quello già in esercizio. E' stata risistemata la viabilità ciclo-pedonale del Viale delle Piagge. Sono terminati i lavori per la realizzazione del percorso ciclopedonale di collegamento della Basilica di San Piero al cimitero (progetto del bilancio partecipato). Mezzi a basso impatto ambientale Da alcuni anni l’Amministrazione è impegnata nel rinnovo del parco mezzi scegliendo sempre auto e pulmini a basso impatto ambientale. Auto a metano sono già in dotazione agli uffici tecnici mentre si sta provvedendo alla sostituzione degli scuolabus. Dall’inizio del 2010 sono stati acquistati 6 nuovi scuolabus ecologici.

Produzione e risparmio di energia
Parco Fotovoltaico sui Navicelli Rispettando perfettamente le previsioni, il Parco Fotovolatico dei Navicelli, il più grande della Toscana, uno dei più importanti d’Italia, è entrato in funzione nel mese di Gennaio di quest’anno. La sua capacità produttiva, di 5 milioni di kilowatt annui, soddisferà il fabbisogno energetico di 3000 famiglie. L’impianto mette a rendita un area di 25mila metri quadri costituita dalle casse di esondazione che si trovano nell’area dei Navicelli, altrimenti inutilizzabili. Per allestirlo sono stati necessari 15.600 moduli con pannelli fotovoltaici, collocati ad un’altezza di 2,20 metri attraverso 5mila pali a vite. Un opera unica nel suo genere proprio per queste caratteristiche strutturali, determinate dalla tipologia di area. Così un terreno che aveva quale sua unica destinazione la sicurezza idraulica di Pisa Sud renderà da oggi ricavi per un milione di euro all’anno. L’impianto è stato realizzato da Toscana Energia Green, il Comune che ha messo a disposizione l’area per un periodo di trenta anni, avrà una percentuale sugli utili prodotti. Per la realizzazione di questo impianto, al Comune di Pisa e a Toscana Energia era stato consegnato a novembre il prestigioso premio Pimby. Progetto Apea/Navicelli I cantieri dei Navicelli sono interessati inoltre al progetto APEA (Area Produttiva Ecologicamente Attrezzata), realizzato in collaborazione con il Comune. Il progetto prevede la realizzazione di impianti di produzione da energie rinnovabili per le imprese che gravitano nell’area del canale. I progetti sono in fase di attuazione e un primo passo importante si è compiuto il 1 febbraio con l’inaugurazione di due importanti realizzazioni, la nuova pensilina fotovoltaica in area adibita a parcheggio, con una produzione complessiva che si aggira su un monte energia di 23.315 KWh, e la messa in opera di pannelli fonoassorbenti con integrati pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica a servizio dell’illuminazione pubblica, la struttura sarà collocate inprossimità di area destinata al traffic di veicolui per carico e scarico merci. Nel progetto sono previste inoltre: La realizzazione di un efficiente impianto di illuminazione pubblica mediante tecnologia LED ed alimentato tramite pannelli fotovoltaici. ( nella produzione del LED non vengono utilizzati metallic pesanti e consentono il controllo totale del flusso luminoso) La realizzazione di una installazione eolica (sulla copertura della Sede della Società Navicelli S.p.Adisposta sul lato Nord-Est della Darsena del Canale Navigabile dei

Navicelli), sarà costituita da due turbine eoliche, di potenza nominale pari a 6KW ciascuna, ma pilotate da un inverter “depotenziato”, è assimilate per funzionamento ad un aerogeneratore di taglia 5KW

Regolamento edilizia sostenibile Il 24 settembre 2009 è stato approvato il Regolamento per l’Edilizia Sostenibile che punta a favorire il risparmio energetico e ad aiutare la produzione di energia da fonti rinnovabili. Tutti i nuovi edifici dovranno raggiungere l’indice minimo di sostenibilità e, nei casi di migliori soluzioni bio-edilizie, sono previsti incentivi con incrementi volumetrici e sconti agli oneri di urbanizzazione secondaria. Si aiutano in questo modo gli interventi edilizi che si caratterizzano per la compatibilità ambientale, la eco efficienza energetica, il comfort abitativo e la salvaguardia della salute dei cittadini. Installazione dei tetti fotovoltaici sugli edifici scolastici Completati quattro tetti fotovoltaici (2 sulla Scuola media di Riglione e scuola elementare di Putignano, già in produzione con 18.000 euro fra contributo GSE e corrente prodotta e altri 2 appena terminati media Fucini e materna Agazzi). Gli interventi fruiscono, a seguito della partecipazione ad un bando regionale, di un finanziamento del 20% a fondo perduto). Saranno realizzati ulteriori 6 impianti; 4 finanziati da Toscana Energia Green (elementare Damiano Chiesa, elementare Parmini, elementare Toti, elementare Gereschi, elementare Collodi) 1 finanaziato da Vodafone (media Niccolò Pisano di Marina). IMPIANTI FOTOVOLTAICI NUOVO OSPEDALE DI CISANELLO Impianti Fotovoltaici sono in corso d’installazione nelle aree del Nuovo Ospedale di Cisanello, i pannelli vengono installati sia sui tetti delle strutture maggiormente idonee, che su apposite pensiline nell’area parcheggio. Tra parcheggi e tetto l'impianto a regime avrà una potenza complessiva di 238,28 kW, con produzione annua di 291.624 kWh; a livello di inquinamento ci sarà un risparmio all'anno di 155 tonnellate di emissioni di anidride carbonica. In questo modo sarà soddisfatto dall'impianto circa il 2% del fabbisogno energetico dell'ospedale. In euro saranno risparmiati direttamente 30mila euro, cui andranno sommati i circa 120mila provenienti dal conto energia di Enel. Per quanto riguarda i costi di manutenzione dell'impianto, che si prevede avrà un ciclo ventennale, ammontano a circa 7.000 euro all'anno. GEOTERMIA A una profondità di seicento metri a est della città, c’è un grande giacimento geotermico di acqua a cinquanta gradi di temperatura. È stato individuato dopo una ricerca di Cnr ed Enel e adesso è al centro di un progetto, unico nel suo genere in Italia, che ne prevede lo sfruttamento. Un primo progetto prevede di utilizzare la risorsa per riscaldare il Nuovo Ospedale di

Cisanello, e per dare energia ad alcune strutture universitarie che sorgeranno vicino all’ospedale. Nel progetto si prevede di utilizzare per la prima volta nuove tecnologie che consentiranno di sfruttare il bacino senza alterarne la struttura e dunque provocare danni alla falda e allo stesso modo produrre energia pulita a emissioni zero. ALTRI INTERVENTI “Green ENERGY” E’ stato avviato il percorso per la pianificazione che evidenzierà tutte le potenzialità e i possibili sviluppi relativi alle energie alternative e rinnovabili quali eolico, solare, geotermico e biomasse e sul risparmio energetico. Tra gli altri interventi previsti, sono in fase di completamento due impianti fotovoltaici finanziati con il bilancio partecipato. Abbiamo avviato la progettazione con richiesta di finanziamento ad un bando regionale di altri due impianti per oltre 300.000€. Per quanto riguarda l’edilizia privata, a Pisa dal 2000 ad oggi sono state richieste 40 autorizzazioni per impianti solari termici e 120 di solare fotovoltaico.

Raccolta differenziata
Nuovi progetti per la raccolta differenziata La nostra città, grazie ad un cofinanziamento Regione Toscana-Comune di Pisa ha cambiato radicalmente il metodo di raccolta differenziata: puntando ad un coinvolgimento diretto dei cittadini abbiamo istituito una tessere a punti con la possibilità di arrivare ad uno sconto sul costo del servizio da parte degli utenti fino ad un massimo del 30%. Come funziona: dal 2 gennaio 2010 tutti i cittadini pisani, ma, prima novità, anche le utenze non domestiche, hanno ricevuto una tessera con la quale è possibile recarsi presso le stazioni ecologiche esistenti (via Pindemonte, via delle Giunchiglie) e conferire tutte le tipologie di rifiuti dopo averle pesate. Abbiamo provveduto ad informatizzare i nostri due centri di raccolta e quindi dopo avere individuato le quantità di rifiuto conferito a queste viene attribuito un punteggio in base al quale è stato possibile ricevere uno sconto fino ad un massimo del 30% sulla bolletta 2011. Realizzazione di tre nuove stazione ecologiche Nel corso del 2011 saranno realizzate tre nuove stazione ecologiche informatizzate per aumentare la gamma di offerta di luoghi dove poter conferire i rifiuti: l’obbiettivo è quello di coprire tutte le zone della città in modo da dare la possibilità a tutti i cittadini di poter condividere l’iniziativa proposta dal comune per aumentare la quota di raccolta differenziata. Nuovo modello di porta a porta: ”Il porta a porta di prossimità”. Grazie alle nuove tecnologie abbiamo individuato un nuovo metodo di raccolta differenziata porta a porta: il sistema è esattamente quello delle stazioni ecologiche, ma con l’unica differenzia che invece di chiedere al cittadino di raggiungere le stazioni ma

sono le stazioni mobili che raggiungono il cittadino. Le 3 “stazioni ecologiche mobili” funzionanti in città sono posizionate a giorni ed a orari fissi nelle varie piazze e vie cittadine. Questo sistema permette a tutti di conferire il rifiuto in modo differenziato per tutte le categorie di rifiuto e non solo per quelle presenti nel sistema conosciuto fino ad oggi con il cassonetto. La novità rispetto al porta a porta tradizionale e quello della maggiore libertà nel conferimento: non importa rispettare giorni e orari fissi, ma quando uno vuole e ha realmente rifiuto da conferire, basta consultare il calendario, recapitato a tutti i cittadini e alle utenze non domestiche, e raggiungere la stazione ecologica mobile più vicina. Il funzionamento di quelle mobili è identico a quelle fisse: si va con la carta, si pesa il rifiuto e si ottengono i punti per la detrazione fino ad un massimo del 30%. Isole ecologiche interrate Sul litorale tra Marina di Pisa e Tirrenia sono state posizionate diverse postazioni sotterranee di “cassonetti”, le cosiddette isole ecologiche a scomparsa. Ormai le località turistiche più rinomate e le città europee più avanzate utilizzano questa modalità di raccolta che consente vantaggi indiscutibili: sia sul fronte dell’impatto visivo, in quanto cancellano la presenza del cassonetto tradizionale, che certamente non costituisce un elemento qualificante sul fronte della qualità e del decoro urbano, ma soprattutto elimina gli odori e il degrado tipici dell’ attuale metodologia di raccolta, in particolare nei periodi caldi dell’anno. L’obbiettivo è quello di partire in modo sperimentale sul Litorale per approdare nel centro storico già a partire dalla realizzazione del PIUSS.

Riconoscimenti
Klimaenergy Award 2010 l premio nasce all’interno della manifestazione Klimaenergy, fiera delle energie rinnovabili, promossa dal Comune di Bolzano, che giunge quest’anno alla sua terza edizione. Klimaenergy” si rivolge ad un pubblico altamente specializzato composto da responsabili di uffici pubblici e istituzioni nonché da rappresentanti di settori ad alto fabbisogno energetico, quali industria, artigianato ed alberghiero. La giuria ha premiato il Comune di Pisa per il suo impegno nella promozione delle energie rinnovabile a partire dal “parco fotovoltaico (il più grande della Toscana) con la riqualificazione dell’area dei Navicelli in Apea (Area Produttiva Ecologicamente Attrezzata)” e per i progetti di mobilità elettrica che vedono Pisa, insieme a Roma e Milano, all’avanguardia nella sperimentazione della mobilità elettrica urbana. PIMBY 2010 L’impianto fotovoltaico SOL MAGGIORE ha ricevuto il premio Pimby, il riconoscimento dell’Associazione Pimby conferito per la realizzazione di grandi opere sostenibili per lo sviluppo del territorio, nel rispetto delle esigenze delle popolazioni locali e dell’ambiente. Il premio è legato alla realizzazione di un impianto in un’area, di oltre 85.000 mq, destinata a vasca di esondazione. Le innovative soluzioni adottate per la realizzazione del progetto hanno consentito di garantire la funzionalità dell’opera idraulica e, al contempo, di non consumare nuovo suolo.

PISA SMART CITY
Una smart city è una città in grado di organizzarsi al meglio, di ottimizzare le sue risorse, di valorizzare le sue migliori capacità, di modificarsi dinamicamente in funzione di suoi parametri fondamentali nell’ottica di migliorare la qualità della vita delle persone e la sua sostenibilità complessiva. Una città intelligente, automatizzata, controllata ed in grado di utilizzare diversamente di giorno in giorno i suoi servizi e la sua organizzazione per i suoi cittadini.
Pisa ha di certo le caratteristiche per sviluppare un progetto di smart city, che si basi sull’elevato livello di conoscenze che caratterizza la nostra città e sulla qualità e complessità dei servizi offerti. Pisa ha sviluppato ed ha in fase di realizzazione molti progetti che vanno esattamente in tale direzione; essi nascono dalle scelte strategiche dell’amministrazione in materia di urbanistica, mobilità, ambiente, informatizzazione, sviluppo economico e insieme da una dinamicità di proposte e progetti concreti del mondo scientifico, associativo e dei grandi servizi. Non a caso Pisa è stata in questi anni premiata a livello italiano più volte: si pensi al Klimaenergy Award 2010 di Bolzano, al premio Pimby dell’omonima associazione, al premio Città Amiche della Bicicletta di MobilityTech di Milano. Pisa inoltre è già parte di importanti network internazionali quali Polis nel quale collabora attivamente con altre importanti municipalità europee allo sviluppo di tematiche innovative sulla mobilità e sul trasporto. Pisa ha altresì aderito al Patto dei Sindaci (Covenant of Mayor) che definisce una strategia ed un impegno comune a livello europeo per raggiugere livelli di riduzione delle emissioni di CO2 in città del 20% entro il 2020. Proprio tale impegno porterà la città allo sviluppo del Piano di Azione dell’Energia Sostenibile (acronimo inglese SEAP) che di fatto un primo passo strategico verso la smart city, ma non l’unico per la nostra città.

I quattro assi strategici di sviluppo di Pisa Smart City sono:
- Città della qualità della vita (qualità abitativa, servizi al cittadino, sicurezza, arredo urbano, confort scolastico, sport, valorizzazione dell’immagine della città) - Città della conoscenza (ricerca e innovazione applicata alla città, sperimentazione di innovazioni applicate alla città, supporto alla creatività, automatizzazione dei metodi di controllo dei servizi) - Città accessibile (Partecipazione, informatizzazione, accessibilità ad internet ed ai servizi) - Città sostenibile (vita, sviluppo, ambiente, mobilità, cultura della sostenibilità) Questi quattro assi fondamentali di sviluppo determinano un’ organizzazione a supporto della Smart City interdirezionale e integrano assieme differenti strumenti regolamentatori dell’amministrazione. Il progetto di Pisa Smart City intende integrare i seguenti piani operativi: - Regolamento dell’edilizio sostenibile, Varianti e regolamenti urbanistici - Piano urbano della Mobilità - SEAP – Piano di azione per l’energia sostenibile - Piano di azione per la digitalizzazione e l’informatizzazione della città Dunque seguendo un modello a matrice si possono vedere questi assi e piani in modo congiunto, con alcuni esempi di interventi in atto: Edilizia popolare, Qualità abitativa, Sicurezza, Fotovoltaico scuole Interventi di riqualificazione sostenibili Sicurezza Qualità abitativa Autoproduzione energetica Piano urbano della

mobilità Piano del traffico Piste ciclabili Ricerca sui sistemi di ITS (Intelligent Transport System), Mobilità elettrica Piano del traffico, Mobilità elettrica, People Mover, Tramvia/busvia cisanello Sistemi di controllo del traffico informatizzati Edilizia popolare, Qualità abitativa Aree APEA, Gestione dei rifiuti, Tessera pinti per rifiuti Fotovoltaico scuole Autoproduzione energetica, Aree APEA, Scuole, progetto Smart Gird Navicelli Mobilità elettrica, People Mover Qualità abitativa, Autoproduzione energetica, Eventi sulla sostenibilità e l’educazione ambientale (GCE, etc) Aree Wi-Fi , Sicurezza (videosorveglianza) Innovazione tecnologiche legate ad internet Aree Wi-Fi, Sicurezza (videosorveglianza) Sistemi di controllo del traffico informatizzati

Pisa dunque è già una città laboratorio delle applicazioni più innovative che caratterizzeranno le Smart Cities, anche attraverso la collaborazioni con partner di eccellenza che hanno accettato l’idea di sperimentare nella nostra città soluzioni innovative poi esportabili in altri contesti. Si pensi ad esempio al protocollo di intesa che, Pisa (insieme a Milano e Roma) ha stipulato con Enel e Mercedes per la sperimentazione delle auto elettriche. Mobilità privata, mobilità pubblica e movimentazione e trasporto merci ( logistica) su tutti e tre gli assi che costituiscono la “mobilità” Pisa ha esteso il progetto e-mobility. Sono così conseguiti all’accordo iniziale con Enel e Mercedes protocolli anche con Piaggio, per la logistica, con Poste Italiane, con Farmacie Comunali Pisa S.p.a. e con l’Azienda Ospedaliera per garantire la mobilità elettrica all’interno dell’area del nuovo Santa Chiara. A queste iniziative si sono poi aggiunti progetti per il trasporto pubblico e per l’adeguamento dei mezzi in uso da parte della Polizia Municipale e dell’Amministrazione Comunale. Con PISAMO, società in house del Comune di Pisa, si è sviluppato un progetto denominato “Pisa Pass” che utilizza la tecnologia r-fid facilitando la gestione e l’uso dei permessi e il monitoraggio dei flussi di traffico. Sul piano della produzione di energia da fonti rinnovabili, è attivo SOL MAGGIORE - il più grande campo fotovoltaico della Toscana realizzato nell’area dei Navicelli. Si tratta di uno degli impianti Fotovoltaici più grandi d’Europa, il più grande della Toscana, da solo è in grado di produrre energia sufficiente al fabbisogno di 3000 famiglie( Potenze 3.700 MWp, Produzione annua: oltre 5.000.000 kWh e Emissioni di CO2 evitate: circa 3750 TON/ANNO). L’area dei Navicelli è divenuta area APEA (Area Produttiva Ecologicamente Attrezzata), con l’obiettivo di arrivare ad un miglioramento delle prestazioni ambientali del comparto produttivo insediato ai Navicelli, soprattutto in termini di emissioni di gas clima-alteranti e di gas inquinanti, ed alla diminuzione del fabbisogno energetico coperto per mezzo di fonti fossili, a parità di intensità produttiva, nonché alla riduzione dei costi energetici per le imprese produttive, in un quadro di sicurezza, attuale e futura, degli approvvigionamenti. A Pisa sono poi in corso ricerche per la produzione di energia dalla CO2, e sempre a Pisa il centro ricerche di ENEL ha sviluppato “il diamante” una delle stazioni di produzione energetica da fonti rinnovabili più innovative che siano state recentemente presentate. Di particolare importanza è poi il “regolamento per l’edilizia sostenibile” approvato dal Consiglio Comunale, che incentiverà il ricorso all’energie rinnovabili, alle soluzioni di bioedilizia, nella realizzazione delle nuove strutture residenziali. Pisa è poi all’avanguardia anche nell’educazione ambientale, sono stati già installati tetti fotovoltaici su due scuole comunali, e a breve s’intende estendere ad altri plessi scolastici gli impianti. I bambini possono così monitorare la produzione di energia della propria scuola affrontando lo studio delle più elementari problematiche energetiche. A Pisa si tiene poi Green City Energy, il meeting internazionale della Green economy, giunto alla seconda edizione, che intende mettere a confronto il mondo della ricerca e dell’industria con le amministrazioni locali. La prima edizione è stata un grande successo, ed ha portato a Pisa più di mille esperti chiamati a confrontarsi al Palazzo dei Congressi sui temi della green economy. Anche sulla gestione dei rifiuti e sull’educazione alla raccolta differenziata, il Comune di Pisa ha promosso diverse iniziative, forse la più innovativa è l’istituzione di una “tessera a punti” per incentivare la raccolta differenziata presso le isole ecologiche.

APPENDICE “PISA 2015” i 14 progetti PIUSS
SUMMA DESCRITTIVA DEI SINGOLI INTERVENTI PIUSS
1)CITTADELLA GALILEIANA :Riqualificazione e recupero ex Stallette.
TIPOLOGIA DI INTERVENTO Centri di competenza relativi al trasferimento tecnologico, dell'innovazione, della ricerca industriale, delle nuove tecnologie ambientali, laboratori di ricerca e strutture per l'alta formazione connessi alle infrastrutture per il trasferimento tecnologico. Il progetto prevede il recupero dell'ex area industriale dei primi 800 utilizzata a macelli. Prevede la demolizione dei fabbricati abusivi e delle superfetazione a ridosso delle mura urbane, il recupero dei fabbricati che costituiscono il nucleo riconoscibile delle ex stallette per la realizzazione di incubatori ed acceleratori d'impresa nei settori hi-tech e delle strutture di servizio associate allo svolgemento di queste funzioni. Il recupero prevede tre tipologie di interventi diverse per ogni singolo fabbricato ed il recupero dell‟area di pertinenza a ridosso delle mura urbane che verrebbe integrata con l‟area del museo del calcolo e della ludoteca scientifica adiacente all‟interno di un percorso turistico collegato con l‟area della cittadella ed il museo delle navi romane, con l‟obiettivo di stimolare la valorizzazione del territorio con le sue specificità scientifico tecnologiche. Un’area urbana in grave stato di degrado viene recuperata ed integrata con il museo del calcolo e la ludoteca scientifica all’interno di un percorso turistico che integra l’area della cittadella con il museo delle navi romane, il museo del calcolo, la ludoteca scientifica il busines center ed i nuovi incubatori di imprese high tiech. L’obiettivo è quello di stimolare una valorizzazione del territorio nelle sue specificità scientifico tecnologiche.

2)CITTADELLA GALILEIANA : Riqualificazione ex macelli pubblici
TIPOLOGIA DI INTERVENTO Centri di competenza relativi al trasferimento tecnologico, dell'innovazione, della ricerca industriale, delle nuove tecnologie ambientali, laboratori di ricerca e strutture per l'alta formazione connessi alle

infrastrutture per il trasferimento tecnologico. Il Centro della Scienza “Cittadella Galileiana”, già sede del Museo del Calcolo,vuole rappresentare una sorta di museo dove conoscenza ed esperienza non sono il risultato della contemplazione passiva degli oggetti bensì mete da raggiungere grazie alla partecipazione attiva alle manifestazioni,offrendo ai visitatori la possibilità di divertirsi imparando ed alle imprese di proporsi ad un pubblico più vasto.Gli scopi che si prefigge uno Science Center si possono riassumere nei seguenti punti:essere un luogo che offra attività divertenti ed emozionanti ai visitatori;fornire supporto extrascolastico al processo educativo;divenire un punto di riferimento nei processi di aggiornamento degli insegnanti e della formazione;essere un catalizzatore per i processi creativi;fare da mediatore tra pubblico e nuove tecnologie con funzione di ammortizzatore sociale;divenire incubatore di impresa;proporsi come vetrina tecnologica per le aziende. Il progetto prevede il recupero e la ristrutturazione di edifici esistenti per la realizzazione di incubatori ed acceleratori di impresa nei settori hitech,le tecnologie ambientali e delle strutture di servizio associate allo svolgimento di queste funzioni.L’intervento interessa un’area di mq 15.000 e prevede il recupero edilizio di edifici esistenti per complessivi mc 8.500 e la riqualificazione dell’area esterna ad area a verde di rispetto monumentale delle mura urbane ed area di quartiere.In particolare sono recuperati e destinate le superfici di 3 edifici esistenti per sedi di impresa per complessivi mq 1.650 e sono recuperati due piccoli fabbricati esistenti per servizio accessorio per mq 120. Un‟area urbana in grave stato di degrado viene recuperata ed integrata con il centro Scientifico,il museo del calcolo e la ludoteca scientifica,polo dell‟innovazione della ricerca industriale, delle nuove tecnologie, ivi compresi incubatori e acceleratori di impresa nei settori hi-tech e delle tecnologie ambientali,all‟interno di un percorso turistico che integra l‟area della cittadella con il museo delle navi romane.L‟obiettivo è quello di stimolare una valorizzazione del territorio nelle sue specificità scientifico tecnologiche.

3)CITTADELLA GALILEIANA : nuova ludoteca scientifica e museo del calcolo
TIPOLOGIA DI INTERVENTO Valorizzazione attività culturali/spettacolo Il Centro della Scienza “Cittadella Galileiana”, già sede del Museo del Calcolo,vuole rappresentare una sorta di museo dove

conoscenza ed esperienza non sono il risultato della contemplazione passiva degli oggetti bensì mete da raggiungere grazie alla partecipazione attiva alle manifestazioni. L’ obiettivo principale del Centro è l'interazione, attraverso anche mostre e manifestazioni che trasformano la scienza in spettacolo.L’intervento interessa un’area di mq 15.000 e prevede il recupero edilizio di edifici esistenti per complessivi mc 9.500 collocati in un area a verde di rispetto monumentale delle mura urbane ed area di quartiere. In particolare sono adibiti 1000 metri quadri ad area espositiva,compreso biglietteria e bookshop,mentre 1000 metri quadri sono della ludoteca scientifica e del teatro multifunzionale/sala convegni (bar caffetteria). Gli spazi pubblici si articolano in: aree espositive,spazi per le mostre temporanee,ludoteca cientifica,teatro scientifico/sala convegni,area esterna destinata ai bambini,servizi aggiuntivi. Un‟area urbana in grave stato di degrado viene recuperata ed integrata con il centro Scientifico, il museo del calcolo e la ludoteca scientifica, polo dell‟innovazione, della ricerca industriale, delle nuove tecnologie, ivi compresi incubatori e acceleratori di impresa nei settori hi-tech e delle tecnologie ambientali, all‟interno di un percorso turistico che integra l‟area della cittadella con il museo delle navi romane. L‟obiettivo è quello di stimolare una valorizzazione del territorio nelle sue specificità scientifico tecnologiche in linea con gli obbiettivi menzionati nel Documento di Orientamento Strategico e precisamente con "la valorizzazione di contenitori e funzioni di pregio tali da garantire l‟aumento del turismo sostenibile", "il miglioramento dell‟attrattività complessiva e dell‟offerta turistica nel centro storico" e persegue il risultato di concorreer alla creazione di relazioni virtuose tra l‟insediamento ed il potenziamento di funzioni culturali, nuovi circuiti di fruizione dei beni storico culturali".

Area della Cittadella: 2 inteventi 1)Cittadella-servizi
(progetto considerato “funzionale” dalla regione Toscana e , dunque, non immediatamente finanziabile con fondi POR: il finanziamento avverrà su economie POR o fondi FAS o Regionali non appena reperiti)

TIPOLOGIA DI INTERVENTO Adeguamento, ampliamento e realizzazione di strutture che si configurano come offerta complementare alla ricettività Il progetto si pone l‟obbiettivo di riqualificare un'area di importanza strategia per la città in quanto è contigua al museo delle navi e limitrofa al termil bus e servizi che di fatto è la porta di accesso alla città che va a

collegarsi con la piazza dei Miracoli. L'area interagisce con la rete dei percorsi turistici che potranno veicolare agli utenti gli aspetti storici ed artistici che la città dispone, inoltre quest'area è collegata al percorso delle mura urbane denominato “Promenade Architettura”. Allo stato attuale l‟intera area si trova in uno stato di degrado essendo utilizzata solo in una piccola parte prospiciente la strada con un area a verde attrezzato mentre le restanti parti se pur recintate rimangono dei rifugi diurni e notturni che diventano molto pericolosi specialmente per i bambini che imprudentemente possono accedervi data la vicinanza con il parco giochi adiacente. L’intero comparto detto della Cittadella ha una superficie approssimativamente di 55000 Il progetto si propone di ricucire questa ferita con interventi attualizzabili in fasi successive mirati alla valorizzazione delle preesistenze storiche attraverso l’eliminazione della viabilità intensiva carrabile e del ponte che si innesta a ridosso della cittadella precludendo la fruizione e la visibilità delle fortificazioni lungarno. Inoltre si prevede la riqualificazione dell’intera area a verde pubblico corredata di parco gioco per bambini e piste pedonali e ciclabili. Per quanto riguarda il fabbricato più recente con struttura in laterizio e cemento armato e rivestito in parte con pietra mai completato ospitante la vasca per gli esperimenti, il progetto di recupero si propone di ristrutturare l’esistente utilizzando le due ali coperte come elemento di distribuzione e di servizio alle attività e coprendo circa metà della vasca creando due grandi sale ospitanti un ristorante ed un bar: questi volumi sono entrambi terrazzati e si affacciano su di una corte aperta centrale dove sarà possibile richiamare l’idea dell’acqua per cui era stato progettato questo edificio. L'intervento sull'area della Cittadella soddisfa i seguenti obbiettivi strategici e specifici del Documento di Orientamento Strategico del Piuss di Pisa e precisamente "la valorizzazione di contenitori e funzioni di pregio tali da garantire l‟aumento del turismo sostenibile", "il miglioramento dell‟ambiente urbano attraverso interventi di riqualificazione dello spazio pubblico", "il miglioramento della fruizione pubblica della cinta muraria medievale e delle connessioni ciclo pedonali tra i tessuti di impianto storico e il resto della città", "il miglioramento dell‟attrattività complessiva e dell‟offerta turistica nel centro storico" e persegue il risultato di concorrere alla "creazione di relazioni virtuose tra l‟insediamento ed il potenziamento di funzioni culturali, nuovi circuiti di fruizione dei beni storico culturali" e all'"innalzamento dell‟offerta turistica secondo le

condizioni di sostenibilità". Il progetto svolge un‟opera di riorganizzazione e riqualificazione di un'area strategica per la città che interagendo con altre strutture museali limitrofe, come il museo delle navi, il museo della città, la piazza dei Miracoli ed inoltre essendo parte integrante della rete dei percorsi tusristici e della “Promenade Architettura” di fatto possiamo affermare che verrà a generarsi uno sviluppo dei flussi turistici e di conseguenza sviluppi economici per le attività commerciali cittadine.

2)Area della Cittadella: recupero di aree per servizi al pubblico del Museo delle Navi
TIPOLOGIA DI INTERVENTO Valorizzazione beni culturali/paesaggistici Il progetto si pone l‟obbiettivo di riqualificare un'area di importanza strategia per la città in quanto è contigua al museo delle navi e limitrofa al terminal bus e servizi che di fatto è la porta di accesso alla città che va a collegarsi con la piazza dei Miracoli. Per quel che concerne l’edificato il progetto di recupero degli arsenali repubblicani esso diventa strategico per l’interconnessione con la vicina area terminal ospitando una volta ricostruito e restaurato servizi ai turisti come bookshop e promozione di aziende e prodotti locali; la situazione attuale del fabbricato è abbastanza compromessa, caratterizzata da una parziale conservazione delle murature più antiche dei tamponamenti successivi perimetrali e di frammenti di alcune campate entrambi composti da laterizio pieno ed assemblati con malta. Il recupero si propone la fedele ricostruzione dei paramenti murari riproponendo gli antichi prospetti ed i pilastri e le arcature interne parzialmente esistenti: caratterizza lo stato di fatto l‟assenza di frammenti costruiti nella parte centrale simile ad un quadrato in pianta che viene ricostruita con la solita morfologia storica ma con una copertura parzialmente trasparente per dare luce agli spazi interni. Per quel che concerne il recupero della fortificazione della cittadella l’intervento di restauro si propone di essere il meno invasivo possibile partendo da uno stato di conservazione dell’intero complesso che necessita di interventi per rendere possibile e fruibile da qualsiasi persona le sale interne arredate ed adibite per ospitare il Museo della Città di Pisa, compreso una piattaforma elevatrice da ubicare all’interno della Torre Guelfa nel vano libero tra le rampe della scala al fine di rendere accessibile anche alle persone con

handicap le stanze ai piani superiori dalle quali si vede lo splendido panorama dell’area e della città.
ULTERIORI INTERVENTI PIUSS (9 INTERVENTI)

Percorsi turistici
TIPOLOGIA D‟INTERVENTO:
Realizzazione e adeguamento di infrastrutture e interventi di qualificazione e arredo urbano, finalizzati allo sviluppo dei Centri Commerciali Naturali/infrastrutture per il turismo

Il progetto si pone l‟obbiettivo di creare una rete di percorsi pedonali con valenza storica ed artistica a partire dai punti di accesso alla città da parte dei turisti. La rete si suddivide in percorsi principali e secondari i quali si articolano nella città storica partendo dalla stazione ferroviaria e dai parcheggi scambiatori ubicati nelle vicinanze del centro storico. La porta di accesso per il turismo maggiormente significativa è l‟aeroporto G. Galilei in quale è collegato alla stazione ferroviaria di Pisa Centrale mediante la stazione di Pisa Aeroporto, ed alla città mediante servizi di bus e taxi. I percorsi pedonali sono così suddivisi ed articolati: percorsi principali e percorsi secondari. Nei percorsi sopra citati si integra e completa l‟offerta turistica il percorso delle mura urbane denominato “Promenade Architettura”. I percorsi principali e secondari si intersecano tra loro completando l‟offerta storica e artistica della città per la fruizione turistica all‟interno del centro commerciale naturale. Nei punti di accesso alla città sono previste delle strutture multimediali interattive al fine di poter fornire ai turisti le informazioni sull’accoglienza, servizi e sulle emergenze storiche ed artistiche della città mediante attrezzature tecnologicamente avanzate. Il progetto prevede delle strutture di arredo all’interno degli edifici quali la stazione ferroviaria, l’aeroporto, et.. dotate di schermi interattivi e multimediali e delle strutture autonome di nuova costruzione in vetro dotate di schermi interattivi e multimediali da realizzare nell’area dei parcheggi scambiatori. Inoltre all’interno dei percorsi principali verranno installati dei totem multimediali per completare e dotare la rete dei percorsi con le tecnologie multimediali. All‟incrocio dei percorsi sono previsti alcuni steli di indicazione con supporti a Led colorati e nei pressi degli edifici monumentali verrà apposta idonea segnaletica dei punti di interesse. Il progetto prevede l‟abbattimento delle barriere architettoniche presenti nei percorsi turistici oggetto del presente progetto. Da

rilevare che i percorsi pedonali in oggetto si integrano alla rete esistente delle piste ciclabili e parchi presenti nel centro storico della città. Lo scopo è quello di far interagire i percorsi turistici attrezzati con arredi e strutture multimediali con il sistema museale ed economico della città, come alberghi, ristoranti, negozi, etc. Concorre inoltre al perseguimento dei seguenti obbiettivi strategici e specifici del Documento di Orientamento Strategico del Piuss di Pisa e precisamente con "il miglioramento dell‟ambiente urbano attraverso interventi di riqualificazione dello spazio pubblico", "il miglioramento dell‟attrattività complessiva e dell‟offerta turistica nel centro storico" e persegue il risultato di concorrere al "potenziamento di nuovi circuiti di fruizione dei beni storico culturali" e all'"innalzamento dell‟offerta turistica secondo le condizioni di sostenibilità". Svolge inoltre un‟opera di riorganizzazione della segnaletica ed informazione multimediale per i turisti all‟interno del centro storico della città il quale coincide con centro commerciale naturale.

