LOUISE L.

HAY

Guarisci il tuo corpo

ARMENIA

Sintonizzatevi sulla trasmissione radiofonica di Louise L. Hay su: www.hayhauseradio.com

DEDICA

ISBN 978-88-344-1536-8 Titolo originale dell' opera: Heal Your Body Traduzione di Nicoletta Gullin Copyright © 1988,2003 by Louise L. Hay Copyright © 2003, Gruppo Editoriale Armenia S.p.A Via Valtellina, 63 - Milano armenia@armenia.it www.armenia.it Stampato da Print Duemila S.r.1. per conto del Gruppo Editoriale Armenia S.p.A

Da molto tempo credo in affermazioni quali: «Tutto quello che ho bisogno di sapere mi viene rivelato, tutto quello di cui 40 bisogno mi viene dato; nella mia vita tutto va bene». Non esiste alcuna nuova conoscenza: tutto e antico e infinito. E per me una gioia e un piacere riunire saggezza e sapere a beneficio di chi e sulla strada della guarigione e dedicare il mio operato a coloro che mi hanno insegnato quanta so: ai miei numerosi pazienti, ai miei amici che operano nella stesso settore, ai miei maestri e all'Intelligenza Divina e Infinita. In me hanno trovato il portavoce di un messaggio che molti hanno necessita di sentire.

7

RINGRAZIAMENTI

Desidero ringraziare Robert Lang, professore associato di Medicina, Yale University; Pete Grim, D.C.; e Rene Espy, D.C.; i quali mi hanno consentito di condividere le loro idee e la loro sapienza.

9

PREFAZIONE

Quando scrissi la versione originale di Guarisci il tuo corpo, non potevo certo immaginare che oggi avrei steso la prefazione alla quarta edizione, riveduta e ampliata.' 11 «libretto blu» ,2 come viene affettuosamente chiamato da migliaia di persone, e diventato per molti un oggetto indispensabile. Ne sono state vendute centinaia di migliaia di copie, una cifra di gran lunga superiore alle aspettative iniziali. Guarisci il tuo corpo mi ha aperto un'infinita di porte e mi ha consentito di string ere nuove amicizie in ogni luogo. Dovunque vada, incontro persone che mi mostrano copie consunte del teste e che mi dicono di portare quest'ultimo costantemente in borsetta 0 in tasca. Questo libretto non «guarisce». Risveglia piuttosto la nostra capacita di contribuire al processo di guarigione. Per diventare un unicum e vivere sani, dobbiamo istituire un equilibrio fra corpo, mente e spirito. Dobbiamo prenderci cura del nostro corpo, acquisire un atteggiamento mentale positivo riguardo a noi stessi e alla vita e, infine, prestare
I Si tratta naturalmente della quarta edizione pubblicata negli Stati Uniti; la presente e la seconda edizione uscita in Italia. (N.d.R.) 2 Nell'edizione originale americana la copertina e blu e azzurra. (N.d.R.)

11

una grande attenzione alla nostra realta spirituale. Quando questi tre elementi si trovano in equilibrio, siamo contenti di vivere. Nessun medico e nessun guaritore potranno garantirci tutto cio finche non sceglieremo di partecipare al processo curativo. In questa versione, che presenta vari riferimenti incrociati allo scopo di fomire maggiori informazioni, troverete moIte aggiunte; personalmente, vi suggerirei di compilare un elenco di tutti i disturbi di cui avete sofferto 0 di cui soffrite e di ricercame le cause mentali: traccerete COS1 un quadro altamente indicativo di voi stessi. Selezionate quindi alcune affermazioni e ripetetele per un mese: cio vi aiutera a eliminare i vecchi schemi che vi condizionano da tanto tempo.
LOUISE L. HAY Santa Monica, CA 10 febbraio 1988

INTRODUZIONE

Edizione riveduta e ampliata, aprile 1988

In questa edizione recentemente riveduta desidero chi arire i motivi per i quali so che il mal-essere puo essere tramutato in ben-essere, semplicemente modificando gli schemi mentali. Alcuni anni fa mi fu diagnosticato un tumore alIa vagina. All' eta di cinque anni, subii violenza camale e, durante l'infanzia, patii numerosi maltrattamenti: non mi sorpresi di avere sviluppato un tumore proprio nella regione vaginale. Quando ebbi la notizia, insegnavo pratiche di guarigione gia da molti anni. Mi resi subito conto che, in quell'occasione, mi si offriva la possibilita di applicare e didimostrare su me stessa quanta avevo insegnato agli altri. Come chiunque apprenda di avere un cancro, all'inizio mi lasciai prendere completamente dal panico. Credevo pero nella guarigione mentale ed ero consapevole del fatto che il tumore era derivato da un senso di profondo risentimento, trattenuto tanto a lungo da essere capace di divorare letteralmente il mio corpo; sapevo, in sostanza, di dover lavorare molto con la mente. Capivo che, se mi fossi sottoposta a intervento chirurgico per rimuovere il cancro senza cancellare il modelIo di pensiero che l' aveva generato, i medici avrebbero continuato a sezionare il mio corpo fin13

12

che di esso non sarebbe rimasto pili niente. Se, viceversa, mi fossi sottoposta all' operazione e avessi eliminato 10 schema mentale negativo, il tumore non si sarebbe riformato. Se untumore, 0 qualsiasi altra malattia, recidiva, non e, a mio avviso, perche il medico «non 10 ha asportato interamente», rna perche il paziente, non avendo operato alcun cambiamento mentale, 10 rigenera. Sapevo inoltre che, se avessi eliminato l'attitudine psicologica che aveva creato quella condizione a noi nota come cancro, non avrei pili avuto bisogno del dottore. COS1,chiesi tempo: il medico, a malincuore, rni concesse tre mesi, rna rni avverti che il ritardo poteva mettere la rnia vita in grave pericolo. Cominciai immediatamente a lavorare con il mio maestro per rimuovere l' antico livore che mi rodeva. Fino a quel momento non mi ero mai accorta di covare un rancore COS!profondo: spesso siamo infatti incapaci di riconoscere i nostri sentimenti. Compresi che, da parte mia, era necessario che imparassi final mente a perdonare e mi recai inoltre da un esperto in scienza dell'alimentazione per disintossicare completamente il mio organismo. In questa modo, grazie alla purificazione sia mentale sia fisica cui mi sottoposi, nell' arco di sei mesi i medici furono costretti ad ammettere quello che io gia sapevo, cioe che non presentavo pili alcuna forma tumorale. Conservo ancora il referto originale del laboratorio come memento della mia creativita negativa. Ora, quando un paziente ricerca il mio aiuto, so, indipendente mente dalla gravita del suo stato, che se e disposto a intraprendere un processo mentale di liberazione e di perdono, puo quasi certamente guarire. La parola «incurabile», che crea tanto spavento, significa in realta soltanto che una particolare condizione patologica non puo essere curata con tecniche «esterne» e che, viceversa, per guarire dobbiamo esplorarci interiormente. La malattia e nata dal nulla e ritornera al nulla. 14

IL MOMENTO IN CUI PUOI ElL MOMENTO ATTUALE

Esattamente in questa luogo ed esattamente in questa momento, nella nostra mente. Non e importante da quanto duri l'influenza di schemi mentali negativi, di una malattia, di una cattiva relazione, da quanta si protraggano .i problemi finanziari, 0 l'odio verso noi stessi: possiamo cominciare a cambiare da oggi. Sono stati i pensieri che abbiamo nutrito e Ie parole che abbiamo ripetutamente usato a creare la nostra vita e Ie nostre esperienze. Tuttavia, i pensieri del passato hanno gia svolto la loro funzione: cio che scegliamo di pens are e di dire oggi, in questo momento, creera il nostro domani e i giorni, Ie settimane, i mesi e gli anni che seguiranno. II momenta in cui puoi e sempre quello attuale. Adesso cominciamo soperare cambiamenti, a liberarci delle vecchie insensate opinioni. Adesso. Anche il piu timido inizio produrra una differenza. Da bambini, eravamo pura gioia e amore. Sapevamo quanta eravamo importanti, sentivamo di essere al centro dell'universo; avevamo tanto coraggio, chiedevamo quello che volevamo ed esprimevamo apertamente tutti i sentimenti. Amavamo totalmente noi stessi, ogni parte del nostro corpo, compresi gli escrementi. Sapevamo, 15

cioe, di essere perfetti. E questa la verita della hostra esistenza: tutto il resto e costituito da irragionevoli modelli di pensiero che abbiamo imparato e che e anche possibile disimparare. Quante volte abbiamo ripetuto: «Sono fatto in questa modo», oppure: «E cosi.» Quello che in realta affermiamo e cio che «crediamo sia vero per noi». Di solito quel10 in cui crediamo e soltanto un' opinione altrui, che abbiamo accettato e incorporato nel nostro sistema di convinzioni e che si accorda con quest' ultimo. Se da bambini ci e stato insegnato che il mondo e spaventoso, tutto quello che risulta in accordo con tale convinzione viene da noi accettato come veritiero come, ad esempio, le asserzioni: «Non fidarti degli sconosciuti», «Non uscire di notte» , «La gente ti imbroglia». Viceversa, se nei primi anni di vita ci e stato insegnato che il mondo e sicuro e gioioso, prestiamo ascolto ad altre affermazioni, quali: «L'amore e ovunque», «La gente e cordiale», «1 soldi non sono mai un problema» e via dicendo. Le esperienze di vita rispecchiano le nostre convinzioni. Raramente pero queste ultime vengono messe in dubbio. A tal fine potreste, per esempio, chiedervi: «Perche credo che mi sia difficile imparare? Cio e effettivamente vero? E vero per me, adesso? Da dove nasce questa convinzione? - Credo che sia cosi perche un insegnante, quando ero in prima elementare, me 10 ha ripetuto infinite volte? Starei meglio se mi liberassi di questa convinzione?». Fermatevi per un istante a riflettere sui vostri pensierioChe cosa pensate in questa momento? Premesso che i pensieri modellano la vita e le esperienze, vorreste che il pensiero in questione si concretizzi? Se si tratta di un pensiero di preoccupazione, di collera, di dolore 0 di vendetta, come pens ate che esso ritorni a voi? Se desideriamo una vita gioiosa, dobbiamo avere pensieri gioiosi. Qualsiasi cosa esterniamo mentalmente 0 verbalmente, ritornera in forma analoga. 16

Passate un po' di tempo ad ascoltare le parole che pronunciate: se vi sentite ripetere un concetto tre volte, annotatelo. Per voi e infatti diventato uno schema. Alla fine della settimana esaminate l'elenco che avete compilato e noterete che le parole impiegate corrispondono aIle esperienze vissute. Siate disposti a modificare parole e pensieri e a osservare la vita che cambia. Per controllare la vostra esistenza dovete controllare parole e pensieri: solo voi pensate nella vostra mente, nessun altro puo farlo.

17

Gli schemi mentali che condizionano la nostra esperienza

Gu

EQUIVALENTI

MENTAU

Sia il ben-essere,sia il mal-essere che caratterizzano la nostra vita sono il risultato di schemi mentali capaci di influenzare le nostre esperienze. Tutti siamo condizionati da modelli di pensiero che danno luogo a esperienze valide, positive, di cui possiamo godere; rna possediamo anche schemi negativi che producono le esperienze spiacevoli e ingrate di cui tratteremo. E nostro desiderio trasformare il mal-essere della vita in perfetto ben-essere. Abbiamo appreso che, nella vita, ogni effettoe determinato da uno schema di pensiero che 10 precede e 10 perpetua. I modelli mentali coerenti originano diverse esperienze; pertanto, modificandoli, possiamo modificare le nostre esperienze. Quando, per la prima volta, ho udito I'espressione causalita metafisica ho provato una gioia immensa: essa descrive infatti con estrema esattezza il potere esercitato dalle parole e dai pensieri nella determinazione delle esperienze. Grazie a questa nuova consapevolezza, compresi illegame tra i pensieri, le parti del corpo e i disturbi fisici e mi accorsi di avere inconsapevolmente prodotto il mal-essere in me stessa. La scoperta porto un notevole cambiamento nella mia vita: smisi di incolpare la vita in genere e gli altri per quanta vi era di sbagliato 19

nella mia esistenza e nel mio corpo. Mi assunsi finalmente la piena responsabilita della mia salute. Senza rimproverarmi, ne sentirmi colpevole, iniziai a capire come evitare di determinare attitudini psicologiche tali da generare mal-essere, In precedenza non riuscivo, per esempio, acapire perche avessi spesso problemi di rigidita al collo; poi, scoprii che quest'ultimo rappresenta la flessibilita in ordine ai problemi, la disponibilita a vedere i vari aspetti di una questione. In passato ero stata in effetti una persona molto inflessibile e, per paura, avevo spesso rifiutato di considerare l' altro lato di una questione. Quando pero acquisii una mentalita pili accomodante e divenni capace di considerare, con affettuosa comprensione, il punto di vista altrui, ilcollo cesso di causare problemi. Adesso, quando avverto una lieve rigidita, cerco di scoprire in quale occasione mi sia comportata in maniera rigida e intransigente.

SOSTITUZIONE DEI VECCHI MODELL! DI PENSIERO

Per eliminare definitivamente una condizione patologica, dobbiamo prima annullarne la causa mentale. Nella maggior parte dei casi pero non conosciamo il fattore responsabile e non sappiamo da dove cominciare. Se, dunque, vi state ripetendo frasi quali: «Se solo conoscessi la causa di questa dolore», spero che il presente libro vi possa fomire indicazioni per identificarla e rappresentare una guida preziosa per sviluppare nuovi schemi di pensiero capaci di generare salute sia mentale sia fisica. Ho imparato che ogni condizione e determinata da un bisogno; altrimehti, essa non si verificherebbe. II sintomo solo un effetto estemo: per eliminare la causa mentale dobbiamo esplorarci internamente. E per questa motivo che Forza di volonta e Disciplina non risultano utili: esse combattono solo l' effetto estemo. Sarebbe come tagliare le erbacce di un giardino senza estirparne le radici. Per tale ragione, prima di cominciare a ripetere le affermazioni dei Nuovi Schemi Mentali, dobbiamo operare sulla disponibilito' a eliminare it bisogno delle sigarette, della cefalea, del sovrappeso e di altri fattori. Quando il bisogno scompare, l'effetto esterno svanisce: nessuna pianta puo vivere con le radici tagliate.

e

20

21

· 1 modelli di pensiero che causano gran parte dei malesseri dell' organismo sono la critica, la collera, il risentimento e la colpa. La critica eccessiva genera sovente malattie come l' artrite; la collera si somatizza in bruciori 0 infezioni. II risentimento nutrito a lungo va in suppurazione, contamina I'Io e, addirittura, puo causare tumori. La colpa ricerca sempre una punizione e genera dolore. E molto pili facile liberarsi di un'attitudine psicologica negativa quando si e in salute che quando si e in preda al panico e sotto la rninaccia del bisturi. L' elenco di equivalenti mentali riportato nelle pagine seguenti e frutto di molti anni di studio, della rnia esperienza con i pazienti nonche delle mie conferenze e dei miei seminari. E una guida pratica e di rapida consultazione che vi consentira di identificare gli schemi mentali probabilmente responsabili del vostro mal-essere fisico. Ve la offro con affetto animata dal desiderio di condividere con voi questa semplice metodo capace dicurare il vostro corpo.

AFFERMAZIONI TERAPEUTICHE

22

o ......

.~
......

o o

....
.... o
"Q "Q

<
24

=
QJ

e ....
fIl

o

'0
~

<
25

...-.

o ......

~ :.o~ro ;;-.J:::

.-

8 ..o s::
;;-

o ...... s::

s::
o o

o s::
:E
r/)

OJ)

o

:g

26 27

~ o

]
.....

2

o

B
<+=1
;:::s

- ·c
~
Q)

.....'0 >0

.:s

.9

~ ....

o .... .... ....
Q,I

> ..... en
en
Q) Q)

o

[Il

-<
28

:=

-<

~ ~

U U

29

.... o .... i ..... ...
<
30

.. ..

·2 o ......
N

t:

.... """

~ ~ ......

<U

t:<l:i

..

'0 u
......

ro


31

._ .....

o -

o

cd

N N

~

,D

e
o (,)
r:/)

ro ......

..... "0
Z
ro

I:::

100
....

.... ~ .... ..... ..........;S .....
r:/)

,.-.._

,Q

~u u'-"
-

8]
0

32

33

..... t:: o .....
CI) CI)

~

0..

,eo:

.....
34

.....

o

=;

=;

(I:J

o

..... N

.s:

QJ

.... .... '" ....'
QJ

OJ) OJ)

U

e; o

=

Q..

U

eo:

35

..s::

Q)

o

N

_. .::l
C';j

0..2 o C';j
Q)

s:: ::l

.
Q) •

::l S ::l

~~
.~

.o

~g

o

~

~ Q) .0Jj o

,.9<Q) O,..l::l

g

uu

.... ~ = o
36

~ .... 'Q)

o

:S
....
~ ~

S .8

~ o

Q) .-

·s
..0

~

37

.....

.~

....
38

U

..
CIl

~ .... 0

:E
U

-

;:~

;

.... u
'0":: UU

as

U

.t.J ...
t":S

o

39

..... ......
ro .......
'0

cd

>~

Q)

....... ...... .0 ...... en
en

c;:::::

~
o

o ~ en
C/) OJ)

o
QJ

.JIIIIIIIIIII

~

"'" ~ QJ 0 S ~ "0 .... u ~ ...... 0 t:~ eu N .... 0 ro~ 0 0 u u ................. ..... en o en ~ oS otl:: ro ..... "Or.!:i 0..0 uu en ...... UU

,&J

.~

.~

-" "'
eu

i

-

=

=~
=C/)

= .s
o
eu o

Q) .....

s ...... >-

.~
::l ...... OJ) c o U

QJ:E

~8

u 0

o = ....
toOl

QJ

eu

e

UU

= .: otl::
~P=l

~ III

=o 41

U

40

-.. .....

o
t:J')

tr:

Q)

u

ro ..... o ·bh

8
....... .....

0..

Q)

01)

::i

§
~(/)

uu
42

o

=<.1::

. 43

e ..... N ..... -e ..... OIl

=

~
~

=-5= ~ ~ .....
fIJ

o

JI
45

44

...... en c: ...... ~ ;...
=U

o ......
,.0

ro

....

•~ <!:i
QU

t:l. ..

'f

~

.s ....
rIl

Q

46

47

o
sr: ......

S

~

cd

...... ....
crJ

s
cd

OJ)

...... Q)


48

$:I


g

S o

u
OJ)

~ .~ ~

..

49

........

.....

:.a

50

o

S

.o ....... .......
Q)

o

0..

~ ~

o e

51

52

..... o .....
(;j

fr
55

54

...... .....

0 ....... ...... Q)

a.> ~ ......

<.t:: ....... ~0 o >u .............
a.> 0 0 rn

~ o

as

&

~"O.8:.a a.> g ~ gf ;;;;;.;;

~u
....... a.> ....... rn

~

.~

u~8~

o ..... ~ ~

U .E-<

o ...... ...... .......

en ~

56

57

o ...... ,......,
OJ)

Q)

o OJ)
I-<

,......,

o

...... I:: o
o
,......,

.~
.... u
0

"§~

58

....

C:Su

0=

..t:l

G
59

~

.'"0 ....

·a o
.o
;<:::..::x::

.~
c

C!lu

C...:::

e .:
61

·12

u

60

Q)

f/J

U

...... ..c:: o

o


62

U

;.;:::

§


63

....
==

e ,_.
64

CI.I

~ ,_,

e == .... ... .... "C
(/l

CI.I

CI.I OIl

.... ·c ~ o .... == ,_, .... ==
"C
~

=5

CI.I

CI.I

,_. ==

== ,_. .......

N

=
CI.I

65

.....
'0
Q) Q)

o = .....
CIl CIl

Q)

::l 0..

.1::

Q)

.....
CIl

o ~ I-<
0..

~ ....

~

= ..... =

= e
rI:J

= ~U~

o 0_

=

0_

Q)

.....U.!:l

~ ~.~

:e B
..... '0 •
CIl

66

67

.......

o .......
<Zl <Zl

=

~

~ ......
.......

Q)

:>

o cr:

<Zl Q)

s
U

o

e~ .... . ....
o~ .s-u

;a '1.... 5

~~

.... ...
.~
1-1

o ~

68

69

v
"0 ......

v

;a
v

o ......

~

N

......
~

,.0

~

;a-5
CI')

Q)

~ ·s ~ ro
u

.S
"0

.... ...... ~ ...... bJj
v

~

70

71

..Q)

s::
o

N

s::

::l 0..

..d

o

OJ)

...
~ ~ ==

...
73

72

.Il)

~ ....

s:::

.~

B .~
Il) '<:) Il)

o .... .0 .... o
!Zl

~.,....;

.s:::
'~
Il)

..... ....
rfJ

e

o~
0;j b[)S:::

ZZ

0

.....
ec ~

=

74

75

......... .........

i::! (])

o U

..... o

.....
~
s=

'

~

::s r/)

76

77

._ c::
'2 Of)
o

o o en ~

c:: Of)

._ ~ ._ a
:.a

78 c:: ro

:.a

79

·2
o ..... en ..... U
'"C:I
Q)

s c.;:::

..... U
o .....
1-0

s::::: .....

I

.....
'"C:I
Q)

o
C1:l

.....

'"C:I

C1:l

o o
s:::::

en

s:::::

Z

o

..... t:l ~ ..... '"C:I •
80

..... en
..... •
zj
Q)

Q)

en

o .....
:::I .en

s:::::

en 0..

o

o

u


81

o .-.

o

.... ~ '" Z'
QJ

e ....
I:Il I:Il

o

~ o o ~ ~

Q.

o

Z

QJ

E:

o ....

'"'
"0

o

-5 ~

o
83

o

82

-.:;l o .....
on
Cl)

ro

ro
Cl)

C' ...... .....:i :>

"0

ro
Cl)

1-0

:>

:>

......
ro

:> ..... ......

..... ......
~ ~ o

~

u
::l 0..

U

N N

"0

o

ro

o
CIl

~ .... .J:I

e

= e
rIJ rIJ

Q.,

o
84

o

.~

~

0"0 on .....

~ ci .....
.~

Cl)

~] t:l..t:l..
85

~

§ .... ~
86 87

e

......

....

s e
~

§

89

88

.... "0 ~ ....
~0 ro 0.. .D .....

ro

~ o ..... v: ~

Q)

Q.

2

90

91

Q)

• 92

0· U .... ..... N ro I-< I-< o0 0... .....

$:l

ro

u

93

a :::

l::
<:u

'" a

:::
a
<:u 0;:: <:u

'"

00;:,

::: <:u

c,

.... u .~

o~

U

o~

e
~

.s ...

p..

e

.s B
OJ)

i
95

94

97

o .....

g

~

eo
a:>

Z

99

100

101

.... -e ....

1 ....
-e
~

o

·c ....

103

102

.~ .....
0...

o

r;--.

8 B

~ o

.... o ~ .... .....
rIl

-

o
QJ

o

~ 104

E=

S

.... . .~ ..... ..... .... o ......... ""c.l:: ~ 0 E=u ~~

.~ 0 .~ "0 o ..... 'Od .... 0

N N "0

~ '" .~ 8

o

0

105

..s ..s
u ,0
I-<

ro ...... S o
I::: ro 0_
Q)

o

~ ......

Q)

o ...... N 2

I:::

Z

u I:::

Z

o

ro

o I-<

0..

J~
106

... e
c.J
1:1)

... ; = e o
d
c.J

o

0 ::l

...
'"'
o ~

o ...... .....
Q)

ro
0.. 0..

...

~ ...

d

E d

107

"0

.....
<E
l-<

.0

o ~ o

o ..... :.a 0 o El "-'_ ~ .....
il,)

..... .....

C/'J

.... = ell .... .... ' ~"'
<l.i

.... "0
V.l

~ .... ell ~

~

.... .... ....

.s ...

e

~

108

109

SEZIONE SPECIALE: DISALLINEAMENTI VERTEBRALI

Le persone con problemi alla schiena sono molto numerose; per tale motivo ho ritenuto opportuno descrivere la colonna vertebrale e le vertebre in un capitolo a se. Consultate 10 schema della colonna vertebrale e le informazioni riportate; poi, raffrontate 10 schema con gli equivalenti mentali elencati. Come sempre, sta a voi e alla vostra saggezza individuare l'interpretazione che puo esservi pin utile.

111

SCHEMA DEGLI EFFETTI DEI DlSALLINEAMENTI
AREE

VERTEBRALI
raffreddori, ipertensione, emicrania, esaurimento nervoso, amnesia, emi oftalmici, otiti, svenimenti, alcuni casi di cecita.

1C 1C Apporto 2C

ematico a capo, ipofisi, cuoio capelluto, cervello, orecchio interno e medio, sistema

2C Occhi, nervi ottici, nervi acustici, seni, mastoide, lingua, fronte. 3C Guance orecchio esterno, ossa facciali, denti, trigemino. 4C Naso, labbra, bocca, tromba di Eustachio. 6C Muscoli del collo, 7C Tiroide, borSe delle articolazioni ~r~nnl,'_nrn~r:'1i 2T Cuore, comprese valvole cardiache e pericardio; arterie coronarie. 3T Polmoni, bronchi, pleura, torace, mammelle. 4T Colecisti, coledoco.

8T Milza. 9T Surrenali.

10T~Re~nI~·.
11T
Reni, ureteri.

~.r

~~~

__ __ ~ -=~~~~~~~

__

12T Intestino 2L Appendice, addome, cosce. 3L Organi sessuali, utero, vescica, ginocchia. 4L Prostata, muscoli lombari, nervo sciatico. 5L Gambe, caviglie, piedi. sacro Ossa dell'anca, glutei.
coccige~Re~tt=o~,a=n=0~. arti inferiori, gonfiore aile caviglie, caviglie e archi plantari deboli, piedi freddi, crampi aile gam be. acidosi, vene varicose. Problemi vescicali, problemi rnestruall quali cicli irregolari 0 dolorosi, aborto, enuresi notturna, variazioni dei sintomi vitali, alcuni dolori del nocchio.

~w~~ __ ~~~~~~d=O=lo~re~a=I~I'e=s=tre=m=i=ta~d=e=lIa=c=o=lo=nn=a=v=e=rt=eb=m=l=e=in~=====s=ed=u=ta=. ___
I disallineamenti delle vertebre e dei dischi intervertebrali possono causare irritazioni al sistema nervoso e interessare i vari organi del corpo, determinando a volte I'insorgenza delle patoIogie sopra riportate.

C vertebrecervicali; T vertebre toraciche; L vertebre lombari
© Parker Chiropractic Research Foundation. 1975

~ ~
Z
VJ

~ Q -< ~ o VJ o

z

6
;:J

o

u u

~ o Eo< o
Eo<

-

~

114

115

o N

ad ...;
CIl

~

N

0..

<ti

.9
<.;::
::l

.-I=: .... 00

.... 0

0.0

5

~

N-

o

S
o

0

u.

C1)'p

I=: -0

~
o
::l

s<SN
-ro
_I=:

._ ro

I=: ::l 0 ....

a:5s "0._
~.~
.::l

S

.... o I=: .... 0
CIl

8 od u._

-0 'in o CIl
I=: 0
CIl

o

0:::-0

0

-Q.g

~ '51>
0-

ro 0

o ....
00..

.0

'r;)'S

o ro

0

00

~o..

116

117

ULTERIORI COMMENTI
,..

'"'

,.. ,.. ,..

..

,.

.. ..
'" ,..

,.. ,..

.. .. ,..
.. ..

..

.. ,. ,.. .. ,. ,.. '" .. ,. ,. .. ..

.. ..

.... ~
Q,j

01)

U

~ o

Ho imparato che i bambini, e anche gli animali, essendo particolarmente aperti, possono venire influenzati notevolmente dalle convinzioni degli adulti che li circondano. Pertanto, quando operate su di essi, utilizzate le affermazioni suggerite anche per purificare la coscienza del genitore, delI'insegnante 0 del parente che sta loro vicino e che Ii condiziona. Questo metoda di cura e di tipo metafisico. E importante ricordare che la parola metafisico significa «al di Hl del fisico»: per guarire bisogna superare il problema fisico e arrivare alla causa mentale che 10 ha generato. Quando un paziente rni richiede un parere per un problema di stipsi, so che si crede pill 0 meno fermamente ostacolatodai propri limiti e dalle proprie carenze e che, di conseguenza, ha paura di liberarsi di qualsiasi cosa: teme infatti di non essere in grado di sostituirla 0, in alternativa, serba gelosamente un ricordo doloroso del passato e non vuole abbandonarlo. Potrebbe pure avere paura di porre fine a relazioni che non 10 appagano pill, 0 ad un lavoro che non 10- realizza. Potrebbe voler elirninare qua1cosa di inutilizzabile 0 esseretroppo attaccato al denaro. II mal-essere del paziente mi fornisce vari indizi riguardo a1 suo atteggiamento mentale. 119

Cerco allora di fargli capire che, se manterra il pugno chiuso e un atteggiamento difensivo, non potra accogliere nessuna novita. Lo aiuto a sviluppare maggiore fiducia nel fatto che l'Universo (ossia, il potere che ci fa respirare) provvede a lui e che, quindi, puo essere in sintonia con il ritmo della vita. Lo aiuto ad abbandonare gli schemi di paura e gli insegno a generare un nuovo ciclo di esperienze positive, a impiegare la mente in modo diverso. A volte consiglio anche al paziente di tornare a casa e di fare pulizia negli armadi, di disfarsi degli oggetti inutili per far posto a quelli nuovi. E 10 invito, durante tale lavoro, a ripetere ad alta vpce: «Abbandono il vecchio per fare posto alle novita». E un metoda semplice, rna efficace. Quando il paziente comincia a capire il principio della liberazione, la stipsi, che e un modo di trattenere e di conservare, guarisce da sola: il corpo si libera infatti di cio che non gli e pili utile. Avrete forse notato che ricorro frequentemente ai concetti di amore, pace e approvazione di se stessi. Quando riusciremo a vivere realmente nella spazio ricco di affetto del cuore, approvando noi stessi e confidando nel Potere Divino che provvede a noi, la pace e la gioia riempiranno la nostra vita, mentre le malattie e le esperienze spiacevoIi cesseranno di fame parte. II nostro obiettivo e vivere una vita felice e sana, godendo della compagnia di noi stessi. L' amore dissolve l'ira, allontana il risentimento, dissipa Ie paure e genera sicurezza. Quando avremo raggiunto uno spazio di amore totale per noi stessi, tutto nella nostra vita fluira con facilita, armonia, salute, prosperita e gioia. Ecco come utilizzare questa libro quando avete un disturbo fisico: 1. Ricercate la causa mentale del disturbo. Verificate se sia compatibile con la vostra situazione. In caso contrario, mettetevi tranquillamente a sedere e chiedetevi: «Quali pensieri possono avere generato il problema?». 120

2. Ripetetevi (a voce alta, se possibile): «Sono pronto a liberarmi della schema mentale che ha creato questa 3. Ripetetevi pili volte il nuovo schema mentale. 4. Presupponete di essere gia in fase di guarigione. Ogniqualvolta pensate al vostro problema, ripetete tutte le fasi descritte.
malattia- .

E utile leggere la meditazione finale quotidianamente: contribuira ana salute della vostra coscienza e, quindi, del vostro corpo.

121

LA CURA DELL' AMORE

Al centro del mio essere, nel profondo, si trova una sorgente inesauribile di amore. Lascio che questa amore scaturisca esternamente, che riempia il mio cuore, il mio corpo, la mia mente, la mia coscienza, il mio stesso essere e che si espanda in ogni direzione per poi tornare a me, moltiplicato. Quanto pili amore ho e dono, tanto pili ne ho da offrire: la sua riserva e infinita. L'amore mifa stare bene, e un'espressione della mia gioia interiore. 10 mi amo: quindi, mi prendo amorevolmente cura del mio corpo. Lo nutro con affetto con cibi e con bevande, 10 pulisco e 10 vesto. E il mio corpo mi risponde amorevolmente, assicurandomi salute ed energia. 10 mi amo: pertanto, ricerco una casa confortevole, perche soddisfi tutte le mie esigenze e sia piacevole viverci. Riempio ogni stanza delle vibrazioni dell' amore cosicche chiunque vi entri, me compreso, possa sentirle e venirne nutrito. 10 mi amo: pertanto, svolgo un lavoro che mi dia soddisfazione, che si basi sulla mia creativita e sulle mie capacita. Lavoro con e per persone che amo e che mi amana e ho uno stipendio adeguato. 10 mi amo: pertanto, penso positivamente e mi comporto affettuosamente nei confronti di tutti, in quanta so che cia che offro mi ritorna, moltiplicato. Nel mio mondo attiro solo persone cor123

diaIi, in quanta esse sono il riflesso di cia che io sono. 10 mi amo: pertanto, perdono e mi libero del passato e di tutte Ie esperienze trascorse. 10 mi amo: pertanto, vivo completamente nel presente, percependo ogni momento come positivo e sapendo che il mio futuro e luminoso, gioioso e sicuro. Sono un figlio amato dell'Universo e l'Universo si prende affettuosamente cura di me, ora e per sempre. E COSt sia. Con amore.

INDICE

Dedica Ringraziamenti Prefazione Introduzione 11momenta in cui puoi e il momenta attuale Gli equivalenti mentali Sostituzione dei vecchi modelli di pensiero Affermazioni terapeutiche Sezione speciale: disallineamenti vertebrali Schema degli effetti dei disallineamenti vertebrali Disallineamenti vertebrali Ulteriori commenti La cura dell' amore

pag.
» » » » » »
»

7

» » » » »

111

15 19 21 23

11 13

9

112 114 119 123

124

125

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful