You are on page 1of 2

Cultura alta e cultura bassa: il panorama della letteratura medievale

La produzione in latino del periodo medievale stata caratterizzata da una forte sovrapposizione di elementi provenienti dalla cultura alta del clero, ossia di coloro che avevano avuto possibilit di studiare, e di elementi della cultura bassa appartenente al popolo. Il punto di contatto fondamentale tra le due culture era il cristianesimo: laddove era ormai divenuta prerogativa degli ecclesiastici la capacit di predicare e dunque la capacit di saper convincere ed avvicinare la gente a quegli ideali che la Chiesa voleva comunicare, divenne necessario contaminare la produzione letteraria su cui si basava listruzione dei chierici con racconti e parabole provenienti dal mondo contadino affinch i sermoni risultassero comprensibili e capaci di infiammare lanimo di chiunque. Nacque cos il genere degli exempla, i quali erano appunto storie di esempi di vita quotidiana che si proponevano di fungere da guida per i chierici durante le omelie. Ogni racconto non specificava un tempo, un luogo o dei personaggi, ma seguiva unaccurata scansione della vicenda che culminava nella morale finale, inevitabilmente cristiana. Lelemento cristiano molto forte anche nella letteratura delle visioni, e anche qui protagonisti delle vicende erano persone comuni, le quali per tramite una presunta morte e resurrezione o per mezzo di sogni entravano in contatto con loltretomba e saggiavano ci che sarebbe loro potuto spettare sia che fossero giunti in paradiso sia che venissero condannati allinferno (e qui le pene sarebbero state incommensurabili, o almeno cos erano descritte nel tentativo di allontanare i cristiani dal peccato). La produzione letteraria medievale non per sempre unicamente cristiana ma pu, come nel caso dei Carmina Burana, essere legata alle figure dei clerici vagantes (in italiano chierici vaganti), ossia gli studenti dellepoca che in quanto tali erano destinati a diventare membri del clero ma nella loro giovent senza inibizioni, vagando di corte in corte alla ricerca dei migliori maestri, non tralasciavano alcuna esperienza ma anzi si dedicavano al gioco dazzardo, ai rapporti fuori dal matrimonio e alla critica dei rappresentanti ecclesiastici del loro tempo. Un gran numero di canti da loro composti fu riunito in una raccolta, ossia i Carmina Burana, i quali nella sezione dedicata ai Carmina veris et amoris, per lappunto di argomento amoroso, risultano spesso contaminati da elementi della vita contadina, e altre volte risultano addirittura presentati secondo la struttura delle ballate, ossia con strofe e ritornelli. Questa volta la contaminazione dei testi non per pi dettata dalla necessit cristiana della predicazione bens da uno spontaneo avvicinarsi degli elementi delle due culture, alta e bassa, le quali rientrando entrambe nel panorama delle conoscenze dei chierici vaganti prendevano il sopravvento luna sullaltra a seconda del bisogno e dunque della tipologia del canto. Le ballate del resto non potevano certo essere un genere sconosciuto agli uomini colti del tempo tanto erano diffuse, e tanto meno potevano esserlo a dei frequenti viaggiatori: dapprima in latino si sarebbero poi subito gettate nella produzione in volgare, ma pur sempre mantenendo quella struttura caratteristica fatta di strofe e ritornelli che le rendeva cos adatte alla musica e

alla danza. Esse in quanto produzioni popolari erano sempre a stretto contatto con la vita bucolica e contadina in quanto avevano origine durante le feste popolari e agrarie ma risentivano comunque dellinflusso cristiano. Se da un lato le ballate che erano tipiche della tradizione popolare nordica subivano linfluenza della cultura alta, dall'altro il Waltharius in quanto scritto da un ecclesiastico e rivolto allo stesso clero rappresentante della produzione letteraria dei colti e degli studiosi, ma risentiva ugualmente della tradizione guerresca delle popolazioni germaniche. Nel Waltharius elementi romani quali lideale eroico tipico dellEneide o il tema amoroso vengono infatti uniti agli elementi della cultura bassa appartenente ai barbari conquistatori. Ad essere mescolati in questopera non sono solo per solo le componenti romane e barbariche ma anzi lintera vicenda narrata frutto di un intreccio cronologico non storicamente corretto e di un insieme degli influssi letterari colti ma anche popolari. Lintera produzione medioevale dunque costituita da un incrocio di elementi provenienti da culture ed ambiti diversi, dal popolo al clero, dagli elementi cristiani agli elementi laici, che delinea un panorama di opere frutto dellaccostamento e della mescolanza di identit spesso molto differenti e a volte contrastanti tra loro.