Riqualificazione Corso italia
TIPOLOGIA D‟INTERVENTO Realizzazione e adeguamento di infrastrutture e interventi di qualificazione e arredo urbano, finalizzati allo sviluppo dei Centri Commerciali Naturali L‟intervento riguarda la riqualificazione di Corso Italia, da piazza Vittorio Emanuele II a Via di Banchi. Verranno eliminati i marciapiedi e resi accessibili ai portatori di handicap tutte le attività commerciali presenti sul Corso. Secondo l‟accordo preliminare con la locale Soprintendenza che ha riguardato anche gli interventi effettuati negli anni recenti di rifacimento delle pavimentazioni di piazza Garibaldi, Piazza delle Vettovaglie, Borgo Stretto, ecc., dette nuove pavimentazioni dovranno essere ripristinate in pietra arenaria. Nel progetto di nuova pavimentazione è previsto il montaggio del lastricato in pietra arenaria secondo la tipologia a spina…sarà realizzato un percorso per non vedenti mediante la posa di pietre opportunamente lavorate secondo quanto previsto dal regolamento emanato con DPR N. 503 del 24/07/1996. Sono proposti nuovi arredi pubblici costituiti da cestini, panchine e segnaletica, è previsto un piano di gestione delle insegne pubblicitarie e degli infissi commerciali, nonché un piano del colore redatti sulla base di un progetto complessivo di riqualificazione delle facciate dei fronti edilizi. La segnaletica sarà coordinata con quella di tipo multimediale prevista nel progetto “Percorsi Turistici”: l‟intervento sarà completato da un sistema di videosorveglianza

MUSEO DELLA GRAFICA: recupero funzionale di PALAZZO LANFRANCHI
TIPOLOGIA D‟INTERVENTO: Valorizzazione attività culturali/spettacolo Palazzo Lanfranchi è un immobile a 3 piani fuori terra oltre sottotetto e seminterrati,della superficie lorda di mq2427 ca,con adiacente palazzina a 2 piani di mq127 lordi ca e resede di pertinenza esclusiva del Palazzo di mq 405;il Palazzo riveste interesse storico artistico e monumentale;di origine medievale, si presenta oggi composto di più corpi cronologicamente e tipo logicamente differenziati,a testimonianza delle varie fasi costruttive e della crescita del complesso organismo abitativo che ha dato al palazzo l‟aspetto attuale.Il Palazzo è stato oggetto di lavori di restauro nel 1976 da parte del Comune,mentre nel 1993 sono state eseguite ulteriori opere ed interventi di adeguamento per destinare il Palazzo a centro espositivo.Nel 2007 sono stati eseguiti lavori per adibire il palazzo a nuova sede del Museo della Grafica, quali opere complementari per l‟adeguamento dell‟impianto ascensore ed impianto elettrico del Palazzo,restauro e risanamento del tetto e sistemazione lucernario del tetto,oltre alla realizzazione di strutture espositive e d‟arredo ed opere complementari all‟allestimento del Museo. Il nuovo progetto prevede lavori di completamento del museo;l’adeguamento dei locali sottotetto ad uso uffici ed archivio delle opere delle collezioni grafiche con realizzazione dell’impianto di climatizzazione;il restauro e recupero della palazzina adiacente al Palazzo, ad uso caffetteria bookshop libreria e sala lettura a servizio del Museo e complementare ad esso,aperto anche alla fruizione pubblica con accesso dal resede esterno, per il quale è prevista la sistemazione;l'ampliamento della cabina elettrica esistente necessaria al completo funzionamento dell’impianto di climatizzazione del Palazzo. Oltre all‟attività consueta di esposizione delle collezioni permanenti del Gabinetto Disegni e Stampe dell‟Università di Pisa e a quella di mostre temporanee,il Museo sta sviluppando il settore didattico.Tali attività verrebbero supportate logisticamente non solo dal bookshop,ma anche dalla caffetteria pensata come luogo d‟incontro intellettuale. L'intervento su Palazzo Lanfranchi si pone in linea con gli obiettivi strategici e specifici del Documento di Orientamento Strategico del Piuss di Pisa e precisamente con "la valorizzazione di contenitori e funzioni di pregio tali da garantire l‟aumento del turismo sostenibile", "il

miglioramento dell‟attrattività complessiva e dell‟offerta turistica nel centro storico" e persegue il risultato di concorrere alla creazione di relazioni virtuose tra l‟insediamento ed il potenziamento di funzioni culturali, nuovi circuiti di fruizione dei beni storico culturali".

Progetto mura: restauro e valorizzazione del sistema fortificato
TIPOLOGIA D‟INTERVENTO: Valorizzazione beni culturali/paesaggistici Il progetto prevede una serie di interventi di restauro,recupero e valorizzazione del circuito delle mura urbane di Pisa e delle sue fortificazioni. In particolare è previsto il ripristino del camminamento in quota sulla sommità delle mura dall‟area di Piazza del Duomo alla Piazza del Rosso in prossimità del fiume Arno,con la sistemazione della struttura e delle pavimentazioni,rendendo agibili i tratti i mura. L‟accessibilità al camminamento in quota avviene attraverso strutture esistenti quali torri o bastioni o nuove strutture quali scale in legno prefabbricate e smontabili, da localizzare in aree connesse ai percorsi pedonali e ciclabili,oggetto di altro intervento PIUSS. Tra le opere previste per la realizzazione degli interventi ci sono: il diserbamento e scorticamento del paramento murario; il consolidamento e restauro del paramento murario e delle strutture murarie quali bastioni e torri; il consolidamento della sommità della struttura muraria e dei merli, con il ripristino del camminamento e della sua pavimentazione; la realizzazione di protezioni metalliche al camminamento in quota. Attualmente le mura creano una barriera fisica tra il centro storico e la periferia.L'intervento prevede non solo l'utilizzo in termini turistici,aumentandone la domanda,ma attraverso il recupero e l'apertura dei varchi delle mura,si crea un rapporto diretto con gli altri monumenti e servizi cittadini, relazionandocisi fisicamente e visivamente. L'intervento di valorizzazione del perimetro delle Mura urbane si pone in linea con gli obiettivi strategici e specifici del Documento di Orientamento Strategico del Piuss di Pisa e precisamente con "la valorizzazione di contenitori e funzioni di pregio tali da garantire l‟aumento del turismo sostenibile", "il miglioramento dell‟ambiente urbano attraverso interventi di riqualificazione dello spazio pubblico","il miglioramento della fruizione pubblica della cinta muraria medievale e delle connessioni ciclo pedonali tra i tessuti di impianto storico e il resto della città", "il miglioramento dell‟attrattività complessiva e dell‟offerta turistica nel centro storico" e persegue il risultato di concorrere alla "creazione di relazioni virtuose tra l‟insediamento ed il potenziamento di funzioni culturali, nuovi circuiti di fruizione dei beni storico culturali" e all'"innalzamento

dell‟offerta turistica secondo le condizioni di sostenibilità". Contributo dell'operazione al progetto di sviluppo economico e di rigenerazione urbana alla base del PIUSS Il recupero dell'intera cinta muraria in termini di restauro del manufatto, di realizzazione di percorsi a terra e in quota, ha come naturale conseguenza la riqualificazione e la valorizzazione del patrimonio esistente che si trova lungo tutto il tracciato oggetto dell'intervento.

Progetto mura:valorizzazione della "promenade architecturale" e delle aree limitrofe
TIPOLOGIA D‟INTERVENTO: Realizzazione, adeguamento e ristrutturazione di immobili finalizzati alla valorizzazione a fini turistici di aree ad elevato potere di attrazione, di interesse storico/archeologico, ambientale, culturale. Il progetto prevede la riqualificazione,il recupero e la valorizzazione delle aree a verde limitrofe alle mura urbane con la creazione di una fascia a verde di rispetto perimetrale e un percorso pedonale e ciclabile che parte dalla Piazza del Duomo fino ad arrivare all'Arno,che oltre al rapporto con le strutture murarie,i bastioni e le torri,attraversa anche altri monumenti della città,creando una rete di percorsi turistici oggetto di altro intervento PIUSS. E' prevista l‟accessibilità al camminamento in quota delle mura attraverso dei punti di salita già esistenti quali torri o bastioni e attraverso 4 nuove strutture quali scale in legno prefabbricate e smontabili,da localizzare nelle aree connesse ai percorsi pedonali e ciclabili. Nei punti di salita al camminamento in quota ed all‟intersezione dei percorsi, sono previste anche punti multimediali di informazione turistica. L'intervento di valorizzazione del perimetro delle Mura urbane si pone in linea con gli obiettivi strategici e specifici del Documento di Orientamento Strategico del Piuss di Pisa e precisamente con "la valorizzazione di contenitori e funzioni di pregio tali da garantire l‟aumento del turismo sostenibile", "il miglioramento dell‟ambiente urbano attraverso interventi di riqualificazione dello spazio pubblico", "il miglioramento della fruizione pubblica della cinta muraria medievale e delle connessioni ciclo pedonali tra i tessuti di impianto storico e il resto della città", "il miglioramento dell‟attrattività complessiva e dell‟offerta turistica nel centro storico" e persegue il risultato di concorrere alla "creazione di relazioni virtuose tra l‟insediamento ed il potenziamento di funzioni culturali, nuovi circuiti di fruizione dei beni storico culturali" e all'"innalzamento dell‟offerta turistica secondo le condizioni di sostenibilità".

Riqualificazione Giardino Scotto
TIPOLOGIA D‟INTERVENTO : Valorizzazione beni culturali/paesaggistica Il progetto si pone l‟obbiettivo di concorrere a creare una rete di percorsi pedonali con valenza storica ed artistica a partire dai punti di accesso alla città da parte dei turisti per accedere ai beni monumentali della città. Il progetto della riqualificazione del giardino Scotto si articola in due lotti e si integra con la rete dei percorsi turistici principali e secondari nella città ed inoltre con il percorso delle mura urbane denominato “Promenade Architettura” completa l'offerta turistica della Pisa Medioevale. Il progetto di riqualificazione del giardino Scotto si pone l‟obbiettivo di rendere il giardino storico più importante della città di Pisa fruibile e godibile in sicurezza da parte di diverse tipologie di utenti, e precisamente: dai bambini, alle persone della terza età, alle persone diversamente abili, alle scuole, agli studenti, ai turisti, ai portatori di interesse, et.. Inoltre l‟Amministrazione Comunale intende utilizzare il giardino anche per scopi Istituzionali, quali celebrare i matrimoni, presentazione di eventi culturali ed artistici, et.. Il primo lotto dei lavori già eseguito nel 2008 ha realizzato nuove aree gioco per bambini, alcuni gazebi attrezzati per la fruizione dei cittadini e turisti, l'installazione di nuovi arredi ed impianti e la riqualificazione sia delle aree pavimentate che le aree verdi. Il secondo lotto prevede il completamento del primo mediante la realizzazione di un chiosco bar per dare maggiore impulso alla fruizione estiva dei turisti, al restauro delle pitturazioni del loggiato principale ed inoltre il restauro dei locali interni al bastione San Gallo. Il progetto nel suo complesso prevede sia di garantire la sicurezza del giardino attraverso un sistema di video sorveglianza, che di realizzare un nuovo arredo urbano come opportunità per i cittadini, ed i fruitori in genere, di vivere il proprio tempo libero nella spettacolarità sia naturalistica che monumentale del giardino stesso in sicurezza e tranquillità. L'intervento sul Giardino Scotto incontra gli obbiettivi strategici e specifici del Documento di Orientamento Strategico come "la valorizzazione del patrimonio culturale del territorio quale elemento identitario e qualificante per lo sviluppo locale", "il recupero e la riqualificazione di aree ed edifici strategici per la città, introducendo forme di integrazione tra operatori pubblici, forze produttive e amministrazione comunale", "il miglioramento della qualità ambientale ed architettonica dello spazio pubblico" e contribuisce al perseguimento del risultato atteso di migliorare "la fruizione pubblica della cinta muraria medievale e delle

connessioni ciclo pedonali tra i tessuti di impianto storico e il resto della città. L‟intervento contribuisce altresì al raggiungimento degli scopi generali del PIUSS Pisa², in quanto si pone l‟obbiettivo di far interagire i turisti, mediante il sistema dei percorsi, con il sistema museale della città. Il progetto di riqualificazione, all‟interno del PIUSS Pisa², svolge un‟opera di promozione dell'offerta culturale ed artistica del giardino storico più importante della città. Inoltre possiamo prevedere un risultato di maggiore offerta turistica, che tra l'altro coincide nel sito del centro commerciale naturale.

Riqualificazione Piazza dei Cavalieri
TIPOLOGIA D‟INTERVENTO : Valorizzazione beni culturali/paesaggistici progetto di riqualificazione Piazza dei Cavalieri e area adiacente alla Chiesa di Santo Sterfano dei Cavalieri; lavori di arredo urbano sulla principale piazza della Repubblica Pisana con il nome di Piazza delle Sette Vie, modificata sulla base di un progetto del Vasari alla metà del 1500 e da altri piccoli interventi, ultimo il rifacimento della scala esterna del Palazzo della Carovana nel 1880 ed ad area adiacente. La piazza è pavimentata con marciapiede perimetrale in pietra e parte centrale asfaltata mentre il rimanente intervento ricade su una superficie pavimentata a macadam su cui prevede un intervento di arredo con ripavimentazione con materiale lapideo policromo, rete di sottoservizi, illuminazione pubblica, impianto di videosorveglianza, abbattimento di barriere architettoniche e lavori a verde. I lavori sull‟area permetteranno una completa integrazione della stessa con tutte le sue altre componenti. Attualmente di fatto strutturata solo intorno alle facciate che si affacciano su di essa, importantissime da un punto di vista storico ed architettonico, con il Palazzo della Carovana e il suo grande affresco, ma incapaci di dare una completa percezione della stessa. Strategicamente il progetto mira a colmare un vuoto storico ed architettonico con l‟obiettivo economico di essere il centro di un percorso turistico capace di incrementare il numero delle presenze turistiche. Progetto autonomo da realizzarsi in unico lotto; elemento centrale dell‟asse pedonale Stazione Centrale / Piazza del Duomo, con funzioni di raccordo con immobili della Scuola Normale Superiore che si affacciano su di essa. L‟intervento contribuisce al raggiungimento degli scopi generali del PIUSS Pisa², in quanto si pone una duplice finalità, quella di una riqualificazione urbana tesa a valorizzare il

patrimonio pubblico e alla razionalizzazione delle funzioni esistenti nel centro storico della città attraverso la realizzazione di nuova pavimentazione e riorganizzazione dei sottoservizi e di contribuire a creare un asse pedonale Stazione Centrale Piazza del Duomo, di cui questo intervento viene ad essere l‟elemento centrale, a servizio della cittadinanza e del flusso turistico, del quale, grazie a questo intervento si prevede un incremento delle presenze. Il progetto, all‟interno del PIUSS Pisa², svolge un‟opera di riqualificazione di un comparto cittadino di notevole interesse pubblico. E’ previsto un intervento di arredo urbano teso a riqualificare l’area della piazza e di riflesso gli immobili in fregio alla stessa in una prospettiva di sviluppo sostenibile. La zona di intervento verrà riqualificata con una pavimentazione che darà una precisa connotazione architettonica all’intero comparto andando a sanare una situazione di degrado [CAMBIANDO LA CITTA’] 12 luglio 2011 funzionale della stessa. Gli interventi secondari per la realizzazione di un nuovo impianto di illuminazione pubblica ed abbattimento delle barriere architettoniche contribuiranno ad una rigenerazione urbana a servizio dei cittadini, flusso turistico ed fruitori degli immobili della Scuola Normale Superiore.

Polo scolastico S. Francesco: realizzazione di un asilo nido
TIPOLOGIA D‟INTERVENTO : centri per bambini e genitori La creazione di un polo per l'infanzia nel complesso di San Francesco contribuisce al raggiungimento degli obbiettivi del Piuss poiché risponde alla strategia di intervento mirante al "potenziamento dell‟accoglienza come capacita‟ di inclusione sociale e offerta di servizi alla persona per combattere ogni forma di discriminazione ed emarginazione, a rafforzare la coesione e migliorare la qualita‟ della vita; alla riqualificazione o realizzazione di servizi pubblici con particolare riferimento alla prima infanzia e agli anziani. Le linee di intervento del Documento di Orientamento Strategico prevedono, tra l'altro, "la realizzazione di strutture per la prima infanzia, per l‟infanzia, per l‟inclusione sociale, e rivolte a soggetti svantaggiati, che contribuiscono a raggiungere gli obiettivi diretti ad assicurare pari opportunità per tutti i cittadini" e il risultato atteso è la "realizzazione di strutture di supporto alla crescita culturale della popolazione giovanile, di servizi per la

prima infanzia e ai soggetti svantaggiati". L'operazione proposta è un progetto unitario Essa si inserisce nel più ampio novero delle azioni di rigenerazione urbana in quanto da un lato mira alla riqualificazione di una struttura di grande pregio posta in pieno centro storico ed attualmente degradata e sottoutilizzata, dall'altro costituisce elemento di qualità in quanto si pone come servizio indispensabile per il rilancio e la valorizzazione del centro storico come luogo di vita. E' infatti grazie all'inserimento e all'integrazione di questa operazione in complesso di strutture scolastiche già attive, che si possono prospettare per gli utenti importanti miglioramenti nella qualità della vita, con particolare riferimento ad una migliore gestione dei tempi di vita e di lavoro, questo con riflessi importanti tanto per lo sviluppo del centro storico che delle attività economiche che vi sono inserite. L‟operazione di realizzazione di un asilo nido da costruire in un edificio storico,intende non solo valorizzare un luogo ed un complesso storico rilevante nel contesto urbano,ma anche creare un ulteriore nodo ed elemento di congiunzione tra il complesso scolastico ed il quartiere,in particolare con la Via S.Francesco e la Via S.Lorenzo, caratterizzata da palazzi antichi,attività commerciali,centri universitari e centri culturali. La realizzazione dell'asilo contribuirà alla creazione di un ambito aggiunto di socializzazione nel quartiere. Il riutilizzo dell'edificio implicherebbe dunque non solo un recupero architettonico ma anche la realizzazione di un nuovo spazio socialmente utile.

Il Centro Polivalente S. Zeno
TIPOLOGIA „INTERVENTO: Centri diurni per soggetti a rischio, anziani (anche non autosufficienti) e portatori di handicap . Lo stabile che accoglie il progetto di Centro Polivalente S. Zeno prevede circa 400 Mq calpestabili interni e 1200 Mq circa di area a verde che si dipana tra Via S. Zeno, Via Contessa Matilde e Via del Brennero, compreso un tratto di mura storiche. Il progetto è gestionalmente sostenuto dai Comuni, dalla AUSL e attuato dal III settore in quanto coglie obiettivi di salute già rilevati da precedenti Piano Integrato di Salute di Zona. Il progetto mira ad avvicinare al centro città servizi socioassistenziali per famiglie, figli, anziani ancora autosufficienti o fragili dove più forte viene registrato il bisogno di supporti sociali, coinvolge studenti fuori sede e associazioni locali, valorizza e rende fruibile per tutte le generazioni spazi a verde e storici in pieno centro. Questo tramite 3 interventi correlati e strettamente connessi: al piano terra un Centro Anziani e un

CIAFF, al primo piano il Centro dei diritti dell‟infanzia e, infine, sia al secondo piano che nel giardino, attività integrate intergenerazionali. Descrizione di come l'operazione contribuisce al raggiungimento degli obiettivi generali del PIUSS Il Centro S. Zeno realizza: Avvicinamento al centro città di servizi sociali per famiglie e figli, Miglioramento della qualità della vita nel centro storico e nei quartieri nord, Integrazione intergenerazionale, Servizi per la prevenzione e mantenimento psicofisico degli anziani autosufficienti e fragili con possibilità di un reinserimento attivo, Coinvolgimento nel tessuto sociale di molti volontari studenti, Rivitalizzazione di percorsi storici in aderenza alle mura medievali comprese tra Largo del Parlascio e Via del Brennero. Il Centro Polivalente S. Zeno ha sede in uno stabile di circa 400 Mq calpestabili interni di proprietà del Comune di Pisa e sede in passato di attività di studio e ricerca probabilmente a cura di Enti ecclesiastici. Con tale operazione oltre a garantire un miglioramento della qualità della vita nel centro storico e nei quartieri nord di Pisa ed un avvicinamento dei servizi socio assistenziali ai residenti di tali aree, si coglie l‟obiettivo di ristrutturare un edificio di pregio storico comprensivo di un‟altana sede di un antico osservatorio. Inoltre vengono riacquisiti alla fruizione pubblica spazi a verde attualmente in abbandono rilevabili da un percorso che congiunge l‟attuale Via S. Zeno con una porta medievale, in parte interrata, all‟interno delle mura storiche, che si affaccia sull‟attuale Via del Brennero__

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful