forse p motiv pre pi regim zo il ca cattol duran che da da Wa mente emba margi cessa sita pa ca, il r un’ott senten no il p motiv

cui sar ba – è cattol [Paolo

Getty Images (4)

Usa San Francisco scommette sullo scooter sharing
Che San Francisco sia la più innovativa tra le città americane non è solo un luogo comune. A provarlo ancora una volta è una start-up. Si chiama Scoot e abbina il concetto europeo di bike sharing ad un sistema basato sulla condivisione di motorini elettrici. Ideato dalla neonata società Scoot Networks, Scoot permette agli utenti di localizzare via smartphone il punto di noleggio più vicino e prenotare così lo scooter desiderato. Il veicolo riconosce poi il cellulare da cui è stata e ettuata la prenotazione, che funziona come una sorta di chiave. Ol-

Sudan Spirano sempre più forti i venti di guerra nelle regioni di con ne
Sono circa 30mila i profughi del con itto nella regione sudanese del Nilo Azzurro arrivati a Jamam, un villaggio nel Sud Sudan, dall’inizio del 2012. Nuovi fronti di guerra si sono aperti, da mesi, in due regioni – il Kordofan Meridionale e il Nilo Azzurro – politicamente parti del Sudan, ma con nanti con il Sud Sudan e al centro di una disputa territoriale tra Khartoum e Juba, che da settimane s’incolpano di reciproci tentativi di destabilizzazione. L’Alto commissariato dell’Onu per i rifugiati ha parlato di combattimenti sempre più intensi, visto che «donne, bambini e anziani ci hanno raccontato di essere fuggiti dai bombardamenti degli Antonov» dell’aviazione di Khartoum. Le squadre di Oxfam in Sud Sudan stanno fornendo acqua potabile, si occupano di salute e igiene all’interno e nei dintorni del campo, in cui è previsto un a usso sempre più massiccio di profughi. [S.V.]

tre a mettere in moto lo scooter, lo smartphone svolge anche la funzione di cruscotto virtuale, fornendo informazioni relative al veicolo e alla velocità di bordo. Con un’autonomia tra i 45 e i 50 km, gli utenti possono raggiungere qualsiasi punto di San Francisco e tornare alla località di partenza senza bisogno di fermarsi a ricaricare il motore. Gli scooter distribuiti da Scoot vengono acquistati al prezzo stracciato di mille dollari l’uno dalla Cina. Come a erma Michael Keating, amministratore delegato di Scoot Networks, l’azienda sta infatti sfruttando l’enorme investimento fatto dalla Cina sui trasporti elettrici. Ogni anno in Cina sono prodotti circa 10 milioni di veicoli elettrici, destinati per la maggior parte alla classe media emergente, per cui lo scooter sta diventando un vero e proprio status symbol. Per ora la otta di Scoot a San Francisco comprende 20 scooter ma, visto il successo, si prevede di arrivare ad un centinaio di veicoli elettrici entro la ne dell’anno. [Ottavia Spaggiari]

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful