Meredo crocevia di Pedemontana ?

Da Meda una pericolosa proposta nimby. Quando c'è da buttare traffico sulle strade di Seveso, le Amministrazioni di Cesano Maderno e Meda sono sempre all'attacco. Dopo Cesano, che vuole appropriarsi di Via don Sturzo e Cadore per farne la propria tangenziale nord, adesso è Meda a voler scaricare il traffico di Via indipendenza e Via 3 Venezie addirittura sul centro del Meredo, spostando su Via Vignazzola i flussi diretti a Superstrada/Pedemontana. Enrico Radice, medese, reggente di una associazione di imprenditori cabiatesi, "entusiasta di Pedemontana", nonché consulente dell'associazione del quartiere Polo, con l'ovvio consenso di tutte le liste in corsa per le elezioni, dà per fatta questa assurda proposta di tipico stile nimby (acronimo anglofono di “non nel mio cortile”) L'incrocio tra Via Ceredo e Via Meredo in pieno centro al Meredo, oggi tranquilla frazione di Seveso, può accogliere 30.000 veicoli giorno con traffico pesante e attraversamento continuo, come oggi avviene a Meda in Via Indipendenza ? E dove sono gli ambientalisti a difesa del parco agricolo del Ceredo, area di proprietà del Comune di Seregno, che a Meda propongono di attraversare per realizzare questa nuova tangenziale ? Gli amministratori di Seveso dovrebbero aver già dato la logica risposta e gli abitanti del Meredo dovrebbero rendersi conto di quanto cambierebbe la loro vita se essa fosse attuata; per non piangere quando i giochi saranno fatti, come oggi accade a Baruccana. Sevesoviva sarà sempre al loro fianco nel rigettarla al mittente e difendere il territorio di Seveso dall’uso scriteriato di speculatori e poteri forti. Ma i partiti blasonati dove sono ? Lista Civica Sevesoviva 14 Aprile 2012
l’incrocio Via Meredo/Via Ceredo